Archivi Blog

Il Washington Post dice agli americani di MANGIARE INSETTI poiché non possono più permettersi pasti normali

“I consumatori possono già trovare alimenti come formiche salate su Amazon e barrette proteiche in polvere di grilli nei negozi di alimentari”.

Il Washington Post domenica ha consigliato agli americani che invece di una tradizionale cena con prodotti di stagione, che ora è insostenibile per un quarto delle famiglie, dovrebbero invece cercare di mangiare insetti.

Sì davvero.

In un articolo intitolato  Salted ants. Ground crickets. Why you should try edible insects, il Post ha dichiarato: “I consumatori possono già trovare cibi come formiche salate su Amazon e barrette proteiche in polvere di grilli nei negozi di alimentari”.

Il pezzo citava una bambina di sei anni in Pennsylvania che avrebbe ricevuto una travolgente ovazione dagli spettatori per aver mangiato vermi fritti.

Il pezzo afferma “Non è poi così male!”. “Sa da mais bollito!”

C’è la solita stronzata sui grilli che hanno più proteine ​​del manzo e tutti nei paesi del terzo mondo li mangiano già, quindi perché tu non dovresti… ecc.

“Guardare gli altri divertirsi con gli insetti può anche aiutare ad abbattere le barriere”, afferma il pezzo sotto il sottotitolo “Creare una nuova normalità”.

Afferma inoltre che “prima che gli insetti possano diventare cibo comune, più commensali devono essere convinti che le creature a sei zampe sono, in realtà, cibo. Attraverso esperimenti di degustazione, sondaggi e dimostrazioni educative, ricercatori, imprenditori ed educatori stanno approfondendo la psicologia dei consumatori e scoprendo che la resistenza al consumo di insetti può essere forte.

Non mi dire!

Non mangeremo quella merda di insetti!!

Questa è l’ultima di una crescente tendenza a spingere le masse a mangiare insetti come un modo per “salvare il pianeta”.

Fonte

Pot Of Fried And Salted Edible Ants (Mamacos) In Peru

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

L’élite sta cercando disperatamente di convincerti a mangiare insetti. Ecco perché.

Stanno usando le celebrità. Stanno usando le “news”. Stanno usando il sistema educativo. L’élite sta usando tutti i suoi trucchi per convincere il pubblico che dovrebbe mangiare insetti. Cosa c’è dietro questa massiccia spinta a cambiare drasticamente le nostre diete? Ecco uno sguardo a questa agenda odiosa.

La maggior parte degli esseri umani è naturalmente respinta dagli insetti. La semplice vista di alcuni tipi di insetti (es. scarafaggi) genera nella maggior parte delle persone un’istantanea sensazione di disgusto, mentre alcuni soccombono al panico e all’orrore.

Si ritiene che questo tratto quasi universale negli esseri umani sia istintivo. La nostra naturale inclinazione al disgusto quando un insetto è vicino a noi potrebbe essere il nostro cervello che ci avverte che queste cose potrebbero morderci, pungere, infettarci o addirittura avvelenarci a morte. Inoltre, considerando il fatto che alcuni insetti si nutrono di sporcizia ed escrementi, il solo vederli è sufficiente perché il nostro cervello invii un segnale di allarme che ci dice che qualcosa non va.

Detto questo, l’élite globale (in particolare il World Economic Forum) vuole che ci mettiamo gli scarafaggi in bocca, mastichiamo il loro esterno croccante e ingoiiamo il loro interno viscoso e verde. In effetti, l’agenda mangia-insetti si sta diffondendo attraverso i mass media e persino il sistema educativo. L’obiettivo: normalizzare e persino rendere affascinante il consumo di insetti.

Alcuni potrebbero dire che diverse culture mangiano insetti. È corretto. Tuttavia, molti altri considerano il consumo di insetti un abominio completo.

Allora perché l’elite globale è focalizzata a farci mangiare grilli, vermi della farina e scarafaggi? Ecco uno sguardo alla situazione.

IL WEF TI ODIA
Per comprendere appieno il motivo per cui l’élite vuole che mangiamo insetti, dobbiamo prima concentrarci su un fatto importante: stanno cercando di ridefinire cosa significa essere un essere umano sulla Terra. Credono che abbiamo troppe libertà e che consumiamo troppe risorse.

In prima linea in questo movimento c’è il World Economic Forum (WEF). Nel mio articolo intitolato Le 10 narrative più inquietanti e distopiche spinte dal World Economic Forum (WEF), ho elencato i molti modi in cui l’organizzazione di proprietà dell’élite sta cercando di plasmare il futuro dell’umanità.

Un video di propaganda del WEF che afferma con orgoglio: “Non possiedi nulla. E sarai felice”.

Il WEF non sta semplicemente cercando di controllare i governi e le economie, vuole ridefinire il significato della vita sulla Terra.

Un articolo sul sito web del WEF. Sono fuori di testa.

In breve, ci vedono come bestiame. Oltre a limitare ogni aspetto della nostra vita, vogliono anche che consumiamo molte meno risorse. È qui che entra in gioco l’agenda del consumo di insetti. Usando parole d’ordine come “sostenibilità”, l’élite globale sta definendo quella che è una dieta “responsabile” mentre fa vergognare sempre più coloro che mangiano carne.

Un tweet dell’account ufficiale del WEF che promuove il consumo di insetti utilizzando un grafico che mostra il consumo di risorse del bestiame.

Un tweet dell’account ufficiale del WEF che promuove il consumo di insetti utilizzando un grafico che mostra il consumo di risorse del bestiame.

Un altro articolo del WEF che promuove il consumo di insetti come inevitabile

Oltre a cercare di fare appello alla coscienza ambientale utilizzando grafici e cifre, l’élite è in modalità di indottrinamento completo per promuovere il consumo di insetti.

INDROTTINAMENTO DI MASSA
Diversi anni fa, questo sito ha identificato l’agenda della sfocatura del genere e ha previsto che avrebbe preso piede. Il minimo che si possa dire è che era un eufemismo. Utilizzando i mass media, le scuole e i governi corrotti, l’élite ha reso prioritaria l’agenda di sfocatura del genere ed è riuscita a ridefinire cosa significa essere un uomo e una donna.

Bene, l’agenda degli insetti è su un percorso simile. Le celebrità stanno mangiando insetti davanti alla telecamera. “I giornalisti” stanno scrivendo articoli che promuovono il consumo di insetti come inevitabile. Le scuole stanno facendo mangiare gli insetti ai bambini in classe. Ecco alcuni esempi.

Innanzitutto, ecco un video inquietante di Nicole Kidman che mangia insetti vivi che lei chiama “micro-bestiame”.

Sì, una grande star del cinema è stata arruolata per mangiare insetti in modo semi-seducente davanti alla telecamera per convincerti a fare lo stesso. Questa è propaganda scadente. Fortunatamente, i commenti su YouTube ci danno speranza. Ecco i migliori.

Una stella del cinema non basta. Ce ne vogliono tante. Ecco Lupita Nyong’o che usa le sue capacità di recitazione mentre mangia delle formiche.

Oltre a usare le celebrità, all’élite piace usare le “news”. Come probabilmente saprai, un gran numero di articoli di sono in realtà tentativi di propaganda sottilmente velati.

Un titolo della BBC

Ci sono alcune cose da notare sul titolo sopra. In primo luogo, la spinta verso la “carne” sintetica fa parte della stessa agenda. In secondo luogo, questo articolo è stato scritto da un “corrispondente ambientale” ed è archiviato sotto “cambiamento climatico” come argomento. Questo è il punto di vista adottato per costringere e svergognare il mondo ad adottare una dieta a base di insetti e cibi sintetici.

Un articolo del The Economist che promuove esattamente la stessa dieta: insetti e carne coltivata in laboratorio.

Naturalmente, l’élite sa benissimo che l’indottrinamento è più efficace sui giovani. È durante i loro anni di formazione che gli esseri umani adottano abitudini che li seguiranno per il resto della loro vita. Per questo motivo, l’agenda mangia-insetti si sta infiltrando nelle scuole di tutto il mondo.

Nel video seguente, i bambini possono temporaneamente togliere le mascherine… per mangiare i grilli. Stanno creando una generazione conforme e rispettosa del WEF.

Questo poster è appeso nelle scuole pubbliche della California.

Il poster sopra è stato creato appositamente per manipolare i bambini facendogli mangiare insetti. Usando tattiche psicologiche a buon mercato, il poster usa argomenti come “lo fanno tutti”, “puoi immergerli nel CIOCCOLATO” e “ti rende figo”. Inoltre, sostiene che “la carne porta malattie” e “fa ammalare”.

A quanto pare, gli insetti non possono farti ammalare. Questo è ciò che dice la propaganda. Diamo un’occhiata a cosa dice la scienza.

PERCHE’ GLI INSETTI?
I poteri forti vogliono che gli esseri umani consumino un insieme specifico di insetti, vale a dire vermi della farina, grilli domestici, scarafaggi e locuste migratorie. Considerando l’ampia gamma di potenziali alimenti che possono essere consumati dagli esseri umani, perché si stanno concentrando su queste poche specie – e particolarmente disgustose? È davvero perché sono “sostenibili” … o c’è una ragione più nefasta dietro a tutto questo?

Se ci si allontana dall’ovvia propaganda e si esamina la ricerca scientifica condotta negli ultimi decenni, alcuni fatti preoccupanti emergono rapidamente. Il principale: gli insetti sono tossici.

Uno studio del 2019 intitolato Una valutazione parassitologica degli insetti commestibili e del loro ruolo nella trasmissione di malattie parassitarie all’uomo e agli animali afferma quanto segue:

Dal 1 gennaio 2018 è entrato in vigore il Regolamento (UE) 2015/2238 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 25 novembre 2015, che introduce il concetto di “novel food”, inclusi gli insetti e le loro parti. Una delle specie di insetti più comunemente utilizzate sono: i vermi della farina (Tenebrio molitor), i grilli domestici (Acheta domesticus), gli scarafaggi (Blattodea) e le locuste migratrici (Locusta migrans). In questo contesto, la questione è il ruolo degli insetti commestibili nella trasmissione di malattie parassitarie che possono causare perdite significative nella loro riproduzione e possono rappresentare una minaccia per l’uomo e gli animali. Lo scopo di questo studio era identificare e valutare le forme di sviluppo dei parassiti che colonizzano insetti commestibili negli allevamenti domestici e nei negozi di animali nell’Europa centrale e determinare il potenziale rischio di infezioni parassitarie per l’uomo e gli animali. Il materiale sperimentale comprendeva campioni di insetti vivi provenienti da 300 fattorie domestiche e negozi di animali, tra cui 75 allevamenti di vermi della farina, 75 allevamenti di grilli domestici, 75 allevamenti di scarafaggi sibilanti del Madagascar e 75 allevamenti di locuste migratrici. I parassiti sono stati rilevati in 244 (81,33%) su 300 (100%) allevamenti di insetti esaminati. In 206 (68,67%) dei casi, i parassiti identificati erano patogeni solo per gli insetti; in 106 casi (35,33%) i parassiti erano potenzialmente parassiti per gli animali; e in 91 casi (30,33%) i parassiti erano potenzialmente patogeni per l’uomo. Gli insetti commestibili sono un serbatoio sottovalutato di parassiti umani e animali.

In breve, il 30% degli insetti d’allevamento valutati dallo studio conteneva parassiti dannosi per l’uomo. Lo studio completo descrive ogni parassita che è stato scoperto e ha notato che erano particolarmente dannosi per l’intestino e i polmoni.

Altri studi si sono concentrati sulla chitina, un componente strutturale naturale che si trova negli esoscheletri degli insetti. Lo studio del 2007  Chitin induces accumulation in tissue of innate immune cells associated with allergy:

Gli antigeni associati a insetti, crostacei, elminti e funghi costituiscono una parte considerevole degli antigeni ambientali associati alle allergie e all’asma nell’uomo. Tuttavia, gli elementi comuni che collegano queste entità ampiamente distribuite rimangono sconosciuti. Uno dei principali colpevoli potrebbe essere la chitina. La chitina è il secondo polimero più abbondante in natura, fornendo stabilità osmotica e resistenza alla trazione a innumerevoli pareti cellulari ed esoscheletri rigidi. Reese et al. hanno ora scoperto che i topi trattati con chitina sviluppano una risposta allergica, caratterizzata da un accumulo di cellule immunitarie innate che esprimono l’interleuchina-4.

In altre parole, lo studio ha scoperto che la chitina provoca una reazione allergica negli esseri umani. Forse è questo il modo in cui i nostri corpi ci dicono che non dovremmo mangiare l’esoscheletro degli insetti.

Un altro studio sulla chitina conclude:

La chitina, un polisaccaride costituente di molti allergeni e parassiti, avvia l’infiammazione polmonare innata di tipo 2 attraverso percorsi non completamente definiti.

Uno studio incentrato sul chitosano, un composto chimico a base di chitina, ha scoperto che il suo consumo porta all’esaurimento delle vitamine nel corpo umano, con effetti disastrosi.

Non ci sono state alterazioni istologiche associate alle diminuzioni osservate nei livelli vitaminici; tuttavia, le diminuzioni erano abbastanza significative da suggerire inadeguatezze nutrizionali. Gli effetti a lungo termine delle carenze di vitamina A e vitamina E sono ben noti e non si sa quali effetti correlati alla carenza sarebbero stati osservati se questi livelli ridotti fossero stati mantenuti per un periodo di tempo più lungo. Quando circolano i livelli di vitamina E, sono esauriti, possono verificarsi danni ai tessuti. L’esaurimento della vitamina E negli esseri umani è stato successivamente correlato con anemia, interruzione della normale crescita, diminuzione delle risposte alle infezioni e problemi di gravidanza. La vitamina A è essenziale in numerosi processi e percorsi biologici, tra cui la crescita, lo sviluppo della vista, la funzione immunitaria e il metabolismo. Una grave carenza di vitamina A (VAD) provoca l’interruzione della normale funzione dei tessuti ed è associata a cecità infantile, anemia e risposte depresse alle infezioni; La VAD durante un’infezione grave può provocare la morte. Sebbene gli effetti a lungo termine della carenza vitaminica nei roditori non siano ben compresi, la letteratura disponibile sulle carenze umane suggerisce che le diminuzioni di vitamina A ed E osservate in questo studio possono essere dannose nel tempo.

Come se non bastasse, ecco un titolo da LiveScience.

Mentre gli insetti potrebbero mostrare un buon valore nutritivo sulla carta, potrebbero essere completamente tossici per il corpo umano. Gli studi hanno scoperto che possono ospitare parassiti, influenzare il sistema immunitario, scatenare allergie ed esaurire le vitamine dal corpo. Nonostante questi problemi evidenti, l’élite sta andando avanti a tutto vapore con questa agenda.

CREARE UNA CRISI?
Mentre le masse vengono spinte verso il consumo di insetti e prodotti sintetici, in tutto il mondo si stanno verificando alcuni strani eventi che incidono direttamente sull’approvvigionamento alimentare.

Nei Paesi Bassi, il governo ha intrapreso una guerra con gli allevatori a causa dell’“inquinamento”. L’obiettivo: ridurre di oltre il 30% il numero di suini, bovini e polli.

Le proposte del governo olandese per affrontare le emissioni di azoto indicano un taglio radicale del bestiame: si stima che 11.200 aziende agricole dovranno chiudere e altri 17.600 agricoltori dovranno ridurre significativamente il loro bestiame.

Altre proposte includono la riduzione dell’agricoltura intensiva e la conversione a “fattorie verdi” sostenibili.

In quanto tale, il trasferimento o l’acquisizione di agricoltori è quasi inevitabile, ma gli acquisti forzati sono uno scenario che molti sperano di evitare.

Il gabinetto ha stanziato 25 miliardi di euro per ridurre le emissioni di azoto all’interno del settore agricolo entro il 2030 e gli obiettivi per aree e province specifiche sono stati indicati in una mappa codificata a colori.
– Anna Holligan, Perché gli agricoltori olandesi stanno protestando per i tagli alle emissioni

Se l’offerta di carne diminuisce drasticamente, i prezzi aumenteranno drasticamente. Ciò aprirebbe la strada all’allevamento di insetti codificato come “fattorie verdi sostenibili” nell’articolo.

Negli Stati Uniti, negli ultimi mesi un numero insolito di impianti di lavorazione degli alimenti è andato a fuoco.

Una raccolta di titoli sugli impianti di trasformazione alimentare distrutti.

Questo ha fatto sì che alcune persone si chiedessero: “che cosa diavolo sta succedendo?”.

Un titolo dalla rivista femminile Elvie.

Nel frattempo, Bill Gates è diventato ufficialmente il più grande proprietario privato di fattorie d’America con circa 269.000 acri in dozzine di stati.

C’è una guerra contro i piccoli agricoltori indipendenti e autosufficienti.

Ci sono molte speculazioni sull’acquisizione di terreni agricoli di Bill Gates in America. Perché sta comprando così tanti terreni agricoli? Uno sguardo al sito ufficiale della Bill and Melinda Gates Foundation fornisce alcuni indizi.

La Bill and Melinda Gates Foundation ha offerto una sovvenzione a “All Things Bugs”, un’azienda specializzata nella produzione di alimenti a base di insetti.

Indipendentemente dal fatto che questi fatti facciano tutti parte di un piano coeso o meno, ci portano tutti verso una minore presenza di carne e una maggiore offerta di insetti e cibi sintetici.

CONCLUDENDO
Negli ultimi mesi, abbiamo assistito all’emergere dell’agenda mangia-insetti. Utilizzando i mass media e il sistema educativo, l’élite mondiale è in piena modalità indottrinamento per convincere il mondo che grilli, locuste, scarafaggi e vermi della farina devono diventare una parte importante della nostra dieta. Le parole d’ordine utilizzate sono sostenibilità, riscaldamento globale e inquinamento.

Questa richiesta di un drastico cambiamento nella produzione alimentare fa parte di un piano più ampio del WEF per riformulare completamente l’esperienza umana sulla Terra. Vogliono che le masse si accontentino di meno poiché un numero crescente di risorse sarà considerato un lusso.

Inoltre, l’agenda mangia-insetti potrebbe avere un motivo ancora più oscuro. Come mostrato sopra, innumerevoli studi hanno documentato gli effetti negativi degli insetti sul corpo umano. Gli insetti d’allevamento possono contenere parassiti dannosi per l’uomo, indebolire il sistema immunitario, scatenare allergie e persino esaurire le vitamine dal corpo. Quale modo migliore per creare una generazione ancora più dipendente da big pharma e, naturalmente, dai vaccini?

Al di là di tutto questo, c’è una componente quasi spirituale in tutto questo. Considerando il fatto che gli esseri umani sono naturalmente avversi agli insetti, perché insistono sul fatto che ce li dobbiamo mangiare? Perché, per loro, il male è bene.

Fonte

leadbugs

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sorpavvivere con una donazione

5,00 €

Futurista del World Economic Forum: “Non abbiamo bisogno della stragrande maggioranza della popolazione”

Ecco un esperimento mentale: possiedi una fabbrica, che gestisci al solo scopo di arricchirti.

Cosa fai con le vecchie apparecchiature dopo che la loro utilità è scaduta, quando acquisti una nuova tecnologia più efficiente? Fai il nostalgico?

Il luogotenente eugenista di Klaus Schwab, Yuval Noah Harari – è uscito allo scoperto in una recente intervista a TED.

“Le persone si rendono conto – e hanno ragione nel pensarlo – che, ‘Il futuro non ha bisogno di loro. Hai tutte queste persone intelligenti in California, a New York e a Pechino, e stanno pianificando questo fantastico futuro con l’intelligenza artificiale e la bioingegneria e nella connettività globale e quant’altro, e non hanno bisogno di loro.'”

Ascolta l’intervista nella sua interezza e nota quanto spesso Harari, senza che nessuno glielo chiedesse, paragona gli esseri umani agli animali: scimmie, mucche, ecc.

Le élite ci vedono come una risorsa industriale, non come cittadini pari
Harari continua:

“Se torni alla metà del 20° secolo – e non importa se sei negli Stati Uniti con Roosevelt, o se sei in Germania con Hitler, o anche in URSS con Stalin – e tu pensa a costruire il futuro, poi i tuoi materiali da costruzione sono quei milioni di persone che lavorano duramente nelle fabbriche, nelle fattorie, nei soldati. Hai bisogno di loro. Non hai nessun tipo di futuro senza di loro”.

E qui arriviamo al nocciolo della questione: ai loro occhi siamo macchinari obsoleti.

“Ora, avanziamo rapidamente all’inizio del 21° secolo, quando semplicemente non abbiamo bisogno della stragrande maggioranza della popolazione perché il futuro riguarda lo sviluppo di tecnologie sempre più sofisticate, come l’intelligenza artificiale [e] la bioingegneria”.

Harari spiega che la tua unica utilità per la tecnocrazia ora è come riserva di dati:

“La maggior parte delle persone non contribuisce in alcun modo all'[intelligenza artificiale e alla bioingegneria], tranne forse per i propri dati, e qualunque cosa le persone stiano ancora facendo per essere utili, queste tecnologie diventeranno sempre più ridondanti e renderanno possibile la sostituzione delle persone”.

Le élite si considerano dei, che conferiscono ed estinguono la vita a piacimento
I tecnocrati non eletti del WEF sono semidei transumani e si sono conferiti il ​​concomitante potere supremo:

“La scienza sta sostituendo l’evoluzione con la selezione naturale con l’evoluzione con un design intelligente, non il design intelligente di qualche dio tra le nuvole, [ma] il NOSTRO design intelligente. Queste sono le nuove forze trainanti dell’evoluzione”.
-Nuvale Noè Harari

Questo è il complesso di Dio megalomane giunto a pieno compimento. Questo è un ego incontrollato, libero dai vincoli del Super-Io.

——————-

Persone come Harari sono così insidiose e pericolose perché, quando va a dormire la notte, è del tutto possibile che la sua coscienza probabilmente non lo infastidisca affatto.

Non è necessariamente un genio sociopatico malvagio. Probabilmente, attraverso qualsiasi metodo di razionalizzazione richiesto, crede sinceramente che sia suo diritto intrinseco assumere l’autorità morale sull’umanità nel suo insieme e che il paesaggio infernale tecnetronico che sta inventando sia moralmente corretto.

Chi potrebbe dire ad Harari il contrario? Dopotutto, chi è un semplice mortale per dire a Dio, suo Creatore e superiore, che ha torto?

——————-

Dato come la classe dirigente tratta i suoi servi ora, quale trattamento possiamo aspettarci nella classe operaia quando la tecnocrazia aziendale non richiede più il nostro lavoro?

La rivoluzione dell’automazione del lavoro è già in pieno svolgimento.

Fonte

yuval-harari-800

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Il World Economic Forum suggerisce che ci sono ragioni “solide e razionali” per cui i bambini devono essere microchippati

Prevede che diventeranno accessori di moda.

Non facendo alcun favore alla sua reputazione da cattivo dei film di James Bond, il World Economic Forum ha pubblicato un articolo in cui suggerisce che sarebbe una mossa “solida e razionale” per impiantare microchip nei bambini.

Sì davvero.

L’idea è promossa in un post sul blog sul sito web dell’élite di Davos che discute del futuro della realtà aumentata e di una “società aumentata”.

“Per quanto spaventosi possano sembrare i microchip, fanno parte di un’evoluzione naturale dei dispositivi portatili. Gli apparecchi acustici o gli occhiali non vengono più stigmatizzati”, sostiene l’articolo, forse dimenticando che occhiali e apparecchi acustici non sono incorporati all’interno del corpo, né possono essere controllati da forze esterne.

“Sono accessori e sono persino considerati un capo di moda. Allo stesso modo, gli impianti si evolveranno in una merce”, scrive la scienziata Kathleen Philips, suggerendo che la cultura mainstream e gli influencer saranno sfruttati per promuovere i chip impiantabili come status symbol alla moda.

L’articolo spinge l’idea che gli esseri umani potenziati siano inevitabili e che le élite globali debbano stabilire un monopolio di potere sulla tecnologia per regolarla “eticamente”.

La tecnologia ha bisogno del “giusto supporto, visione e audacia”, che ovviamente saranno forniti dai tuoi padroni tecnocratici, le stesse persone che stanno disperatamente cercando di censurare Internet in modo da non poter essere criticate.

“La tecnologia aumentata aiuterà in tutte le fasi della vita: i bambini in un ambiente di apprendimento, i professionisti al lavoro e gli anziani. Ci sono molte possibilità”, scrive la Philips.

“E’ giusto impiantare un impianto di geolocalizzazione su tuo figlio?” chiede la scienziata, aggiungendo: “Ci sono ragioni solide e razionali per questo, come la sicurezza”.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, il capo del World Economic Forum Klaus Schwab ha scritto nel suo libro “The Great Reset” che la quarta rivoluzione industriale “porterebbe a una fusione della nostra identità fisica, digitale e biologica”, sottoforma di microchip impiantabili in grado di leggere i nostri pensieri.

“Immagina la conformità”, disse Bourla.

“Non è passato molto tempo da quando coloro che speculavano su un futuro simile venivano liquidati come teorici della cospirazione, ma sono ora le stesse élite mondiali a prevede che i microchip alla fine diventeranno solo un prodotto di consumo come un altro”, scrive Didi Rankovic .

Come riportato in precedenza, una scuola elementare australiana prevedeva “microchip nel cervello degli studenti” entro 10 anni prima di cancellare successivamente la newsletter che conteneva la raccapricciante profezia.

Durante l’incontro di elitari globali di Davos di quest’anno, il CEO di Pfizer Albert Bourla ha spiegato a Schwab quanto presto ci sarebbero state le “pillole ingeribili”, una pillola con un minuscolo chip a microchip che invierebbe un segnale wireless alle autorità competenti quando il farmaco è stato consumato.

Fonte

220822chip1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Il WEF vuole combinare intelligenza umana e artificiale per censurare l'”incitamento all’odio” e la “disinformazione”

Forse dovrebbero occuparsi di economia e basta…

Nonostante il fatto che nessuno lo abbia chiesto, il World Economic Forum sta ora sostenendo un piano per la fusione dei sistemi di intelligenza umana e artificiale per censurare l'”incitamento all’odio” e la “disinformazione” online prima ancora che possa essere pubblicata.

Un rapporto pubblicato sul sito web ufficiale del WEF avverte minacciosamente del pericolo rappresentato dal “mondo oscuro e malvagio del web”.

Ma l’organismo globalista, gestito dal cattivo dei fumetti Klaus Schwab, ha una soluzione.

Vogliono unire gli aspetti “migliori” della censura umana e degli algoritmi di apprendimento automatico dell’IA per garantire che i sentimenti delle persone non vengano feriti e le opinioni contro il regime siano nella lista nera.

“Combinando in modo univoco la potenza di tecnologie innovative, la raccolta di informazioni fuori piattaforma e l’abilità di esperti in materia che comprendono come operano gli attori delle minacce, il rilevamento su vasta scala degli abusi online può raggiungere una precisione quasi perfetta”, afferma l’articolo.

Dopo essersi impegnato in tutta una serie di mumbo jumbo, l’articolo conclude proponendo “un nuovo framework: piuttosto che fare affidamento sull’IA per rilevare su larga scala e sugli esseri umani per rivedere i casi limite, un approccio basato sull’intelligence è fondamentale”.

“Introducendo nei set di apprendimento l’intelligenza curata dall’uomo, multilingue e fuori piattaforma, l’IA sarà quindi in grado di rilevare nuovi abusi sfumati su larga scala, prima che raggiungano le piattaforme tradizionali. Integrare questo rilevamento automatizzato più intelligente con l’esperienza umana per rivedere i casi limite e identificare falsi positivi e negativi e quindi reinserire quei risultati nei set di formazione ci consentirà di creare un’IA con l’intelligenza umana integrata”, afferma l’articolo.

Fonte

12822schwab1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Le 10 narrative più inquietanti e distopiche spinte dal World Economic Forum (WEF)

Il World Economic Forum (WEF) è una delle organizzazioni più potenti al mondo. E, nel corso degli anni, i membri del WEF hanno detto cose veramente folli e distopiche. E sono riusciti a esprimere queste cose nei modi più inquietanti possibili. Ecco le 10 narrative più folli spinte dal WEF.

Quando si parla di “élite globale”, di solito ci si riferisce a un piccolo gruppo di individui ricchi e potenti che operano oltre i confini nazionali. Attraverso varie organizzazioni, questi individui non eletti si riuniscono in semisegretezza per decidere le politiche che vogliono vedere applicate a livello globale.

Il World Economic Forum (WEF) è il fulcro di tutto questo. Infatti, attraverso i suoi incontri annuali a Davos, il WEF tenta di legittimare e normalizzare la sua influenza sulle nazioni democratiche del mondo facendo partecipare e parlare all’evento un gruppo di leader mondiali.

Un semplice sguardo all’elenco dei partecipanti a queste riunioni rivela l’incredibile portata e influenza dell’organizzazione. Al WEF sono rappresentati i più grandi nomi dei media, della politica, degli affari, della scienza, della tecnologia e della finanza.

Pagina 34 (su 58) della lista dei partecipanti al meeting di Davos 2022. Grandi nomi, grandi aziende, grande influenza.

Secondo i mass media, gli incontri di Davos riuniscono persone per discutere di questioni come “disuguaglianza, cambiamento climatico e cooperazione internazionale”. Questa descrizione semplicistica sembra fatta su misura per far sbadigliare di noia il cittadino medio. Ma gli argomenti del WEF vanno ben oltre la “disuguaglianza”.
Nel corso degli anni, i membri del WEF hanno detto cose molto inquietanti, nessuna delle quali ha attirato l’attenzione dei media. In effetti, quando si mettono insieme gli argomenti sostenuti dal WEF, emerge un tema generale: il controllo totale dell’umanità utilizzando i media, la scienza e la tecnologia rimodellando le democrazie per formare un governo globale.

Se questa sembra una teoria del complotto inverosimile, continua a leggere. Ecco le 10 narrative più distopiche che vengono spinte dal WEF in questo momento. Questo elenco ordinato non è in un ordine particolare. Perché sono tutti ugualmente pazzi.

10 Penetrare i governi

Il minimo che si possa dire è che Klaus Schwab, il fondatore e capo del WEF non è un fan della democrazia. In effetti, la percepisce come un ostacolo a un mondo pienamente globalizzato.

Nel rapporto del WEF del 2010 intitolato “Global Redesign“, Schwab postula che un mondo globalizzato sia gestito al meglio da una “coalizione auto-selezionata di società multinazionali, governi (anche attraverso il sistema delle Nazioni Unite) e organizzazioni della società civile (OSC) selezionate”. Questo è l’esatto opposto di una democrazia.

Ha affermato che i governi non sono più “gli attori dominanti sulla scena mondiale” e che “è giunto il momento per un nuovo paradigma delle parti interessate della governance internazionale”. Per questo motivo, il Transnational Institute (TNI) ha descritto il WEF come “un colpo di stato globale silenzioso” per possedere la governance.

Nel 2017, alla John F. Kennedy School of Government di Harvard, Schwab ha ammesso apertamente quella che viene continuamente liquidata come una “teoria del complotto” dai mass media: il WEF sta “penetrando” i governi di tutto il mondo.

Schwab ha detto:

“Devo dire che quando cito nomi, come la signora (Angela) Merkel e persino Vladimir Putin, e così via, sono stati tutti Young Global Leaders del World Economic Forum. Ma ciò di cui siamo molto orgogliosi ora sono le giovani generazioni, come il Primo Ministro [Justin] Trudeau, il Presidente dell’Argentina e così via.

Penetriamo il consiglio dei ministri. Quindi ieri ero a un ricevimento per il Primo Ministro Trudeau e so che metà del suo gabinetto, o anche più della metà del suo gabinetto, sono in realtà Young Global Leaders del World Economic Forum. (…) È vero in Argentina ed è vero in Francia, con il Presidente – un Giovane Leader Globale”.

In questo eccezionale discorso, Schwab ha dichiarato apertamente che Angela Merkel dalla Germania, Vladimir Putin dalla Russia, Justin Trudeau dal Canada ed Emmanuel Macron dalla Francia sono stati “allevati” dal WEF. Aggiunge anche che almeno la metà del gabinetto canadese è composta da rappresentanti venduti all’agenda del WEF. Questa non è una teoria del complotto. Questa è la verità assoluta, confermata dallo stesso capo del WEF.

9 Controllare le menti usando le onde sonore

Nel 2018, uno degli argomenti di discussione al WEF è stato il “Controllo mentale mediante onde sonore”. Non ho alterato questo titolo per sensazionalismo, queste sono esattamente le parole usate dal WEF.

Questo è il titolo di un vero e proprio articolo pubblicato sul sito ufficiale del WEF. È stato cancellato per ragioni oscure, ma è ancora visualizzabile negli archivi web.

Nell’articolo, la tecnologia è pubblicizzata come un possibile trattamento per il morbo di Parkinson e l’Alzheimer. Tuttavia, l’articolo afferma anche che “può curarti, può farti diventare dipendente e può ucciderti”. Può anche essere utilizzata per controllare completamente la mente di una persona, a distanza. L’articolo afferma:

“Vedo arrivare il giorno in cui uno scienziato sarà in grado di controllare ciò che una persona vede nella sua mente, inviando le onde giuste nel posto giusto nel suo cervello. La mia ipotesi è che la maggior parte delle obiezioni saranno simili a quelle che sentiamo oggi sui messaggi subliminali nelle pubblicità, solo molto più veementi.

Questa tecnologia non è esente da rischi di uso improprio. Potrebbe essere una tecnologia sanitaria rivoluzionaria per i malati o un perfetto strumento di controllo con cui gli spietati controllano i deboli. Questa volta, però, il controllo sarebbe letterale”.

La conclusione dell’articolo: nessuno può impedire agli scienziati di sviluppare questa tecnologia. Per prevenire un uso improprio, dovrebbe essere regolamentata da organizzazioni come … il WEF. È conveniente perché alcune aziende che sviluppano questa tecnologia fanno parte del WEF. Vedi dove sta andando a parare?

8 Pillole che contengono microchip

Ancora una volta, questo titolo suona come una teoria del complotto inverosimile, abilmente formulata per sensazionalismo. Non lo è. Ecco un video dell’incontro del WEF del 2018 in cui Albert Bourla, CEO di Pfizer, parla di pillole che contengono microchip.

Bourla dice:

“La FDA ha approvato la prima ‘pillola elettronica’, se così posso chiamarla. È fondamentalmente un chip biologico che si trova nella compressa e, una volta ingerita e dissolta nello stomaco, invia un segnale che accerta il fatto che la hai presa. Quindi immagina le applicazioni, la conformità. Le compagnie di assicurazione saprebbero che le medicine che i pazienti dovrebbero assumere, vengono effettivamente assunte. È affascinante quello che succede in questo campo”.

Questo campo è davvero affascinante? O del tutto distopico? Come disse lo stesso Bourla: Immagina la conformità. Questo tipo di tecnologia potrebbe facilmente aprire la porta ad ogni tipo di applicazione nefasta. Da allora, il COVID ha messo la Pfizer in una posizione di potere mai vista prima per un’azienda farmaceutica.

Come Pfizer, anche il WEF sta usando il COVID per promuovere la sua agenda.

7 Lode ai lockdown draconiani

Nel 2020 e nel 2021, le città di tutto il mondo sono state sottoposte a lockdown massicci e drastici, causando perdite di posti di lavoro, suicidi, overdose di droga, isolamento, problemi di salute mentale, abusi domestici, fallimenti e senzatetto. Durante questo periodo orribile, i bambini non hanno potuto frequentare la scuola per mesi ed è stato sostanzialmente impedito di interagire con altri bambini. Una sfilza di piccole e medie imprese è stata distrutta mentre le grandi società creavano enormi profitti.

Nonostante tutto ciò, il WEF non ha potuto nascondere il suo amore per i lockdown che hanno distrutto la vita di molte persone. Ha pubblicato un video chiamato surrealisticamente “I lockdown stanno migliorando silenziosamente le città di tutto il mondo”. Ecco questo capolavoro di pura follia.

Il video afferma “I lockdown hanno ridotto significativamente l’attività umana… portando al periodo più tranquillo della Terra da decenni”, mentre mostra immagini distopiche di città vuote e aerei bloccati a terra.

Ignorando completamente l’immensa sofferenza umana causata da questi lockdown, il WEF ha ritenuto che ne valesse la pena perché “le emissioni di carbonio sono diminuite del 7% nel 2020”.

Quando questa cosa è stata pubblicata per la prima volta, ha ottenuto un intenso contraccolpo. Quindi il WEF ha cancellato il video sopra e ha pubblicato questo tweet.

Come puoi vedere, nonostante la cancellazione del video, il WEF ha continuato a lodare i lockdown. Questo perché il WEF vorrebbe vedere “la nuova normalità” diventare permanente.

6 “Dai uno sguardo al futuro”

A giudicare dai commenti su YouTube e sui social media, le persone odiano assolutamente i video creati dal WEF. Ma continuano a pubblicarli. Perché a loro non importa cosa pensi. Vogliono solo piantare il loro seme malvagio nella tua mente. In un video intitolato “Come potrebbero presto apparire le nostre vite”, il WEF invita gli spettatori a “dare uno sguardo al futuro”. Ed è BUIO. Si tratta di rendere permanente la nuova normalità COVID.

Il video è pieno di persone mascherate e codici QR. Questo è il futuro che vogliono. Poi, c’è questa pepita di follia

No. Lasciateci in pace.

Il video dice con orgoglio:

“La NASA ha inventato un sistema in grado di identificarti dal battito cardiaco utilizzando un laser”.

Come se non bastasse, il video mostra dei bambini in casa che vengono istruiti attraverso degli schermi. Il video si conclude mostrando le persone che indossano maschere all’esterno, come pazzi.

5 Spingendo il Grande Reset

Come affermato sopra, il WEF percepisce la pandemia come una “opportunità”. Non è solo un’opportunità per rimodellare la nostra esistenza personale, ma per ristrutturare l’intera struttura del mondo secondo i suoi principi. Il WEF lo chiama “il Grande Reset”. Per promuovere questo Reset (che assolutamente nessuno vuole) il WEF ha diffuso un video di propaganda (si adatta proprio alla definizione di “propaganda”). Eccolo in tutta la sua follia.

Quando ho pubblicato un articolo su questo video nel 2021, i commenti non erano ancora stati disattivati. E ho fatto uno screenshot dei migliori.

Questo breve video riesce a contenere una quantità incredibile di messaggi eversivi. Ridicolizza persino le “teorie del complotto” mentre, sorprendentemente, conferma queste teorie.

Uno screenshot dal video. Ma siamo seri?

Il video annunciava anche la “morte del capitalismo”.

Un altro screenshot surreale dal video.

Mentre il capitalismo si basa su un sistema di autoregolazione dell’offerta e della domanda, il Great Reset cerca di ridefinire il modo in cui le imprese vengono valutate attraverso nuovi parametri. Il principale: il rispetto delle agende sociali e politiche dell’élite.

Verso la fine, il narratore pronuncia questa frase enigmatica:

“E questo è tutto per mettere le persone giuste nel posto giusto al momento giusto”.

Sebbene il video non spieghi esattamente cosa significhi effettivamente questa frase in situazioni di vita reale, le sue implicazioni sono piuttosto agghiaccianti. Invece di consentire a individui e aziende di successo di crescere organicamente, il sistema dell’élite interferirebbe per “portare le persone giuste al posto giusto al momento giusto”, in conformità con la sua agenda. In altre parole, il sistema sarebbe truccato e il rispetto di un’agenda più ampia sarebbe obbligatorio in una nuova economia.

Il video si conclude spingendo gli spettatori ad essere coinvolti. Tuttavia, ovviamente, non sei effettivamente invitato al WEF. In effetti, stanno effettivamente cercando di “ricalibrare” la tua libertà di parola.

4 “Ricalibrazione” della libertà di parola

Un modo semplice per identificare i leader mondiali che sono stati guidati dal WEF è attraverso la loro incessante lotta contro la libertà di parola. La odiano assolutamente e chiedono costantemente che Internet sia censurato e altamente regolamentato. Alla riunione di Davos del 2022, la “commissaria eSafety” australiana Julie Inman Grant ha dichiarato che abbiamo bisogno di una “ricalibrazione della libertà di parola”.

La Grant ha detto:

“Ci troviamo in un luogo in cui abbiamo una polarizzazione crescente ovunque e tutto sembra binario quando non è necessario. Quindi penso che dovremo pensare a una ricalibrazione di tutta una serie di diritti umani che si stanno manifestando online. Sai, dalla libertà di parola alla libertà di essere liberi dalla violenza online”.

Qui, la Grant chiede essenzialmente la censura. Crede persino che la libertà di parola come diritto umano dovrebbe essere “ricalibrata” usando la “violenza online” come scusa. Non esiste una cosa come la “violenza online”. Amano equiparare la libertà di parola alla violenza. È un modo estremamente manipolativo per giustificare la censura in stile cinese.

La libertà di parola è, infatti, binaria. O esiste o non esiste. E chiaramente non vogliono che esista.

3 Tracciamento dei i tuoi vestiti

Il WEF vuole controllare i tuoi vestiti. E hanno fatto un video a riguardo. Ho già detto che le persone odiano assolutamente i video del WEF? Eccone un altro che ha fatto ribollire il sangue delle persone.

Usando l’ambiente come scusa (come al solito), il WEF ha annunciato l’arrivo di abiti collegati a “passaporti digitali” che possono essere rintracciati in ogni momento. Supportati da Microsoft (ovviamente), questi capi apparentemente inonderanno il mercato entro il 2025.

Vogliono davvero chip RFID e codici QR ovunque.

Secondo il WEF, questi chip consentiranno ai marchi di moda di rivendere i loro vestiti. Non ho idea di come funzionerebbe. Il video si assicura di NON menzionare che questa tecnologia sarebbe un ottimo modo per rintracciare coloro che hanno abbandonato i loro smartphone.

Ma abbandonare il tuo smartphone potrebbe diventare… impossibile.

2 “Gli smartphone saranno nel tuo corpo entro il 2030”

Alla riunione di Davos del 2022, il CEO di Nokia Pekka Lundmark ha affermato che, entro il 2030, “gli smartphone verranno impiantati direttamente nel corpo”. Ciò coinciderebbe con l’arrivo della tecnologia 6G, che dovrebbe essere lanciata entro la fine del decennio.

Per anni, questo sito ha documentato l’incessante spinta dell’élite al transumanesimo, ovvero la fusione di esseri umani e macchine. Stanno cercando di accelerare questa transizione rendendo disponibili in forma transumanista le cose senza cui le persone non possono vivere (come gli smartphone).

Stai notando il loro inquietante desiderio di inserire cose nei nostri corpi?

1 “Non possederai nulla. E sarai felice”.

Questo è probabilmente il momento più distopico nella storia del WEF. Nel 2016, Ida Auken, un membro del Parlamento in Danimarca, ha dichiarato:

“Benvenuto nel 2030. Non possederai nulla, non avrai privacy e la vita non è mai stata migliore”.

Il WEF ha amato così tanto quella citazione che la ha twittata.

Il WEF ha anche creato un video (che tutti odiavano assolutamente) intitolato “8 Pronostici per il Mondo nel 2030”. Ecco uno screenshot.

Il WEF ama formulare le sue “predizioni” in una forma non condizionale, come se fossero un’inevitabilità. Ma guarda questo ragazzo sorridente. È chiaramente felice. Grazie WEF!

Un articolo sul sito web del WEF spiega:

“Non possiedo niente. Non possiedo una macchina. Non possiedo una casa. Non possiedo elettrodomestici né vestiti”, scrive la parlamentare danese Ida Auken. Lo shopping è un lontano ricordo nella città del 2030, i cui abitanti hanno sfruttato energia pulita e preso in prestito ciò di cui hanno bisogno su richiesta. Sembra un’utopia, finché non dice che ogni sua mossa è tracciata e fuori dalla città vivono fazioni ribelli, la visione finale di una società divisa in due.

In questo futuro distopico, non ci sono prodotti che puoi possedere. Solo “servizi” noleggiati e consegnati tramite droni. Questo sistema renderebbe tutti gli esseri umani completamente dipendenti dalle società controllate dal WEF per ogni singolo bisogno di base. Non ci sarebbe assolutamente autonomia, libertà e privacy. E sarai felice.

EXTRA: TRACCIATORE INDIVIDUALE PER L’IMPRONTA DEL CARBONIO
Alla riunione di Davos del 2022, il presidente del gruppo Alibaba J. Michael Evans ha annunciato lo sviluppo di un “tracciatore di carbonio individuale”.

Ancora una volta, il WEF utilizza l’ambiente per promuovere la microgestione del comportamento umano. Evans afferma che il tracker può monitorare “dove stanno viaggiando, come stanno viaggiando, cosa stanno mangiando e cosa stanno consumando sulla piattaforma”.

Nota che ha usato il pronome “loro” e non “noi” perché ovviamente lui ne sarà esente

CONCLUDENDO
Dopo aver esaminato questo elenco, due temi comuni diventano evidenti. Il primo tema è la “penetrazione”. Il WEF vuole penetrare nei governi usando i “leader globali”. Vuole anche penetrare nei nostri corpi attraverso pillole, microchip e vaccini. Vuole anche penetrare nelle nostre menti usando onde sonore, censura e propaganda.

L’altro tema è il “controllo”. Vogliono controllare cosa pensiamo, dove andiamo, cosa diciamo, cosa mangiamo e cosa indossiamo.

Sai chi è d’accordo con il WEF? La Cina. La censura qui è diffusa, un sistema di credito sociale controlla i comportamenti delle persone e il COVID è ancora usato come scusa per massici lockdown e controllo totale della popolazione. Per non parlare dei campi di concentramento. Nonostante tutto ciò, i funzionari cinesi sono costantemente presenti alle riunioni del WEF. Come mai? Perché la Cina è fondamentalmente un laboratorio per le politiche del WEF.

Detto questo, come possiamo contrastare la follia del WEF? Come possiamo mandarli a casa se non sono mai stati votati? Un primo passo sarebbe quello di eleggere – a tutti i livelli di governo – rappresentanti che non vogliono avere niente a che fare con il WEF. Se i nostri funzionari eletti trattassero il WEF come l’organizzazione canaglia e illegittima che è, la sua influenza sarebbe notevolmente ridotta.

In secondo luogo, possiamo boicottare ogni azienda che fa parte del WEF. Mi rendo conto che è più facile a dirsi che a farsi perché molte di queste aziende sono monopoli. Tuttavia, se smettiamo di dare loro i nostri soldi, smetteranno di usare i nostri soldi per avvelenare le nostre vite.

Quindi, non possederanno nulla. E saremo tutti felici.

Fonte

leadwef3

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Scuola elementare australiana profetizza “microchip nel cervello degli studenti” tra 10 anni

La scuola ha cancellato la newsletter contenente profezie inquietanti, ma Internet non dimentica mai.

Una scuola elementare australiana ha previsto “microchip nel cervello degli studenti” entro 10 anni prima di cancellare successivamente la newsletter che conteneva la raccapricciante profezia.

La bizzarra voce è stata pubblicata nell’edizione del 26 maggio della newsletter della Preston West Primary School, che elencava una serie di cose prosaiche che la scuola prevede saranno utili per educare i bambini in un decennio.

Includono “maggiore consapevolezza della salute mentale”, “più edifici e sviluppo”, nonché “progressi tecnologici per insegnanti e studenti”.

Tuttavia, in questo elenco sono inclusi anche i”microchip nel cervello degli studenti per promuovere l’intelligenza e la memoria”.

Sebbene la newsletter sia stata eliminata dalla scuola (sembra che tutte le loro newsletter siano state cancellate), la prova che è stata originariamente pubblicata può essere vista tramite la cache di ricerca di Google di seguito.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, i microchip impiantabili stanno diventando sempre più comuni, in particolare quando i paesi abbracciano l’ID digitale e una società senza contanti.

La BBC ha recentemente riferito di persone a cui è stato impiantato un microchip nelle loro braccia per effettuare acquisti in un modo più conveniente.

Abbiamo anche evidenziato come le persone in Svezia abbiano volontariamente accetto di avere il Green Pass nel microchip.

Il cattivo dei cartoni animati e capo del World Economic Forum Klaus Schwab ha scritto nel suo libro “The Great Reset” che la quarta rivoluzione industriale “porterebbe a una fusione della nostra identità fisica, digitale e biologica”, che nel suo libro chiarisce sono microchip impiantabili che possono leggere i tuoi pensieri.

Durante l’incontro tra elitisti globali di Davos della scorsa settimana, il CEO di Pfizer Albert Bourla ha spiegato a Schwab quanto presto ci sarebbero state “pillole ingeribili”, una pillola con un minuscolo chip di microchip che invierebbe un segnale wireless alle autorità competenti quando il farmaco viene stato consumato.

“Immagina la conformità”, ha detto Bourla.

Fonte

010622chip1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Bill Gates: La prossima pandemia potrebbe essere causata dai cambiamenti climatici

O da un bioterrorista che la rilascia deliberatamente

Il miliardario Bill Gates afferma che c’è una probabilità del 50% che la prossima pandemia sia causata dai cambiamenti climatici causati dall’uomo o venga deliberatamente rilasciata da un bioterrorista.

Il fondatore di Microsoft ha rilasciato i commenti durante un’intervista al quotidiano spagnolo El Diario.

Affermando che la prossima grande pandemia potrebbe verificarsi entro 20 anni, Gates ha affermato: “Potrebbe essere un virus creato dall’uomo, da un bioterrorista che lo ha progettato e fatto circolare intenzionalmente. Questo è uno scenario molto spaventoso perché potrebbe provare a diffonderlo in luoghi diversi contemporaneamente”.

“Oppure potrebbe essere qualcosa che fa il salto dal mondo naturale. La popolazione umana sta crescendo e stiamo invadendo sempre più ecosistemi. Ecco perché ho calcolato che c’è una probabilità del 50% che avremo una pandemia di origine naturale nei prossimi 20 anni, come conseguenza del cambiamento climatico”, ha aggiunto.

La previsione che il cambiamento climatico causerà un virus che richiederà quindi un’altro vaccino è in qualche modo conveniente per Gates dato che è fortemente investito in entrambe le aree.

Gates ha ribadito l’invito fatto nel suo recente libro a pompare miliardi di dollari nella ricerca di futuri agenti patogeni creando un team di 3.000 specialisti sotto il controllo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che richiederebbe un aumento del budget del 25%.

Commentando il recente focolaio di vaiolo delle scimmie, Gates ha affermato che “ci sono pochissime possibilità” che avrà un impatto simile al coronavirus, anche se ha avvertito che potrebbe mutare in qualcosa di significativamente più sgradevole.

Gates ha notoriamente avvertito dell’arrivo di un supervirus cinque anni prima dell’emergere del COVID-19 durante un discorso TED del 2015.

Come abbiamo evidenziato all’inizio di questo mese, Gates ha avvertito che il COVID non era finito e che è probabile che ci sarà una variante “ancora più fatale” del virus in arrivo.

Durante un evento alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco a febbraio, Gates ha affermato che “purtroppo” Omicron è un “vaccino” e ha “fatto un lavoro migliore nel raggiungere la popolazione mondiale rispetto al vaccino creato da Big Pharma.

Fonte

300522gates1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Klaus Schwab si unisce al capo della Pfizer nel condannare i “teorici del complotto” e gli “anti-vax”

“C’è un gruppo di fanatici che è contro di noi, in ogni caso.”

Al raduno di elitari del World Economic Forum in corso a Davos, in Svizzera, Klaus Schwab e il CEO di Pfizer Albert Bourla si sono seduti per discutere i loro piani “innovativi” per distribuire vaccini a livello globale mentre attaccavano coloro che descrivono come “teorici della cospirazione” e ” anti-vaxxer’ che resistono.

Bourla ha detto a Schwab che la sua azienda ha assicurato che i governi in Europa e negli Stati Uniti continueranno a proteggere le aziende farmaceutiche da azioni legali se i vaccini che vendono “non funzionano bene”.

“Con qualsiasi altro medicinale, ad esempio, non chiediamo a nessuno di fare nulla con responsabilità”, ha detto Bourla, aggiungendo “ma con un vaccino, sapevamo che c’è un gruppo molto fanatico di anti-vax che sarebbe stato contro di noi. di default.”

Ha continuato: “Diranno che il sole non sorge perché le persone si sono vaccinate e questo ha creato problemi con il raccolto, ‘Quindi, ti faranno causa’”.

“E una cosa è denunciarti negli Stati Uniti, un’altra cosa è denunciarti in un paese in cui il sistema legale non è all’altezza degli standard o in Svizzera. Penso ormai sia un problema superato. Tutto è andato bene e penso che possiamo andare avanti”, ha proclamato il CEO di Pfizer.

Schwab è intervenuto dichiarando “Penso che fossimo – eravamo entrambi bersagli dei movimenti anti-vax e dei teorici della cospirazione, dicendo che ho avuto un triplo, un triplo covid?”.

“Penso che tu abbia ricevuto centinaia di migliaia di click”, ha aggiunto Schwab, a cui Bourla ha risposto sarcasticamente “Ho letto che un giorno sono stato arrestato dall’FBI”.

“Lo stesso è successo a me”, ha detto Schwab.

Il capo della Pfizer ha continuato: “E ci sono foto di me negli uffici dell’FBI – non so come”, aggiungendo “La cosa sorprendente è che la stessa pubblicazione – aveva pubblicato precedentemente la storia che il papa era stato arrestato dall’FBI ”, ha continuato Bourla. “Ridicolo.”

“Quindi siamo in buona compagnia”, ha riso Schwab.

I “teorici della cospirazione” descritte qui da questi due ghoul potrebbero essere le stesse persone preoccupate per le fantasie di Bourla e Schwab di chip per computer ingeribili che segnalano alle autorità quando un farmaco è stato assunto, per garantire la “conformità”.

Questi psicopatici sono il bersaglio dei “teorici del complotto” proprio perché sono impegnati in sforzi aperti per infiltrarsi nei loro governi e per schiavizzare economicamente e medicamente le persone.

Il fatto che si comportino sorpresi di questo tradisce quanto siano davvero dementi.

Fonte

screen-shot-2022-05-27-at-13.18.55-pm-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Le élite di Davos avvertono che la “dolorosa transizione globale” non dovrebbe essere contrastata dalle nazioni

L’elite sbava sulle infinite possibilità del loro “Great Reset”

Mentre il capo del World Economic Forum Klaus Schwab ha proclamato che “il futuro è costruito da noi (dal WEF)” all’apertura del raduno annuale di Davos, altre due élite europee hanno dichiarato che la crisi energetica globale è una “transizione” e che sarà “dolorosa” per la maggior parte delle persone, ma non dovrebbe essere contrastata dalle nazioni nel tentativo di preservare la propria sovranità sull'”agenda globale”.

Schwab ha definito coloro che sono stati convocati davanti a lui una “comunità potente” e ha dichiarato: “Abbiamo i mezzi per migliorare lo stato del mondo, ma sono necessarie due condizioni: la prima, è che agiamo tutti come stakeholder di comunità più grandi, in modo che serviamo non solo i nostri interessi personali, ma serviamo la comunità. Questo è ciò che chiamiamo “responsabilità degli stakeholder”.”

“E in secondo luogo, che collaboriamo”, ha continuato, aggiungendo “E questo è il motivo per cui trovi molte opportunità qui, durante l’incontro per impegnarti in… iniziative in modo da fare progressi relativi a questioni specifiche dell’agenda globale”.

Con l’avanzare delle discussioni lunedì, il vicecancelliere tedesco Robert Habeck ha parlato della crisi energetica, avvertendo che i governi delle singole nazioni non dovrebbero cercare di proteggere i propri cittadini, ma seguire invece “la regola dei mercati”.

In altre parole, i paesi devono allinearsi con l’agenda del “Great Reset” dei globalisti:

Durante un’altra discussione, il CEO della finanza norvegese Kjerstin Braathen ha descritto lo sconvolgimento energetico globale come una “transizione”, pur ammettendo che ci saranno carenze di massa e difficoltà economiche, ma affermando che vale la pena “soffrire”.

Interessante che questa elite di Davos abbia usato la stessa frase di Joe Biden lo stesso giorno:

Il giornalista Andrew Lawton ha parlato della cabala di Davos che sbava sulle possibilità di controllare il pianeta:

Fonte

davos-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €