Archivi Blog

I tedeschi potranno cambiare legalmente il loro sesso una volta all’anno

Approvata una nuova legge a per una “società diversificata”.

In base a una nuova legge, i tedeschi potranno cambiare sesso e nome senza dover sottoporsi ad alcun intervento chirurgico una volta all’anno, ogni anno se necessario.

Sì davvero.

La legge sull’autodeterminazione consentirà alle persone transgender, intersessuali e non binarie di cambiare sesso a piacimento semplicemente visitando un ufficio e firmando un pezzo di carta.

La necessità di presentare un referto medico o di ottenere il parere di un esperto nei procedimenti giudiziari è stata eliminata dalla nuova legislazione, che dovrebbe passare in parlamento prima che i membri del Bundestag vadano in vacanza.

“Per i disabili la legge è umiliante. Alla fine lo sostituiremo con una moderna legge di autodeterminazione. La legge sull’autodeterminazione migliorerà la vita delle persone transgender e riconoscerà la diversità di genere”, ha affermato Lisa Paus, ministro della Famiglia.

“In molti settori, la società è più avanti rispetto alla legislazione. Come governo, abbiamo deciso di creare un quadro giuridico per una società aperta, diversificata e moderna”, ha aggiunto.

La legge codifica ufficialmente la disforia di genere, una malattia mentale, in un diritto fondamentale, essendo stata precedentemente trattata (correttamente) come una malattia.

“Una moderata maggioranza di tedeschi, il 46%, approva i piani del governo, mentre il 41% degli intervistati rifiuta la legge, secondo un sondaggio rappresentativo dell’Istituto YouGov”, riporta Remix News.

L’unica forte opposizione alla nuova legge viene dai gruppi femministi che temono che le donne vengano cancellate e dal partito di destra AfD.

Secondo Stephan Brandner dell’AfD, la legge “non ha nulla a che fare con la libertà, ma è un’espressione di palese negazione della realtà. In biologia, le leggi non possono essere semplicemente ignorate”.

Il partito CDU ha anche avvertito che la nuova legge potrebbe portare all'”arbitrarietà”, mentre il FDP afferma che renderebbe più facile per i criminali nascondersi dalle autorità o dai creditori cambiando il loro nome.

Tuttavia, la legislazione dovrebbe comunque passare, rappresentando un altro completo assalto frontale alla sanità mentale e ancora una volta sfatando il mito secondo cui la comunità LGBT è “emarginata”, quando in realtà gode del pieno sostegno dello stato.

Fonte

020822tranny1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €