Archivi Blog

Perché la sinistra è ossessionata dalla distruzione di ogni eroe?

Nel film “Batman: Il cavaliere oscuro” il famoso procuratore distrettuale Harvey Dent fa una dichiarazione che da allora si è intrecciata nella nostra cultura popolare al punto che spesso la sentiamo citare come se fosse stata detta da qualche antico filosofo:

“O muori da eroe o vivi abbastanza a lungo da diventare il cattivo.”

L’interpretazione più semplice di questa frase è che c’è una linea sottile tra fare il bene e fare il male con le migliori intenzioni. Le persone possono iniziare come eroi e cadere rapidamente nell’oscurità in nome del servire il “bene superiore”. Tuttavia, penso che ci sia anche un altro significato.

C’è anche il problema della revisione storica e del fatto che gli eroi di ieri potrebbero essere considerati i terroristi di domani. A volte gli eroi diventano cattivi a causa dei propri errori, altre volte vengono semplicemente riscritti in quel modo.

Ad esempio, oggi sentiamo continui lamenti da parte della sinistra politica sui “crimini” dei Padri Fondatori e sul perché dovrebbero essere cancellati dal nostro zeitgeist culturale. Hanno anche tentato di rivedere le basi stesse della storia americana attraverso il loro “Progetto 1619” poiché affermano che nessun risultato americano è valido perché “tutto” è stato costruito attorno all’istituzione della schiavitù. Non fanno menzione del fatto che la schiavitù era un’istituzione in ogni singola cultura del pianeta dall’inizio della civiltà, ma per loro non importa.

L’obiettivo del Progetto 1619 era sminuire o respingere tutto ciò che era chiaramente americano, fino alla rivoluzione che ha fondato la nazione americana. Ciò di cui si preoccupano è la decostruzione degli eroi, in parte perché se riesci a distruggere un eroe, potresti anche essere in grado di distruggere ciò che hanno rappresentato nel processo. E, se riesci a distruggere gli ideali di una società, diventa molto più facile controllare quella società.

Quando la sinistra politica cerca di minare l’eredità dei fondatori, non si sta solo impegnando in attacchi contro uomini che non possono più difendersi, ma sta anche tentando di sabotare la visione che quegli uomini hanno creato – La visione di una repubblica libera al di fuori di i dettami del collettivismo e della monarchia (governo delle élite).

Ovviamente i Padri Fondatori non sono più in vita, ma ci sono milioni di persone che hanno portato avanti la loro eredità per generazioni che in realtà stanno ancora vivendo per vedere i loro eroi trasformati in mostri attraverso il revisionismo.

Ma la distruzione degli eroi va ancora più in profondità delle riscritture storiche.

La sinistra prende di mira anche le basi stesse degli archetipi e delle mitologie eroiche attaccando le rappresentazioni degli eroi nella nostra società. Stanno cercando di cambiare la natura dell’eroismo dirottando i pilastri culturali e cancellando storie e personaggi amati per “riscriverli” a immagine del culto di sinistra. Questo di solito viene fatto sotto la copertura di “diversità ed equità” come mezzo per oscurare la vera agenda. Analizziamo le tattiche e le motivazioni alla base di questa tendenza…

Riscrivere gli eroi per “riflettere la nostra era moderna”

L’ideologia woke non riflette in alcun modo la nostra era moderna; in realtà è una versione mascherata dei vecchi modelli sociali del collettivismo e del comunismo, in particolare del marxismo sociale mostrato dalla Rivoluzione culturale di Mao. L’unica differenza è che oggi abbiamo sessioni di lotta online e le società sono pienamente d’accordo con il movimento. Quando la sinistra afferma di combattere il sistema, non ha idea di cosa significhi veramente. Il sistema ama la politica woke.

La sinistra usa l’argomento della riflessione tutto il tempo per giustificare l’eliminazione delle mitologie degli eroi e la loro sostituzione con cloni insulsi. Un esempio recente potrebbe essere l’ultima versione Amazon della loro serie prequel de Il Signore degli Anelli. Per riassumere, il nuovo Signore degli Anelli è progettato per diffondere un messaggio politico e minare i valori del passato piuttosto che raccontare una storia organica significativa. Amazon ha persino rilasciato il loro Signore degli Anelli woke nell’anniversario della morte di Tolkien.

DIVERSITA’ COME SCUSA

La diversità non ha senso. Non serve a nulla in termini di rappresentazioni eroiche. Le persone si identificano con azioni, idee e principi, non con il colore della pelle. La sinistra di Hollywood in realtà non si preoccupa della diversità del colore della pelle, si preoccupa solo di due cose: usare le minoranze come scudo per giustificare una narrazione scadente e produzioni pigre e usare le minoranze come arma quando affrontano le critiche.

Vale a dire, quando creano media spazzatura senza immaginazione o sforzo, annunciano “almeno c’è diversità” e questo dovrebbe farti desiderare comunque di guardare i loro prodotti, altrimenti potresti essere “razzista”. Per estensione, quando osi criticare il pontificare politico e la terribile scrittura nei loro media, possono quindi dire “le nostre storie sono fantastiche, semplicemente non ti piacciamo perché assumiamo persone di colore”. Vedi come funziona? Usano le minoranze come scudo, sia per la loro inettitudine che per il loro intento malizioso, ma NON si preoccupano di queste persone se non possono sfruttarle.

“Diversità e inclusione” è la nuova piantagione di schiavi che le élite di sinistra di Hollywood usano per coltivare punti virtù e prestiti ESG. Questo è tutto ciò che c’è da fare. Se rispettassero davvero l’idea di presentare eroi diversi, creerebbero eroi originali e li scriverebbero bene

I narcisisti non possono scrivere eroi

È da tempo che sostengo che l’ideologia di sinistra sia radicata nel narcisismo. Tutto si basa sul diritto piuttosto che sul sacrificio. Si basa sulla richiesta di un trattamento speciale piuttosto che sul rispetto per la realizzazione e il merito. Si basa sull’equità del risultato eliminando l’uguaglianza di opportunità. Una persona che ha abbracciato la mentalità vittimistica non può mai essere un eroe o immaginare come si comporterebbe un eroe. Non hanno alcuna relazione con il concetto, perché i narcisisti sono solitamente cattivi nel mondo reale e i cattivi tendono a considerarsi vittime mentre trascorrono il loro tempo a vittimizzare gli altri. In quale altro modo possono giustificare i mali che fanno?

Non è consentito nessun eroe conservatore

Poiché il nostro mondo dei media è stato invaso da ideologi woke nel corso degli anni, le raffigurazioni di eroi e cattivi sono diventate completamente contorte. Gli eroi agiscono egoisticamente con ego e arroganza, e i cattivi sono solitamente descritti come persone incomprese che stanno solo reagendo alle trasgressioni della società, oppure sono ridicole esagerazioni di conservatori e attivisti per la libertà. Questa tendenza è diventata un’epidemia in film, televisione, videogiochi, fumetti, ecc. Solo negli ultimi due anni c’è stato un respingimento di massa contro l’agenda, ma c’è ancora molta strada da fare prima che le cose possano cambiare per il meglio.

Molte di queste produzioni woke falliscono miseramente, ma non sono necessariamente interessate al successo al botteghino o al guadagno. Ancora una volta, ciò a cui tengono è la saturazione, oltre ad uccidere apertamente l’archetipo dell’eroe. Vogliono distruggere i tuoi eroi di fronte a te e sostituirli con persone woke. Questo è ciò che gli interessa.

Il problema più grande è che la maggior parte dei conservatori ha ignorato la guerra culturale concentrandosi solo su fugaci battaglie politiche. Si sono comportati come se la guerra culturale non avesse importanza e nel processo abbiamo quasi perso completamente l’occidente. Le generazioni future hanno bisogno di ideali ed esempi eroici per vivere, tra persone reali e nei media popolari. Ignorando la guerra culturale, i conservatori hanno ignorato il futuro.

Ci sono alcune persone là fuori che stanno lavorando per cambiare il corso dell’occidente producendo media originali con un messaggio eroico basato sui fondamenti quali la libertà, l’individualismo, la fiducia in se stessi e la meritocrazia.

È importante non sottovalutare il potere dei media nella cultura. C’è una ragione per cui la sinistra ne è così ossessionata; trasformando tutti i nostri eroi in cattivi, sperano di cambiare i nostri valori e i nostri comportamenti. Non stanno solo riscrivendo film, personaggi o fumetti, stanno cercando di riscriverci.L’unico modo per fermare questo è identificare la minaccia, neutralizzare la propaganda e poi riportare in vita la legittima cultura dell’eroe scrivendola ancora una volta con le nostre stesse mani e le nostre stesse azioni.

Fonte

lord-of-the-rings-fellowship-of-the-ring

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Piattaforma di streaming britannica censura un dialogo “Omofobo” nel film Spiderman del 2002

Vecchio contenuto sottoposto a test di purezza in nome del politicamente corretto.

La piattaforma di streaming britannica ITV Player ha censurato un dialogo “omofobo” del film Spiderman del 2002, in un altro esempio in cui i contenuti più vecchi sono sottoposti a moderni test di purezza.

Il dialogo censurato è nella parte quando l’Uomo Ragno di Tobey Maguire sta affrontando Bonesaw.

Spiderman dice: “È un vestito carino. Te l’ha dato tuo marito?”

Nella versione appena censurata, la frase è ridotta a “È un vestito carino”, rendendo la scena confusa e priva di significato.

“Hanno rimosso l’omofobia di Peter Parker”, ha scritto un utente di Twitter che ha notato il cambiamento.

Potete vedere la clip originale qui sotto:

Questo è solo l’ultimo esempio di censura culturale che distrugge come un cancro i contenuti del passato per conformarsi agli odierni standard isterici di correttezza politica.

Durante il culmine delle rivolte di Black Lives Matter del 2020, l’emittente britannica Sky ha aggiunto a numerosi film, alcuni vecchi poco più di un decennio, un messaggio che avvertiva gli spettatori che potrebbero essere offensivi.

“Questo film ha atteggiamenti, linguaggio e rappresentazioni culturali obsoleti che possono causare offese oggi”, afferma il trigger warning.

Nello stesso anno, la PBS ha rimosso Via col vento dalla sua piattaforma, cancellando la prima attrice di colore a vincere un Oscar, mentre la BBC ha annunciato che avrebbe rimosso Little Britain dal suo programma nonostante il fatto che la serie comica TV fa satira su ogni fascia demografica, spesso evidenziando atteggiamenti meschini di bigotti.

L’anno scorso, la NBC ha annunciato che stava scansionando 17.000 ore di contenuti WWE del passato per eliminare il materiale “razzista” al fine di evitare che appaia sul nuovo dispositivo di streaming Peacock della rete.

Vengono anche riscritti libri iconici per riflettere “l’attitudine moderna”, incluso 1984 di George Orwell.

Test di purezza ideologica per arte e cultura. Il Ministero della Verità ne sarebbe orgoglioso.

Fonte

270422spiderman1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

I burocrati del Regno Unito abbandonano il termine “Natale” per paura che possa offendere le minoranze

“Ci è stato consigliato dal Cabinet Office che non dovremmo usare la parola Natale”.

I burocrati nel Regno Unito sono stati costretti ad abbandonare l’uso della parola “Natale” come parte di una campagna per paura che potesse offendere le minoranze.

Sì davvero.

I funzionari pubblici volevano usare la parola come parte di un test drive COVID-19 rivolto agli studenti che originariamente era chiamato “Non portare il COVID a casa per Natale”.

Tuttavia, al fraseggio è stato posto il veto dopo che i capi temevano che avrebbe turbato i non cristiani.

“Ci è stato consigliato dal Cabinet Office che non dovremmo usare la parola Natale, poiché la campagna del governo deve essere inclusiva e alcune religioni non celebrano il Natale”, si legge in un’e-mail vista da The Mail on Sunday. “L’altra opzione era la ‘stagione festiva’ che mantiene la motivazione emotiva”.

“Abbiamo scelto ‘Non portare a casa il COVID-19 per le vacanze”, nonostante un altro funzionario abbia sottolineato che chiamare “vacanze” il Natale era un “americanismo”.

Il deputato conservatore Saqib Bhatti ha smentito l’idea che il governo dovrebbe assecondare le persone che si offendono così facilmente.

“Come musulmano, trovo ridicolo che non possiamo goderci questo periodo speciale dell’anno. Non vedo l’ora di mostrare al mio nuovo figlio il suo primo albero di Natale. L’idea di cui non si possa parlare del Natale è completamente ridicola”, ha detto Bhatti.

“Sono orgoglioso di questo e orgoglioso di celebrare il Natale.”

La sinistra ha a lungo dichiarato che le affermazioni su una “guerra al Natale” politicamente corretta sono un mito di destra, sebbene innumerevoli esempi emergano ogni anno.

Come negli anni precedenti, gli spot televisivi di Natale nel Regno Unito quest’anno sono molto concentrati sulla “diversità”, senza toccare praticamente i temi cristiani.

Fonte

291121christmas1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La nuova versione “politicamente corretta” di Wonder Woman sembra abbia smesso di combattere il crimine per affrontare una nuova battaglia: La dipendenza dal cibo fritto

La DC Comics ha ceduto ancora una volta alla politica identitaria guidata dall’agenda e ha trasformato una supereroina in una bruttona sovrappeso e mal vestita. Si può solo sperare che stiamo raschiando il fondo del politicamente corretto.

La scorsa settimana, la DC Comics ha pubblicato una variante della copertina del fumetto di Wonder Woman 1984 n. 1 a ristampa parziale. Hanno twittato: “Only one word for the Wonder Woman 1984 #1 … variant cover by Robin Eisenberg: rad.”

L’immagine esemplifica tutto ciò a cui l’industria ha dovuto piegarsi negli ultimi anni: i temi classici dell’eroismo e del sacrificio sono stati sostituiti dai temi della diversità, dell’inclusione e dall’evitare tutto ciò che potrebbe essere interpretato come problematico.

Su uno sfondo di sgargianti tonalità del tramonto, la Wonder Woman in questa nuova copertina ha un tono della pelle ambiguo ma approvato dalla mafia della diversità, bozzi appena distinguibili come seno e capelli castani che sembrano racchiudere un’intera costellazione, evocando, tuttavia, allo stesso tempo il dubbio che la protagonista abbia un serio attacco di forfora.

Al posto di un costume dinamico e fluente, il suo vestiario consiste in un top arancione e il tipo di jeans da mamma indossati dalle ragazze mid-western di mezza età ai concerti di Shania Twain. In uno spirito di positività per il corpo, le sue cosce sono state rese così grandi che è come se la performer Lizzo avesse trascorso l’intera quarantena abbuffandosi di Mars fritti ed evitato qualsiasi regime di fitness oltre quello di spostarsi dal frigorifero al divano.

In effetti, l’unica cosa “meravigliosa” di questa iterazione di Wonder Woman è il fatto che sia riuscita la taglia quintupla-XL per quei jeans.

L’artista, Robin Eisenberg (i cui altri lavori sono stati descritti come simili al soft-porn, e presenta donne con tre seni impegnate nel sesso con altre donne), ha spiegato le sue scelte creative in un post su Instagram: “Recentemente mi è stato chiesto di creare un pezzo ispirato a Wonder Woman, nel mio stile, per un’imminente collaborazione artistica. Adoro disegnare alieni con corpi realistici, vivere le loro vite, a proprio agio con se stessi. Quindi, ho disegnato un personaggio alieno con un corpo realistico, che indossava una versione più quotidiana dell’abito di Wonder Woman “.

Prima di tutto, perché dovrebbe esserci una correlazione ideale tra alieni e corpi realistici? Questi immaginari alieni lottano anche loro contro il fat-shaming? E questo è un corpo “realistico”? Persino Sir Mix-a-lot, compositore di “Baby’s Got Back”, penserebbe che questo sia esagerato.

Per quanto riguarda la nozione di “una versione più realistica dell’abito di Wonder Woman”, cio puo` essere realizzato visitando il Comic-Con e osservando le ragazze fan plus-size incapaci di costruirsi un abito decente con un budget limitato. I personaggi dei fumetti sono pensati per essere più che umani, non rappresentativi, relazionabili e omogeneizzati in modo che nessuno rimanga offeso.

Naturalmente, Twitter e entrato in azione, ridicolizzando l'immagine. Un commentatore si e` chiesto se Wonder Woman avesse smesso di combattere il male e avesse deciso di combattere invece il gelato.

Un susseguirsi di illustratori e grafici ha pubblicato reinterpretazioni semi-genuine e semi-sarcastiche della variante di copertina. Alcuni erano ancora più sciatti dell’originale.

Tutto questo e` l’ennesimo capitolo di una politica identitaria, diversa e inclusiva guidata dall’agenda nei fumetti. La Marvel ha prodotto “New Warriors” all’inizio di quest’anno, con nuovi personaggi chiamati “Safe-Space” e il suo gemello non binario, “Snowflake”. Successivamente, la DC ha prodotto un romanzo grafico, Gotham High, che ha preso la tradizione di Batman e la ha imbastardita in un dramma al liceo con un adolescente Bruce Wayne, il cui maggiordomo, Alfred, è sposato con un uomo del sud-est asiatico.

L’unico conforto che potremmo trarre da un’immagine come la nuova Wonder Woman è la speranza che questo sia il fondo, un punto di svolta.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

La polizia britannica potrebbe cambiare il termine “terrorismo islamico” in “terrorismo rivendicato dalla fede”

La polizia nel Regno Unito afferma di voler abbandonare il termine “terrorismo islamista” e sostituirlo con il termine “terrorismo rivendicato dalla fede” dopo aver ricevuto pressioni da un’organizzazione musulmana.

“La riforma è stata richiesta da un’organizzazione di polizia musulmana la quale sostiene che l’uso di termini come “islamista” e “jihadista” siano da incolpare per le percezioni negative, gli stereotipi, la discriminazione e l’islamofobia”, riferisce il London Times.

Secondo il rapporto, la questione è stata discussa il mese scorso dall’assistente commissario Neil Basu, il capo nazionale della polizia antiterrorismo, durante un evento online che ha coinvolto sopravvissuti, accademici e gruppi di difesa.

Anche termini come “terroristi che abusano di motivazioni religiose” e “aderenti all’ideologia di Osama bin Laden” sono stati suggeriti come sostituti di “terrorismo islamista”, mentre la parola “jihadista” dovrebbe essere completamente abbandonata.

I commentatori su Twitter si sono lamentati del fatto che cambiare il termine era solo un flagrante tentativo di nascondere la realtà dell’ideologia principale che guida il terrorismo.

“Quindi, nonostante sia un ritratto accurato degli autori, a causa del vasto tsunami del politicamente corretto che si abbatte sulla spiaggia dell’opinione pubblica stanno pensando di intorbidire le acque!”, ha osservato uno.

“La correttezza politica NON risolverà questo tipo di problemi”, ha aggiunto un altro.

“Perché la polizia non si limita a svolgere il proprio lavoro e smette di farsi coinvolgere nel politically correct”, ha detto un altro.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Sky Cinema Uk mette un “trigger warning” all’inizio del remake di Alladin

Sky Cinema in Gran Bretagna ha messo degli avvertimenti accanto alle descrizioni di numerosi film popolari, sostenendo che alcuni “atteggiamenti” in quei film potrebbero essere obsoleti. La cosa ridicola e` che uno di questi film ha meno di un anno!

Il servizio streaming di Sky ha informa i suoi telespettatori che “Aladdin” del 2019 contiene “atteggiamenti, linguaggio e rappresentazioni culturali obsoleti che potrebbero causare offese oggi”.

Il ‘”trigger warning” di Sky ha suscitato prevedibili reazioni online.

La gente e` rimasta perplessa sul fatto che un remake dello scorso anno sia stato definito “obsoleto”.

“Aspetta che arrivino al gobbo di Notre Dame “! Vietato entro la fine della settimana! ” Il deputato di Mansfield Ben Bradley ha twittato.

Gli spettatori hanno affermato che assolutamente nessuno è stato offeso da Aladdin del 2019.

Con il remake del film, Disney ha provato in diversi modi ad “aggiustare” il film originale. I testi del “Principe Ali” sono stati appianati per evitare di descrivere un eroe Disney come proprietario di schiavi. Il remake ha anche cambiato il testo “problematico”di “notti arabe” che erano già state rese più “politicamente corrette” prima di allora, nel luglio 1993.

Sky Cinema è andato avanti e ha puntato il dito verso molti altri film, oltre a “Aladdin” del 2019.

Anche “Tropic Thunder” del 2008, che in precedenza aveva attirato l’attenzione a causa della blackface di Robert Downey Jr, è stato taggato.

La stessa descrizione fu aggiunta a molti classici più vecchi.

Gli spettatori hanno affermato che Sky Cinema sta distruggendo i film senza motivo e probabilmente dovrebbe licenziare il loro autore di descrizioni.

“The Goonies”, “Flash Gordon” e “Colazione da Tiffany” sono stati tutti vittime del controverso disclaimer e hanno indotto gli utenti del servizio a pensare di annullare la loro iscrizione. Alcuni hanno persino accusato il servizio di essere “anti-femminista” per aver segnato gli “Alieni” del 1986, con un forte vantaggio femminile.

Gli spettatori hanno suggerito che anche Shakespeare e Dickens dovrebbero essere accompagnati da un avvertimento.

Ottenere un’etichetta “razzista” non è raro per Disney Classics. “Peter Pan”, “Dumbo”, “Gli aristogatti”, “Lilli e il vagabondo” e “Fantasia” hanno tutti suscitato controversie in passato, a causa del loro contenuto “offensivo”, e hanno ricevuto un “avviso di sensibilità” da Disney +

Ora, sulla scia del movimento Black Lives Matter, più film e programmi TV vengono contrassegnati con trigger warning o completamente rimossi da servizi di streaming. La maggior parte dell’indignazione è stata causata dall’eliminazione di “Via col vento” da HBO Max. Il dramma della guerra civile degli Stati Uniti del 1939 è ampiamente considerato un classico del cinema e la decisione della HBO ha lasciato molte perplessità. Anche il popolare show televisivo americano “Cops” è stato abbandonato dalla sua rete, a seguito delle accuse che stava normalizzando la brutalità della polizia.

Fonte

Siamo in una nuova era oscura del totalitarismo, dove “unita` da combattimento” del politicamente corretto usano le piattaforme social per distruggere chi non e` d’accordo con loro

Questi gruppi di odiatori, che condannano, che fanno i moralizzatori, sono i nazisti dei giorni nostri. Non indossano uniformi o pistole, ma la loro arma di abuso psicologico online si sta dimostrando spaventosamente efficace.


Il totalitarismo non è scomparso quando i nazisti sono stati sconfitti. Si nascose, solo per tornare più tardi. Gli Stati Uniti e l’Europa hanno intuitivamente costruito un nuovo tipo elaborato di dittatura. Lo stato ha delegato le funzioni di sorveglianza, persecuzione, isolamento e giudizio alla società. Inizialmente, sembrava molto innocente: combattere contro l’intolleranza, difendere i maltrattati e gli oppressi. Nobili obiettivi.

Ma con il tempo, questi valori si sono trasformati in idoli, mentre l’intolleranza al male si è trasformata in intolleranza a un’opinione diversa. E i social media stanno peggiorando le cose. L’opinione pubblica è ora una macchina repressiva che si unisce alle persone, fischiando e distruggendo chiunque osi sfidare il suo sistema di valori e la sua bussola morale.

Gli adepti di questa macchina repressiva non indossano uniformi, non portano manganelli o taser, ma hanno altre armi, come l’istinto di gregge e il pensiero di gruppo, nonché profonde insicurezze e il desiderio di dominare – almeno intellettualmente.

L’abuso psicologico è uno dei loro metodi classici, poiché sfruttano la paura di una persona di finire da sola contro una folla. Invece di una cella di prigione o di un campo di concentramento, mettono le persone in isolamento sociale. Possono persino impedire che la vittima venga assunta, la classica repressione statale di un individuo.

In uno stato nazista, un tipo creativo come Lars von Trier potrebbe perdere il lavoro e la vita a causa della sua “arte degenerata”. Nel bellissimo stato moderno che stanno costruendo persone con volti belli, un Lars von Trier potrebbe perdere il lavoro, perché può essere un troll politicamente scorretto che a volte supporta un sistema di valori sbagliato. E un Robert Lepage non otterrà finanziamenti per la sua nuova produzione teatrale, perché tutte le parti della precedente sono state interpretate da attori bianchi.

Non è più necessario togliersi la vita. Senza lavoro, i geni svaniranno nell’oscurità e la nuova brigata del politicamente corretto li farà inginocchiare in segno di solidarietà. Individualmente, i membri di queste unità di combattimento sono spesso persone intelligenti e sofisticate, ma quando chiudono i ranghi nella lotta a favore o contro qualcosa, si trasformano in una folla ignorante e aggressiva.

E non ha senso discutere con loro. Hanno un solo criterio: sei con noi o contro di noi? Questo è uno strumento ideale per abusare dei singoli individui – non è fisico, è psicologico.

La Cina ha testato un nuovo sistema in diverse province attraverso il quale i cittadini e la loro comunità sono incoraggiati a valutare il comportamento sociale degli individui assegnando punteggi per il rispetto delle regole e dei valori praticati in questa società. Se non ottieni un punteggio elevato le tue prospettive sono limitate. Non è perfetto per i nuovi stormtroopers ?! È una reincarnazione moderna della banda di Monaco, dove un borghese mediocre e bramoso finge di essere un pensatore civile e progressista.

Hanno messo le etichette su tutti coloro che non sono d’accordo. Amano il dramma e la semplicità. Ma sono incapaci di impegnarsi in discussioni razionali. È naturale che abbiano iniziato parlando di valori elevati concludendo con rivolte. Ma non puoi frenare la libertà di amare o odiare usando una serie di regole stabilite dal nuovo comitato etico. Oggi, essere liberi significa essere al di fuori di questi ipocriti moralizzatori.

Fonte

Le Nazioni Unite dicono che non e` politicamente corretto usare i termini “marito e “moglie”

Esorta le persone a smettere di dire “fidanzato” e “fidanzata” per “creare un mondo più equo”.

Le Nazioni Unite hanno pubblicato un tweet in cui affermano che le persone non dovrebbero usare termini politicamente scorretti come “fidanzato”, “fidanzata”, “marito” e “moglie” per “aiutare a creare un mondo più equo”.

“Quello che dici è importante. Aiuta a creare un mondo più equo utilizzando un linguaggio neutro rispetto al genere se non sei sicuro del sesso di qualcuno o se ti riferisci a un gruppo “, afferma il tweet.

Elenca quindi una serie di termini accanto alla loro alternativa politicamente corretta.

Questi includono mankind, chairman, congressman, policeman, landlord, boyfriend/girlfriend, manpower, maiden name, fireman e husband/wife

Una burocrazia globalista senza volto che dice alla gente quali suoni possono uscire dalla loro bocca sorprendentemente non ha avuto un feedback molto positivo.

“Smetti di provare a controllare la lingua delle persone. È inquietante e inutile “, ha detto Lucy Harris.

“Siamo autorizzati a dire figlio o figlia o sia io che il mio coniuge riceveremo una visita da un ufficiale di polizia?” ha chiesto un altro.

Fonte

 

 

Tucker Carlson: L’OMS ha aiutato la Cina a nascondere la gravita` del Coronavirus

Ieri sera, Tucker Carlson ha rivelato, durante un potente monologo, come l’Organizzazione mondiale della sanità ha aiutato la Cina a nascondere la gravità del coronavirus e come i media statunitensi hanno chiuso un occhio sulla vicenda.

Il conduttore della Fox News ha osservato come il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom, “ha ottenuto il suo lavoro con il sostegno cinese dopo aver coperto le epidemie di colera nel suo paese d’origine” in Egitto.

Tedros ha negato l’accusa, che si concentra sulle affermazioni con cui minimizzo` le epidemie di colera in Etiopia nel 2006, 2009 e 2011, definendole “acute diarree liquide”.

Le Nazioni Unite in seguito dissero che sarebbero state salvate più vite se l’epidemia fosse stata accuratamente etichettata come colera.

Carlson ha quindi accusato Adhanom di essere l’epicentro della corruzione all’interno dell’OMS, congratulandosi con la Cina per la sua “rapida” risposta al coronavirus alla fine di gennaio, nonostante le prove diffuse che la Cina ha coperto l’epidemia per oltre un mese, ha mentito sulla sua gravità e poi messo a tacere gli informatori che cercavano di avvisare il mondo.

“Tutto quello che disse era una bugia”, ha detto Carlson, prendendo in causa un servizio australiano di 60 minuti che presentava un esperto il quale spiegava come la Cina sapeva della trasmissione da umano a umano del COVID-19 gia` da dicembre.

In effetti, come precedentemente dimostrato, il 14 gennaio l’OMS diffondeva come verita` la falsa notizia secondo cui non si era verificata alcuna trasmissione del coronavirus da uomo a uomo.

“La leadership dell’Organizzazione mondiale della sanità, quindi, sosteneva di seguire le misure anti-coronavirus cinesi, che apparentemente includono il far scomparire i medici che sostenevano la verita`”, ha dichiarato l’host di Fox News.

Ai Fen, un medico a capo dell’emergenza dell’ospedale centrale di Wuhan, ha affermato che Pechino le ha impedito di mettere in guardia il mondo scomparendo successivamente.

Sottolineando che i media statunitensi non hanno documentato correttamente la gravita` del coronavirus, Tucker ha osservato come fino a metà febbraio i funzionari sembravano più preoccupati della correttezza politica che della diffusione del virus.

“All’inizio di febbraio, il direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità stava ancora insegnando al pubblico che l’uso di termini come” Wuhan Virus “erano razzisti”, ha detto Carlson prima di mostrare una clip di Adhanom dell’11 febbraio in cui affermava che usare termini sbagliati per il coronavirus era “stigmatizzante”.

“Potresti pensare che l’Organizzazione mondiale della sanità, un gruppo che ha ottenuto l’anno scorso $ 58 milioni di dollari (tasse), potrebbe preoccuparsi del fatto che un governo arresti medici e non dica la verita` riguardo a nuove malattie mortali, ma no, come tante altre organizzazioni sono cani da guardia per i potenti e ciò significa che il loro vero lavoro e` quello di lustrare le scarpe al governo cinese “, ha concluso Carlson.

Fonte

Secondo un virologo italiano la risposta al Coronavirus e` stata rallentata dalla preoccupazione di essere “razzisti”

Un virologo italiano afferma che il tentativo del paese di non apparire “razzista” nei primi tempi dell’epidemia di coronavirus ha paralizzato la capacità di rispondere adeguatamente alla pandemia.

Il professor Giorgio Palù, professore di virologia e microbiologia all’Università di Padova, ha dichiarato alla CNN che le misure per imporre restrizioni sui viaggi e i controlli alle frontiere sono state prese troppo tardi a causa del politically correct.

“C’era una proposta per isolare le persone provenienti dall’epicentro, provenienti dalla Cina”, ha detto Palù alla CNN. “Poi e` stato considerato razzista, ma erano persone provenienti dal centro dell’epidemia”.

L’Italia è ora il paese più colpito al mondo in termini di decessi per coronavirus, con migliaia di persone che hanno perso la vita.

La necessità di minimizzare il potenziale “razzismo” e “stigmatizzazione” in risposta al coronavirus e` una politica approvata dalla stessa Organizzazione mondiale della sanità in numerose occasioni e adottata dal governo italiano di sinistra.

All’inizio di febbraio il sindaco di Firenze ha lanciato una campagna nazionale per incoraggiare gli italiani ad abbracciare i cinesi per strada per “arginare l’odio”.

Il filmato mostra persino degli italiani che rimuovono fisicamente la maschera di un uomo cinese mentre lo abbracciano.

Il sindaco ha persino pubblicato un video su Twitter di se stesso mentre abbracciava un cinese dall’aspetto imbarazzante per promuovere la campagna, che è stata lanciata per “esprimere solidarietà con la comunità cinese”.

Ora gli ospedali italiani in alcune aree sono completamente sopraffatti e l’intero paese è in stato di blocco.

Ciò sottolinea ancora una volta come la correttezza politica, che spesso la sinistra definisce come “l’essere gentile con le persone”, può spesso avere conseguenze mortali.

Fonte