Archivi Blog

Le nazioni unite supportano l’organizzazione terroristica Antifa

Un tweet delle nazioni unite che si oppone alla decisione delle autorità statunitensi di descrivere Antifa come un gruppo terroristico domestico ha suscitato molte critiche contro l’ente internazionale e sospetti che lo stesso stia proteggendo il gruppo.


“Esperti dei diritti umani delle Nazioni Unite esprimono profonda preoccupazione per una recente dichiarazione del procuratore generale degli Stati Uniti che descrive [Antifa] e altri attivisti antifascisti come terroristi domestici, affermando che mina i diritti alla libertà di espressione e di riunione pacifica nel paese”, l’ufficio delle Nazioni Unite di Ginevra, sede del Consiglio per i diritti umani, ha twittato venerdì, accompagnato da una foto del logo Antifa.

Non sono state fornite ulteriori informazioni su chi potrebbero essere questi esperti o se questa fosse la posizione ufficiale del Consiglio dei diritti umani, un organo che gli Stati Uniti hanno abbandonato nel giugno 2018, citando le sue critiche a Israele.

Il tweet insolito ha rapidamente suscitato polemiche sull’apparente appoggio delle Nazioni Unite ad Antifa, i cui attivisti mascherati si sono scontrati ripetutamente con conservatori e polizia nelle strade degli Stati Uniti negli ultimi anni, anche durante le recenti proteste e rivolte.

“Le Nazioni Unite stanno coprendo un gruppo estremista internazionale che ha condotto violenti attacchi insurrezionalisti in tutto il Nord America e in Europa”, ha twittato il giornalista Jack Posobiec dell’OAN.

Il giornalista Drew Holden ha tirato in ballo le lodi fatte dall’ufficio di Ginevra alla Cina, aggiungendo che, piuttosto che sfidare la polizia, gli Stati Uniti dovrebbero “smette di finanziare le Nazioni Unite”.

Altri non si sono preoccupati delle parole, condividendo invece un meme di un enorme ammasso di letame per mostrare ciò che pensavano dell’opinione dell’ONU.

“Come osate usare le Nazioni Unite per promuovere un’organizzazione così malvagia”, ha detto un gruppo britannico che denunciava la “propaganda della BBC”, osservando che Antifa è “malvagia come il fascismo tedesco del 1930”.

Il tweet delle Nazioni Unite è arrivato dopo che la Commissione per i diritti umani delle Nazioni Unite ha chiesto un rapporto sul “razzismo sistemico” e gli abusi della polizia contro le persone di origine africana, in una risoluzione che non ha osato menzionare gli Stati Uniti per nome.

Questo scontento attivista presso l’American Civil Liberties Union, che ha dichiarato che le Nazioni Unite “hanno bisogno di fare il loro lavoro – non essere vittime del bullismo – e ritenere gli Stati Uniti responsabili”.

“Il paese deve affrontare un controllo globale indipendente per la sua oppressione sui neri”, ha dichiarato Jamil Dakwar, direttore del Programma per i diritti umani dell’ACLU.

Nel frattempo, il Parlamento dell’Unione Europea ha adottato una risoluzione di “Black Lives Matter” che chiede agli Stati Uniti di “prendere provvedimenti decisivi per affrontare il razzismo strutturale e le disuguaglianze nel paese, che si riflette nella brutalità della polizia”.

Fonte

 

Il summit delle nazioni unite sul clima produrra` piu` CO2 di quanto 8200 case americane producono in 1 anno

Il summit sul clima delle nazioni unite produrra` tanta anidride carbonica quanto più di 8.200 case americane.

È anche equivalente a più di 11.700 auto che guidano per un anno o 728 camion cisterna di benzina.

Quando si prende in considerazione il trasporto aereo, le emissioni del summit sono probabilmente più alte, secondo un esperto.

Il summit sul clima delle Nazioni Unite di quest’anno avrà un’impronta di carbone equivalente all’utilizzo annuo di elettricità di oltre 8.200 famiglie americane, secondo le cifre del corpo internazionale.

Le nazioni unite stimano che il summit, chiamato COP24, emetterà 55.000 tonnellate di anidride carbonica – il gas serra che i funzionari U.N. stanno cercando di bloccare.

In base ai dati dell’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti (EPA), questo è l’equivalente a oltre 11.700 automobili che guidano per un anno o 728 camion cisterna di benzina. Quella quantità di emissioni di CO2 è anche la stessa di 8.243 case americane per un anno intero, secondo EPA.

Tuttavia, questa è una stima al ribasso perché include solo le emissioni della conferenza stessa e non le emissioni associate alle migliaia di persone che parteciperanno alla riunione di Katowice, in Polonia. Inoltre alcuni partecipanti, tra cui celebrità, probabilmente voleranno con jet privati.

Quando tali emissioni vengono prese in considerazione, l’impronta ecologica del COP24 è probabilmente molto più alta, secondo l’economista ambientale Richard Tol.

“Le emissioni saranno insolitamente alte in quanto per arrivare a Katowice sono necessarie più fermate per chiunque non arrivi dall’Europa”, ha detto Tol alla The Daily Caller News Foundation.

L’elevata impronta di carbonio contribuisce solo a dare un’immagine ancora piu` ipocrita alle nazioni unite. In effetti, un ex direttore dell’ambiente delle nazioni unite è stato costretto a dimettersi a novembre per i suoi lunghi e costosi viaggi, avvertendo il mondo della necessità di ridurre le emissioni per arginare il riscaldamento globale.

Un rapporto delle nazioni unite pubblicato in ottobre ha suggerito che una tassa sul carbone di $ 27.000 per tonnellata potrebbe essere necessaria entro la fine del secolo per arginare il riscaldamento.

Tol ha anche stimato il costo del COP24 a $ 130 milioni, ma Tol ritiene che sia sottostimato perché sono state costruite intere nuove strutture, fondamentalmente una città, per ospitare decine di migliaia di persone.

Si prevede che oltre 30.000 persone parteciperanno al COP24, che ha preso il via lunedì, in Polonia. Per 60 giorni, i funzionari, i diplomatici, gli ambientalisti e i giornalisti di U.N. mangeranno elettricità e carburante attraversando migliaia di metri quadrati di strutture temporanee allestite per ospitare il summit.

L’obiettivo del summit è quello di promuovere ulteriormente l’accordo sul clima di Parigi, che è entrato in vigore nel 2016. Lo storico britannico Sir David Attenborough ha dato il via al vertice con previsioni terribili di catastrofi.

Tuttavia, Attenborough, come migliaia di altri, ha senza dubbio emesso un sacco di anidride carbonica arrivando a Katowice, che si trova nel cuore del paese.

Le nazioni unite sono state a lungo criticathe per le alte impronte di carbone e per i costi delle sue riunioni. Il summit sul clima del 2015 degli U.N. probabilmente ha prodotto 300.000 tonnellate di emissioni di CO2, principalmente derivanti dai viaggi in aereo.

Per far fronte a questa immagine ipocrita, le nazioni unite. hanno compensato le emissioni sponsorizzando progetti forestali. Per la COP24, l’U.N. pagherà all’agenzia delle foreste statali polacche una cifra tale che rendera` possibile coltivare 6 milioni di alberi.

Le “compensazioni” del carbone tuttavia, sono alquanto controverse perché consentono alle persone di pagare riduzioni teoriche delle emissioni finanziando progetti di energia verde o rimboschimento.

L’U.N. offre anche cordini gratuiti ai partecipanti alla COP24 che acquistano compensazioni per le emissioni non relative alla conferenza, che possono includere viaggi aerei.

Fonte.