Archivi Blog

La gravità è razzista? La Sheffield University vuole un disclaimer sulle teorie di Isaac Newton, dice che ha beneficiato dell'”attività coloniale”

Isaac Newton potrebbe aver gettato le basi della fisica moderna, ma i professori dell’Università di Sheffield, secondo quanto riferito, pensano che abbia beneficiato dell ‘”attività dell’era coloniale” e il curriculum di ingegneria dovrebbe essere “decolonizzato” di conseguenza.
Le tre leggi del moto e della gravitazione universale di Isaac Newton costituiscono il nucleo della fisica moderna, che dovrebbe essere un argomento apolitico. Tuttavia, la facoltà di ingegneria dell’Università di Sheffield vuole che gli studenti comprendano le “origini globali e il contesto storico” delle sue teorie e che potrebbe aver beneficiato dell'”attività dell’era coloniale”.

Questo secondo i documenti universitari trapelati visti dal Telegraph la scorsa settimana. I documenti definiscono un piano per “sfidare i pregiudizi consci e inconsci di vecchia data” tra gli studenti e per ripensare gli approcci “eurocentrici” e “bianchi” alla scienza e promuovere il “design inclusivo”.

Non vengono date spiegazioni riguardo al “contesto storico” che dovrebbe essere aggiunto alle lezioni e non è chiaro come Newton possa aver beneficiato dell'”attività dell’era coloniale”.

Eppure Newton non è l’unico pensatore che sta venendo riesaminato dall’università. Scienziati pionieri come Paul Dirac, Pierre-Simon Laplace e Gottfried Wilhelm Leibniz sono tutti in attesa di revisione.

“Decolonizzazione” è un termine caldo tra gli accademici orientati alla giustizia sociale. In parole povere, implica un ripensamento dell’idea che la scienza, la filosofia e la conoscenza occidentali in generale siano superiori alle teorie del mondo non occidentale e contribuiscono all ‘”oppressione” di questo mondo.

È stato applicato alla storia e alla scienza politica e invocato per far cadere statue di personaggi famosi considerati offensivi per i gusti moderni. Tuttavia, è stato applicato anche ad alcuni soggetti improbabili. Gli accademici hanno sostenuto che la musica classica, la matematica e l’ecologia sono soggetti da “decolonizzare”, a causa della provenienza dall’Occidente bianco.

Le scoperte di Newton sono molte. Oltre alle sue tre leggi del movimento e alla legge della gravitazione universale, stabilite nel 1787 nella Philosophiæ Naturalis Principia Mathematica, Newton costruì anche il primo telescopio riflettente, pubblicò teorie sul colore e sulla velocità del suono e contribuì allo sviluppo del calcolo, accanto a Leibniz.

Newton non era molto astuto con i suoi investimenti, e l’unico esempio noto di lui che si dilettava nel lato oscuro dell’era coloniale era un investimento nella Compagnia del Mare del Sud, che commerciava in schiavi. Lungi dal beneficiare, questo investimento gli fece perdere 20.000 sterline, una fortuna all’epoca.

Persino alcuni dei più impegnati specialisti in diversità e inclusione non sono entusiasti dell’idea di “decolonizzare” la fisica.

Fonte

6086c77c20302727804d995e

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante,aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €