Archivi Blog

Studio peer-reviewed: il 94% dei pazienti vaccinati, con successivi problemi di salute, ha anomalie nel sangue

Con l’aumento di studi come questo, è più evidente che i vaccini mRNA si comportano come un’arma biologica progettata per danneggiare il corpo umano.

Dei medici in Italia hanno studiato il sangue di pazienti a cui erano stati iniettati vaccini mRNA COVID-19 e hanno trovato corpi estranei molto tempo dopo la vaccinazione, secondo un nuovo studio.

I tre medici, tutti chirurghi – Franco Giovannini, M.D., Riccardo Benzi Cipelli, M.D. e Giampaolo Pisano, M.D. – hanno esaminato il sangue appena prelevato di più di mille pazienti utilizzando l’osservazione diretta al microscopio per vedere cosa stava succedendo nel sangue .

I loro risultati sono stati pubblicati sull’International Journal of Vaccine Theory, Practice, and Research nell’agosto 2022.

Per questo studio, i medici italiani hanno utilizzato la microscopia ottica, cioè i normali microscopi ottici, per esaminare il sangue. I globuli sono facilmente visibili al microscopio. La loro forma, tipo e come e se sono aggregati, raggruppati insieme, possono aiutare il medico esperto a comprendere meglio la salute del paziente.

Nel loro studio peer-reviewed di 60 pagine, i ricercatori italiani hanno riportato casi di studio dalle loro osservazioni. Sebbene non potessero spiegare cosa avessero osservato, nello studio hanno notato che ciò che hanno visto era così strano che hanno sentito il bisogno di allertare la comunità medica.

MICROSCOPIA IN CAMPO OSCURO
Il microscopio ottico utilizza la luce visibile e una serie di lenti per ingrandire piccole immagini.

A differenza della microscopia elettronica, la microscopia ottica fornisce un’immagine diretta di ciò che si trova sotto l’obiettivo. Con la microscopia ottica, gli scienziati possono utilizzare uno sfondo bianco brillante dietro le cellule, con la luce che brilla da dietro il vetrino, oppure possono utilizzare uno sfondo scuro.

Questa tecnica, chiamata microscopia in campo scuro, funziona bloccando la retroilluminazione e facendo rimbalzare la luce lateralmente in modo da far risaltare l’elemento analizzato dallo sfondo scuro. La microscopia in campo scuro utilizza un’apertura speciale per mettere a fuoco la luce in modo che lo sfondo rimanga scuro. La luce non passerà direttamente attraverso il campione e non è richiesta alcuna colorazione, quindi le cellule viventi non hanno bisogno di essere uccise per essere studiate. Per questa ricerca, i medici hanno utilizzato la microscopia in campo oscuro.

SANGUE ANOMALO
Dei 1006 pazienti, 426 erano uomini e 580 donne. Centoquarantuno hanno ricevuto solo una dose di vaccino mRNA, 453 hanno ricevuto due dosi e 412 hanno ricevuto tre dosi in totale. I pazienti avevano un’età compresa tra 15 e 85 anni. L’età media dei pazienti era di 49 anni. Tutti i 1.006 pazienti stavano cercando assistenza sanitaria perché non si sentivano bene: presentavano un’ampia varietà di problemi di salute.

In media, i pazienti il ​​cui sangue è stato esaminato erano stati vaccinati circa un mese prima.

Dei 1.006 pazienti, dopo la vaccinazione, solo il 5% circa, solo 58 persone, aveva sangue che sembrava normale.

I medici sono stati in grado di esaminare il sangue di 12 pazienti prima che avessero ricevuto il vaccino. A quel tempo, prima di essere vaccinati, tutti i 12 pazienti presentavano sangue normale e sano, secondo i ricercatori.

Gli autori non hanno rivelato quante persone sono state vaccinate in totale, quindi la percentuale di persone vaccinate che hanno sviluppato sangue anormale è sconosciuta. Questa è una lacuna della loro ricerca. Ciò che è noto, tuttavia, è che il 94 percento dei pazienti intervistati in questo studio, che hanno sviluppato sintomi successivi, aveva sangue anormale.

Ciascuno dei pazienti è stato esaminato per i sintomi, un’ampia gamma dei quali si era manifestata dopo le vaccinazioni.

Le immagini sono drammatiche. Le immagini affiancate del sangue di un paziente prima e dopo la vaccinazione mostrano differenze evidenti. Prima della vaccinazione, i globuli rossi sono separati l’uno dall’altro e sono rotondi, mentre il sangue prelevato dopo la vaccinazione mostra globuli rossi deformati e che si raggruppano in coaguli attorno a corpi estranei visibili che prima non erano presenti.

MATERIALE ESTRANEO AGGREGATO AL SANGUE
Questo materiale estraneo sembrava raccogliersi in strutture, a volte formando cristalli e altre volte formando lunghi tubi o fibre.

Le strutture di corpi estranei nel sangue dei pazienti, che non erano presenti prima della vaccinazione, sembrano certamente insolite nelle foto incluse nello studio.

Ai medici è sembrato che le grandi strutture si fossero aggregate nel sangue e hanno osservato forme che suggeriscono il modo in cui il grafene può autoassemblarsi nelle strutture.

Il grafene è una forma del carbonio che si verifica quando gli atomi sono disposti in esagoni, formando un cristallo piatto, come un foglio. In questa forma, sebbene il carbonio non sia un metallo, si comporta chimicamente come un composto metallico.

Le due forme che hanno notato nel flusso sanguigno erano pezzi simili a cristalli e lunghezze simili a tubi. Sebbene i ricercatori non abbiano potuto confermare che ciò che hanno visto fosse grafene, hanno sottolineato che il grafene può aggregarsi in forme simili a quelle osservate dai medici.

E’ GRAFENE?
Il grafene è stato utilizzato nelle vaccinazioni antinfluenzali con somministrazione nasale ed è stato sviluppato per l’uso in altri medicinali. Tuttavia, non è elencato come ingrediente in nessuno dei vaccini mRNA.

I medici italiani non hanno testato chimicamente il grafene. Hanno solo ipotizzato che il grafene potesse essere un componente delle strutture. Il grafene può autoassemblare minuscole nanostrutture, rendendolo utile nei nanotubi di carbonio e nella fibra di carbonio. Tuttavia, come menzionato dagli autori, l’autoassemblaggio del grafene nelle strutture del flusso sanguigno potrebbe fornire qualcosa su cui il sangue si coagula, causando potenzialmente coaguli di sangue su larga scala.

Queste speculazioni sollevano più domande che risposte, poiché né il grafene né altri composti metallici avrebbero dovuto essere usati nei vaccini. Allora perché oltre 950 persone che hanno avuto problemi di salute post-vaccinazione si sono presentate con materiale estraneo nel sangue?

Questo non è l’unico studio a trovare anomalie del sangue dopo la vaccinazione con mRNA.

In uno studio precedentemente pubblicato sulla stessa rivista, un team coreano ha anche dimostrato che il sangue vaccinato con mRNA conteneva oggetti metallici che non avrebbero dovuto essere lì. Gli scienziati coreani hanno analizzato campioni di sangue centrifugato di otto persone che avevano ricevuto vaccini mRNA COVID-19 contro due persone che non avevano ricevuto alcun vaccino COVID-19.

Il team di tre medici sudcoreani, Young Mi Lee, Sunyoung Park e Ki-Yeob Jeon, hanno spiegato che: “La preponderanza delle prove suggerisce che i materiali estranei trovati nei destinatari del vaccino COVID-19 … sono stati iniettati nei loro corpi quando hanno ricevuto una o più dosi dei vaccini COVID-19.„

Secondo questo studio: “Dagli 8 destinatari del vaccino COVID-19: 6 campioni di plasma contenevano un disco multistrato di composizione non identificata; 3 campioni contenevano materiali simili a bobine di perline; 1 campione di plasma conteneva un fascio fibroso di materiale estraneo simile a perline; e un diverso gruppo di 3 campioni aveva formazioni cristalline di materiale estraneo. Le varie forme e dimensioni dei materiali estranei nei plasmi centrifugati degli individui vaccinati contro il COVID-19 somigliavano da vicino alle forme e alle dimensioni dei materiali estranei precedentemente osservati direttamente nei vaccini stessi”.

Lo studio italiano, che ha analizzato oltre 10 volte più campioni di sangue, sembra confermare i risultati della Corea. Tuttavia, è difficile estrapolare dai loro risultati. Sarebbe più facile confermare che i vaccini fossero effettivamente la causa delle anomalie ematiche se i ricercatori italiani avessero analizzato anche il sangue di un gruppo di controllo di pazienti che presentavano sintomi insoliti simili (o la loro assenza) che non erano stati precedentemente vaccinati.

PROBLEMI DI COAGULAZIONE
I problemi di coagulazione sono una delle complicazioni tipiche osservate dopo la vaccinazione COVID-19.

Poiché il pool di argomenti riguardava persone che erano state vaccinate di recente e successivamente hanno avuto problemi di salute, questa nuova scienza suggerisce che queste strutture nel sangue e il comportamento anomalo della coagulazione delle cellule del sangue potrebbero essere una parte importante del motivo per cui i medici clinici vedono così molti problemi di salute insoliti conseguenti alla vaccinazione con mRNA.

In effetti, da quando è iniziato il programma di vaccinazione, sono stati trovati anche grossi coaguli nei corpi dei defunti. Un imbalsamatore in Alabama ha notato che grandi coaguli di un tipo che non aveva mai visto nei suoi 20 anni di carriera hanno iniziato a diventare comuni una volta iniziato il programma di vaccinazione, secondo un’agenzia di stampa senza scopo di lucro dell’Alabama.

Richard Hirschmann disse a 1819 News di aver raccolto immagini di oltre cento casi di questi coaguli di sangue. Hirschmann ha anche allertato i laboratori locali e ha lavorato con un radiologo, Phillip Triantos, MD, per capire meglio perché e come i pazienti si presentano con coaguli di sangue su larga scala a lenta formazione.

Altri medici, tra cui Ryan Cole, MD, un dermatopatologo (che è un medico che usa un microscopio per esaminare campioni di pelle, capelli e unghie per diagnosticare malattie) e fondatore della società con sede in Idaho, Cole Diagnostics, ha visto grandi i coaguli di sangue diventare un fenomeno emergente da quando sono iniziate le campagne di vaccinazione diffuse, secondo 1819 News.

I MICROSCOPI IN MEDICINA

Era comune per i medici avere microscopi nei loro studi ed esaminare il sangue dei loro pazienti (e altri fluidi corporei) da soli, secondo Barron Lerner, MD, autore di “The Good Doctor: A Father, a Son, and the Evolution of Medical Ethics.”

Mentre oggi i medici, con alcune eccezioni, inviano quasi sempre i test a laboratori esterni per l’analisi, Barron Lerner ha descritto come i medici senior sentivano che era loro dovere insegnare ai loro colleghi più giovani e agli studenti di medicina come eseguire i test da soli: le macchie di Gram per test per infezioni batteriche, analisi delle urine al microscopio e centrifugazione del sangue per verificare la presenza di anemia e altri problemi.

Similmente ai medici delle epoche passate, il team italiano di medici che ha pubblicato queste nuove scoperte ha spiegato di aver esaminato il sangue dei pazienti nel corso della loro intera carriera, anche dopo ogni altro tipo di vaccinazione. Ma non hanno mai visto corpi estranei di questo tipo prima.

La sorveglianza post-commercializzazione di dispositivi medici, nuovi farmaci e vaccinazioni è della massima importanza per garantire la sicurezza. Queste anomalie nel sangue dopo la vaccinazione con mRNA dovrebbero essere di interesse globale. Se il 94% dei pazienti con problemi di salute avversi presenta occlusioni nel sangue che non erano presenti prima della vaccinazione, questi scienziati potrebbero aver scoperto un effetto collaterale imprevisto e pericoloso dei vaccini mRNA.

Fonte

screen-shot-2022-09-12-at-8.55.07-am-777x437-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Il CEO di Pfizer fa marcia indietro, dice di aver subito pressioni per produrre vaccini mRNA

“In realtà, l’mRNA era una tecnologia che non aveva mai fornito un singolo prodotto completo, né un vaccino, né nessun altro tipo di medicinale”, afferma il CEO Albert Bourla.

“E` stato molto controintuitivo e sono rimasto sorpreso quando mi hanno suggerito che questa era la strada da percorrere, e ho cercato di esprimere i miei dubbi”.

Il CEO di Pfizer Albert Bourla ha provato a prendere le distanze dai vaccini COVID mRNA venerdì, suggerendo di aver sviluppato una tecnologia “controintuitiva” solo sotto la pressione dei colleghi.

In uno speciale del Washington Post Live intitolato “Moonshot: Inside Pfizer’s Nine-Month Race to Make the Impossible Possible“, il conduttore Jonathon Capehart ha chiesto giovedì a Bourla perché Pfizer ha deciso di perseguire vaccini a mRNA sperimentali nonostante la non maturita’ della tecnologia in questione.

“Quando tu e i tuoi colleghi stavate cercando di decidere quale strada seguire, (la via del vaccino tradizionale o la via di quello ad mRNA) hai scritto che è stato “più controintuitivo” seguire la strada del vaccino a mrNA. Eppure, hai comunque seguito quella strada…quali sono state le ragioni che ti hanno spinto a farlo?”, ha detto Capehart.

Bourla ha spiegato che la decisione sull’mRNA “è stata controintuitiva perché la Pfizer stava padroneggiando, o diciamo che avevamo un’ottima esperienza e competenza con molteplici tecnologie che avrebbero potuto fornire un vaccino, come uno a base proteica”.

“L’mRNA era una tecnologia, ma avevamo meno esperienza, solo due anni di lavoro, e in realtà, l’mRNA era una tecnologia che non ha mai fornito un singolo prodotto completo, né un vaccino, né nessun altro medicinale”, ha ammesso Bourla.

“Quindi è stato molto controintuitivo e sono rimasto sorpreso quando mi hanno suggerito che questa è la strada da percorrere, e ho cercato di esprimere i miei dubbi a riguardo”, ha continuato. “E ho chiesto loro di giustificare le loro motivazioni: per loro questa era la strada giusta da percorrere”.

“Pensavano che i due anni di lavoro sull’mRNA dal 2018 insieme a BioNTech per sviluppare il vaccino antinfluenzale fossero abbastanza per la realizzazione di un prodotto finito”.

“Così mi hanno convinto. Erano bravi con le parole e in quel momento prendemmo questa difficile decisione”, ha aggiunto.

Bourla ha anche ammesso che, nonostante abbia utilizzato la “più rischiosa” tecnologia a mRNA sul pubblico, Pfizer ha ritenuto che avesse “tutte le caratteristiche necessarie” per combattere la pandemia di COVID.

CAPEHART: E’ dovuto al fatto che l’MRna, essendo di origine sintetica, rende molto più facile riadattare, rimontare, risistemare contro qualsiasi virus per cui stai cercando di creare un vaccino o che stai cercando di affrontare?

BOURLA: Esattamente. Questo è uno dei tanti vantaggi che la tecnologia porta. Il motivo per cui hanno suggerito di utilizzare una tecnologia piu` rischiosa, rispetto a quelle classiche, era dovuto alle sue grandi possibilita’. Abbiamo analizzato molto bene la situazione e sapevamo di essere in una pandemia. Probabilmente sarebbero emerse nuove varianti. Volevamo avere, quindi, una tecnologia che, nel caso fosse stato necessario un vaccino, fosse in grado di produrlo molto rapidamente e l’mRNA può fare in settimane ciò che altre tecnologie fanno in mesi.

E la seconda cosa è che volevamo essere in grado di utilizzare una tecnologia che non limiti le capacità di aumentare le risposte immunitarie con iniezioni aggiuntive se ce n’è bisogno, e l’mRNA e’ molto funzionale in questo ambito. A differenza, ad esempio, degli adenovirus, ci sono problemi quando si tenta di eseguire una seconda o terza dose. Questo crea problemi.

Quindi, per questo e per molti altri motivi, abbiamo scelto di abbracciare qualcosa palesemente più rischioso, ma che se fossimo riusciti a controllare con successo, ci avrebbe fornito l’arma definitiva per combattere la pandemia su larga scala.

Invece di prendersi il merito per lo sviluppo della tecnologia mRNA, Bourla sembra prendere le distanze dalla decisione di perseguire i vaccini mRNA, attribuendo invece la responsabilità ai suoi “colleghi”.

Bourla ha quindi anche suggerito che il vaccino era stato reso inefficace dalla debole variante Omicron e ha affermato che le “vaccinazioni annuali” erano “l’obiettivo finale”.

“Sentivo e avevo espresso la convinzione secondo cui con la terza dose, avremmo una protezione immunitaria dalla durata di un anno, e dovremmo essere in grado di transizionare verso richiami annuali, ovvero l’obiettivo finale”, Bourla disse.

In particolare, il presidente della Bayer Pharmaceuticals Division Stefan Oelrich ha ammesso durante il vertice mondiale sulla salute lo scorso novembre che era necessaria una pandemia globale per convincere la popolazione mondiale a sottoporsi a sieri sperimentali ad mRNA.

“Mi piace sempre far notare questa cosa: se due anni fa avessimo intervistato un gruppo di persone chiedendo – ‘saresti disposto a farti iniettare una terapia genica o cellulare?’ – probabilmente avremmo avuto un tasso di rifiuto del 95%, Oelrich ha confessato, aggiungendo: “Penso che questa pandemia abbia aperto gli occhi di molte persone all’innovazione”.

Fonte

el-ceo-de-pfizer-albert-bourla.r_d.597-250

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il dottore Malone dice che i medici vengono “perseguitati” dalla stampa e dalle commissioni mediche per avere espresso la propria opinione

Il dottor Robert Malone è stato definito dai media italiani un “terrorista”.

Il dottor Robert Malone, l’inventore dei vaccini mRNA, afferma di essere stato etichettato come “terrorista” dai media italiani e avverte che i medici che parlano vengono “cacciati dalle commissioni mediche e dalla stampa”.

“Parlerò senza mezzi termini”, ha twittato Malone. “I medici che parlano apertamente vengono attivamente perseguitati tramite le commissioni mediche e la stampa. Stanno cercando di delegittimarci e farci fuori uno per uno. Questa non è una teoria del complotto, è un dato di fatto. Per favore svegliati. Questo sta accadendo a livello globale”.

“Sono stato etichettato come ‘terrorista’ dalla stampa italiana quando ero a Roma per l’International COVID Summit. Il mio crimine? Sostenere il trattamento precoce della malattia COVID-19.” ha aggiunto.

Malone è uno dei tanti medici che sono stati perseguitati solo per aver discusso di questioni relative ai trattamenti COVID e agli effetti collaterali dei vaccini.

Ha affrontato una feroce opposizione per aver detto che ai bambini non dovrebbero essere fatto il vaccino e ha anche costantemente evidenziato le preoccupazioni sui collegamenti al rischio di miocardite.

Tali preoccupazioni sono ora giustificate da Finlandia, Danimarca e Svezia che hanno stoppato il vaccino Moderna per i maschi più giovani dopo le segnalazioni di effetti collaterali cardiovascolari.

Nonostante tali preoccupazioni siano state regolarmente espresse dai medici, la Federation of State Medical Boards ha annunciato a luglio che avrebbe preso in considerazione la possibilità di ritirare le licenze mediche dei medici che fanno “disinformazione” sul COVID.

In un altro straordinario sviluppo, l’indirizzo IP di Malone è stato bloccato dal New England Journal of Medicine, quindi non ha potuto leggere gli studi sul loro sito web.

Il dottore ha detto che era a conoscenza di come aggirare il blocco IP, ma ha definito la mossa un “atto meschino”.

Fonte

071021malone1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

“Questa cosa mi sta preoccupando”: l’inventore del vaccino mRNA commenta il grafico che mostra l’aumento dei casi di COVID nei paesi più vaccinati

Il dottor Robert Malone, un pioniere nel campo dei vaccini mRNA, venerdì ha condiviso un post virale su Twitter che delinea una tendenza inquietante; i paesi più vaccinati al mondo stanno vivendo un’impennata dei casi di COVID-19, mentre i paesi meno vaccinati no.

“Questa cosa mi sta preoccupando”, ha twittato Malone, incorporando il lungo thread creato dall’utente Twitter @holmenkollin (Corona Realism) tramite l’app ‘thread reader’.

Ecco cosa ha preoccupato Malone:

Fonte

malone-2

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Tutto quello che c’e` da sapere sui vaccini per il Covid

In un ambiente così altamente polarizzato e politicizzato, è possibile uno studio così scrupolosamente obiettivo?

Ora che e` stata annunciata con gioia la notizia sul vaccino a RNA messaggero (mRNA) di Pfizer (c'e` da notare che il CEO di Pfizer ha venduto la maggior parte delle sue azioni nella società immediatamente dopo l’annuncio), esaminiamo i vaccini a RNA messaggero (mRNA) ) che si stanno rapidamente avvicinando all’approvazione normativa.

Alcune persone hanno concluso che i vaccini non sono sicuri, indipendentemente dalla loro fonte o dai meccanismi. Queste persone non prenderanno mai alcun vaccino Covid.

Altri rifiuteranno il vaccino perché hanno concluso che la faccenda Covid e` una esagerazione.

Giusto. Ma molte altre persone pensano che il Covid è pericoloso, in parte perché si sa così poco sui suoi effetti a lungo termine. Il basso tasso di mortalità Covid potrebbe distrarci dalle sue altre conseguenze più insidiose.

Le autorità che cercano disperatamente di riavviare l’economia e rassicurare la popolazione sono pronte ad approvare nuovi vaccini utilizzando un nuovo meccanismo per generare una risposta immunitaria: i vaccini a RNA messaggero (mRNA).

Non sono uno scienziato o un clinico, ma ho seguito da vicino gli sviluppi scientifici negli ultimi 40 anni e quindi ho una conoscenza di base di questo nuovo percorso.

Sto postando link di seguito ad articoli che descrivono i vaccini a mRNA in modo più dettagliato. Tutte queste fonti sono riviste rispettate o organi di stampa.

I vaccini contro i virus agiscono introducendo un virus inattivo o una particella virale nel flusso sanguigno dove questa nuova particella estranea, attiva il nostro sistema immunitario per creare anticorpi contro questo virus specifico. Se il virus vivo ci infetta in un secondo momento, il nostro sistema immunitario è già pronto ad identificare e distruggere il virus.

L’RNA messaggero è stato scoperto solo nel 1961. Il DNA è l’insieme di istruzioni, il “modello”, e l’mRNA è una parte fondamentale del meccanismo cellulare che copia un filamento del “modello” del DNA e costruisce una proteina basata sulle istruzioni del DNA.

I vaccini a RNA messaggero non introducono una particella virale nel nostro sistema immunitario – forniscono istruzioni cellulari (cioè un “modello”) per una particella virale che le nostre cellule riproducono una volta che l’mRNA entra nelle nostre cellule e fornisce il “modello” per l’assemblaggio della particella virale.

Ecco una descrizione recente di questo meccanismo dalla rivista The Atlantic:

“Moderna lavora sui vaccini a RNA, iniettando non proteine ​​ma molecole di acido nucleico che codificano le istruzioni per costruire le proteine. Le tue cellule usano l’RNA per produrre proteine ​​tutto il tempo; l’RNA è come i modelli o gli schemi dati agli operai della fabbrica per costruire un determinato oggetto “.

COVID-19 Vaccines Are Coming, but They’re Not What You Think. 

Ed ecco un’altra descrizione di un medico che scrive sull’independent.co.uk:

This is the hard-to-swallow truth about a future coronavirus vaccine (and yes, I’m a doctor)

“Il vaccino RNA messaggero di Moderna, d’altra parte, è completamente nuovo e a dir poco rivoluzionario. Utilizza una sequenza di materiale RNA genetico prodotto in un laboratorio che, quando iniettato nel tuo corpo, deve invadere le tue cellule e hackerare i ribosomi in modo che producano i componenti virali che successivamente addestreranno il tuo sistema immunitario a combattere il virus. In questo caso, l’mRNA-1273 di Moderna è programmato per far produrre alle tue cellule la famigerata proteina spike del coronavirus che dà al virus la sua corona – da cui prende il nome. “

Molti sul campo vedono del potenziale nell’mRNA in quanto potrebbe fornire vaccini di qualita` superiore perché possono generare risposte delle cellule T così come le risposte immunitarie convenzionali alle particelle virali. Sono anche più facili ed economici da produrre e possono essere stabili a temperatura ambiente per una settimana, a differenza del vaccino Pfizer che deve essere refrigerato a temperature estremamente basse.

The Super Cold Covid Vaccine Distribution Problem

Ma questi sono i primi vaccini a mRNA che devono essere approvati per l’uso umano, e quindi non ci sono studi a lungo termine su cosa potrebbe andare storto.

Una preoccupazione è la possibilità che i vaccini a mRNA possano innescare una risposta immunitaria generalizzata (interferone, ecc.) Piuttosto che solo una risposta immunitaria specifica a un virus specifico (anticorpi, ecc.).

Il nostro sistema immunitario è estremamente complesso e non pretendo di averne una completa comprensione. Detto questo, il sistema immunitario ha diversi livelli di risposta. Un vaccino convenzionale innesca la produzione di un anticorpo specifico che “riconosce” uno specifico invasore. In altri casi, il sistema immunitario può attivare una risposta generalizzata.

Il pericolo è che l’mRNA possa innescare una risposta che potrebbe poi precipitare in disturbi autoimmuni in cui il sistema immunitario va in tilt e inizia ad attaccare le cellule del corpo piuttosto che limitare le sue capacità distruttive a virus, batteri, ecc. .

Uno dei miei corrispondenti di MD mi ha recentemente inviato un’e-mail che riassume queste preoccupazioni.

“Ho letto del vaccino Pfizer. Sapevo da tempo che si trattava di un vaccino a mRNA, ma mi sono reso conto che sarà il primo vaccino a mRNA mai approvato per uso umano.

Se COVID fosse un virus “Steven King” (ovvero che uccide tutti), certo, fallo: previeni le morti e preoccupati poi per le conseguenze.

Ma la mortalità è bassa, i trattamenti per i casi acuti stanno migliorando, la trasmissione è prevenibile e il rischio maggiore ora sembra essere la morbilità a lungo termine.

I vaccini a mRNA per la natura stessa dei loro componenti provocano una risposta all’interferone che innesca l’autoimmunità generalizzata. Ciò può, infatti, essere parte del meccanismo della morbilità a lungo termine associata all’infezione da COVID.

L’introduzione di massa di filamenti di mRNA nelle popolazioni può effettivamente ridurre la morbilità e la mortalità COVID acute, ma quante complicazioni autoimmuni risulteranno?

Nessuno lo sa.

Non è mai stato fatto prima – mai.

Ci vorrebbero anni di studi attentamente controllati e limitati in tutti i gruppi etnici per scoprirlo.

Non dovrebbe esserci una discussione prima che i “passaporti di immunità” siano obbligatori?

Del resto, non dovremmo scoprire quanto dura l’immunità naturale prima di provare a provocare l’immunità indotta?

Prima cosa, non fare del male. “

Infatti. E poi c’è l’interesse personale di coloro che cercano una rapida approvazione dei vaccini. Come indicato nell’articolo di independent.co.uk citato sopra:

“Ma forse la domanda più importante da porre sul nuovo vaccino RNA messaggero di Moderna non è scientifica né tecnica, ma di etica e moralità. Quando si tratta degli Stati Uniti e del loro sistema sanitario privato, le aziende farmaceutiche hanno una lunga e sordida storia di profitti sulle persone e sulle vite umane “.

Perché qualcuno dovrebbe fidarsi che le società Big Pharma agiranno per il bene pubblico piuttosto che per massimizzare i profitti?

La folle corsa delle società Big Pharma per possedere il primo vaccino approvato creerà una confusione inutile e potenzialmente pericolosa su quale vaccino funziona effettivamente meglio a lungo termine.

First, A Vaccine Approval. Then “Chaos and Confusion.” (NY Times)

“Non ci si e` ancora resi conto del caos e della confusione che si scatenera` in pochi mesi”, ha affermato il dottor Gregory Poland, direttore del Vaccine Research Group presso la Mayo Clinic.

La FDA ha fissato un livello molto basso per i vaccini Covid: il vaccino deve essere efficace solo per il 50% di coloro che lo assumono per essere approvato. Ma come notato sopra, le aziende Big Pharma hanno padroneggiato l’arte della statistica alterando i risultati in modo che sembrino molto più conclusivi di quanto non siano in realtà.

Se hai effettivamente esaminato i risultati della sperimentazione sui farmaci di Fase III (io l’ho fatto), scopri che le incertezze sono state mascherate con tecniche di analisi statistica. Molti farmaci approvati funzionano solo meno della metà del tempo nel mondo reale.

Un altro corrispondente professionista sanitario ha raccomandato il libro Tainted Truth: The Manipulation of Fact In America come fonte per capire come i dati degli studi vengono manipolati per ottenere i risultati desiderati.

Il pericolo qui a mio avviso è che il pubblico in generale scarsamente informato e politicamente polarizzato presumerà che un vaccino Covid sia essenzialmente efficace al 100% come un vaccino contro il morbillo, quando l’efficacia nel mondo reale potrebbe essere notevolmente meno certa. Forse i vaccini funzioneranno solo per il 75% dei destinatari. Come farà qualcuno a sapere se ricade in quel 25% per il quale il vaccino offre solo false speranze?

Nessuno sa quanto durerà l’immunità generata da questi vaccini. Queste due incertezze generano dubbi insormontabili, che molto probabilmente intorbidano le acque e rendono più difficile accertare quali vaccini effettivamente funzionano e per quanto tempo offrono l’immunità.

Le nostre carenze educative non aiuteranno, poiché una popolazione che ha una conoscenza limitata delle statistiche e della biologia di base ha pochi mezzi per separare i risultati statistici dal mondo reale.

Forse i vaccini a mRNA manterranno la loro promessa, con un’efficacia quasi perfetta e un’immunità di lunga durata. Il problema è che ci vorrà molto tempo e studi accurati, depoliticizzati e confermati in modo indipendente per giungere a conclusioni affidabili.

In un ambiente così altamente polarizzato e politicizzato, è possibile uno studio così scrupolosamente obiettivo? In un sistema che premia l’analisi statistica, un sistema in cui gli addetti ai lavori di Big Pharma raccolgono milioni di dollari vendendo le loro azioni, è possibile avere studi veramente obiettivi sull’efficacia e sul lungo termine degli effetti di un vaccino?

Ho i miei dubbi. E questo è un problema che va ben oltre le incognite dei vaccini mRNA.

Ecco alcuni link per approfondire:


 Fonte

https___d1e00ek4ebabms.cloudfront.net_production_53db3bfa-b846-4129-a1a9-eed0e16fb9fa

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €