Archivi Blog

Studenti e genitori contro una scuola che ha costretto i ragazzi a scusarsi per gli stupri commessi dal loro genere

“Mio figlio di 12 anni non ha idea di cosa sia uno stupro o una aggressione sessuale e gli è stato chiesto di scusarsi e non capisce perché”

Gli studenti maschi di una scuola australiana si sono espressi con rabbia dopo essere stati costretti dagli insegnanti ad alzarsi in piedi in un’assemblea e “chiedere scusa” collettivamente alle studentesse per “sessismo” e “stupri” commessi dal loro genere.

La bizzarra azione, imposta dal Brauer College di Warrnambool, Victoria, è stata dichiarata il risultato della lotta “woke” agli uomini a livello globale.

Dopo che la scuola è stata criticata dai genitori, ha rilasciato una dichiarazione affermando che l’azione era “ben intenzionata” riconoscendo tuttavia che era “inappropriata”.

Ciò non è stato sufficiente per alcuni studenti e genitori, che continuano a chiedere scuse complete e adeguate delle azioni della scuola.

Apparendo alla trasmissione Today in Australia, lo studente Craig Daniels ha sottolineato che l’assemblea “non ci sarebbe mai dovuta essere”.

“Non ero personalmente nell’assemblea, ma conosco persone che lo erano e questo le ha fatte sentire in colpa per qualcosa che non hanno fatto”, ha detto Daniels.

Daniels ha aggiunto che la scuola avrebbe dovuto promuovere l’educazione sulla questione del consenso sessuale “non solo sbattere [l’etichetta]” di predatore “su un genere”.

La madre di Craig, Nicole Daniels, ha inoltre aggiunto che la scuola “ha completamente incasinato tutto”.

“Li hanno etichettati e classificati nella stessa categoria degli stupratori quando questi ragazzi non hanno fatto nulla di male”, ha detto la signora Daniels.

Rebecca Croft, un’altra madre di uno studente della scuola, ha osservato “Ero assolutamente inorridita dal fatto che i miei figli dovessero alzarsi in piedi e chiedere scusa per qualcosa a nome del loro sesso su cui non hanno alcun controllo”.

“Mio figlio di 12 anni non ha idea di cosa sia uno stupro o una violenza sessuale e gli è stato chiesto di scusarsi e non capisce perché”, ha aggiunto Croft.

Altri genitori hanno anche notato che le ragazze della scuola sono rimaste sconvolte dall’incidente perché le ha rese virtualmente vittime di abusi sessuali.

Questo disgustoso incidente evidenzia come gli atteggiamenti di divisione delle minoranze amplificati dalle eco chambers dei social media stiano avendo un effetto dannoso nel mondo reale sulla nostra società.

Se le persone hanno troppa paura di parlare contro il wokismo e la cultura della cancellazione, questo genere di cose minaccia di diventare la norma, avvelenando permanentemente le menti dei giovani di tutto il mondo.

Fonte

41099358-9416195-image-m-13_1617058260600-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Demi Lovato si scaglia contro i gender reveal party: Sono transfobici, esistono maschietti con la vagina e femminucce con il pene

La superstar pop Demi Lovato ha condiviso un messaggio in cui critica le feste dove si rivela il genere definendole “transfobiche”, sostenendo in un lungo post su Instagram (ripubblicato da un altro account Instagram) che le celebrazioni non riconoscono i “maschietti con la vagina” e le “femminucce con il pene”. . “

“L’idea che il sesso sia basato sui genitali non è coerente con la scienza”, ha detto il post di Instagram ripubblicato.

Demi Lovato ha pubblicato uno sproloquio di 14 paragrafi in cui dichiarava che le feste che rivelano il genere sono radicate in una visione prevenuta e obsoleta del genere. Queste celebrazioni sono “basate sull’illusione che genitali = genere e che ci siano solo due opzioni ‘ragazzo o ragazza’”, ha affermato il post. “Questa definizione cancella il fatto che ci sono maschietti con la vagina e femminuce con il pene e che ci sono persone che non sono né maschi né femmine.”

Le feste in cui si rivela il genere sono diventate sempre più popolari negli ultimi due decenni come un modo festoso per rivelare il sesso di un bambino in arrivo. Le celebrazioni sono diventate sempre più elaborate, con i genitori che escogitano modi sempre più creativi per svelare il sesso del loro futuro bambino.

L’anno scorso, una festa di rivelazione del genere a San Bernardino, in California, è stata accusata di aver avviato l’incendio di El Dorado che ha bruciato migliaia di acri dopo che i genitori hanno fatto scattare un dispositivo pirotecnico.

Gli attivisti transgender hanno criticato con sempre maggior ardore queste feste in quanto non inclusivi dei bambini transgender.

Nel post, Demi Lovato ha sostenuto l’opinione che la festa “non solo invalidi la transità, ma sostenga l’impossibilità della transità”.

“Solo gli individui possono determinare il proprio sesso “.

Fonte

demilovatobbmas-640x480-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

I libri della Rowling “cancellati” o bruciati per la sua visione del genere

In Harry Potter, Albus Silente ha detto agli studenti della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts che “Ci vuole molto coraggio per difendere i nostri nemici, ma altrettanto per difendere i nostri amici”.

Molti stanno imparando il reale significato di quella frase scritta dalla famosa autrice JK Rowling mentre gli autodescritti progressisti bruciano i suoi libri o li bandiscono dagli scaffali perché ha una visione del genere che a loro non piace. Proprio come il movimento di boicottaggio di Chick-Fil-A sui commenti del suo CEO, le persone stanno cercando di punire la Rowling attraverso attacchi alla sua letteratura.

Una serie di TikTok mostra persone in tutto il mondo che bruciano copie dei libri della Rowling. In un video in cui vediamo una pila di libri bruciare dell’utente di TikTok @elmcdo, si sente una voce dire

Sebbene la prospettiva del lettore sia una parte importante dell’interpretazione e del significato, è impossibile separare completamente un’opera dal suo creatore. L’impatto positivo che il lavoro di J.K. Rowling ha avuto su milioni di lettori non nega il modo in cui il suo odioso lobbismo abbia influenzato la comunità trans “.

Questo riassume la logica di ogni censore/brucia libri nella storia. Non puoi leggere un libro a causa delle opinioni, della religione o dell’identità dell’autore. È meglio bruciare il libro per proteggere la società.

Poi c’è Rabble Books and Games a Maylands, Perth. Il proprietario, Nat Latter, ha dichiarato con orgoglio su Facebook di aver rimosso tutti i libri di Harry Potter dagli scaffali per garantire “uno spazio più sicuro per la nostra comunità”. E` possibile tuttavia comprare un libro della Rowling facendolo recuperare da dietro la stanza sul retro come se fosse pornografia. È una forma di censura che rende più difficile l’acquisto di alcuni libri piuttosto che di altri perché sfavorisci gli autori con punti di vista opposti.

Latter sembra apprezzare il ruolo di un venditore di libri censore:

“Anche se fare scorte di un determinato libro non è approvare le visioni di un autore, e effettueremo sempre ordini per libri che non sono in magazzino, ci sono libri più degni di altri da mettere sullo scaffale, libri che non danneggiano le comunità e che non ci renderanno tristi nel disimballarli. “

Latter nasconde anche opere con opinioni opposte alle sue sul genere come la Bibbia il Corano o i romanzi classici? In effetti, perché non trascinare nel mucchio tutto il lavoro di autori come Hemingway e altri per le loro opinioni sulle donne o sulle relazioni razziali o su altre questioni? I venditori di libri erano persone che volevano essere le porte della conoscenza e di un mondo di idee e valori diversi. Ora i lettori sono protetti persino dal vedere il nome di un autore che detiene personalmente opinioni opposte o offensive.

Ciò che è più inquietante non è la retorica imperfetta di questi individui nel giustificare il rogo di libri e la regolamentazione del linguaggio, ma il relativo silenzio delle comunità nel loro insieme. Abbiamo visto aumentare la pressione per regolamentare l’arte in base all’identità o al genere degli artisti. Gli autori hanno spesso opinioni impopolari della società nel suo insieme. Molti sono profondamente religiosi o hanno una visione ristretta di certe istituzioni o diritti sociali. Queste opinioni spesso non si riflettono nella loro arte o nei loro scritti. In effetti, la Rowlings è considerata estremamente liberale ma ha una visione ristretta del genere. Possiamo discuterla su questi punti di vista e denunciare quelli che riteniamo odiosi o intolleranti. Tuttavia, bruciare, vietare o nascondere libri (o distruggere opere d’arte) è uno scandaloso attacco alla libertà di parola. È la firma dell’oppressione dalla dinastia Qin della Cina ai nazisti ai segregazionisti meridionali. Essere intolleranti in nome della tolleranza cattura l’illogicità del rogo dei libri.

Per fortuna, questa rimane una piccola minoranza di attivisti, ma in questo e in altri paesi sta crescendo un movimento contro la libertà di parola sempre piu` pronunciato.

Queste azioni dimostrano solo di nuovo ciò che Albus Silente ha detto (e J.K. Rowlings ha scritto): “Ci aspettano tempi bui e ci sarà un momento in cui dovremo scegliere tra ciò che è facile e ciò che è giusto.”

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Una professoressa universitaria perde il lavoro per aver detto che gli uomini “non possono rimanere incinti”

Una professoressa dell’Università di Alberta è stata licenziata dal suo ruolo di amministratrice perché le sue opinioni sul genere (basate sul fatto che il sesso biologico è reale) hanno fatto sì che alcuni studenti “si sentissero insicuri”.

Kathleen Lowrey è professore associato di antropologia presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Alberta, in Canada. È anche presidente del programma universitario, un ruolo amministrativo che include compiti come presiedere un comitato sui corsi, approvare il trasferimento di crediti e organizzare seminari speciali per onorare gli studenti del dipartimento.

È anche una femminista. Tuttavia, secondo alcuni studenti anonimi e i suoi superiori all’interno dell’universita`, non è il giusto tipo di femminista. Perché crede che le donne siano … donne. Ancora peggio, crede che gli uomini non possano essere donne perché non hanno la vagina.

Queste visioni estreme e radicali l’hanno resa “problematica” tanto che i colleghi la hanno messa sotto pressione in modo che lasciasse il suo ruolo amministrativo. Quando ha rifiutato di farlo, è stata licenziata.

La Lowrey afferma che durante le riunioni le è stato detto che i reclami, presentati al decano degli studenti e all’Ufficio di divulgazione sicura e diritti umani dell’università, erano dovuti al fatto che le sue opinioni sul femminismo facevano sentire gli studenti insicuri. Non solo, l’amministrazione era preoccupata che gli studenti non scegliessero piu` antropologia come corso di laurea. Non sa esattamente la natura dei reclami – o chi li ha fatti – perché sono stati fatti in modo informale e anonimo, ha detto.

“Il mio capo sperava che per il bene del dipartimento avrei dato le dimissioni.”

Le e` stato anche detto che avrebbe scoraggiato gli studenti dall’organizzazione di eventi Pride, fatto che lei nega. È stata questa affermazione che l’ha portata a concludere che le denunce erano incentrate sulle sue opinioni sul genere.

A seguito di un successivo incontro con il preside della facoltà, ha ricevuto una lettera nella quale si affermava che non era piu` in grado di coprire efficacemente il ruolo e che la sua partenza sarebbe stata nel migliore interesse del dipartimento. La Lowrey ha affermato che la lettera non spiegava i motivi del suo licenziamento.
– National Post, University of Alberta prof loses admin role over views on gender that made students feel ‘unsafe’

La Lowrey non è una conservatrice che sta cercando di “rieducare quelli di sinistra”. In realtà attribuisce la sua formazione intellettuale al marxismo e al femminismo radicale. Mentre questo tipo di background dovrebbe essere ricevuto positivamente dalla folla di social justice warriors, non è più sufficiente.
Questo perché la Lowrey si descrive come una “femminista critica sul genere” che considera il sesso biologico di primaria importanza nella lotta per i diritti delle donne. Mentre, solo pochi anni fa, questo precetto era la norma nei circoli femministi, ora è considerato cattivo e “transfobico”.

Fino “a pochi minuti fa”, non c’era nulla di controverso in questa opinione. Ora pero` le cose sono cambiate. L’unica opinione “corretta” da sostenere è che l’espressione di genere vince sulla biologia in qualsiasi rivendicazione basata sui diritti. E nei circoli accademici, i punti di vista della Lowrey, sono una forma di apostasia che richiedono una punizione.
– National Post, Barbara Kay: U of A professor holds the line on free expression

Il sunto delle idee della Lowrey sul femminismo e` questo: gli uomini non possono rimanere incinti, le lesbiche non hanno il pene e il sesso biologico è reale. Queste opinioni apparentemente hanno fatto sentire gli studenti “insicuri” e “hanno causato loro dei danni”.

Stiamo parlando di un’università che viene “danneggiata” dall’insegnamento prescolare secondo cui “i ragazzi hanno il pisello”.

In un’intervista con l’Edmonton Journal, la Lowrey ha spiegato la logica alla base delle sue opinioni:

“Le persone dovrebbero essere in grado di esprimere il proprio genere nel modo che desiderano (ma) non sono d’accordo che il sesso biologico sia irrilevante. Penso che trattare il sesso biologico come irrilevante abbia alcune implicazioni politiche molto serie. Ad esempio, rinchiudere gli uomini che si identificano come trans nelle carceri delle donne non è giusto per le donne prigioniere e penso che metta a rischio le donne “.

“Ho detto sin dal primo giorno di lezione che leggeremo materiale il quale, attualmente, è fuori moda nel mondo accademico. Non dovevano certo essere d’accordo con me. Dal momento che questa è un’università, penso che sia importante essere esposti – questa è letteratura importante di cui dovrebbero essere a conoscenza.

L’università ha detto che è normale licenziare il personale che dubita del fatto che gli uomini possono rimanere incinta. Le implicazioni sono molto pericolose perché e questo e` un problema attuale della democrazia canadese “.

È anche preoccupata per gli studenti che sono d’accordo con lei ma hanno paura di esprimere la propria opinione a causa dell’attuale clima di intimidazione.

“Non sono paranoici. Poiché non si tratta di un problema astruso, è un dibattito che sta avvenendo all’interno della nostra società e il fatto che una universita` decida di licenziare un docente, perche` si trova “dalla parte sbagliata”, è terrificante per gli studenti “.

Un altro aspetto preoccupante di questa storia è il modo subdolo (e codardo) in cui è stata gestita la sua situazione. I reclami sono stati “informalmente” fatti da studenti anonimi. Studenti che, secondo la Lowrey, non hanno mai partecipato alle sue lezione . Inoltre, è stata falsamente accusata di aver criticato l’organizzazione di un Pride. Quando fu costretta a dimettersi, Lowrey si rifiutò di farlo, sostenendo che l’onere di licenziarla spettava all’università e che voleva le ragioni per iscritto. Il Decano delle arti la congedò per iscritto con questa vaga ragione:

“Non è nell’interesse degli studenti o dell’università che la Lowrey continui a mantenere la sua cattedra.”

In altre parole, la Lowrey voleva che l’università giustificasse per iscritto le motivazioni alla base del suo licenziamento. Ovviamente non ce ne erano. Il fatto triste è che la Lowrey è stata probabilmente presa di mira da gruppi radicali che stanno trasformando le università in campi di indottrinamento. E l’università ha ceduto alla pressione. Questo sta accadendo in tutto il mondo.

ANCHE LA ROWLING E` SOTTO ATTACCO

Fino a poco tempo fa, l’autrice della serie di Harry Potter, J.K. Rowling, ha goduto di elogi illimitati da parte della mafia dei social justice warriors. Tuttavia, le cose si sono inasprite notevolmente quando ha iniziato a esprimere le sue opinioni sul genere alcuni mesi fa. Più di recente, la Rowling ha espresso la sua frustrazione per un titolo assurdo che usa l’espressione “persone che hanno le mestruazioni” anziché “donne”.

‘Le persone che hanno le mestruazioni.’ Sono sicura che c’era una parola per quelle persone. Qualcuno mi aiuti. Wumben? Wimpund? Woomud?

Opinione: Creare un mondo post-COVID-19 più equo per le persone che mestruano https://t.co/cVpZxG7gaA

– J.K. Rowling (@jk_rowling) 6 giugno 2020

La risposta a questo tweet è stata immediata. E, naturalmente, i mass media hanno amplificato tutto per renderlo un grosso problema. In qualche modo, il tweet è stato interpretato come “transfobico”, anche se non ha mai espresso alcun tipo di “fobia” nei confronti delle persone trans. La Rowling è stata anche accusata di essere una TERF – un acronimo di “femminista radicale trans-esclusionista”. Sì, sono bravi a inventare parole per censurare idee.

Come se non bastasse, anche Harry Potter ha preso la sua scopa ed e` “volato nel dibattito” per “correggere” la Rowling.

Di fronte a questo tipo di contraccolpo, molti ritraggono ciò che dicono e si scusano abbondantemente. J.K. Rowling ha resistito e ha cercato di chiarire le cose. Tuttavia, dubito che placherà i robot di Twitter programmati per attaccare qualsiasi cosa vada contro l’Agenda.

Se il sesso non è reale, non c’è attrazione per lo stesso sesso. Se il sesso non è reale, la realtà vissuta delle donne a livello globale viene cancellata. Conosco e amo le persone trans, ma cancellare il concetto di sesso rimuove la capacità di molti di discutere in modo significativo delle loro vite. Non è odio dire la verità.

– J.K. Rowling (@jk_rowling) 6 giugno 2020

CONCLUDENDO

Anche se potrei fondamentalmente non essere d’accordo con la Lowrey e la Rowlings su una vasta gamma di argomenti, possiamo almeno concordare su alcuni fatti di base. Innanzitutto, dire la verità non è un atto di odio, è semplicemente essere onesti. In secondo luogo, il genere di una persona è basato sui suoi genitali. Le parole genere e genitali provengono entrambe dalla radice latina gen, che significa “riprodurre”. Il genere si basa sui propri organi riproduttivi. Il fatto che uno dichiari di identificarsi con un altro genere va benissimo, ma cio` non cambia la biologia. Alcuni citano “studi” finanziati dall’OMS nel 2015 per spiegare che sesso e genere non sono la stessa cosa. Perche` allora non prendiamo in esame tutti gli altri “studi” fatti nell’ultimo millennio?

Voglio dire, al momento ci sono uomini che “si identificano come donne” i quali competono negli sport femminili e vincono. News: uomini e donne hanno corpi diversi. Veramente stiamo dando spazio a questo delirio?

Questa agenda e` pura follia. E loro lo sanno. Per questo motivo, non incoraggiano dibattiti razionali basati su fatti. Invece, etichettano quelli che non sono d’accordo con loro come “portatori di odio”. Il risultato: i professori universitari vengono cacciati e gli autori vengono insultati sui social media, anche se non hanno detto nulla che possa generare odio.

Come ha affermato Rowling: “Non è odio dire la verità”.

Fonte

Scusate femministe occidentali, ma le donne vogliono essere donne

Un importante studio condotto su quasi 350.000 persone in 48 paesi mostra che le differenze sessuali nella personalità sono maggiori nei paesi con livelli più elevati di uguaglianza di genere. Le femministe si sono sbagliate di nuovo: ignorano la biologia a loro rischio e pericolo.


Lo studio della personalita` e` uno dei campi più affascinanti della psicologia moderna. Tuttavia, non riescono ad essere cosi` “woke” come la scienza mainstream si aspetterebbe. Questi studi spesso rilevano che le donne hanno tratti più alti di nevroticismo e disponibilita` rispetto agli uomini; tratti che possono avere un impatto sui guadagni e sulla carriera. Sottolineare questo fatto è ciò che ha causato a James Damore, autore del leggendario “Google memo”, così tanti problemi nel 2017.

E un nuovo studio pubblicato sul Journal of Personality, intitolato: “Differenze sessuali nelle caratteristiche della personalità HEXACO in tutti i paesi e le etnie”, è l’ultimo di una lettura imbarazzante per professori universitari postmoderni, femministe militanti e altri che negano costantemente i fatti di vita. Questo studio ha utilizzato un modello a sei tratti noto come HEXACO, che significa: Honesty-Humility, Emotionality, eXtraversion, Agreeableness (versus Anger), Conscientiousness, and Openness to Experience. (onestà-umiltà, emotività, estroversita`, disponibilita` (contro rabbia), coscienza e apertura all’esperienza.)

Nello studio, 347.192 persone hanno compilato dei questionari in cui hanno classificato quanto fortemente concordavano con affermazioni come “Mi piace guardare la televisione” o “Vado spesso a fare passeggiate”. Lo studio ha raccolto dati per diversi anni e provenienti da 48 paesi, classificati in base all’uguaglianza di genere usando una combinazione di due parametri: l’indice del divario di genere e l’indice di sviluppo umano.

Non sorprende che i paesi nordici siano in cima a questo indice, seguiti da Irlanda, Svizzera e Nuova Zelanda. In basso ci sono bastioni di correttezza politica come il Kenya, il Libano, l’India e, in ultima analisi, il Pakistan.

DONNE EMOTIVE, UOMINI PAZIENTI

Ecco, questo gigantesco studio ha replicato i risultati precedenti dimostrando che le donne hanno ottenuto punteggi significativamente più alti degli uomini in Emotività e Onestà-Umiltà. Inoltre, suddivise a livello nazionale, le differenze di genere nell’emotività erano maggiori nei paesi ricchi e dove l’equalita` di genere era superiore. Infine, come se si volesse spingere il chiodo finale nella bara dei negazionisti della biologia, le differenze sessuali nell’emotività mostrarono una piccola variazione etnica all’interno dei paesi di lingua inglese. Ciò significa che l’uguaglianza di genere in effetti era la causa delle differenze sessuali, piuttosto che la presenza di determinati gruppi etnici non nativi.

L’emozionalità è caratterizzata da tratti come l’ansia, l’attaccamento emotivo e la sensibilità, ritenuta utile per proteggere i bambini. Non dovrebbe sorprendere che le donne siano programmate per essere superiori agli uomini in questo tratto; a meno che non siate woke. Sebbene la più grande differenza fosse di gran lunga nella emozionalita`, c’erano altri effetti minori. Gli uomini hanno ottenuto punteggi più alti nei tratti secondari di Pazienza, Prudenza e Inquisitività, mentre le donne erano superiori nell’Apprezzamento Estetico e nell’Altruismo.

Gli autori descrivono la scoperta chiave dell’articolo, ovvero che le differenze sessuali sono direttamente proporzionali all’uguaglianza di genere, come qualcosa di “contro-intuitivo”. Ma è controintuitivo solo se le tue intuizioni sono fermamente postmoderne, aristocratiche e anti-scientifiche. Una persona la cui comprensione della società va oltre la sociologia (almeno il marchio postmoderno) e accetta l’idea che la biologia abbia qualche ruolo, si rende conto che quando minimizzi una variabile, massimizzi l’effetto dell’altra. Quindi, in un ambiente controllato rispetto alle relazioni di genere – come una società ricca ed egualitaria – non è rimasto altro che differenziare la vita delle persone se non i loro bisogni intrinseci. In altre parole, sia per gli uomini che per le donne, la loro biologia prende il sopravvento quando sono liberi di prendere le proprie decisioni.

UN TIPO DI EQUALITA` SBAGLIATA

Come al solito, il problema (se ce n’è uno) si riduce a “uguaglianza di opportunità” rispetto a “uguaglianza di risultato”. Era in Occidente che le donne, i neri e altri gruppi etnici erano davvero ostacolati dall’andare in determinati luoghi e fare certe cose. Nel corso del 20 ° secolo, ma in particolare negli anni ’60, furono fatti grandi progressi per eliminare queste disuguaglianze. Ora ci sono leggi estese per fermare questa discriminazione – molte delle quali probabilmente calpestano il territorio della discriminazione nei confronti di gruppi “storicamente privilegiati”.

Ma come è diventato sempre più evidente da allora, l’uguaglianza delle opportunità non è stata abbastanza buona per alcuni attivisti (che ironicamente sono per lo più persone di livello universitario di classe media). Queste persone non hanno capito o hanno scelto di non capire perché l’utopia che immaginavano (che sarebbe stata una distopia per molti) non si materializzò. Pensavano che consentendo alle donne di intraprendere una carriera se lo desideravano, avrebbe comportato almeno una donna e una “persona di colore” per ogni “maschio bianco” in ogni posizione di potere in ogni settore. Naturalmente, non stanno parlando delle posizioni più ordinarie, o di qualsiasi cosa al di sotto del livello del consiglio di amministrazione di Fortune-500 o del presidente degli Stati Uniti.

Gli “intellettuali” woke sono ansiosi di sottolineare la differenza tra genere e sesso ogni volta che possono. Sostengono che il genere è un “costrutto sociale”, mentre il sesso è semplicemente un brutto processo che ha a che fare con i genitali. (Naturalmente, nonostante sia un costrutto sociale, il genere è anche in qualche modo fondamentale per queste persone, molto più interessante, variabile ed essenziale per l’identità di una persona rispetto al sesso.) In ogni caso, ecco una semplice frase che dico spesso ai professori di sociologia per aiutare i loro studenti a ricordare la distinzione: quando aumenta l’uguaglianza di genere, lo fanno anche le differenze di sesso

Fonte