Archivi Blog

Analista della MSNBC ridicolizzato per aver detto che il vaccino e’ sembrato “una ondata di euforia”

Non è mica eroina, amico mio.

Un analista di MSNBC è stato deriso su Twitter dopo aver commentato in modo bizzarro che l’assunzione del vaccino COVID-19 sembrava una “ondata di euforia”.

Matthew Miller è diventato l’ultimo personaggio pubblico a segnalare in modo aggressivo quanto sia virtuoso.

“Non avevo del tutto anticipato l’ondata di euforia e di emozione che arriva con quella iniezione. Fatevi il vaccino, gente. La migliore sensazione che proverai in tutto l’anno “, ha twittato Miller

Dato il modo in cui ha assunto il vaccino era più adatta al spararsi in vena una grande dose di eroina, Miller e’ stato ridicolizzato quasi immediatamente.

Giornalisti ed esperti sembrano apprezzare un nuovo tipo di fetish pubblicando selfie in cui si fanno il vaccino, facendo credere che piantarsi un ago nel braccio sia un atto epocale di coraggio morale.

La scorsa settimana, Brian Stelter della CNN è stato preso in giro per aver accusato i presentatori di Fox News per non aver condiviso i propri selfie sui vaccini.

Fonte

150421miller1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Project Veritas: “Il nostro obiettivo era quello di mandare a casa Trump” – direttore tecnico dela CNN ammette che la rete e’ pura propaganda

Un video sotto copertura pubblicato da Project Veritas mostra il direttore tecnico della CNN Charlie Chester che rivela come la rete abbia intenzionalmente dipinto Joe Biden in una luce positiva per mandare a casa Donald Trump.
In una conversazione con un giornalista di Project Veritas, Chester può essere visto in un video ammettere che la CNN ha lavorato per far sembrare Trump “inadatto al compito”, mentre allo stesso tempo ritraeva Biden come sano per combattere le critiche secondo cuiil 78enne non fosse in grado di sostenere la presidenza.

“Guarda cosa siamo riusciti a fare [la CNN] abbiamo mandato a casa Trump. Credo che se non fosse stato per la CNN, Trump sarebbe ancora al comando … Lavoro per la CNN perché volevo farne parte, “Chester dice nel video.

Ha anche spiegato in dettaglio il coinvolgimento di “medici” per raccontare una storia che era “tutta speculazione” sul tremito della mano di Trump.

“Stavamo creando una storia di cui non sapevamo nulla. Ecco cos’era – era propaganda “, ha detto.

Chester ha rivelato che è stato fatto il contrario per Biden durante la corsa presidenziale del 2020.

“Abbiamo sempre mostrato sue [Biden] foto mentre fa jogging facendo capire che [era] sano”, ha detto, dicendo che la strategia era uno “specchio per le allodole” in modo da distrarre il pubblico dall’eta’ e dalle numerose gaffe pubbliche.

La CNN ha pubblicato numerose storie sulla salute di Trump durante la corsa presidenziale, inclusa una di Brian Stelter con un titolo: “Ora spetta ai giornalisti arrivare alla verità sulla salute di Trump”.

Un altro critico schietto di Trump, Jim Acosta, a ottobre ha letto: “I medici di Trump dipingono un quadro roseo – ma vago – della sua salute durante il trattamento con Covid-19”.

Il dipendente della CNN ha anche affermato che la strategia della sua rete mentre diminuisce la sua copertura sul Covid-19 è quella di concentrarsi sul cambiamento climatico.

“Sarà il nostro obiettivo [della CNN]. Come lo era mandare a casa Trump. Il nostro prossimo focus sara’ il cambiamento climatico “, ha detto.

Chester ha aggiunto di non sapere quasi nulla su questa nuova strategia, ma probabilmente includerà video che generano paura sugli “effetti che sta avendo sull’economia”, nonché sul “declino del ghiaccio” e sul “riscaldamento meteorologico”.

Chester ha rivelato che la persona che decide tutto questo è il capo della CNN Jeff Zucker.

La rete non ha ancora risposto al video al momento della pubblicazione di questo articolo. Tuttavia, una fonte vicina alla CNN ha detto che Mediaite Chester è stato preso di mira tramite l’app di appuntamenti Tinder, che includeva il dettaglio che lavorava per il canale.

Fonte

607604d185f54006745024dc

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La Darpa sta lavorando ad un vaccino per il Covid e ad un microchip sottocutaneo in grado di rivelare il virus

“Lo inserisci sotto la pelle e ti dira’ se ci sono particolari reazioni chimiche in corso all’interno del corpo”

La Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) del Pentagono sta lavorando a un vaccino COVID che funzionerà su tutte le varianti e ha sviluppato un microchip impiantabile che si dice monitorerà continuamente il corpo umano per i segni del virus.

Il colonnello in pensione Matt Hepburn, un medico specializzato in malattie infettive dell’esercito a capo della risposta della DARPA alla pandemia, è apparso in 60 Minutes per dimostrare la tecnologia.

Tenendo in mano una fiala con del simil gel verde, che contiene il chip, Hepburn ha proclamato ” Lo inserisci sotto la pelle e ti dira’ se ci sono particolari reazioni chimiche in corso all’interno del corpo , e quel segnale significa che domani avrai i primi sintomi. “

“È come una di quelle spie che si accedono se qualcosa non funziona bene nelle automobili”, ha aggiunto Hepburn, osservando che quelli con il chip “verrebbero allertati subito in modo da farsi controllare immediatamente prevenendo ancor di piu` la diffusione del virus”.

“Possiamo avere queste informazioni in tre o cinque minuti”, ha continuato Hepburn, aggiungendo “Man mano che si dimezzano i tempi, si ferma l’infezione sul nascere”.

Guarda:

Hepburn ha anche dichiarato che DARPA ha sviluppato un filtro per rimuovere il virus dal sangue tramite una macchina per dialisi e che la FDA lo ha approvato ed è già stato utilizzato su 300 pazienti.

Il rapporto 60 Minitues evidenzia anche come il Pentagono abbia centinaia di campioni di tessuto di soldati e marinai infettati da agenti patogeni in tutto il mondo, inclusa l’influenza spagnola del 1918 che uccise milioni di persone in tutto il mondo.

Lo scienziato del Pentagono Dr Kayvon Modjarrad ha anche sottolineato che l’esercito sta sviluppando un vaccino universale per il COVID, commentando “Questa non è fantascienza, questo è un fatto scientifico”.

“Abbiamo gli strumenti, abbiamo la tecnologia, per fare tutto questo adesso”, ha detto spiegando che l’obiettivo è quello di inoculare le persone contro virus potenzialmente mortali che non sono ancora apparsi.

“Saremo protetti da virus killer che non abbiamo visto o nemmeno immaginato”, ha dichiarato Modjarrad.

È stato recentemente rivelato che un terzo dei membri in servizio attivo ha scelto di non prendere il vaccino COVID, con fonti che affermano che la cifra effettiva è probabilmente più vicina alla metà.

La scoperta ha spinto testate del calibro del TIME a dichiarare che “l’esitare a vaccinarsi” sta minacciando la sicurezza nazionale, e che mentre “queste truppe non sono sicuramente da associare al terrorismo domestico, sono tuttavia chiaramente influenzate dai teorici della cospirazione online e semplicemente non si fidano della scienza piu` basilare. “

L’annuncio della DARPA riguardo la tecnologia dei microchip impiantabili legata al virus e a un vaccino servirà probabilmente solo a rafforzare le preoccupazioni che i media descrivono continuamente come “teorie del complotto”.

Fonte

41633564-9460389-the_green_gel_seen_in_a_lab_contains_a_microchip_which_senses_wh-a-62_1618201351339-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La Corte Europea dei Diritti Umani stabilisce che le vaccinazioni obbligatorie sono legali

Potrebbe avere un grande impatto sulle vaccinazioni COVID.

La Corte Europea dei Diritti Umani ha stabilito che le vaccinazioni obbligatorie sono legali in una sentenza significativa che potrebbe avere un grande impatto sulle vaccinazioni COVID-19.

La sentenza è arrivata in risposta a una denuncia di un gruppo di famiglie ceche che erano state multate e ai loro figli è stato negato l’accesso all’asilo per essersi rifiutate di lasciare che i loro figli ricevessero le vaccinazioni obbligatorie contro nove malattie tra cui difterite, tetano, pertosse, epatite B e morbillo.

I genitori hanno sostenuto che la legge violava l’articolo 8 sul diritto al rispetto della vita privata, ma il tribunale non è stato d’accordo e ha affermato che le vaccinazioni sono obbligatorie nell’interesse dei bambini per garantire che “ogni bambino sia protetto contro malattie, attraverso la vaccinazione o in virtù dell’immunità di gregge “.

Le vaccinazioni obbligatorie “potrebbero essere considerate ‘necessarie in una società democratica’”, si legge nella sentenza.

Sebbene non sia direttamente correlata a COVID, la sentenza potrebbe avere implicazioni significative dati i dibattiti in corso sui passaporti vaccinali e nel caso che i lavoratori siano costretti a prendere il vaccino come condizione per lavorare.

Questa sentenza “rafforza la possibilità di una vaccinazione obbligatoria nelle condizioni dell’attuale epidemia di COVID-19”, ha detto all’AFP Nicolas Hervieu, un esperto legale specializzato nella CEDU.

Vale anche la pena notare che, nonostante abbia lasciato l’Unione europea a causa della Brexit, il Regno Unito, che è attualmente sta pianificando il rilascio di passaporti vaccinali nazionali, è ancora membro della Corte europea dei diritti dell’uomo.

Fonte

080421vaccine1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Facebook cancella i post dove si afferma che il Covid-19 sia stato creato in laboratorio e che i vaccini non sono sicuri mentre lancia una nuova campagna per promuovere i vaccini

Facebook sta ampliando il suo elenco di affermazioni “false” sul coronavirus e sui vaccini che saranno un tabu` sulla piattaforma, mentre lancerà la più grande campagna di vaccinazione al mondo.
Secondo la politica sugli standard comunitari, i post con “affermazioni smentite” che il Covid-19 è “artificiale o prodotto” o che i vaccini sono inefficaci, non sicuri, pericolosi o causano l’autismo saranno rimossi a partire da lunedì, ha annunciato il vicepresidente di Integrity Guy Rosen nel blog di Facebook.

La nuova politica è stata implementata a seguito di consultazioni con l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e altri, e aiuterà Facebook a “continuare a intraprendere azioni aggressive contro la disinformazione” su Covid-19 e vaccini, ha aggiunto Rosen.

Anche se non violano nessuna delle politiche elencate, i post su Covid-19 o vaccini saranno comunque soggetti a revisione da parte di “verificatori di fatti di terze parti” ed etichettati se classificati falsi.

Nel frattempo, Kang-Xing Jin, ha annunciato che Facebook, insieme a Instagram e WhatsApp, di sua proprietà, “condurrà la più grande campagna mondiale per promuovere informazioni autorevoli sui vaccini [Covid-19]”.

Oltre ad “espandere i nostri sforzi per rimuovere le false affermazioni”, Facebook sta dando 120 milioni di dollari in crediti pubblicitari a ministeri della salute, ONG e agenzie delle Nazioni Unite per pubblicizzare informazioni sanitarie a “miliardi di persone in tutto il mondo”.

Il colosso dei social media aiuterà anche le persone a “trovare dove e quando possono farsi vaccinare, in modo simile a come abbiamo aiutato le persone a trovare informazioni su come votare durante le elezioni”.

Vantandosi della rimozione di “più di 12 milioni di contenuti” che contenevano “disinformazione che potrebbe portare a danni fisici imminenti” e influenzando con successo milioni di persone in tutto il mondo a indossare maschere, Jin ha affermato che l’obiettivo dell’azienda nel 2021 è creare fiducia nei vaccini utilizzando le stesse “intuizioni e pratiche”.

Negli Stati Uniti, Facebook collaborerà con la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health per raggiungere “comunità di nativi americani, comunità di neri e comunità latine” e utilizzare “contenuti scientifici e basati sull’evidenza che affrontano le domande e le preoccupazioni” che potrebbero avere sul vaccini.

Gli scienziati dell’OMS si trovano attualmente a Wuhan, in Cina, dove il virus è stato rilevato per la prima volta nel dicembre 2019, cercando di stabilire come è arrivato a infettare gli esseri umani. Il cugino più vicino del virus SARS-CoV-2 è stato trovato nel 2013, tra i pipistrelli nella provincia cinese dello Yunnan, a circa 1.200 miglia (1.900 km) di distanza.

Fonte

6021d7f285f54028147221b5

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La societa` Merck abbandona la strada del vaccino. Sostiene sia piu` efficace contrarre il virus e guarire

I vaccini generano una risposta “inferiore” del sistema immunitario rispetto al virus

Il produttore di vaccini Merck ha abbandonato lo sviluppo di due vaccini contro il coronavirus, affermando che dopo approfondite ricerche si è concluso che le iniezioni offrivano meno protezione rispetto alla semplice contrazione del virus stesso e allo sviluppo di anticorpi.

L’azienda ha annunciato che i vaccini V590 e V591 erano “ben tollerati” dai pazienti sottoposti al test, tuttavia hanno generato una risposta del sistema immunitario “inferiore” rispetto all’infezione naturale.

La società ha dichiarato che invece si concentrerà sulla ricerca di farmaci terapeutici etichettati come MK-7110 e MK-4482.

I farmaci mirano a proteggere i pazienti dai danni di una risposta immunitaria iperattiva al virus.

“I risultati provvisori di uno studio di fase 3 hanno mostrato una riduzione superiore al 50% del rischio di morte o insufficienza respiratoria nei pazienti ospedalizzati con COVID-19 da moderato a grave”, ha dichiarato la societa`.

Merck riceverà circa 356 milioni di dollari dal governo degli Stati Uniti per accelerare la produzione dei potenziali trattamenti nell’ambito dell’operazione Warp Speed.

Il Chief Marketing Officer Michael Nally ha recentemente dichiarato a Bloomberg che Merck mira a produrre circa 20 milioni di dosi del farmaco MK-4482, un antivirale orale che i pazienti assumeranno due volte al giorno per cinque giorni.

Nel frattempo, nelle notizie correlate, scienziati tedeschi hanno affermato che il vaccino Oxford / AstraZeneca del Regno Unito ha una efficacia di meno dell’8% negli over 65.

I media tedeschi hanno pubblicato le affermazioni, sostenendo che erano state “confermate” da “molteplici” fonti governative tedesche senza nome.

I ministri del governo britannico hanno suggerito che il reclamo potrebbe essere correlato alla disputa in corso sulla consegna del vaccino tra l’Unione europea e AstraZeneca.

L’UE, che deve ancora approvare il vaccino, ha minacciato di bloccare le esportazioni dei vaccini in Gran Bretagna, con una mossa che è stata bollata “dispettosa” da fonti del governo britannico.

Nel tentativo di assicurarsi che i suoi Stati membri ricevano la loro “giusta quota” di vaccini, l’UE ha anche minacciato di bloccare la consegna di vaccini Pfizer nel Regno Unito, chiedendo alle aziende farmaceutiche di fornire informazioni dettagliate su quando intendono esportare i vaccini Covid in paesi al di fuori del blocco.

Fonte

gettyimages-1222964736-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il CDC rimuove dal suo sito la sezione “I vaccini non provocano l’autismo”

Il Centers for Disease Control and Prevention ha rimosso un titolo dal suo sito web il quale affermava che “i vaccini non causano l’autismo” a seguito di una sfida legale che metteva in discussione tale affermazione.

Il cambiamento è stato fatto silenziosamente lo scorso agosto, senza alcun annuncio, a seguito di una lunga battaglia legale con il gruppo Informed Consent Action Network (ICAN) iniziata nel 2017.

Ecco l’originale:

E qui la versione editata:

Dal sito web dell’ICAN:

Invece di abbandonare la lotta dopo che il CDC ha effettivamente ammesso di non avere gli studi richiesti dall’ICAN, l’ICAN ha citato in giudizio il CDC in un tribunale federale. La causa si concentrava sull’affermazione del CDC secondo cui “I vaccini non causano l’autismo” sulla base del fatto che il CDC non aveva elencato specificamente gli studi precisi che sostiene supportano tale affermazione. Questa causa citava anche la deposizione del dottor Stanley Plotkin, il padrino della vaccinologia, che ha ammesso sotto giuramento di essere “d’accordo nel dire al genitore che DTaP / Tdap non causa autismo anche se la scienza non è ancora matura per supportare quell’affermazione. “

Ciò ha portato il CDC, su ordine del tribunale, a presentare 20 studi a sostegno dell’affermazione che i vaccini non causano l’autismo, che l’Istituto di medicina (IOM) non ha ritenuto adeguati.

L’IOM ha concluso che non è stato possibile identificare un singolo studio a sostegno del fatto che il DTaP non causa l’autismo. Invece, l’unico studio rilevante che l’IOM ha potuto identificare ha trovato un’associazione tra DTaP e autismo.

In altre parole, l’unico studio elencato dal CDC che ha effettivamente esaminato uno qualsiasi dei vaccini somministrati ai bambini durante i primi sei mesi di vita ha concluso che non ci sono studi a sostegno del fatto che il DTaP non causa l’autismo. Tuttavia, il CDC ha scelto quello studio come uno dei pochi che supporta la sua affermazione che “i vaccini non causano l’autismo”!

E così, per evitare altre cause legali con l’ICAN, il CDC ha infine rimosso l’affermazione che i vaccini non causano l’autismo.

Secondo i dati del CDC, 1 bambino su 36 nati quest’anno svilupperà l’autismo.

Fonte

ap_505385954577-e1594840347286

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

L’Oms finalmente ammette che i test PCR producono falsi positivi

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato un promemoria il 14 dicembre, avvertendo che il numero elevato di cicli nei test PCR portera` inevitabilmente alla produzione di falsi positivi.

Queste informazioni sono accurate e disponibili da mesi, dobbiamo quindi chiederci: perché lo stanno segnalando ora? È per far sembrare che il vaccino funzioni?

I test Sars-Cov-2 si basano sulla reazione a catena della polimerasi (PCR). La PCR funziona prendendo i nucleotidi – minuscoli frammenti di DNA o RNA – replicandoli finché non diventano qualcosa di abbastanza grande da poter essere identificato. La replicazione viene eseguita in cicli, con ogni ciclo che raddoppia la quantità di materiale genetico. Il numero di cicli necessari per produrre qualcosa di identificabile è noto come “soglia del ciclo” o “valore CT”. Più alto è il valore CT, meno è probabile che tu rilevi qualcosa di significativo.

Questo nuovo promemoria dell’OMS afferma che l’utilizzo di un valore CT elevato per testare la presenza di Sars-Cov-2 comporterà risultati falsi positivi.

Per citare le loro stesse parole:

Chi utilizza il test PCR deve leggere attentamente le istruzioni per l’uso per determinare se è necessaria una regolazione manuale della soglia di positività del test per tenere conto di qualsiasi “interferenza” che possa portare a un campione con un risultato del valore di soglia del ciclo alto (Ct) interpretato come positivo.

Continuano a spiegare:

Il principio su cui e` progettato il test PCR significa che per i pazienti con alti livelli di virus circolante (carica virale), saranno necessari relativamente pochi cicli per rilevare il virus e quindi il valore Ct sarà basso. Al contrario, quando i campioni restituiscono un valore Ct elevato, significa che sono stati necessari molti cicli per rilevare il virus. In alcune circostanze, la distinzione tra interferenza e presenza effettiva del virus bersaglio è difficile da accertare.

Naturalmente, niente di tutto ciò è una novità per chi ha prestato attenzione. Il fatto che i test PCR fossero facilmente manipolabili e potenzialmente altamente inaccurati è stata una delle grida di battaglia spesso ripetuta da quelli di noi che si oppongono alla narrativa “pandemica” e alle politiche che vengono utilizzate per vendercela.

Molti articoli sono stati scritti su questo argomento, da molti esperti del settore, giornalisti medici e altri ricercatori. È ormai noto da mesi che qualsiasi test che utilizzi un valore CT superiore a 35 è potenzialmente privo di significato.

Il dottor Kary Mullis, che ha vinto il Premio Nobel per aver inventato il processo PCR, è stata chiara sul fatto che non era inteso come strumento diagnostico, dicendo:

con il test PCR puoi trovare quasi tutto in chiunque. “

E, commentando le soglie del ciclo, una volta ha detto:

Se devi eseguire più di 40 cicli per amplificare un gene a copia singola, c’è qualcosa di seriamente sbagliato nel tuo test PCR “.

Le linee guida MIQE per l’uso del PCR affermano:

Valori di Cq superiori a 40 sono sospetti a causa della bassa efficienza implicita e generalmente non dovrebbero essere segnalati “,

Tutto questo è stato di dominio pubblico dall’inizio dei lockdown. Lo stesso sito web del governo australiano ha ammesso che i test erano imperfetti e un tribunale portoghese ha stabilito che non erano adatti allo scopo.

Anche il dottor Anthony Fauci ha ammesso pubblicamente che una soglia del ciclo superiore a 35 rileverà “nucleotidi morti”, non un virus vivente.

Nonostante tutto, è noto che molti laboratori in tutto il mondo hanno utilizzato test PCR con valori CT superiori a 35, anche fino a 40.

Allora perché l’OMS ha finalmente deciso di dire che è sbagliato? Che motivo avrebbero potuto avere per scegliere finalmente di riconoscere questa semplice realtà?

La risposta a questa domanda è potenzialmente sorprendentemente cinica: ora abbiamo un vaccino. Non abbiamo più bisogno di falsi positivi.

A livello teorico, il sistema ha prodotto la sua cura miracolosa.

Quindi, dopo che tutti sono stati vaccinati, tutti i test PCR verranno eseguiti “secondo le nuove linee guida dell’OMS”, e verranno eseguiti solo 25-30 cicli invece di 35+.

Ed ecco, il numero di “casi positivi” precipiterà e avremo la conferma che il nostro vaccino miracoloso funziona.

Dopo mesi passati a inondare il pool di dati con falsi positivi, a contare le morti “per caso”, aggiungendo “morte correlata a Covid19” a ogni altro certificato di morte … possono smetterla. La macchina utilizzata per creare la pandemia puo` essere spenta.

… fintanto che facciamo tutti quello che ci viene detto. Qualsiasi segno di dissenso – ad esempio masse di persone che rifiutano il vaccino – e il valore CT ricominciera` a salire.

Fonte

dfnbkpyz6d6wowjenbcysn-1-2000x900-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Operatore sanitario dell’Alaska colpito da serie reazioni allergiche dopo aver preso il vaccino per il coronavirus

Un operatore sanitario in Alaska è stato ricoverato in ospedale martedì con una “grave reazione allergica” dopo aver ricevuto il vaccino COVID-19 di Pfizer, secondo il New York Times.

La persona, che non aveva allergie ai farmaci note, era ancora in ospedale mercoledì mattina sotto osservazione, secondo il rapporto. Non è noto se soffriva di altri tipi di allergie. Secondo quanto riferito, la reazione dell’operatore in Alaska è stata simile alle reazioni anafilattiche vissute da due operatori sanitari in Gran Bretagna dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer-BioNTech la scorsa settimana, entrambi guariti. Da notare, che entrambi avevano una storia di gravi allergie. Una donna di 49 anni, è allergica alle uova (che secondo la Pfizer non sono nel vaccino). L’altra, una donna di 40 anni, è allergica a diversi farmaci. Entrambi trasportano abitualmente dispositivi simili a EpiPenn in caso di reazioni.

Dopo che i lavoratori in Gran Bretagna si sono ammalati, le autorità hanno inizialmente messo in guardia dal somministrare i vaccini a chiunque avesse una storia di gravi reazioni allergiche. Successivamente hanno chiarito le loro preoccupazioni, cambiando la dicitura da “reazioni allergiche gravi” per specificare che il vaccino non deve essere somministrato a chi abbia mai avuto una reazione anafilattica a un alimento, medicinale o vaccino. Quel tipo di reazione a un vaccino è “molto rara”, hanno detto. –NYT

Non sono stati segnalati effetti avversi gravi durante lo studio americano Pfizer che ha coinvolto oltre 40.000 partecipanti, a parte dolori, febbri e altri effetti collaterali “minori”.

Come osserva Bloomberg, i primi intoppi nella distribuzione del vaccino della Pfizer sono appena iniziati, tra cui un ritardo nella consegna di 3.900 dosi a due stati e l’annuncio che circa 900.000 dosi in meno sarebbero state consegnate la prossima settimana rispetto a quelle spedite questa settimana.

Quattro consegne del vaccino Pfizer-BioNTech SE sono state ritirate in California e Alabama questa settimana e rispediti all’azienda perché erano più freddi del previsto, secondo Gustave Perna, il generale dell’esercito che funge da capo delle operazioni di Operation Warp Speed.

Ciascuna delle consegne può probabilmente essere utilizzata per vaccinare 975 persone. Pfizer ha detto che la sua formula deve essere conservata a 70 gradi sotto zero Celsius. Questi vassoi sono risultati molto più freddi, secondo Perna. -Bloomberg

“Non volevamo correre rischi”, ha detto Perna durante una conferenza stampa mercoledì.

Le dosi Pfizer vengono spedite in contenitori a temperatura controllata sviluppati dagli ingegneri dell’azienda, ognuno dei quali è dotato di tracciamento GPS “per il monitoraggio continuo e in tempo reale della posizione e della temperatura”, secondo l’azienda.

Nel frattempo, circa 2 milioni di dosi del vaccino Pfizer saranno spedite la prossima settimana negli Stati Uniti, che è 900.000 in meno rispetto ai 2,9 milioni di dosi disponibili questa settimana. Il segretario per la salute e i servizi umani Alex Azar riconosce le difficolta` nella produzione, dicendo: “Come sapete, hanno finito per essere inferiori della metà di ciò che pensavano di essere in grado di produrre e di ciò che avevano annunciato di essere in grado di produrre” nel 2020.

“In questo momento stanno producendo alla loro massima capacità per fornire i 100 milioni che sono nella prima tranche del contratto con noi e stiamo fornendo supporto alla produzione”, ha aggiunto Azar.

E martedì, il governatore della Florida Ron DeSantis ha affermato che le spedizioni di centinaia di migliaia di dosi sono state bloccate a causa di “un problema di produzione con la Pfizer”.

La società ha respinto la dichiarazione, con la portavoce Amy Rose che ha affermato che la società “non ha avuto problemi di produzione con il vaccino e nessuna spedizione contenente il vaccino è sospesa o ritardata”, aggiungendo “Stiamo continuando a spedire i nostri ordini a le località specificate dal governo degli Stati Uniti “.

Fonte

vax-shot

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Twitter eliminera` i post nella quale si sostiene che i vaccini provocano danni alle persone

Nonostante i rapporti diffusi in cui si afferma che gli operatori sanitari hanno reazioni allergiche al vaccino di Pfizer

Twitter ha dichiarato che rimuoverà tutti i post che suggeriscono che ci sono “impatti o effetti negativi nel ricevere il vaccino”, nonostante i recenti rapporti secondo cui gli operatori sanitari si stanno ammalando dopo aver assunto il vaccino di Pfizer.

Twitter ha annunciato che, a partire dalla prossima settimana, cancellerà tutti i post che “invocano una cospirazione deliberata” o “avanzano narrazioni dannose, false o fuorvianti” sui vaccini.

“Utilizzando una combinazione di tecnologia e revisione umana, inizieremo ad applicare questa politica aggiornata il 21 dicembre espandendo le nostre azioni durante le settimane successive”, ha dichiarato la società.

Twitter ha aggiunto che monitorerà i post sulle vaccinazioni “in stretta consultazione con le autorità sanitarie pubbliche locali, nazionali e globali in tutto il mondo”.

L’azienda tecnologica cancellerà anche tutti i messaggi che suggeriscono che i vaccini “sono usati per causare danni intenzionalmente” o per “controllare le popolazioni” o che “non sono necessari”.

La dichiarazione rileva inoltre che i post verranno cancellati se contengono “false affermazioni che sono state ampiamente debunkate sugli impatti o effetti negativi della ricezione di vaccinazioni”.

Non è stato chiarito esattamente cosa significhi “debunkate”. Presumibilmente significa qualsiasi affermazione sui vaccini con cui Twitter non è d’accordo.

Il New York Times e altri hanno riferito mercoledì che gli operatori sanitari in Alaska sono stati ricoverati in ospedale per una grave reazione allergica dopo aver assunto il vaccino Covid-19 della Pfizer.

Lo sviluppo segue i rapporti della scorsa settimana dalla Gran Bretagna in cui alcuni operatori sanitari hanno segnalato gravi reazioni allergiche al vaccino, spingendo il regolatore medico britannico a emettere un avvertimento alle persone con una storia di allergie.

C’è una montagna di prove documentate che alcuni vaccini possono causare danni e avere effetti negativi, e rispetto ai vaccini precedenti, il vaccino del coronavirus è relativamente non testato, anzi sei persone sono addirittura MORTE durante la corsa per svilupparlo.

I regolatori della Food and Drug Administration (FDA) hanno anche rivelato che alcune persone che hanno ricevuto il vaccino di Pfizer contro il coronavirus durante il suo processo hanno sviluppato la paralisi di Bell, una forma di paralisi facciale.

Sia il governo degli Stati Uniti che quello del Regno Unito hanno implementato una tecnologia specifica per monitorare gli effetti negativi del vaccino, perché sanno che ci saranno molti, molti casi.

Tuttavia Twitter sembra decretare che qualsiasi suggerimento che il vaccino possa causare danni sarà accolto con una rigida censura.

Laddove non è possibile dimostrare che qualcosa è stato “debunkato” e rimuovere completamente il post, Twitter afferma che intende allegare etichette di “avvertimento” ai tweet che “avanzano voci infondate, affermazioni contestate, nonché informazioni incomplete o fuori contesto sui vaccini . “

Il mese scorso, Twitter ha dichiarato che invierà avvisi a tutti coloro a cui piace un post che l’azienda ritiene contenere “informazioni fuorvianti”.

Fonte

gettyimages-1216677104-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €