Archivi Blog

Il “thriller pandemico” “Songbird” e` un calderone di programmazione predittiva

Il film “Songbird”, ambientato nel 2024, parla di un COVID-23 mutato, enormi campi di quarantena e uno stato di polizia ad alta tecnologia che utilizza gli smartphone per controllare le persone. Possiamo ancora chiamare tutto cio` “intrattenimento”?

Al momento della stesura di queste righe, il mondo sta entrando nel suo nono mese di “pandemia”, caratterizzato da vari gradi di lockdown, limitazioni nelle interazioni sociali, mascherine obbligatorie, sorveglianza high-tech e l’istituzione di una tirannia senza volto basata su statistiche e numeri.

Mentre le persone sono alla ricerca di modi per svegliarsi da questo scenario da incubo, Hollywood ha avuto una grande idea: facciamo un film su tutto ciò che sta accadendo in questo momento, ma peggio.

Il film in uscita Songbird è definito come un “thriller pandemico” (c’è qualcosa di “elettrizzante” in una pandemia?) Che si svolgerà nel 2024. Diretto da Michael Bay (Transformers, The Purge, A Quiet Place), il film parla di COVID-23 (una mutazione di COVID-19) che trasforma l’America in un incubo distopico, completo di campi di quarantena. Wikipedia descrive la premessa del film come segue:

Nel 2024, il virus SARS-CoV-2 è mutato e il mondo è al suo quarto anno di pandemia. Gli americani infetti vengono portati via dalle loro case e costretti in campi di quarantena chiamati Q-Zones, dove alcuni combattono contro le brutali restrizioni. Un corriere in moto, Nico, che ha una rara immunità, ha una relazione con Sara, una giovane artista che pero` non riesce a incontrare a causa del lockdown. Quando, apparentemente, Sara viene contagiata, Nico corre per le strade deserte di Los Angeles nel tentativo di salvarla.

Songbird è stato creato, girato e pubblicato a tempo di record. La produzione principale è iniziata l’8 luglio e si è conclusa il 3 agosto. È stato il primo film girato a Los Angeles durante il blocco di COVID-19. Le riprese sono state inizialmente interrotte da SAG-AFTRA (Screen Actors Guild), ma il giorno dopo è stato concesso il permesso di girare. Immagino che abbiano capito che questa narrazione doveva essere resa pubblica al più presto.
Parlando di narrazioni, il film è stato creato in collaborazione con uno studio di contenuti digitali giustamente chiamato Invisible Narratives. Fondata da Adam Goodman, l’ex presidente di Paramount Pictures e Dreamworks SKG, la società si descrive come “narrativamente dirompente che alimenta la cultura in collaborazione con persone influenti”. In altre parole: propaganda elitaria.

Anche lo slogan dell’azienda è estremamente appropriato in quanto si applica all’élite occulta nel suo insieme: Nascosto in bella vista.

Risultato di una ricerca Google per Invisible Narratives e il suo inquietante slogan.

Basta guardare il trailer ufficiale di Songbird per capire di cosa si tratta veramente: Programmazione Predittiva. Ecco uno sguardo a questa presunta opera di “intrattenimento”.

TRAILER
Il trailer di Songbird inizia con un uso molto ironico della canzone di Bob Marley Three Little Birds in cui ripete “ogni piccola cosa andrà bene”. Sono abbastanza sicuro che Marley non avrebbe approvato l’uso della sua canzone nel contesto follemente opprimente del film. Tuttavia, Hollywood ama avvelenare i contenuti sani e ottimisti con il suo programma di paura e oscurità che schiaccia l’anima, quindi ha pagato per i diritti della canzone.

Una cosa è certa, ogni piccola cosa non va bene in Songbird. Mentre la canzone si interrompe momentaneamente, sentiamo un annuncio che dice:

“Il coprifuoco è ora in vigore. Tutti i cittadini non autorizzati devono rimanere in casa “.

Mentre ascoltiamo queste parole, gli spettatori osservano una serie di paesaggi sconvolgenti.

Intere autostrade sono chiuse perché alle persone è vietato viaggiare.

Un parco divertimenti abbandonato con la parola “doomed” scritte su un muro. Il divertimento è finito

Un cartellone mostra oltre 8 milioni di morti nel 2024, mentre ordina alle persone di rimanere a casa. Questa merdata orwelliana esiste già in questo momento.

Poi, si sente un giornalista parlando della “213 ° settimana di lockdown”, che significa che il lockdown del 2020 non è mai finito.

Nel 2024, le persone sono ancora bombardate dalle stesse notizie sulla pandemia che vanno in onda oggi.

In questo triste contesto, milioni di americani infetti sono detenuti nei campi di quarantena. Lo stesso concetto di campi di quarantena è stato rappresentato anche in Utopia (una serie stranamente profetica) e Contagion (un altro pezzo di programmazione predittiva del 2012).

Le parole “Fateci uscire!!!” e “Aiuto” implicano fortemente che le persone vengono trattenute contro la loro volontà in condizioni terribili.

Masse di persone infette sono ammucchiate in campi decrepiti monitorati da elicotteri.

Le persone che non sono infette vivono in un lockdown senza fine e pesantemente controllato. La tecnologia utilizzata per controllare le persone è ben lungi dall’essere “fantascienza”.

Il protagonista del film mostra un braccialetto dimostrando di essere immune ai soldati mascherati che pattugliano le strade.

Il concetto di braccialetto immunitario è stato già introdotto alle masse nel già citato film Contagion.

Uno screenshot dal film Contagion. Le persone che hanno ricevuto il vaccino hanno braccialetti con codici a barre per entrare negli spazi pubblici.

L’idea di “passaporti immunità” o “braccialetti di immunità” è già in circolazione nella vita reale e film come Contagion e Songbird aiutano a normalizzarla al pubblico.

I telefoni vengono utilizzati per scansionare volti e rilevare malattie

Nello screenshot qui sopra, il telefono rileva un’anomalia. Una voce simile a Siri dice quindi:

“Le guardie armate arriveranno tra quattro o sei ore. Non devi tentare di lasciare la tua casa o apriraranno il fuoco a vista ”.

Immagino sia ora di disinstallare questa app e di darle una recensione negativa.

Le autorità irrompono in una casa per trascinare con la forza un cittadino in un campo di quarantena.

INTRATTENIMENTO?
Considerando il fatto che questo film si svolge in un futuro molto prossimo, usa il nome di un vero virus che sta attualmente distruggendo il mondo intero, e` girato in luoghi reali e coinvolge vere organizzazioni governative, possiamo ancora chiamarlo “intrattenimento”? Ecco la definizione ufficiale della parola:

1- l’atto di intrattenere; piacevole occupazione per la mente; diversione; divertimento
2- qualcosa che offra piacere, diversione o divertimento, specialmente un’esibizione di qualche tipo.

Non riesco a immaginare nessuno che provi “piacere o divertimento” guardando una versione ancora peggiore dell’attuale pandemia. Se COVID-19 (e l’isteria che lo circonda) era una ferita da coltello nello stomaco di qualcuno, Songbird è l’equivalente di un idiota di Hollywood che infierisce con il suo dito grasso e tozzo.

Non ci vuole un “teorico della cospirazione” per vedere che c’è qualcosa di strano in questa narrazione nel contesto di oggi. Ecco un estratto da un articolo di Movie Blend su Songbird:

In un altro contesto, Songbird sembra divertente, ma non sembra aprire una conversazione preziosa. Sembra che esista solo per aggiungere estremi e valore shock a un’esperienza collettiva già traumatizzante che stiamo ancora elaborando quotidianamente. Per qualcuno saltare due anni nel futuro usando gli eventi reali che accadono ora come punto di riferimento non è creativo o interessante. È spietato e freddo. Se fossimo nel bel mezzo della seconda guerra mondiale, pensi che vorremmo vedere uno scenario alternativo in cui e` peggiorata? No, è per questo che i musical e i cartoni animati hanno iniziato a diventare molto popolari allora.

La verità è che Songbird non è stato creato per il nostro intrattenimento. Si tratta di piantare idee e concetti nell’inconscio collettivo. Si tratta di normalizzare nuovi livelli di tirannia e isteria presentandoli come un’evoluzione logica del contesto attuale. In breve, si tratta di programmazione predittiva.
Allan Watts originariamente definiva la “programmazione predittiva” come segue:

“La programmazione predittiva è una forma sottile di condizionamento psicologico fornito dai media per far conoscere al pubblico i cambiamenti sociali pianificati che devono essere implementati dai nostri leader. Se e quando questi cambiamenti saranno attuati, il pubblico ne avrà già familiarizzato e li accetterà come progressioni naturali, riducendo così la possibile resistenza e agitazione pubblica “.

Ecco perché esistono film del genere. Anche se la vita reale non raggiunge i livelli di follia di Songbird, questi film creano dei precedenti nel nostro inconscio collettivo. Se vengono introdotte nuove restrizioni al pubblico, la gente dirà “almeno non è così male come in Songbird”.

In breve, nessuno di noi ha bisogno di guardare questa sessione di lavaggio del cervello camuffata da film. E tutti noi dobbiamo assicurarci che nulla della sua follia penetri nella vita reale.

Fonte

leadsongbird

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Ex senatore australiano sostiene che il “Grande Ripristino” e` la vera agenda dietro il Covid

I miliardari di Davos vogliono il “Green New Deal” ad ogni costo.

L’ex senatore australiano Cory Bernardi ha presentato un articolo per Sky News Australia in cui affermava che l’agenda dietro il panico COVID era che i miliardari d’élite di Davos realizzassero un “grande ripristino” che avrebbe visto cambiamenti sociali ed economici permanenti.

Notando che c’è “qualcosa di insolito nel continuo panico pandemico”, Bernardi ha citato esperti medici che “ora riconoscono che i lockdown non funzionano” e ha chiesto agli spettatori di “considerare se c’è un altro ordine del giorno che sottende all’intera pandemia”.

Infatti, in una recente intervista con lo Spectator, l’inviato speciale dell’Organizzazione mondiale della sanità su COVID-19, il dottor David Nabarro, ha invitato i leader mondiali a smettere di usare i lockdown come metodo di controllo primario perché stavano rendendo “i poveri molto più poveri . “

Bernardi ha poi evidenziato i commenti fatti da Klaus Schwab, fondatore e presidente del World Economic Forum, che ha detto ai colleghi globalisti che COVID-19 aveva dimostrato che il vecchio sistema era inadeguato e che “Ora è il momento storico non solo per combattere il … virus ma per modellare il sistema … per l’era post-corona. “

“(Mr Schwab) ammette che COVID è la nuova scusa per inaugurare il Green New Deal che gli allarmisti climatici, i profittatori e il grande governo spingono da anni”, ha detto Bernardi, aggiungendo che “la risposta globale a COVID è stata il sogno di ogni socialista verde.”

L’ex senatore ha notato come la pandemia di coronavirus avesse facilitato l’opportunità di imporre una repressione molto simile a cio` che i tecnocrati avevano precedentemente cercato di giustificare sotto la bandiera del cambiamento climatico, vale a dire, chiudere le economie, abbassare il consumo di carburante e viaggi aerei, nonché limitare le libertà civili. e libertà di movimento.

“Perché pensi che i Verdi australiani siano stati così tranquilli negli ultimi mesi … è perché la loro agenda politica sta prendendo vita?” ha chiesto Bernardi.

“Dopo decenni di menzogne sul cambiamento climatico e propaganda per forzare il governo delle élite, i socialisti hanno utilizzato l’isteria indotta dai media sulla salute pubblica come arma finale di distruzione economica”, ha aggiunto.

Evidenziando quanti degli stessi scienziati che hanno convinto i governi a imporre blocchi draconiani sono stati coinvolti anche nella modellazione computerizzata dell’IPCC che ha prodotto previsioni allarmistiche sul riscaldamento globale, Bernardi conclude che il blocco COVID assomiglia moltissimo al ‘Green New Deal’ e avrà lo stesso impatto disastroso sull’economia globale.

H/T: 21st Century Wire.

Fonte


 

131020senator1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €


 

Per il “culto covidiano” i fatti NON contano

Uno dei tratti distintivi del totalitarismo è la conformità di massa a una narrativa ufficiale psicotica. Non semplicemente ad una normale narrativa ufficiale, come la “Guerra fredda” o la “Guerra al terrore”, o anche ad un mito come il “Sogno americano”. Una narrazione ufficiale totalmente delirante che ha poca o nessuna connessione con la realtà e che è contraddetta da una preponderanza di fatti.

Il nazismo e lo stalinismo sono gli esempi classici, ma il fenomeno è meglio osservato nelle sette e in altri gruppi sociali subculturali. Verranno in mente numerosi esempi: la famiglia Manson, il Tempio del Popolo di Jim Jones, la Chiesa di Scientology, Heavens Gate, ecc., Ognuno con la sua narrativa ufficiale psicotica, ovvero Helter Skelter, Comunismo cristiano, Xenu e la Confederazione galattica, e così via.

Guardando dalla cultura dominante (o indietro nel tempo nel caso dei nazisti), la natura delirante di queste narrazioni ufficiali è palesemente ovvia alla maggior parte delle persone razionali. Ciò che molti non riescono a capire è che per coloro che cadono preda di esse (siano essi singoli membri di sette o intere società totalitarie) tali narrazioni non vengono registrate come psicotiche. Al contrario, credono siano normali. Tutto nella loro “realtà” sociale reifica e riafferma la narrazione, e tutto ciò che la sfida o la contraddice è percepita come una minaccia esistenziale.

Queste narrazioni sono invariabilmente paranoiche, descrivono il culto come minacciato o perseguitato da un nemico malvagio o da una forza antagonista da cui solo l’indiscussa conformità all’ideologia del culto può salvare i suoi membri. Fa poca differenza se questo antagonista è la cultura dominante, i controrivoluzionari, gli ebrei o un virus. Il punto non è l’identità del nemico. Il punto è l’atmosfera di paranoia e isteria che la narrativa ufficiale genera, che mantiene i membri della setta (o la società) conformi.

Oltre ad essere paranoiche, queste narrazioni sono spesso internamente incoerenti, illogiche e … beh, semplicemente completamente ridicole.

Questo non li indebolisce, come si potrebbe sospettare. In realtà, aumenta il loro potere, poiché costringe i loro aderenti a tentare di conciliare le loro incongruenze e irrazionalità, e in molti casi le totali assurdita`, al fine di rimanere consistenti con il culto. Tale riconciliazione è ovviamente impossibile e fa sì che le menti dei membri della setta vadano in corto circuito e abbandonino ogni parvenza di pensiero critico, che è esattamente ciò che vuole il leader della setta.

Inoltre, i leader della setta cambieranno spesso radicalmente queste narrazioni senza una ragione apparente, costringendo i membri del culto a rinunciare bruscamente (e spesso anche a denunciare come “eresia”) le convinzioni che erano stati precedentemente costretti a professare, e a comportarsi come se non avessero mai creduto loro, il che provoca un ulteriore cortocircuito delle loro menti, fino a quando alla fine rinunciano anche solo a pensare, e si limitano a ripetere a pappagallo tutte le sciocchezze senza senso con cui il leader del culto riempie le loro teste.

Inoltre, le sciocchezze senza senso del leader del culto non sono così prive di senso come potrebbe sembrare a prima vista. La maggior parte di noi, dopo aver incontrato tali incomprensioni, presume che il leader del culto stia cercando di comunicare e che qualcosa non va nel suo cervello. Ma l’intenzione del leader del culto non è quella di comunicare. La sua intenzione è disorientare e controllare la mente dell’ascoltatore. Ascolta Charlie Manson. Non solo per quello che dice, ma per come lo dice. Nota come inserisce pezzi di verità nel suo flusso di sciocchezze libere associate all’uso ripetitivo di cliché, descritti da Robert J. Lifton come segue:

“Il linguaggio dell’ambiente totalista è caratterizzato dal cliché che mette fine al pensiero. I problemi umani più complessi e di vasta portata sono compressi in frasi brevi, altamente selettive, dal suono definitivo, facilmente memorizzabili e facilmente espresse. Diventano l’inizio e la fine di qualsiasi analisi ideologica “.

  • Riforma del pensiero e psicologia del totalismo, 1961

Se tutto questo suona familiare, bene.

Perché le stesse tecniche che la maggior parte dei leader di sette usa per controllare le menti dei membri delle loro sette sono usate dai sistemi totalitari per controllare le menti di intere società … Milieu Control, Loaded Language, Sacred Science, Demand for Purity e altre tecniche standard di controllo mentale. Può succedere praticamente a qualsiasi società, proprio come chiunque può cadere preda di una setta, date le giuste circostanze.

Adesso sta accadendo alla maggior parte delle nostre società. È in corso di implementazione una narrazione ufficiale. Una narrazione ufficiale totalitaria. Una narrazione ufficiale totalmente psicotica, non meno delirante di quella dei nazisti, o della famiglia Manson, o di qualsiasi altro culto.

La maggior parte delle persone non può vedere che sta accadendo, per il semplice motivo che sta accadendo a loro. Non sono letteralmente in grado di riconoscerlo. La mente umana è estremamente resistente e creativa quando viene spinta oltre i suoi limiti. Chiedete a chiunque abbia sofferto di psicosi o abbia assunto troppo LSD. Non riconosciamo quando stiamo impazzendo. Quando la realtà cade completamente a pezzi, la mente crea una narrativa delirante, che appare altrettanto “reale”, perché anche un’illusione è meglio del crudele terrore del caos totale.

Questo è ciò su cui contano i totalitari e i leader delle sette e sfruttano per impiantare le loro narrazioni nelle nostre menti, e perché i rituali di iniziazione effettivi (al contrario dei rituali puramente simbolici) iniziano attaccando la mente del soggetto con terrore, dolore, esaurimento fisico, droghe psichedeliche, o qualche altro mezzo per cancellare la percezione della realtà da parte del soggetto. Una volta ottenuto ciò, e la mente del soggetto inizia a cercare disperatamente di costruire una nuova narrativa per dare un senso al caos cognitivo e al trauma psicologico che sta subendo, è relativamente facile “guidare” quel processo e impiantare qualsiasi narrazione tu voglia.

Ed è per questo che così tante persone – persone che sono in grado di riconoscere facilmente il totalitarismo nelle sette e nei paesi stranieri – non possono percepire il totalitarismo che sta prendendo forma ora, proprio davanti ai loro volti (o, piuttosto, proprio dentro le loro menti). Né riescono a percepire la natura delirante della narrativa ufficiale del “Covid-19”, non più di quelli che nella Germania nazista furono in grado di percepire quanto fosse completamente delirante la loro narrativa ufficiale della “razza superiore”. Queste persone non sono né ignoranti né stupide. Sono stati avviati con successo a una setta, che è essenzialmente ciò che è il totalitarismo, anche se su scala sociale.

La loro iniziazione al Culto Covidiano è iniziata a gennaio, quando le autorità mediche e i media aziendali hanno attivato la Paura con proiezioni riguardo milioni di morti da Covid e foto false di persone che cadevano morte per le strade. Il condizionamento psicologico è continuato per mesi. Le masse sono state sottoposte a un flusso costante di propaganda, isteria artificiale, speculazioni selvagge, direttive contrastanti, esagerazioni, bugie e effetti teatrali pacchiani. Lockdown. Ospedali da campo e obitori di emergenza. Il personale del NHS che balla e canta. Terapie intensive traboccanti di pazienti. Bambini morti per il Covid. Statistiche manipolate. Maschere. E tutto il resto.

Otto mesi dopo, eccoci qui. Il responsabile del programma di emergenza sanitaria presso l’OMS ha sostanzialmente confermato un IFR dello 0,14%, circa lo stesso dell’influenza stagionale.

Ed ecco le ultime stime del tasso di sopravvivenza dal Center for Disease Control:

Età 0-19 … 99,997%

Età 20-49 … 99,98%

Età 50-69 … 99,5%

Età 70+ … 94,6%

Non si tratta piu` di “scienza” . Un numero crescente di medici ed esperti sta rompendo i ranghi e spiegando come l’attuale isteria di massa sui cosiddetti “casi” (che ora include persone perfettamente sane) sia essenzialmente propaganda priva di significato, ad esempio, in questo segmento su ARD, uno dei grandi canali televisivi tedeschi tradizionali.

E poi c’è l’esistenza della Svezia e di altri paesi che non stanno giocando a pallone con la narrativa ufficiale del Covid-19, il che si fa beffe dell’isteria in corso.

Non ho intenzione di smascherare la narrativa. Il punto è che i fatti sono tutti disponibili. Non dai siti web dei “teorici della cospirazione”. Bensi` da fonti tradizionali ed esperti medici.

Il che non ha importanza almeno soprattutto per i membri del Culto Covidiano. I fatti non contano per totalitari e membri di sette. Ciò che conta è la lealtà al culto o al partito.

Il che significa che abbiamo un problema serio, almeno per quelli di noi per i quali i fatti contano ancora e che hanno cercato di usarli per convincere i cultisti covidiani che si sbagliano sul virus … per otto mesi a questo punto.

Sebbene sia fondamentale continuare a segnalare i fatti e condividerli il più ampiamente possibile (cosa che sta diventando sempre più difficile a causa della censura dei media alternativi e dei social media), è importante accettare ciò contro cui ci troviamo di fronte. Quello che dobbiamo affrontare non è un malinteso o un argomento razionale su fatti scientifici. È un movimento ideologico fanatico. Un movimento totalitario globale … il primo del suo genere nella storia umana.

Non è totalitarismo nazionale, perché viviamo in un impero capitalista globale, che non è governato da stati-nazione, ma piuttosto da entità sovranazionali e dallo stesso sistema capitalista globale. E così, il paradigma culto / cultura è stato invertito. Invece del culto esistente come isola all’interno della cultura dominante, il culto è diventato la cultura dominante, e quelli di noi che non si sono uniti al culto sono diventati isole isolate al loro interno.

Vorrei poter essere più ottimista e offrirti una sorta di piano d’azione, ma l’unico parallelo storico a cui riesco a pensare è come il cristianesimo ha “convertito” il mondo pagano, il che non è di buon auspicio per noi. Mentre sei seduto a casa durante i lockdown della “seconda ondata”, potresti voler rispolverare quella storia.

Fonte


 

covid-cult

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €


 

Il rapporto del Congresso conclude che la Cina avrebbe potuto facilmente prevenire la pandemia

Un nuovo rapporto dei membri del GOP della commissione per gli affari esteri della Camera ha concluso che la Cina ha coperto la pandemia del coronavirus e non è riuscita a seguire le linee guida sanitarie internazionali che avrebbero probabilmente prevenuto la pandemia globale.

Il rapporto, pubblicato lunedì, conclude che “è molto probabile che la pandemia in corso avrebbe potuto essere prevenuta” se la Cina fosse stata trasparente dopo l’inizio dell’epidemia a Wuhan.

“Non c’è dubbio che il [Partito Comunista Cinese] si sia attivamente impegnato in un insabbiamento progettato per offuscare i dati, nascondere le informazioni rilevanti sulla salute pubblica e sopprimere medici e giornalisti che hanno tentato di mettere in guardia il mondo”, osserva il rapporto.

“La ricerca mostra che il PCC avrebbe potuto ridurre il numero di casi in Cina fino al 95% se avesse adempiuto ai propri obblighi ai sensi del diritto internazionale e avesse risposto all’epidemia in modo coerente con le migliori pratiche”. aggiunge.

La cifra del 95% deriva dalla ricerca dell’Università di Southampton nel Regno Unito, che ha scoperto “che se gli interventi in [Cina] fossero stati condotti una settimana, due settimane o tre settimane prima, i casi avrebbero potuto essere ridotti del 66% , 86% e 95% rispettivamente, limitando in modo significativo la diffusione geografica della malattia “.

Il nuovo rapporto del Congresso evidenzia anche che “già a metà dicembre [2019], e non oltre il 27 dicembre, il PCC aveva informazioni sufficienti per valutare che fosse legalmente obbligato a informare l’OMS che l’epidemia di Wuhan era un evento che poteva costituire un’emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale. “”

Il rapporto conclude inoltre che anche l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) è stata complice dato che ha “ripetuto” la propaganda cinese.

“L’OMS è stata complice della diffusione e della normalizzazione della propaganda e della disinformazione del PCC”, afferma il rapporto, aggiungendo “Ha ripetuto fuorivianti informazioni come fossero verita`, l’OMS ha avuto un impatto negativo sulla risposta globale”.

“Sin dalle prime fasi dell’epidemia, l’OMS, sotto la guida del Direttore Generale Tedros [Adhanom Ghebreyesus], ha ripetuto a pappagallo e sostenuto come verità inviolabile, le dichiarazioni del PCC”, osserva il rapporto, aggiungendo “Un esame delle loro dichiarazioni pubbliche, compresi gli elogi accumulati sulla gestione della pandemia da parte del PCC, rivelano un’inquietante volontà di ignorare la scienza e fonti alternative credibili “.

Come abbiamo più volte evidenziato, il 14 gennaio, l’OMS ha amplificato la propaganda del governo cinese secondo cui non c’era stata alcuna “trasmissione da uomo a uomo” di COVID-19, nonostante ciò fosse effettivamente accaduto a novembre.

In effetti, non solo l’OMS ha aiutato la Cina a coprire la gravità dell’epidemia, ma ha anche messo a tacere gli esperti medici che hanno cercato di dire ai paesi di imporre i controlli alle frontiere a gennaio.

Ad aprile, abbiamo riferito che più fonti indicavano che il coronavirus era trapelato da un laboratorio a Wuhan e che l’Organizzazione mondiale della sanità era “complice” nell’aiutare la Cina a nascondere la verità dietro l’epidemia.

L’ultimo rapporto del GOP conclude anche che quando è diventato chiaro che il virus si stava diffondendo rapidamente, la Cina ha nazionalizzato la produzione di apparecchiature mediche pertinenti, assicurando il controllo sulle forniture globali.

“Secondo il Congressional Research Service (CRS), [il] controllo nazionalizzato della catena di approvvigionamento medico includeva” requisire la produzione e la logistica medica fino al livello di fabbrica “”, afferma il rapporto.

“È altamente probabile che la nazionalizzazione della capacità produttiva da parte della Cina di società straniere, comprese 3M e General Motors, abbia avuto un impatto diretto sulla capacità degli Stati Uniti e di altri paesi di procurarsi [dispositivi di protezione individuale] sul mercato globale”, aggiunge il rapporto.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00


 

I Wma 2020: Una abominazione distopica

Uno sguardo ai molti modi in cui i VMA del 2020 sono stati un calvario triste e imbarazzante che sembra essere uscito direttamente da un film distopico.

Quasi ogni anno, pubblico un articolo sui VMA perché riassumono sempre perfettamente le varie agende tossiche che vengono spinte dall’élite occulta. Tuttavia, quest’anno, mi sono completamente dimenticato dei VMA. E, a quanto pare, anche molte persone lo hanno fatto perché gli ascolti di quest’anno hanno toccato il minimo storico. In effetti, il pubblico e` diminuito del 5% rispetto al 2019, che è stato il precedente minimo storico. In effetti, gli VMA hanno toccato i minimi storici ogni anno negli ultimi tre anni.

I VMA del 2020 hanno raggiunto solo 6,4 milioni di spettatori (rispetto agli 11,4 milioni di dieci anni fa) nonostante il fatto che, per la prima volta in assoluto, siano stati trasmessi in simulcast su MTV, VH1, BET, BET Her, CMT, Comedy Central, Nick At Night, TV Land, MTV2, Logo, Pop e Paramount Network. Volevano davvero che le persone guardassero questo spettacolo. D’altra parte, negli ultimi anni MTV ha fatto tutto quanto in suo potere per rendere i VMA il più abrasivi e fastidiosi possibile. Hanno tolto tutto ciò che era in qualche modo divertente, interessante per introdurre gradualmente una propaganda pesante e completamente divisiva che proviene direttamente dall’élite occulta.

Quest’anno, l’isteria COVID ha aggiunto un altro strato di follia opprimente al mix. Il risultato: i VMA del 2020 sembrano usciti direttamente da un film distopico. Immagina una scena in cui masse sottoposte al lavaggio del cervello guardano la propaganda sponsorizzata dallo stato mascherata da “intrattenimento”. Questo è quello che è successo con i VMA.

A causa delle restrizioni COVID, lo spettacolo consisteva in segmenti preregistrati filmati di fronte a schermi verdi, il che faceva sembrare l’intero film un programma televisivo per bambini cattivi. A peggiorare le cose, i falsi rumori del pubblico hanno aggiunto un’atmosfera surreale e inquietante allo spettacolo.

Lo spettacolo avrebbe potuto essere salvato se si fosse concentrato sul divertimento e sulla musica. Ma no! I VMA del 2020 erano colmi di messaggi politici incessanti e implacabili che hanno chiarito un punto: questo non è intrattenimento. Questa e` propaganda.

PROPAGANDA GENERATA ARTIFICIALMENTE
Tutto, durante i VMA 2020 era talmente falso che, tra i messaggi che venivano lanciati agli spettatori, uno spiccava chiaramente: “Ti stiamo ingannando”.

All’inizio dello spettacolo, la presentatrice Keke Palmer entra in un “palcoscenico” completamente generato dal computer.
Quindi, si gira verso la finta folla alla sua destra.
Vediamo quindi una folla di persone sfocate e senza volto in CGI mescolate a falsi rumori. C’erano anche finte webcam che inquadravano persone nelle loro case. Stanno promuovendo la cultura del lockdown.

In questo contesto surreale ma opprimente, non c’era spazio per la libertà o l’improvvisazione. Tutto è stato provato e calcolato. Di solito, i conduttori dei VMA offrono una routine comica spigolosa che prende in giro le celebrità e le tendenze attuali. Non quest’anno. Dopo una debole battuta su quanto il 2020 sia brutto, il conduttore ha iniziato direttamente a un discorso sponsorizzato dall’élite. Ti risparmierò l’intera sessione di propaganda ma finisce così:

“Dobbiamo continuare a lottare per porre fine al razzismo sistemico. I leader di quel movimento siete voi, noi, le persone che stanno guardando stasera ”. ** Falsi applausi della folla **

Non diversamente da tutto ciò che circondava la conduttrice, quella frase era una bugia. I leader di questo “movimento” non siete voi, è l’élite globale. E sta usando le sue pedine dell’industria per promuovere in modo aggressivo il suo programma di divisioni e guerre razziali.

La performance di DaBaby lo vede saltare su una macchina della polizia mentre la città intorno a lui è in fiamme. Supportano le rivolte guidate da Antifa.

Poi, TheWeeknd è uscito per accettare un premio.

TheWeeknd riceve il premio per il miglior video.

Per accettare il suo premio, TheWeeknd è uscito vestito esattamente come nel suo video Blinding Lights, completo di falsi lividi (viene picchiato nel video). Come visto nei miei precedenti articoli su TheWeeknd, la maggior parte dei suoi video allude al lato oscuro dell’industria musicale. I suoi ultimi video rimangono all’interno di queste righe.

Mentre tiene il suo trofeo, TheWeeknd dice:

“È davvero difficile per me festeggiare e godermi questo momento, quindi dirò giustizia per Jacob Blake e giustizia per Brianna Taylor”. ** falso applauso ***

È stato un modo per dire ai giovani spettatori che nel 2020 non c’è più spazio per il divertimento e la felicità.

Ovviamente, la polizia non dovrebbe mai uccidere i cittadini e coloro che lo fanno devono essere perseguiti nella misura massima consentita dalla legge. Tuttavia, questi eventi sono attualmente sfruttati e strumentalizzati dai mass media per promuovere un’agenda che va ben oltre la brutalità della polizia.

Apparentemente MTV voleva davvero che TheWeeknd uscisse di nuovo e facesse ancora la stessa farsa. Così gli hanno dato il premio per la migliore canzone R&B, nonostante il fatto che Blinding Lights sia chiaramente una canzone pop. Tuttavia, Lady Gaga doveva assolutamente vincere il premio per la miglior canzone pop (ne parleremo più avanti), quindi gli hanno dato quello per l’R & B perché è nero (quelli che urlano razzismo più forte sono di solito i più razzisti).

Quindi, per accettare il premio per la migliore canzone R&B, TheWeeknd è uscito di nuovo con costume e trucco e ha ripetuto le stesse identiche parole davanti allo schermo verde. Non sarei sorpreso se registrassero entrambi i discorsi di accettazione uno dopo l’altro. Come affermato sopra, i VMA del 2020 non hanno lasciato assolutamente spazio per l’improvvisazione o per l’espressione di sé. Dì solo le frasi per la telecamera e scendi dal palco.

Oltre alla propaganda BLM finanziata da Soros, c’era anche propaganda COVID finanziata dall’OMS. Per celebrare la “cultura del lockdown” che l’elite sta imponendo al mondo, MTV ha creato una categoria speciale: “Miglior video da casa” … presentato da Coors Light (non me lo sto inventando).

Uno screenshot dal video Happy Days dei Blink-182. Un’opera d’arte così commovente.

Più tardi, l’attrice Sofia Carson è uscita per presentare un’altra categoria speciale “Video for Good”. Il premio è stato preceduto da un discorso distopico:

“Gli artisti di questa categoria hanno utilizzato la loro piattaforma per un bene superiore. E, così facendo, ci hanno ispirato tutti ”.

Naturalmente, “bene superiore” significa tutto ciò che è in linea con l’agenda dell’élite occulta.

Uno dei candidati è stato il video di Billie Eilish, all the good girls go to hell. Anche se si dice che questo video riguardi il “riscaldamento globale”, è principalmente una celebrazione di Lucifero sulla terra

Il vincitore della categoria “Video for Good” è stato I Can’t Breathe di H.E.R. La cantante è stata poi elogiata da Sofia Carson per “aver amplificato il movimento Black Lives Matter”.

Come affermato in articoli precedenti, BLM è finanziato dalla Open Society Foundation di George Soros per creare un cuneo nella società americana, inasprire le relazioni razziali e per giustificare le azioni delle sue fazioni più estreme come Antifa. MTV di proprietà dell’élite ha appena assegnato un premio alla propaganda.

Poi c’e` stata Lady Gaga.

L’INCORONAZIONE DI LADY GAGA
Lady Gaga veniva trottata dentro e fuori dal palco ogni 10 minuti. È stato ridicolo. Questo Gaga-fest è culminato con il premio Tricon (qualunque cosa significhi) che ha incoronato Lady Gaga come Gran Sacerdotessa dell’industria musicale.

Un paio di mesi fa, Lady Gaga era il volto di Together At Home, uno spettacolo finanziato dall’OMS che conteneva una pesante propaganda globalista. Pochi mesi dopo, poiché viviamo in un inquietante mondo distopico in cui solo un artista può brillare, Lady Gaga è anche il volto dei VMA. Ma non abbiamo davvero visto il suo viso perché continuava a nasconderlo dietro ogni tipo di maschera e museruola. Altri artisti e presentatori non indossavano maschere davanti alla camera perché era completamente ridicolo e non necessario. Tuttavia, ha indossato la maschera per promuovere l’agenda “isteria COVID” dell’OMS.

Lady Gaga accetta un premio indossando una maschera esagerata e inutile. In un enorme spettacolo di falsità, Gaga si comporta sorpresa ogni volta che accetta un premio come se non lo sapesse in anticipo.
Questa immagine riassume i VMA del 2020. Lady Gaga fa il simbolo delle corna mentre indossa una maschera dalle zanne che potrebbe benissimo essere una maschera con le corna. Ringrazia Satana mentre è messa a tacere dai suoi seguaci.
MTV ha scelto questa foto per promuovere il suo spettacolo. Sanno che è stra simbolica
La Gaga accetta il “Tricon award” mentre indossa una “corona”. Durante il suo interminabile discorso di accettazione, Gaga indica la telecamera e urla ordini attraverso la sua maschera come se fosse Darth Vader.

Alla fine del suo discorso, la Gaga dice:

“Stai al sicuro, dì la tua opinione e potrei sembrare un disco rotto, ma indossa una maschera. È un segno di rispetto “. ** Falsi applausi **

Fatto interessante: il governatore Andrew Cuomo ha permesso agli artisti che sono apparsi al VMA di bypassare la rigorosa quarantena del coronavirus di 14 giorni del suo stato. In altre parole, mentre gli americani laboriosi devono sottomettersi a misure draconiane per il bene di COVID, le pedine dell’élite possono saltare su jet privati e aggirare tutto questo. La Gaga ha comunque il coraggio di fare prediche.

Oltre ai suoi innumerevoli discorsi, la Gaga ha anche tenuto una performance molto lunga. E, ovviamente, e` stato simbolico.

La Gaga è nel suo soggiorno … mentre indossa una museruola. A quanto pare, non la rimuove mai.
La Gaga quindi attraversa una stanza piena di manichini smembrati. Come spiegato nei precedenti articoli di NV, i manichini sono un simbolo classico che rappresenta gli schiavi MK.
Il tatuaggio della farfalla di Ariana Grande + la maschera non necessaria = Schiava dell’industria
Dopo la canzone, Ariana Grande scompare tra i manichini. Lady Gaga riappare con un vestito diverso perché deve cantare ancora un’altra canzone.
Gaga suona su un pianoforte che è fatto per assomigliare a un cervello umano. Stanno letteralmente giocando con le nostre menti.

FINIRE IN BRUTTEZZA
Le persone dietro i VMA sono riuscite a trovare il modo peggiore possibile per porre fine a questo abominio: una performance dei Black Eyed Peas.

Cosa fai quando la tua canzone non spacca? Ti infili un led luminoso nei pantaloni. Questo dovrebbe intrattenerli
La fotocamera ingrandisce il dettaglio e rimane lì per una quantità imbarazzante di secondi.

I Black Eyed Peas hanno fatto seguire a questo spettacolo atroce il loro successo del 2009 che dice:

I’ve got a feeling … that tonight’s gonna be a good night

No, stasera non è stata una buona notte. I VMA del 2020 e il loro mix di messaggi tossici con musica schifosa hanno reso questa notte davvero brutta.

Lo spettacolo si è concluso con un sacco di grafica CGI combinata con falsi applausi.

Oh, ci mancavano gli alieni. Per favore, rapite i Black Eyed Peas e tutti gli altri coinvolti in questo spettacolo.

CONCLUDENDO
Se sei qualcuno che apprezza la realtà e l’autenticità, i VMA del 2020 erano un abominio assoluto. Tutto in quello spettacolo era una bugia.

Mi rendo conto che chi sta dietro lo spettacolo ha dovuto fare i conti con misure sanitarie senza precedenti ma chiaramente è andato nella peggiore direzione possibile. Invece di concentrarsi su divertimento, musica e intrattenimento, si sono concentrati sulla paura, sulla divisione e su una incessante propaganda.

Invece di celebrare l’arte, la libertà e la sana ribellione dei giovani, i VMA del 2020 erano un abominio opprimente e distopico che richiedeva l’estrema conformità e sottomissione a specifici programmi.

E chi meglio per promuovere questa merda di un gruppo di schiavi dell’industria con la museruola e controllati mentalmente? Il punto da cogliere: a nessuno importa più dei VMA. ** finti applausi **

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

La Lines diventa “woke” spingendo l’agenda gender

La Lines ha fatto una scoperta epocale: esistono donne che non hanno mestruazioni e uomini che invece ce le hanno. Come abbiamo fatto a non accorgecene per centinaia di migliaia di anni?

Si davvero. Come e successo l'anno scorso con la Gillete, queste grandi aziende stanno cercando di spingere assurdita in modo da manipolare i clienti in una narrativa ridicola ma funzionale all'agenda che i poteri forti vogliono raggiungere, ovvero la distruzione del concetto di uomo e donna, che va, come tessere del domino a distruggere il concetto di famiglia naturale e infine il concetto di stato nazione cosi` come lo conosciamo.

Sappiamo tutti come e andata a finire questa campagna con la Gilette: perdite catastrofiche che hanno costretto la societa a cambiare marketing. Recentemente la Red Bull ha licenziato i responsabili per la diversita` e l’inclusione che, ragionando come i colleghi della Lines stavano per distruggere il marchio di bibite energetiche.

I commentatori su Facebook non si sono risparmiati:

Queste aziende che per un mese colorano il loro logo con la bandiera LGBT, cercano di spingere nella mente dei giovani idee senza senso che non fanno altro che radicalizzare le nuove generazioni in posizioni detestabili e non scientifiche.

Anche l’immagine dell’articolo e` CRINGE, le scritte con alla fine l’asterisco sono un prodotto della neo lingue orwelliana che l’elite non vede l’ora applichiamo

Consiglio a qualsiasi donna di boicottare questa azienda di assorbenti finche’ non torneranno a vendere i loro prodotti senza propaganda di sistema. Nel nostro piccolo possiamo cambiare il mondo ed evitare che questi giganti si rubino il nostro futuro.

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Twitter e Youtube permettono la propaganda comunista, censurando aggressivamente le fonti conservatrici

Il Washington Free Beacon ha appena pubblicato i risultati di un’indagine sulle società di social media americane e la loro gestione della propaganda e della disinformazione del governo cinese che sono regolarmente distribuite sulle loro piattaforme.

Secondo quanto riferito, un’indagine condotta dal rappresentante della commissione per gli affari esteri della Camera, Michael McCaul, ha utilizzato le risorse del Congresso per esaminare in che modo le figure del PCC utilizzano piattaforme diverse e quali politiche ciascuna ha messo in atto per contrassegnare le informazioni come propaganda o censurarle.

Sorprendentemente, anche i siti web più rigorosi hanno gestito la propaganda cinese con i guanti di velluto, reprimendo allo stesso tempo le voci e le organizzazioni mediatiche conservatrici. Proprio oggi, Facebook ha rimosso un annuncio della campagna di Trump per l’utilizzo di un simbolo che un gruppo di attivisti di sinistra affermava essere un “simbolo nazista” (anche se la maggior parte degli americani e la maggior parte degli ebrei, probabilmente non lo avrebbero riconosciuto). Twitter, nel frattempo, rifiuta di rimuovere i tweet palesemente falsi, come i funzionari del PCC che affermano che il coronavirus è nato negli Stati Uniti.

Gli investigatori della Camera hanno scoperto che su tutte le principali piattaforme di social media, Twitter fa il peggior lavoro di controllo della propaganda del PCC e degli account che la condividono.

Mentre i cittadini cinesi medi non possono usare il sito, i funzionari del partito ottengono inspiegabilmente la spunta blu. Quando viene informata di specifiche violazioni, la società non ha fatto nulla per rimediare.

Twitter è emersa come la piattaforma più abusata e anche quella con il minor controllo. Mentre la società ha collaborato con l’indagine di McCaul, non ha rimosso nessuno dei posti di propaganda identificati dagli investigatori del Congresso.

“Nonostante la volontà di discutere le preoccupazioni del personale di minoranza HFAC, Twitter non sembra aver rimosso alcuna disinformazione del PCC dalla sua piattaforma né apportato modifiche significative in risposta alle nostre preoccupazioni per impedire al PCC di diffondere propaganda sulla sua piattaforma”, secondo l’indagine. “Inoltre, Twitter non etichetta né fornisce trasparenza sulla natura e le operazioni dei punti di propaganda del PCC. Piuttosto, li legittima permettendo loro di operare come utenti verificati.”

Ricorda, questa è la stessa società in cui un dipendente “di basso livello” ha minacciato di eliminare l’account di un senatore – in modo permanente – se non avesse eliminato un tweet sull’uso della frase “no quarter”, che è apparentemente inappropriato (anche se una ricerca rapida su twitter trova centinaia di usi del termine, se non migliaia).

Mentre un cittadino normale non puo` accedere a Twitter a causa delle rigide politiche di censura del paese, i funzionari del Partito Comunista sono spesso verificati dal sito Web, fornendo legittimità alle loro affermazioni. Il team di McCaul sostiene che ciò viola le politiche proprie di Twitter che vietano a persone e organizzazioni colpevoli di gravi violazioni dei diritti umani l’utilizzo di un account sul sito.

Inoltre, Twitter non applica ugualmente le sue regole. I conservatori di spicco, incluso Trump, hanno avuto i loro contenuti censurati o rimossi negli ultimi mesi. Ma i funzionari e le agenzie di stampa cinesi non hanno subito un trattamento simile.

Lo staff del Congresso ha descritto Twitter come deliberatamente poco collaborativo e il più riluttante a controllare la capacità delle figure del PCC di condividere tutto ciò che sentono sulla piattaforma, anche se, per esempio, stanno diffondendo teorie cospirative che il coronavirus ha avuto origine negli Stati Uniti, o che e` stato portato deliberatamente in Cina dai militari americani.

“Di tutte le società con cui ci siamo impegnati, Twitter è la piattaforma più pesantemente abusata dal PCC”, hanno scoperto gli investigatori. “Twitter ha applicato un’etichetta di controllo dei fatti al Tweet sul virus originato dai militari statunitensi dopo essere stato sulla piattaforma per più di un mese.

Sono i più riluttanti a fare qualsiasi cosa per impedire al PCC di diffondere informazioni dannose o fornire trasparenza attraverso etichette che informano gli utenti che stanno visualizzando contenuti promulgati dallo stato “.

Twitter ha affermato che controllerà solo i tweet di voci importanti, come il presidente. Gli investigatori del Congresso rimangono preoccupati che la Cina non sia considerata una priorità assoluta per il sito web.

Anche YouTube ha ottenuto un punteggio basso (una C-, rispetto alla D- di Twitter) per ingerenze simili. Anche se almeno YouTube etichetta gli account di propaganda cinese come propaganda governativa.

YouTube ha dimostrato ingerenze simili. Non blocca i funzionari comunisti e le agenzie di stampa né rimuove i loro materiali. YouTube, tuttavia, tenta di verificare i fatti e sorvegliare questi contenuti.

“YouTube etichetta i video da fonti propagandistiche del PCC, ma l’etichettatura è incoerente”, secondo il rapporto.

In molti casi, YouTube non è riuscito a classificare i contenuti del PCC come propaganda e non ha fornito agli spettatori informazioni complete sulla natura distorta di questi video.

Facebook ha ottenuto il miglior punteggio durante l’inchiesta – un C + – a causa della coerenza della società nell’etichettare la propaganda come “informazioni finanziate dallo stato”, rendendo chiaro ai lettori che si tratta di società mediatiche controllate dal governo cinese.

Facebook consente inoltre a numerosi organi di propaganda controllati dallo stato cinese di pubblicare liberamente informazioni errate, raggiungendo potenzialmente milioni di americani. Queste fonti includono China Daily, Xinhua e CGTN, che sono tutti i principali fornitori di propaganda approvata dal governo cinese.

Facebook ha ricevuto il punteggio più alto assegnato, un C +, grazie ai suoi sforzi per informare specificamente i lettori che stanno consumando informazioni finanziate dallo stato. Permette comunque a questi organi di propaganda di pubblicare liberamente contenuti sul proprio sito.

Facebook “attualmente non prevede di eliminare i contenuti contrassegnati dallo staff o di intraprendere azioni sufficienti per impedire al PCC di utilizzare Facebook per diffondere propaganda e bugie su COVID-19”, secondo il rapporto.

L’indagine fa parte di uno sforzo più ampio dei repubblicani congressuali per reprimere la propaganda cinese negli Stati Uniti, che non corrisponde esattamente all’affermazione di John Bolton secondo cui Trump si è fatto avanti con il presidente Xi e si è offerto di vendere i musulmani cinesi e la fiducia del pubblico americano per un po ‘di aiuto durante le prossime elezioni.

Fonte


 

Neovitruvian

La censura sui social media e` sempre piu` pesante aiutami a sopravvivere

€2,00

Yoel Roth, il capo delle policy aziendali sui contenuti di twitter, pensa che alla Casa Bianca ci siano nazisti

Ovviamente, un personaggio imparziale

Dopo che Twitter ha annunciato che avrebbe iniziato a fare il “fact checking” dei tweet del presidente Trump, è stato rivelato che il capo dell ‘”integrità del sito” presso il colosso dei social media pensa che tutti coloro che hanno votato per Trump siano razzisti e che ci siano “veri nazisti alla Casa Bianca “.

Dopo che il governatore della California Gavin Newsom ha firmato un ordine esecutivo per garantire che tutti gli elettori riceveranno votazioni postali per le elezioni di novembre, Trump ha avvertito in un tweet: “Le caselle postali verranno derubate, le schede elettorali saranno falsificate e persino stampate illegalmente e firmate in modo fraudolento”.

Twitter ha poi schiaffato diversi tweet di Trump con un’etichetta di avvertimento che affermava che “non vi è alcuna prova che le votazioni per corrispondenza siano collegate alla frode degli elettori”, citando la CNN e il Washington Post.

L’avvertimento ha anche messo in evidenza numerosi tweet di sinistra con la spunta blu che affermano che Trump aveva torto. Come documentiamo, la maggior parte di queste persone sono ossessionate da Trump e trascorrono praticamente ogni giorno a iperventilarsi su di lui su Twitter – difficilmente la fonte “neutrale” su cui si può fare affidamento per fornire un “controllo dei fatti”.

Ciò ha spinto Trump in seguito a twittare: “I repubblicani ritengono che le piattaforme dei social media mettano a tacere totalmente le voci dei conservatori. Li regoleremo o li chiuderemo prima di poter permettere che ciò accada. ”

Ora è emerso che il “responsabile dell’integrità del sito” di Twitter, Joel Roth, il leader del team responsabile dello sviluppo e dell’applicazione delle regole di Twitter, è un uomo di sinistra anti-Trump.

“Sto solo dicendo che sorvoliamo quegli Stati che hanno votato per un mandarino razzista per una ragione”, ha twittato a novembre 2016.

Roth ha anche affermato che ci sono dei “VERI NAZISTI NELLA CASA BIANCA”, qualcosa che probabilmente non avrebbe resistito a un “controllo dei fatti”.

Ha anche paragonato la consigliera della Casa Bianca Kellyanne Conway al ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels.

Roth è responsabile dell’integrità del sito su Twitter da luglio 2018 ed è responsabile della “sicurezza elettorale” e della “disinformazione”, il che significa che quasi sicuramente ha svolto un ruolo chiave nella decisione di “verificare i fatti” sui tweet di Trump.

Nel frattempo, attendiamo che Twitter faccia il “fact check” delle false affermazioni sulla “collusione russa” o su qualsiasi altra questione promossa dalle “spunte blu” che si sono dimostrate incredibilmente sbagliate.

Non fatevi illusioni.

Fonte

Bill Gates difende la Cina dicendo che “hanno fatto tante cose positive” mentre gli Stati Uniti sono stati “negligenti”

Il paladino della pandemia Bill Gates ha attaccato la risposta degli Stati Uniti allo scoppio del coronavirus, difendendo le azioni della Cina, sostenendo che lo stato comunista “ha fatto molte cose all’inizio”, anche se ha fallito nel mettere in guardia le autorità sanitarie globali e ha tentato di coprire la vera portata della crisi.

Apparendo alla CNN (ovviamente), Gates ha affermato che “la Cina ha fatto molte cose all’inizio”, ma ha ammesso che “Come qualsiasi paese in cui si manifesta un virus, possono riflettere su cio` che hanno fatto ed evitare che vengano commessi gli stessi errori in futuro. ”

Ma certo Bill!

Le varie persone messe a tacere e la menzogna sulla trasmissibilità contano tra le “cose giuste” fatte dalla Cina?

Quando Fareed Zakaria della CNN ha chiesto a Gates cosa ne pensasse delle menzogne e dell’inganno della Cina, il miliardario ha risposto che si trattava solo di “una distrazione”.

“Come risponderesti all’accusa che i cinesi hanno nascosto fatti importanti, ingannando essenzialmente il resto del mondo e, di conseguenza, dovrebbero essere ritenuti in qualche modo responsabili di ciò?” Ha chiesto Zakaria.

“Beh, non penso che sia una cosa importante perché non influisce sul modo in cui agiamo oggi”, ha risposto Gates.

Inoltre, Gates ha attaccato la risposta del governo degli Stati Uniti allo scoppio del virus, affermando che “Alcuni paesi hanno risposto molto rapidamente e hanno messo in atto misure che hanno evitato tragedie piu` grandi, ed è triste che gli Stati Uniti, da cui ti aspetteresti grandi cose, hanno agito particolarmente male. ”

Gates, che profitta miliardi, quindi ha fatto presente che l’unica cosa nella mente di tutti ora dovrebbe essere “considerare seriamente la grande scienza che abbiamo, il fatto che siamo tutti sulla stessa barca, testare nuovi trattamenti e trovare un vaccino. ”

È ovvio che Gates avrebbe preso questa posizione, dato che in pratica è l’Organizzazione mondiale della sanità.

L’OMS ha affrontato uno scandalo globale per aver ripetuto le pericolose bugie di un regime tirannico, che sta ancora sostenendo che il COVID-19 abbia causato meno di 5000 morti in tutta la Cina.

La fondazione di Gates è ora il più grande mecenate dell’OMS, poiché gli Stati Uniti hanno bloccato tutti i finanziamenti per l’organizzazione.

Mentre la maggior parte ha espresso disgusto nei commenti di Gates, la Cina ha apprezzato l’intervista e l’ha immediatamente usata come propaganda:

Fonte

Jon Stryker: Il miliardario che finanzia il movimento LGBT

Jon Stryker, 62 anni, è l’erede dell’omonima Stryker Corp., produttorice di dispositivi e apparecchiature mediche. Ha donato quasi 250 milioni di dollari della sua personale ricchezza a gruppi a sostegno dei diritti dei gay e dei coloni ebrei nella Gerusalemme araba.

Non c’è nulla di spontaneo nel movimento LGBT. Gli ebrei cabalisti usano la disforia di genere per destabilizzare la società.

Grazie a loro, l’agenda dei diritti LGBT – nota l’aggiunta di “T” – è diventata una forza potente e aggressiva nella società occidentale. I suoi sostenitori controllano i media, il mondo accademico, le professioni di spicco e, soprattutto, le grandi imprese e la grande filantropia.

Non molto tempo fa, il movimento per i diritti degli omosessuali era un piccolo gruppo di persone che facevano fatica a seguire le proprie disposizioni all’interno di una più ampia cultura eterosessuale. I gay e le lesbiche erano sfavoriti, a volte soggetti a discriminazione e abusi. La loro storia è stata tragica, la loro sofferenza drammatizzata dall’AIDS e da Rock Hudson, da Brokeback Mountain e da Matthew Shepard.

Jon Stryker è il nipote di Homer Stryker, un chirurgo ortopedico che ha fondato la Stryker Corporation. Con sede a Kalamazoo, nel Michigan, la Stryker Corporation ha venduto $ 13,6 miliardi in forniture chirurgiche e software nel 2018.

Stryker con il marito / moglie Slobodan Randjelović)

Jon, erede della fortuna, è gay. Nel 2000 ha creato la Arcus Foundation, un’organizzazione no profit al servizio della comunità LGBT, nata grazie alla sua esperienza da omosessuale. Arcus ha donato oltre $ 58,4 milioni a programmi e organizzazioni che svolgono attività connesse con LGBT solo tra il 2007 e il 2010, rendendolo uno dei maggiori finanziatori LGBT al mondo. Stryker ha donato più di $ 30 milioni a Arcus stesso in quel periodo di tre anni, attraverso le sue azioni nella Stryker Medical Corporation.

Stryker fondò Arcus proprio quando l’epidemia di AIDS fu messa sotto controllo negli Stati Uniti. Prima di fondare Arcus, fu presidente di Depot Landmark LLC, una società di sviluppo specializzata nella riabilitazione di edifici storici. Questo gli sarebbe tornato utile quando in seguito avrebbe rinnovato lo spazio per Arcus a Kalamazoo. È stato anche membro del consiglio di fondazione di Greenleaf Trust, una società di gestione patrimoniale privata.

La sorella di Jon, Ronda Stryker, è sposata con William Johnston, presidente di Greenleaf Trust. È anche vicepresidente dello Spelman College, dove Arcus ha recentemente concesso una sovvenzione di 2 milioni di dollari in nome della femminista lesbica Audre Lorde. Il denaro è destinato a un programma di studi queer. Ronda e Johnston hanno donato a Spelman complessivamente $ 30 milioni di dollari, la piu` grande donazione nella sua storia di 137 anni. È anche membro fiduciario del Kalamazoo College (dove Arcus ha concesso una sovvenzione di leadership per la giustizia sociale di $ 23 milioni nel 2012), nonché membro del Board of Fellows della Harvard Medical School.

Pat Stryker, un’altra sorella di Jon, ha lavorato a stretto contatto con Tim Gill. Gill gestisce una delle più grandi organizzazioni non profit LGBT in America ed è stato vicino alla famiglia Stryker da quando Jon ha creato Arcus. Nel 1999, Tim Gill ha venduto le sue partecipazioni a Quark, la sua società di software, e ha iniziato a lavorare con la Gill Foundation in Colorado. Lavorando a stretto contatto con Pat Stryker e altri due ricchi filantropi, che insieme divennero noti come i quattro cavalieri a causa delle loro spietate strategie politiche, decisero di cambiare il Colorado, uno stato rosso, in blu. Hanno proceduto a versare mezzo miliardo di dollari in piccoli gruppi a sostegno delle agende LGBT. Gill ha notato nella sua introduzione iniziale per Jon Stryker ai GLSEN Respect Awards 2015 che, dal momento che si conoscono, lui e Jon hanno “complottato, tramato, camminato insieme”, “punendo i malvagi e premiando il bene”.

Prima del 2015, Stryker aveva già costruito l’infrastruttura politica per guidare l’ideologia dell’identità di genere e il transgenderismo in tutto il mondo, donando milioni a piccole e grandi entità. Questi includevano centinaia di migliaia di dollari a ILGA, un’organizzazione LGBT per l’uguaglianza in Europa e in Asia centrale con 54 paesi partecipanti, e Transgender Europe, una voce per la comunità trans in Europa e in Asia con 43 paesi partecipanti (Transgender Europe ha anche finanziato minori organizzazioni come TENI, Transgender Equality Network Ireland).

Nel 2008 Arcus ha fondato la Arcus Operating Foundation, un braccio della fondazione che organizza conferenze, programmi di leadership e pubblicazioni di ricerca. In una riunione del 2008 a Bellagio, in Italia, 29 leader internazionali si sono impegnati ad espandere la filantropia globale per sostenere i diritti LGBT. All’incontro, insieme a Stryker e Ise Bosch, fondatore del Fondo Dreilinden in Germania, c’era Michael O’Flaherty, uno dei relatori per i principi di Yogyakarta sull’applicazione del diritto internazionale dei diritti umani in relazione all’orientamento sessuale e all’identità di genere ( principi delineati in Indonesia nel 2006). Con i Principi di Yogyakarta, i semi sono stati piantati per introdurre e collegare l’ideologia dell’identità di genere alle nostre strutture legali. O’Flaherty è stato eletto membro del Comitato dei diritti umani delle Nazioni Unite dal 2004.

Dall’incontro di Bellagio, Arcus ha creato MAP, il progetto di avanzamento del movimento LGBT, per tracciare il complesso sistema di patrocinio e finanziamento che promuoverebbe l’identità di genere / transgenderismo nella cultura. Allo stesso tempo, il Core Group LGBTI è stato formato come un gruppo interregionale informale dei paesi membri delle Nazioni Unite per rappresentare le questioni LGBTI sui diritti umani per i membri del Core Group delle Nazioni Unite finanziate da Arcus, tra cui Outright Action International e Human Rights Commission. I paesi membri del Core Group includono Albania, Australia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Croazia, El Salvador, Francia, Germania, Israele, Italia, Giappone, Montenegro, Messico, Nuova Zelanda, Norvegia, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti Stati, Uruguay e Unione Europea, nonché l’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani.

Queste iniziative promuovono l’identità di genere e il transgenderismo formando leader nell’attivismo politico, nella leadership, nella legge transgender, nella libertà religiosa, nell’istruzione e nei diritti civili. Ecco le principali organizzazioni supportate da Arcus: il Victory Institute, il Center for American Progress, l’ACLU, il Transgender Law CenterProgetto di finanziamento Trans Justice, OutRight Action International, Human Rights Watch, GATE, Parliamentarians for Global Action (PGA), The Council for Global Equality, U.N., Amnesty International e GLSEN. Il Consiglio di educazione e informazione sulla sessualità degli Stati Uniti (SIECUS), in collaborazione con Advocates for Youth, Answer, GLSEN, la Fondazione Human Rights Campaign (HRC) e Planned Parenthood Federation of America (PPFA), ha avviato una campagna per rimodellare le narrazioni culturali della sessualità e della salute riproduttiva. Altre sessantuno organizzazioni hanno firmato una lettera a sostegno di una revisione degli attuali curricula.

Nel 2013 Adrian Coman, un veterano delle Open Society Foundations di George Soros (un motore dell’ideologia transgender che ha creato iniziative per normalizzare i bambini transgender), è stato nominato direttore del programma internazionale per i diritti umani presso la Fondazione Arcus, per guidare l’ideologia dell’identità di genere a livello globale. In precedenza, Coman è stato direttore del programma dell’International Gay and Lesbian Human Rights Commission. E nel 2015, Arcus ha lavorato a stretto contatto con e finanziato i programmi della NoVo Foundation per il transgenderismo. NoVo è stata fondata da Peter Buffett, figlio del miliardario Warren Buffett.

Questi programmi e iniziative promuovono l’ideologia dell’identità di genere supportando varie organizzazioni religiose, associazioni sportive e culturali, formazione del dipartimento di polizia e programmi educativi nelle scuole elementari, scuole superiori (GLSEN, il cui fondatore è stato portato ad Arcus nel 2012 nel consiglio di amministrazione, ha influenzato molti curricula scolastici K-12 ) e università e istituzioni mediche – inclusa la American Psychological Foundation (APF). I fondi Arcus aiutano APF (la principale organizzazione psicologica negli Stati Uniti) a sviluppare linee guida per stabilire pratiche psicologiche transaffermative. Gli psicologi sono “incoraggiati” da quei soldi a modificare la loro comprensione del genere, ampliando la gamma della realtà biologica per includere identità mediche astratte.

Allo stesso tempo, Arcus guida l’ideologia dell’identità di genere e il transgenderismo sul mercato incoraggiando le aziende a investire in cause LGBT. Per non dimenticare, Stryker è l’erede di una società medica da $ 13,6 miliardi. Basta guardare le corporazioni che supportano gliLGBT durante il mese del pride di quest’anno per accertare il successo che Arcus ha avuto in questo campo.

Come mostra l’esempio della Arcus Foundation, il movimento per i diritti civili LGB di un tempo si è trasformato in un implacabile colosso, che ha forti legami con il complesso industriale medico e i corporativisti globali. La lobby farmaceutica è la più grande entità di lobby del Congresso. Sebbene gli attivisti presentino il movimento LGBT come un gruppo debole e impotente che soffre di oppressione e discriminazione, in verità esercita un potere e un’influenza enormi – potere che usa sempre più per riplasmare le nostre leggi, scuole e società.

Fonte