Archivi Blog

L’album di Busta Rhymes “ELE2”: I suoi messaggi sul Nuovo Ordine Mondiale e la Five Percent Nation

Un’analisi dell’album di Busta Rhymes “Extinction Level Event 2: The Wrath of God” e dei suoi messaggi sul Nuovo Ordine Mondiale e l’industria musicale satanica. Vedremo anche la forte influenza degli insegnamenti della Five-Percent su questo album e sulla musica rap in generale.

Se sai qualcosa sulla musica rap, sicuramente conosci Busta Rhymes. Spesso definito “iconico” e “leggendario”, Busta Rhymes rappa da oltre 30 anni, pubblicando oltre 10 album e 56 video musicali.

Il rapper di Brooklyn è diventato famoso all’inizio degli anni ’90, proprio quando il rap di New York stava entrando nella sua età dell’oro. Mentre la maggior parte dei rapper di New York di quell’epoca erano tutti incentrati su ritmi sporchi, rime, vestiti e video musicali, Busta Rhymes è arrivato come un colorato tornado di iperattività. Il suo stile appariscente ed esuberante ha portato nuova energia al rap della East Coast, ridefinendo l’estetica dei video musicali per gli anni a venire.

Busta Rhymes nel video del 1996 Woo-Hah!! Got You All in Check.

Sebbene i video di Busta riguardassero il divertimento e la follia generale, i suoi album ruotavano per lo più attorno a un tema sinistro: l’Apocalisse. In effetti, i suoi tre primi tre album furono intitolati The Coming (1996), When Disaster Strikes (1997) ed E.L.E. (Extinction Level Event): The Final World Front (1998). Tutti questi album predicevano l’arrivo di un grave disastro nel prossimo futuro.

Spostandoci al 2020. Il contesto generale è molto più cupo di quanto non fosse negli anni ’90. Inoltre, Busta Rhymes ha 48 anni ed è molto più pesante. È abbastanza comprensibile che probabilmente non abbia voglia di saltare nei video mentre indossa cappelli strani. Invece, ha deciso che era il momento giusto per pubblicare Extinction Level Event 2: The Wrath of God – un album pieno di messaggi intensi e simbolismo.

UN ALBUM CON MESSAGGI

La copertina di ELE 2: The Wrath of God mostra un teschio che indossa una maschera con un simbolo ELE sulla fronte.

A giudicare da questa copertina raccapricciante, si può già sentire che ELE2 trasmette un’atmosfera diversa rispetto ai precedenti lavori di Busta. Negli anni ’90, il suo tema apocalittico era percepito principalmente come un concetto creativo che dava ai suoi album un’atmosfera e un’intensità interessanti. Tuttavia, nel suo album del 2020 ELE2, Busta non sta più scherzando. Si ha la sensazione che lui creda davvero che il mondo (come lo conosciamo) stia finendo.

In un’intervista con NME, Busta spiega il significato della copertina del suo album e la sua relazione con l’attuale crisi dei COVID.

Ciao Busta! L’artwork del tuo nuovo album mostra un teschio con una maschera facciale. Come stai affrontando questo periodo COVID-19?

Questo è uno dei momenti più sfortunati nella storia dell’esistenza di questo pianeta. Sembra che la nostra intelligenza venga insultata in modo significativo e non ci sia alcuna responsabilità per la sofferenza che dobbiamo affrontare di conseguenza. Le persone vogliono andare a lavorare e non dover commettere nulla di illegale per prendersi cura di se stesse, la loro famiglia, e le persone hanno lavorato duramente per costruire attività.

Chi sono “loro”? Cosa dovrebbe guadagnarci esattamente qualcuno da questo?

Ovviamente c’è qualcosa che non va e un’agenda e` stata avviata, in gran parte politica. Siamo coinvolti nella schiacciante in un’abbondanza di propaganda che ci impedisce di renderci conto che c’è una verità su cui dobbiamo iniziare a lavorare e andare a fondo.

Siamo d’accordo sul non essere d’accordo. ‘E.L.E. del 1998 (Extinction Level Event): The Final World Front ‘è stato caricato con immagini apocalittiche, quindi il 2020 sembra un momento appropriato per rilasciare il seguito …

Con il mio lavoro, cercavo di sottolineare che stava arrivando un giorno che mettera definitivamente la parola fine al mondo in cui siamo cresciuti che conosciamo ed amiamo. Non pensavo che saremmo sopravvissuti per vederlo. Ho chiamato i miei album "The Coming", "When Disaster Strikes …", "E.L.E. (Extinction Level Event): The Final World Front "," Anarchy "," It Ain't Safe No More … "e" The Big Bang ". Speravo che nessuno di tali eventi accadesse, ma sentivo che era mio dovere iniziare una conversazione. Questo tipo di narrative sarebbero sempre state incluse nei temi dei miei album. Per questo in "Everything Remains Raw", il lato B del mio singolo del 1996 "Woo Hah !! Got You All In Check", ho detto" Sono rimasti solo cinque anni ". Cinque anni dopo, il World Trade Center e` caduto. Poi nel 1998, ‘E.L.E. (Extinction Level Event) “, l’artwork è il World Trade Center distrutto e New York in fiamme. Tre anni dopo, succede davvero.
Non stavo profetizzando nulla; Volevo solo condividere le informazioni etichettate come teorie del complotto. Sai, il termine “teoria della cospirazione” viene utilizzato per screditare qualunque verità a cui ti stai avvicinando.

Questa intervista rivela un paio di cose. In primo luogo, l’intervistatore è una specie di idiota. In secondo luogo, Busta Rhymes crede chiaramente che ci siano forze oscure al lavoro nel mondo e che sono coinvolte nella crisi COVID. Infine, il rapper sta cercando di condividere alcuni messaggi importanti attraverso il suo album E.L.E 2.

Ecco uno sguardo ad alcuni dei suoi messaggi.

E.L.E 2 INTRO
Non appena l’ascoltatore preme “play”, le cose si fanno molto reali, molto in fretta. Un narratore saluta gli ascoltatori con questo monologo profetico:

Genesis, chapter eleven, verses one through nine
Thousands of years before Christ
Tyrant Nimrod, Gilgamesh of Shinar, enslaved the first empire
One world language, one world religion, one world order
We have learned nothing (One)
Making the keys to heaven a gift to the devil
Those who desire to supplant God
Illuminati who tempt and horrify us as the most perfect angel Lucifer
Seek to rebirth a new world order upon the flesh, blood, and bones of all humanity
Again, towers rose skyward to challenge his divine glory
To conquer his serene domain
As in ancient Babylon, the one true Lord brought them down
In 2001, three became naught, conspiracy is reality
Fear is the weapon of thine enemy
Acts of terror a lie, told to convince the meek to surrender to their rulers
Atmospheric variances melt the polar ice caps and drown the rats who walk on two legs
An incurable virus to decimate the dark, nuclear rain to set us aflame
Obscured by a curtain of venom from space in the name of science
Fall to your knees, pray to a last choking breath
A new world order is here, arrogance over God means annihilation

Daddy, what’s it gonna be like in the year 2021?
Only He can save us
This is the second coming
Extinction Level Event 2

Papà, come sarà nel 2021?
Solo Lui può salvarci
Questa è la seconda venuta

L’introduzione parla della figura biblica Nimrod che si dice abbia unificato il mondo attraverso una lingua e una religione mentre costruiva la Torre di Babele per sfidare Dio. Il narratore poi dice “Non abbiamo imparato niente”. L’élite di oggi sta costruendo un Nuovo Ordine Mondiale che viene percepito come una nuova versione della Torre di Babele, che attirerà di nuovo inevitabilmente l’ira di Dio.

L’introduzione contiene anche un riferimento all’11 settembre. Affermando che “la cospirazione è realtà” e “la paura è l’arma del tuo nemico”, il narratore trasmette la sensazione che la distruzione delle torri gemelle nel 2001 ha lanciato un’era di attacchi false flag intesi a terrorizzare la popolazione fino alla sottomissione.

L’intro si riferisce anche a COVID-19 con le cupe parole che recitano “An incurable virus to decimate the dark, nuclear rain to set us aflame”.

Durante questa caotica intro di 7 minuti, il rapper veterano Rakim lascia cadere anche un verso di proporzioni “bibliche”. Ecco la prima parte.

I tried to warn ’em with The Seventh Seal
The world is wounded, it may never heal
Even Mother Nature’s gettin’ ill, it’s gettin’ real
When millions get killed when that deadly weather spill
Until Sodom and Gomorrah’s on America’s turf
The horror, it’ll forever get worse
Yet and still, it’s like a gift at birth then you inherit a curse
But the meek must inherit the Earth, it’s Heaven’s will
Meek meaning powerless in the form of politics
Giving power at the dawn of the apocalypse
And war is stronger than peace
It’s poverty ’til the majority is scarred with the mark of the beast

In breve, questa introduzione mette molta carne sul fuoco. Si ricollega a molte delle questioni di cui sentiamo parlare nel 2020 come segni che il mondo sta finendo.

A un livello più profondo, l’intro (e l’album in generale) è permeato di concetti e simbolismi relativi alla Five-Percent Nation. Considerando il fatto che sia Busta Rhymes che Rakim sono prominenti Five-Percenters, il messaggio di questa introduzione può essere pienamente compreso solo attraverso la lente della filosofia Five-Percent (ne parleremo più avanti).

Il resto di ELE 2 affronta diversi problemi (rivolte, brutalità della polizia, ecc.) Mentre contiene anche una buona dose di tracce più leggere. Tuttavia, l’ultima canzone dell’album non è affatto “leggera”.

SATANIC
La canzone finale dell’album – drammaticamente intitolata Satanic – affronta l’immaginario apertamente satanico che ha preso il sopravvento sul rap negli ultimi anni. Busta avverte gli artisti che, inchinandosi a Satana nella loro musica, stanno “giocando con un fiammifero che può trasformarsi in un inferno”. Ecco l’intero verso.

Look, I had to compile this sh*t in a song
It’s so intriguing, all this f*ckin’ satanic sh*t goin’ on
Playin’ with symbols and signs, devil worshippin’
People talk like thеy prayin’ to Lucifer, but what happened to “Jеsus Walks”?
Yeah, we have demented thoughts, then you conversate with your savior
Askin’ for forgiveness while displayin’ blasphemous behavior
At first, we seen it subtle, now n*ggas display it major
And goin’ out they way like they doin’ Satan a favor
And gamble with they life like rattlin’ dice in a shaker
Another life forsaken, turnin’ your back on your maker
I’m only tryna cater to the facts and sh*t
I’m seein’ a lot of questionable sh*t, like the f*ck these n*ggas believe in?
But now, we don’t figure the same, your music is lifeless
And your visuals lookin’ like rituals and sacrifices
Makin’ deals with the Devil in exchange to be the nicest
You dead like your flesh was eaten by maggots and lices
We’ve all witnessed the change, now nobody wanna be righteous
The days we live is dark and unquestionably a crisis
The Devil tried to plant the fear from when we was in diapers
And some grew up possessed, staring in the Eye of Osiris
Now I know you see this sh*t while you sit and wonder what happened
It’s strange how n—-s brandish devil worship like a fashion
The signs of the times, clouds from the heavens open
Where birds fall from the sky and fish die in the ocean
Now who you think you foolin’? We seein’ the way you’re movin’
I hope you take the time to start thinkin’ ’bout what you’re doin’
You’re playin’ with a match that can grow into an inferno
Undescribable, the burn when the fire’s feelin’ eternal
I hope you document this and write it down in your journal
And read it back to yourself while overcomin’ your hurdles
Now trust me and be careful of who you let in your circle
‘Cause the Devil f*cks a life and will breed the p*ssy that’s fertile
I know it’s gettin’ cold and you’re fightin’ the war internal
Body decayin’, turnin’ all grey and blue, even purple
You portray a lotta s–t with no rehearsal
But in life, we don’t rehearse, what you do can come back and hurt you
And until then, watch how the Devil will work through
Look at what you’ve become and what the Devil gave birth to
And when it hits the fan, you’ll be wonderin’ where your folks went
Your n*ggas’ll disappear when the science gets kinda potent
I’m just buildin’, I ain’t mean to give an earful
Just carryin’ out my duty, everybody just be careful (Be careful)

In questo verso intenso, Busta parla delle visuali degli artisti “che sembrano rituali e sacrifici”. Questo è facilmente verificabile. Negli ultimi 11 anni, Neovitruvian ha documentato le immagini occulte e sataniche trovate nei video rap con un sacco di screenshot e riferimenti. Busta dice che una volta erano sottili, ma ora “le mostrano alla grande”. Questo è vero al 100%.

Ironia della sorte, nonostante i messaggi trovati in ELE2, lo stesso Busta Rhymes e` stato accusato di essere un satanista.

PROMO CONTROVERSA
Il 7 ottobre, Busta ha rilasciato un video promozionale intitolato THE PROPHECY WILL BE FULFILLED. Diretto dal veterano del settore Sam Lecca, il video si svolge in una chiesa dove sta accadendo qualcosa di empio.

Un sacerdote cattolico tiene un sermone che cita varie parti della Bibbia, incluso il Salmo 37: “L’empio tende insidie al giusto e digrigna i denti contro di lui”.

Quindi, il sacerdote segna la fronte dei bambini con il logo ELE2. Il marchio della bestia?

Il prete mostra quindi il suo vero volto demoniaco.

I bambini corrono con occhi luminosi. Sono posseduti dal diavolo?

Quasi tutti i commenti su YouTube accusano quel video di essere satanico. Questo è il primo commento.

Allora, qual è esattamente il messaggio di questo video? Nella sua canzone Satanic, Busta parla di video rituali e si chiede anche cosa sia successo a canzoni a tema cristiano come Jesus Walks di Kanye West. Ma poi, pubblica questo video promozionale in cui una messa cattolica viene rappresentata come un rito demoniaco.

Alcune risposte possono essere trovate comprendendo meglio la forte influenza della Five-Percent Nation sulle opere di Busta Rhymes.

INFLUENZA DELLA FIVE PERCENT NATION

Il simbolo della Five Percent Nation contenente il sole, la luna, una stella e il numero 7 (che rappresenta Dio).

The Five Percent Nation – noto anche come Nation of Gods and Earths (NGE) – è stata fondata nel 1964 da Clarence 13X, un ministro della Nation of Islam (NOI) che lavorava sotto la tutela di Malcolm X. Dopo anni all’interno dell’organizzazione , Clarence 13X ha creato una propaggine della NOI perché ha rifiutato l’insegnamento che Wallace Fard Muhammad (il misterioso fondatore della NOI) fosse Dio incarnato. Invece, Clarence 13X insegnò ai suoi studenti che l’uomo nero (individualmente e collettivamente) era Dio. Al contrario, i bianchi sono “diavoli” e la loro tecnologia è in realtà “ingannevole” e che non resisterà alla prova del tempo.

I membri del gruppo si definiscono i Five Percent di Allah perché credono che solo il dieci per cento delle persone nel mondo conoscano la verità dell’esistenza. Queste élite e i loro agenti tengono l’ottantacinque per cento del mondo nell’ignoranza e sotto controllo. Il restante cinque percento sono coloro che conoscono la verità e hanno la missione di illuminare l’ottantacinque percento. Sono conosciuti come i “poveri insegnanti retti”.

Anche se si dice che l’NGE sia vicina all’Islam, i suoi insegnamenti sono in realtà molto più vicini alle scuole esoteriche come la Massoneria. Infatti, alla Five Percent viene insegnato che non esiste un “Dio misterioso” e che l ‘”Uomo Originale” può diventare un dio attraverso la “conoscenza di sé”. Questo concetto è simile all’assioma ermetico “Conosci te stesso” insegnato nelle Scuole Misteriche come la Massoneria. Affermando che la divinità può essere ottenuta sulla Terra attraverso la conoscenza, la NGE è filosoficamente più vicina allo gnosticismo rispetto alle religioni tradizionali. In altre parole, la NGE non crede in un dio ma insegna invece una forma di apoteosi in cui l’uomo nero asiatico è Dio e il suo nome proprio è “Allah”, la parola araba per “Dio”.

La NGE insegna anche ai suoi seguaci sistemi arcani chiamati Supreme Mathematics e Supreme Alphabet come chiavi per comprendere l’universo. Questo concetto è simile ai sistemi di numerologia trovati nella Massoneria. Ad esempio, in Supreme Mathematics, il numero 7 e la lettera G (la settima lettera dell’alfabeto) sono associati a Dio.

Mentre la Massoneria è una rigida società segreta che recluta le élite locali all’interno dei suoi ranghi, la NGE è un’organizzazione basata sulla comunità che attrae uomini poveri nelle aree urbane.

Probabilmente per questo motivo, una lunga lista di rapper si è unita ai ranghi della NGE, soprattutto negli anni ’90. Artisti come Rakim, Busta Rhymes, Jay Electronica, l’intero Wu-Tang Clan, Erykah Badu, Jay-Z integrano molti concetti della NGE nei loro testi. Espressioni come “word is bond”, “peace”, “cipher”, “dropping science”, “dropping knowledge” e chiamarsi l’un l’altro “God” e “G” provengono tutte dalla NGE.

Rakim, Jay-Z e RZA indossano il simbolo della NGE.

Busta Rhymes è sempre stato uno dei più importanti rappresentanti della NGE nell’hip-hop. E il suo ultimo album ELE2 è fortemente intriso della sua filosofia.

Busta accanto a una foto di Clarence 13X nel suo recente video Master Fard Muhammad.

Il verso di Busta nell’intro di ELE2 è puro NGE. Inizia così:

Well, it’s the God (Yes), no illusions
Blessings while I greet y’all in the absence of confusion
With science to spark the mind with thoughts of greater living
It gets deeper than secrets in Masonic symbolism
And I understand if you can find it extremely hard to calculate it
As dude who refer to himself as God, let me demonstrate it

Attraverso questo verso, si capisce che il sottotitolo dell’album The Wrath of God è in realtà un riferimento a Busta stesso. Altri riferimenti NGE si trovano più avanti nel verso:

But I’m addicted to exposing the truth, it’s a habit
Since a youngin’ using a pencil to write the mathematics
Incorporating the science while I give you the classics
While some’ll find it strange and resort to measures that’s drastic
I articulate with clarity, reassure when you hear this
Some identify me as cuckoo or conspiracy theorist

Detto questo, ora possiamo capire meglio il ragionamento alla base del video promozionale con un prete malvagio. Ecco un estratto da una FAQ NGE che spiega come la nazione percepisce la religione organizzata in generale.

“Clarence 13 X ha insegnato che l’ottantacinque per cento della popolazione è composta da persone ignoranti, non istruite e incivili che hanno bisogno di essere guidate (per lo più fedeli). Si ritiene che questo ottantacinque per cento non abbia “alcuna conoscenza di sé”. Il dieci percento della popolazione ha una certa conoscenza di sé (cioè la verità reale), tuttavia usa questa conoscenza per esercitare il controllo sull’ottantacinque percento invece di “liberarli”. Infine, considerava il cinque per cento coloro che possiedono la conoscenza di se stessi, delle proprie origini e del modo in cui il sistema mondiale è realmente – e inoltre, il modo in cui si realizzerà il nuovo ordine mondiale.

  • Domande frequenti su Nation of Gods and Earths

Questa FAQ spiega perché il prete cattolico è stato ritratto come una figura malvagia. Secondo i Five-Percenters, i predicatori nelle religioni tradizionali aiutano effettivamente l’élite a mantenere l’85% nell’ignoranza.

CONCLUDENDO
Analizzare le opere di artisti veterani come Busta Rhymes è un compito diverso rispetto all’analisi delle normali pop star. Questi artisti di solito hanno il pieno controllo creativo delle loro opere e i loro messaggi sono spesso una fusione delle varie influenze nelle loro vite. ELE2 di Busta Rhymes contiene molti messaggi sulla pandemia, il Nuovo Ordine Mondiale e il satanismo nell’industria musicale. Tuttavia, per comprendere appieno il significato dell’album, bisogna prima comprendere la filosofia NGE che lo permea.

Come esemplificato dai commenti di YouTube sul video promozionale di Busta, la filosofia di NGE è piuttosto controversa. I suoi insegnamenti sulla natura di Dio, il ruolo della religione e le origini dei bianchi sono destinati ad essere ricevuti con rabbia e scetticismo da molti, compresi i neri religiosi. Inoltre, alcuni potrebbero obiettare che tutta questa divisione serve solo la tattica preferita dell’élite: Dividi e conquista. D’altra parte, coloro che vivevano negli anni ’90 affermano che la NGE ha effettivamente avuto un’influenza positiva sugli uomini di colore creando una comunità incentrata sulla ricerca della verità e sulla rettitudine generale, aiutandoli ad allontanarsi da bande, droga e crimine.

In breve, lascio a Dio il compito di giudicare la NGE e tutto ciò che la circonda. E io non sono Dio. Nel frattempo, probabilmente dovremmo tutti mettere da parte le nostre differenze e concentrarci su un nemico comune: un’élite satanica che sta creando un nuovo ordine mondiale distopico proprio davanti ai nostri occhi.

Fonte

leadele2-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €


 

Pedogate: I Gesuiti e l’ordine degli assassini del Vaticano (Parte 6)

Prima di esaminare il capitolo successivo che si rivolge al papa e ai ruoli del Vaticano e alla loro partecipazione nella Grande Opera satanica e nell’operazione di pedofilia mondiale del NWO. [1 ] Si dice che il papa nero gesuita [2] e le sue legioni nell’Ordine dei Gesuiti controllino il papa “bianco”, i cavalieri di Malta, l’Opus Dei, i cavalieri di Colombo e le dozzine di altre società segrete tra cui la CIA, i massoni, gli Illuminati e le loro stirpi familiari sataniche. La gerarchia tedesca del diavolo inizia con Lucifero (tradotto “il portatore di luce”) [3] che divenne Satana l’angelo caduto, e con tutte le forze demoniache, mondane e interdimensionali dispiegate in modo come armi di distruzione di massa sia anti-Dio che anti-umane . L’evocazione di forze soprannaturali demoniache oscure attraverso rituali occulti neri risalenti alla nascita della Cabala in Babilonia durante il VI secolo a.C. viene ancora utilizzata oggi per il dominio del mondo dai devoti burattini di Satana, una manciata di potenti creature subumanoidi che in molti sostengono derivino da particolari linee di sangue. [4]

L’Ordine dei Gesuiti [5] contro gli ebrei [6] rappresentati collettivamente da banchieri del calibro di R & R [Rothschild e Rockefeller], sei magnati della propaganda dei mass media, [7] da AIPAC, B’nai B’rith e ADL, e Netanyahu e il suo club sionista transnazionale del Grande Israele, [8] si combattano in un inutile esercizio in cui l’uno cerca di infangare l’altro. Questi due gruppi di malvagi maniaci del controllo – stanno entrambi gestendo questo mondo come la stessa entità. Sotto il loro ombrello unificante del satanismo, i satanisti indossano ingannevolmente vari costumi per apparirci diversi e confonderci.

Una storia basata sui fatti dell’Ordine dei Gesuiti mostra che i fondatori del XVI secolo erano cripto ebrei sefarditi i quali erano discepoli degli Illuminati in Spagna che si chiamavano Alumbrados, le cui credenze occulte cabalistiche talmudiche elevano gli uomini “illuminati” dalla conoscenza segreta allo status di dio terrestre. [9] I fedeli luciferini conosciuti come Alumbrados furono messi fuori legge in Spagna, [10] e uno dei loro soldati rimase paralizzato in battaglia per tutta la vita, un certo Ignazio di Loyola durante l’Inquisizione mentre guariva dalla sua ferita di guerra decise di reinventare se stesso e le sue credenze sataniche, infiltrandosi nel cattolicesimo e proclamandosi il primo generale supremo dei gesuiti nell’esercito di Gesù [o più appropriatamente di Satana] chiamò Compagnia di Gesù, non diversamente dagli avidi banchieri centrali privati ​​che si chiamarono ingannevolmente la riserva federale degli Stati Uniti all’inizio del secolo scorso. [11] Dichiarando guerra alla Riforma protestante, la Chiesa cattolica ha sostenuto il suo ordine militare di Controriforma in favore di “Gesù”.

Seduto in cima a questa catena alimentare di predatori umani demoniaci c’è una stirpe papale romana mista che opera sotto la Sinagoga di Satana che ha una miriade di nomi: i Gesuiti, i Cavalieri di Malta, gli Illuminati, i Windsor e la Nobiltà Nera, i Massoni, i Skull and Bones, il Council on Foreign Relations, il Comitato dei 300, il Club of Rome, la Commissione Trilaterale, la Pilgrim Society, Bilderbergers, Bohemian Grove, la lista può continuare all’infinito. Ma in fondo, come controllori planetari, alla fine tutti eseguono gli ordini del loro dio demoniaco Lucifero. Il generale gesuita come il papa nero e il suo Ordine dei Gesuiti lavorano insieme all’attuale papa bianco gesuita, il Vaticano, le antiche stirpi della famiglia degli Illuminati, [12] e tutte le società segrete elitarie sopra elencate che includono tra i loro burattini la CIA, la comunita` globale di intelligence e praticamente ogni governo e esercito sulla terra. Per secoli questa manciata di satanisti ha schiavizzato l’umanità in guerre perpetue, divisioni razziali, religiose e di classe, difficoltà economiche e depravazione al fine di mantenere il suo potere e il controllo dello status quo attraverso l’inganno di massa e la manipolazione del divide et impera. [13] Le tre grandi religioni sono state inventate come dispositivo divide et impera per garantire il controllo sulle masse. [14]

Questo capitolo solleva il velo dell’Ordine dei Gesuiti o Compagnia di Gesù fondata nel 1534 dal cripto-ebreo Ignazio di Loyola (1491-1556), la cui società fu riconosciuta dal papa nel 1540. [15] Entro un anno dalla nascita di Ignazio nel 1491, gli ebrei furono legalmente espulsi dalla Spagna. Ignazio crebbe durante la sanguinosa Inquisizione (1478-1834) quando fino a 68 milioni di vittime persero la vita in nome di Dio, e ancora di più furono torturate e imprigionate. [16] Nati in questo trauma quando oltre la metà della popolazione ebrea iberica fu costretta a lasciare, morire o convertirsi, circa 50.000 ebrei scelsero il battesimo per rimanere in Spagna come convertiti cattolici romani noti come conversos per evitare ulteriori persecuzioni e morte. [17] Se i cristiani uccidevano gli ebrei perché erano ebrei, per evitare la morte molti si convertivano. Ma quanto sarebbe stata sincera la loro devozione e il loro impegno per una religione i cui seguaci violenti stavano attivamente uccidendo i compagni ebrei? Non molto.

Da giovane, prima di diventare il primo superiore generale gesuita ufficiale, Ignazio era stato un membro del ramo luciferino degli Illuminati di Spagna, gli Alumbrados che predicavano che gli esseri umani sono in grado di diventare divinità sia in saggezza che potere attraverso la ricerca disciplinata e la pratica della conoscenza occulta. [18] Inizialmente durante i primi tre decenni del suo Ordine dei Gesuiti, Ignazio accolse apertamente i suoi compagni cripto-ebraici nel suo ovile militante cattolico segreto. [19] In qualità di classe mercantile e bancaria di successo e ambiziosa, alla ricerca della libertà dalla persecuzione, molte famiglie Marranos (cripto-ebrei convertiti in Spagna) si sono infiltrate nella società cristiana dei gentili incrociandosi strategicamente con la nobiltà europea e, come Ignazio, anche diventando celebrità attraverso la gerarchia della Chiesa cattolica. Nel corso del millennio numerosi papi, re e regine in Europa sono stati e sono ancora cripto ebrei. [20]

Ignazio è nato e ha vissuto tutta la sua vita durante l’oscura e pericolosa Inquisizione spagnola. Fino a un milione di mori musulmani (Moriscos) e 200.000 ebrei (Marranos) in Spagna si sono convertiti al cattolicesimo sotto secoli di leggi sulla purezza del sangue e barbarie violente di massa. [21] Sospettati di mantenere segretamente la loro fede originale, molti furono vittime di persecuzioni ancora più brutali. La Spagna si è tirata la zappa sui piedi inducendo una fuga di cervelli di 800.000 ebrei fuggiti dalla nazione antisemita durante l’Inquisizione. Nel 2012, il governo di Madrid ha tentato di fare ammenda offrendo la cittadinanza spagnola a coloro i cui antenati ebrei sefarditi se ne erano andati. [22]

Una percentuale considerevole di cripto-ebrei in Europa deve aver sviluppato un odio intenso e ribollente nei confronti dei loro carnefici cristiani, emettendo ondate di pogrom epuratori, uccidendo e imprigionando milioni di ebrei, musulmani e protestanti, bandendo infine tutti i non cristiani. Così radicato nella psiche di Ignazio, alla fine cercò modi per sopravvivere adottando un atteggiamento camaleontico, mostrando un lato esternamente come un leader spirituale saggio e benigno che nascondeva interiormente un altro lato oscuro molto sinistro. Così, attraverso tattiche di inganno, infiltrazione e implacabile sovversione, i gesuiti furono addestrati a prendere il sopravvento che alla fine avrebbe portato alla vittoria e all’opportunità di vendetta e punizione contro tutti i nemici, siano essi oppressori cristiani o ripugnanti infedeli protestanti o musulmani. In questo modo, nonostante le battute d’arresto, i gesuiti perseverarono, infiltrandosi gradualmente e sorpassando la Chiesa cattolica. [23]

La formazione di una società cattolica che abbraccia superficialmente l’amore di Gesù si è rivelata un biglietto efficace per l’ascensione al potere mondano di Ignazio. Al fine di evitare il rischio di pregiudizi, i fondatori gesuiti ebrei Ignazio e Francesco Borgia hanno assunto una posizione dura contro i compagni ebrei usando un approccio radicale. Nel 1593 l’Ordine emanò una legge che vietava agli ebrei di entrare nella Compagnia di Gesù e rimosse quei gesuiti già membri che non avevano ancora completato il loro voto finale. [24] Ma dopo 30 anni di iscrizioni aperte, molti cripto ebrei che avevano raggiunto il loro quarto voto finale sono rimasti. Per salvarsi, il loro modus operandi era quello di esporsi pubblicamente accusando gli altri ebrei. Sopravvivere all’Inquisizione ha generato la logica di sacrificare alcuni dei tuoi per salvare te stesso. Segretamente passavano anni a tramare vendetta contro nemici percepiti e reali, siano essi “compagni” oppressori cattolici, o infedeli protestanti, ebrei o musulmani. Lealtà e convenienza richiedevano la capacità di cambiare i colori in modo astuto e fluido, vivendo secondo il credo che il fine giustifica sempre i mezzi. [25] Nel loro mondo violentemente contorto, la sicurezza e la protezione personali potevano essere raggiunte solo in modo sovversivo ottenere un potere e un controllo divini illimitati sulla terra, un’applicazione fanatica e disciplinata della mentalità “uccidere o essere uccisi” e la libertà dall’oppressione e dalla rovina potrebbero essere guadagnati al meglio assumendo il ruolo di assassino-oppressore come benefattori segreti della saggezza luciferina e devoti al cripto-satanismo.

Alcuni studiosi sostengono che la Compagnia di Gesù si sia evoluta direttamente dal defunto Ordine dei Templari (ricordiamo che anche loro furono fondati da cripto-ebrei cabbalistici). Dopo essere stati sciolti dal papa due secoli prima, un certo numero di Cavalieri Templari in Spagna furono assorbiti in due ordini militari spagnoli, quello di Calatrava e l’Ordine di Montesa ancora attivo, [26] infine emerso nel 1541 come co-fondatore dell’Ordine dei Gesuiti da San Francesco Borgia, il terzo “papa nero” gesuita, e pronipote del re di Spagna Ferdinando II d’Aragona da parte di madre e pronipote di Borgia il papa bianco Alessandro VI. [27] I Borgia sono stati a lungo una potente famiglia papale degli Illuminati di stirpe mista ispano-ebraica. [28] La natura militantemente estremista e sovversiva dell’Ordine dei Gesuiti divenne rapidamente il suo marchio di fabbrica, esplicitamente stabilito dall’astuzia e dagli abiti da lupo del fondatore rappresentata dalla seguente istruzione “non etica” di Ignazio:

Né contribuirà un po ‘ a nostro vantaggio se, con cautela e segretezza, fomentiamo e aumentiamo le animosità che sorgono tra principi e grandi uomini, anche a tal punto che possono indebolirsi a vicenda. Ma se sembra che ci sia una possibilità di riconciliazione, allora il prima possibile sforziamoci di essere i mediatori, affinché altri non ce lo impediscano.

Infine, che tutti con tale astuzia guadagnino ascendente su principi, nobili e magistrati di ogni luogo, affinché siano pronti a nostra completa disposizione, anche a sacrificare i loro parenti più stretti e gli amici più intimi, quando diciamo che è per il nostro interesse e vantaggio. [29]

Cattolici devoti “sapienti” spiegano rapidamente le lettere dello stemma IHS dei gesuiti dicendo che semplicemente significano Gesù in stenografia proveniente dalle lettere greche “iota”, “eta” e “sigma”. Altri che esaminano più a fondo equiparano il Cattolicesimo come un’oscura e sinistra propaggine del paganesimo babilonese ed egiziano, e per loro l’IHS sta per la triade della divinità egizia di Iside (protettrice femminile che rappresenta il potere della magia nera di cui e` ben dotata la figlia maggiore del dio Saturno), Horus (il figlio di Iside che simboleggia il dio del cielo, re, potere e saggezza) e Set (dio del deserto, disordine, guerra, spesso rappresentato da Lucifero; assassino del marito di Iside, Osiride, zio di Horus che ha combattuto e ha perso il suo regno egiziano) derivato dalle stesse divinità egizie pagane adorate anche dai Templari e dai Massoni Luciferini. [30] Come gli Illuminati, i Massoni, i Templari e i Cavalieri di Malta, i Gesuiti sono immersi nelle arti nere e tutte queste società segrete adorano lo stesso falso dio demoniaco all’interno della loro Sinagoga di Satana.

Per raggiungere lo status di sacerdote gesuita pienamente ordinato dopo aver fatto il quarto [e ultimo] voto, sono letteralmente necessari decenni di studio e preghiera aggiuntivi. L’istruzione [cioè la propaganda] era ed è la componente principale della missione dei gesuiti concepita come la potente risposta della Chiesa cattolica al movimento della Riforma protestante che dilagava in Europa, riducendo il potere autoritario della Chiesa di Roma. E nel giro di un secolo che il papa approvvo` l’Ordine dei Gesuiti, nel 1640 erano già fondate oltre 500 istituzioni gesuite di cultura superiore. [31] Le scuole e le università dei gesuiti hanno continuato a proliferare in Europa, America e nel mondo intero, indottrinando 3 milioni di studenti gesuiti in tutto il mondo. Nel corso dei secoli il Modus Operandi gesuita è stato applicato agli affari mondani attraverso spionaggio, ricatto, assassinio, operazioni militari segrete e operazioni di intelligence. [32]

La natura astuta di Ignazio insegnò al suo esercito di sacerdoti gesuiti a prendere il sopravvento e la fiducia della nobiltà sfruttando le loro confessioni, utilizzando le informazioni vitali acquisite a proprio vantaggio. I gesuiti avrebbero manipolato i loro seguaci affinché i loro peccati fossero assolti bandendo tutti i protestanti come eretici. [33] Divennero maestri nel mettere i gruppi l’uno contro l’altro e nel porsi come arbitri necessari. Le loro tattiche abilmente aggressive nei confronti di una popolazione flessibile furono rapidamente fonte di successo. Inizialmente, durante il suo primo secolo, i ranghi del nuovo Ordine popolare si gonfiarono così tanto che nel 1710 erano 19.000. Nel 1749 ce ne erano 22.000. [34]

Da metà del secolo, la spietata e controversa presa di potere dei gesuiti e il costante infiltrarsi, minare e fomentare conflitti ha portato regni e governi a vietare l’Ordine, a partire dal Portogallo nel 1759, seguito dalla Francia nel 1764, dalla Spagna e persino dalla Sicilia. e Napoli nel 1767, l’Austria nel 1774 e la Russia nel 1786. [35] Con la Compagnia di Gesù messa fuori legge praticamente ovunque tranne che a Roma, l’effetto domino anti-gesuita costrinse i famigerati assassini gesuiti a ritirarsi e allinearsi con la più tollerante Gran Bretagna e Prussia protestante poiché l’Europa meridionale e le sue colonie del Nuovo Mondo ne avevano avuto abbastanza di problemi gesuiti. [ 36] Il controllo degli Illuminati asburgico-gesuita sull’Europa stava finalmente declinando con la rinascita borbonica del XVIII secolo, in particolare in Spagna sotto il re Carlo III che prese una forte posizione morale sia contro la barbara Inquisizione che contro gli infidi Gesuiti.

I gesuiti in Spagna e le colonie portoghesi del Nuovo Mondo dell’America Latina furono accusati di fomentare l’insurrezione, rubando ricchezza e terra alla corona, [37] fornendo un’ampia motivazione aggiuntiva per abolire la Compagnia di Gesù. L’Ordine sovversivo non è mai stato una presenza gradita neanche negli Stati Uniti. A parte la Gran Bretagna, nel corso dei secoli praticamente ogni paese europeo ha bandito i gesuiti malevoli una volta o l’altra. Dal 1555 al 1931 83 nazioni, città-stato e città espulsero i gesuiti. [38]

C’era una forte pressione sul Vaticano perché facesse qualcosa per fermare l’aggressivo usurpatore gesuita, nel febbraio 1769 Papa Clemente XIII (1693-1769) avrebbe dovuto sciogliere l’Ordine dei Gesuiti, ma si ammalò la notte prima e morì, le sue ultime parole: ” Sto morendo … è molto strano attaccare i gesuiti. “[39] Poi incredibilmente, il suo successore Papa Clemente XIV (1705-1774) con bolla papale pose fine all’Ordine dei Gesuiti nel 1773. Ma solo un anno dopo le sue ultime parole sul suo letto di morte furono:

Ahimè, sapevo che [i gesuiti] mi avrebbero avvelenato; ma non mi aspettavo di morire in modo così lento e crudele. [40]

Con il papa che interrompe legalmente le operazioni dei gesuiti in tutto il mondo, come alternativa subdola per continuare la missione gesuita di conquista del mondo, tre anni dopo e due mesi prima della Dichiarazione di indipendenza americana nel 1776, ancora un altro cripto ebreo, addestrato dai gesuiti Adam Weishaupt, si assicurò il finanziamento dei Rothschild per fondare la loro nuova filiale bavarese degli Illuminati. L’autore di The Secret Terrorists and the Enemy Unmasked Bill Hughes spiega come i Gesuiti si infiltrano in società segrete che la pensano allo stesso modo:

Weishaupt stabilì che la [versione moderna degli] Illuminati fosse specificamente un’organizzazione di facciata dietro la quale i gesuiti potevano nascondersi. Dopo essere stati [formalmente] aboliti da [papa] Clemente XIV nel 1773, i gesuiti usarono gli Illuminati e altre organizzazioni per svolgere le loro operazioni. Pertanto, le organizzazioni di facciata sarebbero state incolpate per i problemi causati dai gesuiti. [41]

Due anni dopo il Vaticano in un editto del 1778 dichiarò guerra alla repubblica costituzionale degli Stati Uniti, definendo l’America un abominio del peccato che deve essere distrutto con ogni mezzo possibile. [42]

Nel frattempo, unendosi a un crescente consenso, l’imperatore Napoleone Bonaparte (1769-1821) riconobbe i gesuiti per quello che erano:

I gesuiti sono un’organizzazione militare, non un ordine religioso. Il loro capo è un generale di un esercito, non il semplice padre abate di un monastero. E l’obiettivo di questa organizzazione è: POTERE. Il potere nel suo esercizio più dispotico. Potere assoluto, potere universale, potere di controllare il mondo per volontà di un solo uomo. Il gesuitismo è il più assoluto dei dispotismi: e allo stesso tempo il più grande ed enorme degli abusi. [43]

Ma non appena Napoleone fu sconfitto nel 1814, l’imprigionato Papa Pio VII al suo rilascio ripristinò prontamente la Società dei Gesuiti. Reagendo alla notizia, nel 1816 l’ex presidente John Adams (1735-1826) scrisse al suo amico Thomas Jefferson affermando:

La loro restaurazione è davvero un passo verso l’oscurità, la crudeltà, la perfidia, il dispotismo, la morte. . . Non mi piace l’aspetto dei gesuiti. Se mai c’è stato un corpo di uomini che ha meritato la dannazione eterna sulla terra e all’inferno, è questa Società di Loyola. [44]

Alleato della guerra rivoluzionaria degli Stati Uniti, il generale francese Marques de Lafayette (1757-1834) disse sui gesuiti:

È mia opinione che se le libertà di questo paese – gli Stati Uniti d’America – verranno distrutte, sarà per i sotterfugi dei preti gesuiti cattolici romani, perché sono i nemici più astuti e pericolosi della libertà civile e religiosa. Hanno istigato la MAGGIOR PARTE delle guerre d’Europa. [45]

Il punto forte dei Gesuiti e` sempre stato infilitrarsi nelle strutture di potere e cercarono vendetta da quando papa Clemente V e il re di Francia Filippo abolirono l’Ordine dei Templari nel 1312. L’affinità ideologica per lo gnosticismo e l’occulto che i gesuiti [46] hanno in comune con il I Templari hanno avuto origine nelle loro radici legate alla duratura influenza templare. [47] I Gesuiti ereditarono la rivalità dei Templari contro i Cavalieri di Malta, i quali contribuito alla fine dell’Ordine del Tempio. Poi più tardi, nel 1773, quando un azione soppressiva mossa da Papa Clemente XIV fu applicata nella maggior parte dell’Europa dissolvendo l’Ordine dei Gesuiti, la vendetta verso Clemente arrivò sotto forma di avvelenamento. [48] La Compagnia di Gesù fece accordi segreti con i protestanti in Inghilterra per sopravvivere al diffuso divieto nel continente [49] e alla fine i gesuiti presero il controllo del Vaticano una volta che l’Inghilterra sconfisse Napoleone nel 1814 e da allora non hanno mai ceduto il loro potere ineguagliato in Roma, ma lo estesero in tutto il mondo. [50]

Meno di mezzo secolo dopo arrivò un’altra guerra da istigare e sfruttare. Durante la guerra civile americana il papa filo-gesuita al potere – Papa Pio IX – insieme ai banchieri Rothschild sostenne fortemente il Sud nella sua lotta per la secessione contro il Nord, scrivendo una lettera a Jefferson Davis progettata per incitare alla ribellione dei cattolici settentrionali per unirsi alla causa della Confederazione contro Lincoln in un’altra guerra santa. [51] La Chiesa cattolica aveva sempre beneficiato e sovvenzionato il commercio della schiavitù e l’Ordine dei Gesuiti si è storicamente opposto ai movimenti per la libertà usando il suo metodo divide et impera per destabilizzare i governi sovrani in Messico, Spagna e Francia. Nel suo tentativo di spezzare la Repubblica americana, il Vaticano aveva propagato bugie sul fatto che il presidente Lincoln fosse nato cattolico, fosse stato battezzato da un prete ed era diventato un eretico e apostata demonizzato che secondo il diritto canonico doveva essere ucciso. E poiché l’omicidio approvato dal papa che letteralmente si definiva infallibile non era affatto considerato un crimine peccaminoso, il Vaticano intendeva chiaramente ispirare un fanatico assassino cattolico a uccidere per Dio, non diversamente dalle Crociate. In effetti, gli assassini gesuiti avevano tramato un’imboscata a Lincoln a Baltimora, ma a conoscenza del complotto, il presidente sventò il loro piano viaggiando ore prima del suo programma originale.

Come avvocato dell’Illinois nel 1853, Abe Lincoln rappresentava un sacerdote di nome Charles Chiniquy a Urbana, Illinois, che aveva osato affrontare la corruzione e l’attività criminale dell’arcivescovo gesuita di Chicago. Un complotto di calunnie per incastrare e distruggere Chiniquy fu promosso da un prete gesuita senza scrupoli ma Lincoln, con l’aiuto di un testimone dell’ultimo minuto, riuscì a smascherare con successo il nefasto complotto. [52] Charles Chiniquy lasciò la Chiesa cattolica, finì come confidente e consigliere di Lincoln sulla successiva minaccia di violenta punizione dei gesuiti, e finì per scrivere la denuncia “Cinquant’anni nella Chiesa di Roma” dove presenta un caso inconfutabile che i gesuiti erano responsabili dell’assassinio Lincoln usando il loro fanatico patsy cattolico John Wilkes Booth per eseguire i loro ordini. [53] Chiniquy avvertì appassionatamente Lincoln di persona che i cospiratori gesuiti erano determinati a farlo fuori, ricordando al presidente di una serie di altri precedenti omicidi storici: i due papa Clemente, l’ammiraglio Coligny, Enrico III, Enrico IV e Guglielmo di Taciturno, tutti commessi dai gesuiti . [54] Altre due vittime degli assassini gesuiti furono sostenute dagli zar russi Alessandro I e II durante il XIX secolo per aver espulso la Compagnia di Gesù dalla Russia. Durante la guerra civile, Alessandro II sostenne anche il presidente Lincoln e gli Stati Uniti, opponendosi direttamente agli sforzi dei gesuiti, dell’Inghilterra e della Francia per dividere l’America. [55]

I co-cospiratori di Lincoln, Mary Surratt e suo figlio gesuita John Surratt [56], avevano un paio di sacerdoti che vivevano nella residenza di Mary’s DC che tenevano riunioni regolari tra il clero cattolico, confermando un legame diretto con l’Ordine dei Gesuiti e il Vaticano. Si è scoperto che ogni cospiratore assassino arrestato era cattolico. John Harrison Surratt riuscì a fuggire a Montreal dove due preti cattolici lo accolsero e con altri organizzarono il suo trasporto in Europa sotto falsa identità dove Surratt si arruolò come Zouave papale, la forza di fanteria del papa dal 1861 al 1870 per difendere lo Stato Pontificio in resistenza militare all’Italia unita. [57] Surratt è stato arrestato nella sua uniforme zuave in Egitto e rimandato negli Stati Uniti per affrontare un processo sia per omicidio che per cospirazione per rapire Lincoln, risultando in una giuria sospesa. Fu quindi ri accusato per essersi ribellato, ma il caso fu misteriosamente archiviato. [58] Nonostante le prove schiaccianti della colpevolezza di Surratt, molto probabilmente il Vaticano controllato dai gesuiti è intervenuto per proteggerlo dalla punizione, a differenza di sua madre e di altri tre complici che dopo un tribunale militare furono rapidamente impiccati entro tre mesi dopo che Lincoln fu colpito. [59] Al contrario, il processo civile di John Surratt lo ha reso un uomo libero in grado di vivere la sua vita fino alla sua morte naturale nel 1916 all’età di 72 anni.

Inoltre, in una lettera recuperata del 1864 John Wilkes Booth scrisse a un altro cospiratore meno di un anno prima della morte di Lincoln parole che assomigliano stranamente all’estremo giuramento dei gesuiti (che quasi parola per parola è lo stesso identico giuramento di sangue fatto dai Cavalieri di Malta e dai Cavalieri. di Colombo) prescrivendo armi specifiche usate per sottomettere i loro nemici, “la coppa avvelenata, il cappio, l’acciaio del pugnale o il proiettile di piombo”. [60] La lettera di Booth fa riferimento a “la coppa [avvelenata] ci ha deluso una volta e potrebbe di nuovo “, indicando un tentativo fallito passato (oltre all’incidente di Baltimora) di uccidere il presidente. Inoltre, uno dei cospiratori era un farmacista molto familiare con pozioni e intrugli. Inoltre, mentre Booth partecipava alla seconda inaugurazione di Abe, trasportava e progettava di usare un coltello (“poniard”) per ucciderlo, ma alla fine pochi mesi dopo utilizzo` un “proiettile di piombo” calibro .44 [61]

Per un periodo di tempo, dal 1841 al 1865, i gesuiti riuscirono ad assassinare tre presidenti degli Stati Uniti su quattro: Benjamin Harrison, Zachary Taylor, James Buchanan (tutti per avvelenamento) e Abraham Lincoln con solo Buchanan sopravvissuto. [62] Stanco di perdere i suoi leader a causa di assassini cattolici, il governo degli Stati Uniti ha interrotto i rapporti con il Vaticano nel 1867. In tutto fino a sette presidenti sono stati probabilmente assassinati da scagnozzi gesuiti-Illuminati. [63] Andrew Jackson è stato abbastanza fortunato da avere un assassino con una pistola difettosa e sconfisse il sistema bancario centrale dei Rothschild a cui Harrison, Taylor, Buchanan e Lincoln hanno resistito, lasciando il terzo come unico sopravvissuto. Lincoln si rifiutò di pagare la guerra con i prestiti dei banchieri e inventò biglietti verdi stampati dal Tesoro come sua nuova soluzione e Kennedy mise in moto un piano per privare la Federal Reserve del potere di fornire denaro restituendolo al Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, ed entrambi probabilmente furono uccisi per questo. [64]

Dopo aver rifiutato di fornire supporto aereo nel disastro cubano della Baia dei Porci, John Kennedy ha poi ulteriormente fatto incazzare il complesso industriale militare richiamando consiglieri dal Vietnam evitando la guerra nel sud-est asiatico. [65] Poi ha firmato la sua condanna a morte licenziando il suo malvagio direttore della CIA Allen Dulles [66] e si stava preparando a indagare la CIA. [67] E il piano di Kennedy di tagliare le ali ai federali ha minacciato le banche centrali private Rothschild-Rockefeller-Morgan. Prima del suo omicidio, JFK ha parlato del governo ombra monolitico comunemente indicato oggi come deep state. Conoscendo la loro storia, il presidente Kennedy stava probabilmente parlando soprattutto dei gesuiti, nonché dell’Ordine di Malta, dei massoni, della CIA e della linea di sangue dei banchieri quando ha dichiarato:

Perché combattiamo in tutto il mondo una cospirazione monolitica e spietata che si basa principalmente su mezzi segreti per espandere la propria sfera di influenza – sull’infiltrazione invece che sull’invasione – sulla sovversione invece che sulle elezioni – sull’intimidazione invece che sulla libera scelta – sulla guerriglia notturna invece che con la normale guerra. È un sistema che ha arruolato vaste risorse umane e materiali nella costruzione di una macchina compatta e altamente efficiente che combina operazioni militari, diplomatiche, di intelligence, economiche, scientifiche e politiche. I suoi piani sono nascosti non pubblicati. I suoi errori sono sepolti, non messi in evidenza. I suoi dissidenti vengono messi a tacere, non lodati. Nessuna spesa viene messa in dubbio, nessuna voce viene stampata, nessun segreto viene rivelato. [68]

Il legame tra il sistema bancario centrale, i gesuiti e gli assassinii non si limita solo all’uccisione dei presidenti. Le prove indicano che i gesuiti affondarono il Titanic per eliminare una concorrenza formidabile che si opponeva apertamente al loro programma del sistema della Federal Reserve e alla loro guerra mondiale pianificata. [69] È stato documentato che il Provinciale Gesuita Britannico si è incontrato con e ha ordinato al capitano della nave, un coadiutore temporale gesuita, di affondare di proposito la nave. Dopo aver costruito il Titanic, il gesuita JP Morgan invitò i tre più importanti e potenti avversari nel viaggio inaugurale della nave nel 1912 attraverso l’Atlantico: Benjamin Guggenheim, Isador Strauss (i grandi magazzini Macy) e John Jacob Astor, l’uomo più ricco del mondo. [70 ] All’ultimo minuto JP cancellò e tutti e tre i suoi ospiti morirono insieme ad altre 1520 vittime assassinate. Il Federal Reserve Act del 1913 andò avanti senza ostacoli all’opposizione mentre il grosso del Congresso era già partito per le vacanze di Natale e l’élite dei gesuiti schiavizzava l’America. [71] Anche l’imposta sul reddito federale approvata quell’anno era un furto di matrice globalista. Secondo i piani, meno di un anno dopo scoppiò la prima guerra mondiale.

Questo massacro all’ingrosso di esseri umani è stato ripetutamente perpetrato sulla scena mondiale sia come giuramento onorato dai gesuiti sia come tradizione storica fino ai giorni nostri. A distanza di mezzo secolo le osservazioni dell’ex sacerdote gesuita Alberto Rivera (1935-1997) sono queste:

Più in alto andavo nell’Ordine dei Gesuiti, più corruzione vedevo all’interno dell’istituzione. Sono stato invitato a partecipare a una messa nera segreta da gesuiti di alto rango [incluso il superiore generale Pedro Arrupe] in un monastero nella parte settentrionale della Spagna. Quando mi sono inginocchiato per baciare l’anello di un alto funzionario, ho visto un simbolo su quell’anello che mi ha fatto gelare il sangue. Era un simbolo massonico [il compasso e la squadra]! Una cosa che odiavo e mi era stato detto di combattere. . . Ho scoperto che anche il generale dei gesuiti era un massone e un membro del Partito Comunista in Spagna. [72]

Lo spagnolo Alberto Rivera si convertì al cristianesimo protestante alla fine degli anni ’70 e per il resto della sua vita divenne coraggiosamente pubblico esponendo il sinistro programma dei gesuiti per governare il mondo attraverso l’infiltrazione, schiacciando sistematicamente ogni resistenza con ogni mezzo necessario. [73] Dopo che un tentativo di “avvelenamento” lo ha quasi messo a tacere per sempre, quattro anni dopo gli assassini infernali gesuiti lo hanno neutralizzato all’età di 61 anni per aver osato rivelare la piena verità satanica sulle organizzazioni criminali gesuite e cattoliche. [74]

Nel frattempo l’ex vescovo cattolico canadese Gerard Bouffard ha ripreso il guanto della verità da dove aveva interrotto Rivera, confermando anche che i gesuiti e il Vaticano sono governanti luciferini del nuovo ordine mondiale. [75] L’ex vescovo che era il collegamento di comunicazione tra il papa e i gesuiti di Roma affermò che il famigerato superiore generale dei gesuiti altrimenti noto come il papa nero è in realtà il burattinaio del papa bianco e che papa Francesco bianco controlla gli Illuminati. Dallo scorso ottobre per la prima volta nella storia il papa nero e il papa bianco sono entrambi gesuiti, inoltre per la prima volta sono entrambi sudamericani. Il venezuelano Arturo Sosa Abascal ha sostituito Adolfo Nicolás Pachón come capo segreto di Papa Francesco. [76] Il Vaticano gioca segretamente al gioco del poliziotto buono e del poliziotto cattivo – mentre il “papa bianco” prega pubblicamente per la pace nel mondo, dietro le quinte il “papa nero” incita ed esporta alacremente guerre, conflitti e terrorismo in ogni angolo del globo.

In qualità di insider vaticano, l’ex vescovo Boussard corrobora le prove crescenti diligentemente compilate da ricercatori e uomini osservanti nel corso della storia che concludono che nascosti in bella vista dietro le loro vesti “divine” benigne sono i controllori planetari più spregevolmente oscuri e vili che abbiano mai camminato su questo terra. Christian Broussard, ora rinato, sostiene che essendosi già infiltrato praticamente in tutte le religioni e in tutti i governi, l’obiettivo principale dell’Ordine dei Gesuiti è ora controllare i leader mondiali per fomentare il conflitto globale nella distruzione della guerra mondiale per distruggere gli Stati Uniti, il Medio Oriente, Israele, il Cristianesimo, l’Islam e l’Ebraismo assieme a gran parte del mondo, aprendo la strada a Satana verso la tirannia totalitaria di un governo mondiale. Nelle stesse parole di Gerard Boussard:

La gente non può immaginare quanto male e quanta distruzione hanno causato e causeranno mentre, allo stesso tempo, useranno come copertura perfetta il fatto di nascondersi dietro vesti nere e professare di essere uomini di Dio … So in prima persona che il Vaticano controlla e monitora tutto in Israele con l’intenzione di distruggere gli ebrei… Distruggono tutto dall’interno e vogliono anche portare alla distruzione della Chiesa cattolica, al fine di inaugurare una religione mondiale basata sul satanismo. Questo si vede anche in cosa fanno i sacerdoti durante la Messa, adorando effettivamente i morti. Inoltre, i segni del satanismo sono visti in molti simboli esteriori, costumi e paramenti mostrati dalla Chiesa. [77]

L’Ordine dei Gesuiti è stato costretto a pagare enormi somme di denaro in cause di abuso minorile nelle scuole di loro proprieta. Mezzo decennio fa nel nord-ovest e in Alaska dovette pagare $ 166,1 milioni per compensare oltre 400 nativi americani molestati sessualmente, il terzo "settlment" piu‘ costoso nella storia della Chiesa. [78] Solo due Arcidiocesi della California meridionale hanno dovuto pagare di più, 660 milioni di dollari a 508 vittime a Los Angeles e 200 milioni di dollari a 144 vittime a San Diego. [79] E come tutte le accuse di abusi cattolici, la protezione dei preti gesuiti da parte dei superiori gesuiti sembra una politica standard. Caso in questione, Donald McGuire che quando i genitori riferirono a un altro noto prete di San Francisco che McGuire aveva abusato del loro figlio di 16 anni, le autorità gesuite di Chicago hanno inviato il pedofilo attraverso un breve programma di ricovero psichiatrico prima di rimandarlo ad abusare di bambini per i successivi nove anni. [80] Tutto questo ha in realtà violato la legge dello stato della California che richiedeva a coloro che lavorano con i bambini di non aver precedenti di abusi su minori registrati alla polizia. Alla fine McGuire è stato condannato dalla corte federale per aver molestato sessualmente due ragazzi e ora sta scontando una pena detentiva di 25 anni.

Simile all’Ordine dei Cavalieri di Malta con il suo lavoro ospedaliero di beneficenza in tutto il mondo, il sito web dei gesuiti pubblicizza tali luoghi sacri come “cerchiamo di ‘trovare Dio in ogni cosa’”, dedicando “noi stessi alla [frase coniata da Ignazio] ‘maggiore gloria di Dio ‘e il bene di tutta l’umanità “. [81] E con 16.378 membri attuali elencati nel 2016, oggi l’Ordine dei Gesuiti è il più grande ordine religioso maschile cattolico. [82] Sebbene il numero massimo di iscritti nel 1977 (28.000 membri) sia diminuito drasticamente negli ultimi decenni, il suo potere apparentemente invisibile si è solo rafforzato.

Dall’inizio del 1534, Ignazio di Loyola enfatizzò l’istruzione e la propaganda come strategie chiave per espandere la crescita e diffondere il potere a livello internazionale. La prova della sua strategia di successo è rappresentata dai 28 college e università gesuiti americani che sono diventati il ​​principale bacino per futuri incarichi e uffici governativi di alto livello. [83] I tentacoli diffusi dell’istruzione dei gesuiti si estendono a 189 istituti di istruzione superiore in 40 paesi e ad altre 362 scuole secondarie in 55 nazioni sparse nel mondo. [84]

Come segno dell’aumento del potere dei gesuiti nel 21 ° secolo, un’invasione sovversiva da parte dei gesuiti nell’oligarchia del deep state di Washington è stata messa a fuoco. L’incredibile numero di presidenti degli Stati Uniti, vicepresidenti, membri del Congresso (rappresenta ora oltre il 10% del 115 ° Congresso), [85] giudici dell’alta corte e capi di gabinetto chiave laureati in istituzioni gesuite è incredibile. [86] Donald Trump di formazione e istruzione gesuita frequento` la Jesuit Fordham University per due anni prima di trasferirsi alla Ivy League University of Pennsylvania. [87] Da quasi mezzo millennio i gesuiti gestiscono astutamente scuole che istruiscono l’élite della classe dirigente.

Sebbene nella storia americana solo due cattolici hanno servito come presidente o vicepresidente: il membro dei Cavalieri di Malta JFK [88] e l’accarezza bambini Joe Biden, [89] al contrario, solo nell’ultimo decennio, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha subito un monumentale cambiamento da un tribunale virtualmente a tendenza protestante all’inizio di questo secolo [90] ad una maggioranza cattolica con l’Opus Dei rappresentato dal capo della giustizia John Roberts insieme al membro dell’Opus Dei Clarence Thomas con un altro terzo ora ebreo. Dopo aver concluso un accordo segreto con Papa Giovanni Paolo II in uno stratagemma per smantellare l’impero sovietico nel 1980, dopo 113 anni il cavaliere di Malta Ronald Reagan ha ristabilito le relazioni diplomatiche con il Vaticano come il primo presidente americano a circondarsi di proposito di obbedienti vassalli maltesi al servizio del papa. [91]

Una cosa simile in questo secolo e` avvenuta nei ranghi più alti dell’esercito statunitense con due vertici del capo di stato maggiore devoti cattolici irlandesi obbedienti al papa. Martin Dempsey è un cavaliere di Malta [92] e il suo successore, il generale Joseph Dunford, ha frequentato il liceo cattolico e i college al St. Michael’s College come studente universitario e la migliore istituzione gesuita di Georgetown per i suoi studi universitari. [93] Niente di tutto questo è una coincidenza. La profonda infiltrazione dello stato gesuita a Washington negli ultimi anni dovrebbe essere un importante campanello d’allarme. E anche la pandemia correlazionale di pedofilia guidata dalla Sinagoga della Chiesa cattolica di Satana che esercita il completo controllo dei burattini del ricatto non è casuale.

L’infiltrazione dei governi e delle forze armate del mondo è solo una strategia gesuita efficace per prendere il controllo globale. Possedere le azioni che controllano la Bank of America come la seconda più grande banca statunitense e un grande azionista in Wells Fargo. [94] Un tempo il papa possedeva tre grandi banche americane. [95] Infatti la Chiesa cattolica rivendica la proprietà del mondo occidentale dall’Europa alle Americhe. [96] Proprio come alla dinastia Rothschild è stato concesso il titolo di guardiani del Tesoro Vaticano [97] con una fortuna terrena senza precedenti pari a mezzo quadrilione di dollari [98] (più della metà dell’intera ricchezza della terra), [99] la famiglia luciferina [100] finanzia anche il centro finanziario mondiale, la cabala della Banca d’Inghilterra della City di Londra e le vaste proprietà della Regina. [101] Ma stai certo che i gesuiti si sono infiltrati nelle organizzazioni più ricche del mondo di proprietà delle famiglie più ricche del mondo come le famiglie Rothschild, Morgan e Rockefeller. [102] Insieme hanno fatto gli straordinari per minare la Costituzione americana e distruggere la nostra libertà, la sovranità nazionale e la stessa America.

Un breve elenco delle principali società Fortune 500 controllate dagli interessi dei gesuiti include American Airlines, TWA, Anheuser Busch, AT&T, Bell Atlantic, Boeing, Cigna, Coca-Cola, Daimler Chrysler, Exxon, Ford Motor Company, General Electric, Hewlett-Packard, Home Depot, May Company, McDonald’s, Motorola, Philip Morris, Price-Waterhouse, Rite Aid, RJR Nabisco, Sony Corp. of America, Texaco, United Parcel Service e Walt Disney Company. [103] Con tutte queste corporazioni nelle tasche dei gesuiti che versano milioni nelle casse dei politici attraverso la corruzione legale, la Compagnia di Gesù di Roma controlla facilmente i suoi burattini di Washington. Il Vaticano possiede miliardi di azioni in enormi multinazionali come Gulf Oil, Shell, General Motors, Bethlehem Steel, General Electric, International Business Machines e TWA. Tieni presente che anche l’enorme fortuna della Chiesa di Roma è esentasse. Quando la gerarchia cattolica finge di adorare Gesù che ha evitato il materialismo e la ricchezza mentre la Chiesa cattolica stessa è la più grande potenza finanziaria sulla terra, di fronte al divario sempre più ampio che separa l’1% di ricchi e il 99% di poveri, la depravazione morale dell’istituzione è grottesca e oscena. [104]

Un’ultima parola sulle società segrete merita di essere menzionata qui, siano essi ordini ufficiali delle milizie cattoliche o organizzazioni non cattoliche come gli ordini massonici e degli Illuminati tutti hanno la stessa nefasta missione [105] di infiltrarsi in modo ingannevole in altre religioni, denominazioni, altre società segrete, grandi imprese, agenzie governative (elette o nominate), forze armate, think tank e istituzioni educative per lo stesso identico scopo comune: aumentare il loro potere al fine di realizzare un governo mondiale e una “religione” mondiale (chiamata Satanismo) attraverso la destabilizzazione globale e la distruzione attraverso la guerra militare, [106] malattie artificiali (cioè, guerra biologica [107] e / o chimica [108 ]), cambiamenti climatici (causati dall’uomo sulla base di una bufala [109]), perdita di habitat, [110] carestia [111] e il collasso economico. [112]

I media e i governi avvertono che questi problemi catastrofici e le crescenti minacce sono inevitabilmente reali anche se sono loro stessi ad architettare questi disastri. Per innumerevoli decenni hanno sostenuto dogmaticamente la menzogna malthusiana secondo cui le risorse della terra non possono in alcun modo sostenere le popolazioni globali attuali e future [113] e quindi l’élite al potere giustifica segretamente la sua politica di spopolamento a sangue freddo attraverso una combinazione di metodi di uccisione lenta e uccisione rapida. [114] Pertanto, i controllori planetari hanno volontariamente e sistematicamente degradato il nostro ambiente naturale a livelli pericolosamente tossici in modo da garantirci una morte lenta. [115] Questa debilitazione pianificata della salute e del benessere fisico e mentale degli esseri umani, combinata con la programmazione del controllo mentale 24 ore su 24, 7 giorni su 7, attraverso gli effetti dei mass media e dell’istruzione pubblica, è stata usata in modo improprio per abbattere intenzionalmente la popolazione globale [116] in modo che i cittadini del mondo siano troppo stupidi per capire che siamo tutti presi di mira come vittime di guerra, una guerra genocida condotta da una manciata di squilibrati assassini psicopatici che ci detestano così tanto da volere che il 90-95% di noi si estingua. Proprio qualche anno fa il Papa Francesco chiese un incontro di emergenza con i leader mondiali dal 2 al 4 novembre per discutere di come potevano accelerare il loro programma per sterminarci. [117] Dopotutto, il loro credo è sempre stato che “il fine giustifica i mezzi” e il loro scenario finale [118] e` un mezzo miliardo di schiavi robotici accuratamente selezionati e controllati. Temono che i pochi esseri umani che hanno ancora cervelli funzionanti possano esporli, . I governanti hanno una paura mortale che ci ribelleremo, lasciandoci alle nostre spalle secoli di catene e, come una volta il satanista George HW Bush ha detto ad alta voce, “verremmo seguiti [lui e i suoi compagni satanisti] per strada e ci linceranno]. “[119]

Un secolo dopo che i cripto-ebrei stabilirono l’Ordine dei Gesuiti usando l’infiltrazione, l’inganno e la sovversione come il loro famigerato modus operandi, ricorda che un paio di cripto ebrei più ambiziosi arrivarono nel XVII e XVIII secolo rivendicando radici cabalistiche simili mentre ascendevano a false altezze messianiche dal momento che il movimento sabbatiano-frankista fiorì in Europa e in Eurasia utilizzando lo stesso identico MO come mezzo per il potere divino. L’unione dei luciferini che governano il pianeta oggi rappresenta un residuo del frankismo sabbatiano insieme al resto delle società segrete discusse. Il prossimo capitolo tratta di come i satanisti, i papi, il Vaticano e i loro eserciti segreti hanno tutti svolto un ruolo criminale importante nell’epidemia di pedofilia di oggi che sovrintende anche traffico internazionale di droghe illegali, armi, organi umani e bambini in tutto il mondo come bottino delle loro guerre fabbricate sia per la sete di sangue satanica che per trilioni di profitti.

Fonte

[1] Caleb K. Bell, “Why the First Jesuit Pope Is a Big Deal,” Religious News Service, March 14, 2013, http://religionnews.com/2013/03/14/why-the-first-jesuit-pope-is-a-big-deal/.

[2] “The Most Powerful Man in the World? The black pope?” Warning Illuminati (a blog site), https://warningilluminati.wordpress.com/the-most-powerful-man-in-the-world-the-black-pope/.

[3] “Flame/Lighted Torch (Lucifer the Light Bearer),” whale.tohttp://www.whale.to/c/lucifer_the_light_bearer.html.

[4] Jeff Roberts, “The Biggest Secret: Do Reptilian-Human Hybrids Run Our World?” Collective Evolution, October 17, 2013, http://www.collective-evolution.com/2013/10/17/david-ickes-theory-of-the-reptilian-human-hybrid-apocalypse/.

[5] “The Rothschilds are Jesuits,” Covert Geopolitics, April 8, 2015, https://geopolitics.co/2015/04/08/the-rothschilds-are-jesuits/.

[6] “List of Banks Owned by the Jewish Rothschild Family,” European Independent Media Center, September 2, 2013, https://europeanmediacentre.wordpress.com/2013/09/02/list-of-banks-owned-by-the-jewish-rothschild-family/.

[7] “Six Jewish Companies Control 96% of the World’s Media,” tapnewswire.com, October 17, 2015, http://tapnewswire.com/2015/10/six-jewish-companies-control-96-of-the-worlds-media/.

[8] David Cole and Faiz Shakir, “This Piece of Pro-Israel Legislation is a Serious Threat to Free Speech,” The Washington Post, July 24, 2017, https://www.washingtonpost.com/opinions/this-piece-of-pro-israel-legislation-is-a-serious-threat-to-free-speech/2017/07/24/0752d408-7093-11e7-8f39-eeb7d3a2d304_story.html?utm_term=.f5212d25aeb4.

[9] “Leuren Moret: Jesuits (‘Society of Jesus’) originated in Babylon; are Satanic, Rebranded Knights Templar Seeking One World Government,” fourwinds10.com, October 27, 2014, http://fourwinds10.com/siterun_data/religion_cults/news.php?q=1414595672.

[10] “What Is the Jesuit Order?” Mystery Babylon Watch (a blog site), http://mysterybabylon-watch.blogspot.co.id/2011/03/what-is-jesuit-order.html.

[11] “America’s Number One Enemy: The Federal Reserve,” Humans Are Free, May 2017, http://humansarefree.com/2017/05/americas-number-one-enemy-federal.html.

[12] Fritz Springmeier, 13 Bloodlines of the Illuminati (Atlanta: Pentracks Publications, 2005), http://www.bibliotecapleyades.net/bloodlines/.

[13] Joachim Hagopian, “How the New World Order ‘Globalists’ are Dividing Americans,” Global Research, October 28, 2015, http://www.globalresearch.ca/how-the-new-world-order-globalists-are-dividing-americans/5483941.

[14] Lewis Mumford, “Social Control,” unique-design.net (a blog site), http://www.unique-design.net/library/control.html.

[15] Mike Bellinger, “Resident Evil: The Jesuit Threat to Humanity,” voxfux.comhttp://www.voxfux.com/features/jesuits1.html.

[16] Dave Armstrong, “Were ‘50-68 Million’ People Killed in the Inquisition?” Patheos, August 21, 2015, http://www.patheos.com/blogs/davearmstrong/2015/08/50-68-million-killed-in-the-inquisition.html.

[17] Brian Chalmers, “The ‘Jewish Question’ in 15th and 16th Century Spain Historian Sustains Spanish Inquisition Myths,” book review of The Origins of the Inquisition in Fifteenth Century Spain, by Benzion Netanyahu ( New York: Random House, 1995), http://www.ihr.org/jhr/v16/v16n1p-2_chalmers.html.

[18] “What Is the Jesuit Order?” http://mysterybabylon-watch.blogspot.co.id/2011/03/what-is-jesuit-order.html.

[19] “Exposing Talmudic-Jewish-Masonic Conspiracy,” zaidpub.com (a blog site), March 16, 2017, https://zaidpub.com/2017/03/19/exposing-talmudic-jewish-masonic-conspiracy-how-the-jews-took-over-the-roman-catholic-church-through-the-jesuit-order/.

[20] “Exposing Talmudic-Jewish-Masonic Conspiracy,” https://zaidpub.com/2017/03/19/exposing-talmudic-jewish-masonic-conspiracy-how-the-jews-took-over-the-roman-catholic-church-through-the-jesuit-order/.

[21] “After the Reconquista,” Wikipedidiahttps://en.wikipedia.org/wiki/Limpieza_de_sangre.

[22] Soeren Kern, “Muslims Angry over Spanish Citizenship for Jews,” Gatestone Institute, December 21, 2012, https://www.gatestoneinstitute.org/3509/spanish-citizenship-jews.

[23] “Exposing Talmudic-Jewish-Masonic Conspiracy,” https://zaidpub.com/2017/03/19/exposing-talmudic-jewish-masonic-conspiracy-how-the-jews-took-over-the-roman-catholic-church-through-the-jesuit-order/.

[24] “Exposing Talmudic-Jewish-Masonic Conspiracy,” https://zaidpub.com/2017/03/19/exposing-talmudic-jewish-masonic-conspiracy-how-the-jews-took-over-the-roman-catholic-church-through-the-jesuit-order/.

[25] Mike Bellinger, http://www.voxfux.com/features/jesuits1.html.

[26] “The Order of Montesa,” theknightstemplar.orghttp://www.theknightstemplar.org/order-of-montesa/.

[27] Bill Gilbert, unpublished manuscript Renaissance and Reformation, Chapter 18: “Spain from Ferdinand and Isabella to Philip II,” 1992, http://vlib.iue.it/carrie/texts/carrie_books/gilbert/18.html.

[28] “Who are the Men behind the Puppeteers?” Covert Geopoliticshttps://geopolitics.co/2012/07/20/powerful-bloodlines-behind-the-dark-cabal/.

[29] “Catholic Confidential: Deplorable Jesuit Secrets Revealed,” worldslastchance.com (a blog site), https://www.worldslastchance.com/end-time-prophecy/catholic-confidential–deplorable-jesuit-secrets-revealed.html.

[30] “Isis Symbols,” whale.tohttp://www.whale.to/c/isis.html.

[31] “Saint Ignatius of Loiola “Co-Founder and ‘First Leader of the Jesuits,’” Bizkaia Talenthttps://www.bizkaiatalent.eus/en/pais-vasco-te-espera/algunos-vascos-a-traves-de-la-historia/san-ignacio-fundador-jesuitas/.

[32] David Guyatt, “New World Order and Elite Think Tanks,” Vatican New World Order, November 1, 2012, http://vaticannewworldorder.blogspot.co.id/2012/11/new-world-order-elite-th-in-k-tanks-by.html.

[33] F. Tupper Saussy, Rulers of Evil (New York: Harper Collins, 2001) p. 63, http://www.granddesignexposed.com/pdf/ROEpdf.pdf

[34] “The Jesuits,” Amazing Discoveries, February 11, 2010, http://amazingdiscoveries.org/R-Jesuits_history_political_power_Pope.

[35] “Curse of the Corporation,” mindserpent.comhttp://www.mindserpent.com/American_History/introduction/intro_017.html.

[36] William F. Wertz, Jr. and Cruz del Carmen Moreno de Cota, “Spain’s the American Carlos III and System,” Schiller Institute, https://www.schillerinstitute.org/fid_02-06/2004/king…

[37] Christine Vogel, “The Suppression of the Society of Jesus, 1758-1773,” ieg-ego.eu, December 3, 2010, http://ieg-ego.eu/en/threads/european-media/european-media-events/christine-vogel-suppression-of-the-society-of-jesus-1758-1773.

[38] “The Jesuit Order – The Society of Jesus,” zaidpub.comhttps://zaidpub.com/catholic-jesuit-and-knights-of-malta-pdf-files/the-jesuit-order-the-society-of-jesus/.

[39] Alan Lamont, “Vatican, the Jesuits and the New World Order,” Vatican New World Order, April 7, 2012, http://vaticannewworldorder.blogspot.co.id/2012/04/vatican-jesuits-and-new-world-order.html.

[40] “Catholic Confidential: Deplorable Jesuit Secrets Revealed,” https://www.worldslastchance.com/end-time-prophecy/catholic-confidential–deplorable-jesuit-secrets-revealed.html.

[41] Bill Hughes, The Secret Terrorists and the Enemy Unmasked (Eustis, Florida: Truth Triumphant, 2004), p. 23, https://www.scribd.com/doc/35530756/Bill-Hughes-The-Enemy-Unmasked.

[42] Alan Lamont, http://vaticannewworldorder.blogspot.co.id/2012/04/vatican-jesuits-and-new-world-order.html.

[43] “Quotes about the Jesuit Order from Famous People,” scribd.comhttps://www.scribd.com/doc/30408550/Quotes-About-the-Jesuit-Order-From-Famous-People.

[44] “Quotes about the Jesuit Order from Famous People,” scribd.comhttps://www.scribd.com/doc/30408550/Quotes-About-the-Jesuit-Order-From-Famous-People.

[45] “Catholic Confidential: Deplorable Jesuit Secrets Revealed,” https://www.worldslastchance.com/end-time-prophecy/catholic-confidential–deplorable-jesuit-secrets-revealed.html.

[46] “What Is the Jesuit Order?” http://mysterybabylon-watch.blogspot.co.id/2011/03/what-is-jesuit-order.html.

[47] “The Templars and Gnosticism,” Temple of Mysteries (a blog site), http://www.templeofmysteries.com/the-knights-templar/the-templars-and-gnosticism/.

[48] Valerie Pirie, “Pope Clement XIV,” pickle-publishing.comhttp://www.pickle-publishing.com/papers/triple-crown-clement-xiv.htm.

[49] Ian Paisley, “The Jesuits and Their Strategy to Destroy Britain,” European Institute of Protestant Studies, March 11, 2000, http://www.ianpaisley.org/article.asp?ArtKey=jesuits.

[50] “The Vatican and the Jesuits,” Bibliotecapleyadeshttps://www.bibliotecapleyades.net/vatican/esp_vatican37.htm.

[51] Kenneth Hoeck, “The Jesuit Connection to the Assassination of Abraham Lincoln,” truthontheweb.org, November 1999, http://www.truthontheweb.org/abe.htm.

[52] Kenneth Hoeck, http://www.truthontheweb.org/abe.htm.

[53] Charles Chiniquy, Fifty Years in the Church of Rome (London: Protestant Literature Depository, 1886), http://www.biblebelievers.com/chiniquy/

[54] Kenneth Hoeck, http://www.truthontheweb.org/abe.htm.

[55] “The Jesuit Order – The Society of Jesus,” https://zaidpub.com/catholic-jesuit-and-knights-of-malta-pdf-files/the-jesuit-order-the-society-of-jesus/.

[56] Brian David Anderson, “The Jesuit Conspiracy,” henrymakow.com, April 21, 2008, https://www.henrymakow.com/hi_henry_how_many_divorced.html.

[57] Michael E. Miller, “’Assassins!’ A Confederate Spy was Accused of Helping Kill Abraham Lincoln. Then he Vanished,” The Washington Post, April 13, 2017, https://www.washingtonpost.com/news/retropolis/wp/2017/04/13/assassins-a-confederate-spy-was-accused-of-helping-kill-abraham-lincoln-then-he-vanished/?utm_term=.dbb4bffbd9a8.

[58] Burke McCarty, The Suppressed Truth about the Assassination of Abraham Lincoln (Washington DC: Lock Box, 1922), p. 230, http://www.spirituallysmart.com/lincoln11.htm

[59] “End of the Assassins; Execution of Mrs. Surratt, Payne, Herrold and Atzeroth,” The New York Times, July 8, 1865, http://www.nytimes.com/1865/07/08/news/end-assassins-execution-mrs-surratt-payne-herrold-atzeroth-their-demeanor.html?pagewanted=all.

[60] “The Jesuits are a Military Religious Order of the Roman Catholic Church,” biblebelievers.orghttps://www.biblebelievers.org.au/jesuits.htm.

[61] Kenneth Hoeck, http://www.truthontheweb.org/abe.htm.

[62] “The Jesuit Heart Attack Gun,” reptiliandimension.wordpress.com (a blog site), February 16, 2016, https://reptiliandimension.wordpress.com/2016/02/16/the-jesuit-heart-attack-gun/.

[63] Henry Makow, “Rothschilds Murdered at least Seven US Presidents,” henrymakow.com, March 9, 2017, https://www.henrymakow.com/002009.html.

[64] Michael Sickler, “Abraham Lincoln and John F. Kennedy: Two Great Presidents of the United States Assassinated for the Cause of Justice,” michaeljournal.org (a blog site), October 1, 2003, http://www.michaeljournal.org/articles/politics/item/abraham-lincoln-and-john-f-kennedy.

[65] Robert F. Kennedy, Jr., “John F. Kennedy’s Vision of Peace,” Rolling Stone, November 20, 2013, http://www.rollingstone.com/politics/news/john-f-kennedys-vision-of-peace-20131120.

[66] Edward Curtain, “Allen Dulles’ ‘Indonesian Strategy’ and the Assassination of John F. Kennedy,” International People’s Tribunal, book review of Greg Poulgrain, The Incubus of Intervention: Conflicting Indonesian Strategies of John F. Kennedy and Allen Dulles, June 12, 2016, http://www.tribunal1965.org/en/allen-dulles-indonesian-strategy-and-the-assassination-of-john-f-kennedy/.

[67] Matt Novak, “The Story behind that JFK Quote about Destroying the CIA,” Gizmodo’s Paleofuture, March 10, 2017, https://paleofuture.gizmodo.com/the-story-behind-that-jfk-quote-about-destroying-the-ci-1793151211.

[68] John F. Kennedy, “The President and the Press: Address before the American Newspaper Publishers Association,” April 27, 1961, John F. Kennedy Presidential Library and Museumhttps://www.jfklibrary.org/Research/Research-Aids/JFK-Speeches/American-Newspaper-Publishers-Association_19610427.aspx.

[69] “The Titanic was Sunk Deliberately to Create the Federal Reserve,” conspiracyblog.comhttp://theconspiracyblog.com/conspiracies/u-s-government/federal-reserve-treasury-dept/534-the-titanic-was-sunk-deliberately-to-create-the-federal-reserve.

[70] Paul O’Donnell, “How Much was Titanic Victim John Astor Worth?” CNBC, April 16, 2012, https://www.cnbc.com/id/47062167.

[71] “Federal Reserve – The Enemy of America,” apfn.orghttp://www.apfn.org/apfn/reserve2.htm.

[72] “Catholic Confidential: Deplorable Jesuit Secrets Revealed,” https://www.worldslastchance.com/end-time-prophecy/catholic-confidential–deplorable-jesuit-secrets-revealed.html.

[73] “Jesuit Infiltration,” YouTube video, interview of Alberto Rivera, 36:39, posted on March 6, 2013, https://www.youtube.com/watch?v=1V75En7Keq4.

[74] Dr. Alberto Rivera, Ex-Jesuit Priest,” spirituallysmart.com (a blog site), http://spirituallysmart.com/alberto.html.

[75] Greg Szymanski, “Confessions to the Jesuits No. 39: Christians Need to Know the Dangers of Jesuit Freemasonry,” greganthonysjournal.wordpress.com (a blog site), December 16, 2010, https://greganthonysjournal.wordpress.com/2010/12/16/confession-to-the-jesuits-no-39-christians-need-to-know-the-dangers-of-jesuit-freemasonry/#more-112.

[76] Christopher Lamb, “Latin American Moment for Catholicism after Jesuits Elect Venezuelan ‘Black Pope,’” The Tablet, October 14, 2016, http://www.thetablet.co.uk/news/6271/0/latin-american-moment-for-catholicism-after-jesuits-elect-venezuelan-black-pope-.

[77] Greg Szymanski, “Ex-Guatemala Bishop – Jesuits are Spiritual Controllers of NWO,” rense.com, September 25, 2006, http://rense.com/general73/ener.htm.

[78] “Jesuits to pay $166 Million to Settle Sex Abuse Claims,” Associated Press/CBS News, March 25, 2011, https://www.cbsnews.com/news/jesuits-to-pay-166m-to-settle-sex-abuse-claims/.

[79] Randal C. Archibald, “San Diego Diocese Settles Lawsuit for $200 Million,” The New York Times, September 8, 2007, http://www.nytimes.com/2007/09/08/us/08church.html.

[80] Peter Jamison, “Let Him Prey: High-Ranking Jesuits Helped Keep Pedophile Priest Hidden,” San Francisco Weekly, May 25, 2011, https://archives.sfweekly.com/sanfrancisco/let-him-prey-high-ranking-jesuits-helped-keep-pedophile-priest-hidden/Content?oid=2181662.

[81] “The Jesuits,” Jesuits.orghttp://jesuits.org/aboutus.

[82] “Society of Jesus,” Wikipediahttps://en.wikipedia.org/wiki/Society_of_Jesus.

[83] “Colleges and Universities: The Great 28,” Association of Jesuit Colleges and Universitieshttp://www.ajcunet.edu/institutions/.

[84] “List of Jesuit Educational Institutions,” Wikipediahttps://en.wikipedia.org/wiki/List_of_Jesuit_educational_institutions.

[85] “Jesuit College Alumni Comprise 10% of 115th U.S. Congress,” Association of Jesuit Colleges and Universitieshttp://www.ajcunet.edu/press-releases-blog/2017/1/3/jesuit-university-alumni-comprise-10-of-115th-us-congress.

[86] Alan Lamont, “The New World Order Union of Jesuit Alumni,” Vatican New World Order, June 9, 2012, http://vaticannewworldorder.blogspot.co.id/2012/06/world-union-of-jesuit-alumni-search.html.

[87] Christopher J. Hale, “What Tim Kaine, Donald Trump and Pope Francis,” Time Magazine, July 23, 2016, http://time.com/4420430/tim-kaine-catholic-abortion/.

[88] “Religious Affiliations of Presidents of the United States,” Wikipediahttps://en.wikipedia.org/wiki/Religious_affiliations_of_Presidents_of_the_United_States.

[89] “List of Vice Presidents of the United States by Religious Affiliation,” Wikipediahttps://en.wikipedia.org/wiki/List_of_Vice_Presidents_of_the_United_States_by_religious_affiliation.

[90] Ephrat Livni, “The Historic Shift of the US Supreme Court’s Religious Makeup (Plus or Minus a Gorsuch),” Quartz, May 3, 2017, https://qz.com/588519/why-its-so-difficult-to-build-a-hydrogen-bomb/.

[91] Greg Szymanski, “Vatican, Witchcraft and Top US Officials,” rense.com, November 9, 2006, http://rense.com/general74/vattt.htm.

[92] Rob Hilson, “The Pope is the World’s Defensive Coordinator,” Vatican New World Order, May 10, 2012, http://vaticannewworldorder.blogspot.co.id/2012/05/pope-is-worlds-defensive-coordinator-by.html.

[93] “Get to Know Us Alumni,” Joseph Dunford interview, St. Michael’s College, http://www.smcvt.edu/pages/get-to-know-us/alumni/dunford-joseph.aspx

[94] Amanda Dixon, “America’s 10 Biggest Banks,” Bankrate.com, June 26, 2017, http://www.bankrate.com/banking/americas-top-10-biggest-banks/#slide=1.

[95] Sherman H. Skolnick, “The Pope’s Three Banks… in America,” Bibliotecapleyades, July 12, 1999, https://www.bibliotecapleyades.net/vatican/esp_vatican61.htm.

[96] “How the Roman Catholic Church Claimed Ownership of the Entire World,” Bibliotecapleyades, December 14, 2015, https://www.bibliotecapleyades.net/vatican/esp_vatican159.htm.

[97] “The Rothschilds are Jesuits,” https://geopolitics.co/2015/04/08/the-rothschilds-are-jesuits/.

[98] “The Rothschild Family is Worth $500 Trillion,” Investment Watch Blog, June 1, 2017, http://investmentwatchblog.com/the-rothschild-family-is-worth-500-trillion/.

[99] Isaac Davis, “Rothschild Family Wealth is Five Times That of World’s Top 8 Billionaires Combined,” Waking Times, January 20, 2017, http://www.wakingtimes.com/2017/01/20/rothschild-family-wealth-five-times-worlds-top-8-billionaires-combined/.

[100] Dr. Eowyn, “The Satanic Rothschild,” Fellowship of the Minds, February 19, 2011, https://fellowshipoftheminds.com/2011/02/19/the-satanic-rothschild/.

[101] “Owners of the Empire – The Vatican, the Crown and the District of Columbia,” Bibliotecapleyades, January 18, 2014, https://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_globalelite177.htm.

[102] “The Rothschilds are Jesuits,” https://geopolitics.co/2015/04/08/the-rothschilds-are-jesuits/.

[103] “America will soon Lose its Constitution,” Pacific Institutehttp://www.pacinst.com/america.htm.

[104] Alexander Light, “The Catholic Church is the Biggest Financial Power on Earth,” Humans Are Free, March 2012, http://humansarefree.com/2012/03/christian-church-is-biggest-financial.html.

[105] Anders, “Pope Francis – Head of Masonic One-World Religion,” new.euro-med.dk, May 19, 2016, http://new.euro-med.dk/20160519-pope-francis-head-of-masonic-one-world-religion-and-patron-of-islam-commandment-of-baptism-just-as-imperialistic-as-islam.php.

[106] Patrick Knox, “Global Threat: Why World War 3 could Happen in 2017 – Threats from North Korea, Syria, Putin and ISIS are Worse than during the Cold War,” The Sun, August 31, 2017, https://www.thesun.co.uk/news/2503419/world-war-3-2017-north-korea-syria-putin-isis-cold-war-missile/.

[107] Jan van Aken and Edward Hammond, “Genetic Engineering and Biological Weapons,” EMBO Reports, June 4, 2003, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1326447/.

[108] K. Ganesan, S.K. Raza and R. Vijayaraghavan, “Chemical Warfare Agents,” Journal of Pharmacological Bioallied Science, July-September 2010, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3148621/.

[109] Joachim Hagopian, “The Global Warming Hoax, Paris Climate Accord and NWO Global Governance,” Lew Rockwell, April 25, 2016, https://www.lewrockwell.com/2016/04/joachim-hagopian/global-warming-hoax/.

[110] Russel McLendon, “11 Startling Stats about Earth’s Disappearing Wildlife,” Mother Nature Network, October 27, 2016, https://www.mnn.com/earth-matters/wilderness-resources/blogs/11-startling-stats-about-earths-disappearing-wildlife.

[111] “Four Countries Face Famine Threat as Global Food Crisis Deepens,” Reuters, March 31, 2017, http://www.reuters.com/article/us-global-food-famine/four-countries-face-famine-threat-as-global-food-crisis-deepens-idUSKBN1721JZ.

[112] Nafeed Ahmed, “”Brace for the Oil, Food and Financial Crash of 2018,” Insurge Intelligence, January 5, 2017, https://medium.com/insurge-intelligence/brace-for-the-financial-crash-of-2018-b2f81f85686b.

[113] Anthony Watts, “Overpopulation: The Fallacy behind the Fallacy of Global Warming,” Watts up with That? January 5, 2014, https://wattsupwiththat.com/2014/01/05/overpopulation-the-fallacy-behind-the-fallacy-of-global-warming/.

[114] Joachim Hagopian, “The Globalists’ New World Order: Soft and hard Kill Methods. An Unknown and Uncertain Future,” Global Research, May 23, 2015, http://www.globalresearch.ca/the-globalists-new-world-order-soft-and-hard-kill-methods-an-unknown-and-uncertain-future/5451356.

[115] “Why does the World Shadow Government destroy its own Home (Planet)?” Cosmic Convergence, May 24, 2012, http://cosmicconvergence.org/?p=900.

[116] Joachim Hagopian, “The Dumbing Down of America – by Design,” Global Research, August 14, 2014, http://www.globalresearch.ca/the-dumbing-down-of-america-by-design/5395928.

[117] “Vatican Calls Meeting to Discuss Global Depopulation Agenda for New World Order,” Alternative News Network, August 7, 2017, http://www.alternativenewsnetwork.net/vatican-calls-meeting-to-discuss-global-depopulation-agenda-for-new-world-order/.

[118] Brandon Smith, “Understanding Evil: From globalism to Pizzagate,” Zero Hedge, December 8, 2016, http://www.zerohedge.com/news/2016-12-08/understanding-evil-globalism-pizzagate.

[119] Robert Morrow, “Jeb Bush, Oliver North and the Murder of the CIA Drug Smuggler Barry Seal in 1986,” Daily Kos, April 4, 2013, https://www.dailykos.com/stories/2013/04/03/1199001/-Jeb-Bush-Oliver-North-and-the-Murder-of-CIA-Drug-Smuggler-Barry-Seal-in-1986.

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Pedogate: L’ordine militare segreto dei Cavalieri Templari – Pedofili adoratori di Satana (Parte 4)

Il vasto e potente impero romano possedeva e controllava la Terra Santa (e l’intera regione del Mediterraneo) ancora prima che diventasse “sacro”, ma a causa della corruzione interna e del collasso economico si sgretolò nel 476 d.C., invitando gli invasori nordici ad accaparrarsi le sue terre. [1 ] Il cristianesimo era già stato diviso nel 330 d.C. dall’imperatore romano Costantino I in un ramo latino occidentale ancora presieduto dal papa cattolico di Roma, [2] e un ramo ortodosso orientale che Costantino trasferì nella “Nuova Roma”, altrimenti nota come Costantinopoli (ora Istanbul). Invece di usare la lingua ufficiale del ramo cattolico occidentale che era sempre latino, il nuovo Impero Romano d’Oriente che comprendeva la maggior parte dell’Europa orientale, l’Asia Minore e il Mediterraneo orientale adottò come lingua ufficiale il greco e segnò la nascita del duraturo impero bizantino. Così il corso della storia mondiale stava prendendo una svolta importante.

Nel VII secolo con l’ascesa di Maometto e dell’Islam, un califfato arabo musulmano si impossessò delle province bizantine meridionali della Siria e dell’Egitto e nel 638 d.C. la Città Santa di Gerusalemme. [3] Poco prima, i persiani occuparono per 15 anni (614-629 d.C.) Gerusalemme. [4] A causa della posizione della Palestina sia come congiunzione di tre continenti che come epicentro sovrapposto delle tre principali religioni, giudaismo, cristianesimo e islam, era ambito territorio che nel corso della storia è stato costantemente invaso e occupato da dozzine di tribù e nazioni in guerra. Una volta conquistata la Terra Santa, gli espansionisti arabi musulmani si spinsero verso ovest via mare e via terra, minacciando anche la conquista di Costantinopoli. Alla fine, dopo aver lanciato due assedi falliti sulla capitale bizantina che terminarono nel 718 d.C., un periodo di relativa calma e tregua prevalse nella regione … [5] cioè fino alla dinastia macedone tra il 920 e il 976 d.C. quando le forze cristiane bizantine si sollevarono per riprendere il nord della Siria e la Grande Armenia, [6] la prima nazione a dichiarare il cristianesimo la sua religione di stato nel 301 d.C. [7] Un certo numero di armeni erano tra gli imperatori bizantini che consolidarono le proprietà cristiane nei Balcani e in Medio Oriente mentre l’Impero Romano d’Oriente durò quasi un millennio prima di essere invaso dall’espansione dell’Impero turco ottomano. [8]

Ma dal 638 d.C., la Terra Santa era rimasta sotto il dominio musulmano, con ebrei, cristiani e musulmani che vivevano fianco a fianco a Gerusalemme in relativa pace e calma sotto il controllo islamico per lo più tollerante. [9] Ma verso la fine dell’XI secolo nell’Europa occidentale erano all’opera forze malevole che avrebbero sconvolto in modo permanente la cultura della pace e della tolleranza religiosa della Terra Santa. Sopravvivere in un mondo ultraviolento in cui signori e re aristocratici imponevano faide e guerre ai loro sudditi feudali, scontrandosi costantemente con altri clan e regni, difficilmente lasciava presupporre una vita migliore nel Medioevo. [10] Dalla caduta dell’Impero Romano, non esisteva un sistema di valuta monetaria. La classe contadina nasceva e moriva posseduta come sudditanza feudale, merce umana completamente controllata dalla nobiltà in un sistema di schiavitù che era sia violento che disumano. Nell’Europa medievale la crescente disparità economica tra le masse contadine cristiane in quanto servi della gleba senza terra e la difficile e controversa associazione della nobiltà aristocratica e della radicata gerarchia cattolica romana piantò i semi di agitazione e sconvolgimento in mezzo a tanta disperazione e povertà assoluta. La tensione ribollente e il conflitto si erano accumulati per secoli nella psiche delle masse contadine, esasperati ​​specialmente quando una serie di siccità colpì l’Europa alla fine dell’XI secolo. [11] La vita aveva poco valore, il cibo scarseggiava e la morte aleggiava ovunque nell’aria. Nell’Europa occidentale questo era il contesto sia culturale che economico alla vigilia del XII secolo.

In contrasto con la misera situazione delle masse cristiane europee, la vita nell’impero bizantino e in particolare nell’Oriente controllato dai musulmani con il suo sistema mercantile sviluppato, [12] valuta a flusso libero stimolata dal lucroso commercio di spezie che promuove ricchezza e prosperità economica e culturale, l’invidia, l’ignoranza e il fanatismo stavano crescendo nell’Europa occidentale. [13] Le condizioni erano mature per fare da capro espiatorio a qualsiasi gruppo di persuasione diversa, prendendo di mira specificamente gli infedeli islamici. Piuttosto che riconoscere la radice della loro miseria che ricade direttamente sulla profonda disuguaglianza e ingiustizia nate in un sistema feudale fisso basato sulla schiavitù perpetrata dalla classe aristocratica religiosa (l’1%), [14] è sempre più facile per gli oppressori manipolatori – la chiesa e lo stato – indicare prontamente un capro espiatorio, un nemico identificato e designato che possiede una religione o un pigmento della pelle diverso da quello proprio che essere onesti e affrontare la vera causa della miseria.

Questa situazione disperata era ideale per creare la tempesta perfetta che ha trovato realizzazione nelle crociate cristiane, scaturite nel 1095 al Consiglio di Clermont in Francia da un fiero oratore, Papa Urbano II, le cui bugie esagerate hanno intenzionalmente manipolato una “guerra santa”, (dove l’abbiamo visto prima?) [15], affermando falsamente che i musulmani stavano attaccando ferocemente i cristiani a Gerusalemme e in Palestina e profanando la terra sacra del cristianesimo. E questo era tutto ciò che i cristiani infelici, tormentati dai conflitti, arrabbiati, disperati e bigotti dovevano ascoltare.

Nel frattempo, l’Impero Romano d’Oriente stava lentamente perdendo terreno a favore dei recenti convertiti musulmani, i nomadi turchi selgiuchidi emigrati dalle steppe dell’Asia centrale. La principale sconfitta militare dell’imperatore bizantino nel 1071 all’avamposto orientale La battaglia di Manzikert in Armenia pose le basi a breve termine per incursioni turche sempre più audaci nelle profondità della Mesopotamia e dell’Anatolia (ora Turchia orientale) e del conseguente scontro di civiltà, [16] e a più lungo termine che si manifesta quasi un millennio dopo con il primo genocidio del secolo scorso contro quegli stessi armeni cristiani (1915-17). [17] A peggiorare le cose, nello stesso anno 1071, anche il fronte occidentale non se la passava bene. L’ultima presenza di Bisanzio in Italia fu persa a causa dell’invasione dei Normanni. [18] Mentre i turchi conquistavano l’antica città di Nicea in Asia Minore avvicinandosi sempre di più alla capitale Costantinopoli, annusando il sangue del loro recente trionfo italiano, i Normanni in avanzata decisero di lanciare un attacco anche a Costantinopoli. Sebbene la caduta ufficiale dell’Impero bizantino sarebbe stata rinviata fino a quando le possenti mura della fortezza della Nuova Roma non caddero nel 1453 grazie ai turchi ottomani, [19] quattro secoli e mezzo prima nel 1095, l’Impero Romano d’Oriente si trovò colpito da tutti i lati da più nemici, sia musulmani che cristiani allo stesso modo.

Sfruttando l’occasione, in risposta alla richiesta dell’imperatore bizantino Alessio I al papa cattolico di assistenza mercenaria per arginare l’ondata di guadagni territoriali da parte dei turchi, [20] l’ambizioso e affamato di potere Papa Urbano II colse l’opportunità di riunire potenzialmente entrambi i rami del cristianesimo sotto il suo unico governo autoritario dichiarando la più ampia guerra santa in Medio Oriente. [21] Il papa proclamo` semplicemente: “Salva la tua anima e vai a uccidere alcuni musulmani”. Per i poveri servi che avevano già avuto difficoltà, un biglietto “gratuito” garantito per il paradiso sembrava un’ottima scelta. Le parole di Urban hanno avuto un enorme impatto immediato e duraturo, cambiando per sempre il corso della storia.

Per le masse contadine cristiane d’Europa, è stato davvero un gioco da ragazzi: continuare a soffrire nella miseria dello status quo o dare la colpa di tutto ai musulmani e iniziare a ucciderli per avere un lasciapassare per il paradiso? Incolpare il vero cattivo – i membri della chiesa e della classe dirigente dello stato era una proposta rischiosa, avrebbe portato all’incarcerazione istantanea o alla morte punita dall’eterna dannazione. La cosa e` ciclica, dai tempi antichi ai giorni nostri, la classe dirigente del maestro dell’inganno dispiega il suo secolare divide et impera, uccidi o lasciati uccidere sul popolino ignorante! Proprio come un orologio, cade preda dell’inganno ogni singola volta. E purtroppo, nulla è cambiato ai giorni nostri.

E così migliaia e migliaia di cristiani divennero crociati in marcia verso la Terra Santa per liberarla dal nemico designato. Mentre si muovevano attraverso l’Impero Romano d’Oriente più vicino al Medio Oriente, ogni volta che i cristiani predoni incontravano ebrei o musulmani lungo la strada, semplicemente li uccidevano e rubavano ciò che potevano. [22] Una mentalità folle e irrazionale caratterizzava le empie carovane che sciamavano a ondate verso la “Terra Santa”. Ma rassicurate da papa Urbano che tutti i loro peccati sarebbero stati perdonati e che il loro posto in paradiso era assicurato fintanto che uccidono per il loro Dio cristiano, le masse ingannate fecero tutto quello che gli veniva detto.

Dopo un assedio di cinque settimane di Gerusalemme nella calura estiva, [23] la Città Santa fu invasa da guerrieri affamati e determinati dal nord, il culmine di tre anni di feroci combattimenti dche portarono a migliaia, forse milioni di morti cristiani, musulmani ed ebrei, La carneficina insensata giunse a una tumultuosa conclusione nel 1099 come la prima delle sette (o otto a seconda dello storico) altre Crociate che seguirono. L’imperatore bizantino Alessio visse rimpiangendo di aver chiesto aiuto al papa cattolico poiché sperava in alcuni mercenari che gli pulissero il cortile di casa, non nelle folle infinite di cattolici crociati che violentarono, uccisero, bruciarono e saccheggiarono il suo impero. Per quanto terribile fosse Bisanzio prima della prima crociata, in seguito fu lasciata in condizioni ancora peggiori. I turchi erano ancora sul piede di guerra e conquistarono altre terre, ma anche l’importante città portuale bizantina Antiochia finì nelle mani avide di un invasore normanno che tradì il suo giuramento di non rubare la terra dell’Impero Romano d’Oriente ai compagni cristiani. E per finire, fu il figlio normanno del conquistatore sopra citato che conquisto` terre in Italia, entrambi rivendicando un territorio bizantino non loro … tanto per sottolineare il concetto di fratellanza cristiana.

Quindi, per illustrare come i vittoriosi crociati cristiani fossero così lontani dagli originali insegnamenti compassionevoli del loro presunto Signore e Salvatore Gesù Cristo, The Monks of War di Desmond Seward racconta gli eventi dei tre giorni di conquista della Città Santa:

Gerusalemme fu presa d’assalto nel luglio 1099. La rabbiosa ferocia del suo saccheggio mostrava quanto poco la Chiesa fosse riuscita a cristianizzare gli istinti atavici. L’intera popolazione della Città Santa fu messa a fil di spada, ebrei e musulmani, 70.000 uomini, donne e bambini morirono in un olocausto, che imperversò per tre giorni. In alcuni punti gli uomini camminavano con il sangue che arriva loro alle caviglie e i cavalieri ne venivano schizzati mentre cavalcavano per le strade. [24]

Gli apologeti della crociata si assicurano sempre di aggiungere che il massacro era solo una politica standard, come se ciò lo rendesse meno malvagio. [25]

Meno di 20 anni dopo che i cristiani rivendicarono la Terra Santa, le forze turche erano già di nuovo in azione, riguadagnando un punto d’appoggio in Mesopotamia, e apparvero presto bussando di nuovo alla porta di Gerusalemme. [26] E` tutto quello che servì per evocare una rinnovata barbarie e sete di sangue tra i cristiani irriducibili, generando così la Seconda Crociata. Ma a differenza della prima, questa volta sarebbero stati inoltre supportati con uno speciale ordine cavalleresco militare cristiano per aiutare a difendere, conquistare e apparentemente garantire che Gerusalemme rimanga sotto il controllo imperialista cattolico occidentale nella “guerra santa” che i padroni del mondo sfruttano ancora al giorno d’oggi. [27]

L’ultimo round di fanatismo culminò nel 1118 con la fondazione dell’Ordine dei Cavalieri Templari per proteggere il prossimo grande pellegrinaggio in Terra Santa. [28] Il passaggio sicuro dei crociati era la falsa premessa usata per fondare questo nuovo ordine militare cristiano. Il primo Ordine Militare Cristiano dei Cavalieri Ospitalieri, più tardi conosciuto come i Cavalieri di Malta, era già stato istituito e il Papa lo approvo nel 1113 proprio per questo scopo. [29] Si fecero chiamare ingannevolmente i "poveri" compagni d'armi di Cristo e del Tempio di Salomone, [30] meglio conosciuti in seguito come Ordine dei Cavalieri Templari, in realtà avevano qualcosa di completamente diverso in mente. Il re di Gerusalemme concesse loro l'autorizzazione per accamparsi letteralmente in cima alle rovine dell'antico tempio del re Salomone. Il loro nuovo Ordine cerco` ovunque per qualsiasi reliquia recuperabile, artefatto che avrebbero conferito loro un ulteriore vantaggio nella loro ricerca di potere e supremazia che includeva anche una guerra non solo all’Islam ma anche al Cristianesimo. [31] I fondatori originali dell’Ordine dei Templari non furono mai fedeli a Gesù Cristo o al cristianesimo, tanto per cominciare. Ma quella realtà incredibilmente significativa verrà affrontata a breve.

Le speculazioni abbondano sulla possibilità che i Cavalieri Templari abbiano scoperto la famosa Arca dell’Alleanza o il Sacro Graal che potrebbe essere stato nascosto in una caverna segreta sotto il Tempio di Salomone. [32] Apparentemente si sono imbattuti in qualcosa di grande, qualcosa di così esotericamente misterioso e allettante che ha cambiato per sempre la loro visione del mondo. [33] E questo potrebbe essere stato l’inizio della fine che ha segnato la loro presunta caduta meno di due secoli dopo. Gli studiosi hanno concluso che i Cavalieri Templari perseguivano la conoscenza segreta contenuta nelle tradizioni mistiche ebraiche della Cabala e, come tali, cercavano attivamente i cabalisti per consultazioni sia a Gerusalemme che in Europa. [34]

La notizia della loro preziosa “saggezza” e / o potenti tesori scoperti nelle rovine di Gerusalemme, nonostante i dettagli sono rimasti nascosti, combinati con l’approvazione ufficiale di Papa Innocenzo II nel 1129, attirarono nobili da tutta Europa che chiedevano a gran voce di iscriversi per quello che l’Ordine dei Templari stava offrendo. [35] I Cavalieri Templari furono completamente benedetti dal papa nel 1139, una volta sottoposti alla mera formalità di prestare giuramento di stretta fedeltà solo al papa che senza dubbio i fratelli templari interni non avevano intenzione di mantenere. Un passaggio rivelatore del libro Holy Blood, Holy Grail:

Nel 1139, una bolla papale fu emessa da Papa Innocenzo II, un ex monaco cistercense a Clairvaux e protetto di San Bernardo. Secondo questa bolla i Templari non avrebbero dovuto obbedire a nessun potere secolare o ecclesiastico diverso dal Papa stesso. In altre parole, furono resi totalmente indipendenti da tutti i re, principi e prelati e da ogni interferenza da parte delle autorità politiche e religiose. Erano diventati, in effetti, un corpo a se stante, un impero internazionale autonomo. [36]

Come sfondo storico per l’Ordine dei Templari, qui è necessaria una breve digressione. Gli ebrei sono sopravvissuti a una storia molto lunga di orrendi pregiudizi e persecuzioni, innumerevoli epurazioni e pogrom nel corso dei secoli. Quindi, naturalmente, non c’è da meravigliarsi che per sopravvivere, molte persone di discendenza ebraica siano stati costretti a fuggire, convertirsi o nascondersi e rimanere in incognito. Da qui il termine cripto-ebreo (menzionato nell’ultimo capitolo in relazione al fatto che Sabbatai Zevi e Jacob Frank erano satanisti cripto-ebrei messianici) come il fenomeno per cui, al fine di evitare apparentemente maltrattamenti e danni, [37] migliaia di ebrei sono stati costretti, a convertirsi ad altre religioni come il cristiano o l’Islam, ma hanno segretamente mantenuto la loro identità ebraica e la religione tramandate da una generazione all’altra.

Durante i secoli bui del V-VII secolo, per ragioni nefaste e sovversive, i cripto-ebrei della linea di sangue merovingia scelsero di convertirsi al cristianesimo per infiltrarsi nelle famiglie reali europee per raggiungere le posizioni di potere sia nella chiesa che nello stato. [38] Il clan merovingio fa risalire con orgoglio e audacia i suoi antenati al re Davide, al re Salomone, a Gesù Cristo e a Maria Maddalena, pur rimanendo immerso nella tradizione mistica ebraica del cabalismo. Furono i cripto-ebrei a ideare e finanziare sia le Crociate che successivamente il Rinascimento. L’ambizioso Papa Urbano II che scateno i 200 anni di sanguinose Crociate è stato il sesto papa cripto-ebraico francese di questa stessa stirpe merovingia. [39] Non a caso, lo erano anche tutti i primi Cavalieri dei Templari, compreso il loro principale sponsor San Bernardo, autore della Regola dei Cavalieri Templari e del suo popolare pezzo di propaganda "In Praise of the New Knighthood". [40] E c'erano buone ragioni perche` i cavalieri fondatori si riunirono a Gerusalemme e chiesero al compagno cripto-ebreo, il re di Gerusalemme, re Baldovino II, di istituire un quartier generale vicino alle rovine del Tempio di Salomone. I cavalieri che hanno scavato le antiche caverne sotterranee e le camere sotto il tempio erano convinti che fosse loro diritto di nascita reclamare i tesori perduti delle loro famiglie appartenenti ad antenati che nascondevano reliquie inestimabili e conoscenze cabaliste segrete prima di fuggire dalla Palestina per l’Europa subito dopo che il Medio Oriente venne travolto dalla conquista dell’Impero Romano. [41]

Nonostante fossero otto secoli avanti rispetto ai Protocolli degli anziani eruditi di Sion pubblicati in Russia nel 1905, [42] come infiltrati cripto-ebrei della religione cristiana, i Cavalieri Templari e i loro sponsor furono strategicamente posizionati per implementare il protocollo n. 7: [43]

In tutta Europa, e attraverso le relazioni con l’Europa, anche negli altri continenti, dobbiamo creare fermenti, discordie e ostilità. In questo modo otteniamo un doppio vantaggio.

Sia che i Protocolli siano una bufala o meno, [44] siano scritti da un antisemita intenzionato a demonizzare il giudaismo e gli ebrei, [45] o un tentativo trasparente di attrarre e reclutare più bigotti antiebraici, o se sia davvero il lavoro di ambiziosi leader sionisti ebrei che tramano la loro conquista del mondo, l’accuratezza con cui descrive in dettaglio la metodica cospirazione satanica guidata dall’élite dominante del pianeta parla da sé. Con un paio di semplici giustapposizioni di parole, sostituendo le parole “ebrei”, “anziani” o “Sion”, con la parola “élite”, “Illuminati” o “satanisti” e la parola “goyim” o “gentili” con “umanità , divulga perfettamente il piano di acquisizione di questo pianeta da parte dell’élite al potere. E indipendentemente dal fatto che i satanisti siano cripto-ebrei, ebrei o non ebrei, o qualunque sottogruppo in cui potrebbero ricadere, i satanisti hanno come obiettivo quello di eliminare tutte le religioni mentre distruggono l’umanita`. Con totale disprezzo e odio, detestano il nostro Creatore, tutta la vita, l’amore, la pace e tutte le persone che sono buone, che possiedono una coscienza, un cuore e tutto ciò di cui hanno bisogno. Quindi esponendo una piccola minoranza malvagia di cripto-ebrei e il loro impatto infiammatorio e devastante su tutta la storia umana, compresi gli ebrei, la verità non può mai essere attaccata o liquidata come puro antisemitismo. Indipendentemente dalla religione, razza etnica o nazionalità, il male è male.

Detto questo, l’infiltrazione sovversiva dei cripto-ebrei in ogni regno della piramide del potere globale, dai tempi antichi ad oggi, non ha mai aderito agli insegnamenti di Gesù Cristo. Invece come praticanti cabalisti, erano sempre allineati molto più strettamente con la magia nera occulta, [46] per tutto il tempo adoravano segretamente il loro angelo caduto Lucifero. Ecco perché nel corso della storia come falsi profeti e agenti provocatori che evocavano oscure forze demoniache all’interno dei loro rituali, hanno costantemente piantato i semi dell’inganno attraverso insegnamenti divisivi, false dottrine ed estremismo dogmatico al fine di manipolare e incitare in modo sovversivo sconvolgimenti politici e religiosi e movimenti di violenza di massa che sono esplosi su scala epica.

In quanto tali, i cripto-ebrei sono stati gli artefici delle crociate, [47] della rivoluzione francese, del marxismo, [48] della rivoluzione bolscevica e del genocidio armeno come parte del primo dei due bagni di sangue della guerra mondiale – il più grande nella storia umana, [ 49] [50] dando origine ai tiranni più letali della storia Hitler, [51] Stalin e Mao, e infine al movimento anglo-americano-sionista che sta scatenando il caos senza controllo odierno. I cripto-ebrei sionisti che si sono convertiti alla Sinagoga di Satana, hanno stretto un accordo segreto con alcuni altri satanisti come Prescott Bush, i Rothschild, i Rockefeller e i banchieri internazionali, [52] investendo su Hitler e sulla seconda guerra mondiale, giustificando la perdita di 60 milioni di vite per uno Stato ebraico che usa come merce di scambio gli agnelli sacrificali sterminati nei campi di concentramento: gli ebrei non sionisti. [53] Questo era il modo in cui i satanisti hanno continuato le Crociate fino al 21 ° secolo, [54] usando indefinitamente il loro scontro di civiltà “divide et impera” come loro M.O – la pulizia etnica dei palestinesi per fare spazio al progetto Grande Israele. [55] L’astuto analista geopolitico e autore Henry Makow lo riassume succintamente in questo modo:

Israele ha poco a che fare con il popolo ebraico. Il sionismo, il comunismo, il femminismo, il nazismo sono tutte creazioni della stessa cabala satanica. Questi “ismi sono tutti mezzi per raggiungere l’obiettivo finale, una dittatura globale neo-feudale”. [56]

E a proposito del male, la stirpe merovingia degli Illuminati vive ancora oggi nei cripto-ebrei conosciuti in tutto il mondo tra i reali olandesi e britannici, [57] entrambi discendenti della Casa di Orange. La regina Elisabetta, [58] il principe Filippo e il principe Carlo sono adoratori di Satana a pieno titolo che hanno protetto indiscutibilmente il compagno satanista di lunga data, lo stupratore Jimmy Savile che per oltre mezzo secolo ha fornito bambini ai reali e agli stupratori VIP britannici. [59] La pedofilia permea la consanguineità della famiglia reale. Così come il nazismo. [60]

I reali complottarono e assassinarono la principessa Diana e il suo amante musulmano che stava per diventare suo marito, [61] sguazzando nel satanismo, negli abusi sessuali sui bambini e nella loro rete globalizzata di traffico sessuale di bambini. I reali britannici hanno decapitato l’amante della guardia del corpo di Diana Barry Mannakee in un “incidente” in motocicletta e dopo aver sentito che Diana era morta, [62] le prime parole della regina Elisabetta furono “qualcuno deve aver lubrificato i freni”. [63] Quando la principessa iniziò la sua relazione con Dodi Fayed, che il principe islamofobo Filippo chiamava “una tramoggia oleosa”, [64] Diana fu avvertita che avrebbe avuto un destino simile a quello della sua ex guardia del corpo. Sapendo in prima persona quanto siano malvagi i reali britannici e che la sua vita fosse in serio pericolo, Diana ha confidato agli amici che i suoi suoceri, “non sono umani”, [65] che va di pari passo con le affermazioni di lunga data di David Icke [66] [67][68] La linea di fondo è una prova molto forte che mostra chiaramente che Diana è stata assassinata dalla famiglia reale, temendo che avrebbe smascherato il satanismo sistemico della famiglia reale. Così l’hanno assassinata sapendo che come reali sono sia legalmente che letteralmente in grado di vivere completamente al di sopra della legge.

La regina Elisabetta e il principe Filippo furono gli ultimi testimoni conosciuti a vedere vivi dieci bambini nativi americani che scomparvero mentre partecipavano al picnic della scuola cattolica con la coppia reale nel 1964, British Columbia. [69] Nel corso degli anni sono scomparsi oltre 50.000 bambini aborigeni provenienti dal Canada, il più delle volte frequentando scuole cattoliche probabilmente coinvolti in reti globali predatorie in cui venivano trafficati. Vicino alla casa di Sua Maestà, qualche anno fa 800 corpi di bambini sono stati scoperti in camere sotterranee sotto una casa per ragazze cattoliche irlandesi per madri non sposate, [70] che ricordano i recenti ritrovamenti in innumerevoli siti come il paradiso dei pedofili dell’isola di Jersey, nel Regno Unito. dove Savile e i suoi amici reali si divertivano ad abusare sessualmente bambini, con migliaia di sopravvissuti adulti che si sono fatti avanti per rivelare i dolorosi danni subiti mentre vivevano sotto la “cura” di famigerate case per bambini. [71] Da molti secoli ormai bambini usa e getta provenienti da case famiglia e orfanotrofi vengono distrutti da un sistema di assistenza all’infanzia che incanala sangue giovane verso mostri predatori che gestiscono questo mondo.

Tutto ciò sembra incredibile finché non si guarda al numero incredibile di bambini scomparsi in tutto il mondo ogni anno: 8 milioni e in crescita di anno in anno. Secondo quanto riferito, 350.800 bambini scomparsi provenienti solo da Irlanda, Spagna e Canada sono stati scoperti in innumerevoli fosse comuni cattoliche. [72] Inoltre, nel novembre 2013 sono stati registrati 10.077.574 casi di abuso sessuale da parte di preti pedofili cattolici. [73] I satanisti di razza reale e i satanisti all’interno della Chiesa cattolica hanno ingannevolmente cospirato contro i bambini e l’umanità mentre lavoravano direttamente con i compagni burattini satanisti degli Illuminati profondamente radicati nel governo, nelle banche internazionali e nel mondo aziendale come motori e agitatori del male e controllori planetari dietro ogni guerra e collasso economico nella storia della schiavitù moderna. Per sostenere e aumentare il loro potere e controllo sul dominio del loro diavolo, hanno letteralmente bisogno di una fornitura costante e fresca di bambini. Mantenendo il controllo dall’alto verso il basso di ogni agenzia creata per proteggere i bambini i pedofili ai livelli più alti del sistema di assistenza all’infanzia, i tribunali, le forze dell’ordine, i media, l’istruzione e il governo, hanno creato un sistema isolato di volpi predatrici che gestiscono un pollaio di sangue giovane che ha potuto prosperare e aumentare il numero delle vittime di anno in anno.

Per molto tempo questi satanisti e la loro congrega privata, i quali si sono incarnati sotto diversi nomi: gli Illuminati, i Cavalieri Templari trasformati in Massoneria, i Cavalieri di Malta, Skull & Bones, CFR, Commissione Trilaterale, Bilderberger, Bohemian Grove sono stati nascosti in bella vista. Ma ora la loro cospirazione globale viene smascherata a una velocità mai vista prima e senza precedenti. Svelando la verità, possiamo strappare potere e controllo a questi vampiri assassini. Ciò di cui hanno più paura è una massa informata e indignata che si è accorta dei loro spregevoli crimini e chiedono giustizia. E ora, per la prima volta nella storia, abbiamo scoperto prove enormi e schiaccianti le quali ci forniscono l’opportunità di riprenderci il nostro pianeta incolpando i malvagi i quali hanno commeso orribili peccati contro l’umanità.

Riportando la nostra attenzione su “prove” più storiche di come siamo arrivati ​​a questo punto, torniamo alla Seconda Crociata. Quando i turchi selgiuchidi conquistarono la roccaforte cristiana di Edessa in Mesopotamia nel 1144, il nuovo esercito religioso dei Templari raccolse fondi e sostegno materiale sufficienti per consentire agli zelanti “soldati cristiani” di lanciare la loro seconda [sanguinosa] Crociata del 1145. [74] Nonostante tutto lo sfarzo e la fanfara, i cavalieri di Gerusalemme potevano fare ben poco per assistere le annaspate armate cristiane del re di Francia e dell’imperatore di Germania, ognuna delle quali non coordinava mai le proprie offensive, arrivando in Asia Minore separatamente ed entrambi distrutti militarmente dalle truppe turche in aumento. L’unica vittoria cristiana non fu nemmeno vicino alla Terra Santa, ma in Europa, dove Lisbona fu liberata dai mori musulmani. Altrimenti la campagna di due anni si è rivelata un completo disastro. [75] Questo per quanto riguarda i cavalieri degli ormai famigerati ordini militari cattolici ed i Templari che l’ordine che in seguito sarebbe stato conosciuto come i Cavalieri di Malta.

Nel frattempo, la sconfitta distrasse i Cavalieri dei Templari dalla guerra abbastanza a lungo da iniziare a costruire decine di Comanderie in tutta Europa, in particolare in Francia, Italia, Portogallo e Spagna, costruendo fortezze, cattedrali, ponti, migliorando strade, costruendo intere comunità ecclesiastiche, vigneti e rifugi per il passaggio sicuro dei crociati, sviluppando anche la propria flotta di navi. [76] Famosi per la loro tunica bianca e la croce rossa di sangue a otto punte che simbolo del martirio, i Cavalieri dell’Ordine dei Templari crebbero fino alla loro dimensione massima di 20.000 elementi nel 13 ° secolo (160.000 in totale inclusi i non cavalieri), [77] guadagnando la forza militare per prendere il controllo su una considerevole massa di terra in Europa che si estendeva a sud fino al Regno di Gerusalemme in Medio Oriente che era in gran parte caduto sotto il controllo arabo o turco. Sembrava che fossero molto più abili nell’incrementare i loro possedimenti terrieri principalmente in Europa che proteggere i crociati o la Terra Santa cristiana. L’Ordine era composto da nobili cavalieri, sergenti non nobili e cappellani. Ogni cavaliere che si è unito all’Ordine ha rinunciato a tutti i suoi beni terreni, diventando rapidamente una fonte continua di entrate. Inoltre i Cavalieri Templari godevano di prestigio sociale, intrattenendosi con i più potenti reali d’Europa, costantemente inondati di doni di castelli e contributi, tutti esentasse. [78] Per un po ‘ è sembrato che questi ragazzi fossero benedetti e non potessero sbagliare.

Numerosi resoconti descrivono la loro etica sul campo di battaglia e i feroci combattimenti fino alla morte il più delle volte con conseguenti vittoriose conquiste che dall’oggi al domani hanno fatto salire la loro reputazione cavalleresca a uno status di culto leggendario. [79]

Un tipico esempio afferma che un decennio dopo che l’Ordine dei Templari fu messo fuorilegge dal re di Francia e sciolto dal papa, le prove supportano l’affermazione che circa 7.000 Templari riuscirono a fuggire e trasferirsi in un territorio più amico della Scozia. La famosa battaglia di Bannockburn nel 1324 fu resa ancora più famosa quando rappresentata come il gran finale del film di Mel Gibson “Braveheart”. [80] La leggenda vuole che la semplice apparizione di un’ondata improvvisa di Cavalieri Templari provenienti da una collina a cavallo a sostegno dei fanti scozzesi i quali erano in inferiorità numerica di 3: 1 fu tutto ciò che servì all’esercito inglese per farsi prendere dal panico e fuggire dal campo di battaglia, lasciando dietro di sé tutte le loro attrezzature, denaro e armi. Questo è il tipo di fantasia abbellita e forse verità che ha incuriosito generazioni per quasi un millennio sui Templari, ispirando i Cavalieri della Tavola Rotonda di Re Artù di Camelot e la ricerca del Sacro Graal. [81]

Ma la mia domanda è, al di là di tutto questo trambusto gonfiato, in vista della debacle che ha caratterizzato praticamente ogni Crociata oltre la prima come l’unica che ha raggiunto il suo obiettivo militare e che è stata realizzata senza i Cavalieri di Malta o Templari, quanto fossero efficaci militarmente questi due leggendari ordini di cavalieri se persero ogni singola grande campagna militare nelle Crociate in cui hanno combattuto? Ok, tecnicamente un’altra crociata ha evitato il totale fallimento militare solo perché non ebbe luogo alcun combattimento vero e proprio. Senza l’approvazione del papa (che concede la licenza a qualsiasi re per dichiarare una crociata), la sesta crociata fu elegantemente conclusa attraverso i negoziati nel 1229 dall’imperatore del Sacro Romano Impero di lingua araba Federico II scomunicato come parte di una tregua di 10 anni che per alcuni anni mise Gerusalemme di nuovo sotto il controllo cristiano (ma non i suoi luoghi sacri). [82] Ovviamente non appena la pace decennale giunse al termine, proprio al momento giusto il papa radunò le sue truppe cristiane per un altro settimo errore del mondo crociato. [83] Se misurato rigorosamente in termini di guerre vinte e perse, i cavalieri persero 0 a 7, non esattamente un record che qualsiasi guerriero rivendicherebbe con orgoglio, tanto meno da renderlo una leggenda… il che fa sorgere una seconda domanda, agli occhi di chi questi ragazzi erano eroi militari? Direi agli occhi di revisionisti cristiani fortemente romantici.

Eccone un altro tramandato da Papa Urbano. Uno dei cosiddetti oppositori musulmani dei Templari, etichettati con il nome “Assassini”, altrimenti noti come Nizari Ismailis, [84] sviluppò un rispetto per le abilità di combattimento dei suoi compagni guerrieri del nord. Questo ordine rinnegato sciita islamico eretico, sottodimensionato e fanatico era presumibilmente ugualmente temuto per la sua forza d’attacco mortale e le tattiche di guerriglia che utilizzavano la furtività e l’inganno per colpire i suoi nemici. In un’occasione gli Assassini pagarono un tributo (o forse un’offerta di pace) di 3.000 pezzi d’oro ai Templari. [85] Ma tra le battaglie in cui non si tagliavano la gola a vicenda, gli Assassini e i Cavalieri Templari erano noti per essere amiconi. Con alcuni dei Templari nati e cresciuti in Medio Oriente e che parlavano correntemente l’arabo, entrambe queste milizie avevano la reputazione di lavorare sodo. I cavalieri erano noti per essere dei beoni per questo l’espressione allora popolare “bere come un templare”. [86] Facendo riferimento all’affermazione di Marco Polo secondo cui il mistico Ordine Musulmano degli Assassini fumava hashish e che il loro nome arabo Hashashins era probabilmente derivato dalla parola araba hashishi esiste ancora un dibattito oggi sul fatto che gli Assassini (e i Templari per associazione) usassero un po ‘di hashish tra le battaglie per connettersi meglio con Allah. [87]

È stato storicamente dimostrato che i Cavalieri Templari hanno fatto spesso alleanze segrete con varie fazioni musulmane. Si sono allineati con gli Assassini per prendere il controllo di Tiro e hanno cospirato con l’emiro musulmano di Damasco in un complotto contro l’ordine militare “cristiano” degli Ospitalieri. [88]

Qualunque cosa i Cavalieri Templari abbiano guadagnato lungo la strada militarmente, politicamente e finanziariamente, hanno perso tutto a livello spirituale (sebbene i fondatori fossero cripto ebrei intrisi di cabalismo). In poco tempo, il successo gli ha preso alla testa, al cuore e apparentemente ai loro lombi. Durante la loro cerimonia di iniziazione, i cavalieri dovevano rinunciare a Gesù e Dio come loro Signore e Salvatore, letteralmente sputando, pisciando e calpestando la sacra croce mentre si baciavano letteralmente il culo a vicenda o quello di una capra o gatto o il pene del loro Gran Maestro , [89] giurando una fedeltà eterna l’un l’altro come compagni d’armi. [90] Ma chiaramente la fedeltà e la lealtà giurate erano più vincolanti verso la loro divinità protettrice, la misteriosa testa o teschio noto come Baphomet, la cui immagine nel XIX secolo si trasformò in un grottesco dio satanico con la testa di capra e la barba che sfoggiava seni femminili. Gli studiosi sostengono che una minoranza di cavalieri si impegnò apertamente in relazioni omosessuali. Nonostante la sua accettazione tra i loro confratelli dell’Ordine, nel 12 ° secolo, l’omosessualità nell’Europa medievale fu equiparata alla sodomia, considerata un “atto innaturale” empio, che violava chiaramente sia il diritto biblico che quello penale ed era punibile con la morte. [91]

I rituali omosessuali imposti a tutti i nuovi arrivati ​​durante le cerimonie di iniziazione di Skull and Bones (e di altre società segrete e confraternite militari) sono modellati direttamente su quelli Templari. Così sono le moderne arti nere degli Illuminati pratiche occulte e sataniche. Non potevano avere relazioni sessuali con le donne, ma a quanto pare andava bene alleviare convenientemente i loro impulsi maschili con gli altri compagni. Le prove tuttavia dimostrano che cio` non era abbastanza, quindi il loro divertimento si espanse a tabù come la bestialità, [92] il sacrificio di neonati [93] la pedofilia con ragazzini di 11 anni [94] [95]

Attraverso il loro diabolico dio Baphomet, sembra che questi soldati piritualmente smarriti e fuorviati abbiano scelto di vendere la loro anima al diavolo per ottenere ricchezza e potere senza precedenti. [96] Fare soldi velocemente e impegnarsi in un’orgia di estasi sensuale mentre si inchinavano a Baphomet conferma che si sono più che dilettati con le forze demoniache oscure. Sembra che nel corso della storia praticamente ogni società segreta soccomba invariabilmente sotto questo stesso incantesimo inebriante e degenerato, bramando insaziabilmente il potere, il piacere e le ricchezze in cambio dell’adorazione di Satana. Più i tempi cambiano, più le cose rimangono le stesse.

Facendo appello alle loro forze soprannaturali per guida e conoscenza, Baphomet ha introdotto pratiche bancarie (ad usura) ai terrestri, nel quale si scambiavano i beni reali per carta moneta, [97] per la prima volta nella storia si offrivano presiti con alti tassi di interesse ai viaggiatori cristiani diffidenti e truffati che accettavano un pezzo di carta non coperto da oro o beni materiali in cambio di tutto il loro oro e beni materiali … non diversamente dall’acquisizione da parte dei banchieri di Jekyll Island USA della Federal Reserve nel 1913. [98 ] Una classe di banchieri molto ricchi emerse quando l’Ordine dei Templari divenne proprietario di più terra e ricchezza rispetto ai regni della monarchia. Ovviamente la loro truffa sull’usura che ricavava profitti dal nulla fu colta un paio di secoli dopo da artisti del calibro di Mayer Amschel Rothschild, che perfezionò l’arte della truffa a nuovi livelli, [99] stabilendo la moderna mostruosità della banca centrale che opera ancora oggi. [100]

Nonostante la fama e la gloria degli sforzi collettivi dei Templari e dei Cavalieri di Malta per salvare la loro Città Santa dal cadere nelle mani degli infedeli, dopo aver unificato gli arabi e appreso che sua sorella era stata catturata e fatta prigioniera, nel 1187 il guerriero musulmano curdo in missione – Salah Ed-Din (noto come Saladino agli occidentali) – sconfisse i cristiani nella critica battaglia di Hatten e proseguì riconquistando Gerusalemme dopo quasi nove decenni nella quale era sotto il controllo cristiano. [101] Ma a differenza dei cristiani un secolo prima, Salah Ed-Din ha scelto di essere misericordioso e non massacrare i residenti cristiani né profanare i loro santuari sacri. Dopo aver sentito la notizia scioccante di un’altra crociata fallita nella quale Gerusalemme venne persa, il papa presumibilmente si chinò e morì sul posto, ma a quanto pare non prima di aver dichiarato la Terza Crociata per vendicare la perdita della Terra Santa. [102] Nel giro di un paio di mesi il vendicativo re inglese Riccardo Cuor di Leone fu il primo dei reali ad afferrare il guanto di sfida per il terzo round. Nel frattempo, attraverso la sua gloria sul campo di battaglia Salah Ed-Din era asceso diventando il padrone della Siria, Palestina ed Egitto.

Per contrastare ulteriormente la differenza tra il modo in cui musulmani e cristiani trattano generalmente i nemici catturati e i loro leader che avevano appena catturato, Salah Ed-Din mantenne in vita i suoi nemici, trattandoli umanamente. Nel caso del prigioniero di guerra re di Gerusalemme Guy Lusignan, nel 1188 Salah Ed-Din lo lasciò andare in libertà a condizione che, sotto giuramento, [103] Guy non avrebbe mai preso le armi per combattere i musulmani. Quindi, subito dopo il rilascio, la prima cosa che il ragazzo fece fu trovare un prete che gli confermo` che un giuramento con un infedele non è valido e non ha bisogno di essere onorato.

Vedi uno schema qui? Attraverso gli annali della storia umana, non c’e mai stato un "uomo nero" - i musulmani, o Putin e i russi come aggressori, assassini di massa e bugiardi. Di volta in volta i fatti storici indicano i leader della civiltà cristiana occidentale come i violenti criminali assetati di sangue nel corso della storia moderna. E questa realtà che fa riflettere è stata una costante fino ad oggi. [104] Ora i tempi sono cambiati ed e l'elite che sta facendo guerra alla crisitanita`. Il tema principale di questo intero capitolo e libro è il modo in cui i satanisti degli Illuminati sono stati per secoli nascosti in bella vista nelle linee di sangue dell’élite dominante, [105] e attraverso società segrete malevole si sono infiltrati e hanno preso il controllo della Chiesa cattolica, delle banche internazionali, delle istituzioni aziendali. e del governo. Ma parleremo più avanti della presa di potere cattolica.

Per molti anni l’Ordine del Tempio di Salomone non prese ordini da Roma ma esclusivamente dalla loro inebriante divinità chiamata Baphomet, e di conseguenza, guidato e controllato dell’entità demoniaca interdimensionale, l’Ordine aveva acquisito una forza senza precedenti e potere in tutta Europa, sfidando direttamente la tirannia fino a quel momento sia della chiesa che dello stato che stavano nervosamente prendendo nota. [106] Ma alla fine del XIII secolo i cristiani stavano finendo le scuse per iniziare delle crociate, i Templari arroganti furono cacciati dalla Palestina per sempre. Con la conquista di Gerusalemme da parte di Salah Ed-Din per l’ultima volta nel 1187, il ruolo funzionale dell’Ordine in Terra Santa fu condannato. Alla fine furono costretti a ritirarsi nella loro ultima città portuale, Acri, dove, dopo essere stati assediati e attaccati nell’agosto 1291 dalle schiaccianti forze musulmane, [107] e con l’Europa stanca di perdere, le Crociate furono finalmente portate a una vergognosa conclusione. Già considerato irrisorio, il sostegno ai Templari si stava rapidamente esaurendo. Costretti a ritirarsi nell’isola di Cipro, deboli e vulnerabili, [108] la maggior parte dei Cavalieri Templari tornò a casa in Europa.

Già profondamente indebitato con i prestiti dei templari per aver intrapreso una guerra di lunga durata contro l’Inghilterra, [109] il re di Francia Filippo IV la cui più recente richiesta di credito era stata decisamente respinta, nel 1307 si sentì così minacciato dai Templari che inviò una dozzina di spie per infiltrarsi nel Ordine per raccogliere prove sufficienti per giustificare l’arresto, venerdì 13 ottobre, di 2.000 cavalieri in Francia per eresia basata sulla dissolutezza sessuale e per tradimento della Chiesa cattolica romana. Il Gran Maestro dell’Ordine e altri 51 Templari che avevano ritrattato le loro confessioni iniziali, nel 1314 furono sommariamente bruciati sul rogo, [110] due anni dopo che il papa sciolse l’Ordine dei Templari. [111] Ma la maggior parte della ricchezza e delle inestimabili reliquie dei cavalieri scompari` misteriosamente appena prima del tentativo di saccheggio di re Filippo, lasciando il re a malapena in grado di rinnovare il proprio esercito insieme ad alcuni ex Templari mentre sovvenzionava l’ordine principale rivale dei Templari, i Cavalieri di Malta. Altri sopravvissuti templari e le loro presunte risorse mancanti apparentemente trovarono rifugio sicuro in Scozia e in breve tempo iniziarono a riemergere come fiorenti logge massoniche. [112] Templari e Massoni nell’ideologia e nella pratica sono virtualmente sinonimi.

Nel 2001 documenti precedentemente archiviati erroneamente noti come pergamena di Chinon sono stati scoperti negli archivi vaticani dalla paleografa medievale vaticana Barbara Frale, autrice di un libro pubblicato un decennio dopo che divulgava la “storia completa” sul controverso ordine segreto. [113] Le prove recenti mostrano che una seconda confessione di crimini è stata ottenuta attraverso l’inchiesta del papa mentre i Templari non erano sotto costrizione o tortura. Molti scrittori, sia cattolici che massoni, hanno sempre insistito sul fatto che la prima confessione di dissolutezza e adorazione demoniaca ottenuta attraverso la tortura era quindi falsa. [114] Ma loa studiosa vaticana che ha scritto il recente libro che svela la scoperta papale ha confermato le pratiche omosessuali e pedofile, nonché l’adorazione idolatrica di Baphomet. Eppure i media hanno organizzato conferenze stampa minimizzando in modo fuorviante queste depravazioni. [115] Nonostante l’ovvio crimine di eresia commesso dai Templari, il Papa Clemente V nel 1307 li assolse dai loro crimini basandosi unicamente sulla loro confessione, ma l’anno successivo li accusò di 127 reati. 700 anni dopo il papa al potere, [116] costretto nel 2013 a dimettersi per gli scandali pedofili, “perdonò” i Templari pedofili. [117]

Nello stesso tempo in cui i Templari si erano allontanati dal Dio cristiano, proprio come tanti preti cattolici, gli abusi sessuali sui minori commessi da preti e monaci cattolici dell’età oscura erano piuttosto comuni. Gli archivi vaticani confermano che la chiesa copriva i preti pedofili sin dal Medioevo. [118] Si sapeva che i bambini dei contadini venivano sodomizzati e poi trovati crocifissi nei campi o lungo la strada dal clero pedofilo, che facevano poi ricadere la colpa su innocenti ebrei locali. [119] ] Ciò che restava dei Templari e della loro ideologia occulta segreta si radicò saldamente in Scozia e si evolse nella massoneria.

[1] Nick Squires, “What led to the fall of the Roman Empire?” The Telegraph, April 8, 2011, http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/europe/italy/8438599/What-led-to-the-fall-of-the-Roman-Empire.html.

[2] “Byzantine Empire,” History.comhttp://www.history.com/topics/ancient-history/byzantine-empire.

[3] Frank E. Smitha, “Arabs Conquer Mesopotamia, Syria and Palestine,” Fsmitha.comhttp://www.fsmitha.com/h3/islam08.htm.

[4] “Palestine’s Incredible History,” High on Adventure,comhttp://www.highonadventure.com/Hoa98aug/Jeruslm/history.htm.

[5] “Arab–Byzantine Wars,” Wikipediahttps://en.wikipedia.org/wiki/Arab%E2%80%93Byzantine_wars.

[6] “From 867 to the Ottoman Conquest,” Encyclopædia Britannicahttps://www.britannica.com/place/Byzantine-Empire/From-867-to-the-Ottoman-conquest.

[7] N.S. Gill, “What Was the First Christian Nation?” ThoughtCo, June 17, 2017, https://www.thoughtco.com/what-was-the-first-christian-nation-119939.

[8] Owen Jarus, “History of the Byzantine Empire (Byzantium),” Live Science, December 20, 2013, https://www.livescience.com/42158-history-of-the-byzantine-empire.html.

[9] Najib Saliba, “Christians and Jews under Islam,” Alhewar.comhttp://www.alhewar.com/Saliba_Christians_and_Jews_Under_Islam.htm.

[10] J. Arthur McFall, “First Crusade: People’s Crusade,” Historynet.com, December 6, 2006, http://www.historynet.com/first-crusade-peoples-crusade.htm.

[11] “Shock: The First Crusade and the Conquest of Jerusalem,” Aljazeera, December 7, 2016, http://www.aljazeera.com/programmes/the-crusades-an-arab-perspective/2016/12/shock-crusade-conquest-jerusalem-161205081421743.html.

[12] Kallie Szczepanski, “What Effect Did the Crusades Have on the Middle East?” ThoughtCo, June 13, 2017, https://www.thoughtco.com/crusades-effect-on-middle-east-195596.

[13] As’ad AbuKhalil, “The Legacy of the Crusades in Contemporary Muslim World,” Aljazeera, December 28, 2016, http://www.aljazeera.com/indepth/opinion/2016/12/legacy-crusades-contemporary-muslim-world-161224124349711.html.

[14] Ken Spiro, “The Crusades,” Simple to Remember.comhttp://www.simpletoremember.com/articles/a/the_crusades/.

[15] “The Dark History of the Templars,” Bibliotecapleyadeshttps://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/templars/knights_templars01.htm.

[16] Barry C. Jacobsen, “Mighty Byzantium’s ‘Terrible Day’: Manzikert and The Birth of Turkey,” The Deadliest Blogger, May 6, 2017, https://deadliestblogpage.wordpress.com/2017/05/06/mighty-byzantiums-terrible-day-manzikert-and-the-birth-of-turkey/.

[17] “The Armenian Genocide,” Imaging Genocidehttp://genocide.leadr.msu.edu/the-armenian-genocide-2/.

[18] “Alexius I Comnenus,” Rdsinc.comhttp://www.rdsinc.com/pdf/samples/sp691771.pdf.

[19] “Byzantine Empire, “History.comhttp://www.history.com/topics/ancient-history/byzantine-empire.

[20] “Alexius I Comnenus,” http://www.rdsinc.com/pdf/samples/sp691771.pdf.

[21] “The Dark History of the Templars,” Bibliotecapleyadeshttps://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/templars/knights_templars01.htm.

[22] J. Arthur McFall, “First Crusade: People’s Crusade,” Historynet.com, December 6, 2016, http://www.historynet.com/first-crusade-peoples-crusade.htm.

[23] Michael D. Hull, “First Crusade: Siege of Jerusalem,” Historynet.com, December 6, 2016, http://www.historynet.com/first-crusade-siege-of-jerusalem.htm.

[24] Pope John, “The Knights Templar Yesterday and Today,” Archive.orghttps://archive.org/stream/TheKnightsTemplarYesterdayAndToday/TheKnightTemplars_djvu.txt.

[25] Michael D. Hull, http://www.historynet.com/first-crusade-siege-of-jerusalem.htm.

[26] Cox, Sir George W., “Crusades, Saladin Takes Jerusalem from the Christians,” History Worldhttp://history-world.org/saladin_takes_jerusalem.htm.

[27] Href Mailto and Leela Jacinto, “Islam vs. Christianity in a Holy War?” ABC News, January 15, http://abcnews.go.com/International/story?id=79706.

[28] “The Dark History of the Templars,” https://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/templars/knights_templars01.htm.

[29] David Hatcher Childress, “The Knights Templar,” Bibliotecapleyadeshttp://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_masonsknightstemplar05.htm.

[30] David Hatcher Childress, http://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_masonsknightstemplar05.htm.

[31] “The Dark History of the Templars,” https://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/templars/knights_templars01.htm.

[32] David Hatcher Childress, http://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_masonsknightstemplar05.htm.

[33] “The Dark History of the Templars,” https://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/templars/knights_templars01.htm.

[34] “The Dark History of the Templars,” https://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/templars/knights_templars01.htm.

[35] “The Knights Templar and the Illuminati,” Thenwwrdor Blogspot (a blog site), http://thenwwrdor.blogspot.co.id/2016/08/the-knights-templar-and-illuminati.html.

[36] “Mystery, Babylon the Great Part II,” Bibliotecapleyadeshttps://www.bibliotecapleyades.net/cienciareal/babylon02.htm.

[37] “Crypto Jews, Conversos, Marranos & Anusim,” Geni.comhttps://www.geni.com/projects/Crypto-Jews-Conversos-Marranos-Anusim/8486.

[38] “Mystery, Babylon the Great: Catholic or Jewish?” Bibliotecapleyadeshttp://www.bibliotecapleyades.net/cienciareal/babylon2.htm.

[39] “Mystery, Babylon the Great: Catholic or Jewish?” http://www.bibliotecapleyades.net/cienciareal/babylon2.htm.

[40] “The Dark History of the Templars,” https://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/templars/knights_templars01.htm.

[41] Mark Pinkham, “The Origin of the Knights Templar – Descendants of Jewish Elders?” Ancient Origins, December 31, 2015, http://www.ancient-origins.net/history/origin-knights-templar-descendants-jewish-elders-005078.

[42] Victor E. Marsden, “The Protocols of the Learned Elders of Zion,” Archieve.orghttps://archive.org/stream/TheProtocolsOfTheLearnedEldersOfZion/ProtocolsOfTheEldersOfZion#page/n68/mode/1up.

[43] “The Symbolic Snake – ’People’s Rights’ – Liquidation of the Goyim – ‘Sovereign Lord of the World’ – Universal Economic Crisis – ‘Ours They will not Touch…’ – Secret Masonic Agents,” Bibliotecapleyadeshttps://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/esp_sociopol_zion07.htm.

[44] “A Hoax of Hate: The Protocols of the Learned Elders of Zion,” ADLhttps://www.adl.org/education/resources/backgrounders/a-hoax-of-hate-the-protocols-of-the-learned-elders-of-zion.

[45] “Protocols of the Elders of Zion,” Holocaust Encyclopediahttps://www.ushmm.org/wlc/en/article.php?ModuleId=10007058.

[46] Henry Makow, “The Cult that Hijacked the World,” Stop the Crimehttp://www.stopthecrime.net/Henry-Makow—Illuminati—-(2008).PDF.

[47] “The Dark History of the Templars,” Bibliotecapleyadeshttps://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/templars/knights_templars01.htm.

[48] John Emerich Edward Dalberg-Acton, “Illuminati, Jesuit & Jewry’s Attack on France, Her People, Culture and God,” Overlords of Chaoshttp://www.overlordsofchaos.com/html/illuminati_11.html.

[49] Vladimir Moss, “Bolshevism and The Jews,” Orthodox Christian Books, March 21, 2011, http://www.orthodoxchristianbooks.com/articles/371/bolshevism-jews/.

[50] “Why won’t Israel Acknowledge the Armenian Genocide? Because the Donmeh Crypto-Jewish Leadership of Turkey was Responsible,” The Millennium Report, November 9, 2015, http://themillenniumreport.com/2015/11/why-wont-israel-acknowledge-the-armenian-genocide-the-donmeh-jewish-leadership-of-turkey-was-responsible/.

[51] “The Hidden Elite, Satanic Sabbatean Frankist Rothschilds, Vatican Bank, Czar, Russia, Stalin, Marx, Hitler, Mao, Gallipoli, Attaturk,” Energy Enhancementhttp://www.energyenhancement.org/THE-HIDDEN-ELITE-SATANIC-SABBATEAN-FRANKIST-ROTHSCHILDS-VATICAN-BANK-CZAR-RUSSIA-STALIN-MARX-HITLER-MAO-GALLIPOLI-ATTATURK.htm.

[52] Michael Collins Piper, “Bush, Rockefeller, Rothschild & Hitler,” American Free Press, January 23, 2013, http://americanfreepress.net/bush-rockefeller-rothschild-hitler/.

[53] “The Zionist Jewish Role in Causing World War II,” rense.com, December 9, 2003, http://www.rense.com/general45/zzo.htm.

[54] Henry H. Lindner, “The Origins of the Judaic/Zionist War in the Middle East and of America’s ‘War on Terrorism,’” Henrylindner.nethttp://henrylindner.net/Writings/middleeast.html.

[55] Israel Shahak, “’Greater Israel’: The Zionist Plan for the Middle East,” Global Research, June 22, 2017, http://www.globalresearch.ca/greater-israel-the-zionist-plan-for-the-middle-east/5324815.

[56] By Henry Makow, “Zionists Betrayed Non-Z Jews to Holocaust,” henrymakow.com, March 22, 2013, https://www.henrymakow.com/091202.html.

[57] Michael Tsarion, “Power of the Templars,” The Female Illuminatihttp://www.femaleilluminati.com/article-2.html.

[58] Fritz Springmeier, “Merovingian Bloodline and The Black Nobility,” Bibliotecapleyades, June 28, 2000, https://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/esp_sociopol_blacknobil07.htm.

[59] David Icke, “Jimmy Savile … Doorway to the Cesspit,” David Icke, November 2, 2012, https://www.davidicke.com/article/132420/74874-jimmy-savile-doorway-to-the-cesspit.

[60] “Prince Philip: Is this the Sickest Man in the UK?” hangthebankers.com, November 14, 2012, http://www.hangthebankers.com/prince-philip-is-this-the-sickest-man-in-the-uk/.

[61] “How to Murder a Princess: The Death of Diana,” YouTube video by Jay Myers, 2017, 36:02, posted on July 5, 2017, https://www.youtube.com/watch?v=9fFkk2ulJjc.

[62] Holly Christodoulou, “Who is Barry Mannakee? Princess Diana’s Bodyguard who Died in a Motorbike Accident,” The Sun, August 6, 2017, https://www.thesun.co.uk/news/4092744/barry-mannakee-princess-diana-bodyguard-death-motorbike-accident-conspiracy.

[63] Rory O’Connor, “Queen Elizabeth’s Reaction to Princess Diana’s Fatal Car Crash Claim in New Documentary,” Express, June 1, 2017, http://www.express.co.uk/showbiz/tv-radio/811117/Princess-Diana-Spencer-Lady-Queen-Elizabeth-Prince-William-Royal-Death-Windsors-Channel-5.

[64] “Fayed’s Lawyer Suggests Prince Philip called Dodi ‘an Oily Bedhopper,’” Daily Mail, January 16, 2008, http://www.dailymail.co.uk/news/article-508593/Fayeds-lawyer-suggests-Prince-Philip-called-Dodi-oily-bedhopper.html.

[65] Lukas Magnuson, “Did Princess Diana Believe that Royal Family were Involved in the Illuminati,” Disclose tvhttp://www.disclose.tv/news/Did_Princess_Diana_believe_that_Royal_Family_were_involved_in_the_Illuminati/114202.

[66] Jon Austin, “David Icke Explains his Infamous Theory why ‘Queen is a Shape-Shifting Reptile,’” Express, February 17, 2017, http://www.express.co.uk/news/weird/768800/David-Icke-queen-shape-shifting-lizard.

[67] Harriet Sime, “The Royals are ‘Aliens,’ Says Dame Helen Mirren because the World they Live in is beyond our Understanding,” Daily Mail, February 13, 2015, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2951832/The-royals-aliens-says-Dame-Helen-Mirren-world-live-understanding.html.

[68] Baxter Dmitry, “Lady Gaga: Prince Charles ‘Is Not Human’,” News Punch, December 8, 2016, https://newspunch.com/lady-gaga-prince-charles-not-human/.

[69] “The Strange Story of The Queen and The Children Who ‘Disappeared’ From Native Residential Schools,” Indian in The Machine WordPress (a blog site), March 1, 2011, https://indianinthemachine.wordpress.com/2011/03/01/the-strange-story-of-the-queen-and-the-children-who-disappeared-from-native-residential-schools/.

[70] Jamie Grierson, “Mass Grave of Babies and Children Found at Tuam Care Home in Ireland,” The Guardian, March 3, 2017, https://www.theguardian.com/world/2017/mar/03/mass-grave-of-babies-and-children-found-at-tuam-orphanage-in-ireland,

[71] Thomas Burrows, “Jersey Abuse Case Reopened with Threat of Leaked Documents,” International Men’s Organisation, October 10, 2014, http://www.internationalmensorganisation.info/jersey.htm.

[72] “Catholic Mass Grave Sites of 350,800 Missing Children Found in Ireland, Spain, Canada,” Adoptionland.orghttps://adoptionland.org/p/3443/catholic-mass-grave-sites-of-350800-missing-children-found-in-ireland-spain-canada/.

[73] Judy Byington, “Catholic Mass Grave Sites of 350,800 Missing Children Found in Ireland, Spain, Canada,” Child Abuse Recovery, June 7, 2014, http://childabuserecovery.com/catholic-mass-grave-sites-of-350800-missing-children-found-in-ireland-spain-canada/.

[74] Hue McCulloch, “The Failure of the Second Crusade,” CLIOhttps://cliojournal.wikispaces.com/The+failure+of+the+Second+Crusade.

[75] Cox, Sir George W., “Saladin Takes Jerusalem from the Christians,” History Worldhttp://history-world.org/saladin_takes_jerusalem.htm.

[76] Alan Butler, “Templar Architecture: Practicality and Praise,” Templar History, March 31, 2010, http://blog.templarhistory.com/2010/03/templar-architecture-practicality-and-praise/.

[77] “The Dark History of the Templars,”https://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/templars/knights_templars01.htm.

[78] David Hatcher Childress, http://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_masonsknightstemplar05.htm.

[79] John Baron, “Whatever Happened to the Knights Templar?” The Guardian, June 27, 2011, https://www.theguardian.com/uk/the-northerner/2011/jun/27/whatever-happened-to-the-knights-templar.

[80] David Jones, “The Amazing Knights Templar,” New Dawn Magazine, April 8, 1997, http://www.newdawnmagazine.com/articles/the-amazing-knights-templar.

[81] “Legends of King Arthur & the Knights Templar,” Knights Templar Orderhttp://www.knightstemplarorder.org/templar-king-arthur-holy-grail/.

[82] J. Rickard, “Sixth Crusade, 1228-1229,” History of War, March 24, 2001, http://www.historyofwar.org/articles/wars_crusade6th.html.

[83] J. Rickard, “Seventh Crusade, 1248-1254,” History of War, March 24, 2001, http://www.historyofwar.org/articles/wars_crusade7th.html.

[84] Jefferson M. Gray, “Holy Terror: The Rise of the Order of Assassins,” History Net, February 24, 2010, http://www.historynet.com/holy-terror-the-rise-of-the-order-of-assassins.htm.

[85] David Hatcher Childress, http://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_masonsknightstemplar05.htm.

[86] Nesta Webster, “The Knights Templar, the Assassins, the Johannite Heresy, and Satanism,” Meta Religionhttp://www.meta-religion.com/Secret_societies/Groups/Knights_templar/knights_templar.htm.

[87] Brent Swancer, “The Mysterious Secret Society of Assassins,” Mysterious Universe, November 16, 2015, http://mysteriousuniverse.org/2015/11/the-mysterious-secret-society-of-assassins/.

[88] David Livingstone, “The Norman Conquest,” Conspiracy Schoolhttp://www.conspiracyschool.com/holy-grail.

[89] Tracy R Twyman, “Pacts with the Devil: Baphomet Series #1,” Quintessential Publications, October 16, 2009, http://quintessentialpublications.com/twyman/?p=638.

[90] Anne Gilmour-Bryson, “Sodomy and the Knights Templar,” Journal of the History of Sexuality, Vol. 7, No. 2 (Oct., 1996), pp. 151-183, http://www.academia.edu/9214266/Sodomy_and_the_Knights_Templar.

[91] David Morton, “Sex in the Middle Ages: 10 Titillating Facts You Wanted to Know but were Afraid to Ask,” oddee.com, April 20, 2009, http://www.oddee.com/item_96646.aspx.

[92] David Livingstone, “The Norman Conquest,” Conspiracy Schoolhttp://www.conspiracyschool.com/holy-grail.

[93] Tracy R. Twyman, “Baphomet: The Secret of the Templar Fortune,” Quintessential Publicationshttp://quintessentialpublications.com/twyman/?page_id=167.

[94] Tracy R. Twyman, “Pacts with the Devil: Baphomet Series #1,” Quintessential Publications, October 16, 2009, http://quintessentialpublications.com/twyman/?p=638.

[95] Tracy Twyman interviewed by Jesse Waugh, “Tracy Twyman – Baphomet: The Temple Mystery Unveiled,” YouTube video, posted on March 3, 2016, https://www.youtube.com/watch?v=WptAdmjFKn0.

[96] “Who is Baphomet?” Vigilant Citizen, December 13, 2011, https://vigilantcitizen.com/hidden-knowledge/whoisbaphomet/.

[97] Tracy R. Twyman, “The Secret of the Templar Fortune,” Bibliotecapleyadeshttps://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_moneymisterymagick02.htm.

[98] Edward Griffin, “The Creature from Jekyll Island, The Federal Reserve,” Big Eyehttp://www.bigeye.com/griffin.htm.

[99] Dr. John Coleman, “The Rothschild Dynasty,” Antimatrix.orghttp://antimatrix.org/Convert/Books/Coleman/Rothschild_Dynasty/Rothschild_Dynasty.htm.

[100] Michael Snyder, “March 2017: The End of a 100 Year Global Debt Super Cycle Is Way Overdue,” The Economic Collapse Blog, February 27, 2017, http://theeconomiccollapseblog.com/archives/march-2017-the-end-of-a-100-year-global-debt-super-cycle-is-way-overdue.

[101] “Unification: Saladin and the Fall of Jerusalem,” Aljazeera, December 21, 2016, http://www.aljazeera.com/programmes/the-crusades-an-arab-perspective/2016/12/unification-saladin-fall-jerusalem-161219060659446.html.

[102] Austin Cline, “Third Crusade & Aftermath 1187 – 1197: Timeline of the Crusades,” ThoughtCo, August 25, 2016, https://www.thoughtco.com/third-crusade-and-aftermath-4078666.

[103] Austin Cline, https://www.thoughtco.com/third-crusade-and-aftermath-4078666.

[104] Gerald A Perreira, “Indeed, Western Civilization Is in a War,” Counter Currents, July 22, 2016, http://www.countercurrents.org/2016/07/22/indeed-western-civilization-is-in-a-war/.

[105] Kevin Barrett, “The World Order – How It Works,” Veterans Today, July 24, 2017, http://www.veteranstoday.com/2017/07/24/world-order/.

[106] David Hatcher Childress, http://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_masonsknightstemplar05.htm.

[107] “The Fall of Acre – 1291,” Templar History, March 31, 2010, http://blog.templarhistory.com/2010/03/the-fall-of-acre-1291/.

[108] “History of the Order,” Nola Templarshttp://www.nolatemplars.com/history_of_the_order.htm.

[109] Tracy R. Twyman interview, “Baphomet: The Mystery of Mysteries Unveiled,” Redice.TV, October 17, 2013, https://redice.tv/news/baphomet-the-mystery-of-mysteries-unveiled.

[110] “Vatican Book on Templars’ Demise,” BBC News, October 5, 2007, http://news.bbc.co.uk/1/hi/world/europe/7029513.stm.

[111] Barbara Becquiot, “Rise and Fall of the Knights Templar (Part II),” Bonjour Paris, April 10, 2013, https://bonjourparis.com/history/rise-and-fall-knights-templar-part-ii/.

[112] “The New World Order: The Knights Templar and the Illuminati,” Thenwwrdorhttp://thenwwrdor.blogspot.co.id/2016/08/the-knights-templar-and-illuminati.html.

[113] Barbara Frale, “The Templars: The Secret History Revealed,” Amazon, May 1, 2011, https://www.amazon.com/Templars-Secret-History-Revealed/dp/1611450195.

[114] Nesta Webster, “The Knights Templar, the Assassins, the Johannite Heresy, and Satanism,” Meta Religionhttp://www.meta-religion.com/Secret_societies/Groups/Knights_templar/knights_templar.htm.

[115] Tracy Twyman interviewed by Jesse Waugh, “Baphomet: The Temple Mystery Unveiled,” YouTube video, posted on March 3, 2016, https://www.youtube.com/watch?v=WptAdmjFKn0.

[116] Sara Flounders, “The Pope, Pedophilia and the Class Struggle,” Global Research, April 25, 2010, http://www.globalresearch.ca/the-pope-pedophilia-and-the-class-struggle/18874.

[117] Philip Pullella, “Knights Templar win Heresy Reprieve after 700 Years,” Reuters, October 12, 2007, http://www.reuters.com/article/us-vatican-templars-idUSL093422320071012.

[118] Antony Thomas, “Secrets of the Vatican,” Frontlinehttp://www.pbs.org/wgbh/frontline/film/secrets-of-the-vatican/transcript/.

[119] John L. Palmer, “The Knights Templar and Church Pedophiles in Medieval Europe,” Grigorfedanhttp://grigorfedan.com/main/The_Knights_Templar_and_Church_Pedophiles.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

“Illuminati” di Lil Pump

In “Illuminati” Lil Pump e Anuel AA si vantano di auto e ragazze mentre vengono iniziati agli Illuminati. Vedremo il simbolismo occulto e satanico in questo video incredibilmente palese

Quando questo sito è stato lanciato più di 10 anni fa, i video musicali contenevano un po ‘di simbolismo occulto, ma era per lo più sottile e nascosto. Ho dovuto scrivere lunghi paragrafi e citare libri oscuri per spiegare come il simbolismo fosse legato all’élite occulta e agli Illuminati. Al giorno d’oggi questi versi appaiono nelle canzone:

Illuminati (¡ah!)
Illumi, Illumi, Illuminati (¡jaja!)

In un’era in cui l’élite occulta sta emergendo e premendo l’acceleratore sulla sua agenda, l’industria della musica è diventata nientemeno che un braccio di propaganda dell’élite. E, dal momento che il rap è estremamente popolare tra i giovani, sono stati fatti molti sforzi per trasformare questa forma d’arte in un pozzo nero satanico.

Negli ultimi anni, ho scritto articoli su artisti come Lil Uzi Vert, Trippie Redd e Young Thug – tutti i giovani rapper che hanno recitato in video che sono appariscenti celebrazioni dell’élite occulta e della sua mentalità satanica. Tuttavia, “Illuminati” di Lil Pump riesce a portare le cose a un altro livello di palesita` … mentre affondano a un altro livello di pateticita`.

Con un nome palese come Illuminati, ci si aspetterebbe che la canzone contenga una sorta di messaggio nascosto, un commento sull’industria o una sorta di twist su ciò che la canzone dovrebbe significare. Ma no. Illuminati mostra sostanzialmente Lil Pump e Anuel AA che saltano mentre mettono in rima le parole “Illuminati” e “Ferrari”. Da una parte le nostre orecchie sono aggredite da questa assurdità, dall’altra i nostri occhi sono bombardati con ogni simbolo degli Illuminati che si possa immaginare. In breve, è un’esperienza che intorpidisce la mente. E, abbastanza sorprendentemente, tutti i principali commenti su YouTube sono contro il video.

Ad essere onesti, Lil Pump non è mai stato un rapper intellettuale. È diventato famoso per Gucci Gang – un capolavoro lirico in cui circa il 72% delle parole sono “Gucci Gang”. Ciò non ha impedito al video di ottenere oltre un miliardo di visualizzazioni su YouTube. Ha anche portato Lil Pump ad essere elencato negli Under 30 di Forbes.

Lil Pump in Forbes Under 30.

In Gucci Gang, Lil Pump parlava di drogarsi e scoparsi ragazze mentre passeggiava in una scuola superiore. In Illuminati, Lil Pump si diverte a drogarsi e a scopare durante un rituale satanico. Ecco come funziona l’industria: in primo luogo, fai in modo che i ragazzini entrino in relazione con la stella. Quindi, le introduci al lato oscuro.

ILLUMINATI FA RIMA CON FERRARI

Alcuni critici si sono lamentati del fatto che possono solo comprendere le parole “Illuminati” e “Ferrari” nella canzone. Questo è appropriato perché quelle sono le uniche parole che uno deve capire per capire il senso della canzone: si tratta di associare gli “Illuminati” a cose interessanti come le auto sportive.

Il video, diretto dal veterano del settore Spiff TV, mette tutto in mostra. E inizia in maniera molto simbolica.

Anuel AA in una bara

Il funerale e` presenziato da un personaggio inquietante mascherato e incappucciato

Quindi, Anuel AA torna in vita e inizia a rappare. Fa il simbolo delle corna da diavolo che fungono anche da segno di un occhio.

Per secoli, i rituali di iniziazione nei circoli occulti ruotavano attorno alla morte simbolica e alla rinascita del candidato. In questo caso, gli artisti rinascono nella pseudo-religione satanica dell’élite occulta.

Il testo di Anuel si concentra su un unico concetto: la sua rinascita satanica gli permette di essere ricco e famoso.

Y soy un demonio, y yo soy un diablo
Y en los Billboard, yo soy un rey (Rey)
Y yo soy millonario y yo soy incable

Traduzione:

Sono un demone, sono un diavolo
Sono su Billboard, sono un re
Sono milionario, sono intoccabile

Mentre Annuel canta queste parole, vediamo una testa di Baphomet apparire sullo schermo.

Naturalmente, come pedina degli Illuminati, Annuel deve fare il segno di un occhio. Spesso.

Quindi, Lil Pump entra in scena per vantarsi di aver venduto la sua anima.

Lil Pump è circondato da persone mascherate in quello che sembra un rituale di iniziazione.

Il suo verso inizia così:

Illuminati (Ooh)
Might wake up tomorrow and buy a Bugatti (Bugatti)
Illuminati (Yeah, sheesh)
Swervin’ in ‘Rari while I’m on an Oxy (Brr)
Two twin hoes in the lobby (In the lobby), ooh
Sorry, b*tch, I don’t say sorry (Uh-uh, yeah)
F*cked on that b*tch from the UK
I put her on molly, now she act retarded (Damn)
Illuminati make a b—h go crazy (Go crazy)
I don’t know which one of these is my baby (Uh)

Per riassumere, Lil Pump afferma che gli Illuminati gli consentono di acquistare una Bugatti e di guidare una Ferrari mentre è incapacitato dagli oppioidi. È anche orgoglioso del fatto che abbia drogato una ragazza al punto che ora è disabile mentalmente.
Mentre siamo onorati di queste parole di saggezza, vediamo questo:

Pedone degli Illuminati.

In primo luogo, Lil Pump è circondato da un fuoco infernale, che illustra chiaramente la direzione della sua vita dal punto di vista spirituale. Inoltre, Lil Pump indossa una giacca con stampa felina che viene utilizzata dai summenzionati Illuminati per identificare gli schiavi Beta Kitten. In altre parole, Lil Pump potrebbe essere stato “sfondato” da un vecchio disgustoso membro degli Illuminati. Infine, sta ballando sulle scale che portano in nessun posto in particolare – un classico simbolo massonico.

Arte massonica classica con la scala di Jacob che conduce attraverso i gradi della massoneria verso l’illuminazione.

Naturalmente, pedine del settore come Lil Pump non salgono le scale verso nessun tipo di illuminazione spirituale. Un’immagine più appropriata sarebbe una scala che scende in uno scantinato umido e sporco pieno di Jeffrey Epstein e Harvey Weinstein.

Lil Pump tiene in mano un serpente. Il serpente che ha tentato Eva è una delle figure mitiche preferite dell’élite occulta: Lucifero il Portatore di luce. Fatto curioso: il serpente in realtà ha morso Lil Pump durante le riprese e lo ha fatto sanguinare. Simbolico.

Il video termina con alcune immagini più sfacciate.

Una ragazza mostra il simbolo dell’occhio che tutto vede con un triangolo di luce su di esso

Altre cose con le corna per assicurarti di capire che il video e` sponsorizzato dall’élite satanica.

CONCLUDENDO

Con un titolo come Illuminati e immagini che alludono apertamente ai rituali satanici, questo video fa un ulteriore passo verso la normalizzazione delle immagini dell’élite occulta per i giovani. Alcuni potrebbero dire: “Lo stanno facendo apposta per trollarti e farti incazzare”. Bene, le uniche persone che sono davvero incazzate per il video sono i fan di Lil Pump. Una rapida occhiata ai “pollici giù” e i commenti su YouTube rivelano che le persone odiano la canzone e il video. Ma Lil Pump doveva farlo. È un rito di passaggio umiliante.

Perché non c’è nulla di bello, intelligente o ribelle in questo video. Fondamentalmente Lil Pump e il suo amico parlano di come gli Illuminati hanno comprato loro una Ferrari, allo stesso modo in cui una prostituta si vanta del suo sugar daddy che le compra una borsa nuova. Della serie: buon per te, ma sappiamo tutti cosa dovevi fare per ottenerlo. E, mentre la ragazza può eventualmente lasciare il suo sugar daddy e passare a qualcos’altro, i pedoni degli Illuminati non possono.

Come disse Lil Pump:

“Gli Illuminati fanno impazziare una p******”.

Attenzione Lil Pump. Perché, in questa situazione, sei tu la p******.

Fonte

 

Gli insegnamenti segreti di tutte le ere: Il simbolismo massonico

Nei primi manoscritti massonici – ad esempio l’Harleian, lo Sloane, il Lansdowne e l’Edinburgh-Kilwinning – si afferma che il mestiere dei costruttori iniziati esisteva prima del Diluvio e che i suoi membri erano impiegati nella costruzione della Torre di Babele. Una Costituzione massonica datata 1701 fornisce il seguente ingenuo resoconto dell’origine delle scienze, arti e mestieri da cui deriva la maggior parte del simbolismo massonico:

“Come questa degna Scienza fu iniziata per la prima volta, lo dirò. Prima del diluvio universale, c’era un uomo chiamato Lameck come è scritto nel 4 Cap. Di Gen .: e questo Lameck aveva due mogli. Una si chiamava Adah, e l’altra Zillah; dalla prima moglie Adah ottenne due figli, uno chiamato Jaball e l’altro Juball, e dall’altra moglie Zillah ottenne un figlio e una figlia, e i quattro figli diedero inizio a tutti i mestieri nel mondo. Jaball era il Figlio maggiore, e fondo` l’Arte della Geometria, e separò greggi, costrui` le prime Case di Pietra e Legno, come è notato nel Capitolo, sopra menzionato, e suo fratello Juball fondo` l’arte della musica, con canzoni, organi e arpe. Il terzo fratello [Tubal-Cain] scoprì l’arte della metallurgia lavorando ferro e acciaio, e la loro sorella Naamah scoprì l’arte della tessitura. I fratelli sapevano che Dio si sarebbe vendicato dei peccatori, sia con il fuoco sia con l’acqua, per cui scrissero queste scienze in due pilastri di pietra, che sarebbero stati ritrovati dopo il diluvio. Una pietra si chiamava Marbell – ignifuga, e l’altra si chiamava Laturus [ottone?], Che non poteva essere rovinata dall’acqua. “L’autore di questa Costituzione dichiaro` che uno di questi pilastri fu scoperto in seguito da Hermes , che comunico` all’umanità i segreti su esso inscritti.

Nelle sue antichità degli ebrei, Giuseppe Flavio scrive che Adamo aveva avvertito i suoi discendenti che l’umanità peccaminosa sarebbe stata distrutta da un diluvio. Al fine di preservare la loro scienza e filosofia, i bambini di Seth hanno quindi sollevato due pilastri, uno di mattoni e l’altro di pietra, su cui erano incise le chiavi della loro conoscenza. Il Patriarca Enoch – il cui nome significa Iniziatore – è evidentemente una personificazione del sole, poiché visse 365 anni. Costruì anche un tempio sotterraneo costituito da nove volte, una sotto l’altra, ponendo nella volta più profonda una tavoletta triangolare d’oro che portava su di essa il nome assoluto e ineffabile della Divinità. Secondo alcuni resoconti, Enoch fece due delta d’oro. Il più grande si trovava sull’altare cubico bianco nella volta più bassa e il più piccolo fu dato in custodia a suo figlio Methuseleh, che costrui` le camere di mattoni secondo lo schema rivelato a suo padre dall’Altissimo. Nella forma e nella disposizione di queste volte Enoch incarnava le nove sfere degli antichi Misteri e i nove strati sacri della terra attraverso i quali l’iniziato deve passare per raggiungere lo Spirito fiammeggiante che dimora nel suo nucleo centrale.

Secondo il simbolismo massonico, Enoch, temendo che tutta la conoscenza dei Misteri sacri sarebbe andata perduta al tempo del Diluvio, eresse le due colonne citate. Sulla colonna di metallo con appropriati simboli allegorici incise gli insegnamenti segreti e sulla colonna di marmo incise un’iscrizione che affermava che a breve distanza un tesoro inestimabile sarebbe stato scoperto in una volta sotterranea. Col tempo la posizione delle volte segrete andò perduta, ma col passare degli anni venne un altro costruttore – un iniziato dell’ordine di Enoch – e lui, mentre gettava le basi per un altro tempio per il Grande Architetto dell’Universo, scopri` le volte perdute e i segreti contenuti all’interno.

Giovanni Leylande fu nominato dal re Enrico VIII per esaminare gli archivi delle varie istituzioni religiose sciolte dal re e rimuovere al fine di preservare qualsiasi libro o manoscritto di un personaggio importante. Tra i documenti copiati da Leylande c’era una serie di domande e risposte riguardanti il ​​mistero della massoneria scritto da Re Enrico VI. In risposta alla domanda “Come è nata la massoneria in Inghilterra?” il documento afferma che Peter Gower, un greco, viaggiò per conoscenza in Egitto, Siria e in tutte le terre dove i fenici avevano introdotto l’arte muratoria; ottenendo l’ingresso in tutte le logge dei massoni, imparò molto e, tornando, dimorò nella Magna Grecia. Divenne famoso per la sua saggezza, formò una grande loggia a Groton e inizio` molti massoni, alcuni dei quali viaggiarono in Francia, diffondendo lì la massoneria; dalla Francia nel corso del tempo l’ordine si trasferi` in Inghilterra.

Anche per lo studente superficiale della materia deve essere evidente che il nome di Peter Gower, il greco, è semplicemente una forma anglicizzata di Pitagora; di conseguenza Groton, dove ha formato la sua loggia, è facilmente identificabile con Crotona. Si stabilisce così un legame tra i Misteri filosofici della Grecia e la massoneria medievale. Nei suoi appunti sulle domande e sulle risposte di re Enrico, William Preston amplia il voto di segretezza praticato dagli antichi iniziati. Sull’autorità di Plinio descrive come Anaxarco, essendo stato imprigionato per estorcere da lui alcuni dei segreti di cui era stato fatto garante, si morse la lingua e la gettò di fronte a Nicocreon, il tiranno di Cipro. Preston aggiunge che gli ateniesi veneravano una statua che era rappresentata senza lingua per indicare la santità con cui consideravano i loro segreti legati al giuramento. È anche degno di nota il fatto che, secondo il manoscritto di re Enrico, la massoneria ebbe la sua origine in Oriente e fu portatrice delle arti e delle scienze della civiltà per l’umanità primitiva delle nazioni occidentali.

Notevoli tra i simboli della massoneria sono le sette arti e scienze liberali. La grammatica insegna all’uomo ad esprimersi in un linguaggio nobile e adeguato; con la retorica è in grado di nascondere i suoi ideali sotto la copertura protettiva del linguaggio ambiguo e delle figure retoriche; con la logica viene addestrato

IL MISTERO DEL MACROCOSMO.

Ridisegnato dall’edizione Cesariana di Vitruvio.

Riassumendo la relazione tra il corpo umano e la teoria dell’architettura, Vitruvio scrive:

“Poiché la natura ha progettato il corpo umano in modo tale che le sue membra siano debitamente proporzionate alla struttura nel suo insieme, sembra che gli antichi avessero una buona ragione per il loro dominio: nella costruzione perfetta i diversi membri devono avere esatte relazioni simmetriche con lo schema generale. Quindi, pur trasmettendoci le giuste disposizioni per edifici di ogni tipo, sono stati particolarmente attenti a farlo nel caso dei templi degli dei, edifici in cui meriti e difetti di solito durano per sempre. * * * Pertanto, se si concorda che il numero è stato scoperto dalle dita umane e che esiste un corrispondente simmetrico tra le membra separatamente e l’intera forma del corpo, in conformità con una certa parte selezionata come standard, non possiamo avere altro che rispetto per quelli che, nel costruire i templi degli dei immortali, hanno organizzato le membra delle opere in modo tale che sia le parti separate che l’intero disegno possano armonizzarsi nelle loro proporzioni e simmetria. (Vedi I dieci libri sull’architettura)

Alcuni ritengono che San Paolo sia stato iniziato ai Misteri Dionisiaci, poiché nel decimo versetto del terzo capitolo dei Primi Corinzi si definisce un “capomastro” o adepto: “Secondo la grazia di Dio che mi viene concessa, come saggio capomastro, ho gettato le basi per costruire un edificio “. Come sopravvissuti agli antichi riti dionisiaci, i due diagrammi di Cesariano, che accompagnano questo capitolo, hanno un valore incalcolabile per il moderno architetto mistico.

nell’organizzazione delle facoltà intellettuali di cui è stato dotato; con l’aritmetica non solo è istruito nel mistero dell’ordine universale, ma ottiene anche la chiave per moltitudine, grandezza e proporzione; con la geometria viene iniziato nella matematica della forma, nell’armonia e nel ritmo degli angoli e nella filosofia dell’organizzazione; con la musica gli viene ricordato che l’universo è fondato sulle leggi delle armoniche celesti e che l’armonia e il ritmo sono onnipresenti; con l’astronomia ottiene una comprensione delle immensità del tempo e dello spazio, della relazione corretta tra se stesso e l’universo e della bellezza di quel potere sconosciuto che sta guidando le innumerevoli stelle del firmamento attraverso uno spazio illimitato. Dotato della conoscenza conferita dalla familiarità con le arti e le scienze liberali, lo studioso massone si trova quindi di fronte a pochi problemi ai quali non può far fronte.

GLI ARCHITETTI DIONISIACI

La più celebre delle antiche confraternite di artigiani fu quella degli architetti dionisiaci. Questa organizzazione era composta esclusivamente da iniziati del culto di Bacco-Dioniso ed era particolarmente consacrata alla scienza della costruzione e all’arte della decorazione. Acclamati come custodi di una conoscenza segreta e sacra dell’architettura, i suoi membri furono incaricati della progettazione e della costruzione di edifici e monumenti pubblici. L’eccellenza superlativa del loro lavoro manuale elevò i membri della gilda a una posizione di spicco; erano considerati i maestri artigiani della terra. A causa delle prime danze tenute in onore di Dioniso, fu considerato il fondatore e il patrono del teatro, e i Dionisiaci si specializzarono nella costruzione di edifici adattati per la presentazione di spettacoli drammatici. Nell’orchestra circolare o semicircolare eressero invariabilmente un altare a ylschilo, il famoso poeta greco, che mentre appariva in una delle sue opere teatrali fu sospettato da una folla di spettatori arrabbiati di aver rivelato uno dei segreti profondi dei Misteri e fu costretto a cercare rifugio nell’altare di Dioniso.

Gli architetti Dionisiaci salvaguardarono con tanta cura i segreti della loro arte che esistono solo registrazioni frammentarie dei loro insegnamenti esoterici. John A. Weisse riassume così i magri dati disponibili riguardanti l’ordine:

“Fecero la loro apparizione certamente attorno al 1000 a.C. e sembrano aver goduto di particolari privilegi e immunità. Possedevano anche mezzi segreti di riconoscimento, ed erano uniti da legami speciali noti solo a loro stessi. I più ricchi di questa fraternità erano tenuti a provvedere ai loro fratelli più poveri, che furono divisi in comunità, governati da un Maestro e da Guardiani, e chiamati γυνοικιαι (case collegate), che ogni anno tenevano una grande festa e si tenevano in grande considerazione. I loro cerimoniali erano considerati sacri. è stato affermato che Salomone, su istanza di Hiram, re di Tiro, li impiegò nel suo tempio e nei suoi palazzi. Furono anche impiegati nella costruzione del tempio di Diana a Efeso. Avevano mezzi di intercomunicazione in tutto il mondo allora conosciuto, e da loro, senza dubbio, sorsero le corporazioni dei massoni viaggianti conosciute nel Medioevo. ” (Vedi L’obelisco e la massoneria.)

La confraternita degli Architetti Dionisiaci si diffuse in tutta l’Asia Minore, fino a raggiungere l’Egitto e l’India. Si stabilirono in quasi tutti i paesi confinanti con il Mediterraneo e con l’ascesa dell’Impero romano si fecero strada nell’Europa centrale e persino in Inghilterra. Gli edifici più maestosi e duraturi di Costantinopoli, Rodi, Atene e Roma furono eretti da questi artigiani ispirati. Uno dei più illustri tra loro fu Vitruvio, il grande architetto, famoso come autore del De Architectura Libri Decem. Nelle varie sezioni del suo libro Vitruvio fornisce diversi suggerimenti sulla filosofia alla base del concetto dionisiaco del principio di simmetria applicato alla scienza dell’architettura, come derivato da una considerazione delle proporzioni stabilite dalla Natura tra le parti e i membri del corpo umano. Il seguente estratto di Vitruvio sul tema della simmetria è rappresentativo:

“La progettazione di un tempio dipende dalla simmetria, i cui principi devono essere attentamente osservati dall’architetto. Sono dovuti alla proporzione, in .ναλογία. La proporzione è una corrispondenza tra le misure dei membri di un’intera opera, e dell’interezza a una certa parte selezionata come standard. Da questo risultato i principi di simmetria. Senza simmetria e proporzione non possono esserci principi nella progettazione di alcun tempio. Il corpo umano è così progettato dalla natura che il viso, dal mento alla sommità della fronte e alle radici più basse dei capelli, è una decima parte di tutta l’altezza; la mano aperta dal polso alla punta del dito medio è lo stesso; la testa dal mento alla corona è un ottavo, e con il collo e la spalla dalla parte superiore del petto alle radici più basse dei capelli è un sesto; dalla metà del petto alla sommità della corona è un quarto. Se prendiamo l’altezza della faccia stessa, la distanza dalla parte inferiore del mento al lato inferiore delle narici [e da quel punto] a una linea tra le sopracciglia è la stessa; da lì alle radici più basse dei capelli è un terzo, che comprende la fronte. La lunghezza del piede è un sesto dell’altezza del corpo; l’avambraccio, un quarto; e la larghezza del petto è un quarto. Anche gli altri membri hanno le loro proporzioni simmetriche, ed è stato impiegandole che i famosi pittori e scultori dell’antichità hanno raggiunto una fama grande e senza fine “.

Gli edifici eretti dai Costruttori Dionisiaci erano davvero “sermoni nella roccia”. Sebbene incapaci di comprendere appieno i principi cosmici così incarnati in questi capolavori dell’ingegno e dell’industria umana, anche i non iniziati furono invariabilmente sopraffatti dal senso di maestosità e simmetria risultante dal perfetto coordinamento di pilastri, campate, archi e cupole. Con variazioni nei dettagli di dimensioni, materiale, tipo, disposizione, ornamenti e colore, questi costruttori ispirati credevano che fosse possibile provocare nella natura dello spettatore determinate distinte reazioni mentali o emotive. Vitruvio, ad esempio, descrive la disposizione dei vasi di bronzo intorno a una stanza in modo da produrre alcuni cambiamenti definiti nel tono e nella qualità della voce umana. Allo stesso modo, ogni camera dei Misteri attraverso la quale il candidato passava aveva la sua acustica peculiare. Così in una camera la voce del prete venne amplificata fino a che le sue parole non fecero vibrare la stanza stessa, mentre in un’altra la voce fu ridotta e ammorbidita a tal punto da sembrare un tintinnio distante di campane d’argento. Ancora una volta, in alcuni passaggi sotterranei il candidato apparentemente era privo del potere della parola, poiché sebbene avesse gridato a squarciagola non si udiva nemmeno un sussurro nelle orecchie. Dopo aver fatto qualche passo, tuttavia, avrebbe scoperto che il suo sospiro più dolce sarebbe stato amplificato cento volte.

L’ambizione suprema degli architetti Dionisiaci era la costruzione di edifici che avrebbero creato impressioni distinte coerenti con lo scopo per cui la struttura stessa era stata progettata. In comune con i Pitagorici, credevano che le combinazioni di linee rette e curve inducessero qualsiasi atteggiamento o emozione mentale desiderati. Lavorarono, quindi, al fine di produrre un edificio perfettamente in armonia con la struttura dell’universo stesso. Credevano anche che un edificio così costruito perché non era in alcun modo in contrasto con qualsiasi realtà esistente non sarebbe stato soggetto a dissoluzione ma avrebbe resistito per sempre. Come logica deduzione dalla loro tendenza filosofica al pensiero, un simile edificio – in rapporto con il Cosmo – sarebbe anche diventato un oracolo. Alcuni primi lavori sulla filosofia magica suggeriscono che l’Arca dell’Alleanza aveva un carattere oracolare a causa delle camere appositamente preparate al suo interno. Queste per la loro forma e disposizione erano così in sintonia con le vibrazioni del mondo invisibile che catturarono e amplificarono le voci dei secoli impresse ed eternamente esistenti nella sostanza della luce astrale.

Non essendo esperti in queste antiche sottigliezze, gli architetti moderni spesso creano assurdità architettoniche che inducono i loro creatori a arrossire di vergogna se comprendessero la loro effettiva importanza simbolica. Pertanto, gli emblemi fallici sono sparsi in abbondanza tra gli ornamenti di banche, uffici e grandi magazzini. Le chiese cristiane possono anche essere sormontate da cupole brahaminiche o mohammediane o essere progettate in uno stile adatto per una sinagoga ebraica o per un tempio greco per Plutone. Queste incongruenze possono essere considerate banali in importanza dal progettista moderno, ma per lo psicologo addestrato lo scopo per cui è stato eretto un edificio è frustrato in larga misura dalla presenza di tali discordanze architettoniche. Vitruvio definisce così il principio di proprietà come concepito e applicato dai Dionisiaci:

“La proprietà è quella: la perfezione dello stile che viene quando un’opera è costruita autorevolmente su principi approvati. Deriva dalla prescrizione (θεματισμῷ) greca, dall’uso o dalla natura. Dalla prescrizione, nel caso di edifici ipetrali, aperta al cielo , in onore di Giove Fulmine, il Cielo, il Sole o la Luna: poiché questi sono dei le cui apparenze e manifestazioni vediamo davanti ai nostri occhi nel cielo quando è senza nuvole e luminoso. I templi di Minerva, Marte ed Ercole saranno dorici, poiché la forza virile di questi dei rende la delicatezza del tutto inappropriata per le loro case. Nei templi di Venere, Flora, Proserpina, l’ordine corinzio avrà un significato peculiare, perché queste sono divinità delicate e quindi i contorni saranno piuttosto sottili, i suoi fiori, le foglie e le volute ornamentali presteranno la proprietà dove è dovuto. La costruzione di templi dell’ordine ionico a Giunone, Diana, Bacco e agli altri dei di quel tipo, saranno in armonia con la posizione centrale che mantengono; poiché la costruzione di tale edificio sarà una combinazione appropriata della severità del dorico e della delicatezza del corinzio. ”

Joseph Da Costa dichiara che i riti dionisiaci erano stati fondati sulla scienza dell’astronomia, che per gli iniziati di questo ordine era correlata all’arte muratoria. In vari documenti che trattano dell’origine dell’architettura si trovano indizi secondo cui i grandi edifici eretti da questi artigiani iniziati si basavano su motivi geometrici derivati ​​dalle costellazioni. Pertanto, un tempio potrebbe essere progettato secondo la costellazione di Pegaso o una corte modellata sulla costellazione della Bilancia. I Dionisiaci svilupparono un codice peculiare grazie al quale furono in grado di comunicare tra loro di nascosto e sia i simboli che la terminologia della loro corporazione derivarono, principalmente, dagli elementi dell’architettura.

Sebbene stigmatizzati come pagani a causa dei loro principi filosofici, è degno di nota che questi artigiani dionisiaci furono impiegati quasi universalmente nell’erezione di abbazie e cattedrali paleocristiane, le cui pietre fino ad oggi portano segni distintivi e simboli tagliati sulla loro superficie da questi costruttori illustri. Tra le sculture ornate sui fronti delle grandi chiese del Vecchio Mondo si trovano spesso rappresentazioni di compassi, squadre, mazze e gruppi di strumenti dei costruttori abilmente incorporati nelle decorazioni murali e persino messi nelle mani delle effigi dei santi e profeti in piedi in nicchie. Un grande mistero era contenuto negli antichi portali della Cattedrale di Notre Dame che furono distrutti durante la Rivoluzione francese, poiché tra le loro sculture vi erano numerosi emblemi rosacroce e massonici; e secondo i registri conservati dagli alchimisti che studiavano i loro bassorilievi, i processi segreti per la trasmutazione metallica erano esposti nelle loro figure grottesche ma molto significative.

Il pavimento a scacchiera su cui si trova la moderna loggia massonica è la vecchia scacchiera degli architetti dionisiaci, e mentre l’organizzazione moderna non è più limitata alle corporazioni degli operai conserva ancora nei suoi simboli le dottrine metafisiche dell’antica società di cui è presumibilmente l’espansione. L’investigatore dell’origine del simbolismo massonico che desidera tracciare lo sviluppo dell’ordine attraverso i secoli troverà un suggerimento pratico nella seguente dichiarazione di Charles W. Heckethorn:

“Ma considerando che la massoneria è un albero le cui radici si diffondono in così tanti terreni, ne consegue che tracce di essa devono essere trovate nei suoi frutti; che il suo linguaggio e i suoi rituali conservano gran parte delle varie sette e istituzioni che ha attraversato prima di arrivare allo stato attuale, e nella Massoneria possiamo incontrare idee indiane, egiziane, ebraiche e cristiane, termini da cui deriva l’ambizione suprema della loro arte e dei loro simboli “. (Vedi Le società segrete di tutte le età e paesi.)

Il “collegio” romano di abili architetti apparentemente era una suddivisione del maggiore corpo ionico, i cui principi e organizzazione erano praticamente identici alla vecchia istituzione ionica. Si sospetta che anche i dionisiachi abbiano influenzato profondamente la prima cultura islamica, poiché parte del loro simbolismo si è fatto strada nei Misteri dei dervisci. Un tempo i Dionisiaci si riferivano a se stessi come Figli di Salomone e uno dei più importanti dei loro simboli era il Sigillo di Salomone – due triangoli intrecciati. Questo motivo è spesso visto in parti cospicue delle moschee maomettane. Si ritiene che i Cavalieri Templari – abbiano contattato questi architetti dionisiaci e introdotto molti dei loro simboli e dottrine nell’Europa medievale. Ma la massoneria deve soprattutto al culto dionisiaco la grande massa dei suoi simboli e rituali che sono legati alla scienza dell’architettura. Da questi antichi e illustri artigiani la Massoneria ha anche ricevuto in eredità il tempio incompiuto della civilta`, quella vasta e invisibile struttura su cui questi iniziati costruttori hanno lavorato continuamente fin dall’inizio della loro fraternità. Questo possente edificio, che è caduto e ricostruito di volta in volta ma le cui basi rimangono impassibili, è la vera casa eterna di cui il tempio sulla cima del Monte Moriah era solo un simbolo impermanente.

A parte l’aspetto operativo del loro ordine, gli architetti Dionisiaci avevano un codice filosofico speculativo. La società umana era considerata un blocco grezzo, cesellato dalla cava della Natura elementare. Questo blocco grezzo era il vero oggetto su cui lavoravano questi abili artigiani: lucidandolo, squadrandolo e con l’aiuto di raffinate incisioni trasformandolo in un miracolo di bellezza. Mentre i mistici liberavano le loro anime dalla schiavitù della materia mediante la meditazione e i filosofi trovavano la loro più acuta gioia nelle profondità del pensiero, questi maestri operai ottennevano la liberazione dalla Ruota della Vita e della Morte imparando a far oscillare i loro martelli con lo stesso ritmo che muove il vortice delle forze cosmiche. Venerarono la Divinità sotto le spoglie di un grande architetto e maestro artigiano che raccoglie pietre ruvide dai campi dello spazio e li trasforma in universi. I dionisiaci affermarono che la costruttività era l’espressione suprema dell’anima e, sintonizzandosi con i processi naturali costruttivi sempre visibili che accadevano attorno a loro, credevano che l’immortalità potesse essere raggiunta diventando così parte degli agenti creativi della Natura.

SALOMONE, LA PERSONIFICAZIONE DELLA SAGGEZZA UNIVERSALE

Il nome Salomone può essere diviso in tre sillabe, SOL-OM-ON, che simboleggiano luce, gloria e verità collettivamente e rispettivamente. Il Tempio di Salomone è, quindi, prima di tutto “la Casa della Luce Eterna”, il cui simbolo terreno è il tempio di pietra sul fronte del Monte Moriah. Secondo gli insegnamenti del Mistero, ci sono tre Templi di Salomone – in quanto vi sono tre Gran Maestri, tre Testimoni e tre Tabernacoli della Trasfigurazione. Il primo tempio è la Grande Casa dell’Universo, in mezzo al quale si trova il sole (SOL) sul suo trono d’oro. I dodici segni zodiacali come compagni artigiani si radunano attorno al loro splendente signore. Tre luci – la stellare, la solare e la lunare – illuminano questo tempio cosmico. Accompagnato dal suo seguito di pianeti, lune e asteroidi, questo Re Divino (Salomone), la cui gloria nessun monarca terrestre potrà mai eguagliare, passa con maestosita` lungo i viali dello spazio. Mentre CHiram rappresenta la luce fisica attiva del sole, SOLomon indica la sua effulgenza invisibile ma onnipotente, spirituale e intellettuale.

Il secondo tempio simbolico è il corpo umano, la Casetta creata a immagine della Grande Casa Universale. “Non sapete”, chiese l’apostolo Paolo, “che siete il tempio di Dio e che lo Spirito di Dio dimora in voi?” La massoneria all’interno di un tempio di pietra non può essere altro che speculativa, ma la massoneria all’interno del tempio vivente del corpo è operativa. Il terzo tempio simbolico è la Casa Solare, una struttura invisibile, la cui comprensione è un supremo arcano massonico. Il mistero di questo edificio immateriale è nascosto sotto l’allegoria del Soma Psuchicon, o indumento nuziale descritto da San Paolo, le vesti della gloria del sommo sacerdote di Israele, la veste gialla del monaco buddista e la veste blu oro a cui Albert Pike si riferisce nel suo simbolismo. L’anima, costruita da un’invisibile sostanza ignea, un metallo dorato fiammeggiante, viene lanciata dal Maestro Operaio, Chiram Abiff, nello stampo di argilla (il corpo fisico) e si chiama Mare Fuso. Il tempio dell’anima umana è costruito da tre Maestri massoni che personificano Saggezza, Amore e Servizio e, quando costruito secondo la Legge della Vita, lo spirito di Dio dimora nel Luogo Santo. Il tempio Solare è la vera casa eterna, e colui che può costruirla

IL MISTERO DEL MICROCOSMO.

Ridisegnato dall’edizione Cesariano di Vitruvio.

Qui è raffigurata la misteriosa Parola di Platone che è stata crocifissa nello spazio prima della fondazione del mondo. L’autore anonimo del Canone scrive:

“Il Logos o anima del mondo, secondo Platone, il greco Hermes e il Cristo, secondo gli gnostici cristiani, sono tutti uguali all’ebreo Adam Kadmon, che è la seconda persona della triade cabalistica. Cyllenian Hermes, descritto da Ippolito, ricorda esattamente l’uomo minore trovato nell’edizione Cesariana di Vitruvio, che possono essere legittimamente considerati identici. “

Dopo aver collegato la figura a Dioniso a causa delle foglie di vite avvolte nei capelli, lo stesso scrittore conclude: “Qui abbiamo chiaramente e distintamente una curiosa sopravvivenza della divinità cosmica della Grecia, copiata e sfigurata dai rozzi disegnatori del Medioevo, ma fedelmente preservata e riconoscibile fino all’ultimo “. Figure simili si trovano nella De Occulta Philosophia di Agrippa. Come negli schemi di Cesariano, tuttavia, la chiave fornita per la loro interpretazione è molto inadeguata. Agrippa dichiara che, essendo un tipo di mondo inferiore, l’uomo contiene in sé tutti i numeri, misure, pesi, movimenti ed elementi. La dottrina segreta della massoneria, come quella degli architetti dionisiaci, si occupa principalmente dello sforzo di misurare o stimare filosoficamente le parti e le proporzioni del microcosmo, in modo che dalla conoscenza derivata da ciò si possa realizzare l’ambizione suprema della loro arte … la creazione di un uomo perfetto.

e` un vero maestro massone! Gli scrittori massonici meglio informati hanno capito che il Tempio di Salomone è una rappresentazione in miniatura del Tempio universale. A questo proposito, A. E. Waite, in Una nuova enciclopedia di massoneria, scrive: “Ha un carattere macrocosmico, quindi il Tempio è un simbolo dell’universo, un tipo di manifestazione stessa”.

Salomone, lo Spirito dell’illuminazione universale – mentale, spirituale, morale e fisica – è personificato nel re di una nazione terrena. Mentre un grande sovrano con quel nome potrebbe aver costruito un tempio, colui che considera la storia esclusivamente dal suo punto di vista storico non capira` mai la vicenda in modo completo. Vi sono simboli superficiali, allegorie e gradi che non hanno una parte legittima nei Misteri massonici originali.

Secondo gli antichi Rabbini, Salomone era un iniziato delle scuole del Mistero e il tempio che costruì era in realtà una casa di iniziazione contenente accumuli di filosofi pagani ed emblemi fallici. I melograni, le colonne con il capitello a palma, i pilastri davanti alla porta, i cherubini babilonesi e la disposizione delle camere e dei drappeggi indicano che il tempio era stato modellato secondo i santuari di Egitto e Atlantide. Isaac Myer, in The Qabbalah, fa la seguente osservazione:

“Lo pseudo-Clemente di Roma, scrive:” Dio ha fatto l’uomo maschio e femmina. Il maschio è Cristo: la femmina, la Chiesa “. I cabalisti chiamarono lo Spirito Santo, la madre e la Chiesa di Israele, la Figlia. Salomone incise sulle pareti del suo Tempio, somiglianze dei principi maschili e femminili, per adumare questo mistero; tali, si dice, erano le figure dei cherubini. Questo, tuttavia, non era in obbedienza alle parole della Torà. Erano simbolici dell’Alto, dello spirituale, del primo o del creatore, del positivo o del maschio e del Basso, del passivo, del negativo o della femmina, formato o realizzato dal primo “.

La massoneria arrivò nel Nord Africa e in Asia Minore dal continente perduto di Atlantide, non sotto il suo nome attuale ma piuttosto sotto la designazione generale dell’adorazione del sole e del fuoco. Gli antichi Misteri non cessarono di esistere quando il cristianesimo divenne la religione più potente del mondo. Pan non è morto! La massoneria è la prova della sua sopravvivenza. I Misteri precristiani assumevano semplicemente il simbolismo della nuova fede, perpetuando attraverso i suoi emblemi e allegorie le stesse verità che erano state proprietà dei saggi fin dall’inizio del mondo. Non esiste una vera spiegazione, quindi, per i simboli cristiani, salvo ciò che è nascosto nella filosofia pagana. Senza le misteriose chiavi portate dai gerofanti dei culti egiziani, bramini e persiani non è possibile aprire le porte della Saggezza. Considera con spirito riverente, quindi, la sublime allegoria del Tempio e dei suoi Costruttori, rendendoti conto che sotto la sua interpretazione letterale si nasconde un Segreto Reale.

Secondo le leggende talmudiche, Salomone comprese i misteri della Cabala. Era anche un alchimista e un negromante, essendo in grado di controllare i demoni, e da loro e da altri abitanti dei mondi invisibili si assicurò gran parte della sua saggezza. Nella sua traduzione di Clavicula Salomonis, o La chiave di Salomone il re, un’opera che presumibilmente svela i segreti magici raccolti da Salomone e usati da lui nella evocazione degli spiriti e che, secondo Frank C. Higgins, contiene molti punti di vista sui rituali massonici di iniziazione, SL MacGregor-Mathers riconosce la probabilità che il re Salomone fosse un mago nel pieno senso di quella parola. “Non vedo alcun motivo per dubitare”, afferma, “della tradizione che assegna la paternità della “Chiave” al re Salomone, poiché tra gli altri Giuseppe Flavio, lo storico ebreo, menziona soprattutto le opere magiche attribuite a quel monarca; questo è confermato da molte tradizioni orientali e la sua abilità magica è spesso menzionata in mille e una notte “.

Riguardo ai poteri soprannaturali di Salomone, Giuseppe Flavio scrive nel suo ottavo libro delle antichità degli ebrei:

“Ora la sagacia e la saggezza che Dio aveva conferito a Salomone erano così grandi che superava gli antichi, tanto da non essere affatto inferiore agli egiziani, che si dice siano stati al di là di tutti gli uomini nella comprensione; * * * Dio gli ha anche permesso di apprendere quell’abilità con cui espelleva i demoni, la quale era per lui una scienza utilissima.

Gli alchimisti medievali erano convinti che il re Salomone comprendesse i processi segreti di Hermes per mezzo dei quali era possibile moltiplicare i metalli. Il Dr. Bacstrom scrive che lo Spirito Universale (Chiram) aiutò il re Salomone a costruire il suo tempio, perché Salomone, saggio nella saggezza dell’alchimia, sapeva come controllare questa essenza incorporea e, utilizzandola per i suoi scopi, fece sì che l’universo invisibile fornisse lui grandi quantità di oro e argento che la maggior parte della gente credeva fossero estratti con metodi naturali.

I misteri della fede islamica sono ora sotto la custodia dei dervisci – uomini che, rinunciando alla mondanità, hanno resistito alla prova di mille e uno giorni di tentazione. Jelal-ud-din, il grande poeta e filosofo sufico persiano, è accreditato per aver fondato l’Ordine di Mevlevi, o i “dervisci danzanti”, i cui movimenti significano esotericamente i moti dei corpi celesti e si traducono esotericamente nello stabilire un ritmo che stimola i centri della coscienza spirituale all’interno del corpo del ballerino.

“Secondo il canone mistico, ci sono sempre sulla terra un certo numero di uomini santi che sono ammessi all’intima comunione con la Divinità. Chi occupa la posizione più alta tra i suoi contemporanei è chiamato” Asse “(Qūtb) o” Polo ” “del suo tempo. * * * Subordinato al Qūtb sono due esseri santi che portano il titolo di “I fedeli”, e sono assegnati rispettivamente posti alla sua destra e alla sinistra. Sotto di essi c’è un quartetto di “Intermediari”(Evtād ) e successivamente su piani inferiori ci sono cinque “Luci” (Envār) e sette “Molto buoni” (Akhyār). Il livello successivo è riempito da quaranta “Assenti” (Rijal-i-ghaib), chiamati anche “Martiri” (Shuheda). Quando un ‘Asse’ abbandona questa esistenza terrena, gli succede il “Fedele” che ha occupato il posto alla sua destra. * * *

L’Asse è un individuo misterioso che, sconosciuto e insospettato, si confonde con l’umanità e che, secondo la tradizione, ha il suo posto preferito sul tetto della Caaba. J. P. Brown, in I Dervisci, dà una descrizione di queste “Anime Maestre”.

IL PREZIOSO PATRIMONIO DELLA MASSONERIA

Il sanctum sanctorum della massoneria è ornato dai gioielli gnostici di mille secoli; i suoi rituali suonano con le parole divinamente ispirate di veggenti e saggi. Cento religiosi hanno portato i loro doni di saggezza al suo altare; le arti e le scienze innumerevoli hanno contribuito al suo simbolismo. La massoneria è un’università mondiale, che insegna le arti e le scienze liberali dell’anima a tutti coloro che ascolteranno le sue parole. Le sue sedie sono sedi dell’apprendimento e i suoi pilastri sostengono un arco di educazione universale. I suoi trespoli sono inscritti con le verità eterne di tutte le epoche e in coloro che comprendono le sue sacre profondità ha mostrato che all’interno dei Misteri della Massoneria si nascondono gli arcani perduti cercati da tutti i popoli dalla genesi della ragione umana.

Il potere filosofico della massoneria sta nei suoi simboli – la sua inestimabile eredità nelle scuole del mistero dell’antichità. In una lettera a Robert Freke Gould, Albert Pike scrive:

“Cominciò a modellarsi nella mia visione intellettuale in qualcosa di più imponente e maestoso, solennemente misterioso e grandioso. Speravo che le Piramidi nella loro solitudine, nascondessero ancora, per l’illuminazione delle generazioni future, il libri sacri degli egiziani, così a lungo persi nel mondo; come la Sfinge sepolta per metà nel deserto. Nel suo simbolismo, e nel suo spirito di fratellanza possiamo trovare la sua essenza, la massoneria è più antica di qualsiasi altra religione vivente del mondo.

Sebbene i templi di Tebe e Karnak siano ora solo maestosi cumuli di pietre rotte e maltrattate dal tempo, lo spirito della filosofia egizia marcia ancora trionfante nei secoli. Sebbene i santuari scavati nella roccia degli antichi Brahmini siano ora abbandonati e le loro sculture si siano sbriciolate nella polvere, la saggezza dei Veda persiste. Sebbene gli oracoli siano messi a tacere e la Casa dei Misteri sia ora solo file di colonne spettrali, brilla ancora la gloria spirituale di Hellas con lucentezza non diminuita. Sebbene Zoroastro, Ermes, Pitagora, Platone e Aristotele non siano altro che oscuri ricordi in un mondo un tempo scosso dalla trascendenza del loro genio intellettuale, ancora nel mistico tempio della Massoneria questi uomini-dio vivono di nuovo nelle loro parole e simboli; e il candidato, passando attraverso le iniziazioni, si sente faccia a faccia con questi illuminati gerofanti di giorni lontani.

Gli insegnamenti segreti di tutte le ere: Bacone,Shakespeare e i Rosacroce

Si considera l’attuale polemica Bacone – Shakespeare – Rosacroce non per il vano scopo di scavare le ossa dei morti, ma piuttosto nella speranza che un’analisi critica aiuti nella riscoperta di quella conoscenza perduta da quando gli oracoli sono stati ridotti al silenzio. Fu W. F. C. Wigston che chiamò il Bardo di Avon “il fantasma Capitano Shakespeare, la maschera rosacrociana”. Ciò costituisce una delle affermazioni più significative relative alla controversia tra Bacone -Shakespeare.

È abbastanza evidente che William Shakespeare non poteva, senza aiuto, produrre gli scritti immortali che portano il suo nome. Non possedeva la necessaria cultura letteraria, poiché la città di Stratford, dove era statu allevato, non conteneva una scuola in grado di impartire le più alte forme di apprendimento riflesse negli scritti a lui attribuiti. I suoi genitori erano analfabeti e nella sua prima età manifestò un totale disprezzo per lo studio. Esistono solo sei esempi noti di calligrafia di Shakspere. Tutte sono firme e tre di loro sono nel suo testamento. Il metodo scarabocchiato e incerto della loro esecuzione suggerisce che Shakespeare mancasse di familiarità con l’uso di una penna, ed è ovvio che ha copiato una firma preparata per lui o che la sua mano è stata guidata mentre scriveva. Non sono stati scoperti manoscritti autografi dei drammi o sonetti “shakespeariani”, né esiste una tradizione che li riguardi oltre alla dichiarazione fantastica ed impossibile che appare nella prefazione del Grande Foglio.

Una biblioteca ben fornita sarebbe una parte essenziale dell’attrezzatura di un autore le cui produzioni letterarie dimostrano che conosceva la letteratura di tutte le epoche, tuttavia non vi è alcuna registrazione che Shakespeare abbia mai posseduto una biblioteca, né menziona libri nella sua volontà. Commentando l’analfabetismo noto della figlia di Shakspere, Judith, la quale a ventisette anni era a malapena in grado di fare la sua firma, Ignazio Donnelly dichiara incredibile che William Shakespeare se e` vero che scrive i suoi drammi, avrebbe permesso a sua figlia di raggiungere la femminilità e sposarsi senza poter leggere una riga degli scritti che avevano reso il padre ricco e famoso a livello locale.

E` stata sollevata un’altra domanda, “Dove William Shakspere si e`assicurato la sua conoscenza del moderno francese, italiano, spagnolo e danese, per non parlare dei classici latino e greco?” Perché, nonostante la rara discriminazione con cui il latino viene usato dall’autore delle commedie shakespeariane, Ben Jonson, che conosceva intimamente Shakspere, dichiarò che l’attore di Stratford capiva “poco di latino e ancor meno di greco”! Non è strano che non esista alcuna registrazione di William Shakspere riguardo al fatto che abbia avuto un ruolo di protagonista nei famosi drammi che avrebbe dovuto scrivere o in altri prodotti dalla compagnia di cui era membro?

Nonostante la sua dichiarata avidita`, Shakespeare apparentemente non fece alcuno sforzo durante la sua vita per controllare o ottenere compensi dagli spettacoli recanti il suo nome, molti dei quali furono prima pubblicati in modo anonimo. Per quanto è possibile accertare, nessuno dei suoi eredi fu coinvolto in alcun modo nella stampa del Primo Folio dopo la sua morte, né ne trasse beneficio finanziario. Se fosse stato il loro autore, i manoscritti e gli spettacoli inediti di Shakespeare avrebbero certamente costituito i suoi beni più preziosi, eppure la sua volontà – pur facendo speciale disposizione del suo secondo letto e della sua “grande boccia d’argento” né menziona né indica che possedeva qualsiasi produzione letteraria.

Mentre i Folios e i Quartos di solito sono firmati “William Shakespeare”, tutti gli autografi noti dell’attore di Stratford recitavano “William Shakspere”. Questo cambiamento nell’ortografia contiene qualche significato finora trascurato? Inoltre, se gli editori del primo Folio shakespeariano venerassero il loro attore così come le loro affermazioni in quel volume indicherebbero, perché, come se ironizzassero nell’allusione a uno scherzo che stavano perpetrando, posero un’evidente sua caricatura sul frontespizio?

Anche alcune assurdità nella vita privata di Shakespeare sono inconciliabili. Pur presumibilmente al culmine della sua carriera letteraria, era in realtà impegnato ad acquistare il malto, per un business della birra! Immaginate anche l’immortale Shakspere – l’autore del Mercante di Venezia – lavorare come usuraio! Tra coloro che dovevano modeste somme di denaro a Shakespeare c’era un altro paesano – uno di nome Philip Rogers – che ha citato in giudizio per un prestito non pagato di due scellini, o circa quarantotto centesimi! In breve, non c’è nulla di conosciuto nella vita di Shakespeare che giustifichi l’eccellenza letteraria a lui imputata.

Gli ideali filosofici promulgati attraverso i drammi shakespeariani dimostrano chiaramente che il loro autore aveva una profonda familiarità con certe dottrine e principi peculiari del rosacrocianesimo; infatti la profondità delle produzioni shakespeariane elevano il loro creatore ad uno degli illuminati dei secoli. La maggior parte di coloro che cercano una soluzione per la polemica Bacone-Shakespeare sono stati intellettualisti. Nonostante le loro conquiste accademiche, hanno trascurato la parte importante del trascendentalismo nelle conquiste filosofiche dei secoli. I misteri della superfisica sono inspiegabili per il materialista, il cui addestramento non gli consente di stimare l’estensione delle loro ramificazioni e complessità. Eppure chi, se non un platonico, un Qabbalista o un Pitagorico, avrebbe potuto scrivere La Tempesta, Macbeth, Amleto o La tragedia di Cymbeline? Chi, se non uno profondamente esperto di saperi paraconsiani, avrebbe potuto concepire, Sogno di una notte di mezza estate?

Padre della scienza moderna, rimodellatore

GIOIELLO LUCI E OMBRE DELLE A.

Da Re Riccardo Secondo di Shakespeare, Quarto del 1597.

Il copricapo ornamentale mostrato sopra è stato a lungo considerato una firma baconiana o rosacrociana. Luci e ombre delle A appare in diversi volumi pubblicati da emissari dei Rosa-Croce. Se la figura sopra viene confrontata con quella degli Alciati Emblemata nelle pagine seguenti, l’uso criptico delle due A sarà ulteriormente dimostrato.

LA PAGINA DEL TITOLO DI “ANATOMIA DELLA MELANCHOLIA” DI BURTON.

Da anatomia della malinconia di Burton.

Gli esperti baconiani dichiarano che l’Anatomia della malinconia di Burton è in realtà un album di Francis Bacon in cui raccolse strani e rari frammenti di conoscenza durante i molti anni di vita piena di eventi. Da tempo si suppone che questo frontespizio contenga un messaggio criptico. La chiave di questo cifrario è la figura di punta del maniaco nell’angolo in basso a destra del disegno. Secondo la signora Elizabeth Wells Gallup, il globo celeste al quale punta il maniaco è un criptico simbolo di Sir Francis Bacon. I segni planetari che appaiono nelle nuvole di fronte alle figure marginali 4, 5 ;, 6 e 7 indicano le configurazioni planetarie, che producono le forme di mania rappresentate. L’uomo seduto, con la testa appoggiata sulla mano. è dichiarato dagli appassionati di Bacone essere la rappresentazione di Sir Francis Bacon.

della legge moderna, redattore della Bibbia moderna, protettore della democrazia moderna e uno dei fondatori della moderna massoneria, Sir Francis Bacon era un uomo con molti scopi. Era un rosacrociano, Se non proprio il Padre illustre C.R.C. a cui si fa riferimento nei manifesti rosacrociani, fu certamente un alto iniziato dell’Ordine Rosacrociano, ed è la sua attività in relazione a questo corpo segreto che è di primaria importanza per gli studenti di simbolismo, filosofia e letteratura.

Decine di volumi sono stati scritti per stabilire se Sir Francis Bacon fosse il vero autore delle commedie e dei sonetti comunemente attribuiti a William Shakespeare. Una considerazione imparziale di questi documenti non può che convincere la mente aperta della verosimiglianza della teoria baconiana. Infatti quegli appassionati che per anni hanno faticato a identificare Sir Francis Bacon come il vero “Bardo di Avon” avrebbero potuto vincere da tempo il loro caso se avessero enfatizzato la sua più importante prospettiva, cioè che Sir Francis Bacon, l’iniziato rosacrociano, scrisse nelle opere shakesperiane gli insegnamenti segreti della Fraternità dei RC e i veri rituali dell’Ordine dei Massoni, di cui si può ancora scoprire che era il vero fondatore. Un mondo sentimentale, tuttavia, non ama rinunciare a un eroe tradizionale, sia per risolvere una polemica o per correggere un torto. Tuttavia, se si può dimostrare che estrapolando l’indovinello possono essere scoperte informazioni di valore pratico per l’umanità, allora le migliori menti del mondo coopereranno nell’impresa. La polemica Bacon-Shakespaere, come i suoi sostenitori più capaci comprendono, coinvolge gli aspetti più profondi della scienza, della religione e dell’etica; colui che risolve il suo mistero può ancora trovare in esso la chiave della presunta saggezza perduta dell’antichità.

Fu in riconoscimento dei successi intellettuali di Bacone quando Re Giacomo gli consegnò i manoscritti dei traduttori di quella che è ora conosciuta come la Bibbia per il presunto scopo di controllarli, modificarli e rivederli. I documenti sono rimasti nelle sue mani per quasi un anno, ma non si hanno informazioni su ciò che è accaduto in quel momento. Riguardo a questo lavoro, William T. Smedley scrive: “Alla fine si dimostrerà che l’intero schema della versione autorizzata della Bibbia era di Francis Bacon”. (Vedi Il mistero di Francis Bacon.) La prima edizione della Bibbia di Re Giacomo contiene un criptico messaggio baconiano. Bacon crittograficamente nascondeva nella Bibbia autorizzata ciò che non osava rivelare letteralmente nel testo – la chiave segreta rosacrociana del cristianesimo mistico e massonico?

Sir Francis Bacon possedeva indiscutibilmente la gamma di conoscenze generali e filosofiche necessarie per scrivere i drammi e i sonetti shakespeariani, poiché di solito si ammette che era un compositore, un avvocato e un linguista. Il suo cappellano, il dottor William Rawley e Ben Jonson attestano entrambi i suoi successi filosofici e poetici. Il primo paga a Bacon questo straordinario tributo: “Sono stato portato a pensare che se ci fosse stato un raggio di conoscenza derivato da Dio su qualsiasi uomo in questi tempi moderni, era su di lui, anche se era un grande lettore di libri, eppure la sua conoscenza non derivava dai libri, ma da alcuni motivi e nozioni dall’interno di se stesso. “(Vedi Introduzione al Risuscitato).

Sir Francis Bacon, essendo non solo un abile avvocato, ma anche un cortigiano raffinato, possedeva anche quella profonda conoscenza del diritto parlamentare e l’etichetta della corte reale rivelata nei drammi shakespeariani che difficilmente sarebbero stati acquisiti da un uomo nella umile posizione di l’attore di Stratford. Lord Verulam visitò inoltre molti dei paesi stranieri che facevano da sfondo alle rappresentazioni teatrali e fu quindi in grado di creare l’autentica atmosfera locale in esso contenuta, ma non vi è alcuna testimonianza che William Shakespeare abbia mai viaggiato fuori dall’Inghilterra.

La magnifica biblioteca raccolta da Sir Francis Bacon conteneva gli stessi volumi necessari per fornire citazioni e aneddoti incorporati nei drammi shakespeariani. Molte delle opere teatrali, infatti, sono state tratte da grafici di precedenti scritti di cui all’epoca non esisteva una traduzione in inglese. A causa delle sue acquisizioni scolastiche, Lord Verulam avrebbe potuto leggere i libri originali; è molto improbabile che William Shakespeare possa averlo fatto.

Esiste una prova crittografica abbondante che Bacon era interessato alla produzione dei drammi shakespeariani. Il numero di codice di Sir Francis Bacon era 33. Nella prima parte di Re Enrico IV, la parola “Francesco” appare 33 volte su una pagina. Per raggiungere questo scopo erano necessarie frasi imbarazzanti come: “Anon Francis? No Francis, ma domani Francis: o Francis, giovedì: o davvero Francis quando vuoi, ma Francis.”

In tutto il Folio e il Quartos shakespeariano compaiono decine di firme acrostiche. La forma più semplice dell’acrostico è quella in cui un nome – in questi casi Bacon – era nascosto nelle prime lettere di ogni riga. In La Tempesta, Atto I, Scena 2, appare un sorprendente esempio dell’acrostico baconiano:

“Begun to tell me what I am, but stopt
And left me to a bootelesse Inquisition,
Concluding, stay: not yet.

La prima lettera della prima e della seconda riga insieme alle prime tre lettere della terza riga formano la parola BACon. Acrostici simili appaiono frequentemente negli scritti riconosciuti di Bacon.

Il tenore dei drammi shakespeariani è politicamente in armonia con i punti di vista riconosciuti di Sir Francis Bacon, i cui nemici sono spesso caricaturali nelle commedie. Allo stesso modo, le loro sottocorrenti religiose, filosofiche e educative riflettono tutte le sue opinioni personali. Non solo queste marcate somiglianze di stile e terminologia esistono negli scritti di Bacon e nei drammi shakespeariani, ma ci sono anche alcune inesattezze storiche e filosofiche comuni a entrambe, come le identiche erratezze di Aristotele.

“Comprendendo evidentemente che il futuro avrebbe svelato il suo pieno genio, Lord Verulam nel suo testamento lasciò la sua anima a Dio sopra le oblazioni del suo Salvatore, il suo corpo da seppellire oscuramente, il suo nome e la memoria ai discorsi di carità degli uomini, alle nazioni straniere, a Anni successivi, e ai suoi compatrioti, dopo che un po ‘ di tempo fosse trascorso. Questa parte che appare in corsivo fu cancellata da Bacon, apparentemente temendo che avesse detto troppo.

Che il sotterfugio di Sir Francis Bacon fosse noto a un gruppo limitato durante la sua vita è abbastanza evidente. Di conseguenza, in molti volumi del diciassettesimo secolo si possono trovare spunti vaghi riguardo al vero autore dei drammi shakespeariani. A pagina 33 (numero di cifratura di Bacon) dell’edizione 1609 di Tesoreria o Magazzino di Robert Cawdry

UN FIRMA BACONIANA.

Da Alciati Emblemata.

Il curioso volume da cui è tratta questa figura è stato pubblicato a Parigi nel 1818. L’attenzione dello studente baconiano è immediatamente attratta dalla forma del maiale in primo piano. Bacon usava spesso questo animale come un gioco di parole sul suo stesso nome, specialmente perché il nome Bacon era derivato dal termine beech (faggio) e il seme di questo albero era usato per ingrassare i maiali. I due pilastri sullo sfondo hanno un notevole interesse massonico. Le due A che si trovano quasi al centro dell’immagine – una in luce e l’altra ombreggiata – sono prove quasi conclusive dell’influenza baconiana. La prova più convincente, tuttavia, è il fatto che 17 è l’equivalente numerico delle lettere della firma latina di Bacon (F. Baco) e ci sono 17 lettere nelle tre parole che compaiono nell’illustrazione.

FRANCIS BACON, BARON VERULAM, VISCOUNT ST. Albans.

Dall’avanzamento dell’apprendimento di Bacon.

Lord Bacon nacque nel 1561 e la storia riporta la sua morte nel 1626. Esistono comunque documenti che indicherebbero la probabilità che il suo funerale fosse un finto funerale e che, lasciando l’Inghilterra, visse per molti anni sotto un altro nome in Germania , servendo fedelmente la società segreta per la promulgazione delle cui dottrine ha consacrato la sua vita. Pochi dubbi sembrano esistere nella mente degli investigatori imparziali che Lord Bacon era il figlio legittimo della regina Elisabetta e del conte di Leicester.

di Similes appare la seguente significativa allusione: “Come se gli uomini ridessero di un uomo povero, se avere indumenti preziosi lo costringessero a recitare la parte di un personaggio onorevole su un palco, quando la commedia finiva, doveva tenerli come se fossero suoi, e vantarsi “.

I ripetuti riferimenti alla parola hog e la presenza di affermazioni crittografiche a pagina 33 di vari scritti contemporanei dimostrano che la chiave dei cifrari era contenuta nel suo nome, Bacon. Esempi degni di nota sono la famosa frase di Mistress Quickly in The Merry Wives of Windsor: “Hang-hog is latten for Bacon, I warrant you”; i frontespizi di The Countess of Pembroke’s Arcadia e Faerie Queene di Edmund Spenser e gli emblemi che appaiono nelle opere di Alciatus e Wither. Inoltre, la parola honorificabilitudinitatibus che appare nel quinto atto di Love’s Labor’s Lost è una firma rosacrociana, come indica il suo equivalente numerico (287).

Di nuovo, sul frontespizio della prima edizione della Nuova Atlantide di Sir Francis Bacon, Padre Tempo è raffigurato mentre porta una figura femminile fuori dall’oscurità di una grotta. Intorno ad esso c’è un’iscrizione latina: “Col tempo la verità segreta sarà rivelata”. Le parole d’ordine che compaiono in volumi pubblicati specialmente durante la prima metà del diciassettesimo secolo sono stati progettati, disposti e in alcuni casi mutilati secondo un piano definito.

È evidente anche che le mispaginazioni nei Folios shakespeariani e altri volumi sono le chiavi dei cifrari baconiani, poiché le riedizioni – spesso prodotte con diversi caratteri e stampanti – contengono gli stessi errori. Ad esempio, il Primo e il Secondo Folio di Shakespeare sono stampati con caratteri completamente diversi e con stampanti diverse a nove anni di distanza, ma in entrambe le edizioni la pagina 153 delle Commedie è numerata 151 e le pagine 249 e 250 sono numerate rispettivamente 250 e 251. Anche nell’edizione del 1640 di Bacon, The Advancement and Proficience of Learning, le pagine 353 e 354 sono numerate rispettivamente 351 e 352, e nell’edizione del 1641 delle Settimane Divine di Du Bartas le pagine da 346 a 350 sono completamente mancanti, mentre la pagina 450 è numerata 442. La frequenza con cui sono coinvolte le pagine che terminano con i numeri 50, 51, 52,53 e 54 verrà indicata.

I requisiti del codice biliteralico di Lord Verulam sono pienamente soddisfatti in decine di volumi stampati tra il 1590 e il 1650 e in alcuni stampati in altri periodi. Un esame dei versi di L. Digges, dedicati alla memoria del defunto “Authour Maister W. Shakespeare”, rivela l’uso di due tipi di carattere sia per le lettere maiuscole che minuscole, le differenze sono più marcate nella T maiuscola, N e A, (Guarda il Primo Folio.) Il codice è stato cancellato dalle edizioni successive.

La presenza di materiale nascosto nel testo è spesso indicata da un inutile aggiunta di parole. Sulla sedicesima pagina non numerata dell’edizione del 1641 delle Settimane Divine di Du Bartas c’è un cinghiale che sormonta un testo piramidale. Il testo è gergo senza senso, evidentemente inserito per ragioni crittografiche e contrassegnato con la firma di Bacon – il maiale. L’anno successivo alla pubblicazione del primo foglio dei drammi di Shakespeare nel 1623, fu stampato in “Lunæburg” un notevole volume sulla crittografia, opera di Gustavo Selenus. È considerato estremamente probabile che questo volume costituisca la chiave crittografica del Grande Folio Shakespeariano.

Teste e code particolarmente simboliche segnalavano la presenza di crittogrammi. Mentre tali ornamenti si trovano in molti primi libri stampati, alcuni emblemi sono peculiari di volumi contenenti cifre rosacroce baconiane. Le ombre e le luci nella lettera A sono un esempio interessante. Tenendo presente la frequente ricorrenza nel simbolismo baconiano della A e del maiale, la seguente dichiarazione di Bacon nella sua interpretazione della natura è estremamente significativa: “Se la scrofa con il muso dovesse imprimere la lettera A sul terra, immagineresti quindi di poter scrivere tutta una tragedia con una sola lettera? ”

I rosacroce e le altre società segrete del diciassettesimo secolo usavano le filigrane come mezzo per il trasporto di riferimenti crittografici, e i libri che presumibilmente contengono cifrature baconiane sono di solito stampati su carta recante filigrane rosacroce o massoniche; spesso ci sono diversi simboli in un libro, come la croce di rose, urne, grappoli d’uva e altri.

A portata di mano è un documento che può rivelarsi una chiave notevole per un cifrario che inizia in The Tragedy of Cymbeline. Per quanto noto, non è mai stato pubblicato ed è applicabile solo alle opere del Folio Shakesperiano del 1623. Il codice è un conteggio di righe e parole che coinvolgono la punteggiatura, in particolare i punti esclamativi lunghi e corti e i punti di interrogazione dritti e inclinati. Questo codice è stato scoperto da Henry William Bearse nel 1900 e, dopo essere stato accuratamente verificato, la sua esatta natura sarà resa pubblica.

Non rimane alcun dubbio ragionevole che l’Ordine massonico sia la diretta causa della crescita delle società segrete del Medioevo, né si può negare che la massoneria sia permeata dal simbolismo e dal misticismo dei mondi antichi e medievali. Sir Francis Bacon conosceva il vero segreto dell’origine massonica e c’è motivo di sospettare che nascondesse questa conoscenza in cifre e crittografia. Bacon non deve essere considerato solo come un uomo ma piuttosto come il punto focale tra un’istituzione invisibile e un mondo che non è mai stato in grado di distinguere tra il messaggero e il messaggio che ha promulgato. Questa società segreta, avendo riscoperto la saggezza perduta dei secoli e temendo che la conoscenza potesse essere persa di nuovo, la perpetuò in due modi: (1) con una organizzazione (Massoneria)

.Dalla storia del mondo di Ralegh.

Molti documenti influenzati dalla filosofia baconiana – o che avevano come scopo quello di nascondere criptogrammi baconiani o rosacrociani – usavano alcuni disegni convenzionali all’inizio e alla fine dei capitoli, che rivelano agli iniziati la presenza di informazioni nascoste. L’ornamentale di cui sopra ha un’influenza baconiana e si trova solo in un certo numero di volumi rari, che contengono tutti crittogrammi baconiani. Questi messaggi di cifratura furono inseriti nei libri dallo stesso Bacon o da autori contemporanei e successivi appartenenti alla stessa società segreta che Bacon servì con la sua straordinaria conoscenza di cifrari ed enigmi. Varianti di questo copricapo adornano il grande folio shakespeariano (1623); il Novum Organum di Bacone (1620); la Bibbia di San Giacome (1611); Spencer Faerie Queene (1611); e Storia del mondo di Sir Walter Ralegh (1614) (Vedi American Baconiana.)

IL RITRATTO DROESHOUT DI SHAKSPERE.

Dal grande foglio di Shakespeare del 1623.

Non esistono ritratti autentici di Shakspere. Le differenze tra i ritratti di Droeshout, Chandos, Janssen, Hunt, Ashbourne, Soest e Dunford dimostrano definitivamente che gli artisti non erano a conoscenza delle reali caratteristiche di Shakspere. Un esame del ritratto di Droeshout rivela diverse peculiarità. Gli appassionati di Bacon sono convinti che il volto sia solo una caricatura, forse la maschera mortuaria di Francis Bacon. Un confronto tra il Droeshout Shakspere con i ritratti e le incisioni di Francis Bacon dimostra l’identità della struttura delle due facce, la differenza nell’espressione è causata da linee di ombreggiatura. Assieme alla peculiare linea che va dall’orecchio al mento. Questa linea significa sottilmente che la faccia stessa è una maschera, che termina all’orecchio? Si noti inoltre che la testa non è collegata al corpo, ma è appoggiata sul colletto. Il più strano di tutti è il cappotto: metà è all’indietro. Nel disegnare la giacca, l’artista ha realizzato correttamente il braccio sinistro, ma il braccio destro ha la parte posteriore della spalla in avanti. Frank Woodward ha notato che ci sono 157 lettere nel frontespizio. Questa è una firma rosacrociana di primaria importanza. La data, 1623, più le due lettere “ON” dalla parola “LONDRA”, danno la firma criptica di Francis Bacon, con una semplice cifra numerica. Semplicemente scambiando le 26 lettere dell’alfabeto con i numeri, 1 diventa A, 6 diventa F, 2 diventa B e 3 diventa C, dando AFBC. A questo si aggiunge ON da LONDRA, risultante in AFBCON, che riorganizzando le lettere diventa F. BACON.

agli iniziati di cui ha rivelato la sua saggezza sotto forma di simboli; (2) incarnando i suoi arcani nella letteratura per mezzo di cifre ed enigmi astutamente inventati.

Le prove indicano l’esistenza di un gruppo di fratelli saggi e illustri che si sono assunti la responsabilità di pubblicare e conservare per le generazioni future il più segreto dei libri segreti degli antichi, insieme ad alcuni altri documenti che essi stessi avevano preparato. Il fatto che i futuri membri della loro confraternita avrebbero potuto non solo identificare questi volumi, ma anche notare immediatamente i passaggi significativi, le parole, i capitoli o le sezioni in essi, hanno anche creato un alfabeto simbolico di disegni geroglifici. Per mezzo di una certa chiave e ordine, gli adepti furono così messi in condizione di trovare quella saggezza con la quale un uomo è “elevato” a una vita illuminata.

L’enorme importanza del mistero di Bacon sta diventando ogni giorno più evidente. Sir Francis Bacon era un anello di quella grande catena di menti che ha perpetuato la dottrina segreta dell’antichità sin dal suo inizio. Questa dottrina segreta è nascosta nei suoi scritti criptici. La ricerca di questa saggezza divina è l’unico motivo legittimo per lo sforzo di decodificare i suoi crittogrammi.

La ricerca massonica potrebbe scoprire molto valore se volesse prestare la sua attenzione ad alcuni volumi pubblicati nel XVI e XVII secolo che portano il marchio e il sigillo di quella società segreta i cui membri per primi stabilirono la massoneria moderna ma rimasero essi stessi come un gruppo immateriale che controllava e dirigeva il attività del corpo esterno. La storia sconosciuta e i rituali perduti della massoneria possono essere riscoperti nel simbolismo e nei crittogrammi del Medioevo. La massoneria è il figlio brillante e glorioso di un padre misterioso e nascosto. Non può rintracciare la sua discendenza perché quell’origine è oscurata dal velo del superfisico e del mistico. Il Grande Foglio del 1623 è una vera e propria casa del tesoro di tradizioni e simbolismo massonici, ed è giunto il momento in cui a quella Grande Opera dovrebbe essere accordata la considerazione che le è dovuta.

Sebbene il cristianesimo abbia distrutto l’organizzazione materiale dei Misteri pagani, non ha potuto distruggere la conoscenza del potere soprannaturale posseduto dai pagani. Pertanto è noto che i Misteri di Grecia ed Egitto furono perpetuati segretamente nei primi secoli della chiesa e, in seguito, vestiti dal simbolismo del cristianesimo, furono accettati come elementi di quella fede. Sir Francis Bacon fu uno di quelli a cui era stato affidato il perpetuarsi e la diffusione degli arcani del superfisico originariamente in possesso dei gerofanti pagani, e per raggiungere tale scopo formulò la Fraternità dei R.C. o è stato ammesso in un’organizzazione già esistente con quel nome ed è diventato uno dei suoi principali rappresentanti.

Per qualche ragione non evidente ai non iniziati c’è stato uno sforzo continuo e coerente per prevenire il disfacimento della matassa baconiana. Qualunque sia il potere che blocca continuamente gli sforzi degli investigatori, è ora incessante come lo era immediatamente dopo la morte di Bacon, e coloro che tentano di risolvere l’enigma sentono ancora il peso del suo risentimento.

Un mondo incompreso ha mai perseguitato coloro che comprendevano i meccanismi segreti della Natura, cercando in ogni ma immaginabile

I tentativi di falsficare la calligrafia di Shakspere; i ritratti fraudolenti la fabbricazione di biografie spurie; la mutilazione di libri e documenti; la distruzione o l’aver reso illeggibili tavolette e iscrizioni contenenti messaggi crittografici, hanno aggravato le difficoltà inerenti alla soluzione dell’enigma Bacon-Shakspere-Rosicruciano. I falsi irlandesi hanno ingannato gli esperti per anni.

Secondo il materiale disponibile, il consiglio supremo della Fraternità di R.C. era composto da un certo numero di individui che avevano vissuto quella che è conosciuta come la “morte filosofica”. Quando venne il momento per un iniziato di intraprendere le sue fatiche per l’Ordine, egli “morì convenientemente” in circostanze alquanto misteriose. In realtà cambiava nome e luogo di residenza e al suo posto veniva seppellita una scatola di pietre. Si ritiene che ciò sia accaduto nel caso di Sir Francis Bacon che, come tutti i servitori dei Misteri, ha rinunciato a tutto il merito personale e ha permesso ad altri di essere considerati come gli autori dei documenti che ha scritto o ispirato.

Gli scritti criptici di Francis Bacon costituiscono uno dei più potenti elementi tangibili nei misteri del trascendentalismo e della filosofia simbolica. Apparentemente devono ancora passare molti anni prima che un mondo senza comprensione apprezzerà il genio trascendente di quel misterioso uomo che scrisse il Novum Organum, che salpò con la sua piccola nave nel mare inesplorato dell’apprendimento attraverso le Colonne d’Ercole e i cui ideali per una nuova civiltà si esprime magnificamente nel sogno utopico della Nuova Atlantide. Sir Francis Bacon era un secondo Prometeo? Il suo grande amore per il popolo del mondo e la sua pietà per la loro ignoranza hanno fatto si che l’autore portasse il fuoco divino dal cielo nel contenuto di una pagina stampata?

Con ogni probabilità, le chiavi dell’enigma baconiano si troveranno nella mitologia classica. Chi comprende il segreto del Dio a sette raggi comprenderà il metodo impiegato da Bacone per compiere il suo lavoro monumentale. Gli alias sono stati assunti da lui in conformità con gli attributi e l’ordine dei membri del sistema planetario. Una delle chiavi meno conosciute – ma più importanti – dell’enigma baconiano è la terza edizione del 1637, pubblicata a Parigi, di Les Images o dei Tableaux de platte peinture des deux Philostrates sofistes grecs et les statues de Callistrate, di Blaise de Vigenere. Il frontespizio di questo volume – che, come indica il nome dell’autore quando correttamente decifrato, è stato scritto da o sotto la direzione di Bacon o della sua società segreta – è una massa di importanti simboli massonici o rosacrociani. A pagina 486 appare una tavola intitolata “Ercole Furieux”, che mostra una figura gigantesca che agita una lancia, il terreno davanti a lui cosparso di strani simboli. Nel suo curioso lavoro, Das Bild des Speershüttlers die Lösung des Shakespeare-Rätsels, Alfred Freund tenta di spiegare il simbolismo baconiano nei Filostrati. spiegandoci come Bacone sia l’Ercole filosofale, che il tempo stabilirà come il vero “Spear-Shaker” (Shakespeare).

TITOLO DELLA PAGINA DELLA FAMOSA PRIMA EDIZIONE DELLA STORIA DEL MONDO DI SIR WALTER RALEGH.

Dalla storia del mondo di Ralegh.

Qual era la misteriosa conoscenza che possedeva Sir Walter Ralegh e che era stata dichiarata dannosa per il governo britannico? Perché è stato giustiziato quando le accuse contro di lui non potevano essere provate? Era un membro di quelle società segrete temute e odiate che hanno quasi rovesciato l’Europa politica e religiosa durante il XVI e il XVII secolo? Sir Walter Ralegh è stato un fattore importante nell’enigma massonico Bacon-Shakspere-Rosacroce-Massonico? Da parte di coloro che cercano le chiavi di questa grande controversia, sembra essere stato quasi del tutto trascurato. I suoi contemporanei sono unanimi nel lodare il suo straordinario intelletto, ed è stato a lungo considerato uno dei figli più brillanti della Gran Bretagna.

Sir Walter Ralegh – soldato, cortigiano, statista, scrittore, poeta, filosofo ed esploratore – fu una figura scintillante alla corte della regina Elisabetta. I nemici di Ralegh, giocando sulla debolezza del re, non cessarono la loro persecuzione fino a quando Ralegh non fu impiccato e il suo corpo decapitato, diviso in quarti e sventrato.

Il frontespizio riprodotto sopra è stato usato dai nemici politici di Ralegh come potente arma contro di lui. Convinsero Giacomo I che il volto della figura centrale che sosteneva il globo era una sua caricatura, e il re infuriato ordinò che ogni copia dell’incisione fosse distrutta. Ma alcune copie sfuggirono all’ira reale; di conseguenza la tavola è estremamente rara. L’incisione è una massa di simboli rosacroce e massonici, e le figure sulle colonne nascondono con tutta probabilità un crittogramma. Ancora più significativo è il fatto che la pagina di fronte a questa tavola è un copricapo identico a quello utilizzato nel Folio di “Shakespeare” del 1623 e anche nel Novum Organum di Bacon.

Le origini e il significato occulto dell’occhio che tutto vede

Perché ci sono così tante foto di celebrità che nascondono un occhio? Non è sicuramente casuale. In effetti, il simbolo dell’occhio che tutto vede ha un significato profondo e sembra essere importante per i poteri che sono. Questo articolo esamina le origini e il significato dell’onnipresente occhio che tutto vede.

Il simbolo dell’occhio che tutto vede è uno dei temi più ricorrenti su Neovitruvian perché è anche uno dei temi più ricorrenti nei mass media. Nel corso degli anni, questo sito ha messo in luce centinaia e centinaia di casi in cui artisti, modelli, personaggi famosi, politici e personaggi pubblici hanno nascosto nelle loro immagini pubbliche, un occhio.

Il simbolo è ovunque: nei video musicali, sulle copertine delle riviste, sui poster dei film, nella pubblicità e così via. Il numero totale di queste immagini è semplicemente sconcertante. Considerando questi fatti, l’ossessivo ripetersi del simbolo dell’occhio che tutto vede semplicemente non può essere il risultato di una coincidenza. In effetti, c’è un chiaro sforzo perche` questo simbolo venga visualizzato ovunque.

Perché questo simbolo è ovunque e cosa significa? Ecco uno sguardo al simbolo trascendentale e senza tempo dell’occhio.

UN SIMBOLO ARCHETIPICO

Un amuleto turco “nazar” usato per respingere le maledizioni e il “malocchio”. Possiamo trovare oggetti e nozioni simili in Portogallo, Brasile, Armenia, Azerbaijan, Albania, Algeria, Tunisia, Libano, Turchia, Grecia, Israele, Egitto, Arabia Saudita, Giordania, Bangladesh, Iran, Iraq, Pakistan, parti dell’India del Nord, Palestina, Marocco, Spagna meridionale, Italia, Malta, Romania, Balcani, Levante, Afghanistan, Siria e Messico.

L’occhio umano è stato usato come simbolo sin dall’alba della civiltà. Può essere trovato attraverso tutte le età e civiltà. Carl Jung identificò l’occhio come un classico “simbolo archetipico” – un’immagine che è incorporata nell’inconscio collettivo dell’umanità. Secondo la sua teoria, gli umani rispondono istintivamente ai simboli archetipici e inconsciamente assegnano loro un significato specifico.

“Gli occhi sono probabilmente l’organo sensoriale simbolico più importante. Possono rappresentare la chiaroveggenza, l’onniscienza e / o una porta nell’anima. Altre qualità a cui gli occhi sono comunemente associati sono: intelligenza, luce, vigilanza, coscienza morale e verità. Guardare qualcuno negli occhi è un’usanza occidentale che suggerisce onestà. Detto questo, coprirsi gli occhi, indossare occhiali da sole, ecc. Può significare mistero, non vedere completamente la verita` o l’inganno. L’occhio spesso significa giudizio e autorità. ”
– Dictionnary of Symbolism, Università del Michigan

In quasi tutte le culture, il simbolo dell’occhio è associato a concetti spirituali quali la divinità (l’occhio della Provvidenza), l’illuminazione spirituale (il terzo occhio) e la magia (l’occhio diabolico).

“L’occhio simboleggia il vedere e la luce, e quindi la coscienza stessa. L’occhio è la parte di noi che vede l’universo e vede il nostro posto in esso. È conoscenza, consapevolezza e saggezza. L’occhio prende la luce, la pura energia dell’universo e la presenta allo spirito interiore. È la porta, anzi la vera unione, tra il sé e il cosmo. ”
– Peter Patrick Barreda, Archetype of Wholeness – Jung e il Mandala

Nella Bibbia, Gesù si riferiva all’occhio come alla “lampada del corpo”.

“L’occhio è la lampada del corpo; quindi se il tuo occhio è puro, tutto il tuo corpo sarà illuminato. Ma se il tuo occhio è viziato, tutto il tuo corpo sarà pieno di tenebre. Se poi la luce che è in te è tenebra, quanto sara` grande l’oscurità! ”
– Matteo 6: 22-23

Sin dagli albori dell’umanità, il simbolo dell’occhio ha una dimensione mistica e spirituale assegnata ad esso. Come dice il detto popolare: gli occhi sono le finestre dell’anima.

Per questo motivo, il simbolo dell’occhio è particolarmente importante nei circoli occulti e nelle scuole del mistero.

DIO DEL SOLE

Sin dagli albori della civiltà, il simbolo dell’occhio e del sole (noto come “l’occhio nel cielo”) sono associati alla divinità. Nell’antico Egitto, i simboli di Wadjet, Occhio di Horus e Occhio di Ra sono tutti associati al dio solare.

Una rappresentazione classica dell’occhio egiziano.

“Il primo dio del sole si chiamava Horus, ma non era solo associato al sole. Quando Ra ha assunto il titolo di dio del sole, era anche conosciuto come “Ra-Horakhty o Ra, che è Horus dei 2 orizzonti”.

Fu in una battaglia con Set che Horus perse l’uso di un occhio. Thoth lo ripristinò, quando questo avvenne Horus fu chiamato anche Wadjet.
– Ancient Pages, Eye Of Horus – Powerful, Ancient Egyptian Symbol With Deep Meaning

Poiché il simbolo dell’occhio è associato al sole – un collegamento con la divinità – l’occhio esoterico ha una qualità peculiare: è “onniveggente”. L’archetipo del dio sole con un occhio solo può essere trovato in altre culture antiche.

In Persia, Ahura Mazda era considerato il creatore della Terra, dei cieli e dell’umanità, nonché la fonte di ogni bene e felicità sulla terra. Si diceva che avesse “il sole come occhio”.

Anche il dio supremo Ahura Mazda ha un occhio solo, oppure si dice che “con i suoi occhi, ovvero il sole, la luna e le stelle, vede tutto “.
– Manly P. Hall, The Secret Teachings of All Ages

Nella mitologia norrena, Odino era conosciuto come il “Padre”. Era rappresentato come un vecchio con un occhio solo.

Un’antica rappresentazione di Odino.

Odino è un’altra rappresentazione di un dio sole creatore con un occhio solo.

“Il Supremo, il Creatore invisibile di tutte le cose era chiamato il Padre di Tutto. Il suo reggente in natura era Odino, il dio con un occhio solo. I norvegesi consideravano Balder il Bello come una divinità solare, e Odino è spesso connesso con il globo celeste, specialmente a causa del suo unico occhio. ”
– Ibid.

OCCULTISMO OCCIDENTALE

Considerando il fatto che l’occultismo occidentale era fortemente influenzato dagli insegnamenti esoterici delle civiltà sopra citate, il simbolo dell’occhio che tutto vede si fece strada in ordini come i Rosacrociani, gli Illuminati e i Massoni.

Simboli massonici incluso l’occhio che tutto vede

“Albert Mackey scrisse che l’occhio che tutto vede è” un importante simbolo dell’Essere Supremo, preso in prestito dai Massoni dalle nazioni dell’antichità “. L’occhio che tutto vede è un simbolo che rappresenta lo sguardo vigile di Dio. Ci ricorda che ogni pensiero e azione saranno registrate dal Grande Architetto dell’Universo e che siamo vincolati ai nostri doveri sia nello spirito che nel sangue “.
– James E Frey, 32 °, Midnight Freemasons

A causa della forte influenza della Massoneria sugli eventi storici, il simbolo dell’occhio che tutto vede fu incluso in documenti importanti come nel Grande Sigillo degli Stati Uniti e nella Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo.

A sinistra: il retro del Grande Sigillo degli Stati Uniti. A destra: la Dichiarazione dei diritti umani.

“Se qualcuno dubita della presenza di influenze massoniche e occulte al momento della creazione del Grande Sigillo, dovrebbe tenere in debito conto i commenti del Professor Charles Eliot Norton di Harvard, che scrisse riguardo alla piramide incompiuta e all’Occhio che tutto vede i quali ornao il retro del sigillo, come segue: “Il dispositivo può difficilmente (per quanto artisticamente trattato dall’artista) apparire diversamente da un noioso emblema di una confraternita massonica. ”
– Hall, op. cit.

Il simbolo dell’occhio fu adottato anche da diverse potenti società segrete come l’O.T.O.

Il sigillo dell’O.T.O (Ordo Templi Orientis).

Il simbolo dell’occhio che tutto vede quindi rappresenta il Dio, della tradizione giudeo-cristiano? Bene a questo punto le cose diventano … occulte (occulto significa nascosto). Il famoso massone americano Albert Pike ha scritto che il vero significato dei simboli è rivelato solo agli iniziati di alto livello.

“È nei suoi antichi simboli e nel loro significato occulto che consistono i veri segreti della Massoneria. Ma questi non hanno valore se non vediamo nulla nei simboli della loggia blu al di là dei banali interpretazioni. La gente ha trascurato la verità, ovvero che i simboli dell’antichità non erano usati per rivelare ma per nascondere. Ogni simbolo è un enigma da risolvere e non una lezione da imparare. Come può l’intelligente massone non riuscire a vedere che i gradi blu non sono che preparatori, per arruolare e mettere insieme i ranghi e gli armamenti dell’esercito massonico per scopi non rivelati a loro, che sono i misteri minori in cui i simboli sono usati per nascondere la verità? ”
– Albert Pike, Legenda e letture dell’antico e accettato rito scozzese della Massoneria

Manly P. Hall, un altro famoso Massone scrisse che l’Occhio che tutto vede appresenta esotericamente il fine ultimo dell’occultismo: raggiungere la divinità attraverso i propri mezzi. Questo stato si ottiene attraverso l’attivazione della ghiandola pineale – il terzo occhio.

“La Massoneria Operativa, nel significato più completo del termine, indica il processo attraverso il quale si apre l’Occhio di Horus. Nel cervello umano c’è una piccola ghiandola chiamata corpo pineale, che è l’occhio sacro degli antichi, e corrisponde al terzo occhio del Ciclope. ”
– Hall, op. Cit.

NELL’ISLAM

Nell’escatologia islamica, si dice che il malvagio protagonista della fine dei tempi di nome Al-Masīḥ ad-Dajjal (“il falso messia, bugiardo, l’ingannatore”) sia cieco nell’occhio destro. Fingendo di essere il Messia, il Dajjal avrebbe ingannato e conquistato il mondo. Per questi motivi, il Dajjal presenta grandi somiglianze con la figura dell’Anticristo nel cristianesimo.

La venuta del Dajjal sarebbe sara` preceduta da diversi segni: la gente smetterà di pregare; la disonestà sarà il modo di vivere; la menzogna diventerà una virtù; l’usura e la corruzione diventeranno legittime; ci sarà una carestia acuta al momento; non ci sarà vergogna tra la gente; molte persone adoreranno Satana; non ci sarà rispetto per gli anziani e le persone inizieranno a uccidersi a vicenda senza motivo.

L’OCCHIO CHE TUTTO VEDE OGGI

Considerando il fatto che il mondo di oggi è governato da quella che chiamiamo “élite occulta” (a causa dei suoi legami con gli ordini occulti), non sorprende che il suo simbolo principale si trovi ovunque. Tuttavia, si tratta di un inganno ben organizzato. L’industria dell’intrattenimento di oggi prospera sul controllo, sulla manipolazione e sulla distorsione. Si tratta anche di allontanare le masse da tutto ciò che è vero, puro e sano. Oggi, il simbolo dell’occhio che tutto vede ci parla di un gruppo selezionato di persone che opprimono, monitorano e controllano la popolazione mondiale.

Il libro di George Orwell del 1984 è un modello per il controllo dell’élite e la censura. Abbastanza opportunamente, quasi tutte le edizioni presentano un occhio che tutto vede

Mentre l’occhio che tutto vede è, esotericamente, associato all’apertura del Terzo Occhio per raggiungere l’illuminazione spirituale, il segno dell’pcchio che tutto vede mostrato dalle celebrità è l’esatto opposto: si tratta di nascondere un occhio. Il simbolismo di questo gesto è potente.

Katy Perry nasconde un occhio con l’occhio di Horus nel suo video Dark Horse.

Quando nascondi un occhio, blocchi effettivamente metà della tua vista. In termini simbolici, diventi mezzo cieco rispetto alla verità. Nascondendo un occhio, le celebrità simbolicamente “sacrificano” una parte vitale del loro essere per un guadagno materiale temporaneo. E poiché gli occhi sono le “finestre dell’anima”, questo gesto simboleggia la perdita parziale o totale della propria anima.

NEL CONTROLLO MENTALE

Il segno dell’occhio che tutto vede è anche un simbolo importante nell’ossessione segreta dell’élite occulta: il controllo mentale monarch. Conosciuto da molti come progetto MKULTRA, il controllo mentale mira a trasformare gli umani in schiavi attraverso l’abuso, il trauma e la programmazione. Esiste una vera e propria cultura che ruota intorno al controllo mentale monarch, completa del proprio universo di simboli. E il simbolo dell’occhio che tutto vede è parte di esso

Questo è un dipinto di Kim Noble, una sopravvissuta del controllo mentale basato sul trauma. Questo dipinto si chiama The Naming e si riferisce al dare un nome ad una nuova personalita`.

Anche questo dipinto chiamato I-Test descrive visivamente il trauma e la programmazione di uno schiavo MK.

PROVA DI ASSOLUTO CONTROLLO DA PARTE DELL’ELITE OCCULTA

L’onnipresenza del simbolo dell’occhio che tutto vede nei mass media ha anche un altro scopo: dimostra che tutti gli sbocchi dei mass media sono di proprietà di un gruppo ristretto di élite. In effetti, affinché lo stesso segno esatto appaia costantemente e ripetutamente su tutte le piattaforme mediatiche e in tutto il mondo, è necessario che ci sia una fonte centralizzata di potere che lo forzi nel sistema. Pensa alla quantità di denaro, potere e influenza necessari per far sì che tutte queste celebrità facciano questo gesto e per tutti i media metterlo in evidenza. In altre parole, questo simbolo rappresenta l’élite globale e tutti i suoi programmi: il degrado della psiche umana, la promozione del satanismo, il controllo mentale, la normalizzazione del transumanesimo, l’offuscamento dei generi e così via. In breve, si tratta di guidare le masse il più lontano possibile dalla Verità, dalla salute e dall’armonia. L’obiettivo finale: controllo totale.

CONCLUDENDO

Il simbolo dell’occhio è un archetipo che trascende il tempo e lo spazio. Forse perché gli uomini rispondono istintivamente ad no sguardo, c’è qualcosa in quel simbolo che è sconcertante ma affascinante. Mentre, nei tempi antichi, il simbolo dell’Occhio che tutto vede era spesso identificato con il dio del sole, divenne gradualmente un simbolo del potere delle società segrete che hanno modellato la storia negli ultimi secoli.

Al giorno d’oggi, l’industria dell’intrattenimento si diletta nella contorsione e nella corruzione di potenti simboli nel perseguimento del suo programma di distruzione totale. L’onnipresenza del simbolo dell’occhio che tutto vede rappresenta ora l’onnipresenza dell’élite occulta.

Fonte 

Gli insegnamenti segreti di tutte le ere: Dottrine e Principi dei Rosa Croce

Non è disponibile alcuna notizia attendibile riguardante le vere credenze filosofiche, le aspirazioni politiche e le attività umanitarie della Fratellanza dei Rosa+Croce. Oggigiorno, come nel passato, i misteri della Società sono rimasti inviolati grazie alla loro natura essenziale; e i tentativi per interpretare la filosofia dei Rosacroce non sono altro che congetture, non esistendo niente che possa dimostrarne il contrario.

Le prove tendono a mettere in luce la possibile esistenza di due rami ben distinti dei Rosacroce: una organizzazione interna i cui membri non hanno mai rivelato al mondo la loro identità o i loro insegnamenti, e una struttura esterna sotto la supervisione del gruppo interno. Probabilmente, la tomba simbolica di Christian Rosencreutz, Cavaliere della Pietra Dorata, era in realtà questa struttura esterna, il cui spirito è in una sfera più elevata. Per più di un secolo dopo il 1614, la struttura esterna mise in circolazione opuscoli e manifesti sia sotto il proprio nome che sotto il nome di vari membri iniziati. Apparentemente il fine di questi scritti era quello di confondere e fuorviare i ricercatori, e quindi di tenere effettivamente segreti i veri disegni della Fratellanza.

Quando il Rosacrocianesimo diventò la “moda” filosofica del diciassettesimo secolo, numerosi documenti su questo argomento furono fatti circolare anche per fini puramente commerciali da impostori desiderosi di incrementare la loro popolarità.

Gli artifici abilmente inventati dalla Fratellanza stessa ed i goffi inganni letterari dei ciarlatani formarono un doppio velo, dietro al quale l’organizzazione interna svolgeva le proprie attività in modo totalmente diverso dai propri fini e principi come pubblicamente divulgati.

Ingenuamente I Fratelli della Rosa+Croce si riferiscono in modo naïf all’equivoco che ha, per ovvie ragioni, permesso loro di esistere, che li rappresenta come vere “nuvole” all’interno delle quali lavorano e dietro alle quali sono nascosti.

Un indizio riguardante l’essenza del Rosacrocianesimo – le sue dottrine esoteriche – può essere raccolto da un’analisi della sua ombra – i suoi scritti esoterici. In una delle loro più importanti “nuvole”, la Confessio Fraternitatis, i Fratelli della Fratellanza di R+C cercano di giustificare la loro esistenza e di spiegare (?) i fini e le attività del loro Ordine.

Nella sua forma originale il Confessio si divide in quattordici capitoli, che qui sono riassunti.

CONFESSIO FRATERNITATIS R.C. AD ERUDIOTS EUROPAE

Capitolo I

Non lasciate che giudizi frettolosi o pregiudizi, facciano fraintendere le dichiarazioni in merito alla nostra Fratellanza pubblicate nel nostro precedente manifesto – la Fama Fraternitatis. Jehovah, osservando il decadimento della civiltà, cerca di redimere l’umanità rivelando il volere e imponendo al riluttante quei segreti che precedentemente Egli aveva riservato per il Suo eletto. Con questa saggezza il devoto sarà salvato, ma le pene dell’empio saranno moltiplicate. Mentre il vero fine del nostro Ordine era messo in evidenza nel Fama Fraternitatis, stavano nascendo equivoci per i quali siamo stati erroneamente accusati di eresia e tradimento.

Così in questo documento noi speriamo di chiarire la nostra posizione e che i dotti d’Europa vorranno unirsi a noi nella divulgazione della conoscenza divina secondo il volere del nostro illustre fondatore.

Capitolo II

Mentre molti suppongono che il codice filosofico dei nostri giorni sia il suono, noi dichiariamo che questo è falso e prossimo a morire a causa della sua intrinseca debolezza. Proprio mentre la Natura, comunque, fornisce un rimedio per ogni nuova malattia che essa stessa manifesta, così la nostra Fratellanza ha fornito un rimedio per le infermità del sistema filosofico mondiale. La filosofia segreta dei R+C è fondata sulla conoscenza che è la somma e l’origine di tutte le facoltà, scienze ed arti. Tramite il nostro sistema rivelato divinamente – che ha molto di teologia e medicina ma poco di giurisprudenza – noi analizziamo il cielo e la terra; ma principalmente studiamo l’uomo stesso, dentro la cui natura è nascosto il supremo segreto. Se i dotti dei nostri giorni accetteranno il nostro invito e si uniranno alla nostra Fratellanza, noi riveleremo loro i segreti straordinari e le meraviglie dei processi occulti della Natura.

Capitolo III

Non crediate che i segreti discussi in questo breve documento siano da noi sottostimati. Noi non possiamo descrivere pienamente le meraviglie della nostra Fratellanza per timore che i disinformati siano schiacciati dalle nostre dichiarazioni sorprendenti ed il volgo ridicolizzi i misteri che non comprende. Noi temiamo anche che molti saranno confusi dall’inaspettata generosità del nostro proclama, non comprendendo le meraviglie di questa sesta età, non realizzeranno i grandi cambiamenti che devono arrivare. Come ciechi che vivono in un mondo pieno di luce, percepiscono soltanto attraverso il senso dei sentimenti. (Con vista è sottintesa la cognizione spirituale; con sensibilità, i sensi materiali).

Capitolo IV

Noi crediamo fermamente che attraverso una profonda meditazione sulle invenzioni della mente umana ed i misteri della vita, attraverso la cooperazione di angeli e spiriti, e attraverso l’esperienza e la lunga osservazione, il nostro amato Padre Christian C.R.C. fu così pienamente illuminato della saggezza di Dio, e tutti i libri e gli scritti del mondo che furono confusi e capovolte le fondamenta della scienza, la Confraternita dei R+C potette ristabilire la struttura del mondo basandosi sulla verità ed l’integrità divine. Grazie alla grande profondità e perfezione della nostra conoscenza, coloro che desiderano capire i misteri della Fratellanza della R+C non possono raggiungere immediatamente questa saggezza, ma devono crescere in apprendimento e conoscenza. Tuttavia, la nostra Fratellanza è divisa in gradi attraverso i quali ognuno deve salire poco alla volta verso il Grande Arcano. Adesso che è piaciuto a Dio illuminarci con il Suo sesto candelabro, non è meglio cercare la verità in questo modo, invece di vagare nei labirinti dell’ignoranza mondiale?

Inoltre, coloro che ricevono questa conoscenza diventeranno maestri di tutte le arti e mestieri, non sarà nascosto loro alcun segreto; e tutte le opere buone del passato, presente e futuro saranno loro accessibili. L’intero mondo diventerà come un libro e le contraddizioni della scienza e della teologia saranno riconciliate.

Gioisci, o umanità! Perché è giunto il momento in cui Dio ha decretato che il numero della nostra Fratellanza sia aumentato, lavoro che noi abbiamo gioiosamente intrapreso. Le porte della saggezza sono ora aperte al mondo, ma soltanto a quelli che hanno guadagnato il privilegio della Fratellanza possono presentarsi, per cui è proibito rivelare la nostra conoscenza persino ai nostri propri figli. Il diritto di ricevere la verità spirituale non può essere ereditato: deve evolversi nell’anima stessa dell’uomo.

Capitolo V

Sebbene noi possiamo essere accusati di imprudenza offrendo i nostri tesori così liberamente e promiscuamente – senza discriminare fra il religioso, il saggio, il principe, il contadino – noi affermiamo che non abbiamo tradito la nostra fede; per cui sebbene abbiamo pubblicato il nostro Fama in cinque lingue, soltanto quelli che lo capiscono sono coloro che hanno quel diritto.

La Nostra Società non può essere scoperta da curiosi cercatori, ma soltanto da seri e dediti pensatori; ciò nondimeno abbiamo fatto circolare il nostro Fama in cinque lingue madri di modo che i giusti di tutte le nazioni possano avere un’opportunità per conoscerci, sebbene non siano dei discepoli.

Un migliaio di volte gli indegni possono presentarsi e urlare a gran voce ai cancelli, ma Dio ha proibito a noi della Fratellanza dei Rosa+Croce, di udire le loro voci, ed Egli ci ha circondati con le Sue nuvole e la Sua protezione così che nessun danno possa raggiungerci, e Dio ha decretato che noi dell’Ordine dei R+C, non possiamo più essere visti da occhi mortali a meno che essi abbiano ricevuto forza data loro in prestito dall’aquila. Inoltre noi affermiamo che riformeremo i governi d’Europa e li modelleremo secondo il sistema applicato dai filosofi di Damcar. Tutti gli uomini desiderosi di ottenere la conoscenza riceveranno tanto quanto sono capaci di capire. Il principio di falsa teologia sarà rovesciato e Dio farà il Suo volere, conosciuto attraverso i Suoi filosofi scelti.

14100 (1).jpg

Johann Valentin Andreae

In certi circoli esoterici gira la voce che la personalità senza pretese di Johann Valentin Andreae mascherasse un emissario elevato dei Rosacroce. Mentre esistono prove sufficienti per stabilire la reale esistenza di un teologo tedesco dal nome Andreae, ci sono molte contraddizioni nella sua biografia, che non hanno però del tutto soddisfatto i ricercatori critici. Un confronto della faccia sopra mostrata con quella di Sir Francis Bacon mostra delle strette rassomiglianze, nonostante la differenza dovuta all’età. Se Lord Bacon ha preso in prestito il nome e l’identità di William Shakespeare, potrebbe anche assumere, dopo il suo finto funerale in Inghilterra, la personalità di Johnn Valentin Andreae. La mezza luna sotto al busto è significativa, così come anche appare sull’elmo di Lord Bacon; per sottolineare che egli fu il secondo figlio di Sir Nicholas Bacon. Inoltre, le quattro lettere (O MDC) nel riquadro in basso nell’angolo a destra della figura, da un messaggio cifrato Baconiano molto semplice, può essere cambiato in un numero la cui somma dà 33 – l’equivalente numerico del nome Bacon. Questi numerosi punti interessanti, quando considerati insieme, portano a far chiarezza sul mistero che circonda la paternità dei primi manifesti dei Rosacroce.

Da una stampa rara.

Capitolo VI

A causa del bisogno di brevità, è sufficiente dire che il nostro Padre C.R.C. nacque nell’anno 1378 e morì all’età di 106 anni, lasciandoci il compito di diffondere al mondo intero la dottrina della religione filosofica. La Nostra Fratellanza è aperta a tutti coloro che sinceramente cercano la verità; ma noi diffidiamo pubblicamente il falso e l’empio che non possono tradire od offenderci, poiché Dio ha protetto la nostra Fratellanza, e tutti coloro che tenteranno di farci del male avranno di ritorno i loro disegni diabolici e ne saranno distrutti, mentre i tesori della nostra Fratellanza rimarranno intatti, per essere usati dal Leone a fondazione del suo regno.

Capitolo VII

Noi dichiariamo che Dio, prima della fine del mondo, creerà una grande inondazione di luce spirituale per alleviare le sofferenze del genere umano. La falsità e l’oscurità che si sono annidate nelle arti, scienze, religioni e governi dell’umanità – facendo in modo che sia difficile persino per il saggio scoprire il sentiero della realtà – saranno per sempre rimosse e instaurato un unico modello, così che tutti potranno godere dei risultati della verità. Noi non saremo riconosciuti come i responsabili di questo cambiamento, per cui la gente dirà che è il risultato del progresso dell’epoca. Grandi sono le riforme che stanno per avere luogo; ma noi della Fratellanza dei R+C non ci arroghiamo la gloria per questa riforma divina, poiché ci sono molti, non membri della nostra Fratellanza, ma uomini saggi, onesti e veri, che con la loro intelligenza ed i loro scritti solleciteranno la sua venuta. Noi testimoniamo che appena le pietre si solleveranno e offriranno i loro servizi, allora non ci sarà alcuna mancanza di persone giuste per eseguire il volere di Dio sulla terra.

Capitolo VIII

Nessuno può dubitarne, noi dichiariamo che Dio ha inviato messaggeri e segni nei cieli, e precisamente, le nuove stelle in Serpentarius Cygnus, per mostrare che un grande Concilio degli Eletti sta per avere luogo. Questo dimostra che Dio rivela nella natura visibile – per i pochi perspicaci – segni e simboli di tutte le cose che sono prossime a passare. Dio ha dato all’uomo due occhi, due narici, e due orecchie, ma soltanto una lingua. Mentre gli occhi, le narici, e le orecchie riconoscono la saggezza della Natura nella mente, soltanto la lingua può emetterla. In varie età ci sono stati degli illuminati che hanno visto, annusato, gustato o udito il volere di Dio, ma presto accadrà che, coloro che hanno visto, annusato, gustato o udito, parleranno e la verità sarà rivelata. Prima che questa rivelazione di rettitudine sia possibile, tuttavia, il mondo deve riposare lontano dall’intossicazione del suo calice avvelenato (riempito con la falsa vita della vigna teologica) e, aprendo il suo cuore alla virtù e alla comprensione, darà il benvenuto al sole nascente della Verità.

Capitolo IX

Noi abbiamo uno scritto magico, copiato da quell’alfabeto divino con cui Dio scrive il Suo volere sulla faccia della Natura terrestre e celestiale. Con questo nuovo linguaggio noi leggiamo la volontà di Dio per tutte le Sue creature, e così come gli astronomi predicono eclissi così noi pronostichiamo gli offuscamenti della chiesa e per quanto tempo essa durerà. Il nostro linguaggio è simile a quello di Adamo ed Enoch prima della Caduta; sebbene noi capiamo e possiamo spiegare i nostri misteri in questo nostro linguaggio sacro, noi non possiamo farlo in Latino, una lingua contaminata dalla confusione di Babilonia.

Capitolo X

Sebbene ci siano certe persone potenti che si oppongono e ci ostacolano – a causa di ciò noi dobbiamo rimanere nascosti – noi esortiamo quelli che vorranno diventare della nostra Fratellanza a studiare incessantemente le Sacre Scritture, così facendo non possono essere lontani da noi. Non vogliamo dire che la Bibbia debba essere continuamente nella bocca dell’uomo, ma che egli debba cercare la sua verità ed il suo eterno significato, che è raramente scoperto dai teologi, scienziati, o matematici, perché loro sono accecati dalle opinioni delle loro sette. Noi testimoniamo che mai dall’inizio del mondo sia stato dato all’uomo un libro più eccellente della Sacra Bibbia. Benedetto sia colui che la possiede, più benedetto colui che la legge, ancor più benedetto colui che la capisce, e il più divino colui che le obbedisce.

Capitolo XI

Noi desideriamo che le dichiarazioni da noi fatte nel Fama Fraternitatis riguardanti la trasmutazione dei metalli e la medicina universale siano poco capite. Mentre capiamo che ambedue i lavori sono accessibili all’uomo, noi temiamo che molte autentiche grandi menti possano essere allontanate dalla vera ricerca della conoscenza e comprensione se loro si permetteranno di limitare la loro indagine alla trasmutazione dei metalli, Quando ad un uomo è dato il potere di guarire una malattia, di superare la povertà e di raggiungere una posizione di dignità mondana, quell’uomo è assediato da numerose tentazioni e, a meno che egli possegga la vera conoscenza e una piena comprensione, egli diventerà una terribile minaccia per il genere umano. L’alchimista che raggiunge l’arte della trasmutazione dei metalli di base può fare tutti i tipi di male, a meno che la sua comprensione sia così grande come la ricchezza che si è creato. Tuttavia noi affermiamo che l’uomo prima debba acquisire conoscenza, virtù e comprensione, poi tutte le altre cose gli potranno essere aggiunte. Noi accusiamo la Chiesa Cristiana del grande peccato di possedere potere e di usarlo senza buon senso; tuttavia noi profetizziamo che essa cadrà per il peso delle sue stesse iniquità e la sua corona sarà inutile.

14200 (1).jpg

Uno schema simbolico delle operazioni della natura

Questa incisione, cesellata da De Bry, è lo schema più famoso che illustra i principi filosofici di Robert Fludd (Robertus de Fluctibus). Tre figure sono dei notevoli collegamenti fra il Rosacrocianesimo e la Massoneria; Michael Maier, Elias Ashmole e Robert Fludd. De Quincy considera Robert Fludd come il padre diretto della Massoneria (Vedi I Rosacroce e i Massoni). Edward Waite considera Robert Fludd come secondo a nessuno dei discepoli di Paracelso, persino al punto di dichiarare che Fludd ha superato di gran lunga il suo maestro. Inoltre aggiunge, “La figura centrale della letteratura dei Rosacroce, torreggiante come un gigante intellettuale sulla folla di suggeritori, teosofisti, e Professori ciarlatani del magnum opus, che, direttamente o diversamente, furono collegati con la misteriosa Fratellanza, è Robertus de Fluctibus, il grande filosofo mistico inglese del diciassettesimo secolo, un uomo dall’immensa erudizione, dalla mente elevata e, giudicando i suoi scritti, di un’estrema personale religiosità.” (Vedi La Vera Storia dei Rosacroce). Robert Fludd nacque nel 1574 e morì nel 1637.

Lo schema di De Bry sopra mostrato si spiega abbastanza da sé. Al di fuori del cerchio dei cieli stellati ci sono i tre anelli ignei dell’empyreum – il triplice fuoco del Supremo Creatore – nei quali dimorano le creature celesti. Dentro all’anello delle stelle sono i cerchi dei pianeti e degli elementi. Dopo l’elemento dell’aria viene il cerchio del mondo (terra). Il cerchio degli animali è seguito dal cerchio delle piante, che, a sua volta, è seguito dal cerchio dei minerali. Poi ci sono vari simboli e al centro c’è un globo terrestre con un uomo scimmiesco seduto su di esso, che misura una sfera con un paio di compassi. Questa piccola figura rappresenta la creazione animale. Nell’anello di fuoco esterno, sopra c’è il nome sacro di Jehovah circondato da nuvole. Da queste nuvole esce fuori una mano che tiene una catena. Fra la sfera divina e il mondo inferiore, personificato dall’uomo scimmiesco, c’è la figura di una donna. Soprattutto è da notare che la figura femminile sta semplicemente tenendo la catena che la unisce al mondo inferiore, ma la catena che la unisce al mondo superiore finisce in una manetta al suo polso. Questa figura femminile può avere più interpretazioni: può rappresentare l’umanità sospesa fra il divino e l’animale; può rappresentare la Natura come collegamento fra Dio e il mondo inferiore; oppure può rappresentare l’anima umana – il comune denominatore fra il superiore e l’inferiore. 

Capitolo XII

Concludendo la nostra Confessio, noi vi ammoniamo seriamente di disfarvi dei libri di nessun valore degli pseudo-alchimisti e filosofi (ce ne sono molti nella nostra epoca), che illuminerebbero sulla Santa Trinità e imbrogliano i creduloni con enigmi senza senso. Uno dei più grandi di questi è un attore, un uomo con sufficiente ingenuità per ingannare. Tali uomini sono mescolati dal Nemico del benessere umano, fra quelli che cercano di fare del bene, quindi rendono la Verità più difficile da scoprire. Credeteci, la Verità è semplice e manifesta, mentre il falso è complesso, profondamente nascosto, superbo, e la sua conoscenza fittizia di questo mondo, apparentemente somigliante a un lustrino con una luminosità religiosa, è spesso scambiata per saggezza divina. Voi che siete saggi, abbandonerete questi falsi insegnamenti e verrete a noi, che cerchiamo non il vostro denaro, ma vi offriamo liberamente il nostro tesoro più grande. Noi non desideriamo le vostre cose, ma che voi possiate diventare partecipanti dei nostri beni. Noi non deridiamo le parabole, ma vi invitiamo a capire tutte le parabole e tutti i segreti. Noi non vi chiediamo di riceverci, ma siete invitati a venire alle nostre case regali e palazzi, non perché lo vogliamo noi, ma perché noi ne siamo stati comandati dallo Spirito Santo, dal desiderio del nostro eccellente Padre C.R.C., e dalla necessità di questo momento, che è molto grande.

Capitolo XIII

Adesso che abbiamo chiarito la nostra posizione, sinceramente professiamo Cristo; ripudiamo il Papato; dedichiamo le nostre vite alla vera filosofia e al vivere degno; e giornalmente invitiamo e ammettiamo nella nostra Fratellanza le personalità di tutte le nazioni, che quindi dividano con noi la Luce di Dio: non vi unireste a noi per la perfezione di voi stessi, lo sviluppo di tutte le arti, e al servizio del mondo? Se voi farete questo passo, i tesori di ogni parte della terra saranno dati a voi, e l’oscurità che avviluppa la conoscenza umana e che conclude nelle vanità delle arti materiali e delle scienze, sarà per sempre dissipata.

Capitolo XIV

Di nuovo mettiamo in guardia quelli che sono abbagliati dal luccichio dell’oro o quelli che, adesso retti, possono essere trascinati da grandi ricchezze in una vita di ozio e di sfarzo, di non disturbare il nostro sacro silenzio con i loro schiamazzi; sebbene ci sarà una medicina che curerà tutte le malattie e darà saggezza a tutti gli uomini, tuttavia è contro il volere di Dio che gli uomini possano raggiungere la conoscenza con mezzi diversi dalla virtù, lavoro e integrità. Non ci è permesso di manifestarci ad alcun uomo a meno che sia il volere di Dio. Quelli che credono che possono prender parte alla nostra ricchezza spirituale contro il volere di Dio, oppure senza la Sua autorizzazione, scopriranno che cercandoci perderanno le loro vite più velocemente che raggiungere la felicità scoprendoci.

Di solito si crede che Johann Valentin Andreae sia l’autore del “Confessio”. Tuttavia è un dubbio molto discutibile, se Andreae non permise che il suo nome fosse usato come uno pseudonimo da Sir Francio Bacon. A proposito di questo argomento ci sono due riferimenti estremamente significativi che si trovano nell’introduzione a quel notevole potpourri, L’Anatomia della Melanconia.

Questo volume apparve la prima volta nel 1621 dalla penna di Democrito il giovane, che fu successivamente identificato con Robert Burton, che, a sua volta, fu sospettato essere intimo amico di Sir Francis Bacon. Maliziosamente un accenno suggerisce che al momento della pubblicazione di L’Anatomia della Melanconia del 1621 il fondatore della Confraternita della R+C era ancora vivo. Questa affermazione – nascosta al riconoscimento generale dal suo coinvolgimento testuale – è sfuggita all’attenzione di molti studiosi del Rosacrocianesimo. Nello stesso lavoro appare anche una breve postilla di una meravigliosa importanza. Essa contiene semplicemente le parole: “Lavoro, Valent Andreas, Lord Verulam”. Questa singola linea collega definitivamente Johann Valentin Andreae con Sir Francis Bacon, il quale era Lord Verulam, e la sua punteggiatura indica che essi sono uno e lo stesso individuo.

Un personaggio illustre fra gli apologisti Rosacrociani fu John Heydon, che si descrive come “Un Servo di Dio e un Segretario della Natura”. Nella sua curiosa opera, La Rosa+Croce Scopertaegli dà una enigmatica ma valida descrizione della Fratellanza dei R+C nel seguente linguaggio:

“Adesso ci sono dei tipi di uomini, come loro stessi riferiscono, chiamati Rosa Crociani, una fratellanza divina che abita la periferia del cielo, e questi sono i funzionari del Generalissimo del mondo, sono come gli occhi e le orecchie del grande Re, che vedono e odono tutte le cose: loro dicono che questi Rosa Crociani siano angelicamente illuminati, come fu Mosè, secondo questo ordine degli elementi, terra purificata ad acqua, acqua ad aria, aria a fuoco.” Inoltre egli dichiara che questi misteriosi Fratelli possedevano poteri polimorfi, che appaiono in ogni forma desiderata secondo la volontà. Nella prefazione dello stesso lavoro, egli enumera gli strani poteri degli adepti dei Rosacroce:

“Vi dirò adesso che cosa sono I Rosacroce, e che Mosè fu il loro Padre, e fu ; alcuni dicono che erano dell’ordine di Elia, altri che erano i Discepoli di Ezechiele; […] Per cui sembrerebbe che i Rosacroce furono non soltanto iniziati nella Teoria Mosaica, ma ebbero anche il potere di fare miracoli, come Mosè, Elia, Ezechiele, e i successivi Profeti; come l’essere trasportati dove era di loro gradimento, come Hahakkuk fu da Jewry a Babilonia, o come Filippo, dopo che ebbe battezzato Eunuch a Azorus; e uno di loro andò da me ad un mio amico in Devonshire, venne e mi portò una risposta a Londra lo stesso giorno, mentre sono quattro giorni di viaggio; mi istruirono con eccellenti predizioni di Astrologia e Terremoti; ridussero la Piaga nelle Città; zittiscono i Venti violenti e le Tempeste; calmano la furia del Mare e dei Fiumi; camminano nell’Aria; vanificano gli aspetti malevoli degli Stregoni; guariscono tutte le Malattie.”

Gli scritti di John Heydon sono considerati il più importante contributo alla letteratura Rosacrociana. John Heydon era probabilmente imparentato con Sir Christofer Heydon, “un Rosacrociano Illuminato Seraficamente,” di cui l’ultimo F. Leigh Gardner, On. Segretario Sec. Ros. in Anglia, crede essere stato la fonte della sua conoscenza Rosacrociana.

Nella sua Biblioteca Rosacrociana egli dà la seguente dichiarazione riguardante John Heydon: “Nel complesso, dalla prova intrinseca dei suoi scritti, sembra che egli sia passato dal grado più basso dell’Ordine R+C e abbia distribuito molto di questo al mondo.”

John Heydon viaggiò moltissimo, visitò l’Arabia, l’Egitto, la Persia, e molte parti d’Europa, come descritto in una introduzione biografica al suo lavoro, Il Saggio adopera la CoronaMuoversi con gli AngeliPianetiMetalli, ecc., o La Gloria dei Rosacroce – un lavoro da lui dichiarato essere una traduzione in inglese del misterioso libro “M” portato dall’Arabia da Christian Rosencreutz.

Thomas Vaughan (Eugenio Philalethes), un altro campione dell’Ordine, avvalora la dichiarazione di John Heydon circa l’abilità degli iniziati Rosacrociani di rendersi invisibili a proprio piacimento: “La Fratellanza dei R+C può muoversi in questa nebbia bianca. Chiunque voglia comunicare con noi deve essere capace di vedere in questa luce, oppure non ci vedrà mai finché noi non lo vorremo”.

La Fratellanza dei R+C è un organo sovrano e maestoso, che manipola arbitrariamente i simboli dell’alchimia, cabala, astrologia, e magia per il raggiungimento dei suoi fini particolari, ma interamente indipendente dai culti di cui adopera la terminologia.

I tre scopi principali della Fratellanza sono:

1. – L’abolizione di tutte le forme monarchiche di governo e la sostituzione quindi del dominio degli eletti filosofici. Le attuali democrazie sono la diretta conseguenza degli sforzi Rosacrociani per liberare le bocche dal dominio del dispotismo. Nella prima parte del diciottesimo secolo, i Rosacroce diressero la loro attenzione alle nuove Colonie Americane, che allora formavano il nucleo di una grande nazione nel Nuovo Mondo. La Guerra di Indipendenza Americana rappresenta il loro primo grande esperimento politico che sfociò nella creazione di un governo nazionale fondato sui principi fondamentali della legge divina e naturale. Come un imperituro ricordo delle loro attività sub rosa, i Rosacroce lasciarono il Grande Sigillo degli Stati Uniti. I Rosacroce furono anche gli istigatori della Rivoluzione Francese, ma in questo caso non ebbero del tutto successo, a causa del fanatismo dei rivoluzionari che non poteva essere controllato e il Regno del Terrore ne fu la conseguenza

14300 (1).jpg

L’Androgino Alchemico

Il Turbae Philosophorum è uno dei primi documenti conosciuti sull’alchimia in lingua latina. La sua esatta origine è sconosciuta. Talvolta va sotto il nome di Il Terzo Sinodo Pitagorico. Come implica il suo nome, è una assemblea dei saggi e mette in evidenza i punti di vista alchemici di molti filosofi dell’antica Grecia . Il simbolo sopra riprodotto proviene da una rara edizione del Turbae Philosophorum pubblicato in Germania nel 1750, e tramite una figura ermafrodita rappresenta la realizzazione del magnum opus. I principi attivi e passivi della Natura erano spesso rappresentati da figure maschili e femminili, e quando questi due principi, erano coniugati armoniosamente in una qualsiasi natura o corpo, era uso simbolizzare questo stato di perfetto equilibrio dalla figura composta come la figura suesposta.

Dal Turbae Philosophorum

14301 (1).jpg

Un Frontespizio Rosacrociano

Il Conte Michael Maier, medico di Rudolph II, fu un personaggio eccezionale nella controversia Rosacrociana. C’è un piccolo dubbio se egli fu un membro iniziato della Fratellanza dei Rosacroce, autorizzato dall’Ordine a promulgare i suoi segreti fra i filosofi eletti d’Europa. Il frontespizio suindicato mostra i sette pianeti rappresentati da figure appropriate. Dietro la figura centrale in ogni riquadro c’è un piccolo emblema che rappresenta il segno zodiacale in cui il pianeta è incoronato. Nell’arco sopra il titolo stesso c’è un ritratto del dotto Maier. Il volume di cui questo è il frontespizio, è dedicato completamente ad un’ analisi della natura ed effetto dei sette pianeti, ed è completamente espresso in terminologia alchemica. Michael Maier nascose la sua conoscenza così abilmente che è estremamente difficile estrarre dai suoi scritti i segreti che possedeva. Era generoso nell’uso di emblemi e la maggior parte della sua sapienza filosofica è nascosta nelle stampe che illustrano i suoi libri.

Dal Viatorium di Maier.

2. – La riforma di scienze, filosofia ed etica. I Rosacroce dichiaravano che le arti materiali e le scienze non erano altro che le ombre della saggezza divina, e che soltanto penetrando i recessi più reconditi della Natura l’uomo potrebbe raggiungere la realtà e la conoscenza.

Sebbene si chiamano loro stessi Cristiani, i Rosacroce evidentemente furono Platonici ed anche profondamente abili nei più profondi misteri dell’antico Ebraismo e teologia Hindu. Esiste prova innegabile che i Rosacroce desideravano restaurare le istituzioni degli antichi Misteri come il metodo più importante per istruire l’umanità nel segreto e la dottrina eterna. Infatti, essendo con ogni probabilità i perpetratori degli antichi Misteri, i Rosacroce furono abili nell’affrontare le forze distruttive della Cristianità dogmatica soltanto tramite l’assoluto segreto e l’inafferrabilità dei loro stratagemmi. Così custodirono e preservarono con somma cura il Supremo Mistero – l’identità e la relazione reciproca dei Tre Sé – che nessuno, a cui non si rivelarono volutamente, si è mai assicurato alcuna informazione soddisfacente riguardante sia l’esistenza che il fine dell’Ordine.

La Fratellanza dei R+C, attraverso la sua organizzazione esterna, sta gradualmente creando un ambiente o organismo in cui l’Illustre Fratello C.R.C. possa alla fine realizzare e completare per l’umanità gli immensi lavori spirituali e materiali della Fratellanza.

3. – La scoperta della Medicina Universale, o panacea, per ogni tipo di malattia. È ampiamente dimostrato che i Rosacroce ebbero successo nella loro ricerca dell’Elisir della Vita. Nel suo Theatrum Chemicum Britannicum, Elias Ashmole afferma che i Rosacroce non furono apprezzati in Inghilterra, ma furono benvenuti nel Continente. Dichiara anche che la Regina Elisabetta fu curata due volte per il vaiolo dai Fratelli della Rosacroce e che il Conte di Norfolk fu guarito dalla lebbra da un medico Rosacrociano. Nelle citazioni che seguono è accennato da John Heydon che i Fratelli della Confraternita possedevano il segreto per prolungare indefinitamente l’esistenza umana, ma non oltre il tempo stabilito dal volere di Dio.

“E alla fine potevano riportare con lo stesso metodo ogni Fratello che moriva, nuovamente alla vita, e proseguire così per molte epoche; puoi trovare le regole nel quarto libro. […] Dopo questo è cominciata la Fratellanza dei Rosacroce, prima con quattro persone, che morirono e risorsero fino a Cristo, e poi vennero al Servizio come la Stella che li guidò a Betlemme della Giudea, dove deposero il nostro Redentore nelle braccia di sua madre; e poi aprirono il loro tesoro e gli presentarono i loro regali, oro, incenso e mirra, e per il comandamento di Dio andarono a casa alla loro abitazione. Questi quattro giovani ancora per molte centinaia di anni di seguito, inventarono un linguaggio e una scrittura magica, con un grande dizionario, che noi ancora usiamo giornalmente per la gloria e le lodi di Dio, e dentro trovi grande saggezza. […] Adesso mentre Fratello C.R. era in un vivificante grembo appropriato, decisero di avvicinare e ricevere ancora degli altri nella loro Fratellanza.”

Il grembo qui citato, apparentemente era l’urna di vetro, o contenitore, in cui i Fratelli furono seppelliti.Questo era anche chiamato l’uovo filosofico. Dopo un certo periodo di tempo il filosofo, rompendo il guscio di questo uovo, veniva fuori e funzionava per un periodo prescritto, dopo il quale egli si ritirava di nuovo nel suo guscio di vetro.

La medicina dei Rosacroce per la guarigione di tutte le infermità umane può essere interpretata sia come una sostanza chimica che produce gli effetti fisici descritti, che come la conoscenza spirituale – il vero potere curante che, quando un uomo lo ha provato, gli rivela la verità. L’ignoranza è la peggior forma di malattia, e che: ciò che guarisce l’ignoranza è comunque la più potente di tutte le medicine. La perfetta medicina Rosacrociana fu per la cura delle nazioni, razze ed individui.

In un antico manoscritto non pubblicato, un filosofo sconosciuto dichiara che l’alchimia, la cabala, l’astrologia e la magia originariamente sono state scienze divine, ma che attraverso la perversione sono diventate false dottrine, portando i cercatori di saggezza sempre più lontani dal loro obiettivo. Lo stesso autore dà una preziosa chiave al Rosacrocianesimo esoterico dividendo la strada del conseguimento spirituale in tre gradi, o scuole, che egli chiama montagne.

La prima e più bassa di queste montagne è Monte Sofia; la seconda, Monte Cabala, e la terza, Monte Magia. Queste tre montagne sono stadi sequenziali della crescita spirituale. Lo sconosciuto autore poi dichiara:

“Con la Filosofia si comprende la conoscenza dei lavori della Natura, conoscenza con la quale l’uomo impara a scalare quelle montagne più alte sopra i limiti dei sensi. Con la Cabala si comprende il linguaggio degli esseri angelici o celestiali, e colui che l’approfondisce è capace di conversare con i messaggeri di Dio. Sulla montagna più alta c’è la Scuola di Magia (Magia Divina, che è il linguaggio di Dio) dove l’uomo ha imparato la vera natura di tutte le cose da Dio Stesso.”

C’è una crescente convinzione che se la vera natura del Rosacrocianesimo fosse divulgata, causerebbe costernazione, per non dire altro. I simboli Rosacrociani hanno molti significati, ma il significato Rosacrociano non è stato ancora rivelato. Il monte sopra al quale si trova la Casa dei Rosacroce è ancora nascosta dalle nubi, nella quale i Fratelli nascondono sia loro stessi che i loro segreti.

Michael Maier scrive: “Ciò che è contenuto nel Fama Confessio è vero. È un’obiezione molto infantile che la fratellanza abbia promesso così tanto e compiuto così poco.

Con loro, come altrove, molti sono chiamati ma pochi sono scelti. I maestri dell’ordine non danno la rosa come il premio lontano, ma impongono la croce su coloro che stanno entrando.” (Vedi Silentium post Clamores, di Maier, e The Rosicrucians and the Freemasons, di De Quincey).

La rosa e la croce appaiono sulle vetrate della Lichfield Charter House, dove Walter Conrad Arensberg crede che Lord Bacon e sua madre siano stati seppelliti. Una rosa crocifissa con un cuore è filigranata nella pagina per le dediche della edizione del 1628 dell’ Anatomia della Malinconia di Robert Burton.

I simboli fondamentali dei Rosacroce erano la rosa e la croce; la rosa femminile e la croce maschile, ambedue emblemi fallici universali.

Mentre dei tali eruditi gentiluomini come Thomas Inman, Hargrave Jennings, e Richard Payne Knight hanno veramente osservato che la rosa e la croce simboleggiano i processi generativi, questi studiosi sembrano incapaci di trafiggere il velo del simbolismo; non realizzano che il mistero creativo nel mondo materiale è soltanto un’ombra del divino mistero creativo nel mondo spirituale.

A causa del significato fallico dei loro simboli, sia i Rosacroce che i Templari sono stati falsamente accusati di praticare riti osceni nei loro segreti cerimoniali. Mentre è abbastanza vero che la secca risposta alchemica simbolizza il grembo, ha anche un più profondo significato sotto l’allegoria della seconda nascita. Come la generazione è la chiave per l’esistenza materiale, così è naturale che la Fratellanza della R+C adotti come suoi simboli caratteristici quelli esemplificanti i processi riproduttivi. Poiché la rigenerazione è la chiave per l’esistenza spirituale, perciò fondarono il loro simbolismo sulla rosa e la croce, che simboleggiano la redenzione dell’uomo attraverso l’unione della sua natura temporale più bassa con la sua natura eterna più alta. La Rosa+Croce è anche una figura geroglifica rappresentante la formula della Medicina Universale.

14400 (1).jpg

IL MONDO ELEMENTARE

Il cerchio esterno contiene le figure dello Zodiaco; il secondo i loro segni e quella parte del corpo umano che essi governano; il terzo, i mesi dell’anno, con brevi note riguardo ai temperamenti, ecc. Il quarto cerchio contiene gli elementi associati ai loro simboli appropriati, e i seguenti sette cerchi tracciano le orbite dei pianeti; anche gli angeli planetari, i sette maggiori membri dell’Uomo Universale, ed i sette metalli, ogni divisione che appare sotto il suo elemento appropriato secondo i nomi elementari nel quarto cerchio. Nel dodicesimo cerchio appaiono le parole: “Ci sono Tre Principi, Tre Mondi, Tre Età, e Tre Regni.” Nel tredicesimo cerchio appaiono i nomi delle dodici arti e scienze che sono considerate essenziali per la crescita spirituale. Nel quattordicesimo cerchio è la parola Natura. Il quindicesimo cerchio contiene le seguenti parole: “È il grande onore delle anime fedeli, che esattamente dalla loro nascita un angelo sia designato per proteggere e custodire ognuno di loro.” (Vedi la prima traduzione inglese, Londra, 1893)

Gli insegnamenti segreti di tutte le ere: La fraternita` dei Rosa Croce

CHI erano i rosacrociani? Erano un’organizzazione di profondi pensatori che si ribellavano alle limitazioni religiose e filosofiche del loro tempo o erano isolati trascendentalisti uniti solo dalla somiglianza dei loro punti di vista e deduzioni? Dov’era la “Casa dello Spirito Santo”, in cui, secondo i loro manifesti, si incontravano una volta all’anno per pianificare le future attività del loro Ordine? Chi era la persona misteriosa denominata “Il nostro illustre padre e fratello C.R.C.”? Queste tre lettere indicavano effettivamente le parole “Christian Rose Cross”? Christian Rosencreutz, il presunto autore di Chymical Nuptials, era la stessa persona che con altri tre fondò la “Society of the Rose Cross”?

Che rapporto esisteva tra il rosacrocianesimo e la massoneria medievale? Perché i destini di queste due organizzazioni erano così strettamente intrecciati? La “Confraternita della Rosa Croce” è il tanto ricercato legame che collega la Massoneria del Medioevo con il simbolismo e il misticismo dell’antichità, e i suoi segreti sono perpetuati dalla massoneria moderna? L’Ordine Rosacrociano originale si è disintegrato nell’ultima parte del XVIII secolo, o la Società esiste ancora come organizzazione, mantenendo la stessa segretezza per cui era originariamente famosa? Qual era il vero scopo per cui si e` stata formata la “Confraternita della Croce Rosa”? I rosacrociani erano una fratellanza religiosa e filosofica, come pretendevano di essere, o si trattava solo di un trucco per nascondere il vero oggetto della Fraternità, che forse era il controllo politico dell’Europa? Questi sono alcuni dei problemi coinvolti nello studio del rosacrocianesimo.

Ci sono quattro teorie distinte sull’enigma rosacrociano. Ognuna è il risultato di un’attenta considerazione delle prove da parte degli studiosi che hanno passato la vita a saccheggiare gli archivi della tradizione ermetica. Le conclusioni raggiunte dimostrano chiaramente l’inadeguatezza dei documenti disponibili riguardanti la genesi e le prime attività dei “Fratelli della Croce Rosa”.

IL PRIMO POSTULATO

Si presume che l’Ordine rosacrociano esistesse storicamente in conformità con la descrizione della sua fondazione e delle successive attività pubblicate nel suo manifesto, la Fama Fraternitatis, che si ritiene sia stata scritta nell’anno 1610, ma che apparentemente non apparve in stampa fino al 1614. La considerazione intelligente dell’origine del rosacrocianesimo richiede una familiarità con i contenuti del primo e più importante dei suoi documenti. La Fama Fraternitatis inizia con un richiamo a tutto il mondo della bontà e misericordia di Dio, e avverte l’intellighenzia che il loro egotismo e bramosia li inducono a seguire i falsi profeti e ad ignorare la vera conoscenza che Dio nella sua bontà ha rivelato loro. Quindi, una riforma è necessaria, e Dio ha mandato filosofi e saggi per questo scopo.

Per aiutare a realizzare la riforma, una misteriosa persona chiamata “Il Padre altamente illuminato C.R.C.”, un tedesco di nascita, discendente di una famiglia nobile, ma lui stesso un uomo povero, istituì la “Società segreta della Croce Rosa”. C.R.C. fu messo in un chiostro quando aveva solo cinque anni, ma in seguito divenne insoddisfatto del suo sistema educativo, si associò a un fratello degli ordini sacri che stava facendo un pellegrinaggio in Terra Santa. Hanno iniziato insieme, ma il fratello è morto a Cipro e C.R.C continuo` da solo il viaggio a Damasco. La cattiva salute gli impediva di raggiungere Gerusalemme, così rimase a Damasco, studiando con i filosofi che abitavano lì.

Durante i suoi studi, ha sentito parlare di un gruppo di mistici e Qabbalisti che dimorano nella mistica città araba di Damcar. Rinunciando al suo desiderio di visitare Gerusalemme, si accordò con gli arabi per il suo trasporto a Damcar. C.R.C. Aveva solo sedici anni quando arrivò a Damcar. Fu ricevuto come uno che si era aspettato da tempo, un compagno e un amico in filosofia, e fu istruito nei segreti degli adepti arabi. Mentre lì, C.R.C. imparò la lingua araba e tradusse il libro sacro M in latino; e al suo ritorno in Europa porto` con sé questo importante volume.

Dopo aver studiato tre anni a Damcar, C.R.C. partì per la città di Fez, dove i maghi arabi dichiararono che sarebbero state fornite ulteriori informazioni. A Fez fu istruito su come comunicare con gli abitanti elementari [probabilmente gli spiriti della natura], e questi gli rivelarono molti altri grandi segreti della natura. Mentre i filosofi di Fez non erano grandi come quelli di Damcar, le precedenti esperienze di C.R.C. gli hanno permesso di distinguere il vero dal falso e quindi di aggiungere molto alla sua riserva di conoscenza.

Dopo due anni a Fez, C.R.C. salpò per la Spagna, portando con sé molti tesori, tra cui piante rare e animali accumulati durante i suoi vagabondaggi. Sperava con affetto che i dotti uomini d’Europa ricevessero con gratitudine i rari tesori intellettuali e materiali che aveva portato per la loro considerazione. Invece incontrò solo il ridicolo, perché i cosiddetti saggi avevano paura di ammettere la loro precedente ignoranza per timore che il loro prestigio venisse alterato. A questo punto della narrazione è un’interpolazione che afferma che Paracelso, pur non essendo un membro della “Fraternità della Croce Rosa”, avesse letto il libro M e da una considerazione del suo contenuto aveva ottenuto informazioni che lo rendevano il principale medico del Medioevo.

Stanco, ma non scoraggiato, come risultato della inutilità dei suoi sforzi, C.R.C. tornò in Germania, dove costruì una casa in cui poteva tranquillamente continuare i suoi studi e ricerche. Ha anche prodotto una serie di strumenti scientifici rari per scopi di ricerca. Mentre avrebbe potuto rendersi famoso se avesse voluto commercializzando la sua conoscenza, preferiva la compagnia di Dio alla stima degli uomini.

Dopo cinque anni di pensionamento, decise di rinnovare la sua lotta per una riforma delle arti e delle scienze del suo tempo, questa volta con l’aiuto di alcuni amici fidati. Andò al monastero dove aveva ricevuto il suo primo addestramento e chiamò a sé tre fratelli, ai quali vincolò un giuramento per preservare inviolati i segreti che avrebbe dovuto impartire e scrivere per amore dei posteri.

13700 (1).jpg

Si dice di questa croce che sia fatta di oro spirituale e che ogni fratello la indossa sul suo petto. Porta i simboli alchemici di sale, zolfo e mercurio; anche una stella dei pianeti; e intorno ad esso ci sono le quattro parole FEDE, SPERANZA, AMORE e PAZIENZA. L’aquila bifronte, o Fenice, prefigura sottilmente l’ultimo stato androgino della creatura umana. L’alchimia rosacrociana non si occupava solo dei metalli. Il corpo dell’uomo era il laboratorio alchemico e nessuno poteva diventare un adepto rosacrociano fino a quando non aveva eseguito il supremo esperimento di trasmutazione cambiando i metalli di base dell’ignoranza nell’oro puro di saggezza e comprensione.

Questi quattro fondarono la “Fraternità della Croce Rosa”. Prepararono il suo linguaggio cifrato segreto e, secondo la Fama, un grande dizionario in cui tutte le forme di saggezza erano classificate per la glorificazione di Dio. Iniziarono anche il lavoro di trascrizione del libro M, ma trovarono il compito troppo difficile a causa delle richieste del gran numero di malati che venivano da loro per essere guariti.

Avendo completato un edificio più nuovo e più grande, che chiamarono la “Casa dello Spirito Santo”, decisero di includere quattro nuovi membri nella Fraternità, aumentando così il numero a otto, sette dei quali erano tedeschi. Tutti non erano sposati. Lavorando industriosamente insieme, hanno rapidamente completato l’arduo lavoro di preparazione dei documenti, delle istruzioni e degli arcani dell’Ordine. Hanno anche messo in ordine la casa chiamata “Sancti Spiritus”.

Hanno quindi deciso di separare e visitare gli altri paesi della Terra, non solo per concedere la loro saggezza ad altri che la meritavano, ma anche perche` potessero controllare e correggere eventuali errori esistenti nel loro stesso sistema. Prima di separarsi, i Fratelli hanno preparato sei regole, o regolamenti, e ciascuno si è impegnato ad obbedire loro. La prima regola era che non dovevano assumersi alcuna altra dignità o credito oltre a quello di guarire malati. La seconda era che da quel momento in poi non avrebbero dovuto indossare alcuna veste o indumento speciale, ma avrebbero dovuto vestirsi secondo l’usanza del paese in cui dimoravano. La terza dichiarò che ogni anno in un dato giorno dovevano incontrarsi nella “Casa dello Spirito Santo” o, se non fossero stati in grado di farlo, dovevano essere rappresentati da un’epistola. La quarta decretava che ogni membro avrebbe dovuto cercare una persona degna per succedergli alla sua morte. La quinta dichiarava che le lettere “R.C.” avrebbero dovuto essere il loro sigillo, marchio e carattere da quel momento in poi. La sesta specificava che la Fraternità avrebbe dovuto rimanere sconosciuta al mondo per un periodo di cento anni.

Dopo aver giurato su questo codice, cinque fratelli partirono per terre lontane, e un anno dopo anche due degli altri se ne andarono, lasciando solo Padre C.R. C. nella “Casa dello Spirito Santo”. Anno dopo anno incontrarono una grande gioia, poiché avevano promulgato in silenzio e sinceramente le loro dottrine tra i saggi della terra.

Quando il primo dell’Ordine morì in Inghilterra, fu deciso che i luoghi di sepoltura dei membri dovessero essere segreti. Poco dopo padre C.R.C. chiamò i sei rimanenti insieme, e si suppone che poi abbia preparato la sua tomba simbolica. Il libro Fama registra che nessuno dei Fratelli in vita al momento della sua scrittura sapeva quando Padre C.R.C. morì o dove fu sepolto. Il suo corpo fu scoperto per caso 120 anni dopo la sua morte, quando uno dei Fratelli, che possedeva una notevole abilità architettonica, decise di apportare alcune modifiche nella “Casa dello Spirito Santo”. [Si sospetta solo che la tomba fosse in questo edificio.]

Mentre faceva le sue modifiche, il Fratello scoprì una lapide commemorativa sulla quale erano incisi i nomi dei primi membri dell’Ordine. Decise di trasferire la lapide in una cappella più imponente, perché in quel momento nessuno sapeva in quale paese padre C.R.C. era morto, questa informazione era stata nascosta dai membri originali. Nel tentativo di rimuovere la tavoletta commemorativa, che era tenuta in posizione da un grande chiodo, alcune pietre e intonacature si staccarono dal muro, rivelando una porta nascosta nella muratura. I membri dell’Ordine si sbarazzarono immediatamente del resto dei detriti e scoprirono l’ingresso di un caveau. Sulla porta a grandi lettere c’erano le parole: POST CXX ANNOS PATEBO. Questo, secondo l’interpretazione mistica dei Fratelli, significava: “Tra 120 anni uscirò”.

Il mattino seguente la porta fu aperta e i membri entrarono in un caveau con sette lati e sette spigoli, ciascuno dei quali largo cinque piedi e alto otto piedi. Anche se il sole non penetro` mai in questa tomba, era brillantemente illuminato da una misteriosa luce nel soffitto. Al centro c’era un altare circolare, sul quale erano incise lastre di ottone con strani caratteri. In ciascuno dei sette lati c’era una piccola porta che, una volta aperta, rivelava un numero di scatole piene di libri, istruzioni segrete e l’arcano presumibilmente perduto della Fraternità.

Dopo aver spostato l’altare su un lato, fu rivelata una copertura di ottone. Sollevandola si rivelò un corpo, presumibilmente quello di C.R.C., che, sebbene fosse rimasto lì per 120 anni, era ben conservato come se fosse appena stato interrato. Era ornato e abbigliato nelle vesti dell’Ordine, e in una mano era racchiusa una misteriosa pergamena che, accanto alla Bibbia, era il bene più prezioso della Compagnia. Dopo aver esaminato a fondo il contenuto della camera segreta, la targa e l’altare di ottone furono rimessi al loro posto, la porta della volta fu di nuovo sigillata e i Fratelli andarono nelle loro rispettive vie, i loro spiriti sollevati e la loro fede aumentata dallo spettacolo miracoloso che loro avevano visto.

Il documento termina dicendo in effetti: “Conformemente alla volontà di Padre CRC, Fama è stata preparata e inviata ai saggi e ai sapienti di tutta l’Europa in cinque lingue, affinché tutti possano conoscere e comprendere i segreti di una augusta Fraternità Tutte le anime sincere che lavorano per la gloria di Dio sono invitate a comunicare con i Fratelli e viene promesso che il loro appello sarà ascoltato, indipendentemente da dove sono o da come i messaggi sono inviati. Allo stesso tempo, coloro che vivono nell’egoismo sono avvertiti che solo la tristezza e l’infelicità saranno saranno ottenute da chiunque tenti di scoprire la Fraternità senza un cuore puro e una mente pura. ”

Tale, in breve, è la storia della Fama Fraternitatis. Chi la accetta letteralmente considera padre C.R.C. come l’attuale fondatore della Confraternita, che si ritiene abbia organizzato intorno al 1400. Il fatto che la convalida storica dei punti importanti della Fama non sia mai stata scoperta è contro questa teoria. Non ci sono prove che padre C.R.C. avvicino` i dotti uomini di Spagna. La misteriosa città di Damcar non può essere trovata, e non vi è alcuna documentazione che in nessuna parte della Germania esistesse un luogo in cui un gran numero di malati venivano misteriosamente guariti. La tradizione segreta di A. E. Waite nella Massoneria contiene un’immagine di Padre C.R.C. la quale lo mostra con una lunga barba sul petto, seduto davanti a un tavolo sul quale brucia una candela. Una mano sostiene la testa e l’altra poggia la punta del dito indice sulla tempia di un teschio umano. L’immagine, tuttavia (vedi la sezione in fondo al capitolo), non prova nulla. Padre C.R.C. non è mai stato visto da altri membri del suo stesso Ordine, e non hanno conservato una descrizione di lui. Che il suo nome fosse Christian Rosencreutz è ancora più improbabile, poiché i due non erano nemmeno associati fino alla stesura delle Nightsials Chymical.

IL SECONDO POSTULATO

Quei fratelli massonici che hanno indagato sull’argomento accettano l’esistenza storica della “Confraternita della Croce Rosa” ma sono divisi sull’origine dell’Ordine. Un gruppo sostiene che la società origino` nell’Europa medievale come una conseguenza della speculazione alchemica. Robert Macoy, 33 °, ritiene che Johann Valentin Andreæ, un teologo tedesco, sia stato il vero fondatore e ritiene anche possibile che questo abbia semplicemente riformato e amplificato una società esistente fondata da Sir Henry Cornelius Agrippa. Alcuni credono che il rosacrocianesimo rappresentasse la prima invasione europea della cultura buddista e braminica. Altri ancora ritengono che la “Società della Croce Rosa” sia stata fondata in Egitto durante la supremazia filosofica di quell’impero, e che perpetuasse anche i Misteri dell’antica Persia e Caldea.

Nella sua Anacalypsis, Godfrey Higgins scrive: “I rosacrociani della Germania sono piuttosto ignoranti riguardo la loro origine, ma, per tradizione, si suppongono discendenti degli antichi egizi, caldei, magi e ginecofisti”. (L’ultimo era un nome dato dai seguaci di Alessandro Magno a una casta di uomini saggi nudi che trovavano meditando lungo le rive del fiume in India). Il consenso tra queste fazioni è che la storia di Padre CRC, come la leggenda massonica di Hiram Abiff, è un’allegoria e non dovrebbe essere considerata alla lettera. Un problema simile e` stato affrontato dagli studenti della Bibbia, che hanno trovato non solo difficili, ma nella maggior parte dei casi impossibili, i loro sforzi per confermare l’interpretazione storica delle Scritture.

Ammettendo l’esistenza dei Rosacrociani come una società segreta con fini filosofici e politici, è notevole che un’organizzazione con membri in tutte le parti d’Europa possa mantenere il segreto assoluto attraverso i secoli. Tuttavia, i “Fratelli della Rosa Croce” sembravano in grado di realizzare questo. Un gran numero di studiosi e filosofi, tra cui Sir Francis Bacon e Wolfgang von Goethe, sono stati sospettati di appartenenza all’Ordine, ma la loro connessione non è stata stabilita con soddisfazione dagli storici. Gli pseudo-rosacrociani abbondavano, ma i veri membri dell ‘”Ordine antico e segreto dei filosofi sconosciuti” hanno vissuto con successo la loro segretezza; fino ad oggi rimangono sconosciuti.

Durante il Medioevo apparve un certo numero di trattati, che pretendono di provenire dalle penne dei Rosa-Croce. Molti di loro, tuttavia, erano spuri, emessi per la loro auto-esaltazione da persone senza scrupoli che usavano il venerato e magico nome rosacrociano nella speranza di ottenere potere religioso o politico. Questo rese molto complicato

13800 (1).jpg

Il simbolo originale della Fraternità Rosacrociana era una rosa geroglifica crocifissa su una croce. La croce veniva spesso sollevata su un Calvario a tre gradini. Occasionalmente il simbolo di una croce che sorge da una rosa veniva usato in connessione con le loro attività. La rosa rosacrociana è stata disegnata sulla tavola rotonda di Re Artù, ed è il motivo centrale per i collegamenti che formano la catena da cui il “Grande Giorgio” è sospeso tra i gioielli dell’ordine della Giarrettiera. Hargrave Jennings sospetta che questo Ordine abbia una qualche connessione con i Rosa-Croce.

il lavoro di investigare sulla società. Un gruppo di pseudo-rosacrociani arrivò al punto di fornire ai suoi membri una corda nera con la quale si sarebbero conosciuti e li avvertì che se avessero rotto il loro voto di segretezza il cordone sarebbe stato usato per strangolarli. Pochi dei principi del rosacrocianesimo sono stati conservati in letteratura, poiché la Fraternità originale ha pubblicato solo resoconti frammentari dei suoi principi e attività.

Nei suoi Simboli Segreti dei Rosacrociani, il Dr. Franz Hartmann descrive la Fraternità come “Una società segreta di uomini che possiedono poteri sovrumani – se non soprannaturali – si diceva che fossero capaci di profetizzare eventi futuri, di penetrare nei misteri più profondi. della natura, per trasformare, il rame, il piombo o il mercurio in oro, per preparare un elisir di vita, o panacea universale, con l’uso della quale potevano preservare la loro giovinezza e virilità, e inoltre si credeva che potessero comandare gli Spiriti Elementari della Natura, e conoscevano il segreto della Pietra Filosofale, una sostanza che rendeva chi lo possedeva onnipotente, immortale e supremamente saggio. ”

Lo stesso autore definisce ulteriormente un rosacrociano come “una persona che attraverso il processo del risveglio spirituale ha raggiunto una conoscenza pratica del significato segreto della rosa e della croce. * * * Chiamare una persona un rosacrociano non lo rende uno, né l’atto di chiamare una persona cristiana lo rende un Cristo. Il vero rosacrociano o massone non può essere creato, deve crescere per diventarne uno attraverso l’espansione e lo sviluppo della potenza divina nel suo cuore. perché molte chiese e società segrete sono lontane dall’essere ciò che esprimono i loro nomi “.

I principi simbolici del rosacrocianesimo sono così profondi che ancora oggi sono poco apprezzati. Le loro carte e diagrammi si occupano di importanti principi cosmici che trattano con una comprensione filosofica decisamente rinfrescante rispetto alla ristrettezza ortodossa prevalente ai loro tempi. Secondo i documenti disponibili, i rosacrociani erano legati da aspirazioni reciproche piuttosto che dalle leggi di una fraternità. Si crede che i “Fratelli della Rosa Croce” abbiano vissuto in modo discreto, operando laboriosamente nei mestieri e nelle professioni, rivelando la loro affiliazione segreta a nessuno – in molti casi nemmeno alle loro stesse famiglie. Dopo la morte di C.R.C., la maggior parte dei Fratelli apparentemente non aveva un punto d’incontro centrale. Qualunque rituale iniziatico posseduto dall’Ordine era così strettamente sorvegliato da non essere mai stato rivelato. Senza dubbio è stato scritto con la terminologia chimica.

Gli sforzi per entrare nell’Ordine erano apparentemente futili, poiché i Rosacroce sceglievano sempre i loro discepoli. Trovando una persona degna che avrebbe onorato la loro illustre fraternità, avrebbero comunicato con lei in uno dei tanti modi misteriosi. Avrebbe ricevuto una lettera, anonima o con un sigillo particolare, che reca di solito le lettere “C.R.C.” o “R.C.” su di essa. Sarebbe stata incaricato di recarsi in un determinato luogo all’ora stabilita. Ciò che gli veniva rivelato non lo avrebbe mai rivelato, sebbene in molti casi i suoi scritti successivi mostrassero che una nuova influenza era entrata nella sua vita, approfondendo la sua comprensione e allargando il suo intelletto. Alcuni hanno scritto allegoricamente riguardo a ciò che hanno visto quando nell’augusta presenza dei “Fratelli della Rosa Croce”.

Gli alchimisti venivano a volte visitati nei loro laboratori da sconosciuti misteriosi, che impartivano discorsi istruiti sui processi segreti delle arti ermetiche e, dopo aver rivelato certi processi, se ne andavano, senza lasciare traccia. Altri dichiararono che i “Fratelli della Croce delle Rose” comunicavano con loro attraverso sogni e visioni, rivelando loro i segreti della saggezza ermetica mentre dormivano. Essendo stato istruito, il candidato era tenuto al segreto, non solo riguardo alle formule chimiche che gli erano state rivelate, ma anche riguardo al metodo con cui le aveva assicurate. Mentre questi adepti senza nome erano sospettati di essere “Fratelli della Rosa Croce”, non si poteva mai dimostrare chi fossero.

Molti sospettano che la rosa rosacrociana sia una convenzionalizzazione del fiore di loto egiziano e indù, con lo stesso significato simbolico .La Divina Commedia dimostra come Dante Alighieri avesse familiarità con la teoria del rosacrocianesimo. Riguardo a questo punto, Albert Pike nel suo Morali e Dogma fa questa affermazione significativa: “Il suo inferno non è che un purgatorio negativo: il suo paradiso è composto da una serie di cerchi cabalistici, divisi da una croce, come il Pantaleo di Ezechiele. di questa croce sboccia una rosa, e vediamo per la prima volta il simbolo degli Adepti della Rosa-Croix pubblicamente esposto”.

Il dubbio è sempre esistito sul fatto che il nome Rosacrociano provenisse dal simbolo della rosa e della croce, o se questo fosse semplicemente un trucco per ingannare il non informato e nascondere ulteriormente il vero significato dell’Ordine. Godfrey Higgins ritiene che la parola rosacrociana non derivi dal fiore ma dalla parola Ros, che significa rugiada. È anche interessante notare che la parola Ras significa saggezza, mentre Rus viene tradotta con occulto. Senza dubbio tutti questi significati hanno contribuito al simbolismo rosacrociano.

A. E. Waite sostiene con Godfrey Higgins che il processo di formazione della Pietra Filosofale con l’aiuto della rugiada è il segreto nascosto nel nome Rosacrociano. È possibile che la rugiada cui si fa riferimento sia una sostanza misteriosa all’interno del cervello umano, che assomiglia molto alla descrizione data dagli alchimisti della rugiada che, cadendo dal cielo, riscattava la terra. La croce è simbolica del corpo umano, ei due simboli insieme – la rosa sulla croce – significano che l’anima dell’uomo è crocifissa sul corpo, dove è trattenuta da tre chiodi.

È probabile che il simbolismo rosacrociano sia una perpetuazione dei principi segreti degli egizi e che la Società dei filosofi sconosciuti sia il vero anello che collega la massoneria moderna, con la sua massa di simboli, all’ermetismo egiziano antico, la fonte di quel simbolismo. Nella sua Dottrina e Letteratura della Cabala, AE Waite fa questa importante osservazione: “Ci sono certe indicazioni che puntano ad una possibile connessione tra Massoneria e Rosacrocianesimo, e questo, se ammesso, costituirebbe il primo anello nella sua connessione con il passato. L’evidenza è, tuttavia, inconcludente, o per lo meno inesplorata: la Massoneria di per sé, nonostante l’affinità con il misticismo che ho appena menzionato, non ha mai esibito alcun carattere mistico, né ha un’idea chiara da dove provengano i suoi simboli. ”

Molti di quelli legati allo sviluppo della Massoneria furono sospettati di essere Rosacrociani; alcuni, come nel caso di Robert Fludd, hanno persino scritto in difesa di questa organizzazione. Frank C. Higgins, un moderno simbolista massonico, scrive: “Il dottor Ashmole, un membro di questa fraternità [Rosacrociana], è venerato dai massoni come uno dei fondatori della prima Gran Loggia a Londra”. (Vedi la Massoneria Antica). Elias Ashmole è uno dei tanti legami intellettuali che collegano il rosacrocianesimo alla genesi della Massoneria. L’Encyclopædia Britannica nota che Elias Ashmole fu iniziato nell’Ordine Massonico nel 1646, e afferma inoltre che fu “il primo gentiluomo, ad essere ‘accettato'”.

Su questo stesso soggetto, Papus, nel suo Tarocco dei Boemi, ha scritto: “Non dobbiamo falsare che i Rosa-Croce fossero gli iniziatori di Leibnitz, e i fondatori della vera Massoneria attraverso Ashmole”. Se i fondatori della Massoneria furono iniziati nel Grande Arcano d’Egitto – e il simbolismo della Massoneria moderna indicherebbe che tale era il caso – allora è ragionevole supporre che essi si assicurassero le loro informazioni da una società di cui ammettevano l’esistenza e che era debitamente qualificata per insegnare loro questi simboli e allegorie.

Una teoria riguardante i due ordini è che la Massoneria era una conseguenza del rosacrocianesimo; in altre parole, che i “filosofi sconosciuti” furono conosciuti attraverso un’organizzazione creata per servirli nel mondo materiale. La storia continua raccontando che gli adepti rosacrociani erano insoddisfatti della loro progenie e si ritirarono silenziosamente dalla gerarchia massonica, lasciandosi alle spalle il loro simbolismo ma portando via le chiavi con cui i simboli sarebbero  stati interpretati e utilizzati. Gli speculatori sono arrivati ​​al punto di affermare che, secondo loro, la massoneria moderna ha assorbito completamente il rosacrocianismo e l’ha succeduto come la più grande società segreta del mondo. Altre menti di pari livello dichiarano che la Fratellanza rosacrociana esista ancora, preservando la sua individualità come il risultato di essersi ritirata dall’ordine massonico.

Secondo una tradizione ampiame nte accettata, il quartier generale dell’Ordine Rosacrociano si trova vicino a Carlsbad, in Austria (vedi Dott. Franz Hartmann). Un’altra versione dice che una scuola misteriosa, simile ai principi generali della Fraternità rosacrociana, che si definisce “I fratelli bohémien”, mantiene ancora la sua individualità nella Schwarzwald (Foresta Nera) della Germania. Una cosa è certa: con l’ascesa della Massoneria, l’Ordine Rosacrociano in Europa praticamente scomparve, e nonostante le affermazioni in senso contrario, è certo che il 18 ° grado (comunemente noto come Rose-Croix) perpetua molti dei simboli degli Alchimisti del fuoco rosacrociano.

In un anonimo manoscritto inedito del diciottesimo secolo recante gli spunti del Qabbalismo rosacrociano appare questa

13900 (1).jpg

La rosa è un simbolo yonico associato a generazione, fecondità e purezza. Il fatto che i fiori sbocciano aprendosi ha fatto sì che fossero scelti come simboli dello sviluppo spirituale. Il colore rosso della rosa si riferisce al sangue di Cristo, e il cuore d’oro nascosto nel mezzo del fiore corrisponde all’oro spirituale nascosto nella natura umana. Il numero dei suoi petali (dieci) è anche un sottile promemoria del perfetto numero pitagorico. La rosa simboleggia il cuore e il cuore è sempre stato accettato dai cristiani come emblema delle virtù dell’amore e della compassione, nonché della natura di Cristo – la personificazione di queste virtù. La rosa come emblema religioso è di grande antichità. Fu accettato dai Greci come il simbolo del sorgere del sole o dell’arrivo dell’alba. Nella sua metamorfosi, Apuleio, trasformato in un asino a causa della sua follia, riacquistò la sua forma umana mangiando una rosa sacra datagli dai sacerdoti egizi.

La presenza di una rosa geroglifica sullo scudo di Martin Lutero è stata alla base di molte speculazioni sull’eventuale esistenza di una connessione tra la sua Riforma e le attività segrete della Croce Rosa.

affermazione: “Eppure ora darò al mondo troppo saggio un paradosso da risolvere, vale a dire che alcuni uomini illuminati si sono impegnati a fondare Scuole di saggezza in Europa e questi per qualche strana ragione si sono definiti Fratres Rosa: Crucis. poi sono nate false scuole che hannocorrotto le buone intenzioni di questi uomini saggi, quindi l’Ordine non esiste più per come la maggior parte delle persone lo intende: questa Fraternità del Seculo Fili si chiama Fratelli della Croce Rosie, così nel Seculo Spiritus Sancti si chiameranno Fratelli della Croce del Giglio e Cavalieri del Leone Bianco ”

Le aspirazioni politiche dei rosacrociani furono espresse attraverso le attività di Sir Francis Bacon, del conte di St.-Germain e del conte di Cagliostro. L’ultimo nome è sospettato di essere stato un emissario dei Cavalieri Templari, una società profondamente coinvolta nel trascendentalismo, come ha notato Eliphas Levi. C’è una supposizione popolare secondo la quale i rosacrociani furono per lo meno istigatori parziali della rivoluzione francese. (Si noti in particolare l’introduzione al romanzo rosacrociano di Lord Bulwer-Lytton, Zanoni.)

IL TERZO POSTULATO

La terza teoria prende la forma di una radicale negazione del rosacrocianesimo, affermando che il cosiddetto Ordine originale non ha mai avuto alcun fondamento, ma fu interamente un prodotto dell’immaginazione. Questo punto di vista è espresso al meglio da una serie di domande che vengono ancora poste dagli investigatori di questo gruppo elusivo di metafisici. La “Confraternita della Rosa Croce” era semplicemente un’istituzione mitica creata nella mente fertile di qualche cinico letterario allo scopo di deridere le scienze alchemiche ed ermetiche? La “Casa dello Spirito Santo” e` mai esistita al di fuori dell’immaginazione di qualche mistico medioevale? Tutta la storia rosacrociana era una satira per ridicolizzare la creduloneria dell’Europa scolastica? Fu il misterioso padre C.R.C. un prodotto del genio letterario di Johann Valentin Andreæ, o un altro di mentalita` simile, che, tentando di lasciare un segno nella filosofia alchemica ed ermetica, divenne involontariamente un grande potere nel promuovere la causa della sua promulgazione? Che almeno uno dei primi documenti dei Rosacrociani provenisse dalla penna di Andreæ, ci sono pochi dubbi, ma per quale scopo lo abbia compilato rimane ancora una questione di speculazione. Lo stesso Andreæ ha ricevuto da alcune persone sconosciute, istruzioni da eseguire? Se scrisse le Chymical Nuptials di Christian Rosencreutz quando aveva solo quindici anni, da chi fu aiutato nella stesura di quel libro?

A queste domande vitali non ci sono risposte. Un certo numero di persone accettò la magnifica impostura di Andreæ come assoluta verità. È sostenuto da molti che, di conseguenza, nacquero numerose pseudo-società, ognuna affermando che era l’organizzazione per la quale furono scritte la Fama Fraternitatis e la Confessio Fraternitatis. Al di là del dubbio ci sono molti ordini spuri oggi esistenti; ma pochi di loro possono offrire valide affermazioni secondo cui la loro storia risalga all’inizio del diciannovesimo secolo.

Il mistero associato alla Fraternità Rosacrociana ha provocato infinite polemiche. Molte menti capaci, degne di nota fra loro Eugenio Filalete, Michael Maier, John Heydon e Robert Fludd, difesero l’esistenza concreta della “Societa` dei Filosofi Sconosciuti”. Altri ugualmente qualificati hanno affermato di essere di origine fraudolenta e di esistenza dubbia. Eugenio Filalete, mentre dedica libri all’Ordine, e lui stesso scrive una lunga esposizione dei suoi principi, nega ogni legame personale con esso. Molti altri hanno fatto altrettanto.

Alcuni ritengono che Sir Francis Bacon abbia avuto una mano nella scrittura di Fama e Confessio Fraternitatis, sulla base del fatto che lo stile retorico di queste opere è simile a quello della Nuova Atlantide di Bacon. Sostengono anche che alcune affermazioni in quest’ultimo lavoro indicano una conoscenza della simbologia rosacrociana. L’elusività dei rosacrociani li ha fatti diventare i soggetti preferiti per le opere letterarie. Eccezionale tra i romanzi che si sono intrecciati intorno a loro è Zanoni. L’autore, Lord Bulwer-Lytton, è considerato da alcuni come un membro dell’Ordine, mentre altri affermano che ha fatto richiesta di adesione ma è stato respinto. Comte de Gabalis di Abbé de Villars, e saggi di De Quincy, Hartmann, Jennings, Mackenzie e altri, sono esempi di letteratura rosacrociana. Sebbene l’esistenza di questi rosacrociani medioevali sia difficile da provare, sono disponibili prove sufficienti per rendere estremamente probabile che esistessero in Germania, e in seguito in Francia, Italia, Inghilterra e altri paesi europei, una società segreta di savi illuminati che diedero contributi di grande importanza alla somma delle conoscenze umane, pur mantenendo il segreto assoluto sulla loro personalità e sulla loro organizzazione.

IL QUARTO POSTULATO

Le apparenti incongruenze della controversia rosacrociana sono state anche descitte da una spiegazione puramente trascendentale. Ci sono prove che i primi scrittori erano a conoscenza di tale supposizione – che, tuttavia, fu resa popolare solo dopo che venne stata esposta dalla Teosofia. Questa teoria afferma che i Rosacroce possedevano effettivamente tutti i poteri soprannaturali con cui venivano accreditati; che erano in realtà cittadini di due mondi: che, mentre avevano corpi fisici per l’espressione sul piano materiale, erano anche in grado, attraverso le istruzioni ricevute dalla Confraternita, di funzionare in un misterioso corpo etereo non soggetto alle limitazioni di tempo o distanza. Per mezzo di questa “forma astrale” erano in grado di funzionare nel regno invisibile della Natura, e in questo regno, al di là della portata del profano, si trovava il loro tempio.

Secondo questo punto di vista, la vera Confraternita rosacrociana consisteva in un numero limitato di adepti o iniziati altamente sviluppati, quelli dei gradi superiori che non erano più soggetti alle leggi della mortalità; i candidati venivano accettati nell’Ordine solo dopo lunghi periodi di prova; gli adepti possedevano il segreto della Pietra Filosofale e conoscevano il processo di trasformazione dei metalli di base in oro, ma insegnavano che questi erano solo termini allegorici che nascondevano il vero mistero della rigenerazione umana attraverso la trasmutazione degli “elementi di base” della natura inferiore dell’uomo nell'”oro” della realizzazione intellettuale e spirituale. Secondo questa teoria, coloro che hanno cercato di registrare gli eventi importanti in relazione alla controversia rosacrociana hanno invariabilmente fallito perché hanno affrontato il loro soggetto da un punto di vista puramente fisico o materialistico.

Si credeva che questi adepti fossero stati in grado di insegnare all’uomo come allontanarsi dal proprio corpo fisico a piacimento aiutandolo a rimuovere la “rosa dalla croce”. Insegnarono che la natura spirituale era attaccata alla forma materiale in certi punti, simboleggiati dai “chiodi” della crocifissione; ma con tre iniziazioni alchemiche avvenute nel mondo spirituale, nel vero Tempio della Croce Rosa, erano in grado di “togliere” questi chiodi e di permettere alla natura divina dell’uomo di scendere dalla sua croce. Nascosero i processi con i quali questo veniva compiuto sotto tre espressioni metaforiche alchemiche:

“La Colata del Mare Fuso”“La Realizzazione del Diamante Rosa”“La Conquista della Pietra Filosofale”.

Mentre l’intellettuale si agita faticosamente fra teorie contraddittorie, il mistico affronta il problema in un modo completamente differente.

Egli crede che la vera Fratellanza dei Rosa+Croce, che consiste in una scuola di superuomini (non dissimili dai leggendari Mahatma indiani), sia una istituzione esistente non nel mondo invisibile ma nella sua controparte spirituale, che egli pensa sia opportuno chiamare “i livelli interiori della Natura”, che possono essere raggiunti soltanto da quei Fratelli che sono capaci di trascendere le limitazioni del mondo materiale.

A sostegno del loro punto di vista, questi mistici citano la seguente significativa dichiarazione dal Confessio Fraternitatis : “Migliaia di volte gli indegni possono gridare a gran voce, migliaia di volte si possono presentare, ma Dio ha comandato alle nostre orecchie che essi non avrebbero udito niente di loro, e così ci ha cinto con le Sue nuvole affinché a noi, Suoi servi, non possa essere fatta alcuna violenza; perciò adesso non siamo più visti da occhi umani, a meno che loro abbiano ricevuto forza presa a prestito dall’aquila”.

Nel misticismo l’aquila è un simbolo di iniziazione (il Fuoco spinale dello Spirito), e da questo è spiegata l’incapacità del mondo non rigenerato a capire l’Ordine Segreto dei Rosa+Croce.

Coloro che professano questa teoria vedono il Conte di St. Germain come il più alto adepto e asseriscono che egli e Christian Rosencreutz erano la stessa persona.

Accettano il fuoco come il loro simbolo universale, perché era l’unico elemento col quale potevano controllare i metalli.

Si dichiaravano i discendenti di Tubal-cain e Hiram Abiff, e che il fine della loro esistenza era preservare la natura spirituale dell’uomo attraverso le età di materialità.

“Le sette Gnostiche, gli Arabi, Alchimisti, Templari, Rosa+Croce, e per ultimi i Massoni, formano la catena occidentale nella trasmissione delle scienze occulte”. (Vedi “I tarocchi dei Bohemieni” tradotti da A.E. Waite dal francese di Papus).

Max Heindel, il mistico cristiano, descrisse il Tempio dei Rosa+Croce come una “struttura eterica” situata dentro e attorno alla casa di un gentiluomo di campagna europeo. Egli credeva che questo edificio invisibile potesse essere alla fine spostato nel continente americano.

Il signor Heindel alludeva agli Iniziati Rosacrociani come persone così progredite nella scienza della vita che “la morte li aveva dimenticati”.

14000 (1).jpg

Lo stemma di Johann Valentin Andreae

Da Chymische Hochzeit

Il riferimento alle quattro rose rosse e alla croce bianca nel Matrimonio Alchemico di Christian Rosencreutz identificava Johann Valentin Andreae come il suo autore, poiché il suo stemma di famiglia, mostrato sopra, era composto da quattro rose rosse ed una croce bianca.

Juan Guaido`: Un massone della loggia di York

Il Presidente del Parlamento del Venezuela, Juan Guaidó, si e` autoproclamato, qualche giorno fa, “presidente in carica” ​​del paese, secondo la decisione della sede legislativa di non riconoscere il secondo mandato di Nicolas Maduro, che ha descritto come “illegittimo”. Nella sua qualità di leader dell’opposizione e capo dell’Assemblea Nazionale, ha assunto i poteri dell’esecutivo e ha teso la mano ai chavisti, assicurando che, una volta rovesciato “il regime usurpatore,” cerchera` la riconciliazione nazionale.

Guaidó ha recentemente offerto dettagli della sua vita politica e privata in un’intervista. Una delle voci piu` forti che circolano sul presidente del Parlamente è legata ai suoi presunti legami con la Gran Loggia del Venezuela, che è stata rafforzata da un video dalla Loggia Sudest, che ha espresso il suo appoggio: “Per la Gloria del Grande Architetto dell’universo Noi, i rappresentanti della Gran Loggia Sud-Est forniremo il supporto incondizionato e fedele al nostro caro fratello Juan Gerardo Guaidó “.

“Guaidó è un massone?” fu la domanda posta dal giornalista Luz Mely Reyes di Efecto Cocuyo al nuovo leader del Parlamento. Il deputato, con un sorriso, evitò di rispondere con un “sì” o un “no” e disse che ogni uomo è costituito da una combinazione di cose.

“Credo che un individuo sia una costruzione di cose. Sono nato e sono stato formato a La Guaira, sono di Macuto, ho una formazione ignaziana dell’UCAB, mi piaceva la filosofia, sono un ingegnere, ho preso una cattedra onoraria presso l’UCAB, ho fatto i miei tirocini in North Carolina “, ha detto.

Il presidente dell’Assemblea nazionale si è rivelato pragmatico e ha chiuso la risposta con una frase molto significativa: “Sono un pragmatico appassionato in tutto quello che faccio.

Fonte