Archivi Blog

Il NIH ammette di aver finanziato le ricerche sul guadagno di funzione; EcoHealth ha cinque giorni per fornire i dati a riguardo

Un alto funzionario del NIH ha ammesso in una lettera, mercoledì, che gli Stati Uniti hanno finanziato la cosiddetta ricerca sul “guadagno di funzione” a Wuhan, in Cina – e che l’organizzazione no profit statunitense che l’ha condotta, l’EcoHealth Alliance – guidata dal controverso Peter Daszak, “non ha riferito” riguardo la creazione di un coronavirus chimerico in grado di infettare gli esseri umani.

In una lettera indirizzata al rappresentante James Comer (R-KY), il vicedirettore principale del NIH Lawrence A. Tabak cita un “esperimento limitato” per determinare se “le proteine ​​spike dei coronavirus di pipistrello presenti in natura che circolano in Cina erano in grado di legarsi al recettore umano ACE2”. Secondo la lettera, i topi umanizzati infettati dal virus modificato di pipistrello “si ammalarono piu’ gravemente” rispetto a quelli esposti a una versione non modificata dello stesso coronavirus.

Daszak non ha riportato questa scoperta e avra’ a disposizione cinque giorni per produrre “tutti i dati non pubblicati dagli esperimenti condotti” sotto la sovvenzione NIH.

Il professore di chimica del consiglio di amministrazione della Rutgers University Richard H. Ebright riassume tutto. :

Fonte

horseshoe-bat-flying-1_7

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Fauci: “Le persone a cui non piaccio sono teorici della cospirazione, negano la realtà”

“A volte, la verità diventa scomoda per alcune persone. Quindi se la prendono con me.”

In una dichiarazione incredibilmente eloquente domenica, Anthony Fauci ha annunciato che chiunque non sia d’accordo con quello che dice sta “negando la realtà” e diffondendo “teorie del complotto”.

Il presentatore di Fox News Chris Wallace ha detto a Fauci di essere diventato “una figura polarizzante” e che “i critici lo accusano di inviare messaggi contrastanti”.

Wallace ha continuato: “Ci sono accuse sul fatto che hai aiutato a finanziare ricerche pericolose presso il laboratorio di Wuhan”, prima di chiedere “perché pensi di essere diventato così controverso? E onestamente, pensi che ci sia qualcosa che hai fatto che abbia contribuito a questo?”

Fauci ha risposto: “Non riesco a pensare a nulla”.

Ha continuato: “Ho sempre sostenuto che la scienza, i dati e le prove siano ciò che dovrebbe guidarci. E penso che le persone che la pensano diversamente, che hanno teorie del complotto, che negano la realtà, guardandole dritto negli occhi, siano persone a cui non importa particolarmente di me.

“Questo è comprensibile”, ha ulteriormente proclamato Fauci, aggiungendo “Perché quello che faccio – e mi sforzo molto – è essere guidato dalla verità”.

“E a volte, la verità diventa scomoda per alcune persone. Non c’è molto che io possa fare al riguardo”, ha aggiunto Fauci.

Ci si chiede che tipo di “verità” guidi Fauci quando ha mentito sul finanziamento alla ricerca sul guadagno di funzione.

Altrove durante l’intervista Fauci ha nuovamente avvertito che gli americani non vaccinati saranno la causa della prossima “ondata” di Coronavirus. A quanto pare ora è la quinta ondata.

“Il problema è che, come tutti sappiamo, abbiamo ancora circa 66 milioni di persone che non sono state vaccinate”, ha affermato Fauci.

In un’ulteriore intervista con ABC, Fauci ha suggerito che solo le persone vaccinate dovrebbero riunirsi con altri membri della famiglia vaccinati per il Ringraziamento e il Natale.

Fonte

screenshot-2021-10-18-at-12.59.34-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Fauci afferma che non vi e` alcuna “base scientifica” per preoccuparsi degli effetti collaterali a lungo termine dei vaccini Covid

Nonostante non ci siano studi a lungo termine

In un’altra dimostrazione di ignoranza scientifica, Anthony Fauci ha dichiarato mercoledì che non ci sono “vere basi” per le preoccupazioni sui potenziali effetti collaterali a lungo termine dei vaccini COVID, nonostante non ci siano studi a lungo termine da cui prendere dati.

Mentre parlava in una chiamata virtuale con il direttore del CDC, la dott.ssa Rochelle Walensky e il chirurgo generale degli Stati Uniti Vivek Murthy, a Fauci è stato chiesto se i piloti avessero “preoccupazioni valide” dopo che è stato suggerito che molti rimangono non vaccinati per evitare potenziali effetti collaterali a lungo termine che potrebbero compromettere la loro capacità di volare.

“I piloti di American e Southwest Airlines, in particolare, stanno sostenendo che alcuni piloti potrebbero essere riluttanti a farsi vaccinare a causa di potenziali effetti collaterali che metterebbero fine alla loro carriera”, ha affermato uno dei partecipanti, aggiungendo “Sono preoccupati che potrebbero esserci effetti collaterali a lungo termine ciò potrebbe causare la perdita della certificazione medica e anche la perdita del lavoro e dei mezzi di sussistenza. Quindi è una preoccupazione valida?”

Fauci ha risposto: “Bene, in questo momento sulla base di letteralmente centinaia e centinaia di milioni di vaccinazioni che abbiamo avuto, la sicurezza di questi vaccini è stata chiaramente stabilita”.

O forse non ci sono ancora dati empirici a lungo termine?

Ha continuato, “Gli effetti a lungo termine di cui le persone sono apparentemente preoccupate sono davvero inesistenti”.

Guarda:

I commenti di Fauci arrivano quando i piloti stanno resistendo alle compagnie aeree che tentano di istituire l’obbligo vaccinale, con centinaia di voli cancellati a causa di lavoratori che si “ammalano”.

Fonte

gettyimages-1234075491-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Ma come? Lo stato degli Stati Uniti con il tasso di vaccinati più alto registra un’impennata record nei casi COVID

Il Vermont, lo stato con il più alto tasso di vaccinazione negli Stati Uniti, sta vivendo un’impennata del virus del PCC a livelli mai visti dal picco della pandemia lo scorso inverno.

Il numero di casi nel Vermont è a un livello record, i ricoveri sono vicini ai record registrati lo scorso inverno e lo stato ha registrato il giorno con piu` mortalita’ e il secondo mese con piu’ mortalita’ a settembre.

“Penso che sia chiaramente frustrante per tutti noi”, Michael Pieciak, il commissario del Dipartimento per la regolamentazione finanziaria del Vermont che monitora le statistiche sui virus del PCC (Partito Comunista Cinese) per lo stato.

Secondo il CDC, oltre il 69 percento della popolazione del Vermont è stata completamente vaccinata contro il COVID-19 dal 24 settembre, molto al di sopra del tasso nazionale del 56 percento.

Lo stato ha registrato il più alto tasso di ricoveri ogni 100.000 residenti il ​​30 settembre, superando il record stabilito il 31 gennaio dello scorso anno. Otto persone sono morte a causa del virus del PCC nel Vermont il 13 settembre, il totale più alto registrato dallo scoppio del virus.

Alla fine di agosto, quattro dei dieci casi di COVID-19 nel Vermont erano tra le persone vaccinate, secondo una lettera firmata da 90 dipendenti del Dipartimento della salute del Vermont, tra cui l’epidemiologo statale Patsy Kelso.

Il governatore Phil Scott (R) ha revocato lo stato di emergenza nel Vermont a giugno, quando l’80% della popolazione aveva ricevuto almeno un’iniezione del vaccino. Da allora ha indicato che è cauto nel reintrodurre lo stato di emergenza.

“Non possiamo essere in uno stato di emergenza perenne”, ha detto Scott questa settimana.

Anche i quattro stati che seguono il Vermont in termini di tassi di vaccinazione più alti della nazione stanno sperimentando segnali allarmanti.

Il capo di UMass Memorial Health, il più grande sistema sanitario nel Massachusetts centrale, ha affermato di recente che gli ospedali regionali hanno visto quasi 20 volte più pazienti COVID-19 rispetto a giugno e non c’è un letto di terapia intensiva disponibile. Il Massachusetts ha il quinto tasso di vaccinazione più alto della nazione.

Nel Connecticut, il secondo stato più vaccinato degli Stati Uniti, il legislatore ha recentemente esteso i poteri di emergenza del governatore per rendere più facile far fronte all’ultima ondata della pandemia.

Il 22 settembre, il Maine, il terzo stato degli Stati Uniti più vaccinato, aveva quasi 90 persone in unità di terapia intensiva, un record per lo stato.

Caro Dr.Fauci, per favore spiega tutto cio’…

Fonte

vermont-700x420-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Video: Fauci dice che le persone “devono rinunciare a ciò che considerano il loro diritto individuale di prendere una decisione” sui vaccini

“Hai una responsabilità nei confronti della società”.

Spingendo nuovamente la narrativa dell’obbligo vaccinale questo fine settimana, Anthony Fauci ha sfacciatamente dichiarato che le persone dovranno abbandonare l’idea di avere il diritto di dire no ai vaccini.

I commenti sono arrivati ​​durante una conferenza online agli studenti canadesi della McGill University, poiché Fauci ha sostenuto che rinunciare al controllo di ciò che viene iniettato nel proprio corpo è “per il bene della società”.

“Penso che ciò che le persone devono apprezzare è che in effetti hai delle libertà personali, e dovresti averne il controllo, ma sei un membro della società”, ha decretato Fauci.

Ha aggiunto che “come membro della società, hai tutti i benefici del farne parte, ma hai anche una responsabilità nei suoi confronti”.

“Penso che ognuno di noi, in particolare nel contesto di una pandemia che sta uccidendo milioni di persone, debba farsi un esame di coscienza e capire che e` arrivato quel momento in cui devi rinunciare a quello che consideri il tuo diritto individuale di decidere per il bene più grande della società”, ha affermato Fauci.

Guarda:

In ulteriori interviste, Fauci ha dichiarato che è “troppo presto” per dire se il Natale sarà “cancellato” quest’anno, ed ha evitato le domande della MSNBC sui casi di malati di COVID vaccinati:

I commenti sono arrivati ​​mentre la Casa Bianca sta spingendo le compagnie aeree statunitensi, soggette a contratti federali, a rendere obbligatori i vaccini per il loro personale entro l’8 dicembre, secondo Reuters.

Nel frattempo, ancora più lavoratori federali stanno facendo causa all’amministrazione Biden per gli obblighi, con il Washington Post che riporta che un gruppo di querelanti, tra cui quattro ufficiali dell’aeronautica e un agente dei servizi segreti, hanno esortato che “gli americani sono rimasti tranquilli per troppo tempo mentre i funzionari eletti continuano a soddisfare i loro voraci appetiti di potere”.

La causa, depositata presso la Corte distrettuale degli Stati Uniti a Washington il 23 settembre, chiede un’ingiunzione sugli obblighi vaccinali di Biden per tutti i lavoratori federali, gli appaltatori e i militari.

Fonte

gettyimages-1208907356-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Project Veritas: Whistleblower dell’HHS rivela che il governo federale nasconde i dati sugli effetti collaterali dei vaccini

Una informatrice del Dipartimento dei servizi sanitari e umani (HHS) si è presentata a Project Veritas per esporre come il governo federale stia coprendo le segnalazioni sugli effetti collaterali negativi del vaccino COVID-19.

Jodi O’Malley, un’infermiera e membro dell’HHS, ha registrato segretamente conversazioni con i suoi colleghi dell’HHS confermando le sue preoccupazioni sul vaccino COVID-19.

Nella seguente conversazione, O’Malley stava discutendo con la dottoressa Maria Gonzales, un medico del pronto soccorso, come il governo federale non segnalerà un paziente che soffre di infiammazione cardiaca dopo aver preso il vaccino.

Dr. Gonzales: “Il problema qui è che non stanno conducendo degli studi adeguati. Le persone che hanno avuto [COVID] e le persone che sono state vaccinate non stanno facendo alcun test sugli anticorpi”.

O’Malley: “No”.

Dr. Gonzales: “Tutti tacciono su questo. Come mai?”

O’Malley: “Ora, hai questo ragazzo nella stanza quattro che ha ricevuto la sua seconda dose del vaccino [COVID] martedì e non riesce a respirare bene. Ora il suo BNP è elevato. Tutti i suoi enzimi epatici sono elevati. Il suo PTPTINR è elevato”.

Dr. Gonzales: “Probabilmente ha la miocardite!”

O’Malley: “Sì!”

Dr. Gonzales: “Probabilmente la miocardite e’ stata causa dal vaccino”.

O’Malley: “Giusto.”

Dr. Gonzales: “[Il governo] pero’ non incolperà il vaccino”.

O’Malley: “Ma c’e` l’obbligo di riferire gli effetti avversi del vaccino? È successo – deve riportarlo entro 60 giorni”

Dr. Gonzales: “Devono farlo”.

O’Malley: “Ma quanti stanno segnalando?”

Dr. Gonzales: “Non lo stanno facendo”.

O’Malley: “Ok….come mai?”

Dr. Gonzales: “Perché vogliono nasconderlo.”

“Quanti ne hai visti in quelle condizioni?”.

“Oh, ho visto dozzine di persone entrare con reazioni avverse [al vaccino COVID]”, ha detto O’Malley.

“La responsabilità di tutti – è raccogliere quei dati e riportarli. Se non raccogliamo dati sul [vaccino COVID] e non li riportiamo, come possiamo dire che è sicuro e approvato per l’uso?”

In un’altra conversazione registrata, O’Malley ha parlato con Deanna Paris, un’altra infermiera presso l’HHS per confrontare ciò a cui hanno assistito in relazione agli effetti collaterali del vaccino COVID-19.

Paris: “È un peccato che [il governo] non tratti le persone [con COVID] come dovrebbe. Penso che vogliano che le persone muoiano”.

O’Malley: “Quanti pazienti vaccinati hai visto?”

Paris: “Che si sono ammalati per gli effetti collaterali? Un sacco.”

O’Malley: “Un sacco!”

Paris: “Lo hai notato anche tu?”

O’Malley: “Sì chi sta scrivendo i rapporti VAERS?”

Paris: “Nessuno perché ci vuole più di mezz’ora per scrivere quella dannata cosa”.

O’Malley ha detto a O’Keefe di essere stata spinta all’azione dopo aver visto un collega costretto a prendere il vaccino contro le sue convinzioni religiose.

“Ciò che mi ha spinto a farlo è stato quando una sera ero il supervisore e uno dei miei colleghi aveva preso il vaccino [COVID] due settimane fa, e lei non voleva. Ha attraversato l’intera pandemia lavorando nell’unità di terapia intensiva, che praticamente era un’unità COVID”, ha detto O’Malley.

“Non voleva prendere [il vaccino COVID] a causa delle sue convinzioni religiose ed è stata costretta a prenderlo”.

Quando le è stato chiesto se avesse paura di parlare contro il governo, O’Malley ha detto che la sua fede guida le sue decisioni e ha concluso che il governo che nasconde i dati critici è “malvagio ai più alti livelli”.

“È la mia carriera, sai? È così che aiuto le persone. Ho paura? Non direi necessariamente che ho paura perché la mia fede risiede in Dio e non nell’uomo”, ha detto O’Malley. “Quindi, ho due figli più grandi che vivono da soli, e ho un bambino di dodici anni a casa di cui mi prendo cura da sola. Questo è il male al livello più alto. Hai la FDA, hai il CDC, che dovrebbero proteggerci, ma sono controllati dal governo e tutto ciò che abbiamo fatto finora non è scientifico”.

“Alla fine della giornata, si tratta della tua salute, e non potrai mai riaverla – e della tua libertà, e del vivere in una società pacifica, e io dico, ‘no’.

Project Veritas sarà probabilmente censurato online da Big Tech per conto di Big Pharma e del governo federale mentre continuano la loro esposizione della grande truffa del COVID, quindi ti preghiamo di prendere in considerazione l’iscrizione alla loro newsletter per ricevere i nuovi sviluppi direttamente a te, o iscriviti al loro canale Telegram.

Fonte

project-veritas

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Gli scienziati che hanno scritto la lettera di Lancet per confutare la teoria della fuga da laboratorio hanno collegamenti con la Cina

Un’indagine del Daily Telegraph rivela che tutti gli scienziati (tranne uno) che hanno scritto la famigerata lettera sulla rivista medica The Lancet nella quale si rispingeva la teoria secondo cui COVID-19 abbia avuto origine da un laboratorio a Wuhan, in Cina, hanno legami con ricercatori cinesi. Questa sorprendente rivelazione suggerisce che 26 dei 27 scienziati elencati nella lettera potrebbero avere un conflitto di interessi.

La lettera, pubblicata nel marzo dello scorso anno, ha cercato di annullare qualsiasi dibattito tra la comunità scientifica o i media sulle origini del virus, fino a quando i risultati dell’intelligence internazionale nel 2021 hanno riportato la questione alla ribalta.

L’uomo che ha orchestrato l’articolo è il dottor Peter Daszak, CEO di EcoHealth Alliance, un’organizzazione no profit che è stata finanziata dal NIH per lavorare con gli scienziati di Wuhan per sperimentare i coronavirus e la ricerca sul “guadagno di funzione”. La scorsa settimana, un’e-mail rilasciata dal FOIA ha rivelato che EcoHealth Alliance era assolutamente impegnata nella ricerca sul guadagno di funzione per produrre coronavirus chimerici basati sulla SARS, che hanno confermato potrebbero infettare le cellule umane.

Daszak – un noto amico e collega di Fauci – è stato anche scelto per dirigere la commissione sostenuta dalle Nazioni Unite di The Lancet per indagare sulle origini del coronavirus che ha causato una pandemia globale, secondo Summit News.

Lo scienziato britannico è stato scelto nonostante fosse intimamente associato al laboratorio di Wuhan, avesse ripetutamente respinto l’ipotesi della fuga da laboratorio come una “teoria della cospirazione pericolosa” e creato una campagna di pressione tramite una lettera pubblicata da The Lancet per forzare la comunità scientifica a evitando di considerare il laboratorio come una potenziale fonte dell’epidemia.

Daszak è stato anche l’investigatore principale per l’indagine dell’Organizzazione mondiale della sanità che ha determinato entro 3 ore dalla visita al laboratorio di Wuhan nel febbraio 2021 che non c’e` stata alcuna fuoriuscita basandosi puramente sulle parole dei ricercatori del laboratorio.

Daszak è stato successivamente impiegato come “verificatore esperto dei fatti” da Facebook quando ha iniziato a monitorare e rimuovere la “disinformazione” sulle origini del COVID sulla sua piattaforma, gran parte della quale era una ricerca scientifica credibile. Da allora Facebook ha invertito la politica di vietare qualsiasi post contenente informazioni che suggerissero che il COVID-19 fosse “creato dall’uomo”.

Oltre a Daszak, altri 25 scienziati elencati nella lettera hanno collegamenti con il laboratorio o con ricercatori cinesi. Di seguito, il Daily Mail prende l’indagine del The Telegraph e fa un approfondimento su coloro che hanno scritto la lettera. Alcuni esempi:

Il dottor Jeremy Farrar

Esperto di medicina tropicale e consulente SAGE e del The Wellcome Trust, Londra

Il giornale ha anche scoperto che tre dei firmatari provenivano dal Wellcome Trust britannico, che in precedenza aveva finanziato la ricerca presso l’Istituto di virologia di Wuhan.

Il firmatario Sir Jeremy Farrar, membro del Sage e direttore del Trust, in passato ha pubblicato lavori con George Gao, capo del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie, che ha descritto come “un vecchio amico” .

Il dottor Gao, che ha studiato all’Università di Oxford, è un ex assistente di ricerca presso il Wellcome Trust. Daszak ha affermato che il dottor Gao ha sostenuto la sua nomina alla National Academy of Sciences, secondo The Telegraph.

Lo scienziato cinese ha anche collegamenti con Shi Zhengli, la scienziata che è diventata nota come “batwoman” a causa delle sue ricerche sui coronavirus dei pipistrelli a Wuhan. Il suo team ha scoperto un virus nel 2013 che è il più vicino mai trovato a Sars-Cov-2, il virus che causa il Covid-19.

Altri due firmatari – la dottoressa Josie Golding e il professor Mike Turner – sono noti per avere legami attuali o passati con il Wellcome Trust.

La professoressa Linda Saif
Esperta di microbiologia, Ohio State University

L’esperta di microbiologia, la professoressa Linda Saif, un’altra firmataria, ha parlato a un seminario a Wuhan nel maggio 2017 insieme alla dottoressa Shi e al dottor Gao. Il workshop è stato in parte organizzato dall’Istituto di virologia di Wuhan.

Il livello di sicurezza nei laboratori cinesi è stato tra gli argomenti discussi durante il workshop, mentre il discorso della professor Saif ha riguardato i coronavirus animali.

Il progetto globale Virome

Altri due firmatari della lettera di The Lancet fanno parte del team dirigenziale del Global Virome Project, un’organizzazione il cui obiettivo è rilevare e identificare il 99% o più delle potenziali minacce virali zoonotiche.

Daszak è il tesoriere del Global Virome Project, mentre il dottor Gao ha contribuito al suo lancio, con EcoHealth Alliance come uno dei suoi partner.

Il progetto Global Virome ha preso il posto del progetto Predict, che ha scoperto più di 1.000 virus unici negli animali e nell’uomo.

Ma secondo The Telegraph, è stato scoperto che il progetto Predict ha anche finanziato in parte il lavoro controverso dei ricercatori di Wuhan sui coronavirus dei pipistrelli, che sono stati modificati per vedere se potevano infettare gli umani.

I fondi per la ricerca sono stati forniti dall’EcoHealth Alliance.

Professor John Mackenzie

Esperto di malattie infettive tropicali, Curtin University, Perth, Australia

Un altro dei firmatari è stato il professor John Mackenzie, esperto di malattie infettive tropicali, che lavora alla Curtin University di Perth, in Australia.

L’indagine ha scoperto che non ha rivelato di essere ancora elencato come membro del comitato consultivo scientifico del Centro per le malattie infettive emergenti presso l’istituto di Wuhan.

Professor Kanta Subbarao

Esperto di virologia, Università di Melbourne, Australia

Il professor Kanta Subbarao, un altro firmatario dell’Università di Melbourne, ha parlato a una conferenza sulle malattie emergenti a Wuhan nel 2016, organizzata in parte dal Wuhan Institute of Virology.

Il prof. Subbarao era ancora a capo della sezione sui virus respiratori emergenti dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAD) con sede negli Stati Uniti.

L’indagine ha scoperto che altri cinque firmatari della lettera hanno pubblicato articoli con il professor Ralph Baric.

Professor Ralph Baric

Mentre il professor Baric è stato omesso dall’elenco dei firmatari, stava collaborando con Shi Zhengli e l’Istituto di virologia di Wuhan, facendo ricerche sui coronavirus per vedere se potevano contagiare gli umani.

All’inizio di quest’anno, i repubblicani negli Stati Uniti hanno sostenuto che il virus potrebbe essere stato geneticamente modificato e citano un’intervista con Baric in cui affermava che era possibile progettare un virus, “senza lasciare traccia”.

A Baric è stato inizialmente chiesto di aggiungere il suo nome alla lettera dal signor Daszak, con e-mail tra la coppia recentemente venute alla luce nelle quali viene mostrato che la coppia ha deciso di mascherare la loro associazione con l’istituto di Wuhan per evitare dubbi su un evenutale “conflitto di interesse”.

Daszak ha detto al professor Baric che avrebbe pubblicato la lettera in modo tale da non “ricollegarla alla nostra collaborazione in modo da massimizzare una voce indipendente”.

Professor Peter Palese

Esperto di microbiologia, Icahn School of Medicine, New York

Alcuni di coloro che hanno firmato la lettera da allora hanno cambiato posizione e alcuni hanno chiesto un’indagine completa sulle origini del Covid-19.

Parlando al MailOnline a giugno, il professor Peter Palese – un esperto di microbiologia della Icahn School of Medicine di New York, ha dichiarato: “Credo che sia necessaria un’indagine approfondita sull’origine del virus Covid-19.

“Sono emerse molte informazioni inquietanti da quando e’ stata pubblicata la lettera di Lancet che ho firmato”.

Alla domanda su come fosse stato originariamente contattato per firmare la lettera e quali nuove informazioni fossero emerse in particolare, il professor Palese ha rifiutato di commentare.

Angus Dalgleish, professore di oncologia alla St Georges, Università di Londra, e lo scienziato norvegese Birger Sorensen, che ha lavorato duramente per pubblicare lavori che mostrano un forte legame tra il laboratorio e l’epidemia di virus, hanno affermato che questa nuova rivelazione dimostra che c’è stato una “cover up estrema” .”

Dalgleish e Sorensen hanno affermato che l’indagine del Telegraph “è la prima a dimostrare oltre ogni ragionevole dubbio che la ricerca sull’origine del virus è stata contaminata politicamente. Portiamo le cicatrici per dimostrarlo”.

Il biologo molecolare Prof Richard Ebright, della Rutgers University, un altro scienziato che ha tentato di scoprire la verità dietro le origini della pandemia, ha dichiarato:

“Per l’addendum di giugno, The Lancet ha invitato i 27 autori della lettera a rivalutare i loro possibili conflitti di interesse.

“Incredibilmente, sembra che solo Daszak lo abbia fatto. Non sono stati segnalati conflitti di interesse per nessuno degli altri 26 firmatari della lettera, nemmeno quelli con conflitti ovviamente materiali non divulgati come i dipendenti di EcoHealth e gli appaltatori di Predict.

“Il rimedio standard per le dichiarazioni fraudolente nelle pubblicazioni scientifiche è la ritrattazione. Non è chiaro perché la ritrattazione non sia stata perseguita”.

Per riassumere, la lettera identificava chiunque come un “teorico della cospirazione” anche solo per aver menzionato la possibilità che il virus provenisse da un laboratorio. Potrebbe essere questa la prova di un ampio insabbiamento da parte della comunità scientifica?

Anche il miglior virologo americano, Anthony Fauci, ha dovuto ammettere che il virus potrebbe provenire da un laboratorio.

Fonte

daszak-2

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Ex commissario della FDA: Fauci ha finanziato ricerche sul guadagno di funzione su coronavirus ancora più letali simili alla MERS

“Stavano facendo cose in quel laboratorio che avrebbero potuto portare a circostanze in cui, un virus, che e’ stato fatto evolvere intenzionalmente, in modo da essere pericolo per l’uomo, potrebbe essere sfuggito”.

L’ex capo della FDA e attuale membro del consiglio di amministrazione di Pfizer, Scott Gottlieb, ha reagito alle rivelazioni di questa settimana riguardo al finanziamento della pericolosa ricerca sul guadagno di funzione di Anthony Fauci, osservando che è emerso un fatto precedentemente sconosciuto ovvero che le manipolazioni dei virus in laboratorio sono state applicate su coronavirus simili alla MERS, che sono persino più mortali dei coronavirus simili alla SARS.

Gottlieb ha osservato che i documenti ottenuti grazie al FOIA mostrano anche che i virus sono stati resi più mortali per l’uomo in diversi laboratori intorno a Wuhan, tra cui una struttura di biocontenimento di livello tre, che ha una sicurezza minore rispetto ai laboratori di livello quattro precedentemente menzionati in relazione all’epidemia.

“Che si tratti o meno di guadagno di funzione è una discussione politica e legale”, ha detto Gottlieb in un’intervista con CNBC.

Ha aggiunto: “La linea di fondo è che stavano facendo ricerche sui virus in quell’istituto che stava rendendo quei virus potenzialmente più pericolosi per l’uomo. E gestendo i virus in modi che potrebbero potenziarne il rilascio, in particolare infettando animali transgenici che hanno un sistema immunitario completamente umanizzato».

“Stavano facendo cose in quel laboratorio che avrebbero potuto portare a circostanze in cui, un virus, che e’ stato fatto evolvere intenzionalmente, in modo da essere pericolo per l’uomo, potrebbe essere sfuggito”. ha ulteriormente sottolineato Gottlieb.

Ha continuato: “Ciò che viene rivelato da questi documenti sono due dettagli interessanti che prima non conoscevo. In primo luogo, è stata condotta una sperimentazione su coronavirus simili alla MERS, non solo sui coronavirus simili alla SARS. In secondo luogo, hanno affermato ciò che sospettavamo… la ricerca sul guadagno di funzione e’ stata portata avanti in una struttura di biocontenimento di livello tre.

Guarda:

Gottlieb aveva precedentemente notato che “questo tipo di perdite di laboratorio si verificano continuamente”, avvertendo ulteriormente che “in Cina, gli ultimi sei focolai noti di SARS-1 sono stati fuori dai laboratori, incluso l’ultimo focolaio noto, che era un focolaio piuttosto esteso che la Cina inizialmente ha tenuto nascosto”.

“È stato rivelato alla fine solo da alcuni giornalisti che sono stati in grado di far risalire quell’epidemia a un laboratorio”, ha spiegato Gottlieb a maggio.

Guarda:

Gottlieb ha anche recentemente rivelato che Fauci ha informato i leader mondiali della salute nella primavera del 2020 che una fuoriuscita di laboratorio era una possibile causa dell’epidemia di COVID.

Apparendo su CBS News, Gottlieb ha ammesso che Fauci ha detto ai consulenti sanitari del governo che il virus “sembrava insolito” e che gli scienziati con cui stava lavorando “avevano il sospetto” che fosse stato manipolato.

Da quasi 18 mesi, l’ex capo della FDA ha chiesto un’indagine approfondita sulla cover up dell’epidemia da parte della Cina:

Di recente è emerso anche che si è verificata un’epidemia di un virus DIVERSO da un’altra biostruttura cinese all’incirca nello stesso periodo dell’epidemia di COVID.

I rapporti indicano anche che la Cina sta pianificando l’apertura di decine di bio-impianti nei prossimi cinque anni.

Il Financial Times riporta che “alcuni funzionari cinesi hanno avvertito della scarsa sicurezza nelle strutture esistenti. Nel 2019 Yuan Zhiming, direttore del laboratorio BSL-4 dell’Istituto di virologia di Wuhan, ha scritto una recensione sulle carenze di sicurezza nei laboratori cinesi. “Diversi BSL di alto livello hanno fondi operativi insufficienti per processi di routine vitali”, ha scritto Yuan, aggiungendo che i costi di manutenzione sono stati “generalmente trascurati”.

Il rapporto aggiunge che Yuan ha avvertito “A causa delle risorse limitate, alcuni laboratori BSL-3 funzionano con costi operativi estremamente minimi o in alcuni casi del tutto assenti”.

Come hanno recentemente avvertito sia il senatore Rand Paul che l’ex direttore e segretario di stato della CIA Mike Pompeo, l’Istituto di virologia di Wuhan è ancora attivo e funzionante e ci sono prove che indicano il suo coinvolgimento con l’esercito cinese nella ricerca sulle armi biologiche.

L’accumulo di prove scientifiche che indicano una potenziale perdita di laboratorio del coronavirus, così come il record della Cina sulla biosicurezza e il suo costante ostruzionismo, giustificano un’indagine indipendente adeguata, cosa che non è avvenuta.

Fonte

screenshot-2021-09-10-at-11.29.52-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

FOIA: Fauci ha finanziato la costruzione di “coronavirus chimerici” a Wuhan

Quando il dottor Anthony Fauci, con prepotenza, urlo’ contro al senatore Rand Paul (R-KY) a luglio, definendolo un bugiardo per averlo accusato di aver finanziato la cosiddetta ricerca “Guadagno di Funzione” (GdF) a Wuhan, in Cina, per produrre coronavirus più trasmissibili agli esseri umani, l’argomentazione decadde a causa dell’affermazione non supportata di Fauci secondo cui la ricerca non si adattava tecnicamente alla definizione di GdF.

Ora, grazie al materiale (qui e qui) rilasciati attraverso il Freedom of Information Act da The Intercept contro il National Institutes of Health, ora sappiamo che EcoHealth Alliance, finanziata da Fauci, un’organizzazione no profit con sede a New York guidata da Peter Daszak, era assolutamente impegnata nella ricerca sul guadagno di funzione per produrre coronavirus chimerici basati sulla SARS, che hanno confermato potrebbero infettare le cellule umane.

Sebbene le prove di questa ricerca siano state indicate negli studi pubblicati, la versione FOIA fornisce un pezzo chiave del puzzle che getta nuova luce su ciò che stava accadendo.

“Si tratta di un percorso ben definito verso la ricerca ad alto rischio che avrebbe potuto portare all’attuale pandemia”, ha affermato Gary Ruskin, direttore esecutivo di US Right To Know, un gruppo che ha indagato sulle origini di Covid-19 (tramite The Intercept).

E come osserva il professore di chimica del consiglio di amministrazione della Rutgers University, Richard H. Ebright, “I documenti chiariscono che le affermazioni del direttore del NIH, Francis Collins, e del direttore del NIAID, Anthony Fauci, che il NIH non supportava la ricerca sul guadagno di funzione o il potenziamento dei patogeni al WIV non sono veritieri”.

In breve, Fauci ha mentito al Congresso quando ha negato il finanziamento della ricerca sul Guadagno di Funzione (GdF)

Ebright ha riassunto il rapporto di The Intercept in un thread Twitter di lunedì sera:

“La raccolta di documenti include due proposte di sovvenzione inedite che sono state finanziate dal NIAID, nonché aggiornamenti del progetto relativi alla ricerca dell’EcoHealth Alliance, che è stata esaminata in mezzo al crescente interesse per le origini della pandemia”.

Il materiale mostra che le sovvenzioni del NIH nel 2014 e 2019 a EcoHealth con subappalti al WIV hanno finanziato la ricerca sul guadagno di funzione come definito nelle politiche federali in vigore nel 2014-2017 e il potenziale miglioramento del patogeno pandemico come definito nelle politiche federali in vigore dal 2017 a oggi .

Il materiale conferma che le sovvenzioni hanno sostenuto la costruzione, a Wuhan, di nuovi coronavirus chimerici correlati alla SARS nel quale si e’ combinato un gene spike da un coronavirus con informazioni genetiche da un altro coronavirus e hanno confermato che i virus risultanti potrebbero infettare le cellule umane.

I dcumenti rivelano che i nuovi coronavirus correlati alla SARS generati in laboratorio potrebbero anche infettare topi progettati per mostrare recettori umani sulle cellule (“topi umanizzati”).

I materiali rivelano inoltre per la prima volta che uno dei nuovi coronavirus correlati alla SARS generati in laboratorio – uno non precedentemente divulgato pubblicamente – era più patogeno per i topi umanizzati rispetto al virus di partenza da cui è stato costruito…

… e quindi non solo era ragionevole prevedere che mostrasse una maggiore patogenicità, ma, in effetti, e’ stato dimostrato che esibiva una maggiore patogenicità.

I documenti rivelano inoltre che le sovvenzioni hanno anche sostenuto la costruzione, a Wuhan, di nuovi coronavirus chimerici correlati alla MERS che combinavano i geni spike di un coronavirus correlato alla MERS con le informazioni genetiche di un altro coronavirus correlato alla MERS.

I documenti chiariscono che le affermazioni del direttore del NIH, Francis Collins, e del direttore del NIAID, Anthony Fauci, secondo cui il NIH non ha sostenuto la ricerca sul guadagno di funzione o il potenziale miglioramento del patogeno pandemico presso il WIV, sono false.


Quando è stato chiesto nelle risposte dove trovare prove specifiche sulla ricerca GdF, l’utente @SnupSnus ha risposto:

Alina Chan, biologa molecolare presso il Broad Institute, ha affermato che i documenti mostrano che l’EcoHealth Alliance aveva dei seri motivi per prendere sul serio la teoria della fuga di laboratorio. “Sottolineano che sanno quanto sia rischioso questo lavoro. Continuano a parlare di persone che potrebbero essere morse e tenevano un registro di tutti coloro che sono stati morsi”, ha detto Chan. “EcoHealth ha quei registri? E se non ce li ha, come possono escludere un incidente legato alla ricerca?” –The Intercept

In risposta alle richieste di The Intercept, il responsabile delle comunicazioni di EcoHealth, Robert Kessler, ha risposto: “Abbiamo richiesto sovvenzioni per condurre ricerche. Le agenzie competenti hanno ritenuto che fosse una ricerca importante e quindi l’hanno finanziata. Non so che altro dire.”

Resta sintonizzato, le cose dovrebbero diventare davvero interessanti per Fauci e Daszak nel prossimo futuro.

Fonte

fauci-paul

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Quando e’ troppo e’ troppo: la narrativa sul “ritorno alla normalità” e l’immunità di gregge è stata sfacciatamente incoerente

La narrativa in perenne mutamento e il continuo spostare i paletti su quando il paese riavrà i suoi diritti (sai, gli stessi diritti garantiti dalla Costituzione, per quanto scomodi siano per i politici e per molti utili automi di estrema sinistra) e tornerà alla normalità non dovrebbe sorprendere coloro che hanno prestato attenzione dall’inizio della pandemia. I poteri forti non hanno fatto altro che agitarsi e cambiare la narrativa su quasi tutto ciò che riguarda il Covid.

Ecco come appare quella narrativa in costante mutamento quando gli “esperti” devono dire per forza qualcosa perché sono costantemente in televisione e tornare alla “vita normale” , quella che avevamo tipo 18 mesi fa diventa una corsa eterna verso una meta irraggiungibile.

Più importante, quando si considera questa linea temporale, basta guardare alcune delle sfacciate incongruenze nel messaggio e nei punti chiave.

Dr. Anthony Fauci, settembre 2020: non sarà una cosa veloce, in cui hai un vaccino e poi d’un tratto va tutto bene

Fauci avrebbe poi usato i vaccini come una carota legata ad una cordicella per incoraggiare un ritorno alla normalità, come mostrerò molte volte.

Fauci a dicembre 2020: dal 75% all’85% dei vaccinati negli Stati Uniti significa che la vita potrebbe tornare alla normalità entro l’estate o l’autunno 2021

Poco dopo questi dibattiti, l'”autorità” Dr. Fauci ci ha detto che la vita potrebbe tornare alla normalità entro l’estate o la metà dell’autunno 2021. La CNBC ha riferito a dicembre 2020:

“Quindi, se riusciamo a far vaccinare la stragrande proporzione della popolazione, diciamo alla fine del secondo, all’inizio del terzo trimestre, entro la metà dell’autunno del 2021, possiamo avvicinarci a un certo livello di normalità. “

Fauci ci ha anche detto che ottenere tra il 75% e l’85% della popolazione inoculata avrebbe “prevenuto un’ulteriore diffusione del virus”:

Per tornare alla normalità, tuttavia, Fauci ha affermato che tra il 75% e l’85% della popolazione dovrà farsi vaccinare contro il Covid-19. Ciò creerebbe un “ombrello” di immunità per prevenire un’ulteriore diffusione del virus, ha affermato Fauci.

Ora come ora, secondo la Mayo Clinic, il 61,6% degli Stati Uniti ha ricevuto almeno una dose.

Nel dicembre 2020, Newsweek ha pubblicato un articolo in cui si afferma che gli Stati Uniti potrebbero avvicinarsi a “un certo livello di normalità” entro l’estate 2021 se “la maggior parte” degli americani venisse vaccinata.

Fauci afferma che il vaccino COVID potrebbe rendere la vita più normale entro la prossima estate

Siamo ora a settembre 2021; le cose vi sembrano “normali”?

Dicembre 2020: Facendo riferimento a Fauci, il Dr. Vinay Prasad, MD, MPH, afferma che gli scienziati giocano a un “gioco pericoloso” quando utilizzano la scienza per promuovere gli obiettivi politici

L‘editoriale è apparso su Medpage Today, dove Prasad è apertamente critico nei confronti di Fauci che “sposta i paletti”:

Come ex membro del National Institutes of Health, ho una profonda riverenza per Anthony Fauci, MD, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases e una figura di spicco nella medicina americana. Il contributo di Fauci alla biomedicina non può essere messo in discussione. Allo stesso tempo, le recenti dichiarazioni di Fauci sollevano una questione spinosa e importante per scienziati, medici ed esperti di salute pubblica: è accettabile distorcere la verità per convincere le persone a fare ciò che vuoi che facciano?

Come ho affermato all’inizio, ho un profondo rispetto per Fauci per la sua carriera e, come molti, sono un fan del suo parlare chiaro in pubblico. Tuttavia, questi due eventi ci costringono a chiederci se la manipolazione dei fatti sia accettabile.

Credo che non lo sia. Il pubblico non si fiderà di noi e non dovrebbe fidarsi di noi. Le persone sottoporranno le nostre dichiarazioni ad indagine profonda per cercare di dedurre ciò che pensiamo veramente, e dà agli scienziati un potere ingiustificato che appartiene alle mani delle persone.

Fauci a gennaio 2021: credo che nel 2021 sara’ una cosa passata

Fox News ha riferito il 1 ° gennaio che il dottor Fauci ha affermato che un ritorno alla normalità sarebbe stato un evento “estivo, di inizio autunno” per il 2021.

“Possiamo fare entrambe le cose, possiamo mantenere aperto il paese e possiamo rispettare le misure di salute pubblica”, ha detto Fauci a MSNBC. “Tutto questo insieme a un vaccino, fara’ si che il coronavirus nel 2021 sara’ una cosa del passato. … Non accadrà nei primi mesi. Se lo facciamo correttamente, si spera, verso la fine dell’estate, inizio dell’autunno del 2021, potremo iniziare ad avvicinarci a un certo grado di normalità”.

Fauci nel febbraio 2021: dice ad AMA che la maggior parte delle mutazioni Covid non ha alcuna “rilevanza funzionale”

L’AMA ha scritto nel febbraio 2021:

SARS-CoV-2 muta continuamente, con la maggior parte di queste mutazioni che non hanno alcuna “rilevanza funzionale”, ha affermato il dott. Fauci. “Ma di tanto in tanto, si verifica una combinazione di mutazioni che creano quella che viene chiamata una “variante” o un “nuovo lignaggio”, che ha conseguenze funzionali”.

Fauci sostiene ora che ogni speranza per l’estate/autunno e’ svanita grazie alla variante Delta e che è come se avessimo una “nuova pandemia”.

Fauci nell’aprile 2021: sposta le linee guida sull’immunità di gregge dal 60%-70% all’85% perché “Finalmente il Paese è pronto” per ascoltare ciò che pensa veramente

Il NY Times ha riportato:

Nei primi giorni della pandemia, il dottor Fauci tendeva a citare la stessa stima del 60-70 percento che la maggior parte degli esperti faceva. Circa un mese fa, ha iniziato a dire “70, 75 percento” nelle interviste televisive. E la scorsa settimana, in un’intervista con CNBC News, ha detto “75, 80, 85 percento” e “dal 75 all’80 e più percento”.

In un’intervista telefonica il giorno successivo, il dottor Fauci ha riconosciuto di aver spostato lentamente ma deliberatamente i paletti. Lo sta facendo, ha detto, in parte basandosi su una nuova scienza e in parte sulla sua sensazione istintiva che il paese sia finalmente pronto a sentire cosa pensa veramente.

Fauci nel maggio 2021: potremo avvicinarci alla normalità entro maggio 2022, afferma che quando la popolazione viene vaccinata “il virus non ha davvero alcun posto dove andare”

Fauci ha fatto i commenti parlando alla ABC nel periodo della festa della mamma 2021.

Fauci dice che potremo “avvicinarci” alla normalità la prossima festa della mamma, ma ci sono “alcune condizioni” (tutti devono essere vaccinati)

Maggio 2021: il New York Times afferma che l’immunità di gregge è ora “improbabile” negli Stati Uniti e che il virus non farà la sua “uscita da tempo promessa”

Nonostante i commenti di Fauci secondo cui il virus non avrebbe avuto un posto dove andare, l’idea dell’immunità di gregge è stata messa da parte nel maggio del 2021 dagli “esperti” citati dal New York Times:

All’inizio della pandemia, quando i vaccini per il coronavirus erano ancora solo un barlume all’orizzonte, il termine “immunità di gregge” è arrivato a significare la fine del gioco: il punto in cui un numero sufficiente di americani sarebbe stato protetto dal virus in modo da potersi liberare dell’agente patogeno. e riprendere a vivere.

Ora, più della metà degli adulti negli Stati Uniti è stata inoculata con almeno una dose di vaccino. Ma i tassi di vaccinazione giornalieri stanno diminuendo e c’è un consenso diffuso tra scienziati ed esperti di salute pubblica sul fatto che la soglia di immunità di gregge non è raggiungibile, almeno non nel prossimo futuro, e forse mai.

Invece, stanno arrivando alla conclusione che, piuttosto che scomparire, il virus diventerà molto probabilmente una minaccia gestibile che continuerà a circolare negli Stati Uniti per gli anni a venire, causando ancora ricoveri e decessi, ma in misura molto minore.

Fauci nel giugno 2021: sapremo di avere l’immunità di gregge perché le infezioni “scompariranno quasi del tutto”

Secondo la CNBC, Fauci ha dichiarato nel giugno 2021:

Dall’inizio della pandemia, molte persone hanno visualizzato “l’immunità di gregge” contro il Covid come un traguardo irraggiungibile. Il problema è che nessuno sa con certezza quale sia la soglia dell’immunità di gregge per Covid-19, ha detto il dott. Anthony Fauci, capo consulente medico della Casa Bianca, al dott. Mike Varshavski di YouTube durante un’intervista pubblicata il 6 giugno.

Quindi come sapremo se e quando ci saremo arrivati?

“Quando otterrai quel livello di protezione che si rivela essere la soglia dell’immunità di gregge, lo saprai, perché vedrai le infezioni quasi scomparire”.

E così, nonostante l’affermazione del New York Times, Fauci vuole convincerci che il Covid “sparira’”. Pensa che accadrà davvero ora? Lo pensava anche allora?

Fauci nell’agosto 2021: l’immunità di gregge potra’ verificarsi “molto facilmente” se facciamo vaccinare tutti

Chi ha torto, gli “esperti” del New York Times che hanno affermato che l’immunità di gregge è “improbabile” o il dottor Fauci? Perché i commenti di Fauci ad agosto sono in netto contrasto con quelli del NY Times.

Nonostante la narrativa in continua evoluzione sull’immunità di gregge, Forbes ha riportato nel 2021:

Fauci ha detto al “The Mehdi Hassan Show” di MSNBC che l’immunità di gregge – il concetto che una comunità può essere protetta contro un virus quando c’è un livello abbastanza alto di immunità complessiva – potrebbe essere raggiunta “molto facilmente se vaccinassimo tutti”.

“L’unico modo per ottenere l’immunità di gregge senza i vaccini è la sfortunata situazione in cui le persone vengono infettate”, ha detto il capo consulente medico della Casa Bianca, spiegando: “Quindi hai una combinazione di individui infetti che hanno un certo grado di protezione insieme a soggetti vaccinati”.

Lo stesso articolo contraddice subito Fauci grazie alla variante Delta:

I massimi funzionari degli Stati Uniti, incluso Fauci, in precedenza stimavano che la soglia di immunità di gregge fosse dal 60 al 70 percento circa della popolazione, ritenendo che l’obiettivo fosse raggiungibile una volta disponibili i vaccini. Tuttavia, l’emergere e il successivo predominio della variante delta, così come le nuove ricerche sui vaccini, hanno indotto molti esperti a dubitare che l’immunità di gregge sia possibile. Il principale epidemiologo Sir Andrew Pollard, capo dell’Oxford Vaccine Group, ha dichiarato ai legislatori britannici all’inizio di questo mese che ottenere l’immunità di gregge con i vaccini Covid-19 quando la variante delta altamente infettiva si sta diffondendo “non è una possibilità”.

Fauci nell’agosto 2021: “non è chiaro” quante persone hanno bisogno di essere vaccinate per un ritorno alla normalità

710 WOR ha riferito alla fine di agosto 2021, tuttavia, che ora Fauci non sembra sapere esattamente quante persone hanno bisogno di essere vaccinate per riportare la vita alla normalità:

Il dottor Fauci ha affermato che non è chiaro quale percentuale della popolazione debba essere vaccinata per raggiungere un livello di protezione per mantenere un ritorno alla normalità, quindi il modo migliore per farlo sarebbe quello di vaccinare il maggior numero possibile di individui .

Fauci nell’agosto 2021: le cose potrebbero tornare alla normalità entro la primavera del 2022, ma è “come se ci trovassimo in una nuova pandemia ora”

Ora, Fauci sta dicendo che le cose potrebbero “tornare alla normalità” entro la primavera del 2022 nonostante abbia detto al Guardian che è “come se ci trovassimo in una nuova pandemia ora”

Gli Stati Uniti potrebbero tenere sotto controllo la pandemia di Covid e raggiungere un ritorno alla “normalità” entro la prossima primavera, ha affermato il dott. Anthony Fauci, se la “maggioranza schiacciante” della popolazione viene vaccinata.

Più di 400.000 persone sono state vaccinate negli Stati Uniti ogni giorno ad agosto, con 171,1 milioni ora completamente protetti.

“Speriamo di vedere la fine del tunnel in primavera, ha detto Fauci, aggiungendo: “Non c’è alcuna garanzia perché dipende da noi”.

“La delta è arrivata”, ha detto, “ed è quasi come se avessimo una nuova pandemia ora. Tutto ciò che pensavamo di sapere sul Covid-19 deve essere rivisto.

Penso che saremo in un mare di guai per almeno i prossimi due mesi.

Fauci ad agosto 2021: “Sono certo” della necessità di una terza dose di vaccino

Fauci ha fatto la rivelazione su “Meet The Press” il 30 agosto 2021 quando Chuck Todd ha affermato che stiamo vivendo una “pandemia dei non vaccinati”, come se le infezioni rivoluzionarie non fossero state documentate a livello globale:

Questo ci porta alla domanda ovvia: se siamo di fronte ad una nuova pandemia, e quindi al punto di partenza, e ora abbiamo bisogno di ancora più dosi di vaccino, quando finira’ sta menata?

Mai a quanto apre. In effetti, il San Francisco Chronicle ha appena segnalato informazioni preoccupanti sulle infezioni rivoluzionarie, riportando che le mutazioni stanno iniziando a diventare più resistenti agli anticorpi:

Lo studio dell’UCSF ha risultati preoccupanti sulle infezioni rivoluzionarie: uno studio su quasi 1.400 residenti della Bay Area che hanno contratto il COVID-19 tra febbraio e giugno ha scoperto che le persone con casi rivoluzionari avevano maggiori probabilità di essere infettate da una variante che contiene mutazioni più resistenti agli anticorpi neutralizzanti suscitati dal vaccino.

Quante altre varianti appariranno che stimoleranno infinite campagne e ossessioni sul farsi vaccinare?

Per quanto tempo staremo a guardare e ignoreremo persone come il Dr. Geert Vanden Bossche, che afferma che i vaccini stanno creando le nuove varianti invece di fermarle? Da Zerohedge:

In un nuovo post sul blog pubblicato ieri, Vanden Bossche ha continuato a sollevare domande sul nostro programma di vaccinazione di massa per combattere il Covid.

In una sintesi delle sue scoperte, scrive: “Fin dai primi giorni delle campagne di vaccinazione di massa, almeno alcuni esperti hanno messo in guardia contro l’impatto catastrofico che un tale programma potrebbe avere sulla salute globale e individuale. La vaccinazione di massa nel mezzo di una pandemia è incline a promuovere la selezione e l’adattamento delle varianti che sono caratterizzate dall’aumento dell’infettività e della resistenza agli anticorpi diretti contro la proteina spike (S), diminuendo così la protezione nei vaccinati e minacciando i non vaccinati”.

“Questo spiega già perché il programma di vaccinazione di massa dell’OMS non solo non è in grado di generare l’immunità di gregge (HI), ma porta anche a una sostanziale erosione della capacità di protezione immunitaria della popolazione”, continua. “Poiché il programma di vaccinazione di massa universale in corso promuoverà presto la propagazione dominante di variazioni altamente infettivi (cioè le cosiddette ‘varianti resistenti agli Ab-S’), acquisiti naturalmente o Abs neutralizzanti vaccinali, infatti, non offrirà più qualsiasi protezione per gli individui immunizzati, mentre l’elevata pressione infettiva continuerà a sopprimere il sistema di difesa immunitario innato dei non vaccinati”.

E per quanto tempo etichetteremo i fatti come “fuorvianti” perché scomodi per la narrativa del mainstream?

Dopotutto, non è per questo che Alex Berenson è stato bandito da Twitter?

Fonte

https___bucketeer-e05bbc84-baa3-437e-9518-adb32be77984.s3.amazonaws.com_public_images_c8bcf5bc-1ea3-4fe3-a68a-a05b85260f49_2500x1667

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €