Archivi Blog

Il 90% della plastica che inquina gli oceani proviene da Asia e Africa

Nonostante noi occidentali veniamo sgridati quasi quotidianamente da baby attivisti climatici come Greta Thunberg, uno studio ha scoperto che circa il 90% dei rifiuti di plastica che inquinano gli oceani della terra proviene dall’Asia e dall’Africa.

Durante il suo tour negli Stati Uniti, la Thunberg ha citato “immagini orribili di plastica negli oceani”, come uno dei motivi principali per cui gli americani dovrebbero ascoltarla.

Tuttavia, i ricercatori del centro tedesco Helmholtz per la ricerca ambientale hanno scoperto che e` attraverso un piccolo numero di fiumi che la stragrande maggioranza dell’inquinamento da plastica si diffonde negli oceani e nessuno di questi si trova nei paesi occidentali.

“I 10 fiumi che trasportano piu` rifiuti sono responsabili dell’88-95 percento dello scarico globale nel mare”, ha detto al Daily Mail il dott. Christian Schmidt, un idrogeologo che ha guidato lo studio. “I fiumi con i più alti carichi di plastica stimati sono caratterizzati da un’elevata popolazione – ad esempio lo Yangtze con oltre mezzo miliardo di persone”.

Dei primi dieci fiumi che producono il maggior inquinamento, otto sono in Asia e due in Africa. Il fiume Yangtze in Cina e il fiume Gange in India sono i principali responsabili dell’inquinamento da plastica.

Mentre agli occidentali viene detto di cambiare il loro stile di vita e di avere un minor numero di bambini per salvare il pianeta, praticamente non viene detto nulla alle persone dei paesi responsabili della stragrande maggioranza dell’inquinamento.

Questo è probabilmente uno dei motivi principali per cui molti in Occidente rimangono scettici sui veri motivi del movimento ambientalista.

Fonte.