Archivi Blog

Perché la sinistra è ossessionata dalla distruzione di ogni eroe?

Nel film “Batman: Il cavaliere oscuro” il famoso procuratore distrettuale Harvey Dent fa una dichiarazione che da allora si è intrecciata nella nostra cultura popolare al punto che spesso la sentiamo citare come se fosse stata detta da qualche antico filosofo:

“O muori da eroe o vivi abbastanza a lungo da diventare il cattivo.”

L’interpretazione più semplice di questa frase è che c’è una linea sottile tra fare il bene e fare il male con le migliori intenzioni. Le persone possono iniziare come eroi e cadere rapidamente nell’oscurità in nome del servire il “bene superiore”. Tuttavia, penso che ci sia anche un altro significato.

C’è anche il problema della revisione storica e del fatto che gli eroi di ieri potrebbero essere considerati i terroristi di domani. A volte gli eroi diventano cattivi a causa dei propri errori, altre volte vengono semplicemente riscritti in quel modo.

Ad esempio, oggi sentiamo continui lamenti da parte della sinistra politica sui “crimini” dei Padri Fondatori e sul perché dovrebbero essere cancellati dal nostro zeitgeist culturale. Hanno anche tentato di rivedere le basi stesse della storia americana attraverso il loro “Progetto 1619” poiché affermano che nessun risultato americano è valido perché “tutto” è stato costruito attorno all’istituzione della schiavitù. Non fanno menzione del fatto che la schiavitù era un’istituzione in ogni singola cultura del pianeta dall’inizio della civiltà, ma per loro non importa.

L’obiettivo del Progetto 1619 era sminuire o respingere tutto ciò che era chiaramente americano, fino alla rivoluzione che ha fondato la nazione americana. Ciò di cui si preoccupano è la decostruzione degli eroi, in parte perché se riesci a distruggere un eroe, potresti anche essere in grado di distruggere ciò che hanno rappresentato nel processo. E, se riesci a distruggere gli ideali di una società, diventa molto più facile controllare quella società.

Quando la sinistra politica cerca di minare l’eredità dei fondatori, non si sta solo impegnando in attacchi contro uomini che non possono più difendersi, ma sta anche tentando di sabotare la visione che quegli uomini hanno creato – La visione di una repubblica libera al di fuori di i dettami del collettivismo e della monarchia (governo delle élite).

Ovviamente i Padri Fondatori non sono più in vita, ma ci sono milioni di persone che hanno portato avanti la loro eredità per generazioni che in realtà stanno ancora vivendo per vedere i loro eroi trasformati in mostri attraverso il revisionismo.

Ma la distruzione degli eroi va ancora più in profondità delle riscritture storiche.

La sinistra prende di mira anche le basi stesse degli archetipi e delle mitologie eroiche attaccando le rappresentazioni degli eroi nella nostra società. Stanno cercando di cambiare la natura dell’eroismo dirottando i pilastri culturali e cancellando storie e personaggi amati per “riscriverli” a immagine del culto di sinistra. Questo di solito viene fatto sotto la copertura di “diversità ed equità” come mezzo per oscurare la vera agenda. Analizziamo le tattiche e le motivazioni alla base di questa tendenza…

Riscrivere gli eroi per “riflettere la nostra era moderna”

L’ideologia woke non riflette in alcun modo la nostra era moderna; in realtà è una versione mascherata dei vecchi modelli sociali del collettivismo e del comunismo, in particolare del marxismo sociale mostrato dalla Rivoluzione culturale di Mao. L’unica differenza è che oggi abbiamo sessioni di lotta online e le società sono pienamente d’accordo con il movimento. Quando la sinistra afferma di combattere il sistema, non ha idea di cosa significhi veramente. Il sistema ama la politica woke.

La sinistra usa l’argomento della riflessione tutto il tempo per giustificare l’eliminazione delle mitologie degli eroi e la loro sostituzione con cloni insulsi. Un esempio recente potrebbe essere l’ultima versione Amazon della loro serie prequel de Il Signore degli Anelli. Per riassumere, il nuovo Signore degli Anelli è progettato per diffondere un messaggio politico e minare i valori del passato piuttosto che raccontare una storia organica significativa. Amazon ha persino rilasciato il loro Signore degli Anelli woke nell’anniversario della morte di Tolkien.

DIVERSITA’ COME SCUSA

La diversità non ha senso. Non serve a nulla in termini di rappresentazioni eroiche. Le persone si identificano con azioni, idee e principi, non con il colore della pelle. La sinistra di Hollywood in realtà non si preoccupa della diversità del colore della pelle, si preoccupa solo di due cose: usare le minoranze come scudo per giustificare una narrazione scadente e produzioni pigre e usare le minoranze come arma quando affrontano le critiche.

Vale a dire, quando creano media spazzatura senza immaginazione o sforzo, annunciano “almeno c’è diversità” e questo dovrebbe farti desiderare comunque di guardare i loro prodotti, altrimenti potresti essere “razzista”. Per estensione, quando osi criticare il pontificare politico e la terribile scrittura nei loro media, possono quindi dire “le nostre storie sono fantastiche, semplicemente non ti piacciamo perché assumiamo persone di colore”. Vedi come funziona? Usano le minoranze come scudo, sia per la loro inettitudine che per il loro intento malizioso, ma NON si preoccupano di queste persone se non possono sfruttarle.

“Diversità e inclusione” è la nuova piantagione di schiavi che le élite di sinistra di Hollywood usano per coltivare punti virtù e prestiti ESG. Questo è tutto ciò che c’è da fare. Se rispettassero davvero l’idea di presentare eroi diversi, creerebbero eroi originali e li scriverebbero bene

I narcisisti non possono scrivere eroi

È da tempo che sostengo che l’ideologia di sinistra sia radicata nel narcisismo. Tutto si basa sul diritto piuttosto che sul sacrificio. Si basa sulla richiesta di un trattamento speciale piuttosto che sul rispetto per la realizzazione e il merito. Si basa sull’equità del risultato eliminando l’uguaglianza di opportunità. Una persona che ha abbracciato la mentalità vittimistica non può mai essere un eroe o immaginare come si comporterebbe un eroe. Non hanno alcuna relazione con il concetto, perché i narcisisti sono solitamente cattivi nel mondo reale e i cattivi tendono a considerarsi vittime mentre trascorrono il loro tempo a vittimizzare gli altri. In quale altro modo possono giustificare i mali che fanno?

Non è consentito nessun eroe conservatore

Poiché il nostro mondo dei media è stato invaso da ideologi woke nel corso degli anni, le raffigurazioni di eroi e cattivi sono diventate completamente contorte. Gli eroi agiscono egoisticamente con ego e arroganza, e i cattivi sono solitamente descritti come persone incomprese che stanno solo reagendo alle trasgressioni della società, oppure sono ridicole esagerazioni di conservatori e attivisti per la libertà. Questa tendenza è diventata un’epidemia in film, televisione, videogiochi, fumetti, ecc. Solo negli ultimi due anni c’è stato un respingimento di massa contro l’agenda, ma c’è ancora molta strada da fare prima che le cose possano cambiare per il meglio.

Molte di queste produzioni woke falliscono miseramente, ma non sono necessariamente interessate al successo al botteghino o al guadagno. Ancora una volta, ciò a cui tengono è la saturazione, oltre ad uccidere apertamente l’archetipo dell’eroe. Vogliono distruggere i tuoi eroi di fronte a te e sostituirli con persone woke. Questo è ciò che gli interessa.

Il problema più grande è che la maggior parte dei conservatori ha ignorato la guerra culturale concentrandosi solo su fugaci battaglie politiche. Si sono comportati come se la guerra culturale non avesse importanza e nel processo abbiamo quasi perso completamente l’occidente. Le generazioni future hanno bisogno di ideali ed esempi eroici per vivere, tra persone reali e nei media popolari. Ignorando la guerra culturale, i conservatori hanno ignorato il futuro.

Ci sono alcune persone là fuori che stanno lavorando per cambiare il corso dell’occidente producendo media originali con un messaggio eroico basato sui fondamenti quali la libertà, l’individualismo, la fiducia in se stessi e la meritocrazia.

È importante non sottovalutare il potere dei media nella cultura. C’è una ragione per cui la sinistra ne è così ossessionata; trasformando tutti i nostri eroi in cattivi, sperano di cambiare i nostri valori e i nostri comportamenti. Non stanno solo riscrivendo film, personaggi o fumetti, stanno cercando di riscriverci.L’unico modo per fermare questo è identificare la minaccia, neutralizzare la propaganda e poi riportare in vita la legittima cultura dell’eroe scrivendola ancora una volta con le nostre stesse mani e le nostre stesse azioni.

Fonte

lord-of-the-rings-fellowship-of-the-ring

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Le donne trans sono uomini e fingere il contrario è pura follia

Cerchiamo di chiarire alcuni punti prima che venga detto qualsiasi altra cosa: ci sono ZERO prove scientifiche a sostegno della nozione di autoidentificazione di genere. Ci sono ZERO prove scientifiche a sostegno dell’affermazione che il genere è semplicemente un costrutto sociale. Ci sono più prove che la biologia determini i comportamenti di genere e la virilità e la femminilità sono costrutti psicologici innati. La stragrande maggioranza delle persone sviluppa associazioni di genere direttamente in linea con la propria biologia. Gli uomini si comportano come uomini, le donne si comportano come donne e questi comportamenti sono stati stabiliti come fatti biologici fin dall’inizio della storia documentata.

Uomini e donne sono biologicamente diversi sotto molti aspetti, anche per il modo in cui funziona il nostro cervello. Il sesso biologico e il comportamento correlato al genere si basano principalmente sulla natura, non principalmente sull’ambiente. Tuttavia, la religione dell’identità di genere ha considerato questi concetti una forma di fanatismo. La situazione è diventata così sconvolgente che la sinistra ora si riferisce alle donne vere come “bleeders” o “persone che hanno le mestruazioni”, come se questa fosse l’unica differenza biologica tra loro e le donne trans.

Indipendentemente da come ci si posiziona sull’argomento, se sei onesto devi ammettere che il transgenderismo oggi è una questione politica, non scientifica. Negli ultimi anni abbiamo visto scienziati finanziati dal governo e da fondazioni globaliste politicizzati dalla questione di genere. Ma, ancora una volta, non hanno prove a sostegno delle loro affermazioni secondo cui il genere è mutevole e malleabile. È interessante notare che ora sostengono entrambe le parti: che il genere è puramente un costrutto sociale e che il genere è biologicamente collegato e cablato. Le due idee si escludono a vicenda, ma ehi, ora viviamo nel mondo dei clown, quindi dovremmo stare zitti e goderci il viaggio…

Ci sono persone là fuori che il loro sesso biologico non corrisponde alla loro identità di genere? Sì, ovviamente ci sono delle eccezioni alla regola. Nella maggior parte dei casi legittimi queste persone soffrono di una malattia mentale chiamata “disforia di genere”. È un problema psicologico relativamente innocuo (tranne che tende a causare depressione e tendenze suicide per la persona trans); queste persone non sono una minaccia per me o per te e la loro esistenza nella nostra società non è davvero una nostra preoccupazione.

Per qualche ragione, la sinistra politica autoritaria ha elevato la questione transessuale al vertice delle loro Olimpiadi di oppressione. È difficile dire perché, ma hanno preso un “gruppo” che rappresenta circa lo 0,4% della popolazione e hanno stabilito che sono l’apice del totem della vittima e che il resto del mondo ha bisogno di camminare in punta di piedi ogni volta che ha a che fare con loro.

Ma diamo un’occhiata a questa situazione oggettivamente per un momento

La comunità trans è considerata una “minoranza oppressa” designata, ma è una comunità a cui chiunque può aderire per qualsiasi motivo. Non è davvero un gruppo minoritario tanto quanto un club, e i club possono diventare trendy quando vengono commercializzati in modo efficace. Non devo avere una disforia di genere per entrare a far parte di questo club, tutto quello che devo fare è DIRE che mi identifico come trans e, improvvisamente, ora faccio parte di una classe oppressa. Il problema è che le persone trans non sono oppresse, almeno non in Occidente.

Ciò che la sinistra politica considera “oppressione” è piuttosto confuso e contorto. Nella loro terminologia, opprimerli significa non permettere loro di fare quello che diavolo vogliono, indipendentemente da quanto siano distruttive le loro intenzioni. Li stai vittimizzando non permettendo loro di vittimizzare te.

Espandiamolo in termini trans: se un uomo afferma di essere una donna ed è trans, quella persona ora ha il potere sociale di richiedere che il resto di noi lo identifichi come una donna e usi i pronomi che preferisce. In altre parole, se domani dichiaro di essere trans (anche se non è vero) allora ho il diritto di controllare la tua libertà di parola. E sì, è assolutamente così semplice secondo la sinistra.

Un vivido esempio di questa dinamica di controllo è la reazione al Florida Anti-Grooming Bill, approvato di recente, che i guerrieri della giustizia sociale e i media hanno etichettato in modo disonesto “Don’t Say Gay Bill”. Qui abbiamo una legge basata sulla logica e sulla ragione che non vittimizza nessuno, trasformata in un circo sotto l’accusa di bigottismo e discriminazione. A cosa serve la legge? Impedisce agli insegnanti delle scuole pubbliche di esporre i bambini della scuola materna a discussioni sulla sessualità e sull’identità di genere e richiede che parlino ai genitori dell’esposizione dei loro figli a tali lezioni. In altre parole, la Florida sta dicendo agli insegnanti che non sono autorizzati a parlare ai bambini di sciocchezze da cultisti e ad educarli all’ovile SJW/trans.

Gli insegnanti delle scuole pubbliche sono pagati dallo stato e dalle tasse che i genitori pagano allo stato. Gli insegnanti lavorano per i genitori; i genitori sono il capo. Ma la sinistra non la vede in questo modo. Dicono che si tratta di libertà di parola, e in fondo non sono impiegati scolastici, sono evangelisti per la causa della giustizia sociale. Sono ampiamente contrari all’insegnamento delle idee religiose nelle scuole, a meno che non sia la loro stessa religione.

La verità è che sono fanatici. Credono che la loro ideologia superi tutte le altre preoccupazioni e che abbiano il diritto di modellare i tuoi figli in quell’ideologia senza la tua approvazione perché credono che tu sia troppo ignorante per capire il “bene superiore” che viene fatto.

Il disegno di legge anti-grooming è stato progettato per proteggere i bambini dall’indottrinamento sessuale e la sinistra ne è furiosa. Rivendicano la proprietà dei vostri figli e l’agenda trans è una parte importante del processo di formazione che gli insegnanti di sinistra affermano di avere il diritto di perseguire.

Come puoi immaginare, la tentazione per i furfanti narcisisti e sociopatici di saltare sul carro dei trans è immensa. Tutto ciò che devono fare per ottenere il controllo sulle persone che li circondano è unirsi a un gruppo di identità di genere? Tutto ciò che devono fare per ottenere un trattamento speciale e privilegi è proclamare di essere discriminati? Per le persone senza coscienza questo è un nuovo mondo eccitante in cui il loro narcisismo è applaudito e protetto.

Se le persone non si conformano, stanno “opprimendo” l’individuo trans e ora sono automaticamente bigotti. Francamente, non mi riferirò mai a una persona trans secondo i suoi pronomi preferiti. Come mai? Perché questa è una bugia. Non sono quello che affermano di essere. Le loro fantasie interiori sono irrilevanti rispetto ai fatti e i loro sentimenti non hanno importanza per quanto riguarda la verità. Non esiste la “loro verità”, esiste solo LA VERITÀ.

Se il problema in questione è la disforia di genere, allora dobbiamo affrontarlo come qualsiasi altra malattia mentale. Quando abbiamo a che fare con uno schizofrenico che crede di essere Napoleone o Elvis Presley, non chiediamo che l’intera società sia d’accordo con lui e consenta le sue fantasie e faccia leggi che proteggano la validità delle sue delusioni, giusto? Ignoriamo le sue fantasie; non adattiamo tutta la nostra cultura ai suoi capricci. Perché lo stiamo facendo con gli attivisti trans?

Gran parte di ciò che fa la sinistra politica implica trasformare i suoi problemi nei tuoi problemi, e si tratta principalmente di controllo, non di uguaglianza. Affermano di essere vittime, e quindi credono di avere il diritto di determinare cosa sia oppressione e cosa sia bigottismo. La sinistra non è la più virtuosa, è la più instabile, eppure viene posizionata come arbitro della nostra moralità.

Mi concentro sulle donne trans in particolare in questo articolo perché mentre ci sono donne che fingono di essere uomini, queste donne generalmente non stanno cercando di invadere gli spazi degli uomini. C’è qualcosa di piuttosto predatorio e malizioso nell’aspetto trans femminile di questo movimento.

La maggior parte del mondo probabilmente ora ha familiarità con il bizzarro caso di Lia Thomas (alias William Thomas), un uomo biologico che si traveste da donna in modo da poter competere nei campionati di nuoto NCAA femminili e distruggere tutte le altre vere concorrenti donne. La sinistra sostiene che tenere Lia Thomas e quelli come lui fuori dalle competizioni femminili sarebbe opprimente, ma lo è davvero? Riconoscere i fatti scientifici è “fanatismo?”

Il catalizzatore più lampante per l’intero scenario è il femminismo. È ironico che le femministe abbiano travisato la dinamica sociale da maschio a femmina per così tanto tempo che le donne normali hanno effettivamente iniziato a credere alla visione del mondo di sinistra, e ora la stanno pagando.

Per decenni, le femministe hanno sostenuto che donne e uomini sono uguali in ogni modo possibile, anche nella fisicità. Questa illusione è diventata pericolosamente pervasiva, non solo a Hollywood ma nel mondo reale. Abbiamo anche avuto recentemente l’esercito americano che ha tentato di integrare le donne in ruoli di combattimento in prima linea e di battaglione di ranger, al punto che hanno dovuto manipolare gli standard a favore delle donne solo per poter superare le prove estenuanti. Altri esperimenti più onesti, come quelli condotti dai marines statunitensi in unità di genere misto, mostrano che questa è un’idea terribile. Non solo le unità miste sono distratte dalla preoccupazione sessuale, ma le unità maschili/femminili ottengono scarsi risultati in quasi tutte le aree di addestramento rispetto a tutte le unità maschili.

Oggi, la questione degli atleti trans sta dimostrando senza ombra di dubbio che gli uomini sono fisicamente superiori alle donne. Non c’è dibattito. Anche Lia Thomas, un uomo classificato nei 400 nel nuoto maschile, ha dominato facilmente il nuoto femminile. Gli esempi si stanno diffondendo, dal sollevamento pesi femminile al combattimento MMA femminile e all’atletica leggera femminile. Se vuoi schiacciare la concorrenza negli sport femminili, tutto ciò che devi essere è un uomo.

Se le donne vogliono salvare i loro sport, dovranno ammettere che le femministe si sbagliavano e che gli uomini sono fisicamente superiori. E questo è probabilmente uno dei motivi principali per cui pochissime donne nello sport hanno parlato. Sono state condizionate per così tanto tempo da nozioni di equità, non possono gestire la verità della realtà biologica.

L’altro motivo è che se parlano apertamente, affrontano la prospettiva di diventare delle paria sociali e di essere ostracizzate. Naturalmente, la maggior parte degli americani pensa che la cultura dell’annullamento sia spazzatura, ma la sinistra politica controlla l’ambiente aziendale, inclusa la Big Tech e la maggior parte del governo; possono far sembrare che siano la maggioranza quando non lo sono. Anche se fossero la maggioranza, ciò non significa che non siano pazzi. È pura follia negare fatti che sono proprio davanti a te solo per raggiungere fini politici, ma la sinistra lo fa ormai da tempo.

Ci sono persone trans che non sono d’accordo con l’agenda di sinistra. Bruce Jenner (alias Caitlyn Jenner) è stato sorprendentemente schietto contro la propaganda woke. Blair White è un altro esempio di figura trans anti-sinistra disposta a parlare. Il movimento per la libertà e i conservatori li hanno ampiamente abbracciati anche se la sinistra afferma che “odiamo” le persone trans e vogliamo vederle cancellate. Il fatto è che alla maggior parte di noi non importa cosa fanno le persone nella loro vita privata. Ma quando usi un’arma e politicizzi le tue inclinazioni sessuali e dichiari che siamo in debito, allora abbiamo un problema.

In definitiva, la comunità trans è così minuscola che sorge spontanea una domanda: perché queste persone sono rilevanti nel grande schema delle cose? Perché la sinistra vede un’opportunità per usarli come strumenti per il deragliamento sociale? Perché la sinistra è così ossessionata dall’idea di indottrinare i bambini nell’ovile trans? Perché sono così interessati a minare i fatti biologici? Che cos’hanno la sinistra e il loro bisogno di capovolgere il mondo?

Molti di loro sanno, in fondo, che le ideologie che predicano non sono basate sulla verità. Sanno che mentono e alcuni di loro sono apertamente orgogliosi quando le loro bugie si dimostrano efficaci. Chiaramente non sono interessati all’illuminazione, sono interessati solo a vincere. Ma cosa significa per la sinistra politica “vincere”. Ebbene, in termini marxisti/comunisti, vincere significa distruggere tutto e ridurre a zero la società bersaglio. E se questo è ciò che è vincere per loro, sono più che felice di agire come un guardiano che li chiude e li tiene fuori il più possibile. Il gatekeeping in questo caso è buono.

È triste che persone reali con una vera disforia di genere siano colte nel mezzo di questa battaglia per la stabilità della nostra società. Non dovrebbero essere usati come pedine nella guerra culturale. Ma poi di nuovo, forse è tempo che altri tra loro si ribellino all’agenda woke. Penso che questa farsa sia andata avanti abbastanza a lungo, vero? Per quanto pazzi siano quelli di sinistra, forse siamo più pazzi noi per aver lasciato che i pazienti gestissero il manicomio.

Fonte

liathomasisaman1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il co-fondatore di Wikipedia afferma che l’enciclopedia online è in gran parte “propaganda di sinistra”

Usato come strumento per demonizzare chi non e’ d’accordo con la “versione ufficiale” e chiunque sia di destra.

Il co-fondatore di Wikipedia Larry Sanger ha criticato pesantemente il sito per la sua palese “propaganda di sinistra”, accusandolo di aver abbandonato da tempo l’imparzialità e di essere semplicemente diventato un amplificatore per le narrazioni di notizie tradizionali.

Sanger ha co-fondato Wikipedia con Jimmy Wales nel 2001.

Durante un’intervista con Epoch Times, Sanger ha notato che l’enciclopedia online è iniziata con nobili intenzioni, ma ora è solo un altro strumento per demonizzare le persone che sfidano il consenso.

“Wikipedia ha fatto un vero sforzo per la neutralità, direi, per i suoi primi cinque anni circa”, ha detto Sanger, aggiungendo: “E poi… è iniziata una lunga e lenta scivolata in quella che definirei propaganda di sinistra”.

Wikipedia è gestita da circa 125.000 editori volontari, la stragrande maggioranza dei quali sono di sinistra, con altri 1.000 amministratori che godono di privilegi speciali per bloccare gli altri che vanno controcorrente.

Sanger ha spiegato come Wikipedia ora serva non solo a distorcere le informazioni, ma a demonizzare ferocemente chiunque sia di destra o chiunque sia considerato un “contrario”.

Wikipedia “li presenta come teorici della cospirazione, di destra, quando loro, i loro amici e le persone che li conoscono bene non li descriverebbero mai in quel modo”, ha detto Sanger.

Dopo aver messo al bando fonti come Fox News o il Daily Mail, Wikipedia ora si basa quasi interamente su organi di estrema sinistra per determinare la verità.

“Più di recente, si sono sbarazzati di quasi tutte le fonti di notizie conservatrici come fonti per i loro articoli”, ha detto

Come abbiamo evidenziato in precedenza, un perfetto esempio dell’estremo pregiudizio politico di Wikipedia è stato evidente quando gli editori del sito web hanno cercato deliberatamente di seppellire i collegamenti tra il trafficante di sesso condannato Jeffrey Epstein e Bill Clinton.

Il fatto che Clinton abbia volato sul jet privato “Lolita Express” di Epstein almeno 26 volte, che è stato riportato dai media più volte nel 2016, è scomparso da Wikipedia prima di essere aggiunto di nuovo dopo una protesta.

Gli editori hanno anche cercato di cancellare tutti i collegamenti di Epstein con Clinton mentre amplificavano i suoi collegamenti con Donald Trump, che erano meno diretti e meno dannosi.

Fonte

011021wikipedia1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Universita` di Bath: Gli studenti non vaccinati dovranno indossare braccialetti di colori diversi in modo da poter essere identificati

La segregazione è cosi` progressiva.

Gli studenti del primo anno dell’Università di Bath hanno ricevuto dei braccialetti dalle autorità in modo da riconoscere se sono completamente vaccinati, per i non vaccinati il braccialetto e` di colore diverso.

“Ai matricolati sono stati dati braccialetti per segnalare se sono vaccinati contro il coronavirus”, riporta il Telegraph.

“Agli studenti che arrivano questa settimana all’Università di Bath è stato dato un braccialetto di colore diverso per andare in discoteca se possono dimostrare in anticipo che sono stati vaccinati completamente o che hanno l’immunità al Covid-19”.

Coloro che non possono dimostrare di essere stati vaccinati sono costretti a entrare in una coda diversa in un chiaro esempio di segregazione.

Bath è una città notoriamente di sinistra, così come la sua università principale.

I passaporti vaccinali vengono applicati nei campus nonostante l’incapacità del governo di imporli al paese dopo che gli studi hanno scoperto che sarebbero discriminatori ed eticamente non corretti.

Anche gli studenti della Sheffield University devono presentare un pass COVID per accedere a eventi per matricole o serate sindacali, il che significa che coloro che non rispettano la normativa perderanno del tutto la loro vita sociale, con uno studente che rivela come si sentiva “escluso” e temeva di essere “svergognato di fronte agli amici”.

Anche agli studenti di Oxford e Cambridge viene chiesto di rivelare il loro stato vaccinale.

“Siamo preoccupati che alcune università sembrino aver implementato ciò che equivale a un passaporto vaccinale con sotterfugi”, ha affermato Arabella Skinner, direttrice del gruppo di genitori UsForThem.

“L’idea di far mostrare agli studenti le loro informazioni mediche private in modo così pubblico è inaccettabile. Questo fa eco agli esempi di discriminazione che abbiamo visto nelle scuole durante la pandemia e solleva preoccupazioni su un sistema a due livelli per gli studenti”.

I passaporti vaccinali si sono ampiamente dimostrati inefficaci ovunque siano stati adottati, anche in Francia, dove in molti casi non vengono nemmeno controllati.

Dopo che Israele ha istituito uno dei primi schemi di passaporto per i vaccini al mondo, ha registrato una nuova ondata record di infezioni da COVID.

Fonte

290921vaxpass1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Sul sito web degli Archivi Nazioniali Americani aggiunto “discalimer” per “linguaggio dannoso” alla Costituzione degli Stati Uniti

E’ in atto la distruzione delle basi fondamentali su cui si basano gli Stati Uniti.

Il sito web ufficiale degli Archivi Nazionali ha aggiunto un avvertimento alla Costituzione degli Stati Uniti, alla Dichiarazione di indipendenza e alla Carta dei diritti nel quale si dichiara che i documenti contengono “linguaggio dannoso”.

Sì davvero.

“Gli Archivi Nazionali hanno ora messo un disclaimer sul loro sito web riguardo al fatto che i nostri documenti storici potrebbero includere contenuti dannosi”, ha twittato la deputata Lauren Boebert (R-Colorado).

“Hanno anche sbattuto questo avvertimento sulla Costituzione. Abbiamo cercato di dirvi in tutti i modi che la sinistra voleva sbarazzarsene!”

Come parte dell'”impegno istituzionale per la diversità, l’equità, l’inclusione e l’accessibilità” dell’Archivio Nazionale, sta ora segnalando “contenuti potenzialmente dannosi”, che sono definiti come il riflesso di “opinioni razziste, sessiste, misogine e xenofobe” o essere “discriminatori ovvero escludere punti di vista diversi su sessualità, genere, religione e altro”.

“Cosa stiamo diventando?” Lo ha chiesto in un tweet l’ex segretario del Dhs di Trump, Ken Cuccinelli. “Ma stai scherzando?”

Lo sviluppo non è sorprendente dato che una task force degli Archivi Nazionali ha insistito all’inizio di questa estate sul fatto che la rappresentazione storica dei padri fondatori era stata precedentemente “troppo positiva”.

Il gruppo ha anche chiesto che Palazzo degli Archivi Nazionali degli Stati Uniti d’America che ospita la Dichiarazione di Indipendenza, la Costituzione degli Stati Uniti e il Bill of Rights, sia considerato un esempio di “razzismo strutturale”.

Ha chiesto di aggiungere nuove descrizioni per “contestualizzare i documenti” e inserire note per “preavvisare il pubblico di contenuti che possono causare intensi sintomi fisiologici e psicologici”.

È stato persino richiesto uno spazio sicuro in modo che le persone che non potevano gestire parole come “anziano”, “handicappato” e “clandestino” ricevessero un’area in cui potevano sfuggire ad un “probabile” attacco di panico.

La sinistra americana è passata dall’avere un velato disprezzo per la storia e la fondazione del proprio paese all’utilizzare come arma la teoria della razza critica come mezzo per sovvertire la sua intera base storica.

Buona fortuna per la prossima guerra con la Cina.

Fonte

080921constitution1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e ` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La ACLU sostiene che la decisione dello stato di costringere le persone a vaccinarsi è una vittoria per le libertà civili

La ACLU ha pubblicato un articolo sul New York Times seguito da un tweet in cui afferma che la decisione del governo di costringere le persone a vaccinarsi è una vittoria per le libertà civili.

No, non e’ un articolo di Lercio

“Anziche’ comprometterli, l’obbligo vaccinale in realtà e’ una vittoria per le libertà civili”, ha affermato ridicolmente con un tweet l’organizzazione. “Proteggono i più vulnerabili, le persone con disabilità e un sistema immunitario fragile, i bambini troppo piccoli per essere vaccinati e le comunità di colore colpite duramente dalla malattia”.

Il tweet si collega a un articolo opinionista del New York Times scritto dallo staff dell’ACLU che amplificava ulteriormente le affermazioni secondo cui il fatto che il governo costringesse le persone a vaccinarsi sotto la minaccia di perdere il lavoro, la vita sociale e potenzialmente in futuro il diritto di comprare e vendere era in realtà una manna per le libertà civili.

E poi? Forse la ACLU chiederà al governo di incarcerare con la forza gli americani per le loro controverse opinioni politiche perché potrebbe “prevenire danni”.

I commentatori su Twitter sono stati rapidi nel ridicolizzare l’assurda ipocrisia dell’organizzazione.

“Il governo che ti forza un ago nel braccio è in realtà un segno di come che promuovono le tue libertà civili” è piuttosto eclatante anche se proveniente da marxisti come voi. Grazie per aver lasciato cadere la maschera e aver rivelato chi siete”, ha osservato Robby Starbuck.

“È così triste vedere quanto la sinistra ha distrutto la vostra organizzazione. Qualsiasi vero sindacato per le libertà civili deve essere attivamente contro la sinistra e tu sei l’esempio numero 1 del perché”, ha twittato Steven Kolln.

Forse il miglior riassunto è stato twittato dal giornalista Glenn Greenwald.

“Far si che lo stato costringa i cittadini a iniettare nei loro corpi una medicina che non vogliono è in realtà una vittoria per le libertà civili, dice la @ACLU.”

Fonte

020921shot-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` potente, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La governatrice dell’Oregon firma un disegno di legge che rimuove i requisiti di base (lettura, scrittura e matematica) per i ragazzi delle scuole superiori, in modo da aiutare gli “studenti di colore”

Il mese scorso la governatrice dell’Oregon Kate Brown ha firmato un disegno di legge che ha rimosso il requisito per i ragazzini delle scuole superiori di essere abili nella lettura, nella scrittura e nella matematica, nel tentativo di aiutare gli “studenti di colore”.

La Brown ha firmato il Bill 744 il 14 luglio, ma non ha emesso un comunicato stampa né ha tenuto una cerimonia per celebrare l’occasione, optando invece per approvare il disegno di legge il più silenziosamente possibile, secondo l’Oregonian. Inoltre, il disegno di legge non è stato inserito in una banca dati legislativa fino a due settimane dopo la sua firma, un’anomalia, poiché i disegni di legge vengono generalmente inseriti lo stesso giorno.

Sebbene la Brown avesse cercato di far passare in sordina il disegno di legge, il vicedirettore delle comunicazioni del governatore, Charles Boyle, ha detto all’Oregonian che la sospensione dei requisiti di lettura, scrittura e competenza in matematica andrebbe a beneficio degli “studenti di colore” mentre lo stato elaborerà una nuova serie di standard equi.

Fino ad allora, la sospensione apparentemente aiuterà coloro che sono “neri, latini, indigeni, asiatici, isolani del Pacifico, [o] tribali”.

Boyle ha affermato che “i leader di quelle comunità hanno sostenuto più e più volte standard equi di laurea, insieme a maggiori opportunità di apprendimento e supporti”. Tuttavia, secondo quanto riferito, i legislatori non hanno approvato alcun sostegno concreto effettivo quest’anno per aiutare questi gruppi.

Secondo quanto riferito, qualsiasi nuovo requisito di laurea che passa non entrerà in vigore fino al 2027, il che significa che cinque classi potrebbero diplomarsi senza dover dimostrare competenza in tre aree di base.

I repubblicani dell’Oregon hanno tentato di respingere il disegno di legge, con la leader della minoranza della Camera dell’Oregon Christine Drazan che sosteneva che avrebbe “abbassato le aspettative per i nostri figli”. Non hanno avuto successo, tuttavia, poiché il legislatore controllato dai democratici ha sostenuto in modo schiacciante la mossa.

Il candidato repubblicano al Congresso della Florida Vic DeGrammont ha definito il disegno di legge “folle”.

Il politico e commentatore Barrington Martin II – che è stato candidato del Partito Democratico in diverse elezioni in Georgia – ha affermato che mentre il disegno di legge mirava a dare “una possibilità alle razze in difficoltà”, tutto ciò che fa è aiutale a fallire. “La strada per l’inferno è davvero lastricata di buone intenzioni”, ha scritto

Fonte

6112890c85f54028f319041b

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Sei fatti che la sinistra non vuole farti sapere sul riscaldamento globale

Il presidente Biden ha affermato che i cambiamenti climatici sono una “minaccia esistenziale” per l’umanità.

L’inviato presidenziale speciale per il clima John Kerry ci predica che “[l]a crisi climatica nel suo insieme è una minaccia alla sicurezza nazionale perché è distruttiva per la vita quotidiana degli esseri umani in tutto il mondo”. La deputata Alexandria Ocasio-Cortez ci avverte che nel 2030 “il mondo finirà… se non affrontiamo il cambiamento climatico”.

La sinistra insiste sul fatto che siamo di fronte all’apocalisse climatica ma non vuole confrontarsi con questi 6 punti.

In primo luogo, nel suo nuovo libro “Unsettled”, lo scienziato capo del Dipartimento dell’energia dell’amministrazione Obama, Steven Koonin, mostra che i modelli su cui si basa la sinistra per prevedere il futuro riscaldamento globale sono così limitati che non possono nemmeno riprodurre i cambiamenti di temperatura nel 20 ° secolo.

Se questi modelli non sono in grado di riprodurre le temperature del passato già note al momento dello sviluppo dei modelli, come possono prevedere in modo affidabile le temperature decenni nel futuro?

In secondo luogo, il libro di Koonin documenta anche che l’analisi del Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici indica che qualsiasi impatto economico negativo che il riscaldamento globale potrebbe avere alla fine sarà così modesto da non giustificare alcuna azione.

In terzo luogo, l’Amministrazione nazionale oceanica e atmosferica e l’IPPC delle Nazioni Unite non affermano che sia stato stabilito un collegamento tra il riscaldamento globale ei disastri naturali.

Nel 2020, la NOAA ha dichiarato: “è prematuro concludere con grande fiducia che l’aumento delle concentrazioni atmosferiche di gas serra dalle attività umane abbia avuto un impatto rilevabile sull’attività degli uragani del bacino atlantico” e “i cambiamenti nell’attività dei cicloni tropicali … non sono ancora rilevabili. “

L’IPPC delle Nazioni Unite, secondo il Wall Street Journal, “afferma che mancano anche prove per dimostrare che il riscaldamento sta peggiorando le tempeste e le inondazioni”.

In quarto luogo, con l’aumento della temperatura terrestre, i disastri naturali sono diventati molto meno mortali.

Dal 1920, la temperatura del pianeta è aumentata di 1,29 gradi Celsius e la popolazione mondiale è quadruplicata da meno di due miliardi a oltre sette miliardi e mezzo – eppure EM-DAT, The International Disaster Database, riporta che il numero di persone uccise da disastri naturali è diminuito di oltre l’80%, da quasi 55.000 all’anno a meno di 10.000 all’anno.

In quinto luogo, alcuni dei migliori scienziati del mondo ritengono che il riscaldamento globale sarà vantaggioso anziché dannoso.

Nel 2017, un gruppo di eminenti scienziati – come Richard Lindzen del MIT, William Happer di Princeton e Judith Curry della Georgia Tech – ha scritto che “le osservazioni [negli ultimi] 25 anni … mostrano che il riscaldamento dovuto all’aumento della CO2 atmosferica sarà benigno».

L’anidride carbonica, hanno osservato, “non è un inquinante ma un grande vantaggio per l’agricoltura e altre forme di vita sulla Terra”.

Sesto, il riscaldamento globale salva vite umane. Uno studio pubblicato nel 2015 dalla rivista medica britannica The Lancet ha scoperto che il freddo uccide oltre 17 volte più persone del caldo.

Questo studio di 22 scienziati di tutto il mondo, che ha esaminato oltre 74 milioni di morti in Australia, Brasile, Canada, Cina, Italia, Giappone, Corea del Sud, Spagna, Svezia, Taiwan, Tailandia, Regno Unito e Stati Uniti nel 1985 -2012, “il più grande set di dati mai raccolto per valutare le associazioni temperatura-salute”- ha riferito che il freddo ha causato il 7,29% di queste morti, mentre il caldo ha causato solo lo 0,42%.

E i piccoli cambiamenti nella temperatura contano: “temperature moderatamente calde e fredde” hanno causato l’88,85 percento dei decessi legati alla temperatura, mentre le temperature “estreme” hanno causato solo l’11,15 percento.

Non dobbiamo lasciare che la sinistra ci costringa a un’azione draconiana basata su affermazioni infondate. Conosci i fatti. Il riscaldamento globale non è un problema.

Fonte

shutterstock_98702825__1_

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Giornalisti indignati dalla richiesta di smettere di usare il termine “pedofilo” per descrivere i molestatori di bambini

Potrebbe dar fastidio agli altri pedofili.

I giornalisti australiani che lavoravano per la ABC Tasmania si sono arrabbiati quando sono stati avvisati dai vertici dell’emittente di smettere di usare la parola “pedofilo” per riferirsi a un molestatore seriale accusato perché potrebbe scoraggiare altri pedofili dal cercare aiuto.

Un produttore senior della rete ha informato i dipendenti che il Servizio di supporto per aggressioni sessuali (SASS) aveva “menzionato le loro preoccupazioni” riguardo alla descrizione dell’ex infermiere James Geoffrey Griffin come un pedofilo.

Griffin, che successivamente si è suicidato, è stato accusato da numerose donne di aver abusato sessualmente di loro da bambine e la polizia ha successivamente trovato “una quantità significativa di materiale dove si sfruttavano minori” durante una perquisizione nella sua casa.

“Dovremmo evitare [il termine pedofilo], a meno che non sappiamo che aveva una diagnosi clinica di pedofilia e utilizzare invece molestatore / predatore sessuale seriale, o molestatore sessuale di bambini e giovani”, ha scritto il produttore in una e-mail.

La missiva ha anche citato il SASS nel consigliare che ci sono molte “persone affette da pedofilia” che “non agiscono secondo quegli impulsi” e che “cercano e ricevono un aiuto psicologico professionale”.

Il produttore ha affermato che etichettare Griffin come pedofilo “potrebbe scoraggiare” i pedofili non offensivi “dal cercare aiuto, rendendo più probabile che continuino ad abusare di bambini”.

I giornalisti erano apparentemente “preoccupati e arrabbiati” per l’e-mail e in seguito sono stati informati dalla rete che la parola “pedofilo” non era stata vietata, ma che il consiglio del SASS doveva essere preso in considerazione.

Alcuni hanno visto questo come un ulteriore esempio di come la società stia diventando sempre più tollerante nei confronti della pedofilia, che alcuni dell’estrema sinistra hanno cercato di ridefinire come orientamento sessuale alternativo.

“Sì, cerchiamo di non ferire i sentimenti dei pedofili”, ha osservato uno.

“Questo è ciò che accade agli imperi / società che vivono troppo a lungo e non affrontano abbastanza avversità o minacce”, ha aggiunto un altro. “Diventano strani e non possono nemmeno chiamare una cosa con il suo nome.”

La scorsa estate, è scoppiata una polemica quando Netflix ha rilasciato Cuties, un film che ritrae bambine minorenni in modo sessualmente provocante.

Tuttavia, molti a sinistra hanno difeso il film, sostenendo che evidenziava il problema dello sfruttamento sessuale dei bambini.

Sarebbe come torturare gli animali per evidenziare il problema dell’abuso sugli animali.

Fonte

050321child1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Cancellare Aristotele e Platone! Dopo le statue la folla woke se la prende con i fondatori della filosofia occidendale

Un accademico ha affermato che i classici dovrebbero essere eliminati dai programmi universitari perché sono così “invischiati nella supremazia bianca da essere inseparabili da essa”. Ma privare le generazioni future della saggezza del passato porta all’ignoranza e alla divisione.

Dan-el Padilla Peralta, un accademico di colore, afferma che la civiltà occidentale si basa su concezioni di “bianchezza” che derivano dalle interpretazioni degli autori antichi. Recentemente, alcuni classicisti hanno legato la propria disciplina al nazionalismo bianco, volendo discolpare la propria disciplina dal presunto razzismo.

Padilla va oltre e afferma che gli studi sui classici sono ostili alle minoranze. “Se si volesse progettare intenzionalmente una disciplina i cui organi istituzionali e protocolli di gatekeeping fossero esplicitamente volti a disconoscere lo status legittimo degli studiosi del colore”, ha detto al New York Times, “non si potrebbe fare di meglio di ciò che hanno fatto i classici”. Ha aggiunto che “i classici sono così intrecciati con la supremazia bianca da essere inseparabili da essa …”.

Padilla ha trascurato di essere un professore di studi classici alla Princeton University, invitato a pubblicare e a parlare a conferenze. Dovrebbe rileggere Platone per rispolverare la logica induttiva.

Gli antichi avevano molto da dire sulla tolleranza, l’equità, la logica e l’empatia ed esponevano le virtù della democrazia e della libertà di parola. I filosofi stoici hanno offerto consigli sull’autosufficienza, l’esatto opposto della cultura del vittimismo. In quanto tali, sono un ostinato ostacolo agli ideali progressisti – ecco perché Padilla e altri hanno deciso che devono sparire.

Qualsiasi facoltà che accetti tali sciocchezze avrà tradito qualsiasi impegno per la verità empirica, il razionalismo e la ricerca della conoscenza. Come mai tuttavia tale follia viene considerata?

L’ISTERIA RAZZIALE STA SCARDINANDO IL SISTEMA ACCADEMICO DEGLI STATI UNITI

Una difesa altrimenti eccellente dei classici di Rich Lowry sul National Review contiene un indicatore: “È raro trovare altri esempi di studiosi così consumati dall’odio per le proprie discipline che vogliono letteralmente distruggerle dall’interno.” Al contrario, i dipartimenti universitari sono pieni di accademici ansiosi che credono che i loro soggetti siano lacerati da sessismo, razzismo e omofobia. Sarebbero perfettamente disposti a distruggere le proprie facoltà per mostrare quanto sono virtuosi. Lo abbiamo visto in altri campi.

Non è esagerato affermare che l’incendio delle città americane sulla scia della morte di George Floyd la scorsa estate ha accelerato la discesa del mondo accademico statunitense nell’isteria razziale. La giusta preoccupazione per il trattamento ingiusto è diventata un’eccessiva sensibilità e ora ha raggiunto quasi l’isteria, con un clima di paura che domina gli ambienti di insegnamento. Chiedere agli studenti di impegnarsi di più è razzismo. Un professore della University of Southern California è stato sospeso perché ha detto una parola cinese che suona simile a un insulto razziale. Il mese scorso, un professore di diritto presso l’Università dell’Illinois è stato messo in congedo amministrativo per aver scritto un riferimento alla n-word.

All’Evergreen College nel 2017, un’accusa infondata di razzismo è stata sufficiente per inviare folle di studenti con mazze da baseball a caccia del professor Bret Weinstein.

Gli eventi dell’estate hanno mostrato quanto le istituzioni siano ricettive alle accuse di razzismo. In verità, le università non solo sono state suscettibili al ricatto della giustizia sociale, ma addirittura ne sono l’origine. Ora la loro stessa creazione minaccia di divorarli, con il calo degli standard di accettazione, l’insegnamento politicizzato e il crollo della reputazione istituzionale che riducono la credibilità delle università. Sono le università più prestigiose quelle più a rischio.

Questo è il motivo per cui le dichiarazioni di Padilla rappresentano un pericolo per qualsiasi facoltà universitaria di studi classici abbastanza credulona da pensare che i testi di Aristotele e Platone siano uno strumento di razzismo.

DALLA DECOLONIZZAZIONE ALLA SEGREGAZIONE

La decolonizzazione del curriculum – la rimozione di figure bianche degne di nota, per essere sostituite da figure di un’altra razza, etnia o religione – non è una questione di principio ma di potere. È un modo per dimostrare che la tua fazione politica ha il controllo dell’istruzione e che puoi apportare modifiche per danneggiare, sminuire e rimuovere le icone dei tuoi presunti avversari. È tattico e cinico. È fatto per demoralizzare e dividere. Non si tratta di empatia per i vulnerabili, ma di espressione incontrollata delle emozioni più brutte, quelle che gli autori antichi ci avvertivano di moderare.

Qual è il logico punto finale della razzializzazione di tutti i soggetti? Sono studenti bianchi che dicono: “Non voglio leggere autori neri”? Beh, forse. Più probabilmente – sulla base delle prove attuali – è che i migliori studenti (di qualsiasi razza) voltino semplicemente le spalle alle università.

Gli studenti volteranno le spalle a Princeton e a qualsiasi altra università di alto livello che distrugge la sua reputazione abolendo i classici. Si rivolgeranno a università conservatrici o corsi privati. Gli studenti di letteratura inglese alla ricerca di un’istruzione tradizionale si rivolgono a istituzioni conservatrici come l’Hillsdale College, Michigan e la Buckingham University, in Inghilterra. Una laurea conseguita in un’università influenzata dalla diversità, dall’inclusione e dall’equità, è un segnale di avvertimento per i potenziali datori di lavoro, preoccupati di evitare laureati immersi nell’attivismo per la giustizia sociale. Questi laureati sono poco istruiti e iperprotettivi.

Guardare tutto attraverso la lente della razza limita la nostra comprensione ed empatia. Ci costringe a scegliere la lealtà tribale rispetto alle affinità personali. Privare generazioni della saggezza del passato è una ricetta per un futuro tormentato da ignoranza, intolleranza e divisione. Chiunque abbia letto i classici potrebbe dirlo.

Fonte

60240b6d85f5406a07136ccb

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €