Archivi Blog

Dimentica la scienza: I ricercatori di Harvard dicono che il RAZZISMO ha causato il Covid e i risarcimenti per la schiavitu` sono la soluzione

Gli scienziati di Harvard affermano che i risarcimenti per la schiavitù avrebbero potuto salvare i neri americani dalle morti causate dal Covid-19. Ma le loro argomentazioni danneggiano le stesse persone che hanno deciso di proteggere.


Alcune delle loro logiche hanno un senso. Studiando la popolazione della Louisiana, uno degli stati più segregati degli Stati Uniti, gli scienziati hanno scoperto che gli afroamericani avevano una probabilità tre volte maggiore di morire di Covid-19 rispetto ai bianchi l’anno scorso, poiché tendono a vivere in alloggi affollati e lavorare in occupazioni “in prima linea” come negli ospedali. È anche più probabile che siano in prigione, dove i focolai possono diffondersi rapidamente.

Alcuni idioti woke, apprezzano l’idea che “il razzismo strutturale, i privilegi presi con la violenza e il trauma continuo del terrore razziale e della disumanizzazione” hanno aiutato il patogeno a infettarli e ucciderli, e l’idea che l’obiettivo ‘R zero’ sia in qualche modo “violenza simbolica”, e` un concetto razionalizzabile solo da uno laureato di Harvard.

“Il nostro studio fornisce semplicemente un altro esempio di come il razzismo penetra nel corpo delle persone e le fa ammalare, il che può essere aggiunto a questa litania [di prove per i risarcimenti]”, ha detto alla CNN l’autore dello studio, il dott. Eugene Richardson.

La soluzione, dichiarano gli scienziati, è pagare ogni singolo afro-americano 250.000 dollari come risarcimento per la schiavitù dei loro antenati, una mossa che, secondo loro, abbasserebbe i tassi di infezione dal 31 al 68 per cento. Mentre una somma così principesca offrirebbe a molti l’opportunità di evitare l’infezione vivendo in alloggi migliori, evitando crimini e incarcerazioni e formandosi per lavori migliori di quelli in prima linea, costerebbe anche $ 10,5 trilioni a livello nazionale, o metà dell’intero PIL degli Stati Uniti e due volte il budget annuale del governo federale.

Legando la lotta al coronavirus al concetto di risarcimento recentemente reso popolare, il team di Harvard si e` garantito i titoli di giornali e ha dato alla folla woke un altro piede di porco con cui colpire il popolo bianco. E i media ci vanno a braccetto, riportando i risultati dello studio in modo approfondito negli ultimi due giorni.

Tuttavia, così facendo hanno ignorato l’elefante nella stanza. Lo studio ha confrontato le morti di Covid in Louisiana con quelle in Corea del Sud, che è stata selezionata per la sua società relativamente omogenea ed egualitaria. Tuttavia, la Corea è piena di coreani e la Louisiana è piena di afroamericani. La Corea ha un tasso di obesità del quattro per cento, mentre il tasso di obesità afroamericana in Louisiana è del 42 per cento, più di dieci volte quello della Corea del Sud.

Diversi studi hanno collegato l’obesità con i decessi e i ricoveri di Covid afroamericani, incluso uno specificamente incentrato sulla Louisiana che ha scoperto che l’obesità è “un determinante significativo della gravità della malattia in una popolazione afroamericana”. Indipendentemente dalla razza, l’obesità è un fattore predittivo significativo della gravità di Covid, notato dai medici all’inizio della pandemia.

Un quarto di milione di dollari potrebbe probabilmente aiutare la maggior parte delle persone a evitare l’infezione, ma sollevare pesi o fare jogging non costerebbe sicuramente al contribuente $ 10,5 trilioni.

L’obiettivo del team di Harvard non è chiaramente la prevenzione delle malattie, ma l’agitazione politica. La nozione di cosa sia il “razzismo” si è evoluta negli ultimi anni e la parola non descrive più il maltrattamento di un altro in base alla sua etnia, ma uno spettro sempre presente a cui possono essere attribuiti tutti i mali del mondo. È Emmanuel Goldstein di Orwell, l’intellettualismo di Pol Pot, il socialismo del Partito Repubblicano. Invocarlo genera rabbia e accarezza sulla testa le sue presunte vittime, mentre nulla cambia.

I risarcimenti probabilmente non ci saranno mai, almeno non per un importo di 10,5 trilioni di dollari, ma nel pubblicare lo studio, gli scienziati di Harvard hanno segnalato di essere dalla “parte giusta della storia”, per citare un’amata affermazione liberale. Vale anche la pena notare che lo studio giustifica l’esistenza della Lancet Commission on Reparations and Redistributive Justice, i cui ricercatori vi hanno collaborato.

Tornando al mondo della scienza reale, il più alto tasso di mortalità dei neri è stato anche attribuito alla carenza di vitamina D. La carenza di vitamina D è stata collegata alla morte di Covid-19 in generale, con uno studio che ha rilevato che i pazienti con carenza di questa vitamina avevano quasi quattro volte più probabilità di morire a causa del coronavirus. Negli Stati Uniti, i neri hanno maggiori probabilità di essere carenti di vitamina D, probabilmente a causa del loro colore della pelle più scuro, che blocca l’assorbimento della luce solare alle latitudini settentrionali. Inoltre, la carenza di vitamina D è associata all’obesità, di cui soffrono più afroamericani che bianchi.

Fonte

6031710420302717a32eab43

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La “nuova idea” per combattere il riscaldamento globale? Oscurare il sole con delle scie chimiche

Gli scienziati hanno escogitato un nuovo e ingegnoso modo di combattere il riscaldamento globale: usare sostanze chimiche per oscurare il sole. Se dovremo poi combattere (e fare tutto il resto) all’ombra, la ricerca non ce lo sa dire ancora.

Dal momento che il mondo non sembra concordare sulla riduzione delle emissioni di CO2, perché non affrontare il problema da un altro punto di vista, hanno ipotizzato scienziati di Harvard e Yale. I ricercatori hanno recentemente pubblicato uno studio il quale afferma che spruzzare grandi quantità di particelle di solfato nella stratosfera inferiore della Terra al fine di offuscare letteralmente il sole potrebbe dimezzare gli effetti del cambiamento climatico globale, e potrebbe anche essere economico!

Con tutta l’eccitazione sul piano “ipotetico” e “altamente incerto e ambizioso”, non ci sono garanzie che in realtà non peggiorerà le cose in modo catastrofico. C’è una sospettosa mancanza di informazioni su cosa “l’oscurare il sole” potrebbe fare a quelli di noi che fanno affidamento su di esso per cose basilari – come coltivare il cibo, o non morire congelati.

Invece, lo studio pubblicato su Environmental Research Letters discute i costi potenziali e la tecnologia necessaria per realizzare l’ambizioso, piano. I ricercatori discutono una varietà di potenziali modi per realizzare il progetto di “geoingegneria” su larga scala: aerei, palloni o anche solo sparare sostanze chimiche nell’aria con grandi cannoni.

A parte questo, c’è un problema abbastanza serio con la proposta: attualmente non esiste alcun aeromobile in grado di svolgere il compito. L’adattamento di una versione esistente del razzo Falcon Heavy di SpaceX è stato escluso, citando il costo.

La proposta suggerisce che un lancio potrebbe essere realizzato entro 15 anni, con un costo iniziale di circa $ 3,5 miliardi, seguito da un altro periodo di 15 anni che costa altri $ 2,5 miliardi – un prezzo relativamente basso data la portata e il significato del progetto, argomentano . Una flotta di otto navi iniziale si espanderebbe fino a quasi quota 100 per dispiegare la quantità necessaria di sostanze chimiche in tutto il mondo.

Ci sono anche altri inconvenienti meno tecnici della proposta. Tra i più ovvi: il piano richiederebbe un coordinamento internazionale tra numerosi paesi, compresi gli Stati Uniti – il cui presidente, Donald Trump, esprime regolarmente dubbi sul cambiamento climatico in generale.

Il dott. Phil Williamson, lettore onorario presso l’Università dell’East Anglia, ha criticato la proposta, affermando che le nazioni che “continueranno a sperimentare eventi climatici estremi” potranno quindi “considerare che la geoingegneria solare e` la causa responsabile” chiedendo un risarcimento.

Altri hanno criticato la strategia perche` si tratta di una risposta che ignora le reali cause del problema (il sole n.d.r.).

Fonte