Archivi Blog

Youtube rimuovera` ogni video che cerca di mettere in discussione l’attuale narrativa sul vaccino per il Coronavirus

L’azienda incontra l’Organizzazione Mondiale della Sanità OGNI SETTIMANA

YouTube, che è di proprietà di Google, rimuoverà e bandirà tutti i video che fanno affermazioni “non comprovate dal punto di vista medico” riguardanti il ​​coronavirus e i vaccini sviluppati da big pharma.

In particolare, YouTube afferma che prendera` di mira le “teorie del complotto” sostenendo che l’agenda del vaccino ha uno scopo nefasto, come la sterilizzazione, lo spopolamento o la sorveglianza di massa.

In un’e-mail ottenuta da Reuters, la società ha annunciato che rimuoverà i contenuti che “promuovono la disinformazione” sui vaccini COVID-19.

Definisce “disinformazione” tutto ciò che contraddice la guida delle autorità sanitarie governative o dell’Organizzazione mondiale della sanità, quindi qualsiasi opinione che non corrisponde a ciò che dicono le autorità.

La società ha detto ai giornalisti che consentirà ai video che coprono “preoccupazioni” sul vaccino di rimanere sulla piattaforma.

Quest’ultima mossa non e` nuova per YouTube, che sta già rimuovendo tutti i video che incoraggiano gli spettatori a non indossare maschere o aderire a regole di distanziamento sociale, nonché metodi di trattamento “clinicamente infondati”.

YouTube si è vantato nell’email di aver già rimosso oltre 200.000 video contenenti “informazioni COVID-19 pericolose o fuorvianti”.

La società sembra prendere ordini diretti dall’Organizzazione mondiale della sanità.

Andy Pattison, manager delle soluzioni digitali presso l’OMS, ha detto a Reuters che l’ente globale si incontra con il team politico di YouTube ogni singola settimana per discutere quali contenuti sono diventati popolari e cosa è potenzialmente “problematico”.

Reuters osserva che YouTube ha detto che annuncerà ulteriori passi nelle prossime settimane per “enfatizzare informazioni autorevoli sui vaccini COVID-19 sul sito”.

L’ultima mossa di censura di YouTube arriva poche ore dopo che Bill Gates si è nuovamente lamentato di essere diventato l’obiettivo di “teorie del complotto anti-vaxxer infondate” che hanno guadagnato terreno negli ultimi mesi.

La repressione di Youtube arriva nel bel mezzo della censura di Facebook e Twitter relativa allo scandalo delle lobby straniere di Joe Biden.

Entrambe le società di social media stanno anche attivamente censurando post e video con contenuti che contraddicono le dichiarazioni e le posizioni dell’OMS e del governo sul coronavirus.

Fonte

gettyimages-1220243620-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €

La Cina aveva malati con patologie simili al Covid-19 mesi prima la “tempistica ufficiale”

I documenti interni del PCC mostrano che i pazienti a Wuhan avevano sintomi già nel settembre 2019, ma le autorità non hanno rivelato nulla al mondo …

Una serie di documenti trapelati mostra che i pazienti in Cina con sintomi simili a COVID-19 sono stati ricoverati mesi prima della tempistica ufficiale del regime, mettendo in dubbio quando esattamente il virus del PCC ha iniziato a diffondersi a Wuhan, il ground zero dell’epidemia cinese.

Almeno un paziente ha iniziato a manifestare sintomi simili a COVID-19 nel settembre 2019, secondo i dati ospedalieri ottenuti da The Epoch Times da una fonte attendibile che ha accesso a documenti governativi. Altre dozzine sono state ricoverate in ospedale nel mese successivo.

Gli ospedali di Wuhan hanno anche riportato diversi decessi nell’ottobre 2019 a causa di polmonite grave, infezioni polmonari e altri sintomi simili ai pazienti COVID-19.

La commissione sanitaria della città ha annunciato pubblicamente lo scoppio di una nuova forma di polmonite solo il 31 dicembre 2019, dopo che i post sui social media dei medici informatori erano diventati virali.

In una lettera del 19 febbraio ottenuta da The Epoch Times, una squadra investigativa nazionale istituita dal governo centrale ha dichiarato di voler rintracciare i primi casi della malattia. Ha chiesto alle autorità locali i dati di tutte le istituzioni mediche di Wuhan nel periodo tra il 1 ° ottobre e il 10 dicembre 2019, comprese le informazioni sui pazienti che hanno visitato le cliniche per la febbre nelle vicinanze del mercato del pesce di Huanan, un mercato umido che i funzionari hanno inizialmente identificato. come origine del focolaio; dettagli dei primi 10 casi sospetti presso ciascuna agenzia medica di livello due o superiore (tre è il più alto); e morti per polmonite con sintomi simili a COVID-19.

La lettera affermava che nove ospedali, che hanno ricevuto il maggior numero di pazienti COVID-19 della città, erano la chiave dell’indagine.

The Epoch Times ha avuto accesso a parte dei documenti in risposta all’inchiesta, quelli di 11 ospedali.

Nonostante i dati raccolti, il 26 febbraio la task force per il controllo delle epidemie di Wuhan ha detto ai media che il primo paziente documentato era una persona di nome Chen che si è ammalata l’8 dicembre 2019.

Non è chiaro se le autorità abbiano condotto indagini su casi precedenti a febbraio.

Ad alcuni critici, l’indagine è apparsa piuttosto ristretta ed è arrivata troppo tardi.

“Perché una malattia respiratoria così massiccia si sia manifestata nell’area, come mai non hanno rintracciato tutti gli altri ospedali?” Sean Lin, ex direttore del laboratorio del ramo malattie virali presso il Walter Reed Army Institute of Research, ha detto a The Epoch Times.

“Avrebbe dovuto essere fatto molto tempo fa”, ha detto, definendo l’indagine “ridicola”.


Uno screenshot di un documento trapelato che mostra i dettagli sui pazienti che sono morti per sintomi simili a COVID presso l’ospedale di medicina tradizionale cinese di Wuhan, provincia di Hubei, Cina, il 21 febbraio 2020. Parte delle informazioni è stata redatta da The Epoch Times per proteggere la privacy dei pazienti. (Fornito da The Epoch Times)

I registri ottenuti hanno mostrato nove decessi dovuti a condizioni simili a COVID-19 in tre ospedali.

Cinque erano pazienti con polmonite grave deceduti tra novembre e dicembre 2019 presso l’ospedale n. 6 di Wuhan, uno degli ospedali citati nella letteraa. L’ospedale di medicina tradizionale cinese di Wuhan, un ospedale terziario, ha avuto tre morti a ottobre. L’ospedale n. 8 di Wuhan ha registrato una morte.

Screenshot di un documento trapelato che mostra i dettagli dei pazienti con sintomi simili a COVID presso l’ospedale Wuhan Puren Jiangan, il 21 febbraio 2020. Parte delle informazioni è stata redatta da The Epoch Times per proteggere la privacy dei pazienti. (Fornito a The Epoch Times)

I pazienti sono morti entro un periodo compreso tra diversi giorni e circa quattro settimane dopo la comparsa dei primi sintomi.

Xu Zhenqian, ad esempio, è stato ricoverato all’ospedale n. 6 di Wuhan. Secondo la descrizione clinica dell’ospedale, l’82enne ha iniziato a manifestare sintomi il 1 ° ottobre 2019, tra cui attacchi di tosse senza una causa apparente e tosse con catarro bianco, un segno di infezione respiratoria. Il paziente è stato trasferito da un’altra struttura poco prima della sua morte, avvenuta il 3 novembre.

Anche altri tre pazienti nello stesso ospedale avevano difficoltà a respirare prima di morire. Le loro scansioni TC hanno mostrato segni sfocati nei polmoni, modelli che corrispondono alle lesioni riscontrate in alcuni pazienti COVID-19.

I file hanno anche identificato almeno altri 40 sospetti pazienti COVID-19 in otto ospedali, il primo dei quali è stato il 67enne Xiao Niangui, che ha iniziato a manifestare sintomi il 25 settembre 2019 ed è stato ricoverato in ospedale presso il Wuhan Puren Jiang’an.

Schermata di un documento trapelato che mostra i dettagli di un paziente con sintomi simili a COVID presso l’ospedale n. 6 di Wuhan, il 21 febbraio 2020. Parte delle informazioni e` stata redatta da The Epoch Times per proteggere la privacy dei pazienti. (Fornito a The Epoch Times)

Wuhan ha 205 strutture sanitarie a livello di comunità e municipalità e 66 ospedali designati per il trattamento dei pazienti COVID-19, hanno detto i funzionari della città a marzo.

La mancanza di trasparenza della Cina è stata pesantemente criticata dai funzionari del governo. Ha costantemente rifiutato di consentire agli esperti degli Stati Uniti e dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) di studiare l’epidemia nel paese. Il 12 febbraio, un funzionario dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie ha affermato che l’agenzia non era ancora in grado di accedere ai “dati diretti” sull’epidemia e “continua a sperare di farlo”.

In un’intervista ai media rilasciata il 1 ° maggio, un rappresentante dell’OMS in Cina ha anche affermato che la Cina ha escluso gli esperti dell’organizzazione dall’indagine sui virus del paese.

Fonte

covid-patient-e1602624986306-700x420-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €


 
 

Bill Gates: Il mondo non tornera` alla normalita` finche` un “gran numero” di persone non ricevera` un SECONDO vaccino per il Covid-19

E fino a quando il virus non verrà eliminato in tutto il mondo.

Il filantropo miliardario Bill Gates afferma che il mondo non tornerà alla normalità finché “molte persone” non prenderanno un secondo vaccino “super efficace” contro il coronavirus che potrebbe essere lontano anni.

Gates ha detto alla NBC che la situazione non sarà invertita fino a quando non avremo raggiunto “COVID 0”, eliminando totalmente il virus in tutto il mondo, un obiettivo che rappresenta una barra più alta rispetto a qualsiasi altra malattia nella storia.

“L’unico modo per tornare completamente alla normalità è avere, forse non la prima generazione di vaccini, ma alla fine un vaccino che è super efficace, e che molte persone prenderanno, eliminando la malattia su base globale “, ha affermato Gates.

“È qui che possiamo finalmente iniziare a prendere tutti i problemi che sono stati creati – nell’istruzione, nella salute mentale – e iniziare a ricostruire in modo positivo”, ha aggiunto.

Le previsioni del fondatore di Microsoft su quando la vita tornerà a una parvenza di normalità sembrano diventare sempre più disastrose.

La scorsa settimana, Gates ha fatto la previsione secondo cui uno “scenario ottimale” per un ritorno alla normalità sarebbe la fine del 2021, tuttavia dice: “Non sappiamo ancora se questi vaccini avranno successo”.

Molti sospettano che la pandemia di coronavirus sia stata dirottata dall’élite per effettuare un “great reset”/ “grande ripristino”, il che significa che l’intero sistema capitalista viene ribaltato a favore di un’economia in stile “Green New Deal” che porterà a un massiccio sconvolgimento economico.

Le reti come la CNN (come quelle della sinistra globalista in tutto il mondo n.d.r.) sembrano insistere affinché la “nuova normalità” diventi permanente, con il loro editore per la sicurezza internazionale Nick Paton Walsh che afferma che l’uso obbligatorio di maschere diventerà “permanente”, “parte della nostra vita”, e che il pubblico avrebbe bisogno di “accettarlo”.

Il mese scorso, Bill Gates ha affermato che chiunque abbia messo in dubbio il vero programma dietro il coronavirus o un vaccino COVID-19 era un “pazzo teorico della cospirazione”.

Fonte

131020gates1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €

L’Oms fa marcia indietro: Gli Stati non devono utilizzare i lockdown per fermare i contagi

In un sorprendente rimprovero alla “scienza” e ai “dottori”, ai politici di sinistra e ai burocrati negli Stati Uniti e in gran parte dell’Occidente, Evan Pentchoukov di The Epoch Times riferisce che l’inviato speciale dell’Organizzazione mondiale della sanità su COVID-19 ha esortato i leader mondiali a smettere di utilizzare i lockdown come metodo di controllo principale contro la diffusione del virus del Partito Comunista Cinese (PCC), comunemente noto come coronavirus.

“Noi dell’Organizzazione mondiale della sanità non sosteniamo i lockdown come mezzo principale di controllo di questo virus”, ha detto David Nabarro a The Spectator in un’intervista in onda l’8 ottobre.

“L’unica volta in cui crediamo che un lockdown sia giustificato è farti guadagnare tempo per riorganizzare, riequilibrare le tue risorse, proteggere i tuoi operatori sanitari che sono esausti, ma in generale, preferiremmo non farlo.”

Nabarro ha sottolineato il danno collaterale che i lockdown stanno avendo in tutto il mondo, specialmente tra le popolazioni più povere.

“Guarda cosa è successo all’industria del turismo, ad esempio nei Caraibi o nel Pacifico, perché le persone non vanno in vacanza. Guarda cosa è successo ai piccoli agricoltori in tutto il mondo perché i loro mercati sono stati intaccati. Guarda cosa sta succedendo ai livelli di povertà. Sembra che potremmo raddoppiare la povertà mondiale entro il prossimo anno. Sembra che potremmo avere almeno un raddoppio della malnutrizione infantile perché i bambini non ricevono i pasti a scuola e i loro genitori, nelle famiglie povere, non possono permetterselo ”, ha detto Nabarro.

“Questa è una terribile, orribile catastrofe globale in realtà”, ha aggiunto. “E quindi ci appelliamo davvero a tutti i leader mondiali: smettetela di usare i lockdown come metodo di controllo principale, sviluppate sistemi migliori per farlo, lavorate insieme e imparate gli uni dagli altri, ma ricordate: i lockdown hanno solo una conseguenza che non dovete dimenticare , rendono i poveri ancora piu` poveri “.

Nabarro non è l’unico scienziato che si oppone ai lockdown.

Un certo numero di scienziati medici hanno firmato la Dichiarazione di Great Barrington, in cui si afferma che “le attuali politiche di lockdown stanno producendo effetti devastanti sulla salute pubblica a breve e lungo termine”.

I firmatari includono: “Dr. Martin Kulldorff, professore di medicina presso l’Università di Harvard e biostatista ed epidemiologo con esperienza nella rilevazione e nel monitoraggio di epidemie di malattie infettive e valutazioni sulla sicurezza dei vaccini, la dott.ssa Sunetra Gupta, professore presso l’Università di Oxford, epidemiologo con esperienza in immunologia, sviluppo di vaccini e modelli matematici di malattie infettive, e il dottor Jay Bhattacharya, professore presso la Stanford University Medical School, un medico, epidemiologo, economista sanitario ed esperto di politiche di sanità pubblica che si occupa di malattie infettive e popolazioni vulnerabili “.

“L’approccio più compassionevole che bilancia i rischi e i benefici del raggiungimento dell’immunità di gregge, è quello di consentire a coloro che sono a minimo rischio di morte di vivere normalmente la loro vita per costruire l’immunità al virus attraverso l’infezione naturale, proteggendo meglio coloro che sono a rischio più alto “, afferma la dichiarazione.

Con poche eccezioni, i leader mondiali hanno seguito le orme del regime comunista cinese quando hanno risposto allo scoppio del virus, imponendo lockdown senza precedenti. La Svezia, che non ha imposto un lockdown, non ha registrato un esito negativo rispetto ad alcune località e nazioni che lo hanno fatto.

Negli Stati Uniti, il presidente Donald Trump ha delegato le decisioni sulle misure di lockdown ai governatori dei singoli stati, ma ha sollecitato la riapertura dell’economia e la revoca dei lockdown.

Come William Anderson ha recentemente scritto per The Mises Institute, i lockdown servono solo alla classe politica progressista …

Dobbiamo capire che le classi politiche e i loro media hanno un interesse acquisito nello status quo del lockdown, e questo include la fornitura regolare di ciò che solo può essere chiamato disinformazione. I media mainstream la scorsa estate hanno diligentemente riportato un rapporto altamente discutibile (uso questo termine con carità) secondo cui lo Sturgis Bike Rally nel Sud Dakota ha portato a più di 250.000 infezioni da covid e più di 12 miliardi di dollari di spese mediche. Avrebbe dovuto essere ovvio che il rapporto era profondamente imperfetto, ma nel loro desiderio di alimentare la narrativa del covid-ci sta uccidendo tutti, i giornalisti hanno preso questa storia troppo bella per essere vera e ci hanno ricamato sopra.

Per quanto riguarda i politici, la crisi covid è stata una manna dal cielo per quei dirigenti e burocrati governativi che vedono le restrizioni costituzionali che limitano la loro autorità come semplici ostacoli da spazzare via facilmente. Governatori come Gretchen Whitmer del Michigan, Andrew Cuomo di New York, Gavin Newsom della California e Tom Wolfe della Pennsylvania hanno ricevuto una copertura positiva nei media per aver impiegato poteri dittatoriali, Whitmer ha persino deciso unilateralmente che la vendita di semi da giardino nei negozi era illegale. La decisione di Cuomo di forzare l’alloggio dei pazienti covid-19 nelle case di cura ha portato alla morte di migliaia di persone, ma la sua copertura mediatica nazionale è uniformemente positiva.

Confrontate la copertura giornalistica di Cuomo con la raffica di attacchi dei media contro il governatore Kristi Noem del South Dakota. Noem ha enfatizzato la responsabilità personale e non ha tentato la chiusura di massa di scuole e aziende nello stato, e i media mainstream sono esplosi di rabbia. Che il Sud Dakota sia sopravvissuto a questa pandemia relativamente bene non ha importanza per i media, poiché l’unica azione accettabile (per i giornalisti tradizionali e d’élite) in risposta a covid è che i governatori prendano il potere da soli e rinchiudano i loro cittadini.

Tieni presente che le perdite reali subite dagli americani a causa della risposta governativa pesante all’epidemia di covid sono permanenti. Come Robert Higgs ha così eloquentemente sottolineato in Crisis and Leviathan, i governi spesso creano crisi o, per lo meno, manipolano eventi come i disastri naturali e li usano come opportunità per espandere i poteri governativi. Anche dopo la fine della crisi, i governi mantengono alcuni dei loro poteri di recente auto-concessi – e la maggior parte delle persone solleva poca o nessuna preoccupazione anche quando il governo ha ridotto di più le loro libertà.

Presumibilmente, questo significa che Joe Biden ora spingerà per revocare i lockdown in tutti gli stati blu? … perché sta “ascoltando gli scienziati”?

Ci chiediamo quanto tempo passerà prima che l’OMS chieda anche di evitare l’imposizione della mascherina

Alla fine, come ha concluso Anderson, l’unico modo in cui le classi politiche possono “renderci sicuri” è che facciano ciò che è necessario per renderci sicuri, o il più relativamente sicuri possibile. Quando un virus attacca, facciamo il possibile per evitarlo e per trattarlo. In altre parole, ci appelliamo alla vera scienza medica, non a ciò che le classi politiche e dei media hanno escogitato per noi.

Fonte

1800

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €

Li-Meng Yan rilascia un secondo studio dove afferma che il coronavirus e` una “arma batteriologica senza restrizioni”

Li-Meng Yan, una virologa cinese (MD, PhD) che ha lavorato in un laboratorio di riferimento dell’OMS ed ha lasciato la sua posizione presso l’Università di Hong Kong, ha pubblicato un secondo rapporto, sostenendo che SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19, non solo è stato creato in un laboratorio di Wuhan, ma che è un ‘”arma biologica senza restrizioni” che è stata rilasciata intenzionalmente.

“Abbiamo utilizzato prove biologiche e analisi approfondite per dimostrare che SARS-CoV-2 e` stato prodotto in laboratorio, creato utilizzando un virus modello (ZC45 / ZXC21) di proprietà di laboratori di ricerca militare sotto il controllo del Partito Comunista Cinese (PCC) “, si legge nel giornale.

SARS-CoV2 è un prodotto di laboratorio, che può essere creato in circa sei mesi utilizzando un virus modello di proprietà di un laboratorio dell’Esercito popolare di liberazione (PLA).

La portata e la natura coordinata di questa frode scientifica indica il grado di corruzione nei settori della ricerca accademica e della salute pubblica. Come risultato di tale corruzione, sono stati arrecati danni sia alla reputazione della comunità scientifica che al benessere della comunità globale.

Il rapporto afferma inoltre che il virus RaTG13 che la “Batwoman” Dr. Zhengli Shi e colleghi dicono di aver ottenuto nelle feci di pipistrello nel 2013 (e che è identico al 96% a SARS-CoV-2), è fraudolento e anche artificiale.

Dalla sua pubblicazione, il virus RaTG13 è servito come prova fondante per la teoria secondo cui SARS-CoV-2 e` di origine naturale. Tuttavia, nessun virus vivo o un genoma intatto di RaTG13 è mai stato isolato o recuperato. Pertanto, l’unica prova per l ‘”esistenza” di RaTG13 in natura è la sua sequenza genomica pubblicata su GenBank.

Il rapporto prosegue affermando che il genoma RaTG13 potrebbe essere facilmente fabbricato e che “una voce su GenBank, che in questo caso equivale all’esistenza di una sequenza genomica virale assemblata e alle letture di sequenziamento associate, non è una prova definitiva che questo genoma virale è corretto o reale “e che il processo di sequenziamento del DNA stesso” lascia spazio a potenziali frodi “.

Se si intende fabbricare un genoma virale a RNA su GenBank, si puo` fare seguendo questi passaggi: creare la sua sequenza genomica su un computer, sintetizzare segmenti del genoma in base alla sequenza, amplificare ogni segmento di DNA tramite PCR e quindi inviare i prodotti PCR (possono anche essere miscelati con materiale genetico derivato dal presunto ospite del virus per imitare un campione di sequenziamento autentico) per il sequenziamento. Le letture di sequenziamento grezze risultanti sarebbero utilizzate, insieme alla sequenza genomica creata, per creare una voce su GenBank. Una volta completata, questa voce sarebbe stata accettata come prova dell’esistenza naturale del virus corrispondente. Chiaramente, una sequenza genomica virale e la sua voce GenBank possono essere fabbricate se ben pianificate.

RaTG13 ha “molteplici caratteristiche anomale”, secondo il rapporto. Per i principianti, si afferma che si trattava di un campione fecale, ma solo l’1,7% delle letture del sequenziamento grezzo sono batteriche, quando i campioni di tamponi fecali sono tipicamente batterici per il 70-90%. In secondo luogo, la sequenza genomica per RaTG13 contiene segmenti non derivanti da un pipistrello, tra cui volpe, scoiattoli e altri animali.

Inoltre, la Cina ha distrutto tutte le prove di RaTG13. “Nessuna verifica indipendente della sequenza RaTG13 sembra possibile perché, secondo il dottor Zhengli Shi, il campione grezzo è stato esaurito e nessun virus vivo è stato mai isolato o recuperato. In particolare, questa informazione era nota a una cerchia ristretta di virologi fin dall’inizio e apparentemente accettata.

Nel frattempo, un altro coronavirus che condivide “un’identità di sequenza nucleotidica al 100% con RaTG13” – RaBtCoV / 4991 – su un “segmento del gene RNA polimerasi RNA-dipendente da 440 bp”.

RaBtCoV / 4991 è stato presumibilmente scoperto da Shi e colleghi nel 2012 e pubblicato nel 2016, e i colleghi hanno chiesto se fosse lo stesso virus di RaTG13.

Data l’identità del 100% su questo breve segmento genico tra RaBtCoV / 4991 e RaTG13, si sono richiesti chiarimenti sul fatto che questi due nomi si riferiscano o meno allo stesso virus. Tuttavia, il dott. Shi non ha risposto alla domanda del richiedente per mesi. La risposta alla fine è arrivata da Peter Daszak, presidente di EcoHealth Alliance e collaboratore a lungo termine di Shi, che ha affermato che RaBtCoV / 4991 era uguale a RaTG1327.

TRE FATTI SOSPETTI

Innanzitutto, non ha senso che ‘Batwoman’ Shi e il suo team non abbiano condotto il sequenziamento dell’intero genoma di RaBtCoV / 4991 prima del 2020, poiché si sospettava che fosse la causa della morte di alcuni minatori che soffrivano di una forte polmonite dopo aver eliminato gli escrementi di pipistrello in un miniera cinese.

Dati i coerenti interessi del gruppo Shi nello studio dei coronavirus di pipistrello simili alla SARS e il fatto che RaBtCoV / 4991 è un coronavirus simile alla SARS con una possibile connessione alla morte dei minatori, è altamente improbabile che il gruppo Shi si accontenti del sequenziamento di solo il segmento 440 bp di RdRpand non perseguendo il sequenziamento della regione di codifica del recettore-binding motif (RBM) del gene spike. In effetti, il sequenziamento del gene spike viene tentato di routine dal gruppo Shi una volta che la presenza di un coronavirus di pipistrello simile alla SARS è confermata dal sequenziamento del segmento RdR di 440 bp25,32, sebbene il successo di tali sforzi sia spesso ostacolato dal scarsa qualità del campione.

“Chiaramente, la motivazione percettibile del gruppo Shi di studiare questo virus RaBtCoV / 4991 e il fatto che non sia stato effettuato alcun sequenziamento del genoma per un periodo di sette anni (2013-2020) sono difficili da conciliare e spiegare”.

Nel frattempo, il sequenziamento genomico di RaTG13 è stato condotto nel 2018.

In secondo luogo, perché Shi ha ritardato la pubblicazione del RaTG13 fino al 2020 quando ha una proteina Spike in grado di legarsi con i recettori ACE2 umani?

… se la sequenza genomica di RaTG13 fosse stata disponibile dal 2018, è improbabile che questo virus, che ha una possibile connessione con la morte dei minatori nel 2012 e ha un RBM allarmante simile alla SARS, sarebbe stato conservato per due anni senza pubblicazione . Coerentemente con questa analisi, uno studio recente ha infatti dimostrato che l’RBD di RaTG13 (prodotto tramite sintesi genica basata sulla sua sequenza pubblicata) era in grado di legare hACE2

Terzo, non c’è stato alcun lavoro di follow-up su RaTG13 da parte del gruppo di Shi.

Dopo aver ottenuto la sequenza genomica di un coronavirus di pipistrello simile alla SARS, il gruppo Shi indaga regolarmente se il virus è in grado di infettare le cellule umane. Questo modello di attività di ricerca è stato dimostrato più volte. Tuttavia, un tale modello non è visto qui nonostante RaTG13 abbia un RBM interessante ed è presumibilmente la corrispondenza più vicina evolutivamente a SARS-CoV-2

Prove genetiche dirette che dimostrano che RaTG13 è fraudolento

Il gruppo di Yan ha esaminato attentamente le sequenze di specifiche proteine ​​spike per virus rilevanti, confrontando in modo specifico le mutazioni, e ha scoperto che i geni spike di SARS-CoV-2 e RaTG13 non contengono prove di evoluzione naturale rispetto ad altri coronavirus che si sono evoluti naturalmente.

Un’interpretazione logica di questa osservazione è che SARS-CoV-2 e RaTG13 non potevano relazionarsi tra loro attraverso l’evoluzione naturale e almeno uno deve essere artificiale. Se uno è un prodotto dell’evoluzione naturale, l’altro non deve esserlo. È anche possibile che nessuno dei due esista naturalmente. Se RaTG13 è un vero virus che esiste veramente in natura, allora SARS-CoV-2 deve essere artificiale.

È molto probabile che la sequenza del genoma RaTG13 sia stata fabbricata modificando leggermente la sequenza SARS-CoV-2 per ottenere un’identità di sequenza complessiva del 96,2%. Durante questo processo, molte modifiche devono essere state fatte per la regione RBM di S1 ​​/ spike perché l’RBM codificato determina l’interazione con ACE2 e quindi sarebbe stato attentamente esaminato da altri.

Il documento conclude: Tutti i coronavirus fabbricati condividono un’identità di sequenza di amminoacidi al 100% sulla proteina E con ZC45 e ZXC21

Le prove qui contenute indicano chiaramente che i nuovi coronavirus recentemente pubblicati dai laboratori controllati dal CCP sono tutti fraudolenti e non esistono in natura. Una prova finale di questa conclusione è il fatto che tutti questi virus condividono un’identità di sequenza di amminoacidi al 100% sulla proteina E con i coronavirus di pipistrello ZC45 e ZXC21, che, come rivelato nel nostro precedente rapporto, dovrebbe essere il modello / spina dorsale utilizzato per la creazione di SARS-CoV-2. Nonostante la sua funzione conservata nel ciclo di replicazione virale, la proteina E è tollerante e permissiva alle mutazioni degli amminoacidi. È quindi impossibile che la sequenza aminoacidica della proteina E rimanga invariata quando il virus ha presumibilmente attraversato la barriera delle specie più volte (tra diverse specie di pipistrelli, dai pipistrelli ai pangolini e dai pangolini agli esseri umani). L’identità al 100% osservata qui, quindi, dimostra ulteriormente che le sequenze di questi nuovi coronavirus recentemente pubblicati sono state fabbricate.

Arma biologica senza restrizioni?

Yan osserva che, sebbene non sia facile per il pubblico accettare che SARS-CoV-2 sia un’arma biologica a causa della sua letalità relativamente bassa, soddisfa effettivamente i criteri di un’arma biologica.

Nel 2005, il dottor Yang ha specificato i criteri per la qualificazione di un agente patogeno come arma biologica:

È significativamente virulento e può causare vittime su larga scala.
È altamente contagioso e si trasmette facilmente, spesso attraverso le vie respiratorie sotto forma di aerosol. Lo scenario più pericoloso sarebbe la trasmissione da uomo a uomo.
È relativamente resistente ai cambiamenti ambientali, può sostenere il trasporto ed è in grado di supportare il rilascio mirato.
Tutte le condizioni sono soddisfatte da SARS-CoV-2: ha preso centinaia di migliaia di vite, ha portato a numerosi ricoveri e ha lasciato molti con complicazioni varie; si diffonde facilmente per contatto, per aerosol attraverso le vie respiratorie ed è in grado di trasmettersi da uomo a uomo, dettaglio che e` stato inizialmente coperto dal governo del PCC e dall’OMS ed è stato rivelato per la prima volta dal dottor Li-Meng Yan il 19 gennaio 2020 su Lude Press; è insensibile alla temperatura (a differenza dell’influenza stagionale) e rimane vitale per un lungo periodo di tempo su molte superfici e a 4 ° C (es. miscela ghiaccio / acqua).

Inoltre, COVID-19 si diffonde in modo asintomatico, il che “rende il controllo di SARS-CoV-2 estremamente impegnativo”.

“Inoltre, la trasmissibilità, la morbilità e la mortalità di SARS-CoV-2 hanno anche provocato panico nella comunità globale, interruzione degli ordini sociali e decimazione dell’economia mondiale. La portata e il potere distruttivo di SARS-CoV-2 sono entrambi senza precedenti. “

“Chiaramente, SARS-CoV-2 non solo soddisfa, ma supera anche gli standard di un’arma biologica tradizionale. Pertanto, dovrebbe essere definita un’arma biologica senza restrizioni”.

https://it.scribd.com/document/479227984/The-2nd-Yan-Report#from_embed

Fonte

coronas_0_0

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €

Il New York Times ammette che la decisione dell’OMS di non chiudere i confini ad inizio pandemia era basata sulla politica non sulla scienza

Il New York Times ha pubblicato un articolo in cui ammette ciò che vi dicevo 8 mesi fa: la direttiva dell’Organizzazione mondiale della sanità all’inizio della pandemia di coronavirus secondo cui i paesi non dovevano chiudere i loro confini era una decisione basata sulla “politica”, non sulla scienza.

“L’Organizzazione mondiale della sanità ha a lungo incoraggiato il turismo di massa e ha affermato che la chiusura dei confini non avrebbe fermato la diffusione del Covid-19. Un’indagine del New York Times ha scoperto che questa politica non è mai stata basata sulla scienza, ma invece sulla politica e l’economia “, ha twittato il NY Times con un collegamento a un articolo che descriveva in dettaglio la questione.

Come abbiamo riportato il 31 gennaio, l’OMS ha ripetutamente esortato i paesi a non imporre controlli alle frontiere, in parte per evitare la “stigmatizzazione” del popolo cinese.

In altre parole, non essere visti come razzisti e impedire che i sentimenti delle persone venissero feriti era più importante che fermare la diffusione della pandemia.

Poi, ad aprile, abbiamo documentato come l’OMS ha impedito ai medici di esortare i paesi a imporre controlli alle frontiere per fermare la diffusione del coronavirus.

“Quindi i verbali delle riunioni ufficiali dicono che c’era una divergenza di opinioni, ma in realtà non sono entrati nei dettagli. Ma c’erano medici che volevano emettere divieti di viaggio e l’Organizzazione Mondiale della Sanità gli hanno bloccati “, ha riferito Sky News Australia.

Il mese successivo, gli scienziati in Brasile hanno anche confermato che i paesi più colpiti dalla diffusione del coronavirus erano quelli che hanno continuato a consentire viaggi senza restrizioni attraverso i loro confini.

Uno studio di Monte Sinai ha rilevato che i casi record di coronavirus e le morti a New York City erano “prevalentemente” dovuti ai viaggi dall’Europa, il che significa che molte più vite avrebbero potuto essere salvate se i confini fossero stati chiusi prima.

Paesi come la Russia che sono stati proattivi nella chiusura anticipata dei loro confini hanno registrato un numero significativamente inferiore di casi di COVID-19 e decessi rispetto ad altri paesi con dimensioni di popolazione simili.

Nonostante i suoi 144 milioni di abitanti, la Russia ha registrato meno di 21.000 morti per coronavirus, rispetto al Regno Unito, che ha una popolazione di 65 milioni ma ha registrato più del doppio di quel numero di morti per COVID.

Fonte


 

011020who-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €

Il rapporto del Congresso conclude che la Cina avrebbe potuto facilmente prevenire la pandemia

Un nuovo rapporto dei membri del GOP della commissione per gli affari esteri della Camera ha concluso che la Cina ha coperto la pandemia del coronavirus e non è riuscita a seguire le linee guida sanitarie internazionali che avrebbero probabilmente prevenuto la pandemia globale.

Il rapporto, pubblicato lunedì, conclude che “è molto probabile che la pandemia in corso avrebbe potuto essere prevenuta” se la Cina fosse stata trasparente dopo l’inizio dell’epidemia a Wuhan.

“Non c’è dubbio che il [Partito Comunista Cinese] si sia attivamente impegnato in un insabbiamento progettato per offuscare i dati, nascondere le informazioni rilevanti sulla salute pubblica e sopprimere medici e giornalisti che hanno tentato di mettere in guardia il mondo”, osserva il rapporto.

“La ricerca mostra che il PCC avrebbe potuto ridurre il numero di casi in Cina fino al 95% se avesse adempiuto ai propri obblighi ai sensi del diritto internazionale e avesse risposto all’epidemia in modo coerente con le migliori pratiche”. aggiunge.

La cifra del 95% deriva dalla ricerca dell’Università di Southampton nel Regno Unito, che ha scoperto “che se gli interventi in [Cina] fossero stati condotti una settimana, due settimane o tre settimane prima, i casi avrebbero potuto essere ridotti del 66% , 86% e 95% rispettivamente, limitando in modo significativo la diffusione geografica della malattia “.

Il nuovo rapporto del Congresso evidenzia anche che “già a metà dicembre [2019], e non oltre il 27 dicembre, il PCC aveva informazioni sufficienti per valutare che fosse legalmente obbligato a informare l’OMS che l’epidemia di Wuhan era un evento che poteva costituire un’emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale. “”

Il rapporto conclude inoltre che anche l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) è stata complice dato che ha “ripetuto” la propaganda cinese.

“L’OMS è stata complice della diffusione e della normalizzazione della propaganda e della disinformazione del PCC”, afferma il rapporto, aggiungendo “Ha ripetuto fuorivianti informazioni come fossero verita`, l’OMS ha avuto un impatto negativo sulla risposta globale”.

“Sin dalle prime fasi dell’epidemia, l’OMS, sotto la guida del Direttore Generale Tedros [Adhanom Ghebreyesus], ha ripetuto a pappagallo e sostenuto come verità inviolabile, le dichiarazioni del PCC”, osserva il rapporto, aggiungendo “Un esame delle loro dichiarazioni pubbliche, compresi gli elogi accumulati sulla gestione della pandemia da parte del PCC, rivelano un’inquietante volontà di ignorare la scienza e fonti alternative credibili “.

Come abbiamo più volte evidenziato, il 14 gennaio, l’OMS ha amplificato la propaganda del governo cinese secondo cui non c’era stata alcuna “trasmissione da uomo a uomo” di COVID-19, nonostante ciò fosse effettivamente accaduto a novembre.

In effetti, non solo l’OMS ha aiutato la Cina a coprire la gravità dell’epidemia, ma ha anche messo a tacere gli esperti medici che hanno cercato di dire ai paesi di imporre i controlli alle frontiere a gennaio.

Ad aprile, abbiamo riferito che più fonti indicavano che il coronavirus era trapelato da un laboratorio a Wuhan e che l’Organizzazione mondiale della sanità era “complice” nell’aiutare la Cina a nascondere la verità dietro l’epidemia.

L’ultimo rapporto del GOP conclude anche che quando è diventato chiaro che il virus si stava diffondendo rapidamente, la Cina ha nazionalizzato la produzione di apparecchiature mediche pertinenti, assicurando il controllo sulle forniture globali.

“Secondo il Congressional Research Service (CRS), [il] controllo nazionalizzato della catena di approvvigionamento medico includeva” requisire la produzione e la logistica medica fino al livello di fabbrica “”, afferma il rapporto.

“È altamente probabile che la nazionalizzazione della capacità produttiva da parte della Cina di società straniere, comprese 3M e General Motors, abbia avuto un impatto diretto sulla capacità degli Stati Uniti e di altri paesi di procurarsi [dispositivi di protezione individuale] sul mercato globale”, aggiunge il rapporto.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00


 

I Wma 2020: Una abominazione distopica

Uno sguardo ai molti modi in cui i VMA del 2020 sono stati un calvario triste e imbarazzante che sembra essere uscito direttamente da un film distopico.

Quasi ogni anno, pubblico un articolo sui VMA perché riassumono sempre perfettamente le varie agende tossiche che vengono spinte dall’élite occulta. Tuttavia, quest’anno, mi sono completamente dimenticato dei VMA. E, a quanto pare, anche molte persone lo hanno fatto perché gli ascolti di quest’anno hanno toccato il minimo storico. In effetti, il pubblico e` diminuito del 5% rispetto al 2019, che è stato il precedente minimo storico. In effetti, gli VMA hanno toccato i minimi storici ogni anno negli ultimi tre anni.

I VMA del 2020 hanno raggiunto solo 6,4 milioni di spettatori (rispetto agli 11,4 milioni di dieci anni fa) nonostante il fatto che, per la prima volta in assoluto, siano stati trasmessi in simulcast su MTV, VH1, BET, BET Her, CMT, Comedy Central, Nick At Night, TV Land, MTV2, Logo, Pop e Paramount Network. Volevano davvero che le persone guardassero questo spettacolo. D’altra parte, negli ultimi anni MTV ha fatto tutto quanto in suo potere per rendere i VMA il più abrasivi e fastidiosi possibile. Hanno tolto tutto ciò che era in qualche modo divertente, interessante per introdurre gradualmente una propaganda pesante e completamente divisiva che proviene direttamente dall’élite occulta.

Quest’anno, l’isteria COVID ha aggiunto un altro strato di follia opprimente al mix. Il risultato: i VMA del 2020 sembrano usciti direttamente da un film distopico. Immagina una scena in cui masse sottoposte al lavaggio del cervello guardano la propaganda sponsorizzata dallo stato mascherata da “intrattenimento”. Questo è quello che è successo con i VMA.

A causa delle restrizioni COVID, lo spettacolo consisteva in segmenti preregistrati filmati di fronte a schermi verdi, il che faceva sembrare l’intero film un programma televisivo per bambini cattivi. A peggiorare le cose, i falsi rumori del pubblico hanno aggiunto un’atmosfera surreale e inquietante allo spettacolo.

Lo spettacolo avrebbe potuto essere salvato se si fosse concentrato sul divertimento e sulla musica. Ma no! I VMA del 2020 erano colmi di messaggi politici incessanti e implacabili che hanno chiarito un punto: questo non è intrattenimento. Questa e` propaganda.

PROPAGANDA GENERATA ARTIFICIALMENTE
Tutto, durante i VMA 2020 era talmente falso che, tra i messaggi che venivano lanciati agli spettatori, uno spiccava chiaramente: “Ti stiamo ingannando”.

All’inizio dello spettacolo, la presentatrice Keke Palmer entra in un “palcoscenico” completamente generato dal computer.
Quindi, si gira verso la finta folla alla sua destra.
Vediamo quindi una folla di persone sfocate e senza volto in CGI mescolate a falsi rumori. C’erano anche finte webcam che inquadravano persone nelle loro case. Stanno promuovendo la cultura del lockdown.

In questo contesto surreale ma opprimente, non c’era spazio per la libertà o l’improvvisazione. Tutto è stato provato e calcolato. Di solito, i conduttori dei VMA offrono una routine comica spigolosa che prende in giro le celebrità e le tendenze attuali. Non quest’anno. Dopo una debole battuta su quanto il 2020 sia brutto, il conduttore ha iniziato direttamente a un discorso sponsorizzato dall’élite. Ti risparmierò l’intera sessione di propaganda ma finisce così:

“Dobbiamo continuare a lottare per porre fine al razzismo sistemico. I leader di quel movimento siete voi, noi, le persone che stanno guardando stasera ”. ** Falsi applausi della folla **

Non diversamente da tutto ciò che circondava la conduttrice, quella frase era una bugia. I leader di questo “movimento” non siete voi, è l’élite globale. E sta usando le sue pedine dell’industria per promuovere in modo aggressivo il suo programma di divisioni e guerre razziali.

La performance di DaBaby lo vede saltare su una macchina della polizia mentre la città intorno a lui è in fiamme. Supportano le rivolte guidate da Antifa.

Poi, TheWeeknd è uscito per accettare un premio.

TheWeeknd riceve il premio per il miglior video.

Per accettare il suo premio, TheWeeknd è uscito vestito esattamente come nel suo video Blinding Lights, completo di falsi lividi (viene picchiato nel video). Come visto nei miei precedenti articoli su TheWeeknd, la maggior parte dei suoi video allude al lato oscuro dell’industria musicale. I suoi ultimi video rimangono all’interno di queste righe.

Mentre tiene il suo trofeo, TheWeeknd dice:

“È davvero difficile per me festeggiare e godermi questo momento, quindi dirò giustizia per Jacob Blake e giustizia per Brianna Taylor”. ** falso applauso ***

È stato un modo per dire ai giovani spettatori che nel 2020 non c’è più spazio per il divertimento e la felicità.

Ovviamente, la polizia non dovrebbe mai uccidere i cittadini e coloro che lo fanno devono essere perseguiti nella misura massima consentita dalla legge. Tuttavia, questi eventi sono attualmente sfruttati e strumentalizzati dai mass media per promuovere un’agenda che va ben oltre la brutalità della polizia.

Apparentemente MTV voleva davvero che TheWeeknd uscisse di nuovo e facesse ancora la stessa farsa. Così gli hanno dato il premio per la migliore canzone R&B, nonostante il fatto che Blinding Lights sia chiaramente una canzone pop. Tuttavia, Lady Gaga doveva assolutamente vincere il premio per la miglior canzone pop (ne parleremo più avanti), quindi gli hanno dato quello per l’R & B perché è nero (quelli che urlano razzismo più forte sono di solito i più razzisti).

Quindi, per accettare il premio per la migliore canzone R&B, TheWeeknd è uscito di nuovo con costume e trucco e ha ripetuto le stesse identiche parole davanti allo schermo verde. Non sarei sorpreso se registrassero entrambi i discorsi di accettazione uno dopo l’altro. Come affermato sopra, i VMA del 2020 non hanno lasciato assolutamente spazio per l’improvvisazione o per l’espressione di sé. Dì solo le frasi per la telecamera e scendi dal palco.

Oltre alla propaganda BLM finanziata da Soros, c’era anche propaganda COVID finanziata dall’OMS. Per celebrare la “cultura del lockdown” che l’elite sta imponendo al mondo, MTV ha creato una categoria speciale: “Miglior video da casa” … presentato da Coors Light (non me lo sto inventando).

Uno screenshot dal video Happy Days dei Blink-182. Un’opera d’arte così commovente.

Più tardi, l’attrice Sofia Carson è uscita per presentare un’altra categoria speciale “Video for Good”. Il premio è stato preceduto da un discorso distopico:

“Gli artisti di questa categoria hanno utilizzato la loro piattaforma per un bene superiore. E, così facendo, ci hanno ispirato tutti ”.

Naturalmente, “bene superiore” significa tutto ciò che è in linea con l’agenda dell’élite occulta.

Uno dei candidati è stato il video di Billie Eilish, all the good girls go to hell. Anche se si dice che questo video riguardi il “riscaldamento globale”, è principalmente una celebrazione di Lucifero sulla terra

Il vincitore della categoria “Video for Good” è stato I Can’t Breathe di H.E.R. La cantante è stata poi elogiata da Sofia Carson per “aver amplificato il movimento Black Lives Matter”.

Come affermato in articoli precedenti, BLM è finanziato dalla Open Society Foundation di George Soros per creare un cuneo nella società americana, inasprire le relazioni razziali e per giustificare le azioni delle sue fazioni più estreme come Antifa. MTV di proprietà dell’élite ha appena assegnato un premio alla propaganda.

Poi c’e` stata Lady Gaga.

L’INCORONAZIONE DI LADY GAGA
Lady Gaga veniva trottata dentro e fuori dal palco ogni 10 minuti. È stato ridicolo. Questo Gaga-fest è culminato con il premio Tricon (qualunque cosa significhi) che ha incoronato Lady Gaga come Gran Sacerdotessa dell’industria musicale.

Un paio di mesi fa, Lady Gaga era il volto di Together At Home, uno spettacolo finanziato dall’OMS che conteneva una pesante propaganda globalista. Pochi mesi dopo, poiché viviamo in un inquietante mondo distopico in cui solo un artista può brillare, Lady Gaga è anche il volto dei VMA. Ma non abbiamo davvero visto il suo viso perché continuava a nasconderlo dietro ogni tipo di maschera e museruola. Altri artisti e presentatori non indossavano maschere davanti alla camera perché era completamente ridicolo e non necessario. Tuttavia, ha indossato la maschera per promuovere l’agenda “isteria COVID” dell’OMS.

Lady Gaga accetta un premio indossando una maschera esagerata e inutile. In un enorme spettacolo di falsità, Gaga si comporta sorpresa ogni volta che accetta un premio come se non lo sapesse in anticipo.
Questa immagine riassume i VMA del 2020. Lady Gaga fa il simbolo delle corna mentre indossa una maschera dalle zanne che potrebbe benissimo essere una maschera con le corna. Ringrazia Satana mentre è messa a tacere dai suoi seguaci.
MTV ha scelto questa foto per promuovere il suo spettacolo. Sanno che è stra simbolica
La Gaga accetta il “Tricon award” mentre indossa una “corona”. Durante il suo interminabile discorso di accettazione, Gaga indica la telecamera e urla ordini attraverso la sua maschera come se fosse Darth Vader.

Alla fine del suo discorso, la Gaga dice:

“Stai al sicuro, dì la tua opinione e potrei sembrare un disco rotto, ma indossa una maschera. È un segno di rispetto “. ** Falsi applausi **

Fatto interessante: il governatore Andrew Cuomo ha permesso agli artisti che sono apparsi al VMA di bypassare la rigorosa quarantena del coronavirus di 14 giorni del suo stato. In altre parole, mentre gli americani laboriosi devono sottomettersi a misure draconiane per il bene di COVID, le pedine dell’élite possono saltare su jet privati e aggirare tutto questo. La Gaga ha comunque il coraggio di fare prediche.

Oltre ai suoi innumerevoli discorsi, la Gaga ha anche tenuto una performance molto lunga. E, ovviamente, e` stato simbolico.

La Gaga è nel suo soggiorno … mentre indossa una museruola. A quanto pare, non la rimuove mai.
La Gaga quindi attraversa una stanza piena di manichini smembrati. Come spiegato nei precedenti articoli di NV, i manichini sono un simbolo classico che rappresenta gli schiavi MK.
Il tatuaggio della farfalla di Ariana Grande + la maschera non necessaria = Schiava dell’industria
Dopo la canzone, Ariana Grande scompare tra i manichini. Lady Gaga riappare con un vestito diverso perché deve cantare ancora un’altra canzone.
Gaga suona su un pianoforte che è fatto per assomigliare a un cervello umano. Stanno letteralmente giocando con le nostre menti.

FINIRE IN BRUTTEZZA
Le persone dietro i VMA sono riuscite a trovare il modo peggiore possibile per porre fine a questo abominio: una performance dei Black Eyed Peas.

Cosa fai quando la tua canzone non spacca? Ti infili un led luminoso nei pantaloni. Questo dovrebbe intrattenerli
La fotocamera ingrandisce il dettaglio e rimane lì per una quantità imbarazzante di secondi.

I Black Eyed Peas hanno fatto seguire a questo spettacolo atroce il loro successo del 2009 che dice:

I’ve got a feeling … that tonight’s gonna be a good night

No, stasera non è stata una buona notte. I VMA del 2020 e il loro mix di messaggi tossici con musica schifosa hanno reso questa notte davvero brutta.

Lo spettacolo si è concluso con un sacco di grafica CGI combinata con falsi applausi.

Oh, ci mancavano gli alieni. Per favore, rapite i Black Eyed Peas e tutti gli altri coinvolti in questo spettacolo.

CONCLUDENDO
Se sei qualcuno che apprezza la realtà e l’autenticità, i VMA del 2020 erano un abominio assoluto. Tutto in quello spettacolo era una bugia.

Mi rendo conto che chi sta dietro lo spettacolo ha dovuto fare i conti con misure sanitarie senza precedenti ma chiaramente è andato nella peggiore direzione possibile. Invece di concentrarsi su divertimento, musica e intrattenimento, si sono concentrati sulla paura, sulla divisione e su una incessante propaganda.

Invece di celebrare l’arte, la libertà e la sana ribellione dei giovani, i VMA del 2020 erano un abominio opprimente e distopico che richiedeva l’estrema conformità e sottomissione a specifici programmi.

E chi meglio per promuovere questa merda di un gruppo di schiavi dell’industria con la museruola e controllati mentalmente? Il punto da cogliere: a nessuno importa più dei VMA. ** finti applausi **

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

L’Oms ha condotto “lunghe interviste” con gli scienziati cinesi per provare che il virus non ha avuto origine da un laboratorio

L’Organizzazione mondiale della sanità – che ha elogiato i primi sforzi della Cina nel “contenere” il COVID-19, ha diffuso la propaganda del PCC sulla trasmissibilità del virus e ha rifiutato di dichiarare una pandemia fino all’11 marzo (presumibilmente su richiesta del presidente cinese Xi Jinping) – ha condotto “ampie discussioni “con gli scienziati di Wuhan per scoprire le origini “naturali” della pandemia, secondo Reuters.

La “missione di accertamento dei fatti” comprendeva discorsi sulla ricerca sulla salute degli animali, secondo un portavoce dell’OMS.

“Il team ha avuto ampie discussioni con le controparti cinesi e ha ricevuto aggiornamenti su studi epidemiologici, analisi biologiche e genetiche e ricerca sulla salute degli animali”, ha affermato Christian Lindmeir dell’OMS, che ha aggiunto che le indagini includevano discussioni video con virologi e scienziati di Wuhan.

La missione anticipata di tre settimane composta da due specialisti in salute e epidemiologia degli animali è stata incaricata di gettare le basi per un team più ampio di esperti cinesi e internazionali che cercheranno di scoprire come il virus che causa COVID-19 ha superato la barriera saltando dagli animali agli umani . -Reuters

La posizione ufficiale dell’OMS è che COVID-19 è passato dai pipistrelli agli umani attraverso un animale intermedio sconosciuto – ed ha escluso la possibilità che il virus fosse fuoriuscito dall’Istituto di Virologia di Wuhan, la cui principale scienziata, Shi Zhengli ha scatenato un dibattito etico internazionale nel 2015 sulla modificazione genetica dei coronavirus proveniente dai pipistrelli per la trasmissibilità umana.

A metà aprile, il Washington Post ha riferito che il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha ricevuto due cables dai funzionari dell’ambasciata degli Stati Uniti nel 2018 per avvertire di inadeguata sicurezza presso il Wuhan Institute of Virology, che stava conducendo “studi rischiosi” sui coronavirus dei pipistrelli, secondo il rapporto – che ha osservato che i cables “hanno alimentato le discussioni all’interno del governo degli Stati Uniti sul fatto che questo o un altro laboratorio di Wuhan fosse la fonte del virus”.

E così, la “missione” di tre settimane dell’OMS guidata da due specialisti in salute animale ed epidemiologia, è stata “incaricata di gettare le basi per un team più ampio di esperti cinesi e internazionali che cercheranno di scoprire come il virus che provoca COVID-19 ha superato la barriera delle specie dagli animali agli umani “, secondo il rapporto.

Stranamente, gli esperti statunitensi sono stati esclusi dalla missione dell’OMS, mentre il capo delle emergenze dell’organizzazione, Mike Ryan, ha offerto un indizio sulla direzione in cui sta andando questa caccia alle “origini naturali”, affermando in una nota “Il fatto che Wuhan sia stata la campanella d’allarme sul virus non significa necessariamente che è lì che la malattia è passata dagli animali all’uomo “.

Ci chiediamo se l’OMS abbia chiesto a Pechino perche` abbia ordinato ai laboratori di tutta la Cina di distruggere i campioni di coronavirus all’inizio di gennaio?

Fonte

L’Oms NON investighera` il laboratorio di Wuhan, dove il coronavirus era conservato

L’Organizzazione (Globalista) della Sanita` Mondiale ha già scartato le teorie su una (probabile) fuoriuscita dal laboratorio del virus, ancora prima di mettere piede in Cina

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato lunedì che non visiterà l’Istituto di Virologia di Wuhan durante le sue indagini sulle origini del coronavirus, nonostante il fatto che il laboratorio contenesse campioni di coronavirus che erano quasi esattamente gli stessi di quelli che hanno causato la pandemia globale .

L’OMS ha dichiarato che la sua missione cercherà solo di “far progredire la comprensione su che animali e` transizionato il Covid-19 e accertare come la malattia sia saltata tra animali e umani”.

Come osserva The Independent, l’annuncio suggerisce che la teoria del virus che viene modificata o che fuoriesce dal laboratorio di Wuhan è già stata completamente scartata dall’OMS.

Inoltre, l’organismo ha rifiutato di fornire qualsiasi dettaglio delle località che visiterà durante le sue indagini in Cina.

Come osserva il rapporto del The Independent, “In precedenza era emerso che il laboratorio aveva tenuto un campione di coronavirus che era del 96,2% lo stesso di Covid-19 per quasi un decennio. Questo ha spinto a speculare sull’origine del virus … “

Numerosi ricercatori e scienziati di spicco hanno anche notato che il laboratorio deve essere indagato alla luce di questo fatto.

In precedenza era anche emerso che l’Istituto di Virologia di Wuhan aveva spedito alcuni dei patogeni più mortali del mondo poche settimane prima dello scoppio del coronavirus. È anche noto che il laboratorio stava manomettendo i patogeni naturali e li stava mutando per farli diventare più infettivi.

Personaggi dell’intelligence in tutto il mondo hanno richiesto di indagare sul laboratorio di Wuhan.

L’ultimo sviluppo arriva tra le notizie secondo cui i virologi cinesi sono fuggiti da Hong Kong e hanno effettivamente disertato collaborando con gli occidentali con prove contro il Partito Comunista Cinese in merito al suo ruolo nella pandemia di COVID-19.

In precedenza l’OMS si era lamentata del fatto che la Cina “non l’avesse invitata” a indagare sull’epidemia, ed è stata continuamente criticata per aver sostenuto i discorsi del Partito Comunista.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei media e` sempre piu` pesante: aiutami con una donazione

€2,00