Archivi Blog

Kanye ha letteralmente confermato che sua madre è stata sacrificata dall’élite di Hollywood

In un recente video, Ye ha confermato apertamente che sua madre è stata sacrificata dall’élite per “traumatizzarlo”. Ha aggiunto che questi sacrifici sono accaduti a numerose celebrità del settore.

Una delle “teorie” più controverse discusse su questo sito è che le celebrità devono sacrificare una persona a loro vicina per raggiungere un livello più alto nell’industria dell’intrattenimento. Nel corso degli anni, ho citato numerosi esempi di morti bizzarre che si verificano proprio quando una star diventa una superstar, che si tratti di un genitore, di un fratello o di un caro amico.

Una di loro è la madre di Ye, Donda West, che ha perso la vita in circostanze estremamente misteriose nel 2007, a seguito di un intervento di chirurgia plastica a Los Angeles. Poco dopo questa traumatica perdita, la carriera di Ye ha raggiunto nuove vette vertiginose e la sua relazione con Kim Kardashian lo ha reso un nome familiare in tutto il mondo.

Tuttavia, nonostante questo successo, era chiaro che Ye non era in pace con la morte di sua madre. In numerose occasioni ha espresso senso di colpa e rammarico accusando le persone coinvolte nell’intervento di negligenza e persino di omicidio.

Mentre queste allusioni al sacrificio della madre erano piuttosto velate e vaghe, Ye ora è ufficialmente una mina vagante. Ecco un video in cui afferma apertamente che la morte di sua madre è stata un sacrificio compiuto dall’élite per “traumatizzarlo”.

Nel video, Ye dice apertamente che sua madre è stata sacrificata. Menziona anche il padre di Michael Jordan, il figlio di Bill Cosby e il figlio del dottor Dre, tutti morti in strane circostanze. Ye aggiunge che, a Hollywood, “molte persone risultano scomparse”. Questo è un fatto.

Quindi, Ye menziona artisti come Meek Mills, Puffy e Boosie Badazz che sono ridotti al silenzio perché l’élite può facilmente mandarli in prigione a causa di crimini che hanno commesso in passato. Contrariamente a loro, Ye crede che la sua fedina penale pulita gli permetta di dire quello che vuole senza essere mandato in prigione.

Spero che abbia ragione. Ma quelli che non possono essere mandati in galera a volte vengono suicidati.

Ancora una teoria del complotto?

Mentre, per la persona media, la teoria dei sacrifici delle celebrità sembra completamente folle, ha perfettamente senso nel mondo contorto dell’élite occulta. Le celebrità che provengono dalle masse profane devono giurare piena fedeltà all’élite occulta per godere della fama e della fortuna fornite dal loro sistema. E quale modo migliore per raggiungere questo obiettivo se non sacrificare qualcuno che è vicino a loro? Come ha detto Ye, questo viene fatto per “traumatizzare”.

Nel caso di Ye, sua madre era la scelta ovvia per un sacrificio. Per capire l’importanza di Donda West per Ye, basta guardare Jeen-Yuhs su Netflix. Questo documentario, basato su decenni di filmati grezzi di Ye girati dal suo amico Coodie Simmons, racchiude perfettamente l’immenso ruolo di Donda nella vita del rapper. Donda non era solo una madre amorevole, ma anche fortemente coinvolta nella sua carriera. A giudicare dal filmato di Jeen-Yuhs, è stata determinante nel mantenere il chiassoso Ye radicato nella realtà e concentrato su sani valori cristiani.

Sacrificando sua madre, l’élite di Hollywood ha tagliato l’importantissimo legame di Ye con il “mondo reale”, traumatizzandolo nel peggior modo possibile. È stato introdotto nella bolla malata e contorta di Hollywood completamente distaccato, consentendo ai suoi gestori di avere il pieno controllo su di lui.

Come visto nel mio precedente articolo, Ye sta chiaramente tentando di staccarsi dai suoi gestori e li sta persino chiamando per nome. Abbiamo bisogno di più Ye nel settore.

Fonte

leadye

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Kanye ha rivelato che il “Personal Trainer” di Hollywood Harley Pasternak è un gestore MK?

Ye ha recentemente postato sui social media un sms che ha ricevuto dal suo “personal trainer” Harley Pasternak. E non si trattava di consigli sportivi. Pasternak ha minacciato di istituzionalizzare Ye e di farlo impazzire con un trattamento farmacologico. Sono le parole di un “personal trainer”… o di un gestore MK?

Anche il percorso caotico di Ye (precedentemente noto come Kanye West) nell’industria dell’intrattenimento è rivelatore. I bizzarri eventi e le controversie che circondano il rapper, combinati con la sua natura schietta, hanno fornito rari scorci sul lato oscuro di Hollywood. E, nel suo ultimo sfogo, Ye ha esposto un altro fatto importante: un gran numero di celebrità è letteralmente controllato mentalmente da potenti manipolatori. E lo sa perché è uno di loro.

Il 3 novembre, Ye ha twittato un messaggio di testo che ha ricevuto dal suo “personal trainer” Harley Pasternak. A giudicare dal contenuto di questo messaggio, Pasternak ha molto potere su Ye. Apparentemente ha il controllo totale della sua vita. Per citare una delle canzoni di Ye: nessun uomo dovrebbe avere tutto quel potere.

Ecco il tweet.

Nel messaggio di testo, Pasternak minaccia di istituzionalizzare Ye, affermando persino che tornerà a “Zombieland per sempre” (dissociazione indotta da droghe e traumi). Ovviamente, quelle non sono le parole di un normale personal trainer. Queste sono le parole di un gestore che esercita un potere estremo su una celebrità che sembra essere follemente ricca e influente.

Il messaggio di testo si riferisce all’internamento di Ye nel 2016, dove è stato ammanettato e ricoverato di forza al Ronald Reagan UCLA Medical Center.

Il titolo di TMZ quando Ye è stato ricoverato con la forza.

Indovina dov’era quando è successo? A casa di Harley Pasternak. Indovina chi ha chiamato le autorità perché Ye stava “agendo in modo irregolare”? Harley Pasternak.

La casa a cui hanno risposto i vigili del fuoco e la polizia è di proprietà di Harley Pasternak, un personal trainer di celebrità. Pasternak è stato visto uscire di casa lunedì sera, ma non ha voluto commentare su West.
NBC Los Angeles, “Il rapper Kanye West ricoverato in ospedale a Los Angeles dopo aver annullato il Saint Pablo Tour

Le droghe e i “trattamenti” somministrati a Ye durante il suo internamento erano così forti che, secondo quanto riferito, ha subito una perdita di memoria nei mesi successivi. Come spiegato negli articoli precedenti, questo “sintomo” è un segno distintivo della programmazione in stile MKULTRA che utilizza la terapia con elettroshock.

Dopo questo calvario, Ye non è più stato lo stesso. E, nel messaggio di testo sopra, Pasternak ha minacciato di rimandare Ye in questa camera degli orrori. Come può un “personal trainer” esercitare un tale potere su un individuo? È possibile solo quando l’allenatore è effettivamente un handler.

GESTORE DI CELEBRITA’

Nel corso degli anni, Harley Pasternak ha lavorato con un lungo elenco di celebrità, molte delle quali sono state discusse su questo sito per essere schiave dell’industria come Lady Gaga, Megan Fox, Ariana Grande, Rihanna, Jennifer Hudson e Gwen Stefani.

Un altro suo cliente degno di nota fu Brittany Murphy, che morì in circostanze misteriose. Un altro suo importante cliente fu Mac Miller, anch’egli morto in circostanze misteriose.

Poco dopo la morte di Mac Miller per “overdose”, Pasternak ha detto ai mass media che il rapper non era depresso o suicida. È molto coinvolto nella vita di queste persone.

Pasternak ha anche lavorato con Ellen Page (che è diventata un uomo transgender), Megan Fox (che beve sangue durante i rituali), Miley Cyrus (una schiava MK star bambina), Katy Perry (una schiava dell’industria) e, naturalmente , Kim Kardashian (la polena della congrega più importante di Hollywood).

In breve, Pasternak sembra essere un legame tra le star di Hollywood e l’élite occulta che cerca di controllarle. Quale migliore copertura per un’operazione del genere se non un “personal trainer”?

Più di un personal trainer

Dal 2005 al 2007 Pasternak ha lavorato presso il Dipartimento della Difesa Nazionale del Canada, più precisamente presso il Defence and Civil Institute for Environmental Medicine (DCIEM).

Il DCIEM studia la risposta cognitiva e psicologica degli esseri umani alle droghe e ad altri stimoli per creare soldati migliori. Alcuni degli obiettivi del DCIEM sono:

Integrazione dei sistemi umani
Prestazioni umane in ambienti stressanti
Simulazione e modellazione dell’essere umano in sistemi militari complessi
Questioni umane al comando e al controllo
Prestazioni di squadra e comportamento collaborativo
Psicologia dell’intento doloso
Fattori sociali e culturali che influenzano il comportamento

Nel video seguente, Pasternak spiega come ha studiato gli effetti di potenti droghe sui soldati mentre lavorava per il governo canadese.

Pasternak ha detto:

“Lavorando per l’esercito, non ero governato dalle stesse leggi della persona tipica, quindi potevo osservare l’impatto di certe droghe che non sono cose di tutti i giorni.”

È proprio in quei programmi militari segreti che operano al di fuori della legge che hanno luogo gli esperimenti in stile MKULTRA.

Per coincidenza, è questo ramo dell’esercito canadese che negli anni ’50 e ’60 ha notoriamente concesso sovvenzioni al dottor Ewan Cameron per condurre ricerche su … MKULTRA.

Secondo il governo canadese, circa 80 pazienti dell’Allan Memorial Institute sono stati sottoposti a depatterning. Il trattamento consisteva nel sottoporre i pazienti a un periodo di sonno prolungato per diversi giorni attraverso la somministrazione di barbiturici (farmaci che deprimono il sistema nervoso centrale) e LSD. Questa è stata seguita da dosi massicce di terapia con elettroshock nel corso di diverse settimane, riducendo infine i pazienti a uno stato infantile.
– The McGill Tribune, Declassified: Mind Control at McGill

Questo suona come il tipo di “trattamento” subito da Ye quando è stato ricoverato forzatamente. Il calvario lo ha lasciato con una grave perdita di memoria e lo ha cambiato per sempre. Molte altre celebrità che sono stranamente “ricoverate” o mandate in “riabilitazione” subiscono una simile riprogrammazione.

CONCLUDENDO

Pubblicando un semplice messaggio di testo, Ye ha rivelato un fatto importante su Hollywood: diverse celebrità sono attaccate a gestori che fungono da collegamento tra loro e l’élite occulta che possiede Hollywood. Questi gestori sono profondamente radicati nella vita di queste celebrità ed esercitano un grande potere su di loro. Se necessario, questi gestori possono “punire” queste celebrità nei modi più crudeli possibili.

In articoli precedenti, abbiamo visto esempi di tali individui. Ad esempio, dopo la bizzarra morte di Whitney Houston, il losco gestore di Hollywood Raffles Van Exel è stato identificato come un’influenza potente (e distruttiva) sulla sua vita (ha effettivamente ammesso di aver rimosso le prove dalla sua camera d’albergo dopo che è stata trovata morta).

Sam Lutfi, un altro “insider” che si nasconde tra numerose celebrità, è stato profondamente coinvolto nelle vite personali di Amanda Bynes e Britney Spears proprio quando hanno avuto un’esaurimento nervoso. Si diceva anche che fosse una figura di controllo che non esitava a ricorrere alle minacce quando queste celebrità disobbedivano.

Harley Pasternak sembra svolgere un ruolo simile a molte altre celebrità. La sua minaccia di far internare Ye e “mandarlo fuori di testa” è una chiara indicazione che il suo ruolo va ben oltre la forma fisica. Il fatto che abbia persino menzionato i suoi figli suggerisce l’immenso controllo che ha sulla vita personale di Ye e la crudeltà di cui è capace.

Immagino che questo sia ciò che accade quando il tuo “personal trainer” ha un background nella guerra psicologica e nello studio di potenti droghe sui soldati. Perché, in un certo senso, queste celebrità non sono altro che soldati… sul campo di battaglia della guerra culturale.

Fonte

leadpasternak

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Foto simboliche del mese (Ottobre 21)

In questa edizione di FSDM: The Rock, Halsey, Bad Bunny, Kanye West e altre star dimostrano di essere di proprietà dell’élite occulta attraverso un simbolismo sottile e palese.

Halsey è praticamente un appuntamento fisso su FSDM perché quasi ogni singola cosa che fa è contaminata dal simbolismo occulto dell’élite. È persino riuscita a trasformare la sua gravidanza in uno strano rituale.

In questo post di Instagram, c’è un pentagramma che copre un occhio, creando un evidente segno di un occhio che tutto vede. La didascalia dice: “Sei una strega buona o una strega cattiva?”. Questa è pura immondizia d’élite occulta.

In un post precedente, Halsey è raffigurata come un cyborg con un computer al posto del cervello. Un ottimo modo per rappresentare uno schiavo dell’industria.

Anche Bad Bunny è spesso presente in FSDM poiché è chiaramente stato “scelto” per spingere la spazzatura dell’élite occulta nell’industria della musica latina.

Bad Bunny fa un grande, grasso, inconfondibile segno di un occhio che tutto vede sulla copertina della rivista Allure.

Nel servizio fotografico, Bunny indossa una gonna, per soddisfare l’agenda di confusione del genere. Guarda anche i suoi piedi. Ha degli zoccoli…

… non diversamente dalle rappresentazioni classiche dell’ermafrodita Baphomet.

Come al solito, il mese scorso il segno di un occhio è stato diffuso su tutti i mass media. È così che le celebrità mostrano sottomissione all’élite occulta. Ecco alcuni esempi.

Non diversamente da sua sorella Billie Eilish, Finneas e’ sotto la proverbiale luce dei riflettori, apparendo persino in ogni singolo evento o causa sponsorizzata dall’élite. In questa foto della rivista VMAN, Finneas ti fa sapere che è schiavo dell’elite.

Un paio di decenni fa, Dwayne Johnson era conosciuto come “The Rock” e faceva wrestling. Ora, è solo un altro strumento dell’agenda dell’élite. In questa foto di Vanity Fair, un Johnson dall’aspetto triste fa il segno dell’occhio che tutto vede.

downmagaz.net

Un David Grohl dall’aspetto triste mostra il segno dell’occhio che tutto vede usando i capelli posizionati strategicamente. Questo è il prezzo da pagare per essere una delle poche rockstar ancora in qualche modo rilevanti nei mass media di oggi.

Questo è Gong Yoo, una delle star di Squid Game, la serie di successo di Netflix piena di messaggi sull’élite. Faresti meglio a credere che le stelle di questa serie saranno utilizzate dall’élite. Qui, Yoo mostra un sottile segno di un occhio che tutto vede sulla copertina di Marie Claire Korea.

E un altro, per essere sicuri di capire che non c’è niente di casuale in questo.

L’agenda è così pervasiva che ha assolutamente bisogno di imporsi in franchise noti, distorcendo completamente ciò che li ha resi popolari in primo luogo.

C’è una nuova serie Tv su Chucky ed è particolarmente adatta ai giovani. Non sorprende che la storia principale ruoti attorno a un giovane che è “fluido rispetto al genere”. Il segno con un occhio sul poster ufficiale conferma che questa serie è conforme all’agenda dell’élite.

Un altro franchise rovinato dall’agenda dell’élite è Superman. La DC Comics ha recentemente annunciato che Jon Kent, il figlio di Superman, è bisessuale. Inoltre, combatterà il cambiamento climatico, protesterà contro la deportazione dei profughi e avrà una relazione con un uomo. Per rispettare pienamente l’agenda, anche il motto di Superman è stato modificato. Invece di “Verità, giustizia e modo americano”, ora è “Verità, giustizia e un mondo migliore”. In altre parole, via il patriottismo, dentro il globalismo.

Anche Playboy ha bisogno di spingere gli ordini del giorno. L’intrattenimento non esiste più. Questa è la copertina dell’ultimo numero della rivista con il “beauty influencer” Bretman Rock. Vogliono davvero che il mondo veda gli uomini vestiti con abiti da donna.

La “rivista per gentiluomini” ha postato anche questo “costume di Halloween” su Instagram. A giudicare dai commenti, la gente lo odia. Certo. Questo non è ciò che il pubblico target di questa rivista vuole vedere. Ma questo non è più importante.

A proposito di rovinare Halloween, ecco un tweet ridicolo ed estremamente inutile dell’ADL (Anti-Defamation League). Perché l’ADL controlla i costumi dei bambini? Non ci sono cose più importanti di cui occuparsi? La parte più ridicola di questo tweet è l’ADL che disapprova i costumi che “perpetuano le norme di genere”. In altre parole, sono contro le ragazze che indossano costumi da ragazza e i ragazzi che indossano costumi da uomo, riportandoci indietro all’onnipotente programma di sfocatura di genere.

Nelle ultime settimane, alcune delle più grandi star del mondo ci hanno mostrato chiaramente che lavorano per un’élite satanica.

Megan Thee Stallion ha pubblicato questa sua foto nei panni del diavolo per promuovere il suo prossimo video. Non citarmi su questo, ma sono abbastanza sicuro che il video sarà satanico.

In un post su Instagram, Kylie Jenner ha posato nuda e coperta di sangue. Questo è un tema ricorrente nei media dell’élite occulta. Riflette la sua malsana ossessione per i rituali del sangue, il cannibalismo e la follia a tutto tondo.

Kanye West è stato recentemente sorpreso a camminare indossando una maschera protesica di una donna bianca. In combinazione con il fatto che ha recentemente cambiato legalmente il suo nome in Ye, il rapper sta inviando, ancora una volta, vibrazioni MK ULTRA.

In una recente esibizione, Ye indossava una maschera simile a quelle indossate alle famigerate feste degli Illuminati Rothschild. La didascalia afferma che Ye ha effettivamente rappato attraverso la maschera, rendendo confusa la sua performance. Ovviamente il messaggio della maschera è più importante del messaggio della sua musica.

Quando non indossa maschere inquietanti, Ye è stato visto sfoggiare il taglio di capelli più brutto della storia umana. In reazione a questo disastro, Chris Brown ha scritto che Ye ha subito un “taglio di capelli punitivo”. C’è del vero nella battuta di Brown. Kanye è nel “rituale di umiliazione” dell’élite da quando è uscito dal suo ricovero forzato alcuni anni fa.

Fonte

dwayjohnson-e1635188801317

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il significato occulto di “Donda” di Kanye West

L’attesissima uscita dell’album “Donda” di Kanye è stata preceduta da tre “feste di ascolto” piene di simbolismo. Ecco uno sguardo al significato occulto di questo circo rituale.

Fin dall’inizio di Neovitruvian, ci sono stati articoli su Kanye West. Il motivo: è chiaramente impigliato nella rete dell’élite occulta e, con il passare degli anni, diventa solo più ovvio. E, quando è stato ammanettato e mandato con la forza all’UCLA Medical Center nel 2016 per sottoporsi a “ricovero psichiatrico involontario”, non è più stato lo stesso.

In effetti, da quel bizzarro evento e dai mesi di recupero che ne sono seguiti, Kanye è stato circondato da un’aura di confusione che sembra influenzare ogni aspetto della sua vita, inclusa la sua musica. E Donda è un perfetto esempio di quella confusione. Mentre questo album consiste principalmente di canzoni cristiane, la raffica di simbolismo che lo circonda punta direttamente all’élite occulta.

Il rilascio di Donda è stato preceduto da tre “feste di ascolto” che erano in realtà eventi enormi che si sono svolti negli stadi. Erano tutti pieni di simbolismo rituale che rivelava l’oscura verità dietro gli inni cristiani di Kanye. Per capire quel simbolismo, dobbiamo prima capire il contesto generale dietro di esso.

UNA RETE AGGROVIGLIATA

Kanye con sua madre Donda West.

L’album Donda prende il nome dalla madre di Kanye che morì in strane circostanze nel 2007. Donda West, che aveva 58 anni, perse inaspettatamente la vita un giorno dopo aver subito una liposuzione, un’Addominoplastica e una riduzione del seno. È morta a casa il giorno successivo a seguito delle complicazioni dell’intervento.

“Il giorno dopo i suoi interventi chirurgici, la madre di West avrebbe “avuto mal di gola, dolore e tensione al petto, prima di collassare in prima serata. Un amico a casa ha chiamato il 911 e la West è stata portata in ospedale, dove è stata dichiarata morta al pronto soccorso”. Donda è morta il 10 novembre 2007”.
– Bazaar, Kanye West ha appena annunciato che il suo nuovo album è legato alla morte di sua madre

Dopo tutti questi anni, un alone di mistero circonda ancora la morte di Donda. La vera causa della sua morte non è mai stata determinata in modo definitivo e le varie parti coinvolte nella morte (in particolare il chirurgo plastico Jan Adams) sono state tutte accusate di averla uccisa.

Queste bizzarre circostanze hanno contribuito alle voci sempre più intense secondo cui Kanye avrebbe sacrificato sua madre per la continua fama nel settore. Donda non era solo la madre di Kanye, ma era anche la sua manager che era attivamente coinvolta in tutti gli aspetti della sua carriera. Dopo la sua morte, alcuni hanno notato che il lavoro di Kanye è stato infuso di immagini occulte.

Sebbene sperimentare la morte di un genitore sia una parte triste ma naturale della vita, non c’era nulla di “naturale” nella morte di Donda. E questa cosa sembra consumare dall’interno Kanye ogni giorno.

In un’intervista del 2015 con Q Magazine, a Kanye è stato chiesto cosa ha sacrificato per il successo. La sua risposta: “Mia mamma”. Ha aggiunto:

“Se non mi fossi trasferito a Los Angeles, sarebbe viva. Non voglio andare troppo lontano perché mi farà piangere”.

Questo senso di colpa sembra aver influito profondamente sulla salute mentale di Kanye. E, da allora, è solo sprofondato più a fondo nel mondo oscuro dell’élite occulta. A peggiorare le cose, è diventato uno dei tanti uomini che sono usciti distrutti dopo la sua associazione con il clan Kardashian. Dopo il suo “ricovero psichiatrico involontario”, le persone a lui vicine hanno affermato che Kanye ha sofferto di perdita di memoria per mesi, il che significa che ha subito trattamenti estremi come la terapia con l’elettroshock.

Lo stesso Kanye ha affermato di essere nel “luogo sommerso” – un riferimento al film Get Out in cui il personaggio principale viene ipnotizzato e si dissocia con la realtà. In breve, tutto fa pensare che sia sotto controllo mentale usando le tecniche MKULTRA.

L’anno scorso, Kanye ha chiarito che voleva staccarsi dai Kardashian. Ha persino accusato la famiglia di aver tentato di rimandarlo in “ricovero psichiatrico involontario“.

Si è staccato dai Kardashian e dall’élite occulta in generale? Il simbolismo di Donda punta fortemente al NO.

COPERTINA SIMBOLICA
Tutto di Donda potrebbe essere interpretato in due modi opposti. A prima vista, l’album sembra essere un tributo alla madre di Kanye. Tuttavia, l’intro dell’album – che è solo qualcuno che ripete il nome Donda innumerevoli volte – è immediatamente scoraggiante. In effetti, sembra che qualcuno stesse cercando di tormentare un Kanye pieno di sensi di colpa per la morte di sua madre.

La maggior parte delle canzoni di questo album potrebbe essere caratterizzata come rap cristiano. Tuttavia, quasi tutto il simbolismo che lo circonda punta direttamente ai modi satanici dell’élite occulta che controlla Kanye.

La copertina di Donda è ispirata a un dipinto di Louise Bourgeois sulla maternità.

Louise Bourgeois è una delle artiste preferite dell’élite occulta e le sue opere (spesso inquietanti) si trovano in luoghi di potere.

Tony Podesta ha una scultura di Louise Bourgeois all’interno della sua casa. Chiamata “Arco dell’isteria”, la scultura raffigura la reazione fisica più estrema quando si subisce un trauma intenso o, secondo alcuni, una possessione demoniaca. Chi non la vorrebbe nel proprio salotto?

Per anni, i ragni giganti della Bourgeois sono stati esposti in tutto il mondo, di fronte agli edifici preferiti dell’élite. Il nome della scultura: Maman (madre).

LE FESTE DI ASCOLTO
Poco prima dell’uscita di Donda, Kanye ha ospitato tre “feste di ascolto” e il simbolismo che circondava questi eventi era altamente ritualistico.

Il primo evento riguardava il colore rosso.

Il primo degli eventi era minimalista. Riguardava Kanye completamente vestito di rosso. Nel contesto rituale di questi eventi, il colore rosso simboleggia il sacrificio che precede la trasformazione occulta.

Il secondo evento riguardava il colore nero.

Come visto in innumerevoli articoli in passato, il colore nero segue sempre il colore rosso nell’ “intrattenimento” rituale. Rappresenta la fase finale del rituale occulto, la trasformazione finale.

Durante questo evento, Kanye vestito di nero è stato ritratto come un prigioniero. Il palco consisteva in un materasso sul pavimento e un paio di pesi. Per inciso, Kanye viveva in una stanza simile a una cella all’interno dello stadio durante la settimana dell’evento. In breve, l’intera faccenda sembrava riferirsi a quando Kanye era costretto al ricovero psichiatrico.

Schiavo MK.

Mentre i primi due eventi erano piuttosto minimalisti nel loro approccio, il terzo e ultimo, che si è svolto nella nativa Chicago di Kanye, era molto piu’ sfarzoso. Non e’ stato niente di meno che un enorme rituale.

Lo stage del terzo evento.

Il palcoscenico dell’evento finale era fondamentalmente un dipinto vivente. Era incentrato su una rappresentazione della casa d’infanzia di Kanye West con un enorme crocifisso, trasformandola in una sorta di cappella. Quella cappella era circondata da una barricata attorno alla quale correvano incessantemente persone vestite di nero (che rappresentavano le masse?). L’intera scena era circondata da SUV neri che circolavano, simili a quelli usati dal governo americano.

In breve, tutto in questa scena indica uno stato di polizia oppressivo. Al centro di tutto questo trambusto c’è un’umile cappella. Kanye sta cercando di dire che il cristianesimo è assediato da forze oppressive?

Beh, non è così semplice. Come detto sopra, tutto ciò che riguarda questo evento può essere interpretato in due modi opposti. Questa casa è davvero una cappella? O è il luogo di un rituale occulto mascherato da cappella… e che è effettivamente protetto dai poteri forti?

Una risposta può essere trovata nelle persone che gironzolano per quella casa.

In piedi sotto il portico: Marilyn Manson, Shenseea, DaBaby e Kanye.

In questo dipinto vivente, queste celebrità non erano lì per esibirsi. Sono stati selezionati per stare di fronte a quella casa per ciò che rappresentano. Cominciamo con Marilyn Manson. Cosa rappresenta?

Manson con il fondatore della Chiesa di Satana Anton Lavey. Manson era molto coinvolto in questa organizzazione.

Si potrebbe scrivere un intero libro sull’immaginario occulto e satanico nell’opera di Marilyn Mason. È al centro della sua arte e anche della sua vita personale.

La copertina del secondo album di Marilyn Manson “Antichrist Superstar”.

Inoltre, negli ultimi anni, Manson è stato accusato da numerose donne di abusi fisici, psicologici e sessuali. La sua ex compagno Evan Rachel Wood ha scritto su Instagram:

“Il nome del mio aggressore è Brian Warner, noto anche al mondo come Marilyn Manson. Ha iniziato a provarci quando ero un adolescente e ha abusato di me in modo orribile per anni. Sono stata sottoposta a lavaggio del cervello e manipolata fino alla sottomissione. Ho smesso di vivere nel timore di ritorsioni, calunnie o ricatti.

Sono qui per smascherare quest’uomo pericoloso e denunciare le numerose industrie che gli hanno permesso di farlo, prima che rovini altre vite. Sto con le tante vittime che non taceranno più».

Detto questo, perche’ mettere Marilyn Manson davanti a quella “cappella”? È perché Kanye stava cercando di essere “simile a Cristo” portando i peccatori alla casa di Dio? Non credo davvero che Manson sia lontanamente vicino alla conversione al cristianesimo.

Manson era in piedi su questo portico col suo classico e pesante trucco, il che significava che non era lì come Brian Warner (l’uomo), ma come Marilyn Manson (l’artista) che si soprannomina anche “Antichrist Superstar”. AntiCristo.

Questa “cappella” è davvero il luogo di un rituale satanico?

Un altro ospite in questa cappella è stata la star giamaicana Shenseea. Solo poche settimane fa ho pubblicato un articolo sul suo primo video musicale che era altamente ritualistico e altamente satanico. Inoltre, la madre di Shenseea è morta inaspettatamente poco dopo aver firmato con la Interscope Records, il che ha stimolato le voci sul sacrificio di sua madre per la fama. Non diversamente da Kanye. Insomma, anche il suo essere li’ è un altro forte indizio che questa non è affatto la casa di Dio.

Quando Kanye canta le sue canzoni cristiane di fronte a queste celebrità accuratamente selezionate, in un ambiente oscuro, opprimente, in uno stato di polizia, qualcosa sembra strano. È quasi come se Kanye (e il cristianesimo nel suo insieme) venissero effettivamente derisi.

Anche la merce associata a Donda e’ altamente simbolica.

A sinistra: merchandising Donda con il simbolo di una croce all’interno di un esagramma. A destra: il simbolo della teosofia che include una croce ankh all’interno di un esagramma.

Senza entrare nei dettagli, la teosofia è un movimento occulto ancora molto venerato dall’élite occulta. Un breve sguardo alla letteratura di questo movimento rivela che la sua figura più importante è Lucifero, noto anche come Portatore di Luce.

Il nome della rivista mensile di teosofia era letteralmente “Lucifero”.

Perché Kanye (o chi lo controlla) ha scelto un simbolo chiaramente ispirato a un movimento occulto che ha come figura centrale il “portatore di luce”? Una cosa è certa, c’era una luce intensa nella “cappella” di Kanye.

Ad un certo punto, la casa irradia una luce intensa, suggerendo che al suo interno stia accadendo qualcosa di ultraterreno.

Quindi, Kanye entra e questo e’ quello che accade.

Kanye è avvolto dalle fiamme. L’unica parola che riesco a trovare per descrivere questa scena è “infernale”.

Kanye va in giro letteralmente in fiamme.

Come forse saprai, il fuoco calcina. Riduce tutto in cenere. Nel processo alchemico, questa fase è chiamata “nigredo”. È seguita dall'”albedo” – lo sbiancamento.

In un momento altamente rituale, Kim Kardashian esce indossando un abito da sposa e si impegna in una lenta camminata processionale verso Kanye.

Per qualche ragione, il collo di Kim sembrava essere innaturalmente allungato. C’è stato uno sforzo cosciente per farla assomigliare alla figura “materna” sulla copertina di Donda?

Confronta il collo e la coda di cavallo con Kim Kardashian.

Sposi in un rituale occulto.

Qui c’è ovviamente molta carne sulla brace. Un anno fa, Kanye ha tentato di staccarsi dai Kardashian, accusandoli persino di aver cercato di “rinchiuderlo”. Questa è un’accusa seria. Un anno dopo, in una performance piena di simbolismo occulto, Kim appare in abito da sposa.

Significa che Kim e Kanye, hanno deciso di mettere da parte le loro differenze per il bene della loro famiglia? Sarebbe bello e commovente.

Tuttavia, questo non avrebbe nulla a che fare con il resto dell’evento. In effetti, considerando il contesto altamente occulto e rituale di questa performance, questa scena potrebbe riguardare un messaggio completamente opposto. Dal momento che Kim e Kanye sono già sposati, questa processione riguarda un altro tipo di matrimonio. Si tratta di Kanye che è legato all’élite occulta “finché morte non ci separi”.

Anche il fatto che Kim assomigli stranamente alla figura sulla copertina di Donda è significativo. Quella figura rappresenta la maternità. Kim rappresenta il sistema occulto che ha sostituito sua madre. In breve, l’album è stato dedicato a Donda, ma il simbolismo attorno ad esso celebra in realtà il suo sacrificio.

CONCLUDENDO
Il simbolismo dell’ultima festa di ascolto rappresenta perfettamente Kanye West nel 2021. La sua casa d’infanzia rappresenta le sue origini, la sua famiglia, sua madre e il suo vero io interiore. In cima a quella casa c’è una croce che rappresenta la fede cristiana di cui parla così tanto. Tuttavia, questa è tutta una facciata. Perché quella casa è stata profondamente corrotta. Personaggi del settore come Marilyn Manson (alias Antichrist Superstar) camminano per casa sua come se fossero i proprietari del posto.

Intorno alla sua casa ci sono muri, folle di persone e veicoli del governo. È strettamente controllato dall’élite occulta e dalla struttura di potere che rappresenta. Non può sfuggirgli. E, dopo aver preso fuoco all’interno della sua stessa casa, Kanye sposa ritualmente la madre dei suoi figli, che è il sostituto di sua madre.

Come affermato all’inizio di questo articolo, tutto ciò che circonda Kanye negli ultimi anni è stato pieno di confusione. E, onestamente, non sono sicuro che Kanye sia stato un partecipante consenziente a questo circo occulto o se sia stato costretto a farne parte. Kanye ha dovuto sacrificare Donda una seconda volta per far uscire quell’album?

Fonte

leaddonda

Neovitruvian

La censura dei social media e’ sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Kanye West rivela verita` oscure sulle Kardashian, cerca di scappare dal loro controllo

In uno sfogo su Twitter ora cancellato, Kanye ha affermato che le Kardashian stavano cercando di “rinchiuderlo in un ospedale psichiatrico” e che da anni stava cercando di divorziare da sua moglie. Inoltre, numerosi tweet alludono al segreto più oscuro di Hollywood: l’MKULTRA.

Kanye West si e lasciato sfuggire parecchie rivelazioni riguardanti sua moglie Kim Kardashian, sua madre Kris Jenner e l'intero sistema che le circonda. E, a giudicare dalla severità delle sue accuse, sembra che West stia cercando disperatamente di lasciare Kim Kardashian e di prendere le distanze dalla sua famiglia. Oh, ed e anche in lizza per diventare il Presidente degli Stati Uniti. Cosa sta succedendo?

Per mettere le cose nel contesto giusto, dobbiamo tornare al 2016, quando Kanye West è stato ammanettato e ricoverato forzatamente perche` si “comportava in modo erratico”. È stato inserito nel cosiddetto “5150 Hold”, un codice della California che sta per “fermo psichiatrico temporaneo e involontario di individui che presentano un pericolo per se stessi o per gli altri a causa di segni di malattia mentale”.

Kanye ha trascorso 10 giorni al Reagan UCLA Medical Center e ne è uscito come una persona diversa. Va notato che le schiave dell’industria Britney Spears e Amanda Bynes sono state entrambe ricoverate con l’ordine 5150 presso il Centro medico UCLA di Reagan.

Cosa è successo a Kanye in questi 10 giorni? Mentre c’è un velo di mistero che circonda questo bizzarro episodio, Kanye ha fornito alcuni spunti durante un’intervista con David Letterman.
“Ti ammanettano, ti drogano, ti mettono sul letto e ti separano da tutti quelli che conosci. Quando sei in questo stato, sei iperparanoico su tutto. Tutti – questa è la mia esperienza, hanno esperienze diverse – ora tutti sono attori. Tutto è una cospirazione. Senti che il governo ti sta mettendo un chip in testa. Senti di essere registrato. Senti tutte queste cose. “

Queste cose gli sono realmente successe? Una cosa è certa, Kanye è stato sottoposto ad alcuni trattamenti piuttosto estremi perché ha perso letteralmente la sua memoria per diversi mesi dopo. Infatti, circa quattro mesi dopo il ricovero forzato di Kanye, il suo collaboratore di lunga data Malik Yussef ha fornito alcune importanti informazioni:

“Sono stato a casa sua per circa sei, sette ore, cercando di aiutarlo nel suo percorso di guarigione. La sua memoria sta tornando, il che è super buono. [Sta] solo guarendo, trascorrendo del tempo con la sua famiglia “.

Che cosa è successo a Kanye per fargli perdere la memoria senza riuscire a recuperarla per mesi? Si è sottoposto a “trattamenti” simili a MKULTRA come la terapia ad elettroshock (ECT)?

“La perdita di memoria è l’effetto collaterale principale associato al trattamento con ECT. La maggior parte delle persone sperimenta quella che viene chiamata amnesia retrograda, che è una perdita di memoria degli eventi che hanno portato al trattamento. Alcuni hanno difficoltà a ricordare eventi verificatisi durante le settimane precedenti il ​​trattamento o le settimane successive al trattamento. Altri perdono ricordi di eventi ed esperienze nel loro passato.

La perdita di memoria generalmente migliora entro poche settimane dal trattamento con ECT. Come con i farmaci psichiatrici, nessun professionista o medico può dirti con certezza quale tipo di perdita di memoria sperimenterai, ma praticamente tutti i pazienti sperimentano una perdita di memoria. A volte la perdita di memoria in alcuni pazienti è permanente. “PsychCentral, Risks of Electroconvulsive Therapy (ECT)

Quando Kanye fu dimesso dall’ospedale, aveva i capelli decolorati. Gli schiavi MK sono spesso identificati con capelli biondi o parrucche.

Kanye con i capelli decolorati poco dopo il suo rilascio dall’ospedale.

Da questo episodio, Kanye non è più stato lo stesso. È un altro uomo, coinvolto con le Kardashian ed e nel bel mezzo di una situazione disastrosa. Qualche anno fa, Scott Disick è andato in riabilitazione diverse volte ed e poi scomparso. Bruce Jenner divenne una donna e dopo poco tempo non si e piu sentito parlare di lui. Nel 2015, Lamar Odom (ex marito di Khloe Kardashian) è stato trovato privo di conoscenza in un bordello ed è quasi morto. Nel mio articolo su Odom, ho concluso:
“Quando vieni coinvolto in una famiglia controllata dall’élite occulta, spesso accadono cose brutte. Fai attenzione Kanye. “

Nel 2015, le cose tra Kanye e Kim K erano apparentemente fantastiche. Ma era solo una questione di tempo prima che questa famiglia di succubi lo facesse schizzare via. E, nei giorni scorsi, Kanye ha sostanzialmente confermato tutto ciò di cui ho discusso per anni.

SGANCIANDO BOMBE
Il 19 luglio, Kanye ha tenuto in Carolina del Sud il primo raduno per la sua campagna politica. Ed è stata probabilmente la manifestazione più bizzarra della campagna nella storia degli Stati Uniti. Ma cos’altro ti aspetteresti nel 2020?

In un lungo e talvolta emotivo discorso, Kanye ha trattato un’ampia varietà di argomenti. Ad esempio, Kanye ha parlato di come vorrebbe incontrare George Soros per costruire case in Africa.

“George Soros sa come costruire case. Questo è ciò che vorremmo fare. Mi piacerebbe incontrare George Soros. ”

Se ciò non fosse abbastanza strano, Kanye ha anche urlato “Ho quasi ucciso mia figlia” un paio di volte perché voleva che Kim Kardashian avesse abortito.

Kanye piange mentre parla del quasi aborto di sua figlia North.

Pochi giorni dopo, Kanye ha lanciato truth bombs su Twitter rivolte alle persone più vicine a lui (le ha eliminate circa un’ora dopo). Ecco alcuni screenshot.

In questi tweet, Kanye afferma che Kim stava cercando di “rinchiuderlo con un medico” (riprogrammazione MKULTRA?) Per spingere ulteriormente il suo punto di vista, Kanye confronta la sua situazione con il film Get Out, che parla di uomini neri “reclutati” da una famiglia bianca e tenuti sotto controllo mentale fino a quando non possono essere utilizzati per raccogliere organi e fare trapianti di cervello.

L’intero film si basa sul controllo mentale. In effetti, gli schiavi vengono portati nel “luogo sommerso” (uno stato di completa dissociazione) usando trigger ipnotici, elementi di programmazione neurolinguistica e riferimenti al trauma infantile.

Nel 2018, Kanye ha affermato di essere fuori dal “luogo sommerso” – un chiaro riferimento al controllo mentale. Stanno cercando di riportarlo dentro?

Un tweet del 2018 sul fatto che Kanye è “fuori dal posto sommerso”.

In un altro tweet recente, Kanye afferma che le Kardashian stanno cercando di rimandarlo in psichiatria. Afferma anche che sta cercando di divorziare da anni da Kim mentre chiama Kris Jenner “Kris Jong-Un”. Questo perché è la dittatrice indiscussa della famiglia.

In un altro tweet, Kanye dice a Kris Jenner che non le è permesso di stare vicino ai suoi figli. È piuttosto duro. Che cosa gli ha fatto?

In altri tweet, Kanye accusa Kris Jenner di aver fotografato Kim Kardashian per Playboy e di essere dietro la vendita del suo famigerato sex tape con Ray J.

Un interessante errore di scrittura alla fine del tweet

Kris Jenner fotografa Kim nuda per Playboy.

Come affermato da Kanye, ci sono forti voci secondo le quali Kris Jenner era dietro l’intera faccenda del sex tape di Kim Kardashian.

Nell’aprile 2016, Ian Halperin ha affermato nel suo libro La dinastia Kardashian che Kardashian e sua madre, Kris Jenner, avevano deliberatamente fatto trapelare il sex tape su Vivid Entertainment. Secondo Halperin, “Un comune amico di Kim e Paris Hilton le aveva consigliato che se voleva raggiungere la fama, un sex tape sarebbe stato il modo giusto per procedere … Kim aveva discusso in anticipo dell’idea di produrre un nastro con la sua famiglia … Era Kris, che ha progettato l’affare dietro le quinte [con Vivid Entertainment] ed è stata responsabile del nastro”. Al rilascio del libro, un rappresentante delle Kardashian e di Jenner hanno negato tutte le affermazioni di Halperin

  • Wikipedia, Kim Kardashian, Superstar

In un altro tweet, Kanye ha parlato di Michael Jackson e Tommy Mottola. Mentre questo sembra non avere nulla a che fare con gli altri suoi tweet, l’argomento principale rimane lo stesso: MKULTRA nel settore dell’intrattenimento.

In questo tweet, Kanye fa riferimento alla faida di Michael Jackson con Tommy Mottola che era l’amministratore delegato di Sony. Nel seguente video, Jackson parla della sua disputa finanziaria con la Sony e di come Tommy Mottola controllava la sua ex moglie Mariah Carey.

Sì, hai sentito bene. Michael ha letteralmente detto che “Tommy Mottola è il diavolo”. Fondamentalmente era il gestore MK di Mariah Carey. Jackson ha continuato a spiegare l’estensione del controllo e della sorveglianza di Mottola su Mariah Carey. Circa sette anni dopo, Michael Jackson morì in circostanze molto misteriose.

Pertanto, Kanye teorizzò che Jackson fu ucciso per essersi ribellato a Tommy Mottola e Sony. In breve, Kanye potrebbe sembrare un folle. Ma tutto ciò che ha twittato ha senso quando si capisce il contesto MKULTRA dell’industria dell’intrattenimento.

Risposta delle Kardashian
Kanye ha attaccato sua moglie e sua suocera. Le ha accusate di voler “rinchiuderlo”. Ha esposto come si comportassero da gestori MKULTRA e ha persino affermato che stava cercando di staccarsi da loro. Come rispondi a questo? Bene, le Kardashian hanno fatto una mossa scaltra. Kim ha pubblicato su Instagram un messaggio in cui chiedeva alle persone di essere “compassionevoli riguardo alla salute mentale di Kanye”. In altre parole, dice, nel modo più politicamente corretto possibile: non ascoltarlo, è un pazzo.

“Come molti di voi sanno, Kanye ha un disturbo bipolare. Chiunque ne soffra, sa quanto sia incredibilmente complicato e doloroso da capire. Non ho mai parlato pubblicamente di come ciò ci abbia influenzato a casa perché sono molto protettiva nei confronti dei nostri figli e del diritto alla privacy di Kanye quando si tratta della sua salute. Ma oggi, mi sento di dover commentare a causa dello stigma e delle idee sbagliate sulla salute mentale.

Capisco che Kanye è soggetto a critiche perché è un personaggio pubblico e le sue azioni a volte possono causare opinioni ed emozioni forti. È una persona brillante ma complicata che, oltre alle pressioni di essere un artista e un uomo di colore, ha sofferto la perdita dolorosa di sua madre e ha a che fare con la pressione e l’isolamento accentuati dal suo disturbo bipolare. Coloro che sono vicini a Kanye conoscono il suo cuore e capiscono che le sue parole alcune volte non si allineano con le sue intenzioni. “

In risposta a questo messaggio, Kanye ha twittato:

Vuole veramente farla finita con il suo matrimonio.

CONCLUDENDO
Vedendo tutto ciò, ci si potrebbe chiedere: Kanye è pazzo? E`ovvio che non ste la sta passando bene. Non credo che molte persone farebbero grandi cose dopo essere state forzatamente ricoverate in ospedale e drogate per mesi. Potrebbe essere bipolare, non lo so. Tuttavia, quando si conosce il lato oscuro dell’industria dell’intrattenimento e le sue tendenze alla programmazione MKULTRA, tutto ciò che dice in realtà ha senso. Probabilmente avrebbe più senso per le persone se non fosse incline a divagare e saltare da un argomento all’altro. Ma per coloro che capiscono ciò che sta dicendo, ha perfettamente senso.

Attaccando ferocemente sua moglie e sua suocera (la “Gran Sacerdotessa” di quella famiglia), Kanye sta chiaramente cercando di bruciare ponti e staccarsi dalla congrega Kardashian. Attualmente è nel suo ranch nel Wyoming, lontano da Hollywood. Poco dopo questa chiacchierata su Twitter, Dave Chapelle è andato a trovarlo. Questo cade a pennello perché Chapelle sa che quelli che sono considerati “pazzi” a Hollywood sono spesso i più sani. Guarda questo video di Chapelle che parla di Martin Lawrence:

Fonte


 

Kanye West: Vogliono metterci il microchip

Kanye West ha rilasciato una brutale intervista a Forbes in cui ha affermato che i vaccini sono “il marchio della bestia” e che il vero programma dietro di loro e` un complotto per “impiantarci un chip”.

Gran parte della copertura mediatica dell’intervista è incentrata sul presunto distacco del rapper dal presidente Trump dopo che Kanye ha dichiarato: “Con questa intervista mi sto togliendo il cappello rosso”.

Tuttavia, i suoi altri commenti erano significativamente più incendiari.

Kanye ha rivelato di aver contratto il coronavirus a febbraio ma che non prenderebbe un vaccino se venisse prodotto perché rappresenterebbe “il marchio della bestia”.

“Vogliono impiantarci un chip, vogliono farci ogni sorta di cosa, per non farci attraversare le porte del paradiso”, ha detto il cantante, aggiungendo che questa era “la cosa più triste”.

Mentre presumibilmente sta ritraendo il suo sostegno a Trump, Kanye lo ha descritto come il “presidente che ha permesso a Dio di essere parte della conversazione”.

Durante il fine settimana, Kanye ha annunciato che voleva candidarsi alla presidenza quest’anno, anche se molti hanno reagito suggerendo che questa era solo una trovata per promuovere il suo album.

Il rapper ha negato categoricamente, affermando: “Regalero` il mio album”.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Le strane sincronicita` che circondano la morte di Kobe Bryant

Uno sguardo alle molte “coincidenze” e previsioni inquietanti che circondano la morte prematura di Kobe Bryant all’età di 41 anni.

Kobe era uno di quei atleti che trascendevano i confini del loro sport per diventare icone della cultura pop. Più che una superstar del basket, Kobe era un nome familiare, il tipo che era conosciuto in tutto il mondo. Era la personificazione del successo e della grandezza. Sul campo da basket, ha vinto tutto ciò che era possibile vincere ed era in procinto di trasmettere questa eredità alle sue quattro figlie. Fuori dal campo, ha incassato alcuni dei più redditizi accordi di sponsorizzazione nella storia dello sport ed era a capo di un enorme impero commerciale. Oh, e ha anche vinto un Oscar. E, quando ​​sul suo cammino si sono presentate gravi insidie (ad es. Accuse di stupro nel 2003), è riuscito sempre a rimettersi in piedi. In breve, sembrava che nulla potesse impedire a Kobe di volare in alto … fino a quando non si è schiantato.

Per questi motivi, la morte improvvisa e inaspettata di Kobe Bryant alla giovane età di 41 anni è stata accolta con completo shock e incredulità. E` stato uno di quegli eventi che provocano un’onda d’urto immediata in tutto il mondo. Quell’onda d’urto, tuttavia, si e` sentìta più intensamente nel suo epicentro: Los Angeles.

Alcune ore dopo, lo Staples Center – l’arena in cui Kobe ha fatto la storia – e` stato trasformato in un memoriale di fortuna per l’atleta deceduto. La stessa notte, un importante evento mediatico si è svolto nello stesso luogo: i Grammy Awards 2020.

Questa è una delle tante bizzarre coincidenze che circondano la morte di Kobe Bryant. E ce ne sono molte altre.

La sincronicità è definita come “il verificarsi simultaneo di eventi che sembrano significativamente correlati ma non hanno alcuna connessione causale riconoscibile”.

Carl Jung ha descritto questi eventi come “coincidenze significative”. Credeva anche che avvenissero per un motivo.

Il minimo che si possa dire è che la morte di Kobe è circondata da una misteriosa sincronicità. O era tutto previsto?

Una cosa è certa, esiste una strana connessione tra Kobe e gli incidenti in elicottero. È surreale. Ecco alcuni esempi.

INCIDENTI IN ELICOTTERO

Nel 2011, Kobe ha recitato in un’importante pubblicità costellata di stelle per promuovere le sue scarpe Nike e il suo nuovo alter-ego: Black Mamba. Dopo quasi 6 minuti, la pubblicita` si concludeva con Kobe in lotta con un “boss finale” (interpretato da Kanye West), che fugge in elicottero. Ciò che segue e`… inquietante

Kanye West e` appeso ad un elicottero alla fine della pubblicita` di Black Mamba.

Kobe si rende quindi conto che la palla da basket che sta tenendo in mano in realtà è una bomba. La lancia sull’elicottero

L’elicottero esplode a mezz’aria e si schianta sul campo da basket. L’annuncio termina con il relitto in fiamme.

Nel 2017, Kobe è apparso nello spettacolo di cartoni animati per adulti Chamberlain Heights … e muore letteralmente in un incidente in elicottero

Kobe striscia fuori da un elicottero che si è schiantato.

Dopo aver chiesto aiuto (e non averlo ricevuto), l’elicottero di Kobe esplode.

Gli anelli di Kobe vinti con i Lakers cadono, il che implica che è davvero morto.

KOBE E I GRAMMY

Per comprendere appieno la sincronicità di questo evento, devo tornare al 2012. L’11 febbraio 2012, Whitney Houston – un’icona importante nel settore della musica – è stata trovata morta al Beverly Hilton di Los Angeles. Nella stessa esatta posizione, pochi piani più in basso, si stava svolgendo una festa di premiazione pre-Grammy con oltre 800 ospiti. Il giorno successivo, si sono svolti i Grammy Awards 2012 e l’intero evento è stato contaminato dalla morte di Houston. Come spiegato nel mio articolo Whitney Houston e il Mega Rituale dei Grammy Awards 2012, la cerimonia è stata inquietante e strana, completa di alcune sfumature sataniche. Ha anche messo in evidenza la “sostituta” di Whitney – Jennifer Hudson.

Jennifer Hudson era letteralmente illuminata dai riflettori mentre si esibiva sotto le foto di Whitney Houston ai Grammy Awards 2012.

Stranamente, la morte di Kobe ha seguito lo stesso schema esatto. Poche ore prima dei Grammy Awards del 2020, Kobe Bryant è morto in un incidente in elicottero a Calabasas, in California, a circa 30 miglia dallo Staples Center, dove hanno avuto luogo i Grammy Awards.

Per coincidenza, è proprio nello stesso Staples Center che Kobe ha giocato centinaia di volte come parte dei Los Angeles Lakers. Alicia Keys, la presentatrice dei Grammy Awards del 2020, ha persino definito l’arena “la casa costruita da Kobe”.

Poco dopo la morte di Kobe, lo Staples Center si e` trasformato in un memoriale di fortuna dedicato a Kobe.

La stessa notte, nella stessa posizione, si sono svolti i Grammy Awards 2020. L’intero evento è stato pesantemente contaminato dalla morte di Kobe.

Una performance con DJ Khaled, YG e John Legend è stata dedicata a Nipsey Hussle – un altro “re di Los Angeles” che è morto in circostanze strane (leggi il mio articolo su di lui qui). Apparentemente Kobe è stato aggiunto all’ultimo minuto a questo omaggio.

Pertanto, come Whitney Houston, la morte di Kobe è stata strettamente intrecciata con i premi Grammy diventati l’evento mediatico che ritualizza la sua morte. E, come Whitney Houston, un passaggio della torcia si è verificato poco prima di tutto questo. Questo è l’ultimo post di Kobe su Instagram:

Kobe si congratula con Lebron James per averlo superato nella classifica dei punteggi di tutti i tempi della NBA.

Per coincidenza, Lebron ha scritto sulle sue scarpe una dedica per quella giornata:

Lebron James ha scritto “Mamba 4 Life” poco prima della morte di Kobe.

Pertanto, dopo l’incoronazione di “Re James”, Kobe e` morto vicino allo Staples Center, dove “regno`” per anni. È in questo stesso Staples Center che i Grammy Awards del 2020 si sono trasformati in una cerimonia per Kobe organizzata dall’industria d’élite. Dal 2009, ho affermato che questi spettacoli sono in realtà mega-rituali che emanano potenti energie. I Grammy Awards del 2020 sono stati un ottimo esempio di questo fatto.

CONCLUDENDO

La morte improvvisa di Kobe Bryant ricorda la morte improvvisa di altre icone come Michael Jackson e Whitney Houston. Dato che queste figure erano onnipresenti nei mass media, erano, in modo strano, parte della vita delle persone. Pertanto, la notizia della loro morte crea inevitabilmente un’onda d’urto di shock e dolore in tutto il mondo. E quello shock e quel dolore erano palpabili ai Grammy Awards del 2020 – allo stesso modo in cui erano palpabili ai Grammy del 2012, dopo la morte di Whitney Houston.

Mentre la morte può colpire chiunque, in qualsiasi momento e che gli incidenti si verificano sicuramente su base giornaliera, i casi di Whitney e Kobe sono circondati da molti fatti inquietanti. Mentre possono essere tutti liquidati come semplici coincidenze, Carl Jung credeva che, a volte, le coincidenze siano così significative che l’universo, in qualche modo, sta cercando di dirci qualcosa. Tipo, forse, che c’erano forze oscure in gioco nella morte di Kobe.

Fonte

Nick Cannon su Kanye West: L’MKULTRA e` una realta`

In un tweet su Kanye, Nick Cannon ha scritto: “MKULTRA is Real!”. Lo stesso Kanye West ha pubblicato numerosi tweet sul “Controllo Mentrale”.

Kanye West è l’ultimo di una lunga lista di celebrità passate al microscopio dei mass media dopo un grave esaurimento nervoso. Nel caso di Kanye, le cose stanno assumendo una più ampia dimensione socio-politica poiché è una delle rare celebrità che sostiene apertamente il presidente Trump. E Trump ha accolto favorevolmente questo sostegno a braccia aperte. Letteralmente..

La visita di Kanye allo Studio Ovale l’11 ottobre.

L’amore di Kanye per la “dragon energy” e il “MAGA” di Trump ha suscitato reazioni estreme da parte dei colleghi rapper e dei mass media in generale che lo accusano dei peggiori insulti: Venduto, zio Tom, traditore della razza, ecc.

Il rapper TI, che ha lavorato con Kanye in passato, si è scagliato sui social media:

“Mi fermo qui, sono ufficialmente fuori!!!! [F-] Trump e il suo ragazzetto. Un tempo è stato un piacere lavorare con te. Ora, mi vergogno di essermi associato a te. Questo è l’atto più ripugnante, vergognoso, imbarazzante, e hai schifosamente venduto l’anima per ottenere il potere. Hai iniziato a leccare il culo ad un livello completamente nuovo e mi rifiuto di associarmi a qualcosa di così vile, debole e sconsiderato rispetto all’effetto che questo ha sul bene superiore di TUTTA LA NOSTRA GENTE !!!! “

TI ha anche pubblicato un video di lui seduto nello Studio Ovale mentre una sosia di Melania Trump si spoglia per lui.

Il video era intitolato “Caro 45, non sono Kanye”.

La reazione contro Kanye si e` estesa alla stampa.

Un titolo dal The Guardian che chiede se Kanye West dovrebbe essere chiamato zio Tom – un termine dispregiativo usato per i neri che si “vendevano” ai bianchi. Personalmente non credo che il The Guardian dovrebbe chiamare qualcuno zio Tom.

Alcuni credono che il supporto di Kanye per Trump sia il risultato del suo essere mentalmente instabile. Il presentatore televisivo e rapper Nick Cannon ha espresso ulteriori opinioni alludendo all’MKULTRA.

“L’MKULTRA E` UNA REALTA`”

Dopo la visita di Kanye alla Casa Bianca, Nick Cannon ha pubblicato un tweet piuttosto incisivo che implica che Kanye è sotto il controllo mentale.

Mentre si potrebbe respingere questo tweet come un’altra celebrità che posta cretinate sui sociale media, il caso di Nick Cannon è diverso: conosce le cose. In effetti, Cannon è stato sposato per otto anni con Mariah Carey in uno degli esempi più eclatanti di controllo mentale dell’industria.

Nick Cannon con Mariah Carey e le sue gemelle ai Kid’s Choice Awards.

La storia di Mariah Carey è un tipico esempio di controllo mentale dell’industria. Nel 1993, all’età di 23 anni, Mariah si sposò con Tommy Mottola, il presidente di Sony Music. Mentre Mariah salì alle stelle in cima alle classifiche, il suo tumultuoso rapporto con Mottola – che era più di un gestore MK che un marito – ebbe le sue conseguenze sul suo benessere mentale. In effetti, Motolla controllava ogni aspetto della vita personale e professionale di Mariah. Ha monitorato ogni sua mossa e ha tenuto in clausura in una villa che ha finito per chiamare “Sing Sing” (il nome di una prigione di massima sicurezza a New York).

Nel 2004, Michael Jackson disse che Tommy Mottola era “un diavolo” mentre descriveva la situazione di Mariah Carey:

“E Tommy Mottola è un diavolo!

Non dovrei dire quello che sto per dire adesso. Per favore, non filmare quello che sto per dire, ok? Ma chi se ne frega registralo pure!

Mariah Carey, dopo aver divorziato da Tommy, venne da me piangendo. Stava piangendo così tanto che ho dovuto abbracciarla forte. Mi ha detto: “Questo è un uomo malvagio, e Michael, quest’uomo mi segue”. Mette sotto controllo i suoi telefoni, ed è molto, molto malvagio. Lei non si fida di lui. È un essere umano orribile. Non possiamo permettergli di farlo ad altri grandi artisti, semplicemente non possiamo. “

È una coincidenza che tutto ciò che circonda Mariah durante quegli anni abbia coinvolto farfalle monarca – il principale simbolo del controllo mentale monarch?

L’album di Mariah “Butterfly”, pubblicato nel 1997 (un anno prima del suo divorzio con Motolla).

Negli anni successivi al divorzio di Motolla, Mariah attraversò un crollo mentale, che spesso accade dopo anni di controllo mentale basato sul trauma. Non diversamente da Britney Spears e altri, questo periodo è iniziato con “comportamenti irregolari”.

Il 21 luglio 2001, la Carey ha fatto una bizzarra apparizione allo show di Carson Daly, che ora è tristemente definito “Ice Cream Meltdown”. Cominciò con Mariah che spingeva un carrello per il gelato mentre indossava una camicia da uomo di grandi dimensioni. Poi si spoglio` e chiese a Carson Daly di “rapirla”. Ha poi parlato di come aveva bisogno di terapia e che “non aveva soldi in banca”. Daly, visibilmente scosso ha annunciato: ‘

“Signore e signori, Mariah Carey ha perso la testa.”

Sei giorni dopo, Carey ha postato messaggi inquietanti sul suo sito web:

“Non so cosa sta succedendo nella mia vita”

Alcuni giorni dopo è stata ricoverata in ospedale per 14 giorni.

“Il 26 luglio, è stata improvvisamente ricoverata in ospedale, citando” un’esaurimento estremo “e” un esaurimento fisico ed emotivo “. La Carey è stata ricoverata in un ospedale non dichiarato nel Connecticut, e rimase ricoverata in ospedale e sotto cura del medico per due settimane, seguito da una lunga assenza dl pubblico. ”
– Wikipedia, Mariah Carey

La Carey è stata ricoverata in ospedale per la stessa ragione di Kanye ed è rimasta sotto “cure mediche” per circa lo stesso periodo di tempo presso “l’ospedale non rivelato”. Oggi a Mariah viene ufficialmente diagnosticato lo stesso problema mentale di Kanye: disturbo bipolare.

Nick Cannon è stato sposato con Mariah tra il 2008 e il 2016. Durante questo periodo, ha esibito il tipico comportamento di una schiava MK: “Non in se`” e sotto effetto di droghe pesanti. Se qualcuno può attestare che l’MKULTRA è reale, è Nick Cannon.

L’ESAURIMENTO DI KANYE

Il 20 novembre 2016, Kanye è stato ammanettato e portato di corsa al centro medico dell’UCLA dove ha trascorso dieci giorni sotto cure mediche.

Mentre la diagnosi ufficiale era “psicosi temporanea” dovuta alla disidratazione e alla privazione del sonno, le rivelazioni fatte da persone vicine a Kanye implicavano un problema molto più grave. Infatti, più di tre mesi dopo che Kanye è uscito dall’ospedale, il collaboratore di lunga data Malik Yussef ha rivelato durante un’intervista che la sua “memoria stava tornando”. Yussef ha detto a Popsugar:

“Sono stato a casa sua seduto con lui per circa sei, sette ore, parlando della sua salute e del suo recupero. La sua memoria sta tornando, il che è molto buono. [Sta] guarendo, passando del tempo con la sua famiglia. “

Quindi Yussef ha indicato che, in seguito al suo ricovero forzato, Kanye ha sofferto di una grave perdita di memoria e che, tre mesi dopo, non si era ancora completamente ripreso. Considerando questi fatti, è naturale chiedersi: cosa è successo in questi dieci giorni in ospedale e cosa potrebbe causare una perdita di memoria così prolungata?

Qui c’è qualcosa da considerare: lo strumento principale del controllo mentale basato sul trauma è la terapia con elettroshock (ECT) e l’effetto collaterale principale dell’ECT ​​è la perdita di memoria.

“La perdita di memoria è l’effetto collaterale principale associato al trattamento ECT. La maggior parte delle persone sperimenta quella che viene chiamata amnesia retrograda, che è una perdita di memoria degli eventi che portano al trattamento stesso incluso. La perdita di memoria di alcune persone è più lunga e maggiore con. Alcuni hanno difficoltà a ricordare gli eventi verificatisi nelle settimane precedenti il ​​trattamento o nelle settimane successive al trattamento. Altri perdono ricordi di eventi ed esperienze nel loro passato.

La perdita di memoria generalmente migliora in poche settimane dopo il trattamento con ECT. Come con i farmaci psichiatrici, nessun professionista o medico può dirvi con certezza quale tipo di perdita di memoria si verificherà, ma praticamente tutti i pazienti subiscono una perdita di memoria. A volte la perdita di memoria in alcuni pazienti è permanente “.
– PsychCentral, rischi della terapia elettroconvulsiva (ECT)

Un altro fatto da tenere in considerazione: Kanye ha ricevuto questi “trattamenti” nella stessa struttura in cui Britney Spears e Amanda Bynes sono state rinchiuse durante i loro glitch MKULTRA.

Poco dopo il suo rilascio dall’ospedale, Kanye si e` ossigenato i capelli. Gli schiavi MK sono spesso identificati con capelli biondi (usando tinture o parrucche).

FUORI DAL SUNKEN PLACE?

Nel 2018, Kanye riemerse nello spazio pubblico, sostenendo che era “Out of the sunken place” (lontando dal posto affondato).

l tweet di Kanye su Sunken Place.

L’espressione “sunken place” deriva dal film uscito nel 2017 e si riferisce allo stato di dissociazione del personaggio principale dopo essere stato ipnotizzato da una donna che utilizzava un trauma passato.

Meme di Kanye nel “Sunken Place” sono emersi dopo che e` stato accusato di essere sotto il controllo dei bianchi per aver sostenuto Trump.

Come puoi vedere, ci sono state molte discussioni su Kanye e il controllo mentale. Sai chi altro ha parlato di Kanye e del controllo mentale? Kanye.

I TWEET SUL CONTROLLO MENTALE DI YE

Kanye (che ora si fa chiamare Ye) ha postato su Twitter diversi video criptici dal titolo “Mind Control”. Nell’ultimo video della serie, va contro il controllo mentale dei social media e di massa e della loro agenda nascosta.

Uno screenshot del tweet “Mind Control”.

Quindi, è ancora sotto controllo mentale? È controllato da – come dice Nick Cannon – “diavoli” che lo “usano come un burattino”? Su Twitter, molti sono in disaccordo con la valutazione di Cannon.

È possibile che in realtà abbia infranto la programmazione? Ha assistito in prima persona al lato oscuro dell’industria e ora sta prendendo posizione contro di essa? E` semplicemente un comico? Potrebbe essere un mix di tutto. Non penso di sapere la risposta esatta. Tuttavia, sono sicuro di questo: ha attraversato qualcosa di oscuro e inquietante durante il suo ricovero ed è uscito come una persona cambiata. I veri “diavoli” erano in clinica.

Fonte

Taylor Swift la Regina degli American Music Awards

Gli American Music Awards del 2018 sono stati fondamentalmente una celebrazione di 3 ore di Taylor Swift. Ecco uno sguardo ai premi e alla performance simbolica della Swift.

La maggior parte dei miei articoli sui vari show in cui si premiano le star dell’industria dell’intrattenimento sottolinea un fatto importante: sono spesso atti rituali che coinvolgono un numero limitato di personaggi. Dai uno sguardo ai miei articoli precedenti e vedrai rapidamente un chiaro schema.

Gli AMA del 2018 ovviamente si adattano a questo modello inconfondibile. L’intero spettacolo è stato orchestrato per trasmettere un messaggio chiaro: “Viva Taylor Swift”. E, in un’epoca in cui tutto deve essere politicizzato a un livello estremo, Taylor Swift ha inscenato il suo “coming out” politico nel momento più strategico possibile.

IL COMING OUT

I mass media possono creare dal nulla e nel giro di poche ore un intenso fervore mediatico: era il momento giusto per far intervenire Taylor Swift . La notizia risale all’8 ottobre, quando la star ha annunciato su Instagram che avrebbe votato per i democratici alle elezioni di medio termine. Citando i diritti LGBQ e il razzismo sistemico, Swift scrisse a 112 milioni di seguaci che, sebbene fosse a favore di una maggiore presenza femminile al governo, non poteva dare il suo sostegno a Marsha Blackburn, la candidata repubblicana al Senato nello stato del Tennesse.

Il post Instagram altamente politicizzato di Taylor Swift.

Questo annuncio ha posto fine agli anni di “inaccettabile” silenzio politico di Taylor Swift. Infatti, dopo l’elezione di Donald Trump nel 2016, la Swift rimase in silenzio sulle questioni politiche, un silenzio che era assordante per le orecchie di alcuni giornalisti. Ad esempio, questo articolo del The Guardian del 2017 equipara Taylor Swift che non attacca Trump ad un suo “messaggero” , associandola anche all’alt right.

L’articolo dichiara:

Nell’anno in cui è stato eletto Donald Trump, il mondo dello spettacolo è stato ampiamente unito nel suo disprezzo per la sua presidenza. Ma dal coro manca una voce degna di nota: quella di Taylor Swift, la pop star più grande del mondo. Il suo silenzio è sorprendente, evidenziando i paralleli tra la cantante e il presidente: il loro uso abile dei social media per promuovere una base di supporto irriducibile; il loro solipsismo; ; il loro sostegno per la “alt right”.
– The Guardian, The Guardian view on Taylor Swift: an envoy for Trump’s values?

L’articolo termina con questa frase.

La Swift non sembra semplicemente un prodotto dell’epoca di Trump, ma un tramite musicale per i valori del presidente.
– Ibid.

Altre fonti mediatiche non riuscirono a sopportare il silenzio di Taylor Swift che era percepito come un atto di tradimento. Perché non poteva essere più simile a Katy Perry che sosteneva apertamente Hillary Clinton durante la campagna presidenziale?

Un titolo di testa di Refinery29 del 2017 che condanna il silenzio politico di Taylor Swift.

Considerando questa storia, l’endorsment di Taylor Swift al Partito Democratico ha generato fervore immediato tra i media. Fonti di notizie hanno riportato un picco notevole nella registrazione degli elettori dopo il post di Instagram.
E sì, finalmente quelli al The Guardian erano soddisfatti.

Un recente titolo del The Guardian che celebra il fatto che Taylor Swift “finalmente” abbia fatto un intervento politico. FINALMENTE. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è Ja Rule che rivela chi andra` a votare e saremo apposto.

Come al solito, questi “commentatori” ignorano completamente un fatto molto importante: il marchio Taylor Swift è di proprietà del settore discografico. Tutto ciò che dice e fa è controllato dai suoi operatori del settore. Taylor Swift non ha mai realmente supportato Trump in passato, semplicemente non ha preso una posizione politica, forse perché i suoi fan dal Tennesse sono altamente conservatori. Era una mossa calcolata.

Ma ora i calcoli sono cambiati. L’endorsment politico di Taylor Swift è avvenuto in un momento strategico e ha stimolato uno slancio mediatico che ha portato agli AMA del 2018.

E gli AMA riguardavano completamente Taylor Swift. Era tutto sceneggiato per incoronarla regina della notte.

REGINA DEGLI AMA

La cerimonia è iniziata con un video che ha elencato i molti successi di Taylor Swift nel mondo della musica.

Gli AMA hanno iniziato ricordandoci che la Swift e` stata protagonista del  “tour americano piu` remunerativo” e che ha vinto il premio per il “piu` importante artista dell’anno”.

L’annunciatore dice poi che Taylor era in lizza per “quattro grandi premi” e che avrebbe potuto battere il record di vittorie per una artista femminile. Ce la fara`?  La suspense mi sta uccidendo!

Poi, è arrivato il momento della performance di Taylor Swift. Si e` trattato di un classico stufato tossico di simbolismo occulto d’elite mescolato al fatto che la cantante fosse una strega, manipolatrice e odiosa.

La canzone è evocatamente chiamata I Did Something Bad, dal suo album 2017 Reputation. Il singolo principale di quell’album è stato Look at What You Made Me Do e il suo video era pieno di simbolismo degli Illuminati. Anche I Did Something Bad è un puro prodotto dell’élite occulta. Il ritornello della canzone riassume il messaggio dell’élite ai giovani:

They say I did something bad
Then why’s it feel so good?
They say I did something bad
But why’s it feel so good?
Most fun I ever had
And I’d do it over and over and over again if I could
It just felt so good, good
It just felt so good

Il male è bene.

La performance inizia con Taylor in piedi in quello che sembra un tempio occulto futuristico, completo di un altare illuminato da luci rosse e pilastri. Un gruppo di uomini si sta sdraiando ai suoi piedi, completamente alla sua mercé.

Quando Taylor canta la frase “I play ’em like a violin”, gli uomini si alzano come pupazzi e ricadono giù a terra.

Al valore nominale, la canzone parla di Taylor Swift che distrugge gli uomini “che dicono stronzate”. Alcuni credono che riguardi Kanye West e altri tipi. Tuttavia, è difficile ignorare il significato spirituale di fondo di questo intera rappresentazione. In effetti, lo spettacolo è una celebrazione della religione preferita dell’élite: il satanismo.

Quando Taylor canta la frase “He had it coming”, fa il segno delle corna con le mani. Tutto di questa esibizione e` stato strettamente coreografato e questo e` chiaramente intenzionale.

Quindi, a differenza di altre pop star femminili, la Swift si compara con una strega che viene bruciata sul rogo.

They’re burning all the witches even if you aren’t one
They got their pitchforks and proof, their receipts and reasons
They’re burning all the witches even if you aren’t one
So light me up (light me up), light me up (light me up)

Mentre Taylor ripeteva “Light Me Up” (come se fosse un mantra), i suoi ballerini imitavano i movimenti di un serpente … come se stessero evocando un serpente gigante di qualche tipo.

Un cobra gigante emerge dal piedistallo simile ad un altare e domina minacciosamente la folla.

Apparentemente, quel cobra si chiama Karyn e ha fatto apparizioni regolari durante il tour della Taylor. Sembra avere una particolare passione per i serpenti. Nel suo video Look What You Made Me Do, era circondata da serpenti. Alcuni dicono che è un riferimento a Kim Kardashian visto che la ha definita un serpente in una telefonata trapelata (o qualcosa del genere). Tuttavia, considerando il contesto occulto e spirituale di questa performance, il simbolo del serpente assume un significato profondo.

La canzone si chiama I did something bad. In Genesi, Eva morse la proverbiale mela che le fu data da Satana, che prese la forma di un serpente. Ha fatto qualcosa di male perche` questo era severamente proibito da Dio, che ha bandito Adamo ed Eva dal giardino dell’Eden. I misteri occulti insegnano che questo serpente, associato a Lucifero il portatore di luce, è in realtà un salvatore dell’umanità.

Alla fine della performance, Taylor gioca di nuovo con gli uomini come se fossero burattini.

La Taylor solleva un ragazzo con una corda invisibile come se fosse un burattino. Gli manda poi un bacio e il ragazzo cade a terra. L’élite ama ritrarre le persone come burattini impotenti che possono essere uccisi a volontà.

A questo punto, siamo a circa 3 minuti dagli AMA e lo spettacolo si è già trasformato in un completo incubo satanico con tanto di fulmine, un serpente gigante, uomini che giacciono senza vita a terra e Taylor che canta “I did something bad” . Ha ricevuto una standing ovation.

Più tardi, la Taylor andra` a vincere tutti e quattro i premi, distruggendo il record di cui stavano parlando all’inizio dell’esibizione. Sì, è stata una serata perfetta per Taylor … come se fosse tutto pianificato in anticipo.

La Taylor ha continuato a vincere splendide piramidi degli Illuminati per tutta la serata.

Ma, aspetta, c’era anche qualcun altro presente a queste premiazioni? Sì, c’era questo ragazzo.

Bad Bunny indossava un “terzo occhio” protesico. Come si è visto negli articoli precedenti, l’élite occulta ama usare questo simbolo per identificare ironicamente le sue pedine.

Poppy era presente alle premiazioni e indossava una maschera che rappresenta il silenzio degli schiavi MK. Per ulteriori informazioni su di lei, leggi il mio articolo “That Poppy: La Youtuber sotto controllo mentale degli Illuminati. Sta bussando alle porte dei media mainstream.

CONCLUDENDO

Il mio primo articolo sulle premiazioni è stato Video Music Award 2009: Il mega rituale occulto nel quale vediamo Kanye West interrompere una giovane e sobria Taylor Swift, durante il suo discorso di accettazione. L’intera cerimonia era un dramma rituale altamente simbolico inteso ad “avviare” Taylor nell’industria d’élite.

Nove anni dopo, Taylor è incoronata regina degli AMA con una performance altamente simbolica. Mentre Kanye non era lì per interrompere i suoi numerosi discorsi, rimane ancora il suo arcinemico.

Infatti, nel corso della stessa settimana, Taylor Swift, la ragazza di campagna del Tennessee (in cui il 61% della popolazione ha votato per Trump), ha esortato le persone a votare per i democratici. Nel frattempo, Kanye West, il rapper di Chicago (una delle più grandi roccaforti democratiche negli Stati Uniti), se ne va in giro con un cappello MAGA incontrando Trump recentemente.

Il dramma rituale continua.

Fonte

Illuminati: Jay Z/Kanye West – No Church In The Wild e Never Close Our Eyes di Adam Lambert

Perché gli odierni video musicali spesso mostrano agenti in tenuta antisommossa e scene di violenta repressione? Stanno cercando di normalizzare il concetto di Stato di polizia nei mass media? Due esempi recenti ed eclatanti di questa agenda sono i video di Jay-Z e Kanye “No Church in the Wild” e “Never Close Our Eyes” di Adam Lambert. Anche se queste canzoni presentano evidenti differenze stilistiche, il loro messaggio di fondo è simil. In questo articolo esamineremo il significato e le implicazioni di questi video.

Cosa hanno in comune Jay-Z ed Adam Lambert? A prima vista, nulla. Ad una seconda occhiata, essi fanno parte della creme dell’industria musicale e, seppur con grosse differenze, promuovono la stessa agenda. L’industria dell’intrattenimento, come abbiamo visto in precedenza, viene utilizzata per promuovere e normalizzare il concetto di uno stato di polizia tra i giovani. Dalle esibizioni nei spettacoli dal vivo ai video musicali, vi è uno sforzo cosciente e costante nell’associare l’aura cool e sexy della pop star con la visione, altrimenti aberrante, della polizia antisommossa in una società libera.

Due esempi recenti, della promozione di uno Stato di Polizia nella cultura popolare sono il nuovo video musicale di Jay-Z e di Kanye West No Church In The Wild e Never Close Our Eyes Adam Lambert. Nonostante, o forse proprio per il fattoche queste canzoni sono di due generi diversi e mirano a mercati differenti, contribuiscono entrambi alla saturazione della cultura popolare con immaginari da Stato di Polizia. Mentre le autorità non vengono necessariamente ritratte come dei “bravi ragazzi”, sono comunque lì, come se la loro presenza nelle manifestazione pubbliche fosse normale. Vediamo il simbolismo e il significato di fondo di questi due video.

NO CHURCH IN THE WILD

No Church In The Wild ha profonde implicazioni filosofiche. Il testo ovviamente può dare adito a diverse interpretazioni, una delle quali è il rifiuto del dogma religioso per abbracciare uno stile di vita più umanista (e forse edonista). Il titolo della canzone è una metafora per dire che le istituzioni religiose come la Chiesa sono inutili costrutti umani non presenti in natura. Detto questo, verrebbe da pensare che il video è composto da immagini di fiumi, alberi e natura incontaminata… No! In realtà il video mostra dei tizi che si fanno picchiare da dei poliziotti anti sommossa. Perché? Che relazione c’è con il testo della canzone? Il video mostra in poco meno di cinque minuti scene di violente rivolte e repressioni. Un ottimo modo per desensibilizzare i giovani nei riguardi del concetto di stato di polizia.

Il video inizia con un ragazzo che da fuoco ad una Molotov a Praga (anche se alcune parti sembrano essere state girate a Parigi, in Francia).

Nel video, i rivoltosi non sembrano avere una causa valida per cui combattere e vengono chiaramente ritratti come degli aggressori.

Immediatamente ci troviamo nel bel mezzo di uno scontro tra la polizia in tenuta antisommossa e dei giovani rivoltosi. Non vi è alcuna spiegazione riguardo la “nobile causa” che i ragazzi stanno violentemente difendendo. Una buona metafora su come i mass media ritraggono le proteste globali: semplici e gratuite manifestazioni di violenza.

I rivoltosi sono arrabbiati e violenti. Senza sapere il motivo di questo sfogo è abbastanza difficile per lo spettatore identificarsi in loro

I poliziotti non resistono a lungo. La violenta carica dei manifestanti diventa la scusa per sfoderare i loro gingilli e reagire con ancora più violenza.

Il ragazzo viene bastonato violentemente

A questo ragazzo viene fatto perdere l’equilibrio, mentre i poliziotti se la ridono

A questo viene spruzzato il gas lacrimogeno direttamente in faccia, un po’ come successo ai manifestanti della UC Davis. Sono abbastanza sicuro che questo NON è il modo in cui il manuale d’uso consiglia di utilizzare il gas lacrimogeno.

Tutte queste scene vengono mostrate a rallentatore con uno sfondo musicale cool. Come Dave Chappelle disse una volta nel suo leggendario Chappelle Show, tutto sembra figo a rallenty. Anche la polizia che pesta un giovane indifeso. Stiamo assistendo ad una glamourizzazione della violenza? Ecco uno strano accostamento di immagini:

Questo ragazzo viene inseguito dalla polizia e colpito da una manganellata che lo fa cadere a terra.

Subito dopo questa scena, vediamo una statua che dà un significato più profondo alla violenza mostrata.

Questo ragazzo viene inseguito dalla polizia e colpito da una manganellata che lo fa cadere a terra.

Subito dopo questa scena, vediamo una statua che dà un significato più profondo alla violenza mostrata.

La polizia in tenuta antisommossa circondata da luci stroboscopiche. Stanno evidentemente cercando di associare ciò che piace ai giovani alle forze dell’ordine.

Le luci stroboscopiche, vengono utilizzate in eventi a base di divertimento come nei concerti o nelle discoteche. Detto questo, perché il video è pieno di agenti in tenuta antisommossa? Stanno cercando di confondere le menti dei giovani con la sempre efficace dissonanza cognitiva? Nel caso fossi confuso pure tu: Essere picchiati dalla polizia non significa fare festa.

Alla fine del video, nessuno vince o perde veramente. I rivoltosi combattono e sembrano trionfare mentre la polizia continua a mantenere la posizione. In altre parole, nulla è cambiato, lo status quo è rimasto invariato. Un elefante fa una strana apparizione per le strade di Parigi, ricordando ai telespettatori che la parte “selvaggia” è la nostra società, dove le persone si comportano come animali, dove vince il più forte. In ciò che è selvaggio, non vi è ristoro, asilo, tregua dalla barbarie, ma solo statue immobili che osservano la violenza. Queste sculture rappresentano i burattinai, quelli che tirano i fili da entrambi i lati al fine di promuovere la loro agenda.

NEVER CLOSE OUR EYES

Mentre la canzone di Adam Lambert, Never Close Our Eyes, è molto diversa da No Church In The Wild, espone i giovani allo stesso tipo di immaginario e termina in modo simile: i rivoluzionari che si illudono della vittoria – con un accento particolare sulla parola “illudono”.

Never Close Our Eyes è ambientato in un futuro distopico (nei mass media, il futuro è sempre distopico) in uno scenario simile al film THX 1138 di George Lucas o a The Island di Michael Bay, dove vediamo Adam Lambert vivere in una comunità strettamente monitorata  (prigione), assieme a degli abitanti privi di emozioni che somigliano a degli zombi.

Never Close Our Eyes è un altro video ambientato in un futuro distopico, caratterizzato dall’onnipresenza di telecamere di sorveglianza. Questo è il futuro che ci aspetta, a breve.

In questo enorme complesso, gli abitanti vengono costantemente sorvegliati, nutriti e sedati con delle pillole. La loro identità viene repressa attraverso la rimozione del colore degli occhi.

Adam e i suoi compagni devono entrare in queste macchine “succhia-anima” che rimuovono il colore dagli occhi – a rappresentare la perdita del libero arbitrio e dell’individualità.

Il colore degli occhi di Adam rimane inalterato – a simboleggiare il suo rifiuto nell’accettare l’indottrinamento del sistema. Alla fine, decide di iniziare una rivolta. Una rivolta funky.

Adam non ha più voglia di spezzarsi la schiena lavorando. Così si alza e scappa via con un paio di altri ribelli.

Adam e i suoi compagni corrono verso l’uscita per scappare da questa prigione.

Giunti fin qui si potrebbe dire: “Finalmente, qualcuno che si ribella a questa merda di illuminati e trasmette un messaggio positivo”. Gran parte della critica descrive efficacemente questo video con queste parole: “Adam Lambert distrugge il Grande Fratello ballando”. Lo ha distrutto veramente? Diamo un’occhiata al resto del video e vediamo cosa accade realmente.

Un gruppo di ufficiali avvistano i ribelli e gli spruzzano addosso dei fumogeni – trasformando la zona in una pista da ballo!

In No Church in the Wild, la polizia era circondata da luci stroboscopiche e in Never Close Our Eyes, se ne va in giro sparando fumo ovunque. Wow, la polizia antisommossa porta la festa ovunque vada!

Dopo essere stati scoperti Adam e i suoi amici cercheranno di fuggire abbattendo la rete? No, se ne stanno dietro il recinto e iniziano a ballare. Ciò distruggerà il Grande Fratello? Non credo proprio.

Dopo essere stati affumicati a dovere dalla polizia, Adam e i suoi amici iniziano a ballare vestiti con colori sgargianti. Prendi questo Grande Fratello!!!!

Se guardate attentamente queste scene, i vestiti di Adam continuano a cambiare, cosa che fa pensare ad una natura allucinatoria/illusoria della performance. Sono stati drogati con il gas? Sta succedendo tutto nella loro testa? Che tutto ciò sia un modo per far creder loro di essere liberi e felici? Una cosa è certa, l’intera vicenda sembra aver confuso Adam ed i suoi amici dato che, alla fine del video, se ne tornano da dove sono venuti!

Ragazzi, la libertà è dall’altra parte! Perchè tornate dentro la gabbia? Perché siete così felici? Perché … vabbè ci rinuncio.

Per riassumere, Adam si ribella nei confronti di un sistema altamente controllato, dove ogni persona è monitorata e sedata. Cerca di fuggire verso la libertà, ma, dopo aver incrociato la polizia, la sua ribellione si trasforma in una festa colorata senza che accada nulla di concreto. I ribelli sono felici e contenti, ballano e poi tornano in gabbia.

Possiamo tracciare un parallelo tra la conclusione di questo video e ciò che accade in America e nel mondo. Mentre i diritti delle masse vanno progressivamente annullandosi e la nostra privacy si assottiglia ogni giorno di più, non facciamo nulla per fermare questo processo degenerativo. Siamo distratti dalle stronzate, dalla televisione e dal cinema, dalla fuga e dalla negazione. Celebriamo una artificiosa e fabbricata illusione di libertà, per poi tornare nel comfort della società elitaria, consentendo a chi comanda di proseguire indisturbato la propria agenda. Come disse Frank Zappa: «L’illusione della libertà continuerà fino a quando risulterà conveniente mantenerla. Nel momento in cui mantenere quell’illusione diverrà troppo costoso, si limiteranno a smantellare la scenografia, a tirare indietro le quinte, a spostare tavoli e sedie, così che potrete vedere il muro sul retro del teatro.»

CONCLUDENDO

No Church In The Wild di Jay-Z e Kanye West e Never Close Our Eyes di Adam Lambert sono due esempi di un impegno diffuso e continuo nella promozione dello Stato di polizia tramite la tv, il cinema e i computer. Associando artisti alla moda, amati da milioni di persone, con la polizia in tenuta anti-sommossa non solo normalizza il concetto di uno stato di polizia, ma crea anche un’associazione positiva inconscia nelle menti degli spettatori. Nel frattempo, nella vita reale, le proteste in tutto il mondo occidentale vengono affrontate utilizzando proprio questo tipo di polizia. Violente repressioni, arresti brutali e armi sofisticate vengono utilizzate con sempre minor cautela, diventando la norma. Le proteste pacifiche vengono spesso sabotate di proposito dagli agenti provocatori (pagati) che incitano alla violenza, “legittimando” così la repressione poliziesca.

Fonte