Archivi Blog

Un comune britannico ospitera` eventi drag queen per bambini in un’area di Londra con una grande concentrazione di musulmani

Cosa potra` andare storto?

Un comune nel Regno Unito ha annunciato che ospiterà una serie di “Drag Queen Story Times” per bambini di 5 anni a Newham, una zona di Londra che ha una grande popolazione musulmana.

“Il primo dei nostri Drag Queen Story Times per i bambini e i loro genitori si terra` presso le @NewhamLibraries questo venerdì”, ha dichiarato il Comune di Newham in un tweet. “Vieni ad ascoltare storie favolose, raccontate magnificamente.”

Le immagini che accompagnano il tweet mostrano drag queen mentre stanno leggendo delle storie ai piu` piccoli.

“Offrendo spazi in cui i bambini sono in grado di vedere persone che sfidano le rigide restrizioni di genere, Drag Queen Story Time consente loro di immaginare il mondo in cui le persone possono presentarsi come desiderano”, afferma il Comune di Newham sul loro sito web. ”

I biglietti sono gratuiti e gli spettacoli sono rivolti ai bambini durante le vacanze scolastiche di metà periodo.

Un evento simile a South Lambeth mostra un uomo con la barba vestito da donna che legge a dei bambini

Secondo il censimento del 2011, la popolazione musulmana di Newham rappresentava il 32%, e sicuramente ora e` più alta.

Ospitare questo tipo di eventi a Newham rischia di suscitare polemiche dato che i genitori musulmani in altre aree del Paese fortemente popolate da musulmani hanno già organizzato proteste contro l’istruzione LGBT nelle scuole.

Il 51enne Jabar Hussain si trova di fronte all’accusa e ad un potenziale periodo di detenzione per aver rimosso suo figlio dalla Parkfield Community School di Alum Rock, Birmingham.

Hussain si oppone al cosiddetto curriculum “No Outsiders”, che espone i bambini piccoli all’indottrinamento gay e transgender, incluso un libro intitolato Introducing Teddy che educa i bambini sullo scambio di genere.

Gli eventi “Drag Queen Story Time” in America e altrove hanno ricevuto un forte contraccolpo, con molti critici che sottolineano che rappresentano opportunità per i predatori sessuali e che i bambini non dovrebbero essere esposti all’indottrinamento sessuale politicizzato in così giovane età.

Il mese scorso abbiamo messo in evidenza le parole di una vera drag queen, Kitty Demure, che ha pubblicato un video virale in cui ha espresso il suo stupore per il motivo per cui i genitori “woke” stanno permettendo ai loro figli di stare attorno alle drag queen, chiedendo: “Vorresti che una spogliarellista o una porno star influenzasse tuo figlio? ”

Chi ha risposto al tweet del Comune di Newham ha espresso la sua veemente opposizione.

Fonte

In aumento il numero di bambini “transessuali” (10 anni) che cambiano nome in Inghilterra

Il numero di casi in cui i genitori utilizzano Deed Poll per cambiare legalmente il nome e i titoli dei loro figli è aumentato in modo significativo, dal momento che più bambini affermano di essere transgender.


Il servizio di sondaggi Deed del Regno Unito ha rilevato che almeno un minore di 16 anni al giorno sta cambiando il suo titolo da “Mister” a “Miss” o viceversa, di solito accompagnandolo ad una modifica al nome di nascita riporta il Sunday Times.

I bambini devono avere il consenso dei genitori per cambiare titolo e / o nome, e il servizio viene fornito con un costo di £ 35.

Un ufficiale senior di Deed Poll, Louise Bowers, ha dichiarato: “Abbiamo pubblicato un paio di questi sondaggi ogni due mesi – ma ora vanno dai 7 ai 10 alla settimana”, aggiungendo “La maggior parte sono adolescenti – 14 o 15 anni – tuttavia l’eta` sta scendendo a 10 anni. ”

La signora Bowers osserva che una volta c’erano più “Mister” che cambiavano il loro titolo in “Miss”, ora il trend e` l’opposto, in linea con le tendenze riportate dal Tavistock Center – specialisti del Servizio sanitario nazionale britannico (NHS) per bambini che presentano disforia di genere – nel 2017-18 le ragazze che volevano cambiare il genere hanno superato il numero dei ragazzi con un rapporto di 2 a 1.

Breitbart London ha riferito a novembre di un’insegnante che ha notato il comparire di sempre piu` bambini che desideravano cambiare sesso, con i bambini “transgender” più anziani che cercavano di convincere i piu` piccoli e vulnerabili che fosse la scelta giusta.

L’insegnante ha fatto notare che la maggior parte dei 17 alunni transgender della sua scuola erano ragazze con problematiche a livello sociale o con problemi di salute mentale.

I professionisti medici senza scrupoli che prescrivono soppressori ormonali ai bambini minorenni – le linee guida del NHS affermano che ai bambini sotto i 16 anni non dovrebbero essere prescritti farmaci che alterano il corpo – stanno contribuendo al fenomeno.

La dottoressa Helen Webberley, del Galles, è stata dichiarata colpevole di aver prescritto illegalmente ormoni per il cambio di sesso a bambini di appena 12 anni e di gestire una clinica illegale a dicembre. Suo marito, anche lui medico, ha detto che avrebbe continuato il lavoro di sua moglie al Gender GP.

I servizi di Gender GP sono raccomandati dal gruppo di pressione giovanile transessuale Mermaids, che cerca di abolire la fascia di età minima per dare farmaci ai bambini confusi sul genere che causano sterilità permanente.

I mermaids, a cui e` stato legalmente vietato contattare una famiglia dopo aver fatto da consulente a una madre che abusava di suo figlio costringendolo a vivere da ragazza, in passato avevano ricevuto centinaia di migliaia di sterline in denaro dei contribuenti fino a quando l’organizzazione non ha dichiarato che avrebbe riesaminato la decisione alla luce di una “serie di corrispondenze”.

Fonte