Archivi Blog

Epstein e Maxwell dissero ad una vittima che la avrebbero data in pasto agli alligatori e che la avrebbero stuprata davanti a suo figlio di 8 anni

Una giovane donna è stata rapita e ripetutamente violentata dal predatore sessuale Jeffrey Epstein e da Ghislaine Maxwell mentre il figlio della vittima osservava e trafficata ai potenti amici di Epstein sotto terribili minacce.
Secondo una causa intentata la scorsa settimana e resa pubblica martedì dal Miami Herald, l’agente immobiliare turco ha citato in giudizio la proprietà di Epstein per le bizzarre torture che lei sostiene di aver subito durante la sua reclusione.

Nominata solo come Jane Doe nei documenti legali, è stata presentata a Epstein e alla sua presunta compagna di reato, Ghislaine Maxwell, dal suo datore di lavoro, apparentemente un caro amico di Epstein che le ha detto che il finanziere aveva bisogno di una proprietà in affitto – rapidamente, pagando in contanti, senza fare domande. Quando l’accordo fu concluso con successo, l’infame molestatore sessuale suggerì che avrebbe potuto lavorare per lei in modo più permanente, facendole regali costosi e la promessa di un “impiego di alto livello” per lei e il suo allora marito.

Sfortunatamente, il broker ha avuto troppo successo e dopo sei mesi di “sforzi persistenti” da parte della Maxwell, che le aveva rubato il passaporto per motivi di “custodia” e l’aveva nascosto in una cassetta di sicurezza da qualche parte nella sua vasta tenuta di Palm Beach, ha accettato di tornare e lavorare per Epstein, questa volta gli è stato chiesto di tagliargli i capelli.

L’offerta di lavoro era una trappola. Doe è arrivata a casa del predatore per trovare Epstein e Maxwell nudi procedendo ad aggredirla sessualmente, afferma la causa. Brandendo le pistole di Epstein a scopo di intimidazione, la coppia l’ha minacciata di arresto per prostituzione (Maxwell aveva pagato $ 200 per il taglio di capelli, dopotutto). È stata anche minacciata di deportazione e che le avrebbero portato via il figlio.

A completare l’orribile serie di minacce, Doe è stata portata a fare un giro con l’auto di Epstein e della Maxwell. Si sono fermati a casa sua per prendere suo figlio, poi si sono fermati sul ciglio della strada, dove la coppia di predatori ha indicato un gruppo di alligatori nell’acqua. Secondo la causa, Epstein “ha detto a [Doe] che – come era successo ad altre donne in passato – sarebbe stata divorata, se avesse mai rivelato la verita` su Epstein. “

La Doe è stata inoltre sottoposta a diversi giorni di stupro da parte di Epstein e Maxwell di fronte a suo figlio in un hotel a Napoli, afferma la causa, aggiungendo che è stata anche trafficata con altri uomini, tra cui un giudice locale che non è nominato nel procedimento. Afferma di essere stata persino sottoposta a un intervento chirurgico vaginale nel tentativo di presentarla come una “vergine” a un cliente “di alto profilo” – una procedura che, secondo quanto riferito, l’ha lasciata “mutilata e permanentemente danneggiata”.

Oltre alla minaccia di deportazione e di perdere suo figlio, Doe è stata ripetutamente filmata nuda mentre compiva atti sessuali, aggiungendo alla cache del materiale di ricatto che Epstein e Maxwell avevano accumulato. Le fu anche data una scatola chiusa a chiave da tenere per Epstein – da non aprire mai, pena la morte – insieme a telefoni bruciati e altri dispositivi elettronici da tenere allo stesso modo nascosti alle forze dell’ordine e ad altre autorità.

Il duo ha anche suggerito di trovare un lavoro a suo marito con l’FBI, descrivendo in dettaglio “l’influenza di Epstein sull’FBI, il Dipartimento per l’immigrazione e l’applicazione delle dogane dell’Ufficio degli Stati Uniti per la sicurezza interna e le forze dell’ordine locali e statali della Florida”.

Quando Doe riuscì a sfuggire alle grinfie di Epstein e Maxwell, affermò di essere così traumatizzata dalle minacce che la coppia aveva fatto contro di lei e la sua famiglia – insieme alla potenziale vergogna che poteva ricadere su di loro come devoti musulmani – che non cercò aiuto dalle autorità. Epstein aveva anche mantenuto un certo numero di avvocati altamente pagati durante questo periodo, a causa della moltitudine di casi contro di lui.

Piuttosto che affrontare le 53 pagine di accusa che i procuratori federali avevano preparato contro di lui, Epstein ricevette invece una “condanna” di 13 mesi che gli consentiva di andare e venire a suo piacimento dal carcere di West Palm Beach, anche vedendo (e probabilmente facendo sesso) con più ragazze durante la sua “condanna” per “aver sollecitato una prostituta minorenne”.

La scusa di Acosta per il trattamento indulgente, secondo quanto riferito, mentre veniva esaminato per la sua posizione di segretario del lavoro per l’amministrazione Trump, era che Epstein “apparteneva all’intelligence”.

Fonte

60649cb185f540613d53eed3

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Pedogate/Pizzagate (Parte 4): Pizzagate 2.0

Questo ultimo articolo della serie Pedogate/Pizzagate si basa sulle ricerche di Mouthy Buddha. Per ragioni di privacy i nomi citati nel seguente articolo sono parzialmente cancellati.

Iniziamo con quest’uomo a cui faremo riferimento con il nome JIM

Jim e’ un uomo molto potente ed influente che lavora a Washington D.C. Secondo il sito della Casa Bianca ha visitato la location per ben 3 volte nel 2012

Hillary Clinton ha scritto personalmente una lettera di ringraziamenti a Jim

E` uno dei fondatori della famigerata pizzeria di Washington, Comet Ping Pong. Tra gli amici di Jim possiamo trovare l’ex super lobbista democratico Tony Podesta

Per come la vedo io, l’intera questione del Pizzagate non e’ provare l’esistenza di un anello di pedofilia, Pizzagate vuol dire chiedere delle semplici domande come ad esempio: Perche’ un ex super lobbista democratico possiede dell’arte come questa:

Uno dei pezzi favoriti da Tony Podesta e’ l'”Arco dell’Isteria” di Louise Bourgeois, ispirato dal corpo contorto di donne affette da isteria durante le psicoanalisi di Freud

Vicina a questa opera possiamo trovare un cartonato del suo amicone, il papa.

Secondo Metro Weekly, Podesta dava da mangiare Pizza ai suoi ospiti mentre visitavano la sua casa per vedere le opere esposte. Come ho detto negli articoli precedenti gli artisti sono innocenti (o quasi)

e’ piuttosto il fatto che queste opere sono collezionate tutte dalla stessa persona la cosa piu’ inquietante. Nella prima parte di questa serie ho mostrato la seguente immagine dell’utente instagram mssummer:

Come potete vedere, Jim, ha commentato con la parola “sex”. Lo stesso utente ha postato questa immagine:

Commentando che “priceless” (senza prezzo) non e’ la parola che la maggior parte delle persone usa dopo avermi assaggiato.

Nel primo articolo ho mostato un discorso inquietante dell’artista Majestic Ape che ha suonato al Comet Ping Pong

Ecco un video musicale dei Majestic Ape, dal titolo Neutered Noel

Diamoci un’occhiata alle immagini che vengono mostrate velocemente:

Secondo il New York Times, mssummer che abbiamo appena citato, ha fatto il dj ad un evento nell’Adams Morgan Neighborhood di Washington. Il magazine online Brightest Young Things sostiene che i partecipanti agli eventi che si tenevano all’Adams Morgan erano intimati a non fare pubblicita’ dei politici, dei lobbisti e delle altre personalita’ che partecipavano travestiti all’evento

Tutto questo porta ad un’altra semplice domanda: perche’ un uomo che parla di bambini che lo assaggiano frequenta e fa festa con ufficiali eletti?

Pizzagate, non e’ una teoria, o meglio, non dovrebbe esserlo, e’ semplicemente l’osservazione di comportamenti abberranti e tendenti alla pedofilia di persone che sono strettamente associate con le elite di Washington o….dalle elite stesse

Ora, quello che vi mostrero’ e’ molto peggio di quello che avete visto fino ad ora. In questa immagine caricata da Jim

e’ taggato l’utente “jbsmith614”. Lo stesso utente e’ taggato in questa foto da un utente instagram chiamato “gio”

Ecco alcune immagini dall’account di “gio”

Nella seguente immagine possiamo leggere l’hastag “choke” (strozzare)

Ha postato anche questa immagine della faccia di un bambino premuta contro una finestra

Nella seguente immagine vediamo una specie di sauna con del sangue e con l’hashtag “murder” (omicidio)

Immagini sataniche di fronte alla Vergine Maria

Gio ha postato l’immagine di un uomo con un tanga vicino ad un bambino, commentandola: visitando il mio cuginetto

Qui sotto lo vediamo nudo in quello che potrebbe essere un’orgia

Gio ha commentato quest foto di una ragazzina con l’emoji di un cuore

Se clicchiamo sull’immagine vediamo che la ragazza e’ una “Professional Instagrammer Talent”. Ulteriori ricerche hanno stabilito che la ragazza aveva 19 anni nel 2019

Tuttavia “gio” ha postato, come possiamo vedere sopra, l’immagine nel 2016, quando la ragazza aveva 16 anni. Forse la foto e’ stata scattata anche prima del 2016 il che vuol dire che potrebbe avere 13-14 anni nello scatto.

Rifletteteci per un momento.

Gio era il fashion designer per le Fenty della Puma, indossate qui sotto da Rihanna

Quindi la stessa persona che crea scarpe per importanti celebrita’, posta video come questi

Commentando “pederasta danza di fronte ad una chiesa con degli adolescenti”

Ha diverse immagini di gatti morti. Gio tagga anche qualcuno che, dalle foto, sembra possedere un allevamento di capre…animali che piacciono tantissimo a gio

Gio ha caricato il trailer di un film chiamato “Blossom Valley”

Il film parla di una coppia che rapisce un neonato, gio ha taggato un utente a cui faremo riferimento come Beth

Secondo l’Instagram di Beth, lei e Gio, erano o sono una coppia e su questa foto caricata nel suo account vediamo il commento “My Pedo baby”

Un ingrandimento sulla cravatta di Gio sembra supportare questa nozione

Qui sotto una foto di Beth con il commento: “l’ho uccisa non me ne frega un cazzo”

Due bambini che fanno finta di essere impiccati

In questa immagine leggiamo il commento “Lo scorso natale gli ho uccisi tutti quanti”

Un bambino non sa cosa e’ il male

Sacrificio domenicale

Un cartone animato che mostra necrofilia

In alcuni casi Beth sembra avere degli occhi neri come se qualcuno la avesse colpita

Qui ha un ragno in bocca

Qui dice “Mio zio ama piu’ Carla di sua moglie”

Qui sorride di fronte ad un cartello con la scritta “Serial Killer”

Qui ha commentato “dieta di carne”

Nell’immagine sotto ha taggato “eucannibal” che, a quanto pare, e’ il nome di uno dei suoi progetti musicali

E questa era una delle storie di Beth….

…sembrano proprio sangue e botte vere. Possiamo scoprire qualcosa in piu’? Ho caricato questa foto su google immagini per fare una ricerca incrociata e non ha dato risultati. Quindi possiamo dire quasi per certo che non e’ stata presa da un film/ video musicale.

In questo post caricato da Jim, leggiamo il commento di una persona che identificheremo come “Nil”

“Puliscilo quando hai finito”

Nil ha condiviso delle opere di un artista chiamato Enrique su Facebook

Ecco alcune delle immagini che Nil ha definito eccezionali

In questa immagine sempre caricata da Jim, leggiamo il commento dell’utente “kev”

Kev ha caricato questa immagine

Notare la maglietta che kev indossa in questa immagine

La stessa immagine e’ postata su un altro profilo instagram chiamato “theekev”, il quale ha pubblicato un’immagine di macaulay culkin

un utente ha commentato “Schifoso. Schifoso livello puberta’”

ha pubblicato poi questa foto dove un utente ha scritto “lo so quanto ti piacciono i bambini” e un altro “itsa” ha commentato “quei maledetti bambini non erano mai contenti”

Una delle immagini di “itsa” intitolata “il mio bambino ideale”

Questa foto e’ stata caricata da Jim, notare l’utente “Cb”

Cb ha caricato la foto di una bambola con quello che sembra essere sangue finto

Ha pubblicato anche questa foto vintage in cui un ragazzino e’ legato e sta per essere bruciato vivo

Ha pubblicato anche questa foto di un van, che sembra non avere sedili sul retro e con i vetri oscurati

Cb scrive “Si, sembra che Arch ha scoperto che si possono fare soldi con il traffico umano”

Se dopo tutto questo, credete ancora che il fenomento “Pizzagate” sia una stupida cospirazione, allora per voi tutti questi utenti stanno solo “scherzando” pesantemente su un argomento considerato tabu’. Possiamo essere certi che siamo di fronte ad un anello pedofilo che non ha problemi a mostrarsi? Non ne sono sicuro.

E` cruciale ricordare a chi sono associate queste persone, tuttavia prima vorrei introdurvi a Nora, la cui famiglia e’ associata a Jim, viveva a Washington nei pressi del Comet Ping Pong

https://www.c-span.org/video/?191043-4/us-oil-consumption

Nel video Nora parla del fatto che il vicinato di Washington era molto strano, formato all’80% da operativi della CIA

In questo altro video realizzato dall’ex spia della CIA, Robert Steele, vediamo Nora esporre le sue opere d’arte

E’ strano sentire Steele, che ha credenziali cosi’ solide e importanti, parlare di traffici sessuali minorili in maniera cosi` schietta e definitiva.

I due hanno lavorato insieme per il libro “Pedophilia and Empire” (che sto traducedendo capitolo per capitolo su questo sito): Nora ha disegnato la copertina e Steele ha esposto i crimini i lunghi e dettagliati capitoli.

Il libro sostiene in generale che il pianeta e’ controllato da una elite pedofila che e’ assetata di sangue.

“I bambini vengono commerciati e venduti al migliore offerente. Non hanno certificato di nascita quindi e’ piu` facile ucciderli senza lasciare traccia. Non si tratta solo di schiavitu’ infantile, o abuso sessuale minorile, e’ anche tortura minorile per ottenere sangue adrenalizzato che sara’ consumato nelle cerimonie sataniche.”

“Le varie organizzazioni internazionali a salvaguardia dei minori non sono nate come organizzazioni pedofile ma hanno attratto nei loro ranghi pedofili che si sono fatti strada per poi arrivare a controllare queste istituzioni.”

Nonostante mantenga sempre dello scetticismo su questi due, e’ importante notare quanto rivelano. Specialmente l’arte di Nora si differenzia completamente da quella degli “accoliti” di Jim.

Ora e’ tempo per la conclusione…sono sicuro vi ricordiate di Beth, qui e’ nell’account instagram di un uomo chiamato Walt:

Questo Walt gestisce assieme ad una donna chiamata Rachel C. la Midland Fashion Agency:

I contenuti del suo instagram e dei suoi amici su Tumblr sono orribili

Ripeto con Pizzagate si vogliono porre semplici domande come questa:

Perche’ Bill Clinton in questa foto abbraccia Rachel?

Sembra che questo orrore tuttavia non abbia mai fine. Nel 2017 la stessa Rachel che viaggiava su Jet privati con Bill Clinton ha sponsorizzato queste 2 modelle

che lavoravano entrambe per un’altra compagnia per modelle la Mc2. Ora, chi credete abbia donato ingenti somme di denaro alla Mc2 Model Agency oltre ad essere coinvolto in traffici minorili con la stessa agenzia?

Documenti desecretati della corte di New York indicano che il capo della Mc2 Model Agency, Jean Luc Brunel

ha trafficato 3 bambine di 12 anni a Epstein che aveva a disposizione all’interno della Mc2.

Quindi un conto e’ essere un provocatore che vuole scandalizzare con immagini sataniche, ma quando sei associato a personalita’ come Jeffrey Epstein, ogni tipo di difesa appare “disperata”. Snoopes sostiene che l’aereoplano in cui possiamo vedere Clinton e Rachel appartenga o a Burkle (affrontato nei capitoli precedenti)

o al business man francese Frank Giustra

Giustra ha viaggiato piu` volte con Clinton ed e’ il fondatore del Boy’s Club Network, un club solo maschile che enfatizza la leadership maschile

Giustra e’ anche il fondatore dell’Elpida Project (un grande capannone per accogliere i rifugiati), il cui logo, prima che venisse cambiato, assomigliava moltissimo a quello dei pedofili

Se siete riusciti ad arrivare fino alla fine di questa serie di articoli, spero che ora abbiate i mezzi per riconoscere ed affrontare quel male nascosto o, come preferisco chiamarla io, “malattia dell’elite” che affiglie il mondo da tempi immemori.

La resistenza siamo noi.

Fonte

pic14

Neovitruvian

La censura dei social media e’ sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Pedogate/Pizzagate (Parte 1) – Basi introduttive

Sono del tutto cosciente che l’argomento e` stato trattato ad-nauseam, tuttavia, gran parte di esso e` stato analizzato superficialmente e il resto e` stato ahime cancellato. Il seguente articolo si basa sulle ricerche di Mouthy Buddha risalenti a circa un anno fa. Il materiale illegale e’ stato segnalato all’FBI e in particolare i risultati della “chiave” BhKids/Lisca sono stati fortunatamente eliminati.

Inizialmente mi posi nei confronti del pizzagate come qualcosa da debunkare, per me era una psyop utile solo all’elite. Ho dovuto ricredermi. Ora vi mostrero` il risultato delle mie ricerche, partendo da un uomo, ovvero James Alefantis.

Sydney Powell discute del computer portatle di Weiner: Ci sono cose terribili al suo interno

JAMES ALEFANTIS

James Alefantis venne nominato da GQ magazine come uno dei 50 uomini piu influenti di Washington.

James e un collezionista di arte un prolifico fund-raiser, possiede diverse attivita come Comet Pizza

ed e` stato personalmente ringraziato da Hillary Clinton per quello che lei definisce “straordinario talento” durante l’evento di raccolta fondi “Cooking with Fratelli Podesta”

Qui sotto lo vediamo in una foto con Tony Podesta con il quale celebra il compleanno praticamente ogni anno.

Il suo ex fidanzato e` il fondatore di Media Matters, David Brock e se andiamo a vedere il sito della Federal Election Commission possiamo notare le tante donazioni al partito democratico e specificatamente a Pete Buttigieg, possiamo capire come l’influenza di Alefantis all’interno dell’establishiment di Washington Dc sia forte e duratura.

Perche` tuttavia qualcuno dovrebbe sospettare di lui? Perche`, nello specifico qualcuno dovrebbe accusarlo di qualcosa di orribile come la pedofilia?

Molte delle band che hanno suonato nel suo Comet Ping Pong hanno una specifica retorica come possiamo vedere nel seguente video con Amanda degli Heavy Breathing che esprime le sue preferenze sessuali per i bambini:

Un’altra band sono i Loud Boyz che prenderemo in considerazione piu` tardi e gli Sex Stains.

Nel 2007 un rapporto dell’FBI mostra i simboli con i quali i pedofili comunicano e si identificano. Uno di questi era un triangolo blu a forma di spirale.

Questo video musicale e` dei Sex Stains:

Il loro poster promozionale sosteneva che erano per tutte le eta`.

Secondo Alefantis, Comet Ping Pong e` un ristorante per famiglie, con il retro designato per il compleanno dei bambini.

Un’altra ragione per cui si sospetta di James e il suo stretto rapporto con Tony Podesta

un ex super lobbista che ha una amicizia di lunga data con il pedofilo Denis Hastert, inoltre la collezione d'arte di Tony e` alquanto inquietante:

Ora, ognuno di questi lavori, presi singolarmente, potrebbero essere definiti “arte” che richiama l’attenzione su temi difficili e poco trattati dall’opinione pubblica, tuttavia quando collezionati tutti da una unica persona, cominciano a parlarci piu` del collezionista stesso che dell’artista che gli ha prodotti.

Tra gli artisti che hanno dipinto le opere di Tony Podesta troviamo

Maria Marshall

Margi Geerlinks

Patricia Piccinini

Marina Abramovic

Kim Noble

La precedente immagine di profilo di Instagram di Alefantis e quella di Antinoo, un imperatore greco, la quale influenza riemerse all'inizio degli anni 2000, formando una sotto cultura/culto di politeisti LGBT che adorava Antinoo come una divinita`.

Dalle parole di Lambert Royston:

Le sculture di Antinoo sono i piu` elevati e ideali monumenti all’amore pederastico del mondo antico

Il dizionario definisce il pederastismo come: l’amore tra due maschi specialmente quando uno di loro e` minorenne.

Che queste ragioni siano sufficienti per essere sospettosi sta a te decidere. In ogni caso e’ per queste ragioni e per il fatto che Alefantis non ha figli che alcuni si chiedono perche' abbia cosi‘ tante foto di bambini sul suo profilo di Instagram

Secondo Alefantis ha preso tutte le foto di bambini da altre pagine Facebook e da famigliari e amici che, afferma James, non si sono fatti avanti per paura di vendette/ minacce.

Ora ti mostrero’ alcune di queste immagini dandoci un contesto necessario, non daro’ tuttavia interpretazioni siniste agli hashtag che sembrano fuoriposto. Se dobbiamo fare riferimenti a dizionari urbani come prova per la sua pedofilia falliamo grossolanamente. Se c’e’ davvero qualcosa, dovrebbe emergere spontaneamente.

Alefantis dice che questa e` sua nipote con braccia legate con lo scotch al tavolo:

Qui c’e’ un bambino in una galleria d’arte:

Un altro bambino:

Molte di queste foto sono innocue, ma questa e` una bambola giocattolo

e qui ci sono 2 bambini:

Ho dovuto censurare questa foto perche’ mostra i seni scoperti di una ragazza dalla dubbia eta’

Notare che c’e’ un like di pandaheadmorgan che si puo’ trovare in dozzine di post di Alefantis, torneremo su questo fatto piu’ avanti.

Qui c’e’ la foto di un amico di Alefantis, Scott Cummings, con in braccio un bambino con l’hashtag chickenlovers

Possiamo notare l’hashtag #chickenlovers che nel dizionario urbano significa questo:

Un pervertito che si eccita con i bambini piccoli

Nel 2010 il sito web “Things that are rectangles” intervisto’ Scott Cummings sul suo business privato chiamato Portland Natural Casket Company. Durante l’intervista Cummings disse:

Quando ero un bambino mia madre teneva classi sulla morte e sul morire. Mi diceva spesso come la morte fosse una parte importante della vita e come culture differenze hanno differenti rituali e modi per seppellire i morti.

Anche il tatuaggio sul suo braccio e` connesso alla morte. Ecco una foto:

E` di un corpo appeso

Alefantis ha uploadato questa foto di un tipo con la maschera da panda

ci sono altri esempi della sua fissazione con i panda con l’hashtag cumpanda:

Uno degli hashtag e’ pandahead magazine che era gestito da un piccolo gruppo di bloggers di Washington D.c. che hanno pubblicato questo video su un perverso culto chiamato Cvlt Panda:

In questa foto James ha lasciato il commento #murder

Un altro utente chiamato “werkinonmahnightcheese” ha commentato #killroom

Quest’ultimo utente possiede un workshop a Washington D.C. chiamato Pijama Factory che possiamo vedere nella seguente foto:

Similmente a Mr. Cummings produce bare, molte delle quali a misura di bambino.

Werkinonmahnightcheese ha commentato anche la foto dell’utente “Jblairsmith” che ha commentato con le parole “my favourite pedo” questa immagine:

Jbairsmith ha uploadato questa immagine di una donna impiccata:

e questa immagine di una statua di un bambino che sembra essere stata bruciata:

L’utente Joshuaryanv ha pubblicato queste foto mentre era al Comet Ping Pong:

Ha anche recitato in un film indipendete low budget intitolato “Kill, Dolly, Kill”:

Questa e’ una foto dell’utente “missummercamp”:

James Alefantis ha commentato “sex”

Missummercamp ha anche postato questa foto in cui e’ rappresentata una bambina che tiene in mano una anguria. Possiamo anche vedere una scritta che termina con “priceless”.

L’utente commenta che “priceless” e` la parola che la maggior parte della gente non usa quando mi assaggia.

Un utente sotto chiamato “be_rettsea” ha risposto al commento e nel suo instagram possiamo vedere questa foto:

con il commento “Let’s Hang a Baby” (impicchiamo un bambino)

In un’altra foto vediamo una chat:

“Sto cucinando un bambino a bassa cottura per buona parte della giornata”. “Un panino con bambino sfilacciato. E` cosi’ tenero e succoso”

Vediamo poi questa immagine sempre caricata dallo stesso utente:

Uno dei commentatori e’ “pizzafuckingparty”, che a sua volta ha caricato questa immagine:

Quella pinata era piena di preservativi e alchool dice in un commento (veri o no questo non e` il problema)

Un’altra immagine di PFP di un meme satanico:

Un’altra immagine con una pizza tagliata a pentacolo:

E questa foto di lui o di qualcun altro ritratto di fronte a un camioncino con il logo “Baby Doll Pizza”.

Il logo e’ quello di un vero ristorante chiamato appunto “Baby Doll Pizza” a Portland-Oregon. La stessa citta’ in cui un uomo chiamato Michael Whalen sostiene siano avvenute attivita’ illegali, dicendo che i proprietari di Voodoo Donuts stanno conducendo attivita’ di traffico minorile.

Il logo del Voodoo Doughnut con l’inconfondibile spirale dei pedofili

https://youtu.be/naRE_J2ZaBw

Ok, ora che ho rappresentato il contesto proseguiamo con la seconda parte. Ecco quello che ho scoperto

GORDY’S PICKLE JAR

In questa immagine dall’account di James fa un riferimento ai pickles linkando l’account di gordyspicklejar.

Gordy’s pickle jar e` un business reale che opera a Washington D.C. che appunto produce sottaceti e altri prodotti simili.

Nel loro Instagram possiamo vedere foto come questa:

Qui vediamo le due proprietarie Sarah Gordon e Sheila Fain:

Nel loro Instagram e’ anche presente una foto di Obama che mangia con Bourdain in un modesto ristorante vietnamita, nel 2016.

Le parole in rosso dietro di loro significano “non fumare” in vietnamita. Dopo averlo scoperto ho comunque deciso di digitare le parole su Google:

Questo video appartiene ad un grande canale Youtube con tutti i video che mostrano bambini vietnamiti e le parole BhKids.

Scrivendo su Google BhKids ci vengono mostrati questi inquietanti risultati:

Cercando la parola Bhkids conduce ad una miriade di siti che propongono bambini in costume da bagno e in molti casi bambine con la parte superiore del corpo esposta in modo indecente.

Sorprendentemente alcune di queste immagini mi sono state suggerite da google stesso:

IL CASO LISCA (Loophole sistemato non risulta piu` dalle ricerche su google)

Sorprendentemente alcune di queste immagini mi sono state suggerite proprio da Google stessa. Uno dei siti che google mi ha suggerito e’ stato Lisca.com che e’ la piu’ grande compagnia di lingerie in Europa. E` utile capire che Lisca non vende prodotti per bambini: nel canale youtube e nei cataloghi possiamo vedere solo adulti. Digitando su google il termine “Lisca” i risultati ci mostrano degli adulti, la stessa cosa vale per il sito web, che non ha neppure una immagine di bambini.

Se questo e` vero, come mai Google mi ha suggerito l’immagine di questa bambina semi nuda proveniente da Lisca.com?

La risposta risiede nell’uso criptico della parola BHkids: per esempio se entro semplicemente nel sito di lisca.com, le immagini illecite non si trovano da nessuna parte. La sezione “bambino” e come dovrebbe essere mostrando solo i costumini e non i bambini.

Ma quando scrivo Bhkids in Google mi compare l'immagine della bambina che mi conduce a sua volta al sito lisca.com.

Qui e‘ il punto cruciale: i passi per arrivare a questa sezione del sito sono: Outlet-Kids – Kim-Swimwear

Se tuttavia vai sul sito e provi a ricreare il percorso manca lo step “Kim”.

Ne risulta quindi che “Bhkids” e` una sorta di chiave per i pedofili che apre certe porte online in modo da visualizzare parti di siti che non erano visualizzabili normalmente.

Potete utilizzare il codice anche su altri motori di ricerca o su Youtube:

A quanto pare sono riuscito a trovare questo codice insidioso da questa immagine

Si tratta di una foto scattata quando gli Stati Uniti hanno permesso di viaggiare liberamente da e verso il Vietnam. Una immagine con un uomo che si e’ suicidato, per motivi che richiederebbero un altro capitolo per essere spiegato e postato da due donne intimamente collegate a James Alefantis. Ora…ho scoperto anche qualcos’altro:

IN-N-OUT

In and Out e’ il migliore e il piu’ peculiare tra i fast food. Se ad esempio, pubblico una foto sul mio Instagram con persone di successo…bhe’ ricevero forse 4000 like. Tuttavia se pubblico una foto con un hamburger di In-N-Out ricevo 50.000 like nei primi 9 minuti.

Gordy’s Pickle Jar ha uploadato anche questa foto di una bambina che tiene in mano un hamburger di In and Out e una lattina di una loro bibita e hanno linkato pure la famosa catena di hamburger americana

Un link che porta al normale Instagram di In and Out con contenuti family friendly.

L’altra tag ha portato a questa pagina, con solo 1 post e poco piu’ di un migliaio di followers.

Ho allora controllato le tag: la maggior parte consiste di belle donne/modelle in atteggiamenti sessualmente espliciti. Un video mostra un rapporto sessuale, in ogni caso la maggior parte riguarda modelle con hamburger di In and Out. Tuttavia non taggano la pagina ufficiale del ristorante ma #in_andout_burger.

Va da se che l’hashtag #model e saturo, ma se l'aspirante modella in questione riesce a trovare degli hashtag meno usati come il suddetto avra’ piu’ chance di essere scoperta dagli “scouts” alla ricerca di nuovi talenti, come in questi casi:

Ci si potrebbe chiedere se il termine In And Out in questo caso non venga usato come un innuendo sessuale e che le donne in questione non stiano semplicemente aspettando di essere scelte, ma che partecipino volontariamente ad un circolo di prostituzione.

Ovviamente qui parliamo di speculazioni e cio` che delle persone adulte fanno nel loro tempo libero non e’ affar mio.

Il problema sorge quando vediamo video come questi con gli stessi hashtag:

Questa organizzazione e` chiamata “Crazy Pants”, una azienda di moda che partecipa anche in eventi per modelle minorenni.

Un articolo del 2018 sugli abusi sessuali tramite Whatsapp di TechCrunch. Un corrispondente afferma che le lettere CP (Crazy Pants) erano un prominente indicatore di questi gruppi.

Negozi come Crazy Pants dovrebbero essere al corrente che i loro eventi attirano predatori sessuali e prendere precauzioni per scoraggiarli. Per lo meno i genitori dovrebbero essere informati che il sito di Crazy Pants ha una sezione chiamata “CP for Guys”

e che uploadano i contenuti dove sono presenti i loro figli in un account instagram pieno di modelle adulte che si rivolgono ad uno specifico target di individui.

Gordy’s Pickle Jar ha un sacco di immagini di bambini e di per se non significa nulla. Sono i commenti ad essere terribili, come un utente che ha usato il tag #ediblechildren

che a sua volta conduce ad una pagina dove sono raccolte altre foto di bambini:

Gordy’s Pickle Jar ha anche questa foto di una bambina che mangia un cetriolino sott’accetto dove sono taggati 3 account instgram, uno di questi e pandaheadmorgan

la stessa persona presente in diversi post di James Alefantis e che possiamo ritrovare nel film Cvlt Panda. Il suo nome e' Morgan Hungerford West ed e’ nota per la sua bravura nel risolvere problemi ed e’ fondatrice di “Creative D.C.” che si occupa di eventi nell’area di Washington D.C. Morgan ha risposto ad una domanda a riguardo dell’hashtag:

“Pensiamo sia una risorsa e anche un punto di accesso”

E Global Brand Director per "The LINE hotel" per il "Sydell Group". Il fondatore e’ Andrew Zobler

e il confondatore e grande amico finche` non si sono auto denunciati era Ron Burckle, nome che puo’ essere ritrovato nel libretto nero di Jeffrey Epstein e sul log del suo jet privato.

Burckle era un grande amico di Michael Jackson e di Bill Clinton che, il New York Times, definisce il suo “amico scapolo” (Bachelor Buddy). Entrambi hanno spesso viaggiato nel Lolita Express di Jeffrey Epstein. Secondo la dichiarazione giurata del giornlista del New York Post, Jared Stern, Burckle e Bill Clinton hanno avuto sesso con minori.

Il giudice Tolub ha rigettato le accuse definendole “pura fantasia”.

Lo stesso giudice ha fatto terminare un altro caso di abuso sessuale nel 2008, in favore di Jeffrey Epstein.

Questa e` una foto della porta di entrata di Morgan:

Notare il 666 la pizza e la bara.

Il suo fidanzato lavora per una compagnia che monitora le pubblicita` politiche ed era la base per la band Loud Boyz.

Il suo instagram mostra, tra le altre cose, le padrone di Gordy’s Pickle Jar:

Il gruppo assieme:

Questa foto con la scritta “Satan Is Real”

Altri Pentagrammi

E tre pass per visitatori per la unita’ di terapia intensiva per neonati di Washington D.C, che ospita neonati prematuri che stanno male o in condizioni critiche.

CONCLUDENDO

Nella ricerca per il pizzagate/pedogate cerco di portare fatti comprovati senza lasciarmi trascinare da fantasie. Ora sta a voi farvi una opinione:

Come giudicate James Alefantis, basandosi sulle foto che pubblica e sulle sue amicizie? Come e’ possibile che media e Big Tech preferiscano coprire tutto definendo l’argomento una “folle teoria del complotto”? Come e’ possibile che Google e tutti i motori di ricerca permettano e suggeriscano contenuti pedo pornografici? Perche’ la censura si applica repentinamente quando si va contro all’ideologia di sistema ma ci vogliono anni perche’ contenuti palesemente illegali vengano censurati dal web? Perche’ i video dell’autore di queste ricerche sono stati sistematicamente cancellati da qualsiasi piattaforma “mainstream”?

Fonte

gt3dssan7fb4_640x360

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Emergono foto inedite di Clinton con la massaggiatrice che ha accusato Epstein di stupro

Sono emerse foto mai viste di Bill Clinton che riceve un massaggio dall’accusatrice di Jeffrey Epstein Chauntae Davies, che all’epoca aveva solo 22 anni.

Il Daily Mail ha pubblicato le immagini, che solleveranno nuovamente interrogativi sui legami di Clinton con il pedofilo elitario, Epstein.

Le foto mostrano un Bill Clinton chiaramente soddisfatto che viene massaggiato dalla Davies dopo un viaggio sul famigerato aereo “Lolita Express” nel 2002.

“Le immagini mostrano Clinton vestito con una camicia gialla abbottonata e pantaloni beige con le mani appoggiate sulle ginocchia, mentre la Davies si inginocchiava su una sedia dietro di lui per una migliore angolazione”, ha scritto il Mail.

“Clinton, allora 56enne, si era lamentato di avere un torcicollo dopo essersi addormentato sul famigerato jet privato di Epstein, soprannominato il Lolita Express, durante un viaggio umanitario con il pedofilo in Africa nel settembre del 2002”, continua il rapporto.

“[Ghislaine] Maxwell, che ora è in prigione con l’accusa di traffico sessuale, ha ripetutamente incoraggiato Davies a fare un massaggio a Clinton mentre il gruppo stava facendo rifornimento in un piccolo aeroporto in Portogallo dopo essere arrivato da New York”, aggiunge.

Si dice che Clinton avesse chiesto alla Davies: “Ti dispiacerebbe scrocchiarmi il collo?”

Alla domanda sull’incidente, la Davies ha detto: “Anche se l’immagine sembra bizzarra, il presidente Clinton è stato un perfetto gentiluomo durante il viaggio e non ho visto assolutamente nessuna stranezza che lo coinvolgesse”, secondo il rapporto.

Mentre Clinton ha ripetutamente negato di sapere qualcosa sulle sordide attività di Epstein, i documenti del tribunale non sigillati nel caso Maxwell il mese scorso hanno rivelato che un testimone afferma di aver visto Bill Clinton sulla cosiddetta ‘isola pedo’ di Epstein nei Caraibi insieme a Epstein, Maxwell e “due giovani ragazze”.

Le affermazioni nei documenti fanno eco a quelle precedentemente fatte da un ex lavoratore sull’isola di Epstein in un documentario di Netflix.

Le affermazioni sono contrarie alle smentite da parte di Clinton di aver mai visitato l’isola, che secondo quanto riferito era il luogo di molteplici aggressioni sessuali di donne minorenni da parte del pedofilo condannato Epstein e dei suoi ospiti d’élite.

Le accuse sono state fatte da Steve Scully, un settantenne specialista di telefoni e internet che era presente sull’isola di Little Saint James, come parte di Jeffrey Epstein: Filthy Rich, che presenta testimonianze di testimoni e vittime delle sordide attività di Epstein.

Scully afferma di aver visto Clinton seduto con Epstein nel portico della villa dell’isola. Scully non ha visto Clinton prendere parte ad alcuna attività illegale, tuttavia, e dice che nessun altro ospite era presente in quel momento.

Scully dice di aver visto altre “persone importanti” visitare l’isola, incluso il principe Andrew, aggiungendo che alcuni sarebbero stati nudi e affiancati da ragazze in topless.

“Dici a te stesso che non lo sapevi per certo e che non hai mai visto niente, ma è solo una razionalizzazione,” nota Scully nel programma, aggiungendo “Jeffrey Epstein, era un ragazzo che nascondeva molto bene la sua devianza – ma non cosi` bene. “

A gennaio, sono emerse immagini di Clinton con le braccia intorno a Chauntae Davies, che in precedenza aveva affermato di essere stata reclutata per essere la massaggiatrice personale e “schiava del sesso” di Epstein:

Clinton è stato anche fotografato sui gradini dell’aereo privato di Epstein, soprannominato “Lolita Express” con la Maxwell nel 2002:

I registri di volo hanno mostrato che Clinton ha effettuato 26 viaggi sull’aereo dal 2001 al 2003.

Clinton è stato anche fotografato con la governante di Epstein Jun-Lyn Fontanilla e un altro membro dello staff all’interno della casa di Epstein a New York:

In documenti legali separati anche l’accusatrice, Virginia Giuffre ha collocato Clinton sull’isola, sostenendo di aver cenato con l’ex presidente, Epstein, la Maxwell e altre due donne di New York.

La Giuffre ha anche detto di aver visto Clinton “passeggiare nell’oscurità abbracciato a due bellissime ragazze”.

La stessa testimone, che si pensava fosse Giuffre, ha anche detto di aver sentito Epstein dire che Clinton gli doveva “favori”, pur notando che non poteva dire se stesse scherzando o no:

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

L’accusatrice di Epstein e del Principe Andrea posta un tweet inquietante: “Non ho manie suicide”

Virginia Giuffre ha accusato Jeffrey Epstein di traffico sessuale e il principe Andrew di avere avuto rapporti con lei mentre era minorenne. Di recente ha pubblicato un tweet che afferma: “Sto facendo sapere pubblicamente che in nessun modo o forma ho manie suicide”.

Virginia Giuffre è l’accusatrice più visibile e di spicco nei casi di Jeffrey Epstein e del Principe Andrea. E` andata per tribunali in diverse occasioni ed è apparsa in interviste televisive per rendere pubblica la sua storia

Virginia Guiffre con il principe Andrew quando aveva 17 anni. Sulla destra c’è Ghislaine Maxwell, la “fidanzata” di Epstein, che si dice sia la Gran Dama nella sua organizzazione di traffici sessuali.

L’11 dicembre, Giuffre ha pubblicato un tweet agghiacciante nel quale avvisa il mondo che non ha tendenze suicide. Ecco il tweet completo:

Sto rendendo pubblico che in nessun modo o forma ho tendenze suicide. L’ho fatto sapere al mio terapeuta e al mio medico di famiglia. Se succede qualcosa a me, per il bene della mia famiglia, non ignorarlo e aiutami a proteggerli. Troppe persone malvagie vogliono farmi stare zitta.

Il tweet è stato pubblicato in risposta a un altro tweet che diceva:

L’F.B.I. la ucciderà per proteggere gli ultra ricchi…

Guiffre ha anche ritwittato un post dicendo:

Non hai  tendenze suicide e se muori in un “incidente”, non è stato veramente un incidente.

Le paure della Guiffre sono piuttosto comprensibili. Jeffrey Epstein – che avrebbe dovuto affrontare un processo che avrebbe messo in ginocchio l’élite occulta – è morto “suicidato” nella sua cella di prigione. E, come hanno osservato le persone, tutto riguardo a quel caso era sospetto

Guiffre ora vive in Australia e recentemente ha rilasciato un’intervista al programma della BBC Panorama, dove ha affermato di essere stata costretta a fare sesso con Prince Andrew negli Stati Uniti, nel Regno Unito e sull’isola di Epstein. Ha anche spiegato il suo primo incontro con il principe Andrew, che ha avuto luogo nel nightclub Tramp di Londra:

“È il ballerino più orribile che abbia mai visto in vita mia. Il suo sudore era ovunque come se praticamente piovesse dappertutto. In macchina Ghislaine mi dice che dovevo fare per Andrew quello che facevo per Jeffrey ”.

Più tardi quella sera, fece sesso con il principe Andrew a casa della Maxwell in Belgravia.

L’intervista si è conclusa con un appello al pubblico:

“Imploro le persone nel Regno Unito di alzarsi di fianco a me, di aiutarmi a combattere questa lotta, di non farselo andare bene. Questa non è una sordida  storia di sesso. Questa è una storia di traffico di esseri umani. Questa è una storia di abusi e questa è una storia di come e` la nobilta` inglese “.

Il principe Andrew e Ghislaine Maxwell hanno categoricamente smentito tutte le accuse. Andrew ha persino affermato di essere stato in un “ristorante pizzeria” la notte del presunto abuso. Strano.

ESATTAMENTE COME NATASHA JAITT

Lo strano tweet della Guiffre ricorda molto il tweet pubblicato dall’informatrice anti pedofili Natasha Jaitt … pochi mesi prima della sua morte.

Natacha Jaitt, ex modella di Playboy e concorrente del “Grande Fratello Spagna”.

Nel 2018, la modella argentina ha accusato un certo numero di personaggi pubblici noti – tra cui politici, giornalisti, animatori e star dello sport – di essere stati coinvolti nella prostituzione minorile in diretta TV. Si crede che nel presunto anello pedofilo vi sia anche una persona molto vicina a papa Francesco.

Nell’aprile 2018, Jaitt ha pubblicato su Tweeter un avviso:

“ATTENZIONE: non mi suiciderò, non mi faro` di cocaina e affogherò in un bagno o mi sparerò. Quindi, se ciò accade, NON ERA IO. Salva questo tweet “

Tweet di Natacha Jaitt pubblicato il 5 aprile 2018.

Il 23 febbraio 2019, Jaitt è stata trovata morta e nuda dopo una festa in casa a Buenos Aires. I media locali hanno rapidamente riferito che Jaitt aveva consumato “quantità eccessive di cocaina, LSD e champagne”. I risultati dell’autopsia hanno mostrato che Jaitt ha sofferto di insufficienza multipla di organi senza alcun segno di violenza. Ha effettivamente previsto la propria morte e il fatto che sarebbe stata causata da droghe.

In breve, l’abuso e il traffico di minori è la pratica più orribile dell’élite occulta. È dilagante, coinvolge molte persone potenti e ancora più bambini che vengono profanati oltre ogni immaginazione. Coloro che tentano di portare alla luce questo orrore vengono uccisi e messi a tacere. Quando ciò accade, la struttura di potere corrotta si assicura che tutte le prove vengano sepolte.
Fonte

Epstein/Victoria Secret’s: La storia di Elisabetta Tai, una modella padovana.

Nel 2004, Elisabetta Tai, era una modella italiana di 21 anni con grandi sogni nel cassetto.

Un mese dopo essere arrivata a Manhattan, il suo agente le diede un indirizzo dell’Upper East Side e le disse che aveva organizzato un incontro con l’uomo che sarebbe stato in grado di farla comparire nel catalogo di Victoria’s Secret.
“Mi disse che questa era una delle persone più importanti nel mondo della moda”, ha detto Tai “Diceva che quest’uomo è il responsabile di Victoria’s Secret e che avrebbe cambiato la mia vita.”

Jeffrey Epstein ha finito per cambiare la vita di Tai – ma non nel modo in cui si aspettava.

Epstein, 66 anni, un pedofilo condannato, è stato arrestato la scorsa settimana per aver abusato sessualmente di “dozzine” di ragazze minori nella sua residenza nell’Upper East Side e nella sua residenza a Palm Beach, in Florida. L’arresto deriva da incidenti tra il 2002 e il 2005.

“Ho suonato il campanello di questa incredibile villa, e un maggiordomo e` venuto ad aprire la porta”, ha detto Tai, che viene da Padova. “E ‘ stato sorprendente. Era una casa molto bella, e ho visto circa cinque modelle camminare non appena sono entrata. Ero così eccitata. ”

Tai ha detto di essere stata accolta da una donna con “capelli neri corti” che la ha condotta nell’ufficio di Epstein. Non ricorda il nome della donna, anche se quando il  The Post le ha mostrato una fotografia di Ghislaine Maxwell, la ragazza di Epstein, confermò che sembrava la stessa donna che l’aveva incontrata nella villa di Epstein.

La socialite britannica, figlia del magnate dei media Robert Maxwell, non è stata accusata di un reato ma è stata accusata da tre donne in atti di reclutamento di giovani donne per Epstein. Due di loro hanno affermato che sia Maxwell che Epstein le hanno violentate sessualmente.

Epstein, un finanziere, era amico intimo del miliardario dell’Ohio Leslie Wexner, che possedeva Limited Brands – ora L Brands – la casa madre di Victoria’s Secret. Wexner era così vicino a Epstein che entrambi gli uomini condividevano la proprietà della tentacolare villa sulla 71a strada est dove Tai si era recata all’incontro.

La donna con i capelli corti ha introdotto Tai a Epstein, il quale era vestito con disinvoltura in camicia e jeans, ha detto. Mentre Epstein iniziava a fare le sue domande sul suo background, notò un lettino da massaggio vicino alla sua scrivania.

Ha detto di non averci prestato troppa attenzione mentre stava cercando il suo portfolio da mostrare ad Epstein. Tai aveva fatto alcuni lavori da modella nel suo paese natio, “ma nulla di importante ha detto a The Post.

Mentre Tai parlava della sua esperienza, disse che Epstein si trasferì sul lettino da massaggio e cominciò a togliersi i vestiti.

“Pensavo che si stesse preparando per un massaggio, e che qualcuno stava per entrare nella stanza e farglielo”, ha detto.

Tuttavia la donna dice di essere stata presa dal panico quando Epstein si è sdraiato nudo sul lettino dicendole di avvicinarsi.

Poi le diede un vibratore, disse.

“Mi sono bloccata”, ha detto. “Non sapevo cosa fare.

“Ho afferrato il vibratore e glielo ho lanciato contro”, ha detto

Era così spaventata che non sapevo dove andare per ritrovare la porta d’ingresso nella massiccia casa. Ad un certo punto ha detto di aver incontrato la donna dai capelli neri corti, che l’ha afferrata e le ha chiesto cosa stava facendo.

“Mi ha detto che non potevo andarmene” disse Tai. “Ha detto che quest’uomo è importante, che è amico del presidente Clinton.”

Tai non ha mai detto al suo booker cosa era successo alla villa di Epstein.

“Avevo troppa paura di dirlo a qualcuno”, disse. “Ero troppo timida e spaventata pensavo qualcuno sarebbe venuto a ricattarmi o forse peggio.”

Epstein, che era un investitore in un’impresa di modelle a Manhattan, è stato accusato dai pubblici ministeri di usare le sue connessioni con la società di modelle per attirare le ragazze al fine di abusarle sessualmente.

“Nel corso degli anni, sembra che Epstein si sia affidato al business di modelle per procurarsi ragazze minorenni a fini sessuali”, scrive Conchita Sarnoff, una giornalista investigativa, nel suo libro “Trafficking”.

“Si trattava di bei soldi per le modelle dei cataloghi”, ha detto l’agente. “Non stavano facendo centinaia di migliaia di dollari ma potevano guadagnare $ 5000 a settimana per fare le modelle da catalogo. Non tutte le ragazze inviate a lui ricevevano un lavoro, ma molte di loro si”.

Un altro imprenditore di moda di Manhattan ha detto al The Post che Maxwell era un ospite fisso agli eventi di Victoria’s Secret.

“C’erano questi spettacoli trash pieni di uomini ricchi nel pubblico”, ha detto. “Ghislaine agiva come una guardia nazista, dicendo a tutti dove erano seduti tra il pubblico e che aveva nuove “pop tarts ” ovvero le giovani modelle”.

L’avvocato di Epstein, L Brands e l’avvocato di Maxwell non hanno risposto riguardo ai commenti.

Tai ha detto che era talmente spaventata che è tornata in Italia, continuando a lavorare come modella. Ha detto che non è mai andata alla polizia perché temeva rappresaglie e temeva che presentare un rapporto avrebbe rovinato la sua carriera.

Tai ha detto al The Post che voleva raccontare la sua storia ora a causa delle recenti notizie sull’abuso di ragazze da parte di Epstein.

“Penso che sia terribile”, ha detto. “Penso che sia terribile quello che mi ha fatto, e cosa ha fatto a quelle ragazze. Non è giusto, specialmente se fatto su una ragazza giovane. ”

“Mi ha cambiato per sempre”, ha detto. “Pensavo di vivere in un mondo odioso. È stato scioccante rendermi conto che se volevo essere una modella in America, avrei dovuto essere una prostituta “.

Fonte