Archivi Blog

Centinaia di bambini abusati sessualmente per diversi decenni affidati alle cure del Consiglio di Londra su una scala “difficile da comprendere”

L’inchiesta indipendente sugli abusi sessuali su minori ha scoperto che più di 700 bambini affidati al Lambeth Council di Londra sono stati abusati per diversi decenni come parte di un “gioco di potere tossico”.
In un rapporto di martedì, l’inchiesta ha affermato che i bambini affidati al Lambeth Council “sono stati sottoposti a livelli di crudeltà e abusi sessuali difficili da comprendere” in tre case di cura – Shirley Oaks, South Vale e Angell Road – “dove la violenza e l’aggressione sessuale è stata lasciata prosperare “.

Dagli anni ’60, il consiglio di Lambeth avrebbe ricevuto denunce di abusi sessuali da 705 ex residenti delle case di cura, tuttavia solo “un dipendente anziano” è stato disciplinato dal consiglio.

“Il rapporto rileva che la reale portata dell’abuso sessuale contro i bambini affidati a Lambeth non sarà mai conosciuta, ma è certo che sarà significativamente più alta di quanto formalmente registrato”, ha dichiarato l’inchiesta, che ha anche affermato che i bambini neri affidati alle cure del Consiglio di Lambeth hanno subito razzismo e un “trattamento abusivo”.

In seguito alla rivelazione che un bambino trovato morto a Shirley Oaks nel 1977 si era lamentato di abusi sessuali nella casa di cura, l’inchiesta chiede ora alla polizia metropolitana di valutare se debba essere avviata un’indagine penale sulle circostanze della morte.

La presidentessa dell’inchiesta Alexis Jay – che ha condotto l’analoga indagine del 2014 sugli abusi sessuali su minori di Rotherham, che ha trovato almeno 1.400 vittime e membri implicati del consiglio – ha affermato che i bambini di Lambeth “sono diventati pedine in un gioco di potere tossico” tra “il Consiglio e il governo centrale.”

“C’era una cultura viziosa e regressiva, per la quale un numero di membri eletti di primo piano era principalmente responsabile, aiutata e incoraggiata in alcuni casi da alti funzionari egoisti”.

Martedì il Lambeth Council si è formalmente scusato per la sua incapacità di proteggere i bambini vulnerabili, con la leader del consiglio Claire Holland che ha definito il rapporto “profondamente scioccante”.

A nome del consiglio, voglio ribadire le nostre profonde e sincere scuse a tutte le vittime e sopravvissute agli abusi e all’abbandono mentre erano sotto la cura di Lambeth”, ha detto, prima di dare la colpa al “consiglio del passato”.

Holland ha sostenuto che mentre il consiglio accetta i suoi “fallimenti imperdonabili” e che “ha fallito così tante persone”, c’è una “grande differenza tra il consiglio di Lambeth del passato e quello di oggi”, che è “diverso, più incentrato sui bambini e un posto positivo per i giovani.”

Il consiglio ha anche promosso il suo programma, che consente alle vittime dell’abuso di richiedere un risarcimento economico e una consulenza gratuita.

Fonte

6100025c85f540671e41c934

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Un consiglio comunale nel Regno Unito ha suggerito che la torta locale potrebbe essere razzista perché contiene zucchero

Il consiglio comunale di Leeds è preoccupato per le origini dei prodotti locali come la torta Parkin perché potrebbe aver incluso un tempo lo zucchero importato dai Caraibi ed è quindi da considerarsi razzista.

Sì davvero.

La torta di pan di zenzero è stata segnalata in un documento del consiglio laburista come parte di un programma eseguito specificatamente per saziare i delinquenti di Black Lives Matter e scoprire “esempi di come il razzismo continua a essere prevalente nella vita di tutti i giorni”.

“Storicamente, alcuni degli ingredienti utilizzati per realizzare questi prodotti “locali” sono stati ottenuti attraverso il commercio triangolare degli schiavi (ad esempio lo zucchero)”, afferma il documento.

L’indagine cruciale, che il documento conferma essere stata condotta “in relazione a Black Lives Matter”, lamenta “come prodotti locali come lo Yorkshire Parkin e il tè dello Yorkshire siano, di fatto, dipendenti dal commercio globale”.

Oh no, l’orrore.

La cosa diventa ancora piu’ scandalosa se si pensa che tutte queste informazioni sono state preparate per le scuole in modo che ai bambini in età scolare si possa insegnare quanto dovrebbero odiare se stessi e il proprio paese.

Il documento lamenta il fatto che lo zucchero nella torta Parkin, così come gli ingredienti per lo Yorkshire Tea, “sarebbero stati acquistati da tutto l’impero e avrebbero comportato il lavoro di persone sotto schiavitu’, nonché lo sfruttamento delle risorse e delle comunità in tutto il mondo. “

“È possibile che i leader della città abbiano preso di mira la torta dopo aver determinato che mancavano statue problematiche nella città”, riferisce RT. “A differenza di città come Bristol – dove è stata rovesciata una statua del commerciante di schiavi Edward Colston – Leeds è priva di memoriali che onorano le persone legate alla tratta degli schiavi, conclude il rapporto. Tuttavia, “i temi dell’impero e del colonialismo sono ancora importanti all’interno del patrimonio della città” e si può fare molto per promuovere una maggiore “diversità” nel comune”.

Lascia che ti ricordi che questa totale stupidità è tutta finanziata dai contribuenti.

Fonte

210721parkin1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Consigliere del governo ammette che le maschere hanno la mera funzione di “copertine protettive”

Mentre il governo del Regno Unito annuncia oggi la “giornata della libertà”, un consulente scientifico del governo, ha ammesso che le maschere facciali fanno ben poco per proteggere dal coronavirus e sono fondamentalmente solo “copertine protettive”.

Il dottor Colin Axon, un consigliere di SAGE per il governo, ha dichiarato al London Telegraph che i medici hanno dato alle persone una visione “da fumetto” di come i virus microscopici viaggiano nell’aria e le maschere hanno buchi che sono fino a 5000 volte più grandi delle particelle di Covid.

“Le piccole dimensioni non sono facilmente comprensibili, ma un’analogia imperfetta sarebbe immaginare biglie sparate contro delle impalcature, alcune potrebbero colpire un palo e rimbalzare, ma ovviamente la maggior parte volerà attraverso”, ha detto Axon.

“Una volta che una particella non è su una superficie biologica non è più un problema biomedico, riguarda semplicemente la fisica. Il pubblico ha solo una visione parziale della storia se le informazioni provengono da un solo tipo di fonte”, ha continuato Axon, aggiungendo “I medici hanno alcune delle risposte ma non una visione completa”.

Notando che il “dibattito sulla maschera riguarda il viaggio delle particelle”, Axon ha spiegato che “le maschere possono catturare le goccioline quando si tossisce, ma ciò che è importante è che la SARS CoV-2 si diffonde principalmente da minuscoli aerosol”.

“Una particella virale Covid è di circa 100 nanometri, i buchi nel materiale nelle maschere chirurgiche blu sono fino a 1.000 volte più grandi, i buchi delle maschere di stoffa possono essere 500.000 volte più grandi”, ha esortato Axon.

Il professore ha osservato che “quegli aerosol sfuggono alle maschere e renderanno la maschera inefficace”, aggiungendo “Il pubblico chiedeva che fosse fatto urgentemente qualcosa, hanno avuto le maschere, si tratta solo di una copertina di protezione.”.

“In tutto il mondo puoi guardare i mandati delle maschere e sovrapporre i tassi di infezione, non e’ possibile notare alcun effetto dato dall’utilizzo delle maschere”, ha inoltre osservato Axon, aggiungendo che “La cosa migliore che puoi dire su qualsiasi maschera è che qualsiasi effetto positivo abbia avuto è troppo piccolo per essere misurato.”

I commenti di Axon fanno eco a quelli del Dr. Anthony Fauci, che ha scritto nel febbraio 2020 che una tipica maschera per il viso acquistata in negozio “non è davvero efficace nel tenere fuori il virus, che è abbastanza piccolo da passare attraverso il materiale”.

Fauci in seguito ha invertito la sua posizione dopo che il CDC ha iniziato a raccomandare agli americani di indossare coperture per il viso. Raccomandazioni simili sono state poi fatte in tutto il mondo, con funzionari dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che hanno persino raccomandato che i mandati per le maschere rimangano in vigore INDEFINITAMENTE.

Le reti di social media hanno a lungo censurato e cancellato le informazioni relative all’efficacia delle maschere, nonostante numerosi studi credibili concludano che sono in gran parte inutili per fermare la diffusione di COVID-19.

Uno studio in Danimarca che ha coinvolto 6.000 partecipanti ha scoperto che “non c’era alcuna differenza statisticamente significativa tra coloro che indossavano maschere e coloro che non lo facevano quando si trattava di essere infettati da Covid-19”, ha riferito lo Spectator.

“L’1,8 per cento di coloro che indossavano le mascherine ha contratto il Covid, rispetto al 2,1 per cento del gruppo di controllo. Di conseguenza, sembra che qualsiasi effetto che le maschere abbiano sulla prevenzione della diffusione della malattia nella comunità sia limitato”.

Mentre il governo afferma che da oggi le mascherine sono facoltative nel Regno Unito, molte compagnie ferroviarie e altre imprese hanno affermato che rimangono obbligatorie, causando una diffusa confusione.

Fonte

linus-copertina

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

I consulenti scientifici del governo del Regno Unito ammettono di aver usato tattiche di paura “totalitarie” per controllare le persone durante la pandemia

“Il modo in cui abbiamo usato la paura è stato distopico”

Scienziati nel Regno Unito che lavorano come consulenti del governo hanno espresso rammarico per aver utilizzato quelli che ora ammettono essere metodi “non etici” e “totalitari” per instillare la paura nella popolazione al fine di controllare il comportamento durante la pandemia, secondo un rapporto.

Il London Telegraph riporta i commenti fatti dai membri dello Scientific Pandemic Influenza Group on Behaviour (SPI-B), un sottocomitato dello Scientific Advisory Group for Emergencies (Sage), il principale gruppo consultivo scientifico del governo.

Il rapporto cita un briefing di marzo 2020, quando è stato decretato il primo lockdown, nel quale si affermava che il governo dovrebbe aumentare drasticamente “il livello di minaccia personale percepito” poiche’ “un numero considerevole di persone non si sente ancora sufficientemente minacciato” .

Uno scienziato dell’SPI-B ammette che “A marzo [2020] il governo era molto preoccupato per la conformità e pensava che le persone non avrebbero voluto essere rinchiuse. Ci sono state discussioni sul livello di paura necessario per incoraggiare le persone ad obbedire e sono state prese decisioni su come aumentare la paura. “

Lo scienziato senza nome aggiunge che “Il modo in cui abbiamo usato la paura è distopico”.

Lo scienziato ha inoltre confessato che “L’uso della paura è stato decisamente discutibile dal punto di vista etico. È stato come uno strano esperimento. Alla fine, si è ritorto contro perché le persone si sono spaventate troppo “.

Un altro scienziato separato del sottocomitato ha affermato: “Si potrebbe chiamare psicologia del “controllo mentale”. Questo è quello che facciamo … chiaramente cerchiamo di affrontarlo in modo positivo, ma è stato usato in modo nefasto in passato. “

Un altro scienziato ha avvertito che “Dobbiamo stare molto attenti all’autoritarismo che si sta insinuando”, aggiungendo “le persone usano la pandemia per prendere il potere e fare cose prima impensabili”.

Secondo il rapporto, un altro ricercatore del gruppo ha riconosciuto che “Senza un vaccino, la psicologia è la tua arma principale”.

Un altro scienziato del sottocomitato ha dichiarato di essere stato “sbalordito da come la psicologia comportamentale e’ stata utilizzata come un’arma” nell’ultimo anno e ha avvertito che “gli psicologi non sembravano notare quando ha smesso di essere altruista ed è diventato manipolativo”.

“Hanno troppo potere e li inebria”, ha ulteriormente avvertito lo scienziato.

I commenti sono stati raccolti dall’autrice Laura Dodsworth, per il suo libro A State of Fear, in uscita oggi, che esplora le azioni del governo durante la pandemia.

Quando il Telegraph ha chiesto al sottocomitato di commentare i risultati, lo psicologo dell’SPI-B Gavin Morgan ha risposto: “Chiaramente, usare la paura come mezzo di controllo non è etico. Usare la paura sa di totalitarismo. Non è una posizione etica per nessun governo moderno “.

Morgan ha aggiunto che “Per natura sono una persona ottimista, ma tutto questo mi ha dato una visione più pessimistica delle persone”.

Commentando le rivelazioni, il conservatore Steve Baker, un membro di un gruppo di parlamentari anti-lockdown, ha detto: “Se è vero che lo stato ha preso la decisione di terrorizzare il pubblico per ottenere il rispetto delle regole, ciò solleva domande estremamente serie sul tipo di società che vogliamo diventare. “

Lo stato di paura del governo continua minuto per minuto poiché i ministri del governo stanno ora suggerendo che il cosiddetto “ giorno della libertà ” nel Regno Unito (una situazione in cui il governo consente alle persone di avere diritti fondamentali non è libertà) il 21 giugno è minacciato perché un considerevole parte della popolazione si rifiuta di prendere il vaccino:

Fonte

gettyimages-1214266712-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il circo woke colpisce ancora: Polizia inglese costretta a rispondere dopo aver esposto un cartellone con scritto “Essere offensivi e` un reato”

Costretta a chiarire che “essere offensivi non è di per sé un reato”.

La polizia del Merseyside è stata costretta a rispondere dopo che gli agenti hanno preso parte a una campagna pubblicitaria elettronica fuori da un supermercato che sosteneva che “essere offensivi è un reato”, con le autorità che in seguito hanno chiarito che in realtà non è un reato.

Durante il fine settimana, il cartellone elettronico mobile è stato parcheggiato davanti a un supermercato Asda per una campagna di pubbliche relazioni.

“Essere offensivi è un reato” recita l’annuncio, presentando un distintivo della polizia sovrapposto a una bandiera arcobaleno LGBT.

“La polizia del Merseyside sta con e sostiene la comunità LGBTQI +, non tollereremo i crimini d’odio a nessun livello. Vieni a parlare con #TeamBeb “, afferma il testo dell’annuncio.

Il cartellone ha ricevuto enormi critiche, con molte persone che hanno sottolineato che in realtà non è un reato penale essere offensivi.

La polizia del Merseyside è stata costretta a chiarire in seguito in una dichiarazione che “essere offensivi non è di per sé un reato”.

Forse avrebbero dovuto capirlo prima di metterlo a grandi lettere sul lato di un furgone.

La polizia ha affermato che l’annuncio aveva lo scopo di “incoraggiare le persone a denunciare crimini ispirati dall’odio” e “sebbene vi fossere buone intenzioni ci scusiamo per l’eventuale confusione che ciò potrebbe aver causato”.

Sebbene essere “offensivi” non sia illegale nel Regno Unito, esiste il reato di essere “gravemente offensivi”, ma risulta molto difficile da dimostrare e raramente si arriva in tribunale.

A causa della scarsità di fondi, le forze di polizia nel Regno Unito stanno lottando per tenere il passo con l’aumento dei tassi di criminalità. Nel 2015, il capo del Consiglio dei capi della polizia nazionale ha affermato che gli agenti non sarebbero stati in grado di perseguire alcuni furti.

Ciò ha portato a critiche diffuse sul fatto che le autorità siano troppo fissate sul controllo dei crimini mentali mentre i crimini reali vengono ignorati.

“Allora non ci sono problemi con armi da fuoco o coltelli nel Merseyside?” ha chiesto Nigel Farage.

Fonte

220221offensive1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Scienziati e parlamentari chiedono “Dove sono le prove del nuovo ceppo mutante di Covid che e` del 70% più contagioso?”

Professore dell’Università di Oxford: “Faccio questo lavoro da 25 anni e posso dire che non è possibile stabilire un numero quantificabile in un lasso di tempo così breve.”

Mentre Londra e l’intero sud-est del Regno Unito sono stati costretti in un nuovo lockdown durante il fine settimana, decine di paesi hanno vietato tutti i viaggi da e per il Regno Unito, ma gli scienziati chiedono di vedere le prove che ci sia un ceppo mutante del 70% più contagioso, non essendo stato mostrato nulla dal governo.

Il Daily Mail riporta che Carl Heneghan, professore di medicina basata sull’evidenza presso il Nuffield Department of Primary Care dell’Università di Oxford, ha espresso scetticismo sulla cifra del 70%.

“Faccio questo lavoro da 25 anni e posso dire che non è possibile stabilire un numero quantificabile in un lasso di tempo così breve”, ha detto Heneghan.

“Ogni esperto sta dicendo che è troppo presto per trarre simili conclusioni”, ha aggiunto il professore.

“Vorrei avere prove molto chiare piuttosto che un semplice ‘pensiamo sia più trasmissibile’, così possiamo vedere se lo e` o meno”, ha continuato Heneghan.

“Ha enormi implicazioni, sta causando paura e panico, ma non dovremmo trovarci in questa situazione quando il governo sta diffondendo dati che non sono quantificabili”, ha ulteriormente esortato il professore.

“Stanno adattando i dati alle prove. Vedono casi in aumento e stanno cercando prove per spiegarlo “, ha dichiarato Heneghan.

Il “ceppo mutante” circola da settembre, secondo il governo, con il primo ministro Boris Johnson che lo utilizza per giustificare la letterale cancellazione del Natale.

Tuttavia, il professor Heneghan ha sottolineato che se questo ceppo è davvero molto più contagioso “dovremmo bloccare l’intero paese”.

Pochi minuti dopo che Johnson ha annunciato che Londra e il sud-est sarebbero stati messi sotto lockdown sabato a mezzanotte, migliaia di persone si sono accalcate nelle stazioni ferroviarie nel tentativo di fuggire in altre parti del paese.

Mentre le persone a Londra non sono in grado di viaggiare, centinaia di voli da tutto il mondo hanno continuato ad atterrare e decollare dagli aeroporti della città durante il fine settimana.

I dati in possesso del governo sul “nuovo ceppo” di COVID provengono dall’analisi dell’ente consultivo The New and Emerging Respiratory Virus Threats Advisory Group (Nervtag).

Nessuno ha visto i dati, con il Primo Minstro che sostiene che si tratta di “dati iniziali”, “soggetti a revisione “, ma “sono i migliori che abbiamo al momento”.

Annunciando il livello di restrizione “Tier 4” precedentemente inesistente, Johnson ha aggiunto che stava accadendo a causa di un “cambiamento nella scienza”:

Alcuni parlamentari conservatori, che si stavano già ribellando contro il blocco di livello 3, hanno chiesto che il governo renda pubbliche tutte le prove scientifiche a sua disposizione.

Il governo è stato accusato di essere stato “ridicolizzato dalla scienza”, con l’ex leader conservatore Iain Duncan Smith che ha notato che l’ufficiale medico capo professor Chris Whitty e il consigliere scientifico capo Sir Patrick Vallance “si nascondono quando gli fa comodo”.

“’Perché non hanno avvertito prima i ministri? Soprattutto quando, come ora sappiamo, gli scienziati hanno appreso di questa mutazione a settembre “, ha chiesto Duncan-Smith.

“Le disposizioni per il Natale sono state espressamente votate dal Parlamento. Se devono essere modificate, a mio avviso, il Parlamento dovrebbe votare di nuovo “, ha aggiunto Swayne.

“Il Parlamento ha votato esplicitamente per una certa serie di accordi, sembra perfettamente corretto quindi che il Parlamento debba essere consultato quando questi vengono modificati, indipendentemente dal governo che agisce in caso di emergenza, tuttavia è perfettamente corretto richiamare il Parlamento all’inizio di questa settimana almeno per ratificare quei cambiamenti “, ha continuato il parlamentare.

Swayne ha osservato che ai parlamentari non è stata fornita alcuna prova per giustificare le maggiori restrizioni e che un terzo del paese è stato effettivamente imprigionato tramite una conferenza stampa.

“Spiega: dopo tutto siamo una democrazia, mostra ai rappresentanti eletti le prove in possesso e perché si e` arrivati a questa decisione”, ha sottolineato Swayned.

Il parlamentare ha accusato il governo di aver atteso intenzionalmente che il parlamento avesse iniziato la pausa per Natale prima di fare l’annuncio, al fine di evitare una ribellione.

“Lo sapevano da settembre e quanto e` stato conveniente, quando il Parlamento è andato in pausa giovedì, essere in grado di produrre questa rivelazione”, ha osservato Swayne.

“Vediamo le prove, facciamo intervenire il Parlamento, diteci la verità”, ha esortato, aggiungendo “Voglio che il Parlamento venga richiamato in modo da poter esaminare adeguatamente in una democrazia le decisioni che vengono prese che influenzano la nostra economia radicalmente e la nostra libertà. “

Fonte

gettyimages-1224413537-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Ai cittadini del Regno Unito potrebbe essere impedito di andare a lavorare se non presentano un certificato vaccinale per il COVID-19

Secondo un parlamentare anziano, i lavoratori britannici potrebbero trovarsi banditi da pub, ristoranti e forse anche dal posto di lavoro se si rifiutano di farsi il vaccino per il COVID-19.

Parlando al podcast “Commons People” dell’HuffPost UK, come notato da Metro, il conservatore Tom Tugendhat ha avvertito che potrebbe “certamente vedere il giorno” in cui sarà richiesta una prova di vaccinazione per tornare alla vita normale.

“Se la vaccinazione funziona e se siamo convinti della sua sicurezza, e tutte le indicazioni finora sono buone, allora potremo vedere le aziende che impediranno ai loro lavoratori di tornare sul posto di lavoro se non sono vaccinati.

“E posso certamente vedere luoghi di incontro sociale che chiedono certificati di vaccinazione”. Detto questo, secondo il ministro della Salute Matt Hancock, un mandato governativo sul vaccino non è nell’orizzonte immediato.

Il parlamentare ha parlato nella settimana in cui il candidato vaccino della Pfizer si è dimostrato efficace al 90%.

Il governo ha delineato la sua strategia per far vaccinare le persone il più rapidamente possibile, a partire da quelle più vulnerabili o che lavorano in prima linea nella pandemia. Nonostante alcuni esperti abbiano sollecitato il governo a rendere obbligatorio il vaccino, il ministro della Sanità Matt Hancock ha già sottolineato che non sarà così. Metro

Ticketmaster con sede negli Stati Uniti sta pianificando di verificare lo stato di vaccinazione dei frequentatori di concerti o se sono risultati negativi per COVID-19 entro un periodo di 24-72 ore.

Il deputato Tugendhat, che presiede la commissione per gli affari esteri, ha anche indicato i viaggi all’estero come un altro esempio di industrie che già richiedono la prova delle vaccinazioni per i visitatori che cercano di entrare in determinati paesi.

“Ricordo quando viaggiavo un po ‘ più di adesso – quando vai in alcuni paesi dovevi mostrare un certificato per la febbre gialla e se non lo avevi non ti era permesso entrare nel paese “, ha detto Tugendhat, aggiungendo” Non ci sono stati dibattiti, né appelli, né ulteriori richieste. E posso vedere una situazione in cui sì, ovviamente sei libero di non avere il vaccino, ma avrai delle conseguenze “.

Quando gli è stato chiesto se pensava che il trasporto pubblico e servizi simili potessero seguire l’esempio nel richiedere ‘passaporti immunità’, ha risposto “Dipenderà dal tipo di trasporto pubblico, ma non voglio iniziare a fare previsioni”.

Ma penso che se le cose si dimostrano sicure, rifiutarle quando avranno un effetto più ampio sull’intera società avrà conseguenze.

Fonte


 

113187592_passportsepia

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il primo ministro inglese incontra Bill Gates per parlare dell’implementazione di un programma di vaccinazione globale

Boris Johnson intende utilizzare la presidenza britannica del G7 nel 2021 per attuare l'”approccio globale” della Fondazione Gates riguardo la “sicurezza sanitaria”

Il primo ministro britannico Boris Johnson, attualmente criticato per aver imposto un altro lockdown sulla base di dati discutibili, si è incontrato con Bill Gates per discutere l’implementazione di un programma globale di “sicurezza sanitaria” utilizzando la presidenza britannica del G7 per accelerare il processo.

Johnson ha incontrato Gates insieme agli amministratori delegati di dieci delle più grandi aziende farmaceutiche del mondo per organizzare i piani per il lancio del vaccino.

Ogni CEO ha accettato di impegnarsi a fornire un accesso “equo” al vaccino in tutto il mondo quando sarà pronto.

Johnson ha affermato che l’opportunità offerta dalla presidenza del G7 nel 2021 alla Gran Bretagna consentirà alla nazione di guidare un piano sanitario globale sviluppato dalla Bill and Melinda Gates Foundation in collaborazione con il Wellcome Trust.

Il piano è stato svelato da Gates alle Nazioni Unite a settembre, dove ha chiesto di rivedere la capacità di big pharma di produrre “vaccini e trattamenti”.

Johnson ha salutato lo sforzo come una “nuova era di collaborazione per la risoluzione dei problemi” e “preparazione alle pandemie”, aggiungendo che sarà un “impegno veramente globale”.

Il Primo Ministro ha affermato che i leader mondiali avrebbero dovuto dare ascolto agli avvertimenti di Gates anni fa e ora devono collaborare con la sua Fondazione per evitare che “qualcosa come [Covid-19] accada di nuovo”.

Gates ha osservato che “il mondo ha bisogno di una strategia globale; un approccio coerente al finanziamento e alla produzione di miliardi di dosi di vaccini, test e farmaci; e una rete per monitorare le nuove minacce “.

“Siamo fortunati che il primo ministro Johnson abbia escogitato un piano intelligente per fare proprio questo nel Regno Unito e la nostra fondazione continuerà a lavorare con il suo governo e altri per renderlo una realtà”, ha aggiunto Gates.

Il governo britannico si sta preparando a lanciare il vaccino contro il coronavirus a un livello mai visto prima, arruolando l’esercito per distribuire il vaccino nelle arene, nei palazzetti dello sport e nei centri commerciali.

È stato descritto come “il più grande sforzo logistico dalla seconda guerra mondiale”.

Gates ha già dichiarato che il mondo non tornerà alla normalità fino a quando “molte persone” non prenderanno un secondo vaccino contro il coronavirus “super efficace” che potrebbe essere lontano anni.

La scorsa settimana, Gates ha previsto che uno “scenario ottimale” per un ritorno alla normalità sarebbe la fine del 2021, una data qualificata con la condizione: “Non sappiamo ancora se questi vaccini avranno successo”.

Il miliardario ha anche suggerito che i governi hanno bisogno di “fare un brainstorming” sui modi per “ridurre l’esitazione sui vaccini”, di fronte alle “teorie del complotto” anti-vaccino.

Fonte

gettyimages-1183210463-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante ,aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Centinaia di medici e accademici britannici scrivono a Boris Johnson: I dati sul covid-19 sono esagerati e parlare di “seconda ondata” e` fuorviante

Quasi 500 medici e accademici hanno scritto una lettera al primo ministro britannico Boris Johnson – poche ore dopo che le elezioni statunitensi sono state “decise” – informandolo che i dati Covid ufficiali erano “esagerati” e che parlare di una seconda ondata di Covid è ingannevole”.

La lettera criticava la gestione del virus da parte del governo e diceva che la risposta alla pandemia è stata “sproporzionata” rispetto al rischio, secondo il Daily Mail.

Il gruppo afferma che i test di massa hanno “distorto il rischio del virus”, che è probabile che l’elevato numero di test produca falsi positivi e che i tassi di infezione e di morte devono essere inseriti nel contesto dei normali tassi stagionali.

Il gruppo di scienziati, medici e accademici ha anche affermato che la seconda ondata del Regno Unito “ha già raggiunto il picco”:

Il professor Tim Spector, che guida l’app Covid Symptom Study che mira a monitorare la diffusione del Covid-19 nel Regno Unito, ha confermato che c’erano “segnali positivi” che il paese ha “superato il picco della seconda ondata”.

La lettera è intitolata “First Do No Harm”. Arriva un giorno dopo che il Regno Unito ha confermato 24.957 test positivi, in aumento del 13,9% rispetto al totale della settimana precedente. L’immunologo Dr. Charlotte R. Bell, il pediatra Dr. Rosamond Jones e Keith Willison, professore di biologia chimica all’Imperial College sono tra coloro che hanno firmato la lettera.

“La gestione della crisi è diventata sproporzionata e ora sta causando più danni che benefici”, afferma. “Esortiamo i responsabili politici a ricordare che questa pandemia, come tutte le pandemie, alla fine passerà, ma il danno sociale e psicologico che sta causando rischia di diventare permanente”.

“Dopo la risposta giustificabile iniziale al Covid-19, la base di prove ora mostra un’immagine diversa”, continua.

“Il problema dei tassi di falsi positivi non è stato ancora affrontato. Accanto a questo abbiamo il problema che è normale vedere un aumento delle malattie e dei decessi durante i mesi invernali “, prosegue la lettera.

Quindi, il gruppo sottolinea che la “seconda ondata” potrebbe non essere diversa da un normale novembre nel Regno Unito: “È da notare che [il] tasso di mortalità nel Regno Unito è attualmente intorno alla media per questo periodo dell’anno. L’uso del termine “seconda ondata” è quindi fuorviante: abbiamo le conoscenze per consentire una politica che protegga gli anziani e le persone vulnerabili senza aumentare i danni sanitari ed economici e che non vada a scapito del nostro intero stile di vita e in particolare di quello dei bambini della nazione.

“Il tasso R del coronavirus è sceso in cinque regioni dell’Inghilterra questa settimana – ad eccezione di Londra e del sud-est, dove non è cambiato – ed è rimasto stabile tra 1,1 e 1,3 in Inghilterra e nel Regno Unito nel suo complesso.- ha concluso il Daily Mail.

La lettera è stata organizzata da un gruppo chiamato UsForThem, che si oppone alle forti restrizioni sul coronavirus.

Fonte

bj

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €


 

Black Lives Matter presenta domanda per diventare un partito politico nel Regno Unito

Un gruppo di Black Lives Matter ha formalmente chiesto di diventare un partito politico nel Regno Unito lunedì, confermando i sospetti che il movimento di estrema sinistra abbia effettivamente aspirazioni politiche in Gran Bretagna, nonostante le affermazioni che il movimento sia apartitico.

Il 26 ottobre, è stata presentata domanda alla Commissione elettorale da parte di Black Lives Matter per diventare un partito politico a tutti gli effetti in tutto il Regno Unito.

In risposta alla mossa, il commentatore politico ed ex insegnante Calvin Robinson – che è lui stesso di razza mista e ha subito abusi razzisti in passato per non aver ricoperto posizioni politiche di sinistra – ha detto a Breitbart London: “Sicuramente non può più esserci alcun dubbio , Black Lives Matter è un movimento politico con un’agenda politica. Chiunque protesta ancora sotto quella bandiera deve sottoscrivere i loro principi anti-britannici “.

L’ex eurodeputato del Partito Brexit Martin Daubney ha aggiunto sui social media: “Molti di noi che hanno affermato che questo era il loro obiettivo sono stati additati come estremisti!”

Il movimento Black Lives Matter ha visto una rinascita nel Regno Unito dopo la morte di George Floyd in America, organizzando proteste di massa in tutto il paese, con molte che sono degenerate in scontri violenti con la polizia. Il gruppo era anche dietro una diffusa campagna iconoclasta per abbattere e deturpare statue in onore di personaggi storici britannici.

A giugno, al culmine del furore e del caos, il leader della Brexit Nigel Farage ha descritto Black Lives Matter come “un’organizzazione marxista pericolosa, incline all’anarchia, e dobbiamo svegliarci, avere chiari alcuni fatti nella nostra testa e capire cosa stiamo combattendo. “

Un portavoce dell’affiliata Black Lives Matter in Gran Bretagna (UKBLM) ha negato qualsiasi connessione o conoscenza del gruppo che ha presentato la richiesta di diventare un partito politico, dicendo al Daily Mail: “Non abbiamo assolutamente alcun collegamento, affiliazioni o altro e nessun individuo o gruppo ci ha informati o resi consapevoli delle loro intenzioni di formare un partito politico con il nome di Black Lives Matter. Non siamo noi. “

“Stiamo operando come piattaforma Black Lives Matter apolitica, imparziale e non violenta. Alcuni contenuti pubblicati su questo sito web possono avere elementi politici per la natura di una società e di uno stato governati da un sistema democratico; tuttavia operiamo in una capacità e preoccupazione umanitaria prima di tutto ”, ha aggiunto il portavoce.

Nel Regno Unito, ci sono molti gruppi frammentati Black Lives Matter, e la leadership di UKBLM è rimasta anonima, il che significa che un’altra fazione nel paese potrebbe essere dietro la richiesta del partito senza che il portavoce che ha parlato con il Daily Mail ne sia a conoscenza.

A giugno, un manifestante radicale nero ha affrontato una “cospirazione su Black Lives Matter UK”, dicendo: “Sono reali, sono neri e sono a sostegno di tutta la vita nera”.

Ha affermato: “la nostra organizzazione è stata in contatto con loro”, aggiungendo che BLMUK “sta facilitando le proteste ma non può rivelarsi, perché potremo essere intercettati dalla polizia e dalla destra”.

Una caratteristica comune delle proteste di Black Lives Matter a Londra è stata la costante demonizzazione della Gran Bretagna, degli Stati Uniti e della civiltà occidentale nel suo insieme.

In un esempio significativo di ciò, un oratore di sinistra con indosso una maglietta di Che Guevara a un raduno BLM ad agosto ha chiesto alla folla: “Siete fedeli alla Gran Bretagna?”

Tutti gli attivisti di BLM hanno replicato “No!” in risposta.

“Bene, spero di no, perché la spina dorsale del nostro paese – ciò che lo ha reso un paese imperialista è stato il sangue dei neri. È così che è stata costruita la Gran Bretagna “, ha spiegato, aggiungendo:” Abbiamo solo disprezzo per lo stato, disprezzo per la polizia e disprezzo per l’ideologia che ha formato la Gran Bretagna “.

C’è stata anche una tensione di razzismo anti-bianco alle manifestazioni BLM nella capitale britannica.

In una protesta a luglio, un attivista LGBT di razza mista ha affermato che era necessario vedere le questioni che devono affrontare le persone di colore e quelle LGBT attraverso il prisma di sinistra dell’intersezionalità: “significa riconoscere che esiste un nemico comune: l’uomo bianco. I sistemi che usano sono il capitalismo, il patriarcato e il fascismo “.

“Tutti questi gruppi di persone, i problemi che devono affrontare, provengono tutti dalle stesse persone: uomini bianchi. Quindi dobbiamo sbarazzarcene “, ha detto, aggiungendo:” uccidere i ricchi “.

La mossa del gruppo BLM di registrarsi come partito politico nel Regno Unito probabilmente metterà sotto pressione il partito laburista di sinistra, che ha tentato di spostarsi al centro politico dopo la cacciata del socialista Jeremy Corbyn come leader del partito

Il sostituto di Corbyn come leader, Sir Keir Starmer, inizialmente ha appoggiato le proteste BLM, arrivando addirittura a fotografarsi “mettendosi in ginocchio”.

Starmer in seguito ha fatto marcia indietro, tuttavia, dicendo di aver rifiutato gli obiettivi dell’organizzazione Black Lives Matter, in particolare, la loro chiamata a smantellare la polizia.

A luglio, durante una protesta a Hyde Park, un attivista BLM è stato visto guidare i manifestanti cantando “Fanculo Keir Starmer!”

“I laburisti non hanno fatto niente, gente. A loro non importa davvero di noi. Dobbiamo dare il nostro voto a qualcun altro ”, ha proclamato l’attivista di sinistra

Fonte


 

gettyimages-545831580-640x480-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €