Archivi Blog

Bill Gates nega (ancora) che i vaccini sono un cavallo di troia per microchippare la popolazione mondiale

Con milioni di persone in tutto il mondo che condividono informazioni e video che affermano che l’ossessione di Bill Gates per le vaccinazioni è una copertura per un programma di microchip globale, il miliardario fondatore di Microsoft ha sentito di nuovo la necessità di negare le accuse, spingendo per una maggiore censura sui post dei social media.

In uno scambio tra Gates e CNBC Martedì, il problema è stato sollevato dall’intervistatore Andrew Ross Sorkin, spingendo Gates a negare che i vaccini contro il coronavirus verranno utilizzati per impiantare dispositivi di localizzazione nell’uomo.

“Cose molto sbagliate che colpiscono il pubblico … possono diffondersi molto più velocemente della verità sui social media, e abbiamo sempre visto che con i vaccini … i social media possono peggiorare le cose …” ha detto Gates.

“Queste società di social media possono vedere ciò che viene detto sulle loro piattaforme e rimuovere le fake news.” Ha aggiunto.

Gates ha anche chiesto se fosse “appropriato” che Facebook non impedisse alle persone di condividere collegamenti e informazioni tramite la sua piattaforma di messaggistica Whatsapp.

I commenti di Gates venivano registrati in camera mentre la BBC News affermava che “passaporti vaccinali” attraverso tatuaggi digitali finanziati da Gates potrebbero diventare una parte necessaria per viaggiare nel mondo post-COVID.

https://banned.video/watch?id=5f2078a068370e02f29fb9a8

La BBC spinge i tatuaggi di Gates come condizione di viaggio, Google intanto presenta il suo tatuaggio “vaccinale” – SkinMarks

Il rapporto della BBC affermava che “questa tecnologia esiste già ed è stata provata su animali vivi e su cadaverio umani”, ha affermato la ricercatrice Ana Jaklenec del Massachusetts Institute of Technology. Il loro metodo utilizza cerotti con micro-aghi in grado di rilasciare sia il vaccino sia uno spruzzo di un inchiostro invisibile sotto la pelle della persona, memorizzando il registro delle vaccinazioni. “

Le notizie sui tatuaggi di Gates sono in circolo da marzo, ma sono state tenute nascoste o censurate.

Incorporare un tatuaggio permanente con i dati sulle vaccinazioni nella pelle delle persone è essenzialmente la stessa cosa di “microchippare”, ma Gates e quelli che si allineano dietro di lui stanno usando della semantica orwelliana per affermare che l’idea è una “teoria della cospirazione”.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

La vera agenda dell’OMS: Un nuovo ordine mondiale basato sul modello della Cina

L’OMS ha gestito l’epidemia di COVID-19 in una maniera specifica. È passato dal minimizzare il virus e fare pressioni contro i divieti di viaggio dalla Cina alla spinta per un indefinito lockdown a livello mondiale. C’è metodo dietro la follia: l’OMS sta usando la pandemia per avanzare verso un Nuovo Ordine Mondiale che è modellato sul regime oppressivo della Cina.

Da quando il COVID-19 ha superato i confini cinesi, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha assunto un ruolo di primo piano nella gestione della pandemia a livello globale. Il potere indiscusso e l’influenza di questa organizzazione creata dalle Nazioni Unite portarono la maggior parte dei governi di tutto il mondo a modellare le loro politiche e la risposta alla pandemia in base ai dati e alle linee guida dell’OMS. In altre parole, le nazioni hanno consentito a un’entità globale (e non democratica) di dettare decisioni che vengono prese a livello nazionale e locale.

Il risultato di questa condotta diretta tra l’OMS e i governi nazionali è stato profondo e di vasta portata. Alimentati da modelli e proiezioni apocalittici, i governi sono stati esortati a limitare la loro intera popolazione, chiudendo le loro intere economie per diversi mesi. Le conseguenze devastanti di questo blocco globale sono ancora difficili da quantificare. Tuttavia, una previsione fatta nel mio articolo COVID-19/Lockdown: Un esperimento su scala globale si è rapidamente realizzata: miliardi di dollari sono stati incanalati dalla classe lavoratrice verso l’élite.

Un titolo di Fast Company sull’elite finanziaria che trae profitto dalla pandemia.

Allora perché l’OMS sta dando ordini alle nazioni e ai loro governi democraticamente eletti? È dovuto alla sua comprovata esperienza e ai suoi consigli? Chiaramente no. Perché la risposta dell’organizzazione alla pandemia nelle sue fasi iniziali e più critiche e` stata a dir poco disastrosa. Alcuni potrebbero pensare che lo abbiano fatto apposta.

Il 14 gennaio, l’OMS ha affermato che non vi era alcuna trasmissione da uomo a uomo, citando fonti cinesi.

Preliminary investigations conducted by the Chinese authorities have found no clear evidence of human-to-human transmission of the novel #coronavirus (2019-nCoV) identified in #Wuhan#China🇨🇳. pic.twitter.com/Fnl5P877VG

— World Health Organization (WHO) (@WHO) January 14, 2020

Il 4 febbraio, il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha parlato contro le restrizioni ai viaggi in Cina, affermando che tali misure potrebbero causare “paura e stigmatizzazione”. Ha aggiunto che “non c’è motivo di panico e paura”.

Poiché la maggior parte dei governi mondiali ha seguito ciecamente le raccomandazioni dell’OMS, i viaggi aerei dalla Cina sono continuati per settimane e hanno permesso la diffusione del virus in tutto il mondo. E, tuttavia, quando alcuni paesi hanno cercato di fermare i viaggi dalla Cina, l’OMS ha attivamente esercitato pressioni contro di essi.

L’OMS ha fatto pressioni dirette contro il divieto di viaggiare verso paesi, tra cui la Cina.

Una dichiarazione rilasciata il 29 febbraio, ha contestato i divieti di viaggio perché “potrebbero interrompere le attività commerciali e avere effetti sociali ed economici negativi sui paesi colpiti”.

“L’OMS continua a sconsigliare l’applicazione di restrizioni di viaggio o commerciali ai paesi in cui si verificano epidemie di COVID-19”, afferma la dichiarazione.

“In generale, le prove dimostrano che limitare la circolazione di persone e merci durante le emergenze di salute pubblica è inefficace nella maggior parte delle situazioni e può deviare risorse da altri interventi.”

La ricerca accademica dell’Università di Southampton ha rivelato che fino al 95% delle morti non sarebbe accaduto se l’OMS avesse agito prima.
– SKY News, China used WHO in a bid to open Australia’s borders

L’ultima frase è particolarmente dannosa: il 95% dei decessi avrebbe potuto essere evitato se l’OMS non fosse stata contraria ai divieti di viaggio dalla Cina. Considerando il fatto che l’OMS ha lavorato attivamente contro la singola misura più importante per fermare la diffusione del virus, perché sta ancora plasmando le politiche del governo? Perché è collegata all’élite globale.

IL POTERE DELL’OMS

Nonostante la diffusione di informazioni assolutamente false e pericolose, l’OMS rimane indiscutibilmente influente in tutto il mondo. Il 18 aprile, l’organizzazione ha mostrato il suo immenso potere trasmettendo “together at home”, un enorme evento mediatico che ha visto innumerevoli celebrità e potenti elogiare l’OMS e le entità d’élite dietro di essa.

L’OMS è anche fortemente investita nel controllo del flusso di informazioni relative al virus.

Un titolo di The Verdict.

Parlando nel programma “Reliable Sources” della CNN, la CEO di YouTube Susan Wojcicki ha dichiarato che la piattaforma di streaming “rimuoverà le informazioni che sono problematiche” cio` include “tutto ciò che è privo di fondamento medico”. Ha aggiunto:

“Quindi le persone che dicono “prendete la vitamina C; prendete la curcuma, guarirete “, saranno in violazione della nostra politica. Qualunque cosa contraria alle raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità costituira` una violazione della nostra politica “.

Perché YouTube dovrebbe preoccuparsi se le persone parlano di vitamina C nei loro video? Perché, sin dall’inizio dell’epidemia, l’OMS è stata sospettosamente contro qualsiasi tipo di rimedio o soluzione contro COVID-19. Ogni volta che un trattamento mostra risultati promettenti, l’OMS e il sistema mediatico sono pronti a mettere in guardia la popolazione contro di loro e persino ad etichettarli come pericolosi.

Perché? Perché l’OMS punta su un’unica soluzione universale: un vaccino.

UN VACCINO E NIENT’ALTRO

Per comprendere appieno la mentalità alla base dell’OMS, dobbiamo esaminare i finanziamenti dietro all’OMS.

Due dei cinque maggiori finanziatori dell’OMS sono la Bill & Melinda Gates Foundation e la Gavi Alliance. Come visto nell’articolo, Bill Gates vuole un “certificato digitale” per identificare chi ricevera` il vaccino per il Covid-19, queste due organizzazioni stanno sostenendo l’uso di vaccini per creare un sistema di identificazione globale usando una sorta di impianto. COVID-19 è l’occasione perfetta per far sì che ciò accada.

Per assicurarsi che ciò accada, il mondo ha bisogno di vivere nella paura e senza una cura fino al rilascio di quel vaccino.

Uno dei tanti titoli che mettono in guardia contro qualsiasi tipo di cura o trattamento.

L’OMS sta anche combattendo contro il rimedio più “naturale” a un virus: l’immunità di gregge. Infatti, considerando il fatto che COVID-19 non è mortale per le persone sane, consentire alla popolazione di sviluppare naturalmente anticorpi contro il virus vivendo semplicemente con esso è probabilmente il modo più naturale per combatterlo. Alcuni paesi come la Svezia hanno sfidato il dogma dell’OMS, si sono rifiutati di confinare la loro popolazione e ora sostengono che l’immunità di gregge potrebbe essere raggiunta entro giugno. L’OMS, ovviamente, mette in guardia contro questa strategia. Fonti dei media che sono state completamente vendute all’agenda dell’OMS hanno lavorato sodo per evitare questo concetto secolare. Ecco un titolo di The Guardian.

L’articolo può essere riassunto in due frasi:

“Semplicemente l’immunità da gregge, senza un vaccino, non e` un modo adeguato di procedere”.

E l’articolo termina con questa affermazione aberrante.

  “Non posso parlare per tutti, ma personalmente preferirei rimanere dentro ancora per qualche mese e vedere ancora i miei genitori l’anno prossimo.”

Queste dichiarazioni sono al 100% in linea con il vero programma dell’OMS: nessuna libertà senza un vaccino. Al fine di giustificare questa linea di pensiero, l’articolo parla del “sacrificio dei vulnerabili sull’altare dell’economia”. Non diversamente da altri articoli che mettono in guardia contro qualsiasi tipo di soluzione, va al limite affermando che l’immunità del gregge ucciderebbe milioni di persone anziane, senza considerare il fatto che una strategia di quarantena mirata potrebbe essere utilizzata per le persone più vulnerabili, consentendo al contempo alle persone sane di rimanere in liberta`.

Ecco un altro articolo che promuove la stessa agenda.

L’articolo sostiene che l’unica soluzione è uno stato di polizia totale.

“Non avremo l’immunità di gregge nel prossimo futuro. Un farmaco miracoloso non è all’orizzonte. L’unico modo per riavviare l’economia, quindi, è mettere in atto un sistema altamente efficace per testare milioni di persone, rintracciare i loro movimenti e mettere rapidamente in quarantena coloro che potrebbero essere stati infettati. “

Questa citazione ci porta ad un altro motivo per cui l’OMS e il suo sistema d’élite vogliono che l’ansia COVID duri il più a lungo possibile: giustificare il fatto che sorvegliano la popolazione.

UTILIZZARE IL COVID PER ABILITARE IL GRANDE FRATELLO

Ecco alcune copertine e titoli di riviste la scorsa settimana.

Il Grande Fratello ci salvera? – Una rivista francese

Un titolo inquietante dal Times UK

“Il Quebec prepara il suo Grande Fratello per la seconda ondata”. I telefoni cellulari potrebbero essere monitorati,

L’OMS ha detto al mondo che l’unica soluzione praticabile è un vaccino. E dicono che un vaccino potrebbe richiedere mesi o anni per essere disponibile. Quindi cosa succede fino a quando non decidono che un vaccino è pronto? Uno stato di polizia in cui la sorveglianza ad alta tecnologia, la bioparanoia e la quarantena forzata. Il Grande Fratello è ora un “salvatore” poiché il costante monitoraggio degli individui e delle persone con cui entrano in contatto è rappresentato come l’unica soluzione per salvare vite umane.

Fatto indicativo: Theresa Tam, Chief Public Health Officer of Canada, che è attualmente in prima linea nella risposta alla pandemia del paese (pur rispettando pienamente le linee guida dell’OMS) è apparsa nel bizzarro film del 2010 su una pandemia. Il film “OUTBREAK: Anatomy of a Plague” parla dello scenario immaginario della rinascita del vaiolo in Canada. Quello che dice durante il film è sorprendente.

Theresa Tam nel film “Outbreak: Anatomy of a Plague”.

Nel film, la Tam parla delle misure da adottare in caso di focolaio di vaiolo. Dice:

“Se ci sono persone che non sono conformi, ci sono sicuramente leggi e poteri della sanita` pubblica che possono mettere in quarantena le persone in contesti obbligatori.”

Aggiunge:

“È possibile tenere traccia delle persone, mettere bracciali ai polsi, disporre di polizia e altre configurazioni per garantire la quarantena”.

Il narratore del film continua:

“I posti di blocco della polizia sono installati su tutti i ponti e tutti coloro che lasciano la città devono dimostrare di essere vaccinati. Coloro che rifiutano di collaborare vengono portati in centri di detenzione temporanea “.

Dall’inizio dell’epidemia di COVID, l’OMS ha costantemente guidato il mondo verso uno stato di polizia fino al rilascio di un vaccino approvato. In molti modi, l’OMS sta cercando che il mondo intero segua l’esempio dello stato di polizia high-tech più avanzato del mondo: la Cina.

TUTTO IL MONDO E`…CINA

Attraverso il suo sistema di credito sociale orwelliano, i suoi orribili campi di rieducazione, la sua brutale repressione delle voci dissenzienti e la costante sorveglianza della sua popolazione, la Cina è stata un laboratorio per un nuovo ordine mondiale ad alta tecnologia. Inoltre, diverse società collegate alle élite hanno aiutato la Cina a raggiungere i suoi obiettivi. Non sorprende che l’OMS abbia costantemente elogiato questo regime.

Il direttore generale dell’OMS Tedros Ghebreyesus con il segretario generale del Partito comunista cinese Xi Jinping.

Ecco un account ufficiale estremamente simbolico di Ghebreyesus:

Al centro dell’immagine sopra è la divinità indù Shiva, noto anche come “Il Distruttore”. Attraverso la distruzione, Shiva consente una trasformazione profonda. Questo va di pari passo con il motto preferito dell’élite: Ordine dal Chaos.

Curiosità: Anche al CERN esiste una statua di Shiva.

Uno screenshot tratto dal sito web del CERN sulla presentazione della sua statua di Shiva nel 2004.

CONCLUDENDO

L’OMS ha gestito questa pandemia in un modo molto specifico. Quando il virus era contenuto esclusivamente in Cina, l’OMS ha denunciato i governi che stavano cercando di limitare i viaggi provenienti dalla Cina. Andando totalmente contro il buon senso, l’OMS ha affermato che limitare i viaggi non sarebbe stato efficace contro la diffusione del virus. Una volta che il virus si è diffuso in tutto il mondo, l’OMS ha quindi spinto per la maggior parte delle politiche di confinamento restrittive e distruttive nella storia umana, causando un enorme crollo dell’economia e una completa ristrutturazione della società.

In questo ambiente malsano, l’OMS si è impegnata e ha ottenuto enormi prese di potere. L’organizzazione ora sta spingendo per il prolungamento di queste misure e la creazione di stati di polizia ad alta tecnologia in attesa dell’unica cura che potrà mai approvare: un vaccino universale. Considerando il fatto che Bill Gates è l’attuale principale finanziatore dell’OMS e che fa anche parte di ID2020 – che sta sostenendo l’uso di vaccini per creare un ID digitale usando un tatuaggio o un microchip – possiamo chiaramente vedere qual è la vera agenda dell’OMS: creare una Cina globale.

Fonte

Il concerto “Together at Home” e` stato un “comunicato pubblicitario” per l’elite globale e la loro agenda

“Together At Home” è stato pubblicizzato come un concerto virtuale organizzato da Lady Gaga. Ma si e` trattato di qualcosa di molto piu` grande. Innumerevoli celebrità hanno ripetuto messaggi specifici mentre promuovevano specifiche organizzazioni d’élite. Ecco uno sguardo al vero messaggio di “Together At Home”

Together At Home è stato più di un “concerto virtuale”. È stata una dimostrazione di forza. Trasmesso ovunque, su tutte le stazioni TV e su tutte le piattaforme di streaming. Questo fatto da solo e` una forte indicazione del potere celato dietro questo evento. Inoltre, l’elenco delle celebrità e delle persone potenti che sono apparse durante questo evento è stato semplicemente sconcertante con headliner come Lady Gaga, Billie Eilish, Taylor Swift e Celine Dion. Tuttavia, l’evento non riguardava solo la musica. La musica era lì per attirare le persone. Tra le esibizioni, c’erano messaggi specifici.

Non prendiamoci in giro: Lady Gaga era solo il volto dell’evento, ma non era il motore dietro di esso. Together At Home e` stato una massiccia campagna di pubbliche relazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’intero sistema d’élite dietro di essa. Lady Gaga è stata messa in prima linea in questo evento perché la sua faccia e il suo nome vendono più della faccia e il nome di Tedros Adhanom Ghebreyesus, il direttore generale dell’OMS.

Per le stesse ragioni, sono state arruolate innumerevoli celebrità per incanalare messaggi specifici perché le star sono i migliori veicoli per trasmettere messaggi dalle élite alle masse.

Il logo stesso riassume il messaggio dell’evento: le mani di chi detiene il potere tengono le persone nelle loro case. In alto: le parole “One World”: un appello per un governo globale.

Mentre l’evento doveva essere “confortante”, c’era qualcosa di inquietante nel vedere innumerevoli celebrità (con uno sguardo un po ‘distanziato sui loro volti) ripetere gli stessi slogan, cantare gli stessi mantra e cantare le lodi delle stesse potenti organizzazioni.
Ecco alcuni dei messaggi comunicati durante l’evento.

CREARE UNA “CULTURA DEL COVID”

L’aspetto più ovvio (e fastidioso) di Together At Home è stata la celebrazione della “cultura del COVID”. In effetti, nelle ultime settimane, abbiamo visto i media fare del loro meglio per normalizzare un mondo in cui confinamento, isolamento e videoconferenza erano la nuova norma. Mentre il distanziamento sociale dovrebbe essere una misura di emergenza estrema (e molto temporanea) per prevenire la diffusione di una malattia mortale, Together At Home sembra promuoverlo come uno stile di vita a lungo termine.

E, per dimostrare che “non è poi così male”, l’uso della videoconferenza è costantemente promosso come soluzione. Nel triste mondo che viene presentato in Together At Home, tutti gli aspetti della vita – compresi arte, famiglia, affari ed educazione – possono essere realizzati attraverso la videoconferenza. Nel loro nuovo mondo, le connessioni umane dipendono da una connessione Internet. Forse vogliono che tutte le comunicazioni umane vengano registrate … e monitorate.

Insegnare ai bambini attraverso dei monitor non è stato descritto come una misura di emergenza. In Together At Home, è stato definito come un “nuovo tipo di educazione”.

L’intero concetto di privare i bambini del contatto umano e farli crescere in un ambiente in cui chiunque può essere un potenziale rischio biologico è piuttosto terrificante. Mentre la maggior parte di noi spera che i bambini di oggi finiscano per dimenticare questa folle era in cui viviamo, sembra che “loro” vogliono che ci si crogiolino in essa, per esserne plasmati.

Alcuni dei messaggi indirizzati ai bambini di Together At Home sono stati piuttosto sconvolgenti

Abby Cadabby di Sesame Street ha parlato con i bambini.

Il burattino ha detto:

“Molti di noi stanno provando dei forti sentimenti in questo momento. E va bene. Perché siamo tutti insieme. Quando provo queste sensazioni, non faccio altro che abbracciarmi. Un abbraccio a noi stessi ”.

Quindi, Abby Cadabby ha mostrato ai bambini come “abbracciarsi da soli” stringendosi tra le sue braccia. Questo non è confortante. Questo è un sistema orwelliano che insegna ai bambini a vivere senza contatto umano.

Le esibizioni musicali riguardavano anche la normalizzazione della vita in isolamento. Per dimostrare il punto, ovvero che qualsiasi cosa può essere raggiunta attraverso la videoconferenza, alcune performance erano divise tra diversi feed. E i risultati sono stati … terribili.

In una “performance”, Maluma era all’aperto a cantare mentre il chitarrista era in un seminterrato altrove.

Forse è l’audiofilo in me che sta parlando, ma non c’era assolutamente chimica o sinergia in queste esibizioni. Non c’era anima. Ogni individuo era completamente disconnesso dall’altro. In un certo senso, queste esibizioni hanno perfettamente illustrato come noi, come esseri umani, siamo disconnessi l’uno dall’altro a causa delle restrizioni legate al COVID. E questo è un po’ quello che vogliono.

Per cercare di provare questo punto, molte celebrita` hanno “glorificato” la vita in lockdown.

Un messaggio dei Beckham conteneva un messaggio che faceva eco a molte altre celebrità.

David Beckham ha detto:

“Se c’è un lato positivo di questa situazione è che possiamo passare molto tempo con la nostra famiglia. E, per questo, siamo grati ”.

Le stesse parole esatte sono state usate da altre celebrità come il rapper Common. “Ne siamo grati”. Stanno cercando di dare una visione positiva del lockdown forzato.

Altre celebrità come Amy Poehler hanno affermato che le persone erano davvero fortunate ad essere a casa.

Amy Poehler ha detto:

“Mentre la maggior parte di noi è al sicuro a casa, immagina di non avere questa opzione”.

Fatto interessante: le parole “lockdown” e “confinamento” non sono mai state usate durante la trasmissione. Invece, è stata usata l’espressione “al sicuro a casa”. Perché? Perché “confinato” implica coercizione da una forza esterna mentre “al sicuro” trasmette calore e protezione. Ecco come manipolano le nostre menti e le nostre percezioni. Inoltre, sostanzialmente, milionari e miliardari stanno dicendo ai cittadini che lavorano duramente che sono fortunati ad avere un tetto sopra la testa.

Allora perché queste celebrità stanno promuovendo uno stile di vita “da lockdown”? Perché coloro che hanno organizzato Together At Home stanno prosperando da questa situazione. Più dura, più possono avanzare nella loro agenda.

PROMOZIONE DELL’ELITE GLOBALE

L’obiettivo principale di Together At Home era mettere al centro della scena potenti organizzazioni d’élite che lavorano a livello internazionale – oltre i confini nazionali – come l’OMS e le Nazioni Unite. Stanno dicendo alla gente: “Ci stiamo prendendo in carico questa situazione”.

E Together At Home e` stato organizzato in un momento molto conveniente per l’OMS, il quale sta venendo aspramente criticato da diversi governi per la sua strana gestione della pandemia. L’accusa più grave: l’OMS ha fatto pressioni contro il blocco dei viaggi provenienti dalla Cina all’inizio dell’epidemia.

Un titolo da Reuters del 3 Febbraio

Un recente titolo di Sky News sulla Cina la quale ha utilizzato l’OMS per aprire i confini dell’Australia.

Quindi, dopo aver effettivamente facilitato la diffusione del virus al di fuori della Cina, l’OMS ora sta usando Together At Home per spingere le sue politiche.

Ma chi è esattamente l’OMS? Ecco i suoi 10 maggiori donatori.

Da quando gli Stati Uniti hanno recentemente sospeso i loro pagamenti all’OMS, il maggiore contribuente dell’organizzazione è ora la Bill and Melinda Gates Foundation. Un altro importante finanziatore dell’OMS è la GAVI Alliance (precedentemente Global Alliance for Vaccines and Immunization). Entrambe queste organizzazioni fanno anche parte di ID2020, un’organizzazione che sta sostenendo l’uso di vaccini per implementare un sistema globale di identificazione digitale usando tatuaggi o microchip.

Questo screenshot dal sito ufficiale di ID2020 mostra che Microsoft, Gavi e la Rockefeller Foundation di Bill Gates sono i principali collaboratori. Tutte e tre le organizzazioni sono state elogiate durante Together At Home.

Bill Gates, ovviamente ha partecipato a Together At Home. Per presentarlo, l’host Stephen Colbert ha dichiarato:

“Una delle cose più difficili in questo periodo è che non sappiamo quanto durerà. In momenti come questo, mi rivolgo a uno dei ragazzi più intelligenti che conosco, Bill Gates. ”

Colbert quindi chiede a Gates, un tecnico che non ha qualifiche in sanità pubblica:

“Per quanto tempo avremo a che fare con tutto questo?”.

Bill e Melinda Gates dicono al mondo quando sarà liberato dalla pandemia.

La risposta di Bill Gates è stata:

“La fine della crisi arriverà quando avremo un vaccino che ci protegge tutti, non solo negli Stati Uniti, ma in tutto il mondo. Ci sono molti candidati al vaccino che stiamo sostenendo e sono ottimista sul fatto che, entro la fine del prossimo anno, ne uscirà uno. E dobbiamo assicurarci che arrivi a tutti nel mondo “.

In altre parole: nessuna libertà senza un vaccino. Questo tema è ripetuto da diverse persone durante la trasmissione.

David D. Ho ha usato la sua credibilità come MD per promuovere lo stesso messaggio.

Il dottor Ho ha detto:

“Non ho dubbi che la scienza verra` in nostro soccorso. Ma il nostro lavoro richiederà tempo. Per favore, dateci tempo. Il mondo deve agire all’unisono. Restiamo a casa, appiattiamo la curva e offriamo agli scienziati il tempo di sviluppare soluzioni a questa pandemia. “

In altre parole, nessuna libertà senza un vaccino.

L’attore Henry Golding ha lodato GAVI. Ha detto: “Una volta che il vaccino è pronto, GAVI farà in modo che sia disponibile per chiunque ne abbia bisogno”.

Durante l’evento, i messaggi erano così ripetitivi e attentamente formulati, che probabilmente nuotavamo nel territorio della programmazione neurolinguistica. Mentre la maggior parte dei messaggi è iniziata ringraziando gli operatori sanitari (devono iniziare con qualcosa su cui tutti possono concordare), i messaggi sono passati rapidamente alla sottile promozione di un governo globale attraverso l’uso di frasi specifiche.

Il Direttore Generale dell’OMS ha voluto dire la sua.

Tedros Ghebreyesus ha detto:

“Oggi siamo riuniti assieme come se fossimo uno. Il COVID-19 si e` preso molto delle nostre liberta`, ma ci ha anche offerto un’opportunità unica per mettere da parte le nostre differenze e abbattere le barriere. Volevo ringraziare Lady Gaga, le Nazioni Unite, la mia amica Hugh Evans per averci riuniti come un mondo unito, Together At Home ”.

Un mondo unito + abbattere le barriere + Nazioni Unite = governo mondiale. Altre figure delle Nazioni Unite avevano messaggi simili.

Anche il Segretario Generale delle Nazioni Unite si è rivolto al mondo.

Guterres ha detto:

“Assieme sconfiggeremo questo virus e ricostruiremo insieme un mondo più giusto come cittadini globali uniti e nazioni unite”.

Cittadini globali + Nazioni Unite = Governo mondiale.

Michelle Obama e Barbara Bush sono apparse insieme lanciando un messaggio globalista.

Hanno affermato:

“Stasera stiamo con le persone del mondo. I prossimi giorni non saranno facili ma questa nostra famiglia globale è forte ”.

Ovviamente, Oprah doveva essere presente. E il suo messaggio era in linea con tutti gli altri.

Oprah ha detto:

“Stasera, siamo un mondo unito nella nostra lotta per liberare il pianeta da questa malattia”.

Un mondo. Unito.

Together At Home si e` assicurato anche di glorificare a fondo le mega corporazioni care all’élite.

PROMOZIONE DI MEGA CORPORAZIONI ED ORGANIZZAZIONI

Together At Home ha promosso diverse mega-corporazioni che sono strettamente associate all’élite globale. Travestiti da messaggi di ringraziamento per il loro supporto, questi annunci promozionali hanno in realtà glorificato alcune delle organizzazioni più potenti della Terra. Non solo dominano completamente le rispettive industrie, ma prendono anche parte a riunioni d’élite come gli incontri del Bilderberg e il World Economic Forum per dare forma alle politiche globali.

Una pubblicità che promuove Cisco e il suo supporto all’OMS.

Cisco Systems è un enorme conglomerato multinazionale che ha plasmato Internet e la tecnologia come li conosciamo oggi. Negli ultimi anni, Cisco è stata accusata di aiutare la Cina e l’India a censurare Internet, consentendo allo stesso tempo l’accesso della NSA ai firewall dei loro sistemi.

Un annuncio pubblicitario Pepsico.

Pepsico è una mega-società che possiede una lunga lista di marchi e catene di ristoranti. In breve, è una delle poche aziende ad alimentare il mondo oggi … con cibo spazzatura. Ecco un’infografica.

Alcuni dei marchi di proprietà di Pepsico.

Una pubblicità di Johnson & Johnson.

Johnson & Johnson possiede una lunga lista di marchi farmaceutici e di consumo tra cui Band-Aid, Tylenol, Johnson’s Baby Products, Neutrogena, Clean & Clear e Acuvue. Attualmente sta sviluppando un vaccino per COVID-19.

Un annuncio pubblicitario della Fondazione Rockefeller.

Fondata da John D. Rockefeller Sr., la Rockefeller Foundation ha plasmato il mondo come lo conosciamo. Per oltre un secolo, la Fondazione ha finanziato una serie di potenti organizzazioni come il Council on Foreign Relations e ha contribuito a spingere interi campi di studio come le scienze sociali, la psichiatria, le comunicazioni e l’eugenetica. Un intero libro potrebbe essere scritto per spiegare il profondo impatto della Fondazione Rockefeller sulla società di oggi. Tuttavia, una singola citazione del libro Memoirs di David Rockefeller bastera` per farvi capire il punto.

“Per oltre un secolo gli estremisti ideologici alle due estremità dello spettro politico hanno colto incidenti ben pubblicizzati come il mio incontro con Castro per attaccare la famiglia Rockefeller a causa dell’influenza eccessiva che sostengono che esercitiamo sulle istituzioni politiche ed economiche americane. Alcuni addirittura credono che facciamo parte di una cabala segreta che lavora contro i migliori interessi degli Stati Uniti, caratterizzando la mia famiglia e me come “internazionalisti” i quali cospirano con altri in tutto il mondo per costruire una struttura politica ed economica globale più integrata – un mondo unito. Se questa è l’accusa, sono colpevole e ne sono orgoglioso “.
– David Rockefeller, Memorie

In diverse occasioni, i padroni di casa sono stati usati per lodare varie organizzazioni. È stato uno spettacolo triste da vedere.

In una occasione, Jimmy Kimmel ha ringraziato Apple per la generosa donazione all’OMS. Ha anche ringraziato Apple per “aver fatto da babysitter ai suoi figli nell’ultimo mese”. Mentre questo era inteso come uno scherzo, vogliono davvero crescere i nostri figli attraverso i loro schermi.

Più tardi, Jimmy Fallon ha ringraziato Bloomberg Philanthropies e Mike Bloomberg – il miliardario d’élite che possiede un conglomerato mediatico. In breve, l’intera faccenda è stata una pubblicita` spudorata per l’élite globale.

CONCLUDEDO

Together At Home ha attirato il pubblico usando Billie Eilish, Taylor Swift e Lady Gaga. Ma era molto più di un concerto. Era l’élite globale che stava mettendo in mostra il suo orribile volto usando le sue marionette famose per cantare le sue lodi. Si trattava anche di celebrità che dicevano alle masse di abbracciare le loro vite confinate in casa (scusate, intendevo dire “al sicuro in casa) e di accettare una” nuova normalità “.

Si trattava anche di organizzazioni come l’OMS, protagonisti in questa crisi, che hanno permesso ai loro collaboratori come la Bill e la Melinda Gates Foundation di ottenere posizioni di autorità.

E i funzionari eletti democraticamente? Dove erano? Semplicemente non hanno un posto nel loro “One World”. Se questo ti fa arrabbiare, ricorda che puoi sempre abbracciarti da solo.

Fonte

 

 

 

 

 

 

Bill Gates vuole un “certificato digitale” per identificare chi ricevera` il vaccino per il Covid-19

Bill Gates ha recentemente dichiarato su Reddit che dei “certificati digitali” saranno utilizzati per identificare chi ha ricevuto il futuro vaccino per il COVID-19. E questi certificati verranno utilizzati anche per identificare chi può avere un business e chi no. Ecco come questo piano è già supportato da una massiccia organizzazione chiamata ID2020.

Per anni, Bill Gates è stato in prima linea nella ricerca sulle pandemie globali e le campagne di vaccinazione di massa. Nell’ultimo decennio, Gates ha detto diverse volte che il mondo non era pronto per una pandemia globale.

Nell’ottobre 2019 (solo pochi mesi prima dell’apparizione di COVID-19) la Fondazione Bill e Melinda Gates (in collaborazione con il World Economic Forum) ha ospitato l’Evento 201, una simulazione di 3,5 ore di una pandemia globale.

Stranamente, questa simulazione riguardava un nuovo coronavirus che avrebbe ucciso milioni di persone. Circa otto settimane dopo, il coronavirus ha cominciato a diffondersi in Cina. Ciò ha portato alcune persone a chiedersi se questo esercizio avesse effettivamente previsto la diffusione di COVID-19. In risposta a queste domande, è stata pubblicata una dichiarazione sul sito Web dell’Evento 201.

DICHIARAZIONE SULL’NCOV

Nell’ottobre 2019, il Johns Hopkins Center for Health Security ha ospitato una esercizitazione chiamata Event 201 con partner, il World Economic Forum e la Bill & Melinda Gates Foundation. Di recente, il Center for Health Security ha ricevuto domande sul fatto che quell’esercizio di pandemia abbia predetto l’attuale nuovo focolaio di coronavirus in Cina. Per essere chiari, il Centro per la sicurezza sanitaria e i partner non hanno fatto una previsione durante l’esercitazione. Per lo scenario, abbiamo modellato una pandemia immaginaria di coronavirus, ma abbiamo dichiarato esplicitamente che non era una previsione. Invece, l’esercizio è servito a evidenziare le sfide di preparazione e risposta che potrebbero sorgere in una pandemia molto grave. Non prevediamo che l’epidemia nCoV-2019 ucciderà 65 milioni di persone. Sebbene la nostra esercitazione includesse un finto coronavirus, gli input che abbiamo usato per modellare il potenziale impatto di quel virus immaginario non sono simili al nCoV-2019.

Il 13 marzo, circa un giorno dopo che il COVID-19 ha messo in quarantena l’intero mondo occidentale, Bill Gates si è dimesso dal consiglio pubblico di Microsoft per “dedicare più tempo alle priorità filantropiche tra cui salute e sviluppo globali, istruzione e cambiamenti climatici”. Mentre la pandemia si diffondeva in tutto il mondo, Gates divenne una figura schietta e autorevole sulla crisi pandemica, apparendo su tutti i mass media per condividere le sue opinioni e raccomandazioni.
Il 18 marzo, Bill Gates ha preso parte a un AMA (Ask Me Anything) su Reddit dal titolo I am Bill Gates, copresidente della Bill & Melinda Gates Foundation. AMA su COVID-19. dove ha risposto alle domande sulla pandemia. In una delle sue risposte, Gates ha fatto riferimento a un “certificato digitale” per tenere traccia di chi è stato vaccinato.

Un utente Reddit di nome RemoteControlledUser ha posto questa domanda:

Quali cambiamenti dovremo apportare al modo in cui le aziende operano per mantenere la nostra economia fornendo al contempo il distanziamento sociale?

La risposta di Bill Gates:

La domanda su quali imprese dovrebbero andare avanti è difficile. Certamente l’approvvigionamento alimentare e il sistema sanitario. Abbiamo ancora bisogno di acqua, elettricità e Internet. Le catene di approvvigionamento devono essere mantenute. I paesi stanno ancora cercando di capire come affrontare la situazione.

Alla fine avremo alcuni certificati digitali per mostrare chi è guarito o è stato testato di recente o quando avremo un vaccino, chi lo ha ricevuto.

Uno screenshot del Q&A su Reddit.

Mentre la maggior parte delle risposte di Gates sono state accolte con lode, questa ha sollevato molte preoccupazioni. La risposta più votata evidenzia le somiglianze tra la soluzione di Gates e il “Marchio della Bestia” nella Bibbia.

La risposta piu` votata.

Questo concetto di “certificato digitale” per archiviare informazioni mediche (compresi i vaccini ricevuti) e per garantire l’accesso a diritti o servizi non era un semplice suggerimento. Fa parte di un enorme progetto che è promosso da un potente gruppo chiamato ID2020 che è supportato dalle Nazioni Unite, dalla Rockefeller Foundation e da … Bill Gates.

ID2020

Vertice ID2020, maggio 2016.

In poche parole, ID2020 sta cercando di creare un sistema di identificazione digitale che memorizzi una grande quantità di informazioni personali e che vada oltre i limiti dei governi nazionali. Il sito Web ufficiale di ID2020 afferma che è necessaria un’identità digitale globale per tenere traccia dei rifugiati e delle persone senza ID nei paesi in via di sviluppo. Naturalmente, anche le persone nei paesi sviluppati dovrebbero essere identificate. Il sito web afferma:

Sfortunatamente, gli attuali modelli di ID digitale non soddisfano le esigenze di tutti. Sono generalmente arcaici, non sicuri, privi di un’adeguata protezione della privacy e non disponibili per oltre un miliardo di persone in tutto il mondo.

Tutti dovrebbero avere accesso a un ID digitale che consenta loro di dimostrare chi sono oltre i confini istituzionali e internazionali e nel tempo, dando loro il controllo su come le loro informazioni personali vengono raccolte, utilizzate e condivise.

In un articolo pubblicato da ID2020 nel 2018, i vaccini sono il modo perfetto per introdurre l’identità digitale nel mondo, in particolare i neonati. Appropriatamente intitolato: Immunization: an entry point for digital identity, l’articolo afferma:

Poiché l’immunizzazione viene condotta durante l’infanzia, fornire ai bambini una tessera sanitaria digitale darebbe loro un’identità digitale unica e portatile nelle prime fasi della vita. E man mano che i bambini crescono, la loro tessera sanitaria digitale per bambini può essere utilizzata per accedere a servizi secondari, come la scuola elementare, o facilitare il processo di ottenimento di credenziali alternative. In effetti, la tessera sanitaria per bambini diventa il primo passo per stabilire un’identità legale ampiamente riconosciuta.

In breve, secondo ID2020, le vaccinazioni sono l’occasione perfetta per introdurre un ID digitale che memorizzerebbe la storia medica di ogni individuo. Questa identità verrebbe inoltre utilizzata per garantire l’accesso ai diritti e ai servizi di base.

ID2020 sta già testando l’introduzione di ID digitali in Bangladesh. Nell’agosto 2019, ID2020 ha pubblicato un articolo “Richiesta di informazioni” in cui si afferma:

A2i e i suoi partner Gavi e ID2020 si impegnano a ricercare e implementare congiuntamente un documento di identità unico per i bambini attraverso la digitalizzazione dei processi di vaccinazione in Bangladesh.

Il programma fornirà a neonati e bambini un ID digitale portatile e biometricamente collegato al momento della registrazione della nascita o al momento della loro immunizzazione, supportando contemporaneamente tre obiettivi condivisi:

Promuovere miglioramenti nella copertura e nel processo CRVS (statistiche demografiche e sociali)

Supportare i miglioramenti nel processo di vaccinazione e nell’equità

In definitiva, supportare l’accesso a diritti e servizi per tutto il corso della vita.

In questo esperimento in Bangladesh, l’ID digitale è “biometricamente collegato”, il che significa che si basa sulle impronte digitali degli individui. L’articolo descrive il processo in atto:

Sono necessarie informazioni relative agli scanner biometrici in grado di catturare la biometria delle impronte digitali dei genitori durante la fase 1 con l’ambizione di catturare efficacemente anche la biometria infantile nella fase 2. Gli scanner possono essere cablati o Bluetooth. Gli scanner devono essere almeno  certificati FAP30, portatili, robusti e con un minimo di 500 pixel per pollice. Indicare il tipo di porta sugli scanner, ad esempio micro USB, USB C o altro.

Mentre questo progetto è collegato alla biometria, Bill Gates ha finanziato la ricerca su una diversa forma di identificazione del vaccino: il tatuaggio a punti quantici.

TATUAGGIO A PUNTI QUANTICI

Nel dicembre 2019, un gruppo di ricercatori del MIT ha pubblicato uno studio su Science Translational Medicine sull’uso dei tatuaggi a punti quantici per identificare le persone che hanno ricevuto un vaccino.

Un’immagine che descrive l’applicazione di un tatuaggio a punti quantici sulla pelle attraverso la vaccinazione da Science Translational Medicine, dicembre 2019.

Un articolo sul Futurismo intitolato An Invisible Quantum Dot ‘Tattoo’ Could Be Used to ID Vaccinated Kids ha esaminato questo studio:

Per le persone che supervisionano le iniziative di vaccinazione a livello nazionale nei paesi in via di sviluppo, tenere traccia di chi e quando hanno ricevuto le vaccinazioni può essere un compito difficile.

Ma i ricercatori del MIT potrebbero avere una soluzione: hanno creato un inchiostro che può essere incorporato in modo sicuro nella pelle insieme al vaccino stesso ed è visibile solo utilizzando un’app e un filtro speciali per fotocamere per smartphone.

In altre parole, hanno trovato un modo nascosto per incorporare la registrazione di una vaccinazione direttamente nella pelle di un paziente piuttosto che documentarla elettronicamente o su carta – e il loro sistema di localizzazione a basso rischio potrebbe semplificare notevolmente il processo di conservazione di registrazioni accurate dei vaccini, soprattutto su larga scala.

Il “tatuaggio” invisibile che accompagna il vaccino è un modello costituito da minuscoli punti quantici – minuscoli cristalli semiconduttori che riflettono la luce – che brilla sotto la luce infrarossa. Il modello – e il vaccino – viene impresso nella pelle utilizzando micro aghi dissolvibili ad alta tecnologia realizzati con una miscela di polimeri e zucchero.

“Un giorno questo approccio invisibile rendera` possibile creare nuovi metodi per l’archiviazione dei dati, il biosensing e le applicazioni di vaccino che potrebbero migliorare il modo in cui viene fornita l’assistenza medica, in particolare nei paesi in via di sviluppo”, ha affermato il professor MIT e l’autore senior Robert Langer nella dichiarazione .

L’articolo afferma che questo studio è stato il risultato di una richiesta diretta da Bill Gates.

La Bill and Melinda Gates Foundation ha finanziato la ricerca del team, pubblicata mercoledì sulla rivista Science Translational Medicine.

Secondo un articolo di Scientific American, il progetto è nato in seguito a una richiesta diretta dello stesso fondatore di Microsoft Bill Gates, che è stato personalmente coinvolto negli sforzi per sradicare la polio e il morbillo attraverso le vaccinazioni.

CONCLUDENDO

Mentre rispondeva a una domanda su come condurre business nell’era del distanziamento sociale, Bill Gates rispose che i “certificati digitali” saranno usati per determinare chi aveva COVID-19, chi si era ripreso da esso e chi si era vaccinato. Questa breve (e inaspettata risposta) ha aperto una gigantesca scatola di pandora di ciò che potrebbe accadere nel prossimo futuro: l’inevitabile campagna di vaccinazione di massa per sradicare il COVID-19 sarebbe l’occasione perfetta per introdurre un ID digitale mondiale. Questo sistema memorizzerebbe una grande quantità di informazioni su ciascun individuo (inclusa la storia delle vaccinazioni) e sarebbe utilizzato per garantire l’accesso a diritti e servizi. Sebbene Gates non sia entrato nei dettagli, i “certificati digitali” potrebbero essere collegati alla biometria o a un tatuaggio a punti quantici.

Considerando il fatto che l’intero progetto ricorda stranamente un passaggio nel Libro dell’Apocalisse (un Marchio della Bestia che viene ricevuto sulla “mano destra o fronte” e che è richiesto “per comprare o vendere”), l’introduzione di un tale sistema verosimilmente verrebbe accolto con molta resistenza. E non solo dalle persone religiose.

Fonte