Archivi Blog

La designer di Balenciaga e Adidas viene criticata per gli inquietanti post sui social media

Mentre l’azienda di moda Balenciaga ha intentato una causa da 25 milioni di dollari contro i produttori di una pubblicità che presentava immagini pedofile che includevano orsacchiotti BDSM e altre immagini inquietanti, gli investigatori di Internet hanno puntato le luci su una delle stiliste interne dell’azienda, Lotta Volkova.

Nata nel 1984, la russa Volkova, che disegna anche per Adidas, è stata descritta da Vogue come una “super stilista”. Ma è anche super appassionata di immagini inquietanti di satanismo, bambini in difficoltà e orsacchiotti in abiti da bondage, secondo il suo feed Instagram ora privato, come notato da The Namal, citando un lungo thread su Twitter del detective di Internet @curioslight.

Per tuffarti nella tana del coniglio, clicca sul tweet qui sotto.

A seguito dell’indignazione per l’annuncio di Balenciaga, Kim Kardashian ha rilasciato una dichiarazione in cui condanna le “immagini inquietanti” – che sono uscite in particolare dopo il thread di @curiouslight. L’ha visto e ha deciso di rivalutare il suo rapporto con l’azienda?

Nel frattempo, le persone stanno ancora analizzando la pubblicità originale di Balenciaga

Fonte

eyes1a

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

C’è qualcosa di terribilmente sbagliato in Balenciaga

Balenciaga ha recentemente pubblicato immagini di bambini che tengono in braccio pelcuhe in abiti BDSM, suscitando enorme indignazione. Ma c’è molto di più in questa storia. I recenti servizi fotografici del marchio di lusso contengono una miriade di dettagli che puntano direttamente a un concetto disgustoso: la celebrazione dell’abuso e della sessualizzazione dei bambini.

leadbalenciaga2 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Balenciaga è una casa di moda di lusso fondata nel 1919 e, sin dal suo inizio, è stata legata all’élite. Durante gli anni ’60, i clienti più entusiasti del marchio erano socialite d’élite come Mona von Bismarck e Pauline de Rothschild (la moglie del barone Philippe de Rothschild).

Nel 21° secolo, Balencia è diventato un “must” nei circoli delle celebrità, specialmente con le pedine dell’élite. La sua lista di clienti include artisti del calibro di Madonna, Nicole Kidman, Jennifer Garner, Justin Bieber e Kim Kardashian.

Insomma, Balenciaga è “dall’élite, per l’élite”. E, nel caso non te ne fossi ancora reso conto, l’élite di oggi è completamente ossessionata dalla sessualizzazione dei bambini. Stanno usando le scuole, i mass media e tutto il resto per normalizzare la loro malattia e, lentamente ma inesorabilmente, spingere i confini di ciò che è socialmente accettabile.

Dal momento che Balenciaga è parte di questo pasticcio, il marchio non poteva fare a meno di contribuire a questa cultura che cerca costantemente di sessualizzare i bambini e, cosa ancora più malata, di celebrare effettivamente i loro abusi. Perché dovrebbero farlo? Risposta breve: molti di loro sono pedofili. Ancora peggio, l’élite occulta si impegna nell’abuso sistematico dei bambini per scopi che sono troppo malvagi anche per essere immaginati.

È solo comprendendo questi fatti che le seguenti immagini avranno un senso completo. Attraverso il simbolismo, Balenciaga celebra un’intera cultura, profondamente malata, crudele e orribile.

IMMAGINI ALTAMENTE SIMBOLICHE

Le immagini che promuovono i prodotti per le “vacanze” di Balenciaga sono inquietanti e, con un’analisi più approfondita dei dettagli più piccoli, le cose peggiorano.

balencia1 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

In questa foto, una ragazza è in piedi su un letto mentre tiene in mano una borsa di peluche in tenuta da bondage.

L’orso indossa un lucchetto sul collo, un top a rete, un’imbracatura e tutti i tipi di cinghie. Inutile dire che questa attrezzatura viene utilizzata nel sesso hardcore BDSM che ruota intorno al dolore, alla sottomissione e all’umiliazione.

Detto questo, perché un bambino tiene in mano questa cosa?

Questo peluche rappresenta letteralmente una schiava del sesso, come simboleggiato dal collare e dal lucchetto.

In un contesto BDSM, un collare è un dispositivo di qualsiasi materiale indossato da una persona intorno al collo per indicare il proprio stato di sottomissione o schiavo in una relazione BDSM.

I collari possono essere usati nei giochi di ruolo che comportano l’umiliazione erotica perché hanno connotazioni di controllo e stato simile a un animale domestico, specialmente se indossati con un guinzaglio.
– Wikipedia, Collare (BDSM)

Si noti che la definizione di cui sopra menziona “lo stato simile a un animale domestico, specialmente se indossato con un guinzaglio”. Coincidenza?

balenciaga5 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Questa ragazza non sembra stare bene. Affatto.

Questa immagine combina roba per bambini con oggetti “adulti” come bicchieri di vino e champagne. Inoltre, ci sono candele all’interno delle lattine di birra. Perché queste cose sono nella stanza della ragazza?
Inoltre, c’è un guinzaglio e una ciotola per cani. Nel BDSM, gli schiavi sottomessi bevono da tali ciotole. Stanno insinuando che la ragazza beva da quella ciotola? Questa interpretazione sarebbe una “forzatura” se non ci fossero due giocattoli completamente BDSM nella stessa immagine.

In breve, l’intera atmosfera del set fotografico è inquietante e piena di allusioni. In qualche modo, quello sotto riesce a essere peggio.

balenci4 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Tutto in questa immagine urla “abuso”.

Innanzitutto, c’è un nastro della polizia su una sedia. Quel tipo di nastro viene solitamente utilizzato sulle scene del crimine. La stanza di questo ragazzo è una scena del crimine? Si sono verificati abusi in questa stanza?

Inoltre, i disegni sui muri molto probabilmente causerebbero una profonda preoccupazione per gli psicologi infantili.

balenci44 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Sullo sfondo c’è il disegno di una figura cornuta dall’aspetto malvagio.

balenci45 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

L’intera parete è piena di disegni che trasmettono il fatto che questo bambino è triste e disturbato.

balenci46 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

C’è sto pupazzo malvagio seduto accanto ai giocattoli per bambini. Questa giustapposizione riflette perfettamente un’ossessione dell’élite: inquinare l’innocenza dei bambini.

In passato, Balenciaga ha deciso di associare questi animali di peluche a un vero e proprio abuso

Screenshot 20221123 102315 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Nelle sfilate di moda, i modelli pieni di botte portavano in giro questi animali di peluche appositamente sporchi per rendere le cose ancora più inquietanti.

Il servizio fotografico sopra è stato opera di Gabriele Galimberti, un fotografo italiano amato dall’élite. Perché spinge i suoi programmi.

Screenshot 20221124 015410 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Gabriele ha recentemente ritwittato un articolo che utilizzava una delle sue foto. Il titolo dell’articolo: “Perché limitare la pornografia infantile ma non le armi?” A loro piacerebbe limitare le armi ma non la pornografia infantile.

A proposito.

DOCUMENTI PEDOFILI

Alcune immagini di Balenciaga non contengono bambini. Contengono però dettagli che vanno esattamente nella stessa direzione delle immagini qui sopra, confermando anche i nostri peggiori timori.

balenciaga6 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Una foto mostra una borsetta appoggiata casualmente su alcuni documenti.

Se si ingrandisce il documento in basso, si scopre che si tratta di pedopornografia.

balencia55 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Il documento è in realtà la sentenza della Corte Suprema Ashcroft v. Free Speech Coalition.

Questa sentenza specifica non è stata scelta per errore. Si adatta perfettamente al folle tema degli abusi sui minori della campagna Balenciaga. In effetti, Ashcroft v. Free Speech Coalition inverte una parte significativa del Child Pornography Prevention Act del 1996.

Una disposizione del Child Pornography Prevention Act del 1996 (CPPA) (18 USCS 2252A(a)) proibiva il possesso o la distribuzione di “pornografia infantile”, definita in un’altra disposizione del CPPA (18 USCS 2256(8)(B)) includendo qualsiasi rappresentazione visiva che “è, o sembra essere, di un minore impegnato in una condotta sessualmente esplicita”. Pertanto, 2256 (8) (B) ha vietato una serie di immagini sessualmente esplicite, a volte chiamate “pornografia infantile virtuale”, che sembravano raffigurare minori ma erano prodotte con mezzi diversi dall’uso di bambini reali, come, ad esempio, immagini generate al computer e immagini di adulti che sembravano minorenni.
– LexiNesis, Ashcroft v. Free Speech Coalition

La Corte Suprema ha stabilito che il divieto della “pornografia infantile virtuale” violava la libertà di parola, quindi è stato revocato. In altre parole, è stata una vittoria per i pedofili. Ed è per questo che questo documento specifico era in quella foto di Balenciaga. Vogliono più vittorie giudiziarie.

CELEBRANDO ARTISTI FOLLI

baleng8 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Ecco un’altra foto di Balenciaga. Niente di folle, vero?

Il diavolo è nei dettagli.

borremna There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Il libro in cima alla pila: Michael Borremans.

Ancora una volta, la presenza di questo libro non è casuale. Si adatta perfettamente al tema generale. L’opera più famosa di Michael Borremans è intitolata Fire From the Sun.

borreman2 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Un dipinto intitolato Cinque figure, tre arti.

Nel dipinto in alto vediamo bambini nudi coperti di sangue e con tre arti sul pavimento. Se guardi da vicino, sopra gli arti, vediamo una figura traslucida accovacciata sopra gli arti. Kim Noble, una sopravvissuta al controllo mentale basato sul trauma che dipinge immagini simboliche, utilizza le stesse immagini per rappresentare il concetto di dissociazione (utilizzato nel controllo mentale). In altre parole, questi bambini vengono traumatizzati e si dissociano.

Ecco una descrizione di questa serie di dipinti.

Nei termini più evidenti, Fire From The Sun ritrae bambini di due o tre anni in varie fasi di gioco con il fuoco e quelle che sembrano essere membra umane, persino capelli. I bambini sono tutti putti sistini dalla pelle chiara, talvolta ricoperti di sangue. I bambini non sembrano essere angosciati o disturbati (anche se alcuni spettatori in galleria potrebbero esserlo). Il dramma dei dipinti è accentuato dalla loro connessione visiva tra loro e, più in generale, con le opere più antiche di Borremans. La scena in ogni dipinto è composta su uno sfondo beige simile. Questo è un set o un palcoscenico, privo di contesto, che nasconde risposte, ma che suggerisce un regista o qualcuno che guarda.
– Elefante, Michaël Borremans: Fuoco dal sole

Come affermato nella descrizione sopra, questa scena si svolge su un palcoscenico e fa pensare a un “regista” che guarda. E’ pura psicopatia. E se questi dipinti fossero basati su qualcosa che è realmente accaduto?

BORMI0270 preview There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Altri riferimenti alla dissociazione.

In alcuni dei dipinti i bambini sono in procinto di scomparire: corpi fantasma non del tutto rimossi dai loro atti raccapriccianti. È importante sottolineare che Borremans ha scelto di raffigurare bambini troppo piccoli per avere ricordi chiari. In un futuro immaginario, potrebbero essere testimoni inaffidabili di questa storia di origine o trauma formativo.
– Ibid.

La descrizione sopra, da un sito web d’arte, si riferisce in realtà al trauma dei bambini, un concetto fondamentale della programmazione Monarch.

borreman3 e1669324462759 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

I bambini giocano con gli arti e li mangiano.

Mentre il fuoco e il (probabile) cannibalismo implicano una sorta di rituale, le opere sono più agghiaccianti come schizzi di violenza casuale e istintuale. I personaggi raffigurati si allontanano dalla loro innocenza assumendo caratteri demoniaci.
– Ibid.

fd e1669324606977 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Il cannibalismo è un’altra ossessione dell’élite.

Alcuni dipinti sono completamente ritualistici.

boreman1 e1669387209133 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Figure incappucciate che reggono arti in fiamme.

boreman2 e1669324712225 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Sembra un rituale satanico

boreman3 e1669387258574 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Abito rituale + una versione in miniatura della figura = MK ULTRA alter persona.

Potrei pubblicare foto tutto il giorno, ma credo che tu abbia capito. Il lavoro di Borremans ruota attorno a traumi, abusi, rituali, cannibalismo e un sacco di bambini nudi osservati da qualche mostro. In altre parole, si tratta della malattia dell’élite occulta. Ed è per questo che il suo libro è apparso nella foto di Balenciaga.

CONCLUDENDO

A seguito delle polemiche su questa follia, Balenciaga si è scusata. Probabilmente faceva parte del piano fin dall’inizio. Negli anni passati, ho documentato altre grandi aziende che pubblicavano immagini ridicole e pedofile per poi “scusarsi” (ad esempio il suggestivo servizio fotografico di Zara con una modella bambina).

Tuttavia, quelle scuse sono completamente inutili. Non cancellano il fatto che diversi adulti hanno lavorato consapevolmente su queste immagini mentre molti altri le hanno approvate. Sapevano cosa stavano facendo. Anche se Balenciaga ha rimosso tutte queste foto, è troppo tardi. Sono già là fuori e lo sanno.

Balenciaga è un marchio di moda “dall’élite e per l’élite”. Hanno mostrato le loro vere brutte facce, diffuso la loro cultura pedofila nel mondo e, dopo qualche (previsto) contraccolpo, hanno cancellato tutto. Poi, i mass media li hanno riabilitati, arrivando persino a chiamare complottisti coloro che hanno scovato queta follia.

Screenshot 20221124 043116 e1669325495251 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Un titolo di Highsnobiety.

Non siamo lontanamente vicino a ciò che si può definire “teoria del complotto”, è la verità che ci guarda in faccia. I messaggi nella campagna di Balenciaga non sono casuali e non sono un errore: sono pienamente in linea con la cultura malata descritta da anni su questo sito.

Il lato positivo di questo orribile pasticcio: le persone si stanno svegliando con questa merda e la stanno denunciando.

Fonte

Screenshot_20221125_154227

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Balenciaga si scusa per la vile pubblicità che alludeva alla pedopornografia

Il famoso marchio di moda sostiene di non saperne nulla!

Il marchio di moda Balenciaga si è scusato per un vile servizio fotografico che mostrava bambini con orsacchiotti vestiti con indumenti da bondage e un oggetto di scena relativo a un caso di pedopornografia della Corte Suprema.

I critici hanno giudicato negativamente l’etichetta spagnola diventata francese dopo che sono state pubblicate foto che mostrano bambine con in mano borse a forma di orsetti di peluche adornati con abbigliamento BDSM.

Forse ancora più insidioso è stato il posizionamento di un oggetto di scena che mostra i documenti del tribunale riguardanti Ashcroft v Free Speech Coalition, un caso della Corte Suprema del 2002.

Il caso ha annullato una parte del Child Pornography Prevention Act (CPPA) del 1996, stabilendo che la pornografia infantile “virtuale” è legale.

In un post su Instagram, Balenciaga ha scritto: “Ci scusiamo sinceramente per qualsiasi offesa che la nostra campagna possa aver causato. Le nostre borse di peluche non avrebbero dovuto essere presenti con i bambini in questa campagna. Abbiamo immediatamente rimosso la pubblicità da tutte le piattaforme”.

La società ha anche affermato di non essere a conoscenza delle carte della Corte Suprema, aggiungendo che avrebbe perseguito accuse legali contro i responsabili.

“Ci scusiamo per aver mostrato documenti inquietanti nella nostra campagna”, ha dichiarato la società. “Prendiamo molto sul serio la questione e stiamo intraprendendo un’azione legale contro le parti responsabili della creazione del set e dell’inclusione di articoli non approvati per il nostro servizio fotografico della campagna Spring ’23”.

“Condanniamo fermamente l’abuso sui bambini in qualsiasi forma”, ha proseguito la dichiarazione. “Siamo per la sicurezza e il benessere dei bambini.”

I commentatori su Twitter hanno espresso la loro totale incredulità sul fatto che la campagna, che faceva parte della collezione Primavera/Estate 2023 della settimana della moda di Parigi di Balenciaga, fosse autorizzata.

“Spaventoso quanti adulti devono essere stati coinvolti in questo”, ha osservato un utente di Twitter. “Genitori, fotografi, direttori creativi, copywriter, personale di agenzie di design, produttori, manager, inserzionisti… e nessuno di loro ha pensato, ‘aspetta un attimo, c’è qualcosa che non va?'”

Balenciaga aveva precedentemente lasciato Twitter, presumibilmente per protestare contro Elon Musk, con i critici che sottolineavano che la decisione avrebbe potuto essere influenzata dal fatto che Musk stesse facendo piazza pulita dell’ingente numero di pedofili presente sulla piattaforma.

Fonte

231122ad1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

C’è qualcosa di terribilmente sbagliato in “Hocus Pocus 2” della Disney

“Hocus Pocus 2” della Disney mostra le streghe in maniera diversa rispetto al film originale del 1993 “Hocus Pocus”. Nel precedente capitolo, le streghe adoratrici del diavolo e mangiatrici di bambini sono le cattive della storia. In “Hocus Pocus 2”, vengono celebrate come donne emancipate… anche se continuano a voler MANGIARE I BAMBINI.

C’era una volta, in una vivace serata di ottobre, una famiglia alla ricerca di un film da guardare su Disney+. All’improvviso, Hocus Pocus 2 appare sullo schermo e riempie tutti di gioia! I bambini sono incuriositi dall’immagine in miniatura colorata mentre i genitori hanno nostalgia dell’originale Hocus Pocus.

Quindi la famiglia si fa un po’ di popcorn, si siede sul divano e mette su questo film pauroso (ma adatto ai bambini), uno che sicuramente metterà tutti nello spirito di Halloween.

PURO INDOTTRINAMENTO

In effetti, Hocus Pocus 2 non è stato creato semplicemente per intrattenere: istruisce i bambini su importanti agende sociali. Mescola i concetti di femminismo e sorellanza con satanismo e stregoneria in uno stufato empio che viene servito a bambini ignari in tutto il mondo.

Per molti versi, Hocus Pocus 2 è l’esatto opposto dell’originale Hocus Pocus. Nel film del 1993, le streghe sono, senza dubbio, le cattive. Come mai? Perché adorano il diavolo e mangiano i bambini. Questa è una ragione sufficiente, giusto? Quindi, devastano la Salem moderna. Mentre effettivamente sono divertenti, le streghe devono essere bandite per sempre perché, continuano ad ATTIRARE E MANGIARE I BAMBINI.

In Hocus Pocus 2, le cose sono molto più complicate. Le streghe adorano ancora il diavolo e mangiano i bambini… ma hanno validi motivi per farlo. Non sono più streghe maledette e depravate, sono donne forti e dotate di potere.

In breve, Hocus Pocus 2 vuole che tu ti schieri con le streghe. Per fare ciò, Hocus Pocus 2 inizia con una origin story che porta gli spettatori ad empatizzare con le streghe.

ORIGIN STORY DELLE STREGHE
All’inizio dell’originale Hocus Pocus, le vecchie e inquietanti streghe uccidono una giovane ragazza succhiando via la sua forza vitale. Quando le streghe riacquistano il loro aspetto giovanile, ridacchiano come arpie, indicando chiaramente agli spettatori che queste disgraziate sono cattive.

In Hocus Pocus 2, è l’esatto contrario.

Hocus Pocus 2 inizia nel 1653 Salem con una versione giovane delle sorelle Sanderson.

All’inizio di Hocus Pocus 2, una giovane Winifred Sanderson festeggia il suo 16° compleanno con le sue due sorelle. Tuttavia, i festeggiamenti vengono interrotti quando il reverendo del villaggio bussa alla loro porta e ordina a Winifred di sposare un ragazzo che non le piace.

Quando Winifred rifiuta, il reverendo ordina che le sorelle vengano separate

Il reverendo è raffigurato come una figura oppressiva e ignorante. Rappresenta il cristianesimo.

Fin dalle scene iniziali, gli spettatori sono costretti a schierarsi con le streghe contro il reverendo e la Chiesa in generale. Tutto ciò che segue prosegue sullo stesso “sentiero”.

Quando le tre sorelle fuggono nel bosco, sentono la canzone inquietante che le streghe cantano per attirare i bambini:

“Venite, figlioli, vi porto via in una terra d’incanto”.

Questa è il motto dell’élite occulta.

Quindi, appare la Strega Madre

Nell’originale Hocus Pocus, le streghe sono brutte e grottesche. In Hocus Pocus 2, la prima strega che vediamo è una donna affascinante e dotata di potere. Inoltre, ha un occhio onniveggente sul suo vestito, che indica la sua fedeltà all’élite occulta.

Dopo aver tentato di avvelenare e mangiare le sorelle, Madre Strega si rende conto che le ragazze sono in realtà potenziali streghe. Quindi fa un regalo di compleanno a Winifred.

Un libro di incantesimi rilegato da pelle umana e tramandato dallo stesso Diavolo. Naturalmente, c’è un occhio sul libro.

Mentre le tre sorelle sfogliano la vasta gamma di potenti incantesimi contenuti in quel libro, si rendono conto che ora possono vendicarsi del villaggio che le ha bandite. Questo è quando si rendono conto che Satana è cool.

Quindi, la Strega Madre dice alle sorelle:

“Un giorno, Salem ci apparterrà.”

In tutto il film, ci sono menzioni delle streghe che “hanno ripreso” Salem. Questo perché, nella vita reale, Salem era il luogo dei famigerati processi alle streghe.

I processi alle streghe di Salem furono una serie di udienze e procedimenti giudiziari di persone accusate di stregoneria nel Massachusetts coloniale tra il febbraio 1692 e il maggio 1693. Più di 200 persone furono accusate. Trenta persone sono state giudicate colpevoli, 19 delle quali sono state giustiziate per impiccagione (14 donne e cinque uomini).

Come vedremo, questo film parla in realtà di streghe che riconquistano Salem.

A un certo punto, la Strega Madre si chiede perché il mondo “non ami troppo le streghe”. La giovane Maria risponde:

“Forse perché tu mangi i bambini?”

La Strega Madre risponde prontamente:

“In quale altro modo si può rimanere giovani e ridicolmente belli?”

Con questa risposta, il cannibalismo della Strega Madre viene riformulato come qualcosa di favoloso e emancipatorio. Che ottimo modo per normalizzare l’ossessione dell’élite occulta di consumare i bambini per rimanere giovani (adrenocromo).

Quindi, le sorelle tornano al villaggio e usano il libro degli incantesimi del diavolo per bruciare la casa del reverendo.

Winifred osserva con gioia mentre la casa va a fuoco e il reverendo urla che è “opera di Satana”.

Per i bambini la cui intera vita è basata sul fatto che i loro genitori non permettono loro di fare le cose che vogliono, guardare questa scena è catartico. La magia nera ha dato a queste ragazze il potere di vendicarsi degli adulti oppressivi e i bambini che lo guardano pensano che sia bello.

ANCHE GLI EROI SONO STREGHE
Nell’originale Hocus Pocus, l’eroe è Max Dennison, un adolescente intelligente e coraggioso che affronta le streghe a testa alta.

Gli eroi dell’originale Hocus Pocus. Solo bambini normali che non vogliono essere mangiati.

In Hocus Pocus 2, le cose sono MOLTO diverse.

Le protagoniste di Hocus Pocus 2 sono Becca e Izzy, due adolescenti affascinate dalla stregoneria. Gli occhi sulla maglietta di Izzy (a destra) si riferiscono simbolicamente all’occhio sul vestito della Strega Madre. Sono dalla sua parte.

In Hocus Pocus 2, il protagonista maschile è uno sciocco maldestro di nome Mike. Non solo è raffigurato come un idiota inutile e codardo, ma continua anche a offendere Becca e Izzy.

Ogni volta che Mike dice qualcosa, la telecamera riprende immediatamente le ragazze che alzano gli occhi al cielo incredule per la sua idiozia. Nel 2022 i protagonisti maschili non possono essere forti, eroici e nemmeno intelligenti. Devono essere dei cretini. La mascolinità è cattiva. Le streghe sono buone.

Poiché Mike è un rappresentante della mascolinità tossica, Becca trova giusto scherzare con lui. Così, durante una lezione, lo fa impazzire sussurrando un falso incantesimo che termina con la parola “seitan”… che suona come “Satana”.

La ragazza di Mike dice a Becca che il suo incantesimo si è concluso con una parola che suonava come “Satana”.

In Hocus Pocus 2, sentiamo espressioni come “Santo Lucifero”. La costante invocazione di entità sataniche in un film per bambini realizzato dalla Disney è piuttosto scoraggiante. Tuttavia, è completamente in linea con l’agenda dell’élite di normalizzare tutto ciò che è satanico.

Lo stesso identico schema è stato trovato in Chilling Adventures of Sabrina. In questa serie Netflix su una strega adolescente, continuiamo a sentire espressioni come “Santo Satana”. Inoltre, la stregoneria è raffigurata come un potente strumento di emancipazione femminile, mentre quasi tutti i maschi della serie sono cretini che devono essere puniti.

In Hocus Pocus 2, le aspiranti streghe riportano in vita, inavvertitamente, le sorelle Sanderson nella notte di Halloween facendo un rituale. Contrariamente alla loro apparizione nel 1993, le streghe vengono accolte nel 2022 come delle superstar.

STREGHE SUPERSTARS
Nel primo Hocus Pocus, le streghe non sono benvenute a Salem. Perché, per esempio, ATTIRANO E MANGIANO I BAMBINI. Questa è una buona ragione.

In Hocus Pocus 2 le cose sono diverse.

Non appena vengono evocate dalle ragazze adolescenti, le streghe si esibiscono in uno spettacolo divertente.

Il testo della loro canzone introduttiva è piuttosto eloquente

“We were running wild and so reviled
Raising Cain until we got exiled
But times are changing and now we’re on the attack
Yeah, the spell is gonna hit’cha,
Because the witches are back”

In Hocus Pocus 2, c’è un tema ricorrente dei “tempi che cambiano”. Mentre, nel primo Hocus Pocus, le streghe erano malvagie, la narrativa nel 2022 è cambiata. Oggi le streghe sono buone e il film le difende costantemente.

Ad esempio, a un certo punto, un personaggio dice che le streghe sono malvagie perché, ATTIRANO E MANGIANO I BAMBINI. Quindi un altro personaggio le difende subito:

“Solo perché dovevano esserlo. Sapete, erano in anticipo sui tempi e sono state fraintese. Allora, il mondo intero era contro di loro. Ma ora, guarda, le amano tutti”.

Sì, i tempi sono cambiati. Quando le sorelle Sanderson visitano Salem 2022, si rendono conto che la città le idolatra.

Le streghe incontrano adolescenti che sono vestite come loro perché le “adorano”. Quindi, si fanno un selfie. Wow, queste streghe sono così belle e rilevanti.

Più tardi, le streghe si ritrovano al festival di Halloween di Salem. Scoprono che c’è un concorso per i migliori sosia delle sorelle Sanderson.

Ovviamente doveva esserci una squadra di drag queen. La Disney deve spingere quell’agenda di sfocatura del genere a questi bambini.

Dopo il concorso, le sorelle Sanderson eseguono una canzone che incanta la folla.

Questa ripresa di giovani che sono controllati mentalmente grazie alla canzone delle streghe è una rappresentazione appropriata dei mass media che fanno il lavaggio del cervello ai bambini con il loro programma satanico.

La canzone contiene questi versi:

“In un modo o nell’altro
Ti prenderemo”

Il tema ricorrente del rapimento dei bambini è di per sé sconvolgente. Ma peggiora quando ci rendiamo conto che le streghe non sono effettivamente ritratte come malvagie. È un caso che il logo di Hocus Pocus 2 contenga un simbolo utilizzato per identificare i pedofili?

La spirale in Hocus Pocus 2 è abbastanza simile alla spirale usata per identificare “Little Boy Lovers” nei file dell’FBI.

Le sorelle Sanderson usano quindi i bambini controllati mentalmente per cercare il sindaco di Salem perché vogliono ucciderlo. Il motivo: è un discendente del reverendo. Tuttavia, il sindaco è il padre di Becca e l’amico di Izzy, quindi devono fermare le streghe… diventando streghe.

GLI EROI DIVENTANO UNA CONGREGA DI STREGHE
Nell’originale Hocus Pocus, gli eroi si impossessarono del libro degli incantesimi del diavolo e furono tentati di usarlo contro le streghe. Tuttavia, il gatto Binx li ferma e urla con rabbia:

“Non può venir fuori niente di buono da quel libro! Avete capito bene?”

E quella fu la fine. Il libro era malvagio, quindi non l’hanno usato. I protagonisti alla fine bandiscono le streghe con il buon vecchio coraggio.

In Hocus Pocus 2 è l’esatto opposto. Il libro degli incantesimi del diavolo salva davvero la situazione.

Alla fine del film, Becca e le sue amiche leggono dal libro degli incantesimi per sbarazzarsi delle sorelle Sanderson. Ora sono una congrega.

La ragazza a sinistra è la figlia del sindaco che è una discendente del reverendo. Pertanto, ha rotto il lignaggio puritano della sua famiglia e si è convertita alla magia nera.

Considerando il fatto che le sorelle Sanderson sono figure simpatiche in Hocus Pocus 2, vengono bandite da Salem in modo molto “compassionevole”. Invece di ridurle in cenere perché, ad esempio, ATTIRANO E MANGIANO I BAMBINI, il finale parla di Winifred che si riunisce con le sue sorelle in una questione dignitosa.

Alla fine del film, Winifred riceve un’emozionante commiato mentre scompare in un vortice magico mentre “musica stravagante” suona in sottofondo.

Anche il libro versa una lacrima per Winifred. Povero libro satanico…

Insomma, le streghe non sono mai state veramente delle “cattive”. Erano donne incomprese che apprezzavano l’importanza della sorellanza.

Il film si conclude con le tre adolescenti che camminano fianco a fianco, esattamente come le sorelle Sanderson.

Morale della favola: il male ha vinto.

CONCLUDENDO
Confrontare l’originale Hocus Pocus con Hocus Pocus 2 è un esercizio rivelatore. Espone il completo capovolgimento della morale e dei valori comunicati ai bambini dai mass media nel 21° secolo. Nonostante il fatto che le streghe siano ossessionate dall’attirare e mangiare i bambini per rimanere giovani, il film le ritrae come donne comprensive e dotate di potere. Il fatto che abbiano venduto la loro anima al Diavolo per i poteri è stato un grosso problema nel primo film. Nella seconda, non è un problema. Affatto.

Il resto del film è incentrato su ragazze adolescenti che scoprono i poteri della stregoneria e le gioie di formare una congrega di streghe. Naturalmente, questo implica che alla fine dovranno sottomettersi a Satana e mangiare bambini per sopravvivere. Ma, ehi, è il 2022. Adesso va benissimo.

Quindi, la famiglia che voleva semplicemente guardare un divertente film di Halloween è stata in realtà sottoposta a una sessione di indottrinamento culminata con tre ragazze adolescenti che si convertirono al satanismo.

Fonte

leadhocus

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Consulente per i reati sessuali difende le “persone attratte dai minori”

Suggerisce che la pedofilia dovrebbe essere accettata come una normale preferenza sessuale.

Un consulente per gli autori di reati sessuali che lavora con il Dipartimento di correzione della Pennsylvania ha suscitato polemiche dopo aver difeso “persone attratte dai minori” e paragonato la pedofilia a una normale preferenza sessuale.

In un video pubblicato su YouTube che da allora è stato scaricato e pubblicato su Twitter, Miranda Galbreath descrive gli adulti sessualmente attratti dai bambini come “probabilmente la popolazione più diffamata della nostra cultura”.

“Il termine pedofilo è passato dall’essere un’etichetta diagnostica all’essere un insulto critico e offensivo che scagliamo alle persone per danneggiarle o calunniarle”, ha insistito Galbreath.

“Mi piace anche usare un linguaggio incentrato sulla persona che riconosca che qualsiasi etichetta che applichiamo a una persona è solo una parte di ciò che è e non rappresenta tutto ciò che è”, ha aggiunto.

Affermando che “molte persone attratte da minori non agiscono mai in base alla loro attrazione”, Galbreath si è lamentato del fatto che dire cose cattive sugli aspiranti molestatori di bambini è dannoso per una “popolazione già emarginata”.

Galbreath ha cercato di rimuovere lo stigma dai pedofili, suggerendo che non sono colpevoli per la malattia che hanno e che le loro perversioni sessuali dovrebbero essere accettate allo stesso livello dell’eterosessualità o dell’omosessualità.

“[Persona attratta dai minori] significa semplicemente che la persona ha un’attrazione sessuale o romantica duratura per i minori. Non hanno scelto questa attrazione, proprio come il resto di noi non ha scelto da chi siamo attratti”, ha detto Galbreath.

“Non puoi scegliere di essere eterosessuale o gay o qualunque cosa tu sia, e non puoi scegliere di essere una persona attratta dai minori”, ha aggiunto.

Secondo il sito web di Galbreath, ha 20 anni di esperienza nel campo della salute mentale e conduce anche “servizi di valutazione e trattamento nella comunità e all’interno delle carceri statali a persone che hanno commesso reati sessuali”, anche per il Dipartimento di correzione della Pennsylvania.

Il video clip è un’altra illustrazione del gioco finale del progressismo sessuale: l’assorbimento della pedofilia sotto l’ombrello LGBTQ+.

L’esposizione dei bambini a questo movimento è chiaramente parte di un piano a lungo termine di pervertiti e adescatori per costringere la società ad accettare il loro comportamento squilibrato come normale.

La direzione del viaggio suggerisce che nel prossimo futuro la pedofilia sarà giudicata semplicemente come un’altra preferenza sessuale da tollerare e persino promuovere dalla cultura e dalla società.

I critici saranno probabilmente etichettati come “pedofobi” e dovranno affrontare la condanna, il deplatforming e la vergogna pubblica rituale.

Che mondo meraviglioso ci aspetta.

Fonte

110822counselor1-768x403-2

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

“Professore di etica queer” chiede che la pedofilia sia destigmatizzata e insegnata nelle scuole

Afferma che una significativa “percentuale di studenti delle scuole superiori ha un’identità sessuale pedofila innata”

Un cosiddetto “professore di etica” norvegese ha affermato che la pedofilia dovrebbe essere classificata come una “sessualità innata” e insegnata nelle scuole.

Sì davvero.

Reduxx riferisce che Ole Martin Moen dell’Università Metropolitana di Oslo chiede la “destigmatizzazione” dei pedofili, sostenendo che “lo stato mentale di trovare bambini sessualmente attraenti è molto comune”.

Moen, un uomo gay che si identifica come “queer”, afferma anche che una significativa “percentuale di studenti delle scuole superiori ha un’identità sessuale pedofila innata”.

Oh, stiamo finalmente aggiungendo la “P” ora?

Che colore avranno i pedofili sulla bandiera arcobaleno?

Il rapporto rileva inoltre che il “professore” Moen ha scritto un articolo nel 2015 intitolato “L’etica della pedofilia”, in cui chiedeva “quanto è grave” la pedofilia, “E in che modo, e per quali ragioni, è negativa?”

L’abstract dell’articolo recita: “In questo articolo si sostiene che la pedofilia è un male solo perché, e solo nella misura in cui arreca danno ai bambini, e che la pedofilia stessa, così come le espressioni e le pratiche pedofile che non causano danni ai bambini, sono moralmente a posto [sic]”.

Scrive inoltre: “Sosteniamo che non è immorale essere un pedofilo, è immorale per i pedofili cercare contatti sessuali con i bambini a causa del danno previsto per i bambini, ed è moralmente lecito per i pedofili soddisfare le loro preferenze sessuali in modi che non coinvolgono nessun bambino vero”.

Tra le altre argomentazioni che fa sul giornale c’è l’idea che tutti siano davvero pedofili perché quando eravamo bambini abbiamo tutti sperimentato desideri sessuali per altri bambini.

“Molti di noi sono stati pedofili a un certo punto”, sostiene Moen, aggiungendo “Quando avevi 11 anni, non è improbabile che fossi sessualmente attratto dai bambini in età prepuberale”.

Moen suggerisce anche che “Per prevenire danni ai futuri bambini, sarebbe anche opportuno iniziare a insegnare agli studenti delle scuole superiori non solo cosa fare nel caso in cui siano vittime di abusi sessuali, ma anche cosa fare nel caso in cui siano essi stessi pedofili”. .”

“Una certa percentuale di studenti delle scuole superiori sono o diventeranno pedofili e attualmente non ricevono alcun consiglio su come gestire la propria sessualità”, afferma ulteriormente.

Potrebbe essere perché voler abusare sessualmente dei bambini non è un orientamento sessuale, ma piuttosto una perversione malvagia?

Moen suggerisce inoltre che i pedofili dovrebbero essere in grado di guardare pedopornografia, purché sia ​​generato dal computer e non reale, in modo che possano soddisfare i loro desideri.

Aggiunge che è “ingiusto” condannare le persone che hanno desideri pedofili e che dovrebbero effettivamente essere “lodate” per la loro “ammirevole forza di volontà”, se riescono ad astenersi dal fare sesso con i bambini.

Moen, che fa anche parte del comitato consultivo di un gruppo norvegese per i diritti dei trans, la Patient Organization for Gender-Incongruence, ha recentemente preso di mira ripetutamente la femminista norvegese Christina Ellingsen, che rischia fino a tre anni di prigione per aver twittato che un maschio biologico non può diventare una donna lesbica.

https://twitter.com/oleMMoen/status/1533445242988417024?ref_src=twsrc%5Etfw

Come osserva il watchdog Exodus City, esiste un movimento in corso e in crescita per normalizzare la pedofilia come stile di vita sessuale. Il “professore” Moen è solo uno dei tanti che sostengono questa follia.

Fonte

gettyimages-157648495-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

I bambini che hanno partecipato ai Gay Pride sono stati esposti a nudità, feticci sessuali e canti tipo “abbiamo genitali e lubrificante”

Così adatto alle famiglie!

Le cosiddette manifestazioni “adatte alle famiglie” in mostra durante le sfilate del gay pride di questo fine settimana includevano bambini esposti a seni nudi, perversioni fetish come “puppy play”, twerking, uomini seminudi che si frustano a vicenda e canti tipo “abbiamo genitali e lubrificante”. .”

Così adatto alle famiglie!

Prima dell’inizio delle sfilate del pride, numerose voci di spicco hanno ribadito ancora una volta la ridicola affermazione che le marce LGBT erano adatte a qualsiasi età e che i genitori dovrebbero portarsi dietro i loro figli.

La testata giornalistica Fatherly (sì, davvero) ha posto la domanda: “Dovresti portare i tuoi bambini a una parata del pride?” prima di chiarire rapidamente, “la risposta è assolutamente si”.

Andy Seale, un consulente strategico del Dipartimento dell’OMS per i programmi globali di HIV, epatite e infezioni sessualmente trasmissibili, ha insistito sul fatto che le marce del gay pride dovrebbero andare avanti nonostante l’epidemia di vaiolo delle scimmie prima di affermare che erano “adatte alle famiglie”.

Adatto alle famiglie? Vediamo alcune immagini dalle manifestazioni.

Sembra ancora una pratica impossibilità per molte persone LGBT di partecipare a marce dell'”orgoglio” indossando qualcosa di più della propria biancheria intima.

Così adatto alle famiglie!

Fonte

130622gays1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Direttore del consiglio scolastico pianifica una “notte queer” per bambini, ospitata all’interno di un sexy shop

Per niente inquietante.

Un direttore di un consiglio scolastico nello stato di Washington ha in programma di ospitare una “Queer Youth Open Mic Night” in un sexy shop di sua proprietà e ha invitato tutti i bambini di età compresa tra “da 0 a 18 anni” a parteciparvi.

Sì davvero.

Jenn Mason, membro del consiglio di amministrazione delle Bellingham Public Schools, terrà l’evento del 1 giugno presso la sua boutique WinkWink a Bellingham.

“Partecipa a questo evento per le giovani voci queer nella nostra comunità”, afferma un post di Facebook che pubblicizza l’evento, incoraggiando tutti i bambini di età compresa tra “da 0 a 18 anni” a partecipare.

Il sexy shop di Mason’s WinkWink afferma: “Riteniamo che normalizzare, accettare e affermare tutti i corpi, le identità e le esperienze di genere sia un atto intrinsecamente politico. Il piacere è la nostra rivoluzione”.

Mason offre anche “coaching sessuale” per aiutare le coppie a raggiungere l’orgasmo e pubblicizza come può aiutare i clienti a “soddisfare se stessi o un partner”.

Il proprietario del sexy shop ha affermato che l’evento per bambini sarebbe stato separato dall’area contenente i giocattoli sessuali, sebbene il conduttore radiofonico di Seattle Jason Rantz non fosse convinto.

“Il sexy shop non è all’altezza della sua promessa di essere ‘inclusivo e mai inquietante’. Questo evento è inappropriatamente inclusivo ed estremamente inquietante”, ha affermato Rantz.

Il distretto scolastico ha cercato di separarsi dall’evento, dicendo a Fox News che “l’evento della comunità non è sponsorizzato dalle nostre scuole o dal distretto scolastico”.

È probabile che l’evento aumenti le preoccupazioni dei genitori sul fatto che i membri del movimento LGBTQ si nascondano dietro di esso per indurre i bambini ad adottare un’identità gay o trans.

Come abbiamo evidenziato il mese scorso, il portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha dichiarato che i bambini in età prescolare dovrebbero discutere con gli insegnanti se sono “una femmina o un maschio”.

Un adulto su cinque della Gen Z ora si identifica come LGBTQ, mentre il numero di americani totali che fanno lo stesso è raddoppiato in un decennio, secondo un sondaggio Gallup pubblicato a febbraio.

Ovviamente, non c’è un enorme aumento di giovani “nati gay”, ma molti sono stati socialmente rieducati attraverso la cultura e il sistema scolastico ad adottare identità LGBTQ, un percorso che normalmente porta all’isolamento, alla depressione maniacale e in alcuni casi di suicidio, prima ancora di considerare gli aspetti morali.

I risultati del sondaggio hanno sottolineato come la crescente ossessione della cultura mainstream per le politiche identitarie stia manipolando i giovani affinché si identifichino come LGBTQ perché pensano che sia cool, edgy o li renda unici.

Tuttavia, dato che tale lavaggio del cervello viene imposto tramite l’ingegneria sociale dall’alto verso il basso, non è affatto edgy o emancipatorio.

Né è molto salutare dato il maggior rischio di malattie mentali e depressione associato a tali stili di vita.

Uno studio del 2021 ha rilevato che le persone lesbiche, gay e bisessuali avevano più del doppio delle probabilità rispetto agli eterosessuali di “avere una condizione di salute mentale a lungo termine”.

Fonte

200522sexshop-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

C’è qualcosa di terribilmente sbagliato in “Euphoria”

Il teen drama “Euphoria” è stato descritto dai mass media come “innovativo” e “controverso”. Ma questa è solo una semplificazione. Con innumerevoli scene esplicite e altamente inquietanti che coinvolgono minori, “Euphoria” finisce per raggiungere un obiettivo importante: manipolare i suoi giovani spettatori. Ecco uno sguardo più approfondito a questa serie televisiva.

Il minimo che si possa dire è che il teen drama Euphoria è un grande successo. È il secondo spettacolo più visto su HBO, dietro solo a Game of Thrones, con oltre 6 milioni di spettatori a settimana. Video e meme dello show sono altamente virali, soprattutto su TikTok (il social media preferito da bambini e adolescenti). Le star dello spettacolo stanno diventando celebrità importanti e sono seguite avidamente da una moltitudine di giovani fan.

Detto questo, ecco una domanda: quanti adulti si sono effettivamente seduti e hanno guardato questa cosa? Perché io l’ho fatto. E non mi sono sentito per niente “euforico”. In realtà, mi ha lasciato la sensazione viscerale di aver assistito a qualcosa di profondamente tossico. E perché ci sono così tanti peni in quello spettacolo diretto esplicitamente ad un pubblico di minori?

Euphoria non è semplicemente un altro dramma tagliente che affronta questioni adolescenziali come la droga e la sessualità. Va ben oltre. L’unica parola che descrive correttamente cosa sta succedendo in Euphoria è “grooming” (adescamento n.d.r.).

L’obiettivo degli adescatori è “stabilire una connessione con i bambini al fine di abbassare le loro inibizioni e desensibilizzarli alla sessualità”. In un modo contorto e insidioso, Euphoria realizza proprio questo. Abbastanza opportunamente, Drake – che è stato accusato di adescare ragazze adolescenti tra cui la quattordicenne Millie Bobby Brown – è un produttore esecutivo dello spettacolo.

Drake alla premiere di Euphoria.

Qualcuno potrebbe rispondere: “Non capisci niente perché non sei in contatto con la cultura giovanile”. No, non è questo. Euphoria non è “giovinezza” e non è “cultura”. È un vecchio condizionamento sociale. Non riflette i giovani, riflette ciò che “LORO” vogliono che i giovani diventino.

In effetti, le scene depravate che coinvolgono minori che vediamo in Euphoria sono state scritte da un uomo di 37 anni di nome Sam Levinson, figlio del famoso regista di Hollywood Barry Levingston. Basata sull’omonima miniserie israeliana, la versione americana di Euphoria riesce a portare le cose a un altro livello.

Mi rendo conto che sto suonando un po’ troppo drammatico. Tuttavia, diversi osservatori sono ugualmente perplessi e disturbati dal fatto che lo spettacolo venga commercializzato agli adolescenti. Nel gennaio 2022, D.A.R.E. (Programma di educazione alla resistenza all’abuso di droghe) ha rilasciato una dichiarazione su Euphoria affermando:

“Invece di promuovere il desiderio di ogni genitore di proteggere i propri figli dalle conseguenze potenzialmente orribili dell’abuso di droghe e di altri comportamenti ad alto rischio, il dramma televisivo della HBO, ‘Euphoria’, sceglie di glorificare in modo fuorviante e descrivere erroneamente l’uso di droghe, la dipendenza, la dipendenza degli studenti delle scuole superiori. Sesso anonimo, violenza e altri comportamenti distruttivi comuni e diffusi nel mondo di oggi.

È un peccato che HBO, social media, revisori di programmi televisivi e pubblicità a pagamento abbiano scelto di riferirsi allo spettacolo come “innovativo”, piuttosto che riconoscere le potenziali conseguenze negative sui bambini in età scolare che oggi affrontano rischi senza precedenti e sfide per la salute mentale”.

La parola chiave in questa affermazione è “distruttivo”. E, al fine di esporre i suoi giovani spettatori a scene altamente esplicite, Euphoria sfrutta una scappatoia: è classificato 18+ e la maggior parte degli attori che interpretano i liceali hanno più di 18 anni. Pertanto, lo spettacolo può presentare scene di sessualità, violenza, e abuso di droghe senza restrizioni. D’altra parte, la serie è chiaramente commercializzata per adolescenti e pre-adolescenti e non c’è assolutamente nulla che impedisca loro di guardarla.

I giorni in cui i giovani guardavano gli spettacoli sulla televisione di famiglia sono finiti. Guardano i contenuti in streaming sui loro dispositivi portatili in completa privacy. Nel frattempo, programmi insidiosi come Euphoria sussurrano messaggi nelle loro cuffie mentre i loro genitori sono completamente distaccati da quello che sta succedendo.

Ma non credermi sulla parola. Dopo aver visto la prima stagione (non c’è modo che mi sottoponga alla seconda), ho condensato le storie dei principali personaggi principali dello show. Sii tu il giudice.

RUE: DROGHE PESANTI
Rue è la protagonista principale dello spettacolo e il suo onnisciente narratore. Il personaggio è interpretato da Zendaya, un’attrice immensamente popolare tra i bambini, principalmente per il suo ruolo ricorrente nei film di Spiderman. Non diversamente da Miley Cyrus, il ruolo decisivo di Zendaya è stato in una sitcom di Disney Channel.

Zendaya in Shake it Up della Disney.

I giovani che amano Zendaya e guardano Euphoria rimarranno shocckati.

Rue sniffa una striscia di pillole frantumate a una festa.

In Euphoria, Rue è irrimediabilmente dipendente dalle droghe, in particolare benzodiazepine e oppioidi. Sebbene stia chiaramente lottando con la sua dipendenza, la serie riesce a presentare le sue esperienze in una luce insidiosamente intrigante.

Quando Rue è strafatta, è sempre a proprio agio e profondamente felice. C’è bella musica in sottofondo e piacevoli effetti visivi. Insomma, c’è di tutto per invogliare i giovani telespettatori dello spettacolo a farsi.

All’inizio della serie, Rue afferma di soffrire di ansia, disturbo ossessivo compulsivo e disturbo bipolare. Più tardi, è così depressa che non riesce nemmeno ad andare in bagno e finisce in ospedale. Lo spettacolo chiarisce una cosa: solo le droghe possono portare sollievo a Rue. Altrimenti, il semplice fatto di esistere è un compito quasi insopportabile.

A un certo punto, Rue parla della prima volta che le è stato somministrato del valium liquido in ospedale:

“Questa è la sensazione che ho cercato per tutta la mia vita, per tutto il tempo che posso ricordare. Perché all’improvviso il mondo è diventato tranquillo e io mi sono sentita al sicuro nella mia stessa testa”.

Più tardi, Rue tesse le lodi agli oppiacei.

Rue dice: “Niente al mondo si avvicina agli oppiacei. Un buon ES 7.5 Vicodin. cazzo. Ma onestamente, la cosa migliore che abbia mai avuto è il Fentanyl. E non c’è niente sul pianeta Terra che sia paragonabile al Fentanyl”.

La scena finisce così. Non c’è nessun “ma ti uccideranno”. Perché lo faranno. Secondo il CDC, le overdose di oppiacei hanno ucciso 75.673 persone tra aprile 2020 e aprile 2021. La causa principale di queste morti: il fentanil.

Nonostante queste cifre catastrofiche, il personaggio principale di Euphoria sta letteralmente vendendo Fentanyl ai giovani spettatori, arrivando persino a dire che “nulla al mondo” è paragonabile ad esso. Sì, la serie mostra che c’è un lato negativo nella dipendenza. Tuttavia, Rue è così infelice quando è sobria che quasi si vuole che si sballi di nuovo in modo che possa smettere di essere così depressa.

Verso la fine della stagione, Rue parla con un uomo che sta cercando di aiutarla a rompere la sua dipendenza. Mentre lui fa del suo meglio, lei chiarisce una cosa: le droghe sono le uniche ragioni per cui non si è ancora uccisa.

In breve, Rue non è semplicemente un’adolescente che sperimenta erba e simili. Brama gli oppioidi sintetici creati da aziende farmaceutiche che da anni traggono profitto da questa orribile crisi. Ed Euphoria, nei modi più insidiosi che si possa immaginare, in realtà attira i suoi giovani spettatori a volerli provare.

JULES: SFOCATURA DEL GENERE SESSUALE
Jules è interpretato dal modello transgender e attivista per i diritti LGBTQ Hunter Schafer. Nel 2017, Teen Vogue ha inserito Schafer nella sua lista “21 Under 21” 2017 e ha ottenuto un’intervista con Hillary Clinton. Schafer ha fatto da modello per Prada, Dior, Miu Miu, Calvin Klein, Rick Owens, Helmut Lang, Tommy Hilfiger, Thierry Mugler, Coach, Maison Margiela, Vera Wang, Marc Jacobs, Versus Versace, Emilio Pucci, Ann Demeulemeester ed Erdem. In altre parole, l’industria ama Schafer.

Al MET Gala del 2021 (una parata di pedine del settore), Schafer ha scelto il look da “demone del futuro”.

In Euphoria, Jules è una ragazza transgender di 16 anni che si è appena trasferita in città. Come afferma Rue, Jules è “una specie di s*tty (puttanella n.d.r.)”. Nei primi minuti della serie, vediamo Jules chattare su un’app di appuntamenti con un uomo chiamato “Dominant Daddy”.

Jules finisce in una stanza di un motel con un uomo più anziano ossessionato dall’idea di infilare il pollice in gola a ragazze transgender minorenni.

Quindi, vediamo chiaramente il membro eretto dell’uomo subito prima che penetri violentemente in Jules in una scena letteralmente inguardabile. Sì, i giovani spettatori di Euphoria sono costretti ad assistere a una scena altamente grafica raffigurante uno stupro legale che coinvolge un vecchio e un minore.

Ma Jules non è stato costretto a fare niente di tutto questo. E, dopo questa scena altamente degradante, Jules va in bicicletta a una festa vicina, come se nulla fosse. Perché, in Euphoria, questo è normale. Si tratta di sessualizzare i minori e normalizzare i pedofili.

Più avanti nella serie, quando vediamo Jules venir nuovamente violentato da questo vecchio, Rue spiega:

“Quando le cose si mettevano davvero male, Jules immaginava semplicemente che non era davvero se stessa e che questa non era davvero la sua vita. Era solo un personaggio di un libro o di un film o di uno spettacolo. Che niente di tutto ciò era reale e, se lo era, che importanza aveva? Non è che il suo corpo le appartenesse davvero in primo luogo”.

In altre parole, Jules si dissocia dalla realtà. È quasi come se i creatori di Euphoria dessero consigli ai loro giovani spettatori su come affrontare incontri sadici e degradanti con uomini adulti.

I creatori di Euphoria usano Jules anche per normalizzare il trasizionamento durante l’infanzia usando procedure mediche estreme.

Numerose volte durante la serie, Jules viene visto iniettare prodotti come Delestrogen (ormoni femminili).

Jules ha anche un impianto Supperlin, un bloccante ormonale. Jules dice: “Il chip impedisce alla mia voce di abbassarsi e alle mie palle di diventare più grandi”.

Come Rue, Jules fa molto affidamento sui prodotti delle grandi aziende farmaceutiche per tollerare di essere vivo. E, come Rue, gli effetti collaterali potenzialmente disastrosi di questi prodotti non vengono mai affrontati. In effetti, Euphoria fa di tutto per promuovere questi prodotti.

A un certo punto, Jules spiega il processo di transizione confrontandolo con un personaggio che sale di livello in un videogioco:

– È iniziato con i vestiti, poi è stato il trucco e infine gli ormoni. Ho semplicemente continuato a salire di livello.
– Allora a che livello sei adesso?

  • Non lo so. Ma sicuramente non ho raggiunto la mia piena potenza.

Diversi operatori sanitari hanno affermato che somministrare ai bambini ormoni e bloccanti ormonali è una forma di abuso sui minori. Ma non in Euphoria. Queste cose (che non esistevano nemmeno qualche anno fa) sono un modo per “salire di livello”.

KAT: SESSUALIZZAZIONE DI MINORE

All’inizio della serie, Kat è una ragazza nerd di 16 anni. E’ vergine. E, nel mondo di Euphoria, questa è una situazione inaccettabile che deve essere affrontata il prima possibile.

Quasi tutti intorno a Kat le dicono di “prendere un D (cazzo n.d.r.)”. Viene ripetuto più volte, da più personaggi. La ripetizione è la chiave per adescare i bambini.

Abbastanza presto, Kat “prende un D” a una festa. E tutti sono così orgogliosi di lei.

In Euphoria, la parola “sl*t” è un complimento.

Purtroppo per Kat, la sua prima esperienza è stata filmata ed è stata pubblicata su Internet. E lo sanno tutti. Sebbene all’inizio Kat fosse angosciata, ha notato che il video ha molte visualizzazioni e molti commenti positivi. Kat si sente così convalidata che decide di andare oltre. Quindi, Euphoria presenta ai suoi giovani spettatori una guida passo passo per diventare una cam girl.

Kat si iscrive a un sito per adulti per essere pagata.

Poi questo vecchio si mette in conttatto con la sedicenne Kat.

Questo vecchio chiede a Kat di insultarlo. E quando lo fa, tira fuori il suo micropene e inizia a strofinarlo febbrilmente. Vediamo tutto. Niente di tutto ciò è censurato.

Ma non importa. A Kat sembra piacere insultare il tipo. Ancora più importante, sta facendo soldi. In effetti, lo spettacolo spiega esattamente come Kat può essere pagata in modo anonimo utilizzando le criptovalute.

Kat riceve denaro sul suo telefono. A quale adolescente non piacerebbe?

Dopo essere diventata una cam girl, Kat va a scuola con un nuovo look e si sente benissimo con se stessa. Sì, essere una prostituta minorenne su Internet è fantastico.

Lo spettacolo continua a incoraggiare i minori a scattare foto e video osceni di se stessi. In una scena particolarmente sconvolgente, Rue e Jules spiegano come fare una buona “foto del pene”. Quel segmento contiene dozzine e dozzine di immagini di peni reali.

In un’altra bizzarra diatriba, Rue spiega perché i giovani hanno bisogno di inviare agli altri foto di se stessi nudi:

“Mi dispiace. So che la tua generazione faceva affidamento sui fiori e sul permesso del padre. Ma è il 2019 e, a meno che tu non sia Amish, i nudi sono la valuta dell’amore, quindi smettila di svergognarci”.

Ragazzi, scattare foto utilizzando l’ultimo iPhone e inviarle tramite la rete 5G è un’ottima idea. Perché non c’è modo che questa roba possa essere intercettata e archiviata su un database visualizzabile da malati d’élite (/sarcasmo).

Dopo la trasformazione di Kat, contatta diversi tizi casuali e si accoppia con loro sul posto.

A una festa di Halloween, Kat si veste da infermiera satanica (ispirata a Thana dal film altamente inquietante MS 45). Poi fa sesso con quel costume ed è tutto molto grafico.

Visualizzando continuamente scene esplicite, Euphoria fondamentalmente sottopone i suoi giovani spettatori alla programmazione Beta Kitten su larga scala. Dal mio articolo sulla programmazione Monarch:

BETA è indicato come programmazione “sessuale” (schiavo). Questa programmazione elimina tutte le convinzioni morali apprese e stimola l’istinto primitivo, privo di inibizioni. Gli alterego “gatto” possono venire fuori a questo livello. Conosciuta come programmazione Kitten, è il tipo di programmazione più visibile poiché alcune celebrità, modelle, attrici e cantanti femminili sono state soggette a questo tipo di programmazione. Nella cultura popolare, l’abbigliamento con stampe feline spesso denota la programmazione Kitten.
– Programmazione Monarca

Il suo nome è Kat. Indossa una maschera da gattino e un top con stampa felina. Programmazione Beta Kitten.

Potrei andare avanti per giorni con Euphoria. Quasi ogni scena ha una sorta di angolo con un messaggio tossico. Ma abbiamo visto tutti più che abbastanza.

CONCLUDENDO
Non ho scovato alcune serie strane e oscure di cui lamentarmi. Questo è ciò che i bambini stanno guardando ora. È su HBO. È supportato da Drake. È virale su TikTok. Le star dello spettacolo sono grandi celebrità. Le riviste per adolescenti li chiamano “iCoNic”.

Ma Euphoria non è intrattenimento. È condizionamento sociale. Cattura l’attenzione dei giovani con drammi liceali riconoscibili e li sciocca con scene di estrema depravazione. Dopo un po’, lo shock svanisce e gli spettatori diventano desensibilizzati. Questo si chiama adescamento di minore. Euphoria non è cultura giovanile. È ciò che l’élite vuole che i giovani diventino: una generazione di persone tristi e confuse, irrimediabilmente dipendenti dalle grandi case farmaceutiche e costantemente impegnate in atti degradanti. Il tutto sotto gli occhi attenti dei pedofili malati che vogliono che la loro malattia diventi normale.

Vuoi sentirti davvero “euforico”? Spegni questa spazzatura ed esci.

Fonte

leadeuphoria

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

“Show sul sesso per famiglie” rivolto ai bambini cancellato dopo le critiche

La società di produzione ha affermato che il suo personale ha ricevuto minacce e abusi.

Non ce ne è uno di normale

Una produzione chiamata “The Family Sex Show” rivolta a bambini dai 5 anni in su, descritta dalla compagnia teatrale responsabile come “un’alternativa al porno”, è stata cancellata dopo che migliaia di persone hanno firmato una petizione.

La compagnia ha invitato i genitori a portare i loro figli allo spettacolo, pubblicizzando che ci sarebbero state scene di nudità completa e argomenti completamente inadatti ai bambini.

Lo spettacolo doveva essere eseguito alla Tobacco Factory di Bristol il mese prossimo, ma la sede ha bloccato lo spettacolo dopo le critiche.

Ovviamente, la produzione ha affermato che il diluvio di critiche ricevute includeva “minacce e abusi senza precedenti” da “estremisti” e che questo è il motivo per cui l’evento è stato annullato.

Una petizione firmata da oltre 38.000 persone affermava: “I bambini non dovrebbero essere desensibilizzati alla vista di corpi di adulti nudi o introdotti ad argomenti relativi al piacere sessuale degli adulti che questa produzione promuove e celebra”.

“Questo non è altro che un tentativo palese ed estremamente preoccupante di sessualizzare i bambini prematuramente ed è abusivo”.

Lo spettacolo è stato finanziato dall’Arts Council, che a sua volta è finanziato dal contribuente.

La compagnia ha affermato di aver stretto contatti con “esperti di tutela dei bambini”, tuttavia, la National Society for the Prevention of Cruelty to Children apparentemente non ne aveva mai sentito parlare.

Susan Glaholm, un’assistente sociale per la salute mentale e la protezione dei bambini, ha espresso le sue preoccupazioni per lo spettacolo, osservando: “Sono costretta a dire che c’è qualcosa di gravemente sbagliato nella nostra società e cultura se accettiamo questo come appropriato per i bambini piccoli .”

Senza dubbio la stessa sinistra che afferma che “la cultura dell’annullamento non esiste” lo sosterrà come esempio.

Fonte

200422thisegg1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è diventata imbarazzante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €