Archivi Blog

New York ha diffuso un video con “istruzioni in caso di attacco nucleare” ed è un incubo orwelliano

Il gruppo che gestisce le emergenze a New York ha recentemente pubblicato un video che elenca “passaggi importanti che i newyorkesi devono seguire se si verificasse un attacco nucleare”. E hanno davvero fatto di tutto per rendere questo video il più inquietante e orwelliano possibile. Il messaggio principale: stai a casa e segui i media.

Gli annunci di servizio pubblico che istruiscono le persone su cosa fare in caso di attacco nucleare non sono una novità negli Stati Uniti. Il film della Protezione Civile del 1951 Duck and Cover (con Bert the Turtle) è un pezzo iconico della storia dei media che definirà per sempre l’era della Guerra Fredda.

Bert the Turtle sta per “abbassarsi e nascondersi” dopo aver individuato una minaccia immediata.

Sebbene l’argomento di Duck and Cover sia incredibilmente deprimente (la distruzione totale della società a seguito di un’esplosione nucleare), il video riesce a rimanere in qualche modo allegro, ottimista e divertente. Attraverso l’uso di jingle accattivanti e simpatici personaggi dei cartoni animati, Duck and Cover fa un buon lavoro nell’informare grandi e piccini senza riempirli di terrore totale.

Tornando al 2022: TERRORE TOTALE. In effetti, la gestione delle emergenze di New York ha rilasciato un PSA per la preparazione nucleare che è l’esatto opposto di Duck and Cover. È inquietante, scoraggiante e inutilmente orwelliano. Ecco il video.

Tutto in questo video mi disturba nel profondo.

Innanzitutto: perché adesso? L’ultima bomba atomica è stata sganciata più di 75 anni fa. Perché stanno mettendo questi pensieri nella testa delle persone durante l’estate 2022? Stanno cercando di dirci che hanno ricevuto minacce nucleari credibili rivolte in modo specifico a New York? In caso contrario, perché dovrebbero spendere tempo e risorse per creare questa pubblicità?

Duck and Cover è stato rilasciato durante la Guerra Fredda, pochi anni dopo che gli Stati Uniti hanno sganciato due bombe atomiche sul Giappone. In altre parole, l’esistenza del video era giustificata dal contesto geopolitico dell’epoca.

Siamo nel 2022 e questo video è letteralmente spuntato dal nulla. Peggio ancora, il suo messaggio è stranamente in linea con l’obiettivo finale dell’élite globale:

ADEGUATI O MUORI
Come detto sopra, tutto ciò che riguarda questo video è inquietante. Fondamentalmente fa di tutto per spaventare i suoi spettatori, attraverso ogni tipo di metodo bizzarro.

Il video si svolge in una falsa strada di New York modellata in 3D (o qualcosa del genere).

Usando malissimo lo schermo verde, il narratore viene posizionato sopra lo sfondo nel modo più innaturale possibile.

Il risultato finale di questa configurazione visiva è semplicemente inquietante. Si può già sentire la falsità di tutto ciò. Poi la signora inizia a parlare e le cose peggiorano. Lei dice:

“Quindi c’è stato un attacco nucleare. Non chiedermi come o perché, sappi solo che si tratta del big one”.

Queste prime due frasi danno al video il bizzarro tono “NON FARE DOMANDE”.

Infatti, dopo aver detto “Quindi c’è stato un attacco nucleare” (come se stesse raccontando casualmente una storia su quella volta in cui ha restituito un giubbotto a TJ Maxx), ci dice di non chiedere “come” o “perché”. È un modo strano di iniziare un video. Fin dall’inizio, gli spettatori sono ridotti allo stato del bestiame che deve fare come indicato senza fare domande.

Poi aggiunge “Sappi solo che il big one ha colpito”.

Il big one? È una maniera strana di esprimere le cose. È quasi come se questo “big one” fosse una cosa inevitabile che aspettavamo con impazienza.

Per riassumere gli ultimi paragrafi, questa signora ha detto solo circa 9 parole e sono già profondamente irritato. E questo potrebbe essere l’obiettivo prefissato.

Poi, con un sorriso inquietante, la signora ci dice di entrare in casa rapidamente.

Seriamente, perché sorride? Non mi fa sentire meglio, mi fa venire i brividi. È come se sapessero che stanno giocando con la testa delle persone e si divertono molto.

Quindi, la signora si trasferisce all’interno. E, per dentro, intendo dire che appare di fronte a un altro falso green screen. Comincio a sentirmi come se stessi guardando Sesame Street o qualcosa del genere.

Perché non sta proiettando un’ombra? Il mio cervello non sta calcolando ciò che sta vedendo.

Una volta dentro, cosa fai? Bene, fai quello che l’élite vuole sempre che tu faccia: seguire i media. Sì, il passaggio n. 3 è letteralmente “Segui media”. Non è “rimanere informato” o un fraseggio che rispetta l’intelligenza delle persone. È “segui media”. Le parole contano.

Lei aggiunge:

“E non uscire finché i funzionari non dicono che è sicuro”.

Dopo il COVID, i media e le autorità sono inquietantemente a proprio agio nell’emettere ordini orwelliani generali che si applicano a intere popolazioni. In effetti, il 2020 è stato tutto incentrato sul “ripararsi a casa”, “seguire i media” e “aspettare che fosse sicuro uscire”. Apparentemente, mancano davvero quei giorni e stanno fantasticando di riviverli usando spaventosi scenari nucleari.

Capisco che nessuno dovrebbe starsene in giro dopo un’esplosione nucleare, ma l’insistenza di questo video nel nascondersi e seguire i media è piuttosto scoraggiante. Perché questo tipo di messaggi estremi viene visualizzato ora?

Infine, la signora conclude questo favoloso pezzo di WTF con una brillante conclusione:

“Ce la farete!”

Mi sento molto meglio. Dopo che mi è stato detto che devo nascondermi fino a quando i media sponsorizzati dallo stato non mi dicono cosa fare, la signora usa un’espressione cool per relazionarsi con me.

CONCLUDENDO
Qualcuno potrebbe dire: “Questo video che stai prendendo in giro potrebbe un giorno salvarti la vita, coglione!”. Onestamente penso che ci sia di più in questo video oltre alla semplice comunicazione di informazioni. Tutto in esso puzza di propaganda orwelliana, obbedienza indiscussa e spargimento di paura a tutto campo. Il video nel suo insieme mi spinge a pensieri folli come: e se venisse utilizzato un falso attacco nucleare per ridurre un’intera popolazione alla completa sottomissione?

E questo video non è semplicemente su internet, fa parte di una campagna diffusa a New York.

Questa inquietante insegna nel Menlo Park Mall, nel New Jersey, è presente da aprile.

In breve, questo video potrebbe essere solo una scusa per dire sfacciatamente alle persone di stare zitte e “seguire i media”. Se mai ci sarà un’esplosione nucleare, suppongo che mi limiterò a nascondermi e coprirmi. Perché, dopo tutto, ce la farò!

Fonte

leadnycnuke

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante. aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €