Archivi Blog

Centinaia di medici e accademici britannici scrivono a Boris Johnson: I dati sul covid-19 sono esagerati e parlare di “seconda ondata” e` fuorviante

Quasi 500 medici e accademici hanno scritto una lettera al primo ministro britannico Boris Johnson – poche ore dopo che le elezioni statunitensi sono state “decise” – informandolo che i dati Covid ufficiali erano “esagerati” e che parlare di una seconda ondata di Covid è ingannevole”.

La lettera criticava la gestione del virus da parte del governo e diceva che la risposta alla pandemia è stata “sproporzionata” rispetto al rischio, secondo il Daily Mail.

Il gruppo afferma che i test di massa hanno “distorto il rischio del virus”, che è probabile che l’elevato numero di test produca falsi positivi e che i tassi di infezione e di morte devono essere inseriti nel contesto dei normali tassi stagionali.

Il gruppo di scienziati, medici e accademici ha anche affermato che la seconda ondata del Regno Unito “ha già raggiunto il picco”:

Il professor Tim Spector, che guida l’app Covid Symptom Study che mira a monitorare la diffusione del Covid-19 nel Regno Unito, ha confermato che c’erano “segnali positivi” che il paese ha “superato il picco della seconda ondata”.

La lettera è intitolata “First Do No Harm”. Arriva un giorno dopo che il Regno Unito ha confermato 24.957 test positivi, in aumento del 13,9% rispetto al totale della settimana precedente. L’immunologo Dr. Charlotte R. Bell, il pediatra Dr. Rosamond Jones e Keith Willison, professore di biologia chimica all’Imperial College sono tra coloro che hanno firmato la lettera.

“La gestione della crisi è diventata sproporzionata e ora sta causando più danni che benefici”, afferma. “Esortiamo i responsabili politici a ricordare che questa pandemia, come tutte le pandemie, alla fine passerà, ma il danno sociale e psicologico che sta causando rischia di diventare permanente”.

“Dopo la risposta giustificabile iniziale al Covid-19, la base di prove ora mostra un’immagine diversa”, continua.

“Il problema dei tassi di falsi positivi non è stato ancora affrontato. Accanto a questo abbiamo il problema che è normale vedere un aumento delle malattie e dei decessi durante i mesi invernali “, prosegue la lettera.

Quindi, il gruppo sottolinea che la “seconda ondata” potrebbe non essere diversa da un normale novembre nel Regno Unito: “È da notare che [il] tasso di mortalità nel Regno Unito è attualmente intorno alla media per questo periodo dell’anno. L’uso del termine “seconda ondata” è quindi fuorviante: abbiamo le conoscenze per consentire una politica che protegga gli anziani e le persone vulnerabili senza aumentare i danni sanitari ed economici e che non vada a scapito del nostro intero stile di vita e in particolare di quello dei bambini della nazione.

“Il tasso R del coronavirus è sceso in cinque regioni dell’Inghilterra questa settimana – ad eccezione di Londra e del sud-est, dove non è cambiato – ed è rimasto stabile tra 1,1 e 1,3 in Inghilterra e nel Regno Unito nel suo complesso.- ha concluso il Daily Mail.

La lettera è stata organizzata da un gruppo chiamato UsForThem, che si oppone alle forti restrizioni sul coronavirus.

Fonte

bj

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €


 

Dottori tedeschi chiedono alla Merkel di porre fine al “terrore” Covid-19

Cara Cancelliere Dott.ssa Merkel,

Noi, i firmatari, siamo medici di tutti i settori dell’assistenza sanitaria, che da decenni assistiamo le persone negli studi e nelle cliniche. Durante questo periodo, abbiamo assistito a più di un’infezione stagionale in Germania, la maggior parte delle quali con condizioni molto più gravi e significativamente più morti rispetto a quelli registrati da gennaio 2020 a causa del COVID. Insieme serviamo ca. 70.000 persone.

Le circostanze dell’ondata di coronavirus nella Repubblica federale di Germania sono state percepite in modo diverso rispetto a quello che ci viene detto dai media e dal mondo della politica, cosa che e` andata avanti ingiustificatamente per mesi. Le previsioni di singoli virologi con milioni di gravemente malati e centinaia di migliaia di morti in Germania non si sono avverate.

Nella pratica, gli infettati hanno dimostrato sintomi simili all’influenza virale. Gli ospedali erano piu vuoti che mai. Non c'e` stato un sovraccarico del reparto di terapia intensiva. Inizialmente, abbiamo riscontrato che l’ondataa del virus era minacciosa e siamo stati in grado di comprendere le misure di protezione dalle infezioni. Tuttavia, ci sono mesi di prove e fatti sicuri che questa ondata di virus è solo leggermente più intensa di una normale influenza stagionale e deve essere considerata molto più innocua, ad esempio, dell’infezione influenzale del 2017/2018 che ha causato 27.000 decessi in Germania. Secondo la situazione dei dati, non c’è stata una minaccia per la popolazione tedesca da Covid-19 per mesi.

Questa deve essere la ragione per tornare alla vita normale in Germania – una vita senza restrizioni, paura e isteria da infezione.

Stiamo vedendo sempre più persone anziane con depressione, bambini piccoli e adolescenti con gravi disturbi d’ansia e comportamentali, persone con condizioni gravi che avrebbero potuto essere curate con un trattamento tempestivo. Notiamo interruzioni nella cooperazione interpersonale, isteria e aggressività causate dalla paura del contagio – tutto ciò porta a una tensione e divisione della popolazione senza precedenti. È prevedibile lo sviluppo di ulteriori gravi malattie croniche. Si prevede che queste malattie con le loro gravi conseguenze supereranno di gran lunga i possibili danni da Covid-19 nella Repubblica federale di Germania.

I firmatari chiedono quindi ai responsabili della sanità e della politica di assumersi le proprie responsabilità nei confronti delle persone del nostro Paese e di scongiurare immediatamente questo minaccioso sviluppo. Chiediamo una revisione immediata dei dati disponibili da parte di un gruppo di esperti indipendenti di tutti i gruppi specializzati interessati e una pronta attuazione delle conseguenze che ne derivano per le persone del nostro paese. Chiediamo che le misure anti-infezione inefficaci e possibilmente anche dannose siano immediatamente interrotte e che i test di massa (ad esempio, attualmente, 1,1 milioni di test / settimana, di cui 99,3% negativi, costo alla settimana: 82,5 milioni di EUR) dovranno essere verificati da un gruppo di esperti indipendenti.

Chiediamo di intensificare la protezione dei pazienti a rischio, dove ogni infezione virale può essere pericolosa: la popolazione sana non ha bisogno di protezione oltre alle misure igieniche e sanitarie generali conosciute e provate da generazioni. I bambini e gli adolescenti in particolare hanno bisogno di contatti con virus per “stimolare” il loro sistema immunitario. Il coronavirus è sempre esistito e continuerà a esistere. L’immunità naturale è l’arma contro di esso. La copertura bocca-naso richiesta dai politici non ha una solida base scientifica.

Chiediamo ai politici e ai rappresentanti dei professionisti medici di astenersi dall’avvertire il pubblico o parlare nei talk show – questo crea una paura profonda e priva di fondamento tra la popolazione.

Se c’è una stampa libera indipendente in Germania, li invitiamo a fare ricerche in tutte le direzioni e consentire anche le voci critiche. La formazione dell’opinione può avvenire solo se tutte le voci vengono ascoltate senza valore e se i fatti e le cifre sono neutrali.

Attraverso il contatto quotidiano con le persone a noi affidate e molte conversazioni, noi come medici sappiamo che la consapevolezza igienica delle persone è cresciuta così tanto attraverso l’esperienza di questa ondata di virus che saranno sufficienti le normali misure igieniche senza coercizione nel futuro.

Fonte

2020-11-08_12-08-11

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €