Archivi Blog

L’Ad di Youtube vince il premio “Free Expression Award”…in un concorso sponsorizzato da Youtube – si vanta di come la piattaforma censuri gli utenti

Susan Wojcicki, CEO della piattaforma video di Google, YouTube, ha ricevuto venerdì il “Free Expression Award” del Freedom Forum Institute in una cerimonia sponsorizzata dalla sua stessa azienda, nonostante i precedenti di censura di YouTube.
Nella cerimonia di premiazione digitale, la creatrice di video di YouTube Molly Burke ha elogiato Wojcicki come leader della libertà di parola prima che il CEO di YouTube descriva nel suo discorso di accettazione quanto la piattaforma censuri i suoi utenti.

“Le libertà che abbiamo, non possiamo davvero darle per scontate”, ha dichiarato Wojcicki, aggiungendo che “dobbiamo davvero assicurarci di proteggerle in ogni modo possibile”.

Wojcicki, tuttavia, ha continuato sostenendo che “dobbiamo anche assicurarci che ci siano dei limiti” e ha rivelato che la società ha rimosso nove milioni di video nell’ultimo trimestre, il 90% dei quali è stato rimosso dall’intelligenza artificiale.

Ha anche detto che ci sono “molti contenuti che tecnicamente soddisfano lo spirito di ciò che stiamo cercando di fare, ma sono al limite,nil che significa che non lo consiglieremo al nostro utenti. “

Gli utenti dei social media hanno ridicolizzato il fatto che la Wojcicki ricevesse un premio per la libertà di parola, e il video della cerimonia su YouTube ha raccolto un numero altissimo di non mi piace.

“Questa è la peggiore forma di distorsione della realta’ che abbia mai visto”, ha commentato un utente, mentre un altro ha chiesto: “E dopo? Facebook che riceve un premio per il rispetto della privacy?”

Un creatore di contenuti di YouTube ha pubblicato una foto che mostra almeno 15 dei suoi video banditi dalla piattaforma per “contenuti inappropriati” e un utente di Twitter ha scritto, “Free Expression Award? Ma stiamo scherzando [?] Non ha appena censurato il governatore della Florida mentre parlava con esperti medici [?] “

YouTube ha cancellato un video del governatore della Florida Ron DeSantis che parlava dei vantaggi e degli svantaggi del fare indossare maschere Covid-19 ai bambini con un gruppo di scienziati all’inizio di questo mese, definendolo “disinformazione medica”.

Diversi utenti di alto profilo sono stati banditi da YouTube, tra cui il fondatore di Infowars Alex Jones, il rapper britannico Wiley e l’ex consigliere della Casa Bianca Seb Gorka, mentre molti altri hanno affrontato vari gradi di censura, dall’occultamento dei contenuti alla demonetizzazione.

Anche l’ex presidente Donald Trump, la rete televisiva conservatrice One America News (OAN) e il governo del Pakistan hanno ricevuto divieti temporanei negli ultimi anni.

I creatori di contenuti di YouTube si sono spesso pronunciati contro le politiche censorie della piattaforma, con alcune delle figure più grandi che si spostano verso siti web concorrenti per protesta. Sebbene molti creatori di contenuti rimangano sulla piattaforma di YouTube, un numero crescente lo utilizza come sito web secondario in cui i loro contenuti vengono pubblicati fino a una settimana dopo il debutto su un altro servizio.

Fonte

607d64bb85f540579c6665b1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Richard Dawkins spogliato del titolo “umanista dell’anno” dopo aver invitato al dialogo sulla questione trans in un tweet

L’American Humanist Association ha spogliato il biologo evoluzionista Richard Dawkins della sua massima onoreficenza per un tweet che chiedeva un dialogo sulle questioni transgender, accusando l’oratore ateo di “umiliare i gruppi emarginati”.
L’organizzazione ha detto che Dawkins ha recentemente insinuato che “le identità degli individui transgender sono fraudolente, attaccando contemporaneamente l’identità nera”, notando che sarebbe stato privato di un premio concesso lui circa 25 anni fa. Ha rifiutato di specificare quale fosse il commento offensivo.

“Purtroppo, negli ultimi anni Richard Dawkins ha accumulato una storia di dichiarazioni che usano le spoglie del discorso scientifico per sminuire i gruppi emarginati, un approccio antitetico ai valori umanisti”, ha detto l’AHA lunedì.

Di conseguenza, il Consiglio dell’AHA ha concluso che Richard Dawkins non meritava più di essere onorato dall’organizzazione e ha votato per ritirare, con effetto immediato, il premio Umanista dell’anno 1996.

Mentre l’Associazione umanista ha fornito pochi altri dettagli e non ha offerto esempi della “storia accumulata” di commenti infiammatori di Dawkins, un tweet del 10 aprile del biologo che fa confronti tra il transgenderismo e l’autodescritta attivista “transnera” Rachel Dolezal è il probabile colpevole.

“Nel 2015, Rachel Dolezal, una donna bianca e presidente della NAACP, è stata denigrata per essersi identificata come nera. Alcuni uomini scelgono di identificarsi come donne e alcune donne scelgono di identificarsi come uomini. Sarai diffamato se neghi che sono letteralmente ciò in cui si identificano “, ha scritto Dawkins, invitando i suoi seguaci a “discutere” l’apparente contraddizione.

Qualche giorno dopo ha postato un nuovo tweet, presumibilmente in risposta ai netizen indignati per quello precedente, dicendo che non intendeva “screditare le persone trans”.

“Vedo che il mio “Discutete” accademico è stato interpretato male come tale e lo deploro. Inoltre, non era mia intenzione allearmi in alcun modo con i bigotti repubblicani negli Stati Uniti che ora sfruttano questo problema”, ha aggiunto Dawkins.

Il post successivo apparentemente non ha fatto nulla per placare l’AHA, che ha affermato che i “successivi tentativi di chiarimento” di Dawkins erano “inadeguati” e non trasmettevano “sensibilità” o “sincerità”.

Mentre alcuni osservatori hanno detto che la revoca del premio Dawkins è stata “giusta“, la mossa ha anche innescato un’ondata di critiche online, con molti che suggerivano che l’organizzazione si e’ prostrata agli “dei woke” e ha adottato una devozione “pseudo-religiosa” per la politica correttezza.

“La politica dell’identità è la nuova religione. Possiamo farne a meno “, ha scritto un utente, inserendo uno slogan dell’AHA,” Buono senza un Dio “.

Un autoproclamato umanista e critico di Dawkins ha invitato i membri dell’AHA a interrompere i loro legami con l’associazione sulla sua decisione, che altri utenti hanno ritenuto una reazione eccessiva alla richiesta di discussione “ragionevole” del biologo.

Il tweet di Dawkins del 10 aprile non e’ il suo primo post controverso, che ha suscitato un’ondata di condanna a febbraio dopo aver suggerito che l’eugenetica potrebbe “funzionare in pratica”, indicando anche che “deplora l’idea su un piano ideologico, politico [e] morale. ” Prima di allora, è stato accusato di razzismo nel 2018 dopo aver twittato che le campane della cattedrale inglese di Winchester erano “molto più belle del suono aggressivo di ‘Allahu Akhbar'” ascoltato nelle moschee musulmane, uno tra i numerosi post scottanti sull’Islam durante gli anni.

Fonte

607e5d652030275fca5a2e5b

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Un video inquietante mostra dei bambini che prendono mance ad uno spettacolo di drag queen

“Mancano 20 minuti a mezzanotte – e i figli di questa gente sono ad un fottuto spettacolo di drag queen a L.A.”

E` emerso un altro video disgustoso dove possiamo osservare dei bambini, a tarda notte, ad uno spettacolo di drag queen a Los Angeles mentre sono incoraggiati a prendere mance in contanti dai membri della folla.

La donna che filma il video esprime la sua repulsione per la scena, commentando: “Perché diavolo queste persone lasciano che i loro figli prendano parte a questi spettacoli drag?”

Il video mostra poi due bambine assieme ad una drag queen mettersi in posa e raccogliere soldi dagli ospiti.

“Guarda sta merda! Stanno lanciando soldi alle bambine e gli raccolgono da terra come se fossero fottute spogliarelliste”, osserva la donna.

I commentatori su twitter hanno avuto pressoche’ la stessa reazione.

“Non riesco a capire che razza di stupido genitore woke lasci che le loro bambine sfilino in modo suggestivo di fronte a una stanza piena di mostri arrapati mentre ricevono mance come se fossero spogliarelliste”, ha osservato uno.

“23.40. Persone che danno soldi ai bambini. Questo è folle “, ha aggiunto un altro.

Questo non è affatto l’unico caso di bambini esposti a spettacoli di drag queen sessualizzati nei locali notturni.

Nel 2019, il cosiddetto “drag queen kid” Desmond is Amazing si è esibito sul palco di un club gay di New York mentre i clienti lanciavano soldi all’allora dodicenne.

Un video pubblicato su Tik Tok nel febbraio dello scorso anno mostrava una drag queen che ballava in modo suggestivo di fronte a una ragazza di non più di 6 anni mentre gli adulti nella stanza applaudivano.

Il mese successivo, abbiamo anche evidenziato come una scuola a Brooklyn avrebbe distribuito adesivi a bambini di 4 anni durante un evento “drag queen story time” che diceva “drag queen in training”.

Ciò è accaduto nello stesso mese in cui è apparso il video di una drag queen nel Regno Unito che insegna ai bambini come twerkare.

La drag queen Kitty Demure in precedenza aveva criticato i genitori “woke” per aver esposto i loro figli alla cultura delle drag queen.

“Non ho assolutamente idea del motivo per cui vorresti che una spogliarellista o una porno star influenzasse tuo figlio”

Fonte

190421drag1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La Francia finalmente rende illegale il sesso con bambini sotto i 15 anni dopo lo scandalo Duhamel-Kouchner

I legislatori francesi hanno adottato una legge che rende illegale il sesso con i bambini e l’incesto, a seguito di una rivolta sui social media provocata da accuse di abusi incestuosi contro un importante intellettuale all’inizio di quest’anno.
L’Assemblee Nationale ha votato all’unanimità giovedì per fissare l’età del consenso a 15 anni, classificando il sesso con bambini al di sotto di quell’età – così come il sesso incestuoso con chiunque sotto i 18 anni – come stupro, punibile fino a 20 anni di carcere.

“Questa è una legge storica per i nostri bambini e la nostra società”, ha detto ai legislatori il ministro della Giustizia Eric Dupond-Moretti, aggiungendo che invia un messaggio chiaro che “i bambini non devono essere toccati”.

La legge include anche pene più severe per la pedofilia su Internet, con chiunque venga sorpreso ad adescare bambini sotto i 15 anni online che rischia 10 anni di carcere e una multa di 150.000 euro (circa 180.000 dollari). In precedenza, i pubblici ministeri francesi potevano portare accuse di stupro o violenza sessuale solo se potevano dimostrare che un adulto aveva costretto, minacciato o indotto con l’inganno un minore a fare sesso.

La nuova legge ha stabilito un’esenzione per i rapporti consensuali tra un minore e un giovane adulto fino a cinque anni più grande – una cosiddetta clausola “Romeo e Giulietta”, che prende il nome dagli adolescenti nella famosa tragedia di William Shakespeare. Dupond-Moretti ne ha difeso l’inclusione, dicendo di non voler “processare un giovane di 18 anni perché ha avuto rapporti sessuali consensuali con una ragazza di quattordici anni e mezzo”.

Un precedente tentativo dei legislatori francesi di stabilire l’età del consenso è fallito nel 2018. È stato ispirato dal caso di un 28enne che è stato sorpreso a fare sesso con una ragazza di 11 anni, ma inizialmente non è stato accusato di stupro. Tuttavia, la nuova legge è stata in parte guidata da un libro pubblicato nel gennaio di quest’anno.

In ‘La Familia Grande’, Camille Kouchner ha accusato il suo patrigno Olivier Duhamel di aver abusato del fratello gemello per anni, a partire da quando aveva 14 anni. Ha anche affermato che gli “amici intellettuali di sinistra” di sua madre – come ha detto France24 – sapevano degli abusi, ma non dissero una parola. La cospirazione del silenzio apparentemente includeva suo padre, l’ex ministro degli esteri e il co-fondatore di Medici Senza Frontiere (MSF) Bernard Kouchner.

Duhamel, un eminente scienziato politico ed esperto televisivo, da allora si è dimesso dalla vita pubblica. All’inizio di questa settimana, i media francesi hanno riferito che ha confessato gli abusi alla polizia.

Il libro di Kouchner ha spinto un utente di Twitter a pubblicare la propria accusa di abuso incestuoso con l’hashtag #MeTooInceste, che da allora è diventato virale in Francia.

Fonte

607921b120302712ca6eba65

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Totale Follia: Twitter sospende permanentemente James O’Keefe (Project Veritas) dopo l’expose’ sulla CNN

Twitter ha bandito il fondatore di Project Veritas James O’Keefe per presunta violazione delle sue politiche su “manipolazione della piattaforma e spam”, mettendo a tacere il suo account nel bel mezzo di una serie di scoop sotto copertura sulle tattiche propagandiste della CNN.
Il gigante dei social media ha detto giovedì a O’Keefe che il suo account è stato sospeso in modo permanente e non verrà ripristinato, citando un’accusa secondo cui ha utilizzato account falsi o multipli per manipolare le conversazioni sulla piattaforma. Twitter ha sostenuto in una dichiarazione a The Hill e ad altri media che “non è possibile amplificare o interrompere artificialmente le conversazioni attraverso l’uso di più account”.

La chiusura è avvenuta dopo che O’Keefe ha pubblicato tre giorni consecutivi di scoop in cui il direttore tecnico della CNN Charlie Chester è mostrato in video, mentre parla con un giornalista sotto copertura. Chester, che secondo quanto riferito pensava di parlare con una persona trovata su Tinder, ha detto al giornalista degli sforzi propagandistici della CNN per estromettere il presidente Donald Trump, della propaganda terroristica sul covid per aumentare gli ascolti e dei suoi sforzi per sostenere Black Lives Matter.

La sospensione di O’Keefe da Twitter sarà probabilmente una buona notizia per la CNN, che non ha risposto all’ultimo giro di storie di Project Veritas sulla rete, e ha fatto pressioni affinché le agenzie di stampa concorrenti vengano censurate per aver segnalato “disinformazione”.

O’Keefe ha rilasciato una dichiarazione giovedì, giurando di citare in giudizio Twitter per diffamazione e ha negato di aver gestito account falsi. “Questo è falso, questo è diffamatorio e pagheranno”, ha detto. “La Sezione 230 potrebbe averli protetti prima, ma non li proteggerà da me. Il reclamo verrà presentato lunedì. ” Ha invitato i sostenitori a seguirlo su Telegram.

Twitter ha sospeso permanentemente l’account di Project Veritas sulla sua piattaforma e ha bloccato temporaneamente l’account di O’Keefe a febbraio, affermando che il canale video sotto copertura ha violato ripetutamente la sua politica sulle informazioni private. O’Keefe ha detto all’epoca che il video in questione mostrava i giornalisti di Project Veritas che si confrontavano con il vicepresidente per l’integrità di Facebook Guy Rosen fuori dalla sua casa.

Fonte

jack-veritas-

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il direttore della CNN rivela in privato come la rete affronta il tema della razza quando si tratta di proteste e sparatorie

Nell’ultimo video sotto copertura di Project Veritas, il direttore tecnico della CNN Charlie Chester ha ammesso che la sua rete cerca di aiutare il movimento Black Lives Matter.
Chester ha rivelato una serie di segreti commerciali a un reporter sotto copertura con Project Veritas, un gruppo conservatore famoso per le loro operazioni a telecamere nascoste. Dopo aver ammesso che la CNN ha alimentato di proposito i timori sulla pandemia di Covid-19 per aumentare gli ascolti e si è concentrato sul cacciare Trump dalla Casa Bianca, Chester ha poi parlato di questioni razziali, in un video pubblicato giovedì da Project Veritas.

Dopo aver svolto alcune ricerche sull’apparente aumento dei crimini d’odio anti-asiatici negli Stati Uniti, Chester ha detto di essersi reso conto che i neri era dietro la maggior parte degli attacchi. Sfortunatamente per la CNN, questa prospettiva non si adattava alla narrativa scelta dall’emittente.

“Sono del tipo, ma che sto facendo?’ Stiamo cercando di aiutare quelli di BLM”, aggiungendo che “l’ottica” della violenza nera sugli asiatici non aiuta la causa del BLM . “Piccole cose”, come questi crimini d’odio, “sono sufficienti per frenare i movimenti”, ha aggiunto.

Chester non ha spiegato come pensa che sostenere Black Lives Matter possa fermare singoli atti di violenza criminale. Allo stesso modo, alcuni manifestanti di BLM apparentemente non si preoccupano della buona pubblicità, come si è visto mercoledì sera al Brooklyn Center, Minnesota, quando un manifestante ha buttato a terra un membro della CNN con una bottiglia rotta puntata alla testa, prima di inseguire la crew.

Chester non si e’ fermato qui. Ha ammesso che i media in generale si concentrano sulla razza dello sparatore, ma solo se e’ un bianco.

“Non si da peso alla notizia se lo sparatore non e’ bianco”, ha aggiunto, sostenendo che le storie di sospetti non bianchi perdono di “interesse” quando viene menzionato il colore della loro pelle.

Nulla di ciò che Chester ha detto sarà una sorpresa per i conservatori, che hanno a lungo sostenuto che la rete mostra un chiaro pregiudizio liberale, e sembra persino “odiare i bianchi“.

Il fondatore di Project Veritas James O’Keefe ha dichiarato alla fine dell’ultimo video che lo staff della CNN “dovrebbe avere il coraggio di dire pubblicamente ciò che ci ha detto in privato”. Tuttavia, è altamente improbabile che la rete abbandoni la sua linea editoriale. Né Chester né altri dipendenti della CNN hanno risposto a O’Keefe quando si sono confrontati, e il presidente della rete Jeff Zucker ha precedentemente ignorato le telefonate di O’Keefe.

La polemica di O’Keefe con la CNN non è solo ideologica. Il capo del Project Veritas ha detto martedì a Sean Hannity di Fox News che intende citare in giudizio la CNN per un servizio giornalistico che descrive il suo lavoro come “disinformazione” e la sua organizzazione come gruppo “attivista”.

Fonte

60788d9f85f54036812dbd7e

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Facebook censura la storia dell’NY Post sugli acquisti di case da parte della fondatrice di BLM

Il gigante Big Tech inserisce nuovamente nella sua lista nera notizie di interesse pubblico.

Facebook sta bloccando i collegamenti a una storia del New York Post che espone i controversi acquisti di case da parte di Patrisse Khan-Cullors, cofondatrice di Black Lives Matter, impedendo agli utenti di condividere il collegamento pubblicamente o tramite messaggio privato.

L’articolo del Post del 10 aprile è intitolato “ ‘Inside BLM co-founder Patrisse Khan-Cullors’ million-dollar real estate buying binge’” e rivela come Khan-Cullors, una marxista autodefinita, abbia recentemente acquistato quattro case di fascia alta per un totale di $ 3,2 milioni.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, una delle case, una proprietà da 1,4 milioni di dollari, si trova a Topanga Canyon, in California, dove la popolazione nera è solo dell’1,6%.

Un’altra delle case, un ranch situato in Georgia, è circondato da “3,2 acri rurali” e dispone di un “hangar privato per aerei con sopra un monolocale” oltre a una piscina coperta.

Dopo che un attivista del BLM ha chiesto un’indagine su come venivano utilizzate le finanze, altre figure di spicco all’interno del BLM hanno minacciato un’azione legale contro di lui.

Ora Facebook sta bloccando completamente gli utenti dal pubblicare un collegamento alla storia originale del NY Post in un altro sfacciato atto di censura.

Quando si tenta di pubblicare il link, l’utente riceve il messaggio “Impossibile condividere il tuo post, perché questo link va contro i nostri standard della community”.

Gli utenti non possono nemmeno inviare il collegamento tramite messaggio privato ai loro amici di Facebook.

“Facebook non ti consentirà di pubblicare questa storia del NY Post e nemmeno di inviarla a un’altra persona. (L’ho appena testato) “, ha twittato Abigail Shrier.

“Quindi Facebook ora sta effettivamente aprendo la tua posta e leggendo i contenuti per materiale ideologicamente discutibile. Qualcuno è preoccupato? ” lei chiese.

Twitter ha anche inizialmente costretto il commentatore Jason Whitlock a cancellare il suo tweet sulla fondatrice di BLM, che conteneva un collegamento al sito Web immobiliare di Dirt, ma il tweet è stato successivamente ripristinato.

Settimane prima delle elezioni presidenziali, sia Twitter che Facebook hanno bloccato la pubblicazione di collegamenti a un articolo del New York Post sui contenuti del laptop di Hunter Biden, una mossa descritta come “un passo senza precedenti contro un’importante testata giornalistica”.

Ieri, anche il fondatore di Project Veritas James O’Keefe è stato sospeso definitivamente da Twitter in seguito alla sua denuncia della CNN.

Ma certo, i social non sono di parte!

Fonte

150421facebook1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il responsabile della diversità della BBC si lamenta che Luther non è “abbastanza nero per essere reale”

La persona incaricata di garantire la diversità alla BBC è stata accusata di nutrire visioni ristrette sulla razza dopo aver definito un personaggio televisivo interpretato dall’attore Idris Elba non sufficientemente “nero”.
Commentando il dramma poliziesco “Luther”, Miranda Wayland ha apprezzato il programma per la presenza di un “forte protagonista nero”, interpretato da Elba, ma si è lamentata del fatto che il detective fittizio fosse privo di autenticità.

“Ci siamo tutti innamorati di lui. Ma dopo aver visto la seconda serie pensi, OK, non ha amici neri, non mangia cibo caraibico, non sembra affatto autentico “, ha detto il funzionario della BBC in un recente conferenza, come riportato dal Times. Secondo la Wayland, i personaggi neri dovrebbero essere collocati in ambienti e avere tratti che riflettano il loro background. Alla fine ha concluso che il personaggio di Elba “non è abbastanza nero per essere reale”.

Le sue teorie sull’argomento sembrano scontrarsi con la filosofia di scrittura del creatore di “Luther” Neil Cross. Cross, che è bianco, ha segnalato in una precedente intervista che la razza non era un fattore trainante quando Elba e’ stato scelto come protagonista e che non aveva “nessuna conoscenza o competenza o diritto di provare ad affrontare in qualche modo l’esperienza di essere un uomo nero nella Gran Bretagna moderna “. Ha aggiunto che il tentativo di rendere il detective immaginario “più nero” avrebbe portato “all’idea che un bianco borghese ignorante non fosse in grado di ritrarre una razza diversa dalla sua”.

La BBC, che ha prodotto la serie pluripremiata, ha rilasciato una dichiarazione in cui ribadiva il suo impegno a “continuare a investire nella diversità”.

Wayland, il cui titolo ufficiale è “Head of Creative Diversity”, lavora per assistere la BBC. Dopo aver accettato la posizione lo scorso febbraio, ha affermato di essere entusiasta dell’opportunità di garantire che “voci e talenti diversi all’interno del nostro settore siano inclusi e riflessi meglio nelle nostre produzioni”.

A giudicare dalle reazioni sui social media, sembra che molti ritengano che possa essere la donna sbagliata per il lavoro.

Numerosi commenti l’hanno accusata di dilettarsi nella politica dell’identità e di “costringere i neri a conformarsi agli stereotipi”.

Altri hanno condiviso storie personali e aneddoti sul motivo per cui era presuntuoso presumere che il colore della pelle determini i gusti del cibo o il tipo di amici che hai.

Un fan dello show si è chiesto perché ci fosse persino una discussione su quanto “nero” sia Luther.

Com’era prevedibile, le osservazioni di Wayland hanno portato anche a richieste di eliminare i finanziamenti con fondi pubblici dell’emittente, con hashtag #DefundtheBBC che appaiono su Twitter.

I critici hanno accusato la BBC di impegnarsi in crociate per la giustizia sociale in passato. A dicembre, il Vicar of Dibley della BBC ha presentato il suo personaggio principale durante un discorso a sostegno di Black Lives Matter.

Fonte

6076b21d20302715c309eb32

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Analista della MSNBC ridicolizzato per aver detto che il vaccino e’ sembrato “una ondata di euforia”

Non è mica eroina, amico mio.

Un analista di MSNBC è stato deriso su Twitter dopo aver commentato in modo bizzarro che l’assunzione del vaccino COVID-19 sembrava una “ondata di euforia”.

Matthew Miller è diventato l’ultimo personaggio pubblico a segnalare in modo aggressivo quanto sia virtuoso.

“Non avevo del tutto anticipato l’ondata di euforia e di emozione che arriva con quella iniezione. Fatevi il vaccino, gente. La migliore sensazione che proverai in tutto l’anno “, ha twittato Miller

Dato il modo in cui ha assunto il vaccino era più adatta al spararsi in vena una grande dose di eroina, Miller e’ stato ridicolizzato quasi immediatamente.

Giornalisti ed esperti sembrano apprezzare un nuovo tipo di fetish pubblicando selfie in cui si fanno il vaccino, facendo credere che piantarsi un ago nel braccio sia un atto epocale di coraggio morale.

La scorsa settimana, Brian Stelter della CNN è stato preso in giro per aver accusato i presentatori di Fox News per non aver condiviso i propri selfie sui vaccini.

Fonte

150421miller1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

BLM: Le accuse alla co-fondatrice sono parte del “tradizionale terrorismo del suprematismo bianco”

Anche se altri leader dell’organizzazione chiedono indagini, il gruppo afferma che è razzista suggerire che vi sia un’appropriazione indebita di fondi.

Black Lives Matter ha rilasciato una dichiarazione martedì affermando che qualsiasi accusa di illeciti contro la co-fondatrice Patrisse Khan-Cullors sul fatto che usi i fondi in modo improprio è un altro esempio di supremazia bianca.

Mentre continuano ad emergere dettagli sulle spese per la proprietà dell’autoproclamata attivista marxista, così come dettagli su attività ancora più strane e anche se altri leader chiedono indagini, l’organizzazione ha affermato che l’intera faccenda è un “falso”. e la storia viene “spinta” dalle “forze di destra” e dai “suprematisti bianchi”.

In altre parole, per evitare responsabilita’ utilizzano la razza … di nuovo.

“Il lavoro di Patrisse per i neri nel corso degli anni ha reso lei e altri che si allineano con la lotta per la liberazione dei neri obiettivi di violenza razzista”, afferma la dichiarazione, aggiungendo “Le narrazioni diffuse su Patrisse sono state generate da forze di destra riducendo il sostegno e l’influenza di un movimento che è più grande di qualsiasi organizzazione. “

“Questa offensiva di destra non solo mette in pericolo Patrisse, suo figlio e i suoi cari, ma continua anche una tradizione di terrore dei suprematisti bianchi contro gli attivisti neri”, continua.

L’autore e commentatore conservatore Candace Owens ha reagito agli sviluppi martedì, osservando che le attività di Khan-Cullors sono consuetudine per i marxisti, che nel corso della storia hanno rubato ad altri per arricchirsi:

“Ha il mio rispetto perché è impenitente nel suo approccio”, ha detto Owens, aggiungendo “Devi apprezzare l’onestà. Non si nasconde in alcun modo. È una comunista in tutto e per tutto ed è stata incredibilmente impenitente nel suo approccio “.

“Le corporazioni stanno con lei, il che è incredibilmente interessante”, ha continuato Owens, sottolineando ulteriormente “Ha paura dei bianchi. Ebbene, perché non vuole vivere tra i neri? Perché sceglie di trasferirsi in un quartiere tutto bianco? Queste sono domande importanti. “

Fonte

gettyimages-1218448153-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €