Archivi Blog

Avere dei dubbi e’ anti-vax? L’editrice di una rivista inglese riporta cambiamenti nel periodo mestruale dopo il vaccino, l’ultima tra oltre 30.000 donne del Regno Unito

Almeno 30.304 donne britanniche hanno rivelato cambiamenti al loro ciclo mestruale dopo essere state vaccinate contro il Covid-19. Una editrice del The Spectator è una delle ultime ad aver subito questo effetto collaterale e dice che molte altre hanno paura di uscire allo scoperto.


Lara Prendergast, editrice esecutiva della rivista Spectator di Londra, giovedì ha sollevato alcune domande preoccupanti in un articolo dopo aver riferito di aver subito degli effetti collaterali da quando ha ricevuto la sua prima dose di Pfizer a maggio.

Notando il fatto che si tratta di un argomento “scomodo” e delicato da discutere – indicando che il vero numero di donne con effetti collaterali del vaccino legati al ciclo potrebbe essere di gran lunga superiore ai 30.304 documentati – la Prendergast ha rivelato che il suo ciclo non è normale da quando è stata vaccinata mesi fa.

“Milioni di donne britanniche sono state vaccinate, quindi 30.304 segnalazioni sono solo una piccola parte: un numero trascurabile, si potrebbe dire. Ma non sembra trascurabile se sei una di quelle donne” ha scritto, aggiungendo che gli amici le hanno detto “anche loro hanno subito lo stesso effetto collaterale” ma “non l’hanno segnalato” perché l’argomento è sia imbarazzante che sensibile e per il timore di essere etichettate come “anti-vaxxer”.

“È ‘anti-vaxx’ preoccuparsi che questi vaccini possano avere un effetto sui nostri cicli mestruali?” ha chiesto la Prendergast, prima di affermare che un medico di salute femminile le aveva detto che non è esattamente normale “che i vaccini influenzino le mestruazioni in questo modo”.

Prendergast ha anche espresso preoccupazione per il fatto che “se i vaccini stanno interessando così tante donne, chissà cos’altro potrebbe succedere”, osservando che milioni di donne possono solo “sperare e fidarsi” che i funzionari medici e gli influencer che spingono le giovani donne a vaccinarsi hanno ragione sui presunti bassi rischi coinvolti.

Sebbene abbia riconosciuto che funzionari, come il presidente del Royal College of Obstetricians and Gynecologists (RCOG), Dr. Edward Morris, hanno assicurato le donne che sarebbe impossibile che i vaccini influiscano sulla fertilità di una donna, Prendergast ha sottolineato che la maggior parte delle donne “associa le proprie mestruazioni con la loro fertilità”, e che gli effetti collaterali sono quindi estremamente allarmanti per coloro che li sperimentano.

“Un mese dopo il mio secondo vaccino, prendo nota che il mio ultimo ciclo è incasinato, ancora una volta”, ha concluso nell’articolo.

L’agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA) del Regno Unito ha informato le donne preoccupate che i problemi mestruali sono “per lo più di natura transitoria” e che “non ci sono prove che suggeriscano che i vaccini contro il Covid-19 influenzeranno la fertilità e la capacità di avere figli”.

Il vicepresidente della RCOG, la dott.ssa Jo Mountfield, ha anche affermato che sebbene “i cambiamenti nel periodo mestruale possano essere preoccupanti”, sembra che “la maggior parte dei cicli mestruali delle donne torni alla normalità dopo uno o due cicli”.

Il cambiamento nel ciclo mestruale non compare nell’elenco degli effetti collaterali descritti agli inglesi prima che ricevano un vaccino contro il Covid-19 nel Regno Unito.

Il governo del Regno Unito ha annunciato lunedì che l’MHRA stava esaminando “sospetti effetti collaterali dei disturbi mestruali e sanguinamento vaginale inaspettato a seguito della vaccinazione contro il Covid-19 nel Regno Unito”.

Fonte

611e3e5185f540731268c55c

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Clarkson: I consiglieri del governo “comunisti” vogliono tenerci in lockdown per sempre

“Potrebbe andare avanti 40 anni”.

Jeremy Clarkson ha pesantemente criticato i consiglieri del governo “comunista” che vogliono mantenere la popolazione sotto isolamento per sempre.

Clarkson ne ha parlato durante un’intervista con il Radio Times.

“Penso che i politici a volte dovrebbero dire a quei comunisti del Sage di ritornare da dove sono venuti”, ha detto. “Riprendiamo a vivere con le dita incrociate e il sorriso sul viso. Vedo che Boris non vuole riaprire la societa’ ed e’ probabile che ci rimettera’ sotto lockdown. Potrebbero essere 4 anni… come 40″.

L’ex presentatore di Top Gear ha poi chiarito che il costo della libertà è l’inevitabile rischio di morte.

“Beh, se dovra’ essere per sempre, riapriamo e se muori, muori”, ha detto.

Mentre alcune restrizioni COVID in Inghilterra sono state revocate il 19 luglio, i viaggi all’estero sono ancora ritenuti pericolosi e le persone devono autoisolarsi e indossare maschere in alcuni contesti.

Clarkson è stato subito accusato di essere “rozzo e insensibile” dal Guardian sui commenti, nonostante fosse stato contagiato dal COVID e si fosse ripreso lo scorso Natale.

Il riferimento di Clarkson ai consiglieri del governo “comunista” è senza dubbio un riferimento al consigliere SAGE Susan Michie, l’orgoglioso membro del Partito Comunista che si e’ addirittura guadagnata il soprannome di “tata di Stalin”.

Durante un’apparizione televisiva su Channel 4, a Michie è stato chiesto per quanto tempo dovrebbero durare i mandati delle maschere e il distanziamento sociale, a cui ha risposto “per sempre”.

Dopo essere stata successivamente contestata sulla questione se la sua appartenenza a vita al Partito Comunista avesse informato le sue convinzioni, Michie non è riuscita a rispondere alla domanda.

Una folla inferocita di Twitter si è quindi lanciata in sua difesa, sostenendo che l’ospite maschio che si limitava a fare delle domande a Michie era misogino.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, la domanda su quanto tempo rimarranno in vigore le restrizioni sul coronavirus è stata posta al capo epidemiologo islandese, che ha risposto affermando che le regole potrebbero essere in vigore per almeno altri quindici anni.

Fonte

030821clarkson1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Centinaia di bambini abusati sessualmente per diversi decenni affidati alle cure del Consiglio di Londra su una scala “difficile da comprendere”

L’inchiesta indipendente sugli abusi sessuali su minori ha scoperto che più di 700 bambini affidati al Lambeth Council di Londra sono stati abusati per diversi decenni come parte di un “gioco di potere tossico”.
In un rapporto di martedì, l’inchiesta ha affermato che i bambini affidati al Lambeth Council “sono stati sottoposti a livelli di crudeltà e abusi sessuali difficili da comprendere” in tre case di cura – Shirley Oaks, South Vale e Angell Road – “dove la violenza e l’aggressione sessuale è stata lasciata prosperare “.

Dagli anni ’60, il consiglio di Lambeth avrebbe ricevuto denunce di abusi sessuali da 705 ex residenti delle case di cura, tuttavia solo “un dipendente anziano” è stato disciplinato dal consiglio.

“Il rapporto rileva che la reale portata dell’abuso sessuale contro i bambini affidati a Lambeth non sarà mai conosciuta, ma è certo che sarà significativamente più alta di quanto formalmente registrato”, ha dichiarato l’inchiesta, che ha anche affermato che i bambini neri affidati alle cure del Consiglio di Lambeth hanno subito razzismo e un “trattamento abusivo”.

In seguito alla rivelazione che un bambino trovato morto a Shirley Oaks nel 1977 si era lamentato di abusi sessuali nella casa di cura, l’inchiesta chiede ora alla polizia metropolitana di valutare se debba essere avviata un’indagine penale sulle circostanze della morte.

La presidentessa dell’inchiesta Alexis Jay – che ha condotto l’analoga indagine del 2014 sugli abusi sessuali su minori di Rotherham, che ha trovato almeno 1.400 vittime e membri implicati del consiglio – ha affermato che i bambini di Lambeth “sono diventati pedine in un gioco di potere tossico” tra “il Consiglio e il governo centrale.”

“C’era una cultura viziosa e regressiva, per la quale un numero di membri eletti di primo piano era principalmente responsabile, aiutata e incoraggiata in alcuni casi da alti funzionari egoisti”.

Martedì il Lambeth Council si è formalmente scusato per la sua incapacità di proteggere i bambini vulnerabili, con la leader del consiglio Claire Holland che ha definito il rapporto “profondamente scioccante”.

A nome del consiglio, voglio ribadire le nostre profonde e sincere scuse a tutte le vittime e sopravvissute agli abusi e all’abbandono mentre erano sotto la cura di Lambeth”, ha detto, prima di dare la colpa al “consiglio del passato”.

Holland ha sostenuto che mentre il consiglio accetta i suoi “fallimenti imperdonabili” e che “ha fallito così tante persone”, c’è una “grande differenza tra il consiglio di Lambeth del passato e quello di oggi”, che è “diverso, più incentrato sui bambini e un posto positivo per i giovani.”

Il consiglio ha anche promosso il suo programma, che consente alle vittime dell’abuso di richiedere un risarcimento economico e una consulenza gratuita.

Fonte

6100025c85f540671e41c934

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Consigliere del governo ammette che le maschere hanno la mera funzione di “copertine protettive”

Mentre il governo del Regno Unito annuncia oggi la “giornata della libertà”, un consulente scientifico del governo, ha ammesso che le maschere facciali fanno ben poco per proteggere dal coronavirus e sono fondamentalmente solo “copertine protettive”.

Il dottor Colin Axon, un consigliere di SAGE per il governo, ha dichiarato al London Telegraph che i medici hanno dato alle persone una visione “da fumetto” di come i virus microscopici viaggiano nell’aria e le maschere hanno buchi che sono fino a 5000 volte più grandi delle particelle di Covid.

“Le piccole dimensioni non sono facilmente comprensibili, ma un’analogia imperfetta sarebbe immaginare biglie sparate contro delle impalcature, alcune potrebbero colpire un palo e rimbalzare, ma ovviamente la maggior parte volerà attraverso”, ha detto Axon.

“Una volta che una particella non è su una superficie biologica non è più un problema biomedico, riguarda semplicemente la fisica. Il pubblico ha solo una visione parziale della storia se le informazioni provengono da un solo tipo di fonte”, ha continuato Axon, aggiungendo “I medici hanno alcune delle risposte ma non una visione completa”.

Notando che il “dibattito sulla maschera riguarda il viaggio delle particelle”, Axon ha spiegato che “le maschere possono catturare le goccioline quando si tossisce, ma ciò che è importante è che la SARS CoV-2 si diffonde principalmente da minuscoli aerosol”.

“Una particella virale Covid è di circa 100 nanometri, i buchi nel materiale nelle maschere chirurgiche blu sono fino a 1.000 volte più grandi, i buchi delle maschere di stoffa possono essere 500.000 volte più grandi”, ha esortato Axon.

Il professore ha osservato che “quegli aerosol sfuggono alle maschere e renderanno la maschera inefficace”, aggiungendo “Il pubblico chiedeva che fosse fatto urgentemente qualcosa, hanno avuto le maschere, si tratta solo di una copertina di protezione.”.

“In tutto il mondo puoi guardare i mandati delle maschere e sovrapporre i tassi di infezione, non e’ possibile notare alcun effetto dato dall’utilizzo delle maschere”, ha inoltre osservato Axon, aggiungendo che “La cosa migliore che puoi dire su qualsiasi maschera è che qualsiasi effetto positivo abbia avuto è troppo piccolo per essere misurato.”

I commenti di Axon fanno eco a quelli del Dr. Anthony Fauci, che ha scritto nel febbraio 2020 che una tipica maschera per il viso acquistata in negozio “non è davvero efficace nel tenere fuori il virus, che è abbastanza piccolo da passare attraverso il materiale”.

Fauci in seguito ha invertito la sua posizione dopo che il CDC ha iniziato a raccomandare agli americani di indossare coperture per il viso. Raccomandazioni simili sono state poi fatte in tutto il mondo, con funzionari dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che hanno persino raccomandato che i mandati per le maschere rimangano in vigore INDEFINITAMENTE.

Le reti di social media hanno a lungo censurato e cancellato le informazioni relative all’efficacia delle maschere, nonostante numerosi studi credibili concludano che sono in gran parte inutili per fermare la diffusione di COVID-19.

Uno studio in Danimarca che ha coinvolto 6.000 partecipanti ha scoperto che “non c’era alcuna differenza statisticamente significativa tra coloro che indossavano maschere e coloro che non lo facevano quando si trattava di essere infettati da Covid-19”, ha riferito lo Spectator.

“L’1,8 per cento di coloro che indossavano le mascherine ha contratto il Covid, rispetto al 2,1 per cento del gruppo di controllo. Di conseguenza, sembra che qualsiasi effetto che le maschere abbiano sulla prevenzione della diffusione della malattia nella comunità sia limitato”.

Mentre il governo afferma che da oggi le mascherine sono facoltative nel Regno Unito, molte compagnie ferroviarie e altre imprese hanno affermato che rimangono obbligatorie, causando una diffusa confusione.

Fonte

linus-copertina

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Biblioteca del Regno Unito costretta a scusarsi dopo aver assunto un uomo in costume da scimmia arcobaleno con un dildo e il sedere scoperto per esibirsi davanti ai bambini

La performance è stata finanziata dai contribuenti

Una biblioteca di Londra è stata costretta a scusarsi dopo che un uomo vestito con un costume da scimmia arcobaleno con il sedere scoperto e con un pene finto è stato assunto per esibirsi di fronte ai bambini.

Sì davvero.

“Il filmato condiviso sui social media sabato mostra i membri del Mandiga Arts Group all’evento Redbridge Libraries Summer Reading Challenge presso la Goodmayes Library nella zona est di Londra”, riporta il London Evening Standard.

“Tre artisti sono stati filmati fuori dall’evento, di cui uno vestito con un costume da scimmia arcobaleno “inappropriato”, suscitando preoccupazione tra i residenti”.

Un video clip mostra l’individuo che indossa il costume da scimmia color arcobaleno che corre fuori dalla libreria con un prominente dildo in zona genitali.

“Apparentemente questo ha lo scopo di incoraggiare i bambini di Redbridge a iniziare a leggere in vista delle vacanze estive”, ha twittato l’attivista conservatore Has Ahmed. “Per favore, dimmi la logica dietro questi costumi indecenti che sono stati mostrati alle famiglie pubblicamente. È davvero necessario?”

La società che ha organizzato l’evento – Vision RCL – ha ricevuto £ 740.000 nell’ambito del programma culturale del governo, il che significa che lo spettacolo è stato finanziato dai contribuenti.

“Anche se la biblioteca di Redbridge si è scusata per il costume “inappropriato”, ha commentato “se ce l’hai, sfoggialo” sui social media all’inizio della giornata. Apparentemente hanno anche bloccato coloro che li criticavano.

Anche il consigliere laburista Jas Athwal ha immediatamente preso le distanze dalla questione, twittando: “Questo è disgustoso. Ho preso provvedimenti immediati. Dopo averlo scoperto, ho contattato Vision [e loro] hanno confermato che il contratto è stato annullato, sono state richieste scuse e il caso sara’ esaminato dal team legale del consiglio”.

Nonostante le scuse, le drag queen continuano ad apparire nelle biblioteche di tutto il Regno Unito come fanno in America.

Un video che ha suscitato polemiche l’anno scorso mostrava una drag queen che insegnava ai bambini come twerkare (una mossa di danza sessualizzata) durante un evento in una biblioteca.

Un parlamentare scozzese ha anche invitato una drag queen chiamata “Flowjob” che in precedenza aveva caricato contenuti sessualmente espliciti su Twitter in una scuola elementare.

Il Sun ha riferito: “La drag queen ha regolarmente caricato immagini grafiche su Twitter, tra cui la simulazione di un atto sessuale con un dildo e la simulazione del sesso orale”.

Fonte

120721monkey1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Solo 25 minorenni sono morti di COVID in Inghilterra, centinaia sono morti per suicidio e trauma

Gli studi hanno scoperto che le misure di lockdown rivolte ai bambini “possono rivelarsi un rischio maggiore di quello della stessa SARS-CoV-2”.

Nuovi dati rilasciati da ricercatori nel Regno Unito mostrano che solo 25 minorenni sono morti di COVID da marzo 2020 a febbraio 2021, due terzi dei quali avevano condizioni di salute “croniche” e che le misure di lockdown rivolte ai bambini “potrebbero rivelarsi un rischio maggiore”. rispetto a quello della stessa SARS-CoV-2”.

I numeri mostrano che c’è circa 1 su 500.000 possibilità che i bambini muoiano di coronavirus in Inghilterra, e questo include le vittime di condizioni mediche preesistenti, come malattie cardiache e cancro.

“Più del 75% dei bambini morti aveva malattie croniche, mentre i due terzi avevano più di una condizione di base e il 60% aveva condizioni limitanti”, riporta il Daily Mail.

Nello stesso periodo, 124 bambini sono morti per suicidio e 268 sono morti per trauma.

Gli studi condotti dai ricercatori dell’University College di Londra, dell’Università di York e dell’Università di Liverpool hanno scoperto che le misure di lockdown che allontanano i bambini dagli ambienti sociali “possono rivelarsi un rischio maggiore di quello della stessa SARS-CoV-2”.

I numeri dovrebbero informare il governo quando si tratta di considerazioni sui pro e i contro della vaccinazione dei bambini, anche se non aspettatevi che la storia riceva un’attenzione dei media.

All’inizio di quest’anno, esperti nel Regno Unito hanno avvertito che l’isolamento e la depressione causati dai lockdown avevano creato una “pandemia per la salute mentale”.

Secondo gli esperti di salute mentale in Australia, i lockdown per il COVID-19 sono stati uno dei principali fattori che hanno contribuito a raddoppiare il numero di suicidi giovanili.

Fonte

090721lockdown1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

I consulenti scientifici del governo del Regno Unito ammettono di aver usato tattiche di paura “totalitarie” per controllare le persone durante la pandemia

“Il modo in cui abbiamo usato la paura è stato distopico”

Scienziati nel Regno Unito che lavorano come consulenti del governo hanno espresso rammarico per aver utilizzato quelli che ora ammettono essere metodi “non etici” e “totalitari” per instillare la paura nella popolazione al fine di controllare il comportamento durante la pandemia, secondo un rapporto.

Il London Telegraph riporta i commenti fatti dai membri dello Scientific Pandemic Influenza Group on Behaviour (SPI-B), un sottocomitato dello Scientific Advisory Group for Emergencies (Sage), il principale gruppo consultivo scientifico del governo.

Il rapporto cita un briefing di marzo 2020, quando è stato decretato il primo lockdown, nel quale si affermava che il governo dovrebbe aumentare drasticamente “il livello di minaccia personale percepito” poiche’ “un numero considerevole di persone non si sente ancora sufficientemente minacciato” .

Uno scienziato dell’SPI-B ammette che “A marzo [2020] il governo era molto preoccupato per la conformità e pensava che le persone non avrebbero voluto essere rinchiuse. Ci sono state discussioni sul livello di paura necessario per incoraggiare le persone ad obbedire e sono state prese decisioni su come aumentare la paura. “

Lo scienziato senza nome aggiunge che “Il modo in cui abbiamo usato la paura è distopico”.

Lo scienziato ha inoltre confessato che “L’uso della paura è stato decisamente discutibile dal punto di vista etico. È stato come uno strano esperimento. Alla fine, si è ritorto contro perché le persone si sono spaventate troppo “.

Un altro scienziato separato del sottocomitato ha affermato: “Si potrebbe chiamare psicologia del “controllo mentale”. Questo è quello che facciamo … chiaramente cerchiamo di affrontarlo in modo positivo, ma è stato usato in modo nefasto in passato. “

Un altro scienziato ha avvertito che “Dobbiamo stare molto attenti all’autoritarismo che si sta insinuando”, aggiungendo “le persone usano la pandemia per prendere il potere e fare cose prima impensabili”.

Secondo il rapporto, un altro ricercatore del gruppo ha riconosciuto che “Senza un vaccino, la psicologia è la tua arma principale”.

Un altro scienziato del sottocomitato ha dichiarato di essere stato “sbalordito da come la psicologia comportamentale e’ stata utilizzata come un’arma” nell’ultimo anno e ha avvertito che “gli psicologi non sembravano notare quando ha smesso di essere altruista ed è diventato manipolativo”.

“Hanno troppo potere e li inebria”, ha ulteriormente avvertito lo scienziato.

I commenti sono stati raccolti dall’autrice Laura Dodsworth, per il suo libro A State of Fear, in uscita oggi, che esplora le azioni del governo durante la pandemia.

Quando il Telegraph ha chiesto al sottocomitato di commentare i risultati, lo psicologo dell’SPI-B Gavin Morgan ha risposto: “Chiaramente, usare la paura come mezzo di controllo non è etico. Usare la paura sa di totalitarismo. Non è una posizione etica per nessun governo moderno “.

Morgan ha aggiunto che “Per natura sono una persona ottimista, ma tutto questo mi ha dato una visione più pessimistica delle persone”.

Commentando le rivelazioni, il conservatore Steve Baker, un membro di un gruppo di parlamentari anti-lockdown, ha detto: “Se è vero che lo stato ha preso la decisione di terrorizzare il pubblico per ottenere il rispetto delle regole, ciò solleva domande estremamente serie sul tipo di società che vogliamo diventare. “

Lo stato di paura del governo continua minuto per minuto poiché i ministri del governo stanno ora suggerendo che il cosiddetto “ giorno della libertà ” nel Regno Unito (una situazione in cui il governo consente alle persone di avere diritti fondamentali non è libertà) il 21 giugno è minacciato perché un considerevole parte della popolazione si rifiuta di prendere il vaccino:

Fonte

gettyimages-1214266712-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Culto della personalita’: Svelata la prima STATUA dedicata a Greta Thunberg in una universita’ nel Regno Unito

Il sindacato degli studenti dice che i soldi sono stati sprecati.

Una statua in bronzo dell’adolescente attivista per il clima Greta Thunberg è stata svelata in un’università del Regno Unito, con i critici che la definiscono un “progetto di vanità”.

L’Università di Winchester ha rivelato con orgoglio la statua “ispiratrice”, sostenendo che fosse la prima scultura a grandezza naturale dell’attivista svedese.

Tuttavia, i critici hanno criticato la statua come indicativa di un culto della personalità, mentre altri si sono fatti delle domande sulle quantità di emissioni di carbonio emesse nella realizzazione della struttura.

Il sindacato studentesco dell’università ha anche espresso opposizione alla statua, che è costata 24.000 sterline, dicendo che i soldi avrebbero potuto essere spesi per cose migliori.

https://twitter.com/UoWNews/status/1376960147021516801?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1376960147021516801%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es1&ref_url=https%3A%2F%2Fsummit.news%2F2021%2F03%2F31%2Fgreta-thunberg-statue-unveiled-at-uk-university-labeled-vanity-project%2F

“Siamo nell’anno del Covid, molti studenti non hanno avuto accesso al campus, molti di loro stanno cercando di studiare online e hanno un disperato bisogno di sostegno”, ha detto Megan Ball, presidente della Winchester Student Union.

“Chiediamo all’università di compensare il costo della statua impegnando 23.760 sterline in finanziamenti aggiuntivi per i servizi di supporto agli studenti in tutto il campus”.

“Li esortiamo ad affrontare pubblicamente le questioni critiche che gli studenti stanno evidenziando e fornire una ripartizione trasparente del supporto finanziario aggiuntivo ed esistente”.

Anche la Winchester University e il College Union (UCU) hanno approvato una mozione che descrive la statua come un “progetto di vanità”, sottolineando che l’università aveva sofferto per diversi anni di austerità e perdita di posti di lavoro.

Agli studenti è stato detto in una e-mail che la statua sarebbe diventata un simbolo del suo “impegno a combattere il clima e l’emergenza ecologica”.

Tuttavia, gli utenti di Twitter hanno sottolineato che nel crearla sono state sprecate le emissioni di CO2 che avrebbero potuto andare all’illuminazione delle aule.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, un murale di Greta a Edmonton, Alberta, è stato deturpato, con il vandalo che diceva a Thunberg di smetterla di dargli lezioni su come vivere la sua vita.

L’anno scorso, lo storico Niall Ferguson ha criticato le conferenze di Thunberg sui paesi esclusivamente occidentali, chiedendo perché “non la vedo a Pechino o Delhi”.

Il fatto che Greta sia solo un portavoce dei suoi genitori attivisti è stato sottolineato durante una conferenza stampa lo scorso novembre quando non è stata in grado di rispondere a una semplice domanda senza leggere un copione.

Fonte

310321greta1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Ufficiale medico capo del Regno Unito: Per alcuni il lockdown ha migliorato la vita

Ah! La sindrome di Stoccolma.

Pur riconoscendo l’impatto sulla salute mentale del lockdown, l’ufficiale medico capo del Regno Unito ha affermato che le restrizioni sulla pandemia, che sono state applicate a fasi alterne per un anno, hanno “migliorato la vita” per alcune persone.

Il professor Chris Whitty ha commentato in questo modo mentre parlava alla Conferenza sulla salute pubblica del 2021.

Pur riconoscendo che le persone si esercitavano meno e bevevano di più a causa del lockdown e che gli abusi domestici erano aumentati, il professore ha sostenuto che molte persone hanno effettivamente apprezzato il lockdown.

“Per alcune persone il lockdown non ha fatto alcuna differenza o in alcuni casi – se si guarda effettivamente alla letteratura accademica e ai sondaggi – ha persino migliorato la vita, in modo interessante”, ha detto Whitty.

Whitty ha continuato aggiungendo che a causa delle nuove varianti e della carenza di fornitura di vaccini, ci sarà probabilmente una terza ondata di coronavirus entro la fine dell’anno o il prossimo inverno, il che significa che è probabile che le restrizioni tornino.

Come abbiamo sottolineato in precedenza, un altro funzionario della sanità pubblica ha affermato che è probabile che maschere e altre restrizioni di allontanamento sociale rimarranno in vigore per anni perché il pubblico ci si è abituato.

Molti hanno suggerito che chi trova piacevole il lockdown soffra di una forma di sindrome di Stoccolma, sebbene il fatto che la maggior parte delle persone fosse pagata dal governo per starsene a casa, è sicuramente un fattore importantissimo.

Settimane dopo l’introduzione del primo lockdown lo scorso anno, un sondaggio ha rilevato che 9 britannici su 10 volevano che continuasse.

Un altro sondaggio più recente ha rilevato che oltre la metà dei britannici afferma che sentira’ la mancanza di alcuni aspetti del lockdown.

A parte l’impatto sulla salute mentale e il numero incalcolabile di morti future a causa di persone che non hanno potuto fare screening per malattie gravi, l’economia del Regno Unito si è contratta come non accadeva da 300 anni a causa del lockdown, portando a 726.000 perdite di posti di lavoro.

Fonte

230321whitty1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e’ sempre piu’ pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il circo woke colpisce ancora: Polizia inglese costretta a rispondere dopo aver esposto un cartellone con scritto “Essere offensivi e` un reato”

Costretta a chiarire che “essere offensivi non è di per sé un reato”.

La polizia del Merseyside è stata costretta a rispondere dopo che gli agenti hanno preso parte a una campagna pubblicitaria elettronica fuori da un supermercato che sosteneva che “essere offensivi è un reato”, con le autorità che in seguito hanno chiarito che in realtà non è un reato.

Durante il fine settimana, il cartellone elettronico mobile è stato parcheggiato davanti a un supermercato Asda per una campagna di pubbliche relazioni.

“Essere offensivi è un reato” recita l’annuncio, presentando un distintivo della polizia sovrapposto a una bandiera arcobaleno LGBT.

“La polizia del Merseyside sta con e sostiene la comunità LGBTQI +, non tollereremo i crimini d’odio a nessun livello. Vieni a parlare con #TeamBeb “, afferma il testo dell’annuncio.

Il cartellone ha ricevuto enormi critiche, con molte persone che hanno sottolineato che in realtà non è un reato penale essere offensivi.

La polizia del Merseyside è stata costretta a chiarire in seguito in una dichiarazione che “essere offensivi non è di per sé un reato”.

Forse avrebbero dovuto capirlo prima di metterlo a grandi lettere sul lato di un furgone.

La polizia ha affermato che l’annuncio aveva lo scopo di “incoraggiare le persone a denunciare crimini ispirati dall’odio” e “sebbene vi fossere buone intenzioni ci scusiamo per l’eventuale confusione che ciò potrebbe aver causato”.

Sebbene essere “offensivi” non sia illegale nel Regno Unito, esiste il reato di essere “gravemente offensivi”, ma risulta molto difficile da dimostrare e raramente si arriva in tribunale.

A causa della scarsità di fondi, le forze di polizia nel Regno Unito stanno lottando per tenere il passo con l’aumento dei tassi di criminalità. Nel 2015, il capo del Consiglio dei capi della polizia nazionale ha affermato che gli agenti non sarebbero stati in grado di perseguire alcuni furti.

Ciò ha portato a critiche diffuse sul fatto che le autorità siano troppo fissate sul controllo dei crimini mentali mentre i crimini reali vengono ignorati.

“Allora non ci sono problemi con armi da fuoco o coltelli nel Merseyside?” ha chiesto Nigel Farage.

Fonte

220221offensive1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €