Archivi Blog

Video bizzarro mostra bambini vestiti con “tute COVID” per incontrare i nonni

Bambini costretti a indossare mascherina, poncho e occhiali

Un bizzarro video pubblicato su TikTok mostra dei bambini che vengono costretti a vestirsi con “tute COVID” prima di poter incontrare i loro nonni.

I bambini vengono mostrati mentre indossano maschere facciali all’interno della propria casa, oltre a una sorta di poncho, guanti e occhialini da nuoto.

“In arrivo!” grida una donna che presumibilmente è la loro madre.

Quando i bambini escono di casa e vedono i nonni, la madre dice loro “copritevi il naso!”

“Abbiamo perso ogni cognizione”, ha commentato Elijah Schaffer.

Negli ultimi 20 mesi abbiamo assistito a un sacco di paranoia demente intorno al COVID, ma i genitori continuano a infliggere la loro isteria ai bambini, con conseguenze inevitabili a lungo termine.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, uno studio ha rilevato che i punteggi medi del QI dei bambini piccoli nati durante la pandemia sono crollati di ben 22 punti, mentre le prestazioni verbali, motorie e cognitive hanno tutte risentito del lockdown e dell’obbligo di indossare la maschera.

Dopo che un esperto di educazione ha affermato in un articolo che costringere gli scolari a indossare maschere per il viso stava causando un trauma psicologico, Forbes ha cancellato il pezzo poco dopo che ha iniziato a diventare virale.

I bambini sono anche costretti a cantare canzoni raccapriccianti a favore delle maschere a scuola da insegnanti maniaci del controllo.

Fonte

211021suit1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il NIH ammette di aver finanziato le ricerche sul guadagno di funzione; EcoHealth ha cinque giorni per fornire i dati a riguardo

Un alto funzionario del NIH ha ammesso in una lettera, mercoledì, che gli Stati Uniti hanno finanziato la cosiddetta ricerca sul “guadagno di funzione” a Wuhan, in Cina – e che l’organizzazione no profit statunitense che l’ha condotta, l’EcoHealth Alliance – guidata dal controverso Peter Daszak, “non ha riferito” riguardo la creazione di un coronavirus chimerico in grado di infettare gli esseri umani.

In una lettera indirizzata al rappresentante James Comer (R-KY), il vicedirettore principale del NIH Lawrence A. Tabak cita un “esperimento limitato” per determinare se “le proteine ​​spike dei coronavirus di pipistrello presenti in natura che circolano in Cina erano in grado di legarsi al recettore umano ACE2”. Secondo la lettera, i topi umanizzati infettati dal virus modificato di pipistrello “si ammalarono piu’ gravemente” rispetto a quelli esposti a una versione non modificata dello stesso coronavirus.

Daszak non ha riportato questa scoperta e avra’ a disposizione cinque giorni per produrre “tutti i dati non pubblicati dagli esperimenti condotti” sotto la sovvenzione NIH.

Il professore di chimica del consiglio di amministrazione della Rutgers University Richard H. Ebright riassume tutto. :

Fonte

horseshoe-bat-flying-1_7

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Un “esperto” vuole che vengano negate le cure ospedaliere salvavita ai non vaccinati

Dice che “non sono adatti per la vita sulla Terra” in uno sproloquio vergognoso.

Un “esperto” il cui lavoro sulla sicurezza informatica è stato citato dal NY Times e dal Washington Post ha annunciato su Twitter che ai non vaccinati dovrebbero essere negate le cure ospedaliere salvavita perché “non sono adatti alla vita sulla Terra”.

Chris Vickery, che si descrive come un “data breach hunter”, si vanta anche di come i suoi “risultati abbiano contribuito alle indagini condotte da FTC, FBI, SEC, Servizi segreti, HHS, SSCI e altri”.

Durante uno sfogo sfrenato su Twitter, Vickery ha affermato che un limite di tempo del 1° dicembre dovrebbe essere imposto alle persone che si rifiutano di prendere il vaccino COVID-19.

“Fissa una data ora. Dopo quella data, nessun servizio ospedaliero per i non vaccinati”, ha strillato su twitter.

“Quindi, dopo la data scelta, chiunque scelga di rifiutare il vaccino contro il covid-19 affrontera` da solo le conseguenze di quella scelta”, ha aggiunto Vickery.

Dopo aver affermato che non c’era alcun motivo “legittimo” per rifiutare il vaccino, Vickery ha concluso il suo sfogo con un folle invito a queste persone di “separarsi dal mondo dei sopravvissuti”.

“La società umana non è un patto suicida. Se sei troppo stupido per farti vaccinare contro il covid, allora non sei adatto per continuare a vivere sulla Terra”.

“Questa è la tua scelta, ma le conseguenze del rifiuto di non farsi il vaccino è che devi salutare per sempre i tuoi amici e parenti e separarti dal mondo dei sopravvissuti”.

Alcuni hanno scherzato sul fatto che questo fosse l’ennesimo esempio della familiare tendenza degli utenti verificati su Twitter di far vedere quanto bravi sono a seguire il sistema mentre allo stesso tempo fanno l’occhiolino al genocidio di massa.

Altri hanno ferocemente criticato Vickery per la sua spietata disumanità.

“Quando eri un bambino, avresti mai immaginato che persona terribile saresti stata in età adulta?” ha chiesto uno.

“Alla faccia della “sanità è un diritto umano”, ha scherzato un altro.

Vickery in seguito si è vantato del numero di persone che aveva bloccato su Twitter a seguito dei suoi commenti.

Che coraggio, wow.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, numerosi ospedali in tutta l’America stanno già negando i trapianti di organi salvavita ai pazienti non vaccinati.

Nel frattempo, nel Regno Unito, anche ai pazienti ritenuti “razzisti”, “sessisti” o “omofobici” può essere negato il trattamento secondo le regole del SSN.

Come documentiamo nel video qui sotto, una retorica simile viene vomitata da Keith Olbermann e da altri che sono intenti a istigare i membri della setta della “Nuova Normalita`” in una frenetica e isterica festa dell’odio rivolta a coloro che scelgono di non farsi vaccinare.

Fonte

151021vaxx1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Ma come? Lo stato degli Stati Uniti con il tasso di vaccinati più alto registra un’impennata record nei casi COVID

Il Vermont, lo stato con il più alto tasso di vaccinazione negli Stati Uniti, sta vivendo un’impennata del virus del PCC a livelli mai visti dal picco della pandemia lo scorso inverno.

Il numero di casi nel Vermont è a un livello record, i ricoveri sono vicini ai record registrati lo scorso inverno e lo stato ha registrato il giorno con piu` mortalita’ e il secondo mese con piu’ mortalita’ a settembre.

“Penso che sia chiaramente frustrante per tutti noi”, Michael Pieciak, il commissario del Dipartimento per la regolamentazione finanziaria del Vermont che monitora le statistiche sui virus del PCC (Partito Comunista Cinese) per lo stato.

Secondo il CDC, oltre il 69 percento della popolazione del Vermont è stata completamente vaccinata contro il COVID-19 dal 24 settembre, molto al di sopra del tasso nazionale del 56 percento.

Lo stato ha registrato il più alto tasso di ricoveri ogni 100.000 residenti il ​​30 settembre, superando il record stabilito il 31 gennaio dello scorso anno. Otto persone sono morte a causa del virus del PCC nel Vermont il 13 settembre, il totale più alto registrato dallo scoppio del virus.

Alla fine di agosto, quattro dei dieci casi di COVID-19 nel Vermont erano tra le persone vaccinate, secondo una lettera firmata da 90 dipendenti del Dipartimento della salute del Vermont, tra cui l’epidemiologo statale Patsy Kelso.

Il governatore Phil Scott (R) ha revocato lo stato di emergenza nel Vermont a giugno, quando l’80% della popolazione aveva ricevuto almeno un’iniezione del vaccino. Da allora ha indicato che è cauto nel reintrodurre lo stato di emergenza.

“Non possiamo essere in uno stato di emergenza perenne”, ha detto Scott questa settimana.

Anche i quattro stati che seguono il Vermont in termini di tassi di vaccinazione più alti della nazione stanno sperimentando segnali allarmanti.

Il capo di UMass Memorial Health, il più grande sistema sanitario nel Massachusetts centrale, ha affermato di recente che gli ospedali regionali hanno visto quasi 20 volte più pazienti COVID-19 rispetto a giugno e non c’è un letto di terapia intensiva disponibile. Il Massachusetts ha il quinto tasso di vaccinazione più alto della nazione.

Nel Connecticut, il secondo stato più vaccinato degli Stati Uniti, il legislatore ha recentemente esteso i poteri di emergenza del governatore per rendere più facile far fronte all’ultima ondata della pandemia.

Il 22 settembre, il Maine, il terzo stato degli Stati Uniti più vaccinato, aveva quasi 90 persone in unità di terapia intensiva, un record per lo stato.

Caro Dr.Fauci, per favore spiega tutto cio’…

Fonte

vermont-700x420-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Video: Insegnate canta una filastrocca “raccapricciante” pro-maschera ai bambini

Un video di un’insegnante di scuola materna che canta una canzone a favore dell’uso delle mascherine è diventato virale domenica, facendo arrabbiare molti americani, che hanno paragonato la scena ad un abuso su minori.

Nel video, un’insegnante dietro la telecamera incoraggia un gruppo di bambini a disagio e dall’aspetto agitato, che indossano tutti maschere per il viso Covid-19, a unirsi alla canzone che parla della necessità di coprirsi il viso.

La canzone include testi come “Indosso una maschera a scuola”, “Aiuta a tenermi al sicuro” e “Mantiene i miei amici al sicuro”.

Sebbene la data in cui è stato girato e altri dettagli che circondano il video non siano ancora chiari, domenica è diventato virale sui social media a causa di un’ondata di indignazione, con i critici che hanno paragonato la clip a un “video con ostaggi” dopo che è stato pubblicato per la prima volta dall’account @libsoftiktok.

“Qualcuno salvi questi poveri ragazzi!” ha twittato l’ex combattente UFC Jake Shields.

“Quei bambini sembrano così infelici. Questo è abuso di minori”, ha osservato un’altra persona, aggiungendo che i bambini “sembravano così stanchi”.

L’editorialista australiano Rita Panahi ha scritto: “Gli americani si rendono conto che il resto del mondo guarda questo con orrore? Anche nella folle Australia non abbiamo mai costretto i bambini di questa età a mascherarsi”, mentre altri hanno definito il video “inquietante” e si sono chiesti perché l’insegnante pensasse che fosse giusto registrare l’evento e caricarlo sul Internet.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) consiglia che i bambini di età pari o inferiore a cinque anni “non indossino maschere”, citando la “sicurezza e l’interesse generale del bambino”.

L’American Academy of Pediatrics, tuttavia, suggerisce che le maschere “possono essere indossate in sicurezza da tutti i bambini di età pari o superiore a 2 anni” e afferma che i bambini dai due anni in su “dovrebbero indossare maschere quando sono a scuola, all’asilo, e mentre partecipano ad attività di gruppo”.

Il governatore del Texas Greg Abbott è stato colpito da diverse cause legali dopo aver vietato l’obbligo di mascherine scolastiche nel suo stato a luglio, e il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha dato il suo sostegno a coloro che contestano legalmente tali divieti di mascherine.

Fonte

615b0fba85f540187348e7cf

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Australia: la polizia vuole no-fly zone per le massicce proteste antigovernative

Per evitare che ancora più persone si ribellino

La polizia in Australia sta spingendo affinché il governo dichiari zone interdette al volo sui siti delle proteste di massa per scoraggiare più persone dall’insorgere e unirsi a quelle già in strada infuriate contro la tirannia medica imposta al paese.

Gideon Rozner, Director of Policy presso l’Institute of Public Affairs di Melbourne, ha documentato i dettagli a Tucker Carlson.

“Il fatto è che il coronavirus ha completamente cambiato il rapporto tra governo e cittadinanza in questo Paese. Ha sopraffatto ogni controllo ed equilibrio nel nostro sistema”, ha esortato Rozner.

“Si tratta di un’era radicalmente nuova in Australia”, ha continuato, aggiungendo “La polizia nel mio stato natale di Victoria ha chiesto alla Federal Civil Aviation Authority di dichiarare una no-fly zone su Melbourne in modo che i media non potessero filmare le proteste nel caso in cui le persone vedessero quanto erano grandi e scendessero e si unissero a loro”.

“Questo è un passo straordinario da compiere per il governo”, ha dichiarato Rozner, aggiungendo “La polizia che censura i media radiotelevisivi?”.

Guarda:

Melbourne è stata scossa da proteste indisciplinate dall’inizio della scorsa settimana dopo che un sindacato dei lavoratori edili ha chiesto ai dipendenti di farsi il vaccino o di perdere il lavoro.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, gli australiani che la polizia semplicemente sospetta possano aver intenzione di partecipare a una protesta contro la tirannia anti-COVID vengono intimiditi con visite a domicilio.

Fonte

gettyimages-1235618110-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Nonostante un tasso di vaccinazione del 95%, Harvard registra un “sostanziale focolaio” di COVID

Gli studenti del primo e del secondo anno sono costretti a studiare a distanza.

Nonostante abbia un tasso di vaccinazione superiore al 95%, la Harvard Business School è stata costretta a ricorrere all’insegnamento a distanza per gli studenti del primo e del secondo anno.

“Negli ultimi giorni, abbiamo assistito a un costante aumento delle infezioni tra la nostra popolazione studentesca, nonostante gli alti tassi di vaccinazione e i test frequenti”, ha detto a Poets&Quants Mark Cautela, capo delle comunicazioni per HBS.

Nonostante l’affermazione secondo cui l’epidemia “non si sta verificando nelle aule o in altri ambienti accademici del campus”, le autorità hanno “deciso di passare all’insegnamento a distanza per gli studenti del primo e del secondo anno, per la settimana del 27 settembre. al 10/03.”

Secondo Howard Foreman, professore di pratica manageriale alla Yale School of Management e medico, la situazione rappresenta un “focolaio” che continua a peggiorare con “11 nuovi studenti risultati positivi nell’ultimo giro di test”.

Il 95% degli studenti e il 96% dei dipendenti sono vaccinati contro il virus.

“Harvard sta quindi ammettendo implicitamente che l’efficacia del vaccino è diminuita fino alla totale inefficacia?” chiede Zero Hedge.

“Quindi, nonostante tutte le promesse di un ‘ritorno alla normalità’ se tutti fossero vaccinati (e in questo caso lo sono), le cose non sembrano essere cambiate .”

Le attività e le riunioni di gruppo ora sono state tutte spostate online, con Harvard che chiede agli studenti di limitare le interazioni di persona con gli altri al di fuori della propria famiglia.

Questo sottolinea ancora una volta come le persone saranno obbligate a ricevere richiami costanti, con tutti i relativi rischi per la salute, perché la longevità della protezione offerta dal vaccino è minima.

Nel frattempo, l’immunità naturale, che secondo alcuni studi offre una protezione 27 volte maggiore, è stata completamente screditata dai media, con VICE che ha recentemente negato totalmente la sua esistenza.

Nota anche che Joe Biden ha detto che ieri la vita in America non tornerà alla normalità fino a quando il 98% della popolazione non sarà vaccinato.

Harvard ha quasi raggiunto quel livello e la vita non è tornata alla normalità.

Fonte

280921harvard1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e’ sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il CEO di Pfizer afferma che la “normalita`” non tornerà senza regolari vaccinazioni contro il COVID

“Non penso che questo significhi che dovremmo essere in grado di vivere le nostre vite senza regolari vaccinazioni”.

L’amministratore delegato del colosso farmaceutico Pfizer afferma che la normalita` tornerà entro un anno, ma non per coloro che non si vaccineranno regolarmente contro il COVID-19.

Durante un’apparizione su ABC This Week con George Stephanapoulos, ad Albert Bourla è stato chiesto quando prevedeva la fine della pandemia.

“Entro un anno, penso che saremo in grado di tornare alla vita normale”, ha detto Bourla, anche se ha chiarito che questa affermazione si applica solo a coloro che sono pronti a farsi vaccinare regolarmente .

“Non credo che questo significhi che le varianti non continueranno ad emergere”, ha aggiunto Bourla. “E non penso che questo significhi che dovremmo essere in grado di vivere le nostre vite senza avere costanti vaccinazioni”.

Bourla ha affermato che lo “scenario più probabile” sara’ “richiami annuali” a causa dell’emergere di “nuove varianti”.

I commenti del CEO di Pfizer sulle vaccinazioni annuali sono interessanti dato che la FDA ha finora approvato solo richiami per gli anziani e gli “individui ad alto rischio”.

La retorica di Bourla è simile a quella sposata dal CEO di Moderna, Stephane Bancel, che ha affermato la scorsa settimana che anche i più giovani dovranno ricevere richiami almeno una volta ogni tre anni.

Questo sottolinea ancora una volta come si stia creando una società a due livelli in cui solo coloro che si sottopongono a vacciazioni regolari potranno godere di uno stile di vita relativamente normale.

Per coloro che continuano a rifiutarsi di essere vaccinati, i viaggi, il lavoro e potenzialmente anche le attività ricreative di base continueranno a essere ridotte, lasciandoli di fatto in uno stato di lockdown a tempo indeterminato.

Fonte

270921bourla1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il laboratorio di Wuhan ha chiesto finanziamenti alla DARPA per produrre virus chimerici, alterare geneticamente i coronavirus per renderli più infettivi per gli esseri umani

18 mesi prima dell’epidemia di COVID-19, gli scienziati di Wuhan hanno elaborato piani che persino la DARPA ha giudicato folli; Gli scienziati osservano che il WIV potrebbe averli eseguiti comunque senza i finanziamenti

Un rapporto bomba ha concluso che gli scienziati dell’Istituto di virologia di Wuhan e i loro partner affiliati hanno tentato di ottenere 14 milioni di dollari in finanziamenti dal braccio scientifico del Pentagono, la DARP,A per alterare geneticamente i virus, inclusi i coronavirus dei pipistrelli, e renderli più infettivi per l’uomo, appena diciotto mesi prima della famigerata pandemia.

Il London Telegraph riporta i risultati rivelati da Drastic, un team di investigazione creato da scienziati di tutto il mondo per indagare sulle origini del Covid-19.

I documenti che hanno ottenuto, confermati come autentici da ex funzionari del governo degli Stati Uniti, mostrano che la DARPA ha rifiutato la richiesta, affermando che i piani per ulteriori studi sul guadagno di funzione erano TROPPO PERICOLOSI per la popolazione umana.

Il Telegraph osserva che i documenti rivelano che gli scienziati di Wuhan “hanno presentato piani per rilasciare nanoparticelle che penetrano nella pelle contenenti “nuove proteine ​spike ​chimeriche” di coronavirus nei pipistrelli delle caverne nello Yunnan, in Cina.

I documenti mostrano anche che il piano prevedeva l’alterazione genetica dei coronavirus dei pipistrelli per aggiungere “siti di scissione specifici per l’uomo”, rendendo essenzialmente più facile per il virus entrare nelle cellule umane.

Questo è ESATTAMENTE ciò che è stato scoperto quando il Covid-19 è stato sequenziato geneticamente per la prima volta, spingendo molti scienziati a suggerire che il virus fosse stato manipolato geneticamente in un laboratorio.

I documenti rivelano che i “soliti noti” già sotto esame in merito alla ricerca sul guadagno di funzione a Wuhan ha presentato il piano alla DARPA. Sia lo zoologo britannico Peter Daszak di EcoHealth Alliance, che in seguito tentò di chiudere il dibattito scientifico sulla possibilità di una fuga di laboratorio, sia la “donna pipistrello” Dr Shi Zhengli erano intimamente coinvolti.

Angus Dalgleish, professore di oncologia alla St Georges, Università di Londra, che sostiene che la pandemia sia stata probabilmente il risultato di un virus geneticamente modificato, ha affermato che la ricerca potrebbe essere andata avanti anche senza i finanziamenti.

“Questo è chiaramente guadagno di funzione, ingegnerizzando il sito di scissione e migliorando i nuovi virus per aumentare l’infettibilità”, ha detto Dalgleish.

Il Telegraph osserva che i piani sono stati respinti dalla DARPA, con l’agenzia che ha notato “È chiaro che il progetto proposto guidato da Peter Daszak avrebbe potuto mettere a rischio le comunità locali”.

Persino la DARPA, l’agenzia segreta per lo sviluppo di armi militari, coloro che hanno inventato microchip impiantabili, cani cyborg e macchine per distruggere i droni hanno affermato che le ricerche sul guadagno di funzione erano folli.

Il Telegraph rileva inoltre che un “ricercatore Covid-19 dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che desiderava rimanere anonimo, ha affermato che era allarmante che la proposta di sovvenzione includesse piani per migliorare la sindrome respiratoria mediorientale (MERS). ).”

“La parte spaventosa è che stavano producendo virus MERS chimerici infettivi”, ha avvertito la fonte.

Questi risultati combaciano con precedenti rivelazioni in documenti ottenuti grazie al FOIA che mostrano che la manomissione di laboratorio è stata intrapresa su coronavirus simili a MERS in diversi laboratori intorno a Wuhan, tra cui una struttura di biocontenimento di livello tre, che ha una sicurezza minore rispetto ai laboratori di livello quattro precedentemente menzionati in relazione a l’epidemia.

I virus MERS hanno tassi di mortalità del 30-50%, con la fonte che osserva “Se uno dei nuovi virus facesse diffondere la MERS in modo simile (a COVID-19), pur mantenendo la sua letalità, questa pandemia sarebbe quasi apocalittica”.

Drastic ha rilasciato una dichiarazione sulle ultime scoperte esortando “Dato che troviamo in questa proposta una discussione sull’introduzione pianificata di siti di scissione specifici per l’uomo, è giustificata una revisione da parte della più ampia comunità scientifica sulla plausibilità dell’inserimento artificiale”.

Fonte

gettyimages-1230937482-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Perché nessuno parla di immunità naturale?

Il discorso pubblico sulla pandemia sembra concentrarsi esclusivamente sulla vaccinazione come mezzo per ottenere l’immunità di gregge. Coloro che si sono ripresi dalla malattia e hanno un’immunità naturale, vengono completamente ignorati.

Come mai?

IMMUNITA’ NATURALE
La cosa più frustrante per me, nell’ultimo anno e mezzo, è stata la narrativa in continua evoluzione e l’abbandono di verità scientifiche precedentemente ben comprese. L’immunità naturale è uno di quei concetti della biologia base che molti sembrano ignorare completamente in questi giorni.

Penso che questo sia un effetto naturale del “culto della competenza” che abbiamo in occidente. Apparentemente, chiunque abbia credenziali specifiche viene automaticamente respinto, indipendentemente da quanto sia competente… o più insidiosamente, vengono evidenziati i suoi presunti interessi finanziari.

Se più di noi fossero disposti a pensare in modo critico alla “scienza” nelle notizie in questi giorni, potremmo essere più sicuri nella gestione della nostra salute. Una popolazione sana e fiduciosa disposta a discutere e a mantenere le proprie posizioni nell’accettare trattamenti medici con i quali non si sente a proprio agio è difficile da respingere.

Una popolazione disposta a tutto pur di “tornare alla normalità” non lo è.

NON STIAMO TORNANDO ALLA NORMALITA’
Ho avuto alcune discussioni con professionisti medici sul fatto che le persone che si sono riprese dalla malattia debbano essere vaccinate. Queste conversazioni sarebbero state viste come assolutamente ridicole tre anni fa. Tuttavia, ora, a quanto pare, abbiamo tutti bisogno di reimparare la biologia da capo. Quindi vorrei rivedere il concetto di immunità naturale per aiutare a organizzare i miei pensieri e forse aiutare gli altri che si sentono come se le loro teste fossero in un vortice.

Ho il mio vecchio libro di testo di biologia del college, Life: The Science of Biology, di Purves, Sadava, Orians e Heller. Ho la sesta edizione, pubblicata nel 2001, quindi ha circa 20 anni. Ho anche un nuovo libro di testo di biologia del college perché sono un grande nerd. È Campbell Biology, di Reece, Urry, Cain, Wasserman, Minorsky e Jackson, pubblicato nel 2014. Entrambi i libri di testo descrivono in dettaglio come funziona il nostro sistema immunitario ed entrambi dicono più o meno la stessa cosa.

I NOSTRI CORPI HANNO DUE METODI PER DIFENDERSI DALLE MALATTIE
Le nostre difese innate sono rappresentate dalla nostra pelle e il nostro muco. Siamo nati con queste cose e rendono difficile l’ingresso di vari agenti patogeni come batteri, virus e parassiti multicellulari nel nostro corpo. I nostri corpi hanno anche un sistema immunitario che riconosce e attacca tutti gli agenti infettivi che riescono a superare le nostre difese innate.

Il nostro sistema immunitario è davvero sofisticato e negli individui sani funziona abbastanza bene. Supponiamo che un qualche tipo di agente patogeno superi le difese innate del corpo e inizi a infettare le cellule all’interno dell’ospite. In tal caso, il corpo dell’ospite, a sua volta, inizierà a produrre anticorpi che attaccheranno specificamente l’agente patogeno invasore. Il corpo continuerà a produrre anticorpi fino a quando l’ospite muore e il corpo del paziente può tornare alla normalità.

La parte migliore è che, anche dopo che l’infezione attiva è finita, il corpo dell’ospite manterrà la memoria degli anticorpi che ha prodotto durante l’infezione. Quindi, se la persona precedentemente infetta incontra nuovamente l’agente patogeno, il corpo avrà immediatamente gli anticorpi per uccidere l’agente patogeno. Raramente si ammalano di nuovo e, se lo fanno, è generalmente molto lieve.

Anche il Wall Street Journal, totalmente dalla parte dei vaccini, ha pubblicato un articolo su questo di recente.
Di solito, il WSJ lascia i suoi articoli sulla Pagina delle opinioni per circa una settimana. Tuttavia, entro ventiquattro ore, il WSJ ha seppellito questo articolo sull’immunità naturale.

Ad ogni modo, l’articolo del WSJ discute l’immunità della mucosa contro l’immunità interna. L’autore (un neurologo) afferma che mentre i vaccini stimolano l’immunità interna, non fanno nulla per affrontare l’immunità della mucosa. I virus non penetrano negli organi dell’ospite, motivo per cui la maggior parte delle persone vaccinate non si ammala davvero. Ma i virus vivono e si riproducono ancora in bocche e passaggi nasali ricoperti di muco. Ecco perché le persone vaccinate senza sintomi stanno ancora diffondendo il Covid. Tuttavia, quelli di noi che si sono ripresi hanno sia l’immunità mucosale che interna.

Nel caso avessi bisogno di ulteriori prove dell’efficacia dell’immunità naturale.
Uno studio israeliano ha mostrato di recente che le persone vaccinate avevano 13 volte più probabilità di contrarre l’infezione e 27 volte più probabilità di avere infezioni sintomatiche rispetto alle persone con immunità naturale.

Alex Berenson ha pubblicato queste informazioni su Twitter il 25 agosto e la piattaforma lo ha bandito in modo permanente il 28 agosto. Tuttavia, i professionisti medici stanno iniziando a fare rumore al riguardo, come Martin Kulldorff, un epidemiologo di Harvard. Si spera che più persone inizino ad ascoltare.

I benefici dell’immunità naturale non dovrebbero essere così scioccanti come sembrano.
Dopotutto, lo osserviamo da molto tempo con altre malattie. Un esempio calzante: quando ero bambino, tutti avevano ancora la varicella. Abbiamo tutti perso la scuola e il personale e’ stato a casa per circa una settimana. Sono il più grande di otto figli e penso che il vaccino sia uscito quando i miei fratelli più piccoli erano bambini. Ma so che i quattro di noi più grandi si sono presi la varicella.

Uno dei miei fratelli l’ha presa due volte. La prima volta, l’ha presa quando mi sono ammalato io. Siamo stati piuttosto male per alcuni giorni e abbiamo avuto un’eruzione cutanea che ha coperto i nostri corpi per circa una settimana. Non ho mai più avuto la varicella. Tuttavia, mio ​​fratello la prese una seconda volta a scuola. Ha avuto solo una leggera febbre per un giorno e quattro o cinque vesciche la seconda volta.

Nulla di ciò che ho detto sopra è anche lontanamente controverso.
In effetti, se si guarda alla storia del vaiolo, i documenti risalgono a ben oltre 2000 anni fa che i sopravvissuti al vaiolo hanno curato i malati. Anche allora, era risaputo che i sopravvissuti non si sarebbero ammalati di nuovo.

Ora, il vaiolo è esattamente uguale al Covid? No, non esattamente. La storia dell’eradicazione del vaiolo è sorprendente. Da allora, continuiamo a sperare di poter distruggere ogni malattia con i vaccini. Ma questo non è necessariamente realistico. Per cominciare, il vaiolo non ha ospiti animali registrati. Ciò significa che, una volta eliminato negli umani, non c’è più. Il Covid, indipendentemente dal fatto che abbia avuto origine negli animali o in un laboratorio, è noto per vivere in molte specie animali diverse. Non se ne andrà mai davvero. Gli umani probabilmente avranno il sopravvento sulla malattia. Ma vivrà e si evolverà sempre all’interno di una varietà di ospiti animali.

Non è il momento di disperare.
Quindi, dovremmo tutti alzare le mani per la disperazione per il fatto che c’è una nuova malattia, che difficilmente verrà mai debellata, in mezzo a noi? No. Conviviamo da millenni con i virus del raffreddore e dell’influenza. Non verranno sradicati perché mutano rapidamente e hanno una varietà di ospiti.

Non sto cercando di essere insensibile alle persone che hanno sofferto di Covid. E, poiché ora sembra generalmente accettato che il Covid abbia avuto origine in un laboratorio, non sto nemmeno cercando di minimizzare le menti assolutamente malvagie coinvolte nel rendere questa malattia quello che è. Ma viviamo con le malattie da millenni. Possiamo imparare a convivere anche con questa.

Alcune persone si sentono totalmente a proprio agio con i nuovi vaccini mRNA.
Personalmente, non sono a mio agio con l’mRNA. Ma non cercherò di far cambiare idea a nessuno. Ho avuto il Covid e ho l’immunità naturale. Ero estremamente a basso rischio di complicazioni da Covid. (Alla fine dei miei trent’anni, vicino al mio peso ideale, e nessuna carenza vitaminica eccezionale.) E infatti, mi sono sentito male solo per circa un giorno.

Non ho mai avuto febbre o sintomi respiratori. Ho avuto dolori per circa ventiquattro ore e il giorno dopo ero stanco. Il mio senso del gusto e dell’olfatto sono scomparsi, motivo per cui ho fatto il test. Non sono tornati, il che è deprimente perché amo il buon cibo, ma posso farne a meno. Nessun bambino su questo pianeta dovrebbe perdersi una partita o un incontro con gli amici perché non riesco più a godermi il caffè come si deve.

Per chiunque sia esitante nei confronti del vaccino ma ancora preoccupato per la malattia stessa, ci sono molte altre opzioni di trattamento. Ancora una volta, l’umanità ha trattato la malattia per molto tempo prima che entrassero in scena i vaccini. Alcuni dei primi medici a curare i pazienti Covid hanno formato la Front Line Covid-19 Critical Care Alliance per sviluppare e condividere opzioni di trattamento a basso costo. Questo articolo parla della gestione dei sintomi del Covid a casa per chi non è abbastanza malato da richiedere il ricovero.

Questo non è un argomento a favore o contro i vaccini.
Se nessuno fosse disposto a provare qualcosa di nuovo, non faremmo mai progressi. Ma le prove devono essere fatte da individui pienamente informati e consenzienti. Non è quello che sta succedendo. Quello che abbiamo ora è la coercizione.

Sto cercando di argomentare contro la paura e l’isteria. Voglio incoraggiare chiunque, a rivisitare i tuoi vecchi libri di testo. C’è troppa paura là fuori. Siamo distratti da una malattia per cui il 99,5% delle persone infette sotto i 55 anni sopravviverà mentre veniamo privati dei nostri diritti ​​​​e la nostra reputazione internazionale di essere competenti e affidabili cade a pezzi.

Non lasciarti inghiottire dalla paura. Le stesse cose che per lo più ci hanno mantenuto in salute in passato, ci manterranno principalmente in salute ora. Mangia cibo nutriente, fai esercizio regolarmente e prendi il sole.

Questo significa che se sei sano, non ti accadrà mai nulla di terribile? Certo che no, così come obbedire a tutte le regole del traffico non impedirà necessariamente ad un ubriaco di venirti addosso. Non possiamo eliminare il rischio nelle nostre vite.

Come costruirai la tua resilienza e forza mentale?
La resilienza e la forza mentale sono una parte enorme della preparazione. Tornando ai primi principi, educare te stesso ti aiuterà ad acquisire fiducia nelle tue decisioni. La fiducia ti aiuterà a resistere alla marea crescente di follia che vediamo nel mondo. Sei sicuro della tua preparazione? Ti sei rieducato strada facendo?

Non è il momento di cedere alla paura. Ora è il momento di essere forti.

Fonte

naturalimmunityfb-764x400-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €