Archivi Blog

Facebook censura una pubblicita` della campagna elettorale di Trump che denuncia la violenza antifa

Facebook ha rimosso una pubblicita` dalla campagna elettorale di Trump nella quale si attacava Antifa, citando la sua politica di “odio organizzato”.

La pubblicita`, ora rimossa da Facebook, denunciava Antifa, il movimento decentralizzato di agitatori di estrema sinistra noti per atti di terrorismo interno e violenza politica.

Durante le rivolte di George Floyd, il procuratore generale William Barr ha descritto le azioni di Antifa come terrorismo interno, e il presidente Trump ha anche confermato che intende etichettare Antifa come un’organizzazione terroristica domestica.

La pubblicita` di Trump ora cancellata presentava un triangolo rosso e nero invertito per simboleggiare il movimento Antifa, che utilizza la combinazione di colori rosso e nero nei loro badge, bandiere e propaganda come una forma di identificazione ideologica. Il rosso e il nero sono i colori storici del movimento anarco-comunista, e i triangoli rossi sono un simbolo Antifa.

Nella pubblicita` ora cancellata, l’account Facebook ufficiale del Team Trump ha dichiarato:

Pericolosi gruppi di estrema sinistra se ne vanno in giro per le nostre strade e causano caos totale. STANNO DISTRUGGENDO le nostre città e sono in rivolta – è una follia assoluta.

È importante che OGNI americano faccia la sua parte in un momento come questo per inviare un messaggio unito: non sopportiamo piu` le loro azioni radicali. Ti chiediamo di fare una dichiarazione pubblica e di aggiungere il tuo nome per schierarti con il presidente Trump contro ANTIFA.

Aggiungi IMMEDIATAMENTE il tuo nome per stare con il tuo Presidente e la sua decisione di dichiarare ANTIFA un’organizzazione terroristica.

Ma Facebook, e le organizzazioni di estrema sinistra che coprono regolarmente le azioni di Antifa, hanno affermato che il triangolo rosso e nero era un simbolo di “odio” perché è simile a un simbolo usato dalla Germania nazista nei campi di concentramento.

Apparentemente Facebook ha deciso di credere a questo argomento, anche se il post del team di Trump parlava chiaramente di Antifa.

“Abbiamo rimosso questi post e pubblicità perche` hanno violato la nostra politica contro l’odio organizzato”, ha detto un portavoce della compagnia al New York Daily News. “La nostra politica proibisce l’uso del simbolo di un gruppo di odio bandito per identificare i prigionieri politici senza il contesto che condanna o discute il simbolo”.

In un post su Twitter, il team di Trump ha pubblicato un’immagine che mostra il triangolo rosso e nero invertito utilizzato da Antifa, in risposta a un post su Media Matters che accusa la campagna di utilizzo delle immagini naziste.

“Questa è un’emoji. È anche un simbolo ampiamente utilizzato da Antifa. È stato utilizzato in una pubblicità su Antifa “, ha detto il team di Trump. “Non si trova nel database dei simboli dell’odio dell’ADL”.

In un commento al New York Daily News, il team di Trump ha nuovamente sottolineato i collegamenti del simbolo ad Antifa.

“Il triangolo rosso è un simbolo Antifa”, ha dichiarato il portavoce della campagna Trump Ken Farnaso che ha collegato il simbolo ai prodotti a marchio Antifa.

Questa non è la prima volta che Facebook censura deliberatamente gli annunci politici del team di Trump. In vista delle elezioni di medio termine del 2018, Facebook ha censurato una pubblicità di Trump sui pericoli dell’immigrazione di massa.

Fonte

Yoel Roth, il capo delle policy aziendali sui contenuti di twitter, pensa che alla Casa Bianca ci siano nazisti

Ovviamente, un personaggio imparziale

Dopo che Twitter ha annunciato che avrebbe iniziato a fare il “fact checking” dei tweet del presidente Trump, è stato rivelato che il capo dell ‘”integrità del sito” presso il colosso dei social media pensa che tutti coloro che hanno votato per Trump siano razzisti e che ci siano “veri nazisti alla Casa Bianca “.

Dopo che il governatore della California Gavin Newsom ha firmato un ordine esecutivo per garantire che tutti gli elettori riceveranno votazioni postali per le elezioni di novembre, Trump ha avvertito in un tweet: “Le caselle postali verranno derubate, le schede elettorali saranno falsificate e persino stampate illegalmente e firmate in modo fraudolento”.

Twitter ha poi schiaffato diversi tweet di Trump con un’etichetta di avvertimento che affermava che “non vi è alcuna prova che le votazioni per corrispondenza siano collegate alla frode degli elettori”, citando la CNN e il Washington Post.

L’avvertimento ha anche messo in evidenza numerosi tweet di sinistra con la spunta blu che affermano che Trump aveva torto. Come documentiamo, la maggior parte di queste persone sono ossessionate da Trump e trascorrono praticamente ogni giorno a iperventilarsi su di lui su Twitter – difficilmente la fonte “neutrale” su cui si può fare affidamento per fornire un “controllo dei fatti”.

Ciò ha spinto Trump in seguito a twittare: “I repubblicani ritengono che le piattaforme dei social media mettano a tacere totalmente le voci dei conservatori. Li regoleremo o li chiuderemo prima di poter permettere che ciò accada. ”

Ora è emerso che il “responsabile dell’integrità del sito” di Twitter, Joel Roth, il leader del team responsabile dello sviluppo e dell’applicazione delle regole di Twitter, è un uomo di sinistra anti-Trump.

“Sto solo dicendo che sorvoliamo quegli Stati che hanno votato per un mandarino razzista per una ragione”, ha twittato a novembre 2016.

Roth ha anche affermato che ci sono dei “VERI NAZISTI NELLA CASA BIANCA”, qualcosa che probabilmente non avrebbe resistito a un “controllo dei fatti”.

Ha anche paragonato la consigliera della Casa Bianca Kellyanne Conway al ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels.

Roth è responsabile dell’integrità del sito su Twitter da luglio 2018 ed è responsabile della “sicurezza elettorale” e della “disinformazione”, il che significa che quasi sicuramente ha svolto un ruolo chiave nella decisione di “verificare i fatti” sui tweet di Trump.

Nel frattempo, attendiamo che Twitter faccia il “fact check” delle false affermazioni sulla “collusione russa” o su qualsiasi altra questione promossa dalle “spunte blu” che si sono dimostrate incredibilmente sbagliate.

Non fatevi illusioni.

Fonte

Giornalista di sinistra: voterei Biden anche se bollisse e poi si mangiasse dei bambini

La editorialista di sinistra Katha Pollitt ha scritto un articolo per The Nation in cui afferma che avrebbe votato per Joe Biden anche “se avesse bollito i bambini e li avesse mangiati”.

Nell’articolo, la Pollitt sconfessa il mantra di “credere sempre alle donne” per mettere in dubbio l’accusa di violenza sessuale di Tara Reade contro Biden prima di dichiarare: “Voterei per Joe Biden anche se bollisse e poi si mangiasse dei bambini. Non e` il mio candidato, ma riprendersi alla Casa Bianca è piu` importante “.

Dopo aver messo in dubbio la veridicità dell’affermazione della Reade secondo cui Biden la spinse contro un muro in un corridoio e la penetrò con le dita, Pollitt ha chiarito che non aveva importanza se Biden l’avesse aggredita o meno.

“Che tu creda o meno a Tara Reade … dovresti votare per Joe Biden se è il candidato. … Non possiamo permetterci il lusso di perdere le elezioni per sentirci moralmente puri o inviare un messaggio sulla violenza sessuale. Ciò non aiuterà affatto le donne. O chiunque altro “, ha affermato.

Le osservazioni della Pollitt sottolineano ancora una volta il modo in cui la sinistra rinuncera` volentieri alla sua “giustizia per le donne” se minaccia di ostacolare l’ottenimento del potere.

Il suo commento è  ancora piu` agghiacciante se si pensa al fatto che è un’attivista abortista.

Una delle migliori risposte alla Pollitt è arrivata dal conduttore di The Hill Rising, Krystal Ball, che ha twittato:

Fonte

Twitter censura l’account del laboratorio che fa ricerche sui trattamenti a luce UV contro il Coronavirus menzionati da Trump

A seguito della censura di YouTube, Twitter ha sospeso l’account di una società biotech del Colorado che sta lavorando per sviluppare un potenziale trattamento per il coronavirus usando la luce UV “iniettandola” nei polmoni. Sembra che entrambi i siti di social media abbiano censurato la ricerca solo perché il presidente Trump l’ha menzionata.

AYTU BioScience, un’azienda biotecnologica quotata in borsa, ha collaborato con l’organizzazione di ricerca e assistenza clinica di fama mondiale Cedars-Sinai per testare il trattamento rivoluzionario.

Secondo un recente comunicato stampa, Aytu “Healight” è un dispositivo medico che amministra luce ultravioletta intermittente (UV-A) all’interno della trachea di un paziente, che ha il “potenziale di influenzare positivamente gli esiti per i pazienti critici infettati da coronavirus e da gravi infezioni respiratorie “.

AYTU sta lavorando in modo specifico con il team MAST (Medicalically Associated Science and Technology) presso il centro medico Cedars-Sinai.

Anche il capo della scienza e della tecnologia del Dipartimento della sicurezza nazionale, Bill Bryan, ha parlato la scorsa settimana del potenziale che questo tipo di trattamento a luce UV avrebbe sul COVID-19.

Quando Trump ha menzionato la ricerca, tuttavia, e` diventata un rischio (non dimostrato) che deve essere assolutamente censurata e bandita, perché … L’uomo arancione è cattivo.

YouTube ha censurato la società per primo. Ora Twitter ha seguito l’esempio:

Al momento in cui scrivo, l’account sembra essere stato ripristinato. Tuttavia, non è chiaro il motivo per cui Twitter lo abbia sospeso e quali regole specifiche AYTU abbia violato (a parte essere stata citata da quel “cattivone” di Trump).

Fonte

 

Obama avrebbe ordinato un’investigazione dell’FBI per contro di George Soros

Il professore emerito della Harvard Law School, Alan Dershowitz, ha affermato che l’ex presidente, Obama, ha chiesto all’FBI di indagare su qualcuno perché George Soros glielo aveva chiesto.

“Il presidente Obama ha personalmente chiesto all’FBI di indagare su qualcuno per conto di George Soros, che era un suo stretto alleato”, ha detto Dershowitz a Breitbart News.

Lo studioso costituzionale ha affermato di non poter nominare la persona in questione perché è in corso una causa legale in merito alla questione.

Abbiamo visto questo tipo di influenza della Casa Bianca sul Dipartimento di Giustizia praticamente in ogni Dipartimento di Giustizia”, ​​ha detto Dershowitz, aggiungendo che “La differenza è che questo presidente è molto più palese. Twitta. Il presidente Obama sussurrava a riguardo al Dipartimento di Giustizia. ”

“Ho in mio possesso l’attuale modulo 302 [registrazioni di un’interrogatorio dell’FBI], che documenta questo problema e, al momento giusto, verrà fuori.” Dershowitz ha continuato.

“Durante l’amministrazione Kennedy c’era molto controllo da parte della Casa Bianca sul Dipartimento di Giustizia e non credo che abbiamo visto molti professori liberali strapparsi i capelli per questo.” Dershowitz ha anche dichiarato.

I critici non hanno perso tempo, affermando che Dershowitz, un membro della squadra di difesa durante il processo di impeachment di Donald Trump, ha inventato questa “teoria della cospirazione” in modo da difendere l’attività di Trump nel caso di Roger Stone, e le sue richieste per ulteriori indagini sui Biden.

Altri hanno avvertito che divulgando le informazioni, Dershowitz e` in pericolo di vita:

Nel frattempo, sembra che Soros stesso sia intenzionato a far “rimuovere” il CEO di Facebook Mark Zuckerberg perché crede che voglia fare rieleggere Trump.

Fonte

 

Paura come forma di controllo: La Fake News dei Fuochi in Amazzonia

Per tutta questa settimana, i media mainstream hanno cercato di spaventarti con storie strazianti sugli incendi in Amazzonia.

Una storia del Washington Post intitolata “Bolsonaro, Trump e i nazionalisti che ignorano il disastro climatico” cita Vitor Gomes, uno scienziato ambientale dell’Università Federale di Para:

“Non ricordo incendi simili in passato.”

Secondo la BBC:

La foresta pluviale amazzonica del Brasile ha registrato un numero record di incendi quest’anno, secondo i nuovi dati delle agenzie spaziali.

Il National Institute for Space Research (Inpe) ha dichiarato che i suoi dati satellitari hanno mostrato un aumento dell’84% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Secondo NPR:

Secondo questo attivista ambientalista recidivo:

Gli incendi hanno generato un hashtag – #PrayforAmazonia – e attirato l’inevitabile competizione (ed esibizione) di virtu` da parte dei “santi viventi”, con Jennifer Lopez, Madonna, Leonardo DiCaprio e Kris Jenner tra coloro che hanno espresso con entusiasmo la loro preoccupazione sui social media.

Anche i politici sono saltati sul carro:

 

Tuttavia quasi tutto quello che hai letto o sentito parlare degli incendi in Amazzonia nei media mainstream è #FakeNews.

Come molte delle storie di terrorismo ambientale che periodicamente attanagliano i mass media, è un panico che è stato deliberatamente e cinicamente alimentato da gruppi di eco-attivisti di sinistra per una serie di scopi:

  • Generare isteria pubblica al fine di scatenare azioni governative costose e inutili che nessuna sobria analisi costi-benefici potrebbe mai giustificare
  • Aumentare la “consapevolezza” – e, per estensione, il denaro – per la causa verde
  • Screditare i conservatori, specialmente quelli che sono propriamente scettici sull’agenda verde, come il presidente Trump e il suo omologo brasiliano Jair Bolsonaro
  • Rafforzare nell’immaginazione popolare l’idea che la crescita economica e le espressioni della sovranità nazionale – in questo caso gli interessi degli agricoltori brasiliani – sono intrinsecamente dannose per l’ambiente
  • Promulgare l’idea comune che l’Amazzonia è il “polmone del pianeta” e quindi sacrosanta e inviolabile più o meno allo stesso modo degli orsi polari, dei ghiacciai, delle isole del Pacifico, della Grande barriera corallina, ecc.
  • Prestare falsa credibilità all’affermazione della sinistra globale secondo cui il pianeta sta vivendo una #EmergenzaClimatica
    Invocare lo spettro del Green New Deal.
  • Sfruttare l’insaziabile richiesta dei media mainstream di storie di terrorismo ambientale, specialmente nella “stagione sciocca” di agosto quando mancano notizie vere

Ecco la verità sugli incendi dell’Amazzonia:

Gli incendi sono principalmente su terreni agricoli, non sulla foresta pluviale vergine …

Non c’è nulla di anormale in questa stagione di incendi

Anche la NASA lo ammette!!!

La deforestazione sta diminuendo non aumentando

La foresta pluviale amazzonica NON produce il 20% dell’ossigeno del mondo (h / t Dennis Ambler)

Da un articolo del New York Times del 2014 di Nadine Unger, assistente professore di chimica dell’atmosfera a Yale:

Inoltre, è un mito che la fotosintesi controlla la quantità di ossigeno nell’atmosfera.

Anche se tutta la fotosintesi sul pianeta venisse fermata, il contenuto di ossigeno nell’atmosfera cambierebbe di meno dell’1 percento.

La foresta pluviale amazzonica è spesso percepita come il polmone del pianeta.

Infatti, quasi tutto l’ossigeno che l’Amazzonia produce durante il giorno rimane lì e viene riassorbito dalla foresta di notte.

In altre parole, la foresta pluviale amazzonica è un sistema chiuso che utilizza tutto il proprio ossigeno e anidride carbonica.

Non e` stata sempre foresta pluviale … (h / t Dennis Ambler)

Da un articolo del 2008 “Brasile: l’Amazzonia antica in realtà era altamente urbanizzata”

Usando le immagini satellitari, gli scienziati hanno scoperto i resti di città un tempo densamente popolate nel Brasile occidentale, un’area che si pensava fosse una foresta vergine.

Il rapporto dell’edizione di venerdì della rivista Science descrive gruppi di città e piccoli villaggi collegati da complesse reti stradali e disposti attorno a grandi piazze centrali. Le ricerche hanno anche scoperto segni di agricoltura, gestione delle zone umide e allevamenti ittici negli antichi insediamenti che ora sono quasi completamente coperti dalla foresta pluviale.

Come ha scritto il professor Philip Stott, professore emerito di biografia alla School of Oriental and African Studies, University of London, nel 2003:

Alla fine dell’ultima era glaciale – da circa 12.000 a 18.000 anni fa – i tropici erano coperti da prati stagionali di savana, più freschi e molto più secchi di adesso. Non c’erano foreste pluviali nella penisola malese e in gran parte dell’Amazzonia e, nonostante il crescente sviluppo umano dello spazio forestale, esistono ancora più foreste pluviali di quante ne esistessero allora.

Qualunque cosa dicano i gretini del mondo, non esiste una regola adamantina secondo cui il Brasile – o i suoi vicini – debbano rimanere perennemente coperti di foreste pluviali.

Fonte

 

Jeffrey Epstein: Il ripugnante volto dell’elite occulta

Descritto come un “asteroide pronto a colpire il mondo delle élite”, il caso di Jeffrey Epstein potrebbe distruggere molte persone. Tuttavia, questa storia è molto più profonda di quella che la maggior parte delle fonti di notizie attualmente lascia intendere. In effetti, tutto ciò che lo riguarda è puro sfruttamento da parte dell’élite occulta.

L’arresto di Jeffrey Epstein per traffico di minori ha un potenziale davvero esplosivo e (se le informazioni importanti vengono rivelate al pubblico) potrebbe esporre al mondo il vero volto dell’élite. L’elenco delle persone potenti legate a Jeffrey Epstein e al suo famigerato “Lolita Express” è sbalorditivo. Combinato con il reclutamento e lo sfruttamento sistematici di minori per il piacere di persone potenti, il caso potrebbe convincere molte persone che il “pedogate” è fin troppo reale.

A causa della natura potenzialmente esplosiva di questo caso, entrambe le parti dello spettro politico sono già al lavoro per girare la storia per favorire la loro parte. Tuttavia, questo caso non ha assolutamente nulla a che fare con i “conservatori” e i “liberali” e tutto ciò che riguarda “l’elite”. Dai capi di stato ai membri delle famiglie reali senza dimenticare, celebrità, socialite e amministratori delegati di grandi aziende, i membri di tutti i rami dell’élite si sono riuniti per celebrare la depravazione estrema. Ma ora Epstein è in arresto e le parti si fermano. Ora, rimane una domanda: tutta la disgustosa verità di Epstein verra` alla luce o l’elite coprirà le sue tracce mentre getta Epstein sotto il bus? (Oggi Epstein e` stato trasportato in ospedale per tentato suicidio/assalto n.d.r.)

QUELLO CHE GIA` SAPPIAMO

Jeffrey Epstein è un finanziere che ha accumulato, secondo i documenti del tribunale, un “ammontare strabigliante di ricchezze”. Sebbene la maggior parte della sua fortuna sia nascosta nei paradisi fiscali offshore, le fonti ritengono che sia (o una volta fosse) un miliardario.

Insieme a questa ricchezza arrivò una grande quantità di potere e influenza. Il suo famoso “piccolo libro nero” conteneva i nomi di oltre 1000 individui di alto livello in tutti i campi della società. Epstein faceva anche parte di due delle più potenti organizzazioni del mondo: il Council on Foreign Relations e la Trilateral Commission. Entrambe queste entità raccolgono l’élite mondiale per decidere le politiche che modellano il mondo come lo conosciamo. La Commissione Trilaterale è stata accusata una volta di essere un

“Abile, sforzo coordinato per prendere il controllo e consolidare i quattro centri del potere: politico, monetario, intellettuale ed ecclesiastico (…) nella creazione di un potere economico mondiale superiore ai governi politici degli stati nazionali coinvolti”.
– With No Apologies,  Senator Barry Goldwater

La Commissione Trilaterale è stata fondata da David Rockefeller. Fatto interessante: Epstein era un membro del consiglio della Rockefeller University.

All’inizio degli anni 2000, Epstein organizzò feste sontuose nelle sue case a Manhattan e Palm Beach, dove erano presenti molti socialiti, celebrità e politici. C’erano anche molte ragazze minorenni. Anche Gli amici di Epstein volavano sul suo jet privato per feste in località remote. Il jet è stato soprannominato “Lolita Express” perché trasportava schiave sessuali minorenni all’elite.

Nel 2005, dopo che il genitore di una ragazza di 14 anni molestata si è lamentato con la polizia, Epstein si è dichiarato colpevole e nel 2008 è stato condannato in un tribunale dello stato della Florida per sollecitazione alla prostituzione e per aver fatto prostituire una ragazza di 17 anni. Ha servito 13 mesi in “custodia con rilascio lavorativo” come parte di un patteggiamento in cui funzionari federali avevano identificato 36 vittime.

Il “Little Black Book” di Epstein conteneva i nomi di oltre 1000 persone che vanno da amici intimi a contatti periferici dal mondo della politica, degli affari, dei media e dell’alta società europea.

I nomi includono celebrità come Woody Allen, Bill Cosby, Kevin Spacey, Chris Tucker, Ralph Fiennes, Alec Baldwin, David Blaine, Jimmy Buffett e Courtney Love; figure mediatiche tra cui Charlie Rose, George Stephanopoulos, Katie Couric, Mike Wallace e Barbara Walters; l’ex primo ministro israeliano Ehud Barak, l’ex primo ministro britannico Tony Blair, l’industriale David Koch e l’amministratore delegato dei fratelli Salomon John Gutfreund e sua moglie Susan.

Epstein era anche amico intimo del miliardario Leslie Wexner, fondatore di Victoria’s Secret. Secondo questo articolo, il collegamento tra Victoria’s Secret ed Epstein ha portato all’abuso di innumerevoli modelli.

Epstein è stato nuovamente arrestato il 6 luglio 2019, con l’accusa federale di traffico di minori in Florida e New York.

Mentre il processo imminente è descritto come un “asteroide pronto a colpire il mondo d’élite”, due nomi attireranno molto probabilmente maggiore attenzione. Uno è l’attuale presidente degli Stati Uniti. L’altro un ex presidente degli Stati Uniti.

TRUMP E CLINTON

Poco dopo l’arresto di Epstein il 6 luglio, fonti dei mass media hanno immediatamente collegato Donald Trump al finanziere.

Poco dopo l’arresto di Epstein, NBC News ha scoperto un video del 1992 che mostrava Donald Trump mentre discuteva con Epstein in Florida.

Nei suoi più noti commenti pubblici su Epstein, Donald Trump ha dichiarato al New York Magazine nel 2002:

“Conosco Jeff da quindici anni. Ragazzo fantastico. È molto divertente stare con lui. Si dice anche che gli piacciano le belle donne quanto me, e molte di loro sono giovani. Non c’è dubbio: Jeffrey si gode la sua vita sociale “.

Nel luglio 2019, l’opinione di Trump su Epstein è cambiata drasticamente. Sosteneva di conoscerlo “come tutti quelli di Palm Beach lo conoscevano”. Inoltre ha aggiunto in diverse occasioni che non era stato “un fan” di Epstein e che non gli parlava da circa quindici anni.

Nel 2007, Epstein sarebbe stato bandito dal club di Trump. Il divieto era incluso nei documenti giudiziari presentati dall’avvocato Bradley Edwards.

Un altro fatto che potrebbe causare un po ‘ di dolore a Trump: il suo attuale segretario del lavoro Alex Acosta ha svolto un ruolo importante nel porre fine alle indagini contro Epstein. Nel 2008, in qualità di avvocato statunitense nel sud della Florida, Acosta ha mediato un patteggiamento con Epstein che gli ha permesso di sfuggire a gravi punizioni per precedenti accuse di cattiva condotta sessuale.

Mentre ci sono innegabili legami tra Trump ed Epstein, il rapporto tra Bill Clinton ed Epstein è molto più coinvolto. I registri dei voli mostrano che Clinton è volato sull’aereo di Epstein almeno 26 volte in circa una dozzina di destinazioni internazionali. I registri di volo non elencavano alcun dettaglio del servizio segreto per cinque voli. Epstein fu anche coinvolto in alcuni progetti di Clinton: era un forte donatore della Clinton Foundation. Secondo l’avvocato Gerald B. Lefcourt, Epstein era anche “parte del gruppo originale che ha concepito la Clinton Global Initiative”.

Se il processo di Epstein iniziasse a scavare nei legami tra la Clinton Foundation, il suo coinvolgimento ad Haiti e il Lolita Express, il proverbiale vaso di Pandora potrebbe essere aperto.

I SEGRETI DELL’ISOLA DI EPSTEIN

Una veduta aerea di Little Saint James – l’isola privata di Jeffrey Epstein.

Situata nelle Isole Vergini Americane, Little Saint James è la residenza principale di Jeffrey Epstein dal suo acquisto nel 1998. Non ci volle molto prima che l’isola si guadagnasse una reputazione disgustosa.

“È stata soprannominata“ l’isola del peccato ”. Little Saint James è anche nota ai locali come “Pedophile Island” e “Orgy Island”. Secondo The Independent, “l’isola di Epstein si è guadagnata una reputazione depravata, e si dice che ragazze adolescenti abbiano preso parte alle orge su Little St James.

Secondo gli avvocati delle presunte vittime di Epstein, Little St. James è il luogo in cui molti dei peggiori crimini contro minori sono stati commessi da Epstein e dagli amici che hanno viaggiato lì con lui. I documenti del tribunale affermano che l’allora diciassettenne Virginia Roberts fu costretta da Epstein a fare sesso con il Principe Andrew in tre occasioni: a Londra, a New York e nell’ambito di un’orgia a Little St. James. ”
– Little St. James, Wikipedia

Secondo la maggior parte dei ricercatori, Little St. James è l’epicentro dello scandalo di Epstein. Si ritiene che un gran numero di persone ricche e potenti siano volate su questa isola remota per abusare di una scorta apparentemente infinita di minori che sarebbero stati forniti da una squadra di trafficanti.

Uno sguardo più attento all’isola rivela alcuni strani dettagli che stanno implorando di essere ulteriormente indagati. Tutto sull’isola sembra essere costruito su misura per soddisfare il desiderio estremo di depravazione dell’élite occulta.

Un’immagine del misterioso “tempio” che fu costruito sull’isola privata di Jeffrey Epstein.

Il fatto che un “tempio” sia stato costruito su un’isola nota per l’estrema depravazione è inquietante. Tuttavia, quando si comprende appieno la mentalità dell’élite occulta, ha perfettamente senso. Si tratta di simbolismo e rituali.

Ad esempio, il “tempio” ha una sorprendente somiglianza con Hammam Yalbugha – un bagno pubblico di epoca mamelucca situato in Siria.

Hammam Yalbugha ad Aleppo, Siria. Fu costruito nel 1491.

Perché Epstein ha modellato il suo “tempio” su questo specifico edificio? A causa del simbolismo ad esso collegato. In effetti, l’hammam è un classico esempio di architettura dell’era mamelucca. In arabo, la parola “mamelucco” significa letteralmente “proprietà” e viene utilizzata per designare gli schiavi.

Durante l’era mamelucca, i bambini furono catturati dalla classe dominante per diventare schiavi. Di solito i ragazzi venivano addestrati a diventare soldati mentre le ragazze venivano preparate per diventare le concubine personali dei loro padroni. Considerando il fatto che l’isola di Epstein era usata per importare schiave sessuali minorenni per l’élite, il simbolismo si adatta perfettamente.

Al fine di conferire al “tempio” un’inconfondibile dimensione occulta, l’edificio e` stato adornato con statue dorate raffiguranti divinità (Nettuno) e uccelli simili a gufi. L’edificio è inoltre circondato da schemi simili a labirinti, simili a quelli trovati nell’architettura islamica.

Per avere un’idea migliore dell’isola di Epstein, ti suggerisco di vedere questo filmatoche fornisce fantastici scatti di alcuni elementi davvero bizzarri.

Un dettaglio che necessita urgentemente di essere indagato è la possibile presenza di tunnel sotterranei.

Le riprese dei droni rivelano che il tempio si trova ad un’altitudine di 60 piedi. Proprio sotto sembra esserci un’entrata del tunnel.

Altre riprese di droni rivelano l’esistenza di numerosi ingressi.

Qui le teorie diventano estremamente oscure. Alcune fonti sostengono che un elaborato sistema di tunnel sia stato costruito sotto la superficie dell’isola – ed è qui che si verificano i piu` orribili abusi di bambini.

Al centro dell’isola è una meridiana inquietante che è piena di dettagli bizzarri.

La meridiana è circondata da panchine. Chi siede lì e perché? Fanno parte di un qualche tipo di rituale? Una grande roccia piatta fu posta sul numero XII.

Anche il design della faccia solare sulla meridiana è estremamente simbolico. È quasi una replica della testa dell ‘”Uomo massonico” come raffigurato nei documenti massonici classici.

Una litografia massonica classica raffigurante “l’Uomo Massonico”. La faccia solare è quasi identica alla meridiana sull’isola di Epstein.

Un’indagine approfondita sull’isola di Epstein porterebbe molto probabilmente a scoperte estremamente inquietanti. Tuttavia, come rivela questo recente filmato con i droni, il “tempio” sembra subire alcuni “rinnovamenti” (vari strumenti possono essere visti attraverso la finestra) mentre la cupola d’oro e altre statue d’oro sono sparite. Secondo Qanon, Epstein ha speso oltre $ 29 milioni per seppellire i tunnel sotterranei sotto l’isola.

L’élite sta disperatamente cercando di coprire le sue tracce mentre Epstein fa da capro espiatorio? Alcune fonti di notizie stanno già pubblicando articoli (come questo) affermando che il “tempio” era in realtà la palestra di Epstein.

CONCLUDENDO

Il caso Epstein ha il potenziale di esplodere in faccia all’elite. Secondo i media “liberali”, il caso potrebbe collegare Donald Trump a Epstein e causargli un grave danno alle prossime elezioni. Secondo i media “conservatori”, il caso potrebbe finalmente mettere in luce la profonda associazione tra i Clinton e Jeffrey Epstein rivelando anche la losca rete di trafficanti di bambini che era sostenuta dalla Fondazione Clinton.

Tuttavia, per i cercatori di verità senza agenda politica, questo caso è l’occasione per esporre lo stato mentale malvagio, depravato e sadico dell’élite occulta, che si diverte a rubare l’innocenza dei bambini mentre ostenta il suo simbolismo al mondo. I segreti oscuri dell’isola di Epstein e dell’élite occulta saranno finalmente svelati al mondo? O i mass media filtreranno e censureranno le informazioni che andranno contro gli interessi dei suoi proprietari d’élite?

Fonte

Il libretto nero di Jeffrey Epstein

Con l’arresto di Jeffrey Epstein – che si dice disposto a fare i nomi dei pedofili elitari coinvolti in cambio di clemenza, una copia trapelata del “libricino nero” del predatore miliardario può fornire alcune informazioni su alcuni individui molto ricchi che dovrebbero essere, ora come ora, in uno stato di panico.

Il libro è stato presp di nascosto dalla residenza di Epstein dal suo ex manager, Alfredo Rodriguez, che è stato arrestato nel tentativo di venderlo nel 2009 per $ 50.000 – solo per essere scoperto, accusato di ostruzione alla giustizia e morire in prigione dopo 18 mesi a causa di una lunga malattia. ‘

Secondo una dichiarazione giurata all’FBI, Rodriguez ha descritto il libro e le informazioni contenute al suo interno come il “Sacro Graal”che svelerebbe la vasta rete dei minorenni schiavi del sesso di Epstein. Ma nonostante fosse stato citato in giudizio per tutto quello che aveva sul suo ex capo, Rodriguez non lo ha condiviso con gli investigatori del Dipartimento di Polizia dell’FBI o di Palm Beach che indagavano su Epstein. Invece, ha cercato di ottenere $ 50.000 vendendolo a uno degli avvocati che rappresentavano le cause legali contro Epstein per conto delle sue vittime. –Gawker

Secondo un articolo del Gawker del 2015, il piccolo libro nero di Epstein contiene centinaia di nomi, tuttavia circa 50 delle voci sono state cerchiate da Rodriguez – “comprese quelle di molte delle presunte vittime e complici di Epstein”, secondo al rapporto.

Alcuni dei nomi nel libro includono:

Ralph Fiennes
Alec Baldwin
David Blaine
Jimmy Buffett
Courtney Love
Charlie Rose
Mike Wallace
Barbara Walters
Ehud Barak
Tony Blair
David Koch
John Gutfreund
Il principe Andrea

E naturalmente:

Bill Clinton e Donald Trump

Circa 50 delle voci, incluse quelle di molte delle presunte vittime e complici di Epstein, oltre a Trump, Love, Barak, Dershowitz e altri, sono state cerchiate da Rodriguez.

Oltre ai nomi sopra, oltre a decine di vittime apparentemente minorenni in Florida, New Mexico, California, Parigi e Regno Unito, elencate sotto la voce “massaggio”, le voci cerchiate includono:

  • Il miliardario Leslie Wexner
  • L’ex governatore del New Mexico, Bruce King
  • L’ex governatore del New Mexico e il candidato alla presidenza democratico Bill Richardson
  • Peter Soros, il nipote di George Soros
  • L’ex signorina Sweden e la dottoressa socialista di New York City Eva Andersson Dubin

Alcune voci cerchiate includono note aggiuntive: un indirizzo di New York City, ad esempio, è contrassegnato come “selezione dei modelli” e due nomi recano il marchio “testimone”. –Gawker

Quando gli è stato chiesto perché il suo nome fosse cerchiato, Alan Dershowitz, socio di Epstein di lunga data, nel 2015 ha dichiarato: “Non ho mai visto il libro e non ho idea di cosa significhi. Non ero né una vittima né un testimone materiale – non ho mai visto nessuno crimine o non ho partecipato ai crimini, e posso provarlo. ”

Dershowitz ha aderito a una mozione del 2017 promossa dal cineasta e autore Mike Cernovich per svelare i registri di un caso di diffamazione del 2015 portato avanti dalla vittima di Epstein, Virginia Roberts Giuffre contro la socialite britannica Ghislaine Maxwell. Giuffre dice che Maxwell ha aiutato Epstein nel traffico di ragazze minorenni ai festini sessuali nelle numerose residenze del miliardario pedofilo.

In una dichiarazione di lunedì pomeriggio, il segretario per la stampa di Bill Clinton, Angel Ureña, ha twittato che l’ex presidente “non sa nulla dei terribili crimini di cui Jeffrey Epstein e` accusato in Florida alcuni anni fa” e afferma di aver volato solo sul “Lolita Express” quattro volte.”

Trump, nel frattempo, è stato “l’unico” ad aver aiutato un avvocato che rappresenta una delle presunte vittime di Epstein. Si dice che il presidente abbia cacciato Epstein dal suo club Mar-a-Lago dopo che è stato scoperto mentre cercava di reclutare ragazzine minorenni

Una teoria sul racket di Epstein è descritta di seguito dall’utente Twitter @ Quantian1

I contenuti completi del libricino nero possono essere letti qui:

Fonte

La guerra e` pace, la liberta` e` schiavitu`, l’ignoranza e` forza, il raffreddamento e` riscaldamento

L’America si sta “godendo” un inverno pieno di neve con un clima freddo e gelido. Ovviamente il sistema ha gia` schierato i suoi bugiardi seriali per assicurare che questo tipo di condizioni climatiche serve solo a dimostrare che il nostro pianeta sta diventando, sempre più….caldo.

Tutti questi saccenti sono stati “attivati” dal tweet del presidente Trump all’inizio di questa settimana in cui si prendono in giro i warmisti (coloro che credono che le temperature si stiano alzando  causa della CO2).

Naturalmente, questo tweet ha scatenato pure una reazione massiccia da parte di quei giornali “imparziali e neutrali” di sinistra.

“Look at This Embarrassing F*cking Moron”, urlò Esquire.

“Debunking the utter idiocy of Donald Trump’s global warming tweet”, ha detto CNN.

“Here’s Why the Crazy Cold Temperatures Prove Global Warming is Real”, afferma Forbes in tono rassicurante.

“What Trump keeps getting wrong about Global Warming”, riporta il Washington Post.

Ma qui c’è il mio titolo preferito da NBC News …. “Yes, it can be this cold outside in a time of global warming.”

Ci sono tre slogan del Partito in 1984 di George Orwell, il suo capolavoro su un governo centralizzato che tutto controlla ed e` basato su bugie, terrore e propaganda. Vedi se riesci a capire quale slogan del Partito ho inventato tra i quattro:

La guerra è pace
La libertà è schiavitù
L’ignoranza è forza
Temperature polari significano che il nostro pianeta sta diventando più caldo

I warmisti dicono che questa ondata di freddo non significa che il pianeta non si stia scaldando nel corso degli anni, il che sarebbe ragionevole se non fossero gli stessi warmisti che ci dissero che il riscaldamento globale significava “fine della neve“, o che quest’inverno sarebbe stato “più caldo della media“, o che una precendente stagione calda dimostrava che il pianeta si stava riscaldando.

Quest’ultimo esempio è interessante:

Vedete, l’anno scorso i nostri warmisti ci hanno detto che il caldo dimostrava che il pianeta si stava scaldando, il che significa che dovremo rinunciare alla nostra libertà donandola ad un governo centralizzato al fine di salvare il pianeta. Tuttavia … quest’anno un periodo di clima gelido dimostra egualmente che il pianeta si sta scaldando e che tutti noi dovremo rinunciare alle nostre libertà donandola ad un governo centralizzato al fine di salvare il pianeta.

Quindi, qualunque cosa accada, indipendentemente da quanto la temperatura sia fredda o calda o temperata, tutto dimostra che il Riscaldamento Globale è reale.

Ehi, ricordi quando i Warmisti ci hanno detto che il riscaldamento globale avrebbe peggiorato gli uragani?

Ricorda, quando quella previsione scientifica fu umiliata da una bassa attività degli uragani, quegli stessi warmisti ci dissero che questa mancanza di attività degli uragani dimostrava che il riscaldamento globale era davvero reale!

Ricordate nel 2005 quando i media dell’establishment ci dissero che entro il 2015 il riscaldamento globale avrebbe spinto il costo del petrolio fino a 9 dollari al gallone (oggi è $ 2,08), il costo del latte fino a 12 dollari al gallone (2,99 dollari), e New York sarebbe stata sott’acqua?

Ricordate che durante quel periodo cruciale tra il 2005 e il 2015, quel decennio prima dell’imminente inondazione di Manhattan, l’establishment non ha rimosso nessuno del suo personale dalla città di New York che stava per essere allagata  (secondo i warmisti)? Infatti, mentre la CNN ci diceva che il livello dei mari si stava alzando, la CNN spostava gran parte della sua base operativa dalla sicurezza interna di Atlanta a Manhattan; L’ex-società madre della CNN, Time Warner, ha speso miliardi per trasferire il suo quartier generale a due isolati dal mare a New York.

E, abbastanza presto, ti chiederò se ricordi come Alexandria Ocasio-Cortez – un membro del Congresso – andò in TV e disse che il mondo sarebbe finito in 12 anni a causa del Global Warming.

Vedete, non importa cosa succede, non importa come sia il tempo, non importa come saranno le loro previsioni, non importa quanto spesso si comportino come se non credessero nel riscaldamento globale, i truffatori del clima continuano a urlare Vedi?? Te lo avevamo detto noi! – e lo fanno quasi sempre da una base operativa  selvaggiamente costosa collocata sulla stessa costa che sostengono sarà presto sott’acqua.

Qualunque studioso di storia può guardare indietro e scoprire che tutti i socialisti assassini di massa della storia – da Hitler a Stalin a Mao – hanno fabbricato audaci menzogne ​e capri espiatori come mezzo per consolidare il potere in una maligna autorità centrale.

La libertà è schiavitù.

La guerra è pace.

L’ignoranza è forza.

Il raffreddamento e` riscaldamento

 

Il linciaggio mediatico del ragazzino di Convington e` un esempio di “delitto facciale” orwelliano

Viviamo nel romanzo 1984 di George Orwell.

L’adolescente cattolico di Covington, Nick Sandmann, è stato perseguitato perche` ha assistito in silenzio mentre un attivista nativo americano di estrema sinistra gli suonava in faccia un tamburo

Sandmann è un ragazzo adolescente che ha mostrato un’incredibile moderazione di fronte alle molestie e alle provocazioni di razzisti neri che lo hanno definito un “tossico”.

Dopo essere stato interrogato dai razzisti neri, un attivista nativo americano di estrema sinistra si e` avvicinato a Sandmann, gli si e` piazzato davanti alla faccia e ha cominciato a suonare il tamburo che portava con se.

I media di sinistra hanno perseguitato Sandmann per il suo “sorriso” o come George Orwell lo chiamava “il delitto facciale”.

Nella Parte 1, Capitolo 5 di 1984 di George Orwell, i cittadini vengono perseguitati perche` hanno un’espressione politicamente scorretta sul loro volto:

“Devi stare attento anche alla piu` piccola cosa. Un tic nervoso, uno sguardo che trasmette inconsciamente ansia, l’abitudine di parlare con te stesso – tutto ciò che portava con sé il suggerimento di anormalità, o di avere qualcosa da nascondere. In ogni caso, avere un’espressione impropria sul viso (sembrare increduli quando veniva annunciata una vittoria, per esempio) era di per sé un’offesa punibile. C’era persino una parola per questo crimine: delitto facciale. “

Fonte