Archivi Blog

La Svezia, senza aver imposto restrizioni, si avvicina a zero morti giornaliere da Covid mentre il capo epidemiologo mette in guardia contro le “conclusioni apocalittiche” sul ceppo Delta

Mentre il CDC esorta gli americani a mascherarsi contro la variante Delta, il capo epidemiologo svedese ha sostenuto che sono necessari più dati sull’infettività del ceppo. La sua nazione senza l’obbligo di indossare le mascherine è vicina a zero morti Covid al giorno.
Anders Tegnell ha detto venerdì che ci sono parecchie cose che non sappiamo sulla variante Delta e ha messo in guardia sul trarre “conclusioni apocalittiche” sul ceppo di coronavirus. Ha notato che la variante circolava in Svezia “da un po’ di tempo” con scarso effetto, in particolare in ambienti ad alto rischio come le case di cura.

I suoi commenti sono stati fatti in risposta ai dati appena rilasciati dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) che suggeriscono che il ceppo Delta è più trasmissibile e potrebbe potenzialmente causare malattie più gravi. Il New York Times e altri media hanno pubblicato articoli che riportavano che il CDC ora crede che la variante Delta sia contagiosa come la varicella, ma questo confronto non sembra impressionare Tegnell.

“È difficile dire quanto sia contagioso il Delta, [perché] quando si tratta di varicella, siamo stati in grado di seguire la malattia per diversi anni. L’infettività [di Delta] sembra essere molto irregolare: in alcuni casi, una persona infetta un centinaio di persone, quindi abbiamo altre occasioni in cui una persona infetta non infetta affatto nessuno”, ha detto all’Aftonbladet svedese.

In osservazioni separate, ha sottolineato il fatto che un terzo dei comuni del paese ha riportato zero nuovi casi di Covid nell’ultima settimana. Allo stesso tempo, c’è stato un aumento dei casi tra i giovani a Stoccolma e in altre grandi città.

E mentre le autorità sanitarie statunitensi stanno facendo pressioni sugli americani nelle aree “ad alta trasmissione” per mascherarsi, la Svezia ha abbandonato ogni tipo di raccomandazioni sull’uso delle mascherine – relative al trasporto pubblico – il 1 luglio. Mentre l’agenzia di sanità pubblica svedese ha sostenuto misure come il distanziamento sociale e il lavoro a distanza , non ha raccomandazioni per l’uso di mascherine negli spazi pubblici.

Vilipeso dai media per aver rifiutato di imporre rigidi lockdown, l’approccio meno draconiano della Svezia alla crisi sanitaria sembra dare i suoi frutti: la nazione scandinava ha registrato un totale di otto decessi legati al Covid finora questo mese, una media di 0,25 morti al giorno . Sebbene sia possibile che questo numero aumenti a causa dei ritardi nelle segnalazioni, i decessi sono indubbiamente diminuiti negli ultimi mesi. Il 4 giugno, la Svezia ha riportato 13 morti, più dell’intero mese di luglio.

Anche i ricoveri giornalieri si sono avvicinati allo zero a luglio: nella maggior parte dei giorni di questo mese, il paese ha registrato tra 0 e 2 casi di Covid che hanno richiesto cure ospedaliere. Allo stesso tempo, i casi giornalieri sono diminuiti drasticamente da aprile.

Nonostante gli sviluppi promettenti, Tegnell ha messo in guardia dal mettersi troppo a proprio agio. Venerdì ha sottolineato che la Svezia è ancora in una pandemia e ha esortato i suoi connazionali, in particolare quelli di età più giovane, a vaccinarsi.

Fonte

6104e8c085f5405ae6727e0f

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 USD