Archivi Blog

Ghislaine Maxwell fotografava costantemente le ragazze in topless nell’isola dei Jeffrey Epstein

Ghislaine Maxwell era una fotografa vorace che “costantemente” scattava foto di ragazze in topless nella villa di Jeffrey Epstein e le conservava in un album, secondo i documenti del tribunale appena pubblicati.
Un ex maggiordomo della casa di Epstein in Florida ha detto agli avvocati che la Maxwell era una fotografa “appassionata” che di solito scattava foto di ragazze poco vestite con una “macchina fotografica speciale”.

La maggior parte delle immagini sono state scattate a bordo piscina e riguardavano giovani donne “in topless”, che la Maxwell avrebbe successivamente archiviato in un album che teneva sulla scrivania, secondo l’ex dipendente John Alessi.

“Era molto avida con le fotografie”, ha detto Alessi nei documenti del tribunale federale sabato. “Aveva questa fotocamera high-tech. Scattava costantemente fotografie. “

Alessi ha detto che la maggior parte delle ragazze erano europee e alcune erano americane.

La socialite britannica Maxwell è in una prigione di New York in attesa di processo con l’accusa di aver procurato ragazze di 14 anni ad Epstein in modo che ne abusasse e di aver essa stessa abusato di loro. La 58enne ha negato tutte le accuse che deve affrontare.

Le dichiarazioni di Alessi agli avvocati sono state fatte nel giugno 2016 e sabato sono state rivelate da un giudice. Si riferiscono a un caso di diffamazione risolto tra Maxwell e Virginia Roberts Giuffre, nella quale afferma di essere stata costretta a fare sesso con il principe Andrea della famiglia reale britannica.

Fonte

5fba334385f54002d722aed2

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

L’FBI vuole intervistare il principe Andréj ma ha negato ogni accusa di illecito. Un avvocato che rappresenta le vittime di Epstein ha definito “oltraggioso” il fatto che sia trascorso un anno da quando il secondo figlio maggiore della regina d’Inghilterra ha pubblicamente promesso di collaborare con le autorità statunitensi.

Lisa Bloom ha invitato il reale a sottoporsi a un colloquio con l’FBI, dicendo che “non è mai troppo tardi per fare la cosa giusta”.

L’uomo d’affari caduto in disgrazia Epstein è stato trovato morto in una prigione di New York nell’agosto 2019 mentre era in attesa di processo con l’accusa di traffico sessuale federale. La sua morte è stata ufficialmente dichiarata un suicidio e intense speculazioni hanno circondato le circostanze

Rudy Giuliani consegna le foto di ragazzine minorenni trovate nel computer di Hunter Biden alla polizia di Delware

La vicenda del laptop di Biden ha preso una svolta molto oscura.

Mentre crack, clientelismo, corruzione sono stati sufficiente per innescare la più grande repressione dei media nella storia, e nessuna smentita di sorta da parte di Biden, Rudy Giuliani, se cio che dice e ` vero, ha sferrato un colpo micidiale ai Biden (non solo per loro ma anche per le forze dell’ordine che avrebbero avuto questa informazione da prima dell’impeachment di Trump ma non hanno fatto nulla al riguardo).

In un’intervista questa sera con Newsmax TV, l’ex sindaco di New York e attuale avvocato del presidente Donald Trump, Rudy Giuliani annuncia di aver consegnato il disco rigido del laptop di Hunter Biden alla polizia di stato del Delaware a causa di foto di ragazze minorenni e messaggi di testo inappropriati.

Guarda l’intervista completa di seguito (la parte importante inizia intorno a 5:20):

Inoltre, John Solomon di JustTheNews riporta che l’ex commissario del dipartimento di polizia di New York Bernard Kerik si è unito a lui quando ha consegnato fotografie e messaggi di testo al dipartimento di polizia della contea di New Castle.

“Ho detto loro altri dettagli su quella che sembra essere una relazione sessuale inappropriata”, ha detto in un’intervista. “Mi hanno detto che sarebbe stato indagato”.

Funzionari delle forze dell’ordine in Delaware hanno detto a Just the News che le preoccupazioni di Giuliani sono state inoltrate al Dipartimento di giustizia dello stato.

“L’FBI ha questo materiale da molto tempo”, ha detto Giuliani.

“Nessuna indicazione che abbiano fatto qualcosa al riguardo, quindi sono andato dalla polizia locale e ho detto: ‘Cosa avete intenzione di fare al riguardo?'”

Forse la dichiarazione più schiacciante di Giuliani, riguardo alle elezioni, è stata quella in cui l’ex sindaco ha sostenuto che:

“Ti dirò che le prove che ho fornito loro affermano che è stato riferito a Joe Biden. Cosa ha fatto al riguardo?”

Prima che questo sia completamente respinto come ulteriore disinformazione russa o menzogne ​​“ Giuliani ”, ricordiamo ai lettori che in precedenza avevamo riferito che i presunti contenuti del laptop di Hunter Biden includevano una curiosa prova: una fotografia di una citazione dell’FBI che porta la firma del top dell’agenzia investigatore di pornografia infantile, l’agente speciale Joshua Wilson.

L’identità dell’agente dell’FBI Wilson è stata confermata sia dal Western Journal che da Business Insider, quest’ultimo ha confrontato la sua firma con una denuncia penale del 2012 e ha concluso che “corrisponde chiaramente alla firma sulla citazione pubblicata dal New York Post”.

Come osserva BI:

Non è chiaro se l’FBI impieghi più di un agente di nome Joshua Wilson. Ma le prove disponibili sembrano mostrare che ** il Joshua Wilson che ha firmato la citazione per il portatile di Hunter Biden, e il Joshua Wilson che indaga sulla pornografia infantile per l’FBI, sono la stessa persona **. Ciò solleva la possibilità, non esplorata dal Post, che l’FBI abbia emesso il mandato di comparizione per motivi estranei al ruolo di Hunter Biden in Ucraina e Burisma.

Allora perché il miglior avvocato della pornografia infantile dell’FBI è coinvolto nel caso del laptop Hunter Biden? Chanel Rion di OANN dice di aver visto il contenuto del disco rigido, che include “Droghe, foto di minorenni, accordi di potere”, che fanno “sembrare normale la dipendenza da selfie di Anthony Weiner”.

Tutto ciò ora ha un senso, date le presunte scoperte di Giuliani, e solleva una domanda sbalorditiva: se c’è / era incriminante la pornografia infantile sul computer di Hunter, cosa ha fatto l’FBI al riguardo?

Fonte

2020-10-20_17-53-08

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €

Documenti della corte: Le prove sul caso Ghislaine Maxwell includono foto esplicite e video

Il caso che coinvolge Ghislaine Maxwell – la presunta madame del defunto pedofilo Jeffrey Epstein – include foto e video espliciti tra le prove altamente riservate, secondo i documenti del tribunale.

Il New York Daily News riporta:

La descrizione delle prove è stata inclusa in un documento di 13 pagine che pone restrizioni sulle prove che i pubblici ministeri di Manhattan condivideranno con la squadra di difesa della Maxwell.

Quando l’FBI ha fatto irruzione nell’Upper East Side di Epstein l’anno scorso, gli investigatori hanno trovato una raccolta di fotografie di ragazze minorenni. […]

Gli avvocati della Maxwell volevano che a qualsiasi testimone – comprese le presunte vittime – non fosse permesso di usare prove tranne che in preparazione al processo penale. Molti accusatori della Maxwell hanno intentato azioni legali contro di lei.

La rivelazione arriva dopo che un giudice federale a Manhattan ha approvato la declassificazione di documenti da una causa civile del 2017 contro la Maxwell promossa dall’accusatore di Epstein Virginia Giuffre. Da allora il caso è stato risolto.

Maxwell rimane incarcerata al MDC Brooklyn senza cauzione dal 2 luglio quando venne arrestata nella sua residenza nel New Hampshire per aver presumibilmente spinto minorenni a impegnarsi in attività sessuali illegali. Affronta fino a 35 anni di prigione se condannata.

Secondo quanto riferito, la Maxwell crede che Epstein sia stato assassinato nella sua cella di prigione e teme di poter incontrare lo stesso destino, un’amica di famiglia della Maxwell ha recentemente rivelato al The Sun. “Il punto di vista di tutti, incluso quello di Ghislaine, è che Epstein sia stato assassinato. Ha ricevuto minacce di morte prima di essere arrestata ”, ha detto anche l’ex amico al giornale scandalistico britannico.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Il laboratorio di Wuhan rimuove le foto degli scienziati muniti di poche protezioni mentre manipolano campioni mortali di pipistrelli

L’Istituto di virologia di Wuhan ha rimosso le fotografie degli scienziati che lavorano nei suoi laboratori e ha rimosso i riferimenti alle visite dei diplomatici statunitensi

Le immagini che sembrano mostrare dei pessimi standard di sicurezza presso il laboratorio cinese, probabile fonte del, Covid-19 sono state sistematicamente cancellate dal suo sito Web – mentre Donald Trump continua ad aumentare la pressione su Pechino sul suo potenziale ruolo nello scoppio.

Durante lo scorso mese, l’Istituto di Virologia di Wuhan ha rimosso le fotografie di scienziati che lavorano nei suoi laboratori cancellando i riferimenti alle visite di diplomatici statunitensi che successivamente hanno sollevato l’allarme per il lavoro del laboratorio sui pipistrelli.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato giovedì di aver visto un rapporto dell’intelligence che gli fa affermare con un “alto grado di fiducia” che la crisi globale ha avuto le sue origini nell’istituto – un mese dopo che The Mail On Sunday ha rivelato per la prima volta che i ministri del governo britannico avevano ricevuto briefing classificati i quali sollevavano la possibilita` che il virus sarebbe fuoriuscito dal laboratorio.

Downing Street non ha contestato le osservazioni del presidente Trump. “Esistono chiaramente domande a cui è necessario rispondere sull’origine e sulla diffusione del virus”, ha affermato un portavoce di Boris Johnson.

Il materiale redatto include una pagina del sito web dell’istituto che mostra le immagini del personale che entra nelle caverne per prelevare materiale dai pipistrelli che trasportano i coronavirus – con gli scienziati che indossano un equipaggiamento minimo di protezione. E l’istituto sembra aver rimosso anche il riferimento a una visita all’istituto nel marzo 2018 di Rick Switzer, un esperto di scienza e tecnologia dell’ambasciata americana a Pechino.

A seguito della visita del signor Switzer, i cables sono stati inviati al Dipartimento di Stato degli Stati Uniti dall’ambasciata per avvertire dei rischi degli esperimenti con i pipistrelli. Su uno di essi si puo` leggere: “Durante le interazioni con gli scienziati del laboratorio WIV, [i diplomatici] hanno notato che il nuovo laboratorio aveva una grave carenza di tecnici e investigatori adeguatamente formati necessari per operare in sicurezza in questo laboratorio ad alto contenimento”.

Fonte