Archivi Blog

Il presidente della Polonia dichiara di opporsi agli “esperimenti sociali” creati per distruggere l’unita della famiglia

Il presidente polacco Andrzej Duda ha promesso di opporsi al tipo di “esperimenti sociali” condotti su bambini in alcuni paesi occidentali che hanno portato all’erosione del concetto tradizionale di nucleo familiare.

Parlando durante una manifestazione nella città di Poronin prima delle elezioni del 28 giugno, Duda ha affermato che avrebbe continuato a perseguire politiche a favore della famiglia.

“Queste erano politiche per la dignità dei polacchi e della Polonia – una lotta dignitosa per gli interessi polacchi ovunque,. Non ho mai temuto di farlo “, ha detto.

Il matrimonio tra persone dello stesso sesso, a cui si oppone la maggioranza della popolazione, è vietato dalla costituzione polacca, e Duda ha sottolineato la sua preoccupazione per il modo in cui il movimento LGBT è cresciuto in altri paesi acquistando sempre piu` potere politico, abbandonando la causa dei diritti civili.

“Stanno cercando di convincerci che LGBT è una categoria di persone, ma è un’ideologia”, ha detto.

Aggiungendo che i benefici sociali per incoraggiare la diffusione di famiglie forti sarebbero stati mantenuti, Duda ha anche promesso di difendere i bambini da “esperimenti sociali”, riferendosi presubimilmente alla sessualizzazione dei bambini in giovane età.

“Fino a quando non avrò più forza, te lo prometto, proteggerò sempre la la nostra famiglia tradizionale secondo il nostro modello polacco. Non permetterò l’introduzione di esperimenti, specialmente se i nostri figli sono le vittime di questi esperimenti. Non lo permetto “, ha detto il presidente.

La Polonia ha resistito in gran parte alle politiche di multiculturalismo e alle politiche di identità seguite da altre nazioni occidentali e ha bloccato le richieste dell’UE di accogliere i migranti dai paesi musulmani.

Il primo ministro polacco Mateusz Morawieck ha già fatto eco al sentimento di Duda, incoraggiando le persone ad avere più figli mentre affermava: “Non esiste Polonia forte senza famiglie forti”.

Fonte

Neovitruvian

La censura nei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Un moderatore trans di twich che si identifica come un “cervo” minaccia di censurare i critici

“Ci sono alcune persone che dovrebbero aver paura di me.”

Un membro del “Consiglio consultivo per la sicurezza” di Twitch che si identifica come un cervo (sì, davvero) si vantava in un stream di avere il “potere” di censurare i critici, affermando, “alcune persone dovrebbero avere paura di me”.

Twitch è una piattaforma di video in streaming live che è diventata famosa per i suoi livelli di censura draconiani che in molti casi superano anche YouTube.

La scorsa settimana, lo streamer transgender “Steph” Loehr, AKA FerociouslySteph, nato come uomo e il quale apparentemente si e` fatto rimuovere i genitale, è stato nominato come nuovo membro del “Safety Advisory Council” di Twitch, dando a Loehr il potere di influenzare i Termini di servizio e potenzialmente censurare i singoli utenti.

Prima di arrivare ai commenti di Steph su questo, conosciamolo meglio.

Qui Loehr spiega come gli piace uscire nel suo cortile comportandosi come un cervo mentre mangia erba.

In questa clip, Loehr fai il verso di un cervo mentre ha un “deergasm” (orgasmo di un cervo?) mentre si fa massaggiare la testa dal suo fidanzato.

Ecco Loehr che twitta su ciò che sembra essere un’operazione di cambio di sesso, osservando: “Se i tuoi testicoli ti rendono depressivo, è tempo di tagliarli.”

Qui scopriamo che Loehr pensa che molti giocatori siano “suprematisti bianchi”.

Come puoi vedere, Loehr è ovviamente un individuo davvero equilibrato che dovrebbe assolutamente rimanere imparziale e neutrale quando si decide quali opinioni possono essere espresse su Twitch.

Lo YouTuber KeemStar ha sottolineato come Loehr si stia vantando di avere il potere di censurare i critici che si sono presi gioco di lui per essersi identificato come un cervo, commentando: “Twitch deve davvero porre fine a questo! Ci sara` un Gamer Gate.”

Nella clip, Loehr afferma: “Ho il potere, non possono portarmelo via e onestamente ci sono alcune persone che dovrebbero aver paura perché rappresento il moderatore e la diversità e sto per arrivare da te se sei una persona merdosa – mi opporrò a te, punto e Twitch mi sta sostenendo. ”

“Questo rappresenta il pensiero di tutti gli autoritari che vogliono controllare il tuo discorso, i tuoi pensieri e amministrarti le punizioni se non sei d’accordo con loro”, ha osservato lo Youtuber Count Dankula. “Non appena ha ottenuto il potere, la sua maschera non è caduta, la ha strappata via utilizzandola come un frisbee.”

Dopo che Loehr e` stato nominato nel consiglio di sicurezza di Twitch, i media mainstream si sono immediatamente affrettati a difenderlo, sostenendo che mettere in discussione la sua neutralità rappresentava una “campagna di molestie”.

Come evidenzia Ralph Retort, l’ascensione di Loehr a moderatore di Twitch è stata quasi certamente aiutata dall’ADL.

“La promozione risale a quasi due anni fa. Questo non è qualcosa che è successo di punto in bianco. L’ADL ha fatto gli straordinari per mettere le mani in pasta nei videogiochi. Troppi soldi e influenza sul tavolo per essere ignorati! ”

Questi sono i tipi di persone che ora hanno il potere di controllare la libertà di parola online.

Da una prospettiva più ampia, questi sono i tipi di persone a cui viene consegnato il potere sulla società.

E ci chiediamo perché siamo in un tale casino.

Fonte

 

 

 

Un drag queen danza in maniera sensuale di fronte ad una bambina mentre gli adulti applaudono e ridono

Un video caricato su Tik Tok mostra un drag queen ballare in modo suggestivo di fronte a una ragazza di età non superiore ai 6 anni mentre gli adulti nella stanza applaudono e ridono.

La clip mostra la bambina seduta mentre un drag queen si muove a gattoni verso di lei.

Il drag queen quindi balla in modo sensuale prima di avvicinarsi alla bambina in quello che alcuni spettatori sostengono essere paragonabile all’inizio di una lap dance.

La drag queen quindi scuote il sedere prima di accarezzare i capelli della bambina e baciarla.

I genitori battono le mani e ballano per tutta la clip.

Il testo del video afferma “Questa dolce bambina ha chiesto a sua madre di vedere meglio lo spettacolo”.

Lo sguardo sul suo viso suggerisce il contrario, con molti su twitter i quali affermano che la sua postura e linguaggio non verbale mostrano come fosse incredibilmente a disagio durante l’intera performance.

Nonostante gli spettacoli dei drag queen siano intrinsecamente sessuali, la sinistra insiste ancora sul fatto che non c’è nulla di strano nella partecipazione dei bambini.

Questo video suggerisce chiaramente il contrario.

Alcuni drag queen si chiedono il motivo per cui i genitori “woke” permettano loro di esibirsi di fronte ai bambini.

Fonte

 

Il figlio dodicenne transgender di Dwyane Wade e la sua promozione mediatica

L’ex star della NBA Dyane Wade ha partecipato a diversi spettacoli televisivi per parlare di suo figlio che ora si identifica come una ragazza di nome Zaya. Nel seguente articolo vedremo come  questo “tour mediatico” fa parte della più ampia agenda di sfocatura di genere.

Sebbene Dwyane Wade si sia ritirato dall’NBA nel 2019, e` ancora sotto la luce dei riflettori. Nelle ultime settimane, Dwyane Wade è stato ovunque: interviste multiple sui principali programmi TV, innumerevoli articoli di importanti notiziari, un imminente documentario ESPN e ogni tipo di attenzione sui social media. Recentemente ha anche registrato una canzone con il rapper Rick Ross.

Perché in questo periodo il proverbiale “riflettore” brilla costantemente su di lui? È a causa dei suoi successi con i Miami Heat? Ovviamente no. È perché sta promuovendo un punto dell’agenda.

All’inizio di questo tour mediatico, Wade ha annunciato che suo figlio di 12 anni, Sion, si identificava in una ragazzina di nome Zaya. Sebbene questa informazione personale poteva essere mantenuta privata, questo non e` stato il caso. Al contrario, il cambio di genere di Sion, con tanto di pronomi “she / her”, viene attualmente “promosso” con un massiccio tour mediatico.

Perché un padre dovrebbe andare in una televisione nazionale per discutere della sessualità del suo bambino in eta` pre-puberale? Perché i programmi TV dovrebbero dedicare del tempo anche a discutere della sessualità di un dodicenne? Perché viene promossa un’agenda: l’agenda di sfocatura di genere.
Questa agenda specifica è stata identificata su questo sito diversi anni fa e continua a essere riproposta periodicamente. La parte più insidiosa di tutto: colpisce attivamente e in modo aggressivo i giovani e i loro genitori.

Il tour multimediale di Dwyane Wade è stato attentamente pianificato ed è stato calcolato per raggiungere un pubblico specifico: i neri che sono cresciuti ascoltando il rap (e la sua glorificazione del forte archetipo maschile) e che ora stanno per diventare genitori.

Come previsto, questo tour mediatico è stato accolto con forti reazioni dalla comunità nera e hip-hop.

UN ENORME TOUR MEDIATICO

Dwyane Wade da Ellen.

Il tour mediatico iniziò quando Wade rivelò da Ellen che Sion si identificava come femmina. Ha detto:

“Siamo orgogliosi genitori di un bambino della comunità LGBTQ + e siamo anche orgogliosi alleati. Prendiamo molto sul serio i nostri ruoli e responsabilità come genitori. Quindi, quando un bambino torna a casa con una domanda, quando un bambino torna a casa con un problema, quando un bambino torna a casa con qualsiasi cosa, è nostro compito di genitori ascoltarlo, dare loro le migliori informazioni possibili, il miglior feedback che possiamo. Anche se adesso la sessualita` e` coinvolta questo non cambia. ”
Ha anche spiegato che Zaya è destinato a diventare un leader.

“Una volta Sion tornò a casa e disse: “Chiamami Zaya” e “Sono pronto per affrontare la situazione”, lo guardai e dissi:” Sei un leader. È la nostra opportunità per permetterti di essere una voce, “In questo momento, attraverso di noi, perché ha solo 12 anni, ma alla fine, sara` lei stessa a parlare”.

Apparentemente, ci sono grandi progetti per Zaya.

Il tour mediatico è proseguito in un altro televisivo: Good Morning America

Wade a GMA.

Durante quell’intervista, Wade parlò di Zaya spiegandogli la sua identità.

“Ha detto:” Non credo di essere gay “. lesse l’elenco e disse: “Questa è la mia identità di genere, è così che mi identifico. Mi identifico come una giovane donna. Penso di essere una trans eterosessuale perché mi piacciono i ragazzi “.

Wade ha anche partecipato a spettacoli meno popolari come Watch What Happens Live with Andy Cohen, dove ha sottolineato l’importanza di usare i pronomi corretti.

Wade a Watch What Happens Live with Andy Cohen.

Zaya fece anche un’apparizione sul jumbotron nell’AmericanAirlines arena per la cerimonia di pensionamento di Wade.

L’apparizione di Zaya sul jumbotron e` stata accolta da uno scrosciante applauso.

Anche la moglie di Wade, Gabrielle Union, promuove fortemente Zaya e gli LGBQ + sui social media (ha partecipato alla parata del Pride con Zaya l’anno scorso).

View this post on Instagram

As a family, we believe inclusion and equality are two essential pillars needed to move towards growth and progressive thinking and action in our society. We have created a Limited Edition T shirt to help create a more inclusive space with our platform. The Wade family and @yngdna have decided to donate $50k and 50% of the proceeds of sales of the Pride shirts to The GLSEN organization whose mission strives to ensure safe schools for all students, regardless of sexual orientation as well as gender identity. For 25 years GLSEN has been the leading national organization focused on ensuring safe and affirming schools for LGBTQ+ students #StopKillingBlackTransWomen #StopKillingTransWomen #TransWomenAreWomen #SupportingEachOtherWithPride PS @kaaviajames has a very cool @yngdna Pride piece coming soon 👼🏾👼🏾👼🏾

A post shared by Gabrielle Union-Wade (@gabunion) on

Da questi spettacoli mediatici premeditati e` ovviamente nata una raffica di articoli che hanno plasmato la narrazione. In altre parole, hanno detto alla gente cosa pensare della situazione.

Un titolo di Vox che riassume la ricezione mediatica della notizia

HuffPost ha pubblicato un articolo nella sua sezione “genitorialità” su Zaya e ha incluso un paragrafo sui bambini che conoscono il loro “vero” genere a … tre anni.

I bambini conoscono la loro identità di genere fin da piccoli
Uno studio congiunto britannico e americano pubblicato lo scorso anno ha scoperto che i bambini trans di appena tre anni erano in grado di comprendere la loro identità di genere.

“Uno dei punti più ricorrenti è che ad un certo punto, a volte già dai tre ai cinque anni, si ha la sensazione che l’individuo faccia parte di un altro genere”, ha affermato Charlotte Tate, psicologa alla San Francisco State University e lei stessa una donna trans.

Quando gli viene detto che sono parte del genere assegnato,” diranno “No, non è giusto. Non mi va bene. ‘Hanno una conoscenza di sé che è privata e che stanno cercando di comunicare.
– HuffPost, Zaya Wade, Dwyane Wade And Gabrielle Union’s Daughter, Talks About Her ‘True’ Gender

Come previsto, questo annuncio ha generato alcune risposte forti in tutta la comunità nera. È stata l’occasione perfetta per inquadrare il dibattito e ritenere “transfobico” chiunque esprima preoccupazioni per questa situazione.

CRITICI PUNITIVI

Alcune fonti mediatica non stavano aspettando altro che emergessero opinioni dissenzienti per distruggerle. Difficile. È una lezione per le altre celebrità: non criticare o verrai distrutto.

Il 20 febbraio, il rapper Boosie Badazz ha caricato un post su Instagram per condividere il suo punto di vista su Zaya.

Il rapper ha detto:

“Devo dire qualcosa su questa merda, fratello. Dwyane Wade, stai facendo tutto troppo in fretta. E` un maschio. Un bambino di 12 anni. A 12 anni non sanno nemmeno quale sarà il loro prossimo pasto. Non hanno ancora capito. Potrebbe incontrare una donna, a 16 anni e innamorarsi di lei. Ma il suo c***o e` sparito – datti una calmata.

“Non tagliarli il c***o, amico. Tipo, davvero, se sarà gay, lascia che sia gay. Ma non tagliargli il cazzo, bruh. Non vestirlo da donna, amico. Ha 12 anni. Non è ancora maturo. Non ha ancora preso le sue decisioni finali. Non tagliarglielo, Dwyane Wade, bruh.”

La reazione e` stata rapida: Boosie viene accusato di essere “transfobico” dai mass media. Viene anche bandito dalla sua palestra per questo motivo.

Un titolo di giornale chiama Boosie transfobico.

Anche Young Thug, un rapper ironicamente noto per travestirsi, ha espresso la sua opinione in merito. Ed e` stato “distrutto”. Pesantemente.

Sebbene il tweet fosse breve e conciso, ha generato pagine di risposte. Certo, è stato bombardato dai mass media e si e` anche parlato di “cancellarlo”.

Un titolo di E! News che accusa Young Thug di transfobia linciandolo per aver usato un pronome maschile mentre si riferiva a Zaya.

Anche l’attrice e cantante Serayah ha espresso la sua opinione sulla situazione.

La star di “Empire” Serayah McNeill.

In una serie di video IG, ha detto:

“Penso che sia tutto un po ‘ troppo prematuro. Non mi importa se sei un ragazzo o una ragazza, per me, ci sono altre cose di cui dobbiamo preoccuparci in questo momento. Ci sono così tante altre cose nella società che spingono i genitori e i bambini ad essere in un certo modo. Riprendiamo le redini, va bene? Ma adesso, fermati un attimo. Aspetta di invecchiare un po ‘, tanto da sapere che questo è esattamente ciò che vuoi essere e fare per il resto della tua vita “.

La risposta è stata immediata:

La parola “transfobico” viene nuovamente utilizzata in questo titolo di Billboard.

Naturalmente, altri sono volati in soccorso di Zaya e sono stati immediatamente elogiati per questo.

Un titolo di NBC News.

In un video di Instagram, Cardi B ha dichiarato:

“Mi sento come se la gente stesse dicendo che questo ragazzo è troppo giovane per la transizione. Ma mi domando, quando si e` troppo giovani per cambiare? Qual è il limite di età per sapere quello che vuoi essere?

Se sei nato così, allora sarai per sempre così. Qual è il punto di transizionare da vecchi e poi rimpiangere il fatto di non averlo fatto prima.

Lascia che le persone trovino la loro felicità, specialmente i bambini, che si sentano a loro agio. “

CONCLUDENDO

Questo tour mediatico sul cambiamento di genere di Zaya non è stato casuale né spontaneo. E` stato un blitz mediatico attentamente pianificato che aveva un paio di obiettivi chiari. In primo luogo, si e` trattato di “educare” i genitori sul modo corretto di affrontare le questioni di genere dei bambini. I media ci dicono che i bambini di tre anni sanno di appartenere ad un genere diverso. Pertanto, i genitori devono approvare il cambio di nome, il cambio di pronome e, infine, gli ormoni e la chirurgia che bloccano il genere biologico. Il secondo obiettivo di questo blitz era di innescare critiche per poi etichettarle immediatamente come “transfobiche”.

Attraverso questo blitz, l’intera narrazione sul genere dei bambini (che non hanno nemmeno raggiunto la pubertà) è correttamente inquadrata. Le risposte “corrette” sono elogiate mentre quelle “errate” sono punite, il che incoraggia altri critici a tacere.

In breve, l’intero episodio è stato l’ennesimo capitolo dell’agenda molto pervasiva di sfocatura di genere. L’obiettivo finale di tutto ciò? Un’intera generazione di giovani confusi riguardo al proprio genere e di genitori che alimentano quella confusione.

Fonte

Il palese simbolismo occulto del “Vogue Ball” 2020

Questo evento elitario ha visto protagoniste star brasiliane e internazionali vestite con abiti altamente simbolici. Ecco uno sguardo a questi costumi e al loro significato occulto.

Ogni anno, poco prima del Carnevale di Rio, Vogue organizza un ballo stravagante che presenta alcune delle più grandi star e personalità del Brasile che indossano abiti che seguono un tema specifico. Sebbene il tema sia diverso ogni anno, il vero argomento di fondo di questi eventi è sempre lo stesso: il palese simbolismo dell’élite occulta.

Ad esempio, un paio d’anni fa, il tema era “Il misticismo di Lady Zodiac”. E, poiché un paio di segni zodiacali hanno le corna, è stata l’occasione perfetta per vestire le stelle brasiliane come se fossero spose di Baphomet.

C’erano molti ospiti cornuti al Vogue Ball 2017.

In molti modi, il ballo organizzato da Vogue è simile al MET Gala annuale a New York. Presenta un sacco di stelle e celebrità, ruota attorno a un tema annuale ed è sempre pieno di simbolismo dell’élite occulta (vedi i miei articoli sul MET 2019 e MET 2018). C’è un altro importante punto in comune tra i due eventi: sono entrambi organizzati da Vogue, un marchio globale incredibilmente potente e influente nel mondo della moda. Di proprietà del conglomerato mediatico Condé Nast, Vogue è fortemente sostenuto dall’élite occulta. Ecco perché le copertine e i servizi fotografici della rivista Vogue sono spesso presenti nelle immagini simboliche del mese di questo sito.

Questi eventi di moda sono la prova definitiva dell’incredibile potere e influenza di Vogue. Invitano le celebrità più importanti, fanno loro indossare abiti simbolici (e talvolta umilianti) e li fanno sfilare in mezzo a centinaia di telecamere. Il messaggio finale: possediamo l’industria e tutti coloro che vi lavorano.
Il tema di quest’anno era il “surrealismo tropicale”. Apparentemente, il surrealismo è il tema preferito di questi balli degli Illuminati. Era il tema del famigerato ballo in maschera dei Rothschild nel 1972 e il tema del ballo d’élite dell’UNICEF del 2018. Il surrealismo era una potente corrente artistica nel 20 ° secolo e divenne rapidamente uno dei preferiti dell’élite occulta. Basato sul potere del subconscio e dei processi psicologici nascosti, il simbolismo del surrealismo e` integrato nel sistema di controllo mentale Monarch.

Mentre ci sono alcuni elementi surrealisti nei costumi del ballo organizzato da Vogue, il vero tema di fondo dell’evento era il simbolo dell’occhio che tutto vede.

Per sponsorizzare il proprio evento, la copertina di Vogue Brasile di questo mese ha celebrato il “surrealismo tropicale”.

La copertina di Vogue Brasile mostrava un evidente simbolo dell’occhio che tutto vede.

Ecco le foto dell’evento.

BAILE DA VOGUE 2020

Il ballo di Vogue di quest’anno si è svolto nel prestigioso Palazzo Belmond Copacabana. In questo scenario elitario, c’erano un sacco di pedine che indossavano simbolismo d’élite.

L’attrice Camila Queiroz se ne è andata in giro con questo occhio che tutto vede portatile.

Lo ha anche usato sul marito e attore Kleber Toledo. Indossava un abito dualistico in bianco e nero con, ovviamente, un occhio onniveggente.

La YouTuber Marina Saad nasconde un occhio mentre si tiene un occhio sulla bocca. Venduta

La cantante Isadora se ne andava in giro con degli occhi onniveggenti sulla testa. Non e` stata l’unica.

Anche la famosa truccatrice Vanessa Rozan si aggirava al ballo con un occhio in testa. Che originalita`

L'”Influencer” Samara Checon indossava un copricapo con farfalle monarca. Programmazione monarch.

L’attore Dudu Bertholini ha dipinto degli occhi sulle sue palpebre. Questo tipo di trucco è uno dei preferiti dell’élite occulta. Fondamentalmente rappresenta l’essere cieco. E non e` stato l’unico a sfoggiarlo

Qui ci sono altri occhi + un terzo occhio sulla fronte. Falsa illuminazione

Un ragazzo beta kitten

Il modello e conduttore televisivo Leonardo Picon indossava un abito pieno di occhi onniveggenti.

“Fashion curator” (Adoro questi titoli) Ana Isabel de Carvalho Pinto con un vestito dualistico e un copricapo che sottolinea l’occhio. Ha anche nascosto un occhio per far capire ancor di piu` che è di proprietà dell’élite

L’attrice Bruna Linzmeyer con un trucco per un occhio. Pura originalità.

Una maschera inquietante con un occhio solo

Ovviamente, l’agenda di sfocatura di genere imponeva che ci fossero molti uomini in abito da donna. Come questo ragazzo

E anche lui. Non è né “tropicale”, né “surrealista”. È solo un uomo vestito da donna perché è quello che l’élite vuole vedere nella cultura pop.

L’attore Silvero Pereira si è vestito come il coronavirus al microscopio.

L'”Influencer” Mari Rage aveva un copricapo simbolico che conteneva una farfalla e un bambino smembrato – riferimenti alla programmazione Monarch. Certo, c’è anche un occhio.

CONCLUDENDO

Avrei potuto postare dozzine di altre foto qui. Tuttavia, credo che queste siano più che sufficienti per dimostrare il mio punto: il ballo organizzato da Vogue e` stata l’ennesima dimostrazione di potere dell’élite occulta. Recluta persone influenti e le rende parte del suo sistema costringendole a mostrare il suo simbolismo.

Attraverso questi eventi, l’élite occulta impone a tutto il mondo un’unica cultura popolare egemonica. Anche se a volte aggiungono delle caratteristiche “locali”, il nucleo di tutto ruota attorno a uno specifico modello di simboli – lo stesso modello esatto di simboli che sono stati evidenziati per anni su Neovitruvian. Non solo questi simboli alludono alla completa proprietà della cultura da parte dell’elite, ma alludono anche ad alcune delle loro pratiche più malate come la programmazione Monarch.

Fonte

“The Ahuman Manifesto”: Una soluzione ai cambiamenti climatici? L’estinzione umana (Folli di estrema sinistra che casualmente sono anche professori universitari)

Una accademica della Cambridge ha proposto un nuovo modo radicale per risolvere i cambiamenti climatici, ovvero l’estinzione umana.

Patricia MacCormack, professoressa di filosofia continentale all’Università Anglia Ruskin, ha appena pubblicato il suo nuovo libro The Ahuman Manifesto, pubblicato a Cambridge mercoledi` scorso.

Il libro sostiene che a causa del danno arrecato ad altre creature viventi sulla Terra, dovremmo iniziare gradualmente a eliminare gradualmente la riproduzione. Ma invece che procurare disgusto e rigetto, ha generato discussioni grazie al suo tono gioioso e ottimista, sul futuro della Terra – senza l’umanità.

Tocca anche diversi argomenti cari alle persone “woke”, come la religione il veganismo (non e` woke essere vegani) al concetto di politica identitaria, e come la creazione di una societa` gerarchia ci abbia lasciato ciechi di fronte alla distruzione che stiamo causando al nostro habitat e ad altre forme di vita.

Parlando con CambridgeshireLive, la professoressa MacCormack ha sottolineato come è arrivata a questo punto di vista e come queste idee non siano così provocatorie come potrebbero inizialmente sembrare. (Nel mondo woke nulla e` troppo estremo, guarda l’aborto al nono mese ad esempio)

Ha detto: “Sono arrivata a questa idea riflettendo su un paio di nozioni. Sono stata introdotta alla filosofia a causa del mio interesse per il femminismo e per la teoria queer, i diritti riproduttivi, quindi, sono stati per lungo tempo un mio interesse – questo mi ha portata a saperne di più sui diritti degli animali, grazie a questo sono diventata vegana.

“La premessa di base del libro è che siamo nell’era dell’Antropocene, l’umanità ha causato problemi di massa, tra questi vi e` la gerarchizzazione della societa` in cui le persone bianche, di sesso maschile, eterosessuali e di talento hanno successo, e le persone di razze, generi e sessualità diversi e coloro che hanno disabilità lottano per aver lo stesso successo dei bianchi.

“È qui che entra in gioco l’idea di smantellare la politica identitaria: meritano diritti non per quello che sono, ma perché semplicemente sono.

“Il libro sostiene anche che dobbiamo smantellare la religione e altri poteri forti come la chiesa del capitalismo o il culto di sé, in quanto fa sì che le persone agiscano secondo regole imposte piuttosto che rispondere riflettendo alle situazioni che si presentano davanti a loro”.

L’argomento centrale del Manifesto Ahuman può essere riassunto in questo modo: l’umanità è già ridotta in schiavitù dal capitalismo e, a causa del danno che ciò ha causato, l’eliminazione graduale della riproduzione è l’unico modo per riparare il danno fatto al pianeta.

Inoltre, l’umanità deve vedere che non è l’unica forza dominante vivente, ma prima di tutto deve smantellare la gerarchia consolidata. Questo argomento non ha ricevuto tutto il disaccordo che ci si potrebbe aspettare.

La professoressa MacCormack ha continuato: “Tutti sono d’accordo con le idee nel libro fino a quando non viene detto loro che avrebbero dovuto agire in prima persona. C’è molto accordo sul fatto che questi cambiamenti potrebbero funzionare per il mondo, ma quando si impone sulle persone, diventa proattivo.

Non si tratta della nostra morte, ma di celebrare gli strumenti che esistono per prendersi cura di una Terra in via di distruzione.

“Le persone si chiedono perché non penso che gli esseri umani siano esseri eccezionali e dominanti, ma quando chiedo loro perché lo pensano, non ricevo mai una buona risposta. Il modo in cui percepiamo il mondo non è unico, non pensiamo mai alla vita animale.

“Anche Extinction Rebellion si concentra solo sull’effetto che questo avrà sulla vita umana quando il cambiamento climatico è qualcosa che influenzerà ogni essere vivente sul pianeta.”

Fonte

Un comune britannico ospitera` eventi drag queen per bambini in un’area di Londra con una grande concentrazione di musulmani

Cosa potra` andare storto?

Un comune nel Regno Unito ha annunciato che ospiterà una serie di “Drag Queen Story Times” per bambini di 5 anni a Newham, una zona di Londra che ha una grande popolazione musulmana.

“Il primo dei nostri Drag Queen Story Times per i bambini e i loro genitori si terra` presso le @NewhamLibraries questo venerdì”, ha dichiarato il Comune di Newham in un tweet. “Vieni ad ascoltare storie favolose, raccontate magnificamente.”

Le immagini che accompagnano il tweet mostrano drag queen mentre stanno leggendo delle storie ai piu` piccoli.

“Offrendo spazi in cui i bambini sono in grado di vedere persone che sfidano le rigide restrizioni di genere, Drag Queen Story Time consente loro di immaginare il mondo in cui le persone possono presentarsi come desiderano”, afferma il Comune di Newham sul loro sito web. ”

I biglietti sono gratuiti e gli spettacoli sono rivolti ai bambini durante le vacanze scolastiche di metà periodo.

Un evento simile a South Lambeth mostra un uomo con la barba vestito da donna che legge a dei bambini

Secondo il censimento del 2011, la popolazione musulmana di Newham rappresentava il 32%, e sicuramente ora e` più alta.

Ospitare questo tipo di eventi a Newham rischia di suscitare polemiche dato che i genitori musulmani in altre aree del Paese fortemente popolate da musulmani hanno già organizzato proteste contro l’istruzione LGBT nelle scuole.

Il 51enne Jabar Hussain si trova di fronte all’accusa e ad un potenziale periodo di detenzione per aver rimosso suo figlio dalla Parkfield Community School di Alum Rock, Birmingham.

Hussain si oppone al cosiddetto curriculum “No Outsiders”, che espone i bambini piccoli all’indottrinamento gay e transgender, incluso un libro intitolato Introducing Teddy che educa i bambini sullo scambio di genere.

Gli eventi “Drag Queen Story Time” in America e altrove hanno ricevuto un forte contraccolpo, con molti critici che sottolineano che rappresentano opportunità per i predatori sessuali e che i bambini non dovrebbero essere esposti all’indottrinamento sessuale politicizzato in così giovane età.

Il mese scorso abbiamo messo in evidenza le parole di una vera drag queen, Kitty Demure, che ha pubblicato un video virale in cui ha espresso il suo stupore per il motivo per cui i genitori “woke” stanno permettendo ai loro figli di stare attorno alle drag queen, chiedendo: “Vorresti che una spogliarellista o una porno star influenzasse tuo figlio? ”

Chi ha risposto al tweet del Comune di Newham ha espresso la sua veemente opposizione.

Fonte

Jon Stryker: Il miliardario che finanzia il movimento LGBT

Jon Stryker, 62 anni, è l’erede dell’omonima Stryker Corp., produttorice di dispositivi e apparecchiature mediche. Ha donato quasi 250 milioni di dollari della sua personale ricchezza a gruppi a sostegno dei diritti dei gay e dei coloni ebrei nella Gerusalemme araba.

Non c’è nulla di spontaneo nel movimento LGBT. Gli ebrei cabalisti usano la disforia di genere per destabilizzare la società.

Grazie a loro, l’agenda dei diritti LGBT – nota l’aggiunta di “T” – è diventata una forza potente e aggressiva nella società occidentale. I suoi sostenitori controllano i media, il mondo accademico, le professioni di spicco e, soprattutto, le grandi imprese e la grande filantropia.

Non molto tempo fa, il movimento per i diritti degli omosessuali era un piccolo gruppo di persone che facevano fatica a seguire le proprie disposizioni all’interno di una più ampia cultura eterosessuale. I gay e le lesbiche erano sfavoriti, a volte soggetti a discriminazione e abusi. La loro storia è stata tragica, la loro sofferenza drammatizzata dall’AIDS e da Rock Hudson, da Brokeback Mountain e da Matthew Shepard.

Jon Stryker è il nipote di Homer Stryker, un chirurgo ortopedico che ha fondato la Stryker Corporation. Con sede a Kalamazoo, nel Michigan, la Stryker Corporation ha venduto $ 13,6 miliardi in forniture chirurgiche e software nel 2018.

Stryker con il marito / moglie Slobodan Randjelović)

Jon, erede della fortuna, è gay. Nel 2000 ha creato la Arcus Foundation, un’organizzazione no profit al servizio della comunità LGBT, nata grazie alla sua esperienza da omosessuale. Arcus ha donato oltre $ 58,4 milioni a programmi e organizzazioni che svolgono attività connesse con LGBT solo tra il 2007 e il 2010, rendendolo uno dei maggiori finanziatori LGBT al mondo. Stryker ha donato più di $ 30 milioni a Arcus stesso in quel periodo di tre anni, attraverso le sue azioni nella Stryker Medical Corporation.

Stryker fondò Arcus proprio quando l’epidemia di AIDS fu messa sotto controllo negli Stati Uniti. Prima di fondare Arcus, fu presidente di Depot Landmark LLC, una società di sviluppo specializzata nella riabilitazione di edifici storici. Questo gli sarebbe tornato utile quando in seguito avrebbe rinnovato lo spazio per Arcus a Kalamazoo. È stato anche membro del consiglio di fondazione di Greenleaf Trust, una società di gestione patrimoniale privata.

La sorella di Jon, Ronda Stryker, è sposata con William Johnston, presidente di Greenleaf Trust. È anche vicepresidente dello Spelman College, dove Arcus ha recentemente concesso una sovvenzione di 2 milioni di dollari in nome della femminista lesbica Audre Lorde. Il denaro è destinato a un programma di studi queer. Ronda e Johnston hanno donato a Spelman complessivamente $ 30 milioni di dollari, la piu` grande donazione nella sua storia di 137 anni. È anche membro fiduciario del Kalamazoo College (dove Arcus ha concesso una sovvenzione di leadership per la giustizia sociale di $ 23 milioni nel 2012), nonché membro del Board of Fellows della Harvard Medical School.

Pat Stryker, un’altra sorella di Jon, ha lavorato a stretto contatto con Tim Gill. Gill gestisce una delle più grandi organizzazioni non profit LGBT in America ed è stato vicino alla famiglia Stryker da quando Jon ha creato Arcus. Nel 1999, Tim Gill ha venduto le sue partecipazioni a Quark, la sua società di software, e ha iniziato a lavorare con la Gill Foundation in Colorado. Lavorando a stretto contatto con Pat Stryker e altri due ricchi filantropi, che insieme divennero noti come i quattro cavalieri a causa delle loro spietate strategie politiche, decisero di cambiare il Colorado, uno stato rosso, in blu. Hanno proceduto a versare mezzo miliardo di dollari in piccoli gruppi a sostegno delle agende LGBT. Gill ha notato nella sua introduzione iniziale per Jon Stryker ai GLSEN Respect Awards 2015 che, dal momento che si conoscono, lui e Jon hanno “complottato, tramato, camminato insieme”, “punendo i malvagi e premiando il bene”.

Prima del 2015, Stryker aveva già costruito l’infrastruttura politica per guidare l’ideologia dell’identità di genere e il transgenderismo in tutto il mondo, donando milioni a piccole e grandi entità. Questi includevano centinaia di migliaia di dollari a ILGA, un’organizzazione LGBT per l’uguaglianza in Europa e in Asia centrale con 54 paesi partecipanti, e Transgender Europe, una voce per la comunità trans in Europa e in Asia con 43 paesi partecipanti (Transgender Europe ha anche finanziato minori organizzazioni come TENI, Transgender Equality Network Ireland).

Nel 2008 Arcus ha fondato la Arcus Operating Foundation, un braccio della fondazione che organizza conferenze, programmi di leadership e pubblicazioni di ricerca. In una riunione del 2008 a Bellagio, in Italia, 29 leader internazionali si sono impegnati ad espandere la filantropia globale per sostenere i diritti LGBT. All’incontro, insieme a Stryker e Ise Bosch, fondatore del Fondo Dreilinden in Germania, c’era Michael O’Flaherty, uno dei relatori per i principi di Yogyakarta sull’applicazione del diritto internazionale dei diritti umani in relazione all’orientamento sessuale e all’identità di genere ( principi delineati in Indonesia nel 2006). Con i Principi di Yogyakarta, i semi sono stati piantati per introdurre e collegare l’ideologia dell’identità di genere alle nostre strutture legali. O’Flaherty è stato eletto membro del Comitato dei diritti umani delle Nazioni Unite dal 2004.

Dall’incontro di Bellagio, Arcus ha creato MAP, il progetto di avanzamento del movimento LGBT, per tracciare il complesso sistema di patrocinio e finanziamento che promuoverebbe l’identità di genere / transgenderismo nella cultura. Allo stesso tempo, il Core Group LGBTI è stato formato come un gruppo interregionale informale dei paesi membri delle Nazioni Unite per rappresentare le questioni LGBTI sui diritti umani per i membri del Core Group delle Nazioni Unite finanziate da Arcus, tra cui Outright Action International e Human Rights Commission. I paesi membri del Core Group includono Albania, Australia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Croazia, El Salvador, Francia, Germania, Israele, Italia, Giappone, Montenegro, Messico, Nuova Zelanda, Norvegia, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti Stati, Uruguay e Unione Europea, nonché l’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani.

Queste iniziative promuovono l’identità di genere e il transgenderismo formando leader nell’attivismo politico, nella leadership, nella legge transgender, nella libertà religiosa, nell’istruzione e nei diritti civili. Ecco le principali organizzazioni supportate da Arcus: il Victory Institute, il Center for American Progress, l’ACLU, il Transgender Law CenterProgetto di finanziamento Trans Justice, OutRight Action International, Human Rights Watch, GATE, Parliamentarians for Global Action (PGA), The Council for Global Equality, U.N., Amnesty International e GLSEN. Il Consiglio di educazione e informazione sulla sessualità degli Stati Uniti (SIECUS), in collaborazione con Advocates for Youth, Answer, GLSEN, la Fondazione Human Rights Campaign (HRC) e Planned Parenthood Federation of America (PPFA), ha avviato una campagna per rimodellare le narrazioni culturali della sessualità e della salute riproduttiva. Altre sessantuno organizzazioni hanno firmato una lettera a sostegno di una revisione degli attuali curricula.

Nel 2013 Adrian Coman, un veterano delle Open Society Foundations di George Soros (un motore dell’ideologia transgender che ha creato iniziative per normalizzare i bambini transgender), è stato nominato direttore del programma internazionale per i diritti umani presso la Fondazione Arcus, per guidare l’ideologia dell’identità di genere a livello globale. In precedenza, Coman è stato direttore del programma dell’International Gay and Lesbian Human Rights Commission. E nel 2015, Arcus ha lavorato a stretto contatto con e finanziato i programmi della NoVo Foundation per il transgenderismo. NoVo è stata fondata da Peter Buffett, figlio del miliardario Warren Buffett.

Questi programmi e iniziative promuovono l’ideologia dell’identità di genere supportando varie organizzazioni religiose, associazioni sportive e culturali, formazione del dipartimento di polizia e programmi educativi nelle scuole elementari, scuole superiori (GLSEN, il cui fondatore è stato portato ad Arcus nel 2012 nel consiglio di amministrazione, ha influenzato molti curricula scolastici K-12 ) e università e istituzioni mediche – inclusa la American Psychological Foundation (APF). I fondi Arcus aiutano APF (la principale organizzazione psicologica negli Stati Uniti) a sviluppare linee guida per stabilire pratiche psicologiche transaffermative. Gli psicologi sono “incoraggiati” da quei soldi a modificare la loro comprensione del genere, ampliando la gamma della realtà biologica per includere identità mediche astratte.

Allo stesso tempo, Arcus guida l’ideologia dell’identità di genere e il transgenderismo sul mercato incoraggiando le aziende a investire in cause LGBT. Per non dimenticare, Stryker è l’erede di una società medica da $ 13,6 miliardi. Basta guardare le corporazioni che supportano gliLGBT durante il mese del pride di quest’anno per accertare il successo che Arcus ha avuto in questo campo.

Come mostra l’esempio della Arcus Foundation, il movimento per i diritti civili LGB di un tempo si è trasformato in un implacabile colosso, che ha forti legami con il complesso industriale medico e i corporativisti globali. La lobby farmaceutica è la più grande entità di lobby del Congresso. Sebbene gli attivisti presentino il movimento LGBT come un gruppo debole e impotente che soffre di oppressione e discriminazione, in verità esercita un potere e un’influenza enormi – potere che usa sempre più per riplasmare le nostre leggi, scuole e società.

Fonte

 

Un drag queen “sgrida” i genitori troppo “woke” che mandano i figli alle letture con le drag queen

“Vorresti che una spogliarellista o una porno star influenzasse tuo figlio?”

Il drag queen Kitty Demure ha pubblicato un video virale in cui ha espresso il suo stupore riguardo ai genitori troppo “woke” i quali stanno permettendo ai loro figli di stare attorno ai drag queen, chiedendo: “Vorresti che una spogliarellista o una porno star influenzassero tuo figlio?”

Demure si è chiesto perché i drag queen avessero attirato così tanto “rispetto” da sinistra dato che hanno fatto poco più che “truccarsi, saltare e contorcersi sul palco”.

“Non ho assolutamente idea del motivo per cui vorresti che tuo figlio, fosse influenzato da uno spogliarellista o da una pornostar” Ha affermato

Demure ha continuato a sottolineare che i drag queen si esibiscono nei club per adulti e che nel backstage “c’è un sacco di sesso, nudità e droghe, quindi non credo che questa sia una strada che vorresti che tuo figlio esplorasse”.

“Coinvolgerli nel mondo drag è estremamente irresponsabile da parte vostra”, ha detto Demure ai genitori, aggiungendo che molti lo seguono per apparire “cool” o “woke” con i loro amici di sinistra.

“Puoi educare tuo figlio ad essere un bambino normale senza mettergli davanti immaginari sessuali o gay”, ha detto Demure.

Il drag queen ha continuato sostenendo che cose come le Drag Queen Story Time che coinvolgono i bambini sono in realtà dannose anche per la comunità LGBT perché avanzano l’idea che i gay siano pervertiti, pedofili e deviati.

“Non abbiamo bisogno che tu ci porti i tuoi figli, quindi tienili a casa o portali a Disneyland (ma anche no n.d.r.), portali a Chuck E. Cheese – ma se hai veramente bisogno che tuo figlio sia intrattenuto da un adulto in maschera o col trucco, portali al circo (ma anche no 2 n.d.r.) o qualcosa del genere ”, ha detto.

“Non rovinare la vita di tuo figlio e non rovinarci, perché è quello che stai facendo”, ha concluso Demure.

Come abbiamo sottolineato in precedenza, un insegnante della Willis High School in Texas ha detto che la scelta dei genitori, per quanto riguarda come crescere i propri figli, dovrebbe essere limitata dopo che alcuni di loro si sono lamentati di una drag queen che visitava la scuola per parlare con i bambini.

Fonte

 

Perche` Justin Bieber tagga foto di bambini con l’hashtag “Yummy” su Instagram? La risposta e` inquietante

Per promuovere il suo nuovo singolo “Yummy”, Justin Bieber ha pubblicato strane foto di bambini con l’hashtag “Yummy”. Ci sono, inoltre, molti riferimenti alla pizza e, il video musicale “Yummy” ha un messaggio nascosto.

Justin Bieber ha pubblicato un nuovo singolo chiamato Yummy e sembra fatto apposta per far incazzare la gente. Per iniziare, l’hook della canzone è in qualche modo esasperante. È come se fosse stato scritto per dei bambini.

Yeah, you got that yummy-yum
That yummy-yum, that yummy-yummy
Yeah, you got that yummy-yum

Tuttavia, il resto dei versetti chiarisce che l’argomento trattato nella canzone è molto adulto e sessuale.

Un titolo dell’Elite Daily sul testo della canzone.

Ecco un esempio:

That jet set, watch the sunset kinda, yeah, yeah
Rollin’ eyes back in my head, make my toes curl, yeah,

Here’s another barely veiled sexual verse:

Standin’ up, keep me on the rise
Lost control of myself, I’m compromised
You’re incriminating, no disguise (No disguise)
And you ain’t never runnin’ low on supplies

Sebbene Bieber non sia chiaramente il primo artista a pubblicare una canzone pop con allusioni sessuali, la promozione che circonda il singolo rende le cose estremamente strane e inquietanti. Chi gestisce l’account Instagram di Bieber avra` pensato che sarebbe stata una buona idea pubblicare foto di bambini con l’hashtag “Yummy”.

L’account IG di Bieber contiene molte più foto di bambini. Per rendere le cose ancora più strane, Bieber ha anche pubblicato il titolo della canzone con un font ch richiama la pizza.

È ormai risaputo che “pizza” è una parola in codice usata nei circoli pedofili. È persino diventato un meme nei forum su Internet come 4Chan. Per coloro che comprendono i codici malati di queste persone, è difficile ignorare la combinazione dei testi della canzone con le foto dei bambini e la parola “Yummy” scritta in quel modo.

Un altro meme ampiamente associato a questi pervertiti è il pedobear. Ecco un altro post sull’account IG di Bieber nel bel mezzo della campagna promozionale di Yummy.

Per rendere le cose ancora più strane, il video musicale aggiunge un altro livello di orrore al tutto

IL VIDEO MUSICALE DI YUMMY

Il video musicale si svolge in un ristorante elegante a cui partecipano persone dall’aspetto elegante. È il tipo di posto in cui andrebbero i membri dell’élite.

All’inizio del video, la telecamera si sofferma su dei bambini che stanno suonando.

Gli unici bambini nel ristorante sono i musicisti. In altre parole, i bambini sono l'”intrattenimento” della serata.

Mentre i bambini suonano, Bieber mangia del cibo strano con alcune persone dall’aspetto altrettanto strano

Cenando con l’élite occulta?

Considerando l’argomento della canzone, si può facilmente interpretare che questa orgia di cibo è in realtà destinata a rappresentare un’orgia di persone. I primi piani delle persone che mangiano suggestivamente cibo non vanno molto per il sottile.

Quest’uomo anziano viene nutrito con una fragola da questa donna anziana. Suggestivo.

Il fotogramma finale del video spiega cosa rappresenta effettivamente il cibo nel video. Quel frame è così simbolicamente importante che è stato anche pubblicato sull’account Instagram di Bieber.

Qualcuno sta mangiando una fetta di torta e sul fondo del piatto vediamo il volto di un giovanissimo Justin Bieber … con la parola “Yummy” scritta sotto.

Il fotogramma finale dice sostanzialmente che i piatti rappresentano i bambini. Vengono “assaggiati”. E Bieber è vittima del sistema stesso che sta celebrando nel video.

COSA STA SUCCEDENDO A BIEBER?

Qualcuno potrebbe chiedersi perché Bieber partecipi a questa raccapricciante setta di pedofili quando potrebbe benissimo farne a meno. La risposta breve è: non ha scelta. Sin dall’inizio della sua carriera, Bieber è sempre stato un pedone del settore, con poco o nessun controllo sulla sua carriera. Come sembra dire l’ultimo frame di Yummy, lo stesso Bieber potrebbe essere stato maltrattato da pervertiti nell’industria musicale.

Altri si chiedono perché Bieber – che è un cristiano devoto e schietto – sta prendendo parte a questa roba occulta d’élite. In effetti, ci sono molti post relativi a Gesù sul suo account IG (anche se stranamente mescolati con immagini inquietanti, legate a Yummy). Tuttavia, per avere un quadro migliore di ciò che sta accadendo qui, dobbiamo guardare alla chiesa di Bieber: la potente chiesa, costellata di stelle dell’industria di Hillsong.

La chiesa di Hillsong è passata dall’essere una piccola chiesa locale in Australia a un “movimento internazionale”.

La chiesa è notoriamente frequentata da varie star come Selena Gomez, Kylie e Kendall Jenner, Kourtney Kardashian, Vanessa Hudgens, Nick Jonas, Hailee Steinfeld e Bono. Tutti loro sono pedine dell’élite occulta.

Anche il fondatore della chiesa Brian Houston ha stretti legami con l’élite politica australiana.

Hillsong Church ha attirato il sostegno di politici di alto profilo, in particolare del Partito liberale australiano. Nel 1998, Brian Houston ha incontrato l’allora Primo Ministro dell’Australia, John Howard, e la maggior parte del suo gabinetto, presso la sede del parlamento di Canberra prima di condividere le preghiere. Nel 2002, John Howard ha aperto l’Hillsong Convention Center nella località di Baulkham Hills. Nel 2004 e nel 2005, l’allora tesoriere australiano, Peter Costello, parlò li` alle sue conferenze annuali.
– Wikipedia, Hillsong Church

Tutta questa approvazione da parte dell’élite è avvenuta nonostante il fatto che la Chiesa abbia un oscuro segreto: il padre del fondatore della Chiesa Frank Houston ha ammesso di aver abusato di molti giovani ragazzi in Australia e Nuova Zelanda. E la direzione della Chiesa ha fatto tutto il possibile per nascondere questa sordida vicenda.

Frank Houston, padre del fondatore della Hillsong Church Brian Houston, era un pastore in Nuova Zelanda e Australia che ha abusato di ben nove ragazzi nel corso del suo ministero. Negli anni ’60 e ’70, una vittima è stata abitualmente soggetta ad abusi sessuali dai 7 ai 12 anni. Nel 1999, sua madre ha denunciato l’abuso in chiesa. Sebbene Brian Houston fosse legalmente obbligato a denunciare il crimine, non lo fece. La vittima in seguito ha testimoniato alla Royal Commission into Institutional Responses to Child Sexual Abuse che Frank Houston gli offri` 10.000 dollari australiani come compenso presso un McDonald in presenza dell’anziano Nabi Saleh della chiesa di Hillsong. Durante un’indagine interna della chiesa, Frank Houston alla fine confesso` il crimine. La commissione ha anche scoperto che era coinvolto nell’abuso sessuale di altri bambini in Nuova Zelanda. Frank Houston si è dimesso dalla sua chiesa nel 2000, che poi si è fusa con la Hillsong Church. Contrariamente a quanto affermato nella lettera di dimissioni di Frank Houston, si ritirò dalla carica di pastore senior del Sydney Christian Life Centre nel maggio 1999 e non fu mai assunto dalla Hillsong Church. Un’ulteriore indagine interna condotta dalle Assemblee di Dio in Australia, in collaborazione con le Assemblee di Dio in Nuova Zelanda, ha riscontrato sei ulteriori accuse di abuso sessuale di minori, che sono state ritenute credibili.

Nel 2015, la commissione reale ha esaminato le accuse che incolpavano Brian Houston di aver nascosto i crimini di suo padre. Nel novembre 2018, 60 Minutes ha trasmesso un segmento che rivisita lo scandalo degli abusi sessuali, perché la documentazione recentemente ottenuta rivela che Brian Houston era profondamente coinvolto in un insabbiamento e che il comportamento offensivo di Frank Houston era peggiore di quanto inizialmente pensato. Brian Houston avrebbe usato la sua posizione all’interno delle assemblee di Dio nella denominazione australiana per nascondere l’abuso sessuale infantile seriale di suo padre. La questione è stata deferita alla polizia del Nuovo Galles del Sud, che ha confermato che Brian Houston era sotto inchiesta penale per non aver denunciato un reato grave. Dopo la storia dei 60 minuti, Hillsong ha rilasciato una dichiarazione in risposta alle accuse.
– Ibid.

CONCLUDENDO

Quindi, per tornare al titolo dell’articolo: Perché Justin Bieber ha taggato dei bambini con l’hashtag “Yummy” su Instagram? Perché è una pedina dell’industria dell’intrattenimento che è controllata da alcune persone molto malate.

Dall’inizio della sua carriera, Bieber è stato coinvolto in un turbine infinito di eventi strani e umilianti e ha spesso mostrato comportamenti bizzarri. È sempre stato un “capro espiatorio” del settore e il volto della musica pop piu` becera. Con Yummy, lo schema continua. I suoi gestori hanno volutamente trasformato Yummy in una sorta di inno “pedofilo” associandolo a immagini esplicite e post inquietanti su Instagram.

In breve, Bieber è stato utilizzato per promuovere uno dei programmi preferiti dell’élite: la normalizzazione e la celebrazione degli abusi sui minori.

Fonte