Archivi Blog

Consigliere del governo ammette che le maschere hanno la mera funzione di “copertine protettive”

Mentre il governo del Regno Unito annuncia oggi la “giornata della libertà”, un consulente scientifico del governo, ha ammesso che le maschere facciali fanno ben poco per proteggere dal coronavirus e sono fondamentalmente solo “copertine protettive”.

Il dottor Colin Axon, un consigliere di SAGE per il governo, ha dichiarato al London Telegraph che i medici hanno dato alle persone una visione “da fumetto” di come i virus microscopici viaggiano nell’aria e le maschere hanno buchi che sono fino a 5000 volte più grandi delle particelle di Covid.

“Le piccole dimensioni non sono facilmente comprensibili, ma un’analogia imperfetta sarebbe immaginare biglie sparate contro delle impalcature, alcune potrebbero colpire un palo e rimbalzare, ma ovviamente la maggior parte volerà attraverso”, ha detto Axon.

“Una volta che una particella non è su una superficie biologica non è più un problema biomedico, riguarda semplicemente la fisica. Il pubblico ha solo una visione parziale della storia se le informazioni provengono da un solo tipo di fonte”, ha continuato Axon, aggiungendo “I medici hanno alcune delle risposte ma non una visione completa”.

Notando che il “dibattito sulla maschera riguarda il viaggio delle particelle”, Axon ha spiegato che “le maschere possono catturare le goccioline quando si tossisce, ma ciò che è importante è che la SARS CoV-2 si diffonde principalmente da minuscoli aerosol”.

“Una particella virale Covid è di circa 100 nanometri, i buchi nel materiale nelle maschere chirurgiche blu sono fino a 1.000 volte più grandi, i buchi delle maschere di stoffa possono essere 500.000 volte più grandi”, ha esortato Axon.

Il professore ha osservato che “quegli aerosol sfuggono alle maschere e renderanno la maschera inefficace”, aggiungendo “Il pubblico chiedeva che fosse fatto urgentemente qualcosa, hanno avuto le maschere, si tratta solo di una copertina di protezione.”.

“In tutto il mondo puoi guardare i mandati delle maschere e sovrapporre i tassi di infezione, non e’ possibile notare alcun effetto dato dall’utilizzo delle maschere”, ha inoltre osservato Axon, aggiungendo che “La cosa migliore che puoi dire su qualsiasi maschera è che qualsiasi effetto positivo abbia avuto è troppo piccolo per essere misurato.”

I commenti di Axon fanno eco a quelli del Dr. Anthony Fauci, che ha scritto nel febbraio 2020 che una tipica maschera per il viso acquistata in negozio “non è davvero efficace nel tenere fuori il virus, che è abbastanza piccolo da passare attraverso il materiale”.

Fauci in seguito ha invertito la sua posizione dopo che il CDC ha iniziato a raccomandare agli americani di indossare coperture per il viso. Raccomandazioni simili sono state poi fatte in tutto il mondo, con funzionari dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che hanno persino raccomandato che i mandati per le maschere rimangano in vigore INDEFINITAMENTE.

Le reti di social media hanno a lungo censurato e cancellato le informazioni relative all’efficacia delle maschere, nonostante numerosi studi credibili concludano che sono in gran parte inutili per fermare la diffusione di COVID-19.

Uno studio in Danimarca che ha coinvolto 6.000 partecipanti ha scoperto che “non c’era alcuna differenza statisticamente significativa tra coloro che indossavano maschere e coloro che non lo facevano quando si trattava di essere infettati da Covid-19”, ha riferito lo Spectator.

“L’1,8 per cento di coloro che indossavano le mascherine ha contratto il Covid, rispetto al 2,1 per cento del gruppo di controllo. Di conseguenza, sembra che qualsiasi effetto che le maschere abbiano sulla prevenzione della diffusione della malattia nella comunità sia limitato”.

Mentre il governo afferma che da oggi le mascherine sono facoltative nel Regno Unito, molte compagnie ferroviarie e altre imprese hanno affermato che rimangono obbligatorie, causando una diffusa confusione.

Fonte

linus-copertina

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

I consulenti scientifici del governo del Regno Unito ammettono di aver usato tattiche di paura “totalitarie” per controllare le persone durante la pandemia

“Il modo in cui abbiamo usato la paura è stato distopico”

Scienziati nel Regno Unito che lavorano come consulenti del governo hanno espresso rammarico per aver utilizzato quelli che ora ammettono essere metodi “non etici” e “totalitari” per instillare la paura nella popolazione al fine di controllare il comportamento durante la pandemia, secondo un rapporto.

Il London Telegraph riporta i commenti fatti dai membri dello Scientific Pandemic Influenza Group on Behaviour (SPI-B), un sottocomitato dello Scientific Advisory Group for Emergencies (Sage), il principale gruppo consultivo scientifico del governo.

Il rapporto cita un briefing di marzo 2020, quando è stato decretato il primo lockdown, nel quale si affermava che il governo dovrebbe aumentare drasticamente “il livello di minaccia personale percepito” poiche’ “un numero considerevole di persone non si sente ancora sufficientemente minacciato” .

Uno scienziato dell’SPI-B ammette che “A marzo [2020] il governo era molto preoccupato per la conformità e pensava che le persone non avrebbero voluto essere rinchiuse. Ci sono state discussioni sul livello di paura necessario per incoraggiare le persone ad obbedire e sono state prese decisioni su come aumentare la paura. “

Lo scienziato senza nome aggiunge che “Il modo in cui abbiamo usato la paura è distopico”.

Lo scienziato ha inoltre confessato che “L’uso della paura è stato decisamente discutibile dal punto di vista etico. È stato come uno strano esperimento. Alla fine, si è ritorto contro perché le persone si sono spaventate troppo “.

Un altro scienziato separato del sottocomitato ha affermato: “Si potrebbe chiamare psicologia del “controllo mentale”. Questo è quello che facciamo … chiaramente cerchiamo di affrontarlo in modo positivo, ma è stato usato in modo nefasto in passato. “

Un altro scienziato ha avvertito che “Dobbiamo stare molto attenti all’autoritarismo che si sta insinuando”, aggiungendo “le persone usano la pandemia per prendere il potere e fare cose prima impensabili”.

Secondo il rapporto, un altro ricercatore del gruppo ha riconosciuto che “Senza un vaccino, la psicologia è la tua arma principale”.

Un altro scienziato del sottocomitato ha dichiarato di essere stato “sbalordito da come la psicologia comportamentale e’ stata utilizzata come un’arma” nell’ultimo anno e ha avvertito che “gli psicologi non sembravano notare quando ha smesso di essere altruista ed è diventato manipolativo”.

“Hanno troppo potere e li inebria”, ha ulteriormente avvertito lo scienziato.

I commenti sono stati raccolti dall’autrice Laura Dodsworth, per il suo libro A State of Fear, in uscita oggi, che esplora le azioni del governo durante la pandemia.

Quando il Telegraph ha chiesto al sottocomitato di commentare i risultati, lo psicologo dell’SPI-B Gavin Morgan ha risposto: “Chiaramente, usare la paura come mezzo di controllo non è etico. Usare la paura sa di totalitarismo. Non è una posizione etica per nessun governo moderno “.

Morgan ha aggiunto che “Per natura sono una persona ottimista, ma tutto questo mi ha dato una visione più pessimistica delle persone”.

Commentando le rivelazioni, il conservatore Steve Baker, un membro di un gruppo di parlamentari anti-lockdown, ha detto: “Se è vero che lo stato ha preso la decisione di terrorizzare il pubblico per ottenere il rispetto delle regole, ciò solleva domande estremamente serie sul tipo di società che vogliamo diventare. “

Lo stato di paura del governo continua minuto per minuto poiché i ministri del governo stanno ora suggerendo che il cosiddetto “ giorno della libertà ” nel Regno Unito (una situazione in cui il governo consente alle persone di avere diritti fondamentali non è libertà) il 21 giugno è minacciato perché un considerevole parte della popolazione si rifiuta di prendere il vaccino:

Fonte

gettyimages-1214266712-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €