Archivi Blog

Il presidente della Polonia dichiara di opporsi agli “esperimenti sociali” creati per distruggere l’unita della famiglia

Il presidente polacco Andrzej Duda ha promesso di opporsi al tipo di “esperimenti sociali” condotti su bambini in alcuni paesi occidentali che hanno portato all’erosione del concetto tradizionale di nucleo familiare.

Parlando durante una manifestazione nella città di Poronin prima delle elezioni del 28 giugno, Duda ha affermato che avrebbe continuato a perseguire politiche a favore della famiglia.

“Queste erano politiche per la dignità dei polacchi e della Polonia – una lotta dignitosa per gli interessi polacchi ovunque,. Non ho mai temuto di farlo “, ha detto.

Il matrimonio tra persone dello stesso sesso, a cui si oppone la maggioranza della popolazione, è vietato dalla costituzione polacca, e Duda ha sottolineato la sua preoccupazione per il modo in cui il movimento LGBT è cresciuto in altri paesi acquistando sempre piu` potere politico, abbandonando la causa dei diritti civili.

“Stanno cercando di convincerci che LGBT è una categoria di persone, ma è un’ideologia”, ha detto.

Aggiungendo che i benefici sociali per incoraggiare la diffusione di famiglie forti sarebbero stati mantenuti, Duda ha anche promesso di difendere i bambini da “esperimenti sociali”, riferendosi presubimilmente alla sessualizzazione dei bambini in giovane età.

“Fino a quando non avrò più forza, te lo prometto, proteggerò sempre la la nostra famiglia tradizionale secondo il nostro modello polacco. Non permetterò l’introduzione di esperimenti, specialmente se i nostri figli sono le vittime di questi esperimenti. Non lo permetto “, ha detto il presidente.

La Polonia ha resistito in gran parte alle politiche di multiculturalismo e alle politiche di identità seguite da altre nazioni occidentali e ha bloccato le richieste dell’UE di accogliere i migranti dai paesi musulmani.

Il primo ministro polacco Mateusz Morawieck ha già fatto eco al sentimento di Duda, incoraggiando le persone ad avere più figli mentre affermava: “Non esiste Polonia forte senza famiglie forti”.

Fonte

Neovitruvian

La censura nei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Drag Queen insegna come “twerkare” ai bambini

Per la sinistra non c’e` nulla di sessuale

Un videoclip dal Regno Unito mostra un drag queen che insegna ai più piccoli come fare il twerk.

La clip sembra mostrare la drag queen in una libreria o biblioteca. A giudicare dai suoni dei bambini che non si vedono nella telecamera, è probabile che siano in età prescolare.

Il drag queen inizia a parlare delle danze del videogioco Fortnite, ma poi afferma: “A Michael piace twerkare”.

“Ora qualcuno in questa stanza sa come twerkare?” chiede la drag queen prima di dare una dimostrazione.

“Tutto quello che devi fare è stare con i piedi divaricati alla larghezza delle spalle in questo modo … e ti accovacci in questa posizione in modo che il tuo culo sporga e poi lo muovi su e giù in quel modo e questo è twerkare”, aggiunge mentre da una dimostrazione della danza.

Il dibattito sull’esposizione dei drag queen ai bambini è arrivato a un punto in cui la sinistra sostiene che è perfettamente accettabile esporle ai bambini come parte dell’ingegneria sociale LGBT perché non c’è nulla di sessuale nelle loro prestazioni.

Questo nonostante il fatto che un drag queen sia fondamentalmente una ballerina di burlesque maschile. Ci si chiede se i genitori vorrebbero anche esporre i propri figli alle pornostar per comprendere la difficile situazione delle prostitute.

Fonte

Una scuola a Brooklyn distribuisce adesivi con la scritta “Drag Queen In Training” a bambini di 4 anni

Secondo quanto riferito, una scuola di Brooklyn ha distribuito adesivi ai bambini di 4 anni durante un evento “drag queen story time” che dicevano “drag queen in training”.

Secondo l’utente di Twitter @beyondreasdoubt, gli adesivi sono stati distribuiti dalla scuola privata senza nome durante un “giorno di famiglia” che includeva l’aspetto delle drag queen.

https://twitter.com/beyondreasdoubt/status/1234236882697015298?ref_src=twsrc%5Etfw

Mentre la sinistra continua a negare che il “drag queen story time” è di natura sessuale, nonostante i drag queen siano simili a ballerine di  burlesque, continuano a emergere esempi che dimostrano che è sessuale.

Come abbiamo visto, un videoclip dal Regno Unito mostrava un drag queen che insegnava ai bambini come twerkare, una danza sessuale in cui il partecipante muove ripetutamente il sedere in aria.

Come abbiamo sottolineato la scorsa settimana, molti drag queen si sono impegnati in comportamenti sessualmente espliciti, tra cui “Flowjob” che ha visitato una scuola elementare in Scozia dopo aver pubblicato le sue foto su Twitter mentre usava un dildo e simulava atti sessuali.

Un video che ha causato polemiche la scorsa settimana mostrava un drag queen ballare in modo suggestivo di fronte a una bambina mentre gli adulti nella stanza applaudivano e ridevano.

L’anno scorso, durante un discorso davanti al Board of Control della Biblioteca Lafayette in Louisiana, il drag queen Dylan Pontiff ha ammesso candidamente il vero scopo del drag queen story time.

“Cosi` conquisteremo la prossima generazione”, ha detto.

Un pedofilo dichiarato e un venditore ambulante di porno, condannato, ha anche scritto un articolo in cui descrive “Desmond is Amazing” – il ragazzo dodicenne drag queen – come “hot”.

Reagendo alle preoccupazioni sull’esibizione di Desmond in un night club gay di New York, dove i partecipanti hanno lanciato soldi contro il bambino, sua madre ha difeso la decisione, dicendo a un programma televisivo australiano: “Non capisco quale sia la controversia”.

Desmond era stato precedentemente coinvolto nei “drag queen story time” – in cui le drag queen visitano le scuole e le biblioteche di tutta America per leggere storie ai bambini.

Si e` scoperto che uno dei partecipanti a un drag queen story time a Houston, il 32enne Albert Garza, e` un maniaco sessuale che è stato condannato per aver aggredito un bambino di otto anni nel 2008.

Fonte

Il figlio dodicenne transgender di Dwyane Wade e la sua promozione mediatica

L’ex star della NBA Dyane Wade ha partecipato a diversi spettacoli televisivi per parlare di suo figlio che ora si identifica come una ragazza di nome Zaya. Nel seguente articolo vedremo come  questo “tour mediatico” fa parte della più ampia agenda di sfocatura di genere.

Sebbene Dwyane Wade si sia ritirato dall’NBA nel 2019, e` ancora sotto la luce dei riflettori. Nelle ultime settimane, Dwyane Wade è stato ovunque: interviste multiple sui principali programmi TV, innumerevoli articoli di importanti notiziari, un imminente documentario ESPN e ogni tipo di attenzione sui social media. Recentemente ha anche registrato una canzone con il rapper Rick Ross.

Perché in questo periodo il proverbiale “riflettore” brilla costantemente su di lui? È a causa dei suoi successi con i Miami Heat? Ovviamente no. È perché sta promuovendo un punto dell’agenda.

All’inizio di questo tour mediatico, Wade ha annunciato che suo figlio di 12 anni, Sion, si identificava in una ragazzina di nome Zaya. Sebbene questa informazione personale poteva essere mantenuta privata, questo non e` stato il caso. Al contrario, il cambio di genere di Sion, con tanto di pronomi “she / her”, viene attualmente “promosso” con un massiccio tour mediatico.

Perché un padre dovrebbe andare in una televisione nazionale per discutere della sessualità del suo bambino in eta` pre-puberale? Perché i programmi TV dovrebbero dedicare del tempo anche a discutere della sessualità di un dodicenne? Perché viene promossa un’agenda: l’agenda di sfocatura di genere.
Questa agenda specifica è stata identificata su questo sito diversi anni fa e continua a essere riproposta periodicamente. La parte più insidiosa di tutto: colpisce attivamente e in modo aggressivo i giovani e i loro genitori.

Il tour multimediale di Dwyane Wade è stato attentamente pianificato ed è stato calcolato per raggiungere un pubblico specifico: i neri che sono cresciuti ascoltando il rap (e la sua glorificazione del forte archetipo maschile) e che ora stanno per diventare genitori.

Come previsto, questo tour mediatico è stato accolto con forti reazioni dalla comunità nera e hip-hop.

UN ENORME TOUR MEDIATICO

Dwyane Wade da Ellen.

Il tour mediatico iniziò quando Wade rivelò da Ellen che Sion si identificava come femmina. Ha detto:

“Siamo orgogliosi genitori di un bambino della comunità LGBTQ + e siamo anche orgogliosi alleati. Prendiamo molto sul serio i nostri ruoli e responsabilità come genitori. Quindi, quando un bambino torna a casa con una domanda, quando un bambino torna a casa con un problema, quando un bambino torna a casa con qualsiasi cosa, è nostro compito di genitori ascoltarlo, dare loro le migliori informazioni possibili, il miglior feedback che possiamo. Anche se adesso la sessualita` e` coinvolta questo non cambia. ”
Ha anche spiegato che Zaya è destinato a diventare un leader.

“Una volta Sion tornò a casa e disse: “Chiamami Zaya” e “Sono pronto per affrontare la situazione”, lo guardai e dissi:” Sei un leader. È la nostra opportunità per permetterti di essere una voce, “In questo momento, attraverso di noi, perché ha solo 12 anni, ma alla fine, sara` lei stessa a parlare”.

Apparentemente, ci sono grandi progetti per Zaya.

Il tour mediatico è proseguito in un altro televisivo: Good Morning America

Wade a GMA.

Durante quell’intervista, Wade parlò di Zaya spiegandogli la sua identità.

“Ha detto:” Non credo di essere gay “. lesse l’elenco e disse: “Questa è la mia identità di genere, è così che mi identifico. Mi identifico come una giovane donna. Penso di essere una trans eterosessuale perché mi piacciono i ragazzi “.

Wade ha anche partecipato a spettacoli meno popolari come Watch What Happens Live with Andy Cohen, dove ha sottolineato l’importanza di usare i pronomi corretti.

Wade a Watch What Happens Live with Andy Cohen.

Zaya fece anche un’apparizione sul jumbotron nell’AmericanAirlines arena per la cerimonia di pensionamento di Wade.

L’apparizione di Zaya sul jumbotron e` stata accolta da uno scrosciante applauso.

Anche la moglie di Wade, Gabrielle Union, promuove fortemente Zaya e gli LGBQ + sui social media (ha partecipato alla parata del Pride con Zaya l’anno scorso).

View this post on Instagram

As a family, we believe inclusion and equality are two essential pillars needed to move towards growth and progressive thinking and action in our society. We have created a Limited Edition T shirt to help create a more inclusive space with our platform. The Wade family and @yngdna have decided to donate $50k and 50% of the proceeds of sales of the Pride shirts to The GLSEN organization whose mission strives to ensure safe schools for all students, regardless of sexual orientation as well as gender identity. For 25 years GLSEN has been the leading national organization focused on ensuring safe and affirming schools for LGBTQ+ students #StopKillingBlackTransWomen #StopKillingTransWomen #TransWomenAreWomen #SupportingEachOtherWithPride PS @kaaviajames has a very cool @yngdna Pride piece coming soon 👼🏾👼🏾👼🏾

A post shared by Gabrielle Union-Wade (@gabunion) on

Da questi spettacoli mediatici premeditati e` ovviamente nata una raffica di articoli che hanno plasmato la narrazione. In altre parole, hanno detto alla gente cosa pensare della situazione.

Un titolo di Vox che riassume la ricezione mediatica della notizia

HuffPost ha pubblicato un articolo nella sua sezione “genitorialità” su Zaya e ha incluso un paragrafo sui bambini che conoscono il loro “vero” genere a … tre anni.

I bambini conoscono la loro identità di genere fin da piccoli
Uno studio congiunto britannico e americano pubblicato lo scorso anno ha scoperto che i bambini trans di appena tre anni erano in grado di comprendere la loro identità di genere.

“Uno dei punti più ricorrenti è che ad un certo punto, a volte già dai tre ai cinque anni, si ha la sensazione che l’individuo faccia parte di un altro genere”, ha affermato Charlotte Tate, psicologa alla San Francisco State University e lei stessa una donna trans.

Quando gli viene detto che sono parte del genere assegnato,” diranno “No, non è giusto. Non mi va bene. ‘Hanno una conoscenza di sé che è privata e che stanno cercando di comunicare.
– HuffPost, Zaya Wade, Dwyane Wade And Gabrielle Union’s Daughter, Talks About Her ‘True’ Gender

Come previsto, questo annuncio ha generato alcune risposte forti in tutta la comunità nera. È stata l’occasione perfetta per inquadrare il dibattito e ritenere “transfobico” chiunque esprima preoccupazioni per questa situazione.

CRITICI PUNITIVI

Alcune fonti mediatica non stavano aspettando altro che emergessero opinioni dissenzienti per distruggerle. Difficile. È una lezione per le altre celebrità: non criticare o verrai distrutto.

Il 20 febbraio, il rapper Boosie Badazz ha caricato un post su Instagram per condividere il suo punto di vista su Zaya.

Il rapper ha detto:

“Devo dire qualcosa su questa merda, fratello. Dwyane Wade, stai facendo tutto troppo in fretta. E` un maschio. Un bambino di 12 anni. A 12 anni non sanno nemmeno quale sarà il loro prossimo pasto. Non hanno ancora capito. Potrebbe incontrare una donna, a 16 anni e innamorarsi di lei. Ma il suo c***o e` sparito – datti una calmata.

“Non tagliarli il c***o, amico. Tipo, davvero, se sarà gay, lascia che sia gay. Ma non tagliargli il cazzo, bruh. Non vestirlo da donna, amico. Ha 12 anni. Non è ancora maturo. Non ha ancora preso le sue decisioni finali. Non tagliarglielo, Dwyane Wade, bruh.”

La reazione e` stata rapida: Boosie viene accusato di essere “transfobico” dai mass media. Viene anche bandito dalla sua palestra per questo motivo.

Un titolo di giornale chiama Boosie transfobico.

Anche Young Thug, un rapper ironicamente noto per travestirsi, ha espresso la sua opinione in merito. Ed e` stato “distrutto”. Pesantemente.

Sebbene il tweet fosse breve e conciso, ha generato pagine di risposte. Certo, è stato bombardato dai mass media e si e` anche parlato di “cancellarlo”.

Un titolo di E! News che accusa Young Thug di transfobia linciandolo per aver usato un pronome maschile mentre si riferiva a Zaya.

Anche l’attrice e cantante Serayah ha espresso la sua opinione sulla situazione.

La star di “Empire” Serayah McNeill.

In una serie di video IG, ha detto:

“Penso che sia tutto un po ‘ troppo prematuro. Non mi importa se sei un ragazzo o una ragazza, per me, ci sono altre cose di cui dobbiamo preoccuparci in questo momento. Ci sono così tante altre cose nella società che spingono i genitori e i bambini ad essere in un certo modo. Riprendiamo le redini, va bene? Ma adesso, fermati un attimo. Aspetta di invecchiare un po ‘, tanto da sapere che questo è esattamente ciò che vuoi essere e fare per il resto della tua vita “.

La risposta è stata immediata:

La parola “transfobico” viene nuovamente utilizzata in questo titolo di Billboard.

Naturalmente, altri sono volati in soccorso di Zaya e sono stati immediatamente elogiati per questo.

Un titolo di NBC News.

In un video di Instagram, Cardi B ha dichiarato:

“Mi sento come se la gente stesse dicendo che questo ragazzo è troppo giovane per la transizione. Ma mi domando, quando si e` troppo giovani per cambiare? Qual è il limite di età per sapere quello che vuoi essere?

Se sei nato così, allora sarai per sempre così. Qual è il punto di transizionare da vecchi e poi rimpiangere il fatto di non averlo fatto prima.

Lascia che le persone trovino la loro felicità, specialmente i bambini, che si sentano a loro agio. “

CONCLUDENDO

Questo tour mediatico sul cambiamento di genere di Zaya non è stato casuale né spontaneo. E` stato un blitz mediatico attentamente pianificato che aveva un paio di obiettivi chiari. In primo luogo, si e` trattato di “educare” i genitori sul modo corretto di affrontare le questioni di genere dei bambini. I media ci dicono che i bambini di tre anni sanno di appartenere ad un genere diverso. Pertanto, i genitori devono approvare il cambio di nome, il cambio di pronome e, infine, gli ormoni e la chirurgia che bloccano il genere biologico. Il secondo obiettivo di questo blitz era di innescare critiche per poi etichettarle immediatamente come “transfobiche”.

Attraverso questo blitz, l’intera narrazione sul genere dei bambini (che non hanno nemmeno raggiunto la pubertà) è correttamente inquadrata. Le risposte “corrette” sono elogiate mentre quelle “errate” sono punite, il che incoraggia altri critici a tacere.

In breve, l’intero episodio è stato l’ennesimo capitolo dell’agenda molto pervasiva di sfocatura di genere. L’obiettivo finale di tutto ciò? Un’intera generazione di giovani confusi riguardo al proprio genere e di genitori che alimentano quella confusione.

Fonte

Drag Queen “mostra il pacco” durante un evento per bambini

Una drag queen ha “accidentalmente” mostrato il pacco durante la “Drag Queen Story Hour” nella Contea di Hennepin, Minnesota.

L’artista, noto come Sasha Sosa, stava leggendo ai bambini della Biblioteca della Contea di Hennepin quando l’incidente è stato catturato dalla telecamera.

La Child Protection League Action ha pubblicato una serie di immagini dell’evento in cui si afferma che rappresentano “dissolutezza e toelettatura sessuale” finanziati dalle tasse dei cittadini.

Secondo il gruppo, Sosa ha 18 o 19 anni e si esibisce regolarmente negli strip club insieme a “Gemini Valentine”, che era anche presente in biblioteca indossando un body rivelatore.

Secondo quanto riferito, la Biblioteca della Contea di Hennepin non è riuscita a effettuare un controllo preliminare sulla coppia prima dell’evento.

L’esposizione dei bambini a temi sessuali in tali eventi ha causato rabbia in molti conservatori.

All’inizio di quest’anno abbiamo riferito di foto che mostravano bambini piccoli sdraiati su una drag queen durante un evento “Drag Queen Story Time” a Portland.

Uno dei partecipanti a un evento Drag Queen Story Time a Houston, il trentaduenne Albert Garza, si è poi rivelato essere un predatore sessuale registrato che è stato condannato per aver aggredito un bambino di 8 anni nel 2008.

Tuttavia, secondo l’editorialista neo-con David French, Drag Queen Story Time è “una delle benedizioni della libertà”.

Fonte

 

Drag Queen fa finta di pugnalare il suo ventre estrarre il “feto” e bere sangue

Il video girato a New York mostra una drag queen che simula l’estrazione di un bambino dal suo grembo materno con un coltello, consumarne il sangue e staccargli la testa mentre gli spettatori si divertono in un bar.

La clip mostra Blair Back durante un’esibizione in un drag show in un bar senza nome a New York.

Back usa un coltello per aprire una sacca nei suoi vestiti pensata per assomigliare a un grembo prima di sventrarlo e bere un po ‘ di sangue

Beck procede quindi a tirare fuori la testa di plastica del bambino prima di leccargli la faccia.

La musica riprodotta in sottofondo durante l’intera “performance” è “Cannibal” di Ke $ ha.

Alcuni testimoni sembravano scioccati ma molti applaudono in sottofondo.

Dopo che il video è diventato virale su Facebook e ha provocato un contraccolpo, Back ha cercato di difendersi affermando: “Nessun bambino è stato ferito in questo video. Il bambino è fatto di PLASTICA !!! Indosso un costume con una pancia incinta che ho messo online !!! Il sangue è falso !!! E anche gli organi sono falsi !!!!! ”

Tuttavia, la maggior parte di coloro che hanno commentato non è rimasta impressionata, commentando che lo spettacolo era “malato” e “disgustoso” mentre un altro ha affermato che Back era “totalmente posseduto da un demone”.

Fonte

Gli oscuri messaggi di “K-12” di Melanie Martinez

Lodato per i suoi “messaggi sociali”, il film “K-12” con Melanie Martinez è in realtà pieno di messaggi sinistri enfatizzati da un profondo simbolismo. Ecco uno sguardo al vero significato di “K-12”.

Melanie Martinez è stata scoperta a The Voice nel 2012. Mentre si occupava principalmente di musica acustica, il suo suono e la sua immagine hanno preso una direzione diversa dopo essere stata scritturata con la Atlantic Records.

Nonostante il fatto che Melanie Martinez abbia 24 anni, il suo intero atto ruota attorno ad un mondo bambinesco. Nei suoi video, Melanie indossa spesso babydoll mentre canta canzoni con titoli come Sippy Cup. Tuttavia, l’argomento delle canzoni è quasi sempre oscuro e inquietante. Il primo album della Martinez, Cry Baby, è stato descritto dalla cantante come “un bambino che fa esperienza da adulto”. Quando si guarda più da vicino al contenuto di quell’album, le cose peggiorano ulteriormente.

Ad esempio, nel video Pacify Her, Melanie è in una culla e tenta di sedurre un ragazzo con mosse sexy (i commenti sul video di YouTube sono stati disabilitati a causa di un gran numero di post negativi). Nello stesso album, la canzone Tag You Are It parla del suo rapimento e dell’abuso da parte di “lupi”. Il video Mad Hatter parla del suo essere “pazza”, probabilmente a causa dello stupro. Senza fare un’analisi approfondita di quell’album, Cry Baby riguarda la sessualizzazione dei bambini, la distruzione della loro innocenza e la celebrazione del controllo mentale basato sul trauma (che si basa sul rapimento e l’abuso dei bambini).

Combinazione di un immaginario fanciullesco con immagini sessuali: il marchio di Melanie Martinez.

In breve, Melanie Martinez è una pedina del settore che sta spingendo la sua contorta agenda.

SUPPORTATA DALL’INDUSTRIA

Dopo aver firmato con Atlantic Records, Melanie ha creato una personalita` e un universo basato su colori pastello, roba per bambini e un sacco di simbolismo. Se hai letto gli articoli sulle Immagini simboliche del mese su questo sito, probabilmente riconoscerai subito il simbolismo.

Melanie fa spesso il segno di un occhio che tutto vede, una prova del controllo da parte del settore.

Qui, usa un occhio finto per fare il segno dell’occhio che tutto vede. 

Una farfalla monarca in bocca: un riferimento alla programmazione monarch

In posa con maschere che rappresentano le molteplici alter-personas degli schiavi MK

La rimozione della personalita` principale – altri riferimenti al controllo mentale.

Serve spiegare l’immagine

Nel 2017, la promettente carriera di Melanie ha subito un brusco stop: un’amica di nome Timothy Heller l’ha accusata di stupro durante un pigiama party. Heller ha twittato:

“Non ho mai detto di sì. Ho detto di no, più volte. Ma ha usato il suo potere su di me e mi ha distrutto. Per non fare confusione, sono stata molestata dalla mia migliore amica … ho subito sesso orale e poi sono stata penetrata con un giocattolo sessuale senza che mi venisse chiesto. È quello che è successo. “

Queste accuse hanno portato a un forte contraccolpo e hanno fatto si che l’hastag #MelanieMartinezIsOverParty diventasse virale sui social media con i fan che si sono sbarazzati velocemente dei prodotti e degli album di Melanie Martinez.

Il giorno successivo alle accuse, la Martinez ha twittato una risposta alle accuse di Heller, dicendo che era “inorridita e rattristata” e che Heller “non ha mai detto di no a ciò che [hanno] scelto di fare insieme”.

Queste accuse non hanno dissuaso la Atlantic Records dall’investire pesantemente in Melanie. In effetti, la compagnia ha speso oltre $ 6 milioni per finanziare K-12, un lungometraggio che dovrebbe essere un accompagnamento visivo del suo nuovo album con lo stesso nome.

A settembre 2019, K-12 è stato rilasciato su YouTube, Amazon e simili, con una forte campagna promozionale, un’anteprima del film e un tour mondiale.

Melanie mentre promuove K-12 in un programma tv

I media hanno rapidamente elogiato K-12 per i suoi messaggi contro il “bullismo, la transfobia e la disuguaglianza di genere”. Tuttavia, come al solito, hanno perso completamente il messaggio centrale dietro tutto. Ed è piuttosto oscuro.

I TEMI DI K-12

K-12 si svolge nello stesso universo delle opere precedenti di Melanie mentre interpreta nuovamente il ruolo di una ragazza di nome Cry Baby. In K-12, Cry Baby viene inviata in un collegio pieno di persone cattive e di alcuni amici. In America, “K-12” si riferisce al sistema scolastico. Nel film, Cry Baby inizia all’asilo e, mentre passa attraverso i gradi, le sue canzoni e il suo stile diventano sempre più “maturi”.

Nel corso del film vengono affrontati diversi temi come il bullismo e la transfobia. E, mentre alcuni messaggi sono stati realizzati perche` le ragazze vi si identificassero (c’è una ragazza che ha il suo primo ciclo), i temi chiave di K-12 sono più oscuri e simbolicamente pesanti. Ecco uno sguardo ad essi.

LILITH

Ogni volta che qualcosa va storto, Cry Baby e le sue amiche invocano i loro poteri magici per reagire. Questo è rappresentato da occhi completamente neri, un simbolo che ora è presente su tutti i mass media.

Nelle prime scene del film, vediamo che Cry Baby ha poteri magici. Parla anche di un angelo che le ha parlato in un sogno:

“Come si chiamava quell’angelo? Willy o Layla? No, penso che fosse Lilith. “

Questo nome è estremamente simbolico e fornisce un contesto importante per il resto del film. In effetti, Lilith è una figura “demoniaca” archetipica che fa parte della tradizione di innumerevoli civiltà. Nelle storie popolari e nei testi religiosi, Lilith è identificata come la prima moglie di Adamo, il serpente del Giardino dell’Eden e la sposa di Satana.

“Per 4000 anni Lilith ha vagato per la terra, entrando nella mitica immaginazione di scrittori, artisti e poeti. Le sue origini oscure risiedono nella demonologia babilonese, dove amuleti e incantesimi venivano usati per contrastare i poteri sinistri di questo spirito alato che predava donne incinte e neonati. Successivamente Lilith emigrò nel mondo degli antichi ittiti, egiziani, israeliti e greci. Fa un’apparizione solitaria nella Bibbia, come un demone del deserto evitato dal profeta Isaia. Nel Medioevo riappare nelle fonti ebraiche come la terribile prima moglie di Adamo.

Nel Rinascimento, Michelangelo interpretava Lilith come una donna, metà serpente, attorcigliata attorno all’Albero della Conoscenza. Il romanziere irlandese James Joyce l’ha scelta come “patrona degli aborti”.

L’antico nome “Lilith” deriva da una parola sumera per demoni femminili o spiriti del vento: il lilītu e il relativo ardat lilǐ. Il lilītu abita in terre deserte e spazi aperti in campagna ed è particolarmente pericoloso per le donne incinte e i neonati. I suoi seni sono pieni di veleno, non di latte. L’ardat lilī è una donna sessualmente frustrata e sterile che si comporta in modo aggressivo nei confronti dei giovani.

Nella maggior parte delle manifestazioni del suo mito, Lilith rappresenta il caos, la seduzione e l’empio. Eppure, in ogni suo aspetto, Lilith ha lanciato un incantesimo sull’umanità. ”
– Janet Howe Gaines, seduttrice, eroina o assassina?

Una classica rappresentazione di Lilith avvolta dal serpente nel Giardino dell’Eden.

Nei tempi moderni, Lilith è stata reclamata dalle studiose femministe che la percepiscono come una potente figura femminile che ha respinto l’autorità di Adamo e Dio per ottenere la libertà.

“Secondo le femministe, Lilith è un modello per l’indipendenza sessuale e personale. Sottolineano che solo Lilith conosceva l’ineffabile nome di Dio, che era solita sfuggire al giardino e al marito intransigente. E se era il proverbiale serpente nel Giardino dell’Eden, il suo intento era quello di liberare Eva con il potere della parola, della conoscenza e della forza della volontà. In effetti Lilith è diventata un simbolo femminista così potente che la rivista “Lilith” prende il nome da lei. ”
– Ariela Pelaia, Lilith, dal periodo medievale ai moderni testi femministi

La figura di Lilith ha anche forti legami storici con la stregoneria poiché è considerata la “strega originale”. In K-12, Cry Baby e le sue amiche possiedono poteri magici che sono alimentati da Lilith.

L’amica di Cry Baby la incoraggia a usare i suoi poteri per combattere contro coloro che la opprimono.

In K-12, la maggior parte dei cattivi sono cattivi … ragazzi. Rappresentano il patriarcato e la stregoneria viene presentata come un modo efficace per combattere contro di essa (lo stesso messaggio si trova nella serie per adolescenti di Netflix Le terrificanti avventure di Sabrina).

RAGAZZI CATTIVI

Un tema importante in K-12 è che gli uomini sono cattivi e che meritano di essere puniti. Fa parte di una nuova ondata di femminismo radicale che non cerca l’uguaglianza, ma la vendetta.

Nel film, la maggior parte dei ragazzi e degli uomini sono ritratti come cretini depravati che (quando non mangiano la colla) non possono fare a meno di urlare parole misogine alle ragazze. Ad esempio, quando Cry Baby chiede di interpretare il ruolo del presidente nella recita scolastica, un ragazzo si gira e dice:

Che idiota.

La risposta di Cry Baby è:

“Avere una maggiore capacità di sentire ed esprimere le emozioni è una delle qualità che ci rendono superiori al tuo genere”.

La sua risposta in sostanza dice: “Non siamo uguali, siamo migliori di te”. E se ti dicessi che i sessi non sono effettivamente in competizione e che si completano a vicenda? Non lo trovi bello? Ma ciò non viene insegnato ai bambini. Si tratta di riempirli di odio e rabbia.

Durante la recita scolastica, Cry Baby va fuori scena e usa la sua magia per bruciare il viso di questo ragazzo usando un ferro da stiro – un simbolo dell’oppressione domestica femminile. Il fatto che questo ragazzo non la stesse effettivamente opprimendo, ma recitando un ruolo non sembra disturbare nessuno.

In un’altra scena, una delle amiche magiche di Cry Baby parla da sola mentre sta scrivendo un saggio:

“Un trattato sull’educazione condivisa. I ragazzi sono il problema. “

Questa scena benigna che la maggior parte delle persone probabilmente non ha notato riassume la lezione di base che viene insegnata alle ragazze attraverso “l’intrattenimento”. Ragazzi cattivi, odio e` bene.

In Strawberry Shortcake, i ragazzi sono raffigurati come animali selvaggi e squilibrati che non riescono a “tenerlo nei pantaloni”.

La storia principale viene risolta attraverso la rimozione simbolica del patriarcato.

Cry Baby salva tutti trasformandosi in una ragazza di nome Lorelai che usa il sesso per ingannare il figlio del preside.

Come Lilith, il nome Lorelai ha un pesante significato simbolico. Nel folklore tedesco, Lorelei è il nome di una sirena femmina la cui bellezza e canzoni fanno naufragare e morire i marinai.

Un dipinto del XIX secolo di Lorelei che incanta gli uomini facendoli naufragare del pittore tedesco Carl Joseph Begas.

Attraverso l’uso di potenti simboli e riferimenti storici, K-12 racconta una storia di vendetta contro la tradizione patriarcale usando la stregoneria e la sessualità femminile. Mentre uno può essere d’accordo o no con questa narrazione, K-12 possiede altri temi con cui e` difficile concordare.

SESSUALIZZAZIONE DEI BAMBINI

Come visto sopra, un tema ricorrente delle opere di Melanie Martinez è la combinazione di cose per bambini con situazioni adulte. In K-12, la sessualizzazione dei bambini è un tema importante.

All’inizio del film, Cry Baby canta Wheels on the Bus, una canzone ispirata all’omonima canzone per bambini. Tuttavia, nella versione di Cry Baby, le cose prendono una strana svolta. Lei canta:

Counting trees as they pass me by
And I’m trying not to look across the aisle
‘Cause Maya’s letting Dan put his hand up her skirt
And she’s got her hand down his pants

Cosa?

Ancora peggio, l’autista del bus sta guardando tutto. Cry Baby canta:

I know the driver sees it
I know he’s peeking in the rearview mirror
He says nothing

L’autista del bus osserva i bambini mentre fanno queste cose.

Quindi la strada per andare a scuola inizia con un autista di autobus che è probabilmente un pedofilo. Non è un buon inizio. Mentre le ragazze scendono dall’autobus, hanno un messaggio per l’autista

Le mutandine di Cry Baby e della sua amica dicono “F *** Off”.

Queste ragazze stanno “attaccando” l’autista dell’autobus? O gli stanno davvero dando quello che vuole?

Più avanti nel film, la canzone Teacher’s Pet parla dell’amica di Cry Baby che ha una relazione sessuale con la sua insegnante. Il coro della canzone dice:

“I know I’m young, but my mind is well beyond my years”

È una fantasia pedofila.

L’insegnante si avvicina alla ragazza.

La canzone parla fondamentalmente della ragazza che desidera più attenzione da parte dell’insegnante.

 

“It’s for all the right reasons, baby
Don’t care ’bout grades, just call me your lady
If I pass this quiz, will you give me your babies?
Don’t call me crazy
You love me, but you won’t come save me
You got a wife and kids, you see them daily
Don’t know why you even need me”

Poi le cose prendono una piega più strana: l’insegnante droga la ragazza e cerca di … sezionarla.

Dopo essere stata drogata dall’insegnante, Angelita si restringe. L’insegnante si toglie i vestiti e tenta di sezionarla.

Quindi cosa sta succedendo in nome di Dio? Se la ragazza era chiaramente disposta a fare cose, perché doveva anche drogarla? Perché c’è un contesto più ampio riguardo all’abuso sui minori. Fa parte della programmazione Monarch. La scena riguarda il drogare uno schiavo MK per indurre un trauma attraverso l’abuso.
Per comprendere appieno la trama contorta di K-12, è necessario comprendere un fatto importante: la scuola è in realtà un sito di programmazione per il controllo mentale.

K-12: UN SITO DI PROGRAMMAZIONE PER IL CONTROLLO MENTALE

Come visto sopra, la programmazione Monarch è un tema ricorrente importante nelle opere di Melanie Martinez. La narrazione principale di K-12 riguarda i bambini che vengono inviati a un sito di programmazione MK. Lì, Cry Baby è soggetto a traumi fisici e sessuali al fine di causare dissociazione.

All’inizio del film, Cry Baby disegna un cuore attorno alla scritta “First Day of Hell”. Gli schiavi MK sono programmati per credere che il loro dolore sia bene. Lilith dirà a Cry Baby la stessa cosa più avanti nel film.

Prima di andare a scuola, vediamo la madre di Cry Baby svenuta sul pavimento.

Nell’attuale programmazione Monarch, i bambini vengono spesso rapiti da genitori inadatti.

Angelita, l’amica di Cry Baby sembra avere un passato oscuro. Ad un certo punto dice alla sua amica:

– Il y a du sang partout.
– What does that mean?
– There’s blood everywhere. I don’t really know French. It’s just something I picked up as a kid. Had a French nanny.

La sua famiglia è stata uccisa prima che fosse rapita?

Mentre Cry Baby passa attraverso i gradi di K-12, gli spettatori vengono trattati con una forte dose di sfacciate immagini MK. In Show and Tell, Cry Baby viene raffigurata come un burattino che canta nel settore della musica.

Un insegnante esegue uno spettacolo di marionette per la classe

Ci rendiamo quindi conto che Cry Baby è il burattino che viene controllato da un gestore.

Durante il coro, canta:

“Art don’t sell
Unless you’ve f*cked every authority”

Ma l’arte di Melanie Martinez sta vendendo … quindi … cosa sta dicendo?

L’esibizione termina con il burattino lanciato sul pavimento, con le viscere esposte. Controllo mentale basato sul trauma.

Cry Baby viene quindi portata in una barella da infermiere malvagie che la drogano. Le cose diventano palesemente MKULTRA.

Cry Baby e Angelita sono attaccati a una specie di macchina (elettroshock?) Mentre i conigli bianchi guardano.

K-12 contiene molti riferimenti ad Alice nel paese delle meraviglie. Abbastanza opportunamente, questa storia di una ragazza che sfugge alla realtà per entrare nel Paese delle Meraviglie è una delle principali sceneggiature della programmazione Monarch. Man mano che gli schiavi subiscono un intenso trauma, viene loro detto di “passare attraverso lo specchio” ed entrare nel Paese delle Meraviglie per sfuggire al dolore – codice per la dissociazione, l’obiettivo finale della programmazione Monarch.

Nella fiaba, Alice segue un coniglio bianco nel Paese delle Meraviglie. Questo è il motivo per cui ci sono molti conigli bianchi inquietanti in K-12.

Dopo tutto questo abuso, Lilith appare alle ragazze che cercano il suo aiuto.

Lilith appare alle porte di un portale magico verso un posto migliore.

Mentre le ragazze pregano Lilith di portarle con sé, lei dice loro di rimanere lì e sopportare più sofferenza:

“Dobbiamo sentire il dolore fisico di questo mondo perché l’unico modo in cui possiamo veramente imparare è attraverso l’esperienza”.

Alla fine del film, Lilith e il suo portale appaiono di nuovo. Le ragazze finalmente passano attraverso il portale.

Considerando il fatto che il portale è un gateway per la libertà e il sollievo dalla sofferenza, è molto probabilmente una metafora della dissociazione.

Ciò significa che Lilith non le sta veramente liberando, sta promuovendo la loro programmazione. Ciò significa anche che tutti i messaggi “social” nel film non sono in realtà liberatori, stanno promuovendo la programmazione dello spettatore.

“Non e` giusto! Ho bisogno di più prove! ”

Il segno di un occhio che tutto vede riassume il vero messaggio del film. La ricerca di Cry Baby per la libertà è in realtà una strada per un maggiore controllo da parte dell’élite occulta.

CONCLUDENDO

K-12 è il perfetto seguito per le precedenti opere di Melanie Martinez. Sostenuto con un budget enorme fornito da Atlantic Records, K-12 nasconde, sotto strati di abiti carini e orgie di color pastello, una storia oscura e ingannevole piena di potente simbolismo.

Rilasciato durante il periodo dell’anno del “ritorno a scuola”, K-12 è un altro tentativo di educare i bambini con l’agenda dell’élite occulta. La stessa agenda esatta può essere trovata in altri spettacoli per “adolescenti” come Le terrificanti avventure di Sabrina, che hanno mostrato in modo bizzarro la sessualizzazione dei bambini unita al messaggio che lo pseudo-satanismo è il modo migliore per combattere il patriarcato.

In breve, si tratta di un grande inganno. Mentre finge di affrontare i problemi vissuti dai bambini, K-12 in realtà promuove la loro sessualizzazione. Mentre finge di promuovere l’amore e l’accettazione, in realtà promuove l’odio e la divisione tra i sessi. Mentre finge di difendere la libertà, in realtà è un veicolo per l’indottrinamento sociale.

E questa è l’unica lezione che deve essere appresa oggi.

Fonte

Beyond Magenta: Un libro australiano per bambini transgender dove uno dei protagonisti fa sesso orale a 6 anni

Un libro “rivoluzionario” definito come uno “sguardo onesto” sulla vita e le lotte degli adolescenti transgender ha suscitato indignazione online per l’inquietante descrizione di un rapporto orale con un bambino di sei anni.


Il libro intitolato “Beyond Magenta” è in realtà sugli scaffali dal 2014, ma ha ottenuto attenzioni particolari dopo che alcuni passaggi inquietanti sono stati evidenziati dal sito web di Binary Australia, che si definisce uno “sfidante dell’aggressiva agenda contro il genere”.

Un giovane adulto intervistato per il libro descrive l’esibirsi e “l’amare” il sesso orale dall’età di sei anni. In modo allarmante, non ci sono chiarificazioni immediate per i giovani lettori che si tratti di un comportamento illegale e dannoso.

“Dai sei anni in poi, baciavo gli altri ragazzi del mio quartiere, mi prendevo gioco di loro e facevo sesso orale con loro. Mi piaceva. E ho toccato il loro tu-sai-cosa. Eravamo davvero giovani ma è quello che abbiamo fatto “.

La stessa persona dice di essere “spaventata” dai pedofili che si “toccano” di fronte a lui. Sono anche descritti gli atti di aggressione nel libro, incluso un incidente di un’adolescente che ha spinto a terra un’insegnante incinta.

Descrivere le esperienze passate e gli abusi sessuali è una cosa, ma ri-raccontare casualmente tali storie in un modo che si avvicina ai limiti della normalizzazione è un’altra cosa – un punto che molti su Twitter sono stati rapidi a notare.

Alcuni hanno persino twittato e chiamato le loro biblioteche pubbliche per lamentarsi del “disgustoso” libro, mentre altri lo descrivono come affine alla “pedopornografia”.

Il libro è in offerta in circa 60 biblioteche pubbliche in tutta l’Australia, ma gli utenti di Twitter hanno sottolineato che è disponibile anche nelle biblioteche del Regno Unito ed è stato incluso negli elenchi online dei “migliori” libri per i “bambini” transgender da leggere.

Tuttavia, ritroviamo “Beyond Magenta” anche in un altro tipo di elenco. Era al numero quattro dei “10 libri più stimolanti del 2015”, secondo il rapporto “State of America” delle biblioteche dell’American Library Association. Nonostante il tumulto – o forse proprio per questo – il libro si trova al numero 22 della sezione “Sessualità e gravidanza per adolescenti e giovani adulti” di Amazon.

Kirralie Smith, direttore di Binary Australia, ha dichiarato al Daily Caller che “tale materiale non ha spazio nelle biblioteche finanziate dai contribuenti e non dovrebbe mai essere promosso ai bambini”.

Alcuni, tuttavia, non sono preoccupati dal contenuto del libro. Nella sua recensione, Publishers Weekly l’ha definita “una risorsa estremamente necessaria” per gli adolescenti.

Fonte

Il contorto significato di “Mother’s Daughter” di Miley Cyrus

In “Mother’s Daughter”, Miley Cyrus canta, dicendo di essere “cattiva e malvagia” mentre afferma di essere “Femminista AF (as fuck)”. Ecco uno sguardo al significato distorto di questo bizzarro video.

Miley Cyrus è ciò che chiamo un “artista  barometro”. Questo perché le sue canzoni e i suoi atti in generale rispecchiano invariabilmente qualsiasi agenda debba essere spinta dai mass media in quel particolare momento. In effetti, Miley non ha mai avuto un particolare tipo di sound, una sua immagine o un suo messaggio. Il suo intero atto è sempre stato dettato dai suoi handler fin da quando era una bambina interpretando il ruolo di Hannah Montana.

In modo abbastanza appropriato, Miley è apparsa di recente in un episodio di Black Mirror in cui interpretava il ruolo di una pop star controllata mentalmente che non ha assolutamente alcun controllo sulla sua carriera e sul suo messaggio. Mentre il suo personaggio (di nome Ashley O) continua a parlare di “empowerment” ai suoi fan, è in realtà una schiava pesantemente medicata che fa come le viene detto dai suoi handler.

Solo poche settimane dopo l’uscita di quell’episodio di Black Mirror, Miley Cyrus ha rilasciato Mother’s Daughter – un video musicale NSFW caricato con un mucchio di messaggi calcolati rivolti ai giovani. In effetti, il video è essenzialmente uno spot pubblicitario sponsorizzato da potenti gruppi, lobby e gruppi di riflessione per diffondere messaggi sociali specifici.

Poco prima dell’uscita del suo video, Miley ha pubblicato un servizio fotografico su Instagram realizzato in collaborazione con Planned Parenthood e il fotografo Marc Jacobs. In questa foto, Miley lecca una torta che dice “Abortion is Healthcare”. Il fatto che i dolci siano usati per festeggiare i compleanni è piuttosto inquietante.

Secondo fonti dei media, Mother’s Daughter è “una dichiarazione fatta a sostegno dell’uguaglianza di genere, della libertà e della lotta contro la discriminazione e le molestie sessuali”. Ovviamente, il video è stato subito elogiato da tutti nel mondo dello spettacolo perché questo è l’ordine del giorno e nessuno può opporsi.

Tuttavia, c’è molto di più in questo video di quanto non sembri. Diamo un’occhiata.

MOTHER’S DAUGHTER

Il concetto del video è piuttosto semplice: un sacco di apparizioni di ospiti attivisti e altre persone che supportano un programma specifico. Al centro di tutto: Miley Cyrus indossa un completo in lattice rosso con un “accessorio” simbolico.

La tuta di Miley presenta una “vagina dentata” – denti attorno ai genitali femminili. Questo simbolo antico e archetipico può essere trovato in varie culture ed è solitamente associato a racconti popolari sui pericoli della copulazione con donne sbagliate e il rischio di danni e di evirazione.

Al di là dei racconti popolari, la vagina dentata rappresenta giustamente un aspetto importante dell’agenda dei mass media di oggi: l’arma della femminilità. Si tratta di usare il “femminismo” (una versione distorta di esso) per ingegnerizzare socialmente la popolazione. Si tratta di trasformare il corpo femminile (con tutte le sue qualità calde, ricettive e nutritive) contro la sua stessa natura. Si tratta di radicalizzare i sessi e di alimentare l’odio tra maschi e femmine. Si tratta di trasformare la triste realtà dell’aborto in una sorta di mossa femminista.

In tutto il video, molti messaggi vengono visualizzati sullo schermo. Hanno tutti una strana qualità orwelliana.

“Ogni donna è una rivolta” – lo slogan del gruppo femminista femminista radicale ucraino Femen.

Una rivolta è “una forma di disordine civile comunemente caratterizzata da un gruppo che si scaglia in un violento disordine pubblico contro autorità, proprietà o persone”. Ogni donna è davvero una sommossa? Ovviamente no. Alcune donne sono persone calde, gentili e amorevoli che non sentono il bisogno di essere arrabbiate con tutto e con tutti. Cercando di essere “femministe”, queste persone effettivamente riducono e generalizzano le donne per adattarle alla propria visione forzata.

Questo prossimo messaggio è anche peggio.

“La verginità è un costrutto sociale”.

Il messaggio è seguito dalla un primo piano ad una bambina.

Secondo l’Instagram di Miley, questa è una bambina di 11 anni di nome Mari di Flint, Michigan.

Quindi, cerchiamo di analizzare la frase “la verginità è un costrutto sociale”. Che cosa vuol dire? C’è una tendenza preoccupante nei mass media che spinge i giovani a negare fatti verificabili per abbracciare una agenda radicale ed estrema.

Ecco un estratto da un articolo che giustifica questa linea di pensiero:

“La verginità non è reale. È un fenomeno socialmente costruito che funziona per sorvegliare i nostri corpi e farci sentire in colpa per la nostra esperienza sessuale (sia essa abbondante o inesistente). Mette continuamente il potere nelle mani di uomini eterosessuali, soggiogando il potere dalle donne eterosessuali e negando l’esistenza di corpi sessuali non-etero “.
– Lauren Forster, perché la verginità è un costrutto sociale

Il fatto che il video faccia seguire l’immagine di una bambina alle parole “la verginità e` un costrutto sociale” è strano. Credono che i bambini non siano vergini?

Il video continua quindi con immagini più strane

Lo stomaco di una donna che ha subito un cesareo è paragonato alla cerniera di una borsa. Questo è il genere di cose a cui solo uno psicopatico potrebbe pensare.

Il prossimo messaggio nel video e` spirituale

“Il peccato è nei tuoi occhi”. Questo è il genere di cose che uno psicopatico direbbe.

I testi della canzone vanno nella stessa direzione pseudo-satanica del messaggio precedente. Il primo versetto è il seguente:

Hallelujah, I’m a freak, I’m a freak, hallelujah
Every day of the week, I’ma do ya like I want ya
I’m a Nile crocodile, a piranha

Come forse sapete, alleluia significa “Lodate il Signore” ed è teologicamente la più alta forma di lode che si possa dare a Dio. Combinare questa parola con “I’m a Freak” e “I’ma do ya” è fondamentalmente una forma di mancanza di rispetto e di blasfemia.

Nel secondo verso, iniziamo a capire che tipo di psicopatico potrebbe sognare questo tipo di messaggi degradanti.

Hallelujah, I’m a witch, I’m a witch, hallelujah

Come si vede nel mio articolo su “Le terrificanti avventure di Sabrina”, c’è una chiara ed evidente spinta dei mass media per associare le streghe al femminismo.

In tutto il video, questo coro è ripetuto ad-nauseam:

Don’t f**k with my freedom
I came up to get me some
I’m nasty, I’m evil
Must be something in the water or that I’m my mother’s daughter

Miley dice che è cattiva perché c’è “qualcosa nell’acqua”. Questa è una teoria cospirativa interessante. La sua altra teoria è che è cattiva perché è come sua madre. Questo è veramente un messaggio edificante per i giovani.

Parlando del diavolo, la madre di Miley Tish Cyrus fa un’apparizione nel video.

La madre di Miley appare nel video in numerose occasioni. Qui indossa un abito con stampe feline. Nella programmazione Monarch, le stampe feline vengono utilizzate per identificare gli schiavi Beta Kitten … e Miley Cyrus è un prodotto di quel sistema. È questo il motivo per cui Miley descrive sua madre come “vile e malvagia”?

Tish Cyrus vestita con Chanel. Ricchezza materiale temporanea in cambio dell’anima di sua figlia.

Il video presenta anche altri “ospiti”.

Lo Skateboarder Lacey Baker indossa una maglietta con scritto “They / Them”. In un mondo senza genere, l’uso di lui / lei è considerato offensivo

Casil McArthur, un attivista trans che ha subito un intervento chirurgico per rimuovere il seno.

Aaron Phillips è descritto come una “ragazza nera su una sedia a rotelle a cui e` capitato di essere trans”.

Questo video celebra la “diversità” o la sfrutta? Come affermato innumerevoli volte negli articoli precedenti, ognuno ha il diritto assoluto di vivere in qualsiasi modo che lo renda felice e a proprio agio. Ma c’è una linea sottile tra l’accettazione delle persone e la caccia alle persone più “diverse” per sfruttarle nei video come se animali da circo al fine di ottenere il “massimo dei voti” per quanto riguarda la presenza LGBT nel mondo dell’intrattenimento.

Ecco cosa probabilmente è successo dietro le quinte:

– Ragazzi. Non crederete a quello che mi e` successo” Ho trovato la minoranza della minoranza: nera, trans e in sedia a rotelle!

– OMG, è fantastico! Le abbiamo sottoscritte tutte le caselle diversita! Prendila nel video adesso! E su tutto l’Instagram di Miley!

Mentre chiedono a gran voce “inclusività”, video come questo in realtà riducono le persone ad attributi come “trans” o “disabile”.

Questa immagine finale riassume l’intero video.

Miley nei panni del cosplay di Giovanna D’Arco.

Questa immagine trasmette potere? O l’esatto opposto? Miley si siede su un cavallo di una giostra che è destinato a girare in tondo. Indossa oggetti di scena falsi come un’armatura. Miley non guida nessuno da nessuna parte. È una pop star altamente controllata in uno studio che sta prendendo ordini da un regista (che in ogni caso e` un tanto odiato maschio bianco).

Il coro potrebbe dire “Don’t f*ck with my freedom”. Tuttavia, a quelli che la possiedono non gliene frega niente.

CONCLUDENDO

Mother’s Daughter non è arte. È propaganda e indottrinamento. In pochi minuti, questo video riesce a mescolare l’ossessione dell’élite occulta con l’aborto, il gender e il satanismo. Non dimentichiamo che credono che la verginità sia un “costrutto sociale”.

Alla fine, dietro a tutti i segnali di virtù e le parole d’ordine, questo video celebra in realtà solo una cosa: la corruzione di tutto ciò che è puro e sacro.

Fonte
 

La CBC accusata di sessualizzazione infantile dopo aver promosso un documentario sui “drag kids”

L’emittente canadese CBC è stata accusata di aver promosso la sessualizzazione dei bambini dopo aver pubblicizzato un nuovo documentario sui “drag kids”.

La clip, che è stata twittata dall’account ‘CBC Kids’, mostra numerosi minori che parlano del loro alter ego ‘drag’ mentre uno di loro, un dodicenne, esegue quelle che alcuni hanno definito lamentandosi mosse di danza sessualmente suggestive.

“Come e` essere un bambino #DRAGQUEEN? @CBCKidsNews ha parlato con le quattro stelle del nuovo documentario #DragKids della CBC per scoprire che cos’è #drag e perché lo fanno “, ha dichiarato il tweet.

Il blacklash è stato piuttosto rapido.

“I genitori di questi bambini e i produttori di questo documentario dovrebbero essere imprigionati per pedofilia”, ha commentato Mark Dice

“Ti chiedi quando CBC presenterà una nuova serie di sfilate di bellezza per bambini, forse con i bambini in tiara? È arte, giusto? Totalmente appropriata e non è affatto un invito a sfruttare o sessualizzare i bambini “, ha osservato un altro utente di Twitter.

Nice @CBCkids, davvero bello. Stiamo addestrando i ragazzi a essere spogliarellisti e lapdancers ora? “, Ha chiesto un altro.

“Perché la @CBC sta sfruttando i bambini e sessualizzandoli. È solo per spingere la loro agenda? “, Ha chiesto un altro.

Come abbiamo già sottolineato, il dodicenne “drag queen kid” Desmond is Amazing è stato inesorabilmente promosso dalle reti mainstream americane.

Sua madre ha recentemente dichiarato a uno show televisivo australiano: “Di non capire i motivi della polemica” dopo che gli è stato chiesto se Desmond si esibisse in un club gay mentre i clienti gli lanciavano dei soldi.

Come abbiamo riferito la scorsa settimana, un pedofilo gia` condannato ha scritto un post sul blog in cui descriveva il dodicenne Desmond come “hot”.

Fonte