Archivi Blog

Il simbolismo e i messaggi nascosti di “Squid Game”

La serie Netflix “Squid Game” parla di persone povere che prendono parte a giochi orribili mentre l’elite guarda lo spettacolo per puro intrattenimento. Attraverso messaggi e simbolismo, “Squid Game” rivela di cosa si tratta veramente: la malattia incurabile dell’élite.

Se ti piace guardare persone che vengono uccise, ho la serie Netflix per te. Si chiama Squid Game e include anche un gruppo di persone che si gettano da altezze considerevoli per poi schiantarsi. In effetti, assisterai a così tante morti brutali in Squid Game che diventerai desensibilizzato. Anche i personaggi della serie finiscono per avere intense conversazioni sulla loro infanzia mentre altri vengono uccisi a pochi metri da loro. Non gli importa più. E nemmeno a te. Ed è proprio questo il punto.

Nonostante il fatto che Squid Game presenti livelli estremi di sangue e violenza, il marketing che lo circonda sembra insidiosamente concepito per attirare i bambini.

Questa è una delle immagini che si possono incontrare durante la navigazione su Netflix. I bambini potrebbero facilmente scambiare questa cosa per un film per bambini e non c’è nulla che impedisca loro di guardarlo.

Il cattivo principale sembra uscito da un episodio dei Power Rangers. I suoi scagnozzi sembrano i pulsanti di un controller della Playstation.

Insomma, c’è tutto per attirare i bambini nella serie per poi traumatizzarli con scene di rara violenza e giochi mentali psicopatici.

Un parco giochi a tema Squid Game in un centro commerciale in Corea del Sud. Nella serie, il parco giochi è il luogo in cui dozzine di poveri vengono uccisi dai soldati, tutto per l’intrattenimento dell’élite. La cultura pop di oggi è malata.

Al centro di Squid Game ci sono le “leggende” secolari e immortali di persone ricche dell’élite che reclutano contadini per prendere parte a giochi mortali per il loro divertimento. Il racconto del 1924 The Most Dangerous Game parla di un aristocratico russo che cattura le persone, le rilascia nella natura selvaggia e le dà la caccia per sport; Il film del 1994 Surviving the Game parla di un senzatetto a cui viene offerto un “lavoro” solo per finire in un luogo remoto per diventare preda in un gioco di caccia giocato da persone ricche e potenti. Più di recente, la trilogia di Hunger Games è incentrata sui poveri che si uccidono a vicenda sotto gli occhi vigili dell’élite.

Molte leggende sono basate su storie vere. Squid Game ha preso questo concetto secolare, lo ha mischiato con distopia high-tech e un sacco di follia occulta elitaria. Il risultato sembra aver toccato un nervo scoperto perché Squid Game sta per diventare la più grande serie Netflix della storia.

Ma, come la maggior parte delle serie Netflix, i messaggi in Squid Game sono contorti. Riguarda la cultura della morte che ossessiona l’élite e che rende gli spettatori parte di essa.

Ecco uno sguardo ai messaggi e al simbolismo di questa serie.

DUE CERCHI
La serie parla di persone fortemente indebitate che vengono reclutate per giocare a un “gioco” in cui il vincitore ottiene un enorme premio in denaro. I perdenti muoiono. Alla fine apprendiamo che l’intero calvario è stato orchestrato da un gruppo di ricche persone che si divertono a guardare i contadini infelici che vengono umiliati, infantilizzati e costretti a diventare animali immorali per sopravvivere.

Il tema centrale di questa serie è ben riassunto durante i primissimi secondi del primo episodio.

L’introduzione della serie mostra dei bambini che giocano a Squid Game.

Il contorno di questo gioco è anche il logo principale della serie. Il motivo: illustra perfettamente la filosofia di base di Squid Game e, per estensione, dell’élite. Il rettangolo rappresenta le masse. Il cerchio in fondo rappresenta coloro che sono poveri e fortemente indebitati. Il triangolo sopra il rettangolo rappresenta l’élite che governa le masse. Il cerchio superiore rappresenta l’onnipotente élite occulta che controlla il mondo.

In modo abbastanza appropriato, il narratore spiega che i bambini che giocano a Squid Game devono raggiungere il cerchio superiore per vincere. Quando ciò accade, il narratore dice:

“E, in quel momento, mi sono sentito come se possedessi il mondo intero.”

“Possedessi il mondo intero”… come l’élite rappresentata da quel cerchio superiore.

All’inizio della serie, il protagonista principale chiamato (Gi-hun) è chiaramente nella cerchia più bassa della società. Ruba soldi a sua madre e scappa dalle persone losche a cui deve dei soldi.

Poi, Gi-hun ha il suo primo assaggio di malattia d’élite. Mentre aspetta la metropolitana, Gi-hun viene avvicinato da un misterioso venditore che sa tutto di lui. Propone a Gi-hun di fare un gioco in cui può vincere soldi.

Quando il venditore vince, non vuole i soldi di Gi-hun. Vuole schiaffeggiarlo in faccia. L’élite non trae piacere da più soldi, trae piacere da brividi sadici come schiaffeggiare in faccia questo povero ragazzo più e più volte.

Quando Gi-hun vince finalmente un round, non vede l’ora di schiaffeggiare il venditore in faccia. Tuttavia, lo ferma e gli mostra i soldi.

Per un momento, Gi-hun non si è preoccupato dei soldi, si e` fatto influenzare dal sadismo dell’élite. Questa scena prefigura cosa accadrà a Gi-hun alla fine. Dopo questo gioco umiliante, il venditore propone a Gi-hun di partecipare a un altro gioco che promette molti più soldi.

Dopo aver accettato l’offerta, Gi-hun viene prelevato da un’auto e addormentato con il gas. Si sveglia in un incubo distopico.

SQUID GAME = SOCIETA` GOVERNATA DALL’ELITE
I giochi si svolgono in un enorme complesso nascosto su un’isola remota. Per molti versi, questo posto assomiglia a un sito MKULTRA dove si svolgono esperimenti malati. E il sistema distopico che si svolge all’interno di queste mura è un microcosmo per la nostra società moderna.

I giocatori sono ridotti a un numero e sono costantemente monitorati.

Anche i lavoratori che fanno rispettare le regole sono strettamente monitorati.

I giocatori sono spogliati di tutti i beni, della dignità e sono infantilizzati in misura ridicola. Questi giocatori rappresentano il modo in cui l’élite percepisce le masse.

Prima di ogni partita, i giocatori vengono condotti attraverso un labirinto di scale ispirato ai dipinti di M.C Escher. Questo luogo trasmette un senso di confusione e disorientamento che favorisce lo stato infantile dei giocatori.

I giochi si svolgono in parchi colorati che associamo naturalmente al divertimento e all’innocenza dell’infanzia. Tuttavia, ogni “parco giochi” diventa il luogo di brutali omicidi di massa perpetrati da lavoratori senza volto. Odiano l’innocenza dell’infanzia. Vogliono individui tristi e distrutti.

A un certo punto, i giocatori si uniscono e chiedono un voto per porre fine a questa follia.

Una regola consente ai giocatori di votare per fermare il gioco.

I giocatori finiscono per votare per fermare il gioco e tutti tornano a casa. Tuttavia, quasi tutti si rendono conto di avere molti problemi che possono essere risolti solo con i soldi. Abbastanza convenientemente, gli organizzatori del gioco tengono traccia di questi giocatori e li invitano a tornare. Il risultato: la maggior parte torna al gioco di propria spontanea volontà. Questo concetto è importante per l’élite occulta poiché credono che li liberi dalle leggi karmiche.

In breve: il processo democratico era un’illusione. L’élite ha truccato il sistema per ottenere il risultato desiderato.

Quando tornano in gioco, la solidarietà tra i giocatori si dissipa rapidamente. Per vedere i giocatori lottare l’uno contro l’altro, gli organizzatori danno loro di proposito un solo uovo come pasto. Immediatamente, i giocatori iniziano a combattere per le preziose uova. Ciò riflette una tattica classica della classe dirigente: rendendo scarse le risorse, le masse smettono di concentrarsi sulle regole e iniziano a lottare tra loro per gli avanzi.

I giochi successivi sono progettati specificamente per mettere i giocatori l’uno contro l’altro. Ad esempio, il gioco delle biglie richiede ai giocatori di formare squadre di due. Naturalmente, la maggior parte dei giocatori fa squadra con la persona a cui è più vicina. Un tipo sceglie come compagna sua moglie. Apprendono poi che i due giocatori devono giocare uno contro l’altro… e il perdente muore.

Gi-hun inganna questo vecchio confuso (che era suo amico) per vincere la partita. Ha dovuto giocare sporco per sopravvivere. Tornero` a parlare piu’ avanti di questo vecchio.

I giocatori si rendono anche conto che possono uccidersi a vicenda con totale impunità al di fuori dei giochi. Questo porta al caos e agli omicidi quando i giocatori si trovano nell’area principale.

I cadaveri sono posti in scatole nere raccapriccianti con fiocchi sopra. Un sacrificio umano in onore dell’élite.

I corpi vengono inceneriti in impianti di dimensioni industriali. Considerando il fatto che l’élite è ossessionata dallo spopolamento globale, ogni morte è un “dono”.

Nel primo episodio, Gi-hun fa a sua figlia un regalo che assomiglia alle bare raccapriccianti. Uno dei tanti casi di foreshadowing della serie.

Quando apre la scatola, ci rendiamo conto che il regalo è un accendino a forma di pistola.

Questa scena prefigura le numerose morti per arma da fuoco che stanno per accadere. Inoltre, la pistola è un accendino che può riferirsi ai corpi inceneriti. Il fatto che Gi-hun dia questo dono a sua figlia è in linea con l’agenda generale di esporre i giovani alla malattia dell’élite.

LA MALATTIA DELL’ELITE
Per gli ultimi tre giochi, gli organizzatori invitano come spettatori dei VIP, persone ultra ricche e d’élite che sono venute a guardare le sfide in diretta. Attraverso il simbolismo, la serie indica chi sono esattamente queste persone.

I VIP vanno in giro con maschere di animali sui loro volti – una pratica in cui l’élite occulta si è impegnata per secoli.

A sinistra: uno dei VIP. A destra: Helene de Rothschild a un ballo d’élite occulto del 1972.

Questa immagine dal sito web della Chiesa di Satana mostra un gruppo di persone che indossano maschere di animali che simboleggiano l’abbraccio del lato animalesco degli umani.

In modo abbastanza appropriato, questi VIP sono ossessionati dai due elementi fondamentali del lato animalesco degli umani: lussuria e sangue.

Il salotto dove i vip si siedono e guardano morire i poveri è pura decadenza. Gli esseri umani sono usati come mobili e decorazioni, un altro modo di rappresentare la disumanizzazione delle masse. Questo VIP è subito attratto dal cameriere che gli porta da bere. Ha bisogno di “possederlo” in questo momento.

Il VIP porta il cameriere nella “sala VIP” per essere soddisfatto. Quella stanza è ricoperta di opere d’arte che riflettono lo stato avanzato di perversione del VIP.

Dopo cinque partite, sono rimasti solo tre giocatori. Sono “l’elite” dei giorcatori. Di conseguenza, vengono dati loro abiti costosi e vengono fatti partecipare ad una festa. Niente più uova sode per questi tre. L’ambientazione di questa festa non potrebbe essere più simbolica.

Per la festa, i tavoli sono disposti a forma di triangolo con lampade al centro. Quel triangolo è posto sopra a un pavimento a scacchiera. Inoltre, ci sono due “pilastri” di luce su ciascun lato.

Tutto questo è palese simbolismo massonico.

Simboli massonici classici: il triangolo con l’occhio che tutto vede, il pavimento a scacchiera e i due pilastri.

Questa scena trasmette la natura occulta e rituale di questo gioco. Nella Massoneria, il pavimento della scacchiera è la superficie trasformativa dove si svolgono i rituali.

Il rituale più potente di tutti: il sacrificio di sangue. Ed è esattamente ciò che i VIP vogliono che accada.

Alla fine della festa, i camerieri tolgono tutto… tranne i coltelli da bistecca.

I tre giocatori rimasti giacciono sui loro letti attorno al pavimento rituale mentre tengono in mano i loro coltelli. Inoltre, nota che le pareti sono “decorate” con immagini che rappresentano gli orribili giochi che i giocatori devono affrontare. È un po’ come Netflix che usa “l’intrattenimento” per ricordare alle masse come sono controllate dall’élite.

Come previsto, un giocatore taglia la gola a un altro giocatore che muore. Il sacrificio di sangue all’élite è completo.

Apprendiamo che Gi-hun alla fine vince la partita. Pertanto, viene rimandato nel mondo reale con l’equivalente di $ 38 milioni nel suo conto in banca.

Se li gode tutti quei soldi? No. È praticamente morto dentro. Quindi, Gi-hun riceve un invito simbolico.

L’appuntamento è al 7° piano di un edificio chiamato “Sky”, 30 minuti prima di Natale.

In diverse scuole spirituali tra cui la Kabbalah, “settimo cielo” significa “il cielo più alto, dove dimorano Dio e gli angeli più elevati”.

Gi-hun trova il vecchio con cui ha giocato sul letto di morte.

In un importante colpo di scena, apprendiamo che il vecchio è in realtà super ricco e il creatore dei giochi. Quando Gi-hun gli chiede perché ha creato un sistema così orribile, risponde:

“Se hai troppi soldi, non importa cosa compri, mangi o bevi. Diventa tutto noioso. Tutti i miei clienti alla fine hanno iniziato a dire le stesse cose quando abbiamo parlato. Tutti sentivano che non c’era più gioia nelle loro vite. E così, abbiamo deciso di metterci insieme e abbiamo iniziato a chiederci cosa potevamo fare tutti per divertirci finalmente?”

Questo spiega perché l’élite partecipa ad attività così estreme e depravate (ad esempio l’isola di Epstein)? In ogni caso, per questo vecchietto, la semplice visione delle partite non era più sufficiente. Voleva davvero farne parte per sentirsi vivo.

Quando si rivede la serie, ci si rende conto che questo vecchio (alias giocatore #001) ha avuto una grande influenza nel gioco (mentre apparentemente era anche immune all’essere effettivamente ucciso). Ad esempio, ha avuto il voto finale e decisivo durante il processo democratico. Inoltre, sono state le sue urla a spingere i lavoratori a fermare la notte degli omicidi dopo l’incidente dell’uovo.

Apparentemente Gi-hun dopo l’incontro e` un uomo cambiato. Per riflettere questo profondo cambiamento, si tinge i capelli di rosso (che è anche il colore che rappresenta il sacrificio e l’iniziazione nei circoli occulti). Quindi, decide di salire a bordo di un aereo per andare finalmente a trovare sua figlia.

Tuttavia, all’ultimo secondo, torna indietro.

Gi-hun vuole tornare al gioco perché dice che “ha bisogno di sapere chi c’è dietro”.

Quindi, invece di vedere sua figlia, Gi-hun vuole tornare a quella folle distopia? Questo è pazzesco. Il vero motivo per cui vuole tornare: ora è infetto dalla malattia dell’élite, rappresentata dai suoi capelli rossi. Si sente morto dentro… a meno che non prenda parte ai brividi estremi del gioco.

La prova definitiva di ciò:

Il tipo che supervisiona lo Squid Game è un vecchio vincitore. Anche lui è stato contagiato.

Insomma, il finale non è felice. Tutti perdono. Fatta eccezione per l’élite che guarda i giochi.

CONCLUDENDO
Squid Game è diventata la più grande serie nella storia di Netflix per diversi motivi. Al di là della sua scioccante violenza e della sua storia avvincente, la serie esplora diversi temi come la religione, la natura umana e le insidie ​​delle disuguaglianze economiche. Mentre diverse fonti hanno interpretato Squid Game come una “critica al capitalismo”, sembrano trascurare il tema più ovvio e lampante: la società è governata da un’élite occulta malata che si diverte a dividere, controllare, disumanizzare, infantilizzare e abusare apertamente del masse.

Alla fine, assistiamo a una forma di sindrome di Stoccolma in cui le persone che subiscono abusi finiscono per identificarsi con l’aggressore. E questo è un po’ l’obiettivo della serie: gli spettatori finiscono per divertirsi guardando questa forma malata di intrattenimento allo stesso modo in cui i VIP si divertono a guardare le persone che vengono uccise.

Fonte

leadsquidgame

Neovitruvian

La cenusra dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

“America Ultra”: Un altro tentativo per rendere cool l’MKULTRA

Il film “American Ultra” è basato sul progetto MKULTRA della CIA, che mira a creare schiavi del controllo mentale. Nonostante questa premessa sia orribile, il film ritrae il controllo mentale della CIA come qualcosa di cool e “ribelle”. E ‘ l’ennesimo tentativo, da parte dei media, di fare accettare l’MKULTRA.

leadamericanultra-702x336

Attenzione: Spoiler

Americana Ultra è un film strano. Mentre la storia ruota attorno agli orribili esperimenti che la CIA conduce sulla popolazione, essa viene raccontata in maniera divertente, trasformando tutto il soggetto in uno scherzo. Non solo, il film ritrae il controllo mentale della CIA come qualcosa di straordinario e allettante- anche se è l’esatto contrario di tutto cio`.

Date un’occhiata al poster del film qui sopra: Uno schiavo MK e un handler della CIA vestiti con colori sgargianti, armati e con lo sguardo da duri. C’è qualcosa di MENO ribelle di uno schiavo che ha perso completamente il suo libero arbitrio e un handler della CIA? Sono entrambe pedine del sistema elitario. Questo è un altro caso di doppio linguaggio e, se avete letto Neovitruvian, sapete bene che rendere accettabile il controllo mentale e` parte importante dell’Agenda. Prima di esaminare il film, diamo un’occhiata a cio` su cui e` basato.

MKULTRA

Il Progetto MKULTRA – programma di controllo mentale della CIA – era il nome in codice dato a un programma illegale di esperimenti su soggetti umani. Anche se il programma è ufficialmente stato bloccati, alcuni informatori sostengono che il progetto e` stato segretamente portato avanti con altri nomi, come progetto Monarch (approfondimento).

aaf6c6182c_md

Immagine declassificata di un giovane soggetto MK-ULTRA (1961). La didascalia dice: “individuo femmina non identificato, età compresa tra gli 8 e i 10 anni. Il soggetto è stato sottoposto a 6 mesi di trattamento con dosi massicce di LSD, elettroshock e deprivazione sensoriale. Gli esperimenti rientravano in un programma, nome in codice MKULTRA nei primi anni ’60. La memoria del soggetto è stata cancellata e il suo cervello è quello di un bambino appena nato. “

Come si può vedere, il controllo mentale della CIA non è cosi` cool. In realtà, è uno dei più pericolosi e orribili programmi mai concepiti. Sulla base di abusi sessuali, traumi, torture, confinamento, intossicazione, ipnotismo, lavaggio del cervello e altri metodi subdoli, il controllo mentale distrugge letteralmente la vita dello schiavo per mano di freddi e sadici, handler. Gli schiavi sono poi programmati per diverse attività come ad esempio diventare schiavi del sesso, corrieri della droga o, come nel caso di American Ultra, killer addestrati. In termini di controllo mentale Monarch, “la programmazione killer” è indicata con il nome “programmazione delta”.

DELTA è conosciuta come la programmazione “killer” ed è stata originariamente sviluppata per la formazione di agenti speciali o soldati d’elite (cioè Delta Force, First Earth Battalion, Mossad, etc.) in operazioni segrete. L’ottimale produzione adrenalinica e l’aggressività controllata sono evidenti. I soggetti sono privi di paura e molto sistematici nello svolgimento della loro missione. L’autodistruzione o le istruzioni di suicidio sono stratificate a questo livello.
– Ron Patton, Progetto Monarch

Gli schiavi delta sono “addormentati” finché non vengono “attivati” da un trigger – di solito una serie di parole o immagini.

Gli alterego Delta sono addestrati a svolgere missioni speciali con conseguente morte. I Delta che sono inattivi vengono definiti addormentati. Essi devono essere attivati. La programmazione per attivarli sarà avviata se viene assegnata una missione o se alcune delle parti più profonde del sistema vengono manomesse.
– Fritz Springmeier, The Illuminati Formula to Create a Mind Control Slave

I prodotti di quel programma diventano letteralmente macchine per uccidere, addestrati in varie forme di combattimento e alcuni sono anche in grado di sviluppare percezioni extrasensoriali (ESP).

I Delta verranno addestrati nel combattimento corpo a corpo e saranno in grado di riconoscere le parti vulnerabili del corpo umano, per essere il piu` letali possibile. L’addestramento comprendeva una grande quantità di armi.
– Ibid.

Anche se le conseguenze delle loro azioni sono molto reali, gli schiavi non sono in grado di distinguere la realtà dalla finzione.

Il loro pensiero è sepolto nelle favole. Sono programmati per vedersi nelle favole, sono programmati per non vedere i loro gestori. Questi altergo non hanno la possibilità di capire quello che stanno facendo.
– Ibid.

Infine, se questi schiavi diventano problematici, l’unica soluzione per loro è la morte.

Se i programmatori si stancano o se lo schiavo si ribella/danneggia, soprattutto a causa dei gravi abusi che ricevono da questi sadici programmatori / gestori, bastera` assegnare il loro vecchio pupazzo ad una missione suicida.
– Ibid.

Pertanto, anche se non viene effettivamente detto, l ‘”eroe” di American Ultra è uno schiavo MK i cui “superpoteri” sono il risultato di traumi e abusi. Mostra tutte le caratteristiche sopra descritte, ma la storia che lo contorna lo rende divertente e lo glorifica. In breve, la CIA sta cercando di vendere alla gente il suo programma più disgustoso.

Anche se la programmazione Delta è orribile e viene utilizzata per portare avanti assassinii politici e persino fucilazioni di massa (sì, avete letto bene), American Ultra lo trasforma in una cosa divertente, eccentrica, teenage-fumato-friendly.

Diamo un’occhiata al film

AMERICAN ULTRA

L’eroe del film è Mike Howell (interpretato da Jesse Eisenberg), un fattone stereotipato che è incline agli attacchi di panico. Vive con la sua ragazza Phoebe Larson (interpretata da Kristen Stewart), che vuole sposare più di ogni altra cosa al mondo. Più avanti nel film, veniamo a sapere che lei è handler MKULTRA, quando, senza problemi, gli confida:

«Sono il tuo handler.”

Non ancora consapevole di questo fatto, Mike è follemente innamorato di Phoebe e vuole proporsi. L’amore per la sua ragazza è un po` ossessivo, quasi come se fosse stato … programmato per amare il suo handler.

american1

american4

In una scena, vediamo lo stesso tatuaggio nei piedi della coppia. Non sorprendentemente, e` un occhio che tutto vede. Anche se puo` sembrare una cosa romantiva, rappresenta il rapporto schiavo / handler.

Controllata dal Governo

Mike Vuole portare la sua ragazza a fare un viaggio, ma la SUA Programmazione non glielo permette.

american2

All’aeroporto, a Mike prende il panico, rendendolo fisicamente non in grado di salire sull’aereo.

Impariamo successivamente che questi “attacchi di panico” sono in realtà frutto della programmazione MK ULTRA, al fine di non farlo scappare . Sulla via del ritorno a casa, ci rendiamo conto che Mike è monitorato dalle autorità statali.
Mike e Phoebe vengono fermati da un agente di polizia che li conosce molto bene. Mike non può sfuggire all’occhio che tutto vede dell’élite.

american3

Mike e Phoebe vengono fermati da un agente di polizia che li conosce molto bene. L’agente chiede se Michael avesse avuto “uno dei suoi episodi”. Mike non può sfuggire all’occhio che tutto vede dell’élite.

Mike sfugge dalla routine giorno per giorno disegnando fumetti.
Mike ha creato Apollo Ape, una “scimmia astronauta che va alla ricerca di avventure”.

american5

Mike ha creato Apollo Ape, una “scimmia astronauta che va alla ricerca di avventure”.

Anche se Mike è “addormentato”, il suo alterego Delta si riflette inconsciamente nelle violente avventure di Apollo Apes. Come detto in precedenza, quando gli schiavi MK sono attivati, le cose si trasformano in una favola surreale. Il fumetto di Mike riflette il ricordo distorto di quando venne attivato.
Anche se e` addormentato da anni, Mike è comunque sotto costante sorveglianza

american6

Mike è costantemente monitorato da satelliti spia.

Mentre tutti questi dati puntano direttamente ad un oppressivo stato di polizia, il film serve agli spettatori, un divertimento, PG-13 versione CIA.

LA CIA E` COOL

Vuoi rendere la CIA amichevole e non minacciosa? Utilizza la ragazza che ha recitato in Twilight come handler del controllo mentale e utilizza Eric Foreman da That ’70 Show come direttore del programma MKULTRA.

american7

L’Agente della CIA neopromosso Adrian Yates vuole uccidere Mike usando i suoi schiavi MK. E ‘anche molto impertinente.

american8

Un altro agente non minaccioso CIA. Qui, si sta facendo un selfie da inviare al suo fidanzato perché vuole essere a casa con lui e il loro cagnolino. Aaaaw 😦

L’altro principale rappresentante della CIA è Victoria Lasseter, che era responsabile del programma ULTRA di Mike. Anche se fu responsabile della distruzione e ricostruzione del cervello di Mike con tecniche traumatiche, è ritratta come una sorta di figura materna.

american9

In questa scena, Lasseter parla con Mike utilizzando parole in grado di scantenare il suo alterego Delta – sbloccando i suoi “super poteri” e` in grado di fare il culo praticamente a tutti . Il controllo mentale e` cosi` cool. (Non) vorrei essere uno schiavo del controllo mentale.

Più avanti nel film, quando Mike incontra di nuovo Lasseter, lui le chiede:

«Sei mia madre?”

Questa frase è un po ‘ triste. Dal momento che Lasseter ha cancellato la sua memoria e creato letteralmente un nuovo personaggio, Mike crede istintivamente che questo agente della CIA sia sua madre.

La donna, poi, cerca di salvarsi dicendogli che e` speciale e che si sta prendono cura di lui.

– Ti ricordi quando sei stato arrestato quando eri 18enne per l’acido? Qui ci siamo conosciuti. Reclutavo persone per un programma chiamato Wisemen, progettato fondamentalmente per offrireai detenuti minorenni la possibilita` di fare volontariato … per un esperimento.

– È stato un errore.

– No Mike, ha funzionato. Tutti gli altri soggetti erano guasti. Ma non tu. Eri un successo. Ma ti ha portato alla follia.

– Quindi hai cancellato i miei ricordi e hai cazzeggiato con la mia testa. E mi hai abbandonato con una falsa fidanzata.

– Io non voglio che tu muoia. Perché io tengo a te, va bene?

L’aspetto della figura materna di Lasseter si riferisce ad una figura importante nella reale programmazione Monarch: La “Grand Dame” o “Mother-Of-Darkness”.

Una Grand Dame aiuterà i programmatori ad assicurare che lo script corretto sia dato al bambino e che non si verifichi una rottura psicotica facendo impazzire la vittima.

Gli alterego delle Madri delle Tenebre sono un importante punto di equilibrio per evitare che i sadici programmatori maschi uccidano i bambini su cui stanno lavorando.
– Ibid.

Pertanto, anche se e` sembra “buona”, nel film, rappresenta la Grand Dame della programmazione Monarch, una “figura materna”, che esiste solo per fare in modo che gli schiavi MK non perdano la ragione – non perché li amano.

L’altra figura della CIA nel film è l’handler di Mike (e la fidanzata) Phoebe. Anche se i gestori di MK sono di solito sadici, disumani, essi stessi schiavi MK, il film ritrae l’handler come una ragazza carina.

american11

In un rapido flashback, Mike ricorda come la sua “fidanzata” lo intervisto` nelle vesti di agente della CIA

In breve, l’intera CIA e il programma MKULTRA sono sterilizzate e rappresentate da persone amiche. Inoltre, le molte tattiche illegali, antidemocratiche liberticide, da stato di polizia utilizzate dall’Agenzia, sono ritratte come se fossero quasi normali.

american10

Yates ordina un camion pieno di schiavi del controllo mentale per uccidere Mike

american12

I media danno una notizia falsa per giustificare la caccia all’uomo contro Mike e Lasseter

american13

Attrezzature FEMA vengono utilizzate per imporre la legge marziale nella città di Mike

american14

Viene mandato un drone telecomandato a bombardare casa di Mike

american15

Nonostante tutte queste tattiche, Yates non riesce a catturare Mike. Il risultato? Viene freddato nel bosco dal suo superiore.

La vita di Lasseter viene risparmiata perché convince il suo capo che Mike è una grande risorsa che deve essere utilizzata da parte della CIA, invece di essere ucciso.

IL CONTROLLO MENTALE E ` COOL

Non appena Mike viene attivata dalla sua Mother of Darkness, si trasforma in un supereroe che è in grado di utilizzare qualsiasi oggetto comune come arma. Mentre i suoi ritrovati poteri confondono Mike, alla fine li abbraccia. Durante le sue avventure, dice a Phoebe cose come:

“Mi ricordo ogni singola cosa che è accaduta negli ultimi 94 minuti.”

“E se  sono come un robot? Con gigabyte di ram, programmato con il Karate dove uso oggetti per uccidere la gente? “

“Sai cosa e` un M1 Abrams? È un tipo di carrarmato. Posso pensare a circa 50 tipi di carri armati diversi in questo momento. “

Ad un certo punto Phoebe gli chiede se si sente male. Si guarda allo specchio, e le dice:

“No, mi sento benissimo”

american16

In un ambiente simile ad un funky club, Mike dice di sentirsi “benissimo”. Poi sorride stranamente. Essere uno schiavo del controllo mentale programmato per uccidere la gente, ti fa sentire “benissimo”. Questo è ciò che Hollywood sta dicendo alla gioventù moderna.

Mike uccide tutti, nel suo percorso in una varietà di modi esilaranti (uccidere la gente è stra cooool). Una volta finito sembra essere tornato normale.

american17

Dopo aver vinto tutto, Mike chiede di sposarlo alla fidanzata (handler) di fronte ad un gruppo di poliziotti pronti a sparare

american18

Infine vengono taserati perché non sono, giovani ribelli cool, sono pedine di un sistema oppressivo.

La CIA ritiene che Mike è ancora utilizzabile. Alla fine del film, Mike e Phoebe sono in un albergo di lusso nelle Filippine, con un aspetto gradevole e di classe.

american19

Ci accorgiamo subito che sono entrambi in una missione della CIA e che Mike e` stato attivato. E ‘ ancora uno schiavo MK e sua “moglie” è ancora il suo handler.

Nella scena finale del film, Mike si trova di fronte ad un boss della mafia asiatica. Il film si trasforma in un cartone animato.

american20

Mike si trasforma in Apollo Ape facendo una strage.

Mentre la maggior parte degli spettatori potranno dire: “Wow, il film si è concluso in modo così fresco e creativo”, questo cartone animato finale implica una cosa importante: Mike è uno schiavo MK innescato in uno stato dissociativo. Quando attivato, non può percepire la differenza tra realtà e finzione. Insomma, nonostante il “lieto fine”, Mike non ha ancora assolutamente alcun controllo sulle sue azioni, e` un assetto della CIA.

CONCLUDENDO

American Ultra è basato sul programma MKULTRA, che ha cercato di trasformare civili ignari in schiavi del controllo mentale. Anche se il controllo mentale utilizza le tecniche di tortura più atroci conosciute nella storia e si industria nell’infimo compito di trasformare un essere umano in uno schiavo senza cervello, American Ultra disinfetta l’intero processo. Evita la maggior parte della roba orribile mentre si concentra sul divertimento e sul supereroe che trionfa. I bambini amano questo. Mentre alcuni spettatori potrebbero pensare che il film sia finito bene e che i “bravi ragazzi” abbiano vinto, la realtà è che hanno assistito ad un lungo spot pubblicitario manipolatorio a sostegno del controllo mentale.

American Ultra è l’ennesimo tentativo da parte dei mass media di rendere il controllo mentale una tematica cool, glamour. Ma cosa vi aspettate? Se la CIA non ha problemi a fare il lavaggio del cervello ad americani ignari rendendoli schiavi, pensate che abbia problemi a fare il lavaggio del cervello pure al pubblico con i loro messaggi sovversivi? L’MKULTRA riguarda il lavaggio del cervello di alcuni individui, American Ultra riguarda il lavaggio del cervello del pubblico americano.

Fonte

La sparatoria di Las Vegas: Jerad Miller, un capro espiatorio per far avanzare i piani dell’Agenda?

leadlasvegas

 

L’8 giugno una coppia ha sparato e ucciso due agenti di polizia all’interno di un ristorante a Las Vegas. Prima di aprire il fuoco, la coppia urlò “Questa è una rivoluzione”. Coprirono poi i corpi dei poliziotti con una bandiera di Gadsden che riportava la scritta “Don’t thread on me”, assieme ad una nota contenente una svastica. Gli assassini poi entrarono in un Walmart, uccidendo un altro uomo per poi infine togliersi la vita.

Quando gli assassini vennero identificati come Jerad e Amanda Miller, i media contrassegnarono rapidamente la coppia come appartenente all “estrema destra”, “pro-armi”, “teorici della cospirazione”, “anti-governo” e per la “supremazia bianca” . Emersero immagini su di loro e le cose cominciarono a diventare strane.

Si è trattato del frutto di menti squilibrate che hanno letto troppa roba su internet o si tratta di una mossa calcolata per promuovere l’ordine del giorno? Uno sguardo più da vicino al caso rivela che alcuni fatti sono piuttosto strani e “convenienti”. In primo luogo, c’è la connessione “Batman”.

LA CONNESSIONE BATMAN

Nei precedenti articoli sulla “Sparatoria di Batman” e sulla tragedia di Sandy Hook, ho descritto come questi omicidi di massa erano legati al film di Batman. Per quanto strano possa sembrare, c’è un collegamento a Batman anche negli omicidi di Las Vegas.

100614top

A Jerad e a sua moglie piaceva travestirsi da Joker

article-2653139-1E9D25DA00000578-892_306x474

Ancora il Joker

jerad-miller-youtube-joker-e1402410586350

Questo è uno screenshot di un video  youtube di Miller dove travestito da Joker inneggia contro la polizia e il governo

Nel 2012, la sparatoria dell’Aurora avvenne durante la prima di un film di Batman – The Dark Knight Rises.

article-2177881-142FBD56000005DC-890_472x480

Holmes si ispirò al joker di Ledger

article-2329500-06D13ABF000005DC-212_634x421-e1402412288273

Ledger perse la vita in circostanze misteriose poco  dopo aver interpretato il joker

Anche la sparatoria di Sandy Hook nel 2012 condivideva una  strana connessione a Batman. Come indicato su questo sito, le parole “Sandy Hook” appaiono su una mappa durante The Dark Knight Rises.

batmansandyhook-e1357668231187

leadtom1

La sparatoria di Las Vegas è quindi un altro omicidio di massa che coinvolge Batman. Mentre ci sono numerosi indizi i quali suggeriscono che James Holmes e Adam Lanza erano capri espiatori, possiamo dire lo stesso di Jerad Miller?

JERAD MILLER ERA UN  CAPRO ESPIATORIO?

Come detto sopra, Jerad Miller (Non voglio parlare molto di sua moglie, perché sembra fosse plagiata dal marito) è stato subito etichettato dai mass media come una milizia antigovernativa, teorico della cospirazione e religioso. Questo cocktail esplosivo di parole viene sempre più utilizzato per identificare gli attuali acerrimi nemici degli americani.

Il 2 giugno, la Casa Bianca ha annunciato la creazione di una nuova task force per combattere il “terrorismo interno”. In un video di presentazione della task force, il procuratore generale Eric H. Holder Jr. ha dichiarato:

“Siamo di fronte a un rischio crescente riguardo ad individui auto-radicalizzati all’interno dei nostri confini. Ora – mentre la natura della minaccia che abbiamo di fronte si evolve per includere la possibilità di radicalizzazione individuale via Internet – è fondamentale che poniamo la nostra attenzione ai potenziali estremisti qui a casa “.

Pochi giorni dopo, si è verificata la sparatoria di Las Vegas. E’ possibile che capri espiatori vengono utilizzati per generare terrore in modo da giustificare l’azione contro specifici gruppi “radicali”?

Nel mese di aprile 2014, Jerad Miller ha trascorso del tempo al Bundy Ranch, il sito della tanto pubblicizzata “Bundy Standoff”, dove l’allevatore Cliven Bundy è coinvolto in una controversia di lunga data con il governo a causa delle tasse. La situazione di stallo si evolvette in uno scontro armato tra manifestanti e forze dell’ordine trasformandosi in una battaglia simbolica contro “la tirannia del governo”. Jerad Miller e la sua vita “hanno lasciato tutto si è lasciato tutto alle spalle per unire le Bundys.

Durante la sua permanenza al ranch Jerad è stato intervistato da NBC News, dove ha assunto un atteggiamento violento.

La coppia Miller venne espulsa del ranch subito dopo. Mentre la ragione ufficiale della cacciata fu la fedina penale di Jerad, i membri del ranch dichiararono che la coppia era “fastidiosa” e “troppo radicale”. Avevano forse sospetti che Jerad fosse un agente del governo inviato ad infiltrarsi e magari spingerli alla violenza?

Pochi mesi dopo l’apparizione di Jerad sulla NBC News (perché è stato scelto per apparire in quell’intervista?), L’intera questione Bundy Standoff – la quale stava guadagnando una certa simpatia del pubblico – venne associata agli assassini di poliziotti e a razzisti bianchi. Questo è il modo per screditare i movimenti e mettere l’opinione pubblica contro di loro.

Fonti di notizie legano anche Jerad Miller ad Alex Jones e il suo sito web Infowars. Si è scoperto che un post intitolato The Police (da uccidere o non uccidere?) È stato pubblicato da un utente denominato Jerad il 28 maggio 2012, dove l’utente farnetica sui diritti costituzionali e sul suo odio per la polizia. Questo portò le news a citare Infowars e i “teorici della cospirazione”, come ad un fattore determinate per la sparatoria.

In breve, Jerad Miller e il suo crimine efferato viene utilizzato per screditare e diffamare diversi movimenti che sono già sotto il mirino dai poteri forti. Si tratta di un vero e proprio sequel del film The Prisoners, dove il “cattivo” è un pazzo, religioso, patriottico. (Fatto interessante: un personaggio importante nel film si chiama Alex Jones).

La strage si è verificata a meno di una settimana dall’altro libertario auto-professato omicidio di tre agenti di polizia di New Brunswick, Canada. Non diversamente da Jerad Miller, la pagina Facebook dell’assassino è stato riempito con le tipiche immagini e messaggi di “estrema destra”.

IN  CONCLUSIONE

Era Jerad Miller un agente del governo usato per infiltrarsi e screditare gruppi specifici? E’ stato programmato per portare a termine gli omicidi, per poi togliersi la vita? Era forse solo un pazzo con una pistola? E ‘difficile da dire. È chiaro tuttavia che la risposta dei media alla sparatoria di Las Vegas è perfettamente in linea con un elemento superiore dell’Agenda elitaria: Screditare, demonizzare e incolpare ogni gruppo che va contro gli interessi illuminati. Se guardiamo i libertari, i costituzionalisti, i gruppi religiosi o pro-armi, sono tutti nel mirino dall’elite.

Mentre non credo che ogni persona coinvolta in questi gruppi sia un tipo, equilibrato, rispettoso della legge, è chiaro che la maggior parte di questi gruppi esistono perché i diritti e le libertà in America si stanno assottigliando. Il loro obiettivo principale è quello di preservare lo spirito originario della Costituzione degli Stati Uniti che è stata violata gravemente negli ultimi due decenni. Tuttavia, poiché l’élite sta trasformando l’America in uno stato di polizia NWO-friendly, questi gruppi sono ormai percepiti come una seria minaccia. Ancora più importante, l’élite ha bisogno del pubblico in modo che si rivolti contro di loro.

Quale sarebbe un modo efficace per screditare questi gruppi? Ecco la risposta: Inviare un Jerad Miller per commettere qualcosa di terribile come uccidere poliziotti o bambini. Impastare poi con frasi in cui rientrino i seguenti termini “teorici della cospirazione” ,”costituzionalisti”  “omicidio” e “Supremazia Bianca”.

Che Jerad Miller fosse o non fosse un agente del governo, le sue azioni hanno promosso sicuramente l’Agenda.

Fonte