Archivi Blog

Youtube svela l’opzione per nascondere i “non mi piace” nei video dopo che gli americani hanno reagito negativamente ai video di Biden

Youtube, la piattaforma di video hosting di proprietà di Google, ha annunciato il 29 marzo che testerà l’opzione di nascondere i “dislike” dai video.

Il gigante della tecnologia afferma che la soluzione e’ stata utilizzata in risposta a “campagne di antipatia mirate” e “feedback dei creator sul benessere”.

“In risposta al feedback dei creator sul benessere e sulle campagne di antipatia mirate, stiamo testando alcuni nuovi design che non mostrano il numero di non mi piace del pubblico”, ha annunciato YouTube su Twitter.

“Se fai parte di questo piccolo esperimento, potresti individuare uno di questi progetti nelle prossime settimane.”

Inoltre afferma in una pagina di supporto di Google:

“Il feedback degli spettatori è sempre stato e continuerà a essere una parte importante di YouTube. Ma abbiamo sentito dai creator che i non mi piace del pubblico possono avere un impatto sul loro benessere e possono motivare una campagna mirata di Non mi piace sul video di un creator. Pertanto, stiamo testando progetti che non includono il conteggio visibile di Mi piace o Non mi piace nel tentativo di bilanciare il miglioramento dell’esperienza del creatore, assicurandoci comunque che il feedback degli spettatori sia tenuto in considerazione e condiviso con il creatore. “

La maggior parte delle risposte sia sull’annuncio di Twitter che sulla pagina di supporto disapprovano l’idea, con alcuni commenti che suggeriscono che la mossa è una conseguenza dell’enorme squilibrio di non mi piace” sui video dell’attuale amministrazione sul loro canale della Casa Bianca.

Alcuni altri commentatori hanno espresso la preoccupazione che non sarebbe positivo per le persone che desiderano ottenere un feedback sulla qualità del video, sia per i creatori che per gli spettatori.

A gennaio, YouTube ha eliminato quelle che sembrano essere migliaia di “non mi piace” dai video sul canale ufficiale della Casa Bianca del presidente Joe Biden. La società ha affermato che fa parte dei suoi sforzi regolari per rimuovere il coinvolgimento che considera non autentico.

Le persone sulla piattaforma hanno notato che i non mi piace sono scomparsi a migliaia da diversi video della Casa Bianca e hanno iniziato a pubblicare screenshot prima e dopo sui social media poco dopo che l’amministrazione entrante ha rilevato il canale e pubblicato i suoi primi video.

Gli screenshot indicano che un totale di almeno 16.000 Non mi piace sono stati rimossi da almeno tre video. Anche dopo le modifiche, i cinque video sul canale avevano circa 14.000 Mi piace combinati contro quasi 60.000 Non mi piace alle 15:30. il 21 gennaio.

In risposta a uno screenshot di uno dei video, YouTube ha dichiarato a The Epoch Times che sta monitorando il coinvolgimento sul sito per rilevare e rimuovere attività che considera spam in modo che rimanga organico solo il coinvolgimento che considera. Il meccanismo ha funzionato come previsto nel caso del video Biden, ha affermato la società.

“YouTube rimuove regolarmente qualsiasi Mi piace o Non mi piace di spam dai tuoi video”, ha affermato la società in un tweet del 2019.

“Potrebbero essere necessarie fino a 48 ore per l’aggiornamento dei numeri.”

Non è chiaro come YouTube distingua tra coinvolgimento autentico e non autentico; l’azienda non ha risposto immediatamente a una richiesta di ulteriori dettagli.

“Nessuno lo vuole”, ha twittato Nerdrotic, uno YouTuber di cultura pop, aggiungendo: “I non mi piace sono utili per molte cose e questo è ciò che mette YouTube al di sopra di tutti gli altri”.

YouTube e il suo proprietario, Google, hanno affrontato a lungo accuse di pregiudizio politico. Le aziende hanno affermato che i loro prodotti sono sviluppati e gestiti come politicamente neutri, ma gli account dei dipendenti e il materiale interno trapelato indicano che le aziende sono altamente politicizzate.

Google ha spostato milioni di voti nelle elezioni presidenziali del 3 novembre 2020 spingendo la sua agenda politica sui suoi utenti, secondo lo psicologo ricercatore Robert Epstein, che ha riunito un team di oltre 700 elettori per monitorare quali risultati stavano ricevendo da canali come come risultati di ricerca, promemoria, suggerimenti di ricerca e feed di notizie prima delle elezioni.

Fonte

biden_5

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €