Archivi Blog

Perché nessuno parla di immunità naturale?

Il discorso pubblico sulla pandemia sembra concentrarsi esclusivamente sulla vaccinazione come mezzo per ottenere l’immunità di gregge. Coloro che si sono ripresi dalla malattia e hanno un’immunità naturale, vengono completamente ignorati.

Come mai?

IMMUNITA’ NATURALE
La cosa più frustrante per me, nell’ultimo anno e mezzo, è stata la narrativa in continua evoluzione e l’abbandono di verità scientifiche precedentemente ben comprese. L’immunità naturale è uno di quei concetti della biologia base che molti sembrano ignorare completamente in questi giorni.

Penso che questo sia un effetto naturale del “culto della competenza” che abbiamo in occidente. Apparentemente, chiunque abbia credenziali specifiche viene automaticamente respinto, indipendentemente da quanto sia competente… o più insidiosamente, vengono evidenziati i suoi presunti interessi finanziari.

Se più di noi fossero disposti a pensare in modo critico alla “scienza” nelle notizie in questi giorni, potremmo essere più sicuri nella gestione della nostra salute. Una popolazione sana e fiduciosa disposta a discutere e a mantenere le proprie posizioni nell’accettare trattamenti medici con i quali non si sente a proprio agio è difficile da respingere.

Una popolazione disposta a tutto pur di “tornare alla normalità” non lo è.

NON STIAMO TORNANDO ALLA NORMALITA’
Ho avuto alcune discussioni con professionisti medici sul fatto che le persone che si sono riprese dalla malattia debbano essere vaccinate. Queste conversazioni sarebbero state viste come assolutamente ridicole tre anni fa. Tuttavia, ora, a quanto pare, abbiamo tutti bisogno di reimparare la biologia da capo. Quindi vorrei rivedere il concetto di immunità naturale per aiutare a organizzare i miei pensieri e forse aiutare gli altri che si sentono come se le loro teste fossero in un vortice.

Ho il mio vecchio libro di testo di biologia del college, Life: The Science of Biology, di Purves, Sadava, Orians e Heller. Ho la sesta edizione, pubblicata nel 2001, quindi ha circa 20 anni. Ho anche un nuovo libro di testo di biologia del college perché sono un grande nerd. È Campbell Biology, di Reece, Urry, Cain, Wasserman, Minorsky e Jackson, pubblicato nel 2014. Entrambi i libri di testo descrivono in dettaglio come funziona il nostro sistema immunitario ed entrambi dicono più o meno la stessa cosa.

I NOSTRI CORPI HANNO DUE METODI PER DIFENDERSI DALLE MALATTIE
Le nostre difese innate sono rappresentate dalla nostra pelle e il nostro muco. Siamo nati con queste cose e rendono difficile l’ingresso di vari agenti patogeni come batteri, virus e parassiti multicellulari nel nostro corpo. I nostri corpi hanno anche un sistema immunitario che riconosce e attacca tutti gli agenti infettivi che riescono a superare le nostre difese innate.

Il nostro sistema immunitario è davvero sofisticato e negli individui sani funziona abbastanza bene. Supponiamo che un qualche tipo di agente patogeno superi le difese innate del corpo e inizi a infettare le cellule all’interno dell’ospite. In tal caso, il corpo dell’ospite, a sua volta, inizierà a produrre anticorpi che attaccheranno specificamente l’agente patogeno invasore. Il corpo continuerà a produrre anticorpi fino a quando l’ospite muore e il corpo del paziente può tornare alla normalità.

La parte migliore è che, anche dopo che l’infezione attiva è finita, il corpo dell’ospite manterrà la memoria degli anticorpi che ha prodotto durante l’infezione. Quindi, se la persona precedentemente infetta incontra nuovamente l’agente patogeno, il corpo avrà immediatamente gli anticorpi per uccidere l’agente patogeno. Raramente si ammalano di nuovo e, se lo fanno, è generalmente molto lieve.

Anche il Wall Street Journal, totalmente dalla parte dei vaccini, ha pubblicato un articolo su questo di recente.
Di solito, il WSJ lascia i suoi articoli sulla Pagina delle opinioni per circa una settimana. Tuttavia, entro ventiquattro ore, il WSJ ha seppellito questo articolo sull’immunità naturale.

Ad ogni modo, l’articolo del WSJ discute l’immunità della mucosa contro l’immunità interna. L’autore (un neurologo) afferma che mentre i vaccini stimolano l’immunità interna, non fanno nulla per affrontare l’immunità della mucosa. I virus non penetrano negli organi dell’ospite, motivo per cui la maggior parte delle persone vaccinate non si ammala davvero. Ma i virus vivono e si riproducono ancora in bocche e passaggi nasali ricoperti di muco. Ecco perché le persone vaccinate senza sintomi stanno ancora diffondendo il Covid. Tuttavia, quelli di noi che si sono ripresi hanno sia l’immunità mucosale che interna.

Nel caso avessi bisogno di ulteriori prove dell’efficacia dell’immunità naturale.
Uno studio israeliano ha mostrato di recente che le persone vaccinate avevano 13 volte più probabilità di contrarre l’infezione e 27 volte più probabilità di avere infezioni sintomatiche rispetto alle persone con immunità naturale.

Alex Berenson ha pubblicato queste informazioni su Twitter il 25 agosto e la piattaforma lo ha bandito in modo permanente il 28 agosto. Tuttavia, i professionisti medici stanno iniziando a fare rumore al riguardo, come Martin Kulldorff, un epidemiologo di Harvard. Si spera che più persone inizino ad ascoltare.

I benefici dell’immunità naturale non dovrebbero essere così scioccanti come sembrano.
Dopotutto, lo osserviamo da molto tempo con altre malattie. Un esempio calzante: quando ero bambino, tutti avevano ancora la varicella. Abbiamo tutti perso la scuola e il personale e’ stato a casa per circa una settimana. Sono il più grande di otto figli e penso che il vaccino sia uscito quando i miei fratelli più piccoli erano bambini. Ma so che i quattro di noi più grandi si sono presi la varicella.

Uno dei miei fratelli l’ha presa due volte. La prima volta, l’ha presa quando mi sono ammalato io. Siamo stati piuttosto male per alcuni giorni e abbiamo avuto un’eruzione cutanea che ha coperto i nostri corpi per circa una settimana. Non ho mai più avuto la varicella. Tuttavia, mio ​​fratello la prese una seconda volta a scuola. Ha avuto solo una leggera febbre per un giorno e quattro o cinque vesciche la seconda volta.

Nulla di ciò che ho detto sopra è anche lontanamente controverso.
In effetti, se si guarda alla storia del vaiolo, i documenti risalgono a ben oltre 2000 anni fa che i sopravvissuti al vaiolo hanno curato i malati. Anche allora, era risaputo che i sopravvissuti non si sarebbero ammalati di nuovo.

Ora, il vaiolo è esattamente uguale al Covid? No, non esattamente. La storia dell’eradicazione del vaiolo è sorprendente. Da allora, continuiamo a sperare di poter distruggere ogni malattia con i vaccini. Ma questo non è necessariamente realistico. Per cominciare, il vaiolo non ha ospiti animali registrati. Ciò significa che, una volta eliminato negli umani, non c’è più. Il Covid, indipendentemente dal fatto che abbia avuto origine negli animali o in un laboratorio, è noto per vivere in molte specie animali diverse. Non se ne andrà mai davvero. Gli umani probabilmente avranno il sopravvento sulla malattia. Ma vivrà e si evolverà sempre all’interno di una varietà di ospiti animali.

Non è il momento di disperare.
Quindi, dovremmo tutti alzare le mani per la disperazione per il fatto che c’è una nuova malattia, che difficilmente verrà mai debellata, in mezzo a noi? No. Conviviamo da millenni con i virus del raffreddore e dell’influenza. Non verranno sradicati perché mutano rapidamente e hanno una varietà di ospiti.

Non sto cercando di essere insensibile alle persone che hanno sofferto di Covid. E, poiché ora sembra generalmente accettato che il Covid abbia avuto origine in un laboratorio, non sto nemmeno cercando di minimizzare le menti assolutamente malvagie coinvolte nel rendere questa malattia quello che è. Ma viviamo con le malattie da millenni. Possiamo imparare a convivere anche con questa.

Alcune persone si sentono totalmente a proprio agio con i nuovi vaccini mRNA.
Personalmente, non sono a mio agio con l’mRNA. Ma non cercherò di far cambiare idea a nessuno. Ho avuto il Covid e ho l’immunità naturale. Ero estremamente a basso rischio di complicazioni da Covid. (Alla fine dei miei trent’anni, vicino al mio peso ideale, e nessuna carenza vitaminica eccezionale.) E infatti, mi sono sentito male solo per circa un giorno.

Non ho mai avuto febbre o sintomi respiratori. Ho avuto dolori per circa ventiquattro ore e il giorno dopo ero stanco. Il mio senso del gusto e dell’olfatto sono scomparsi, motivo per cui ho fatto il test. Non sono tornati, il che è deprimente perché amo il buon cibo, ma posso farne a meno. Nessun bambino su questo pianeta dovrebbe perdersi una partita o un incontro con gli amici perché non riesco più a godermi il caffè come si deve.

Per chiunque sia esitante nei confronti del vaccino ma ancora preoccupato per la malattia stessa, ci sono molte altre opzioni di trattamento. Ancora una volta, l’umanità ha trattato la malattia per molto tempo prima che entrassero in scena i vaccini. Alcuni dei primi medici a curare i pazienti Covid hanno formato la Front Line Covid-19 Critical Care Alliance per sviluppare e condividere opzioni di trattamento a basso costo. Questo articolo parla della gestione dei sintomi del Covid a casa per chi non è abbastanza malato da richiedere il ricovero.

Questo non è un argomento a favore o contro i vaccini.
Se nessuno fosse disposto a provare qualcosa di nuovo, non faremmo mai progressi. Ma le prove devono essere fatte da individui pienamente informati e consenzienti. Non è quello che sta succedendo. Quello che abbiamo ora è la coercizione.

Sto cercando di argomentare contro la paura e l’isteria. Voglio incoraggiare chiunque, a rivisitare i tuoi vecchi libri di testo. C’è troppa paura là fuori. Siamo distratti da una malattia per cui il 99,5% delle persone infette sotto i 55 anni sopravviverà mentre veniamo privati dei nostri diritti ​​​​e la nostra reputazione internazionale di essere competenti e affidabili cade a pezzi.

Non lasciarti inghiottire dalla paura. Le stesse cose che per lo più ci hanno mantenuto in salute in passato, ci manterranno principalmente in salute ora. Mangia cibo nutriente, fai esercizio regolarmente e prendi il sole.

Questo significa che se sei sano, non ti accadrà mai nulla di terribile? Certo che no, così come obbedire a tutte le regole del traffico non impedirà necessariamente ad un ubriaco di venirti addosso. Non possiamo eliminare il rischio nelle nostre vite.

Come costruirai la tua resilienza e forza mentale?
La resilienza e la forza mentale sono una parte enorme della preparazione. Tornando ai primi principi, educare te stesso ti aiuterà ad acquisire fiducia nelle tue decisioni. La fiducia ti aiuterà a resistere alla marea crescente di follia che vediamo nel mondo. Sei sicuro della tua preparazione? Ti sei rieducato strada facendo?

Non è il momento di cedere alla paura. Ora è il momento di essere forti.

Fonte

naturalimmunityfb-764x400-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €