Archivi Blog

L’intelligence francese ha avvertito il dipartimento di stato di Obama del laboratorio di Wuhan nel 2015

Nel 2015, i funzionari dell’intelligence francese hanno avvertito il Dipartimento di Stato di Obama che la Cina stava “riducendo la collaborazione concordata presso il laboratorio” – che la Francia ha contribuito a costruire con l’intesa che le due nazioni avrebbero lavorato insieme.

Nel 2017, la Francia e’ stata “espulsa” dal laboratorio e la cooperazione era cessata, portando i funzionari francesi ad avvertire ancora una volta il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti di “gravi preoccupazioni” sulle motivazioni cinesi, ha detto al Daily Caller l’ex funzionario statale David Asher.

Il Dipartimento di Stato ha affermato nel gennaio 2021, alla fine dell’amministrazione Trump, che il laboratorio di Wuhan si era impegnato in ricerche classificate per conto dell’esercito cinese almeno dal 2017.

Il Dipartimento di Stato non ha risposto alla richiesta di commento della Daily Caller News Foundation.

Giovedì, la Cina ha dichiarato che non consentirà all’Organizzazione mondiale della sanità di ispezionare ulteriormente il laboratorio. La Cina ha impedito all’OMS di accedere a importanti documenti in laboratorio. -DCNF

Secondo l’USAID, l’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale ha fornito 1,1 milioni di dollari alla ONG EcoHealth Alliance con sede negli Stati Uniti per un sub-accordo con l’Istituto di virologia di Wuhan, oltre ai milioni ricevuti dall’Agenzia per la riduzione delle minacce alla difesa del Dipartimento della difesa e 600.000 dollari l’anno di sovvenzione dal National Institutes of Health del Dr. Anthony Fauci.

In breve, dopo che l’amministrazione Obama ha sospeso la ricerca sul guadagno di funzione, le entità statunitensi hanno incanalato denaro attraverso EcoHealth per continuarla, nonostante l’avvertimento della Francia.

Secondo Asher, NIH, DoD e USAID avrebbero dovuto cessare i finanziamenti federali nel 2015.

Altro dal Daily Caller:

La Francia ha fornito la progettazione del laboratorio, la formazione sulla biosicurezza e gran parte della sua tecnologia.

I francesi immaginavano l’istituto di Wuhan come un laboratorio aperto e trasparente che avrebbe servito la comunità scientifica globale nello studio di potenziali pandemie, secondo un cablogramma del Dipartimento di Stato nell’aprile 2018, citando un funzionario del consolato francese con sede a Wuhan che ha lavorato alla cooperazione scientifica e tecnologica con Cina.

Mentre i migliori politici francesi hanno sostenuto la collaborazione, gli esperti di sicurezza e difesa francesi non lo hanno fatto, secondo il quotidiano francese Le Figaro.

I funzionari della sicurezza nazionale non volevano condividere la tecnologia sensibile con un paese oppressivo che non era un alleato e temevano che un giorno il laboratorio potesse essere trasformato in un “arsenale biologico”, secondo Le Figaro.

Nel frattempo, il Dipartimento di Stato guidato da Hillary Clinton ha espresso preoccupazione per il Wuhan Lab e ha chiesto alla Francia se sapeva come la Cina avesse pianificato di garantire l’arrivo di ricercatori stranieri per evitare il furto di tecnologia nei paesi con problemi di proliferazione delle armi, secondo WikiLeaks.

Leggi il resto del rapporto qui.

Fonte

security-person-1200x8001-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Svezia: Il governo concede 175.000 euro di fondi per finanziare uno spettacolo di drag queen per bambini

Il governo svedese distribuirà 175.000 euro, attigendo dalle casse del fondo ereditario degli svedesi morti senza eredi per finanziare spettacoli di drag queen per bambini.

Ah….questo si che e` progresso!

Il Public Inheritance Fund, un ente statale che gestisce il denaro, darà i soldi a “Kulturföreningen Mums” a Stoccolma, che lo utilizzerà per organizzare eventi di drag queen e transgender in cui le fiabe vengono lette ai bambini.

“Il progetto, insieme a bambini, giovani e adulti con disabilità, svilupperà fiabe creative disponibili sotto forma di spettacoli teatrali. Insieme al gruppo target e a diverse organizzazioni, l’attività creerà nuove fiabe che riflettono il gruppo target ”, scrive la General Heritage Foundation.

I fondi verranno utilizzati per promuovere progetti “basati sui bisogni e sui desideri del gruppo target” che comprendono “seminari di drag show” basati su drag queens che leggono libri per bambini nelle biblioteche.

Altri grossi pezzi del denaro delle eredità vengono distribuiti ai gruppi di sinistra, incluso uno che promuove “un impegno più elevato per il clima” per i giovani.

Nonostante la Svezia sia un’utopia progressista che punisce i propri cittadini che mettono in discussione questo genere di cose, i commentatori su Twitter non sono rimasti così entusiasti.

Uno di loro ha descritto la situazione come “necrofilia economica”, mentre un altro ha detto: “Nota pero sé: non lasciare che i tuoi figli si avvicinino a queste persone”.

Fonte