Archivi Blog

La canzone dell’Eurovision “El Diablo” ha suscitato proteste per il suo messaggio satanico

La canzone presentata da Cipro all’Eurovision 2021 intitolata “El Diablo” ha suscitato indignazione e proteste a causa del suo messaggio satanico.

L’Eurovision è un concorso internazionale di canzoni con un fascino e un’influenza enormi. È stato un punto fermo della TV per decenni, include oltre 50 paesi ed è guardato da centinaia di milioni di spettatori ogni anno. Considerando questi fatti, viene da se che l’élite utilizzerà questa piattaforma per promuovere la propria agenda.

Nel mio articolo sul finale dell’Eurovision 2019, ho evidenziato il simbolismo palese in mostra durante lo spettacolo che è culminato con un’inquietante esibizione ritualistica di Madonna.

Uno screenshot della performance di Madonna all’Eurovision 2019 in cui ballerini mascherati vengono “uccisi” dal soffio della morte di Madonna combinato con la Statua della Libertà che crolla. Alcuni dicono che questa performance ha predetto l’arrivo di COVID-19.

L’Eurovision è stato cancellato nel 2020 a causa della pandemia, ma quest’anno è tornato.

Nel novembre 2020, la Cyprus Broadcasting Corporation (CyBC) ha annunciato la cantante greca Elena Tsagrinou come rappresentante cipriota per l’Eurovision Song Contest 2021 con la canzone El Diablo. Prima della sua selezione, Tsagrinou ha definito l’Eurovision un’istituzione che ha seguito per molti anni. Ha aggiunto che se fosse stata trovata la canzone giusta, sarebbe stato il suo piacere e onore competere.

A quanto pare, la “canzone giusta è stata trovata” … e parla della cantante che “dà il suo cuore” al diavolo.

Il 28 febbraio 2021, la canzone è stata rilasciata e non è stata ben accolta. La Chiesa ortodossa ha dichiarato che la canzone conteneva un messaggio satanico e i ciprioti sono scesi in piazza per protestare.

Dall’altra, l’emittente statale cipriota sostiene che parla di innamorarsi di un “ragazzaccio”. La cantante ha anche aggiunto che si tratta di relazioni violente e del #metoo. Ecco uno sguardo alla canzone.

BALLANDO CON IL DIAVOLO

Un’immagine promozionale per El Diablo. Piuttosto infernale.

Questa canzone non richiede un’analisi approfondita. È una canzone pop ultra generica che in realtà suona come Bad Romance di Lady Gaga. Per coincidenza, Bad Romance parla anche di una “relazione tossica” con sfumature sataniche.

La canzone è stata scritta da veterani del settore (Jimmy “Joker” Thornfeldt, Laurell Barker, Oxa e Thomas Stengaard). Ecco i testi.

Coro:

I fell in love, I fell in lovе
I gave my heart to el diablo, еl diablo
I gave it up, I gave it up
Because he tells me I’m his angel, I’m his angel

Queste sono le due strofe:

Tonight we gonna burn in a party
We wild as fire that’s on the loose
Hotter than siracha on our bodies
Ta-Taco tamale, yeah, that’s my mood
All this spicy melts my icy edges
Baby, it’s true
Tonight we gonna burn in a party
It’s Heaven in Hell with you

Tonight we gonna dance in the moonlight
Droppin’ our lashes on the floor
Hair flip-flip, made you look twice
Touch me, touch me, mi amor
All this spicy melts my icy edges
Baby, for sure
Tonight we gonna dance in the moonlight
And then we gonna do it some more

Prima di tutto, non capisco come fosse necessario un intero team di persone per scrivere questi testi. Secondo, c’è qualcosa in quella canzone che allude remotamente a #meetoo o a un partner violento? I testi rendono molto chiaro che la cantante si sta divertendo in modo super sexy con El Diablo.

Inoltre, il video non contiene alcun riferimento a nessun tipo di relazione e non c’e’ nulla che renda la pena analizzare questo video … tranne il peggior product placement che abbia mai visto.

Mentre il cantante loda il diavolo, improvvisamente vediamo alcuni prodotti Head and Shoulders ™. Perché se c’è una cosa che al diavolo non piace, è la forfora.

Uhh … Elena … non sembra ci sia acqua nelle vicinanze … praticamente starai in piedi nel vuoto piu’ buio con del shampoo in mano

Verso la fine del video, alcuni ragazzi (che sembrano essere dipinti di nero) si avvicinano furtivamente al cantante.

Gli uomini sollevano Helena mentre fa una posa in stile Baphomet “come sopra così sotto”.

Non sono sicuro di cosa dovrebbero rappresentare questi uomini e perché sono dipinti di nero. Tuttavia, mentre guardiamo questa scena sconcertante, sentiamo i bambini in sottofondo cantare ripetutamente “I love El Diablo”.

Questo è probabilmente ciò che ha spinto alcune persone a dire: “Ok mi sono stufato. Esco e vado a protestare contro questa schifezza. Ma prima, lasciami prendere il crocifisso più grande che riesco a trovare “.

PROTESTE

Un manifestante tiene in mano una croce fuori dall’edificio della radiodiffusione nazionale di Cipro durante una protesta a Nicosia, Cipro, il 6 marzo.

Il rilascio di El Diablo ha suscitato indignazione e polemiche a Cipro a causa del suo significato satanico.

Dozzine di fedeli cristiani ortodossi hanno alzato croci di legno e cantato inni della Chiesa fuori dall’emittente statale di Cipro sabato per chiedere il ritiro della controversa partecipazione del paese all’Eurovision Song Contest – intitolato “El Diablo” – che dicono promuove il culto satanico.

Alcuni dei manifestanti, comprese delle famiglie, hanno esposto cartelli con la scritta in greco: “Stiamo protestando pacificamente, no a El Diablo”, “Pentiti e torna a Cristo” e “Cristo salva, Diablo uccide”.

L’emittente e la cantante insistono sul fatto che è stata interpretata male e la canzone parla in realtà di una relazione violenta tra due amanti.

La protesta è arrivata diversi giorni dopo che la potente Chiesa ortodossa ha chiesto il ritiro della canzone che si diceva deridesse le fondamenta morali del paese.

Il Santo Sinodo, il più alto organo decisionale della Chiesa, ha affermato in una dichiarazione che la canzone “essenzialmente loda la sottomissione fatalistica degli esseri umani all’autorità del diavolo” e ha esortato l’emittente statale a sostituirla con una che “esprima la nostra storia, cultura, tradizioni e le nostre affermazioni. “

  • – AP, Protesters say out with Cyprus’ ‘Satanic’ Eurovision entry

Un manifestante tiene un cartello che dice: “I satanisti non ci rappresentano”.

I manifestanti si riuniscono per protestare fuori dall’edificio della radiodiffusione nazionale di Cipro.

L’emittente e il governo cipriota hanno risposto alla controversia sostenendo pienamente la canzone.

L’emittente statale ha insistito sul fatto che la canzone non verrà ritirata, ma il suo presidente del consiglio, Andreas Frangos, ha ammesso che gli organizzatori avrebbero dovuto fare un lavoro migliore nello spiegare il messaggio centrale della canzone, i cui testi includono: “Ho dato il mio cuore a el diablo … perché mi ha detto che sono il suo angelo. “

Anche il governo cipriota è entrato nella controversia, con il portavoce presidenziale Viktoras Papadopoulos che ha affermato che sebbene le opinioni dei dissidenti siano rispettate, il governo non può annullare la libertà di espressione.

“Il governo rispetta pienamente la libertà creativa, intellettuale e artistica che non può essere interpretata erroneamente o limitata a causa del titolo di una canzone, e non dovrebbero essere attribuite spiegazioni inutili”, ha detto Papadopoulos in una dichiarazione scritta.

L’artista della canzone, l’artista greca Elena Tsagrinou, ha detto che la canzone parla di una donna che grida aiuto dopo essersi innamorata di un “cattivo ragazzo” noto come “El Diablo” dopo essersi legata troppo al suo aggressore. Tsagrinou ha insistito sul fatto che qualsiasi altra interpretazione è “infondata”.

“La canzone invia un messaggio forte, contro ogni forma di abuso, come quello trasmesso in ‘El Diablo'”, ha detto Tsagrinou all’Associated Press in una dichiarazione scritta. “In questi tempi del ‘Me Too Movement’ quel messaggio è estremamente rilevante e può essere sentito non solo a Cipro ma anche in tutta Europa e oltre.”

  • Ibid.

Rileggi i testi e dimmi dove c’è un “grido di aiuto” e un “messaggio forte contro gli abusi”.

CONCLUSIONE
El Diablo è stato scritto da un gruppo di veterani del settore che non sono di Cipro. La canzone è stata “importata” ed Elena Tsagrinou è stata scelta per eseguirla. Inoltre, sospetto che Cipro sia stata selezionata specificamente perché la Chiesa ortodossa è molto influente in quella zona. In altre parole, si tratta dell’élite occulta che cerca di mettere scompiglio nelle sacche di cristianesimo in giro per il mondo.

Questa controversia dimostra che l’agenda dell’élite non è riservata solo alle superstar internazionali. Anche le celebrità locali e regionali vengono utilizzate per assicurarsi che ogni singolo mercato in tutto il mondo sia contaminato da questo programma.

E quando le persone chiedono una canzone che le rappresenti effettivamente, questa è la risposta che ricevono dai media locali e dal governo: Amo El Diablo.

Fonte

protest3-e1615488005295

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Finlandia: Il governo di millennial femministe mandera` truppe in Grecia per aiutare…i migranti a richiedere asilo

Il governo finlandese composto da millennial a guida femminista deve affrontare un voto di sfiducia dopo essersi impegnato a inviare personale al confine greco – per aiutare i migranti a chiedere asilo.

La 34enne della Lega Verde Maria Ohisalo, che ricopre il ruolo di Ministro degli Interni sotto la 34enne leader del Partito socialdemocratico Sanna Marin in un governo di coalizione rosso-verde di sinistra, ha affermato che la Finlandia sta seguendo la linea comune dell’Unione Europea “respingendo i tentativi della Turchia di usare le persone come pedine politiche”, ma ha anche affermato che la decisione del governo greco di sospendere le domande di asilo sia “sbagliata“.

I Greci hanno dovuto affrontare una forte pressione al confine terrestre con la Turchia, dove migliaia di migranti si sono ammassati, facilitati dai trasporti forniti dalle autorità turche.

I migranti hanno compiuto violente azioni contro le forze di frontiera greche per giorni, spesso utilizzando gas lacrimogeni sulle linee di difesa greche – anche se i turchi affermano che ciò è stato solo in risposta ai greci che hanno sparato contro di loro.

Nonostante sia d’accordo con la linea ufficiale di sostegno obbligatoria dell’UE al governo greco e si impegni a “inviare un’unità di quattro guardie per prendere parte a un’operazione di intervento rapido alle frontiere” al confine greco, secondo l’emittente pubblica Yle, il governo finlandese ha anche denunciato la decisione del governo greco di sospendere le domande di asilo e ha suggerito che qualsiasi personale finlandese in loco “cercherà di sostenere la Grecia” ricevendo i richiedenti asilo.

“La posizione del governo finlandese qui è chiara. Quando garantiamo i nostri confini, rispettiamo gli obblighi internazionali. Gli obblighi internazionali comprendono [l’osservazione] del diritto di presentare domanda di asilo. Questa è una delle aree in cui cercheremo di sostenere la Grecia “, ha affermato Maria Ohisalo.

Il personale danese che opera nelle acque greche con Frontex, l’Agenzia della guardia di frontiera e costiera dell’Unione europea, si è già vantato di aver sfidato gli ordini degli alti ufficiali greci di respingere i migranti illegali che arrivavano nelle acque territoriali greche via mare, portandoli invece sull’isola greca di Kos.

Il Partito finlandese – ex Veri finlandesi – chiede un voto di sfiducia nel governo di sinistra sulla sua posizione contraddittoria sulla crisi dei confini, ulteriormente complicata dal ministro delle finanze Katri Kulmuni, 32 anni.

Kulumni, facendo funzione di primo ministro – partita per New York per partecipare alle manifestazioni delle Nazioni Unite in occasione della Giornata internazionale della donna – ha dichiarato: “Sosteniamo la Grecia nel garantire la tenuta delle sue frontiere esterne. Ciò è collegato al fatto che devono essere rispettati il diritto internazionale e i diritti umani “.

Il partito finlandese ha ritenuto che ciò equivaleva a offuscare la posizione del governo, poiché sostenere gli sforzi della Grecia di mantenere il proprio confine e insistere allo stesso tempo sui suoi presunti obblighi di ricevere persone che dichiarano di essere richiedenti asilo sono posizioni contraddittorie.

Da parte sua, il governo finlandese ha insistito sul fatto che non respingerà i migranti che arrivano al proprio confine.

Fonte

 

Varoufakis: Soros ha chiamato Tsipras nel 2015 domandando il mio licenziamento

George Soros, miliardario “filantropo” a cui piace farsi nemici e influenzare persone in tutto il mondo, ha un sordido background e una schiera di burattini pronti ad agire. Questa settimana il mondo e` venuto a sapere che e` riuscito a far licenziare l’allora ministro delle finanze della Grecia.

Il famigerato ex ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis ha affermato lunedì che è stato Soros a chiedere che venisse licenziato dal governo greco nel 2015.

Come riporta KeepTalkingGreece.com, in un’intervista privata con Skai TV, l’ex ministro e fondatore di DiEM25 ha detto che George Soros ha telefonato ad Alexis Tsipras nel luglio 2015 e ha chiesto che venisse licenziato.

“Soros ha parlato ha contattato Tsipras nel luglio 2015 e ha chiesto la mia espulsione “, ha detto Varoufakis.

Allo stesso tempo, ha attaccato il ministro della Difesa Panos Kammenos che recentemente ha sostenuto che Soros aveva finanziato l’accordo Prespes – e apparentemente aveva attaccato anche Varoufakis.

“Kammenos ha detto che ero un dipendente di Soros”, ha detto l’ex ministro delle finanze.

Dicendo che Kammenos è un populista di estrema destra come Orban, Salvini e altri, l’ex ministro ha sottolineato che “quando vogliono offuscare la reputazione e l’onore di qualcuno, tutti questi neofascisti usano il nome di Soros”.

Questa tendenza mostra antisemitismo e antiebraismo perché “Soros è di origine ebraica”, ha detto l’ex ministro.

Descrivendo Soros come una figura “controversa” Varoufakis ha detto che il miliardario “ha fatto alcune cose buone ma anche alcune cose strane”.

Dopo l’intervista, Varoufakis ha postato su Twitter raccontando l’incidente con Soros per intero nel suo libro “Adulti nella stanza”.

Come conclude con ottimismo KeepTalkingGreece, mentre non abbiamo letto il libro di Varoufakis ci chiediamo se abbia scritto anche quale tipo di potere Soros possedesse sul governo greco SYRIZA-ANEL per poter richiedere la sua rimozione. ”

Fonte