Archivi Blog

New York ha diffuso un video con “istruzioni in caso di attacco nucleare” ed è un incubo orwelliano

Il gruppo che gestisce le emergenze a New York ha recentemente pubblicato un video che elenca “passaggi importanti che i newyorkesi devono seguire se si verificasse un attacco nucleare”. E hanno davvero fatto di tutto per rendere questo video il più inquietante e orwelliano possibile. Il messaggio principale: stai a casa e segui i media.

Gli annunci di servizio pubblico che istruiscono le persone su cosa fare in caso di attacco nucleare non sono una novità negli Stati Uniti. Il film della Protezione Civile del 1951 Duck and Cover (con Bert the Turtle) è un pezzo iconico della storia dei media che definirà per sempre l’era della Guerra Fredda.

Bert the Turtle sta per “abbassarsi e nascondersi” dopo aver individuato una minaccia immediata.

Sebbene l’argomento di Duck and Cover sia incredibilmente deprimente (la distruzione totale della società a seguito di un’esplosione nucleare), il video riesce a rimanere in qualche modo allegro, ottimista e divertente. Attraverso l’uso di jingle accattivanti e simpatici personaggi dei cartoni animati, Duck and Cover fa un buon lavoro nell’informare grandi e piccini senza riempirli di terrore totale.

Tornando al 2022: TERRORE TOTALE. In effetti, la gestione delle emergenze di New York ha rilasciato un PSA per la preparazione nucleare che è l’esatto opposto di Duck and Cover. È inquietante, scoraggiante e inutilmente orwelliano. Ecco il video.

Tutto in questo video mi disturba nel profondo.

Innanzitutto: perché adesso? L’ultima bomba atomica è stata sganciata più di 75 anni fa. Perché stanno mettendo questi pensieri nella testa delle persone durante l’estate 2022? Stanno cercando di dirci che hanno ricevuto minacce nucleari credibili rivolte in modo specifico a New York? In caso contrario, perché dovrebbero spendere tempo e risorse per creare questa pubblicità?

Duck and Cover è stato rilasciato durante la Guerra Fredda, pochi anni dopo che gli Stati Uniti hanno sganciato due bombe atomiche sul Giappone. In altre parole, l’esistenza del video era giustificata dal contesto geopolitico dell’epoca.

Siamo nel 2022 e questo video è letteralmente spuntato dal nulla. Peggio ancora, il suo messaggio è stranamente in linea con l’obiettivo finale dell’élite globale:

ADEGUATI O MUORI
Come detto sopra, tutto ciò che riguarda questo video è inquietante. Fondamentalmente fa di tutto per spaventare i suoi spettatori, attraverso ogni tipo di metodo bizzarro.

Il video si svolge in una falsa strada di New York modellata in 3D (o qualcosa del genere).

Usando malissimo lo schermo verde, il narratore viene posizionato sopra lo sfondo nel modo più innaturale possibile.

Il risultato finale di questa configurazione visiva è semplicemente inquietante. Si può già sentire la falsità di tutto ciò. Poi la signora inizia a parlare e le cose peggiorano. Lei dice:

“Quindi c’è stato un attacco nucleare. Non chiedermi come o perché, sappi solo che si tratta del big one”.

Queste prime due frasi danno al video il bizzarro tono “NON FARE DOMANDE”.

Infatti, dopo aver detto “Quindi c’è stato un attacco nucleare” (come se stesse raccontando casualmente una storia su quella volta in cui ha restituito un giubbotto a TJ Maxx), ci dice di non chiedere “come” o “perché”. È un modo strano di iniziare un video. Fin dall’inizio, gli spettatori sono ridotti allo stato del bestiame che deve fare come indicato senza fare domande.

Poi aggiunge “Sappi solo che il big one ha colpito”.

Il big one? È una maniera strana di esprimere le cose. È quasi come se questo “big one” fosse una cosa inevitabile che aspettavamo con impazienza.

Per riassumere gli ultimi paragrafi, questa signora ha detto solo circa 9 parole e sono già profondamente irritato. E questo potrebbe essere l’obiettivo prefissato.

Poi, con un sorriso inquietante, la signora ci dice di entrare in casa rapidamente.

Seriamente, perché sorride? Non mi fa sentire meglio, mi fa venire i brividi. È come se sapessero che stanno giocando con la testa delle persone e si divertono molto.

Quindi, la signora si trasferisce all’interno. E, per dentro, intendo dire che appare di fronte a un altro falso green screen. Comincio a sentirmi come se stessi guardando Sesame Street o qualcosa del genere.

Perché non sta proiettando un’ombra? Il mio cervello non sta calcolando ciò che sta vedendo.

Una volta dentro, cosa fai? Bene, fai quello che l’élite vuole sempre che tu faccia: seguire i media. Sì, il passaggio n. 3 è letteralmente “Segui media”. Non è “rimanere informato” o un fraseggio che rispetta l’intelligenza delle persone. È “segui media”. Le parole contano.

Lei aggiunge:

“E non uscire finché i funzionari non dicono che è sicuro”.

Dopo il COVID, i media e le autorità sono inquietantemente a proprio agio nell’emettere ordini orwelliani generali che si applicano a intere popolazioni. In effetti, il 2020 è stato tutto incentrato sul “ripararsi a casa”, “seguire i media” e “aspettare che fosse sicuro uscire”. Apparentemente, mancano davvero quei giorni e stanno fantasticando di riviverli usando spaventosi scenari nucleari.

Capisco che nessuno dovrebbe starsene in giro dopo un’esplosione nucleare, ma l’insistenza di questo video nel nascondersi e seguire i media è piuttosto scoraggiante. Perché questo tipo di messaggi estremi viene visualizzato ora?

Infine, la signora conclude questo favoloso pezzo di WTF con una brillante conclusione:

“Ce la farete!”

Mi sento molto meglio. Dopo che mi è stato detto che devo nascondermi fino a quando i media sponsorizzati dallo stato non mi dicono cosa fare, la signora usa un’espressione cool per relazionarsi con me.

CONCLUDENDO
Qualcuno potrebbe dire: “Questo video che stai prendendo in giro potrebbe un giorno salvarti la vita, coglione!”. Onestamente penso che ci sia di più in questo video oltre alla semplice comunicazione di informazioni. Tutto in esso puzza di propaganda orwelliana, obbedienza indiscussa e spargimento di paura a tutto campo. Il video nel suo insieme mi spinge a pensieri folli come: e se venisse utilizzato un falso attacco nucleare per ridurre un’intera popolazione alla completa sottomissione?

E questo video non è semplicemente su internet, fa parte di una campagna diffusa a New York.

Questa inquietante insegna nel Menlo Park Mall, nel New Jersey, è presente da aprile.

In breve, questo video potrebbe essere solo una scusa per dire sfacciatamente alle persone di stare zitte e “seguire i media”. Se mai ci sarà un’esplosione nucleare, suppongo che mi limiterò a nascondermi e coprirmi. Perché, dopo tutto, ce la farò!

Fonte

leadnycnuke

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante. aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

La nuova strana pubblicità woke LGBTQ di OREO

Cosa hanno a che fare i biscotti con l’orientamento sessuale?

In un altro esempio di una multinazionale che si concentra su un argomento di attualità sociale per vendere i suoi prodotti, Oreo ha pubblicato una pubblicità con una storia LGBTQ.

Il video mostra un ragazzo asiatico che si prepara a dire a sua nonna di essere gay, dopo essere stato incoraggiato dalla madre. Oh, e la sorella del ragazzo mangia un Oreo.

“Il coming out non accade solo una volta”, ha twittato Oreo, aggiungendo “È un viaggio che ha bisogno di amore e coraggio ad ogni passo”.

L’annuncio è stato prodotto in collaborazione con PFLAG, che si descrive come “la prima e più grande organizzazione che unisce genitori, famiglie e alleati con persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender e queer”.

L’organizzazione ha accordi con società tra cui Verizon, Walmart e Hallmark.

La domanda rimane: cosa diavolo ha a che fare l’orientamento sessuale con dei biscotti al cioccolato?

Niente ovviamente, è solo un altro esempio di malati woke che usano le aziende desiderose di portare avanti la loro agenda.

Questa non è la prima volta che Oreo lo fa:

Fonte

gettyimages-1235495669-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Facebook censura una pubblicita` della campagna elettorale di Trump che denuncia la violenza antifa

Facebook ha rimosso una pubblicita` dalla campagna elettorale di Trump nella quale si attacava Antifa, citando la sua politica di “odio organizzato”.

La pubblicita`, ora rimossa da Facebook, denunciava Antifa, il movimento decentralizzato di agitatori di estrema sinistra noti per atti di terrorismo interno e violenza politica.

Durante le rivolte di George Floyd, il procuratore generale William Barr ha descritto le azioni di Antifa come terrorismo interno, e il presidente Trump ha anche confermato che intende etichettare Antifa come un’organizzazione terroristica domestica.

La pubblicita` di Trump ora cancellata presentava un triangolo rosso e nero invertito per simboleggiare il movimento Antifa, che utilizza la combinazione di colori rosso e nero nei loro badge, bandiere e propaganda come una forma di identificazione ideologica. Il rosso e il nero sono i colori storici del movimento anarco-comunista, e i triangoli rossi sono un simbolo Antifa.

Nella pubblicita` ora cancellata, l’account Facebook ufficiale del Team Trump ha dichiarato:

Pericolosi gruppi di estrema sinistra se ne vanno in giro per le nostre strade e causano caos totale. STANNO DISTRUGGENDO le nostre città e sono in rivolta – è una follia assoluta.

È importante che OGNI americano faccia la sua parte in un momento come questo per inviare un messaggio unito: non sopportiamo piu` le loro azioni radicali. Ti chiediamo di fare una dichiarazione pubblica e di aggiungere il tuo nome per schierarti con il presidente Trump contro ANTIFA.

Aggiungi IMMEDIATAMENTE il tuo nome per stare con il tuo Presidente e la sua decisione di dichiarare ANTIFA un’organizzazione terroristica.

Ma Facebook, e le organizzazioni di estrema sinistra che coprono regolarmente le azioni di Antifa, hanno affermato che il triangolo rosso e nero era un simbolo di “odio” perché è simile a un simbolo usato dalla Germania nazista nei campi di concentramento.

Apparentemente Facebook ha deciso di credere a questo argomento, anche se il post del team di Trump parlava chiaramente di Antifa.

“Abbiamo rimosso questi post e pubblicità perche` hanno violato la nostra politica contro l’odio organizzato”, ha detto un portavoce della compagnia al New York Daily News. “La nostra politica proibisce l’uso del simbolo di un gruppo di odio bandito per identificare i prigionieri politici senza il contesto che condanna o discute il simbolo”.

In un post su Twitter, il team di Trump ha pubblicato un’immagine che mostra il triangolo rosso e nero invertito utilizzato da Antifa, in risposta a un post su Media Matters che accusa la campagna di utilizzo delle immagini naziste.

“Questa è un’emoji. È anche un simbolo ampiamente utilizzato da Antifa. È stato utilizzato in una pubblicità su Antifa “, ha detto il team di Trump. “Non si trova nel database dei simboli dell’odio dell’ADL”.

In un commento al New York Daily News, il team di Trump ha nuovamente sottolineato i collegamenti del simbolo ad Antifa.

“Il triangolo rosso è un simbolo Antifa”, ha dichiarato il portavoce della campagna Trump Ken Farnaso che ha collegato il simbolo ai prodotti a marchio Antifa.

Questa non è la prima volta che Facebook censura deliberatamente gli annunci politici del team di Trump. In vista delle elezioni di medio termine del 2018, Facebook ha censurato una pubblicità di Trump sui pericoli dell’immigrazione di massa.

Fonte

Pubblicita` della Wolkswagen bloccata nel Regno Unito perche` mostra una donna che si prende cura di suo figlio

L’annuncio presenterebbe stereotipi di genere “dannosi”.

Una pubblicità della Volkswagen è stata bandita nel Regno Unito per aver violato gli “stereotipi di genere” in quanto mostrava una donna che si prendeva cura di un bambino.

Sì davvero.

La pubblicità mostra una scena in cui una donna e un uomo in una tenda su una scogliera, due astronauti maschi in assenza di gravita` su un’astronave e un para-atleta maschio con una gamba protesica che fa il salto in lungo.

Alla fine della clip, una donna è seduta su una panchina accanto a una carrozzina.

Lo spot è stato bandito dalla UK Advertising Standard Authority (ASA) dopo che solo tre persone si sono lamentate, con l’ASA che ha affermato che lo spot violava le norme sugli stereotipi di genere.

“Accostando immagini di uomini in ambienti particolari mentre svolgono attività avventurose contrapposte a immagini di donne che sembrano passive o impegnate in un ruolo di assistenza stereotipato, abbiamo ritenuto che l’annuncio ponesse direttamente in contrasto i ruoli e le caratteristiche stereotipate di uomini e donne in un modo che dava l’impressione che fossero associati esclusivamente a un genere “, ha affermato l’ASA. “Abbiamo concluso che l’annuncio presentava stereotipi di genere in modo tale da causare danni e quindi violare il Codice”.

Volkswagen ha cercato di spiegare il significato dietro l’annuncio, ma è stato inutile.

“Il messaggio centrale della pubblicita` era incentrato sulla capacità dello spirito umano di adattarsi alle sfide e ai cambiamenti causati dalle circostanze. Attraverso una serie di scenari diversi in cui sono presenti vari personaggi si vuole puntare ad un pubblico il più diversificato possibile in modo che si identifichi con il messaggio “.

“Hanno incluso nella scena finale della donna nel parco come esempio comprensibile di adattamento al cambiamento, poiché credevano che accogliere un neonato in una famiglia fosse un’esperienza che avrebbe cambiato la vita e che sarebbe stata condivisa da molti spettatori, indipendentemente dal sesso. La scena aveva uno scopo secondario ovvero quello di illustrare la riduzione del rumore del motore in un veicolo elettrico. “

Nel frattempo, le pubblicità che rafforzano gli stereotipi di genere negativi sugli uomini sono perfettamente accettabili, vero Gillette?

Pubblicità che mostrano una donna attraente in bikini sono vietate nella metropolitana di Londra, tuttavia le pubblicità che promuovono il paese omofobico del Brunei, in cui si lapidano i gay, vanno bene.

L’ASA ha anche vietato una pubblicita` con un meccanico donna sexy dopo una singola lamentela perché poteva risultare “offensivo” ed era sessualmente suggestivo.

Quindi sono vietate sia le pubblicità che mostrano donne impegnate in ruoli tipicamente femminili sia le pubblicità che mostrano donne impegnate in ruoli tipicamente maschili.

Viviamo proprio in un mondo patetico.

Fonte

 

 

Disney e Nestle` rimuovono i propri ads dopo che un blogger ha rivelato un circolo pedofilo dietro ad un canale YouTube

A qualche giorno dalla pubblicazione dell’articolo “YouTube promuove ancora la sessualizzazione infantile” dove si criticavano l’inadeguatezza di YouTube nel censurare contenuti pedopornografici e i grandi marchi multinazionali che pagavano le revenue a questi canali, e` piacevole sapere che Disney e Nestle` hanno smesso di finanziare questi pedofili.

Nestle` e Disney restano comunque multinazionali care all’elite, la loro mossa e` stata forzata per evitare che questo scandalo si diffondesse a macchia d’olio.

Sono contento che attraverso la condivisione di queste informazioni gli occhi dell’opinione pubblica, in qualche modo si sono focalizzati su un argomento scottante per l’elite e sono dovuti arretrare.

Walt Disney si sta unendo a Nestle SA e ad altre società ritirando la propria pubblicita` da YouTube dopo che un blogger ha scoperto un “circolo di pedofilia soft core” che si scambiava informazioni tramite la sezione commenti, riporta Bloomberg

Alcuni dei video erano accompagnati dalle pubblicità di Disney e Nestlé, secondo il rapporto.

Tutte le società Nestlé negli Stati Uniti hanno sospeso le pubblicità su YouTube, ha detto mercoledì una portavoce della società in un’email. Il produttore di videogiochi Epic Games Inc. e il gigante alimentare tedesco Dr. August Oetker KG hanno dichiarato di aver posticipato i pagamenti delle revenue youtube dopo che i loro annunci sono stati mostrati durante la riproduzione del video in questione. Disney ha fatto la stessa cosa secondo le persone a conoscenza della questione, che hanno chiesto di non essere identificate perché la decisione non è stata resa pubblica. –Bloomberg

In un video YouTube di 20 minuti pubblicato domenica che ha oltre 1,7 milioni di visualizzazioni al momento della stesura, il blogger Matt Wilson ha descritto come i commenti su YouTube venivano utilizzati per identificare alcuni video in cui le ragazze possono essere viste in comportamenti sessualmente allusivi – come posare di fronte agli specchi e fare ginnastica e “stretching yoga”.

Quando si faceva clic su uno dei video, gli algoritmi di YouTube suggervano simili video “pedocentrici”.

YouTube dice di essere intervenuta in una e-mail: “Qualsiasi contenuto – inclusi commenti – che mette in pericolo i minori è aberrante e abbiamo politiche chiare che vietano questo su YouTube. Abbiamo preso provvedimenti immediati eliminando account e canali, segnalando attività illegali alle autorità e disabilitando i commenti violenti. ”

YouTube afferma che la spesa pubblicitaria totale per i video è stata inferiore a $ 8.000 negli ultimi due mesi e rimborserà gli inserzionisti.

La domanda rimane: perché YouTube non ha fatto di più per sorvegliare questi contenuti pedo soft porno sulla sua piattaforma?

Lo sfruttamento minorile su YouTube non è una novità e ha persino il suo hashtag: #Elsagate, che prende il nome da un personaggio del film animato Disney 2013 Frozen. Il più famoso per questi video “soft core ” era il canale “Seven Super Girls”, che è ancora attivo.

I video sessualmente allusivi sono stati portati alla luce dal comico Daniel Tosh in un segmento del 2017 su Tosh.0.

Tosh ha messo in scena una parodia in stile “To Catch a Predator” sul tipo di spettatori che guardavano i video delle sette ragazze. Hai indovinato … .pedofili.

Il canale ha circa 3000 video caricati. Ma questo non è un ordinario spettacolo per bambini, e senza dubbio, i censori dgli anni 80 sarebbero impazziti nel tentativo di arrestare tutta questa perversione.

A prima vista, la home page di Seven Super Girls su YouTube, probabilmente, sembra un sito porno. Ogni ragazza under-18 ha il suo sottocanale. Per gli inconsapevoli, tuttavia, il sito può sembrare un canale di ragazze, impegnate in attività che piacciono alle ragazze: andare ai giardini, stare con gli amici a bordo piscina e giocare a travestirsi.

Ma per un pedofilo, il sito è un buffet immacolato, accuratamente realizzato per servire ad occhi per adulti e adolescenti che vogliono indulgere nelle loro fantasie sessuali con bambini. Dopo aver fatto clic sull’intero elenco di video e selezionato quelli più popolari, è stato chiaro a noi del The Free Thought Project, che i video non sono in alcun modo innocenti. –The Free Thought Project

Come nota Bloomberg, YouTube ha fatto sì che gli inserzionisti uscissero dalla piattaforma per contenuti estremi e violenti, oltre a “video inappropriati destinati ai bambini”. I marchi che hanno boicottato includono Procter & Gamble e AT & T, che da allora sono tornate a pagare le revenue.

Mercoledì, YouTube ha rilasciato un aggiornamento delle sue politiche su come gestirà i contenuti che “superano la linea”.

Fonte

 

 

Il DIA lancia una campagna pubblicitaria riferendosi alle teorie cospirazioniste che lo riguardano

L’aeroporto internazionale di Denver sta rinnovando la sua Great Hall con una campagna di marketing nella quale si fa una parodia delle varie teorie complottiste che circondano il DIA. Ecco uno sguardo alla bizzarra campagna pubblicitaria.

Uno dei primi articoli pubblicati su questo sito e` stato Illuminati l’aereoporto internazionale di Denver che spiegava la bizzarra storia e le raccapriccianti opere d’arte trovate al DIA. Dieci anni dopo, le persone si chiedono ancora perché questo aeroporto è così strano e perché ci sono chilometri di tunnel sotterranei.

Invece di dare una risposta alle domande, la DIA ha lanciato una campagna di marketing che ridicolizza le teorie che la circondano.

Sul sito web ufficiale dell’aeroporto, una sezione intitolata DEN Files affronta le varie teorie associate al DIA. Naturalmente, vengono aggiunti elementi ridicoli per screditare le vere domande.

Il “Muro delle Cospirazioni” sul sito web del DIA

Il sito dice:

PUO` ESSERE CHE NON LO SAI.

MA IL DEN’S NASCONDE ALCUNI SEGRETI.

DOPO L’APERTURA DELL’AEROPORTO NEL 1995, CI SONO STATI INFINITE TEORIE E VOCI. LA GENTE DICE CHE I NOSTRI TUNNEL SOTTERRANEI PORTANO A STRUTTURE SEGRETE DOVE SI INCONTRANO LE ELITE MONDIALI. PENSANO CHE IL NOSTRO CAVALLO BLU SIA MALEDETTO. ALCUNI CREDONO, CHE SIAMO COLLEGATI AL NUOVO ORDINE MONDIALE E AI MASSONI. ALCUNE PERSONE DICONO ANCHE CHE OSPITIAMO UNA BASE RETTILIANA.

La teoria piu` folle pero e` questa:

L’AEREOPORTO E` STATO COSTRUITO DAL NUOVO ORDINE MONDIALE

Naturalmente. La gente pensa cosi` perché delle targhe  all’aeroporto sostengono che è stato finanziato dalla “The New World Airport Commission”.

Mai sentito parlare di loro? Non sentirti escluso – sembra che nessuno sappia chi siano. Dopo un po` di ricerche, abbiamo scoperto che questo gruppo non esiste. Non adesso. Non quando l’aeroporto è stato costruito. Mai. Quindi, piuttosto che farsene una ragione, la gente è arrivata alla conclusione che in realtà si tratta di un gruppo all’interno del Nuovo Ordine Mondiale.

L’AEROPORTO CONTIENE LA SEDE CENTRALE ILLUMINATI

Ricordi quelle placche di cui abbiamo appena parlato? Bene, ce n’è una posta sopra una capsula del tempo che ha anche il simbolo di una squadra e un compasso massonici, e un’iscrizione in cui  si puo` leggere che la capsula dovra` essere aperta dal “popolo del Colorado nel 2094” – si tutti simboli della Massoneria, e sì, degli Illuminati.

Nel caso non fosse abbastanza, la data della dedica all’aeroporto è 19 marzo 1994. E se sommi questi numeri insieme (1 + 9 + 1 + 9 + 9 + 4), ottieni 33 – il più alto livello raggiungibile in Massoneria, ovvero la perfezione.

Inoltre, i costi di costruzione dell’aeroporto sono stati maggiori di quanto si pensasse inizialmente. I teorici ritengono che questo denaro sia andato alla costruzione del quartier generale. Corre voce, che i primi edifici costruiti fossero venuti male e invece di sbarazzarsene, li seppellirono e edificarono su di loro in modo da creare un rifugio underground per l’elite.

L’ARTWORK DELL’AEREOPORTO CONTIENE INDIZI SULL’APOCALISSE

Li hai visti. Spesso sei rimasto confuso, chiedendoti perché? Come? Che cosa? Veramente? Sono le interessanti opere d’arte che decorano l’aeroporto: i gargoyle, l’enorme cavallo blu e, forse in particolare, i murales larghi 28 piedi.

Si è teorizzato che questi siano indizi dell’influenza sinistra dell’aeroporto – i già citati Massoni, Illuminati e Nuovo Ordine Mondiale. Gli occhi ardenti del cavallo blu sono spesso interpretati come un riferimento ai Quattro cavalieri dell’Apocalisse. Inoltre, il suo creatore, Luis Jiménez, è morto mentre lo costruiva.

PARLANDO DI APOCOLISSE … SIAMO PRONTI

Oltre al quartier generale degli Illuminati, si dice che ci siano diversi tunnel sotterranei che aspettano solo di ospitare l’élite mondiale quando il mondo volgera` al termine. Si pensa anche che dei rettiliani e le prove sull’esitenza degli alieni siano laggiù (sembra che siano stati disegnati sui muri). Sciocchi alieni, evitate almeno di fare graffiti!

L’aeroporto era anche tappezzato di manifesti che prendevano in giro le cospirazioni.

La campagna ricorda in qualche modo la pubblicità “Belluminati” di Taco Bell che ha ridicolizzato le “cospirazioni” sulla banconota da un dollaro, anche se sono veritiere. Sembra seguire la stessa ricetta: distorcere le teorie al punto che diventano ridicole per poi prendere in giro quella distorsione stessa che ha creato.

Mentre la campagna del DIA parla dei massicci lavori di rinnovamento che hanno luogo nella sua Great Hall, c’è chiaramente uno sforzo consapevole per dissipare le varie teorie che circolano da anni.

Invece di prendere in giro le persone che vogliono capire “l’arte” all’interno degli edifici che finanziano e usano, perche` non spiegarla in modo razionale. Per esempio spiegate questo murale. Spiegate perché è all’interno di un aeroporto.

Fonte