Archivi Blog

Il governo britannico ha utilizzato tattiche di paura “propagandistiche” per spaventare il pubblico e renderlo conforme

Lo scienziato del comportamento che ha co-fondato l’unità nudge di Downing Street ha parlato

Il governo britannico ha utilizzato tattiche di paura “propagandistiche” per spaventare il pubblico e renderlo conforme durante il primo lockdown COVID, secondo uno scienziato comportamentale che ha lavorato all’interno di Downing Street.

Simon Ruda ha co-fondato la “Nudge Unit”, inizialmente istituita per incoraggiare cambiamenti comportamentali positivi nel pubblico britannico senza bisogno di coercizione o legislazione, ma è stata utilizzata come arma durante la pandemia per creare allarmismo.

“Secondo me, l’errore più eclatante e di vasta portata commesso nel rispondere alla pandemia è stato il livello di paura trasmesso volontariamente al pubblico”, ha scritto Ruda.

“Quella paura sembra aver successivamente guidato le decisioni politiche in un preoccupante ciclo di feedback”, ha aggiunto, osservando che tali azioni equivalevano a “propaganda autorizzata dallo stato”.

Lo scienziato del comportamento ha affermato che un’ossessione per i numeri quotidiani dei casi è arrivata a dominare il pensiero, servendo a diffondere ancora più paura.

Quel processo includeva l’esagerazione grossolana della minaccia rappresentata dal COVID e la produzione di una propaganda allarmista e spaventosa per spaventare la popolazione fino alla sottomissione.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, gli scienziati nel Regno Unito che lavorano come consulenti per il governo hanno ammesso di aver utilizzato quelli che ora ammettono essere metodi “non etici” e “totalitari” per instillare paura nella popolazione al fine di controllare il comportamento durante la pandemia.

Il London Telegraph ha riportato i commenti fatti dai membri del Scientific Pandemic Influenza Group on Behavior (SPI-B), un sottocomitato del Scientific Advisory Group for Emergencies (Sage), il principale gruppo consultivo scientifico del governo.

Il rapporto cita un briefing del marzo 2020, quando è stato decretato il primo lockdown, in cui si affermava che il governo dovrebbe aumentare drasticamente “il livello percepito di minaccia personale” rappresentato dal virus perché “un numero considerevole di persone non si sente ancora sufficientemente minacciato personalmente. “

Uno scienziato dell’SPI-B ammette che “A marzo [2020] il governo era molto preoccupato per la conformità e pensava che le persone non avrebbero voluto essere messe sotto lockdown. Ci sono state discussioni sulla necessità della paura per incoraggiare la conformità e sono state prese decisioni su come aumentare la paura”.

Lo scienziato senza nome ha aggiunto che “Il modo in cui abbiamo usato la paura è distopico”.

Lo scienziato ha inoltre confessato che: “L’uso della paura è stato decisamente eticamente discutibile. È stato come uno strano esperimento. Alla fine, si è ritorto contro perché le persone sono diventate troppo spaventate”.

La campagna della paura ha funzionato chiaramente.

Entro l’estate del 2020, il britannico medio pensava che il 6-7% della popolazione del Regno Unito fosse morta a causa del coronavirus, una cifra pari a circa 4,5 milioni di persone.

All’epoca, il COVID-19 aveva effettivamente causato circa 40.000 vittime.

Ma non preoccuparti, tutto questo non ha alcuna importanza, perché i “fact checkers” hanno stabilito che la “psicosi di massa” non è affatto una cosa accaduta durante la pandemia.

Fonte

130122uk1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

I vaccinati con tre dosi hanno 4,5 volte più probabilità di risultare positivi a Omicron rispetto ai non vaccinati

Non e` una “pandemia dei non vaccinati”.

Secondo i dati diffusi dal governo del Regno Unito tramite l’Office for National Statistics, le persone che sono state vaccinate tre volte hanno 4,5 volte più probabilità di risultare positive all’Omicron rispetto a quelle non vaccinate.

I numeri illustrano anche come i vaccinati con due dosi abbiano 2,3 volte più probabilità di essere infettati da Omicron rispetto a quelli che non hanno preso alcun vaccino.

I dati, riassunti da Will Jones del Daily Sceptic in questo articolo, rafforzano le affermazioni secondo cui la variante Omicron è efficace nell’eludere i vaccini.

“Si noti che questa è la probabilità che un’infezione sia Omicron, quindi non ci dice quanto sia probabile che una persona risulti positiva in primo luogo”, scrive Jones.

“Ciò non significa che i vaccini stiano peggiorando le cose nel complesso, solo che stanno rendendo molto più probabile che una persona vaccinata sia infettata da Omicron rispetto a un’altra variante. In altre parole, è una misura di quanto Omicron elude i vaccini rispetto a Delta. Il fatto che i vaccinati tripli abbiano molte più probabilità di essere infettati da Omicron rispetto ai vaccinati doppi conferma questa capacità di eludere il vaccino”.

Jones conclude dai dati che “l’attuale epidemia di Omicron è in gran parte un’epidemia di vaccinati ed è guidata non dai non vaccinati, ma da coloro che sono stati vaccinati due o tre volte”.

I numeri demoliscono completamente le affermazioni secondo cui l’epidemia di Omicron è una “pandemia dei non vaccinati”.

Come documenta anche Will Jones in questo pezzo, le affermazioni secondo cui gli ospedali del SSN sono sopraffatti dai non vaccinati non sono supportate da alcuna prova reale.

Nonostante ciò, durante il fine settimana il segretario alla salute del Regno Unito ha criticato le persone non vaccinate per aver occupato i letti d’ospedale, dicendo loro che “devono davvero pensare al danno che stanno facendo alla società”.

Scienziati britannici presenteranno oggi le prove che la variante Omicron è più mite rispetto ai precedenti ceppi di COVID-19, cosa che gli esperti di salute in Sudafrica affermano da settimane.

Fonte

221221omicron1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Scandaloso: Responsabile per i modelli del SAGE ammette di creare modelli che sono “utili” alla narrativa politica

Sono stati pubblicati gli ultimi documenti del Sage, che prevedono da 200 a 6.000 morti al giorno da Omicron a seconda di quante altre restrizioni avremo, compreso anche il lockdown. Oggi ho avuto l’occasione inaspettata di fare domande a Graham Medley, il presidente del comitato modelli di Sage.

È professore alla London School of Hygiene & Tropical Medicine (LSHTM) che lo scorso fine settimana ha pubblicato uno studio su Omicron con scenari molto cupi e sostenendo ulteriori restrizioni. Ma JP Morgan ha dato un’occhiata da vicino a questo studio e ha individuato qualcosa di grosso: fino in fondo, la LSHTM presume che la variante Omicron sia mortale quanto Delta. “Ma le prove provenienti dal Sudafrica suggeriscono che le infezioni da Omicron sono più lievi”, ha sottolineato JP Morgan in una nota ai clienti. Cambia questo fattore e l’immagine cambia drasticamente:

“L’occupazione dei letti da parte dei pazienti Covid-19 alla fine di gennaio sarebbe il 33% rispetto al picco registrato a gennaio 2021. Ciò sarebbe gestibile senza ulteriori restrizioni.

Quindi JP Morgan lo aveva dimostrato, se si modifica un presupposto (sulla gravità) allora – improvvisamente – non è necessario il lockdown.

Perché questo scenario è stato tralasciato? Perché questo fatto abbastanza importante e abbastanza basilare sulla modellazione Omicron non dovrebbe essere presentato dai modellisti del Sage ai ministri – e al pubblico in generale? Ero entusiasta della possibilità di parlare con lui su Twitter. È stato gentile da parte sua trovare il tempo. L’hub di dati di Spectator ha una pagina dedicata alla modellistica passata di Sage rispetto a quella attuale, e volevo assicurarmi di non essere stato ingiusto con Sage nella mia selezione o presentazione di quei grafici.

L’ultimo paper-drop di Sage – quello da 6.000 morti al giorno – si riferisce a “scenari”, non a previsioni. Il professor Medley sottolinea la distinzione: dire che potrebbe accadere qualcosa non significa affermare che esiste una possibilità realistica che accada. Ma allora perché i modellisti Sage pubblicano alcuni scenari e non altri?

In modo rivelatore, sembrava che la mia domanda fosse strana: se è abbastanza plausibile che Omicron sia mite e non minacci il SSN, che senso avrebbe includerlo come uno “scenario”? Sembrava suggerire che gli fosse stato chiesto di sfornare i peggiori scenari senza che gli fosse chiesto di commentare quanto fossero plausibili.

“Generalmente creiamo i modelli che ci vengono richiesti. C’è un dialogo in cui i team politici discutono con i modellisti di ciò di cui hanno bisogno per informare la loro politica.

Questo mandato potrebbe significare tralasciare scenari altrettanto plausibili e piuttosto importanti che non richiederebbero il lockdown?

“Coloro che prendono decisioni sono generalmente interessati solo alle situazioni in cui devono essere prese delle decisioni.

Nota quanto è attento a rimanere sul vago riguardo al fatto che uno qualsiasi dei vari scenari nel documento Sage è probabile o addirittura plausibile. Cosa è successo al sistema originale di presentare uno “scenario ragionevole del caso peggiore” insieme a uno scenario centrale? E qual è il punto di modellare se non dice quanto siano probabili questi scenari?

Da quello che dice il professor Medley, non è chiaro che lo scenario più probabile venga presentato ai ministri. Quindi come dovrebbero prendere buone decisioni? Dubito fortemente che Sajid Javid chieda solo di sfornare modelli che giustificano il lockdown. Quell’istruzione, se è stata impartita, verrà da qualche altra parte.

Il professor Robert Dingwall, fino a poco tempo fa esperto di JCVI, ha affermato che il candore di Medley rivela “un problema fondamentale dell’etica scientifica in Sage”. “La risposta incondizionata al brief è molto simile a quella degli scienziati comportamentali di SPI-B”, afferma e suggerisce che l’inchiesta Covid esamini tutto questo.

In un momento in cui ci è appena stata data una nuova serie di “scenari” per il lockdown di capodanno, potrebbe essere positivo se qualcuno, ovvero il professor Medley, chiarisse quali ipotesi si celano dietro il nuovo scenario di 6.000 morti al giorno , e se le informazioni emergenti dal Sud Africa su Omicron e la sua virulenza sono state prese in considerazione. E quanto è probabile che una nazione con un elevato tasso di vaccinazioni e richiami (con una copertura di anticorpi del 95%) possa vedere realizzarsi questo scenario peggiore.

A mio avviso, ciò solleva serie domande non solo su Sage, ma anche sulla qualità dei consigli utilizzati per prendere decisioni sulle restrizioni nel Regno Unito. E la mancanza di trasparenza e controllo di quel consiglio. La vita di milioni di persone si basa sulla qualità delle decisioni, quindi il calibro delle informazioni fornite è piuttosto importante per tutti noi.

Ho chiesto al professor Medley di venire su Spectator TV, per avere una conversazione più lunga al di fuori di Twitter. P

Fonte

screenshot_2021-12-18_at_19.59.49

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Gli adulti inglesi vaccinati sotto i 60 anni muoiono il doppio rispetto a quelli non vaccinati della stessa eta`

E va avanti cosi` da sei mesi. Questo grafico può sembrare incredibile o impossibile, ma è corretto, in base ai dati settimanali del governo britannico.
La linea marrone rappresenta i decessi settimanali delle persone vaccinate di età compresa tra 10-59 anni, per 100.000 persone.

La linea blu rappresenta i decessi settimanali delle persone non vaccinate per 100.000 persone nella stessa fascia di età.

Ho controllato personalmente il set di dati e questo grafico è corretto. Le persone vaccinate sotto i 60 anni hanno il doppio delle probabilità di morire rispetto alle persone non vaccinate. E le morti complessive in Gran Bretagna stanno andando ben al di sopra del normale.

I dati di base sono disponibili qui, scarica il file Excel e vedi tabella 4:

https://www.ons.gov.uk/peoplepopulationandcommunity/birthsdeathsandmarriages/deaths/datasets/deathsbyvaccinationsstatusengland

Fonte

https___bucketeer-e05bbc84-baa3-437e-9518-adb32be77984.s3.amazonaws.com_public_images_bdca5329-b20b-4518-a733-fff84cc22124_1098x681

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

I dati ufficiali della sanità pubblica in Inghilterra affermano che i tassi di infezione da COVID sono più alti tra i Vaccinati rispetto che tra i Non Vaccinati

Demolito ogni motivo per adottare il Green Pass.

The Spectator ha pubblicato un articolo citando i dati ufficiali di Public Health England, in cui si afferma che per gli over 30 “i tassi di infezione da Covid per 100.000 persone sono ora più alti tra i vaccinati rispetto ai non vaccinati”.

Bene, questo è imbarazzante.

L’articolo, scritto da Lionel Shriver, è intitolato “Il teatro assurdo dei passaporti vaccinali”.

Sottolinea che, secondo i dati ufficiali, i vaccini offrono solo circa il 17% di protezione per gli ultracinquantenni.

“Come ho osservato allora, ciò significherebbe che i soggetti vaccinati e non vaccinati rappresenterebbero un pericolo l’uno per l’altro”, scrive Shriver. “Tutti gli schemi di apartheid Covid sono quindi inutili”.

Quindi spiega chiaramente come i dati ufficiali minaccino l’intera argomentazione dietro il Green Pass, che vieta ai non vaccinati di entrare in innumerevoli luoghi.

“Informazioni più recenti hanno rafforzato questa conclusione dell’estate. In ogni fascia di età sopra i 30 anni nel Regno Unito, i tassi di infezione da Covid per 100.000 persone sono ora più alti tra i vaccinati rispetto che tra i non vaccinati. Infatti, nei gruppi di età compresa tra 40 e 79 anni, i tassi di infezione tra i vaccinati sono più del doppio rispetto ai non vaccinati. L’ente, chiarisce freneticamente che i dati “non dovrebbero essere usati per stimare l’efficacia del vaccino”, un avvertimento che includo per motivi di accuratezza. Ma le differenze nei tassi di infezione sono abbastanza drastiche da permetterti di trarre le tue conclusioni”.

Shriver riassume quindi come quei dati demoliscano la ragione per l’implementazione del Green Pass.

“Il sistema promuove l’impressione sbagliata – statisticamente, parla attraverso menzogne – ovvero che la marmaglia non vaccinata esiliata rappresenti una minaccia di contagio molto più grave dei commensali nel vicino banchetto che, come te, si sono giustamente fatti il vaccino. In verità, il passeggero dell’aereo seduto sul posto 24A, il quale si e’ fatto la doppia vaccinazione, può essere un compagno di posto altrettanto rischioso quanto quelli banditi poiche’ non hanno il Green Pass.

Nel frattempo, il Times riporta i risultati di un altro studio che “ha scoperto che i vaccinati hanno la stessa probabilità di trasmettere Covid-19 come le persone non vaccinate”.

Dopo che Public Health England ha pubblicato i dati, i burocrati del governo hanno iniziato a farsi prendere dal panico in quanto le persone gli avrebbero usati per suggerire che i vaccini non sono così efficaci.

Il direttore dell’Office for Statistics Regulation Ed Humpherson ha convocato un incontro urgente con l’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito durante il quale si è preoccupato che i dati abbiano “il potenziale per fuorviare”.

“Abbiamo notato che questi dati sono stati utilizzati per sostenere che i vaccini sono inefficaci”, ha scritto successivamente Humpherson.

Non è strano come il governo e gli organismi di regolamentazione associati sembrino aver paura dei dati grezzi?

Se i vaccini sono efficaci come ci dicono, perché dovrebbero preoccuparsi?

Fonte

191121vaccine1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Scuola costringe i bambini senza mascherina a indossare un segnalino giallo

Dovrebbero scambiare due parole con il loro insegnante di storia.

Una scuola nel Regno Unito sta costringendo i bambini che non indossano maschere per il viso e che hanno un’esenzione a indossare badge gialli nei locali scolastici e in classe.

Sì davvero.

Un’e-mail della scuola, che non viene nominata, è stata pubblicata su Twitter dalla giornalista Allison Pearson.

La scuola cita un “aumento” del numero di casi COVID, nonostante il fatto che i livelli di infezione nel Regno Unito siano stati piatti o addirittura in calo nelle ultime settimane, come giustificazione per reintrodurre le regole sulle mascherine obbligatorie.

“Gli alunni che erano esentati dall’indossare la mascherina lo scorso anno accademico lo saranno ancora una volta e dovranno indossare un badge giallo”, afferma l’e-mail.

Il badge giallo è storicamente inteso a simboleggiare una sorta di “distintivo di vergogna” ed è stato imposto agli ebrei in numerosi punti nel corso della storia per denotarli come outsider etnici o religiosi.

Sebbene nessuno stia paragonando il trattamento degli ebrei nella Germania nazista ai bambini costretti a indossare distintivi gialli, l’uso di un tale simbolo è ancora odioso e moralmente sbagliato.

“La scuola ha insegnanti che conoscono la loro storia?” chiese Pearson.

Fonte

171121mask1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Fake News: I ricoveri per COVID nel Regno Unito sono 14 volte superiori rispetto allo scorso anno

Semplicemente non è vero

I media britannici hanno riferito che i ricoveri per COVID sono “14 volte superiori” rispetto a questo periodo dell’anno scorso, nonostante ciò sia dimostrabilmente falso.

Sia Sky News che ITV hanno riportato i commenti dell’amministratore delegato del NHS Amanda Pritchard, che ha usato la cifra durante un appello affinché le persone si facessero il richiamo.

Pritchard ha affermato che il servizio sanitario nazionale “sta andando a rotoli” e ha avvertito sulle difficolta` che potrebbero esserci nei prossimi mesi.

Tuttavia, è stato successivamente rivelato che aveva utilizzato vecchi dati per affermare che i ricoveri erano 14 volte superiori rispetto a questo periodo dell’anno scorso.

Il NHS ha successivamente affermato che la Pritchard “si basava sulle statistiche piu’ recenti pubblicate in agosto”.

Tuttavia, se uno vuole andarsi a guardare gli attuali numeri di ospedalizzazioni, essi sono disponibili sul sito Web del NHS e non mostrano nemmeno lontanamente i numeri proposti dalla Pritchard.

Forse i notiziari avrebbero dovuto preoccuparsi di controllare le cifre prima di trasformare l’affermazione errata della Pritchard in un titolone da prima pagina.

Sky News ha successivamente cancellato il suo tweet sulla questione.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, le reti di news hanno in gran parte ignorato il fatto che i casi di COVID sono diminuiti nel Regno Unito nelle ultime due settimane, dopo aver precedentemente sfruttato un aumento a breve termine dei casi per fare pressione per la reintroduzione delle restrizioni.

Fonte

061121hospital1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Rapporto del governo celebra il modo in cui il pubblico ama “conformarsi”

I tecnocrati del cambiamento climatico pianificano di utilizzare gli stessi metodi che hanno convinto il pubblico ad accettare passivamente il lockdown.

Un rapporto del governo cancellato che esplora come indurre il pubblico a modificare il proprio comportamento per accettare la nuova “economia verde” rivela come le restrizioni del COVID-19 abbiano creato una popolazione con una “profonda riverenza” per l’autorità e una “potente tendenza a conformarsi”.

Il rapporto è stato inavvertitamente pubblicato dal governo britannico prima di essere frettolosamente ritirato, ma numerosi giornalisti sono riusciti a recuperarne il contenuto.

Il documento ha esplorato come armare la psicologia comportamentale per “spingere” il pubblico a sostenere misure e ad adottare comportamenti senza che sapere esplicitamente di essere manipolati.

L’indagine ha scoperto che le stesse tecniche utilizzate dal governo per costringere le persone ad accettare il lockdown potrebbero essere utilizzate per far cambiare loro stile di vita in nome del cambiamento climatico.

Sotto il titolo “principi per un comportamento di successo”, il documento ha osservato;

“Le dichiarazioni, le azioni e le leggi del governo modellano potentemente le percezioni di comportamenti normativi e accettabili. Ad esempio, anche con forti critiche da parte del pubblico, molti percepivano l’approvazione del governo come il parametro per un comportamento sicuro durante COVID-19 “ci è permesso farlo ora [quindi deve essere sicuro]…”. Questo rivela, per molti, una profonda riverenza per la legittima autorità di governo, indipendentemente dalle proprie opinioni politiche personali”.

Mentre le attivita’ di pubbliche relazioni come far vaccinare i funzionari in diretta in televisione hanno funzionato per convincere le persone della narrativa, è stato scoperto che l’ipocrisia dell’élite (funzionari pubblici che violano le regole del lockdown) ha causato danni significativi alla fiducia del pubblico.

“L’ipocrisia percepita può fare molto per minare gli sforzi per costruire il coinvolgimento e il sostegno pubblico. Ciò è stato osservato durante la pandemia di COVID-19, quando figure autorevoli di spicco hanno infranto le linee guida, portando a riduzioni misurabili della conformità pubblica e a un cambiamento di atteggiamento”.

“La politica verde ha problemi di reputazione simili e profondamente radicati con l’ipocrisia dell’élite”, osserva Breitbart. “Una caratteristica comune dei vertici sul cambiamento climatico è stata l’arrivo di partecipanti di alto profilo con jet privati ​​o governativi, una disconnessione tra parola e azione che sembra improbabile che svanisca nel breve termine”.

Il documento ha concluso che le persone possono essere “spinte” piuttosto facilmente a cambiare il loro comportamento in risposta agli annunci del governo e “hanno una forte tendenza a conformarsi”.

L’indagine ha anche scoperto che anche se i cambiamenti forzati allo stile di vita non sono desiderati dal pubblico, la maggior parte tende comunque ad allinearsi con il nuovo status quo piuttosto rapidamente.

Il rapporto è stato preparato dal Behavioral Insights Team (BIT), un organismo quasi governativo che ha fatto parte dello sforzo di utilizzare metodi “totalitari” e “non etici” per instillare paura nella popolazione come mezzo per spaventarli e costringerli a rispettare le regole durante il lockdown.

Un gruppo correlato, il team Scientific Pandemic Insights Group on Behaviors, ha avvertito all’inizio del primo lockdown che un “numero sostanziale di persone non si sente ancora sufficientemente minacciato personalmente [da Covid-19]”.

“Il livello percepito di minaccia personale deve essere aumentato tra coloro che sono compiacenti, utilizzando messaggi emotivi incisivi”, ha aggiunto il gruppo, portando a numerose campagne di propaganda luride che hanno esagerato la minaccia di COVID per costringere il pubblico alla totale sottomissione.

In sintesi, il pubblico è in gran parte sconsiderato, compiacente e docile e può essere costretto ad accettare qualsiasi cosa purché sia ​​bombardato dalla giusta propaganda.

Meraviglioso.

Fonte

211021public1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La verita’ sulla situazione Covid in Inghilterra: La CNBC mente sui ricoveri per COVID nel tentativo di amplificare le richieste per un nuovo lockdown

Affermare che sono “in costante aumento” da quando le restrizioni sono state revocate non è vero.

Nel tentativo di amplificare le richiesteper ulteriori misure di lockdown, la CNBC ha riferito erroneamente che i ricoveri per COVID in Inghilterra sono “in costante aumento” da quando le restrizioni sono state revocate, quando in realtà è vero il contrario.

L’articolo, scritto da Holly Ellyatt, tenta di incolpare le persone che non indossano la mascherina per il picco sostenuto di ricoveri COVID.

“I ricoveri e i decessi sono in costante aumento dall’estate, quando le restrizioni Covid in Inghilterra sono state revocate il 19 luglio”, afferma Ellyatt.

Non e’ vero per nulla.

Come illustra l’economista Andrew Lilico con i dati ufficiali sulla salute pubblica, i ricoveri dal 19 luglio sono diminuiti se non gradualmente ridotti.

Non aspettarti che l’articolo della CNBC venga “verificato” da nessuno, dato che cerca di rafforzare la narrativa ufficiale.

“Ora la situazione sembra drammaticamente diversa, con il Paese che registra quasi 50.000 nuovi casi di Covid al giorno, il che gli conferisce uno dei peggiori tassi di infezione giornaliera al mondo”, secondo il rapporto.

In realtà, come riconosce Reuters, l’aumento dei casi è alimentato dagli studenti, che vengono ossessivamente testati per aumentare i numeri.

Come avevamo previsto numerose volte, i fanatici delle maschere hanno aspettato il ritorno di alunni e studenti universitari per poter poi indicare quelle cifre come motivo per imporre un altro lockdown.

Il fatto che i decessi per COVID siano ancora elencati come se fossero avvenuti entro una finestra di 28 giorni da un test positivo significa anche che l’inevitabile maggior numero di decessi tra gli anziani quest’inverno verrà aggiunto artificialmente al totale.

Questo perché gli ospedali testano tutti i ricoverati, il che significa che anche se una persona anziana entra in ospedale con una malattia totalmente estranea al COVID ma ha anche il coronavirus, la sua morte sarà elencata come COVID se muore entro un mese.

La campagna di lobbying dei fanatici del lockdown per fare il lavaggio del cervello agli inglesi affinché accettino la reimposizione delle restrizioni COVID-19 è in corso ancora una volta.

I media mainstream come Sky News stanno dedicando tutta la loro massima copertura a infondere paura al pubblico al fine di ingegnerizzarli socialmente per accettare le restrizioni.

Il professor Neil Ferguson, i cui modelli si sono rivelati clamorosamente sbagliati più e più volte, ora chiede nuove restrizioni.

Ferguson ha preso le restrizioni imposte durante il primo lockdown così seriamente che lui e la sua amante sposata hanno viaggiato avanti e indietro per Londra più volte in violazione delle regole per fare sesso.

Ferguson e altri sostenitori del lockdown hanno previsto che la revoca delle restrizioni in estate avrebbe causato da 100.000 a 300.000 casi al giorno oltre a 7.000 ricoveri al giorno.

Si sono completamente sbaglaiti, perche` li si ascolta ancora?

Eppure era tutto così prevedibile.

Sei settimane fa, abbiamo avvertito come il governo si stesse preparando per la reintroduzione delle restrizioni alla fine di ottobre, quando i consiglieri del governo SAGE hanno prefigurato la loro agenda preparando il pubblico a nuovi lockdown durante il semestre scolastico, che inizia lunedì.

Il rapporto ha anche notato come il governo avesse già deciso di reimporre gli obblighi di mascherine, mentendo contemporaneamente al pubblico sostenendo che non avrebbe messo in atto nuove restrizioni, proprio come hanno mentito sui passaporti vaccinali, che probabilmente verranno introdotti mentre il paese è schiacciato in sottomissione.

Fonte

201021covid1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Altri due ospedali richiedono la vaccinazione prima di consentire trapianti di organi

Niente vaccino, niente rene

Altri due sistemi ospedalieri, la Cleveland Clinic e gli University Hospitals, hanno annunciato che non eseguiranno trapianti di organi a meno che sia il donatore che il paziente non abbiano ricevuto la vaccinazione COVID-19.

La rivelazione segue la notizia che l’UCHealth del Colorado ha negato a una donna con insufficienza renale al quinto stadio un trapianto di rene perché si era rifiutata di farsi vaccinare.

“La Cleveland Clinic ha recentemente sviluppato protocolli di sicurezza per il trapianto di organi solidi che richiedono la vaccinazione COVID-19 per diventare un candidato al trapianto attivo o un donatore vivente”, ha affermato il sistema ospedaliero in una nota.

I pazienti in lista d’attesa per il trapianto di organi hanno tempo fino al 1° novembre per vaccinarsi. Se non lo fanno, l’ospedale presumibilmente li lascerà semplicemente morire.

Ma quanto e’ progressista sta cosa?

L’UH Transplant Institute ha rilasciato una dichiarazione simile, annunciando che “comincerà a richiedere vaccinazioni COVID per i suoi pazienti”.

Nel prossimo futuro distopico collettivo, non solo ti verrà chiesto di essere vaccinato per ricevere assistenza sanitaria, ma controlleranno anche il tuo punteggio del credito sociale.

Hai criticato l’amministrazione di Draghi con un po’ troppo veemenza su Facebook? Ti sei lamentato del lockdown climatico di questa estate? Hai ritwittato un segmento di Montagner riguardo il coronavirus?

Nessuna assistenza sanitaria per te. Nessun trapianto di organi.

Goditi la morte, razzista.

Non è uno scherzo, gli ospedali nel Regno Unito stanno negando attivamente l’assistenza sanitaria ai pazienti ritenuti “sessisti”, “omofobici” o “razzisti”.

Fonte

121021transplant1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €