Archivi Blog

Pedogate: I modelli ricorrenti della cabala

Sono sempre stato bravo a trovare modelli ricorrenti e piu’ approfondisco questo argomento, piu’ divento ricettivo ad un nuovo tipo di linguaggio. Uno che parla alle parti piu’ oscure della mia anima.

“Quale sarebbe il tuo ultimo pasto?” “Una pizza col bordo alto….mi piace ogni tipo di pizza”

E` in questo momento che la sensazione di illudermi si fa strada nelle mie convinzioni. Probabilmente il video sopra dove la Clinton esprime la sua passione per la pizza e’ “sincero” e senza doppi sensi. Sarei disonesto tuttavia se non ammettessi che spesso, gran parte di me stesso, crede che l’ex segretario di Stato si stia rivolgendo a noi, noi che abbiamo capito a fondo l’argomento del pizzagate/pedogate.

Circa 2:30: “Nomina la cosa piu’ biricchina che Chelsea ha fatto alla casa bianca quando era adolescente” “Ordinare una pizza”. Circa 7:50: “Chelsea, tua madre ti era molto vicina, cosa e’ quella cosa che piu’ odiavi di lei?” “Pizza a pranzo e cena tutti i giorni”

Penso che le persone ricchissime e la classe dirigente siano fissate con il simbolismo

E dopo aver investigato in questo mondo, vedo la realta’ con occhi nuovi. Nel bene e nel male ora posso rendermi conto dei loro modelli ricorrenti

Pentacolo alla Casa Bianca

E’ possibile che la loro simbologia sia rivolta piu’ a noi che a LORO?

Un modo per guidarci nel cambiamento o meglio nel “reset” dei paradigma? Quello che voglio dire e’ che una volta non facevo caso a certe cose e a volte ho difficolta’ a capire come possa essere un “miglioramento”. Ero in grado di vedere un film della Disney senza accorgermi delle migliaia di riferimenti ad emblemi massonici.

O delle palesi metafore, come nel caso di Pinocchio in cui i bambini vengono condotti nel Paese dei Balocchi (Pleasure Island in inglese “Isola del Piacere”) il quale ricorda l’isola di Epstein

A volte mi piacerebbe chiudere le porte della percezione, ma so di non poterlo fare. Questi sono i modelli ricorrenti della cabala:

L’OCCHIO

Il primo modello non e’ direttamente collegato al traffico di minori ma rimane tuttavia importante tra l’elite. E’ l’occhio che tutto vede

Si tratta di un nuovo linguaggio simbolico che l’elite utilizza per trasmettere un messaggio oppure e’ solo una coincidenza? Il fatto che non riesca a dare una risposta definitiva forse, e’ la cosa piu’ spaventosa.

BIEBER 666:

Prendiamo ora in analisi il video di “Where are u now” di Justin Bieber:

Anche se il video musicale trasmette il fatto che le immagini siano state create dai fan, il produttore del video Alex Brewer afferma che solo un parte di esse lo e’.

BIG HUGS MUG

Nella parte introduttiva di questi articoli ho spiegato come il codice “BH kids” funzionasse come una chiave per dei contenuti pedofili sul normale web

Per coloro che non hanno letto gli articoli precedenti, il focus qui e’ sul sito lisca.com che e’ una compagnia slovena che vende biancheria intima e compariva nelle ricerche digitando BHKIDS

Ancor piu’ inquietante la ricerca mostrava immagini di bambine nude, probabilmente di 6 anni

La stranezza e’ che quando si visitava normalmente il sito lisca.com non erano presenti immagini di bambini, tuttavia utilizzando la chiave BHKIDS si attivavano nuovi link, prima occultati.

Ho scoperto la funzionalita’ di BHKIDS digitando queste 3 parole in vietnamita che significano (NON FUMARE) da questa immagine di Obama e dello chef Bourdain

La ragione per cui ho rievocato questo punto e’ perche’ sembra che la chiave BHKIDS non funzioni solo per le aziendi di biancheria intima…

La Brookview House a Boston in Massachusetts e’ una organizzazione no-profit che fornisce alloggi e case per bambini orfani.

Ora, se BH fosse presente nel sito, non sarebbe un problema in quanto e’ l’acronimo di Brookview House, pensarla diversamente sarebbe da paranoici. Tuttavia non e’ presente, non ci sono link, pagine o citazioni, nulla, nada de nada.

Ma nello stesso esatto modo di lisca.com, scivendo BHKids su Google ecco cosa succede

(Potete provarlo voi stessi, i link sono ancora attivi alla scrittura di questo articolo)

La buona notizia e’ che non c’e’ niente di “indecente”. La cattiva notizia e’ che il sito nasconde le ricerche associate ai termini BHKIDS. Potrebbe certo essere una coincidenza, tuttavia il presidente e AD di Brookview e’ Deborah Hughes

La prima stagione di True Detective e’ stata uno dei migliori show televisivi dei miei tempi. Il telefilm ruota attorno a due investigatori che indagano su un culto satanico nel quale sono coinvolti anche membri di alto livello della polizia, complici nell’aver coperto abusi sessuali di minori e traffico di esseri umani. I creatori hanno deciso di utilizzare questo simbolo per identicare il culto satanico:

Si tratta di un ovvio riferimento al simbolo utilizzato dai pedofili:

Simbolo che e’ presente nell’episodio 6 della terza stagione

La prima stagione di True Detective ebbe cosi tanto successo perche' analizzo’ nel dettaglio la natura del suo soggetto. Dal mio punto di vista, solamente qualcuno con conoscenze sugli schemi simbolici e comportamentali dell’elite pedofila, avrebbe potuto realizzare uno show che riesce sempre a ritrarre con esatezza questo mondo spaventoso.

Questo simbolo pedofilo

viene spesso scambiato per un “cerchio” quando in realta’ e’ un derivato dell’originale “Spirangle”

La forma del primo rimane “triangolare” nonostante sia quasi sublimata in un cerchio. Riferendosi al simbolo in True Detective questa attenzione al dettaglio per i simboli che fanno riferimento ai gruppi di pedofili, potrebbe potenzialmente derivare da una comprensione piu’ profonda dell’argomento rispetto alla maggior parte di noi.

Una comprensione di cosa questi culti vogliono trasmetterci. Questa e’ la scena di apertura della prima stagione di True Detective, vediamo se qualcosa risuona:

Potete skippare direttamente a 1:56: “NO SMOKING”
BH M(inors)?

Lo show e’ prodotto dalla BlumHouse Productions:

BHad BHabie

Funziona cosi’ in questi “Ranch” (In America ci sono show tv dove ragazzi irrequieti vengono mandati in ranch isolati per essere rieducati n.d.r.) non hai cellulare, internet, non hai prove per dimostrare quello che succede e lo staff copre tutto.
Abusata a 17 da membri dello staff
I bambini venivano legati, strangolati e spinti contro il muro e abusati sessualmente a Provo. Non potevo riportare questi abusi alla mia famiglia perche’ tutte le comunicazioni erano monitorate e censurate

CONCLUDENDO

Non sono del tutto sicuro della natura di BH o dell’enigmatico simbolo a spirale dei pedofili o della possibilita’ che un culto elitario pedofilo che sacrifica bambini esista ai nostri giorni. Ma qualche volta, quando sono dell’umore giusto sospetto che le mie convinzioni sulla natura del male di questo mondo sono vere, ma subito dopo questa nozione tende a dissolversi e ho dei dubbi. Dubbi che a volte mi fanno vacillare data l’estensione di questo male. Rimango tuttavia che la “malattia dell’elite” esista e sia radicata da millenni.

Fonte

crop-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

“Where Are You Now” di Justin Bieber e` piena di simbolismi degli Illuminati

Il video di Justin Bieber “Where Are U Now” presenta centinaia di immagini che appaiono e scompaiono ad alta velocità. Non sorprende che ci sia un sacco di simbolismo degli Illuminati.

Sebbene questo sia il mio primo articolo completo su Justin Bieber, è comunque abbastanza ovvio che è stato per anni una delle principali pedine dell’industria musicale. Considerando che è stato scoperto e commercializzato in giovane età, Bieber molto probabilmente ha attraversato il percorso più orribile verso il successo, che include essere “presentato” ad alcuni dei più grandi mostri del settore e “iniziato” attraverso una sorta di abuso rituale degradante. Potrebbe anche essere stato sottoposto al controllo mentale.

Come se fosse stato scelto per interpretare un ruolo specifico, la carriera di Bieber ha ruotato attorno a una lista sorprendentemente lunga di eventi umilianti e imbarazzanti che vanno da comportamenti strani e irregolari (non diversamente da altre star infantili MK, come Britney Spears e Amanda Bynes) a confronti con funzionari delle forze dell’ordine in tutto il mondo.

Bieber è anche il destinatario dell’odio quasi universale da parte degli appassionati di musica di tutto il mondo, un odio che continua a crescere con ogni cosa “stronza” aggiuntiva che dice e fa. In tutto questo, Bieber non sembra avere alcun controllo su ciò che gli sta accadendo, poiché viene trasportato da un luogo all’altro mentre mostra costantemente la sua faccia “Sono stato gravemente maltrattato, per favore smettila”.

Per questo motivo, il concetto generale del video di Bieber Where Are U Now si adatta perfettamente. Facendo in modo che persone a caso disegnino tutto ciò che vogliono su Justin Bieber, il video riflette la mancanza di controllo di Bieber sulla sua immagine, sul suo messaggio e sulla sua intera ragion d’essere. È fondamentalmente una tela bianca su cui i suoi gestori possono dipingere tutto ciò che vogliono – e non può dire nulla al riguardo – anche se è davvero un insulto … anche se va contro le sue convinzioni più profonde. Benvenuto nel mondo della musica.

WHERE ARE YOU NOW?
I contenuti visivi di Where are U Now sono stati raccolti da un evento tenutosi presso la sede di Jack Ü dove i fan hanno personalizzato i fotogrammi del video musicale con pastelli colorati. Il risultato finale è Justin Bieber che si muove mentre queste immagini appaiono e scompaiono a circa 30 fotogrammi al secondo. L’unico modo per visualizzare effettivamente queste immagini è mettere in pausa il video in momenti casuali (che è il modo in cui sono riuscito a catturare alcuni screenshot). Mentre molte di queste immagini sono veramente divertenti e creative, un insieme specifico di simboli continua a riapparire. E, casualmente, è lo stesso identico insieme di simboli che l’élite occulta continua a spuntare nei video musicali di altre importanti pop star. Inoltre, molte di queste immagini insultano fondamentalmente Bieber. Anche se questo potrebbe mostrare il lato maturo e vulnerabile di Bieber, mostra principalmente come non abbia alcun controllo su come viene interpretato.

Non sappiamo molto del “vero” Justin Bieber, ma, per tutta la sua carriera, ha insistito sul fatto di essere un cristiano fedele. Considerando questo fatto, perché ci sono così tante croci sataniche invertite in quel video?

Una croce rovesciata sulla fronte

Un’altra

Ancora un’altra croce invertita + messaggi bonus come: “Kill the Poor”, “Love the Devil Back” e altre cose che non scriverò.

Un’altra croce rovesciata sulla fronte di Bieber. La nostra generazione è così creativa.

Un’altra croce rovesciata sulla fronte e le parole “False Gawd”.

Iniziate ad intuire un pattern?

Un’altra croce rovesciata più un pene che ho censurato per evitare polemiche

Un ironico “Gesù salva” con Bieber ritratto come il diavolo con il 666 sul petto. Essendo un cristiano autoproclamato, non sono sicuro che Bieber abbia approvato questa immagine. Ma lui, sfortunatamente, non ha alcun potere su ciò che gli viene proiettato.

Oltre alle molte immagini sataniche, le immagini classiche degli Illuminati appaiono in tutto il video. La piramide e l’occhio che tutto vede fanno numerose apparizioni.

L’Occhio che tutto vede all’interno di un triangolo con le parole “Ce l’abbiamo fatta”. Sì, Bieber “ce l’ha fatta” grazie a “Loro”.

Bieber con in mano una piramide degli Illuminati.

Qui vediamo una piramide degli Illuminati e un mucchio di altri simboli massonici, come la squadra il compasso e l’esagramma.

Ancora lo stesso simbolo + alieni.

Bieber si trasforma in un mostro cornuto con il simbolo degli Illuminati in basso a destra.

La faccia di Bieber è la pupilla di una grande piramide degli Illuminati.

Tutte queste immagini appaiono e scompaiono in tutto il video a una velocità così grande da essere fondamentalmente subliminali a meno che non si interrompa il video in momenti casuali per ammirare queste grandi opere d’arte.

Un altro schema: ridicolizzare Bieber nel suo video.

Bieber si è trasformato in un sosia di Miley Cyrus facendo quello che probabilmente doveva fare per diventare grande nel settore. Mi dispiace essere cosi` duro, ma la gente continua a non capire come Hollywood sia piena zeppa di pedofili.

Durante il video vediamo Bieber sembrare molto triste e vulnerabile, mentre la vernice gli cola dalla fronte, non diversamente da Gesù che sanguina dalla sua corona di spine.

Bieber è il capro espiatorio dell’industria musicale. È così che i suoi gestori vogliono che sia.

Il video si conclude in modo appropriato: Bieber si trasforma in una grossa macchia di vernice e svanisce.

CONCLUDENDO
Come puoi vedere, non c’è una trama intricata nel video, solo un mucchio di immagini che appaiono e scompaiono su Justin Bieber. Sebbene queste immagini siano state apparentemente disegnate da persone a caso, alcuni simboli e messaggi continuano a riapparire e, guarda caso, si adattano perfettamente all’agenda generale dell’élite occulta.

Qualcuno potrebbe dire, “stai analizzando schifosi disegni fatti da un tizio con occhiali quadrati e uno zaino”. Sì. Forse coloro che hanno realizzato questi disegni erano troll o ironici. Forse l’hanno fatto perché disegnare simboli occulti è cool e alla moda in questo momento. Forse alcuni conoscono l’industria degli Illuminati e hanno cercato di comunicare un messaggio su Bieber. Forse la generazione di oggi è stata così sottoposta al lavaggio del cervello dai video degli Illuminati da non riuscire a pensare a nient’altro da disegnare. O forse alcune di queste immagini sono state aggiunte dagli stessi produttori di video per preservare una buona quota del simbolismo degli Illuminati richiesto.

Qualunque sia il caso, il risultato finale è lo stesso: Where Are U Now è ancora un altro video musicale con milioni di visualizzazioni che mostra il simbolismo degli Illuminati direttamente nella mente dei giovani. Puoi razionalizzarlo come preferisci, ma alla fine è quello che è successo.

Fonte

leadbieb2

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €