Archivi Blog

Rapporto del governo rileva che il Green Pass potrebbe aumentare la diffusione del COVID

Obbligandoli a visitare luoghi più piccoli e poco ventilati.

Un rapporto trapelato del governo inglese riporta il fatto che il Green Pass potrebbe effettivamente esacerbare la diffusione del COVID perché incoraggere le persone a visitare luoghi più piccoli e meno ventilati.

Secondo il rapporto, redatto dal Department of Digital, Culture, Media and Sport[DCMS], l’introduzione del Green Pass potrebbe effettivamente avere l’effetto opposto di quanto sperato.

“Se la certificazione allontanera` alcuni fan dagli stadi che sono ben ventilati, ciò potrebbe far si che frequentino invece pub scarsamente ventilati, dove avranno accesso a più alcol rispetto a quello disponibile negli stadi”, afferma il rapporto. “Durante gli europei abbiamo notato dei picchi nei casi associati ai pub anche quando l’Inghilterra giocava all’estero”.

“Introdurre il Green Pass ridurrebbe anche il fatturato per gli organizzatori di eventi dove e’ necessario utilizzare i passaporti vaccinali e richiederebbe l’assunzione di migliaia di nuovi steward che potrebbero essere difficili da trovare”, riporta il Telegraph.

Dopo che la Scozia ha cercato di introdurre i passaporti vaccinali, il processo è stato definito un “disastro assoluto”, con il personale dei locali notturni che ha subito abusi e la tecnologia utilizzata in questi sistemi non si e` rivelata all’altezza.

Molti locali hanno deciso di chiudere in anticipo e hanno perso il 40% della loro clientela, dimostrando ancora una volta come lo schema metterà definitivamente fuori gioco innumerevoli locali notturni che operano con un margine di profitto del 15%.

Un altro esempio di come i passaporti vaccinali siano in gran parte inutili è il fatto che fornire un test negativo non viene più offerto come opzione, nonostante il fatto che i vaccinati possano ancora trasmettere il virus.

Fonte

261021pass1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Scienziati e parlamentari chiedono “Dove sono le prove del nuovo ceppo mutante di Covid che e` del 70% più contagioso?”

Professore dell’Università di Oxford: “Faccio questo lavoro da 25 anni e posso dire che non è possibile stabilire un numero quantificabile in un lasso di tempo così breve.”

Mentre Londra e l’intero sud-est del Regno Unito sono stati costretti in un nuovo lockdown durante il fine settimana, decine di paesi hanno vietato tutti i viaggi da e per il Regno Unito, ma gli scienziati chiedono di vedere le prove che ci sia un ceppo mutante del 70% più contagioso, non essendo stato mostrato nulla dal governo.

Il Daily Mail riporta che Carl Heneghan, professore di medicina basata sull’evidenza presso il Nuffield Department of Primary Care dell’Università di Oxford, ha espresso scetticismo sulla cifra del 70%.

“Faccio questo lavoro da 25 anni e posso dire che non è possibile stabilire un numero quantificabile in un lasso di tempo così breve”, ha detto Heneghan.

“Ogni esperto sta dicendo che è troppo presto per trarre simili conclusioni”, ha aggiunto il professore.

“Vorrei avere prove molto chiare piuttosto che un semplice ‘pensiamo sia più trasmissibile’, così possiamo vedere se lo e` o meno”, ha continuato Heneghan.

“Ha enormi implicazioni, sta causando paura e panico, ma non dovremmo trovarci in questa situazione quando il governo sta diffondendo dati che non sono quantificabili”, ha ulteriormente esortato il professore.

“Stanno adattando i dati alle prove. Vedono casi in aumento e stanno cercando prove per spiegarlo “, ha dichiarato Heneghan.

Il “ceppo mutante” circola da settembre, secondo il governo, con il primo ministro Boris Johnson che lo utilizza per giustificare la letterale cancellazione del Natale.

Tuttavia, il professor Heneghan ha sottolineato che se questo ceppo è davvero molto più contagioso “dovremmo bloccare l’intero paese”.

Pochi minuti dopo che Johnson ha annunciato che Londra e il sud-est sarebbero stati messi sotto lockdown sabato a mezzanotte, migliaia di persone si sono accalcate nelle stazioni ferroviarie nel tentativo di fuggire in altre parti del paese.

Mentre le persone a Londra non sono in grado di viaggiare, centinaia di voli da tutto il mondo hanno continuato ad atterrare e decollare dagli aeroporti della città durante il fine settimana.

I dati in possesso del governo sul “nuovo ceppo” di COVID provengono dall’analisi dell’ente consultivo The New and Emerging Respiratory Virus Threats Advisory Group (Nervtag).

Nessuno ha visto i dati, con il Primo Minstro che sostiene che si tratta di “dati iniziali”, “soggetti a revisione “, ma “sono i migliori che abbiamo al momento”.

Annunciando il livello di restrizione “Tier 4” precedentemente inesistente, Johnson ha aggiunto che stava accadendo a causa di un “cambiamento nella scienza”:

Alcuni parlamentari conservatori, che si stavano già ribellando contro il blocco di livello 3, hanno chiesto che il governo renda pubbliche tutte le prove scientifiche a sua disposizione.

Il governo è stato accusato di essere stato “ridicolizzato dalla scienza”, con l’ex leader conservatore Iain Duncan Smith che ha notato che l’ufficiale medico capo professor Chris Whitty e il consigliere scientifico capo Sir Patrick Vallance “si nascondono quando gli fa comodo”.

“’Perché non hanno avvertito prima i ministri? Soprattutto quando, come ora sappiamo, gli scienziati hanno appreso di questa mutazione a settembre “, ha chiesto Duncan-Smith.

“Le disposizioni per il Natale sono state espressamente votate dal Parlamento. Se devono essere modificate, a mio avviso, il Parlamento dovrebbe votare di nuovo “, ha aggiunto Swayne.

“Il Parlamento ha votato esplicitamente per una certa serie di accordi, sembra perfettamente corretto quindi che il Parlamento debba essere consultato quando questi vengono modificati, indipendentemente dal governo che agisce in caso di emergenza, tuttavia è perfettamente corretto richiamare il Parlamento all’inizio di questa settimana almeno per ratificare quei cambiamenti “, ha continuato il parlamentare.

Swayne ha osservato che ai parlamentari non è stata fornita alcuna prova per giustificare le maggiori restrizioni e che un terzo del paese è stato effettivamente imprigionato tramite una conferenza stampa.

“Spiega: dopo tutto siamo una democrazia, mostra ai rappresentanti eletti le prove in possesso e perché si e` arrivati a questa decisione”, ha sottolineato Swayned.

Il parlamentare ha accusato il governo di aver atteso intenzionalmente che il parlamento avesse iniziato la pausa per Natale prima di fare l’annuncio, al fine di evitare una ribellione.

“Lo sapevano da settembre e quanto e` stato conveniente, quando il Parlamento è andato in pausa giovedì, essere in grado di produrre questa rivelazione”, ha osservato Swayne.

“Vediamo le prove, facciamo intervenire il Parlamento, diteci la verità”, ha esortato, aggiungendo “Voglio che il Parlamento venga richiamato in modo da poter esaminare adeguatamente in una democrazia le decisioni che vengono prese che influenzano la nostra economia radicalmente e la nostra libertà. “

Fonte

gettyimages-1224413537-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Benvenuti nella nuova normalita`: un deputato inglese chiede che il vaccino sia obbligatorio per poter viaggiare

Un parlamentare conservatore ha chiesto certificati di vaccinazione contro il coronavirus obbligatori distribuiti dall’esercito che determineranno se le persone saranno autorizzate a viaggiare a livello internazionale.

Durante un dibattito al Parlamento britannico la scorsa notte, il deputato Tobias Ellwood ha esortato il Primo Ministro a fare in modo che le forze armate britanniche sovrintendessero al processo di lancio della vaccinazione COVID-19.

Notando che un vaccino contro il coronavirus era potenzialmente a sei mesi di distanza, Ellwood ha detto: “Il lancio di un vaccino di massa è un’enorme responsabilità e dobbiamo farlo bene”.

Ellwood ha detto di aver scritto a Boris Johnson esortandolo a dare il potere a una task force del Ministero della Difesa di spedire i vaccini in tutto il paese e di creare centri di distribuzione regionali, nonché di sviluppare un “database nazionale per monitorare i progressi e rilasciare i certificati di vaccinazione . “

Il parlamentare ha detto che i certificati di vaccinazione “dovranno probabilmente essere riconosciuti a livello internazionale per consentire viaggi e spostamenti internazionali”.

Ellwood ha continuato a chiarire che le persone che prendono il vaccino vedranno le loro vite tornare alla normalità mentre quelle che non lo faranno saranno ancora “soggette a regole di allontanamento sociale”.

La prospettiva di negare i diritti fondamentali di mobilità e viaggio a persone che rifiutano di prendere un vaccino per motivi personali, religiosi o medici si preannuncia come un campo minato per i diritti umani.

Un sondaggio condotto dal King’s College London (KCL) e da Ipsos Mori il mese scorso ha rilevato che solo il 53% dei britannici si vaccinerebbe.

Uno su sei ha affermato che sicuramente non vorra` ricevere un vaccino o che sarebbe stato molto improbabile. Se estrapolato alla popolazione, ciò equivale a 11 milioni di persone a cui, se si seguirà il consiglio di Ellwood, verrà negato il viaggio e saranno trattati come cittadini di seconda classe.

Fonte

290920vaccine-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €