Archivi Blog

Assistente professore “non binario” chiede che lo “stigma” sulla pedofilia venga “delegittimato”

Il fine logico del progressismo

Un professore associato “non binario” alla Old Dominion University ha chiesto che lo “stigma” sulla pedofilia fosse “delegittimato”.

Sì davvero.

La Prostasia Foundation, ha chiesto che le bambole sessuali infantili venissero legalizzate, pubblicando un’intervista con Allyn Walker, una transgender, che ha delineato le sue opinioni sull'”attrazione minorile”.

La Walker, assistente professore di sociologia e giustizia penale presso la Old Dominion University di Norfolk, in Virginia, è l’autorice di un libro intitolato “A Long, Dark Shadow: Minor Attracted People and Their Pursuit of Dignity”.

Nell’intervista, la Walker insiste sul fatto che il termine “persone attratte dai minori” dovrebbe essere preferito alla parola “pedofilo” perché i pedofili potrebbero sentirsi feriti a livello sentimentale.

Sottolinea anche come “i gruppi di difesa della MAP come B4U-Act hanno sostenuto l’uso del termine e lo hanno supportato principalmente perché è meno stigmatizzante di altri termini come pedofilo”.

“4W ha precedentemente coperto il gruppo B4U-Act, fondato dallo stupratore di bambini condannato Michael Melsheimer con gli scopi espliciti di normalizzare la pedofilia e distrarre dagli sforzi di prevenzione”, scrive Anna Slatz. “Nelle parole di Melsheimer, voleva assicurarsi che B4U-Act non fosse mai associato alla “prevenzione del crimine”.

Durante l’intervista, Walker ha suggerito che la pedofilia è semplicemente un’altra forma di attrazione sessuale e dovrebbe essere tollerata.

“La sessualità può essere fluida e ci sono molti MAP che hanno una gamma di attrazioni sia per i bambini che per gli adulti”, ha detto.

Walker ha anche suggerito che lo stigma contro i pedofili è un “enorme problema”.

“Anche se non sono un MAP (si come no n.r.d.), io stesso sono queer, e quindi anch’io ho vissuto esperienze e ho capito che ho attrazioni che molte persone non capirebbero e che alcune persone trovano immorali. E quelle esperienze hanno davvero plasmato chi sono diventato. E quindi in qualche modo sono entrato in empatia con quelle esperienze e volevo saperne di più”, ha detto la Walker.

Ricorda che gente cosi’ lavota all’interno delle università.

Viviamo davvero all’inferno.

Fonte

121121shadow1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Se puoi essere censurato da twitter perche` critichi il transgenderismo, perche` sono ancora attivi gli account che promuovono la pedofilia?

Utenti che si autodescrivono come “Persone attratte dai minori” stanno ottenendo un pass gratuito che permette loro di utilizzare i social media per spingere la loro agenda contorta. È tempo di agire, Jack Dorsey.


Twitter, come organizzazione, è molto censurata. Ogni giorno qualcuno viene sospeso, eliminato, bandito apertamente o gli viene cancellato un particolare tweet a causa della moltitudine di peccati che gli dei della Silicon Valley ritengono vadano oltre il limite. Sappiamo che queste regole non sono applicate in modo uniforme su tutta la linea – gli account di sinistra non hanno problemi a fare quello che vogliono, mentre gli account di destra o dei conservatori spesso sono a soli 240 caratteri dallo squadrone digitale di Jack Dorsey

E` qualcosa di estremamente fastidioso, ma non sorprendente. Ognuno ha pregiudizi e sono inclini a facilitare le persone o i gruppi che li condividono. E dato che Twitter ha sede in una delle parti più Woke del pianeta, è facile dire perché una femminista dai capelli blu che twitta “uccidi tutti gli uomini bianchi” ottiene un’uscita di prigione gratuita, mentre pubblicare un moderato scetticismo sul transgenderismo può significare la cancellazione del tuo acccount dal social.

Tuttavia, per quanto ne so, la pedofilia non è un problema di sinistra/destra. Penso esista una cosa su cui tutti siamo d’accordo, dai Proud Boys agli Antifa e dai TERF agli attivisti trans, è che giocherellare con i bambini è sbagliato. In effetti, vorrei andare oltre e suggerirei che potremmo essere tutti d’accordo – parafrasando uno slogan comunemente usato in questo periodo – “non è abbastanza non essere pedofili, dobbiamo essere attivamente anti-pedofilia”.

Questo è il motivo per cui sono rimasto inorridito nello scoprire che ai margini del social network c’è un buon numero di account che parlano apertamente di voler fare sesso con i bambini. Non solo ne discutono apertamente, ma vogliono normalizzare la loro perversione. Questi devianti ora si definiscono MAP (persone attratte dai minori), dicendo che il termine “pedofilo” è un insulto. Sì, e` vero, ma credo che se vogliono fare sesso con un bambino, e` l’epiteto che si meritano.

Questi account, che spesso sembrano avere personaggi degli anime come avatar, stanno cercando di riproporci le loro contorte fantasie come “uno dei tanti orientamenti sessuali”. Sostengono che, come le persone eterosessuali, gay o bisessuali, non possono fare a meno di sentirsi se stessi. Alcuni stanno persino spingendo per essere inclusi nella sempre crescente amalgama LGBTQIA2 + di orientamenti sessuali e identità di genere, e hanno persino una propria bandiera.

Altri termini che usano per comunicare includono AOA (Age of Attraction) e alcuni sottolineano che sono “MAP non offensivi”, il che significa che apparentemente non agiscono in base ai loro impulsi, tuttavia dovremo fidarci sulla parola.

Sebbene la maggior parte degli account si astenga dalla condivisione di pornografia infantile (almeno su Twitter), le loro molte conversazioni inquietanti sono osservabili da tutti. Uno scambio tra due account MAP che ho avuto la sfortuna di vedere parla dell’età del consenso, stipulata dai 2, ad 8 anni, andandosi incontro a meta` visto che uno sosteneva fosse 4 anni e l’altro 12 anni. Altri post trovati dal Daily Mail includono meme che dicono “i MAP gay sono fantastici” e “ripubblicano se pensi che i MAP dovrebbero essere in grado di uscire con i minori”.

Queste conversazioni non stanno avvenendo nel selvaggio west di Internet. Non si trovano sul Web oscuro o su 4chan, dove gli utenti possono trovarsi spesso a un paio di clic di distanza da una sorta di watch-list. Stanno accadendo su Twitter.

Sarei pronto a perdonare Twitter per aver permesso questo genere di cose sulla loro piattaforma, se avessero una politica che concede ai suoi utenti la totale liberta di parola. Se il sito non controllasse cio che si dice sul social (apparte cio che e` illegale), forse avrei potuto perdornarlo per la svista, tuttavia le cose non funzionano cosi` su Twitter.

Proprio quest’anno la scrittrice di commedie Graham Linehan è stata bandita per aver messo in dubbio il transgenderismo, lo YouTuber Stefan Molyneux è stato bandito per “condotta odiosa” e proprio questa settimana il rapper Wiley è stato sbattuto fuori dalla piattaforma per antisemitismo. Se tutti questi fattori sono sufficienti per essere espulsi da Twitter, come mai sostenere apertamente la pedofilia non figura nell’elenco di comportamenti inaccettabili?

È vero, gli account potrebbero non avere milioni di follower, ma Twitter è stato molto abile nell’eliminare gli account dell’ISIS nel 2016, quindi dovrebbe essere in grado di colpire anche questi account.

Soprattutto, alcuni degli account affermano di essere gestiti dai bambini stessi. Ogni lettura di questa situazione è spaventosa, o sono in realtà bambini che sposano apertamente desideri preoccupanti e si mettono a rischio sul web, o sono adulti che si atteggiano a bambini per i loro scopi depravati e nefasti.

Piuttosto che mostrare quanto di sinistra e` censurando i tweet del presidente degli Stati Uniti, Twitter dovrebbe guardare negli angoli reconditi della sua piattaforma ed eliminare il marcio. Twitter agisce con zelo quando si tratta di transgenderismo, lgbt o teorie del complotto. Se può farlo per queste tematiche, allora non ci sono scuse per lasciare in piedi questi account perversi. Devono agire e devono farlo ora.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Jon Stryker: Il miliardario che finanzia il movimento LGBT

Jon Stryker, 62 anni, è l’erede dell’omonima Stryker Corp., produttorice di dispositivi e apparecchiature mediche. Ha donato quasi 250 milioni di dollari della sua personale ricchezza a gruppi a sostegno dei diritti dei gay e dei coloni ebrei nella Gerusalemme araba.

Non c’è nulla di spontaneo nel movimento LGBT. Gli ebrei cabalisti usano la disforia di genere per destabilizzare la società.

Grazie a loro, l’agenda dei diritti LGBT – nota l’aggiunta di “T” – è diventata una forza potente e aggressiva nella società occidentale. I suoi sostenitori controllano i media, il mondo accademico, le professioni di spicco e, soprattutto, le grandi imprese e la grande filantropia.

Non molto tempo fa, il movimento per i diritti degli omosessuali era un piccolo gruppo di persone che facevano fatica a seguire le proprie disposizioni all’interno di una più ampia cultura eterosessuale. I gay e le lesbiche erano sfavoriti, a volte soggetti a discriminazione e abusi. La loro storia è stata tragica, la loro sofferenza drammatizzata dall’AIDS e da Rock Hudson, da Brokeback Mountain e da Matthew Shepard.

Jon Stryker è il nipote di Homer Stryker, un chirurgo ortopedico che ha fondato la Stryker Corporation. Con sede a Kalamazoo, nel Michigan, la Stryker Corporation ha venduto $ 13,6 miliardi in forniture chirurgiche e software nel 2018.

Stryker con il marito / moglie Slobodan Randjelović)

Jon, erede della fortuna, è gay. Nel 2000 ha creato la Arcus Foundation, un’organizzazione no profit al servizio della comunità LGBT, nata grazie alla sua esperienza da omosessuale. Arcus ha donato oltre $ 58,4 milioni a programmi e organizzazioni che svolgono attività connesse con LGBT solo tra il 2007 e il 2010, rendendolo uno dei maggiori finanziatori LGBT al mondo. Stryker ha donato più di $ 30 milioni a Arcus stesso in quel periodo di tre anni, attraverso le sue azioni nella Stryker Medical Corporation.

Stryker fondò Arcus proprio quando l’epidemia di AIDS fu messa sotto controllo negli Stati Uniti. Prima di fondare Arcus, fu presidente di Depot Landmark LLC, una società di sviluppo specializzata nella riabilitazione di edifici storici. Questo gli sarebbe tornato utile quando in seguito avrebbe rinnovato lo spazio per Arcus a Kalamazoo. È stato anche membro del consiglio di fondazione di Greenleaf Trust, una società di gestione patrimoniale privata.

La sorella di Jon, Ronda Stryker, è sposata con William Johnston, presidente di Greenleaf Trust. È anche vicepresidente dello Spelman College, dove Arcus ha recentemente concesso una sovvenzione di 2 milioni di dollari in nome della femminista lesbica Audre Lorde. Il denaro è destinato a un programma di studi queer. Ronda e Johnston hanno donato a Spelman complessivamente $ 30 milioni di dollari, la piu` grande donazione nella sua storia di 137 anni. È anche membro fiduciario del Kalamazoo College (dove Arcus ha concesso una sovvenzione di leadership per la giustizia sociale di $ 23 milioni nel 2012), nonché membro del Board of Fellows della Harvard Medical School.

Pat Stryker, un’altra sorella di Jon, ha lavorato a stretto contatto con Tim Gill. Gill gestisce una delle più grandi organizzazioni non profit LGBT in America ed è stato vicino alla famiglia Stryker da quando Jon ha creato Arcus. Nel 1999, Tim Gill ha venduto le sue partecipazioni a Quark, la sua società di software, e ha iniziato a lavorare con la Gill Foundation in Colorado. Lavorando a stretto contatto con Pat Stryker e altri due ricchi filantropi, che insieme divennero noti come i quattro cavalieri a causa delle loro spietate strategie politiche, decisero di cambiare il Colorado, uno stato rosso, in blu. Hanno proceduto a versare mezzo miliardo di dollari in piccoli gruppi a sostegno delle agende LGBT. Gill ha notato nella sua introduzione iniziale per Jon Stryker ai GLSEN Respect Awards 2015 che, dal momento che si conoscono, lui e Jon hanno “complottato, tramato, camminato insieme”, “punendo i malvagi e premiando il bene”.

Prima del 2015, Stryker aveva già costruito l’infrastruttura politica per guidare l’ideologia dell’identità di genere e il transgenderismo in tutto il mondo, donando milioni a piccole e grandi entità. Questi includevano centinaia di migliaia di dollari a ILGA, un’organizzazione LGBT per l’uguaglianza in Europa e in Asia centrale con 54 paesi partecipanti, e Transgender Europe, una voce per la comunità trans in Europa e in Asia con 43 paesi partecipanti (Transgender Europe ha anche finanziato minori organizzazioni come TENI, Transgender Equality Network Ireland).

Nel 2008 Arcus ha fondato la Arcus Operating Foundation, un braccio della fondazione che organizza conferenze, programmi di leadership e pubblicazioni di ricerca. In una riunione del 2008 a Bellagio, in Italia, 29 leader internazionali si sono impegnati ad espandere la filantropia globale per sostenere i diritti LGBT. All’incontro, insieme a Stryker e Ise Bosch, fondatore del Fondo Dreilinden in Germania, c’era Michael O’Flaherty, uno dei relatori per i principi di Yogyakarta sull’applicazione del diritto internazionale dei diritti umani in relazione all’orientamento sessuale e all’identità di genere ( principi delineati in Indonesia nel 2006). Con i Principi di Yogyakarta, i semi sono stati piantati per introdurre e collegare l’ideologia dell’identità di genere alle nostre strutture legali. O’Flaherty è stato eletto membro del Comitato dei diritti umani delle Nazioni Unite dal 2004.

Dall’incontro di Bellagio, Arcus ha creato MAP, il progetto di avanzamento del movimento LGBT, per tracciare il complesso sistema di patrocinio e finanziamento che promuoverebbe l’identità di genere / transgenderismo nella cultura. Allo stesso tempo, il Core Group LGBTI è stato formato come un gruppo interregionale informale dei paesi membri delle Nazioni Unite per rappresentare le questioni LGBTI sui diritti umani per i membri del Core Group delle Nazioni Unite finanziate da Arcus, tra cui Outright Action International e Human Rights Commission. I paesi membri del Core Group includono Albania, Australia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Croazia, El Salvador, Francia, Germania, Israele, Italia, Giappone, Montenegro, Messico, Nuova Zelanda, Norvegia, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti Stati, Uruguay e Unione Europea, nonché l’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani.

Queste iniziative promuovono l’identità di genere e il transgenderismo formando leader nell’attivismo politico, nella leadership, nella legge transgender, nella libertà religiosa, nell’istruzione e nei diritti civili. Ecco le principali organizzazioni supportate da Arcus: il Victory Institute, il Center for American Progress, l’ACLU, il Transgender Law CenterProgetto di finanziamento Trans Justice, OutRight Action International, Human Rights Watch, GATE, Parliamentarians for Global Action (PGA), The Council for Global Equality, U.N., Amnesty International e GLSEN. Il Consiglio di educazione e informazione sulla sessualità degli Stati Uniti (SIECUS), in collaborazione con Advocates for Youth, Answer, GLSEN, la Fondazione Human Rights Campaign (HRC) e Planned Parenthood Federation of America (PPFA), ha avviato una campagna per rimodellare le narrazioni culturali della sessualità e della salute riproduttiva. Altre sessantuno organizzazioni hanno firmato una lettera a sostegno di una revisione degli attuali curricula.

Nel 2013 Adrian Coman, un veterano delle Open Society Foundations di George Soros (un motore dell’ideologia transgender che ha creato iniziative per normalizzare i bambini transgender), è stato nominato direttore del programma internazionale per i diritti umani presso la Fondazione Arcus, per guidare l’ideologia dell’identità di genere a livello globale. In precedenza, Coman è stato direttore del programma dell’International Gay and Lesbian Human Rights Commission. E nel 2015, Arcus ha lavorato a stretto contatto con e finanziato i programmi della NoVo Foundation per il transgenderismo. NoVo è stata fondata da Peter Buffett, figlio del miliardario Warren Buffett.

Questi programmi e iniziative promuovono l’ideologia dell’identità di genere supportando varie organizzazioni religiose, associazioni sportive e culturali, formazione del dipartimento di polizia e programmi educativi nelle scuole elementari, scuole superiori (GLSEN, il cui fondatore è stato portato ad Arcus nel 2012 nel consiglio di amministrazione, ha influenzato molti curricula scolastici K-12 ) e università e istituzioni mediche – inclusa la American Psychological Foundation (APF). I fondi Arcus aiutano APF (la principale organizzazione psicologica negli Stati Uniti) a sviluppare linee guida per stabilire pratiche psicologiche transaffermative. Gli psicologi sono “incoraggiati” da quei soldi a modificare la loro comprensione del genere, ampliando la gamma della realtà biologica per includere identità mediche astratte.

Allo stesso tempo, Arcus guida l’ideologia dell’identità di genere e il transgenderismo sul mercato incoraggiando le aziende a investire in cause LGBT. Per non dimenticare, Stryker è l’erede di una società medica da $ 13,6 miliardi. Basta guardare le corporazioni che supportano gliLGBT durante il mese del pride di quest’anno per accertare il successo che Arcus ha avuto in questo campo.

Come mostra l’esempio della Arcus Foundation, il movimento per i diritti civili LGB di un tempo si è trasformato in un implacabile colosso, che ha forti legami con il complesso industriale medico e i corporativisti globali. La lobby farmaceutica è la più grande entità di lobby del Congresso. Sebbene gli attivisti presentino il movimento LGBT come un gruppo debole e impotente che soffre di oppressione e discriminazione, in verità esercita un potere e un’influenza enormi – potere che usa sempre più per riplasmare le nostre leggi, scuole e società.

Fonte

 

Il Network di “pedofili virtuosi” protetto da Twitter

Il movimento delle “persone attratte da minori” è guidato da un medico canadese che esige una “P” in “LGBT” e Twitter lo sta accontentando.

I social media stanno cominciando a sostenere apertamente i movimenti pedofili spingendo (tra le altre cose) l’aggiunta della lettera P (pedosessuale) all’acronimo LGBT. Questa “rivoluzione” è guidata da un esperto di pedofili e direttore del Toronto Sexuality Centre, il Dr. James Cantor. Cantor ritiene inoltre che i necrofili e gli zoofili debbano essere inclusi nel gruppo LGBT.

Twitter – ovviamente – li sta prendendo sul serio. Non mi sto inventando nulla.

Ma Cantor non è solo una figura di spicco nel movimento, è responsabile dei pedofili che godono di uno speciale status protetto su Twitter.

L’anno scorso, ha scritto una lettera al dipartimento Trust & Safety di Twitter che ha esortato Twitter a ripristinare gli account sospesi di tutte le “persone attratte da minori” (MAP). La lettera avverte che se gli account dei pedofili non venissero ripristinati, potrebbero non essere in grado di controllarsi e potrebbero finire per violentare i bambini nel mondo reale.

John Starr
Direttore, Trust and Safety
Twitter Inc.
1355 Market St Ste 900
San Francisco CA 94103-1337

Caro signor Starr,

Vi scriviamo come psicologi clinici e forensi, sessuologi, sociologi, addetti alla protezione dei minori, giornalisti, scrittori e sostenitori dei diritti digitali, con un interesse comune a lavorare per ridurre l’incidenza degli abusi sessuali su minori. Crediamo che Twitter abbia il potenziale per essere un alleato importante in questa battaglia; tuttavia, siamo preoccupati che la recente sospensione da parte di Twitter di importanti account di pedofili non offensivi possa essere stata una risposta istintiva a pressioni pubbliche non informate, piuttosto che una decisione motivata presa nel migliore interesse dei bambini.

Un malinteso comune è che i pedofili e le altre persone attratte dai minori sono tenuti a offendere sessualmente i bambini e che la pedofilia è definita dall’atto di abusare sessualamente di minori. Non e` di certo questo il caso. In effetti, molti pedofili, nonostante siano attratti sessualmente dai bambini, sono in grado di resistere con successo alla tentazione di commettere atti di abuso perché sanno che farlo sarebbe sbagliato. Per molti di loro, tuttavia, evitare di offendere dipende da una rete di supporto da parte di familiari, colleghi e professionisti.

Molti di noi hanno lavorato con un gruppo di pedofili non offensivi, noti anche come MAP (persone attratte da minori), in una rete di supporto tra pari chiamata Virtuous Pedophiles (@virpeds), nonché in altre reti di supporto. Di recente, un membro di spicco di Virtuous Pedophiles, che fa capo allo pseudonimo di Ender Wiggin (@ enderphile2), ha avuto il suo account sospeso permanentemente da Twitter. Almeno un altro membro della stessa rete, Šimon Falko (@simgiran), ha subito la stessa sorte nello stesso periodo, e da allora numerosi altri account di MAP non offensivi sono stati definitivamente o temporaneamente sospesi.

Riconosciamo che Twitter è libero di chiudere gli account dei suoi utenti per aver violato i suoi termini di servizio e siamo fermamente d’accordo sul fatto che tutti gli utenti di Twitter che sostengono il contatto sessuale tra adulti e bambini sarebbero candidati appropriati per tale sospensione. @ enderphile2 e @simgiran non fanno parte di questo gruppo; al contrario, entrambi hanno sempre usato i loro account per denunciare gli abusi sessuali, per aiutare i loro coetanei a evitare di offendere e per ridurre lo stigma associato alla pedofilia che impedisce a molti pedofili di cercare aiuto se ne hanno bisogno.

Secondo le nostre opinioni professionali, la chiusura degli account di MAP non offensivi potrebbe comportare l’effetto opposto di quello che Twitter potrebbe aspettarsi o intendere. Piuttosto che ridurre l’incidenza di abusi sessuali su minori, semmai aumenta il rischio che alcuni pedofili non siano in grado di ottenere il supporto professionale di cui potrebbero aver bisogno per evitare comportamenti offensivi. È anche probabile che aumenti lo stigma e l’isolamento associati alla pedofilia e quindi aumenti la probabilità che alcune MAP agiscano governati dai loro sentimenti sessuali.

Chiediamo rispettosamente di riconsiderare la sospensione di questi account e, in futuro, prendere in considerazione quali potrebbero essere le conseguenze involontarie delle vostre politiche sulla sospensione degli account Twitter di pedofili anti-contatto e non offensivi.

Cordiali saluti,
(Un asterisco indica che l’approvazione viene fornita per conto dell’organizzazione elencata; in caso contrario, le affiliazioni vengono mostrate solo per l’identificazione.)

James M. Cantor, PhD, CPsych
Direttore del Toronto Sexuality Centre; Professore associato Università di Toronto;
Senior Scientist, Center for Addiction and Mental Health

■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■ ■■■

Klaus M. Beier
Direttore Institute of Sexology and Sexual Medicine, Charité – Universitätsmedizin Berlin (Ospedale universitario di Berlino); Professore ordinario, fondatore del progetto di prevenzione tedesco Dunkelfeld *

Professoressa Belinda Winder, PhD, Msc, MEd
Capo dell’Unità di ricerca sui reati sessuali, i reati e la cattiva condotta, Università di Nottingham Trent

Craig Harper, PhD
Docente di Psicologia umana, Università di Nottingham Trent

Juliet Grayson
Psicoterapeuta registrato UKCP, StopSO (Specialist Treatment Organization for the Prevention of Sexual Offence) *

Julie Newberry, PhD. MBACP (accreditato), certificato professionale in pratica terapeutica con autori di reati sessuali
StopSO (Organizzazione di cure specialistiche per la prevenzione di reati sessuali)

Sarah Goode, PhD, MA
Autore, ex CEO di StopSO (Specialist Treatment Organisation for the Prevention of Sexual Offending)

Geri Akerman, PhD
Responsabile della terapia presso HMP Grendon e docente in visita presso l’Università di Birmingham e Cardiff

■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■ ■■■

Stephanie Thiel
Psicologa, Criminologa, Terapista sessuale, Università di GiessenJen Pryboda, PhD
Psicologo forense

■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■ ■■■

Tom Squire
Specialista nella prevenzione di abusi sessuali su minori

Candice Christiansen
Fondatore, The Prevention Project *

Jeremy Malcolm, PhD, B Com (Hons)
Analista senior di politica globale, Electronic Frontier Foundation

Sheila van den Heuvel-Collins
Autore di To Be Human Again

■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■ ■■■

Jenny Coleman, MA, LMHC
Direttore, Stop It Now! *

■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■■ ■■■

Sara Radford
Social Worker and Circles Coordinator, Circles South West*

Ross Bartels, PhD
Ricercatore / docente di psicologia forense, Università di Lincoln

Twitter ha ceduto e i pedofili sono tornati a frotte.

Cantor è anche apparso di recente in un documentario pro-pedofilo chiamato “I, Pedophile” (BitChute) in cui afferma che la sua ricerca sul cervello dei pedofili rivela (11:16) che “la pedofilia è nel loro cervello, sono nati con essa e nulla potra cambiarli “.

Continua a suggerire a 35:18 che ai pedofili è permesso “porno testuale” e “una bambola a grandezza naturale di un bambino”.

L’ovvia alternativa al dare ai pedofili bambole a grandezza naturale di bambini è la castrazione chimica, introdotta in Alabama lo scorso giugno. Altri stati USA consentono anche la castrazione chimica di pedofili come Louisiana, Florida e persino California.

Sicuramente questo è un deterrente migliore rispetto alla promozione di prodotti che potrebbero finire per tentare un pedofilo a violentare un bambino reale quando si annoiano della plastica. Chiunque abbia tali bisogni sessuali depravati deve essere fermato, non preso in giro e illuso.

L’altra alternativa non menzionata da Cantor è l’equivalente canadese di un ospedale statale di Coalinga in California. Questo è stato descritto nel documentario di Louis Theroux “A Place for Pedophiles“. Coalinga è una struttura sicura in cui pedofili condannati che hanno scontato le loro pene sono alloggiati in dormitori confortevoli, confinati lontano dalla società dove non avranno mai l’opportunità di distruggere di nuovo la vita di un bambino .

Ma torniamo a Twitter. Con Cantor che ha recuperato con successo i propri account Twitter, la prima cosa che hanno fatto è stata pubblicizzare la sua depravazione con hashtag e frasi nelle bio.

I pedofili auto-confessati segnalano l ‘”AoA” (Age of Attraction) che li eccita e e se sono attratti da bambini o bambine. Una semplice ricerca del bios di Twitter per “AoA” produce centinaia e centinaia di account pedofili che segnalano sfacciatamente i loro “AoA” in un linguaggio codificato.

Potresti fermarti a chiederti: “Se non sono offensivi, perché dovrebbero includere tali informazioni specifiche” AoA “nel loro bios?” Sfortunatamente, sappiamo tutti la risposta.

Ma i “Pedofili virtuosi” su Twitter vorrebbero farti credere di essere solo in un gruppo per aiutarsi a vicenda, e uno dei membri fondatori dei cosiddetti “pedofili virtuosi” è l‘ex giornalista di sinistra di Salon, Todd Nickerson. Si vanta che sono stati “menzionati e approvati ovunque da NPR, Salon e Atlantic”, che sono tutti noti promotori dell’ideologia di sinistra.

Il virtuoso Todd dice “Ho sempre sostenuto che, se vivessimo in una società diversa, più positiva per il sesso e fosse legale farlo, DOVREI impegnarmi in giochi sessuali con una bambina che amo se era lei a volerlo e ad iniziarlo. Non lo negherò mai. ”

Afferma anche che, proprio come l’omosessualità, la “pedosessualità” è semplicemente un altro orientamento sessuale. In altre parole, il fatto che la società criminalizzi il sesso con i bambini, secondo la sua stessa logica, deriva dal fatto che la societa` ha una visione negativa per quanto riguarda il sesso. Qualcuno dovrebbe dire a Virtuous Todd che i bambini non possono acconsentire al sesso.

Tuttavia, se sono così virtuosi e sanno da Cantor che non possono cambiare, perché non si offrono volontari e si sottopongono alla castrazione chimica? Non sarebbe una prova schiacciante del fatto che questi individui siano determinati a non abusare sessualmente dei bambini?

Invece, sono riusciti in qualche modo a ottenere il sostegno di un professionista medico accreditato come il dottor Cantor e invece di dimostrare le proprie convinzioni attraverso la castrazione chimica, si organizzano in gruppi (solo per supporto, ovviamente) su Twitter, godendo di uno speciale status protetto insieme a razza, genere, religione, ecc.

Nickerson, come tutti gli altri pedofili, è ancora molto attivo su Twitter. È come essere dipendente da eroina, affermando che stai cercando di liberarti dall’abitudine, ma dicendo allo stesso tempo che ne tieni una scorta per motivi sentimentali.

Twitter ora consente ai pedofili dichiarati di trovarsi rapidamente e facilmente sulla piattaforma per scambiarsi “supporto” tra loro. È diventato un gateway per un facile accesso alla pornografia infantile alle specifiche esatte di un pedofilo, supportato da uno psicologo esperto di sinistra con motivazioni poco chiare. Per Twitter, tutto cio` e` perfettamente regolare.

Fonte