Archivi Blog

Uomo biologico vince in una competizione di surf femminile

Avrebbe vinto nella divisione maschile con il punteggio ottenuto

In un altro esempio lampante di follia culturale, una persona che è chiaramente biologicamente un uomo è stata autorizzata a vincere facilmente un’importante competizione di surf femminile in Australia.

Surfing Western Australia rileva che il concorrente trans Sasha Jane Lowerson si è aggiudicato il primo posto sia nell’Open Women’s Longboard che nell’Open Women’s Logger

La seconda classificata era lontanissima dalla prima posizione, con un distacco di 4 punti e 2,5 punti nei rispettivi eventi.

Lowerson avrebbe vinto nella divisione maschile con il punteggio ottenuto:

https://twitter.com/spiraling/status/1527291268321058816?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1527291268321058816%7Ctwgr%5E%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fsummit.news%2F2022%2F05%2F20%2Fbiological-man-powers-to-victory-in-womens-surfing-event%2F

Lowerson ha dichiarato: “Essere la prima donna transgender a competere nel surf non è stata una cosa facile emotivamente, ma la quantità di supporto che mi è stato mostrato è stata fenomenale e sono così grata di essere coinvolta, accolta all’interno della comunità australiana.”

Bravo davvero, amico.

Quando Lowerson era un uomo chiamato Ryan Egan poco tempo fa, nel 2019, stava vincendo gare di surf maschili.

Il sito di surf Beach Grit osserva che Egan/Lowerson sta ora “demolendo completamente la divisione femminile”.

Il successo di Lowerson è simile a quello del nuotatore transgender Lia Thomas, un altro maschio biologico che ha dominato le gare di campionato nella divisione femminile.

C’è stata una reazione tra alcuni allenatori di nuoto e funzionari sul fatto che Thomas sia stato autorizzato a competere nella divisione femminile, con un importante funzionario statunitense che detto “Tutto ciò che è giusto nel nuoto viene distrutto”.

La World Swimming Coaches Association (WSCA) ha raccomandato alla FINA, un organo di governo degli sport acquatici, di creare una divisione transgender per tenere conto dei vantaggi biologici degli uomini rispetto alle donne.

Fonte

egan-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La guida dell’American Academy of Pediatrics insegna anche alle bambine ad avere erezioni: “Pura follia”

Una nuova guida alla pubertà dell’American Academy of Pediatrics (AAP) rivolta ai bambini di età compresa tra 9 e 12 anni istruisce i giovani riguardo a come le ragazzine possano farsi venire erezioni normalizzando gli individui “transgender” e “non binari” al fine di promuovere l’inclusività.

In un’intervista con NPR sabato, la dott.ssa Kathryn Lowe, una dei tre coautori di una nuova guida alla pubertà per i preadolescenti, ha affermato di aver scritto il libro a causa della “necessità che tutti i bambini comprendano le mestruazioni e le erezioni, in modo che tutti capiscono il corpo dell’altro” e in modo da soddisfare i bisogni dei bambini “che non rientrano nello spettro binario”.

“Con questo libro, stiamo cercando di cambiare quel linguaggio per essere più inclusivo”, ha detto Lowe. “Con la tradizionale educazione alla pubertà, che sia nelle scuole o nei libri, parliamo di come le ragazze hanno il ciclo e i ragazzi l’erezione. Ma alcune ragazze, ad esempio le ragazze transgender, potrebbero non avere il ciclo. Hanno bisogno di capire le erezioni e quei cambiamenti nei loro corpi”.

“Quindi volevamo colmare questo vuoto nell’educazione alla pubertà in modo che i bambini, indipendentemente dal sesso, possano ritrovarsi in un libro e conoscere i loro corpi”, ha aggiunto.

La nuova guida di 150 pagine, intitolata “You-ology: A Puberty Guide for Everybody“, è stata pubblicata la scorsa settimana dall’American Academy of Pediatrics (AAP). Ha lo scopo di assicurare ai bambini che “per normale si intenda un ampio spettro”, aiutarli a navigare nei sentimenti e comprendere le loro anatomie e i cambiamenti della pubertà.

È pieno di fatti divertenti, diagrammi colorati e storie “da un cast diversificato di personaggi immaginari che navigano nella pubertà”.

Secondo la guida, un’erezione è definita come “quando il pene diventa duro e si alza”.

La Lowe, che è descritta come un pediatra che “aiuta a guidare l’AAP sulla salute e il benessere di lesbiche, gay, bisessuali e transgender”, ha anche spiegato come il linguaggio nel libro fosse usato per essere più “comprensivo dello spettro di genere e dell’esperienza trans. “

“Lo stile a cui siamo abituati è basato sull’usare termini come ‘per la maggior parte delle ragazze, succede; per la maggior parte dei ragazzi, questo accade’”, ha detto.

Per essere “ancora più decisi nell’includere bambini transgender, non binari e di genere diverso”, gli autori hanno disegnato diversi personaggi, molti dei quali sono “cisgender” e altri “transgender” e “non binari”, secondo Lowe.

“Quindi diremmo ‘alla maggior parte dei ragazzi e dei bambini piace questo personaggio’ come un modo per includere intenzionalmente anche bambini di genere diverso”, ha detto.

Il libro introduce anche i giovani lettori ai sentimenti degli individui transgender.

“Se un bambino nasce con un pene, il sesso assegnato alla nascita è maschio. Se un bambino nasce con una vulva, il sesso assegnato alla nascita è femmina”, afferma.

“La maggior parte dei bambini che nascono con un pene crescono sentendosi come un maschio. Questo si chiama essere cisgender (cis- significa “lo stesso”)”, continua la guida. “Ma ci sono alcuni bambini nati con un pene che crescono sentendosi come una femmina. Questo si chiama essere transgender (trans significa ‘opposto’).”

Allo stesso modo, il libro aggiunge: “se un bambino nato con una vulva cresce sentendosi una ragazza, è una ragazza cisgender. Se quel bambino cresce sapendo di essere un maschio, allora è un ragazzo transgender”.

La dott.ssa Trish Hutchison, un’altra coautrice della guida, ha affermato di volere che il libro “si trovi in ​​ogni scuola del paese in modo che ogni bambino possa prenderlo in mano e vedere se stesso e i suoi coetanei”.

In risposta, molti si sono rivolti ai social media per far esplodere tale “propaganda” rivolta ai bambini.

“Questa è roba da clown”, ha scritto il commentatore politico Ian Miles Cheong.

“L’American Academy of Pediatrics ora insegna ai tuoi figli che le ragazze possono avere erezioni”, ha twittato l’American Principles Project.

“Solo pochi anni fa, saresti stato deriso dalla stanza per aver detto questo”, ha aggiunto l’organizzazione conservatrice e pro-famiglia. “Ora, i nostri media stanno promuovendo i medici che insegnano questo ai bambini”.

“Non avrei mai potuto immaginare che avremmo fatto andare le persone alla facoltà di medicina in modo che potessero diventare pazzi – attivisti”, ha scritto Shukri Abdirahman, che si candida come repubblicano per spodestare il rappresentante Ilhan Omar (D-MN).

“Questa è follia!” ha aggiunto.

“I ragazzi non hanno il ciclo. Le ragazze non hanno erezioni. Fingere il contrario è crudele”, ha scritto un altro.

“Questa è propaganda malata”, ha scritto un altro utente.

All’inizio di questo mese, Breitbart News ha riferito che i migliori studi di Hollywood, da NBCUniversal a ViacomCBS a Disney, trasmetteranno un “Annuncio di servizio pubblico” (PSA) sui bambini transgender dell’organizzazione attivista di estrema sinistra Gay Lesbian Alliance Against Defamation (GLAAD).

Secondo GLAAD, l’annuncio verrà trasmesso su piattaforme associate a Comcast NBCUniversal, Paramount, WarnerMedia e The Walt Disney Company.

“Il PSA indirizza gli spettatori al nuovo sito equality-now.org, che contiene informazioni sui giovani LGBTQ e invita i visitatori a mostrare loro il sostegno pubblico”, ha affermato GLAAD. “Il sito è di proprietà e gestito da GLAAD, con il supporto dei partner dell’Equality Federation Institute, del Freedom for All Americans Education Fund, del National Center for Transgender Equality e del Transgender Legal Defense and Education Fund”.

Fonte

lgbtq-transgender-activists-trans-flag-rally-file18-getty-640x480-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Megan Fox ammette apertamente di bere sangue per “scopi rituali”

In un’intervista con la rivista Glamour, Megan Fox ha rivelato di aver bevuto sangue per “scopi rituali”. Inoltre, il suo ragazzo Machine Gun Kelly ha “uno spirito demoniaco che aleggia attorno lui”. Ecco uno sguardo a questa intervista rivelatrice.

Da quando Megan Fox e Machine Gun Kelly (MGK) si sono messi assieme, le cose sono diventate strane. Ma quel tipo specifico di stranezza è in realtà la norma a Hollywood: Megan Fox e MGK sono semplicemente più trasparenti della maggior parte.

Questa bizzarra relazione tra due pedine del settore è stata pubblicizzata per la prima volta nel video di MGK Bloody Valentine. Non sapevamo che il titolo della canzone doveva essere preso alla lettera. Da allora, la coppia ha parlato della propria ossessione per il sangue apertamente.

In questo post di Instagram del 2021, MGK ha scritto in modo inquietante “Indosso il tuo sangue intorno al collo”. Ha aggiunto emoji che rappresentano un coltello e una goccia di sangue.

In un post che celebrava il fidanzamento della coppia, Megan Fox si è espressa così:

In un post che contiene diverse allusioni al lato oscuro dell’industria, la Fox conclude con “… e poi ci siamo bevuti il sangue a vicenda”.

Quindi MGK ha pubblicato un video dell’anello di fidanzamento.

Questo anello contiene una caratteristica altamente simbolica. MGK ha spiegato:

“Gli anelli sono in realtà spine. Quindi se cerca di toglierlo, le farà male…”

Questo anello rappresenta perfettamente lo stato di Fox come schiavo del settore. Se cerca di liberarsi, si farà male.

In una recente intervista, la Fox ha rivelato quanto fosse profonda la follia di Hollywood.

INTERVISTA RIVELATORIA
In una recente intervista con Glamour Unfiltered, a Fox è stata posta la domanda:

“È vero che vi siete bevuti il sangue a vicenda?”

La sua risposta:

“Penso che ‘bevuto il sangue dell’altro’ potrebbe fuorviare le persone, non è che avevamo dei calici, o fosse tipo il Trono di Spade. Sono solo poche gocce. Ma sì, a volte consumiamo il nostro sangue a vicenda solo per scopi rituali”.

Una teoria del complotto?

Per anni, gli articoli su questo sito hanno messo in evidenza l’ossessione dell’élite per il cannibalismo e il consumo di sangue come parte dei rituali occulti. Molti hanno respinto queste affermazioni come folli teorie del complotto. È tutto vero. E ora stanno cercando di normalizzarlo.

Fox ha continuato descrivendo l’avanzato stato di follia di MGK.

“È caotico, è disposto a tagliarsi il petto con vetri rotti ed essere tipo, ‘Prendi la mia anima! Lascia che ti sanguini addosso!”

  • È proprio così?

– No. Forse non esattamente così, ma è successa una cosa simile – e molte volte.

Più avanti nell’intervista, Fox parla del consumo di ayahuasca con MGK nella giungla. Spiega che gli sciamani hanno detto a MGK:

Dobbiamo darti tre dosi perché hai uno spirito così oscuro e triste dietro di te”.

Fox poi spiega che nessuno è stato sorpreso da questa diagnosi spirituale.

“È come se un vero spirito demoniaco aleggiasse su di lui. Non è una sorpresa…per chiunque lo conosca. Quando racconto quella storia, nessuno dice “Oh, mio Dio!”. Tutti dicono “Mmmhmm, e poi?” Perché lo sappiamo tutti”.

Con titoli di canzoni come Born With Horns, tutto questo ha un senso.

Megan Fox e MGK sono spesso visti con Travis Barker e Kourtney Kardashian. Questo perché condividono interessi comuni.

TRAVIS E KOURTNEY

Travis Barker, Kourtney Kardashian, Megan Fox e MGK agli MTV Awards

Nella suddetta intervista a Glamour, alla Fox viene chiesto:

“Cosa fai nei tuoi doppi appuntamenti con Kourtney Kardashian e Travis Barker?”

La risposta della Fox è stata piuttosto vaga ed evasiva. Questo perché la verità probabilmente sconvolgerebbe i lettori della rivista Glamour. Ma ecco alcuni indizi. Ti lascio mettere insieme i pezzi di questo semplicissimo puzzle.

In questo post su Instagram, Travis Barker ha sottotitolato un’immagine con due emoji: un vampiro maschio e una vampira femmina. Questa didascalia è da prendere alla lettera.

Nei commenti, Kourtney ha scritto: “Voglio succhiarti il sangue”. Travis ha risposto: “Il mio preferito”, con un emoji di una goccia di sangue. Questi commenti sono da prendere alla lettera

Poche settimane prima, Barker ha pubblicato questa foto di una fiala contenente il suo sangue. Kourtney ha ripubblicato questa foto e ha aggiunto un’emoji di un cuore nero. Nessuna ulteriore spiegazione è stata offerta per questa interazione.

In breve, Barker e la Kardashian sono affetti dalla stessa malattia di Megan Fox e MGK. E Armie Hammer. Ed Elizabeth Bathory. E molti altri.

NORMALIZZAZIONE
Nell’intervista a Glamour, le rivelazioni sul rituale di sangue di Megan Fox sono state precedute e seguite da un sacco di sviolinate su Hollywood. In effetti, la Fox ha iniziato parlando di come fosse una “icona femminista che ha combattuto il patriarcato” e così via. Questo blaterare generico ha preparato il terreno per il suo discorso sui rituali di sangue letteralmente facendoli passare per “normali”

L’intervista è proseguita discutendo del figlio di Fox, Noah, che indossa abiti da bambina da quando aveva due anni. DUE

La Fox con suo figlio Noah che indossa un abito di Frozen.

La Fox ha continuato spiegando di aver comprato libri scritti da “bambini transgender” per parlare di queste cose a suo figlio

Megan Fox con i suoi tre figli. Noah indossa una maglietta con la scritta “Ragazze forti”.

La stregoneria di Hollywood e bambini travestiti vanno di pari passo. Chiedi a Madonna.

CONCLUDENDO
Megan Fox ha letteralmente detto che partecipa a rituali di sangue con il suo ragazzo che sembra essere posseduto dal demonio. Cos’altro vuoi sapere sull’industria dello spettacolo? Queste persone sono completamente malate. E questa è solo la punta dell’iceberg. In questi circoli, il sangue dei bambini è considerato potente. Ma immagino che sia solo un’altra pazza teoria del complotto.

Fonte

Pubblicita’ della Adidas celebra e promuove i maschi biologici che gareggiano nelle categorie sportive femminili

Adidas ha rilasciato una serie di nuove pubblicita’, inclusa una in cui celebra e promuove atleti maschi biologici che gareggiano negli sport femminili.

La campagna pubblicitaria dell’Adidas si intitola “I’mPossible” e mette in evidenza un’atleta trans brasiliana Tiffany Abreu mentre naviga nel difficile mondo di possedere tratti fisici di gran lunga superiori a quasi tutte quelle contro cui sta gareggiando.

Secondo una delle pubblicità: “È impossibile… conquistare i riflettori del mondo dall’oggi al domani. Crea la tua uniforme. Sii un modello da copertina. Un atleta potente. O gareggia come una donna trans. Impossibile? No. Non Io sono possibile (I’mPossibile).

Continua “Non solo è un’atleta inarrestabile, ma usa anche la sua voce per incoraggiare gli altri ad abbracciare la propria identità”

Breitbart riferisce: Abreu dice di gareggiare “… per il Brasile e per tutte le donne trans nella pubblicita’ dove e’ protagonista”. Il brasiliano conclude poi dicendo: “La mia storia non è impossibile. Perché IO sono possibile”.

In un mondo sano di mente, l’ascesa di Abreu alle Olimpiadi e la vetta della pallavolo femminile brasiliana sarebbe stata impossibile. I maschi hanno vantaggi muscolari, scheletrici e cardiovascolari rispetto alle donne che non possono essere completamente cancellati dai soppressori del testosterone o da qualsiasi forma di terapia. Questi vantaggi intrinseci mettono le atlete in netto svantaggio quando gareggiano contro gli uomini.

Questi vantaggi sono stati recentemente messi in mostra nel nuoto con Lia Thomas. Thomas, un uomo, ha lasciato la squadra di nuoto maschile dell’Università della Pennsylvania dopo tre anni piuttosto insignificanti per unirsi alla squadra femminile e diventare il nuotatore più dominante nella categoria femminile del college.

Resta anche da vedere come l’Adidas concili il suo sostegno agli atleti maschi che gareggiano e dominano gli sport femminili con il presunto sostegno dell’azienda ai diritti delle donne. Thomas da solo ha cancellato diverse donne dai libri dei record della NCAA distruggendo record di nuoto di lunga data stabiliti da donne reali. Come mostra l’esempio di Thomas, mentre la sinistra ama dire che solo pochi maschi stanno gareggiando negli sport femminili, basta uno solo per resettare completamente i libri di storia di un determinato sport e spazzare via i risultati della vita di dozzine di donne reali .

Fonte

852321cf5af9dcf07dc8d37a35eaa853

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Le follie dell’attivismo trans: Un negozio vende peni lavorati a maglia per bimbe di 3 anni da indossare nei pantaloni in modo che possano sembrare maschi

In quale realta’ malata un genitore compra un pene finto per sua figlia in età prescolare? (Spoiler: Nella nostra)
Il numero di bambini che vengono accettati nelle cliniche per cambiare il genere sono aumentati negli ultimi anni.

La scorsa settimana, i genitori Matthew e Klara hanno annunciato alla TV britannica che la loro figlia si è dichiarata transgender a due anni, apparentemente dicendo alla famiglia: “Non sono una bambina, penso di essere un bambino”.

Non sono soli. Nel 2018-2019, il Gender Identity Development Service – il servizio nazionale dell’NHS England rivolto ai minori di 18 anni – ha segnalato 31 casi di bambini di età pari o inferiore a cinque anni.

Cosa deve passare per la mente dei genitori che diagnosticano i propri figli con il disturbo di identita’ di genere e iniziano un percorso che portera’ i loro figli alla sterilita’ o ad essere mutilati?

Cosa significhi per un bambino di due anni essere transessuale – il termine legalmente definito per qualcuno che si identifica come il sesso opposto – non è chiaro, ma un intero settore si è aperto per soddisfare le loro esigenze. O forse le esigenze dei loro genitori?

TransKids – secondo il suo sito web – è uno spazio dedicato a fornire ai giovani “libri e risorse”. Mentre le bambine in età prepuberale potrebbero non avere bisogno del restringi petto, la biancheria intima “Tuck Buddies” è modellata su un bambino molto giovane che vuole essere una ragazza. Transkids spiega che “lo strato interno” nascosto “è di qualche misura più piccolo e non è attaccato ai lati, solo davanti e dietro, quindi offre un posto comodo per contenere un pacchetto kiddos”.

Questa azienda sembra essere molto esperta nel vendere questi indumenti inquietanti. Quattro anni fa, ha attirato l’attenzione del Daily Mirror con i suoi “packer” in silicone “Teeny Tiny” per le bambine di età inferiore ai cinque anni, che credono di essere maschi. L’attenzione ai dettagli era disgustosa. Non solo la gamma di colori, da “anacardo” a “cioccolato”, ma lo stile – circonciso o non circonciso. Chi acquista un pene di silicone finto per la figlia in eta’ prescolare e perché?

E’ scoppiata una tempesta sui social media durante il fine settimana quando la giornalista canadese Anna Slatz ha smascherato un’azienda che vende peni finti in maglia progettati per bambini molto piccoli.

Stitchbug Studio sta commercializzando il suo soft packer Bitty Bug per $ 6,00. Secondo la presentazione di vendita, “Le protesi in silicone non sono disponibili in dimensioni appropriate per i corpi più piccoli e possono creare forme sgradevoli e inadeguate all’età. Il Bitty Bug è leggero, comodo, richiede poca manutenzione e può essere buttato in lavatrice. “

Parlando con RT.com, Slatz ha detto che questi articoli erano indicativi di tutto ciò che è sbagliato nell’ideologia di genere contemporanea. “I corpi dei bambini, purtroppo, sono diventati campi di battaglia nella guerra culturale”, ha detto. “Ormoni, interventi chirurgici superiori, leganti, bloccanti della pubertà e ora peni lavorati a maglia – tutto offerto nel nome di alleviare un po ‘ l’angoscia che un bambino ha rispetto al proprio corpo. A nessuno è permesso mettere in dubbio l’origine di questo disagio o proporre una soluzione alternativa per esso. “

Questa situazione orribile deriva, ovviamente, dall’ideologia transgender che richiede a tutti noi di avere un’identità di genere innata che da sola determina se siamo uomini, donne o membri di qualche altra categoria inventata di recente dalla brigata LGBTQ +.

Slatz ha aggiunto: “Queste protesi non fanno altro che rafforzare acriticamente l’odio fisico di un bambino per se stesso, il fatto che siano fatte per corpi così piccoli e che la dimostrazione del prodotto e’ stata fatto su un orsacchiotto mostra definitivamente che l’ideologia di genere è diventata irredimibile folle.

Nessun bambino dovrebbe sentire i propri genitali come qualcosa di problematico.

Da quando il tweet di Slatz è diventato virale, generando migliaia di commenti, la società sembra essersi impegnata in un frettoloso esercizio di limitazione dei danni. L’orsacchiotto nel tweet di Slatz è sparito e ora ci viene detto che Bitty Bug non è più destinato a neonati e bambini piccoli, ma ai giovani transgender. Non credo minimamente a queste parole.

I bambini sono vittime di questa ideologia e vengono danneggiati in modo irrimediabile. Non è abbastanza buono per i politici e i responsabili politici starsene senza fare niente sperando che la “moda” se ne vada via da sola. Questo movimento transattivista opera con un senso di diritto e impunità. Deve essere fermato.

Le conseguenze di quelli di noi che si frappongono sulla sua strada sono profonde. La nostra reputazione è stata attaccata e le carriere sono state rovinate. Ma parliamo perché ci teniamo ai bambini. Le bambine di cinque anni non hanno bisogno di protesi lavorate a maglia nei pantaloni; se queste immagini di peni lavorati a maglia lunghi un pollice non riportano il mondo ai suoi sensi, cosa lo farà?

Fonte

60a5478785f5404f7f4cc4a6

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Richard Dawkins spogliato del titolo “umanista dell’anno” dopo aver invitato al dialogo sulla questione trans in un tweet

L’American Humanist Association ha spogliato il biologo evoluzionista Richard Dawkins della sua massima onoreficenza per un tweet che chiedeva un dialogo sulle questioni transgender, accusando l’oratore ateo di “umiliare i gruppi emarginati”.
L’organizzazione ha detto che Dawkins ha recentemente insinuato che “le identità degli individui transgender sono fraudolente, attaccando contemporaneamente l’identità nera”, notando che sarebbe stato privato di un premio concesso lui circa 25 anni fa. Ha rifiutato di specificare quale fosse il commento offensivo.

“Purtroppo, negli ultimi anni Richard Dawkins ha accumulato una storia di dichiarazioni che usano le spoglie del discorso scientifico per sminuire i gruppi emarginati, un approccio antitetico ai valori umanisti”, ha detto l’AHA lunedì.

Di conseguenza, il Consiglio dell’AHA ha concluso che Richard Dawkins non meritava più di essere onorato dall’organizzazione e ha votato per ritirare, con effetto immediato, il premio Umanista dell’anno 1996.

Mentre l’Associazione umanista ha fornito pochi altri dettagli e non ha offerto esempi della “storia accumulata” di commenti infiammatori di Dawkins, un tweet del 10 aprile del biologo che fa confronti tra il transgenderismo e l’autodescritta attivista “transnera” Rachel Dolezal è il probabile colpevole.

“Nel 2015, Rachel Dolezal, una donna bianca e presidente della NAACP, è stata denigrata per essersi identificata come nera. Alcuni uomini scelgono di identificarsi come donne e alcune donne scelgono di identificarsi come uomini. Sarai diffamato se neghi che sono letteralmente ciò in cui si identificano “, ha scritto Dawkins, invitando i suoi seguaci a “discutere” l’apparente contraddizione.

Qualche giorno dopo ha postato un nuovo tweet, presumibilmente in risposta ai netizen indignati per quello precedente, dicendo che non intendeva “screditare le persone trans”.

“Vedo che il mio “Discutete” accademico è stato interpretato male come tale e lo deploro. Inoltre, non era mia intenzione allearmi in alcun modo con i bigotti repubblicani negli Stati Uniti che ora sfruttano questo problema”, ha aggiunto Dawkins.

Il post successivo apparentemente non ha fatto nulla per placare l’AHA, che ha affermato che i “successivi tentativi di chiarimento” di Dawkins erano “inadeguati” e non trasmettevano “sensibilità” o “sincerità”.

Mentre alcuni osservatori hanno detto che la revoca del premio Dawkins è stata “giusta“, la mossa ha anche innescato un’ondata di critiche online, con molti che suggerivano che l’organizzazione si e’ prostrata agli “dei woke” e ha adottato una devozione “pseudo-religiosa” per la politica correttezza.

“La politica dell’identità è la nuova religione. Possiamo farne a meno “, ha scritto un utente, inserendo uno slogan dell’AHA,” Buono senza un Dio “.

Un autoproclamato umanista e critico di Dawkins ha invitato i membri dell’AHA a interrompere i loro legami con l’associazione sulla sua decisione, che altri utenti hanno ritenuto una reazione eccessiva alla richiesta di discussione “ragionevole” del biologo.

Il tweet di Dawkins del 10 aprile non e’ il suo primo post controverso, che ha suscitato un’ondata di condanna a febbraio dopo aver suggerito che l’eugenetica potrebbe “funzionare in pratica”, indicando anche che “deplora l’idea su un piano ideologico, politico [e] morale. ” Prima di allora, è stato accusato di razzismo nel 2018 dopo aver twittato che le campane della cattedrale inglese di Winchester erano “molto più belle del suono aggressivo di ‘Allahu Akhbar'” ascoltato nelle moschee musulmane, uno tra i numerosi post scottanti sull’Islam durante gli anni.

Fonte

607e5d652030275fca5a2e5b

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Ralph Fiennes: Odiare J.K. Rowling perche` dice che solo le donne hanno le mestruazioni e’ illogico e inquietante

L’autrice e creatrice del franchise di Harry Potter, J.K. Rowling, ha detto che solo le donne possono avere le mestruazioni. La dichiarazione è stata accolta con ampio clamore dalla sinistra woke e dagli attivisti transgender radicali. Ora, la star di Harry Potter Ralph Fiennes dice di trovare il contraccolpo sui commenti della Rowling “irrazionale” e “inquietante”.

“Non riesco a capire il vetriolo diretto contro di lei”, ha detto Fiennes al The Telegraph in una recente intervista. “Riesco a capire l’intensita’ che si sviluppa quando si discute, ma trovo irrazionali queste accuse. Trovo inquietante il livello di odio che le persone esprimono nei confronti di opinioni diverse dalle loro e la violenza del linguaggio nei confronti degli altri “.

Quando si tratta di “cancellare la cultura”, Fiennes – che ha interpretato Lord Voldemort negli adattamenti cinematografici della serie di libri di Harry Potter di Rowling – ha detto che c’e’ da “preoccuparsi se si decide che alcune opere classiche sono irrilevanti”.

“Penso che spesso ci sia una lettura superficiale: il dramma della restaurazione è ‘colonialista, gerarchico, quasi razzista’. Ma sono solo spettacoli”, ha detto Fiennes. “Puoi capovolgerli. Il pericolo è etichettare le cose. “

“Abbiamo bisogno di quelle voci che rischiano di essere offensive”, ha continuato Fiennes, citando Picasso e Henry Miller. “Odierei un mondo in cui la libertà di quel tipo di voce è soffocata. “

Non tutti gli attori di Harry Potter, tuttavia, sembrano essere d’accordo con i sentimenti di Fiennes, poiché molti di loro – tra cui le star del film Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint – si sono espressi contro la Rowling per i suoi commenti.

Radcliffe, che interpretava Harry Potter, ha reagito ai commenti della Rowling affermando che “le donne transgender sono donne”, aggiungendo che è “profondamente dispiaciuto per il dolore” causato dall’autore.

Watson – che ha interpretato Hermione Granger nel franchise – ha fatto eco ai sentimenti di Radcliffe, twittando: “Le persone trans sono chi dicono di essere”.

La Rowling è stata ora etichettata come una “TERF” (femminista radicale trans esclusiva), un termine che si riferisce alle femministe che sono considerate troppo “radicali” anche per le attiviste di sinistra, in quanto non credono che un uomo biologico sia una donna.

“Mi rifiuto di inchinarmi a un movimento che credo stia facendo un danno dimostrabile cercando di erodere la “donna” come classe politica e biologica e offrendo copertura ai predatori come pochi prima”, J.K. La Rowling ha scritto in un lungo saggio rispondendo agli attacchi che ha ricevuto da attivisti transgender.

“È anche chiaro che uno degli obiettivi del negare l’importanza del sesso è quello di erodere quella che alcuni sembrano vedere come l’idea crudelmente segregazionista delle donne che hanno le proprie realtà biologiche”, ha aggiunto la Rowling. “Le centinaia di email che ho ricevuto negli ultimi giorni dimostrano che questa erosione riguarda molti altri.”

“Non è sufficiente che le donne siano alleate dei trans”, ha continuato. “Le donne devono accettare e ammettere che non c’è differenza sostanziale tra donne trans e donne biologiche”.

“Ma, come molte donne hanno detto prima di me, ‘donna’ non è un costume. “Donna” non è un’idea nella testa di un uomo. ‘Donna’ non è un cervello rosa, una simpatia per Jimmy Choos o per qualsiasi altra idea sessista ora in qualche modo propagandata come progressista “, ha scritto la Rowlings. “Inoltre, il linguaggio “inclusivo” che chiama le donne “mestruatrici” e “persone con vulve” colpisce molte donne umiliandole”.

Fonte

ralphfiennes2-640x480-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Arrestato padre canadese dopo aver identificato sua figlia con il genere “sbagliato”

Un padre canadese è stato arrestato per aver “offeso” sua figlia di 14 anni chiamandola “figlia” e riferendosi a lei con il pronome “lei”.

Robert Hoogland – il padre di una bambina biologica di 14 anni che si identifica come transgender e preferisce i pronomi maschili – è stato trovato colpevole dalla corte e imprigionato martedì dopo aver ripetutamente chiamato sua figlia “figlia”, nonostante il tribunale lo proibisse, secondo a un rapporto del Post Millennial.

Secondo quanto riferito, il procuratore generale della Columbia Britannica ha emesso un mandato di arresto per oltraggio.

Hoogland si oppone al fatto che sua figlia adolescente subisca procedure mediche legate al cambio sesso e ha ripetutamente espresso la sua opposizione nella speranza di salvare sua figlia da danni irreversibili.

Il sistema medico canadese, il sistema legale e la madre della bambina, tuttavia, sono andati avanti con la “transizione sociale e medica” della figlia di Hoogland, aggiunge il rapporto.

Nel dicembre dello scorso anno, Hoogland è stato incaricato dal giudice della Corte Suprema della Columbia Britannica Francesca Marzari di collaborare alla “transizione” del sesso di sua figlia, e gli è stato detto di non riferirsi più a lei come se fosse un femmina.

Hoogland aveva precedentemente scoperto che la scuola di sua figlia le aveva mostrato materiale educativo sull’identità sessuale e di genere noto come “SOGI 123”, che il rapporto chiamava “video di propaganda” transgender.

Al 7 ° anno, la scuola aveva cambiato il nome di sua figlia nell’annuario senza dirlo ai suoi genitori e l’ha “trasformata socialmente” con il contributo dello psicologo ideologo di genere Wallace Wong, che ha consigliato alla bambina in età adolescenziale di prendere il testosterone.

Il rapporto aggiunge che Wong ha indirizzato la figlia di Hoogland all’unità di endocrinologia dell’ospedale locale e che un piano di “trattamento” è stato messo in atto alla sua prima visita.

“Eccomi qui, seduto lì come genitore, a guardare una bambina perfettamente sana che viene distrutta, e non posso fare altro che sedermi a bordo campo – e secondo il giudice Boden all’epoca, tifare per lei”, ha detto Hoogland in un’intervista l’anno scorso. “Posso solo acconsentire o essere sbattuto in prigione.”

Fonte

trans-640x480-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Uno studio afferma che l’ideologia transgender ha un impatto corrosivo sulla societa`

L’ideologia mainstream transgender ha avuto un “impatto corrosivo” sulla società britannica e ha avuto un’influenza negativa sul benessere dei bambini, secondo uno studio del think tank Civitas.

L’ex direttrice del Center for the Study of Higher Education presso l’Università del Kent, la dott.ssa Joanna Williams, ha scritto nel suo rapporto The Corrosive Impact of Transgender Ideology che il transgenderismo è passato da una preoccupazione di “nicchia” a un punto focale politico principale negli ultimi due decenni a seguito della coalizione dell’establishment britannico “dietro le richieste di una piccola comunità transgender”.

“Le istituzioni precedentemente autorevoli ora mancano di fiducia nella propria capacità di guidare e guardare alla comunità transgender come un gruppo vittimizzato che può fungere da fonte di autorità morale. Tuttavia, questo, a sua volta, erode i diritti basati sul sesso e mina la protezione dei minori “, ha scritto la Williams.

“Le persone in posizioni di potere all’interno dei media, dell’istruzione, del mondo accademico, della polizia, dell’assistenza sociale, della medicina, della legge e del governo locale e nazionale sono state preparate a piegarsi dietro le richieste di una piccola comunità transgender”, ha aggiunto.

Il rapporto chiedeva al governo di vietare la prescrizione di bloccanti della pubertà per i bambini di età inferiore ai 18 anni, di vietare lo studio delle affermazioni transgender che contraddicono le realtà biologiche e di vietare alle scuole di consentire agli studenti di “iniziare la transizione” a scuola senza il permesso dei genitori.

Lo studio ha osservato che la pervasività del transgenderismo ha portato a un aumento significativo del numero di bambini “” che hanno difficoltà nello sviluppo della loro identità di genere “” riferendosi al Tavistock – la clinica nazionale del Regno Unito specializzata nella cura dei bambini.

“Il numero di tredicenni ha chiesto aiuto nell’ultimo anno è aumentato del 30 percento al 331 percento, mentre il numero di undicenni è aumentato del 28 percento rispetto all’anno precedente. I pazienti più giovani avevano solo tre anni. Tre quarti dei bambini che desiderano aiuto per cambiare genere sono ora ragazze – la percentuale più alta mai registrata ”, ha rilevato lo studio.

Il dott. Williams ha sottolineato che i bloccanti della pubertà sono “frequentemente presentati ai giovani come una soluzione semplice e temporanea all’apparente “problema” del loro corpo che cambia”, nonostante il fatto che i farmaci “possano causare danni irreparabili al corpo in via di sviluppo di un bambino e un impatto dannoso sulla futura fertilità ”.

Sostenendo il divieto di prescrivere questi farmaci agli adolescenti, Williams ha affermato che “come società, vietiamo alle persone di età inferiore ai 18 anni di acquistare sigarette o alcol, ma li riteniamo in grado di consentire droghe che alterano il corpo”.

Lo studio ha anche continuato a denigrare l’impatto che il movimento transgender ha avuto sul discorso pubblico in Gran Bretagna.

“L’espansione dei diritti transgender è andato di pari passo con l’espansione della regolamentazione statale e istituzionale (sia pubblica che privata) del linguaggio e del comportamento. Ciò evidenzia una differenza significativa tra gli attivisti transgender di oggi e il movimento per i diritti degli omosessuali di un’era precedente “, ha affermato la dott. Willams.

A differenza del movimento per i diritti degli omosessuali, che Williams sosteneva cercasse la libertà, il movimento transgender “chiede il riconoscimento e la protezione del loro stato attraverso la regolamentazione del comportamento di coloro al di fuori del gruppo di identità”.

“Considerando che in passato essere radicali significava chiedere maggiore libertà allo stato e all’autorità istituzionale, oggi essere radicali significa richiedere restrizioni alla libera espressione in nome della prevenzione del reato”, ha aggiunto.

Fonte

Neovitruvian

La censura sui social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Una professoressa universitaria perde il lavoro per aver detto che gli uomini “non possono rimanere incinti”

Una professoressa dell’Università di Alberta è stata licenziata dal suo ruolo di amministratrice perché le sue opinioni sul genere (basate sul fatto che il sesso biologico è reale) hanno fatto sì che alcuni studenti “si sentissero insicuri”.

Kathleen Lowrey è professore associato di antropologia presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Alberta, in Canada. È anche presidente del programma universitario, un ruolo amministrativo che include compiti come presiedere un comitato sui corsi, approvare il trasferimento di crediti e organizzare seminari speciali per onorare gli studenti del dipartimento.

È anche una femminista. Tuttavia, secondo alcuni studenti anonimi e i suoi superiori all’interno dell’universita`, non è il giusto tipo di femminista. Perché crede che le donne siano … donne. Ancora peggio, crede che gli uomini non possano essere donne perché non hanno la vagina.

Queste visioni estreme e radicali l’hanno resa “problematica” tanto che i colleghi la hanno messa sotto pressione in modo che lasciasse il suo ruolo amministrativo. Quando ha rifiutato di farlo, è stata licenziata.

La Lowrey afferma che durante le riunioni le è stato detto che i reclami, presentati al decano degli studenti e all’Ufficio di divulgazione sicura e diritti umani dell’università, erano dovuti al fatto che le sue opinioni sul femminismo facevano sentire gli studenti insicuri. Non solo, l’amministrazione era preoccupata che gli studenti non scegliessero piu` antropologia come corso di laurea. Non sa esattamente la natura dei reclami – o chi li ha fatti – perché sono stati fatti in modo informale e anonimo, ha detto.

“Il mio capo sperava che per il bene del dipartimento avrei dato le dimissioni.”

Le e` stato anche detto che avrebbe scoraggiato gli studenti dall’organizzazione di eventi Pride, fatto che lei nega. È stata questa affermazione che l’ha portata a concludere che le denunce erano incentrate sulle sue opinioni sul genere.

A seguito di un successivo incontro con il preside della facoltà, ha ricevuto una lettera nella quale si affermava che non era piu` in grado di coprire efficacemente il ruolo e che la sua partenza sarebbe stata nel migliore interesse del dipartimento. La Lowrey ha affermato che la lettera non spiegava i motivi del suo licenziamento.
– National Post, University of Alberta prof loses admin role over views on gender that made students feel ‘unsafe’

La Lowrey non è una conservatrice che sta cercando di “rieducare quelli di sinistra”. In realtà attribuisce la sua formazione intellettuale al marxismo e al femminismo radicale. Mentre questo tipo di background dovrebbe essere ricevuto positivamente dalla folla di social justice warriors, non è più sufficiente.
Questo perché la Lowrey si descrive come una “femminista critica sul genere” che considera il sesso biologico di primaria importanza nella lotta per i diritti delle donne. Mentre, solo pochi anni fa, questo precetto era la norma nei circoli femministi, ora è considerato cattivo e “transfobico”.

Fino “a pochi minuti fa”, non c’era nulla di controverso in questa opinione. Ora pero` le cose sono cambiate. L’unica opinione “corretta” da sostenere è che l’espressione di genere vince sulla biologia in qualsiasi rivendicazione basata sui diritti. E nei circoli accademici, i punti di vista della Lowrey, sono una forma di apostasia che richiedono una punizione.
– National Post, Barbara Kay: U of A professor holds the line on free expression

Il sunto delle idee della Lowrey sul femminismo e` questo: gli uomini non possono rimanere incinti, le lesbiche non hanno il pene e il sesso biologico è reale. Queste opinioni apparentemente hanno fatto sentire gli studenti “insicuri” e “hanno causato loro dei danni”.

Stiamo parlando di un’università che viene “danneggiata” dall’insegnamento prescolare secondo cui “i ragazzi hanno il pisello”.

In un’intervista con l’Edmonton Journal, la Lowrey ha spiegato la logica alla base delle sue opinioni:

“Le persone dovrebbero essere in grado di esprimere il proprio genere nel modo che desiderano (ma) non sono d’accordo che il sesso biologico sia irrilevante. Penso che trattare il sesso biologico come irrilevante abbia alcune implicazioni politiche molto serie. Ad esempio, rinchiudere gli uomini che si identificano come trans nelle carceri delle donne non è giusto per le donne prigioniere e penso che metta a rischio le donne “.

“Ho detto sin dal primo giorno di lezione che leggeremo materiale il quale, attualmente, è fuori moda nel mondo accademico. Non dovevano certo essere d’accordo con me. Dal momento che questa è un’università, penso che sia importante essere esposti – questa è letteratura importante di cui dovrebbero essere a conoscenza.

L’università ha detto che è normale licenziare il personale che dubita del fatto che gli uomini possono rimanere incinta. Le implicazioni sono molto pericolose perché e questo e` un problema attuale della democrazia canadese “.

È anche preoccupata per gli studenti che sono d’accordo con lei ma hanno paura di esprimere la propria opinione a causa dell’attuale clima di intimidazione.

“Non sono paranoici. Poiché non si tratta di un problema astruso, è un dibattito che sta avvenendo all’interno della nostra società e il fatto che una universita` decida di licenziare un docente, perche` si trova “dalla parte sbagliata”, è terrificante per gli studenti “.

Un altro aspetto preoccupante di questa storia è il modo subdolo (e codardo) in cui è stata gestita la sua situazione. I reclami sono stati “informalmente” fatti da studenti anonimi. Studenti che, secondo la Lowrey, non hanno mai partecipato alle sue lezione . Inoltre, è stata falsamente accusata di aver criticato l’organizzazione di un Pride. Quando fu costretta a dimettersi, Lowrey si rifiutò di farlo, sostenendo che l’onere di licenziarla spettava all’università e che voleva le ragioni per iscritto. Il Decano delle arti la congedò per iscritto con questa vaga ragione:

“Non è nell’interesse degli studenti o dell’università che la Lowrey continui a mantenere la sua cattedra.”

In altre parole, la Lowrey voleva che l’università giustificasse per iscritto le motivazioni alla base del suo licenziamento. Ovviamente non ce ne erano. Il fatto triste è che la Lowrey è stata probabilmente presa di mira da gruppi radicali che stanno trasformando le università in campi di indottrinamento. E l’università ha ceduto alla pressione. Questo sta accadendo in tutto il mondo.

ANCHE LA ROWLING E` SOTTO ATTACCO

Fino a poco tempo fa, l’autrice della serie di Harry Potter, J.K. Rowling, ha goduto di elogi illimitati da parte della mafia dei social justice warriors. Tuttavia, le cose si sono inasprite notevolmente quando ha iniziato a esprimere le sue opinioni sul genere alcuni mesi fa. Più di recente, la Rowling ha espresso la sua frustrazione per un titolo assurdo che usa l’espressione “persone che hanno le mestruazioni” anziché “donne”.

‘Le persone che hanno le mestruazioni.’ Sono sicura che c’era una parola per quelle persone. Qualcuno mi aiuti. Wumben? Wimpund? Woomud?

Opinione: Creare un mondo post-COVID-19 più equo per le persone che mestruano https://t.co/cVpZxG7gaA

– J.K. Rowling (@jk_rowling) 6 giugno 2020

La risposta a questo tweet è stata immediata. E, naturalmente, i mass media hanno amplificato tutto per renderlo un grosso problema. In qualche modo, il tweet è stato interpretato come “transfobico”, anche se non ha mai espresso alcun tipo di “fobia” nei confronti delle persone trans. La Rowling è stata anche accusata di essere una TERF – un acronimo di “femminista radicale trans-esclusionista”. Sì, sono bravi a inventare parole per censurare idee.

Come se non bastasse, anche Harry Potter ha preso la sua scopa ed e` “volato nel dibattito” per “correggere” la Rowling.

Di fronte a questo tipo di contraccolpo, molti ritraggono ciò che dicono e si scusano abbondantemente. J.K. Rowling ha resistito e ha cercato di chiarire le cose. Tuttavia, dubito che placherà i robot di Twitter programmati per attaccare qualsiasi cosa vada contro l’Agenda.

Se il sesso non è reale, non c’è attrazione per lo stesso sesso. Se il sesso non è reale, la realtà vissuta delle donne a livello globale viene cancellata. Conosco e amo le persone trans, ma cancellare il concetto di sesso rimuove la capacità di molti di discutere in modo significativo delle loro vite. Non è odio dire la verità.

– J.K. Rowling (@jk_rowling) 6 giugno 2020

CONCLUDENDO

Anche se potrei fondamentalmente non essere d’accordo con la Lowrey e la Rowlings su una vasta gamma di argomenti, possiamo almeno concordare su alcuni fatti di base. Innanzitutto, dire la verità non è un atto di odio, è semplicemente essere onesti. In secondo luogo, il genere di una persona è basato sui suoi genitali. Le parole genere e genitali provengono entrambe dalla radice latina gen, che significa “riprodurre”. Il genere si basa sui propri organi riproduttivi. Il fatto che uno dichiari di identificarsi con un altro genere va benissimo, ma cio` non cambia la biologia. Alcuni citano “studi” finanziati dall’OMS nel 2015 per spiegare che sesso e genere non sono la stessa cosa. Perche` allora non prendiamo in esame tutti gli altri “studi” fatti nell’ultimo millennio?

Voglio dire, al momento ci sono uomini che “si identificano come donne” i quali competono negli sport femminili e vincono. News: uomini e donne hanno corpi diversi. Veramente stiamo dando spazio a questo delirio?

Questa agenda e` pura follia. E loro lo sanno. Per questo motivo, non incoraggiano dibattiti razionali basati su fatti. Invece, etichettano quelli che non sono d’accordo con loro come “portatori di odio”. Il risultato: i professori universitari vengono cacciati e gli autori vengono insultati sui social media, anche se non hanno detto nulla che possa generare odio.

Come ha affermato Rowling: “Non è odio dire la verità”.

Fonte