Archivi Blog

Il vaccino Pfizer efficace solo al 42% contro le infezioni a luglio

Questa settimana, il dottor Fauci ha confermato che “in futuro” tutti avranno probabilmente bisogno di un richiamo per il vaccino contro il Covid-19 a causa della “dimunzione nell’efficacia”.

Ora, Axios riferisce che un nuovo studio che ha “già attirato l’attenzione dei massimi funzionari dell’amministrazione Biden” sull’efficacia dei vaccini contro le nuove varianti, con Pfizer che desta particolare preoccupazioni.

Lo studio ha rilevato che il vaccino Pfizer era efficace solo per il 42% contro l’infezione a luglio, quando la variante Delta era dominante. “Se questo non è un campanello d’allarme, non so cosa lo sia”, ha detto ad Axios un alto funzionario di Biden.

Lo studio, condotto da nference e dalla Mayo Clinic, ha confrontato l’efficacia dei vaccini Pfizer e Moderna nel Mayo Clinic Health System nel tempo da gennaio a luglio. -Axios

Le cifre complessive suggeriscono che i vaccini forniscono un’immunità robusta (ma inferiore a quella pubblicizzata) all’inizio, solo per diminuire drasticamente l’efficacia nel tempo

Tra gennaio e luglio, il vaccino di Moderna è risultato essere efficace contro l’infezione con una percentuale dell’86% durante il periodo di studio, mentre quello di Pfizer era del 76%. Per quanto riguarda il ricovero, il vaccino di Moderna ha avuto un’efficacia del 92%, mentre quello di Pfizer dell’85%.

A ridurre le medie, ovviamente, è stato il forte calo dell’efficacia osservato a luglio con Moderna che si è dimostrata efficace solo per il 72% contro le infezioni e Pfizer che si è attestata al 42%.

In altri stati come la Florida, il rischio di infezione a luglio tra coloro che avevano preso il vaccino Moderna era inferiore di circa il 60% rispetto alle persone completamente vaccinate con Pfizer.

Sebbene debba ancora essere sottoposto a revisione paritaria, lo studio solleva seri interrogativi sull’efficacia a lungo termine di entrambi i vaccini, in particolare di Pfizer.

Non è chiaro se i risultati significhino una riduzione dell’efficacia nel tempo, un’efficacia ridotta contro Delta o una combinazione di entrambi.
“Sulla base dei dati che abbiamo finora, è una combinazione di entrambi i fattori”, ha affermato Venky Soundararajan, autore principale dello studio. “Il vaccino Moderna è probabilmente, molto probabilmente, più efficace del vaccino Pfizer nelle aree in cui Delta è il ceppo dominante e il vaccino Pfizer sembra avere una durata di efficacia inferiore”.
Ha aggiunto che il suo team sta lavorando a uno studio di follow-up che cercherà di distinguere tra la durata dei due vaccini e la loro efficacia contro Delta.

E via di richiamo….

Fonte

fauci-gates-cook

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €