Archivi Blog

La storia occulta delle PSYOPS americane e il simbolismo occulto del video di reclutamento

Un video prodotto dal 4° PSYOP accenna ai vari modi in cui i mass media vengono utilizzati per condurre una guerra psicologica contro il pubblico. Ecco uno sguardo a questo video simbolico e alla strana storia (occulta) delle PSYOPS.

L’obiettivo delle PSYOP è, essenzialmente, quello di incasinare le menti delle persone. Abbastanza appropriatamente, un recente video di reclutamento del 4° Gruppo PSYOP ha ottenuto proprio questo. Pubblicato sugli account ufficiali dei social media associati alle forze armate statunitensi, il video intitolato Ghosts in the Machine ha guadagnato una certa popolarità in quanto gli spettatori sono rimasti colpiti dalla qualità di produzione del video… mentre sono rimasti sconcertati dal suo messaggio generale e dal simbolismo.

Che cosa significa tutto questo? Per comprendere meglio questo video, diamo un’occhiata all’affascinante ma segreto mondo delle PSYOPS.

PSYOPS

PSYOPS sta per “operazioni psicologiche”. Può essere definito come:

“Attività psicologiche pianificate utilizzando metodi di comunicazione e altri mezzi diretti a un pubblico riconosciuto al fine di influenzare le percezioni, gli atteggiamenti e il comportamento, per il raggiungimento di obiettivi politici e militari”.

Quando i libri descrivono le PSYOPS, spesso si riferiscono a strategie dell’era della prima guerra mondiale come far cadere volantini da un aereo per demoralizzare il nemico. Quell’era è finita da tempo. Le PSYOPS sono andate ben oltre questi metodi primitivi adottando tecniche altamente sofisticate utilizzando le ultime tecnologie e l’immenso potere dei mass media.

Ma questo non è tutto. C’era sempre un elemento “magico”, soprannaturale nelle PSYOPS.

Queste allusioni alla magia non sono solo figurative. Il reparto scientifico delle PSYOPS ha svolto ricerche approfondite su fenomeni occulti e soprannaturali come l’ESP (percezione extrasensoriale) e la visione a distanza.

Questa relazione simbiotica tra PSYOPS e l’occulto è pienamente personificata da una figura importante ma controversa: Michael Aquino.

MICHAEL AQUINO E LE MINDWARS

Il tenente colonnello Michael A. Aquino.

Michael Aquino si è unito all’esercito degli Stati Uniti nel 1968 dove è diventato un ufficiale specializzato in guerra psicologica e, in seguito, tenente colonnello nell’intelligence militare.

Mentre Aquino ha scalato i ranghi delle forze armate statunitensi, ha anche scalato i ranghi di un’altra organizzazione: la Chiesa di Satana.

“Michael Aquino iniziò a corrispondere con Anton LaVey mentre era un agente per l’esercito degli Stati Uniti, di stanza nelle giungle del Vietnam. Aquino tornò negli Stati Uniti e presto fu nominato sacerdote di alto rango ed editore della newsletter Cloven Hoof della chiesa. Il suo aspetto distintivo – sfoggiava una prominente picco della vedova e sopracciglia scure accentuate – si fece tatuare un piccolo 666 sul cuoio capelluto.
– Washington Post, A Devil of a Time

Aquino mentre si dedica al satanismo.

Con il passare degli anni, il rapporto tra Aquino e LaVey si è deteriorato. Il motivo principale: LaVey credeva che Satana fosse una forza simbolica mentre Aquino credeva nell’esistenza letterale di Satana. Nel 1975, Aquino fondò il Tempio di Set, un ordine occulto che ruotava attorno a una divinità egizia su cui si supponeva fosse basato il Satana ebraico.

Le attività occulte di Aquino non interferirono con la sua carriera militare. In effetti, ha descritto la politica e la propaganda come forme di “magia nera minore”.

Aquino divise la magia nera in due forme: magia nera minore e magia nera maggiore. Ha affermato che la magia nera minore implica “spingere” le cose che esistono nell ‘”universo oggettivo” a fare un atto desiderato utilizzando “leggi fisiche o comportamentali oscure” e in questa categoria ha inserito la magia scenica, gli psicodrammi, la politica e la propaganda.
– Jesper Aagaard, “I semi di Satana: Concezioni della magia nel satanismo contemporaneo”

Nel 1980, in qualità di “PSYOP Research & Analysis Team Leader”, Aquino fu il coautore di MindWar, un documento interno dell’esercito americano sul futuro delle operazioni psicologiche. Sebbene questo documento fosse destinato solo agli occhi dei responsabili politici del governo, è diventato accidentalmente pubblico. E ha suscitato molto scalpore.

“Il governo invade la mente al di là dell’errata e casuale eredità dei famigerati esperimenti MKULTRA? Ancora più inquietante, tali sforzi si estendono oltre la ricerca scientifica convenzionale alle arti oscure e arcane la cui stessa esistenza è materia di leggenda?
– Descrizione del libro MindWar

Il minimo che si possa dire è che MindWar fosse visionario. Ha predetto accuratamente la 4a generazione di guerra che si concentra sul bypassare gli eserciti per “attaccare la popolazione, la cultura e le istituzioni”. E il modo migliore per raggiungere questo obiettivo era, ovviamente, attraverso i mass media.

“Nel suo contesto strategico, MindWar deve raggiungere gli amici, i nemici e le parti neutrali allo stesso modo in tutto il mondo – non attraverso i primitivi volantini e altoparlanti da “campo di battaglia” né attraverso lo sforzo debole, impreciso e ristretto della psicotronica – ma attraverso i media posseduti dagli Stati Uniti che hanno la capacità di raggiungere praticamente tutte le persone sulla faccia della Terra.

Questi media sono, ovviamente, i media elettronici: televisione e radio. Gli sviluppi all’avanguardia nella comunicazione satellitare, nelle tecniche di registrazione video e nella trasmissione laser e ottica delle trasmissioni rendono possibile una penetrazione nelle menti della popolazione mondiale, impensabile solo pochi anni fa”.
– Michael A. Aquino e Paul E. Valley, “MindWar”

L’obiettivo finale di MindWar è fare in modo che le persone facciano volentieri ciò che dovrebbero fare, senza rendersi conto di essere state spinte verso quella decisione in ogni fase del processo.

“Affinché la mente creda nelle proprie decisioni, deve sentire di aver preso quelle decisioni senza coercizione. Le misure coercitive utilizzate dall’operatore, di conseguenza, non devono essere rilevabili con mezzi ordinari. Non c’è bisogno di ricorrere a farmaci che indeboliscono la mente come quelli esplorati dalla CIA; in effetti, se venisse reso pubblico ancbe uno solo di questi metodi, la conseguenza sarebbe quella di danneggiare inaccettabilmente la reputazione di MindWar”.
– Ibid.

Verso la fine di questo breve documento, Aquino va ben oltre i mass media. Afferma che le PSYOPS devono fare pieno uso di fenomeni come i campi elettromagnetici e le onde a bassissima frequenza (ELF) per rendere le persone più suggestionabili a MindWar.

“Ci sono alcune condizioni puramente naturali in cui le menti possono diventare più o meno ricettive alle idee e MindWar dovrebbe sfruttare appieno fenomeni come l’attività atmosferica, la ionizzazione dell’aria e le onde a frequenza estremamente bassa”.

Le onde ELF fino a 100 Hz sono presenti in natura, ma possono essere prodotte artificialmente (come per il Progetto Sanguine della Marina per la comunicazione sottomarina). Le onde ELF non vengono normalmente notate dai sensi, tuttavia il loro effetto risonante sul corpo umano è stato collegato sia a disturbi fisiologici che a distorsioni emotive. La vibrazione a infrarossi (fino a 20 Hz) può influenzare subliminalmente l’attività cerebrale per allinearsi ai modelli di onde delta, theta, alfa o beta, inclinando il pubblico verso qualsiasi cosa, dall’alterità alla passività. Gli infrasuoni potrebbero essere usati tatticamente, poiché le onde ELF resistono a grandi distanze; e potrebbe essere utilizzato anche in combinazione con le trasmissioni dei media”.
– Ibid.

Hai letto correttamente: Aquino ha affermato che gli ELF possono essere utilizzati insieme alle trasmissioni dei media.

Nel mio articolo 2018 “File del governo sul controllo mentale remoto” ho analizatto documenti ufficiali trapelati sull’alterazione delle onde cerebrali.

Detto questo, diamo un’altra occhiata al video di reclutamento PSYOP.

GHOST IN THE MACHINE
Il video di reclutamento del 4° gruppo PSYOP ruota attorno al detto “Tutto il mondo è un palcoscenico”, una citazione di William Shakespeare che paragona il mondo a un’opera teatrale e le persone agli attori. Tuttavia, nel contesto delle PYSOP, questa citazione assume un significato più profondo: molti degli eventi che vediamo in tutto il mondo sono messi in scena e coreografati da burattinai invisibili.

Abbastanza appropriatamente, il video inizia con le parole:

“Ti sei mai chiesto chi tira le fila?”

Un burattinaio che tira le fila.

Questa figura inquietante appare in tutto il video senza rivelarsi. Tuttavia, la sua silhouette sembra familiare.

A sinistra: una figura inquietante. A destra: Aquino.

Il video accenna sottilmente ai vari “campi di battaglia” delle PYSOP usando inquadrature intelligenti.

“La guerra si sta evolvendo e tutto il mondo è un palcoscenico”. Sullo sfondo, vediamo immagini di persone che filmano propaganda e una persona che suona il piano. Perché l’industria musicale è coinvolta nella guerra psicologica.

Il video presenta più scene di persone che guardano i loro social media perché Facebook, Twitter, YouTube, Google, Reddit e altri sono campi di battaglia di MindWar.

Un cartone animato d’altri tempi mostra un clown maldestro che si rivela essere un fantasma

Il messaggio di questa immagine altamente simbolica: i tuoi ridicoli intrattenitori sono in realtà agenti di propaganda.

Un intrattenitore simile a un clown (simile a quello visto nel cartone animato) si prepara a esibirsi mentre vengono visualizzate le parole “ci mostriamo in varie forme”.

L’inquadratura di un cinema vuoto indica che l’industria dell’intrattenimento è completamente coinvolta nella guerra psicologica contro i cittadini.

In tutto il video vediamo immagini di proteste e movimenti politici.

Il messaggio di queste scene: questi eventi non sono accaduti organicamente, sono stati il ​​risultato di una guerra psicologica. Come ha scritto Aquino:

“Affinché la mente creda nelle proprie decisioni, deve sentire di aver preso quelle decisioni senza coercizione”.

CONCLUDENDO
Ghosts in the Machine è un video di reclutamento realizzato in modo intelligente che sembra rivolgersi a un pubblico specifico: persone “convinte della cospirazione”… che vogliono prendere parte alla cospirazione. Attraverso varie scene simboliche, il video spiega come il 4° Gruppo PSYOP usi la guerra psicologica per difendere gli interessi americani nei conflitti stranieri, in particolare quelli che coinvolgono Cina e Russia. Detto questo, si pone una domanda fondamentale: la guerra psicologica viene usata contro cittadini americani e paesi alleati?

Quando iniziarono le PSYOP, furono create leggi per impedire ai militari di condurre guerre psicologiche sui cittadini statunitensi. Tuttavia, lo stesso Aquino ha osservato che l’invasione dell’Iraq del 2003 è stata preceduta da un “estremo MindWar sul popolo americano”.

Sebbene sia possibile che il 4° Gruppo PSYOP si concentri su avversari stranieri, la guerra psicologica è attualmente utilizzata da tutti i tipi di attori statali e non statali. Nel 21° secolo, le forze globaliste controllano i mass media e i partiti politici. In quanto tale, questo potente gruppo d’élite ha condotto uno sforzo MindWar senza precedenti per “attaccare la popolazione, la cultura e le istituzioni”. Sta accadendo proprio davanti ai nostri occhi.

Fonte

leadghost4

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €