Archivi Blog

La storia occulta delle PSYOPS americane e il simbolismo occulto del video di reclutamento

Un video prodotto dal 4° PSYOP accenna ai vari modi in cui i mass media vengono utilizzati per condurre una guerra psicologica contro il pubblico. Ecco uno sguardo a questo video simbolico e alla strana storia (occulta) delle PSYOPS.

L’obiettivo delle PSYOP è, essenzialmente, quello di incasinare le menti delle persone. Abbastanza appropriatamente, un recente video di reclutamento del 4° Gruppo PSYOP ha ottenuto proprio questo. Pubblicato sugli account ufficiali dei social media associati alle forze armate statunitensi, il video intitolato Ghosts in the Machine ha guadagnato una certa popolarità in quanto gli spettatori sono rimasti colpiti dalla qualità di produzione del video… mentre sono rimasti sconcertati dal suo messaggio generale e dal simbolismo.

Che cosa significa tutto questo? Per comprendere meglio questo video, diamo un’occhiata all’affascinante ma segreto mondo delle PSYOPS.

PSYOPS

PSYOPS sta per “operazioni psicologiche”. Può essere definito come:

“Attività psicologiche pianificate utilizzando metodi di comunicazione e altri mezzi diretti a un pubblico riconosciuto al fine di influenzare le percezioni, gli atteggiamenti e il comportamento, per il raggiungimento di obiettivi politici e militari”.

Quando i libri descrivono le PSYOPS, spesso si riferiscono a strategie dell’era della prima guerra mondiale come far cadere volantini da un aereo per demoralizzare il nemico. Quell’era è finita da tempo. Le PSYOPS sono andate ben oltre questi metodi primitivi adottando tecniche altamente sofisticate utilizzando le ultime tecnologie e l’immenso potere dei mass media.

Ma questo non è tutto. C’era sempre un elemento “magico”, soprannaturale nelle PSYOPS.

Queste allusioni alla magia non sono solo figurative. Il reparto scientifico delle PSYOPS ha svolto ricerche approfondite su fenomeni occulti e soprannaturali come l’ESP (percezione extrasensoriale) e la visione a distanza.

Questa relazione simbiotica tra PSYOPS e l’occulto è pienamente personificata da una figura importante ma controversa: Michael Aquino.

MICHAEL AQUINO E LE MINDWARS

Il tenente colonnello Michael A. Aquino.

Michael Aquino si è unito all’esercito degli Stati Uniti nel 1968 dove è diventato un ufficiale specializzato in guerra psicologica e, in seguito, tenente colonnello nell’intelligence militare.

Mentre Aquino ha scalato i ranghi delle forze armate statunitensi, ha anche scalato i ranghi di un’altra organizzazione: la Chiesa di Satana.

“Michael Aquino iniziò a corrispondere con Anton LaVey mentre era un agente per l’esercito degli Stati Uniti, di stanza nelle giungle del Vietnam. Aquino tornò negli Stati Uniti e presto fu nominato sacerdote di alto rango ed editore della newsletter Cloven Hoof della chiesa. Il suo aspetto distintivo – sfoggiava una prominente picco della vedova e sopracciglia scure accentuate – si fece tatuare un piccolo 666 sul cuoio capelluto.
– Washington Post, A Devil of a Time

Aquino mentre si dedica al satanismo.

Con il passare degli anni, il rapporto tra Aquino e LaVey si è deteriorato. Il motivo principale: LaVey credeva che Satana fosse una forza simbolica mentre Aquino credeva nell’esistenza letterale di Satana. Nel 1975, Aquino fondò il Tempio di Set, un ordine occulto che ruotava attorno a una divinità egizia su cui si supponeva fosse basato il Satana ebraico.

Le attività occulte di Aquino non interferirono con la sua carriera militare. In effetti, ha descritto la politica e la propaganda come forme di “magia nera minore”.

Aquino divise la magia nera in due forme: magia nera minore e magia nera maggiore. Ha affermato che la magia nera minore implica “spingere” le cose che esistono nell ‘”universo oggettivo” a fare un atto desiderato utilizzando “leggi fisiche o comportamentali oscure” e in questa categoria ha inserito la magia scenica, gli psicodrammi, la politica e la propaganda.
– Jesper Aagaard, “I semi di Satana: Concezioni della magia nel satanismo contemporaneo”

Nel 1980, in qualità di “PSYOP Research & Analysis Team Leader”, Aquino fu il coautore di MindWar, un documento interno dell’esercito americano sul futuro delle operazioni psicologiche. Sebbene questo documento fosse destinato solo agli occhi dei responsabili politici del governo, è diventato accidentalmente pubblico. E ha suscitato molto scalpore.

“Il governo invade la mente al di là dell’errata e casuale eredità dei famigerati esperimenti MKULTRA? Ancora più inquietante, tali sforzi si estendono oltre la ricerca scientifica convenzionale alle arti oscure e arcane la cui stessa esistenza è materia di leggenda?
– Descrizione del libro MindWar

Il minimo che si possa dire è che MindWar fosse visionario. Ha predetto accuratamente la 4a generazione di guerra che si concentra sul bypassare gli eserciti per “attaccare la popolazione, la cultura e le istituzioni”. E il modo migliore per raggiungere questo obiettivo era, ovviamente, attraverso i mass media.

“Nel suo contesto strategico, MindWar deve raggiungere gli amici, i nemici e le parti neutrali allo stesso modo in tutto il mondo – non attraverso i primitivi volantini e altoparlanti da “campo di battaglia” né attraverso lo sforzo debole, impreciso e ristretto della psicotronica – ma attraverso i media posseduti dagli Stati Uniti che hanno la capacità di raggiungere praticamente tutte le persone sulla faccia della Terra.

Questi media sono, ovviamente, i media elettronici: televisione e radio. Gli sviluppi all’avanguardia nella comunicazione satellitare, nelle tecniche di registrazione video e nella trasmissione laser e ottica delle trasmissioni rendono possibile una penetrazione nelle menti della popolazione mondiale, impensabile solo pochi anni fa”.
– Michael A. Aquino e Paul E. Valley, “MindWar”

L’obiettivo finale di MindWar è fare in modo che le persone facciano volentieri ciò che dovrebbero fare, senza rendersi conto di essere state spinte verso quella decisione in ogni fase del processo.

“Affinché la mente creda nelle proprie decisioni, deve sentire di aver preso quelle decisioni senza coercizione. Le misure coercitive utilizzate dall’operatore, di conseguenza, non devono essere rilevabili con mezzi ordinari. Non c’è bisogno di ricorrere a farmaci che indeboliscono la mente come quelli esplorati dalla CIA; in effetti, se venisse reso pubblico ancbe uno solo di questi metodi, la conseguenza sarebbe quella di danneggiare inaccettabilmente la reputazione di MindWar”.
– Ibid.

Verso la fine di questo breve documento, Aquino va ben oltre i mass media. Afferma che le PSYOPS devono fare pieno uso di fenomeni come i campi elettromagnetici e le onde a bassissima frequenza (ELF) per rendere le persone più suggestionabili a MindWar.

“Ci sono alcune condizioni puramente naturali in cui le menti possono diventare più o meno ricettive alle idee e MindWar dovrebbe sfruttare appieno fenomeni come l’attività atmosferica, la ionizzazione dell’aria e le onde a frequenza estremamente bassa”.

Le onde ELF fino a 100 Hz sono presenti in natura, ma possono essere prodotte artificialmente (come per il Progetto Sanguine della Marina per la comunicazione sottomarina). Le onde ELF non vengono normalmente notate dai sensi, tuttavia il loro effetto risonante sul corpo umano è stato collegato sia a disturbi fisiologici che a distorsioni emotive. La vibrazione a infrarossi (fino a 20 Hz) può influenzare subliminalmente l’attività cerebrale per allinearsi ai modelli di onde delta, theta, alfa o beta, inclinando il pubblico verso qualsiasi cosa, dall’alterità alla passività. Gli infrasuoni potrebbero essere usati tatticamente, poiché le onde ELF resistono a grandi distanze; e potrebbe essere utilizzato anche in combinazione con le trasmissioni dei media”.
– Ibid.

Hai letto correttamente: Aquino ha affermato che gli ELF possono essere utilizzati insieme alle trasmissioni dei media.

Nel mio articolo 2018 “File del governo sul controllo mentale remoto” ho analizatto documenti ufficiali trapelati sull’alterazione delle onde cerebrali.

Detto questo, diamo un’altra occhiata al video di reclutamento PSYOP.

GHOST IN THE MACHINE
Il video di reclutamento del 4° gruppo PSYOP ruota attorno al detto “Tutto il mondo è un palcoscenico”, una citazione di William Shakespeare che paragona il mondo a un’opera teatrale e le persone agli attori. Tuttavia, nel contesto delle PYSOP, questa citazione assume un significato più profondo: molti degli eventi che vediamo in tutto il mondo sono messi in scena e coreografati da burattinai invisibili.

Abbastanza appropriatamente, il video inizia con le parole:

“Ti sei mai chiesto chi tira le fila?”

Un burattinaio che tira le fila.

Questa figura inquietante appare in tutto il video senza rivelarsi. Tuttavia, la sua silhouette sembra familiare.

A sinistra: una figura inquietante. A destra: Aquino.

Il video accenna sottilmente ai vari “campi di battaglia” delle PYSOP usando inquadrature intelligenti.

“La guerra si sta evolvendo e tutto il mondo è un palcoscenico”. Sullo sfondo, vediamo immagini di persone che filmano propaganda e una persona che suona il piano. Perché l’industria musicale è coinvolta nella guerra psicologica.

Il video presenta più scene di persone che guardano i loro social media perché Facebook, Twitter, YouTube, Google, Reddit e altri sono campi di battaglia di MindWar.

Un cartone animato d’altri tempi mostra un clown maldestro che si rivela essere un fantasma

Il messaggio di questa immagine altamente simbolica: i tuoi ridicoli intrattenitori sono in realtà agenti di propaganda.

Un intrattenitore simile a un clown (simile a quello visto nel cartone animato) si prepara a esibirsi mentre vengono visualizzate le parole “ci mostriamo in varie forme”.

L’inquadratura di un cinema vuoto indica che l’industria dell’intrattenimento è completamente coinvolta nella guerra psicologica contro i cittadini.

In tutto il video vediamo immagini di proteste e movimenti politici.

Il messaggio di queste scene: questi eventi non sono accaduti organicamente, sono stati il ​​risultato di una guerra psicologica. Come ha scritto Aquino:

“Affinché la mente creda nelle proprie decisioni, deve sentire di aver preso quelle decisioni senza coercizione”.

CONCLUDENDO
Ghosts in the Machine è un video di reclutamento realizzato in modo intelligente che sembra rivolgersi a un pubblico specifico: persone “convinte della cospirazione”… che vogliono prendere parte alla cospirazione. Attraverso varie scene simboliche, il video spiega come il 4° Gruppo PSYOP usi la guerra psicologica per difendere gli interessi americani nei conflitti stranieri, in particolare quelli che coinvolgono Cina e Russia. Detto questo, si pone una domanda fondamentale: la guerra psicologica viene usata contro cittadini americani e paesi alleati?

Quando iniziarono le PSYOP, furono create leggi per impedire ai militari di condurre guerre psicologiche sui cittadini statunitensi. Tuttavia, lo stesso Aquino ha osservato che l’invasione dell’Iraq del 2003 è stata preceduta da un “estremo MindWar sul popolo americano”.

Sebbene sia possibile che il 4° Gruppo PSYOP si concentri su avversari stranieri, la guerra psicologica è attualmente utilizzata da tutti i tipi di attori statali e non statali. Nel 21° secolo, le forze globaliste controllano i mass media e i partiti politici. In quanto tale, questo potente gruppo d’élite ha condotto uno sforzo MindWar senza precedenti per “attaccare la popolazione, la cultura e le istituzioni”. Sta accadendo proprio davanti ai nostri occhi.

Fonte

leadghost4

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Charli XCX: Vendere l’anima per fama e successo

L’album di Charli XCX “Crash” è al primo posto nelle classifiche. Per coincidenza, questo album parla della cantante che vende la sua anima al diavolo in cambio di fama e fortuna. Ecco uno sguardo al simbolismo che circonda questa pop star inglese.

Per anni, Charli XCX ha lavorato incessantemente per scalare le vette dell’industria musicale. Dal 2013, la cantante e cantautrice inglese ha pubblicato cinque album acclamati dalla critica vincendo trofei del settore. Tuttavia, nonostante il suo relativo successo, Charlie XCX non poteva ancora essere definita una “grande pop star”. In effetti, i proverbiali riflettori non si sono accesi su Charli così intensamente come nel caso di altre pop star.

Cosa le mancava? Forse l’aspetto fisico? Il talento? Il lavorare sodo verso un obiettivo? No. Doveva vendere la sua anima al diavolo. E non in senso figurato. Ed è esattamente quello che ha fatto.

In un post Instagram piuttosto sfacciato, Charli scrive: “Suggerimento per i nuovi artisti: vendete la vostra anima per soldi e fama”. Insieme a questa didascalia ci sono immagini simboliche, incluso questo perizoma satanico.

In un altro post, Charli scrive “sangue di bambino” con un’emoji che rappresenta un bicchiere da martini, implicando, di conseguenza, il fatto di ingerire il sangue. Questo è un riferimento all’ossessione preferita dell’élite occulta: consumare sangue e carne umana.

Poco prima di Halloween, Charli ha pubblicato una foto raffigurante un rituale di sangue satanico. Perché è quello che fanno effettivamente in questo periodo dell’anno.

Nei circoli occulti, l’iniziazione di un candidato comporta una morte e una rinascita simboliche. Questo è esattamente ciò di cui parla l’album di Charli, Crash.

La copertina dell’album di Crash raffigura Charli che viene “uccisa” in un incidente d’auto. Notare il sottile simbolismo dell’occhio che tutto vede creato dai suoi capelli.

In un post che celebra il suo successo, Charli pubblica una foto di lei sdraiata in una bara.

Dopo l’uscita di Crash, è stata rilasciata una sfilza di video musicali. Due di loro si distinguono dal lotto e sono altamente simbolici.

GOOD ONES
Il testo del singolo Good Ones parla di Charli che vuole porre fine a una relazione perché brama il male. Queste frasi nel testo riassumono la canzone:

I want the bad ones ’cause they’re all I know
I always let the good ones go

Mentre la canzone sembra parlare di Charli che è attratta da cattive compagnie, il video indica che la “relazione” a cui si riferisce Charli è in realtà… spirituale.

L’intero video si svolge a un funerale con persone in lutto e cose del genere. Charli quindi emerge con la sua congrega di streghe:

Mentre tutti vestono di nero, Charli e le sue ragazze indossano anche il rosso, il colore occultamente associato all’iniziazione e al sacrificio di sangue. Hanno in mano Bibbie in fiamme, un’immagine che riassume il sottotesto satanico di questo video.

Per tutto il video, Charli sembra essere estremamente eccitata dal cadavere. Questo bizzarro mix di morte e sessualità è in linea con la cultura malata dell’élite.

Dietro la bara c’è una figura interessante. Se questa fosse una chiesa “normale”, probabilmente si vedrebbe un crocifisso. Tuttavia, se guardi da vicino, quello non è affatto Gesù. La figura sembra rappresentare il soldato romano che trafisse Gesù mentre era crocifisso… per assicurarsi che fosse morto.

Un affresco del Beato Angelico che mostra la lancia che trafigge il costato di Gesù sulla croce.

Le messe nere sataniche riguardano la perversione dei rituali e dei simboli cristiani. Celebrare il personaggio che ha trafitto Gesù invece di Gesù stesso è un buon esempio di tale pratica.

In agguato sullo sfondo c’è un prete dall’aspetto strano. Notare il simbolismo dell’occhio che tutto vede, suggerendo ancora una volta che si tratta di spazzatura elitaria.

In questa scena piuttosto cupa, Charli e le sue ragazze sono apertamente eccitate da una fossa sepolcrale. Cultura della morte.

Ad un certo punto, si vede Charli sdraiata sulla propria lapide. La data di sepoltura è marzo 2022, data di uscita del suo album.

In breve, Good Ones è una celebrazione della morte in una messa nera satanica. Se credi che sto andando un po’ oltre con questa interpretazione, dovresti forse controllare il video alternativo.

Nel “Drag Performance Video”, un gruppo di drag queen (che indossano simbolicamente il rosso) ballano all’interno di una chiesa profanata. Dietro di loro c’è una croce rovesciata, uno dei più importanti simbolismi che rappresenta il satanismo. Non credo che questo possa essere più chiaro.

Good Ones parla della morte simbolica di Charli e della sua rinascita come pedina dell’industria musicale. Il video Beg For You sembra continuare in questa narrazione rituale.

BEG FOR YOU
Il testo di Beg For You parla dell’essere attratti da un idiota. Naturalmente, il video parla di un’iniziazione rituale che include il consumo di sangue. Perché, dopo aver rifiutato il “bravo ragazzo” (Dio), Charli desidera “il cattivo ragazzo” (Satana).

La canzone presenta Rina Sawayama, un’artista emergente che ha ricevuto elogi incessanti dai mass media.

Segni con un occhio solo = la ragazza è allineata con l’agenda dell’élite.

Sia Charli XCX che Rina Sawayama sono pronte a portare la loro carriera a un altro livello. Ma prima, devono prendere parte a strane cazzate rituali. Il video Beg For You parla di questo.

Il video inizia con Charli, Rina e la congrega di streghe che seguono una sorta di leader spirituale.

Inoltre, c’è questa cosa.

La congrega viene condotta in un luogo dove sta per accadere qualcosa di empio.

Un teschio cornuto circondato da un cerchio di bastoni = rituale satanico.

Una volta arrivati, Charli e Rina cominciano una sorta di rituale.

A Charli viene dato un oggetto appuntito che stringe fino a sanguinare. Quel sangue gocciola in una pozza d’acqua.

Quindi, la “guida spirituale” (o qualsiasi altra cosa sia) raccoglie un po’ di quell’acqua piena di sangue… e LA BEVE.

Spero che tu abbia notato che l’élite è stata sempre più aperta sulla sua ossessione per il consumo di sangue umano.

Dopo il rituale, la congrega entra in uno stato di trance e danza intorno alla pozza di acqua sanguinolenta.

Il rituale di iniziazione è completo e un altro video schifoso viene rilasciato al mondo.

CONCLUDENDO
Dopo anni di duro lavoro nell’industria musicale con album orientati all’innovazione e alla sperimentazione, Charli XCX voleva diventare mainstream. Quindi ha fatto musica mainstream. Ancora più importante, ha rispettato i requisiti del settore di vendere la sua anima e promuovere un’agenda malata. Il risultato è Crash, un album circondato dalla follia esagerata degli Illuminati.

Alcuni potrebbero obiettare che l’atto di Charli è così palese da essere in realtà satirico, un commento di secondo grado sullo stato dell’industria. Potrebbe essere un modo di vedere le cose. Tuttavia, il risultato finale è lo stesso: attraverso le sue opere, Charli diffonde nella cultura popolare gli stessi messaggi, lo stesso simbolismo e la stessa “energia” satanica degli altri.

Detto questo, Charli ha ottenuto qualcosa vendendo l’anima? A prima vista, sì. Si sta godendo quella dolce attenzione dei mass media.

Crash è l’album più venduto di Charli fino ad oggi.

Ma ne è valsa la pena? Lascerò che il post su Instagram di Charli risponda a questa domanda.

La didascalia di questo post è “suggerimento per gli artisti emergenti: peggiora solo col tempo”. I tacchi alti e la catena si riferiscono alla schiavitù sessuale delle pedine dell’industria.

Non credo.

Fonte

leadcharlixcx2

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione. A breve dovrò rinnovare il dominio del sito, una donazione, per continuare e sviluppare ulteriormente il mio lavoro sarebbe gradita

2,00 €

La storia di Elizabeth Bathory: La prova che l’élite occulta è malata da secoli

Conosciuta come la “contessa sanguinaria”, Elizabeth Bathory attirò giovani donne nel suo castello e le sottopose a orribili torture mescolate a rituali occulti. I documenti sulla sua vita forniscono uno sguardo raro sulla vera natura dell’élite occulta. Ecco una analisi della vita della Bathory.

Elizabeth Bathory era una nobildonna ungherese nata nel XVI secolo. Era bella, altamente istruita e parlava diverse lingue. Viveva in sontuosi castelli. Il suo lignaggio familiare era illustre e possedeva terre nel Regno d’Ungheria. Era la nipote di Stefano Bathory, re di Polonia, granduca di Lituania e principe di Transilvania. Aiutò i contadini locali che per questo l’ammiravano.

Successivamente, iniziarono a circolare voci secondo cui era una strega vampira che rapiva le ragazze e le torturava nel suo castello. Più tardi, queste voci si sono rivelate vere…In effetti, la crudeltà e la depravazione della Bathory erano così scioccanti da ispirare leggende di cui sentiamo parlare ancora oggi.

Conosciuta come la “Contessa sanguinaria” o “Contessa Dracula”, Bathory detiene il Guinness dei primati per “la più prolifica assassina donna nel mondo occidentale”. Si dice che abbia ucciso oltre 600 vergini per bere il loro sangue e farsi il bagno in esso, apparentemente per preservare la sua giovinezza.

Uno sguardo più approfondito alla vita di Elizabeth Bathory offre uno sguardo raro sulla vera mentalità dell’élite occulta, che è rimasta la stessa fino ad oggi. Sebbene queste storie cupe ma rivelatrici vengano solitamente cancellate dalla storia o liquidate come “bufale” dai poteri che ci controllano, la documentazione sostanziale sulla vita, i crimini e il processo alla Bathory è rimasta intatta.

La Bathory era ossessionata dal satanismo, dalla stregoneria e dal sangue. Non ha inventato nulla di tutto ciò da sola, quelle pratiche erano dilaganti tra i nobili e gli aristocratici dell’epoca. Niente è cambiato.

Ecco uno sguardo alla vita della Bathory.

FAMIGLIA ELITARIA

Lo stemma della famiglia Bathory.

La Bathory nacque in Transilvania nel 1560. I genitori erano consanguinei, infatti fu il prodotto della relazione tra il barone George Bathory e la baronessa Anna Bathory. La sua famiglia comprendeva re, cardinali, cavalieri e giudici. Comprendeva anche psicopatici crudeli, violenti e squilibrati.

Durante la sua infanzia, Bathory ha assistito a numerosi atti di crudeltà commessi dalla sua famiglia.

“Nella tenuta della sua famiglia a Ecsel, ha visto gli ufficiali della sua famiglia distribuire ogni forma di crudeltà in nome della giustizia. All’età di dieci anni, Elisabetta vide uno zingaro, accusato di furto, cucito nel ventre di un cavallo morente; la testa fu lasciata fuori e il ladro lasciato morire. Si diceva anche che fosse epilettica e questo, forse per consanguineità, la rendeva incline ad attacchi di rabbia”.
– The Toast, “Yes, We Can Now Talk About Elizabeth Báthory”

Fin dalla giovane età, la Bathory era circondata da persone con interessi oscuri.

“La zia della Bathory, Klara, una illustre dama di corte, era considerata una lesbica e una strega. Uno zio era un alchimista e adoratore del diavolo, e suo fratello era un reprobo intorno al quale nessuna donna o bambina era considerata al sicuro. A peggiorare le cose, la sua infermiera fin dall’infanzia, Ilona Jooone, era immersa nella pratica della magia nera che, secondo quanto riferito, richiedeva il sacrificio dei bambini per le loro ossa e il loro sangue.
– Ibid.

All’età di 15 anni, la Bathory si sposò con il conte Ferenc Nadasdy che divenne un potente generale. Il matrimonio combinato si è rivelato una buona cosa poiché entrambi avevano forti tendenze sadiche.

“Durante l’estate, cospargevano di miele i domestici e osservavano lo sciame di api attaccarli. La tortura presumibilmente divenne un interesse comune per la coppia e cercarono consigli e istruzioni da occultisti e satanisti”.
– Ibid.

Non diversamente dall’élite di oggi, Elizabeth sapeva come nascondere il lato oscuro della sua famiglia con buone azioni.

“Oltre ad essere in grado di gestire e difendere i loro vasti territori, Elisabetta era molto generosa con i poveri e i bisognosi. Donava molti soldi in beneficenza e spesso interveniva a favore di donne e bambini poveri o disagiati… per mantenere alta la reputazione della famiglia e nascondere le loro tradizioni sataniche. Tuttavia, anche se si è comportata bene, i suoi veri colori emergevano quando era sola”.
– Ibid.

Per compiacere Elizabeth, suo marito avrebbe costruito una camera di tortura secondo le sue esatte specifiche. E, mentre era via a fare la guerra ai Turchi, Elisabetta si teneva occupata con oscure attività.

“Zia Klara iniziò a fare visita alla nipote per istruirla nei suoi metodi di intrattenimento preferiti: flagellazione, orge lesbiche e varie forme di sadomasochismo. Klara è stata aiutata da un fedele servitore di nome Thorko che ha introdotto la bella Erzsébet (Elizabeth) all’occulto. Erzsébet divenne abile nell’inventare droghe varie, infusi e pozioni; e in assenza del marito i suoi vari ospiti includevano sedicenti stregoni e veggenti, stregoni, streghe e alchimisti.
– Leslie Carol, Royal Pains

MOSTRO
Con il passare degli anni, il gusto di Elizabeth per il sangue divenne mostruoso. Le contadine delle città vicine sparivano regolarmente. Alcune venivano “regalate” da genitori fiduciosi desiderosi di ottenere il favore della contessa.

Una volta nel castello di Bathory, le ragazze furono rinchiuse e sottoposte alle peggiori torture immaginabili.

“Tutti in Ungheria, indipendentemente dal grado o dalla vicinanza, vivevano nel terrore dei potenti Bàthory. Ancora solo un’adolescente quando iniziò a torturare le contadine, Erzésbet approfittò del più piccolo passo falso di una serva, usandolo come scusa per punirla. Spesso escogitava compiti che erano quasi impossibili da portare a termine, solo per poter torturare qualcuno. Ma i rimproveri e gli schiaffi erano per femminucce. Se una ragazza era sospettata di furto, le veniva ordinato di spogliarsi nuda e poi veniva torturata con l’applicazione di monete roventi premute contro la sua pelle nuda. A volte la contessa optava per il biologico; Le ragazze venivano frustate con ortiche dopo essere state picchiate con qualche altro dispositivo. E anche se una serva non si comportava male, sarebbe probabilmente diventata comunque l’intrattenimento della giornata. La mutilazione era spesso nel menu. Le ragazze venivano messe in gabbie dotate di spuntoni interni che le infilzavano ovunque mentre la gabbia si stringeva, provocando una morte agonizzante e sanguinosa. Tenaglie e pinze, riscaldate fino a quando non erano incandescenti, venivano usate per strappare pezzi di carne. I ferri ardenti marchiavano la loro tenera pelle. Erzsébet ha persino perfezionato una tecnica per strappare la testa di una ragazza tirandole i lati della bocca fino a quando non si laceravano completamente e il suo collo si spezzava in due.

Si diceva che la contessa avesse raggiunto l’estasi sessuale durante queste sessioni di tortura, strillando di gioia guardando la sua vittima soffrire. Si divertiva a frustarli di fronte, solo per poter vedere il dolore e il terrore sui loro volti. A volte, per divertimento personale, Erzsébet spalmava una ragazza di miele e la legava a un albero, lasciandola in balia di insetti e altri animali selvatici.
– Ibid.

Ispirandosi alla Vergine di Norimberga (sopra), Bathory costruì un dispositivo simile chiamato Vergine di Ferro

Quando suo marito morì, Elisabeth portò le cose a un altro livello.

“Sebbene il conte abbia partecipato alle crudeltà di sua moglie, può anche aver frenato i suoi impulsi; quando morì all’inizio del 1600, lei peggiorò molto. Con l’aiuto della sua ex infermiera, Ilona Joo, e della strega locale Dorotta Szentes, la Bathory iniziò a rapire ragazze contadine per torturarle e ucciderle. Spesso mordeva pezzi di carne dalle sue vittime e una sfortunata ragazza è stata persino costretta a cucinare e mangiare la propria carne. Secondo quanto riferito, la Bathory credeva che il sangue umano l’avrebbe mantenuta giovane e sana”.
– History, Hungarian countesses’ torturous escapades are exposed

Fin da giovane, la Bathory era ossessionata dal suo aspetto. Secondo quanto riferito, trascorreva ore a fissare lo specchio mentre mormorava strani incantesimi. Dopo la morte del marito, la Bathory divenne una madre single di otto figli. Ed era disposta a tutto pur di preservare il suo aspetto giovanile.

“Erzsébet si convinse che la tortura e la mutilazione avessero un beneficio aggiuntivo e salutare. Un giorno, una sfortunata serva tirò accidentalmente i capelli della contessa mentre la stava pettinando. La ragazza ricevette uno schiaffo così forte che il suo naso sanguinò, schizzando sulla mano (o sul viso di Erzsébet, a seconda della fonte dell’aneddoto). Dopo essersi guardata allo specchio, Erzsébet era convinta che la sua pelle apparisse molto più giovane dove era caduto il sangue della vergine.

Un’autoproclamata maga locale che si faceva chiamare Darvulia (vero nome Anna), conosciuta come “la strega della foresta”, era ormai diventata una delle amiche più intime di Erzsébet. Darvulia suggerì alla contessa che lavarsi nel sangue delle vergini sarebbe stato benefico. Così Erzsébet attirò quante più contadine possibile al castello di Csejthe, così come nelle sue altre proprietà, inclusa una casa di città a Vienna, per assicurarsi che il suo nuovo stratagemma per rimanere giovane, così come la sua forma preferita di intrattenimento, rimanessero ininterrotti. Secondo la storica Margaret Nicholas, Darvulia e le sue trafficanti di esseri umani (vedove anziane ben pagate per i loro servizi) vagavano per la regione dopo il tramonto in cerca di nuove vittime.

Nei castelli le ragazze venivano massacrate sistematicamente, il loro sangue raccolto in vasi e secchi per il bagno rituale della cortigiana, alle quattro del mattino (un orario importante per i mistici).
– Op cit., Carol

In un recente servizio fotografico, Kylie Jenner è nuda e ricoperta di sangue. L’élite occulta di oggi non è diversa da Elizabeth Bathory.

LA DISFATTA
Sebbene le voci sugli orrori accaduti al castello fossero dilaganti, i contadini rimasero in silenzio. Tuttavia, quando Elisabetta iniziò a reclutare ragazze di famiglie nobili minori, iniziò la sua caduta.

“Elizabeth è diventata sfacciata e negligente verso la fine della sua carriera da assassina. Durante la sua permanenza a Vienna, ordinò a una rinomata corista della Chiesa di Santa Maria, Ilona Harczy, di esibirsi privatamente per lei nei suoi appartamenti in città in Augustinian Street. La ragazza non è stata mai più vista e testimoni hanno affermato che Elizabeth l’ha uccisa quando non cantò per lei per paura o per timidezza.
– Peter Vronsky, The True Story of Elizabeth Báthory “The Blood Countess”

Dopo molti negoziati politici che hanno coinvolto l’intera élite ungherese, il re d’Ungheria ha finalmente ordinato l’arresto della Bathory. Il suo castello fu saccheggiato durante le vacanze di Natale del 1610. I resoconti dell’incursione sono terrificanti.

“Quando hanno raggiunto il castello in una ventosa notte d’inverno, hanno trovato la porta d’ingresso leggermente socchiusa. Non furono accolti da un servitore, ma da un cadavere disteso sul freddo pavimento di pietra. Pallida per il salasso e poco vestita per le torture, la giovane donna all’ingresso fu solo il primo corpo che trovarono nel castello di Cachtice; altri erano mezzi morti, in attesa del loro destino nella prigione. Elisabetta, insieme ai suoi complici e servitori, sarebbero stati trovati al piano di sopra, coinvolti in un’orgia.

  • – Op. Cit. The Toast

Batory dell’artista ungherese István Csók – circa 1893.

Durante il processo alla Bathory, le testimonianze di testimoni, complici e sopravvissuti hanno inorridito i giudici.

“La testimonianza ha rivelato che le ragazze rapite erano state incatenate ai muri delle segrete e ingrassate, perché la contessa credeva che questo aumentasse il sangue nei loro corpi. Venivano anche costrette ad attività sessuali devianti con lei. Se reagivano con dispiacere, ricevevano torture e forse la morte. Tuttavia, anche coloro che resistevano alla fine l’annoiavano e venivano eliminati. A volte, a seconda del capriccio della contessa, le sue ragazze preferite ricevevano il trattamento peggiore. Una era stata costretta a strapparsi un pezzo di carne dal braccio. Alcune venivano spinte in piccole gabbie piene di spuntoni.

  • Op. Cit., Vronskij

All’interno del suo castello, le autorità hanno trovato un registro contenente i nomi di oltre 600 vittime. Con il proseguimento della ricerca, i corpi sono stati scoperti ovunque nei locali, in tombe poco profonde e in camere nascoste all’interno del castello.

Nonostante le prove schiaccianti contro la Bathory, fu relativamente risparmiata. Mentre i suoi complici sono stati torturati e prontamente giustiziati dalle autorità, la Bathory non ha partecipato al processo e non è stata giustiziata.

“C’era pressione per mantenere la sua fortuna in famiglia, così alla fine Erzsbet Bthory fu imprigionata a vita, senza alcuna condanna formale, rinchiusa nelle stanze nel suo castello a Cahtice. Era confinata in esse, con gli ingressi e le finestre murate, a parte piccole fessure per cibo e aria».
– Ibid.

Dopo quattro anni di reclusione nel suo castello, morì all’età di 54 anni.

CONCLUDENDO
La storia di Elizabeth Bathory è stata quasi cancellata dalla storia. Avrebbe potuto facilmente trasformarsi in una leggenda romanzata, come molte altre storie che coinvolgono l’élite occulta. Il suo processo si tenne in segreto in una remota città slovacca nel 1611 e la sua potente famiglia rese privati i registri. Non c’erano giornali a diffondere la notizia. Nessuna delle famiglie regnanti voleva che i cupi dettaglia fossero rilasciati al pubblico scrutinio. Elizabeth non è stata nemmeno autorizzata a comparire al processo. Invece dell’esecuzione pubblica, fu murata viva all’interno di uno dei suoi remoti castelli.

In molti modi, la vita e la caduta di Bathory ricordano molto un equivalente moderno: Jeffrey Epstein. Come Epstein, la Bathory aveva legami con alcune delle persone più potenti del mondo. E, come Epstein, la Bathory attirava le ragazze con promesse di ricchezza e prestigio. Tuttavia, come Epstein, Bathory è diventata troppo sfacciata e la sua depravazione ha alimentato le voci in tutto il paese. I suoi incessanti rapimenti divennero fonte di preoccupazione per l’élite poiché i suoi oscuri segreti venivano minacciati di essere rivelati. Quindi, come Epstein, la Bathory è stata incarcerata fino alla morte, senza alcuna possibilità per lei di dire un’altra parola a nessun altro. Alla fine, come Epstein, tutti i suoi complici sono stati messi a tacere in un modo o nell’altro.

Circa 500 anni dopo la morte di Bathory, l’élite occulta di oggi rimane ossessionata dalle stesse orribili pratiche. Numerosi articoli su Neovitruvian hanno documentato il gusto dell’élite per il depravato, l’aberrante e il Male. I mass media sono pieni fino all’orlo di abusi, satanismo, cannibalismo, rituali di sangue e ogni pratica degradata a cui si possa pensare. Questo è tutto studiato a tavolino.

La follia dell’élite, una volta, era nascosta. Ora sta diventando la normalità.

Fonte

leadbathory3

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La morte di Taylor Hawkins e gli inquietanti collegamenti con il film “Studio 666”

Il film dei Foo Fighters, “Studio 666”, parla di sacrifici di sangue al diavolo il quale è a capo dell’industria musicale globale. Un mese dopo l’uscita del film, Taylor Hawkins muore in strane circostanze. Ecco uno sguardo a questa bizzarra situazione.

Il 25 marzo il mondo della musica ha subito un forte trauma a causa della morte inaspettata di Taylor Hawkins, il batterista dei Foo Fighters. Il musicista 50enne è stato trovato, privo di cosciena, nella sua camera d’albergo a Bogotà, in Colombia, dove la sua band avrebbe dovuto esibirsi la sera.

Le circostanze che circondano la morte di Hawkins rimangono vaghe. Tuttavia, gli investigatori forensi hanno rapidamente concluso che il rocker ha subito un “collasso cardiovascolare dopo aver ingerito un cocktail di droghe composte da eroina mescolata con antidepressivi e benzodiazepine”. I medici hanno anche rilevato la cardiomiopatia dilatativa, una condizione medica in cui il muscolo cardiaco si indebolisce e si ingrandisce. I rapporti indicano che il suo cuore pesava il doppio di quello della maggior parte degli uomini della sua età.

Nelle ore precedenti la sua morte, Hawkins si è lamentato di dolori al petto e, secondo quanto riferito, ha chiesto aiuto. Un comunicato della Segreteria distrettuale per la Sanità del comune di Chapinero spiega cosa è successo dopo:

“Il Centro di regolamentazione delle emergenze della città ha ricevuto un avviso di un paziente con dolore toracico in un hotel situato nel nord della città.
Per questo caso è stata inviata un’ambulanza. Tuttavia, quando sono arrivate le squadre del dipartimento sanitario, hanno trovato sul posto un’unità di risposta mobile dell’azienda EMI.

Il professionista sanitario che si occupava dell’emergenza ha indicato che erano stati effettuati tentativi di rianimare il paziente ma non c’era stata risposta e il paziente è stato dichiarato morto”.

In altre parole, un’ambulanza cittadina è stata inviata all’hotel di Hawkins. Tuttavia, un’unità dell’azienda sanitaria privata EMI è arrivata prima sul posto e lo ha dichiarato morto.

Quando la notizia della morte di Hawkins è stata resa pubblica, l’hashtag #PrayForDave è diventato rapidamente di tendenza sui social media. Il 5 aprile 1994 Grohl subì la morte di un altro compagno di band: Kurt Cobain.

A sinistra: Dave Grohl con Taylor Hawkins. A destra: Grohl con Kurt Cobain.

Nel 1994, Kurt Cobain è stato una delle più grandi star del mondo e la sua morte inaspettata ha sconvolto un’intera generazione. Con il passare degli anni, sono emerse teorie secondo cui la morte di Cobain fosse in realtà un omicidio travestito da suicidio. La teoria è stata spiegata in modo più famoso nel bestseller del 1998 Who Killed Kurt Cobain?

Ora, nel bel mezzo di una massiccia campagna mediatica che celebra il decimo album della band e l’uscita di un nuovo film, Hawkins muore inaspettatamente. Alcune menti critiche credono che la morte di Hawkins possa essere un omicidio mascherato da overdose. La compagnia sanitaria privata che è arrivata per prima sulla scena è stata pagata per dichiarare, frettolosamente la morte di Hawkins? Ai primi soccorritori è stato impedito di prestare le cure necessarie a Hawkins? Si può solo ipotizzare.

Ma perché Taylor Hawkins doveva essere ucciso? Qualcuno potrebbe rispondere che è stato uno dei tanti sacrifici di sangue compiuti dall’élite occulta. Naturalmente, questo potrebbe sembrare completamente folle per alcuni. Tuttavia, quando si guarda al contesto che ha portato a questo triste evento, le cose prendono una piega inquietante.

Ad esempio, esattamente un mese prima della morte di Hawkins, i Foo Fighters hanno pubblicato una commedia horror chiamata Studio 666. Il soggetto del film? I membri dei Foo Fighters vengono uccisi come sacrifici di sangue per l’industria della musica controllata dalle forze di Satana.

Guardare questo film ora è un’esperienza surreale. Non solo espone palesemente la mentalità occulta dell’industria musicale, ma descrive anche il raccapricciante omicidio di Taylor Hawkins da parte di un Dave Grohl posseduto da un demone. Ecco uno sguardo al film.

STUDIO 666

La locandina di Studio 666.

La premessa del film è abbastanza semplice: Dave Grohl vuole fare qualcosa di diverso per il decimo album dei Foo Fighters. Quindi il manager della band Jeremy Shill (cognome interessante) li manda in una villa a Encino, in California, per registrare il loro album. Tuttavia, i membri della band non sono a conoscenza della macabra storia della villa: negli anni ’90, i membri di una band chiamata Dream Widow furono assassinati lì.

Quando la band si trasferisce all’interno della villa, Dave Grohl scopre uno scantinato pieno di oggetti satanici e viene posseduto da un demone. Subito dopo, il blocco dello scrittore di Grohl viene sostituito da un’intensa ispirazione musicale.

Dave Grohl spiega il concetto della sua nuova canzone epica ai membri della band. Per illustrare il suo punto, usa filo e chiodi per creare un simbolo. Nelle sue parole, questo simbolo è “l’unica cosa che gli permettera di scrivere la canzone”.

Se conosci un po’ di simbolismo occulto, hai immediatamente riconosciuto questo simbolo: un esagramma unicursale. Sebbene quel simbolo sia piuttosto antico, è stato reso popolare dal più famoso occultista del 20° secolo, Aleister Crowley (leggi il mio articolo su di lui qui).

La copertina del libro di Crowley Magick presenta un esagramma unicursale.

Crowley era un membro di spicco di due società segrete che sono state estremamente influenti per l’élite occulta: La Golden Dawn e l’Ordo Templi Orientis (OTO). L’influenza di queste organizzazioni sull’industria dell’intrattenimento non può essere sottovalutata. Come spiegato in precedenti articoli su questo sito, queste organizzazioni sono le forze dietro i mega-rituali occulti che accompagnano “casualmente” gli eventi mondiali. Nel mio articolo sul Figlio di Sam, cito diverse fonti che spiegano che questi omicidi erano in realtà sacrifici di sangue compiuti dai membri di una setta seguendo gli insegnamenti di Crowley, sotto l’influenza della Golden Dawn e dell’O.T.O.

Insomma, la presenza di questo simbolo in Studio 666 non è casuale. È estremamente deliberato e indica veri concetti occulti a cui aderiscono febbrilmente innumerevoli membri dell’élite.

Come pezzo complementare a Studio 666, Dave Grohl ha pubblicato un album death metal con la fittizia band Dream Widow. La copertina dell’album presenta un prominente esagramma unicursale. L’album è stato rilasciato il … 25 marzo. Il giorno della morte di Hawkins.

Mentre Dave Grohl diventa sempre più demoniaco, inizia a uccidere i membri della sua band nei modi più raccapriccianti possibili.

Dopo aver ucciso Chris Shiflett, Grohl lo mangia. L’élite occulta è veramente ossessionata dal cannibalismo.

Mentre il resto della band continua a non capire cosa sta succedendo, un vicino di casa invia loro un messaggio segreto.

“Il sacrificio alimenta il libro”.

Capiamo presto che questi omicidi sono letteralmente sacrifici di sangue. I restanti membri della band eventualmente scoprono poi cosa è “il libro”.

Grohl è posseduto da un “libro vivente fatto di carne umana”. Questi libri esistono davvero.

Il vicino spiega che si diceva che il libro contenesse gli incantesimi segreti di Aleister Crowley e che richiede sangue per mantenere attivo il potere occulto.

Nel frattempo, Grohl è pronto a finire una canzone intitolata Lacrimus de Ebrius che significa Lacrime di Dio (un titolo molto satanico). Quindi fa pressioni su Taylor Hawkins affinchè dia il massimo mentre registra la traccia di batteria.

Grohl da posseduto ordina a Hawkins di suonare la batteria.

Una volta che Hawkins ha finito di registrare, Grohl lo decapita usando un piatto. Alla luce di quello che è successo a Hawkins un mese dopo l’uscita di questo film, questa scena assume un significato inquietante.

Successivamente, i restanti membri della band tentano di salvare Grohl eseguendo un esorcismo. Il rituale sembra funzionare e Grohl torna al suo io normale. Tuttavia, il manager della band Jeremy Shill e lil developer immobiliare tendono un’imboscata ai membri rimanenti (mentre indossano abiti neri) e rivelano di aver pianificato tutto.

Nate Mendel viene pugnalato a un occhio. Per questo si mette a fare il simbolo dell’occhio che tutto vede per un minuto o due finché non viene ucciso. L’intero film è un omaggio all’élite occulta.

Con tutti i Foo Fighters andati tranne Dave Grohl, Shill inizia a parlare. E le cose che dice sono solo… fatti.

… e l’intera industria musicale.

Il manager aggiunge:

“Sai, il rock and roll non è rilevante da molto tempo. Ha bisogno di un’infusione. Il diavolo renderà di nuovo rilevante il rock and roll. Il diavolo lo renderà pericoloso”.

Questo discorso non aveva davvero bisogno di essere nel film. Era un messaggio palese dall’élite occulta alle masse.

Dopo questo discorso appassionato, Shill si rende conto che Grohl è ancora posseduto. Dice infatti:

“Non sei Dave Grohl! È tempo per la tua carriera da solista!”

Il film si conclude con un Grohl posseduto in procinto di esibirsi per migliaia di fan adoranti. La morale della storia: quelli che durano nel settore hanno venduto le loro anime.

CONCLUSIONE
Nel 2014, Taylor Hawkins ha formato un gruppo chiamato Birds of Satan. Nel 2022, ha recitato in un film chiamato Studio 666 in cui viene ucciso come sacrificio di sangue. Un mese dopo l’uscita di quel film, Hawkins muore in circostanze bizzarre. Il giorno della sua morte, viene pubblicato il concept album di Dave Grohl, Dream Widow, incentrato su rituali occulti e sacrifici di sangue.

La morte di Hawkins è stata pianificata fin dall’inizio? Difficile da dire. Tuttavia, come spiegato nel mio articolo su Poltergeist, i film con forti temi demoniaci sono spesso “maledetti” e sono seguiti da bizzarre morti delle persone che vi hanno partecipato.

Le forze e i simboli visualizzati in Studio 666 non sono di fantasia, sono reali. Inoltre, sono legati a veri e propri rituali e veri sacrifici che si susseguono da secoli, spesso in occasione di date importanti come l’equinozio di primavera. E forse è esattamente quello che è successo il 25 marzo.

Fonte

foofighters666_header_770x425-e1648496731575

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il messaggio occulto del video di “Sacrifice” di The Weeknd

Uno sguardo al significato occulto dietro il video di The Weeknd “Sacrifice” e il concept del suo album “Dawn FM”.

Nel caso non lo sapessi, The Weeknd è una delle celebrita` con maggiore rilievo nell’industria dell’intrattenimeto. Voglio dire, continua a vincere ogni premio; Continua a frequentare celebrità come Bella Hadid, Selena Gomez e (apparentemente) Angelina Jolie; Attualmente sta vendendo il suo appartamento di Los Angeles soprannominato “The Mogul” per $ 22,5 milioni … perché ha acquistato una villa enorme da $ 69 milioni a Bel Air.

L’appartamento di Weeknd contiene oggetti interessanti come questo androide che è chiaramente ispirato a Maria dal film Metropolis (che è venerato dall’élite occulta).

Seriamente, The Weeknd è veramente uno degli artisti piu` rinomati di questa epoca. E lui lo sa. Cinque anni fa, ha celebrato il suo successo planetario con la canzone Starboy dove canta: “I’m motherf*cking starboy” Ancora più importante, il video rappresentava simbolicamente la sua ascesa a un livello superiore nell’industria musicale.

Come conferma definitiva, The Weeknd si è esibito all’intervallo del Super Bowl 2021, il più grande evento televisivo dell’anno. E anche questo era molto simbolico.

Mentre sappiamo tutti che The Weeknd è famoso, c’è un tema importante in quasi tutte le sue opere: la fama ha un prezzo. Il suo nuovo album Dawn FM continua con la stessa narrativa.

DAWN FM

Perché The Weeknd è vecchio sulla copertina dell’album Dawn FM? Presto lo capirai.

Il concetto alla base di Dawn FM è descritto come “ascoltare una stazione radio pop retrò mentre si è in purgatorio”. Per tutto l’album, un DJ radiofonico (l’attore Jim Carey) guida The Weeknd (e gli ascoltatori) verso “la luce”, che potrebbe riferirsi alla morte. Anche se questo è già un concetto cupo, “la luce” potrebbe in realtà essere qualcos’altro.

Il primo video di quell’album, intitolato Sacrifice, indica chiaramente che c’è un oscuro significato spirituale dietro l’album.

Seriamente, quel video è fondamentalmente Neovitruvian 101. Voglio dire, il nome stesso dice tutto: si tratta di sacrificare la propria anima all’élite occulta. Alcuni potrebbero dire:

“Stai fantasticando troppo, si tratta di lui che non è disposto a sacrificare la sua indipendenza quando si trova coinvolto in una relazione”.
Dimmi pure quando nel video arriva la parte che riguarda una relazione.

SACRIFICE
Il video inizia introducendo il concetto alla base di Dawn FM. Mentre The Weeknd si trova in una stanza buia, sentiamo il DJ radiofonico dire:

“Ora stai ascoltando 103.5 Dawn FM. Sei stato nell’oscurità per troppo tempo. È tempo di camminare verso la luce e accettare il tuo destino a braccia aperte. Impaurito? Non preoccuparti. Saremo qui per tenerti la mano e guidarti attraverso questa transizione indolore. Non c’e` fretta? Rilassati e goditi un’altra ora di musica senza pubblicità su 103.5 Dawn FM.

Accecato da una luce potente, The Weeknd fa il segno dell’occhio che tutto vede.

Siamo di fronte ad un pesante simbolismo luciferino. In primo luogo, Lucifero è conosciuto come il “figlio dell’alba” (DAWN=ALBA n.d.r.) nella Bibbia e in varie mitologie. Inoltre, la parola Lucifero significa letteralmente “portatore di luce” in latino. Questo perché Lucifero è esotericamente associato al pianeta Venere, la stella vista all’alba.

Gli antichi romani parlavano latino e conoscevano Venere come la stella del mattino con il suo nome latino, Lucifero (portatore di luce). Nella loro mitologia, Lucifero portava una torcia e annunciava l’alba. Per i romani Lucifero era sacro alla dea Venere, nome che in seguito fu scelto come nome scientifico del pianeta.
– Nightsky Tourist, Venere: il pianeta con due nomi

Quindi, quando il DJ Jim Carey (dalla stazione Dawn FM) dice a The Weeknd di “camminare nella luce”, siamo nel profondo del simbolismo luciferino. Non si tratta di morte fisica, si tratta di morte e rinascita spirituale, l’obiettivo delle iniziazioni occulte. Ciò è confermato dal fatto che Carey dice anche “sei stato all’oscuro per troppo tempo”.

Un altro elemento che allude al fatto che Sacrifice riguarda l’iniziazione occulta: IL RESTO DELL’INTERO VIDEO.

The Weeknd viene trasportato con la forza da un gruppo di persone che indossano cappucci neri. Di solito non e` una bella cosa.

Viene quindi legato a un aggeggio circolare e viene sollevato su un “palcoscenico” affinché tutti lo vedano.

Questa scena è fondamentalmente The Weeknd che viene crocifisso. Stiamo assistendo a una messa nera satanica in cui riti e simboli cristiani vengono distorti, derisi e profanati.

Tra le vesti nere emerge una figura incappucciata di rosso.

Analizzo video musicali dal 2009 e ho sempre sottolineato il fatto che molti di loro sono segretamente profondamente ritualistici. Oggi i video sono rituali, non lo nascondono più. Inoltre, ho sempre evidenziato l’importantissimo codice di colori in questi video in cui il rosso rappresenta il sacrificio durante l’iniziazione. Ebbene, in questo video chiamato Sacrifice, The Weeknd viene “iniziato” da una figura incappucciata di rosso.

E quell’iniziazione non sembra affatto piacevole.

La figura incappucciata si avvicina a The Weeknd ed estrae qualcosa da The Weeknd.

Considerando il contesto occulto del video, quella figura rossa probabilmente ha estratto l’anima o la forza vitale di The Weeknd. Ed è esattamente ciò che è necessario per diventare grande nell’industria musicale.

Dopo il rituale, The Weeknd si esibisce per le figure incappucciate mentre è letteralmente incatenato all’asta del microfono. Questo è un modo perfetto per rappresentare la schiavitù nell’industria musicale.

Quindi, la figura incappucciata viene rivelata.

All’inizio, la persona rossa sembra normale ma, per un secondo, vediamo la sua faccia vera, brutta, putrefatta e demoniaca.

All’inizio, la persona in rosso sembra normale ma, per un secondo, vediamo la sua faccia vera, brutta, putrefatta e demoniaca.

Quando The Weeknd si toglie i guanti, vediamo che è marcio come la figura rossa. Adesso è uno di loro.

Il video si conclude con The Weeknd che se ne va. Ha alcune cose da fare e persone da vedere. Perché è un personaggio molto importante.

Se in qualche modo credi ancora che Sacrifice riguardi una relazione, il video del remix rende le cose ancora più chiare.

Il video remix di Sacrifice parla di giovani alla moda che ballano e si divertono. Ma poi, alcuni ballerini vengono posseduti, come questa ragazza con gli occhi completamente bianchi.

Quindi, la ballerina levita mentre le persone ballano in cerchio attorno a lei.

Il video remix riassume l’obiettivo dell’industria: dopo aver “infettato” The Weeknd con la sua malattia marcia, lo sta utilizzando per infettare il resto del mondo.

Mi sa che passo.

CONCLUDENDO
Mentre i critici sono impazziti per l’originalità e la creatività di Dawn FM, il video di Sacrifice è tutt’altro che originale e creativo. In effetti, segue lo stesso identico schema utilizzato da innumerevoli video musicali con simbolismo ritualistico.

Il concetto di Dawn FM riguarda il seguire “la luce”. Tuttavia, quando si comprende il significato del Sacrificio, diventa ampiamente chiaro che in realtà stiamo parlando… della falsa luce.

E non c’è da stupirsi, perché anche Satana si traveste da angelo di luce.
– 2 Corinzi 11:8

Fonte

leadweeknd3

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

E` accaduto qualcosa di inquietante all’Astroworld Festival di Travis Scott

All’Astroworld Festival di Travis Scott sono morte almeno otto persone. Tuttavia, lo spettacolo non e` stato interrotto. Al contrario, si e’ potuto assistere ad un crescendo di immagini oscure, descritto da alcuni come “ritrovarsi di fronte alle porte dell’inferno”. Ecco uno sguardo alla follia dell’Astroworld 2021.

I resoconti che emergono dall’Astrowold Festival, il quale si è svolto a Houston il 5 novembre, sono terrificanti. Il concerto di Travis Scott, e’ stato descritto come “oscuro e infernale” dai presenti. Per tutto il tempo, e nonostante le suppliche del pubblico, lo spettacolo non si è mai fermato. Mentre Travis si esibiva di fronte a uno sfondo che è stato descritto da alcuni come “le porte dell’inferno”, i corpi senza vita venivano portati via dalla sicurezza.

Subito dopo il concerto, i social media sono stati inondati da account di spettatori i quali sostenevano di aver sentito aleggiare un'”energia oscura” durante l’evento cosa che ha spinto molti a dichiarare l’intera performance un sacrificio rituale satanico. Questi sospetti sono stati solo amplificati quando sono emerse notizie secondo cui diverse persone tra la folla (e almeno una guardia di sicurezza) sono state drogate con una iniezione.

Ecco uno sguardo alla follia dell’Astroworld 2021.

L’INQUIETANTE PROMOZIONE DELL’EVENTO
Un paio di giorni prima del festival Astroworld 2021: Scott pubblica la canzone Escape Plan. Questo è il commento principale su YouTube.

In effetti, coloro che sono morti all’Astroworld letteralmente non hanno potuto andarsene.

Questa immagine ha sponsorizzato l’uscita della canzone.

Prendendo spunto dalla famigerata copertina del “ragazzo pipistrello” del Weekly World News, possiamo leggere le inquietanti parole “La vera Distopia è qui!” e “Quando arriva la fine non e’ altro che l’inizio”.

La promozione che circonda il festival Astroworld riguarda la morte e i portali dimensionali.

Persone vengono risucchiate in “un altro universo” sotto l’occhio vigile dell’élite occulta. Purtroppo, questo è esattamente quello che è successo durante il festival.

Questa immagine che promuove l’evento è altrettanto inquietante: gli occhi dell’élite che vegliano su questo epicentro di energia vibrazionale oscura che era il festival Astroworld.

Come vedrai, era davvero presente dell'”energia oscura” durante il festival.

ASTROWORLD
L’Astroworld Festival si è svolto il 5 novembre, pochi giorni dopo Samhain, l’antica festa della morte e del sacrificio. La prima settimana di Novembre è nota per essere il periodo dell’anno in cui il “velo” tra questo mondo e il “mondo sotterraneo” si assottiglia. Nei circoli occulti, Samhain è ancora osservato e celebrato con sacrifici animali e umani.

Uno screenshot dal documento Satanic Cult Awareness trovato sul sito web dell’Office of Justice Programs. Descrive le attività occulte che accadono intorno a Samhain.

In questo articolo su Samhain, un druido afferma:

Samhain è un momento in cui la porta dell'”altro mondo” è aperta e possiamo comunicare con i morti, un tempo di divinazione.
In modo abbastanza appropriato, tutto ciò che riguarda Astroworld riguarda una “porta verso un altro mondo”.

Lo show è iniziato con una montagna infuocata e infernale all’interno della quale un gigantesco bulbo oculare fissava il pubblico

Durante lo spettacolo, quel buco nella montagna si trasforma in un portale a spirale.

Dentro quel “portale” a volte c’era scritto: “Ci vediamo dall’altra parte”. Inquietante.

Travis Scott indossava una maglietta che raffigurava una persona che entrava in un “portale” e ne usciva trasformata.

Non ci è voluto molto prima che lo spettacolo si trasformasse in un caos poiché la bolgia ha fatto scivolare a terra molte persone che sono venute, di conseguenza, calpestate.

Un veicolo della polizia che trasporta una persona morta o ferita tenta di lasciare il luogo.

Sebbene cadere o svenire a questi eventi non sia raro, Astroworld si è trasformato in una carneficina. Man mano che più persone si facevano male, la gente chiedeva di interrompere lo spettacolo, ma non e’ stata ascoltata.

In questo video inquietante, le persone cercano di attirare l’attenzione dello staff del festival, urlando “fermate lo spettacolo!” perché “qualcuno sta morendo” … senza alcun risultato.

In questo altro inquietante video, un cadavere viene portato via… mentre Travis Scott guarda il tutto e canta stranamente.

In mezzo a questo caos, alle persone tra la folla è stata iniettata una sostanza sconosciuta usando un ago, inclusa una guardia di sicurezza che è stata colpita al collo.

Il capo della polizia di Houston, Troy Finner, ha appena confermato ciò che ci era stato detto … vale a dire che almeno a una persona e’ stato iniettato qualcosa tramite una siringa – e ci potrebbero essere anche altri casi simili.

Il capo Finner ha detto che una guardia di sicurezza che lavorava all’evento ha sentito una puntura al collo da parte di un aggressore sconosciuto mentre stava cercando di bloccare una persona – e ha rapidamente perso conoscenza. Finner dice che la guardia è stata rianimata grazie all’uso del NARCAN… e che il personale medico ha effettivamente visto qualcosa sul suo collo che indicava che era stato colpito con una siringa.

Finner ha anche detto che alcune persone sono state calpestate, quindi sembra che ci fosse un mix di ragioni per cui le persone sono svenute/ferite… e forse perché alcune sono morte. Il numero totale delle persone decedute rimane a 8 e sono in corso le autopsie per determinare le cause della morte di ciascuna. (…)

Quello che si cerca di capire è se ci sono prove che suggeriscano che le 8 persone morte finora potrebbero essere decedute a causa di un arresto cardiaco causato da un’influenza esterna o da una terza parte … vale a dire, da qualcuno che si aggirava con una siringa piena di droga tra il pubblico.
– TMZ, ASTROWORLD SECURITY PRICKED IN NECK

A un certo punto, le persone stavano urlando “fermate lo spettacolo”.

Ma lo spettacolo non si è fermato. Anzi, è stato un crescendo di immagini infernali e occulte elitarie.

Ad un certo punto, la montagna si e` ricoperta di occhi inquietanti che guardavano la folla mentre le persone stavano letteralmente morendo.

Verso la fine dello spettacolo, sul portale sono apparse delle mani giganti. C’e’ qualcosa di strano.

Molti fan di Travis Scott hanno lasciato lo spettacolo traumatizzati e assolutamente convinti di aver assistito a qualcosa di demoniaco.

Ecco un resoconto di un fan che ha assistito allo spettacolo e che ha aiutato diverse persone prive di sensi. Menziona anche il fatto che le persone della sezione VIP – che conteneva celebrità e persone che hanno pagato migliaia di dollari per un biglietto – stavano assistendo al caos in completa sicurezza… e non volevano vedere persone ferite nella loro sezione. Come i VIP di Squid Game.

CONCLUSIONE
Tutto ciò che ha circondato l’Astroworld 2021 era oscuro e inquietante. I resoconti di persone che hanno vissuto lo spettacolo dal vivo menzionano strane “vibrazioni” che si potevano sentire ovunque.

Insomma, il fatto che gli ultimi istanti di almeno otto persone siano avvenuti in questo scenario da incubo, davanti a un vero e proprio portale per l’inferno, è un pensiero difficile da decifrare. Tuttavia, questo è esattamente il tipo di energia che gli individui malati cercano di generare e sfruttare attraverso mega-rituali.

Questo spettacolo è stato creato appositamente per trasformarsi in un sacrificio umano durante la settimana di Samhain? Difficile da dire. Tuttavia, una cosa è certa: quando ci si sforza per rendere un evento il più oscuro e demoniaco possibile, accadono cose oscure e demoniache. Non farti risucchiare in quel portale.

Fonte

astroworld2

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

“Demon High” di Lil Uzi Vert: Come introdurre gli adolescenti al satanismo

Uno sguardo al palese simbolismo satanico in “Demon High” di Lil Uzi Vert – un singolo che è specificamente commercializzato per pre-adolescenti e adolescenti.

L’élite occulta ama Lil Uzi Vert per diversi motivi. Innanzitutto, il suo nome si pronuncia “lil Lucifer”, un omaggio alla figura biblica preferita dell’élite. In secondo luogo, incarna esattamente ciò che vogliono sia la cultura rap: ossessionata dal satanismo (al punto che è il loro intero atto) e dal fatto di travestirsi da donna (devono spingere quell’agenda di genere). In breve, vogliono artisti che promuovono i “valori” da radicare nelle nuove generazioni.

La prova definitiva che Lil Uzi Vert è amato dall’élite: indossava un vestito al MET Gala del 2021 che era una triste dimostrazione di follia elitaria.

Oltre a sfilare in abiti per il divertimento dei suoi padroni, a Uzi piace anche essere coinvolto in altri tipi di stranezze d’élite. Ad esempio, ha parlato di farsi impiantare un chip con Grimes, l’ex di Elon Musk.

Stavano scherzando. O forse no? La parte “conoscenza degli Dei” è pura dottrina luciferina.

Uzi sembra davvero divertirsi a farsi incastrare cose nella sua testa. Per un po’ è andato in giro con un diamante impiantato chirurgicamente sulla fronte. Secondo quanto riferito, il diamante vale 24 milioni di dollari, una somma che paga a rate da anni. Non sono sicuro che sia stata una mossa intelligente.

Croce invertita sulla lingua, corna, un diamante sulla ghiandola pineale (ovvero il terzo occhio). Cose che farebbe una pedina dell’elite.

In breve, Lil Uzi Vert è il “prototipo” del tipo di artisti che l’élite vuole vedere influenzare i giovani di questi tempi. Nel mio articolo del 2017 su Lil Uzi Vert, ho spiegato come il suo popolare video XO Tour Llif3 fosse altamente satanico. Nel 2021, Uzi è tornato con una semplice missione: portare il simbolismo satanico a una folla ancora più giovane.

DEMON HIGH
Come suggerisce il titolo della canzone, Demon High parla di un liceo. Uno demoniaco. In modo abbastanza appropriato, il video si svolge in un liceo demoniaco pieno di simbolismo satanico.

Tutto ciò che riguarda Demon High è pensato per attirare un pubblico giovane e ampio. La canzone stessa è leggera e radiofonica. È puro pop per adolescenti a cui è garantito un sacco di airplay. Inoltre, il video è pensato per essere riconoscibile dagli adolescenti in quanto si svolge in un liceo con un twist ribelle.

Prima di andare oltre, voglio solo sottolineare che Lil Uzi Vert ha 26 anni. I suoi giorni di liceo sono ormai lontani. Quindi, Demon High non parla di un giovane artista che canta della sua giovane vita da studente delle superiori. Demon High riguarda l’utilizzo della popolarità di Lil Uzi Vert in una canzone appositamente creata, commercializzata e orientata ai pre-adolescenti e agli adolescenti. In altre parole: Lil Uzi Vert è una pedina usata per introdurre la spazzatura occulta dell’élite ai giovani. La prima scena del video illustra perfettamente questo fatto.

Il video inizia con Uzi che scende da uno scuolabus su cui è scritto: “666 Demon High” con un mucchio di simboli tra cui pentagrammi invertiti.

Questa scena (e il video nel suo insieme) è rappresentativa della missione dell’élite: esporre i bambini a schifezze sataniche durante i loro anni formativi. Vogliono che queste cose facciano parte delle loro vite mentre crescono.

Come vedremo, i simboli visualizzati in Demon High non sono solo “di bell’aspetto” o “ribelli”, sono usati nei veri circoli occulti e satanici. In molti casi, questi simboli sono usati in rituali reali e si crede che abbiano un potere reale. Questo non è intrattenimento, questo è indottrinamento. Questo è proselitismo religioso.

All’inizio del video, interpreta il ruolo di un nerd vittima di bullismo. Nella scena della foto della scuola, Uzi è l’unico che sorride ed è vestito in modo conservativo.

Quindi, Uzi viene inseguito dagli studenti della scuola. Mentre corre lungo un corridoio, l’obiettivo principale della scena non è quella di riprendere le persone, ma i simboli in primo piano. Ecco qui alcuni di loro

Lil Uzi Vert corre lungo il corridoio più satanico nella storia dei corridoi. Possiamo vedere 666, croci invertite, l’occhio nel triangolo e, in modo molto creativo, la parola “Satana”.

Un po’ più avanti, c’è molto più simbolismo. A sinistra si legge “Studia la droga, non la Bibbia”. Sulla destra troviamo le parole “Dio è morto”. È come, irrealistico. Non è il genere di cose che scriverebbe un adolescente ribelle. Questo è il tipo di cose che scriverebbe un vecchio satanista della perversa industria dell’intrattenimento. Ed è esattamente quello che è successo.

Alcuni simboli che vediamo sono usati in veri rituali di magia nera come il pentagramma invertito e la croce del Leviatano.

Conosciuta anche come “croce di Satana”, la croce del Leviatano è un simbolo importante nel satanismo di LaVey. Si basa sul simbolo alchemico dello zolfo, che è associato all’inferno, il regno di Satana. Come altri simboli in questo video, questa croce è usata in veri rituali occulti.

Un po’ più in là, altri simboli. Il simbolo giallo a destra è un vero e proprio sigillo usato per invocare i demoni.

Il sigillo di Barbas. Barbas è un demone nella Chiave Minore di Salomone, un antico grimorio sulla demonologia. È descritto come il “Grande Presidente dell’Inferno che governa trentasei legioni di demoni”. Inoltre, può trasformare gli uomini.

Sulla destra è scritto: “Io sono il fottuto Dio”. Questo è fondamentalmente il motto dell’élite occulta che crede che la divinità possa essere raggiunta dagli umani. Ricordi la cosa della “conoscenza degli Dei” sopra?

A un certo punto Lil Uzi smette di essere un nerd vittima di bullismo e diventa un ragazzo figo. Come? Sì, la risposta è satanica.

Uzi si fa tatuare una croce rovesciata sulla fronte. Per diventare figo, doveva prima inchinarsi a Satana.

Nel corridoio maledetto, Uzi tiene in mano un poster che promuove la “Demon Prom Night”. L’orario? 6:66.

Al ballo, Uzi è tutto figo ed elegante.

Dopo aver accettato Satana sulla sua fronte, Uzi ha smesso di essere un cretino. Inoltre, ora possiede una catena Roc-a-Fella, perché ha firmato con l’etichetta Roc Nation di Jay-Z. Tutto parte dell’accordo.

Il video termina con Lil Uzi che si diverte con i suoi nuovi amici demoniaci e si incontra con una ragazza.

Tutto è divertente e bene in Demon High … FINCHÉ TI INCHINI A SATANA.

CONCLUDENDO
Sebbene la storia di Demon High sia abbastanza semplice, simboleggia perfettamente uno degli obiettivi principali dell’élite occulta: introdurre i giovani ai suoi modi satanici e infernali durante i loro anni formativi. Questo non è intrattenimento, questo è indottrinamento. Tutti i simboli trovati in Demon High sono direttamente associati a specifiche organizzazioni occulte e sataniche. E capita che siano tutti al centro della gerarchia dell’élite occulta.

Spingendo casualmente i loro simboli in faccia ai giovani, li addestrano a trovarli automaticamente cool, eleganti e desiderabili. Tuttavia, non lasciarti ingannare. Non vogliono che le persone capiscano davvero nulla di tutto questo. Vogliono solo che il mondo assorba questa roba come una spugna, senza alcuna forma di pensiero critico. In breve, vogliono solo che tu ti sieda lì e ti faccia quel tatuaggio sulla fronte perché, in caso contrario, verrai evitato.

Fonte

leaddemonhigh

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Una scuola americana insegna il “cannibalismo”, ma sono i genitori preoccupati ad essere bollati come “terroristi domestici”

Come ulteriore prova che il sistema scolastico statunitense e’ andato completamente fuori dai binari, agli studenti in Georgia viene insegnato che “mangiare bambini” potrebbe essere un modo per risolvere la fame nel mondo. Cosa serve ancora perche’ la gente si svegli?

Come parte di una lezione, gli studenti delle scuole superiori di Richmond Hill hanno avuto il compito di trovare modi per “allevare e mangiare i bambini per risolvere il problema della fame nel mondo”. Yum. Rhonda Thomas, fondatrice e presidente di Truth in Education, ha analizzato i dettagli del compito in classe in un’intervista scioccante con The New American. Le informazioni sulla lezione che ha divulgato sono a dir poco – come la stessa Thomasha descritto – “sataniche”.

“Dal momento che il bambino è morto, non abbiamo bisogno di occupare più terra per i cimiteri, quindi metteremo [i bambini] sulla griglia e cuoceremo la loro carne e prepareremo deliziosi hamburger… Per la produzione di massa, incoraggeremmo il governo degli Stati Uniti a creare una trattativa commerciale con la Cina per cercare di ridurre la popolazione donando bambini al nostro governo”.

“Ci rivolgeremo a tutte le organizzazioni, comprese quelle che si occupano dell’affidamento”.

Questa volgare lezione di “satira” non finisce qui. Prosegue discutendo della creazione di un “Dahmer Mini Camp”, dove il motto è “sei ciò che mangi”. Per chi non lo sapesse, “Dahmer” è un’allusione a Jeffrey Dahmer, il defunto serial killer americano che non solose la prendeva con gli uomini di colore, ma se li mangiava. Una volta che la tua risata di pancia si è placata, fai un’ipotesi sulla fascia demografica che sarebbe presa di mira per i baby burger? Datti una “A” se hai detto “Basso reddito, aree e paesi poveri”, le stesse comunità, per inciso, di cui Planned Parenthood si occupa.

A questo punto, alcuni lettori potrebbero essere tentati di scrollarsi di dosso questo folle espediente letterario come il frutto dell’ingegno di un insegnante con chiari problemi psicologici. Sfortunatamente, ciò significherebbe saltare a una conclusione affrettata. Dopotutto, qui stiamo parlando della mentalità progressista radicale.

Ormai molte persone hanno già familiarità con alcuni dei libri piuttosto grafici che si sono fatti strada – un po’ come i vermi che invadono una mela altrimenti perfetta – sugli scaffali delle biblioteche delle scuole pubbliche. Il mese scorso, Stacy Langton, un genitore di bambini nel Fairfax, Virginia School District, ha portato l’argomento alla ribalta mentre si rivolgeva pubblicamente al consiglio scolastico locale in uno scontro epico che è diventato rapidamente virale.

Langton è arrivata armata per l’incontro sotto forma di due libri disponibili nella biblioteca scolastica di suo figlio, “Lawn Boy” e “Queer Gender”. Questi romanzi, come ha spiegato Langton, contengono scene di “pedofilia, sesso tra uomini e ragazzi…” dove in un caso “un ragazzo di quarta elementare [sta] facendo sesso orale su un maschio adulto…”

E pensare che i guerrieri della giustizia sociale stanno cancellando Dr. Seuss, Via col vento e Huckleberry Finn.

Come ha risposto il governo a questa e ad altre denunce inoltrate per conto di genitori che potrebbero avere voce in capitolo su ciò che passa per la testa dei loro figli? Incredibilmente, si è schierato con i consigli scolastici, suggerendo che questi genitori “controversi” potrebbero effettivamente essere accusati di “terrorismo domestico” in futuro. Anche il Washington Post, uno dei principali portavoce del Partito Democratico, ha definito la mossa un “Grande errore”.

Ok, torniamo al cannibalismo e a Jeffrey Dahmer, due argomenti di cui molti genitori non avrebbero mai pensato che i loro figli avrebbero sentito parlare a scuola. Più o meno allo stesso modo in cui gli insegnanti di sinistra del transgenderismo e della teoria critica della razza stanno ottenendo la loro antologia, così sembra che i dottrinari del cannibalismo stiano ottenendo la loro. Come spiega Thomas, gli studenti sono in grado di accedere attraverso i media center della loro scuola alla graphic novel del 2012, “My Friend Dahmer”, che documenta la relazione adolescenziale dell’autore John Backderf con il futuro serial killer. Un distretto scolastico del Texas ha accettato di consentire agli studenti l’accesso al libro, ma a condizione di “supporto di consulenza”. Immagina un libro che richieda al bambino di entrare in consulenza dopo la lettura.

Dal momento che è ovvio che tali discussioni in classe inciteranno solo polemiche, quale mai potrebbe essere lo scopo ultimo? Dopotutto, l’insegnante potrebbe facilmente suggerire la produzione di massa e il consumo di insetti o parassiti, ad esempio, se lo scopo della lezione fosse migliorare la comprensione della satira e le abilità di scrittura creativa. Ma chiaramente è in gioco qualcos’altro di più sinistro, e non sembra essere stato un incidente.

Sono propenso a schierarmi con Rhonda Thomas e altri che sono dell’opinione che lezioni scolastiche così radicali siano specificamente progettate per normalizzare la devianza e la depravazione tra bambini e adulti. Capovolgere la realtà in uno stile chiaro, luciferino, al punto che le persone non sono più in grado di distinguere il giusto dall’ingiusto, il morale dall’immorale e il decente dall’indecente. La cosa preoccupante e’ che sembra funzionare. Quante persone avrebbero potuto prevedere solo 10 anni fa che i genitori avrebbero portato con entusiasmo i loro figli a “Drag Queen Story Hour” nella loro biblioteca locale? No, questo e’ puro satanismo.

“Le nostre scuole prendono di mira i nostri bambini”, è il modo in cui Thomas ha riassunto la situazione che ora prevale nelle comunità di tutto il paese. “Questo risale all’apprendimento socio-emotivo. Questo sta scioccando il loro sistema di valori, scioccando le loro emozioni per essere in grado di normalizzare la depravazione”.

In breve, l’obiettivo di queste folli lezioni è fomentare la polemica, che per sua stessa definizione richiede due parti opposte. La classica tattica divide et impera dove gli unici vincitori sono coloro che desiderano, per ragioni note solo a loro, rompere le fondamenta stesse della società. Una volta che sono stati creati due schieramentri, proprio come avviene ora con il transgenderismo e la teoria critica della razza, allora la minoranza può proclamare il vittimismo e avere i propri presunti diritti sostenuti a ogni livello della società. E con i media di sinistra che supportano ogni diabolico capriccio dei progressisti, hanno un potente alleato dalla loro parte.

È tempo che le vere vittime di questi attacchi in classe – i bambini – ricevano alcune garanzie che le scuole finanziate dai contribuenti rimangano luoghi di sano apprendimento, libere dalla corruzione dell’ideologia politica.

Fonte

616d93ab2030275be733e12b

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il significato della nuova serie Netflix “Brand New Cherry Flavor”: Una celebrazione dell’occultismo a Hollywood

“Brand New Cherry Flavor” è una serie Netflix su un aspirante regista alle prese con una strega di Hollywood. Ecco come gli eventi folli di questa serie si collegano alle pratiche oscure che effettivamente accadono a Hollywood… a porte chiuse.

Se dovessi riassumere Brand New Cherry Flavor (BNCF) in una parola, probabilmente sarebbe “vomito”. Perché, per esempio, c’e` un sacco di persone che vomitano nella serie. In secondo luogo, ci sono molte scene cruente e disgustose che vorrei cancellare per sempre dalla mia memoria. Ma l’aspetto più “vomitevole” di questa serie è il fatto che la maggior parte dei suoi eventi folli e surreali sono ispirati alla vita reale.

“Anche la parte in cui la strega trasforma le persone in schiavi zombie?”. Sì.

In molti modi, BNCF ricorda film come Mullholland Drive e The Neon Demon che parlano di giovani talenti che cercano di arrivare a Hollywood … solo per scoprire che c’è qualcosa di terribilmente sbagliato. In effetti, BNCF e The Neon Demon sono entrambi incentrati sullo stesso identico simbolismo.

I poster promozionali di BNCF e The Neon Demon si concentrano sullo stesso identico simbolo: un bulbo oculare che viene mangiato.

BNCF e The Neon Demon parlano entrambi di Hollywood e del fatto che sia controllata da streghe, assassini e cannibali. E, in entrambi, c’è una scena in cui un’attrice/modella mangia un vero bulbo oculare. Cosa rappresenta? Molte cose. Ma soprattutto, il sacrificio mortale che si deve fare all’élite occulta per avere successo nell’industria dell’intrattenimento. Come visto in innumerevoli articoli in passato, il segno dell’occhio è il simbolo preferito dell’élite occulta. Ritrarre artisti che ingoiano un occhio (che è anche un atto di cannibalismo) è il simbolo perfetto che rappresenta il vendere la propria anima.

L’intera serie BNCF ha una fissazione ossessiva con il segno di un occhio: è ovunque, sempre. È un modo per far sapere agli spettatori che le cose orribili e disgustose che accadono nella serie non sono solo “intrattenimento”. È l’élite occulta che rivela la sua vera brutta faccia. Ecco uno sguardo agli eventi chiave della serie e al modo in cui si relazionano nella “vita reale” di Hollywood.

NUOVO GUSTO ELITARIO
BNCF parla di una giovane regista di nome Lisa Nova che si trasferisce a Los Angeles con il sogno di sfondare nel settore. Il suo cortometraggio – intitolato Lucy’s Eye – cattura immediatamente l’attenzione dei grandi nomi del settore.

Durante gli episodi vengono mostrati brevi frammenti del film di Lisa. La schermata del titolo del film da sola indica che questa è pura follia occulta dell’élite.

Il film è tutto incentrato sul segno di un occhio.

Il cortometraggio si conclude con l’attrice che si cava letteralmente un occhio dall’orbita e se lo mangia. Anche se sembra il peggior film mai realizzato, la gente di Hollywood lo adora. Sono anche affascinati dagli “effetti speciali” di quella scena finale.

Tuttavia, impariamo presto che ci sono un sacco di cose malvagie che circondano la realizzazione di quel film.

Prima di girare la scena finale di Lucy’s Eye, Lisa (che dirige il film) dice a Mary (l’attrice) che vuole una performance a livello di “Isabella Adjani in Possession”. È un riferimento interessante perché il ruolo di Adjani in questo film molto inquietante sulla possessione demoniaca l’ha quasi uccisa.

“Il ruolo è stato emotivamente estenuante per Adjani. In una delle interviste, ha affermato che le ci sono voluti diversi anni per riprendersi dalla sua esibizione, che J. Hoberman ha definito “una vera e propria dedica all’isteria”. Si diceva che avesse tentato il suicidio dopo le riprese, il che è stato confermato da Żuławski.
– Wikipedia, Possession (1981 Film)

Prima di girare la scena finale del film, Lisa e Mary prendono il peyote, una droga allucinogena usata dalle tribù native prima delle cerimonie religiose. Poco dopo, Mary ha iniziato a vedere alcune cose strane.

Mentre veniva filmata da Lisa, Mary vede un’entità possedere il regista. Notare l’occhio che tutto vede.

Terrorizzata dal “demone” che c’era dentro Lisa, Mary si tira fuori l’occhio e se lo mangia. E Lisa ha filmato la scena e l’ha tenuta nel film come gran finale.

Insomma, non c’erano “effetti speciali”. Gli spettatori di Lucy’s Eye stanno effettivamente guardando un film snuff, che sembra essere una delle ossessioni malate dell’élite occulta.

Il film di Lisa alla fine cattura l’attenzione di un pezzo grosso di Hollywood di nome Lou Burke che vuole trasformare Lucy’s Eye in un successo. Mentre, all’inizio, Burke fungeva da mentore, presto cercò di andare a letto con Lisa. Quando ha rifiutato, Lisa è stata sostituita come regista del suo film. Ciò ha fatto si che Lisa si arrabbiasse e desiderasse vendetta. Entra in scena Boro.

BORO: LA STREGA DI HOLLYWOOD

Boro si presenta a Lisa a una festa di Hollywood.

Da quando Lisa è arrivata a Hollywood, Boro ha seguito Lisa. Ha percepito una “forza” in Lisa (probabilmente quel demone visto sopra) e vuole consumarla.

Durante una festa con i pezzi grossi di Hollywood, Boro si presenta a Lisa e le dice che può distruggere la vita di Lou Burke. Il metodo: una maledizione che usa le magie più nere. Ma prima, Lisa deve affrontare un rituale che prevede di mangiare uno stufato a base di ingredienti disgustosi.

Il personaggio di Boro sembra essere fortemente ispirato da una vera strega di Hollywood: Marina Abramovic.

Marina Abramovic con un serpente.

Come Boro, la Abramovic è influente a Hollywood, molte star sono “sotto la sua ala protettrice” e le coinvolge in eventi che coinvolgono la stregoneria (Spirit Cooking). Inoltre, come Boro, anche la Abramovic è un grande fan del cannibalismo.

La Abramovic ha organizzato diversi eventi per le star che sono culminati con le persone che mangiavano una torta a forma di uomo. In questa foto, Debbie Harry al Museum Of Contemporary Art Gala nel 2011.

Come vedremo presto, Boro ha gli stessi esatti “interessi” della Abramovic. Quindi fa un patto con Lisa: distruggere la vita di Lou Burke lanciandogli una maledizione e Lisa paga pegno… nel modo più strano possibile.

Come pagamento per i suoi servizi, Boro fa vomitare gattini a Lisa.

A Boro devono davvero piacere i gatti. Non proprio. Beve il loro sangue e poi li uccide.

Boro estrae il sangue da un gatto per berlo.

Se Boro non beve regolarmente sangue da un gatto che è stato “partorito” da Lisa, inizia ad invecchiare. Nel caso non lo sapessi, l’élite occulta ha bevuto il sangue dei giovani per “rigenerare la vitalità” per secoli. BNCF è un altro prodotto mediatico che celebra e normalizza questa pratica che era considerata un abominio.

Quindi capiamo presto che c’è qualcosa di chiaramente sbagliato in Boro. Poi, apprendiamo che non è veramente umana. In realtà è un’entità/demone/spirito secolare che salta da un corpo umano all’altro.

In una scena particolarmente sconvolgente, Boro avvelena la famiglia della donna il cui corpo è attualmente in possesso. Quindi, esegue una “lobotomia” su di loro rimuovendo una parte del loro cervello attraverso il naso … e la mangia. Questa scena dovrebbe essere divertente.

Boro ha anche un esercito di morti che controlla per eseguire i suoi ordini. Li tratta come animali.

Boro getta la carne cruda nella ciotola per sfamare i suoi schiavi.

Boro è quindi un adepta delle più infernali “arti oscure”: la Negromanzia. Inoltre, questi zombi sono un modo simbolico di rappresentare la pratica più orribile dell’élite occulta: il controllo mentale (noto anche come MK-ULTRA). Attraverso pratiche sadiche (che spesso implicano rituali), gli schiavi MK perdono la loro personalità principale (diventano zombi) e vengono riprogrammati per eseguire gli ordini del loro gestore. Boro usa i suoi schiavi per perseguitare e uccidere le persone. Nel mondo del controllo mentale Monarch, questo si chiama Programmazione Delta.

In una scena simbolica, apprendiamo di più sulla forza che anima Boro… e l’élite occulta.

Una donna va da Boro per farsi leggere i tarocchi.

Quando la donna vede la carta del diavolo, dice:

  • Il diavolo? Questo significa che sta per succedere qualcosa di brutto?

Boro risponde:

– È fantastico. Il diavolo non è necessariamente cattivo.

– Ma è… Il Diavolo. Il solo e unico. Ma, sai, il diavolo può avere ogni sorta di significato.

Subito dopo, la donna viene uccisa e diventa una schiava di Boro. Diventa “incatenata” a Boro allo stesso modo in cui la donna nella carta dei tarocchi è incatenata al diavolo. Attraverso questa scena breve e apparentemente senza importanza, comprendiamo le vere forze in gioco in BNCF.

DISCESA NELLE TENEBRE
Quando Boro aiuta Lisa a distruggere Lou Burke (il pezzo grosso di Hollywood) usando una maledizione, la serie trasmette una forte atmosfera da “strega femminista autorizzata a distruggere il patriarcato”. Tuttavia, in realtà assistiamo all’esatto opposto dell’emancipazione. Per ottenere ciò che vuole, Lisa in realtà deve sottomettersi a Boro e sottomettersi ai modi depravati dell’élite occulta. E un gruppo di innocenti soffre orribilmente per questo.

Durante una festa natalizia, il ragazzo che avrebbe dovuto sostituire Lisa come regista del suo film prende fuoco improvvisamente.

Mentre Lisa guarda il ragazzo bruciare, Boro è in piedi dietro di lei. In una scena precedente, a Lisa viene chiesto cosa indosserà alla festa. Indossa un vestito rosso, il colore del sacrificio.

Per distruggere Lou Burke, Boro dice a Lisa che deve sottoporsi a un “rituale vincolante”. Boro dona a Lisa il balché, un’antica bevanda utilizzata dai Maya durante le cerimonie di “comunione con gli elementi e gli spiriti della natura, nonché con i signori dei cieli”. Boro dice:

“Apre la tua mente e ti rende ricettiva agli spiriti”.

Per eseguire la maledizione, Boro chiede a Lisa di trovare una foto di Lou Burke e un “pizzico di peli pubici”. Anche se quest’ultimo ingrediente suona in qualche modo umoristico, i peli pubici sono stati usati per secoli nella stregoneria reale.

“In tutto il mondo, in tutti i tipi di magia, inclusi voodoo e hoodoo, le streghe usavano i peli pubici come ingrediente particolarmente robusto per gli incantesimi”.
– Shaina Joy Machlus, stregoneria e peli del corpo: una lunga storia di interconnessione

Sebbene la storia di BNCF sia fittizia, si basa sull’attuale mentalità occulta di Hollywood. E, per ottenere ciò che vuole, Lisa dovrà scendere più in basso nella sua depravazione. E quasi tutti quelli che incontra finiscono per morire orribilmente.

Una delle conseguenze della maledizione di Lisa: il figlio di Lou Burke – che è uno spettatore innocente in questa storia – si trasforma in uno degli schiavi zombi di Boro.

Per sbarazzarsi della maledizione che ha preso suo figlio, Lou Burke assume sicari per uccidere Lisa.

Quando un sicario entra nel suo appartamento, Lisa, che ha intensificato i poteri occulti dopo aver leccato un rospo (un’altra antica droga), lo uccide selvaggiamente e… ne mangia una parte. Quando un’amica di Lisa le chiede come si è sentita, lei risponde:

“Un po’ come aprire un regalo di compleanno”.

Perché Netflix continua a promuovere il cannibalismo? Tu sai perché.

Ma non e’ finita qui. Boro dice a Lisa che il rospo che ha leccato era velenoso e che presto morirà… a meno che non attraversi rituali di magia sessuale e magia del sangue.

Ancora una volta, quelle non si tratta di cose casuali, inventate che suonano in qualche modo “magiche”. Questi sono al centro degli insegnamenti delle società segrete occulte che sono estremamente potenti a Hollywood come l’Ordo Templi Orientis (O.T.O).

La copertina di un libro O.T.O scritto dall’occultista Aleister Crowley.

Mentre Lisa si dedica alla “magia”, Boro veglia come una specie di strega inquietante.

Il rituale della magia del sangue è un po’ meno piacevole. Secondo Boro, Lisa deve “consumare la carne di un uomo morto nel fiore degli anni, come la santa comunione”. La parte della “santa comunione” non è casuale. Le messe nere sataniche si basano sul rovesciamento dei riti e delle tradizioni cristiane.

In una scena particolarmente nauseante, Boro taglia un pezzo di un uomo recentemente deceduto (che sembra essere un amico di Lisa) e lo cucina all’interno di una frittata. Di fronte a quel piatto maledetto, Lisa arriva a una realizzazione che probabilmente è stata condivisa da innumerevoli celebrità reali:

“Tutto quello che volevo fare era un film. Mi sembra di aver barattato la sua vita per un fottuto film”.

Fortunatamente per Lisa, scopre che in realtà non ha bisogno di mangiare questa frittata per curare il veleno. Sembra che Boro stesse mentendo a Lisa per “iniziarla” alle pratiche più oscure dell’élite occulta.

Dopo tutto questo, un ricco ragazzo di Hollywood contatta Lisa e le dice che vuole finanziare il suo film. Morale della favola: ha funzionato.

Quando Lisa torna da Lou Burke per ucciderlo, trova un uomo distrutto che soffre costantemente. Le dice:

“Pensi di essere dalla parte della ragione? Pensi che sia artista contro produttore predatore? Sei così sicura di essere l’eroe di questa storia?”

Questa è una bella domanda. In effetti, non sembra esserci davvero un eroe in questa serie. Tutti i personaggi con tratti eroici sono morti in modi orribili. Morale della favola: Hollywood non è un posto per brave persone.

Nell’episodio finale, Lisa, che apparentemente sta cercando di fuggire da Hollywood, parte per il Brasile.

Lisa è in un aeroporto che ha un’atmosfera eterea. È forse morta? Immagino che verrà rivelato nella prossima stagione.

CONCLUDENDO
La maggior parte dei critici dei media ha descritto BNCF come una “wild ride” con un sacco di cose stranissime che accadono durante tutta la durata della serie. Ovviamente c’e di piu`. Attraverso un crescendo di scene sempre più orribili, BNCF porta gli spettatori nel mondo malato dell’élite occulta. E questa malattia è presentata in modo cool. Sebbene Boro la strega sia “malvagia”, è comunque ritratta come una figura potente che molti spettatori ammireranno.

BNCF è l’ennesima creazione di Netflix che celebra tutti gli orrori satanici dell’élite occulta. Non diversamente da serie come “Chilling Adventures of Sabrina”, BNCF descrive pratiche ripugnanti come il cannibalismo e il controllo mentale in un contesto divertente. In breve, si tratta dell’élite occulta che rivela il suo vero volto e lo incorpora nella cultura popolare.

Fonte

leadcherryflavor1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Che diavolo e` sta roba? Tucker Carlson rivela la diapositiva Powerpoint sul “Satanismo” presentata all’esercito per promuovere la vaccinazione

“L’esercito degli Stati Uniti fa pubbliche relazioni per il satanismo”.

Il presentatore Tucker Carlson ha rivelato lunedì una bizzarra diapositiva in powerpoint che è stata presentata ai membri dell’esercito degli Stati Uniti nel tentativo di convincerli a farsi vaccinare. La slide chiede sardonicamente “quanti bambini sono stati sacrificati a Satana per il vaccino?” prima di affermare che solo tre persone sono morte per effetti collaterali per poi elencare i “principi del satanismo” presi direttamente dal sito web del “tempio del satanismo”.

L’esercito ha ammesso che la diapositiva è stata mostrata ai membri del servizio, ma afferma che non è stata approvata dalla leadership, secondo Carlson, che ha etichettato l’obbligo vaccinale dell’esercito come “presa delle forze armate statunitensi”.

Che diavolo è sta roba?

“Ecco l’esercito degli Stati Uniti che fa pubbliche relazioni per il satanismo”, ha osservato Carlson, aggiungendo “Il resto della presentazione è meno scioccante ma assolutamente scadente e disonesto”.

Ha continuato: “Ad esempio, afferma falsamente che solo tre persone sono morte per aver preso il vaccino COVID. I rapporti raccolti dall’amministrazione Biden indicano che il numero è in realtà nell’ordine delle migliaia”.

Carlson ha continuato a notare come anche i Navy SEAL d’élite siano soggetti all’obbligo vaccinale. Ha aggiunto: “Per essere chiari, nel caso ti stia chiedendo se questa è in risposta a un qualche tipo di crisi: non crediamo che un singolo Navy SEAL sia morto di COVID. Queste sono alcune delle persone più sane al mondo, gli atleti olimpici dell’esercito. Molti di loro hanno avuto il virus e si sono ripresi, il che significa che hanno più immunità naturale di quella che il vaccino potrebbe mai fornire”.

“Eppure, a partire da stasera, abbiamo sentito che centinaia di Navy SEALs rischiano di essere licenziati per aver rifiutato il vaccino”, ha inoltre osservato Carlson.

Ha continuato, “Tieni presente che ci sono solo circa 2.500 Navy SEAL in servizio attivo, ognuno dei quali costa almeno mezzo milione di dollari al governo degli Stati Uniti per l’addestramento. Immagina l’effetto sulla prontezza militare del nostro paese. È orribile. Se ami il paese, non lo faresti.

Come abbiamo notato in precedenza, c’è stata una significativa resistenza agli obblighi vaccinale tra i membri del servizio militare.

Fonte

screenshot-2021-09-21-at-12.48.31-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €