Archivi Blog

Follie dal mondo woke: Studenti della UCLA sostengono che gli erogatori automatici di sapone sono razzisti

Nel caso tu stia cercando un’ulteriore prova che il mondo “woke” sia una follia che si diffonde come un cancro, ecco qui una vicenda accaduta all’Università della California, a Los Angeles.

L’editoriale, scritto da Sullivan Israel, sostiene che alcuni studenti dell’UCLA affermano che i distributori automatici di sapone – sì, quelli che si trovano nei bagni che erogano sapone senza dover essere toccati – sono razzisti.

La teoria scaturisce da uno studente che dice che i distributori “non vedono le sue mani” a causa del colore della sua pelle, ha riferito The Blaze.

Un secondo studente ha detto che gli erogatori costringono “le persone di colore” a mostrare i loro palmi – che sono “le uniche aree chiare della pelle”.

L’editoriale di Israel ha abilmente confutato la stupida idea, sostenendo che la teoria secondo cui “il razzismo sistemico e la supremazia bianca sono tutt’intorno a noi, e in tutti e in ogni cosa” e che è una “forza segreta che esiste ovunque, permea tutte le cose, e esercita il potere sulla società non e’ nient’altro che una “teoria del complotto”.

Quindi, Israel ha usato “la scienza” per sfatare ulteriormente il concetto: “Prima di tutto, lasciatemi sfatare la base di questa affermazione: per chiunque non lo sappia, i sensori sui distributori di sapone non vedono le mani umane; non hanno occhi. Funzionano utilizzando un semplice dispositivo chiamato sensore PIR che riconosce la luce infrarossa, che viene emessa da tutte le persone, indipendentemente dal colore (purché non siano morte). “

“Inoltre, non so voi, ma quelle dannate cose non funzionano mai per me. Non ricordo quante volte le ho colpire per cercare di tirare fuori il sapone (eppure non mi è mai venuto in mente di incolpare l’anti -Semitismo) “, ha continuato.

Ha concluso: “Ma sto divagando. Il punto qui non è come funziona un distributore di sapone. È l’idea che gli studenti della UCLA pensassero di essere immersi nel suprematismo bianco. Questa, e altre affermazioni simili, non sono idee sostenute da uno studente solitario, ma piuttosto una visione del mondo che è stata ribadita e sostenuta dagli oltre 80 studenti che hanno partecipato al dibattito su zoom “.

Puoi leggere l’articolo qui.

Fonte

systm

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

“Persone che allattano dal petto” e` il nuovo termine “inclusivo rispetto al genere” negli ospedali nel Regno Unito

Sei pronto per le varie assurdita woke di questa settimana?

“Chestfeeding People” (Persone che allattano dal petto) è il nuovo termine inclusivo rispetto al genere negli ospedali del Regno Unito

Gli ospedali universitari di Brighton e Sussex fanno parte della rete del servizio sanitario nazionale del Regno Unito.

In un recente bollettino, gli ospedali hanno definito la loro nuova politica sul “Linguaggio inclusivo rispetto al genere durante la maternita`”.

“Per noi, un approccio additivo di genere significa utilizzare un linguaggio neutro rispetto al genere accanto al linguaggio della femminilità, al fine di garantire che tutti siano rappresentati e inclusi”.

Apparentemente il termine “allattamento al seno” è ora offensivo secondo l’elite della giustizia sociale. Ed è ancora più offensivo riferirsi a una madre che allatta come una “donna che allatta”, perché quella terminologia non è inclusiva al genere.

Quindi gli ospedali inizieranno a riferirsi a queste persone come “persone che allattano dal petto”.

L’ospedale cita precedenti stabiliti dalla British Medical Association che “riconosce che la grande maggioranza delle persone che rimangono incinte e partoriscono sono donne, tuttavia alcuni possono essere uomini trans o persone non binarie”.

Pertanto, il termine “persone in gravidanza” è politicamente più corretto di “donne incinte”.

Clicca qui per leggere il bollettino.

Sapere la risposta giusta durante le lezioni di matematica è Supremazia Bianca

Un recente aggiornamento del Dipartimento dell’Istruzione dell’Oregon incoraggia gli insegnanti di matematica a iscriversi a un corso online inteso a “Smantellare il razzismo nell’istruzione della matematica”.

Il corso dice agli insegnanti di matematica, ad esempio, che “la cultura della supremazia bianca si manifesta nelle classi di matematica quando … ci si concentra nel dare la risposta “giusta “.”

Altre pratiche matematiche suprematiste bianche includono il monitoraggio dei progressi degli studenti e la richiesta agli studenti di soddisfare le aspettative accademiche.

Clicca qui per leggere il materiale.

Google offre l’etichetta “Black owned business” ai rivenditori online

Google ora consente ai rivenditori online di colore di aggiungere un’etichetta che afferma che un’attività “e di proprieta` di una persona di colore”.

Tuttavia, non sembra esserci bisogno di alcuna prova per poter usufruire di questo “vantaggio”

Ci chiediamo se alla fine Google dovrà iniziare a verificare le affermazioni di alcuni imprenditori … o come imposteranno il processo di verifica, ma i consumatori stanno gia` contestando la cosa

Nel caso ve lo stiate chiedendo, Google non ha etichette per attività di proprietà trans, non binari, nativi americani, disabili, queer, ecc.

Clicca qui per leggere la storia completa.

Cantante multato € 3000 per aver cantato con suo figlio

Un tribunale bavarese ha multato un cantante folk tedesco, 3000 euro per aver violato le leggi sul lavoro minorile.

Il suo crimine: permettere al figlio di quattro anni di cantare una canzone con lui sul palco nel 2019.

Il padre e il figlio hanno cantato “What a Wonderful World” mentre il resto della famiglia e il pubblico lo guardavano. Il governo tedesco ha considerato questo far lavorare il bambino per mezz’ora.

Se ciò fosse avvenuto tra le 8:00 e le 17:00, non ci sarebbe stato alcun crimine. Ma poiché la legge tedesca proibisce ai bambini di esibirsi dopo le 17:00, il concerto delle 20:00 ha violato la legge sul lavoro minorile.

Quindi il governo tedesco tratta questo padre come se mandasse suo figlio nelle miniere di carbone.

Clicca qui per leggere la storia completa.

Fonte

breastfeed-1024x534-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €