Archivi Blog

Gli svizzeri rischiano fino a 3 anni di carcere se violano le regole del riscaldamento

Il nuovo mandato vieta l’impostazione di temperature superiori a 19°C (66,2F).

Le persone in Svizzera che violano le nuove regole sul riscaldamento del Paese che vietano di impostare la temperatura sopra i 19°C (66.2F) nei mesi più freddi rischiano fino a tre anni di carcere.

Sì davvero.

Secondo le nuove norme, gli edifici che utilizzano sistemi di riscaldamento a gas sono limitati a 19°C, mentre l’acqua calda può essere riscaldata solo fino a 60°C e sono completamente vietate le stufette.

Sarà inoltre vietato riscaldare piscinette e saune.

A seconda della gravità della violazione e della situazione economica dell’individuo, le multe andranno da 30 a 3.000 franchi svizzeri (da $ 30 a $ 3.050), mentre le persone potrebbero anche essere incarcerate fino a tre anni.

Le società di servizi pubblici e le imprese più grandi dovrebbero affrontare sanzioni ancora più severe per aver infranto le regole di razionamento dell’energia.

Nonostante le restrizioni sfacciatamente autoritarie, il ministro dell’Economia Guy Parmelin ha affermato: “Non siamo uno stato di polizia”, ​​anche se ha riconosciuto che la polizia avrebbe eseguito “controlli a campione” per cercare di catturare i trasgressori.

Molti suggerirebbero che questo è solo un assaggio di un futuro distopico in cui le persone che sfidano i “lockdown energetici” del cambiamento climatico rischiano l’arresto e il carcere.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, numerosi altri paesi europei stanno introducendo restrizioni simili a fronte di un peggioramento della crisi energetica a seguito della chiusura del gasdotto Nord Stream 1.

In Spagna, le aziende che utilizzano i condizionatori d’aria per mantenere la temperatura al di sotto dei 27°C in estate o al di sopra dei 19°C in inverno devono pagare multe pesanti fino a 600.000 euro per “gravi violazioni”.

Come abbiamo evidenziato ieri, prevedendo che le proteste per il costo della vita nella Repubblica Ceca e in Germania si diffonderanno in tutto il continente, un importante economista ha avvertito che i cittadini europei sono “pazzi di rabbia e peggiorerà”.

L’economista francese Charles Gave ha affermato che molte più persone non accettano la narrativa secondo cui Vladimir Putin è l’unico responsabile della crisi.

“Negli ultimi 15 anni, i nostri leader europei sono diventati psicotici per il clima, promuovendo specchi magici e mulini a vento come soluzione. Non funziona.

Fonte

070922thermostat1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

I media dichiarano il “lockdown climatico” una “teoria del complotto” mentre l’India si prepara a imporre un lockdown climatico

I viaggi non essenziali sono stati vietati mentre a decine di milioni è stato detto di lavorare da casa.

Mentre i media dichiarano che la nozione di “lockdown climatico” è una “teoria della cospirazione”, l’India si prepara a imporre un lockdown climatico per ridurre l’inquinamento.

Sì davvero.

NPR riporta i dettagli del lockdown sotto il titolo “L’inquinamento atmosferico di Nuova Delhi è così grave che i funzionari chiedono un lockdown in tutta la città”.

“La Corte Suprema indiana chiede un lockdown nella capitale, Nuova Delhi. È a causa di un’emergenza sanitaria, ma non si tratta di COVID-19. Riguarda l’inquinamento atmosferico”, afferma il pezzo.

Le autorità hanno deciso di vietare tutti i viaggi non essenziali sulle strade della regione della capitale nazionale, ordinando a decine di milioni di persone di lavorare da casa.

Anche i cantieri stanno chiudendo insieme alle scuole, molte delle quali aperte solo di recente dopo il lockdown COVID-19.

Il primo ministro di Delhi chiede anche agli stati vicini di imporre misure simili.

L’annuncio è sincronizzato perfettamente dato che l’emittente britannica Sky News ha appena pubblicato un lungo articolo in cui afferma che i “lockdown climatici” sono una teoria della cospirazione inventata dai negazionisti del COVID-19.

“La cospirazione verde più comune è l’affermazione di un imminente “lockdown climatico”, in cui i paesi saranno bloccati per lunghi periodi per raggiungere gli obiettivi del cambiamento climatico”, afferma l’articolo, etichettando l’idea come “”teoria falsa”.

L’articolo cita Callum Hood, del Center for Countering Digital Hate, che afferma che i teorici della cospirazione stanno spingendo la falsa idea dei lockdown climatici come mezzo per “giustificare le loro teorie del complotto sulla pandemia di COVID”.

“Poiché molte restrizioni COVID vengono revocate, alcuni di questi gruppi affermano invece che i “lockdown climatici” saranno utilizzati per raggiungere gli stessi obiettivi”, ha affermato Hood.

Quindi sei un pericoloso teorico della cospirazione per aver suggerito che i “lockdown climatici” potranno essere utilizzati dai governi come strumento di controllo della popolazione … mentre l’India sta letteralmente lanciando piani per fare proprio questo.

Nota ancora una volta come i media e la censura sostenuta dallo stato mettano le mani avanti dichiarando certe idee “teorie della cospirazione” e “notizie false” anche se il secondo paese più popoloso del mondo sta letteralmente per attuare proprio quell’agenda.

Fonte

171121india1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il giornale “The Guardian” promuove l’idea di lockdown globali ogni due anni per combattere il riscaldamento globale

Il The Guardian ha suggerito che saranno necessari lockdown globali ogni due anni per salvare il pianeta.

L’outlet ha utilizzato il titolo allarmistico (ora modificato) “Lockdown globale ogni due anni necessario per soddisfare gli obiettivi degli accordi di Parigi – secondo uno studio”.

Il pezzo fa riferimento a uno studio pubblicato sulla rivista Nature da un team di ricercatori dell’Università dell’East Anglia, che ha concluso che le emissioni di CO2 devono diminuire della stessa quantità registrata durante i recenti lockdown “circa ogni due anni” per per compensare il riscaldamento globale.

Lo studio non parlava di lockdown globali per raggiungere questo obiettivo, nonostante il titolo fuorviante del Guardian. Infatti richiedeva “metodi completamente diversi”.

Il titolo è stato cambiato nel meno inquietante “L’equivalente delle riduzioni delle emissioni nel periodo Covid necessarie ogni due anni – secondo uno studio” dopo le pesanti critiche.

Dopo che molti allarmisti climatici hanno iniziato a celebrare i vantaggi ambientali dei lockdown lo scorso anno, abbiamo avvertito che i lockdown climatici sarebbero diventati la prossima invenzione/follia woke:

Il Guardian ha da sempre spinto all’inverosimile l’allarmismo climatico, avendo precedentemente riferito che entro il 2020 vedremmo “milioni” di morti, le principali città europee affondate e una guerra nucleare a causa del riscaldamento planetario.

L’appello allarmistico del giornale per i lockdown arriva pochi giorni dopo che il World Economic Forum è stato criticato per aver elogiato gli effetti che i lockdown hanno avuto sulle città:

Il WEF aveva pubblicato un video elogiando il “silenzio” e l’aria più pulita a causa della mancanza di persone, ma in seguito ha cancellato il post dopo che gli utenti dei social media hanno sottolineato che le città non dovrebbero essere tranquille e che i lockdown stanno lasciando molti a dover affrontare difficoltà finanziarie estreme .

Fonte

60403d0185f54026872c50bd-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €