Archivi Blog

Articolo Peer Reviewed: Le mascherine potrebbero peggiorare il Covid

Un vasto studio che copre 35 paesi europei (602 milioni di persone) ha concluso che indossare maschere COVID non ha ridotto la trasmissione o le morti e potrebbe aver esacerbato il virus.

Nello studio peer-reviewed pubblicato sulla rivista Cureus, il dottor Beny Spira ha esaminato ogni paese europeo con almeno 1 milione di persone tra ottobre 2020 e marzo 2021, quando “l’intero continente stava attraversando un’ondata di COVID-19”.

Gli obblighi e le restrizioni in questi paesi variavano in modo significativo, dal 5% al ​​95%. Confrontando le statistiche di infezione e morte di ciascun paese, insieme alla percentuale di popolazione che indossava la maschera, Spira ha tratto due conclusioni:

“Sebbene non sia stato possibile dedurre conclusioni di causa-effetto da questa analisi osservazionale, la mancanza di correlazioni negative tra l’uso della maschera e i casi e i decessi di COVID-19 suggerisce che l’uso diffuso delle maschere in un momento in cui era più necessario un intervento efficace, ad es. durante il forte picco autunno-inverno 2020-2021, non è stato in grado di ridurre la trasmissione del COVID-19. Inoltre, la moderata correlazione positiva tra l’uso della maschera e i decessi nell’Europa occidentale suggerisce anche che l’uso universale delle maschere potrebbe aver avuto conseguenze dannose e non intenzionali”.

Naturalmente, studi precedenti traggono conclusioni contrarie, dicendo che le mascherine hanno avuto un effetto positivo nel fermare la diffusione del virus, tuttavia Spira sostiene che l’obbligo di indossare la mascherina è stato implementato sempre verso la fine delle ondate COVID.

Spira è l’ennesimo scienziato che ha scoperto che le maschere possono avere effetti dannosi sulla salute pubblica. Come riportato in precedenza da The Counter Signal, uno studio separato ha scoperto che le microplastiche nelle mascherine avrebbero potuto esacerbare il virus e causare molti problemi di salute.

Inoltre, non è irragionevole presumere che le autorità canadesi non siano a conoscenza di questi studi o che scelgano arbitrariamente quale “scienza” seguire.

La compagnia di radiodiffusione statale canadese, la CBC, ha appena scritto un articolo su tre “medici importanti” in Ontario che stanno scrivendo alle autorità sanitarie provinciali perchè venga reintrodotto l’obbligo di indossare la mascherina.

Anche i politici hanno chiesto il ritorno della mascherina e il Chief Medical Officer dell’Ontario Moore ha recentemente affermato che potrebbero tornare entro l’autunno.

Fonte

study-masks-covid-1024x576-1-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Uno scienziato del governo britannico ammette che il lockdown e` stato “un errore monumentale su scala globale”

Un consulente scientifico del governo britannico afferma che il lockdown per fermare il coronavirus è stata una “misura scaturita dal panico” e un “errore monumentale su scala globale”.

L’esperto di malattie infettive e professore dell’Università di Edimburgo Mark Woolhouse ha riconosciuto che la decisione di andare in lockdown a marzo e` stata una “misura grossolana” creata perché “non avevamo un’idea migliore”.

“Il lockdown e` stata una misura dettata dal panico e credo che la storia dirà che cercare di controllare il Covid-19 attraverso il lockdown è stato un errore monumentale su scala globale, la cura è stata peggiore della malattia”, ha detto Woolhouse, che ora chiede al governo di sbloccare la società prima che vengano fatti altri danni.

“Voglio che finisca il lockdown”, ha aggiunto. “È sempre stata una misura temporanea che ha semplicemente ritardato la fase dell’epidemia che vediamo ora.”

Il professore afferma che l’impatto della risposta al coronavirus sarà peggiore del virus stesso.

“Credo che il danno che il lockdown sta arrecando alla nostra istruzione, accesso all’assistenza sanitaria e ad aspetti più ampi della nostra economia e società risulterà essere almeno pari al danno causato da COVID-19”, ha detto Woolhouse.

Richard Sullivan, professore al King’s College di Londra, in precedenza aveva avvertito che ci saranno più morti per cancro in eccesso nei prossimi 5 anni rispetto al numero di persone che muoiono di coronavirus nel Regno Unito a causa dell’interruzione causata dal lockdown, il quale ha impedito alle vittime di cancro di ricevere cure.

I dati mostrano anche che durante la stagione influenzale 2017-18 ci sono stati più morti in eccesso (circa 50.000) rispetto al numero totale di persone nel Regno Unito che sono morte a causa del coronavirus (41.433).

Tuttavia, un sondaggio condotto il mese scorso ha rilevato che i britannici pensavano che circa il 7% della popolazione, 5 milioni di persone, fosse stata uccisa da COVID-19.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00