Archivi Blog

Il governo italiano da piu` soldi ai migranti che ai disabili

Il nuovo governo italiano di sinistra sborsera` ai migranti più denaro assistenziale rispetto ai propri cittadini disabili.

I dati pubblicati di recente mostrano che lo stato stanzierà 50 milioni di euro l’anno prossimo, 200 milioni di euro nel 2021 e 300 milioni di euro nel 2022 al Fondo per la disabilità e l’autosufficienza.

Dato che due milioni di persone disabili su tre in Italia fanno affidamento sui benefici statali, questo in termine di welfare rappresenta solo 54 centesimi al giorno, che non è nemmeno abbastanza per vivere con una dieta di soli liquidi.

Al contrario, i migranti ricevono 20 euro al giorno, una cifra che era ancora più alta (35 euro al giorno) prima che Matteo Salvini la riducesse.

Secondo Fabio Scaltritti della Comunità San Benedetto al Porto ad Alessandria, la questione della consegna di denaro ai migranti non è una questione economica, è una necessità “etica”.

“Il divario con i disabili continua ad essere veramente assurdo”, scrive Luca Sablone. “Secondo questi dati, gli italiani che purtroppo sono disabili sono derisi dai rifugiati che arrivano nel nostro paese”.

Come abbiamo sottolineato in precedenza, quando il governo di sinistra è stato al potere per l’ultima volta durante l’apice della crisi dei migranti, alcuni cittadini italiani hanno avuto le loro proprietà requisite dalle autorità e sono stati costretti a affittarle ai migranti a prezzi stracciati.

Sembra che i brutti vecchi tempi siano tornati ora che Salvini ha perso il potere.

Fonte

George Soros ha donato 300.000 dollari al partito radicale italiano per favorire l’immigrazione

L’ex segretario nazionale dei radicali italiani ha confermato che il suo partito ha ricevuto $ 298.000 nel 2017 dalle fondazioni della Open Society di George Soros allo scopo di promuovere l’immigrazione internazionale.


Riccardo Magi, ex segretario del partito radicale globalista di Emma Bonino e ora vice di + Europa, ha affermato che il finanziamento è venuto dal multi-miliardario “per promuovere una vasta riforma delle leggi italiane sull’immigrazione attraverso iniziative volte a fornire aiuti agli immigrati e avanzare il loro benessere sociale “.

In sostanza, secondo i media italiani, il finanziamento mirava a procurarsi le 90 mila firme necessarie per garantire l’avanzamento di un disegno di legge sull’immigrazione intitolato “Ero straniero – l’umanità sta facendo del bene”.

La “Bossi-Fini”, ha detto Magi in riferimento all’attuale legge italiana sull’immigrazione, “ha prodotto mezzo miliardo di lavoratori irregolari in Italia. Con la nostra legge, presentata alla fine dell’ultima legislatura ma non ancora sul tavolo, chiediamo che ci siano canali di ingresso regolari, vogliamo conciliare domanda e offerta di lavoro. ”

“È urgente regolarizzare e integrare gli stranieri, non sto parlando di amnistia, ovviamente”, ha detto Magi. “La gente insegue lo spettro di Soros e non vede quali siano le vere forze antidemocratiche in Italia”.

“Salvini aveva detto che in 5 anni avrebbe rimpatriato 500.000 immigrati irregolari: nei fatti, in un solo anno ne ha rimpatriato solo 5.000”, ha aggiunto Magi. “Quindi cosa vogliamo fare? Perché non regolarizzare qualcuno che abbia un datore di lavoro pronto ad assumerlo? ”

Il deputato ha affermato di essere orgoglioso di ricevere finanziamenti da Soros, insistendo sul fatto che è molto meglio che essere amico del primo ministro ungherese Viktor Orbán.

“Molto meglio ricevere supporto da Soros piuttosto che essere amici di Orbán”, ha detto Magi.

“Riconosco pienamente il finanziamento ricevuto, è un punto di orgoglio”, ha detto. “Altri, come la Lega, sembrano aver beneficiato dei fondi clandestini degli emissari russi. La nostra fu un’operazione alla luce del giorno; è tutto giustificato. ”

Nonostante l’enormità delle somme ricevute dai radicali, il finanziamento rappresenta solo una parte degli investimenti di Soros per l’immigrazione in Italia.

In appena un anno (2017-2018), il disgregatore di sinistra ha donato un totale di $ 8,5 milioni a partiti politici, associazioni e ONG che operano in Italia per far avanzare la sua agenda sull’immigrazione, riferisce il rapporto.

Fonte

Bono: I partiti politici che criticano l’iimmigrazione di massa sono opera di Satana

Il cantante degli U2 è stato recentemente impegnato in una campagna contro i partiti politici europei che sono critici nei confronti delle migrazioni di massa, il suo ultimo obiettivo è stato il ministro degli interni italiano, Matteo Salvini.

Durante il suo ultimo concerto a Milano questa settimana, il suo alter ego malvagio MacPhisto (cercate sul mio blog cosa sono veramente gli alterego di queste celebrita`) ha attaccato il popolare leader italiano, sostenendo che tutti i partiti politici critici delle migrazioni di massa hanno una cosa in comune, sono creazioni di Satana.

“Ho mandato il mio popolo in tutta Europa. La mia gente ha molti nomi diversi. In Svezia si chiamano democratici, I democratici svedesi. In Francia cambiano nome. In Polonia hanno nomi che non so nemmeno pronunciare. In Ungheria, beh, lasciamo perdere “. Bono ha detto al pubblico.

Vestito come il diavolo, ha esortato gli italiani a sostenere Matteo Salvini, affermando che tutti i partiti populisti in Europa hanno lo stesso volto. Ha indicato quindi la maschera di Satana.

Recentemente Bono è stato coinvolto in polemiche per aver affermato che vuole che gli africani “conquistino il mondo”.

Fonte

Dall’alto dei suoi miliardi Bono puo` permettersi di fare questi discorsi. Come Michael Moore anche Bono sta sfruttando il clima delle elezioni di mid term americane per vomitare le sue ideologie comuniste. Come al solito il Venezuela ti aspetta a porte aperte.